martedì 17 maggio 2011

Geab 55 parte pubblica

Ecco a voi il geab 55 parte pubblica e gratuita. Grazie a Franco per la traduzione (di gran lunga migliore delle altre in circolazione finora)


Crisi sistemica globale - La conferma di un grave allarme per il secondo semestre del 2011 - Fusione esplosiva della dissezione geopolitica mondiale e della crisi economica globale 

Quasi un anno fa, LEAP/E2020 identificò il secondo semestre del 2011 come un nuovo punto critico nello sviluppo della crisi sistemica globale.   

Analogamente alla nostra anticipazione del Febbraio 2008, che evidenziò il grave shock che avrebbe interessato l'economia degli Stati Uniti nel Settembre del 2008, noi, in questo numero del Geab, confermiamo che tutte le condizioni sono state soddisfatte affinché la seconda metà del 2011 possa essere il palcoscenico della fusione esplosiva di due fondamentali tendenze della crisi sistemica, vale a dire la dissezione geopolitica globale da un lato, e la crisi economica e finanziaria globale dall'altro.

In realtà, per parecchi mesi il mondo ha vissuto una serie quasi ininterrotta di scosse geopolitiche, economiche e finanziarie che, secondo LEAP/E2020, costituivano i segni del grave e traumatico evento che ci accingiamo ad analizzare in questo numero. 

Allo stesso tempo, il sistema internazionale ha ormai superato la fase dell’indebolimento strutturale, per entrare in quella del totale degrado, in cui le vecchie alleanze stanno crollando, mentre stanno rapidamente emergendo nuove comunità d’interessi. 

Infine, ogni speranza per una significativa e duratura ripresa economica globale è ormai evaporata (1), mentre l'indebitamento dei paesi-pilastro occidentali, in particolare degli Stati Uniti, ha raggiunto un livello critico senza precedenti nella storia moderna (2). 



Comparative progression of the United States and China’s share of world GNP (2001-2016) (in purchasing power parity) - Source: IMF / MarketWatch, 04/2011

Confronto tra le quote del PIL mondiale degli Stati Uniti e della Cina (2001-2016) (a parità di potere d'acquisto) - Fonte: FMI/Market Watch, 04/2011 

 
I catalizzatori di questa esplosiva fusione saranno ovviamente il sistema monetario internazionale [o, meglio, il caos monetario internazionale, che è stato ulteriormente aggravato dal disastro che ha colpito il Giappone lo scorso Marzo] e la constatazione della incapacità degli Stati Uniti di affrontare un’immediata e significativa riduzione dell’enorme deficit. 

La fine del QE2, il simbolo ed il fattore dell’esplosiva fusione attualmente in corso, rappresenta la fine di un'era, quella in cui il "Dollaro USA era la valuta degli Stati Uniti ed il problema del resto del mondo": dal Luglio 2011, il Dollaro sarà chiaramente la principale minaccia che grava sul resto del mondo, ed il problema cruciale per gli Stati Uniti (3). 

L’Estate del 2011 confermerà che la Federal Reserve statunitense ha perso la sua scommessa: l'economia americana non ha infatti mai lasciato la "Grandissima Depressione" (4) in cui è entrata nel 2008, nonostante le migliaia di miliardi di Dollari iniettati (5), fatto di cui la maggioranza degli americani è perfettamente consapevole (6).  

Impossibilitata ad avviare un QE3 [persino ufficiosamente, attraverso i suoi Primary Dealers, come era solita fare in passato, ovvero fino a quando il mondo si è trovato coinvolto troppo da vicino con il mercato USA dei T-Bonds], la Fed assiste impotente al fatto che i tassi d’interesse stiano aumentando, che i costi del disavanzo pubblico USA stiano esplodendo, che il mondo si stia tuffando in un’intensificata recessione economica, che la borsa valori stia collassando e che il comportamento del Dollaro Usa sia erratico [rendendo i movimenti a breve termine molto irregolari, a seconda dell’influenza di questi eventi] prima che esso perda improvvisamente il 30% del suo valore, come abbiamo anticipato  nel numero scorso ( 7). 

Allo stesso tempo Eurolandia, i Paesi del BRICS ed i produttori di materie prime rafforzeranno rapidamente la loro cooperazione, mentre lanceranno un ultimo tentativo per salvare le istituzioni internazionali create da Bretton Woods, ed il mondo dominato dal duo US/UK.  

