mercoledì 16 dicembre 2009

L'ALBA lascia il dollaro e il premier feritissimo

"Schiaffo di Fini al premier ferito", intitolava così in prima pagina il Giornale di oggi.

Ebbene si, il premier ferito a colpi di guglie tiene ancora banco.

In centro: "Di Pietro insiste: la violenza è colpa delle vittime".

Suscita particolare interesse l'editoriale di Marcello Veneziani, che potete leggere all'indirizzo http://www.ilgiornale.it/interni/chi_grida_tiranno_legittima_tirannicidio/berlusconi-aggressione_berlusconi-marcello_veneziani/16-12-2009/articolo-id=407429-page=0-comments=1
(link volutamente non attivo, potete fare copia-incolla) intitolato "Chi grida al tiranno legittima il tirannicidio", proprio sotto "I mandanti morali".

Un piccolo stralcio, rivolto ad un politico dell'altro schieramento (nè migliore, nè peggiore, a nostro avviso):

....le parole si sono fatte sangue. Così come solo una bestia idiota e feroce puo' dire davanti alla maschera di sangue di Berlusconi: "non faccia la vittima". Bestia idiota perchè nega l'evidenza atroce e sanguinosa della realtà, bestia feroce perchè riesce a non provare neanche un filo di umana e cristiana pietà di fronte al viso tumefatto e insanguinato di una vittima della violenza e dell'odio

Qual nobile ed elevato pensiero condito di raffinata linguistica.

Poi, la svolta spirituale. In redazione, un giornalista vestito di bianco, sguardo sognante e candela sulla scrivania, scrive

Berlusconi al popolo Pdl: "L'amore vince sull'odio".

Ehm..

  • "abbiamo questa sinistra che si dovrebbe vergognare di tutto quello che fa e che, in effetti, è - ha concluso - la nemica del Paese" Silvio Berlusconi, 30 Giugno 2009 (su questo punto ci preme specificare che a nostro avviso sono molti politici ad essere nemici del paese, a prescindere dallo schieramento. Nondimeno, sono parole dai toni forti queste pronunciate da Berlusconi)

Ma è più avanti, dopo dieci pagine dieci dedicate all'evento, che arrivano i grossi calibri:

Il clima d'odio

E Maroni pensa a come oscurare i siti più violenti

[...]

per rendere inoffensivi i gruppi on-line violenti Maroni annuncia che presenterà giovedì al coniglio dei ministri (ops, un errore di battitura) "misure urgenti per garantire ai cittadini e a chi ha compiti istituzionali di poter svolgere la propria attività in piena sicurezza"

[...]

gli interventi [...] si baseranno sull'esperienza maturata dalla polizia postale e delle comunicazioni, già proficuamente attive nel monitoraggio della rete per l'individuazione di pagine web che inneggiano alla violenza



Libero osa di più e in prima pagina intitola, di spalla:

Anche la Rete va messa in regola


Forse, un giorno, l'affezionato lettore si collegherà a Informazione Scorretta e troverà la scritta

"Pagina chiusa perchè inneggiante alla violenza. Vendesi pelle di capra"

Dopotutto abbiamo inneggiato all'odio.

Già.


ALBA, via dal dollaro

Mentre i nostri giornalisti sono impegnati a sfruttare ogni sistematica possibilità di fare da spalla al potere per metterlo in quel posto alla nazione, si sono lasciati sfuggire una piccola ma succosa notizia apparsa in questi giorni: i paesi dell'ALBA, tra cui Venezuela, Cuba, Bolivia, Nicaragua, Ecuador e Honduras, si sono riuniti a Cuba ed hanno confermato che completeranno l'uscita dall'area del dollaro.

A partire dal prossimo mese di gennaio, infatti, entrerà in vigore la nuova moneta virtuale: il SUCRE, "Sistema Unico di Compensazione di pagementi Reciproci", ed i rapporti commerciali tra i paesi dell'ALBA saranno denominati in Sucre.

Ce ne dà notizia Brunei FM World (!).

Saluti felici

Felice Capretta

60 commenti:

Anonimo ha detto...

Forse, un giorno, l'affezionato lettore si collegherà a Informazione Scorretta e troverà la scritta

"Pagina chiusa perchè inneggiante alla violenza. Vendesi pelle di capra"

Dopotutto abbiamo inneggiato all'odio.


Boh, avete augurato la morte al Papa e mistificato le parole del gentile capo iraniano che non ha cattive intenzioni, quindi siete 2 pari.
La differenza sta nel modo di porle, cioè con le vostre faccine felici (alla Travaglio muahhhahah) che sono però più false dell'Iscariota a voi non caro.

Abicì ha detto...

Girando per la rete ho trovato un interessante articolo riguardo la doppia opinione che si potrebbe avere riguardo la vicenda Berlusca.

http://www.roberto.info/2009/12/15/berlusconi-davide-o-golia/

Buona lettura

Abicì

Anonimo ha detto...

