giovedì 24 novembre 2011

Crisi strategica con cedimenti a Est





Parigi, Berlino e Roma

Diciamocelo, un pregio Monti ce l'ha. Cioè, prima di tutto parla l'inglese. E poi non è un tamarro come il suo precedessore. E' un gangster di pregio. Ed è grazie a Monti che il vertice italofrancotedesco di oggi c'e' stato, e soprattutto è grazie a Monti se la Merkel e Sarkozy non ci hanno umiliati, trattando come un povero disgraziato e cialtrone la persona che ci rappresenta(va).

Magra consolazione.

Comunque, il vertice si è risolto con il consueto nulla di fatto: Angela Merkel non ha mollato di un millimetro sugli Eurobond, cosa che ha fatto sudare non poco Sarkozy che sente sulla sua Francia la pressione della speculazione, mentre Monti non ha presentato nulla di veramente concreto. Sarkozy ha sostenuto che la crisi sta divorando l'economia europea perchè il trattato dell'Unione Europea non è adatto.

Quindi bisogna cambiare il trattato.

Già.

E infatti su una cosa hanno concordato tutti e tre, i tre porcellini: bisogna rivedere il trattato. Bisogna 'unificare la politica fiscale', il che è inevitabile, dal momento che non puoi avere la stessa politica economica se non hai la stessa politica fiscale, altrimenti la tua politica economica salta.

Quindi ora sappiamo cosa aspettarci per il futuro: maggiori poteri all'unione europea, comandata da persone nominate e non elette, e minori poteri agli stati, governati da persone elette.



Lisbona, guerriglia urbana

Guerriglia urbana e blocco dei voli da e per il Portogallo. Le rigide misure prospettate dal governo e pretese da UE e FMI per l'ottenimento dei salvataggi non sono piaciute ai portoghesi che hanno pensato bene di scendere in piazza e dare battaglia.

Che strano.


I difficili rapporti sullo scacchiere dell'Est

Il giorno 8 Novembre, con solenne cerimonia, veniva inaugurato il North Stream, il gasdotto che porta il gas russo direttamente nel cuore dell'Europa a riscaldare le fredde case tedesche.

Il North Stream è un importante progetto, perchè il suo tracciato è stato realizzato appositamente perchè il gas russo passi nel mar Baltico ed arrivi alla Germania saltando i paesi satelliti della Russia. In questo modo, la Russia si rende indipendente da eventuali cambi di regime nei paesi satelliti (oggetto di fin troppo sospette rivoluzioni arancioni, rosa e colorate in genere) e si assicura lo sbocco al suo mercato più ricco: quello europeo.

Secondo punto, da annotare. Due giorni fa, lo Zar Vladimir Putin, l'equivalente russo di Mubarak, è stato fischiato a sorpresa davanti alle telecamere, fischiato da migliaia di persone in un palazzetto dello sport. Questa non è una delle cose che succedono di frequente, specialmente ad un uomo così attento alla sua immagine come nonno Putin. Ed è un segno che il malcontento cova fortemente anche in Russia.

Ieri c'e' stata un'altra mossa allo scoperto di Mosca.

Terzo punto.

Crisi strategica e risposta strategica

Medvedev ha sostanzialmente dichiarato che Mosca si è stancata della minaccia missilistica NATO e reagirà.

Il tema è quello delle batterie antimissile che Washington vuole schierare negli ex paesi satelliti sovietici: polonia, bulgaria, romania, e altri.

Ufficialmente per "proteggere l'europa dalla minaccia dei missili iraniani", il progetto delle batterie antimissile, in realtà risale all'era Bush, un po' figlio dei neoconservatori, un po' figlio dell'intramontabile Zbigniew Brzezinski, i primi ossessionati da un nemico, il secondo con la visione strategica di accerchiare la Russia per ridurla ad una media potenza regionale. Perchè chi controlla la Russia puo' controllare Eurasia, e chi controlla Eurasia controlla l'isola-Mondo.

Ora, il problema è che Mosca evidentemente percepisce queste batterie come una minaccia. 

Non per i missili in sè, che in fondo sono missili antimissile.

Ma perchè questi missili riducono sostanzialmente la capacità di risposta nucleare strategica russa in caso di attacco strategico NATO. Il che sbilancia l'equilibrio di deterrenza ed altera sostanzialmente gli equilibri geostrategici nella regione e soprattutto nell'intero mondo. 

Si, perchè dovete sapere che i missili strategici, quelli con capacità di nuclearizzare intere regioni, sono sostanzialmente invulnerabili e non possono essere abbattuti.

Il sogno del sistema antimissile che colpisce il missile nucleare mentre sta cadendo è, appunto, un sogno nato e morto nei film americani. Perchè il missile è troppo veloce per essere agganciato e colpito quando è in fase di crociera o di caduta.

L'unico momento in cui il missile strategico è vulnerabile è poco dopo il suo lancio, con una realtivamente piccola finestra di tempo utile per abbatterli.

Per questa ragione è essenziale avere le batterie antimissili siano scherate più vicine possibile all'area di lancio dei missili: più sono vicine, prima possono reagire, più possono essere efficaci.

Il che ha il positivo effetto di far esplodere o far ricadere il missile nucleare nei pressi di chi l'ha lanciato, per la sua felicità.

Ma soprattutto, consente a chi schiera le batterie antimissile, in questo caso la NATO, di avere un vantaggio strategico fondamentale: poter colpire per primi, limitando la capacità del nemico di rispondere per le rime, con una risposta strategica nucleare. Questo perchè, grazie alle batterie antimissile, la NATO potrebbe abbattere la maggior parte dei missili russi che partirebbero in risposta all'attacco.

Così, all'indomani delle ripetute mancate promesse dell'amministrazione Obama di bloccare il progetto delle installazioni antimissile in Europa, Medvedev ha dato scacco matto ed ha dichiarato che schiererà a sua volta batterie dei micidiali missili Iskander alle porte dell'Europa, in un'enclave russa tra Polonia e Lituania.

I missili Iskander hanno già dimostrato la loro straordinaria capacità di colpire le installazioni con tecnologia NATO durante la guerra in Georgia. Perchè viaggiano in volo orizzontale a circa 5000 km/h, il che li rende sostanzialmente inarrestabili. E sono maledettamente precisi. 

Questo ristabilirebbe parzialmente l'equilibrio strategico.

Segnali di dissezione geopolitica globale, detta anche crisi strategica, ovvero l'equivalente strategico della fase "Ognun Per Sè".

Saluti felici

Felice Capretta

77 commenti:

Anonimo ha detto...

@ Felice e a tutti.
trovato adesso aggiornado il preferito della pagina:
http://www.courtfool.info/it_MES_un_colpo_di_stato_in_17_paesi.htm

Si capisce bene che la crisi altro non è che una metastasi interna alla stessa UE.
Buona lettura. :-)
FEDRO 55

Anonimo ha detto...

C' e' anche un altro piccolo "aspetto" dei missili iskander che non dovrebbe far dormire i nostri quisling. Questo missile e' stato concepito per un raggio di azione max 500km in conseguenza dei "trattati disuguali" firmati dal beone eltsin , nella fattispecie un trattato che ha costretto la russia a smantellare gli " euromissili" e che ha reso confidenti i nostri quisling a partecipare all' accerchiamento NATO della russia . Lo skander infatti rispetta questi limiti ma semplicemente perche' e' depotenziato .Col carburante giusto pare che il suo raggio vero sia 800Km ( il che porta anche gran parte della germania la repubblica ceca la romania e la bugaria ( questultime dalla transnistria ) nel raggio di tiro. Inoltre i suoi lanciatori sono stati sovradimensionati per lanciare missili piu' "lunghi" bistadio ..il che fa pensare che all' atto della denuncia dei suddetti trattati i russi ci impieghino ben pocco a trasformare gli iskander in missili a medio raggio in grado cioe' di nuclearizzare l'europa intera
Quindi i nostri quisling son stati avvertiti , quando gli sforzi americani per accendere una guerra in eurasia andranno a cattivo fine, a noi i russi ci faranno vederlo spettacolo in diretta e senza la TV..
ws

Anonimo ha detto...

