venerdì 11 dicembre 2009

Obama a oslo nobel pace discorso completo

Come gli affezionati lettori ben sanno, spesso proponiamo di andare direttamente alla fonte dell'informazione, quando è possibile e quando è disponibile.

Oggi vi proponiamo il discorso di Barack Obama alla cerimonia di consegna del Nobel per la pace.

Potete scaricare il file a questo link.


Oppure a questo link.



Abbiamo aggiunto alcuni grassetti per due finalità:

  • rendere evidenti le più stridenti contraddizioni spacciate per normalità
  • portare l'attenzione alle tecniche di comunicazione utilizzate (in particolare, coloro che conoscono il Milton Model ne riconosceranno un uso particolarmente raffinato)

saluti felici e buona lettura

Felice Capretta

ps: blogosfera impazzita per l'articolo "Quella sovranità della moneta in mani private" apparso su ilgiornale.it a firma Redazione (grazie a Silvano per la segnalazione tra i commenti).

105 commenti:

Anonimo ha detto...

Sicuramente la traduzione è manipolata tanto quanto quella del presidente iraniano quando negava l'olocausto ma alle orecchie comuniste giungeva un "Mi piace il latte di capra" tradotto alla meglio.

Felice Capretta ha detto...

http://www.huffingtonpost.com/2009/12/10/obama-nobel-peace-prize-a_n_386837.html

saluti felici

felice

vigna ha detto...

Scusat l'O.T. ma l'articolo pubblicato oggi sul "Il Giornale" ha dell'incredibile.

" Provocazione quella sovranità della moneta in mani private".

...... c'è stato un momento in cui alcuni ricchissimi banchieri hanno convitno gli Stati a cedere loro il diritto di fabbricare la moneta per poi prestargliela con tanto di interesse. ....!!!!

Da leggere e da divulgare anche a chi ha le fette di salame sugli occhi.

Saluti
Vigna

AZUL GRANA ha detto...

salve
@anonimo 05.40:
il presidente iraniano non ha MAI negato l'olocausto. Ha semplicemente chiesto perchè, in alcune nazioni occidentali, Belgio, Olanda, Germania, Francia tanto per citarne alcune, chi avanza studi revisionistici su tale evento venga sbattuto in galera, quasi senza processo.
fonte: FDF, comedonchisciotte, gerusalemme terrasanta, doncurzionitoglia.it.
In merito ad Obama, è un film già visto: esattamente dal 4 luglio 1776.......
Non ho mai capito chi riponesse fiducia in quest'uomo, è un Bush con il colore della pelle diverso; risponde agli stessi padroni dell'alcolizzato e, di tutti gli altri che lo hanno preceduto.
salve
Azul Grana

Faurio ha detto...

Mi sono letto il discorso e più che da un nobel per la pace sembra scritto da uno che vuole fare e soprattutto giustifica la guerra e tutto ciò che hanno fatto gli USA negli ultimi 60 anni.
Se questo doveva essere un nuovo presidente, siamo proprio rovinati.
Non credo che bush potesse fare un discorso molto diverso.
saluti
Faurio

Anonimo ha detto...

Volevo segnalare un articolo che tratta di Debito Pubblico e Signoraggio dal Giornale di Berlusconi (si, avete sentito bene)

http://www.ilgiornale.it/economia/provocazione_quella_sovranita_moneta_mani_private/11-12-2009/articolo-id=406009-page=0-comments=1

Mirko_Z ha detto...

una sola parola: incredibile.
Che si tenti di suggerire al popolo chi siano i colpevoli in vista del botto?

Felice Capretta ha detto...

me lo sono stampato, me lo leggo con calma dopo.

a prima vista, personalmetne sospetto che dietro ci sia un'incredibile delirio di onnipotenza dello schizonano, il quale, vistosi messo con le (s)palle al muro da poteri globali a lui ostili, decide di fare escalation.

fino all'equivalente dell'opzione nucleare in materia di politica monetaria.

prima di approfondire pero' è meglio se me lo leggo per intero

:- )


saluti felici

felice

Axel C.Bianco ha detto...

Felice

sara' il mio secondo post, son ancora un po' timidello nello scrivere.

Ruminalo con questo:
http://www.megachipdue.info/component/content/article/42-in-evidenza/1421-caro-grillo-ecco-perche-berlusconi-guarda-a-mosca.html
8.12.2009

che l'attento Giulietto abbia visto qualcosa nella giusta direzione?

Resto in attesa delle tue ruminate
ciao

Mario ha detto...

Obama è solo l'ennesimo fattorino dei famosi poteri forti che governano il mondo, primo presidente nero, giovane, in gamba ottimo per mascherare l'ennesima sequenza di porcate a danno della massa, il nobel per la pace è un eccesso dei suoi padroni o dei loro porta borse, diciamo che hanno voluto strafare ...

Sull'articolo de Il Giornale (grazie all'anonimo che lo ha segnalato, difficilmente lo avrei altrimenti letto) che dire, è la verità, così come ha ragione Felice quando sostiene che Silvio sta reagendo ai famosi poteri forti, cui tra l'altro in passato il nostro presidente ha già accennato preso per questo per i fondelli da buona parte del popolo di centro sinistra la cui dirigenza è controllata proprio da quei poteri forti.

L'atroce dilemma, visto che al momento noi italiani siamo tra l'incudine e il martello, quale dei due?

Mai e poi mai avrei pensato di arrivare a questo, ma se proprio non posso al momento fare diversamente preferisco un massone italiano a uno anglosassone ...
QUINDI FORZA SILVIO!!!

Anonimo ha detto...

Eh, l'articolo pare un sunto estremante sintetico della questione sovranità monetaria.

Se i contenuti sono ridotti al minimo (comunque dirompenti per una persona che non si è mai interessata alla questione), sono invece ben elevati i toni dell'invito alla ribellione dei cittadini verso l'iniquità.

Chi li guiderà nella grande marcia?
L'articolo sembra suggerire la risposta:
"In Italia non sarà difficile convincerne i governanti, visto che più volte è apparso chiaramente che la loro insofferenza per la situazione è quasi pari alla nostra"
(sic!)

.... effettivamente, Felice, sembrano schermaglie dell'amato presidente all'indirizzo dei "soliti noti", che si pongono sulla falsariga dei pubblici j'accuse in diretta televisiva del nostro superministro verso Illuminati, banchieri etc.

Che frutti ne raccoglieremo?

Donato Cavallo

Anonimo ha detto...

perdonatemi amici lettori. mi presento : sono alberto e leggo questo blog da qualoche tempo...i complimenti sono scontati. Spesso mi trovo su posizioni distanti ma questo non m'impedisce di apprezzare l'acume e l'onesta di certe analisi. Mi auguro che abbiate compreso bene il senso dell'articolo sul giornale di oggi di ida magli e come si stanno muovendo le cose... Non vorrei passare per ciò che non sono ma a me la guerra che Tremonti e Berlusconi hanno iniziato contro le banche ( per fortuna ) pare evidente e sacrosanta....approfndite , ve lo chiedo , vi invito a farlo , il perchè di tanta animosità da parte di Fini e di una certa elite salottiera sinistra...

guru2012 ha detto...

mhm... ho letto alcune righe dell'articolo de Il Giornale, ma è uscito anche nella versione cartacea?

Perché se la sua pubblicazione è frutto di una scelta editoriale, anziché di un copiaeincolla sbagliato, le cose, in Italia, cominciano a prendere una loro piega.

Prima Erdogan, poi Gheddafi, poi ancora, Putin e ora questa entrata a gamba tesa sulla finanza forte.

Non è che il Berlusca, da vecchio uomo d'affari, ha fiutato odore di tungsteno?

Anonimo ha detto...

x guru 2012

certamente era anche sulla versione cartacea di stamane.Io non ho mai votato per lui ma onestà intellettuale vuole che sia il solo con tremonti che stia provando a fare qualcosa . che sia la cosa giusta o meno lascio a voi decidere liberamente.
saluti
alberto

Anonimo ha detto...

Ho la tremenda impressione che l'articolo del "Giornale" voglia dire: ci stiamo preparando a far mandare l'Italia in default e a far uscire il paese dall'area dell'Euro.
Tradotto: Italia come Argentina. Ciao belliiiii

Anonimo ha detto...

L'anonimo commentatore che ha segnalato l'articolo del Gironale si chiama Silvano e segue questo blog da circa un anno :)

Saluti felici

Silvano

Anonimo ha detto...

nessuno commenta le parole di Padoa Schioppa pubblicate da Xiaodong People?
Mi sembra di capire che i poteri forti avevano deciso una crescita economica zero per l'occidente ed un contemporaneo sviluppo dei paesi asiatici e sud-americani.
Se fosse così, avrebbe ragione Goodlights che qualche tempo fa supponeva che la cosa fosse sfuggita loro di mano, producendo la catastrofe a cui stiamo assistendo.
Sempre ammettendo che sia così, si dovrebbero cominciare a vedere le defezioni dei leccaculi (perdonate l'espressione) meno fedeli.
Ovviamente,l'insubordinazione del nostro Silvio e del suo "Il Giornale", non può essere imputata solo al fallimento del piano.
Ha ragione Capretta, lo stanno silurando e lui regisce.
In ogni caso sono sintomi di malessere all'interno della gerarchia di chi comanda.

Buon week-end.
RTridens

Felice Capretta ha detto...