Questo tentativo sarà l'ultimo, poiché è irrealistico immaginare che Barack Obama [che non ha finora mostrato una statura internazionale di grande rilievo] si sforzi di essere uno statista, e quindi assuma rischi politici in un anno di elezioni presidenziali. 


  Evolution de l'index Shiller du prix de vente des maisons existantes aux USA (1890-2011) (en rouge : projection) - Source : R.J. Schiller / Steve Barry / Big Picture / New York Times, 01/2011


La progressione dell'Indice di Shiller relativo ai prezzi delle abitazioni standard già esistenti negli Stati Uniti (1890-2011) (in rosso: proiezione) - Fonte: RJ Schiller/Barry Steve/Big Picture/New York Times, 01/2011 


Barriere, sicurezza, embarghi, diversificazione delle riserve, febbre delle materie prime, diffuso aumento dell'inflazione ... il mondo si sta preparando ad un nuovo shock economico, sociale e geopolitico 

La Cina ha appena annunciato che sta interrompendo tutte le esportazioni di  carburante diesel, per cercare di fermarne l’aumento dei prezzi, che recentemente ha causato una serie di scioperi dei trasportatori stradali (8). Come possono i paesi asiatici, che dipendono da queste esportazioni cinesi, gestire la situazione, come ha appena dovuto fare il Giappone, in seguito al disastro dello scorso Marzo!? 

La Russia ha inoltre interrotto le esportazioni di alcuni prodotti petroliferi per limitarne la carenza interna e l’aumento dei prezzi (9), uno stop che si aggiunge a quello dei cereali, imposto alcuni mesi fa. 

In tutto il mondo arabo continua a prevalere l’instabilità, sullo sfondo del crescente costo dei prodotti alimentari di base (10), mentre sono riemerse le questioni relative alle riserve di petrolio dell’Arabia Saudita ed alla sua capacità di produzione (11). 

Negli Stati Uniti, ogni evento atmosferico fuori dal comune provoca immediatamente il rischio di una carenza di prodotti, a causa della mancanza di un "cuscinetto" di sicurezza nel sistema di distribuzione, a meno che non si ricorra alle riserve strategiche (12). Nel frattempo, la popolazione riduce la spesa alimentare, al fine di riempire di carburante i serbatoi delle loro vetture, a più di 4 dollari al gallone (13)! 

In Europa, il calo della sicurezza sociale e le misure di estrema austerità attuate nel Regno Unito, in Grecia, in Portogallo, in Spagna ed in Irlanda, ... causeranno l’esplosione del numero dei poveri.


 Evolution du pourcentage de la population masculine employée au sein des sept principales économies occidentales (1970-2009) - Source : The Economist / OCDE, 04/2011
Percentuale della popolazione maschile occupata, nelle sette principali economie occidentali (1970-2009) - Fonte: The Economist/OCSE, 04/2011 


L'Unione Europea ha appena rafforzato il suo armamentario doganale, più o meno surrettiziamente, per resistere in particolare alle importazioni asiatiche. In primo luogo ha riesaminato il suo arsenale di tariffe preferenziali, allo scopo di ostacolare [le importazioni] da tutte le nazioni emergenti, innanzitutto Cina, India e Brasile. In secondo luogo, alla fine del 2010, ha con discrezione approvato una legge per facilitare l'attuazione di misure antidumping e di salvaguardia, poiché è ora sufficiente la maggioranza semplice per far passare una simile proposta in Commissione, mentre in precedenza era necessaria una maggioranza qualificata, spesso difficile da radunare (14). 

Nel frattempo, le Banche Centrali continuano a comprare oro (15), annunciando più o meno chiaramente che esse stanno diversificando le loro riserve (16), ed allo stesso tempo intraprendono politiche sempre più incoerenti e pericolose, aumentando i tassi di interesse per contrastare l'inflazione, in un contesto di economie deboli o in recessione, allo scopo di contrastare l'afflusso di liquidità generata dalle politiche della Federal Reserve (17). Per parafrasare il titolo di un articolo di Andy Xie, pubblicato nel Caixin del 2011/04/22, "la crescente inflazione rende pazzi i banchieri centrali" (18). 

E la parte americana è completamente nel mondo dei sogni: mentre il paese ha raggiunto livelli insostenibili d’indebitamento, i leaders di Washington hanno fatto di questo argomento una questione elettorale, come dimostra il problema del tetto del debito federale, che sarà raggiunto il 16 Maggio (19 ) (già raggiunto e superato. NDFC). 

