sabato 21 maggio 2011

Foto Manifestazioni Milano, prima notte

Ecco le foto della prima notte di manifestazioni a Milano. Larga maggioranza di italiani nella notte.

Pochi ma determinati, come la prima pietra di ogni castello.

(click per ingrandire)



P5205065



P5215067


Notte, piazza e accampamento








Esterno notte: piazza e manifestanti accampati sotto la madonnina



Pochi ma buoni : )



Fai sentire la tua voce


tempo di relax










Esterno notte, verso l'alba
















IMG_20110521_060155



IMG_20110521_060211

Nel frattempo, ieri a mezzanotte scattava il divieto di manifestare per tutto il weekend di elezioni in spagna.

Decine di migliaia di persone a Madrid hanno sfidato il divieto e la polizia non è intervenuta.

Secondo la tendenzialmente sobria BBC, questo è un evento mai accaduto prima nella storia spagnola.

Saluti felici e stay human

Felice Capretta


11 commenti:

Anonimo ha detto...

PRIMO!

Felice ... gli 'itagliani'? Eterni secondi ... ne mentre, aggiornaci sulla Grecia.

Che sta succedendo?

Torn

Felice Capretta ha detto...

eh beh in grecia succede quello che è inevitabile quando cadono gli imperi, crolla per prima la periferia.

da ansa

Il rating della Grecia continua a inabissarsi.

È stato declassato ancora una volta ieri, la seconda retrocessione in un mese. Fitch ha abbassato la "BB+" del debito greco a lungo termine di ben tre gradini portandola alla "B+", lo stesso livello della "B1" di Moody's ma ancora un gradino al di sopra del giudizio "B" di Standard & Poor's deciso lo scorso 9 maggio, tra tutti il più severo.

Le cattive notizie per il mercato, dal fronte del deterioramento dell'affidabilità creditizia di Atene, non si sono fermate al triplo taglio della valutazione di Fitch.

L'agenzia ha accompagnato il nuovo voto con il "rating watch negative", la minaccia pressochè immediata di un ulteriore declassamento.

E ha messo in chiaro che la "B+" greca incorpora l'arrivo di nuovi «massicci» aiuti finanziari da parte di Ue e Fmi (senza i quali il rating calerebbe a "CCC") e non sconta «ristrutturazione soft o re-profiling».

Queste eventualità sarebbero considerate un "trigger credit event" e porterebbero il rating a livello di default.

Quel che è peggio, Fitch ha colto l'occasione per lanciare un monito molto esplicito sul rischio-contagio: nel caso in cui l'aumento del sostegno finanziario alla Grecia da parte di Ue e Fmi dovesse essere accompagnato dalla ripartizione delle perdite ai privati, in maniera «coercitiva e non esortativa», la credibilità del pacchetto di aiuti a Irlanda e Portogallo, nonchè alla Grecia stessa, verrebbe notevolmente danneggiata.




e tra l'altro iniziano a disporre le pedine intorno al nostro paese, con S&P (mi pare) che ha abbassato l'outlook da stabile a negativo per l'italia.

saluti felici

felice

FVI ha detto...

certo che in Italia stanno davvero tutti male....ho visto più gente in spiaggia d'inverno---

Ma tutte le balle cosmiche sul potere di Facebook, twitter e bla bla....Le rivoluzioni la gente le fa se davvero stà male....qui in Italia al massimo c'è ancora il "mi piace"....ahahahhaahahhahaah

Sono felice della tua onestà Capretta nel riportare le foto della protesta nonostante il fallimento. Avevo una pessima opionione di molti blogger. Tu ti sai distinguere.


FVI

Anonimo ha detto...

https://docs.google.com/document/d/1KyadJTQMtThN7TqFBUUhbzO0Z99KjV7PbMRvFPAxNSs/edit?hl=en_US&pli=1#
se vi interessa questa è la bozza del manifesto. tutti possono partecipare e c'è una vivace discussione sulla chat. ad ogni modo mi pare un po' sconclusionato e fatto con faciloneria, non hanno capito che si tratta di un programma politico e in quanto tale per redigerlo ci vogliono specialisti

anon.

Hiei ha detto...

"Secondo la tendenzialmente sobria BBC, questo è un evento mai accaduto prima nella storia spagnola."

