venerdì 11 marzo 2011

Oggi prima manifestazione in Arabia Saudita

*** aggiornamento 13.30: 200 manifestanti a Hofuf, nessuno per ora nelle principali città, strade vuote ed atmosfera surreale


Convocata per oggi la prima giornata di proteste e manifestazioni in Arabia Saudita.

Già ieri il regime ha esposto con chiarezza le sue regole d'ingaggio: la polizia ha sparato sulla folla a Qatif, zona sciita già caratterizzata da scontri nei giorni precedenti. Nell'area, casa Saud aveva mandato 10.000 poliziotti a massaggiare gli eventuali manifestanti.

Le manifestazioni sono state vietate in tutto il paese ed è segnalato un imponente schieramento di forze di "sicurezza".

Per il momento è segnalato un lento e piccolo afflusso di persone nelle principali città, vedremo come si sviluppa.

Oggi giornata di proteste anche in Azerbaijan, sulla strada che va dal mondo arabo all'Europa passando per Mosca.

Saluti felici

Felice Capretta

29 commenti:

Anonimo ha detto...

Non c'entra molto.

Non ho ricordi dei vari profeti di sventura e apparizioni della Madonna che annunciassero il sisma in Giappone.

Certo che l'11 porta proprio sfiga.

Anonimo ha detto...

Volete una teoria complottista?
la propongo io: vi ricordate la questione del centro in alaska per la produzione di onde, secondo le teorie di Tesla, e il fatto che qualcuno sosteneva che gli americani lo usassero per provocare terremoti nelle nazioni non allineate?
e se fosse successo questo anche sta volta, dopo che il giappone ha annunciato di uscire dai bond usa per comprare debito pubblico euro?

http://www.zerohedge.com/article/will-japanese-earthquake-be-straw-breaks-europes-back

buone elucubrazioni ....
Fra

Searock ha detto...

@Fra
E' un'ipotesi anche questa, ma più che la questione dei bond io ipotizzo pressioni israeliane sugli USA dopo la recente presa di distanza da parte del Giappone sulla politica di Israele verso i Palestinesi.

Anonimo ha detto...

@Fra
Dai che terremotiamo quei brutti musi gialli....
Ooooopsss. mi sa tanto che abbiamo fatto una cagata.L'onda stà per arrivare in california...
Nic.

Anonimo ha detto...

Coi problemi di bilancio cha ha la California venissa spazzata via mi sa si risolverebbero un problema: tanto prima o poi deve arrivare il Big One anche lì - tanto vale togliersi il pensiero!

OT Mario Barbiero ha detto...

scrive Zibordi su cobraf.com che gli immigrati che vengono nei paesi occidentali abbassano lo stipendio di chi già c'è e lavora, in quanto sono disposti a lavorare per meno.
***
legge della domanda e dell'offerta, maggiore la disponibilità di una risorsa, minore il suo valore.
Non fa una grinza.
Ma perchè i sistemi paese occidentali hanno bisogno di manodopera extracomunitaria?
Tanto che leggiamo in questi giorni cose tipo che in Italia serviranno almeno due milioni di immigrati nei prossimi 10 anni.
Così gli stipendi già bassi finiranno rasoterra.
E la gggente consumerà meno.
Ma se viviamo in un sistema basato sul consumo ...
Sì è vero, ma è importante il consumo degli altri, non il consumo interno.
Il consumo interno è una jattura per qualsiasi governante.
Perchè il sistema paese se non dispone delle risorse da consumare le deve prendere da altri paesi e pagarle, ma non con soldi che può stampare freschi come vorrebbe Barnard, ma con soldi che che devono avere dietro un qualche cosa o di "fisico" immediato tipo l'export di propri prodotti e risorse o un "fisico" futuro tipo i debiti che altro non sono che ricevere qualche cosa di concreto subito per doverlo restituire un domani maggiorato di un interesse.
I soldi fanno da tramite a tutti questi passaggi, ma non sono i soldi a passare di mano, ma quello che c'è dietro.
segue

OT Mario Barbiero ha detto...