Bell'analisi, peccato che molti non hanno la tua memoria. Anche secondo me l'imbarbarimento della politica è iniziato molto prima... quando qualcuno diceva di voler "eliminare" i comunisti, offendeva l'avversario (Prodi), e dava da coglioni a molti altri... Logicamente la corte costituzionale, il presidente della repubblica e il consiglio superiore della magistratura sono deviati o di parte... affermazioni recenti.
Ora si vuole giustiziare l'idv perchè ci vuole un capro espiatorio...
Come ci voleva per giustificare la povertà, le ingiustizie, le truffe, le rapine... e fu la volta degli immigrati, dei terroni, degli islamici... La Lega Nord forse ne sa qualcosa. La ringraziamo per tutte queste paure.

Felice Capretta, dimostri grandi capacità, mi piacerebbe farti conoscere il progetto net1news, ma non so come contattarti... sei talmente anonimo ;)
vai a vedere www.net1news.org ... fra poco ci saranno grandi novità!
Fabio V.

Bimbo Alieno ha detto...

Devo rilevare un'impennata nel numero di troll che commentano i tuoi post, Felice.
I tuoi contatori cosa dicono? Dovresti aver aumentato il traffico, così a naso. Oltre agli affezzionati lettori, sembrano esserci dei tenaci e costanti dissenzienti... bah

Un gesto isolato di odio spinge a chiedersi "perchè". Bene, è sempre utile farsi domande.
la risposta di tutti è: il clima politico è troppo teso.
Vero. Ci sono toni inaccettabili.

Mi manca il passaggio del "mandante morale". Se domani sparassero ad un magistrato il feritiffimo (ti rammento che è senza denti...) sarebbe considerato mandante?
ri-bah

Anonimo ha detto...

"Boh, avete augurato la morte al Papa"

ERA UNA BATTUTA!
può averti fatto ridere o meno, ma pur sempre di una battuta si è trattato.


"...mistificato le parole del gentile capo iraniano che non ha cattive intenzioni"

naturalmente è solo un razzista del caz che ce l'ha a morte con israele SENZA motivo.
e si.
è proprio così infatti.

MA BASTA!

Goodlights ha detto...

"Pagina chiusa perchè inneggiante alla violenza. Vendesi pelle di capra"

se mi fanno un buon prezzo me la compro io!
:-)

un saluto a tutti.
sara

Anonimo ha detto...

Dopo avere letto gli ultimi commenti e le ipotesi seguite al caso B. sono abbastanza sconvolta.

Ma a pensarci bene..
Qualcuno si è mai fatto male in faccia? Io per un incidente stradale ho guadagnato un taglio sopra il sopracciglio piccolo 2/3 cm. non me lo hanno nemmeno suturato

eppure

la mia camicia era piena di sangue, è accaduto istantantaneamente.. lui è lindo in maniera inspiegabile dato il danno, no?

A pensar male si fa peccato però il diavolo fa le pentole ma non i coperchi.. :))

Ringrazio chi ha postato il video, e chi ha riportato il precedente storico di Pisistrato..

:))

Zita

ps: Cavolo, Rumenta, ma tu fai anche un pò paura. : grrrrrr

Anonimo ha detto...

un saluto a tutti.
nel leggere i commenti noto una continua attenzione nel riportare ciò che gli altri dicono o fanno.
ma è così indispensabile parlare sempre degli altri?
perchè non parlare , o meglio, esaminare noi stessi, di fronte alle situazioni che incontriamo sul ns cammino?
ho imparato che dove indirizziamo la ns attenzione, li va la ns energia.
secondo me è molto più profiguo , riportare le ns esperinze, la ns realtà, qauli stimoli sreni per un confronto, finalizzato a migliorare tutti insieme.
dopo che il ns re gilardino, ha avuto la forza di riconoscere se stesso, su questo blog, penso che tutti possiamo essere più sinceri e coerenti.
con affetto
franco

Anonimo ha detto...

OFFRO 100 SUCRE PER LA PELLE DI CAPRA !!!!!

Anonimo ha detto...

Ringrazio Zita.
Ma secondo l'atto di Domenica a Milano è una sceneggiata degna di Hollywood.
Silvano

Anonimo ha detto...

franco

17 dicembre 2009 02.23

Purtroppo rumenta è il primo, quota sempre e non si esprime mai ... così sono le persone che frequentano questo sito purtroppo.

Faurio ha detto...

