martedì 22 marzo 2011

Cause naturali terremoti: gravità, Bendandi e sistema solare




Ed ecco il terzo post sulle cause dei terremoti.

3.  Cause dei terremoti: gravità, Bendandi e sistema solare

Abbiamo già visto che l'ipotesi tradizionale basata sulla tettonica delle placche come unica causa dei terremoti ha come conseguenza principale l'impossibilità di prevedere i terremoti.

E se qualcuno fosse in grado di prevederli? E' evidente che l'intera ipotesi della tettonica delle placche non sarebbe più sufficiente a spiegare da sola la dinamica dei terremoti.

E....la risposta è si, qualcuno c'e' riuscito in passato. E anche oggi.

Inoltre, abbiamo visto che negli ultimi anni ci sono sempre più terremoti di sempre maggiore gravità, come se qualcosa a livello planetario si stia verificando in questi anno.

Ed in più, abbiamo anche rilevato nel post intitolato "insalata geopolitica" che una volta che si scatena un terremoto da qualche parte nel mondo ce ne sono altri che si scatenano in altre parti del mondo, come se fosse uno sciame sismico che colpisce l'intero pianeta nell'arco di qualche giorno o poco più.

Come ad indicare che in realtà la causa dei terremoti possa essere ricondotta a qualche fenomeno di carattere planetario o comunque non strettamente regionale.

Bene. Partiamo da chi i terremoti li ha previsti.

Raffaele Bendandi. Nato a Faenza (Ravenna) il 17 Ottobre del 1893 da una famiglia dalle modeste condizioni economiche, scolasticamente si fermo' al titolo di quinta elementare e si specializzò successivamente in disegno tecnico, imparò il mestiere del falegname dal padre e fece esperienza presso un orologiaio nella riparazione di oggetti meccanici. QUesta esperienza fu per lui fondamentale nella creazione dei suoi sismografi.

Studiò da autodidatta  geologia, sismologia e astronomia. 

La molla che l’iniziò alla sismologia fu il terremoto della città di Messina del 1908. Nel 1915 a soli 22 anni allestì un Osservatorio Astro-Geodinamico e un laboratorio artigianale dove costruiva i suoi sismografi.

Nel 1917, sul finire della prima guerra mondiale, era dislocato presso Porto Corsini, ed osservando il moto delle maree ebbe una intuizione che pose la base di tutte le sue ricerche: se l’attrazione della luna riesce a sollevare l’immensità degli oceani, a maggior ragione le forze gravitazionali di più astri, disposti in particolari condizioni lineari, possono agire sulla crosta terrestre, specialmente nei punti più deboli, provocando fratture e spostamenti di faglie che determinano, così, i movimenti tellurici.

Nel 1923, di fronte ad un notaio, predisse alcuni eventi sismici puntualmente verificatisi che lo portarono agli onori della cronaca: il Corriere della sera titolava Colui che prevede i terremoti il 4 Gennaio 1924.

Disse Bendandi:

L’origine dei terremoti secondo la mia teoria è prettamente cosmica. Secondo dati da me raccolti e controllati il sisma avviene quando nel giro mensile di una rivoluzione lunare l’azione del nostro satellite va a sommarsi a quella degli altri pianeti. Sono la Luna, il Sole e gli altri Pianeti a provocare rigonfiamenti della superficie terrestre. In questo modo si spiegano i movimenti tellurici,  i terremoti sono assolutamente prevedibili.

I sismografi da lui costruiti ed utilizzati sono stati poi venduti in tutto il mondo. 

Grazie ai dati raccolti ha potuto formulare previsioni di terremoti che si sono poi verificate. 

Con metodo scientifico ha compilato innumerevoli parallelogrammi ed ha ottenuto la conferma che, conoscendo a priori la posizione degli astri, era in grado di prevedere i terremoti. Tra gli altri, 
  • Terremoto del gennaio 1915 nella Marsica, magnitudo stimata 7.0
  • 1924, Senigallia, magnitudo 5.6
  • ed il devastante terremoto del 1976 nel Friuli di magnitudo 6.7
sono solo alcuni esempi a conferma della funzionalità dei suoi studi, con le previsioni pubblicate sui giornali o comunicate alle autorità di pubblica sicurezza. Le quali hanno prontamente diffidato Bendandi dall'allarmare l'opinione pubblica tramite i giornali (le autorità di pubblica sicurezza che intimano di tacere su una cosa del genere sono davvero autorità di pubblica sicurezza?)