- Quindi ora sappiamo cosa aspettarci per il futuro: maggiori poteri all'unione europea, comandata da persone nominate e non elette, e minori poteri agli stati, governati da persone elette.

Perchè, fino ad ora non s'era capito?

Oh, guarda: una capretta che casca dal pero...

Anonimo ha detto...

A me invece piacerebbe molto credere nel saluto di mario..ma forse hai ragione tu capretta, non se ne andrà perchè ha troppo bisogno di qualcuno che lo legga.

Anonimo ha detto...

un saluto a tutti.
@uno mattina
come sempre, io esprimo un mio pensiero.
non ho nessuna intenzione di offendere nessuno, ne mancare di rispetto.
non mi aspetto niente e nulla da nessuno; poichè so, che se qualcosa ho necessario, sarò io a realizzarla.
ecco perchè , vivo constantemente con senso di rwsponsabiliotà
vedo la realtà al di là delle parole.
vedo il tuo stato.
se vogliamo trovare pace ed equlibrio, noi dobbiamo essere pace ed equlibrio.

franco

Anonimo ha detto...

@ Felice
è un pò fuori OT ma avrà forse un senso o, spero, ti farà semplicemente sorridere:-)
in lingua urdu "Felice" si traduce "Mubarak"... inquietante no???

FEDRO 55

Ciaula ha detto...

E'vero,Monti si presenta decisamente meglio del suo predecessore.Ma rimane pur sempre un "sicario" dell'economia e della sovranità italiana.

Detto così,suona come la solita solfa "complottista"...
Però c'è un interessantissimo video in cui è lo stesso Monti a chiarire candidamente la sua "distorsione positiva dell'Europa".Nonchè la sua allegra visione della crisi...

Eccovi il link: http://lemieconsiderazioniinutili.blogspot.com/2011/11/viva-la-crisifirmato-mario-monti-video.html

Saluti

Anonimo ha detto...

non andrebbe trascurato il collegamento tra la voce grossa della russia per questo problema e le voci della possibilità di un intervento usa in siria.

Ho già segnalato, ma oggi non si trova niente nei giornali, del bank run in lettonia di ieri.

Fra

Anonimo ha detto...

@franco

"non mi aspetto niente e nulla da nessuno; poichè so, che se qualcosa ho necessario, sarò io a realizzarla."

Ecco, questo è il tuo approccio alla vita, rispettabile ma... che tristezza. Io, io, io e ancora io. Praticamente lo stesso atteggiamento che ci ha condotto in questo casino.

DJ

Zita ha detto...

E bravo DJ, quoto il tuo ultimo intervento.

Il problema è proprio quello.

L'invenzione del concetto di Dio -ammesso che, ma massimo rispetto per tutti, sia chiao!- è furbo ed eccezionalmente utile per entrambe le facce della medaglia.

Basta pensarci solo un pò, con adeguata onestà.

:)

Anonimo ha detto...

un saluto a tutti.
@anonimo dj

anche tu, come tanti , tendi a criticare.
invece di criticare, analizza te stesso, la tua realtà.
hai sempre vissuto il tuo pensiero?
sei felice do come sei?

prova a vivere con dignità, ad amare ciò che fai.
vivere con dignità, vuol dire non denigrare, non criticare, riconoscere la grandezza e dignità altrui.
non creare disagi.
non alterare l'equlibrio degli altri.
rispettare lo stato di essere di ogniuno di noi.


a mettere impegno in ogni cosa che scegli di fare.
allora, potrai vedere le cose, la realtà con occhi diversi.
io vivo cosi.
non è facile; cado, ma mi rialzo.
proseguo.
in ogni csao, rispetto te, il tuo pemsiero, e il concetto he tu, attulamente hai della vita .

una mattina ha detto...

coipo
"@anonimo dj

anche tu, come tanti , tendi a criticare.
invece di criticare, analizza te stesso, la tua realtà.
hai sempre vissuto il tuo pensiero?
sei felice do come sei?

prova a vivere con dignità....."

No perchè invece tu con queste affermazioni non critichi???

bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla
la bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla
la bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla
la bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla
la bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla
la bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla
la bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla bla


l'articolo lo leggo più tardi con un po più di tempo, ma a una prima occhiata mi sembra dica cosa interessanti da approfondire

Anonimo ha detto...

"Quindi ora sappiamo cosa aspettarci per il futuro: maggiori poteri all'unione europea, comandata da persone nominate e non elette, e minori poteri agli stati, governati da persone elette."

Si ma anche meno poteri alle lobby che di fatto governano il nostro paese. C'è bisogno di una persona che viene da fuori. Da noi mai nessuno farà le riforme vere perchè eletto dalle stesse lobby.

In tutto questo la democrazia è out ed è giusto così. Il popolo è troppo babbo, ha avuto tempo a disposizione ed il risultato è stato tenere 15 anni il berlusca al potere.

Fede

indopama ha detto...

e' un po' di tempo immagino che smanettate con internet per cui vi e' capitato di acquisire parecchie informazioni.
bene, cosa state facendo di diverso da prima? forse preoccuparvi di piu' di chi queste informazioni non le ha avute.
ma nel concreto, avete risolto i problemi di cui andate lamentandovi?
forse no, quindi l'informazione di per se' non basta, occorre anche passare all'azione.
se vedete un nemico la cosa migliore da fare e' eliminarlo, no? avanti allora..... altrimenti rimanete nella lagna e spettatori della vita all'infinito.

Anonimo ha detto...

@ Fede
in un certo senso hai ragione a dire fuori le lobby che hanno tenuto il B per 20 anni.Ed in un certo senso è anche giusto.Che ce ne facciamo di questa foglia di fico di democrazia: oramai non copre più nulla...
Purtroppo per mia esperienza personale non è che così facendo fuori uno (magari fosse uno!!!) marcio, si salvano gli altri. Oramai la metastasi sociale é totale e bisogna cercare le cellule sane che sono rimaste non quelle in cancrena da estirpare. Per mia esperienza personale ( e sono oramai alla nausea) ti posso assicurare che oramai si ruba dappertutto: dai circoli ex comunisti (magari le bottiglie di cognac da rivenidere in nero; alle parrocchie, con la cresta, alle Università con gli acquisti gonfiati e via e via). L'unica salvezza è una nuova resistenza, ma siamo pochi...
FEDRO 55

Anonimo ha detto...

come diceva tempo fa Mario, i debiti sono una strana roba contabile, se tirassimo le somme ne rimarrebbero molto di meno.
http://intermarketandmore.finanza.com/files/2011/11/mappa-del-debito-eurozona.gif

Anonimo ha detto...

"Da noi mai nessuno farà le riforme vere perchè eletto dalle stesse lobby."

Le riforme, queste creature mitologiche - perchè non scrivere "miracoli", tanto per prenderci in giro con le favole "democratiche" tanto vale...

Robertone ha detto...

Torniamo a bomba , gli iskander , appunto. Sono armi nucleari , naturalmente e lo scopo ufficiale è quello di distruggere le rampe di lancio. dei missili antimissile.
Quindi servono per dare quei pochi minuti di tempo e lanciare le bombe "grosse", quelle da 10 megatoni in su.
Naturalmente se una ventina di testate Mirv arrivano sugli stati uniti (rispetto alle oltre duemila disponibili) vengono distrutte le principali città degli USA , con decine di milioni di morti e smantellamento dell'economia.
Penso che come deterrente le rampe di missili antimissile polacche servano in realtà a poco.
è solo una scusa degli USA per mettere basi militari vicino alla Russia e vicino alle condotte del North Stream , più che altro per rompere i coglioni.
chissà cosa ne pensano i Polacchi , come devono essere contenti del cambio di Status , da stato "satellite" a stato "bersaglio".

Sitoqualunque ha detto...

