venerdì 18 dicembre 2009

Metalli tossici a Gaza e uscita dal dollaro dai paesi del golfo

City di oggi dedica molto del suo spazio al caso Garlasco.
L’unico imputato è stato rilasciato per insufficienza di prove.

In un piccolo angolino su una spalletta di sinistra è comparsa una notizia minima sulle conseguenze dei bombardamenti israliani a Gaza. Forse sarebbe stato più utile invertire le dimensioni degli spazi, anche perchè il materiale non manca.

Risulta infatti, secondo il comunicato di NWRC, che i bombardamenti israeliani a Gaza del 2006 e del 2009 hanno lasciato sul terreno forti concentrazioni di metalli tossici, che possono provocare nella popolazione leucemie, problemi di fertilità e gravi effetti sui nuovi nati, come malformazioni e patologie di origine genetica. Questi metalli sono in particolare tungsteno, mercurio, molibdeno, cadmio e cobalto.

E' il risultato di uno studio condotto da New Weapons Research Group (Nwrc), una commissione indipendente di scienziati e collaboratori basata in Italia che studia l'impiego delle armi non convenzionali e i loro effetti di medio periodo sui residenti delle aree in cui vengono utilizzate.


Il gruppo di lavoro del Nwrc ha esaminato 4 crateri: due provocati dai bombardamenti del luglio 2006, uno nella città di Beit Hanoun e uno nel campo profughi di Jabalia, e due provocati da bombe sganciate nel gennaio 2009 a Tufah, sobborgo di Gaza City. Inoltre ha analizzato la polvere residua all'interno del guscio di una bomba (THS89D112-003 155mm M825E1 ) al fosforo bianco esplosa vicino all’ospedale di Al Wafa, nel gennaio 2009.

Lo studio ha messo a confronto i livelli di concentrazione dei metalli rilevati nei crateri con quelli indicati in un rapporto sulla presenza di metalli nel suolo di Gaza, realizzato attraverso il campionamento di 170 luoghi, pubblicato nel 2005.

Le analisi hanno rilevato anomale concentrazioni di questi metalli nei crateri, indicando una contaminazione del suolo che, associata alle precarie condizioni di vita, in particolare nei campi profughi, espone la popolazione al rischio di venire in contatto con sostanze velenose per via cutanea, respiratoria e attraverso gli alimenti.

Il nostro studio – spiega Paola Manduca, che insegna genetica all'università di Genova, portavoce del New Weapons Research Group – indica una presenza anomala di elementi tossici nel terreno. Occorre intervenire subito per limitare le conseguenze della contaminazione su persone, animali, e colture.

Occorrono strategie di sostegno per le persone contaminate.

Auspichiamo – aggiunge – che le indagini fino ad ora svolte dalla commissione Goldstone, voluta dalle Nazioni unite, vadano oltre l’analisi del rispetto dei diritti umani, e prendano in considerazione e gli effetti sull’ambiente provocati dall'uso di varie tipologie di bombe e le ricadute sulla popolazione nel tempo. Una rapida raccolta di dati può essere realizzata secondo modalità che molti scienziati possono descrivere agevolmente e programmare.



LO STUDIO

I crateri esaminati

Tutti i crateri esaminati sono di grandi dimensioni e il campionamento è stato condotto lungo uno dei lati del pendio di ciascun cratere.

Tutti si trovano nella parte nord della Striscia di Gaza, come si può vedere dalla mappa.

I campioni dei crateri di Beit Hanoun e Jabalia sono stati raccolti nell'agosto 2006, due settimane dopo la fine degli attacchi del mese di luglio.

Quelli di Tufah sono stati raccolti il 28 gennaio 2009, e fanno riferimento ai bombardamenti del 14 gennaio.

I dati raccolti nei crateri

I risultati delle analisi con Icp/Ms (una tipologia di spettrometria di massa altamente sensibile e in grado di determinare diverse sostanze inorganiche) mostrano presenza in quantità superiori alla media attesa di:

1. Tungsteno e mercurio

Nel cratere di Beit Hanoun sono state rilevate quantità significative di tungsteno (tra 20 e 42 volte il livello medio atteso nel suolo) e quantità elevate di Mercurio (tra 8 e 16 volte il livello massimo rilevato nello studio del 2003).