Abbondano i confronti, negli Stati Uniti e nella stampa finanziaria internazionale, con gli anni di Clinton, nei quali si era creato, senza conseguenze di rilievo, un problema simile. 

 Ovviamente, una parte importante dell’élite statunitense e dei finanzieri non ha ancora preso atto del fatto che, a differenza degli anni '90, gli Stati Uniti sono visti oggi come "il malato del mondo" (20), ambito in cui ogni segno di debolezza o di grave incoerenza può scatenare il panico incontrollato. 

Banchieri centrali impazziti, leaders mondiali senza una tabella di marcia, economie a rischio, aumento dell'inflazione, valute in mezzo ai guai, andamento frenetico delle materie prime, debito occidentale fuori controllo, disoccupazione al suo più alto livello, società stressate ... non c'è alcun dubbio, la fusione esplosiva di tutti questi eventi sarà davvero l'evento memorabile della seconda metà del 2011! 


Saluti felici e stay human
Felice Capretta

Note: 

(1) Il Telegraph ha messo insieme un’interessante lista di 10 motivi per provare che l'economia mondiale sta di nuovo affondando. 
(2) Il grafico illustra che [come si è raccomandato di fare da oltre tre anni] il calcolo dei principali indicatori economici, al di fuori del Dollaro, fornisce una visione del mondo molto diversa da quella degli indicatori basati su quest’ultimo. Così, se calcolata in Dollari, la stima secondo cui gli Stati Uniti verranno superati dalla Cina nel 2030, nel 2040, o anche nel 2050, diventa invece per il FMI il 2016 (quasi oggi), una volta che si ignori questo "standard", che cambia ogni giorno le proprie dimensioni! 
(3) Un segno dei tempi, il Financial Times, che si è specializzato per 18 mesi in "titoli" sulla scomparsa dell’Euro, il 2011/05/11 ha pubblicato un articolo nelle sue pagine interne (più discrete) intitolato "Il Dollaro affronta un pericolo molto più grande dell'Euro". Mentre The Age and the Wall Street Journal del 2011/04/23 credono che l'economia statunitense sia ormai praticamente nella stessa situazione della Grecia. 
(4) L'esempio più evidente della continuazione di questa "Gravissima Recessione", come l’abbiamo chiamata 4 anni fa, è che la crisi immobiliare è più forte che mai. I prezzi stanno di nuovo cadendo al di sotto dei livelli raggiunti nel 2009, facendo precipitare decine di milioni di americani in una drammatica situazione economica e finanziaria. Anche i più ottimisti non vedono la fine della caduta prima del 2012. Tuttavia, come già spiegato nei precedenti numeri del GEAB, quello dell’immobiliare è l'asse su cui è costruita la stima del valore attuale dell'economia statunitense. Il crollo continuo dei prezzi degli immobili è la continuazione della depressione economica. Fonte: Market Watch, 2011/05/09 
(5) Gli analisti economici Fathom hanno calcolato che le quattro principali Banche Centrali globali (Fed, BCE, Banca del Giappone e Banca d'Inghilterra) hanno direttamente iniettato 5.000 miliardi di Dollari nell'economia mondiale, durante il 2008-2010 (questo calcolo non include la recente massiccia iniezione giapponese del post-disastro, né l'intera gamma delle garanzie che le hanno accompagnate). Tutto ciò rappresenta quasi il 10% del PIL mondiale, con il risultato che noi tutti ben conosciamo: gigantesco debito pubblico, debito privato che non è veramente diminuito, ed economie che sono in difficile crescita o addirittura di nuovo in recessione. Fonte: Telegraph, 2011/04/26 
(6) L’80% degli americani crede che l'economia sia malata. Solo l'1% pensa che stia andando bene (probabilmente lavorano a Wall Street!). Fonte: CNN Money, 2011/05/09 
(7) La fine del QE2 significa che il mercato dei T-Bonds americani non ha più acquirenti [poiché la Fed ha acquistato la maggior parte dei T-Bonds emessi (almeno!) dalla fine del 2010]; il che, per inciso, rende virtuali gli attuali articoli ed analisi sugli acquisti dei T-Bonds americani. E' la prova della reale "illiquidità" del mercato dei T-Bonds (la cui importanza dipende anche dal suo status di mercato più liquido del mondo), che giocherà un suo ruolo nel passaggio fra QE2 e caduta del Dollaro, poiché questa situazione porterà ad un’improvvisa accelerazione nell’uscita dal mercato dei T-Bonds, il principale asset denominato in Dollari. L'evento si tradurrà in primo luogo in una maggiore necessità di Dollari USA poi, molto rapidamente, in un eccesso di offerta. E' la tempistica di questi due eventi che determinerà l'evoluzione della moneta statunitense rispetto alle principali valute e all’oro, nella seconda metà del 2011. 
