lunedì 9 maggio 2011

Grecia, taglio rating a Junk






Grecia, taglio rating a Junk

Giusto perchè ieri si parlava dell'assalto dei media alla Grecia, S&P ha abbassato il rating greco due ore fa. 

La decisione è scattata all'indomani dei timori di ristrutturazione del debito greco.

Non è ancora chiaro, ma Moody's potrebbe seguire a ruota nel taglio del rating.

La valutazione del debito di lungo periodo greco è ora B da BB-, e in una nota S&P etichetta ufficialmente il debito greco come Junk, spazzatura. E non esclude che potrebbe ribassare di nuovo in futuro.

La reazione greca non si è fatta attendere, con il Ministero delle Finanze (o di cio' che ne resta) che sostiene che il rating dovrebbe essere valutato su basi oggettive e non su voci.


Grecia, inchiesta contro lo Spiegel

Per rispondere all'abbassamento del rating, il Ministero della Giustizia (o di cio' che ne resta) avrebbe aperto un'inchiesta contro lo Spiegel, che pochi giorni fa aveva diffuso la notizia dell'uscita della Grecia dall'Euro.


Questo non spaventa i media tedeschi che invece rincarano la dose: la Bild ha pubblicato l'editoriale dal titolo "Bye bye, Grecia", e l'autore sostiene che Atene non riuscirà "a rimettere in piedi la propria economia e non ripagherà mai il suo enorme debito" (ah, beh, la Germania, invece... NDFC).



Portogallo, inchiesta contro le società di rating

E l'altra allegra nazione di recente mezza salvata ha deciso avviare una inchiesta sulle tre principali agenzie internazionali di rating, Fitch, Moody's e Standard and Poor's, per presunte "pratiche abusive" dopo una denuncia presentata a fine aprile da quattro economisti, riferisce la stampa portoghese via Swissinfo.

I quattro economisti portoghesi Josè Reis e Josè Manuel Pureza della Università di Coimbra, Manuel Brandao e Maria Manuela Silva dell'Istituto Superiore di Economia e Gestione (Iseg) avevano presentato una denuncia contro Moody's, Fitch e Standard & Poor's dopo il ricorso del Portogallo a un piano di salvataggio Ue-Fmi, accusandole di un presunto reato di "manipolazione del mercato".

Secondo Josè Reis le principali agenzie di rating "dominano oltre il 90% del mercato internazionale" ed è "necessario verificare se le leggi sulla concorrenza sono rispettate". L'economista, rileva Diario de Noticias, ha inoltre sottolineato che due di queste agenzie hanno nella loro struttura di proprietà "lo stesso fondo di investimento" e che le loro decisioni, "che influenzano i tassi di interesse", hanno un impatto significativo sull'indebitamento dei paesi e "possono colpire la loro stabilità finanziaria ed economica.  


Per completare l'allegro quadretto:

* Argento, petrolio e materie prime sono impazziti, con cadute improvvise che seguono ascese vertiginose. Ci sarà qualche manovra sotto?

* Sprott Assett Management sostiene che senza dubbio ci sarà carenza di argento in futuro

* Tunisia, saccheggi nella notte in molte città e altri disordini mentre la data per la costituente si allontana

* Egitto, scontri interetnici tra crisitani e salafiti

* Siria, nuove ondate di arresti e spegnimento da parte del governo delle reti 3G di cellulari e internet a macchia di leopardo

* La freedom flottilla 2 partira' la terza settimana di giugno


E ci sarebbe ancora dell'altro. Per fortuna che le insalate continuano a crescere nell'orto. 


Save the date: Santaruina dal vivo a Milano, 15 maggio

Per le buone notizie, vi segnalo l'intervento dell'ottimo blogger Santaruina Domenica 15 Maggio a Milano, sul tema "le derive del neo spiritualismo new age". 

Si, lo so che in fondo è parzialmente off topic rispetto ai temi che trattiamo solitamente, ma il relatore è di eccezione, il contenuto fa riflettere e nel complesso è un'occasione da non perdere per tutti gli affezionatissimi milanesi che non pensano solo all'economia. 