Gli altri 3 crateri esaminati presentavano livelli simili a quelli medi del suolo.

Entrambi gli elementi, mercurio e tungsteno, sono rari in natura e il loro ritrovamento in uno dei crateri indica che a disperderli nel terreno è stata la deflagrazione della bomba, che ha diffuso i metalli in un raggio di dimensione sconosciuta che potrebbe avere prodotto la contaminazione delle acque, del suolo e delle colture.

Entrambi tungsteno e mercurio sono metalli che hanno gravi effetti tossici e cancerogeni sull'uomo a medio-alte concentrazioni.

l mercurio è un agente classificato come cancerogeno; si assume anche per via cutanea, e in gravidanza si trasferisce dalla pelle al feto e provoca fetotossicità negli animali.

Il tungsteno e le leghe di tungsteno sono genotossici e sospetti fetotossici. A concentrazioni meno elevate, il tungsteno è causa di patologie respiratorie e neurologiche.


2. Molibdeno

Il molibdeno è un elemento raro nel terreno ed è stato trovato in alte concentrazioni in tutti i crateri esaminati, con livelli compresi tra 0,1 a 12 parti per milione (ppm), vale a dire tra 25 e 3.000 volte il livello medio del suolo (0,004 ppm). Il molibdeno viene usato in leghe con vari metalli (singoli e multipli), alcuni dei quali vengono utilizzati come componenti di armi.

Il molibdeno è tossico per gli spermatozoi, a livelli elevati produce effetti sulla spermatogenesi.


3. Cadmio

Il cadmio è un elemento presente normalmente in basse concentrazioni nel suolo di Gaza (0,093 ppm secondo lo studio del 2003). Lo studio ha rilevato una elevata quantità di cadmio (fino a 7,3 volte il livello medio) in uno dei crateri di Tufah.

Il cadmio è un noto cancerogeno.


4. Cobalto

Il cobalto è stato trovato in entrambi i crateri di Tufah, in quantità fino a 26,2 ppm, circa 5 volte superiore a quella normalmente contenuta nel suolo (5,1 ppm).

Il cobalto può inibire la riparazione del dna e causarne la rottura, con effetti mutageni.


5. Nichel, manganese, rame e zinco

Nichel, manganese, rame e zinco sono stati trovati in uno dei crateri di Tufah, in quantità due volte più elevate rispetto a quello medio.

Alcuni componenti di nichel e manganese sono cancerogeni.


6. Stronzio

Lo stronzio è presente in quantità superiore alla media in tutti i crateri esaminati, ma la sua concentrazione varia in luoghi diversi e non ci sono dati disponibili di misurazione per il territorio di Gaza, per cui non è possibile stabilire con certezza se si tratti di una presenza è anomala.


E concludiamo con una interessante notizia in ambito economico.


Golfo Persico verso l'uscita dal dollaro

Dopo i paesi dell'ALBA, anche i paesi del Golfo Persico stanno avviando i primi passi per l'uscita dal dollaro. A partire da gennaio, infatti, i paesi del Golfo creeranno il GCC, Gul Cooperation Council, che è l'embrione della futura banca centrale del Golfo, e gestirà la valuta unica dell'area.

Par il momento, aderiscono al progetto Arabia Saudita, Bahrein, Kuwait e Qatar, e l'elenco potrebbe allungarsi rapidamente.

Altre informazioni su Eurasia blog.

Saluti felici

Felice Capretta

48 commenti:

Anonimo ha detto...

Perchè ti indigni tanto per Israele? non è forse quello che i nostri tanto umanitari governanti hanno fatto (con i nostri soldi, con i nostri aerei e con i nostri soldati) non più tardi di 10 anni fa poco al di là dell'Adriatico?

Anonimo ha detto...

Capretta, l'Honduras ha iniziato le procedure per uscire fuori dall'ALBA - e quindi dall'accordo sostitutivo del dollaro in funzione del SUCRE. Che non ci sia correlazione tra il golpe e l'accordo che poi si è concretizzato a distanza di qualche mese?
Che ne pensi Capretta?

Anonimo ha detto...

Altro video sul premio Oscar Silvio Berlusconi come miglior attore protagonista.
Le immagine del colpo di Berlusconi sono state velocizzare per far sembrare brutale il lancio del souvenire.