@ RTridens

ci puo' stare, mi piace


@ silvano

post aggiornato :- ) grazie

saluti felici

felice

katanga ha detto...

su sua stessa ammissione....il miglior statista degli ultimi 150 anni....
per me uno che ci mette i maroni e sfida il POTERE raccontato da Barnard si conquista tutta la mia stima anche se poi e' Berlusconi,pero'(se dovesse spuntarla) obbietivamente come non assegnargli il titolo...

per quanto riguarda obama e' un disco (di vinile) rigato dai soliti neoconsusrael del caxxo di sempre,ma gli venga un'accidente.

ps: W W W i trans,almeno c'e' qualc'uno che riesce a in...are i politici!!!

Anonimo ha detto...

A proposito del signoraggio.
Ma doveva essere proprio un berlusconi a dire la verita?
Comunque il lato buono ce lo mostra l'Etologia:
gli animali attaccano in modo disperato quando sentono di non avere alcuna via di uscita.
Saluti:
guido

Shia ha detto...

@ Felice
mi sembra di ricordare che ti occupi anche di chemtrails.

Se è così vai su
http://www.zatopek64.blogspot.com/
c'è un bel filmato artigianale fatto da me ed un mio caro amico

saluti

yuma ha detto...

Anonimo 9.01
ci stiamo preparando a far mandare l'Italia in default e a far uscire il paese dall'area dell'Euro.

potrebbe anche non essere così grave come sembra... anzi...

yuma ha detto...

OT per Corvo,

visto che come immaginavo la cosa ha attratto il tuo interesse, ti aggiungo altre cose che ho trovato altrettanto interessanti.

L'era astronomica dei Pesci iniziò intorno all'epoca di Cristo .

Coincidenza il simbolo dei protocristiani era un pesce ( non la croce)

Nell'era precedente cioè fra il primo ed il secondo millennio ac il sole nell'equinozio di primavera fu portato dall'Ariete e stranamente l'iconografia religiosa dell'epoca aveva come soggetto prevalente l'Ariete( Jahve mandò un Ariete da sacrificare ad Abramo al posto del figlio Isacco)
In quell'epoca in Egitto il Dio Ammone era un Ariete con le corna attorcigliate.

Fra il 2200 ed il 4300 ac l'epoca precessionale faceva coincidere l'equinozio di primavera con la costellazione del Toro.

Anche in questo caso si vide fiorire il culto del Toro nella Creta micenea ed i tori Api e Mnevis erano venerati in Egitto nei primissimi tempi del periodo dinastico .

Non ti rovino la sorpresa per quanto a questo punto di sicuro leggerai in relazione alla costellazione del Leone su "Impronte degli Dei"

Goodlights ha detto...

ciao a tutti!

ieri man mano che che proseguivo nella lettura di alcuni stralci del discorso di obama, una domanda prendeva forma nella mia testa:

"ma gli hanno dato il nobel per la pace o quello per la guerra?"
mha...
:-)

per quanto riguarda lo psiconano concordo con l'affermazione etologica di guido.
un animale messo alle strette attacca per paura, si sa.

@RTridens
"Se fosse così, avrebbe ragione Goodlights che qualche tempo fa supponeva che la cosa fosse sfuggita loro di mano, producendo la catastrofe a cui stiamo assistendo."

continuo a pensarla esattamente allo stesso modo e, anzi, più i fatti si susseguono e più la mia certezza aumenta.
(sempre che di certezze ne esistano ancora a questo mondo...)

passate un sereno fine settimana!
sara

geppo ha detto...

Visto che si è ritornati in argomento voglio ringraziare Eta Beta Rumenta articolo interessante.

Ma adesso i miei dubbi sono aumentati.

Chi per primo ha dato questi nomi alle costellazioni?

Una cosa è sicura. Esistevano già gli psichiatri.

Perchè qualcuno ha messo li dei puntini ed ha detto Cosa vedi?-
Leone ! Bravo ! e adesso ? Toro ! Bravo e adesso ? Capricorno ... e via così.

Altra cosa sicura è che Freud non era ancora nato, se no ci ritroveremmo con la costellazione del Culo. delle Tette ecc. Magari quella del Cazzo esiste e nessuno ce lo ha mai detto...

corvo ha detto...

@yuma
wow!!!!

Anonimo ha detto...

Articolo de Il Giornale:
lotta finale, sembra...
una possibile chiave di lettura (alternativa) potrebbe essere: coraggio ritrovato visto imminente collasso economie usa ed uk?
M.

Anonimo ha detto...

Un'azione brutta, malvagia
e imperdonabile

"Dobbiamo affrontare una brutta verità. La catastrofe che minaccia l'umanità non è il cambiamento climatico, né l'anidride carbonica, né qualunque altra delle numerose e strampalate questioni "ambientali"; è invece il crollo del sistema monetarista imperiale presente a livello globale, che mette in pericolo le vite di miliardi di persone. La vera minaccia è quella degli organizzatori di questa conferenza sul clima, prima tra tutti la monarchia britannica, i quali hanno un ordine del giorno di riduzione della popolazione a livello mondiale, imponendo un governo mondiale dei consumi e della produzione, nel senso della loro riduzione.
http://www.movisol.org/09news239.htm

Anonimo ha detto...

c'e' un chiaro segnale di protezionismo ed e' l'anticamera del governo unico mondiale.
il piano e' di disgregare il sistema, creare il caos e da questo costruire il NWO. mi sembra che la decisione di berlusconi vada in questo senso.

niente e' per caso, anche berlusconi segue un piano ben preciso che e' portato avanti indistintamente dalla destra e dalla sinistra, non si inventano le cose da un giorno all'altro.

indopama

Anonimo ha detto...

quello della sovrappopolazione e' l'UNICO problema oggi esistente sul pianeta.

risolto questo ritorna l'equilibrio.

indopama

Akkad ha detto...

Il signoraggio è un problema.....
La soluzione non è comunque certo quella
di dare libera stampa di carta ai governi...
Inflazione alle stelle!!
X Yuma
Nel terzo millenio A.C. le navi del regno
akkadico salpavano per i mari di tutto il mondo..
Uno dei simboli di Sargon era il toro, simbolo della sessualità maschile.
La società a quel tempo era di iimpronta patrircale..
X Geppo
L'unica cosa che ha scritto di degno Freud è l'origine degli ebrei...
Per fortuna a quel tempo non c'erano psichiatri

Akkad ha detto...

Errata corrige
La società a quel tempo era di iimpronta patrircale..
La società a quel tempo era di impronta matrircale..

Akkad ha detto...

x Yuma
Citazione all'articolo pecedente sul sesso di Osiride

P.S.
Sesso di Dio:
Ginandro

Clarius ha detto...

@sull'articolo del Giornale

Era anche ora che qualcuno serio di Destra, alla Montanelli, uscisse fuori(anche se ha fatto bene a firmarsi "radazione").Pensavo non ci fosse più nessuno.

@Felice
Berlusconi fa solo cose eclatanti,per questo la gente o lo odia o lo ama;per me ha passato ampiamente il segno sulla sabbia(cit. per Yuma).In questo caso , se si vendicasse di poteri forti che vogliono segarlo (classica tesi cospirazionista LOL), guadagnerebbe un miliardo di puntiCoop ai miei occhi

geppo ha detto...

X Akkad

Ginandro ???

Sta a veder che Marrazzo ch'aveva ragione !

Anonimo ha detto...

secondo me siamo al digestivo, entro fine anno chiudiamo tutto e poi chissà.....

paochan ha detto...

riguardo l´articolo del giornale, impressionante sono veramente sorpreso, grazi per la segnalazione, ecchi l´avrebbe mai letto.
tremonti aveva gia´ parlato di illuminati in precedenza in riferimento a prodi & co;
il papinano e´ la classica bestia ferita che si dibatte e sta mandando chiari messagi minatori in stile mafioso, rimane comunque un pezzo di merda piduista. mi dispiace solo leggere che ci sia gente che gli da dei punti dopo tutto quello che ha fatto.

il signoraggio e´ un´infamia bestiale, pero´ immaginate cosa farebbe silvio se si potesse stampare i soldi da solo.

Anonimo ha detto...

ATTENZIONE ATTENZIONE
Obama è il gran tenebroso che manderà in rovina il mondo.....

Akkad ha detto...

xGeppo:

No Marrazzo, non ha ragione:
Ginandro: completamente uomo, completamente donna!!

yuma ha detto...

Berlusconi accerchiato ringhia !

E allora?

Finirà a tarallucci e vino.

Gli faranno vedere una foto dei suoi millantati Zebedei in bella mostra sul caminetto di Draghi.

Gli diranno che potrà continuare ad andare in Sardegna a mettersi la bandanna e lui dirà che aveva scherzato o che non si era capito che lui scherzava.

O che magari non si era capito neanche lui.

Bastone e carota, tarallucci e vino, dov'è la novità ?

corvo ha detto...

Ho ascoltato il discorso di Obama in diretta e mi sono venuti i brividi.
Tuttavia ci dovremmo chiedere cosa c'é dietro. Forse Obama si é trovato di fronte a una situazione la cui drammaticitá fino a quando faceva campagna elettorale non gli era chiara.
A noi piace semplificare i problemi.
Soprattutto quando possiamo auto collocarci fra i buoni e i furbi.
La struttura di un sistema complesso non é facile da descrivere ne manco da discutere.
Figuriamoci trovargli delle soluzioni.

Quello che é chiaro é che gli eventi stanno accelerando e che il sistema (onto)politico sta preparando un nuovo assetto di qualche tipo per sostituire quello vecchio.
Non devono stupire quindi gli annunci di guerra del pacifista (?) Obama né quelli di insofferenza del Giornale.

corvo ha detto...

@Yuma
tuo commento incluso nell'articolo:
Elementi di Ontopolitica: Dinamica delle Dimensioni nel tempo
come promesso.