(8) Fonte: Business Insider, 2011/05/14 
(9) Fonte: France 24, 2011/04/28 
(10) Sull’argomento, il fatto che il fondatore della prima società di Mercenari, la Blackwater, sia stato assunto dagli EAU per realizzare un esercito di mercenari, allo scopo di proteggere il paese da qualsiasi attacco esterno, o da sconvolgimenti interni, illustra sia la crescente instabilità delle monarchie petrolifere, sia la fine della fiducia nella protezione degli Stati Uniti. Fidarsi dei mercenari occidentali è un grande esempio di candore, oppure di disperazione. Fonte: New York Times, 2011/05/14 
(11) Fonte: Le Monde, 2011/04/25 
(12) Ultimo esempio, la presente storica alluvione del Mississippi. Fonte: Bloomberg, 2011/05/13 
(13) Fonte: New York Times, 2011/05/12 
(14) Fonte: Sidley, 2011/02/28 
(15) E noi ben le comprendiamo. In effetti, quando ascoltiamo Timothy Geithner, Segretario al Tesoro Usa, insistere sul fatto che gli Stati Uniti non cercheranno mai di svalutare il Dollaro per ottenere vantaggi commerciali, la mente vacilla. Tutti ascoltano educatamente, aggiungono poi gli altri motivi (incluso il debito) perché gli Stati Uniti siano di fatto impegnati in questa svalutazione, ed acquistano pertanto oro, oppure diversificano le loro riserve. Così le Banche Centrali russa, messicana e tailandese ... continuano a comprare oro. E Hong Kong (Cina) sta lanciando un attacco contro il monopolio Comex Gold Futures, con il lancio di propri contratti sul kilo l'oro. Fonti: Market Watch, 2011/04/26;, Bloomberg 2011/05/04; Zerohedge, 2011/05/08 
(16) La Cina continua tranquillamente a sbarazzarsi delle sue obbligazioni USA, e sta anche programmando di diversificare i due terzi delle sue attività denominate in Dollari, ovvero duemila miliardi di Dollari. Fonti: CNS, 2011/04/29; Zerohedge 2011/04/24 
(17) In realtà, nonostante gli imbrogli sui dati della disoccupazione negli Stati Uniti, Ben Bernanke è costretto ad ammettere che è necessario continuare a sostenere artificialmente l'economia degli Stati Uniti. Tuttavia, qualunque cosa egli dica, con la fine del QE2 e senza alcuna prospettiva credibile per un QE3, l'economia statunitense si troverà senza stimoli per la prima volta in tre anni, come confermato da Jeffrey Lacker, capo della Fed di Richmond. La seconda metà dell'anno sarà, dunque, un test diretto sulle prestazioni di un’"economia di zombie", senza alcuna fonte di alimentazione esterna. Fonti: Bloomberg, 2011/05/05, Market Watch, 2011/05/10 
(18) Almeno non tutte, perché in Asia sono in corso discussioni per ampliare ed aumentare rapidamente i finanziamenti ed i meccanismi di sostegno comune, per affrontare un nuovo shock paragonabile a quello del Settembre 2008. Analogamente ad Eurolandia, l'Asia si sta sempre più separando dal sistema finanziario pre-2008, centrato sugli USA. Ed al di là degli accordi finanziari, tutta la regione, guidata dalla Cina, è in corso d’integrazione, comprese le reti di trasporto. Fonti: Asahi Shimbun, 2011/05/06, China Daily, 2011/04/30, Asahi Shimbun, 2011/05/06 
(19) Il Tesoro americano si sta preparando anche ad una situazione di stallo, a questo riguardo, mentre i repubblicani sembrano voler usare la questione fino alle elezioni del 2012. Non c'è dubbio che il sistema finanziario globale dovrà prendere una decisione, prima di tale data! Fonti: Christian Science Monitor, 2011/05/10, Washington Post, 2011/04/27 
(20) E non saranno le montature mediatiche, come quella dell'assassinio di Bin Laden, che cambieranno molto la situazione
. Infatti, l’incredibile bagarre mediatica che ha circondato questo episodio dimostra che, anche sul suo terreno privilegiato, la comunicazione, il know-how di Washington è ora una mera ombra di se stesso. L'unico risultato durevole dell’operazione Bin Laden è che le "teorie della cospirazione" sono ora oggetto di discussioni nei principali media, e le incongruenze delle versioni ufficiali sono ora  accusate di esserne il nutrimento. 