Qui il link del video:
http://www.youtube.com/watch?v=waKBP8ckoUU&feature=player_embedded#

Silvano

AZUL GRANA ha detto...

salve
agli israeliani bisognerebbe ricordare che Iddio non paga il sabato;
paga a suo tempo!
Poveri martiri! poveri perseguitati! e tutti i governi (escluso Russia, Iran, Turchia gli unici con le palle!) proni ai loro ordini e, a credere alle loro fandonie.
saluti
Azul Grana

Anonimo ha detto...

E' più facile che un cammello passi per la cruna di un ago che la stampa italiana critichi i macellai israeliani !



filippo

Felice Capretta ha detto...

@ anonimo 3:40

mi indignavo anche allora che la stampa non ne parlasse, solo che allora non scrivevo un blog :- )


@ anonimo 5:08

mmmmm chi lo sa? pero' l'honduras non mi sembra uno stato chiave monetariamente parlando, così chiave da rovescarne il governo con un colpo di mano altamente rischioso, non so, non mi convince...

saluti felici

felice

Anonimo ha detto...

e no! questo e' antisemitismo bello e buono.
scusate ma come si fa a pensare che il buon popolo eletto possa fare simili cose e poi anche se fosse a quanto pare lo stesso yhwh gli ha fornito un vademecum per uccidere con il suo beneplacido tutti i goym.
per cui...

http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=6566

katanga

Anonimo ha detto...

Intanto il dollaro ha spiccato il volo e si prepara a salutare l'euro. Altro che crollo! Alla faccia dei catastrofisti ...

Anonimo ha detto...

In una stupenda conferenza Carlo Lottieri ha identificato il prevalere della civiltà europea con l'emanazione nel 877 da parte di Carlo il Calvo del Capitolare di Kiersky, in cui veniva concessa l'eredità dei feudi maggiori, quindi alla Costitutio de Feudis del 1037 e nella continua lotta tra il sole e la luna (potere temprale e spirituale)fino alla Magna Charta del 1215. Queste autonomie hanno impedito la ricostituzione del Sacro Romano Impero ed il formarsi di uno stato fortemente accentratrice come ad esempio l'impero cinese e le autonomie sono sfociate poi anche nel ricchissimo movimento dei Comuni Italiani, ed hanno arricchito moltissimo la civiltà europea che ha prevalso sulle altre. Idem per gli Stati Uniti appena costituiti grazie all'autonomia delle persone e la debolezza dello stato centrale che portava chi non era contento alla frontiera a costruirsi una nuova vita. L'Europa riunita non ci sta mettendo molto a fallire, figurarsi questi tentativi dei paesi del golfo o sudamericani.
Queste maledette nuove istituzioni creeranno decine di sottocomitati che decideranno la norma di riferimento ... delle banane, determineranno costi immensi e quindi inevitabilmente collasseranno.

Autonomia quindi coincide con Libertà(rismo), tanto per non confondere le acque.

Il Folletto

Anonimo ha detto...

@ anonimo 9.29

che ci sia una guericciuola in cantiere???

mo no dai!gli amerikani e il loro nuovo messia sono cosi' umani,come san ugo ricorda.

katanga

uzzo ha detto...

Lo stronzio è presente in quantità molto superiore alla media a nord della striscia di Gaza

guru2012 ha detto...

Uzzo, sei forte!

yuma ha detto...

anonimo 9,29

infatti non mi stupirei di vedere un bel carry trade sull'euro , in contemporanea ad una bella discesa delle borse... e non ci vedo grandi motivi per goderne, nè per tirare sospiri di sollievo,se nel recupero del dollaro ci vedi il rosa del futuro.

Anche perchè un dollaro forte permetterebbe agli usa di continuare ad aumentare il loro debito e come al solito a farlo pagare agli altri.

Fin'ora il giochino gli è sempre riuscito. E ho come l'impressione che continuino a comandare loro . O se credi i loro amici-padroni. Anche perchè come vedi ogni giorno dal cilindro continuano ad uscire conigli

Anonimo ha detto...

da ricordare che la forza di una moneta sta tutta nella garanzia di possedere il miglior armamento al mondo.

comunque qualcosa si sta muovendo ma sembra che marzo sia il mese caldo.