Doge ha detto...

Si direbbe quasi un: " Muoia Silvione con tutti i Filistei".
Oops.. scusate, sono nuovo del blog concedetemi la battuta...ed ossequi caprini a tutti quanti.

Anonimo ha detto...

indopama:
Copenaghen
http://files.splinder.com/6c7d8ad80fafa9d44b33e535e12d6c17.pdf

Gli artefici dei credit default swap dietro allo sviluppo dei “derivati sull’anidride carbonica”
http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=print&sid=6563

http://www.copenhagenscandal.org/ M

andrea ha detto...

cari lettori, non fatevi fuorviare troppo dalle varie voci che si stanno levando contro il sistema bancario.
lungi da me l'idea di discolparlo dalle ruberie fatte e in corso, ma bisogna stare attenti a prendersela con l'obiettivo corretto.è vero che le banche, quella d'italia, non è d'italia ma di varie banche , assicurazioni ecc...
tutt'al più puntiamo gli occhi sul conflitto di interesse in cui il controllore è posseduto dai controllati.
ma teniamo presente che tutto il sistema bancario provvede ad un servizio che si chiama "gestione del credito e della massa monetaria".
adesso ditemi, per prendere un taxi, che presta un servizio pubblico, pretendete che ne sia proprietario lo stato ?
no vero ? anche se ne è proprietario il taxista vi va bene lo stesso. Basta che la tariffa sia onesta.
ecco il punto.
quanto si fa pagare il sistema bancario per il servizio che presta alla collettività ?
se non vi fate la domanda correttamente si rischia che cosa oggi si strapaga alle banche domani strapagarlo allo stato o chissà chi altro.

Anonimo ha detto...

Ecco il prezzo da pagare per salvare la Grecia

http://www.ilsussidiario.net/News/Economia-e-Finanza/2009/12/11/FINANZA-2-Ecco-il-prezzo-da-pagare-per-salvare-la-Grecia/54889/

yuma ha detto...

quella della precessione sembrerebbe essere un Ot alla grande.

In realtà grazie anche ad un articolo postato il 10 scorso dal semper fidelis Rumentaun articolo ho approfondito e vorrei cercare di trovare il nesso .

Intanto come giustamente dice Indo noi siamo qui per vedere se questa settimana nevicherà nel cortile di casa o se ci sono probabilità che non nevichi affatto per tutto l'anno.

E quindi se qualcuno ci rassicura in questo senso o quantomeno insinua dubbi invece che certezze potrebbe essere il benvenuto.

In merito alla prossima futura catastrofe intendo.

Ad esempio come diceva il dipartito Re, Guru ha un grosso problema in merito alla prossima scadenza del suo nome.

Cominciamo da qui.

La precessione ,( cercherò di essere breve-Hancock ci ha scritto un libro- e spero chiaro ) fa riferimento al movimento del nostro pianeta.

La Terra compie un movimento intorno al sole, una rotazione su se stessa ed un "beccheggio" che le fa fare in questa rotazione una sinusoide

Questa sinusoide coincidendo con l'anno zero determinerà il punto A.
Quando questo movimento completo viene compiuto sono passati 2160 anni e si arriva al punto A1

Questa durata ci fornisce un'unità di misura certa, che ci permette di poter definire la precessione un vero orologio per la terra .

Dato che popoli antichi come gli Egizi (Giza e piramidi e probabilmente Sfinge)ed i Maya (Chichèn Itzà) costruirono monumenti che si allineavano perfettamente alle costellazioni sul levare equinoziali e solstiziali siamo in grado di determinare l'anno esatto in base al momento in cui queste costellazioni si allineano esattamente ai monumenti costruiti.

Chiedo venia per eventuali imprecisioni, ma mi preme il concetto generale.

Dato che i parametri sono i punti focali sui quali si basa tutto, nel caso sbagliassimo ad applicare il momentum di un'era, andremmo ad addebitarla all'esatto periodo, ma correremmo il rischio di cannare i calcoli di addirittura di 25920 anni del ciclo completo di precessione precedente.

Nel caso potremmo tranquillizare appunto Guru.

E almeno uno l'abbiamo sistemato.

@ Corvo

Graham Hancock di cui sono in questa occasione servo,commosso sentitamente ringrazia

uzzo ha detto...

sul cartaceo l'articolo è firmato Ida Magli...

yuma ha detto...

Bisognerebbe anche considerare un altro aspetto nella faccenda Obama.

Sicuramente è arrivato dov'è perchè il sistema lo ha voluto e glielo ha permesso.

Il sistema però potrebbe anche sentir puzza di bruciato e non fidarsi troppo di quello che potrebbe rivelarsi un serpentello in seno.

Non dimentichiamo mai che Obama nasce da un mentore che è il Reverendo Jeremiah Wright che lo ha trasformato da laureato dell’elitaria Ivy University in un attivista sociale.

Pur vero che come Pietro in tempi successivi ha dovuto rinnegarlo per poter accedere al Palazzo.

In questa fase il colpo al cerchio ed alla botte potrebbe portarlo a fare quel passo falso che probabilmente il sistema si augura e fa di tutto per facilitare ,per poterselo finalmente togliere di torno.

Obama potrebbe essere stato usato come democratico di transizione per rafforzare ed andare verso il partito unico successivo .

Nonostante tutte le apparenze, personalmente credo in quell'uomo, e non mi stupirei che riuscisse dove sembrerebbe impossibile.

Purchè il Sistema non riesca a fargli terra bruciata intorno come sta succedendo. Vedi Hannah Rosental, Chuck Hagel Chaz Freeman,oggi, ma non dimentichiamo che la lobby ha addiritura tarpato le ali ad un falco come Zbigniew Brzezinski, e a Samantha Power ieri ( complice lo stesso Obama)

La mia personale sensazione è che lui sapesse benissimo che avrebbe dovuto accettare il compromesso, ma che abbia sottovalutato le sue possibilità che credeva molto più ampie in virtù del mandato Presidenziale.

rumenta ha detto...

Ho la tremenda impressione che l'articolo del "Giornale" voglia dire: ci stiamo preparando a far mandare l'Italia in default e a far uscire il paese dall'area dell'Euro.
Tradotto: Italia come Argentina. Ciao belliiiii


l'importante è che anche l'italia, come l'argentina, butti fuori a pedate nel culo fmi, banca mondiale, bce e compagni di merende assortiti con le loro "ricette miracolose" per uscire dalla crisi.
solo così potremo avere qualche speranza.....
e non credere, se l'italia facesse default si potrebbe ripartire con un'economia sgravata dal peso del debito pubblico.
in questo caso, però, sarebbe necessario appendere per le palle il primo che provasse a farlo risalire ;-)

katanga:

ps: W W W i trans,almeno c'e' qualc'uno che riesce a in...are i politici!!!

sicuro sicuro??
quello di lapo è seccato, quello di marrazzo pure, e quello di sircana probabilmente si è salvato solo perché non lo aveva caricato....

corvo:

Forse Obama si é trovato di fronte a una situazione la cui drammaticitá fino a quando faceva campagna elettorale non gli era chiara.

assolutamente no.
entrambe i candidati alla presidenza hanno una visione completa della situazione interna ed estera, le stesse informazioni che ha il presidente in carica.
e se anche non sanno tutto hanno la possibilità di accedere alle informazioni grezze prima della loro rielaborazione in salsa "pubblico demente".....

andrea:

ma teniamo presente che tutto il sistema bancario provvede ad un servizio che si chiama "gestione del credito e della massa monetaria".

loro non "gestiscono" un bel niente, creano moneta dal nulla tramite il meccanismo della riserva frazionaria.
la moneta dovrebbe gestirla lo stato attraverso una politica monetaria, attuata con la definizione del tasso ufficiale di sconto da parte della banca d'italia, ma non solo.
senza regole precise, e con una riserva legale al 2% dei depositi, questi ladri si sono sentiti in dovere di ampliare a dismisura il credito dando origine prima alla bolla immobiliare e poi, per ridurre i rischi, alla bolla dei cds.
e non hanno ancora finito, la zoccola che si è inventata i cds ne sta studiando un'altra delle sue.
cito:

[Blythe] Masters sostiene che alle banche debba essere permesso di poter prendere l’iniziativa se un sistema obbligatorio di quote consentite delle emissioni di anidride carbonica è utile a salvare il pianeta al minor costo possibile. E i derivati legati all’anidride carbonica devono far parte di questo connubio, dice. I derivati sono titoli il cui valore è derivato dal valore di una merce sottostante – in questo caso, l’anidride carbonica ed altri gas serra…

Chi è Blythe Masters ?

E’ la dipendente di JP Morgan che ha inventato i credit default swap, e sta ora guidando gli sforzi di JPM sulle quote delle emissioni di anidride carbonica. Come osserva Bloomberg (questa e le altre citazioni provengono dall’articolo di Bloomberg riportato sopra):

Masters, 40 anni, sovrintende le attività ambientali della banca di New York in veste di responsabile globale dell’azienda nell’ambito delle materie prime.

Come giovane banchiere londinese all’inizio degli anni Novanta, Masters faceva parte del team di JPMorgan per sviluppare nuove idee per trasferire i rischi sui terzi. E continuò con la gestione del rischio sui crediti per la banca d’investimenti JPMorgan.

Tra i derivati sui crediti venuti alla luce dai primi sforzi della banca ci sono i credit default swap.


il sistema bancario fornisce un "servizio"??
mi sa che hai le idee un tantinello confuse, quello al massimo ci fornisce un "servizietto"......