In sostanza, quando i pianeti del sistema solare si allineano troppo, luna compresa, giocano al tiro alla fune gravitazionale. Questo provoca scompensi e allungamenti perfino nella crosta terrestre, e nei punti di maggior tensione si verificano i cedimenti, quindi le "rotture" che già sappiamo, quindi i terremoti.

Ecco una mappa degli avvicinamenti al più grande allineamento prossimo venturo del 15 maggio 2011.


1 marzo 2011


15 marzo 2011


30 marzo 2011


15 aprile 2011


30 aprile 2011


11 maggio 2011


15 maggio 2011




E sarebbe infatti per il 15 maggio 2011 (o per l'11 maggio, dipende dalle versioni) una sua previsione riguardo un gravissimo terremoto che colpirà la città di Roma e successivamente per ottobre.

Attenzione: la direttrice dell'associazione ispirata a Bendandi, Paola Lagorio, ha dichiarato che questa previsione non viene da Bendandi e non è mai stata formulata ed è priva di fondamento.

Restano comunque le previsioni corrette di Bendandi, l'uomo che stupi' il mondo prevedendo con successo i terremoti studiando gli allineamenti planetari.


Pro e Contro

PRO: teoria affascinante e che non smentisce, ma completa, la prima teoria che abbiamo esposto sulla tettonica a zolle. Previsioni avvenute con successo, il miglior biglietto da visita: vuol dire che funziona con precisione impressionante.

CONTRO: tutta o quasi nella testa di Bendandi, che purtroppo è defunto, e non c'e' modo di recuperarla. La Associazione Bendadiana fa quello che puo'. In più, molte speculazioni da parte di tifosi entusiasti hanno portato all'inquinamento degli studi, in primis la profezia su Roma di questo Maggio.



Tutti i post sulle cause dei terremoti 


  1. Cause naturali dei terremoti:  faglie e tettonica a placche - la teoria tradizionalista 
  2. Cause artificiali dei terremoti: esplosioni nucleari sotterranee e correlazione con i terremoti 
  3. Cause naturali dei terremoti: gravità, Bendandi e sistema solare 
  4. Cause artificiali dei terremoti: HAARP, Giappone e la guerra meteorologica



    Saluti felici


    Felice Capretta

    27 commenti:

    Ficosecco ha detto...

    "in primis la profezia su Roma di questo Maggio"

    mmmh.. staremmo a vedere.
    El Berlusca s'è schierato dalla parte degli esportatori di democrazia, non credo che la teoria di Bendandi possa star in piedi sta volta!

    ; )

    Felice Capretta ha detto...

    Ho specificato chiaramente che la previsione del terremoto a Roma del prossimo maggio e' stata smentita ufficialmente dalla associazione stessa e si tratta di una poco piu' di una leggenda metropolitana.

    Poi ognuno e' libero di credere a quello che vuole.

    Saluti felici

    Felice

    Anam ha detto...

    Mi permetto di suggerire anche il seguente link:
    http://www.byoblu.com/Lang/it-IT/page/INTERNET-FOR-GIULIANI.aspx

    Nel blog di byoblu sono leggibili diversi articoli sulla materia.

    Visto che si parla di possibilità di prevedere i terremoti, ritengo che il lavoro di Giuliani vada comunque preso in considerazione.

    Anonimo ha detto...

    Capisco che uno possa prevedere che ci sarà un terremoto con ta teoria, ma come fa a sapere dove sulla terra? La crosta terrestre si mette a "tirare", ma dove farà "crac" come lo capisco?

    fenice araba ha detto...

    Una cosa però è vera e credo che debba essere detta.

    Bisogna ricordare che, qualcuno entrò nel suo studio e cercò di distruggere le carte contenenti i suoi studi / previsioni.

    Qualcuno sostiene che fu lo stesso Bendandi in punto di morte a farlo ma preso dal rimorso cercò di salvare dal fuoco quello che poteva.