Anonimo ha detto...

@Folletto
sono d'accordo, il potere concentrato in mano a pochi provoca questo.

yuma ha detto...

interessante modo di vedere la stessa notizia. Vecchia tra l'altro di 8/10anni e la diversa enfasi.Tra l'altro in corrispondenza di Copenaghen
QUI
e QUI
QUI GIA' UN PO' DIVERSA
ed il rimbalzo qui

naturalmente gli abbonati potranno vedere i vari richiami biblici ed anche un fuggevole Platone in Crizia. Dai Corvo datti da fare che qui ti vogliono surclassare. Faccio anche rima stamattina

ah, l'eterna domanda...cui prodest hoc horribile bellum ?

zigo ha detto...

mah! che i sauditi e il golfo si smarchino da washington puzza alquanto.
domanda:
mai pensato che dietro ci sia la grande mano usa che con questo diversivo cerca di sopravvivere alla caduta del dollaro creando una moneta fantoccio legata ben salda al solito petrolio?

Anonimo ha detto...

Mischiare Travaglio e Genchi con il Capitolare di Kiersky mi sembra proprio fuori luogo.

In realtà Travaglio ed il suo alterego Berlusconi sono messi dove sono dal sistema a mò di Due minuti di Odio, come in 1984 di George Orwell.

La differenza è che nel libro, i prolet tirano i libri (la propria cultura) contro il televisore .... e si stringono al Big Brother.

Ma pensare ancora che Travaglio parli per un residuo del conato di libertà italiano,m i sembra visto quello che sta accadenado ingenuo assai.

Il Folletto

Anonimo ha detto...

Teoria dei giochi di Nash (John Nash quello di A beatiful mind):

Esiste sempre una situazione di equilibrio, che si ottiene quando ciascun individuo che partecipa a un dato gioco sceglie la sua mossa strategica in modo da massimizzare la sua funzione di retribuzione, sotto la congettura che il comportamento dei rivali non varierà a motivo della sua scelta.

Secondo Adam Smith, un gruppo ottiene il massimo risultato quando ogni componente del gruppo fa ciò che è meglio per sé stesso: "l'ambizione individuale serve al bene comune", e di conseguenza "il risultato migliore si ottiene quando ogni componente del gruppo fa ciò che è meglio per sé". L'intuizione di Nash, lo porterà a formulare un risultato più completo: "il risultato migliore si ottiene quando ogni componente del gruppo fa ciò che è meglio per sé e per il gruppo, secondo la teoria delle dinamiche dominanti".

John Nash (80 anni, Nobel in economia per i suoi contributi sulla teoria dei giochi non cooperativi) da anni sostiene la riforma per la stabilità monetaria proposta da Hayek : l’ideale a tendere rimane un sistema monetario composto da valute a tasso di cambio fisso sull’oro. Ma se nel breve termine fosse possibile togliere alle banche centrali la liberta’ di produrre inflazione monetaria, cominciando con la denazionalizzazione della moneta, potrebbe essere accettabile come veicolo di transizione.

http://maxneri.wordpress.com/2008/12/16/il-nobel-john-nash-appoggia-la-stabilita-monetaria-di-hayek/

Il Folletto

guru2012 ha detto...

Sì Folletto, ordine spontaneo del libero mercato, "l'ambizione individuale serve al bene comune" e ancora "il risultato migliore si ottiene quando ogni componente del gruppo fa ciò che è meglio per sé".

Ora però siamo entrati nel terzo millennio, 'ste cose le hanno capite e digerite anche i sassi, ma sono concetti funzionali a uno sviluppo economico che non è più all'ordine del giorno.

Mi dispiace, la corsa all'oro è finita. Il mercato è diventato un mostro che tutto divora e dovrà essere ucciso, una volta per tutte, se vorremo essere... felici?
O almeno sopravvivere.

Keynes, Mises, Hayek, hanno fatto il loro tempo, pontificando dal calduccio dei loro studi sui massimi sistemi, se la proprietà privata fosse o meno il motore dello sviluppo. Ma certo che sì, dovrò farmene una ragione.