Sinceramente quello che è successo a mister B mi ha dato fastidio perchè lui è sempre stato additato dalle cosiddette sinistre come il capro espiatorio responsabile di tutti i problemi italiani. Negli ultimi tempi poi mi sembra che gli attacchi nei suoi confronti si siano moltiplicati anche dall'estero.
Questo continuo martellare ha portato la gente a considerarlo il peggio che ci sia in italia e nel governo tutto.
Ma è proprio vero?
Secondo me tutti i deputati e senatori si meriterebbero di venire presi a pedate nel sedere ma è così facile sputare tutti contro il nano.
E Fini non si merita nulla? D'alema? Prodi? Bersani? Casini? Mastella????? Bassolino???? Iervolino? Bertinotti? tutti da incensare?
Berlusconi non mi piace particolarmente ma se a sostituirlo dovessero essere le persone di cui sopra, pensate forse che le cose possano migliorare?
Ma voi dareste in gestione una pizzeria a Fini? e a Dalema? e a Prodi? E vorreste affidargli l'Italia?
Ripeto non reputo mister B un esempio di onestà e correttezza ma chi in parlamento lo è?
Basta accusare solo lui, è troppo comodo. Tutta la classe politica è marcia e quelli che accusano B lo fanno per distogliere le attenzioni dalle loro responsabilità.
Ripeto non sono pro B non l'ho votato ecc ma è l'esempio lampante di come i media possano manipolare le menti delle persone.
In ultimo aggiungo che anche io sono concorde nell'imputare a B turbe psichiche (Blondet ne ha parlato inmaniersa esustiva in più di un'occasione).
saluti
Faurio

kilkenny1975 ha detto...

Se ancora non avete visto questo video, vi consiglio vivamente di farlo

http://www.youtube.com/watch?v=vWmvrYIKitA

Ciao
C

Anonimo ha detto...

GEAB N ° 40 è disponibile! Primavera 2010 - Nuovo punto di flessione della crisi sistemica globale:
Quando il cappio dei disavanzi pubblici strangolerà gli Stati e i sistemi sociali occidentali (ripensaremarx)

http://files.splinder.com/ec6147c37cc58219197b13059710c0c7.pdf

Anonimo ha detto...

geab
http://ripensaremarx.splinder.com/post/21886933/GEAB+N+%C2%B0+40+%C3%A8+disponibile%21

Anonimo ha detto...

articoli movisol su conferenza Copenhagen sono preoccupanti:
http://www.movisol.org/09news245.htm
http://www.movisol.org/09news246.htm
http://www.movisol.org/09news244.htm

luigiza ha detto...

Lo stesso video sull'incidente a Berlusconi lo si trova anche qui: http://ilpunto-borsainvestimenti.blogspot.com/
ma con commenti in sovra-impressione forse ancora più convincenti.

Che avesse ragione la Bindi con quel suo: 'Che non faccia la vittima' ?

luigiza

rumenta ha detto...

Zita:

ps: Cavolo, Rumenta, ma tu fai anche un pò paura. : grrrrrr

come diceva una pubblicità: preferisco VIVERE.....

----------------------------

Purtroppo rumenta è il primo, quota sempre e non si esprime mai...

quotando i post si esprimono comunque concetti ed opinioni.
naturalmente è necessario CAPIRE quel che si legge.
invece probabilmente sei uno di quegli analfabeti di ritorno dei quali parlavano ieri sera al tiggì.... e se ne parlano persino lì....

così sono le persone che frequentano questo sito purtroppo.

penso di parlare a nome di tutti se ti rispondo che sono orgogliose di esserlo.
e personalmente, piuttosto che essere come te, preferirei essere qualsiasi cosa.
ma proprio qualsiasi, eh....

un caro saluto al mio uomo falco (Cit. Venditti) preferito.

Goodlights ha detto...

ciao a tutti!

ho visto, immagino come tutti voi, diversi filmati sull'aggressione a berlusconi.

sinceramente poco mi importa se sia una montatura o meno.
saperlo non mi cambia l'esistenza.

a mio avviso l'attenzione andrebbe spostata sul clima di tensione che si è creato, non solo nell'ambiente politico, ma anche intorno a noi.

le persone che faticano ad arrivare a fine mese spesso si incattiviscono, cercano qualcuno a cui dare la colpa, qualcuno con cui sfogarsi.

temo il moltiplicarsi di episodi del genere.

ci attendono tempi bui e non lo dico per fare l'uccellaccio del malaugurio, ma perchè l'evolversi delle situazioni porta il mio pensiero in questa direzione.

voi cosa pensate?

sara

kilkenny1975 ha detto...

@luigiza
Molto bello

@Felice
Caro felice, la frase "Italiani, eterni secondi" mi sa che non è molto azzeccata, forse era meglio scrivere:

"Italiani, primi nelle bufale"

Saluti
C

rumenta ha detto...

kilkenny1975:

@Felice
Caro felice, la frase "Italiani, eterni secondi" mi sa che non è molto azzeccata, forse era meglio scrivere:

"Italiani, primi nelle bufale"

Saluti
C


scusa ma i primi restano gli usa:

guerra hispano-americana, l'auto affondamento della Maine (fu un incidente);
prima guerra mondiale, l'affondamento del lusitania (misero dei passeggeri su una nave che trasportava munizioni in palese violazione delle leggi internazionali sulla neutralità);
seconda guerra mondiale, pearl harbor (si lasciarono attaccare quando i servizi segreti sapevano esattamente quel che si preparava);
vietnam, l'incidente del golfo del tonchino (finto attacco di alcune motosiluranti nord vietnamite a due cacciatorpediniere usa);
9/11, il loro capolavoro insieme alle "armi di distruzione di massa" di saddam.

insisto, sono loro i veri maestri.....