Gli incubi degli strateghi occidentali degli ultimi due secoli (da Napoleone ad Obama, diciamo) sono stati tre:

l'alleanza tra Russia e Germania

l'apertura di uno sbocco russo sul mediterraneo

l'apertura di uno sbocco russo sull'oceano indiano.


Comico come nell'ultimo mesi tra inaugurazioni di gasdotti e risposte alle minacce di guerre umanitarie in Iran e Siria si siano concretizzati tutti e tre...

Ric ha detto...

Penso comunque che il fronte più pericoloso sia quello Siria - Iran, da cui gli usa tenteranno di sferrare il primo colpo. Oggi 25/11/2001 La portaerei CVN 77 George H.W. Bush si è posizionata col suo micidiale gruppo navale davanti alle coste della Siria. Washington invita tutti gli americani ad abbandonare la Siria con gli ultimi voli disponibili prima dell’imposizione della ‘no fly zone’ cioè della guerra intesa a provocare pure l’Iran e che metterà a repentaglio anche la nostra incolumità di europei, ostaggi della superpotenza in bancarotta.(fonte:http://www.nexusedizioni.it/apri/Argomenti/Geopolitica/PREPARATIVI-PER-LA-DISINTEGRAZIONE-DELLA-SIRIA)

Inoltre, a mio modesto parere gli USA non hanno mai potuto digerire la mossa iraniana di aver aperto una loro borsa del petrolio quotata in altre valute che non dollari !!!!(fonte:http://flipsideoftheeconomy.blogspot.com/2011/08/irans-oil-bourse-new-pressure-on-us.html#more)

Anonimo ha detto...

@franco

"prova a vivere con dignità, ad amare ciò che fai.
vivere con dignità, vuol dire non denigrare, non criticare, riconoscere la grandezza e dignità altrui."

Sì, dignità e amore per ciò che si fa, "mo me lo segno", come diceva quello.
Io non denigro nessuno, è solo che non credo di essere al centro dell'universo.
Sto nella casa e faccio la mia cosa. Non ho la pretesa di spiegare agli altri cos'è la vita.

Ciao.

Don Juan

una mattina ha detto...

@indopama scrivi "se vedete un nemico la cosa migliore da fare e' eliminarlo, no? avanti allora..."

minkia che saggezza, dove l'hai imparata da Hitler??


no io , e mi permetto di dire noi, desideriamo la giustizia, il rispetto, la libertà la pace e armonia tra i popoli e sono valori che non si trovano eliminando un nemico che oltretutto non abbiamo

Anonimo ha detto...

Da notare che missili e nucleare non sono nè tecnologie segrete nè attuali, è ben probabile che esistano armi segrete di ultima generazione di cui non possiamo assolutamente immaginare nè la portata nè gli effetti, probabilmente meno rumorose e vistose di quelle esplosive. Aggiungo inoltre che gli stati sono solo pezzi della scacchiera, gli scacchisti sono al di sopra degli stati e non sono neanche avversari, giocheranno solo la partita più utile per realizzare il piano millenario.
Si avvicina il tempo del raccolto, siamo abbondantemente schiavi dell'illusione materialistica per essere colti impreparati dai mietitori parassiti. Siamo in questo mondo ma non siamo di questo mondo, è forse materiale quanto di più importante dobbiamo custodire? Erano davvero primitive le antiche civiltà che tanta attenzione prestavano al substrato escatologico della vita carnale?

anonimatto

Anonimo ha detto...

"Le riforme, queste creature mitologiche - perchè non scrivere "miracoli", tanto per prenderci in giro con le favole "democratiche" tanto vale..."

in effetti dopo queste riforme diventeremo immediatamente tutti piu' belli, buoni, onesti, bravi e intelligenti.
hahaha
potenza delle riforme.

Felice Capretta ha detto...

@una mattina

buooooniiiiiii...... per avere rispetto è opportuno dare rispetto per primi

saluti felici

felice

una mattina ha detto...

Per quello che ho notato la Russia si è sempre dichiarata contraria a questi interventi NATO nel nord africa e medio oriente, il che fa chiaramente comprendere che la guerra fredda è sempre in corso, e anzi si sta per così dire riscaldando, gli anglo americani stanno piazzando le loro pedine, i russi anche ma più segretamente, per quanto riguarda bombe e missili poi, beh basta che in Europa cada un cerino e sai che fuochi d'artificio..

Felice Capretta ha detto...

@fra

si, notato il bank run in lettonia. grazie per il link ieri. oggi ci stava proprio bene nel post ma al momento di farlo mi sono perso via con l'entusiasmo per la geostrategia :)


@ fedro55

mubarak! nooooooooooooo :)


saluti felici

felice

Mario Barbiero (BARBATRUCCO) ha detto...

@Felice Capretta
Ti rispondo qui sul blog così faccio contento DJ.
Perchè tu scrivi?
Vuoi aiutarli? lo fai per te stesso?
Se prendo ciò che scrivi vedo che da una parte c'è un avversario da battere, il nemico, il cattivo che è fortissimo perchè ha soldi, missili, sicari, eserciti, interi governi nelle sue mani e dall'altra ci sono quelli che subiscono, persone (visto non vi ho chiamato gente) i cui mezzi sono a mala pena sufficienti per affrontare la vita di tutti i giorni cioè le bollette, la spesa al supermercato, l'asilo dei figli.
Dove vuoi che vadano se poni in questi termini la questione?
Senza contare un altro fatto, l'approccio dei lettori:
C'è chi accende la tv e guarda l'informazione corretta di Minzolini e chi accende il pc e guarda l'informazione scorretta di Felice Capretta.
Che differenza c'è?
L'UTONTO pensa di evolversi passando da Minzolini a te, ma non si capisce come dato che in tutta questa storia a cambiare è solo la voce narrante, mentre l'UTUNTO resta sempre lo stesso cioè quello che ascolta e che le parole siano di Minzolini, Felice Capretta o Mario Barbiero, CAMBIA NULLA, il punto è che le parole non sono le sue, ma quelle di qualcun altro.
Il narratore parla, l'UTONTO ascolta.
Io provavo a farli incacchiare perchè non voglio che ascoltino le mie parole se no facevo un blog mio e scrivevo come te, scrivevo qualche cosa per farli contenti, anche Minzolini fa la stessa cosa che a te piaccia o meno.
Voglio che ascoltino sé stessi e per farlo ho due strade:
scrivere qualche cosa che non possono trovare in giro in internet
stuzzicarli per ottenere la loro attenzione.
A me sta benissino che reagiscano perchè almeno interagiscono con me in maniera dinamica, non statica come tanti tuoi lettori che dicono "sì bravo Felice guarda c'è questo link che conferma quello che vai raccontando" oppure "guarda Flice c'è quest'altro link che dice un'altra cosa".
Perchè alle mie provocazioni e ai miei discorsi possono reagire usando solo sé stessi, non i link, non i discorsi altrui.
Così fanno quello che indo e franco prima di me dicono di fare, usare sé stessi.
Dai e dai cercando dentro sé stessi si accorgeranno che stanno facendo qualche cosa con le loro forze.
E se non gli piacerà come lo fanno perchè non dà risultati, allora proveranno a migliorare ciò che stanno facendo perchè non possono lasciare il campo a chi come me li sta provocando.
Quindi cercheranno di migliorare quello che stanno facendo e siccome stanno usando sé stessi ... lì ci saranno i miglioramenti.
Riuscire a farcela con le proprie forze è il primo passo verso la RIVOLUZIONE, scoprire che puoi farcela con le tue sole forze ogni volta che lo desideri è la vera RIVOLUZIONE.
Poi viene il resto che è quello che sto vivendo IO ed è ...INCREDIBILE.
segue

Mario Barbiero (BARBATRUCCO) ha detto...