Basti pensare che il 70% delle risorse globali vengano estratte nei Paesi in via di sviluppo e in quelli ad economia emergente ma solo la minima parte della ricchezza generata dalla trasformazione di tali risorse in prodotti rimane nei Paesi di origine.
Per ricchezza si intendono le risorse, non i soldi di carta o elettronici.
Tanto per fare un esempio, l'Europa a 27 dispone del 3% delle riserve mondiali di ferro.
IL TRE PER CENTO!
Ma ne consuma un tantino di più.
E così per tutto il resto.
Un paio di anni fa pubblicarono uno studio che diceva come l'Italia consumasse tre volte le risorse rinnovabili del suo territorio, la Svizzera quattro volte e mezza, gli Stati Uniti non ricordo, ma era una cifra impressionante.
Vi dice niente una cosa del genere?
segue

Anonimo ha detto...

La rete di Soros che finanzia il crimine invisibile
http://www.vocidallastrada.com/2011/03/con-una-risoluzione-del-parlamento.html

Anonimo ha detto...

un saluto a tutti.
ho letto i commenti lasciati dai soliti anonimi;
certe ironie sarebbe meglio evitarle.
ciò che accaduto in giappone, potrebbe acadere in qualsiasi altra parte.
finchè non tocca le ns cose, le ns case, va tutto bene.
anche in giappone ci sono uomini,che vivono,che sognano.

@anonimo 11 marzo 2011 12:56

il numero 11, indica una fase di cambiamento.
la vita segue una sua logica.
chi la conosce, usa il linguaggio della vita.
anche questo, come ogni cosa, non è bello , ne brutto.
semplicemente è.
tutto è una questione di scelta.

volevo fare una considerazione, legata all' evento del giappone, alla situazione economica generale.
in questi ultimi mesi , il blog è stato motivo di varie discussioni.
sul fato che l' economia sia partita, sul fatto che i beni rifugio siano l' oro, o una casa, in nun dato posto, eec.

anche il giappone è una potenza,ha tanto oro, ecc.ma a cosa serve tutto ciò di fronte ad un terremoto?
anche chi ha l'oro muore; e con tutto l'oro, nessuno può aggiungere un secondo alla propoia esistenza, sulla terra.
ecco percè, per me, è importante cosa si è, ma non cosa si fa o si possiede.
la cosa più grande che un uomo possa avere, oltre alla libertà, è la conoscenza.
chi cerca la vera conoscenza sa, conosce, non ha paura di niente.
per averla è semplice, non bisogna andare in nessun luogo, si trova dove siamo noi; basta cercarla, basta desiderala, basta ammare la vita e ciò che siamo.
franco

Anonimo ha detto...

"il numero 11, indica una fase di cambiamento.
la vita segue una sua logica."

Questo lo dicono i massoni legati a certi ambienti, principalmente: grazie della conferma.

L'oro non si salverà da un terremoto reale, ma da uno finanziario magari sì...a ragionare come la descrivi tu tanto valeva che non costruissero i palazzi con cognizioni antisismiche: tanto contro lo tsunami che ha ucciso probabilmente migliaia di persone non c'è difesa.

Perchè stare attenti e mettersi le cinture alla guida? Tanto potresti venire colpito da un fulmine durante un temporale una di queste estati!

Ragionamenti che non stanno nè in cielo nè in terra.

annalisa v ha detto...

ehi, anonimo del primo commento, guarda un po' qui :
http://www.messaggidianguera.net/
ciao
annalisa v

OT Mario Barbiero ha detto...

Se uno si ammala gli faranno sicuramente comodo un ospedale, dei medici, gli infermieri, le medicine eccetera.
Ma se non si ammala non gli servono.
E il modo per non ammalarsi esiste, così come c'è il modo per evitare tante altre cose e c'è il modo per avere ciò di cui abbiamo bisogno.
Ma ... di quello non si sente il bisogno di parlare e non perchè non ce lo hanno insegnato ( che è vero perchè ci insegnano a fare l'esatto contrario di ciò che sarebbe "giusto"); ma perchè semplicemente non interessa.