"Quando l'uomo bianco avrà ucciso l'ultimo bisonte, scavato l'ultima montagna e inquinato l'ultimo fiume, si accorgerà che non potrà mangiare il denaro che ha accumulato nelle sue banche" (Geronimo, capo Apache).

Anonimo ha detto...

IMPORTANTE.
si preparano a privatizzare le forze armate, perche'?
se la guerra fosse contro un altro stato il governo non avrebbe difficolta' ad avere l'appoggio dei cittadini per controllare le forze armate.
ma se la guerra fosse invece contro i cittadini ecco che questa mossa della privatizzazione sarebbe necessaria.

si preparano per la guerra civile.

Anonimo ha detto...

anche qui in particolare il sesto commento.

Anonimo ha detto...

Siamo al caffé e ammazzacaffé..

che tristezza infinita

:)

Buona domenica a tutti

Zita

rumenta ha detto...

guru2012,
quando nella mia bella capanna di fango (© Linucs), insieme ai familiari, cercherò di materializzare qualcosa sulla tavola, il mio pensiero si rivolgerà immancabilmente a te e a quelli come te che si sono fatti infinocchiare con la balla del global warming causato dall'uomo e sciocchezze assortite di contorno.
sì, penserò a te mentre stringo la cinghia.

cosa penserò, però, non te lo dico, altrimenti Felice mi caccia a pedate nel culo.....

Felice Capretta ha detto...

@ rumenta

più che altro occhio a come esponi quello che pensi. la forma prende più attenzione del contenuto ed è un peccatp per il contenuto che si perde. ...anche qui sopra in risposta a guru
(tanto per cambiare ;-)

saluti felici

felice

guru2012 ha detto...

@ Rumenta

Amico mio, sarò lusingato di essere nei tuoi pensieri anche se, mi par di capire, non saranno troppo benevoli (almeno una faccina che ride ce la potevi mettere).

Per il resto, stronzate ne diciamo un po' tutti, basta rendersene conto e non prendersi troppo sul serio.

Sul global warming, io sto con Geronimo, tu Rumenta con chi stai?

Anonimo ha detto...

Mischiare Keynes con Mises ed Hayek è come tirare fuori Genchi con il capitolare di Kiersky.

Ma li hai mai letti?

Sai cosa faceva il povero Mises alla Camera di Commercio di Vienna?? E parli di divano al calduccio!


Che tristezza.

Si collettivizzati del tutto ritorniamo alla grnade russia comunista....ma robe da matt...

Il Folletto

Anonimo ha detto...

@folletto
secondo te quella della privatizzazione delle forze armate è una mossa economica o politica?
http://www.intellezione.com/2009/12/forze-armate-e-privatizzate.html

Anonimo ha detto...

Se è per quello io sono per il ritorno alle comunità e l'abbandono delle spese militari, grazie alle quali diamo la licenza di omicidio a chi uccide per lo Stato.

Queste "liberalizzazioni" di nome in realtà non fanno altro che creare piccoli monopoli locali. Di fatto si creano piccole e grandi rendite più o meno private (infatti è inopportuno parlare di liberalizzazioni) caratterizzate da un aumento dei costi, senza miglioramento nella percezioni dei servizi.

Queste buffonate che ci propinano i nostri beneamati politici solo per massimizzare i propri profitti personali, collettivizzando le spese in continuo aumento.

Siamo saltati a piè pari nel socialismo più bieco, il cui primo ispiratore è il nostro presidente del Coniglio Berlumonti ed il nostro ministro dell'economia Tresconi.

Questi socialisti ahimè utilizzano da socialisti gli strumenti del capitalismo: nè più nè meno di quello che sta accadendo da decenni creando innumerevoli danni da un posizione di comando.

Un governo non dovrebbe avere questi poteri, ma soprattutto non dovrebbe avere tutti questi soldi da spendere: soldi che ci sottrae con destrezza facendoci credere che le tasse sono buone (vedi Padoa "Scippo" che da ministro aveva l'aliquota del 7%).

Il Folletto

guru2012 ha detto...

@ il folletto

Infatti non li ho letti, né ho intenzione di farlo a breve.
Di loro so qualche cosa dal sito di Paxtibi, quanto basta per capire che esiste una differenza tra keynes e mises.

Ma invece di inalberarti in una difesa a oltranza delle tue idee, cerca, se ti va, di rispondermi nel merito: non credi che il sistema economico attuale sia arrivato a un punto morto?