Mario ha detto...

e dopo il SUCRE arriva il "GULFO"
"I Paesi del Golfo Persico hanno avviato la prima fase dell'Unione monetaria del Golfo, che ha come obiettivo il lancio entro i prossimi dieci anni di una moneta unica per gli Stati del petrolio."
fonte repubblica.it

Infettato ha detto...

e dopo il SUCRE arriva il "GULFO"

@Mario in realtà partono insieme...:-)

Roberto

luciano perazolo ha detto...

@Rumenta
Quoto!!

Goodlights ha detto...

@rumenta alias l'uomo fatto link
:-D

ciao!

con il tuo ultimo commento scatenerai le ire di un sacco di "informati correttamente"
:-)

si salvi chi può!

sara

Infettato ha detto...

con il tuo ultimo commento scatenerai le ire di un sacco di "informati correttamente"

Per essere scorretto userei "traviati correttamente" :-)

Anonimo ha detto...

@felice capretta e tutti quanti:

http://market-ticker.denninger.net/archives/1742-THE-MESS-IS-NOT-OVER-EuroZone.html

http://market-ticker.denninger.net/archives/1746-Europe-An-Impending-Disaster.html

se potete commentate queste info please :)

DAZ

Mario ha detto...

@vari "analfabeti di ritorno" che hanno sempre criticato Informazione Scorretta e i report del Geab.

Allora sulla fuga dal dollaro abbondantemente trattata e pubblicizzata in passato, quando iniziate a postare i Vostri mea culpa? ah ma forse è stata "imbroccata" per caso eh?

@rumenta
" penso di parlare a nome di tutti se ti rispondo che sono orgogliose di esserlo ... "

a nome mio sicuramente, anzi se vuoi ti firmo una delega scritta :)

kilkenny1975 ha detto...

@rumenta
scusa, mi rimangio tutto

"Italiani, eterni secondi"

:)

Anonimo ha detto...

rumenta
penso di parlare a nome di tutti se ti rispondo che sono orgogliose di esserlo.
e personalmente, piuttosto che essere come te, preferirei essere qualsiasi cosa.
ma proprio qualsiasi, eh....


anche un essere umano normale?
Potresti diventarlo un giorno.

Anonimo ha detto...

@ Daz
ho guardato i link, di fatto il leverage è un problema conosciuto ma è allarmante il fatto che nessuno ponga il problema della trasparenza di bilancio delle banche.
Trovo invece un forzato il parallelismo noi (stati uniti) e loro (europa).
La solfa è sempre la stessa. Ladri di qua e di la dell'atlantico.
Certo che 2000 miliardi sono veramente tanti...

Fantomas

Goodlights ha detto...

@rumenta

ti prego non ci diventare però come "l'umanoide apparentemente normodotato" del post precedente!
:-)))

sara

djsdong ha detto...

a "George Orwell" tutto questo sarebbe piaciuto molto. siamo proprio come ne "la fattoria degli animali" senza alcuna ombra di dubbio. ci sono i cattivi sempre in agguato e per colpa loro le libertà di tutti devono essere ristrette. il demone INTERNET quando in TV trasmettono ME*DA, VIOLENZA e NULLA 24 su 24 ai poveri fessi ops.. al popolo italiano.
e si, il governo ci ama e ci protegge :)

agli scenari di "1984" pian piano, format escluso, ci arriviamo (manca poco).

kermitilrospo ha detto...

@Ringrazio Zita.
Ma secondo l'atto di Domenica a Milano è una sceneggiata degna di Hollywood.
Silvano

una settimana dopo il fattaccio scopro che in giro c'è tanta gente che la pensava come me, ovvero che l'aggressione potesse essere tutta una messa in scena. Di solito non mi sono mai vergognato di sparare cazzate a destra e a manca, ma questa volta mi sono trattenuto. Complimenti a chi ha messo quei video sul Tubo.

Anonimo ha detto...

"l'aggressione potesse essere tutta una messa in scena"..
con tutta quella gente intorno nessuno si sarebbe accorto?
tutto può essere (e non sono un fan del soggetto in questione) però la vedo difficile come tesi.

AZUL GRANA ha detto...