Kingsgambit ha detto...

Visto che l'argomento BANCHE è di moda, perché non approfondirlo partendo da ciò che fanno abitualmente nei confronti del pubblico?

Per esempio perché ogni gruppo bancario ha almeno una finanziaria per erogare il credito al consumo, a quanto mediamente eroga i finanziamenti, se vi sono state modifiche dei tassi d'interesse prima e durante la crisi ecc.

Magari una bella ruminata?

AZUL GRANA ha detto...

salve
sempre in merito agli esportatori di "democrazia" e dei loro "presidenti", ho letto, da più parti, correggettemi se avete altre notizie, che, a parte i due Bush, i presidenti americani guerrafondai siano tutti democratici: Lincoln (guerra civile); Wilson (IGM); F.D.Roosevelt (IIGM); Kennedy, quello di Dallas (Vietnam); Clinton (ex Jugoslavia).
Mi manca quello della Corea, qualcuno me lo sa dire?
Quindi Obama, scientemente e, da bravo cameriere, prende il nobel della pace e, quando glielo consegnano dice, parafrasando DE GREGORI;...che la guerre è bella anche se fa male.......
Come si può dare credito a uno così?
salve
Azul Grana

cremona ha detto...

Amici,andate su youtube e guardate"genius seculi"è spiegato benissimo come siamo nelle mani degli strozzini.
Berlusconi ha firmato,dicendo la pura verità,la sua condanna a morte.Vedrete che sarà assassinato con un attentato"alla Hariri"ovviamente attribuito alla Mafia o ad Al Quaeda.
E i servi degli usurai Fini,Casini e tutta la sinistra potranno far depredare ancora meglio le nostre tasche.
Ovviamente in cambio di una buona mancia.

Anonimo ha detto...

Cari amici,

vi segnalo un blog che ultimamente mi attizza parecchio

http://nsdottorx.blogspot.com/


Il Folletto

yuma ha detto...

@ Il Folletto

Grazie ...molto interessante. Da li sono arrivato
QUI

e trovo il filmato semplicemente ....GENIALE!!!

Anonimo ha detto...

@ Folletto e Yuma

Bene, su questi siti, l'Italia è considerata la prima fra tutte più probabile a "Rischio Default".

Già...

Guarda caso proprio due giorni dopo che il Berluschino ha detto quello che ha detto in termini di controllo e creazione della moneta.....

Non so per voi, ma a me mi sembra chiaro come siamo manovrati... notizie, politica, economia.

Tutto è in mano ai soliti 4-5 pirloni che dirigono i venti dove vogliono; e la navigazione si fa sempre più difficile, se il nostro capitano si distanzia da loro.

A me ricorda un po' il caso Irlanda e Trattato di Lisbona.

I giorni precedenti la votazione del trattato, l'Irlanda era data come spacciata.... dopo il Sì, nessuno ne ha più sentito parlare.

Saluti e baci

GiBi

Anonimo ha detto...

http://nsdottorx.blogspot.com/2009/12/rischio-fallimento-italia-traduzione-da.html

Questo il link preciso al triste primato italiano...

GiBi

alina ha detto...

Salve a tutti.
Visto questo ?
Non l'ho visto in TV, l'ho trovato in rete.
http://zret.blogspot.com/
Si fanno alcune domandine piuttosto interessanti che poco hanno a che vedere con "pompose dichiarazioni".
Ruminiamo a dovere come con l'articolo de "Il Giornale"?

Anonimo ha detto...

Mi sa che non avete capito da tempo (matrix vi ha fatto vedere Berlusca sotto un altro aspetto).
Vi ricordate quando Tremonti si è messo contro Fazio (Governatore Banca Italia) e Casini e Fini lo hanno fatto saltare?
Vi ricordate quanto Tremonti ha insistito per "La Nuova Bretton Wood"? (cercare su Internet!!!)
Non vi dice niente la "Banca del Sud" collegata alle "Poste Italiane"?
E' da tempo che il cerchio del potere costituito si sta stringendo contro Silvio (le hanno inventate tutte, dato che non è comprabile perché i soldi non gli mancano)ed ora i tempi si stanno accelerando. Non si può accettare che i cambiavalute si pappino pure gli Stati (e il primo passo è la revisione dei conti pubblici) dopo averli utilizzati per salvare i loro casini!!!
Siamo vicini alla resa dei conti, per questo bisogna stare tutti con chi sta veramente, nei fatti, col POPOLO e con chi fa veramente OPPOSIZIONE: Non coi PARTITI, ma col POPOLO (delle Libertà).
Ma avete visto l'ultima di Rutelli?

Alleanza X l'Italia (dove "maggiore" e "minore" con colori diversi esprimono, a livello inconscio, come la pensano): scoperti!!!

Bravo Felice, per tutto il tuo sforzo.

Alaricoredeivisigoti.

Mario ha detto...

BERLUSCONI CHI?
L'ex amico di Craxi.
L'inventore dello scudo fiscale per far rientrare dalle isole Cayman e da Montecarlo tutti i soldi che i suoi amici hanno sottratto al fisco.
L'amico dei Neo-Fascisti e Neo-Nazisti, particolare che si è
dimenticato di riferire al Congresso americano.
Quello che ha abbassato dell'1% le tasse dirette e costretto
comuni/province/regioni ad aumentare le tasse locali del 45% per tenere aperti asili, trasporti, servizi sociali essenziali.
Quello che ha ricandidato 13 persone già condannate con sentenza
passata in giudicato.
Quello che ha modificato la legge elettorale in modo che siano le
segreterie di partito a scegliere gli eletti e non più i cittadini.
Quello che ha omesso qualsiasi controllo sull'entrata in vigore
dell'Euro permettendo a negozianti e professionisti di raddoppiare i prezzi in barba a pensionati e lavoratori a reddito fisso.
Quello che ha abolito la tassa di successione per i patrimoni
miliardari e subito dopo ha cointestato le sue aziende ai figli.
Quello che ha quadruplicato il suo patrimonio personale e salvato le
sue aziende dalla bancarotta da quando è al governo e che dice che è entrato in politica gratis per il bene degli italiani.
Quello che ha epurato dalla RAI i personaggi che non gradiva.
Quello che ha fatto la Ex-Cirielli, la Cirami e la salva-Previti.
Quello che ha fatto una voragine nei conti dello stato e ha cambiato
3 volte ministro del tesoro.
Quello che ha dato, a spese degli italiani, il contributo per i
decoder digitale per permettere al fratello di fare soldi con una società che li produceva.
Quello che depenalizzato il falso in bilancio ed ha introdotto la galera per chi masterizza I DVD.
Quello che ha permesso alla Francia di saccheggiare la BNL e si è fatto prendere a pesci in faccia quando ENEL ha tentato di acquisire una società francese.
Se Berlusconi andasse da Gesù a farsi confessare sapete cosa gli direbbe quest'ultimo?
"Figlio mio, non hai bisogno di confessare. Tu devi solamente ringraziare gli antichi Romani, per avermi inchiodato qui. Altrimenti sarei sceso e t'avrei fatto un CULO COSI'!!!

questo perchè non sia mai che qualche pirla lo voti di nuovo ...

Lorenzo ha detto...

Sulla segnalazione di Vigna
Posto 2 perle
"È così che si è formato il debito pubblico: sono i soldi che ogni cittadino deve alla banca centrale del suo paese per ogni moneta che adopera"
WHAT? I soldi li deve LO STATO ai CREDITORI....che spesso sono I CITTADINI che hanno BOT e CCT.
Si e' FORMATO per la dissennata gestione DC e PSI....ed e' esploso anche per la nostra tendenza a svalutare la lira e alzare i tassi (inflazione)

"sull’interesse che gli Stati pagano per avere «in prestito» dalle banche il denaro che adoperiamo e sulla sua assurda conseguenza: l’accumulo sempre crescente del debito pubblico dei singoli Stati"
WHAT? I tassi di interesse li decide il mercato attraverso un meccanismo domanda-offerta

Il resto sono la solita montagna di fregnacce per far apparire l'eventuae default dello Stato una cosa quasi quasi buona che danneggera' 4 avidi ricconi....
Gli strafalcioni d cui sopra meriterebbero il ritiro della licenza media (e la radiazione dall'Ordine dei Giornalisti)

Lorenzo ha detto...

E ci sono PIRLA che leggono quanto sopra come una battaglia a favore del POPOLO? Sietepazzi? Chidete a chi ha vissuto il default dell'Argentina, che felicita', che verdi praterie, che brillante ituazione finanziaria

geppo ha detto...

ed eccoli di nuovo quà.

I soliti tre quattro cani che si disputano l'osso gettato dal ladro, che intanto sta entrando dal retro della casa

Non ce la faremo mai...

Ci resta solo più l'Anarco capitalismo di Rumenta ,ma anche li come amebe gli attori della commedia hanno cominciato a fare dei distinguo.

E poi chi ci asfalterebbe le strade?

Bah, quasi quasi mi prenoto una grotta e mi faccio crescere la barba

Mario ha detto...

@geppo
che ideona per rivitalizzare il mercato immobiliare!

AAA affittasi grotta solo referenziati
AAA occasione grotta trilocale vista lago
AAA grotta luminosa, trattative riservate
AAA grotta monolocale, simpatica per veri intenditori

luigiza ha detto...

@Lorenzo del 13 dicembre 2009 04.45.

Lei ha scritto: "Posto 2 perle .."
Si é dimenticato di aggiungere: ..'del pensiero pirla'.

luigiza

yuma ha detto...

Non è mia abitudine fare dei copia e incolla.