22 commenti:

Felice Capretta ha detto...

@ folletto

niente, è jetable che non funziona e non fa il forward. facciamo così, scrivi a

infoscorretta
chiocciola
gmail
punto
com

grazie

felice

Anonimo ha detto...

http://www.oilcrash.com/italia/olduvai.htm
??

luigiza ha detto...

Grazie a Franco per la traduzione (di gran lunga migliore delle altre in circolazione finora)

Lo riconosco volentieri e ringrazio anche io il traduttore.

Certi passaggi del GEAB n.55 letti su altri siti erano semplicemente privi di senso.

Anonimo ha detto...

complimenti al traduttore veramente efficace.
golda

Mario ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Mario Barbiero ha detto...

GOSSIP
Stati Uniti: fuori dalle balle DSK
Giappone: non se ne parla proprio
Brasile: non se ne parla proprio
fonte Televideo Rai (ehm in versione più edulcorata ovviamente)
QUOTIDIANO
è tornato l'omino delle ciliege, un simpatico signore che tutte le mattine va sui Monti Berici a prendere ciliege e duroni e si piazza a due passi da casa mia a venderle; buonissime e a prezzi ancora più buoni (meno della metà dei supermercati a inzio stagione, tre/sei volte meno poi).
per non parlare dei piselli e delle tegoline; ha anche olio e vino di un convento di frati, ma è tutto prenotato per i prossimi 5 anni.

Goodlights ha detto...

@mario

QUOTIDIANO

hai un rimedio non violento contro i merli mangia ciliegie?!!

si son fatti fuori tutte quelle del mio piccolo alberello, uffa!

ciao!
sara

Anonimo ha detto...

qui, qualche km più a est, quasi tutto quello che vendono gli agricoltori nei mercatini km 0 è di qualità discutibile e prezzi assolutamente normali. in casa abbiamo deciso che ormai i salutisti e naturisti sono diventati il business dei contadini e non ci facciamo più in...re.
non ci sono più i contadini di una volta (o forse sono proprio sempre quelli)
Beato te.
Fra

Anonimo ha detto...

Sara
sparagli col flobert, vedrai che poi girano alla larga.
colpirne uno per educarne 1000.
Fra

Anonimo ha detto...

http://www.ilsole24ore.com/art/finanza-e-mercati/2011-05-18/soros-abbandona-bolla-064233.shtml?uuid=AaJjO9XD

soros, il furbetto del quartierino a livello planetario, abbandona l'oro (a quanto pare). cosa bolle in pentola?

anon

Mario Barbiero ha detto...

@katanga
Tu che sei di quelle parti che ci dici delle manifestazioni di questi giorni che qualcuno ha già battezzato "la primavera spagnola".
Giovani, pensionati, famiglie intere unite contro il sistema politico-finanziario, i tagli, la crisi, banche e corruzione al grido di "yes, we camp" da repubblica.it

Mario Barbiero ha detto...

@anon
ha venduto l'oro che aveva "di carta" ... quello giallo e solido lo tiene ben stretto e nascosto da qualche parte.
E' vero che a quello su carta dovrebbe corrispondere un'equivalente quantità di fisico, ma nei fatti non è così.
Quindi come correttamente si domandano nell'articolo è dissafezione per l'oro in generale o solo per quello di carta?

Mario Barbiero ha detto...

@Fra
anche qua nel padovano con sta storia del km zero girano patacche; dispiace dirlo ma da un po' ho ripreso a comprare fragole importate dalla Spagna.
Costano meno, sono abbastanza buone ma sopratutto i cestini sono fatti decentemente, non come quelli "padovani" che sopra hanno dei fragoloni da fiera campionaria e sotto delle fragole grandi come caramelline!

Mario Barbiero ha detto...

@Fra
"colpirne uno per educarne 1000".

Tipo DSK?
L'ultimo aggiornamento parla di sesso consensuale; sembra che la cameriera sia una donna di 1 metro e ottanta.
Il che non vuol dire niente, ma DSK non mi sembra un marcantonio ... mah
A proposito, la Cina apre il suo "Comex" per il momento tratta solo oro in "tagli" da 1kg, non proprio alla portata di tutti, ma sempre meglio delle 5.000 once (oltre 155 chili) del Comex
da RischioCalcolato.it

Anonimo ha detto...