Spesso Felice usi questa espressione "è il tuo pensiero e io lo rispetto" ma è una cacata che ti ha messo in testa franco, uno a cui voglio davvero bene ed è per questo che scrivo quello che segue:
è vero che franco non ha paura di alcuno, infatti il suo problema è che ha paura di sé stesso.
Ecco perchè scartavetra i coglioni con sta storia del rispetto e dell'amore perchè siamo tutti DIO e UNO, quindi tutti uguali.
Ma quella è la sua paura, perchè invece IO mi permetto di dirvi una cosa, l'ultima davvero:
"se sentite di dover dare dei calci in culo DATELI! proprio perchè ognuno di NOI è DIO quindi anche chi li riceve è DIO quindi vuol dire che gli sta bene riceverli perchè gli servono altrimenti non li accetterrebbe e voi non glieli potreste dare!"
Fate quello che sentite dentro senza timori perchè siete DIO e quelli intorno a voi pure, quindi le rispettive forze quando si incontrano non si scontrano perchè si pareggiano.
Accade altro invece ed è l'equilibrio dinamico della vita che si manifesta attraverso passaggi da ciò che non c'è a ciò che c'è e viceversa.
In parole povere la dittatura arriva non perchè LORO sono cattivi, ma perchè le masse ne hanno bisogno, hanno bisogno dell'uomo forte perchè in quel momento le masse sono deboli, hanno un vuoto di potere e lo devono riempire, ma non ci riescono con le loro forze perchè non ci credono, così arriva qualcuno che ne è capace.
Il dittatore è come l'idraulico, siete voi a chiamarlo, non lui a bussare alla vostra porta (anche perchè se lo fa vuol dire che è disperato e ha bisogno lui di aiuto).
Se non volete la dittatura diventate forti, usate il potere perchè lo avete.
Se volete restare deboli allora beccatevi la dittatura! Ma è una vostra scelta.
Adesso posso davvero congedarmi.
Un sacco di salutari calci in culo a tutti!

una mattina ha detto...

@felice non mi sembra di aver offeso nessuno, volevo essere più che altro polemica, non si può ?

Robertone ha detto...

Beh , la guerra fredda non è mai veramente finita, era solo arrivato un indebolimento da parte della Unione Sovietica, adesso Federazione Russa.
In questi anni l'esercito americano ha ridimensionato abbastanza la forza militare , diciamo che sono armamenti più tecnologici , ma le portaerei e gli aerei (e i missili strategici) sono calati , e di molto , come numero.
D'altro canto L'Iran è l'unico grande stato nella zona a non avere armi nucleari (India , Cina Russia e Pakistan, lasciando perdere Israele), non vedo perché nella loro strategia non ci debba essere la progettazione della bomba.
La Russia ha aiutato parecchio l'Iran , gli ha fornito tecnici e tecnologia, naturalmente a caro prezzo, immagino sia per i soldi che per avere uno stato "alleato" vicino a Cina e Russia (e pakistan , con le armi nucleari , popolazione antiamericane e governo filamericano ,quanto durerà?).
Nella zona non mi sembra che il problema siano le bombe atomiche che prima o poi gli iraniani avranno , ma le bombe atomiche che ci sono già nella zona , ed in grande quantità.
Ecco , magari se l'Iran avesse la bomba potrebbe minacciare Israele e l'America non potrebbe più attaccarlo.
Ma un attacco limitato a cosa servirebbe? farebbe incavolare di brutto gli Iraniani e gli farebbe moltiplicare gli sforzi per arrivare la bomba (e li compatterebbe a favore del governo , che ha delle divisioni al suo interno, al momento).
Non sarebbe meglio da parte loro fare pressioni su Israele , per che so , dare l'indipendenza a gaza e simili?
Perché pensare solo all'immediato e fare una attacco che sarà la causa di guerre disastrose in futuro?

e non lo dico da filo iraniano o filo palestinese, ci mancherebbe.
la tecnologia delle armi nucleari sta arrivando alla portata di molti governi , è solo una questione di tempo.

Anonimo ha detto...

@barbatrucco

"...se no facevo un blog mio e scrivevo come te..."

No, guarda, per "fare un blog" non ci vuole molto, il problema è trovare persone che ti leggano.
Poi, che dire, i dittatori sono acclamati dal popolo che non ha capito la vita. Invece loro, i dittatori, l'hanno capita, la vita.
Sì, sì...

DJ

una mattina ha detto...

@mario

Studiare senza pensare è inutile, PENSARE SENZA STUDIARE E' PERICOLOSO . Confucio

Mastro di chiavi ha detto...

concordo con Mario, le dittature vengono perché il popolo ne ha bisogno.

"Negli incessanti cambiamenti, la casta amministrativa, che a tali cambiamenti sfugge, possiede essa sola, l'irresponsabilità, l'impersonalità e la perpetuità. Ora tra tutti i dispotismi, i più opprimenti sono quelli che possiedono queste caratteristiche.
La produzione incessante di leggi e di provvedimenti, ha come risultato fatale la progressiva riduzione della sfera nella quale i cittadini possono muoversi liberamente. Vittime dell'illusione che moltiplicando le leggi, la libertà e l'eguaglianza siano maggiormente assicurate, i popoli accettano ogni giorno intralci più pesanti.
E non li accettano impunemente. Avvezzi a sopportare mille gioghi, finiscono con l'andarseli a cercare, perdendo ogni spontaneità ed ogni energia. Non sono più che ombre vane, automi passivi, senza volontà, senza resistenza e senza forza.
Il continuo restringersi di tutte le libertà, nonostante una sregolatezza che dà ad essi l'illusione di essere liberi, sembra dipendere non soltanto dai regimi, ma anche dall'invecchiamento dei popoli, e costituisce un sintomo premonitore di quella fase di decadenza, che nessuna civiltà ha potuto evitare.
Arrivata ad un certo punto, la civiltà cessa di crescere, e dal momento in cui non cresce più è destinata a declinare rapidamente.
All'egoismo collettivo della razza, subentra l'egoismo individuale, accompagnato da un rammollimento del carattere e da una attenuazione della volontà attiva. Divisi dagli interessi e dalle aspirazioni il popolo diventa un agglomerato senza coesione, incapace di governarsi chiederanno di essere governati fin nei più trascurabili gesti ed invocheranno una Stato che eserciti un'influenza preponderante."

Gustave Le Bon . Psicologia delle folle

una mattina ha detto...

@Gustave Le Bon . Psicologia delle folle


e si certo, è da 5.000 anni che abbiamo cessato di crescere e siamo in decadenza, perchè i sumeri o i babiloneri erano invece popoli liberi....

una mattina ha detto...

Mastro di chiavi, ci possono essere regimi o dittature ,ultimamente mascherate da democrazie, che fanno gli interessi degli altri, dell'elitè o delle lobbies e dittature o regimi democratici che fanno gli interessi del loro popolo come in Nepal o a Cuba.
Il problema vero è avere uno o più organizzatori, capi , chiamali come vuoi, "buoni", che in una società come la nostra, la cui evoluzione ha ancora molta strada da fare, è/sono indispensabili.
Ma alla fine la lotta è sempre e solo una, mascherata sotto diverse forme o nomi, quella tra il bene ed il male.

Anonimo ha detto...

@mastro di chiavi
mi sembra che quella descrizione calzi a pennello con quello che vedo ogni giorno.
manca pero' la descrizione del finale, come va a finire?
qui per esempio abbiamo individuato i colpevoli ma abbiamo iniziato a menarci tra di noi.
come la descriverebbe il LE Bon?
:-D

Anonimo ha detto...

@una mattina
beh, io al tempo dei sumeri e dei babilonesi c'ero e posso assicurarti che non si stava poi cosi' male.
forse tu ricordi male, quanti anni avevi all'epoca?

drapo

Felice Capretta ha detto...

@Mario

Rispondo alle tue domande.

Io scrivo per me stesso, perché Lo faccio con gioia. E, già che ci sono, spero che quello che scrivo possa arricchire gli altri. Cioe' potrei limitarmi a pensarlo, chiuso in una stanza dalle pareti imbottite, ridendo allo specchio, ma se lo scrivo magari puo' essere utile a qualcuno.

Non so in che direzione possano andare i lettori. Spero che ognuno colga uno spunto per andare verso il Se'.

Tra me e Minzolini c'e' la sostanziale differenza che minzolini impoverisce con le sue stupidate grossolane, mentre io cerco di arricchire dicendo ciò che vedo e sento come vero.