OT Mario Barbiero ha detto...

Se io dico che 5+5 = 10 e Berlusconi dice che 5+5 = 10 possiamo dire che io e Berlusconi perseguiamo gli stessi scopi?
Allora se i massoni dicono una cosa non significa che sia sbagliata e nemmeno che chi dice la stessa cosa sia un simpatizzante dei massoni.
Sapete quel vecchio detto non fare di tutta l'erba un fascio ... e sempre dallo stesso "libro" ... aiutati che dio ti aiuta ... aiutati che dio ti aiuta ... aiutati che dio ti aiuta (MESSAGGIO SUBLIMINALE offerto dallo sponsor Trova il Dio che è in te, perchè prima di ogni cosa convinciti che c'è un dio dentro di te, perchè cercare qualche cosa che si pensa non ci sia ... non riesce mai troppo bene).

Anonimo ha detto...

Un saluto a tutti.
@solito anonimo
Premesso che non sono un massone, ma ciò non toglie che i massoni abbiamo conoscenza.
La differenza tra un essere e l' altro sta nell' utilizzo della conoscenza, e del come e se viene trasmessa.
Vedi, non e facile , in poche righe, esprimere un pensiero, poiché l'interpretazione varia, in base, allo stato di chi legge.
per cercare di spiegarmi,
Esiste la conoscenza a prevenire i terremoti.
Esiste la conoscenza per eliminare dipendenze dal petrolio e dal nucleare.
Esiste la conoscenza per capire chi siamo,chi ce dietro i ns occhi.
Esiste la conoscenza per capire come funziona la vita e cosa e la vita.
Invece, continuiamo, a riciclare le stesse situazioni.
Ostiniamo a fare le vittime.
Continuiamo a credere alle chiese, ai illogici, alle varie madonne, o santi che la chiesa inventa ad ogni occasione.
Ecco, perché, dico, che ci sono cose che sono superiori al fatto di possedere cose materiali.
Cose che ci possono dare la possibilità di essere veramente liberi, essere padroni del proprio destino.
Tutto qui.
Franco

Anonimo ha detto...

"Se io dico che 5+5 = 10 e Berlusconi dice che 5+5 = 10 possiamo dire che io e Berlusconi perseguiamo gli stessi scopi?"

No, ma se dite entrambi che 2 + 2 = 5...

Synthesis ha detto...

Questo è interessante:

http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=8055

OT Mario Barbiero ha detto...

@anonimo 13 marzo 2011 11:11
E se invece fossi tu quello che anche inconsapevolmente dice 2+2=5?

AVVERTENZA
Quanto sto per dire vale solo per me regolatevi!

NON HA IMPORTANZA cosa dicono gli altri o cosa scrive comesanchopanza che se un millesimo di quello che ho letto su quel sito nei due anni passati si fosse non dico avverato ma almeno ci si fosse andati vicini ... oggi vivremmo in un mondo completamente differente.
E invece ... le chiacchiere sono le stesse di due/tre anni fa.
Mi ricorda l'opinione che aveva la mia insegnante di storia dell'arte del liceo su Vittorio Sgarbi (parliamo di fine anni 80).
E' uno che di arte sa, per quanto riguarda tutto il resto spara cazzate a 360°, pertanto è statistico che qualche cosa ogni tanto possa sembrare che la imbrocchi.
D'altra parte quando si parla di ciò che non siamo noi e che non facciamo noi, ma parliamo di ciò che sono e fanno altri ... è matematico che ci tocca tirare a indovinare.
Ma tirare a indovinare vi sembra un modo intelligente di passare il tempo?
E utile soprattutto?

Anonimo ha detto...