Salve
Molto interessante questa uscita dall’area del dollaro, da parte delle nazioni centro e, sud americane.
Mi fa piacere, visto che, probabilmente, tra qualche anno con la mia famiglia potremo trasferirci proprio in quei posti: Uruguay o, in alternativa il Chile, male che vada la nazione degli All Blacks
(Nuova Zelanda), ci sono molti se tra questo dire e il fare: se mi mandano in pensione, se mi pagano la liquidazione, se riesco a vendere la casa.
Una piccola riflessione sul caso S.B. e il lancio del modellino del Duomo.
A chi giova ? si sono chiesti in molti e, anch’io mi sono posto la stessa domanda.
Però la stessa domanda me la sono fatta anche quando, all’indomani della non approvazione della legge sull’omofobia, cominciarono le “aggressioni” ai gay e ai loro locali: a chi giova?
Sempre la stessa domanda me la sono posta quando, prima delle elezioni (quasi sempre una settimana prima del voto), nel cimitero della mia città venivano imbrattate le tombe dei partigiani e quelle degli ebrei con, svastiche, celtiche, rune eccetera: a chi giova? Fu poi scoperto, nel caso delle tombe, che, a imbrattare era stato qualche ragazzo dei centri sociali su commissione dell’allora PCI/PDS; il caso, fu subito messo a tacere e, il giornalista che scrisse l’articolo in merito, ora cura il calcio giovanile sul Corriere Mercantile.
In guerra e, in amore, tutto è permesso!
ps non ho mai votato, questo per non essre accusato di parteggiare per alcuno.
Saluti
Azul Grana

andrea ha detto...

una cosa curiosa:
a proteggere il Berlusca ci sono un centinaio di uomini, pagati da noi, e assunti dalle file delle "guardie" mediaset.
il capo della sicurezza è berlusconi stesso, cosa estremamente anomala, perchè da ogni parte del mondo (usa compresi) il capo della sicurezza è un professionista, che sovente condiziona, per ragioni di sicurezza le scelte di "esposizione" del premier scortato. da noi no, il capo decide come e quando e quanto essere protetto.
maroni, nell'interrogazione a proposito, ha giustamente difeso polizia e guardie istituzionali, infatti la sicurezza di berlusconi non dipende dai suoi uomini.
ma questa che è la domanda circolata su tutta la stampa internazionale (ovviamente oscurata in italia), ovvero "ma come è potuto accadere?" nessuno la pone.
notare che si vede benissimo dai filmati il tartaglia che agita la mano con dentro il souvenir ripetutamente prima di colpire.
per cui c'è da domandarsi: ma sti uomini di scorta, che li paghiamo a fare ?
e c'è di più, colpito, ferito, caricato in macchina, giustamente come in tutti i casi analoghi deve essere allontanato il più velocemete possibile proprio per il timore che quello sia l'atto per distrarre la sicurezza quando il vero attentato deve ancora avvenire.
e invece che fà ? impone all'auto di fermarsi, apre la porta e si issa sul predellino per offrirsi alle macchine fotografiche e cineprese... e se c'era davvero un attentatore, ai suoi colpi !
c'è davvero da criticare scorta e caposcorta, ... ops, vuoi vedere che ....

andrea ha detto...

una cosa curiosa:
a proteggere il Berlusca ci sono un centinaio di uomini, pagati da noi, e assunti dalle file delle "guardie" mediaset.
il capo della sicurezza è berlusconi stesso, cosa estremamente anomala, perchè da ogni parte del mondo (usa compresi) il capo della sicurezza è un professionista, che sovente condiziona, per ragioni di sicurezza le scelte di "esposizione" del premier scortato. da noi no, il capo decide come e quando e quanto essere protetto.
maroni, nell'interrogazione a proposito, ha giustamente difeso polizia e guardie istituzionali, infatti la sicurezza di berlusconi non dipende dai suoi uomini.
ma questa che è la domanda circolata su tutta la stampa internazionale (ovviamente oscurata in italia), ovvero "ma come è potuto accadere?" nessuno la pone.
notare che si vede benissimo dai filmati il tartaglia che agita la mano con dentro il souvenir ripetutamente prima di colpire.
per cui c'è da domandarsi: ma sti uomini di scorta, che li paghiamo a fare ?
e c'è di più, colpito, ferito, caricato in macchina, giustamente come in tutti i casi analoghi deve essere allontanato il più velocemete possibile proprio per il timore che quello sia l'atto per distrarre la sicurezza quando il vero attentato deve ancora avvenire.
e invece che fà ? impone all'auto di fermarsi, apre la porta e si issa sul predellino per offrirsi alle macchine fotografiche e cineprese... e se c'era davvero un attentatore, ai suoi colpi !
c'è davvero da criticare scorta e caposcorta, ... ops, vuoi vedere che ....

andrea ha detto...

ops... non ho capito perchè è stato duplicato..
misteri caprini, vero Felice ?

Anonimo ha detto...

anche un essere umano normale?

normale??
come quelli che il calcio o il gf o qualche isola di fancazzisti famigerati o, dio NON voglia, votare alle elezioni??
piuttosto morto.......

Potresti diventarlo un giorno.

VADE RETRO, SATANA!!!!!

rumenta ha detto...

sara:

con il tuo ultimo commento scatenerai le ire di un sacco di "informati correttamente"
:-)


possono scatenare quel che gli pare, ormai gli storici sono concordi nella loro quasi totalità su queste versioni rivedute e (S)corrette.
pensa che nel caso del golfo del tonchino, se non erro abbiamo pure la testimonianza di un ex segretario di stato usa....