Sul tema del 'non condivido ma ti rispetto' ho da dire un paio di cose.

La prima e' che questa per me e' una filosofia di vita da quando ho capito di essere vivo, ovvero da quasi una decina d'anni. Se franco (ma che c'entra, boh) condivide, mi fa piacere. Però l'ho conosciuto dopo.

La seconda e' che i calcinculo serviranno pure, io stesso sono stato un fan dell'anfibio chiodato, ma se dai calcinculo fai attenzione, perche' quelli che dai poi ti tornano. Vivere cosi' ti piace? Spero di si, a me non piace e di conseguenza cerco di trattare sempre le persone con rispetto.

Non sempre ci riesco: il giramento di coioni e' sempre in agguato come una faina. Ma ci provo.

Concludo dicendo che secondo me stai confondendo il mezzo con il fine. Mi spiace, perche' ti stimo, ma e' il mio pensiero e spero che ti arrivi.

Infine suggerisco di portare attenzione alle cose che non ci piacciono degli altri, perche' di solito si tende a vedere negli altri una parte di se'.

Sempre benvenuto se vorrai restare, un sorriso ed un arrivederci se vorrai andare.

Saluti felici

Felice

Anonimo ha detto...

purtroppo le persone sono emotive, a che serve sperare che si informino?
http://www.youtube.com/watch?&gl=IT&hl=it&v=UHZCWw_WkmQ

una mattina ha detto...

@drapo, non arrivo cosi indietro ancora, mi piacerebbe però, potrei avere 500/600 anni perchè per ora arrivo solo fino al medioevo :)))


@Felice bella questa cosa che hai scritto non ci avevo mai pensato

"Infine suggerisco di portare attenzione alle cose che non ci piacciono degli altri, perche' di solito si tende a vedere negli altri una parte di se'."

Felice bella questa cosa che hai scritto non ci avevo mai pensato

Felice Capretta ha detto...

@una mattina

E' generalmente difficile da accettare....eppure è così se uno ci fa caso :-)

Saluti felici

Felice

Anonimo ha detto...

@ Mario Barbiero

Non te ne andare.

Anonimo ha detto...

@Mario, vai invece, vai pure, anzi vai con Dio:))))))))))))))))

una mattina ha detto...

Si Mario, non te ne andare, se no io poi dopo non mi diverto più :)

Anonimo ha detto...

@ Mario Barbiero

Vai.

Anonimo ha detto...

Felice sempre degno di Stima.

Mastro di chiavi ha detto...

@ una mattina
la dittatura il se non è malvagia.

come si dice "il mezzo giusto nelle mani dell'uomo sbagliato agisce in modo sbagliato".

Sia con dittature o democrazie, il danno viene quando manca il rinnovo generazionale, il vecchio è orientato verso la morte, non ha la creatività, ne il dinamismo del giovane, è incapace di cambiare, sicché la società da lui governata non riesce a stare al passo coi tempi, va in stagnazione e poi decade.
I politici rappresentano il popolo in un modo più profondo di quanto si pensi, rappresentano anche il lato oscuro del popolo, ed in sostanza sono il risultato di quella cultura, forse che alla maggioranza non piacerebbe la vita di Berlusconi? Vuoi vedere che sotto sotto quel criticare e condannare c'è invidia?


In tutte le epoche ci sono periodi di crescita e decadenza, i sumeri e i babilonesi pure hanno avuto la loro epoca di splendore e poi sono decaduti.

Zita ha detto...

Se lo scambio è colorito, per me non ci sono grandi problemi. Nel senso che, ci si può anche arrabbiare per tante cose. Per tutto, se occorre.

L'importante è non avvitare le conversazioni su se stesse.

A quel punto non serve a nessuno.

Bello il tuo contributo, Felice.

Ho molto riso per il refuso di Una mattina "sumeri e babiloneRi". Forte.

Buon fine settimana a tutti

Anonimo ha detto...

qui mi sembra che ci siano solo mastro di chiavi, franco e mario che parlano fuori dal gossip, il resto sono solo inutili papere starnazzanti che siccome non capiscono un tubo di quello che succede intorno a loro si incazzano da morire.
relax...................... siamo sempre in tempo per imparare.

annov ha detto...

Secondo me non state centrando bene il problema. L' UE e le altre organizzazioni internazionali mirano ad avvelenare la popolazione tramite l'inganno:
http://scienzamarcia.blogspot.com/2011/11/le-lampadine-risparmio-energetico_24.html

una mattina ha detto...

@anonimo delle 16.16

"qui mi sembra che ci siano solo mastro di chiavi, franco e mario che parlano fuori dal gossip, il resto sono solo inutili papere starnazzanti che siccome non capiscono un tubo di quello che succede intorno a loro si incazzano da morire.
relax...................... siamo sempre in tempo per imparare."

no senti guarda ho una cosa importante da chiederti:

ma allora cosa pensi di indopama???

@@@

-Along with the missiles, the report says that Russia has installed advanced radar systems in all key Syrian military and industrial installations
http://www.infowars.com/russia-arms-syria-with-missiles-to-defend-against-nato-attack/

-Unità navali Usa davanti alle coste della Siria pronte per l'attacco
http://www.ecplanet.com/node/2851#comments

Anonimo ha detto...

Faranno un Altra Lehman in Italia
http://www.cobraf.com/forum/coolpost.php?reply_id=324164#324164

Italia: il momento delle scelte
http://icebergfinanza.finanza.com/2011/11/26/italia-il-momento-delle-scelte/

m

Anonimo ha detto...

"In futuro, sarebbe auspicabile mettere a fuoco l’arrosto invece di fare molto fumo per non affrontare le questioni di effettivo interesse pubblico (come ad esempio: il reale scontro di interessi sovra-nazionali occulti che si sta verificando in Europa e in Occidente e che vede protagonisti determinati Gruppi di ascendenza massonica, molto più influenti sulle decisioni finali che influenzano la vita quotidiana dei popoli euro-atlantici di quanto non lo siano certi politici, tecnocrati e pseudo-statisti prezzolati o comunque eterodiretti dai primi)."

quindi com'e' sempre stato la partita si gioca dietro le quinte.

quelli che vediamo sui media sono i portavoce che ci mettono la faccia per il popolo.

http://www.grandeoriente-democratico.com/Commento_a_I_massoni_fratello_Mario_uno_di_noi_e_a_Auguri_massoni_a_Fratello_Monti.html

una mattina ha detto...

ragà, vi racconto un gossip

ho appena avuto un caso di telepatia con mia figlia

le stavo asciugando i capelli col phon in bagno, e avevo appoggiato il telefono un po più in la a "faccia" in giù, dove non arrivavo a prenderlo, siccome avevo appena mandato un sms a un amica abbastanza importante, mentre le asciugavo i capelli,a un certo punto ho pensato con intensità, meglio che lo prenda o perlomeno lo giri perchè se la mia amica mi chiama non lo sento, beh mia figlia mentre io ancora le asciugavo i capelli è andata a prendermi il telefono!!! io le ho chiesto perchè l'hai fatto e lei mi ha detto pensavo che tu mi avessi detto di farlo, ma a parte il fatto che io non ho parlato, lei non avrebbe potuto sentire con un phon sparato al massimo sulle orecchie... è durato pochi secondi me è stato fantastico!!

mah sarà che oggi ho navigato troppo in internet :))

@annov anch'io ho sospettato certe cose ma non è di sicuro con le lampadine che ci faranno fuori tutti (pensa che io da piccola giocavo con le palline di mercurio quando mi cadeva il termometro, mi divertivo a appiccicarle fino a farla diventare una grande :))) secondo me hanno altri mezzi ancora più subdoli, il problema delle lampadine a basso consumo è lo smaltimento, come tutti i business ti dicono che quella cosa che stai usando è vecchia e che è ora di cambiarla con un nuovo prodotto fantastico, poi scopri che per un sacco di ragioni era meglio tenersi la vecchia

giak ha detto...