@Frinco libero, ti rispondo molto seriamente.
No guarda, “solito anonimo” sono io, o almeno io ritengo che tu creda sia io (quello a cui Emilio Capretta non pubblica più i commenti per intenderci), non quello a cui tu con i tuoi sproloqui hai fatto girare le balle e che poco più su ti ha risposto per le rime.
Scusa.. ma come al solito non hai capito niente.
Sarai bravo nel tuo settore, tanto di cappello, ma ognuno deve fare quello che sa fare, se no fa ridere.
Tu dovresti smetterla di scrivere perché ti copri di ridicolo.
Ma sei Italiano? Come parli?
Io non ho mai sentito niente di simile!
E’ una provocazione? Lo fai apposta? La tua libertà è talmente completa che la ostenti anche lessicalmente?
Guarda che anche Indopama che come religione pratica la LIA (=Libertà Individuale Assoluta, cioè divinazione di sé stesso) l’italiano lo rispetta.
Se lo fai apposta sei matto e anche un po’ sciocchino. Se non conosci l’italiano fino a questo punto… BASTA, smettila una buona volta di scrivere!
Lo dico per te, io figurati mi diverto a ridere, è solo una questione di pietà.
“Continuiamo a credere ai illogici” …….. ??????????????? Mi rifiuto di credere che fai sul serio.
E questo per quanto riguarda la forma (che è sostanza), non parliamo poi dei concetti!
“Esiste la conoscenza a prevenire i terremoti” Ma che cosa intendi? Ma chi te l’ha detto? Dove l’hai letto?
E perché mai ci facciamo terremotare dai terremoti allora? Tutti masochisti?
O forse intendi dire che sono gli Americani (dimenticavo… insieme al Mossad!) che terremotano tutti?
Guarda che a forza di sparare cazzate in rete la gente sprovveduta ci crede anche: la mia cameriera ucraina per esempio va dicendo in giro che son stati gli Americani a provocare il terremoto in Giappone e io so che non è vero perché le balene (quelle più combattive) in gennaio si sono recate a parlare col dio del mare che alla fine ha promesso loro di dare una lezione ai massacratori. Strana coincidenza, no? Ma lei non mi da retta.
Vigna dice che a fronte di un’esperienza personale, magari non condivisibile, bisogna mantenere comunque rispetto. Penso che abbia ragione.
Rispetto e curiosità. Ma non con chi, autonominatosi sacerdote, si mette in cattedra e, con tono fra il paternalistico e l’esoterico, ti volmita addosso, come fosse una Nuova Rivelazione, il delirio eso-fanta-spiritual-vegetariano che (forse) c’è nella sua mente.
Mannò, Vigna, per carità. Chi non ha dubbi è un pirla. Una delle poche regole assolute.
Frinco, tu c’hai dei dubbi?

Anonimo ha detto...

IL MACROBUCO DEL DEBITO PUBBLICO USA
..due giornalisti di Bloomberg, Marcos Pittman e Bob Ivry hanno ricostruito meticolosamente la vera somma di questi trasferimenti pubblici per salvare l’economia statunitense. In sostanza, i due giornalisti assicurano che la somma trasferita dal governo USA alle imprese in crisi è stata di 14.700 miliardi di dollari, cifra superiore allo stesso PIL USA del 2010 ed equivalente a quasi un terzo di tutto il PIL mondiale. Tale somma, stando ai due giornalisti di Bloomberg, sarebbe uscita dalla Federal Reserve, la banca centrale USA.

Solo una cifra del genere poteva essere sufficiente a frenare – e ripetiamo momentaneamente – il tracollo finanziario di Wall Street. A questo punto sorge una domanda. Questo enorme flusso di denaro pubblico non è riflesso nei conti ufficiali del debito pubblico USA, nei quali appunto sarebbero confluiti solo 700 miliardi. Ma, allora quanto è grande il debito pubblico statunitense? La domanda ovviamente non interessa solo gli USA, ma tutto il mondo ed in particolare il gemello siamese occidentale, cosi intimamente legato agli USA: ">se crollano gli USA, le conseguenze saranno catastrofiche per tutto l’occidente...

http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=print&sid=8057

OT Mario Barbiero ha detto...