@rumenta

ti prego non ci diventare però come "l'umanoide apparentemente normodotato" del post precedente!
:-)


lo feci in più di una occasione, ma per un motivo ben più valido: impedire che la centrale elettrica dell'enel nel porto di genova venisse trasformata in "cancrovalorizzatore"
non avevo il cartello e la bandiera, ma uno striscione.....

yuma ha detto...

@ Rumenta 4,57

...chi di spada ferisce...

gli amici Israeliani impararono molto bene la lezione al punto che affondarono la Liberty agli USA per indurli a benedire la guerra dei sei giorni

34 americani alle cui mamme fu regalata una bandiera.

Roba da secondi in classifica subito, noi come al solito tarallucci e vino dai...

rumenta ha detto...

yuma:

@ Rumenta 4,57

...chi di spada ferisce...


vero.
il problema è, però, che feriscono il loro stesso popolo, per costringerlo a fare cose che normalmente non vorrebbe fare.

per questo, quando mi tacciano di antiamericanismo per aver citato questi (ed altri) fatti, mi faccio una bella risata e faccio notare che non è il popolo ma sono la DIRIGENZA ed i suoi scagnozzi ad essere responsabili.

Anonimo ha detto...

OT @ pluto

ciao pluto, non so se leggerai questo post, comunque lo lascio lo stesso.
Tempo fa parlasti di strane linee nell'oceano atlantico e proprio oggi arriva questa notiziola

http://www.corriere.it/esteri/09_dicembre_17/atlantide-farkas_68558dfc-eb46-11de-9f53-00144f02aabc.shtml

potrebbero essere le stesse coordinate chi lo sa...

un saluto a tutti
Marco

Anonimo ha detto...

@Marco

"una struttura simile a una piramide alta e sottile - racconta il capo della spedizione -, e persino una costruzione con pali paralleli in piedi e travi fra le macerie di ciò che sembra un edificio in rovina"

che dire...una pagina di grande giornalismo !

Anonimo ha detto...

da Crisis:

http://crisis.blogosfere.it/2009/12/locchio-di-ivan-gli-allocchi-ed-i-gufi.html

Anonimo ha detto...

Il Golfo verso la moneta unica
A gennaio la prima fase

Kuwait City - I Paesi del Golfo Persico hanno avviato la prima fase dell'Unione monetaria del Golfo, che ha come obiettivo il lancio entro i prossimi dieci anni di una moneta unica per gli Stati del petrolio. La nuova valuta, concepita sul modello dell'euro, sarà chiamata a sfidare il dollaro come merce di scambio internazionale per l'oro nero. "Il patto dell'unione monetaria del Golfo è diventato realtà", ha sintetizzato il ministro delle Finanze del Kuwait, Mustafa al-Shamali, in occasione del summit per il Gulf Cooperation Council (GCC).

La prima fase della nuova moneta partirà infatti il prossimo anno, con la creazione del Gulf Monetary Council, embrione di quella che diventerà una vera e propria Banca centrale del Golfo Persico.

I primi ad aderire al progetto sono stati Arabia Saudita, Kuwait, Bahrain e Qatar, ma il club sembra destinato ad allargarsi rapidamente. Per il momento gli Emirati Arabi si sono tenuti fuori dall'iniziativa, infastididi dal fatto che il quartier generale della nuova moneta sorgerà a Riyadh, capitale dell'Arabia Saudita, invece che ad Abu Dhabi, per insistenza del re saudita Abdullah. La loro partecipazione alla nuova moneta sembra tuttavia solo rimandata a un prossimo futuro, insieme a quella dell'Oman.

L'adozione di una moneta unica consentirà a questi Paesi di avere una propria valuta per il loro principale bene da esportazione, vale a dire il petrolio, e di rafforzare così la propria influenza sui mercati globali. Potenzialmente, si tratta di una mossa che consentirà alla nuova moneta di prendere il posto del dollaro nei contratti sull'oro nero, incidendo ancora di più sulla svalutazione della valuta statunitense.

Il progetto di una moneta del Golfo, che non a caso prenderà il nome di "gulfo", si ispira all'adozione dell'euro in Europa, considerata un grande successo nel mondo arabo. Tra i ministri dei diversi Paesi, tuttavia, ci sono dubbi su come sia meglio procedere. "La moneta unica dovrebbe venire alla fine di un percorso", ha detto il ministro delle finanze del Baharain, Khalid Bin Ahmad Al Kalifa. "L'Europa ha impiegato quarant'anni prima di sentirsi pronta a compiere questo passo. Dobbiamo prima coordinare le nostre politiche economiche e creare infrastrutture comuni".