Non credi che sarebbe il caso di inventarsi qualcosa di diverso dall'equazione lavoro-produco-guadagno-consumo?

Io non voglio collettivizzare un bel niente, è una tua paranoia, comune a tutti gli austro-ungarici con i quali mi sono trovato a interloquire.

Sarà una malattia? :D

Anonimo ha detto...

Uhm...

-Posso avere un po' d'acqua?
*No, è mia

-Ma te la pago...
*Con cosa? Il denaro è mio.

-Organizzerò una protesta...
*E io ti scateno contro il Mio Esercito.

-Beh, almeno sarò libero di morire...
*Sì, ma fallo senza disturbare.

GiBi

yuma ha detto...

Bah !!!

Buon Natale a tutti...

PIERO61 ha detto...

Salve a tutti
Mi rifaccio vivo per augurare a tutti un felice Natale, sperando che, la Nascita
del Salvatore vi aiuti a combattere e, a non demordere, in questi tempi tristi.
Ci attende sofferenza ma, non ci deve mai abbandonare la speranza.
Saluto tutti, Yuma, Guru 2012, Goodlights, Tao, Vigna, Sarmata e, tutti quelli con i quali ho avuto accese, ma civili discussioni.
In questo tempo non ho avuto bisogno (come mi era stato suggerito), di qualcuno che mi desse
una scrollata di spalle, non ho mai avuto il desiderio di cambiare le idee degli altri, volevo solo esporre le mie, ho letto e, sto leggendo libri lontano anni luce dal nostro modo (mio e, della mia famiglia) di pensare e vivere.
Sono stanco, ma non sono sconfitto, desolato, ma non vinto, sconsolato, ma combattivo, caspita riesco ancora a correre, due ore di fila, in mezzo alla neve!
Prima di salutarvi del tutto, permettetemi una battuta sulla “privatizzazione” delle Forze Armate;
come sapete, io sono Sottufficiale di Marina, bene ; se quello che ho letto sui siti suggeriti da un vostro commentatore, è vero, sarà la mazzata finale alle FF.AA. iniziata negli anni 50 e, proseguita dalle “riforme” Ciampi e Prodi.
Ora vi libero della mia “penna” per davvero, forse, ci risentiamo per Pasqua, sicuramente non prima.
BUON NATALE di cuore a voi tutti
Piero e famiglia

rumenta ha detto...

Felice,
mi pare di non aver trasceso affatto, anche se avrei voluto, oh, se avrei voluto.
però non vorrei, per il solo fatto di preferire la comunicazione "diretta" delle mie idee, che tutte le idee che comunico siano viste come eccessivamente "dirette".....

guru2012
:

@ Rumenta

Amico mio, sarò lusingato di essere nei tuoi pensieri anche se, mi par di capire, non saranno troppo benevoli (almeno una faccina che ride ce la potevi mettere).


non vedo perché avrei dovuto, non c'è NIENTE da ridere, soprattutto se ti stanno trombando con la sabbia.

Per il resto, stronzate ne diciamo un po' tutti, basta rendersene conto e non prendersi troppo sul serio.

non stavo parlando di te o di me, mi riferivo alla balla del global warming di matrice umana.
quei furbacchioni a copenaghen ci stanno fregando dopo averci raccontato un sacco di balle, e nonostante questo sia venuto ala luce, tutto prosegue come da copione.

Sul global warming, io sto con Geronimo, tu Rumenta con chi stai?

geronimo, nel suo contesto, diceva cose giuste, lo sfruttamento senza controllo non porta mai buoni frutti sul lungo periodo.
io, però, non sto certamente con i truffatori dell'ipcc e compagnia assortita.

ciò detto, meglio se la chiudo qui.
è solamente una perdita di tempo, e il mio tempo è merce troppo preziosa per essere sprecata.

luciano perazolo ha detto...

Critica costruttiva:
L'ironia fa più rumore della notizia... Sembra un Tg...

Anonimo ha detto...