@ mario
DSK: secondo me a volte è impossibile dire di no, anche lui di fronte a tanta grazia non ha saputo trattenersi. Si sa che da quelle parti se gli dai un po' di seme dopo non sai come finisce (okkio anche alla cravatta, naturalmente). secondo me dovresti sempre pagare e pretendere una bella ricevuta, così sei a prova di giudice...

Su oro e Mercato commodities Asiatico concordo pienamente. Adesso vediamo se col giochino dell'innalzamento dei margini nel comex riescono ancora a rovinare la gente e controllare i prezzi a piacimento.
Rimane il fatto che nella stanza dei bottoni hanno ancora diverse armi segrete, quindi è tuttaltro che finita.
A me sembra impossibile, ma chi se ne intende mi dice che fino a questa estate il mercato continuerà a salire, quindi mettiamoci l'anima in pace perchè la tragenda è ancora rimandata.... sembra sempre più surreale
Fra

Anonimo ha detto...

@ anonimo del "18 maggio 2011 17:21":
che armi segrete dovrebbero avere ancora? Puoi precisare o dar la tua idea? Intendi innesco guerra per istaurare legge marziale o spolveramento della popolazione con qualche cataclisma diversivo? Chiaramente chi possiede il potere della propaganda ha il potere assoluto. Le balle stanno sostenendo un sistema dal collassare dal 2007. Finchè la gente ci crede (e non può far diversamente perchè è neutralizzata mentalmente) le buone palle possono far miracoli....eh si...saluti a tutti

Ascanio

Mario Barbiero ha detto...

@Fra
Vedi che silviuccio è avanti anni luce a tutti, lui le paga con bonifico:sicuro e tracciabile.

Mario Barbiero ha detto...

@Ascanio
La "bravura" degli Stati Uniti sta nel saper sfruttare la delega quasi in bianco che il resto del mondo gli ha dato.
I commerci mondiali si fanno il dollari, le merci sono quotate in dollari e il loro valore si decide su mercati finanziari creati e gestiti sempre dagli Stati Uniti.
Finchè è così LORO faranno quello che vogliono per demerito altrui più che per merito proprio.
Basta vedere l'argento, quotato 35$ l'oncia sulla carta, ma prova a comprarlo fisico.
Qualcuno che te lo svende sotto ai 40$ lo trovi, ma il grosso delle vendite viaggia intorno ai 45/50 dollari in euro sopra quota 30 abbondantemente.
D'altra parte si tratta di "piccoli" che non sono controllabili; diversamente dalla manciata di rivenditori ufficiali che sull'argento per privati sono tutti SOLD OUT temporaneamente.
Questo insegna che piccolo può essere bello, perchè i piccoli possono muoversi liberamente e maggiore diventa il loro numero più vicino si arriva a mettere la parola fine a questo sistema di cose.
Che mi sembra di capire che a parole non piace a nessuno, ma nei fatti se resta in piedi è solo per la volontà della massa.
Abilmente manipolata da LORO, ma non può essere una scusante.
Non ci vuole molto per diventare esseri liberi, basta non avere più paura di non riuscire a fare una cosa nuova, una cosa diversa, una cosa contro corrente, una cosa diversa dalla massa, anche una cosa qualunque.

FVI ha detto...

si ma stì qua del Geab si dimenticano sempre la cosa più spaventosa che succederà di sicuro....
ragazzi...ci si staccherà il pene e ci rimbalzerà in culo....

Ocio...preoccupiamoci...oddiiooo...

Mario Barbiero ha detto...

@FVI
http://2.bp.blogspot.com/_Mtj2eV43veY/S83xezVXysI/AAAAAAAARo0/5CIFusXSi1Y/s1600/cinturadicastita.jpg

la metti a rovescio e un minimo di protezione la offre ...

FVI ha detto...

ahahaahah...grande Marione...
oggi gran bel giro per i colli in mtb....a me stà andando tutto alla grande ragazzi, mi semrba davvero tutto stupendo il mondo e soprattutto perfetto cosi com'è...

Ricordate che ognuno si crea la propria realtà...se desiderate crisi...crisi avrete...

FVI

Anonimo ha detto...

@ FVI
a proposito di "tra le chiappe".. attento a girar in bicicletta x i colli,.. se non stai attento ti ci si infila un cinghiale .. e parola mia, vanno a 200 all'ora.
viracocha