Una delle differenze fondamentali rispetto alla zona euro sarebbe il maggiore peso specifico di un singolo Paese, l'Arabia Saudita, sugli altri. Il rischio, sottolineano gli osservatori internazionali, è che gli altri Stati possano sentirsi come dei satelliti chiamati a ruotare attorno agli interessi di Riyadh. E' proprio qui, d'altronde, che verranno prese le decisioni sui tempi e le modalità di introduzione sul mercato della nuova moneta.

fonte: http://finanza.repubblica.it/News_Dettaglio.aspx?del=20091217&fonte=RPB&codnews=212731

yuma ha detto...

pensierino del giorno
QUI

yuma ha detto...

il viddeo sotto l'articolo ...naturalmente, il resto ...è ovvio

Anonimo ha detto...

anche oggi vedo il solito gossip per far passare il tempo ed arricchire l'illusione che dopo aver saputo queste notizie la nostra vita sara' al sicuro.
come dice franco, tante notizie prese da altri ma niente che venga da voi.
il bello e' che ne parlate come se foste gli esperti dei fatti degli altri!
oggi siete esperti di economia americana, domani lo siete di politica asiatica, poi di guerre africane e di virus ucraini.

ma davvero credete ancora a quello che raccontate? non avete mai toccato con mano nessuna delle informazioni su cui discutete, o sbaglio?
non siete ancora stanchi di mentire a voi stessi? questo e' puro gossip.

quantunque queste notizie siano vere (e lo sono solo in minima parte) siete sicuri che descrivano bene e completamente la realta'?

e una volta lette, cosa che ne facciamo, come le trasformiamo in azioni quotidiane?
inutile nascondersi dietro ad un dito, se va bene l'1 per 1000 di chi legge avra' modificato un poco la sua vita dopo aver appreso un certo tipo di informazioni, la maggior parte avra' riempito con internet il vuoto lasciato da qualcos'altro, per esempio la tv.
ma niente veramente e' cambiato, niente, tutti vi muovete esattamente come prima.

perche' dico questo? perche' mi sembra che qualcuno di voi lo richieda, mi sembra che qualcuno di voi si sia rotto le scatole di rincorrere le solite notizie e senta che c'e' in arrivo ben altro che i fatti del GEAB.

mi sbaglio? fa niente, per lo meno avete letto qualcosa che viene da me e non un copia/incolla, se puo' essere utile o no e' a discrezione di chi legge, come sempre.

per quelli che si sono rotti le scatole: guardarsi dentro perche' la vita viene solo da li'.

indopamasplop

yuma ha detto...

@ Indo a cui probabilmente le emorroidi questa notte hanno dato particolarmente fastidio.Si sa il caldo e l'umidità non sono un toccasana.

l'illusione che dopo aver saputo queste notizie la nostra vita sara' al sicuro

il tema della sicurezza ognuno se lo gioca di suo. Personalmente per me non è affatto un problema.
Non ho avuto esigenza di emigrare per sentirmi più sicuro.
E neanche ho imposto la mia idea alla mia famiglia

oggi siete esperti di

no, semplicemente condiviso con altri informazioni che si reputano importanti o anche solo interessanti

non avete mai toccato con mano nessuna delle informazioni su cui discutete

questa è una tua illazione che non capisco da quale certezza ti provenga

e una volta lette, cosa che ne facciamo, come le trasformiamo in azioni quotidiane

ognuno decide per se nella più ampia autonomia

tutti vi muovete esattamente come prima.

questo è di nuovo un tuo punto di vista

mi sembra che qualcuno di voi si sia rotto le scatole di rincorrere le solite notizie e senta che c'e' in arrivo ben altro che i fatti del GEAB.

quelli sono già tutti da Mastro Corvo

come dice franco, tante notizie prese da altri ma niente che venga da voi.

si in mezzo alle tante altre cazzate , dice anche questo

per lo meno avete letto qualcosa che viene da me e non un copia/incolla

ne prendiamo atto come sempre.

Direi che tu e Franco ci potreste fare un post il 1 di gennaio con validità per tutto l'anno e magari Felice potrebbe metterlo in pole position ogni giorno

per quelli che si sono rotti le scatole: guardarsi dentro perche' la vita viene solo da li'.

potrebbero esserci anche altri che si sono rotti le scatole di avere Grilli parlanti noiosi e petulanti che dicono sempre le stesse cose e che come diceva Troisi potrebbero essere la causa delle migrazioni degli uccelli

Anonimo ha detto...

lo sapevo che c'era qualcuno che si era rotto le scatole... :-)))

indopama

Anonimo ha detto...

@ anonimo 14.41

"che dire...una pagina di grande giornalismo !"

beh si, mi sembra ovvio. Leggo solo cose che resteranno nella storia, scolpite nella roccia...immutabili...anzi ti dirò di più: sono persuaso che questa sia la più grande scoperta degli ultimi 150 anni!

Marco

Anonimo ha detto...

segue di la'

yuma ha detto...

@indo
anche per di "LA'" prendiamo atto.

Tu cosa suggerisci?

guru2012 ha detto...

@ Yuma

Il problema non è la quantità di terre coltivabili, il problema risiede nello spreco di risorse e sopratutto del cibo.

Certo se il trend è quello di coltivare le terre per produrre il biodiesel, non si va da nessuna parte.

Comunque, per riallacciarmi al tuo intervento di prima, oggi tenterò un esperimento: mi siederò con la famiglia intorno alla tavola, prenderò la parola spiegando ai commensali che noi siamo ciò che pensiamo e che i pensieri sono il cibo per la mente.