Tantomeno di Blondet, che come molti sanno non ha la mia simpatia.

Resta il fatto che lui più o meno questo scriveva nel febbario 2009 e credo su questo si possa cominciare a riflettere

Cito passi interi come forma di rispetto al suo lavoro, anche perchè non saprei oggi linkare quanto scritto a suo tempo.

Spero non se ne abbia a male

"si può cominciare a pensare al default del debito degli Stati . E’ successo altre volte nella storia: alla Francia otto volte, alla Spagna sei; la Germania ripudiò il debito nel 1932, l’Italia nel 1940; la Russia, nel 1998.
A questo punto, conviene anche all’Italia cominciare a pensare a se stessa

Immaginiamo una nostra uscita daal'euro.

4-5 anni durissimi ma l’enorme crisi finanziaria globale ci costringerà comunque ad anni durissimi, forse molti di più.

Molto più lunghi, se continuiamo a trascinarci l’enorme debito pubblico, che ci costringe ad assecondarlo sborsando ogni anno 78 miliardi di euro per probabilmente 20 anni

Il default sarebbe dolorosissimo, ma occorre valutare soprattutto in funzione delle prossime generazioni, se convenga restare privati delle armi della politica monetaria sovrana, in un’Europa dove ciascuno fa per sè e noi restiamo siamo obbligati a pesanti vincoli


Se dichiarassimo insolvenza , ci libereremmo di colpo di quella palla al piede che ci trasciniamo da anni.

Forse , i mercati non farebbero più credito all’Italia per un po'(e io sottolineo forseNDY). Ma qui, l’Italia ha dalla sua vari relativi vantaggi:

Anzitutto, il nostro debito è detenuto per il 50% da stranieri, finanzieri e speculatori, che sarebbero quelli che restano col cerino in mano.

Quello interno, è in gran parte detenuto da banche nostrane, che meritano la punizione.

Solo il 15% dei BOT sono in mano a veri risparmiatori italiani individuali, per lo più vecchi; soffriranno, ma forse si potrà fare una rete di salvataggio per loro.
(Pensate comunque ad una iper inflazione in ripartenza cosa sarà per loro.NDY)

A soffrire di più, saranno gli speculatori esteri e i mascalzoni bancari. Il che ci dà una forza, diciamo, di ricatto. Essi non ci faranno più credito.

% segue

yuma ha detto...

Ma qui, va notata una cosa:Poiché il tasso d’indebitamento delle famiglie italiane è tra i più bassi nei Paesi Ocse mentre il tasso di patrimonializzazione è tra i più elevati, in realtà la mera cifra del debito pubblico fa apparire l’Italia come più malata di quanto non sia davvero

www.loccidentale.it/articolo/debito+fortis.0082744

noi abbiamo ancora una quota rilevante di rispamio privato.

Siamo in una situazione contraria a quella Inglese dove il debito pubblico oggi veleggia attorno al 100% e le famiglie sono stra-indebitate, ed un terzo di questo debito privato immane dipende, per essere rinnovato, da banche e prestatori esteri – che sono sempre meno inclini, o non hanno più i capitali per rinnovarlo.

Quel poco capitale disposto a rischiare rimasto nel mondo, andrà comunque a investirsi in altri BOT: americani o tedeschi, lasciando a secco i Paesi meno forti.( Semprechè gli USA non decidano di batterci sul tempo NDY)

Insomma noi e la Gran Bretagna siamo indebitati alla pari, con una differenza cruciale a nostro vantaggio: senza prestiti esteri, le famiglie inglesi crepano di fame; l’Italia può ripudiare il suo debito sovrano, e le famiglie italiane, arrancando, ce la faranno.

yuma ha detto...

Inoltre, se gli stranieri non ci compreranno più i nostri BOT per vent’anni, le famiglie italiane possono ancora comprarli;

addirittura in modo forzoso, come fece già il governo Amato-Ciampi, quello dei due padri della patria.

Magari, gli italiani si accorgeranno che lo Stato si incamera il 46% del PIL con le tasse; ed esigeranno che il settore pubblico si contenti di vivere del prelievo fiscale, che è già altissimo.

Magari perfino esigeranno che le paghe dei consiglieri regionali siciliani, 19 mila euro mensili, vengano decurtate – insieme a tutti gli altri emolumenti dei grandi parassiti pubblici – a livelli di «solidarietà nazionale». ( E sarebbe ora, Matteo Messina Denaro permettendo NDY)

il default del debito pubblico non ci troverà nelle condizioni dell’Argentina perchè l’Argentina aveva bisogno di farsi prestare i soldi dall’estero anche per la normale amministrazione, e non ha una industria.

Noi, ripudiando il debito e contestualmente uscendo dall’euro, subiremmo ovvii contraccolpi (fra cui il rincaro delle materie prime, a cominciare dalla benzina, e il rincaro di tutte le merci estere, a cominciare dai telefonini) ma il nostro settore produttivo, vendendo le sue merci in lire svalutate (almeno del 50% rispetto all’euro) tornerebbe estremamente competitivo.

Ciò farebbe paura alla Germania: siamo fra i suoi concorrenti principali nell’export, e provocheremmo la riduzione competitiva dei suoi sbocchi commerciali.

I tedeschi smetterebbero di farci la lezione; probabilmente sarebbero i primi a «non» volere la nostra uscita, e magari si deciderebbero a pagare un prezzo alla solidarietà europea.

E’ un’arma di ricatto potentissima, la sola minaccia di uscire dall’euro insieme al default sovrano; ed è in mano nostra.

In caso estremo, potremmo almeno agitarla.

Di fronte al pericolo del «ciascuno per sè» che già si profila, noi non siamo i messi peggio.

E magari servirebbe ad imporre un’altra Europa, quella che serve: un’Europa -fortezza, grande spazio di produzione e consumo, chiuso alle merci estere da dazi, teso all’autosufficienza.

Si aggiunga che contrariamente a Grecia, Portogallo, Irlanda o Lettonia – che hanno pochi milioni di abitanti – noi abbiamo pur sempre un notevole mercato interno, dove scambi decenti possono avvenire nella neo-lira. «Comprate italiano» diverrà non uno slogan vuoto, ma una necessità e – forse – la via per una ritrovata solidarietà nazionale.

Poichè eravamo «arretrati» nella «globalizzazione», abbiamo mantenuto una certa diversificazione produttiva;

non ci siamo «specializzati» in finanza, come ha fatto l’Inghilterra che ora se ne pente; possiamo ancora mangiare pane da noi prodotto.

E liberati dal peso del debito sovrano annui, torneremo snelli e fiduciosiliberando i giovani, che sono quelli che pagano questo debito a favore dei vecchi, dalla prospettiva di continuare a pagarlo vita natural durante.

Per onestà intellettuale che gli va riconosciuta Blondet non ometteva di dire
.-"... sono ipotesi estreme, che butto giù alla rinfusa. Non tutte le conseguenze mi sono presenti,ma visto che le soluzioni tratte dal manuale liberista e bancario non stanno servendo a nulla bisogna cominciare a pensare ad altre soluzioni, senza più alcun tabù.

Meditiamo gente , meditiamo

rumenta ha detto...

Lorenzo:

"sull’interesse che gli Stati pagano per avere «in prestito» dalle banche il denaro che adoperiamo e sulla sua assurda conseguenza: l’accumulo sempre crescente del debito pubblico dei singoli Stati"
WHAT? I tassi di interesse li decide il mercato attraverso un meccanismo domanda-offerta


magari li decidesse il mercato.
i tassi d'interesse sono stabiliti dalla banca centrale sulla base della politica monetaria corrente.

inoltre, se esaminate accuratamente il bilancio della banca d'italia, scoprirete che i soldi del "signoraggio" vengono regolarmente versati per la maggior parte nelle casse dello stato, e che lo stesso NON è la causa della voragine pubblica....

geppo:

Ci resta solo più l'Anarco capitalismo di Rumenta ,ma anche li come amebe gli attori della commedia hanno cominciato a fare dei distinguo.

qui sul sito della scuola austriaca scoprirai che i distinguo stanno solo nella testa dei detrattori.

E poi chi ci asfalterebbe le strade?

i diretti interessati, ovviamente.
devi per forza avere qualcuno che arrivi ad asciugarti il moccio o sei capace di fartele da solo le cose???
ricordati che se non avessi uno stato parassita sulla schiena, avresti pure i soldi per pagarti tutti i servizi che ti servono, e riusciresti pure a metterti da parte qualcosa.

yuma:

concordo al 101% sulla necessità e fattibilità di un default italiano.
inoltre si potrebbe pensare di operare un default selettivo che salvaguardi i piccoli risparmiatori.

P.S. complimenti per il link ;-)

rumenta ha detto...

Mario:

grazie per l'ottima ottima raccolta di fatti, quasi tutto condivisibile.

L'amico dei Neo-Fascisti e Neo-Nazisti, particolare che si è
dimenticato di riferire al Congresso americano.


non credo che faccia una gran differenza, se pensi a chi finanziò hitler e se pensi a come si stanno comportando LORO oggi.

Quello che ha abbassato dell'1% le tasse dirette e costretto
comuni/province/regioni ad aumentare le tasse locali del 45% per tenere aperti asili, trasporti, servizi sociali essenziali.


pensa che le paghi TU quelle tasse, e pensa ai soldi che le "istituzioni" da te menzionate si intascano per far finta di funzionare, pur avendo una utilità quasi pari a zero.
basterebbe smettessero di rubare, ci sarebbero soldi per tutti i servizi possibili ed immaginabili e pure di ottimo livello....