"IL MACROBUCO DEL DEBITO PUBBLICO USA"
Come la penso ormai è chiaro e quindi una informazione del genere non mi serve a nulla.
Ma vale solo per me.
A voi cosa cambia saperlo, nella vita di tutti i giorni?
Adesso che lo sapete cosa farete?
Posto che l'informazione sia vera e l'analisi corretta, ma diamo per buone entrambe me cose, giusto per non complicarci l'esistenza.
Quindi OK HOUSTON! CHE FAMO?

OT Mario Barbiero ha detto...

@anonimo 13 marzo 2011 15:04
In sintesi stai accusando franco di dirti cosa devi fare, salvo fare tu con lui la stessa cosa.
Ma hai ragione, nessuno ha diritto di dirti cosa devi fare.
Tu solo puoi dirlo a te stesso.
Che è quello che quasi nessuno fa.
Che invece è quello che indo, franco, io e altri facciamo.
Io vi racconto la mia esperienza, chissà mai che qualcuno mosso a curiosità decida di provare ... ma provare a fare cosa?
Cercare dentro di se le risposte che aiutano a vivere meglio.
Tu e franco state dicendo la stessa cosa, ognuno a modo suo.
Ma è la stessa.
La stessa che dico io, che dice anche Hiei.
La curiosità è? Ma tupoi metti in pratica questa cosa?
E allora che ti frega di quello che dice franco?
Se gli dai del sacerdote vuol dire che per te lui è un sacerdote, vuol dire che le sue parole hanno una qualche presa su di te e se reagisci così animatamente, vuol dire che quelle parole ti fanno paura!

Anonimo ha detto...

Mario, scusa, ma sei il Re del latte alle ginocchia.
Perdonami, ma c'è un limite alle banalità.
E ormai qui scrivi solo tu!

Dicono la stessa cosa anche i Testimoni di Geova comunque.
Piantala lì con questo relativismo da 1a elementare! Ma ti rendi conto che questo qua crede che fra di noi ci siano i marziani, che le balene si suicidino per protesta, che dietro i terremoti ci sia Israele, e un milione di altre eso-puttanate estreme?
Roba da rimpiangere le scie chimiche.
E ci esorta a non credere agli illogici!!!!!!!!!!!!!!!
Mario, BASTA!
BASTA con le cazzate!

Lo ripeto, altro che sacerdote... chi sentenzia è quasi sempre un pirla e chi mostra di non avere dubbi lo è certamente.
C'è poco da fare... è una regola.

Se Frinco e Indopama (che per quanto discutibile possa essere il suo pensiero è a un livello incommensurabilmente superiore) ti hanno indicato la via, sii contento
e sentiti libero, ma non di romperci i coglioni.

Anonimo ha detto...

Terremoto in Giappone tra minacce e “coincidenze”..
http://www.altrainformazione.it/wp/2011/03/12/terremoto-in-giappone-tra-minacce-e-coincidenze

Anonimo ha detto...

@quella della madonna dell'incoroneta

Fammi il favore!
Senza specificare date sono buoni tutti a fare profezie vincenti! Non ci credi? Guarda:

"Io me medesimo profeta e saggio vi dico: la terra della California tremerà e verrà lungamente scossa, portando terrore e morte fra la popolazione".

Scommettiamo che PRIMA O POI ci piglio? Buoni tutti a profetizzare un terremoto in una zona ad altissimo rischio sismico.
Due anni fa in Giappone usciva l'anime basato sugli studi del loro centro sismografico "Tokio Magnitudo 10.5".

Senza bisogno di tanti santi e mandonne: o fai una profezia dicendo dove E QUANDO o tiri alla chi ciapo ciapo che tanto qualcuna la prendi sicura.