Magari mi si materializza una bella scofanata di spaghetti all'amatriciana.

Oh... si fa per scherzare...

:D

Anonimo ha detto...

un saluto a tutti.
@yuma
il tuo scritto , ricalca il tuo stato di essere , realtivo al momento.
questo blog è libero; ogiuno può esprimere il suo pensiero.
personamente , quando scrivo, è perchè sento di farlo, senza altri scopi.
se io paralssi di eecomia, di politica, di fisica, di vite vissute, di cosa si trova dopo la morte, forse per te sarebbe più interessante; ma servirebbe solo ad alimenatare il tuo ego.
per cui sarebbe solo dannoso.

@guru 2012.
non è necessario che ai tuoi familiari " ai commensali che noi siamo ciò che pensiamo e che i pensieri sono il cibo per la mente".
non devi spiegarlo; per te, l'unico alimento è il cibo; le tue paure, le tue insicurezze.
in ogni caso, vivi lo stesso.
la forza che fa battere il tuo cuore, fa lo stesso con il mio, con tutti.
ogni cosa a tempo debito.
non giudico le tue espressioni, ne quelle di yuma.
osservo; vedo solo uno stato di essere, uono stato di volere.
cosi come le frequenze radio , sono tante, cosi allo stesso modo lo sono quelli degli uomini.
ogniuna vibra a frquenza diversa, e tutte, formano la vita.
franco

yuma ha detto...

i tg stanno parlando del picchettaggio ai cancelli della Parmalat
Sembra una notizia come tante, ma è un terremoto
Qualcosa si sta muovendo e forse le difficoltà aguzzeranno l'ingegno. Magari anche nella finanza?

Spiego per chi è digiuno. Parmalat negli anni (ma non solo Parmalat) avendo creato un Brand si trovava in posizione privilegiata in quanto possedendo i canali distributivi in forza del brand creato poteva permettersi di ritirare tutta la produzione in un regime praticamente di monopolio.

Tu produttore puoi vendere solo a chi ti ritira il prodotto in funzione del fatto che ha già la filiera di vendita pronta

Al suo prezzo.

Altrimenti te lo tieni e nel giro di un giorno lo butti

Oggi i prezzi pagati non coprono neanche i costi . Il prodotto finito triplica abbondantemente il suo valore al consumo.

Se persino il produttore cuneese, noto per la sua pazienza e pacatezza spinto dalla disperazione arriva a gesti simili, qualcuno da qualche parte dovrebbe trarne le dovute conseguenze

Quello che sta succedendo nel
mondo agricolo locale ha qualcosa
di epocale. E’ il segnale inequivocabile
che qualcosa,
dopo anni, si muove. Lo strappo tra Coldiretti e Confcooperative è storico.
Dietro l’operazione del
principale sindacato agricolo
provinciale, che si affranca dall’organizzazione
delle cooperative
con l’intento di valorizzare
la strategia della filiera corta, si
manifesta, in realtà, una rivoluzione
che potrebbe incidere
profondamente nel tessuto dell’economia
agricola.
La Coldiretti provinciale di Cuneo
è la più importante d’Italia,
.
Se un sindacato agricolo
di queste proporzioni decide
di scommettere sui prodotti a
“chilometri zero”, abbandonando
la strada delle politiche industriali
percorsa da Confcooperative,
vuol dire che non si torna indietro
e che centinaia di aziende
del nostro territorio si troveranno
quanto prima a compiere delle
scelte radicali, con effetti a catena
su tutta l’economia locale prima e nazionale poi .

La prima partita, nell’immediato,
è sul latte. Altre seguiranno.

La filiera corta della
frutta potrebbe interessare anche all'industria , Ferrero in primis , affamata
di marmellata, oltre che di latte
in polvere.
Insomma, la Coldiretti punta ormai
senza timore a smarcare i
suoi associati dalla grande distribuzione
industriale gestendo
in proprio le risorse del settore
primario, dal produttore al consumatore.
Sono segnali importanti che arrivano a chi è nella stanza dei bottoni. Se non se ne accorgeranno , saran dolori.

Quà si sta di nuovo parlando di prodotto.
Si spezzerà il cordone ombelicale Grande Distribuzione, Politica , Finanza creativa di sbocco ecc

Mica poco...

TaO ha detto...

@ Yuma

Già in associazione si annusava aria di "filiera corta" . Comunque io la produzione all'ingrosso l'avevo già scartata a priori .

Indubbiamente le decisioni Coldiretti che hai descritto sono di una certa imponenza e , se perseguita fino in fondo , sicuramente provocherà modifiche importanti degli attuali assetti .

un saluto

TaO

guru2012 ha detto...

@ Franco

No, guarda, il piatto di amatriciana era per i miei bambini, io, come potrai immaginare, essendo guru, non mi nutro di cibo ormai da centinaia di anni. :D (ironia, please)

@ yuma

La cosa che hai postato invece, è di grande interesse.
Grande fratello, ti stimo.

PS: stimo anche Franco (senza ironia)