Quello che ha abolito la tassa di successione per i patrimoni
miliardari e subito dopo ha cointestato le sue aziende ai figli.


guarda che la stragrande maggioranza degli introiti da "successione" lo stato la ricava dai patrimoni dei cittadini comuni.
tra i quali ci siamo pure io e te...
ah, non è stato l'unico a farlo, lo fece anche un certo prodi, non so se lo conosci....

questo perchè non sia mai che qualche pirla lo voti di nuovo ...

è cosa buona e giusta.
amen, fratello.

geppo ha detto...

@ Rumenta

Per le strade ....

Ero irrrronico !!!

Invece in relazione alle "amebe" devo dirti che sto leggendo accuratamente, ma sto notando che come al solito ( e non è solo un problema italiano) la bontà dell'idea rischia di essere ( anzi credo sarà) massacrata da questa smania di distinguo e di protagonismo che invece di cercare di migliorare e smussare gli spigoli tende a far in modo che ognuno faccia da detrattore all'idea degli altri mostrando così un fianco che di per se in questa fase è già molto debole.

Non fosse altro che per il nome che l'immaginario collettivo già da subito associa chissà perchè ad un qualcosa di negativo senza approfondire.

Sarà colpa di Sacco e Vanzetti ?

Pensare che poi la Storia li ha riabilitati.

vigna ha detto...

Ottimo lavoro Yuma,

e complimenti a Blondet naturalmente, sempre ottimi i suoi articoli, peccato che è a pagamento.

Comunque, anche io sono un sostenitore del default italiano. Penso che ormai non abbiamo più molto da perdere, rispetto alla situazione attuale e di quella che si sta evolvendo. Naturalmente, deve essere accompagnata da una pulizia minuziosa a livello politico-amministrativo, dalle Province, alle Regioni e fino al parlamento. L'Italia ce la può fare e anche gli Italiani, con un poco di sacrificio.
Propongo un Referendum, chi è a favore del default Italiano, metta la crocetta sul si, che è contrario, sul no. grazie
Buon domenica (sera) a tutti
Vigna

rumenta ha detto...

geppo:

@ Rumenta

Per le strade ....

Ero irrrronico !!!


ops.....
scusa ma è l'argomentazione tipica di quelli che contestano l'Anarchia senza sapere di cosa parlano....

Invece in relazione alle "amebe" devo dirti che sto leggendo accuratamente, ma sto notando che come al solito ( e non è solo un problema italiano) la bontà dell'idea rischia di essere ( anzi credo sarà) massacrata da questa smania di distinguo e di protagonismo che invece di cercare di migliorare e smussare gli spigoli tende a far in modo che ognuno faccia da detrattore all'idea degli altri mostrando così un fianco che di per se in questa fase è già molto debole.

ci sono diverse linee teoriche all'interno della scuola austriaca, come d'altronde all'interno di ogni scuola di pensiero.
hanno però tutte lo stesso denominatore comune.

Non fosse altro che per il nome che l'immaginario collettivo già da subito associa chissà perchè ad un qualcosa di negativo senza approfondire.

Sarà colpa di Sacco e Vanzetti ?

Pensare che poi la Storia li ha riabilitati.


non è colpa loro, è semplicemente un'operazione accuratamente studiata per far si che alla parola Anarchia sia associata l'assenza di regole e NON l'assenza dello stato, come è in realtà.
se poi si scoprisse che può pure funzionare (ed ha funzionato molto bene in passato), pensa cosa potrebbe accadere alla "democrazia rappresentativa", allo stato ed a tutta la massa di parassiti assortiti che tutto ciò genera.....

vigna:

Naturalmente, deve essere accompagnata da una pulizia minuziosa a livello politico-amministrativo, dalle Province, alle Regioni e fino al parlamento.

ed ovviamente ti rendi conto che ci vorrebbe una rivoluzione per estirpare tutti questi parassiti, che sarebbe necessario partire non dalle provincie ma dai consigli di circoscrizione (piccoli satrapi crescono) e che si dovrebbe pure cambiare il sistema di "gestione" della cosa pubblica, sì??

jjletho ha detto...

Normalmente sono d'accordo alla distruzione dei parassiti.
In questo caso ho paura che però il default dello stato in congiunzione con la rivoluzione contro le pubbliche istituzioni in un momento come questo non possa che portare all'emergere dell'"uomo forte", di cui non abbiamo per niente bisogno.

(come "emergere dell'uomo forte" intendo la nascita di un nuovo despota)

Poi ditemi voi se, in un periodo in cui un pagliaccio continua a dire "il popolo mi ha votato e GUAI a chi mi tocca qualsiasi cosa faccia" e nessuno gli sputa in faccia buttandolo nel fango e additandolo come protodespota, il futuro arrivo dell'uomo forte potrebbe essere bloccato e stroncato sul nascere!
Stiamo messi male, signori.

Anonimo ha detto...

jjletho:

Normalmente sono d'accordo alla distruzione dei parassiti.
In questo caso ho paura che però il default dello stato in congiunzione con la rivoluzione contro le pubbliche istituzioni in un momento come questo non possa che portare all'emergere dell'"uomo forte", di cui non abbiamo per niente bisogno.

(come "emergere dell'uomo forte" intendo la nascita di un nuovo despota)


ma secondo te, non ci stiamo già dirigendo a grandi passi in quella direzione????
"ordo ab chao" non ti dice proprio nulla??
ma dovremo essere noi a dare una forma ben precisa a questo "ordine", che non sia quella dello stato autoritario.... "per il nostro bene", naturalmente ;-)

jjletho ha detto...

@anonimo 10.52

Secondo me il nanomalefico non può essere l'uomo forte. Non ne ha la mentalità [è troppo sullo stile del Marchese del Grillo, piuttosto che sullo stile di Napoleon] e se cercasse di fare qualche gesto estremo, ci sarebbe troppa gente che non lo supporta/sopporta per risbattergli in faccia tutto [a parte la statuetta del duomo, intendo].
No, però lui sta facendo da apripista. Il futuro mi fa più paura, proprio perchè in un momento di destabilizzazione è più facile che sorga quello che si può chiamare "il salvatore" (si chiami esso Adolfo, Mao o ioseb).

AZUL GRANA ha detto...

salve
fdf costa 50 euro all'anno; 0,1 centesimi al giorno. ed è informazione vera, i giornali ed il canone rai, quelli vanno bene?
comprandoli si mantengono migliaia di parassiti che ladrano alle nostre spalle!
salve
Azul Grana

rumenta ha detto...

jjletho,
appunto, chi ha programmato gli avvenimenti futuri con tutta probabilità lo ha destinato ad essere un parafulmine.
troppi sgarri ha fatto all'asse us-israele per passarla liscia, e quello di stasera è solo un avvertimento....
pensa se il tipo invece della statuetta avesse avuto una .44.
secondo me il nano si sta ancora cagando addosso.

P.S. quello delle 10.52 ero io, non è uscito il nome....

Anonimo ha detto...

di siti validi ce ne sono tanti..uno sicuramente questo.. fdf (a parte la questione abbonamento.... che non ritengo faccia al mio caso) spesso troppo sopra le righe.. e se si parla di cattolicesimo (ad esempio) io mi riconosco nel Papa, certamente non in alcune posizioni del cosiddetto "tradizionalismo" (e le più deleterie sono quelle del sedevacantismo ???).
Non usciranno da quella quota abbonati... e spesso gli articoli sembrano indirizzati ai "fans", ricordiamo che è anche casa editrice. Non mi piace tale politica editoriale. M.

yuma ha detto...

@ Rumenta

ancora una piccola cosa...col piffero che ci lasceranno fare bancarotta...

rumenta ha detto...

yuma,
nel caso saremmo costretti a lavorare secoli per ripagare questo debito che ci è stato imposto a forza di sprechi e ruberie.
anche per questo motivo, secondo me, ci vorrebbe un cambiamento radicale....

Anonimo ha detto...

Ho letto Yuma che riprendeva l'articolo di Blondet e poi anche tutti i vari commenti successivi.
Naturalmente tutti coloro che parteggiano per il default italiano non prendono in considerazione gli effetti che ciò comporterebbe in primo luogo, ovvero lo smembramento della Repubblica così come la conosciamo oggi in quanto venendo a mancare un collante ideologico forte (come quello post II guerra mondiale improntato sostanzialmente sull'antifascismo repubblicano) non ci sarebbero le condizioni necessarie e sufficienti per giustificare la continuità dello stato italiano. Ciò per dire che sopiti sentimenti regionalisti tornerebbero alla ribalta in modo molto potente. Penso all'indipendentismo sardo, a quello siciliano, all'alto adige austriaco, alla valle d'aosta, al lombardo-veneto padania style, ecc. ecc. Tutto ciò per dire che nel caso di default l'Italia cesserebbe di esistere e molto probabilmente si verrebbero a creare diverse entità statuali a livello regionale e/o macroregionali, naturalmente accompagnata dalla scia di sangue della inevitabile guerra civile. Chi non prende in considerazione questa eventualità è un folle. Chi persegue il default non si rende conto degli effetti incontrollati di tale cosa a meno che non lo faccia in mala fede in funzione di questi effetti stessi.
saluti
Markus

Anonimo ha detto...

a Markus

-non prendono in considerazione gli effetti che ciò comporterebbe in primo luogo, ovvero lo smembramento della Repubblica -

non è affatto consequenziale,ed è un'ipotesi piuttosto remota, salvo che poteri forti cavalchino la cosa e riescano nell'intento di coinvolgere tutta la nazione(MAFIA).Ma per questo ci vorrebbe un disegno ben preordinato ed un popolo diverso da quello Italiano per eterogeneità

-venendo a mancare un collante ideologico forte -

ti risulta che in Italia ci sia un collante ideologico forte? Calcio a parte ? E sempre solo al 50%...naturalmente

Comunque stai tranquillo,difficilmente Germania e Francia lo permetteranno a noi ed alla Spagna. Forse alla Grecia

Anonimo ha detto...