Leggo solo ora i vari post e mi meraviglia un po' questa polemica di Mario Barbiero.
Ancor più mi sbalordiscono gli inviti ad andarsene e a restare.
E' mai possibile che il blog debba diventare un mezzo di risentimenti e di partigianerie?
Da un valido spazio di arricchimento che - grazie a Felice!!!! - ci permette di allargare gli orizzonti e di confrontarci in modo costruttivo, deve diventare mezzo intollerante per le proprie/altrui idee?
Sinceramente mi fa un po' sorridere questo e ritengo che farà lo stesso sia a Felice che proprio a Mario B..
Invito i lettori a pensare più al senso delle posizioni di entrambi (che, guarda caso, sono molto più vicine di quello che sembrano) perché le partigianerie per le posizioni altrui nascondono grandi debolezze della propria.
Non starò quindi a invitare Mario a restare, ma semmai coloro che leggono, a valutare più a fondo il senso positivo dei confronti.
E grazie a tutti per le vostre partecipazioni che, almeno per me, sono sempre preziose.
Saluti a tutti e buona domenica
Giacomo - giak

Anonimo ha detto...

Felix,

ti segnalo un paio di notizie caprine da ruminare:

"Piano segreto Merkel-Sarkozy
per cambiare subito i trattati Ue"
http://www.repubblica.it/economia/2011/11/26/news/merkel_sarkozy_trattato_ue-25642846/

Nyt: Piano delle banche mondiali
per un possibile crollo dell'euro
http://www.repubblica.it/economia/2011/11/26/news/nyt_piano_delle_banche_mondiali_per_un_possibile_crollo_dell_euro-25623826/



Riguardo a quanto detto nel post e nei commenti, vorrei dire la mia su un paio di cose.

Di missili come di armi ne capisco poco, ma so per certo che se tutti sulla base di una coscienza umana si rifiutassero di progettarli e produrli staremmo tutti molto meglio.

Personalmente, definisco le informazioni fondate e rispecchianti la realtà con la parola Verità.
Se davvero le considero tali, queste devono avere un peso nella mia vita e influenzare profondamente decisioni e inclinazioni determinando un cambiamento di pensiero prima e di azione immediatamente dopo.
Se questo non avviene, quelle informazioni non mi sono di nessuna utilità, e mi farebbero sentire solo più ipocrita, schiavo e parte di un sistema ineludibile.

Infine

A chi non comprende perchè ti "ostini" a fare Informazione Scorretta, con "cognizione di causa" chiedo:
se senti una, due, tre scosse di terremoto e vedi il mare ritirarsi .... che fai?
Te lo tieni per te ... non sia mai qualcuno si offenda?
O corri come un pazzo per le scale del condominio e le vie del tuo quartiere gridando TSUNAMIIIIII!!!! TSUNAMIIIIII!!!! TSUNAMIIIIII!!!! ?

Se la risposta all'ultima domanda è no, perdonami, non voglio offenderti, ma io un un essere disumano come te non lo vorrei nel mio condominio.

Saluti,
Torn.

indopama ha detto...

un link che parla dei cicli della vita, purtroppo in inglese.
http://www.youtube.com/watch?v=-bV7w_YW0Zg

indopama ha detto...

il denaro si crea cosi':
la banca eroga un credito di 100 ma rivuole 100+5= 105
io (inteso come tutto il popolo nel suo insieme) non posso mai ripagare i 105 ma al massimo i 100, cioe' tutto quello che la banca mi ha dato in mano.

l'illusione di non avere debiti e di aver ripagato tutto, anche i 5 in piu', dove sta?

dividiamo il popolo in due, pubblico e privato.

io che sono il privato frego quei 5 in piu' da pagare al pubblico, io ripago tutto il debito di 105 ed il pubblico rimane con 95 che puo' dare alla banca ma gli resta 10 da pagare, gli rimane un 'debito pubblico'.

questo avviene perche' il privato produce piu' valore del pubblico, generalizzando ovviamente per facilitare la spiegazione.

il problema 'denaro' e', a livello mondiale, unicamente un problema contabile risolvibile in brevissimo tempo. nessuno di noi pero' lo sa tanto e' impegnato a guardare i gol.

indopama ha detto...

grafico popolazione mondiale
http://rivista.ssef.it/file/public/immagini/08-9_04/grafico.jpg

ricorda molto questo
http://tinyurl.com/cunamye

una mattina ha detto...

@giak, vorrei farti notare che le partigianeria non sono , mario vai o mario resta, ma quelle di Mario e altri che si elevano alla verità assoluta e danno dei pecoroni a tutti glia altri...

@tron, sempre riflessioni interessanti fai

@mastro di chiavi credo che sul rinnovo generazionale tu abbia centrato il punto e sull'invidia nascosta dei tanti anche, ma che il governi rappresentino il popolo, no, i governi non sono eletti dal popolo come si crede, o il popolo li determina solo marginalmente, ma sono invece sempre stati scelti dall'elitè e dalle lobbies, ci sono degli intrichi che nemmeno ti puoi immaginare, la famiglia Bush da sempre decide per l'America, se fai ricerche trovi molte info, i reali di Inghilterra , si tramandano il potere di generazione in generazione, Hitler lo hanno messo li i sionisti , ecc , e poi ci sono le marionette come Berlusconi, Papandreu,Obama, Sarkzy che ci mettono la faccia e vanno comodo perchè sono manipolabili dalle alte sfere.... tant'è che finchè andavano bene li hanno tenuti lì, dopo invece gli hanno dato un bel calcio nel didietro
Ecco non mi venire a dire che questi governi rispecchiano la volontà popolare, la rispecchiano solo tanto quanto sono riusciti a manipolare l'opinione pubblica, e il popolo come dicevi anche tu ha bisogno di riporre la sua fiducia su un leader,e se c'è qualcosa da rimproverargli è di essere credulone

Zita ha detto...

La gente guarda i gol e anche qualcos'altro.

Non dobbiamo pensare mai che la gente sia sempre e solo così piccina, misera.

Mai.

E' un grave errore. Indo, non sto prendendo di mira il tuo post, che condivido peraltro completamente. Il tuo post mi ha ricordato un incontro di ieri.

E mi suggerisce una riflessione.

Già lo dissi, a proposito dello spingere troppo, con troppa sicurezza su certi tasti. Anche se fatto a fin di bene, perché magari è tempo e il tempo non aspetta tempo.

C'è un sacco di gente in giro garbata, per bene, per niente interessata alla televisione, ai giornali e che ha speso il tempo a pensare, studiare, riflettere, imparare. Così, perché è bello imparare, perché imparare non è da ciuchini, ma ad un certo punto ti offre gli strumenti per leggere in un mistero che diversamente non si intravvedrebbe nemmeno.

Ho fiducia che al momento opportuno, ne vedremo intorno a noi di persone così fatte.
E sarà un grande aiuto, un grande conforto.

Qualcuno ha tentato di rimpicciolire il ns. orizzonte, di orientarlo verso un angolo acuto -come se ciò fosse possibile, che bestialità!- ma ad un certo punto l'universo si squadernerà e quelle cartine colorate non serviranno a nulla, lo capiremo, sarà dura ma poi tutto più bello.


Buona domenica

Anonimo ha detto...

@unamattina @zita

quoto i vostri ultimi interventi, su tutta la linea.

DJ

indopama ha detto...

Zita,
di sicuro c'e' tanta brava gente in giro, purtroppo i discorsi sono sempre generalizzati per necessita' di spazio e poi cmq la brava gente non ne e' toccata piu' di tanto, rimangono pur sempre chiacchiere.
stiamo chiacchierando di cose che conosciamo solo per sentito dire da qualcuno che glielo aveva detto un altro che glielo aveva detto un altro ancora. non sappiamo nemmeno se sono vere.
e' nel nostro quotidiano dove siamo piu' potenti, dove possiamo operare costantemente le scelte, qui stiamo solo facendo passare del tempo.

giak ha detto...