Perchè in fondo l'insalata nell'orto continua a crescere.






Saluti felici e stay human

Felice Capretta

23 commenti:

Anonimo ha detto...

In Grecia non sono pecore, questa agenzie di rating stanno alzando un pò troppo la cresta, i loro giochetti prima o poi gli si ritorceranno contro!

Anonimo ha detto...

Per i pecoroni:


Il problema è ben altro.

Il nostro parlamento ratifica ormai solo regolamenti, norme, leggi comunitarie.

Il parlamento europeo NON HA alcun potere di iniziativa legislativa, può solo "ratificare" norme, leggi, regolamenti SENZA EMENDARLI, proposti dalla Commissione europea che HA IL MONOPOLIO DEL POTERE DI INIZIATIVA LEGISLATIVA.

La Commissione europea detiene il diritto d'iniziativa nel processo legislativo, cioè la facoltà di proporre la normativa sulla quale decidono poi il Parlamento europeo ed il Consiglio.

Voi ed i vostri monopoli pubblici del menga, compreso quello dell'acqua.

Adesso viene il bello che il 99,99% di Voi non sa.

I membri della Commissione Europea NON SONO ELETTI: SONO DELEGATI indicati dai governi nazionali che li indicano e da cui devono essere completamente indipendenti (ahahah).

NON SONO ELETTI: LE LEGGI LE FANNO MEMBRI NON ELETTI.

Questo è il vero volto della vostra democrazia: questo periodo passerà alla storia come l'ILLUSIONISMO (Copyright by usemlab.com)

Il FollettONE

Anonimo ha detto...

un saluto a tutti.
@follettone
anche se cambi nome, sei sempre tu.
cosa pensi di aver scoperto.
vedi, anche ciò è il risultato del pensiero collettivo.
questo pensiero non esiste più, la massa della gente dorme, o meglio , non pensa.
a breve, ci saranno i referendum.
quanti si noi sono a conoscenza cosa si deve votare.
in ogni caso, l' acqua sarà privatizzata.
tra poco, se potranno, lo faranno anche con l' ossigeno.

cosi , come il lavoro.
il lavoro, l' occupazione come si è vissuta, per come si è lottato, in tanti anni, non ci sarà più.
nache questo è cambiato, e sarà ancora modificato.

ai tempi , in cui c' era la tratta degli schiavi, a gestire il tutto, c'erano anteanti dlle famigli più "illustri" che adesso sono a capo delle più importanti multinazionali.
per ridurre , gli schiavi , "alla ragione", si usavano metodi di condizionamento fisico e psicologico.
gli schiavi, quanto erano allo stremo, pur di sovravvivere, accettavno qualsiasi situazione, anche le più umilianti.
pochissimi cercavmo di ribellarsi.
ma , la maggior parte, "ingoiavano" tutto, pensando di vivere, ma non capivano che , forse era meglio, lottare per cambiare.
ma, lo dovevano fare tutti insieme.
cosa , che noi, anche adesso, non facciamo.
franco

@felice
complimenti per il tuo lavoro, e i temi che tratti.

marcoravelli ha detto...

Mi sembra ovvio:

quando le agenzie di rating davano fiducia a chi non la meritava tutti stavano zitti,

ora che il pasticcio è talmente evidente che nemmeno loro, benchè collusi e bancarottieri come sono, non possono più fingere ci si guarda bene dal denunciare i politici che hanno trascinato il mondo in questo disastro ma si preferisce dare la colpa a chi, per una volta, fa il suo mestiere.....


P.s.

Felice, se volevi affondare definitivamente la credibilità del tuo blog hai decisamente scelto lo sponsor giusto!!!

Anonimo ha detto...

Bravo Ravelli
Fra

PS: scommettiamo che adesso la GS si riempie la pancia di titoli greci a 4 lirette e aspetta, così tra un po', quando passa il polverone, porta a casa un 4/500% di utile sull'operazione, a spese di qualche privato che vende ora?

Anonimo ha detto...