X MARKUS
Penso all'indipendentismo sardo, a quello siciliano, all'alto adige austriaco, alla valle d'aosta

ti copio e incollo da wikipedia

Cinque regioni sono dotate di uno statuto speciale approvato dal Parlamento nazionale con legge costituzionale, come previsto dall'art. 116 della Costituzione.

Lo statuto speciale garantisce un' ampia autonomia, soprattutto finanziaria. Il Friuli-Venezia Giulia trattiene per sé il 60% della maggior parte dei tributi riscossi nel territorio regionale, la Sardegna il 70%, Valle d'Aosta e Trentino-Alto Adige il 90%, la Sicilia addirittura il 100% delle imposte. Tali regioni dispongono di notevoli poteri legislativi e amministrativi, come nei settori scuola, sanità, infrastrutture e di conseguenza debbono provvedere al relativo finanziamento con le proprie risorse, mentre nelle regioni ordinarie le spese sono a carico dello stato centrale.

Di conseguenza la regione Trentino-Alto Adige (1.000.000 di abitanti) dispone di un budget che corrisponde a quello della Regione del Veneto, con 4,8 milioni di abitanti. Anche per questo diversi comuni di confine chiedono il passaggio alle più ricche regioni autonome, come permesso dalla Costituzione.



se già riuscissimo a toglierci dalle palle i costi di Sicilia, Valle D'aosta e compagnia bella avremmo fatto bingo.

Sperem!!!

jjletho ha detto...

@rumenta
Non so, diciamo cose simili, ma secondo me indendiamo cose diverse. Sono dell'opinione che la massoneria di vecchio stampo [ordine attraverso caos] non c'entri quivi et ora. Forse le nuove [leggi le varie P] stanno ancora seguendo l'antico schema, anche se il "diversamente folto ricostruito" ad un certo punto si è distaccato dal loro modus operandi ed è andato per la sua strada [portando avanti i metodi comunque].
Secondo me non ci sono poteri forti che hanno spinto questa deriva di potere italiana, se non le idee malate del nano.
Poi, di sicuro poteri esterni ci saranno, ma non c'entrano col fatto che stanno facendo passare brutte idee e brutti concetti in merito ai poteri istituzioni dello stato.

Anonimo ha detto...

Tanto per capire che teppa di gente folle vada in giro per i blog, comedonchisciotte richiamato in vari casi da QUESTO sito:


MessaggioInviato: Dom Dic 13, 2009 7:44 pm Oggetto: fuori posta. La faccia insanguinata di Berlusconi Rispondi citando
Premesso che sono contro la violenza di ogni tipo e penso che non dovrebbe essere alimentata da nessuno a cominciare dal Capo del Governo osservo:

Mi colpisce l'aspetto fisico dell'aggressore. Capelli corti e stazza robusta. Sembra un "militare"




Mi colpisce che Berlusconi anzicchè cercare un fazzoletto e pulirsi espone al pubblico la sua bocca insanguinata

Mi stupisce che sia stato colpito "dentro" il muro delle sue guardie del corpo

Mi stupisce che sia stato portato in un ospedale privato come il San Raffaele

Voglio saperne di più. Non sarebbe la prima volta che succede qualcosa per suscitare indignazione contro i "nemici" politici.

Pietro Ancona



Ecco guardateVi e schifiamo insieme valà, che le vostre fandonie non hanno mai fine.
Il post è fatto da una persona tale e quale a molti che scrivono qui.
Conoscesse almeno in fondo Berlusconi sto tizio, non gli verrebbe nemmeno in mente che una persona del genere possa solo pensare di autolesionarsi in pratica.

guru2012 ha detto...

Ora tarda, si può parlare in libertà e domani, ci sarà un nuovo post e tutto finirà nella cache dei nostri pc.

L'anonimo qui sopra si riferisce al thread riportato da un noto sito complottista riguardante la miniatura del duomo di milano abbattutasi sul viso del premier.

Non sarebbe certo la prima volta che una manipolazione mediatica cerchi di creare false realtà, anche se, viste le circostanze, la teoria della messa in scena mi sembra improbabile.

Quello che mi colpisce è il fatto che, fin dalla sua nascita, l'immagine televisiva è stata per tutti noi sinonimo di verità.
Credevi a una cosa perché la vedevi in tv con i tuoi occhi, come se stessi davvero partecipando.

Ora sappiamo, invece, che quella stessa rappresentazione della realtà, potrebbe essere creata ad arte e risultare dunque, una falsa realtà.


@ Yuma e gli altri sul default nazionale

Mumble, mumble, che dire, come dice Markus non sarebbe così semplice, non penso a bagni di sangue, ma a grandi casini sì.

E poi, se si dovesse arrivare al default, si innescherebbe una crisi a catena degli Stati e insomma, tutto avverrebbe nel contesto di una crisi sistemica planetaria.

Ci sarebbe una seria possibilità di caos generalizzato.

yuma ha detto...

In continuazione al pensiero di Guru e di Markus perchè non provare serenamente,con la benedizione di Felice, a fare l'ipotesi default?

Ognuno,serenamente (intendo senza insulti nè sfottò) sul genere di quella "Crolla non crolla" con ipotesi tipo pensioni, sanità lavoro,ecc.

Non trovate che sarebbe una bella palestra d'ardimento?

Qui ci sono le persone adatte e composite che potrebbero fornire un minimo di attendibilità all'ipotesi.

Che ne dici Felice?

Anonimo ha detto...

Buongiorno a tutti,

non credete voi che in caso di default potrebbe prodursi una caduta anche dello stato di diritto e con esso il mondo come siamo abituati a vederlo e viverlo?

Blondet ne ha parlato altre volte di qs. ipotesi, appaiando il caso dell'Italia a quello dell'Argentina, se ricordo bene dicendo che all'epoca (circa 1 e 1/2 fa), dopo il default, sempre l'Argentina aveva ricominciato a marciare a pieno ritmo... ma a oggi, a distanza di pochi anni, non è il 4 o 5 dei paesi più a rischio di default DI NUOVO? qualcuno, mi scuso non ricordo chi, aveva postato la classifica.. quindi la mia domanda è semplice, sarà proprio lo strumento più adatto all'occorrenza? O saranno più gli svantaggi dei benefici se non si pone un rimedio alle falle che ci tormentano?
Non so, sono dubbiosa.

Buona giornata a tutti

Zita

LaSerpe ha detto...

Non riesco a scaricare il pdf :-(
C'è qualcuno di buona volontà che riesce a farne l'upload su qualche altro sito o me lo invia per posta?

Thx

Anonimo ha detto...

"Il prossimo bollettino medico verrà diramato a mezzogiorno. L'aggressore del premier già trasferito nel carcere di San Vittore"

finalmente qualcuno gliele ha suonate!

Goodlights ha detto...

ciao a tutti!

certo che sbattere in carcere un povero cristo con problemi psichiatrici come fosse un pericolosissimo attentatore...mha...

manco avesse dirottato un boig
;-)

passando ad altro argomento:
un probabile default della nostra amata penisola.
anch'io, come zita, ho dei dubbi sul fatto che possa essere un bene.

tutto dipenderà dal dopo...
e chi può dire con certezza cosa avverrà?

in argentina c'era d'aver paura a girare per le strade...

saluti affettuosi e buon inizio settimana a tutti!

sara

Anonimo ha detto...

un saluto a tutti.
seguo sempre il blog, leggo i commenti.
in particolare, mi hanno colpito i commenti, di alcuni, in relazione al caso berlusconi.
non riesco ad accettare nessuna forma di violenza.
per cui, non acceetto nemmeno chi la giustifica, o addirittura la ritiene giusta.
la violenza è come la guerra.
sono sempre violente.
io non voglio giustificare berlusconi, ma per certo , si trova assediato a causa delle scelte fatte, che sono contararie agli interessi delle lobbies anglo -americane.
invece di criticare, perchè non contribuire a portaare un po di pace , un po di amore.
molti uomini si vantano di essere buoni, di essere onesti, ma le loro opere dicono il contrario.
se vogliamo avere una realtà migliore, facciamola. una cosa è dire, un cosa è essere.
io non sono pessimista, ma siamo arrivari al punto di non ritorno.
la ns società, ossia la maggioranza di noi, ha perso il senso della vita.
ancora tanti di noi, vivono senza pensare.
vivono senza consapevolezza.
il guaio peggiore per l' uomo è la mancanza di conoscenza.
è vero che la ns società non fa niente per portare conoscenza, ma è anche vero che quasi nessuno si
sforza di cercae la conoscenza.

approfitto per scrivere a yuma e corvo.

ciò che riportate , come riferimento di testi antichi, in parte è vero, ma quello che citate è la verità personale di chi ha scritto.
la vita sulla terra è nata oltre 10 milioni di annifa.

la "realizzazione" del corpo umano, cosi come è ad oggi, è avvenuta per gradi, in tutti questi anni.
alla sua realizzazione hanno contribuito diversi genetisti, che chiamamo extraterresti.
ad oggi, il ns corpo, è il meglio di cosa offre la vita, per sperimentare ogni frequenza del pensiero.
con affetto
franco

yuma ha detto...

il default del debito pubblico non ci troverà nelle condizioni dell’Argentina perchè l’Argentina aveva bisogno di farsi prestare i soldi dall’estero anche per la normale amministrazione, e non ha una industria.