@ una mattina.
Grazie dell'intervento.
Permettimi di tentare di esprimere meglio quanto volevo (e non so se ci riesco!), sempre col sorriso sulle labbra!
Penso che se uno esprime un'idea e se ne assume le responsabilità, ciò rimane nel suo proprio spazio individuale di posizione. Può piacere o non piacere, si può condividere o no ma, per me, rimane una legittima espressione personale. Esprimere concetti pur condivisibili con rigidità e con poca delicatezza, come è stato fatto (in un modo che, tanto per essere chiari, io non condivido) più che partigianeria io la chiamerei presunzione o intransigenza, integralismio personale, poca delicatezza... ecc... Ma rientra sempre nel diritto individuale che merita confronto (sopratutto se poi vengono chiarite meglio le intenzioni costruttive e non indelicate).
E se seguono reazioni e contestazioni nel merito, ciò rientra nel costruttivo rapporto di scambio di idee. Se terze persone, invece, senza entrare nel merito, esprimono solo: "bene, bravo: resta"; "Male, cattivo: vattene", ciò rientra in atteggiamenti che manifestano solo l'apprezzamento o il disprezzo, affinché quella persona se ne vada o rimanga. E' una forma, per me, di intolleranza non costruttiva, poichè sia il "benebravoresta" o "malecattivovattene" nasconodno la posizione "ha detto come piace a me: può restare" "Ha detto in modo che non condivido: Via!". Ed in questo ritengo costruttiva l'intenzione provocatoria poi spiegata da Mario.
Le due posizioni (vai, resta) mi sembrano due facce di una stessa medaglia e invito a riflettere su questo rischio. Non sarebbe meglio, come metodica dialettica, se qualcuno resta male o resta turbato dagli scritti di qualcuno - e spero io di non essere altrettanta causa!!! e, in caso, mi scuso in anticipo - che prima di reagire con gli aut aut, venissero chiesti ulteriori chiarimenti al mittente, in modo poi da avere veramente le motivazioni e gli elementi chiari.
Sai perché scrivo questo? Perché Mario non mi sembra abbia scritto: "questo è il mio pensiero universale ed assoluto: se non vi sta bene me ne vado, oppure andatevene via voi". Senza un aut aut del mittente penso si dovrebbe lasciare spazio al dialogo ed alle risposte nel merito (come ha fatto sapientemente Felice!) prima di
passare a conclusioni inevitabilmente partigiane (intendendo semplicemente: di parte: "resta o vai". Tutto qua).
Saluti e buona domenica
giacomo - giak

una mattina ha detto...

Si Giak comprendo e ti do ragione, ma io non darei troppo peso ai quei vai o resta, per altro non motivati, è comunque vero che Mario, in più di un'occasione ha fatto affermazioni forti e provocazioni che possono aver dato più o meno fastidio e aver generato di conseguenza un antipatia virtuale che finisce lì. Sai non è che puoi tirare sacchi di merda in giro e non aspettarti di essere mandato a fan .... diciamo che è andata così, ciao

indopama ha detto...

"Esprimere concetti pur condivisibili con rigidità e con poca delicatezza, come è stato fatto (in un modo che, tanto per essere chiari, io non condivido) più che partigianeria io la chiamerei presunzione o intransigenza, integralismio personale, poca delicatezza... ecc"

concetti
condivisione
rigidita'
delicatezza
partigianeria
presunzione
intransigenza
integralismo

sono parole che non esprimono un qualcosa che esiste nel 3D.
tanto per capirci, la presunzione nessuno l'ha mai vista, ne' ascoltata ne' toccata e ne gustata.
pero' se gli diamo un nome esiste, ma dove?

DENTRO DI NOI, soltanto dentro di noi e sono soggettive, non possiamo provarne l'oggettivita' perche' nessuno e' in grado, di fronte ad una stessa situazione, di andare dentro l'animo altrui e sentire se lui prova lo stesso che provo io.

questo va tenuto bene in mente, dobiamo sempre essere consapevoli che quelle cose che ci danno fastidio, per esempio la paura, non sono cose esistenti nella realta' 3D ma sono cose che esistono solo dentro di ME.

quindi il campo di gioco sono IO e l'attore principale sono sempre IO che non mi conosco ma per lo meno non devo fare finta che non esisto.

di fronte alla stessa situazione posso avere paura come no, la differenza non la fa la situazione (sempre quella) ma IO.

e' questo il nostro fallimento, il delegare ad altri la scomparsa di sensazioni sulle quali gli altri non hanno nessun potere perche' esistono SOLO dentro di me. tu hai paura, io no, la differenza la facciamo io e te, non la situazione in se'.

se ho coraggio il merito e' solo mio, se ho paura il merito e' solo mio perche' queste cose esistono solo dentro di me, nessuno me le infila da fuori, sono io che da solo devo capire come 'funziono' e come mi devo gestire per arrivare all'obiettivo che sento essere 'quello che voglio'.

obiettivo puramente SOGGETTIVO, quindi nessuno con nessuna legge puo' rendermi felice, tanto per intendersi. la felicita' e' anche lei esistente solo dentro di me e non esiste nel 3D. le leggi manipolano il 3D con scarso risultato perche' nel 3D non risiedono le cose che cerchiamo di piu', come l'amore.

stiamo sbagliando campo di gioco.

Mastro di chiavi ha detto...

@una mattina
per i politici rappresentano il popolo, non intendevo in senso democratico. Diciamo che si comportano come potrebbe fare un buon numero di persone, cioè, vendere il popolo in cambio di interessi personali, privilegi ecc., come anche sottostare alle elite pur di farne parte.
Quante persone avrebbero il coraggio di mettersi contro il potere, giocarsi tutto per difendere il popolo dalla tirannia delle elite?
Credo che Papandreu, sia stato fatto fuori perché ha avuto un qualche ripensamento di questo tipo, con il referendum.
Hitler, può anche essere stato scelto dai sionisti, ma in patria era osannato come un messia, e non certo per volere dei sionisti. Poi era più vicino alla cricca dell'odierno Lucis Trust, Società delle Nazioni, e oggi ONU.
Hitler incarnava lo Spirito Tedesco, esprimeva lo spirito di quel popolo. E a giudicare dal nazionalismo dell'attuale Germania, a questi omicidi del kebab, con la polizia che non riesce a trovare i colpevoli, direi che lo spirito di allora è ancora ben radicato.
Non mi meraviglierei se l'europa venisse di nuovo ridotta in macerie per via della Germania. Con i mercati nel caos.
E' vero che c'è una elite che cerca di controllare tutto, ma ancora più su, nella psiche collettiva operano forze che pure hanno i loro piani.
In Germania, vi è Odino, o Wotan, il Dio della tempesta, che è un Dio che fa saltare i piani di controllo delle elite. Più in generale si tratta dell'archetipo del Matto.
Le forze che regolano la psiche e se vogliamo l'universo, non consentono il controllo assoluto. Pare che lo stesso Dio abbia creato il diavolo per limitare i propri poteri.

Anonimo ha detto...

credo che Mario si sia sempre espresso in modo educato e i suoi interventi li ho sempre trovati molto interessanti.

Questo a differenza di "una mattina" che mi sembra abbia risposto sempre in tono polemico e soprattutto maleducato.

Zita ha detto...

Indo,

Sulla questione: tutto si compie nella nostra testa, in quella di chiunque.

Son d'accordo perfettamente. Anche la felicità nella fattispecie come tutte le altre sensazioni che viviamo, ma diciamo la felicità massimamente, dipende da noi.

Il problema, il punto focale del tutto è CAPIRLO.
Capire che è così, proprio così.

Ci vuole tempo e nessuna spintarella ti ci avvicina a questa enorme verità. Nemmeno il calcio nel sedere, ridere.

A chi capita questo, a chi cos'altro.

Non so come ci si arriva, ciascuno ha probabilmente un modo tutto proprio. Chissà.

Certo avere almeno la direzione è molto.

una mattina ha detto...