I true finns + partito indipendentista irlandese + ...
non mi meraviglierei che la lega trovasse la quadra con questi e che da li si originasse un movimento politico di frammentazione dell'europa.
Fra

Mario Barbiero ha detto...

Questa volta sono totalmente daccordo con Marco Ravelli; a prescindere dalle reali intenzioni di coloro che stanno dietro alle agenzie di rating il giudizio che viene dato alla Grecia rispecchia sinteticamente la reale situazione del sistema paese greco.
Detta in maniera brutale: in questo momento ogni volta che un cittadino greco mette due litri di benzina nel serbatoio uno dei due litri se lo può permettere, l'altro lo prende a debito.
Stessa cosa quando mette quattro piatti di riso in tavola: due li ha grazie a quello che produce, gli altri due invece li compra grazie ai soldi che gli hanno prestato BCE e FMI.
Ora perchè la Grecia non può usare i propri di soldi, ovvero le dracme, ma invece deve usare i dollari o gli euro?
Molto semplice: i dollari e gli euro sono stampati da organismi che attraverso molteplici strumenti controllano la maggior parte delle risorse del pianeta.
Quindi se usi dollari o euro puoi attingere a quelle risorse.
Vuoi usare le dracme?
Liberissimo di farlo, a quel punto torni a sottostare alla prima legge del commercio che impariamo tutti da bambini: IO Dò UNA COSA A TE E TU NE DAI UNA A ME.
Invece oggi i paesi occidentali prendono e basta, senza offrire quasi nulla in cambio (perchè hanno davvero poco da offrire) e possono farlo in virtù del fatto che esistono LORO che hanno creato strutture ufficiali come l'FMI o la BCE, meno ufficiali come certi rami della CIA e altre strutture di cui si ipotizza l'esistenza, ma che se qualcuno di noi conoscesse per davvero, non starebbe qua a scrivere nel blog.
segue

Mario Barbiero ha detto...

Queste strutture hanno un unico scopo: togliere risorse a numerosi paesi nel mondo per metterle a disposizione degli Occidentali.
Negli anni 70 molti paesi occidentali come l'Italia erano massacrati da inflazione a due cifre.
Il fenomeno inflattivo altro non era che la manifestazione più evidente di un fenomeno apparentemente inarrestabile: l'impoverimento dei sistemi paese che si traduceva nella minore disponibilità di risorse e prodotti finiti per le popolazioni di quei paesi.
esempio di inflazione
1970 10 patate e 10 lire per scambiarle
1971 9 patate e sempre 10 lire per scambiarle
1972 8 patate e sempre 10 lire per scambiarle
e così via.
Ora a botte del 10/15% annuo negli anni 80 avremmo visto in Italia, Inghilterra e diversi altri paesi occidentali rivolte come le vediamo oggi nei paesi del Nord Africa.
Invece abbiamo assistito negli ultimi 25 anni ad una disponibilità di risorse nell'Occidente che mai si era vista nella storia.
Perchè?
Perchè LORO sono buoni e onesti?
segue (stasera perchè adesso vado al mercato e poi la parco e poi sull'amaca eh lo so giornata piena oggi).

luigi ha detto...

Ma facciamolo venire giù questo cartello di carte, così poi cominciamo a parlare di economia vera, quella domestica!

Anonimo ha detto...

@luigi

viene giu' viene giu' il castello di carte, perche' io lo voglio e gli altri lo vogliono, e siamo in tenti.
e chi non vuole ? Peggio per lui. Verra' travolto.

Anonimo ha detto...

mi piacerebbe essere presente il 15 ma sarò in quel di clusone... sarà per la prox volta :-)

marcoravelli ha detto...

@Anonimo...

sicuramente meglio Clusone che gli inflazionisti demagoghi....

Felice Capretta ha detto...

@ anonimo qui sopra

anch'io il 14 sarò da quelle parti : ) , ma solo per la giornata del 14 .

potrebbero esserci altre occasioni per sentire Santa, ma non posso aggiungere altro!