@Rumenta che dice:
"non stavo parlando di te o di me, mi riferivo alla balla del global warming di matrice umana.
quei furbacchioni a copenaghen ci stanno fregando dopo averci raccontato un sacco di balle, e nonostante questo sia venuto ala luce, tutto prosegue come da copione."

e' come dici tu perche' e' cosi' che vuole vivere la gente, completamente sotto il controllo dei controllori.
hanno bisogno di qualcuno che gli dica cosa mangiare, come vestire, come istruirsi, come divertirsi, come curarsi, come fare qualsiasi cosa.
pero' anche quelli a cui non sta bene venire controllati non passano poi sempre dal pensiero all'azione e si limitano a lamentarsi. c'e' chi passa il tempo a parlare di calcio e chi di global worming, entrambi non conoscono l'argomento ma intanto passano le giornate.

cosi' va il mondo oggi, bisogna solo prenderne atto e se non ne comprendiamo bene il motivo non vuole comunque dire che non ci sia.

buon solstizio a tutti.
indopama

vigna ha detto...

@ Piero61

Con grande piacere e sorpresa, leggo il Tuo commento. Grazie per gli auguri e colgo l'occasione per espanderli a tutti i lettori del Blog e, naturalmente, al capo Capretta.
A Te Piero e alla Tua famiglia, auguro tanta salute e felicità. Fatti sentire più spesso, se puoi, è sempre un piacere.
Frohe Weihnachten und ein glueckliches neues Jahr.
Vigna

Anonimo ha detto...

Un saluto a tutti,
siamo ormai arrivati alla fine di quest’anno lavorativo.
Insieme abbiamo potuto scambiarci i ns pensieri e le ns esperienze.
Parlando con il senno del poi, io, personalmente, ho trovato, tutto ciò che ho pensato.
Lasciando da parte l’ aspetto del lavoro, che nonostante tutto, va bene, vorrei parlare della situazione politica generale, in quanto, ad essa , purtroppo, è legato il futuro collettivo di quasi tutti.
Ci siamo trovati in una crisi, che ha toccato, come non mai, tutti i settori.
I politici attuali, di qualsiasi partito o nazione che siano, hanno tutti uno scopo comune :il potere.
Con l’ energia, ricavata dal petrolio , si ricavano le guerre, e lo strumento di perpetuazione del potere stesso, sui popoli.
Non ho visto, ne letto, una iniziativa mirata ad avere energia da fonti naturali.
Per cui, è logico dedurre che per i ns politici, il futuro è ancora petrolio.

Economia
Tutte le scelte fatte , nei periodi precedenti , hanno portato al risultato in cui versa la ns società.
Non è stato fatto niente per migliorare la situazione.
L’ economia mondiale reale è in recessione.
Tutte le borse sono gonfiate.
I pochi paesi che stanno investendo, investono solo nei settori nucleare e petrolifero.

Non voglio dilungarmi, ma voglio fare presente che la politica, la finanza, si nuove sempre nel “ vecchio”.
Tutto è statico, per cui, il futuro non potrà mai essere diverso dall’ attuale.
Per cambiare il futuro, dobbiamo essere liberi, dobbiamo usare sempre di più il ns libero arbitrio.
Dobbiamo scegliere noi il ns futuro.

Vorrei aggiungere una considerazione sulla politica di privatizzare le forze armate.
È pericoloso, in quanto il potere sarà in mano ai pochi.
Tutto ciò che la politica propone è finalizzato ad avere sempre più potere e maggior sudditanza.
Con affetto
franco

Felice Capretta ha detto...

@rumenta

lo so che ti trattieni :-) e lo apprezzo. cerco sempre di distinguere cosa dici da come lo dici e penso di riuscirci, come anche guru mi pare, anche se non tutte le persone lo fanno.

chi non lo fa, e mescola forma e contenuto, si perde il tuo contenuto. infilare nel contenuto vero una provocazione, per quanto piccola piccola, è un ottimo modo per dare al tuo interlocutore un appiglio a cui attaccarsi alla forma anziché al contenuto.

non ti sto chiedendo di cambiare, sarebbe stupido oltre che inutile, ti sto proponendo un altro punto di vista :-)


@vigna

grazie degli auguri, ricambio di cuore.

attenzione che all'ultima riga ti si deve essere inceppata la tastiera.

ah no, forse hai scritto in bergamasco

:-))


saluti felici

felice

Anonimo ha detto...

puzza molto la cosa della privatizzazione delle forze armate, e' un chiaro segno di come andranno gli eventi futuri, secondo me gia' da marzo 2010.

e poi l'hanno fatta mentre tutti pensano a fare i regali... la solita boiata.

il tempo stringe.
indopama

Anonimo ha detto...