Le tendenzialmente sobria BBC, dato che nei grandi media non ne parla nessuno, giusto?

Anonimo ha detto...

in Spagna va molto bene, in Italia è ancora molto presto, in realtà la maggior parte attualmente è attivo nella lotta contro il nucleare, ben 80 associazioni oggi inizieranno catene umane in varie parti d'Italia. la Human revolution è tante cose, non solo scendere in piazza!

niki ha detto...

Fa un poco di malinconia vedere questi pochi ragazzi, ma sono la sola speranza del nostro paese!
In bocca al lupo, ragazzi!

p.s. Avete visto questo video sulla Grecia girato da greci con due lire? Bellissimo, da pelle d'oca! L'ho consigliato ancora domenica scorsa sul mio blog (blog da signora di mezza età senza pretese) perché lo considero troppo importante!

http://www.dailymotion.com/video/xik4kh_debtocracy-international-version_shortfilms#from=embediframe

Anonimo ha detto...

da ricordare che se il popolo si ribella solo quando e' alla fame vuole dire che piu' in la' dell'istinto animale non e' ancora andato e con questo si costruisce ben poco.
il vertice del potere e' immensamente piu' avanzato nella conoscenza della vita, sono anni luce piu' avanti.
indopama

Tersite ha detto...

E' evidentemente presto. In Spagna sono gia' a mezza cottura invece. E' questione di tempi. E a FVI dico che sono d'accordo con lui: Internet non serve a un c@zzo. Spero che l'esimio Felice voglia sorvolare su questa licenza di grevita'.

Anonimo ha detto...

Bo, io di greco non ci capisco una mazza, magari questo con sottotitoli in spagnolo è più facile da digerire
http://www.youtube.com/watch?v=YH1g1NY-Gk8&feature=player_embedded
Professori greci entran nella tv pubblica mentre il ministro dell' educazione parlava...
Se poi capite il portoghese ecco la toccante deposizione di una prof in Brasil
http://www.youtube.com/watch?v=yFkt0O7lceA
Dove la dottrina dei Chicago Boys attraverso la dittatura impose scuola pubblica del cazzo...
E poi la dottrina dello shock
dall' omonimo libro di Naomi Klein http://vimeo.com/21049802credo ci sia anche in italiano...
cele

Hiei ha detto...

"Enrique Dans, che in un’intervista rilasciata sul canale youtube Promo Turismo TV (dedicato al business del turismo) considera se stesso come uno dei promotori e sostenitori del movimento 15M, non ha esattamente il profilo che ci si aspetterebbe da un rivoluzionario che cerca di trasformare l’attuale ordine socio-economico.
Per cominciare, ha studiato formazione aziendale in due delle più prestigiose università d’élite negli Stati Uniti: UCLA e Harvard, che non sono esattamente alla portata di ogni tasca.
Inoltre, ben poco si capisce, come un uomo che vuole presumibilmente una sistema sociale più equo, sia stato in grado di lavorare (e continuare a lavorare) per i grandi gruppi finanziari come Barclays Bank o iniziative bancarie come Bancacívica, le entità che fanno parte del tessuto oligarchico responsabile della situazione attuale di disuguaglianza e ingiustizia sociale subiti dall’umanità.
Enrique Dans non ha avuto scrupoli al momento di scegliere i suoi amici e alleati tra gli alchimisti del mondo finanziario, non ha dedicato invano molto del suo tempo nel tenere lezioni nelle sedi aziendali del massimo livello.
Ma se tutto questo non basta, si dovrebbe anche sapere che Dans è stato un assiduo collaboratore di pubblicazioni come: Expansion, Cinco Dias o Libertad Digital (tra gli altri); pubblicazioni dedicate al mondo della finanza e fautrici del sistema economico neoliberista dell’imperialismo. Che cosa pensereste se Karl Marx fosse stato un collaboratore di una pubblicazione come Forbes e The Economist? Esattamente lo stesso che si dovrebbe pensare di questo ragazzo, un nuovo eroe prefabbricato dai laboratori ideologici del gran capitale internazionale."

http://aurorasito.wordpress.com/2011/05/22/i-legami-di-enrique-dans-promotore-del-movimento-15m-con-loligarchia-finanziaria-internazionale/