@ follettone

appunto - il parlamento puo' legiferare su ogni cosa ed è sovrano...a patto che le leggi non siano in contrasto con le decisioni a livello europeo.

come a dire che si puo' fare quello che si vuole, a patto puo' che si faccia quello che vuole qualcun altro.

le contraddizioni sono così clamorose ed evidenti che quando le esponi ti viene da sorridere. siamo forse all'inizio della fine dell'illusionismo.


@ franco

grazie per i complimenti, sempre apprezzati. interessante la cosa degli schiavi, più che altro...molto attuale.


@marco ravelli

concordo sulle agenzie di rating ma non ho capito bene il PS, a che sponsor ti riferisci?


saluti felici

felice

parola di conferma: solativu! ha ha ha

Anonimo ha detto...

@felice

sola o sòla tv?
:-)

marcoravelli ha detto...

AGI) - Helsinki, 10 mag. - Il default o la ristrutturazione del debito di un paese dell'eurozona sarebbe "un suicidio politico". Lo afferma Lorenzo Bini Smaghi, membro del comitato esecutivo della Bce, nel testo di un discorso che verra' pronunciato oggi a Firenze.


Ne risulta che mantenere in vita i politici a spese dei contribuenti sia la strada preferibile...


inoltre si dichiara di voler ignorare i giudizi(negativi) delle agenzie di rating poichè i burocrati europeisti sarebbero in possesso di "informazioni migliori"


...ed i risultati lo evidenziano!!!


@Felice...

io da quelle parti ci vivo e sarebbe un piacere poterti incontrare.........

p.s. lo "sponsor" incriminato è il meetup in ogni sua declinazione, maggiormente nella versione Antisignoraggista che come ben sai io ABORRO!!!!

Anonimo ha detto...

@Mario,
We give below some of the more important Hermetic Axioms, from The Kybalion, with a few comments added to each. Make these your own, and practice and use them, for they are not really your own until you have Used them.
“To change your mood or mental state—change your vibration.”—The Kybalion.

One may change his mental vibrations by an effort of Will, in the direction of deliberately fixing the Attention upon a more desirable state. Will directs the Attention, and Attention changes the Vibration. Cultivate the Art of Attention, by means of the Will, and you have solved the secret of the Mastery of Moods and Mental States.
“To destroy an undesirable rate of mental vibration, put into operation the principle of Polarity and concentrate upon the opposite pole to that which you desire to suppress. Kill out the undesirable by changing its polarity.”—The Kybalion.

This is one of the most important of the Hermetic Formulas. It is based upon true scientific principles. We have shown you that a mental state and its opposite were merely the two poles of one thing, and that by Mental Transmutation the polarity might be reversed. This Principle is known to modern psychologists, who apply it to the breaking up of undesirable habits by bidding their students concentrate upon the opposite quality. If you are possessed of Fear, do not waste time trying to “kill out” Fear, but instead cultivate the quality of Courage, and the Fear will disappear. Some writers have expressed this idea most forcibly by using the illustration of the dark room. You do not have to shovel out or sweep out the Darkness, but by merely opening the shutters and letting in the Light the Darkness has disappeared. To kill out a Negative quality, concentrate upon the Positive Pole of that same quality, and the vibrations will gradually change from Negative to Positive, until finally you will become polarized on the Positive pole instead of the Negative. The reverse is also true, as many have found out to their sorrow, when they have allowed themselves to vibrate too constantly on the Negative pole of things. By changing your polarity you may master your moods, change your mental states, remake your disposition, and build up character. Much of the Mental Mastery of the advanced Hermetics is due to this application of Polarity, which is one of the important aspects of Mental Transmutation.
Remember the Hermetic Axiom (quoted previously), which says:

“Mind (as well as metals and elements) may be transmuted from state to state; degree to degree, condition to condition; pole to pole; vibration to vibration.”—The Kybalion.

The mastery of Polarization is the mastery of the fundamental principles of Mental Transmutation or Mental Alchemy, for unless one acquires the art of changing his own polarity, he will be unable to affect his environment.

Anonimo ha detto...

guarda il caso:

LE IMMAGINI
Brucia Athena nave da pesca
più grande delle Far Oer

http://www.repubblica.it/esteri/2011/05/10/foto/nave_in_fiamme-16042589/1

Felice Capretta ha detto...