Zita e Sara... disattente ! dietro la lavagna !

E poi aggiungo... Non confondere l'italiano con l'argentino...chiedere a chi ha esperienza reale sul campo !E credetemi...il razzismo non c'entra. Proprio due realtà diverse, anche se siamo cugini

Goodlights ha detto...

@franco

ciao!
naturalmente il fatto che io abbia scherzato sull'aggressore, non significa che approvi l'aggressione in se.

mi fa amaramente sorridere il fatto che un poveraccio con problemi psichici sia stato sbattuto in carcere al volo, quando in italia si resta a piede libero per ben più gravi crimini.

@yuma
ciao!
penso che condizioni instabili portino comunque all'instabilità.
che poi sia in forma più o meno "grave" sarà tutto da vedere...

@zita
azz! siamo finite con le orecchie d'asino dietro la lavagna!
:-)

sara

jjletho ha detto...

@zita e sara:
Se, insieme alle orecchie, ci andate anche con lo stracotto dell'asino, ci vengo anche io dietro la lavagna...

@yuma
Non è un problema dell'argentino o dell'italiano: i primi momenti non saranno comunque tranquilli. Non credo che ci sarà uno smembramento perchè coloro che vogliono l'indipendenza la vogliono solo a parole ma non a fatti: di fronte al proprio futuro solitario, senza cioè tutte quelle agevolazioni che hanno ora, sanno che non gli conviene per niente [voglio vedere la sardegna, la valle d'aosta o il trentino alto adige come fanno a sostentarsi senza i miliardi di euro che lo stato italiano gli pompa ogni anno...].
Sono però convinto che con il grado di "nervosismo" che si trova oggi in giro, non mancherebbero le vendette isolate o meno e le conseguenti repressioni nel sangue.
Non lo so ma non la vedo come un'opzione da ventilare alla leggera.

Goodlights ha detto...

@jjletho

...e se fosse uno stracotto di capretta?
:-)))

sara

rumenta ha detto...

manco avesse dirottato un boig

hemmmm..... scusa sara..... ma.... cos'è un boig???



:-D

Mario ha detto...

@Zita
paesi maggiormente a rischio di default
1. Venezuela
2. Ucraina
3. Argentina
4. Pakistan
5. Dubai
6. Lettonia
7. Islanda
8. Lituania
9. California
10. Romania

L'Argentina da mesi tratta con il Fondo Monetario Internazionale per essere riammessa nei circuiti finanziari mondiali.
Fare default forse non è poi una grande soluzione ... forse ...
In questo momento i tassi d'interesse sono molto bassi, qundi l'incidenza sui conti pubblici è praticamente inesistente, basti pensare che gli Usa pagano poco meno di 20 miliardi cioè caramelle rispetto ai valori in gioco.
Il tanto sbandierato problema di trovare acquirenti ai titoli di Stato pubblici è stato "risolto" dalle Banche Centrali, ad esempio la BCE inietta denaro nelle banche europee che comprano di volta in volta i titoli di stato dei vari paesi.
Perchè lo fanno? per impedire che il sistema crolli.
Quanto durerà? fin tanto che è necessario.
Il problema non sono la liquidità o i debiti enormi degli Stati, ma un modello di sviluppo divenuto insostenibile, la terra a fatica ha sopportato i paesi occidentali, non può in alcun modo sopravvivere all'occidentalizzazione dei paesi in via di sviluppo come Cina e India la cui popolazione rappresenta oltre il 40% di quella mondiale.
Chi ci governa veramente, che ha le sue responsabilità, cosa avrebbe dovuto fare per fermare tutto ciò?
Andare dal consumatore occidentale e dirgli:"scusa ma non puoi andare avanti così!"
E a quello asiatico:"devi vivere secondo natura!"
Ecco la crisi ...

rumenta ha detto...

jjletho:

Non è un problema dell'argentino o dell'italiano: i primi momenti non saranno comunque tranquilli.

ovvio.
nemmeno i primi momenti nella merda della crisi, quella vera, lo saranno.
se però metteremo insieme le due cose e se riusciremo a farlo bene ci toglieremmo due problemi in un colpo solo.
è ovvio che con i "politici" attuali a gestire le cose con il "compasso" (per calcolare con precisione le fette di torta da assegnare) non se ne uscirebbe né con il default né senza.
per questo, prima, sarebbe necessario liberarcene.

Non credo che ci sarà uno smembramento perchè coloro che vogliono l'indipendenza la vogliono solo a parole ma non a fatti: di fronte al proprio futuro solitario, senza cioè tutte quelle agevolazioni che hanno ora, sanno che non gli conviene per niente [voglio vedere la sardegna, la valle d'aosta o il trentino alto adige come fanno a sostentarsi senza i miliardi di euro che lo stato italiano gli pompa ogni anno...].

infatti con tutta probabilità sarà il resto d'italia a cacciarli a pedate, se faranno tanto da voler mantenere lo statuto "speciale".....

Sono però convinto che con il grado di "nervosismo" che si trova oggi in giro, non mancherebbero le vendette isolate o meno e le conseguenti repressioni nel sangue.

ti darei ragione se fossero fatti causati esclusivamente da un default, ma quelle ci saranno comunque, con o senza il default.
quindi tanto vale farlo.....

Non lo so ma non la vedo come un'opzione da ventilare alla leggera.

nemmeno io.
fatta nel modo giusto è però una possibilità, secondo me, estremamente realistica ed auspicabile.

Goodlights ha detto...

@rumenta

la tastiera si è mangiata una lettera!

uffa quante storie!
lo so che hai capito a cosa mi riferivo
;-)))

potevi fare il gentiluomo anche tu e sorvolare come gli altri...

sara

rumenta ha detto...

Mario:

L'Argentina da mesi tratta con il Fondo Monetario Internazionale per essere riammessa nei circuiti finanziari mondiali.

perché sta cercando di ricominciare come prima senza pagare pegno.
se vogliono soldi da investire, senza mettere le palle in mano alle banche, prima devono risparmiare, poi investire, come si faceva in italia negli anni 50 e 60, durante la ricostruzione prima ed il boom poi.
chi ha i miei ormai molti anni ricorda sicuramente la campagna per il risparmio attuata fin dalle elementari....

geppo ha detto...

come sa chi ha curiosato nel mio profilo sono parecchi anni che calco le scene, qualche millennio.

Non fatevi ingannare dalla data pro forma. Ho dovuto metterla così perchè non me l'accettava. E poi comunque anche se buono, sono pur sempre un diavolo e quindi una bugia...

Per questo posso confermare come dice Franco che "la vita sulla terra è nata oltre 10 milioni di anni fa , verso le 14,30 del 13 dicembre, meno 7991. Era un giorno piuttosto caldo, anche se da noi fa sempre caldo. Lo ricordo bene perchè era tutto il mattino che stavo cercando di convincere Fiammetta a farmi una cosina, e quando finalmente c'ero quasi riuscito s'è sentito un grande botto e poi un casino infernale.

Non che questo da noi fosse strano, comunque il mio Capo entrò nel girone tutto trafelato e mi disse.:-" Oh Geppo suvvia , va un po' a vedere che sta a fa a 'oncorrenza ! Un po' di malavoglia cominciai a salire e vidi un coso enorme, anzi una cosa ...rotonda, e girava, girava. Insomma non sto a farvela lunga comunque prima non c'era e dopo si.

Avevo fretta di tornare da Fiammetta, ma dato che il mio Capo non è buono ed ha un pessimo carattere , per dimostragli che avevo eseguito , andai su sta roba che girava a vedere di cosa si trattasse.

Appena arrivato vidi un "coso" metà cavallo e metà a questo punto direi umano, con la barba, che teneva in mano un arco e gli domandai:- " chi sei" e lui rispose :- " e che ne so?" Un po' spiazzato gli dissi :- Va beh, dimmi almeno come ti chiami..." Lui mi guardò e mi disse :-" Mi prendi per il culo?" dato che a quei tempi ancora non era chiaro il significato di questa frase , non gli spezzai l'arco in testa ,e poi del resto sono un diavolo buono e gli dissi :- Va beh, che giorno è oggi ? E lui 13 dicembre - 7991 ! Ed io , vaaaaaa beeene ... ti chiamerò Sagittario ! E visto che non mi era comunque simpatico, appena si girò gli mollai una pedata nel sedere e lo mandai nell'immensità del cielo. Corrisponde quindi a verità anche quanto dice dopo Franco che "la "realizzazione" del corpo umano, cosi come è ad oggi, è avvenuta per gradi, in tutti questi anni ed alla sua realizzazione hanno contribuito diversi genetisti, che chiamiamo extraterresti."

scusate l'OT , ma non volevo che qualcuno restasse con dei dubbi

jjletho ha detto...

@sara
Va bene anche lo stracotto di capretta!
Sono una buona forchetta io ;-)!!

Però lo innaffiamo con un rosso robusto delle mie parti.

@rumenta

"nemmeno io.
fatta nel modo giusto è però una possibilità, secondo me, estremamente realistica ed auspicabile."

Ecco, io la vedo come estrema ratio, non come auspicabile.
Come auspicabile vedrei governatori non ladri, politici non corrotti etc etc. In Italia, più che auspicabile, forse volevo dire fantascientifico.

yuma ha detto...

@ jjletho

Credo che nessuno di noi ad oggi ritenga il "default" auspicabile. Stiamo ancora troppo bene.

Auspicheremo quando staremo peggio.

Se mai staremo peggio.

Claro che si.