Anch'io, già che ci siamo, vorrei fare a tutti gli auguri di Buon Natale aggregherei anche il "felice anno nuovo" e qs. anno, in effetti, l'augurio per tutti noi è ancora più accorato e sincero.

Data la situazione

Ehm

tragica, mancava appena la privatizzazione dell'esercito...

Però

Mettiamola così, quando il gioco si farà duro i duri incominceranno a giocare.
E' vero, ci si può preparare ma poi fino a che punto, in fondo?
Io ne sono abbastanza convinta.

Dai, BUON NATALE a tutti quanti,

:)))

Zita

Anonimo ha detto...

"non credi che il sistema economico attuale sia arrivato a un punto morto?

Non credi che sarebbe il caso di inventarsi qualcosa di diverso dall'equazione lavoro-produco-guadagno-consumo?"

Infatti il sistema economico è arrivato alla fine come aveva previsto Mises (Lo Stato Onnipotente e Il Fallimento dello Stato Interventista) perchè non si può ridurre l'economia ad un'equazione.

Buon Natale

Il Folletto

Anonimo ha detto...

La Quarta Ipotesi

Buon Natale

Goodlights ha detto...

anonimo 5.08

grazie per il link.
molto interessante.

sara

Anonimo ha detto...

@sara
prego.

ancora sulla privatizzazione delle forze armate.

Anonimo ha detto...

Grazie Arsan,molto illuminante, specialmente i commenti.

Goodlights ha detto...

caspita, siamo già agli auguri di natale.

non so da voi, ma qui in provincia di milano, sta nevicando che è un piacere guardare fuori dalla finestra di casa!

...già, di casa e non dell'ufficio perchè mi sono beccata il seguito dell'influenza, ma tranquilli, sopravviverò anche questa volta
:-)

l'illuminante articolo di franceschetti linkato dall'anonimo qua sopra, mi ha fatto ripensare ad un film visto tempo fa:

"strane storie" di sandro baldoni

La prima storia narrata nel film ha per protagonista un uomo (Marescotti) con violenti attacchi di tosse.
Presto scopre che la forte tosse è dovuta al fatto che egli non ha pagato in tempo la bolletta dell'aria.
Dopo una corsa fino alla centrale dell'aria, l'uomo riesce a pagare la bolletta all'ultimo secondo, l'aria gli viene riallacciata, e ritrova sollievo fumandosi una sigaretta.

Fuori dalla centrale i molti non arrivati in tempo muoiono piano piano soffocati.

è vivamente consigliata la visione
:-)

saluti affettuosi!
sara

ps: il grottesco è il mio genere preferito.

ps 2: ops! mi sono resa conto solo ora che tossisco persistentemente da ieri sera.
avrò pagato la bolletta?

Goodlights ha detto...

già che son qui malata senza niente da fare, vi racconto anche le altre due storie :

La seconda storia narra di una donna single (Cohen), frustrata, che acquista un uomo al supermercato (Marescotti). L'atteggiamento dell'uomo appare strano e, dopo averlo corteggiato invano, la donna scopre che egli è scaduto.
Restituito al supermercato come merce difettosa, verrà spedito nel Terzo mondo.

L'ultima storia vede contrapposte due famiglie che abitano l'una di fronte all'altra:

la prima è una famiglia modesta del nord Italia (Valentini e Marescotti), la seconda una famiglia benestante di origine meridionale (Cohen e Pea), che si è appena trasferita nel palazzo. Tra le due famiglie scatta subito l'odio, complice il riscaldamento difettoso che li costringe a tenere le finestre spalancate e a guardarsi l'un l'altra.

La catena di scherzi e vendette si fa sempre più pesante, i due capifamiglia ricorrono ad armi sempre più potenti, finché, per rispondere ad un attacco con un carro armato, l'altro acquista una "piccola bomba atomica, di fabbricazione russa", eliminando tutto ciò che li circonda.

chissà mai che vi venga la voglia di vederlo...

sempre sara