@ anonimo

infatti sòlativu mi ha fatto ridere non poco : )


@marco ravelli

io veramente ho dato l'annuncio che una persona che stimo ed un blogger che leggo con interesse, ovvero Santaruina, parlerà ad un convegno a Milano.

Santaruina ha la buona abitudine di parlare solo quando ha qualcosa di interessante da dire, quindi è bene ascoltarlo, e chissene di chi l'ìha invitato, fosse anche topolino.

Cio' detto, continua a non essermi chiaro quello che hai scritto sulla credibilità (?) del blog (?), o forse è un'uscita infelice o forse non ho capito che stavi scherzando?

Per vederci da quelle parti, sai come contattarmi, forse si riesce ad incastrare una mezzoretta per una chiacchiera, volentieri.


@ anonimo qui sopra

ehi, guarda, l'athena va a fuoco. al caso, come sappiamo, non manca il senso dell'ironia

(o meglio, "caso" è il nome che diamo agli eventi in cui non sappiamo ancora vedere l'ordine)

(o ancora meglio, niente accade per caso)

a presto

Felice

Anonimo ha detto...

I prezzi dell’argento e delle materie prime: si prepara una nuova crisi
di Maurizio d'Orlando

Dopo anni di crescita, il prezzo dell’argento, del petrolio e altre materie prime è crollato. Ma non sembra essere un segno positivo. Si prepara una nuova crisi: agli aspetti finanziari si aggiungono i debiti pubblici e una depressione senza fine, o l’iperinflazione. Ma tutto è legato al prezzo dell’oro e dell’argento, da secoli controllato da diversi gruppi e oggi da Goldman Sachs e JP Morgan

http://www.asianews.it/notizie-it/I-prezzi-dell’argento-e-delle-materie-prime:-si-prepara-una-nuova-crisi-21504.html
___

La guerra di Libia, un altro Vietnam
di Maurizio d'Orlando

L’escalation militare sembra andare oltre le premesse e il mandato dell’Onu. Quello che preoccupa inoltre è che l’impegno militare in Libia non è solo una guerra neocoloniale, ma potrebbe essere un passaggio davvero epocale, la fine di un’epoca iniziata con il Trattato di Vestfalia del 1648. In questo senso, le risoluzioni 1970 e 1973 dell’Onu sanciscono di fatto la fine del principio della sovranità nazionale e della non ingerenza negli affari interni (il noto principio del “Cuius regio, eius religio”) di un paese internazionalmente riconosciuto come sovrano ed indipendente. Si apre così la strada all’avvio di un direttorio mondiale, un governo planetario, cui si affiancherebbe una banca centrale mondiale. Se così fosse, la guerra di Libia segnerebbe la fine della democrazia occidentale e del sistema che si è andato sviluppando negli ultimi tre - quattro secoli.

http://www.asianews.it/notizie-it/La-guerra-di-Libia,-un-altro-Vietnam-21393.html

Anonimo ha detto...

non mi meraviglierei che la lega trovasse la quadra con questi e che da li si originasse un movimento politico di frammentazione dell'europa.
Fra

non credo proprio
come "leuropa" anche la lega ormai e' solo un oleogramma del sistema

un ex-leghista

Anonimo ha detto...

per tutti noi "maiali " la questione "euro" e' semplice .

restare nel recinto fino alla ( nostra ) macellazione o tentare la fuga in un mondo dove pero' non siamo piu in grado di procurarci da vivere ?

I maiali di solito optano per la prima e non c' e dubbio che anche noi faremo lo stesso.

Si chiama " addomesticamento " :-)
ws

Santaruina ha detto...

Grazie Felice per la segnalazione :-)

A presto

Anonimo ha detto...

un saluto da magò... troverai anche lei dalle parti di clusone il 14 ed il 15... certo che se su 3 giorni previsti ne fai uno solo... STAI BARANDO!!!! ahaahhahah :-)
beh, allora buon weekend!!!! ahahhah
stefano l'ex anonimo