@anonimo dell 19.47

io non capisco.... le ragioni del tuo paragone tra me e mario.....

senza dire che ti sei dimostrato un vigliacco a non farti riconoscere
per il resto non argomento neanche


@mastro di chiavi, interessante quello che hai scritto, in particolar modo l'ultimo paragrafo, ci penso su

Mario Barbiero (BARBATRUCCO) ha detto...

@franco
ciao, ci inseguiamo al telefono, e poi sono totalmente preso da ciò che sto creando perchè mi piace.
Assolutamente no, con Felice è stato un bellissimo incontro, bravi tosi sia lui che sara.
Guarda come porta avanti il blog, solo 3D o gossip come lo chiama indo.
Il grande passo è concentrare l'attenzione là dove ha senso farlo e non è il 3D o gossip.
Ma solo noi stessi.
Tutto il resto conta nulla.
Noi possiamo capire la realtà che ci circonda perchè l'abbiamo creata noi, ma se uno non sa chi è e come funziona non può leggere e capire quella realtà che lo circonda perchè non sa come quella realtà viene creata e perchè viene fuori proprio così.
Mi fa sorridere l'immagine di Felice che corre gridando "sta arrivando lo tsunami" "sta arrivando lo tsunami".
Così tre anni fa era lì da solo che iniziava a gridare.
Oggi vederlo correre e gridare assieme ad altre decine di persone fa tenerezza.
Per quanto riguarda gli altri siamo messi anche peggio, almeno Felice corre e grida perchè ha visto lui qualche cosa, c'ha messo del suo in quello che sta facendo.
Gli altri hanno iniziato a correre e gridare invece perchè glielo ha detto lui.
un abbraccio Mario

una mattina ha detto...

@Felice,

già, come dice il saggio Mario

fai tenerezza

come una capretta in3D

beeeeehhhhh,behhhhhh

:))))))

una mattina ha detto...

@Felice,

già, come dice il saggio Mario

fai tenerezza

come una capretta in3D

beeeeehhhhh,behhhhhh

:))))))

Anonimo ha detto...

Non entro nelle meta-discussioni perché mi sembrano scivolamenti fuori tema, eppoi ho iniziato a seguire il blog da poco, casualmente, e certo non per la versione colta dei bisticci à la De Filippi.

Sono *felice* anche io perché, parlando di Russia nel commento a GEAB59, magari non ho suggerito ma di sicuro anticipato l'argomento di questo post.
Se, cercando di ragionare con la propria testa per tentare di comporre le tessere del puzzle e capire ciò che (ci) accade, mi accorgo che qualcuno condivide
le mie riflessioni, trovo conforto nella speranza di poterle confrontare, integrare ed eventualmente correggere.
Sono soltanto speculazioni, e in effetti parlo di "conforto" perché, aldilà delle convinzioni e delle battaglie personali che ognuno porta avanti per
migliorare e bonificare il piccolo recinto dei propri confini, al limite arrivando a quelli nazionali, mi pare che tutto il "gioco" sia molto più grande di
noi e delle nostre possibilità.

Penso che le strategie militari ed energetiche siano cruciali, cioè il principale fattore che, nel caso particolare preso in considerazione, determina la
situazione attuale dell'Europa e il suo assetto futuro, soprattutto nei rapporti con la Russia.
La moneta unica forse è stato l'unico possibile preludio ad un tentativo di integrazione politica, che implicherebbe probabilmente una politica di difesa comune e in una certa misura indipendente dal quadro NATO: qualcosa di difficile e complicato, almeno finché restano Ramstein, Sigonella e le altre varie basi.
Il governo Monti, che mi sembra molto ispirato dal Vaticano, forse è nato anche per mediare?

Non so quanto siano sinceri gli incoraggiamenti e il sostegno di Obama, certo è che la politica estera a medio-lungo termine non è dettata da un presidente in carica per 4 o al massimo 8 anni, sono altri apparati a deciderla. Semmai può cambiarne la declinazione: ecco, pare proprio che dallo scudo spaziale si sia passati alla guerra finanziaria. Che la crisi economica sia meglio delle bombe non è comunque una gran prospettiva.

Per questo, a meno che gli eventi non precipitino, non credo che assisteremo entro breve a nuove avventure come quella di Sakaashvili, né a *massicci* interventi armati in Medio Oriente, perché l'accerchiamento della Russia è quasi completo (cfr. "Il Grande Gioco") e forse si tratta piuttosto di consolidamento e contenimento. In effetti, pensando alla Turchia e alla più centenaria questione dello sbocco dal Mar Nero al Mediterraneo attraverso i Dardanelli, non capisco del tutto il senso del commento di Sitoqualunque.

(segue...)

Anonimo ha detto...

(...)

Di sicuro, il North Stream (Gazprom + Schroeder) come nuova e possibilmente "benigna" versione del patto Ribbentrop-Molotov (inoltre si aggiunge ad un asse
franco-tedesco che non si vedeva dai tempi di Carlo Magno), infastidisce Washington su questa linea e forse non era stato nemmeno previsto. Probabilmente è
qui che risiedono le ragioni di un attacco così pesante all'Euro (cominciando dalla Grecia ortodossa). Chi può dire se sia un patto col diavolo, o l'unica
possibilità di far aprire davvero, finalmente, la Russia riavvicinandola ai cugini? Non credo però che nell'amministrazione USA serpeggi il dubbio e i precedenti, da Nixon se non prima, lasciano intendere che pur di impedire un saldamento EU-Russo (e quindi Eurasiatico) si preferirà perseguire una convergenza con la Cina, un rapporto che forse risulta conflittuale o quantomeno ambiguo solo ai nostri occhi.

Del resto però, siamo proprio noi a pagare uno sproposito quei gioiellini tecnologici di plastica e silicio disegnati nei dintorni di San Francisco e assemblati nei dintorni di Shenzen... aridatece l'Euro forte!

In ogni caso, premesso che a mio parere la società americana resta tuttora la più progredita e dopotutto un buon modello, soprattutto se confrontato con il porcile feudale che è il belpaese del prosciutto e del vino, se c'è un'alternativa sostenibile è proprio quella della mentalità tedesca. Non guardiamo agli scandinavi, che è facile quando si è in pochi. Le riflessioni e il senso di colpa/responsabilità sviluppati in Germania dopo la guerra, qua ce li sognamo.

Esagerando, è roba che a rifilare un calcio in culo ad un tedesco quasi è lui a chiedere scusa, ma anche senza generalizzare o idealizzare c'è una bella differenza con l'arroganza e la superficialità che si respirano in Italia.
Bella immagine l'archetipo del matto, qui invece tocca accontentarci della volpe e del parassita, o se va bene dell'azzeccagarbugli, altro che rispetto, convivenza e tolleranza.

Passo anche io, per un attimo, alle considerazioni esistenziali: ferma restando la consapevolezza dei propri pensieri e delle proprie azioni, bando al new age! Non si comincia da sé stessi, ma da chi ci circonda, il vicino, il parente, il collega, l'amico, il negoziante giù all'angolo. Ci sono anche un sacco di persone simpatiche ed educate, dalla vita irreprensibile, che non girano con un cartello addosso, e non è sempre così facile riconoscere i pezzi di merda. Che siano inconsapevoli o ignoranti, non conta nulla, non è una scusa. Ma se c'è (solo) una presa di coscienza del problema, e prima non arriva una reazione allergica, forse si è parte e causa del problema stesso. Siamo pronti, semmai, a rifiutare tutto, dal lavoro fino agli affetti? Attenzione e preparazione però, perché se non si fa parte della "élite" poi è una rogna, un calvario... per tornare al discorso sul sionismo, attualmente non esiste terra promessa, meta dell'esilio, luogo dove rifugiarsi e costruire la civiltà ideale.

P.S. per gli addetti CIA e affini al monitoraggio telematico: valuto tuttora con interesse opportunità di inserimento in un think tank :)

Idea3online ha detto...

Che significa maledettamente precisi?

Io sia chiaro sono neutrale ma sono solo osservatore della storia. Ma quella tua espressione rende chiara l'idea che sei predisposto di parte.

Che significa maledettamente precisi?