Senti un po' la tua madonnina:

"Da 23 anni, la Madonna appare ad Anguera (Bahia - Brasile) al veggente Pedro Régis, dettandogli messaggi per tutta l'umanità.

I messaggi vengono trasmessi 3 volte a settimana:"

23 anni, tre volte a settimana! A questo punto avrà sicuramente profetizzato ogni genere di sciagura in ogni dannato angolo del pianeta, tanto sono tutte vaghe e "prima o poi"...

Ma un po' di senso del ridicolo, su...

OT Mario Barbiero ha detto...

@anonimo 13 marzo 2011 18:41
scrivo solo io? e perchè?
domanda che rivolgo a tutti, ma innazitutto a te.
Perchè tu non scrivi qualche cosa?
A parte gli insulti, che un conoscente comune continua a dirmi che sei uno intelligente, ma sinceramente io continuo ad avere dei dubbi.
Ecco un esempio che cade a fagiolo.
Io penso che tu non sia intelligente, almeno non sopra la media come il nostro comune conoscente sostiene.
Ma cosa cambia per te cosa penso io?
Teoricamente niente, mentre invece il pensiero che ho io su di te e che quindi è mio ha effetti su di me.
Modifica il mio approccio nei tuoi confronti.
In realtà il fatto che tu debba replicarmi e per di più in quel modo dimostra che tu sei influenzabile dalle mie parole.
Tutto il tuo intervento è solo una dura replica alle mie parole, senza metterci niente di tuo in più, senza offrire il tuo pensiero, una tua idea.
Insomma io dò il programma e tu lo esegui.
Così fanno anche LORO, ovviamente in modo molto più articolato ed esteso.
LORO indicano la direzione e tutti via a seguire le LORO indicazioni, op op op da brave pecorelle.

Anonimo ha detto...

Libia, Gheddafi riprende il controllo
Cameraman ucciso a Bengasi

Il potere in Libia torna sempre più evidentemente nelle mani di Muhammar Gheddafi. Il Rais rinconquista Brega, importante porto petrolifero nella Libia orientale, a 250 chilometri da Bengasi, dove questa mattina un operatore di Al-Jazeera è rimasto ucciso in seguito ad una imboscata

-

adesso vediamo cosa succede in Libia ma ho l'impressione che fosse una cosa organizzata da fuori e non una protesta cresciuta all'interno.
e' cmq sempre molto difficile riuscire a capire situazioni in posti di cui non si ha esperienza diretta.

l'intervento della nato e' fondamentale per cambiare gli equilibri, vedremo.

Anonimo ha detto...

Loro, anzi LORO
anzi.. LOOOOROHHH (tono misterioso)
mamma mia, Mario! Per carità di Dio.
Io sono abituato a dire noi.

Che tu abbia trovato la tua strada non può che farmi piacere, per te e per la tua famiglia, anche se nutro seri dubbi: generalmente all'estasi da illusione seguono dolorosissime badilate in faccia.
Intendiamoci, non te lo auguro!

Comunque, non è mia intenzione offenderti, è solo che noi due siamo proprio agli antipodi.
Comunque su una cosa c'hai ragione: intelligenza sopra la media? Magari.

Vale anche per te, però, eh?

Prendile come scuse se vuoi, ma tu cerca di parlare di economia che lì sei più credibile.

Anonimo ha detto...

Oggi, nessuno ne parla, ma presto vedremo queste rivolte anche negli Stati Uniti.
http://attiliofolliero.blogspot.com/2011/03/gli-usa-verso-la-fame-e-la-rivoluzione.html

Annalisa v ha detto...

@ anonimo del 13 marzo 20e52
Profezie vaghe?
mess 2515 del 28/04/2005
il Giappone soffrirà per un mega-sisma di dimensioni mai viste in tutta la sua storia

mess 3295 del20/03/2010
un mega-sisma scuoterà il Giappone e i miei poveri figli piangeranno e si lamenteranno

mess.3307 del 17/04/2010
una grande distruzione si verificherà in Giappone

Controllare please

Ciao
Annalisa v