    Già

    Altra curiosità, le carte contenenti le previsioni si fermano al 2012

    E si!

    Felice, mi sa che prima o poi ne dobbiamo parlare….

    Saluti a tutti

    Anonimo ha detto...

    - la nube radioattiva è arrivata su tutta la costa west degli usa
    - nel golfo del messico sono ripresi i versamenti di petrolio in mare
    - terremoti vari
    - rivolte in Medioriente africa
    - ...

    effettivamente manca solo l'europa all'appello.... roma a maggio o qualcos'altro... anche fosse solo per un calcolo di probabilità...
    auguri a tutti
    Fra

    Anonimo ha detto...

    Il discorso mi sembra strano perchè, se non ho sbagliato i conti, tutti i pianeti allineati dalla stessa parte comporterebbero un aumento della forza di marea minore del 2% mentre la variazione dovuta alla diversa distanza della Luna arriva al 17% circa, molto maggiore.
    Saluti:
    guido (quello anonimo)

    Anonimo ha detto...

    con i calcoli dei pianeti ti stimano la marea con grandissima precisione, in ogni punto della terra. presumo basti sapere dove si massimizza l'attrazione dei pianeti e guardare che dorsale passa di la.
    Fra

    Anonimo ha detto...

    dirò una cosa che sembrerà incredibile ai più, ma la teoria di bendandi non regge perchè si basa su una comune idea di gravità che è assolutamente da rivedere, come dimostrano recenti ricerche poco conosciute (vedi p.es. C. Conselice università di Nottingham).
    Posso affermare che la teoria di Newton è infondata perchè in contraddizione con il principio di relatività (del resto, egli credeva nel moto assoluto) e dunque non è vero che le masse si attirano.

    Un saluto a tutti.
    Tridens

    McOrion ha detto...

    Mi risulta che posta 100 l'influenza della Luna

    Il sole non arriva a 50

    I pianeti, tutti insieme come nei grandi allineamenti che avvengono meno di una volta a secolo 'del tutto trascurabili'.

    Quello che non si evince dai grafici (dimensioni dei corpi non in proporzione, distanze tra i corpi non in proporzione) è che i pianeti (e il Sole) sono immensamente più lontani della Luna.

    Mercurio è un sasso grande più o meno come la Luna ed è lontanissimo.

    Venere e Marte sono grandi quasi quanto la terra e quindi abbastanza più della Luna ma sono comunque lontanissimi.

    Giove è enorme ma è immensamente lontano (non è un caso che solo al telescopio salti fuori qualcosa più di un puntino e quella è la sua influenza. un puntino).

    Tralasciando gli altri corpi davvero troppo lontani resta il Sole. Diametro apparente quello della Luna, densità molto più bassa.

    Cito il diametro apparente per convincervi di una cosa, pensate davvero che mercurio, venere, marte, giove, a prescindere dalle reali masse e distanze, possano avere una qualche influenza significativa visto quanto sono più grandi Luna e Sole nel cielo?

    Anonimo ha detto...

    Un saluto a tutti.
    Terremoti.
    L’ allineamento dei pianeti, influenza anche la ns terra.
    In senso lato, tutta la ns galassia funziona come un gran orologio, dove tutto ruota in modo sincronizzato, in maniera perfetta.
    Tutto segue un certo ciclo.
    Premesso che tutto è vita, e che tutti i pianeti essendo sono esseri viventi, seguono la loro crescita.
    La loro “ espansione” avviene in occasione di questi allineamenti.
    Anche il sole sta aumentando di volume.
    Queste situazione si sono già verificate in passato.
    Infatti , tutti sappiamo che la terra ha subito glaciazioni e cataclismi.
    Inoltre, nel ns contesto attuale , la terra ha necessità di purificarsi.
    Per cui, una zona della terra è soggetta a glaciazione, altra a terremoti e lava.
    Detto ciò, non è per incutere paura, ma far capire che la vita è evoluzione.
    In passato, sulla terra, ci sono state civiltà, che all’ approssimarsi di questi cambiamenti, lasciarono la terra.
    Lo fecero, poiché erano evoluti ed erano in “ armonia” con la terra.
    Non vivevano per depredare, o dominare.
    Alcuni di loro erano gli abitanti dell’isola di pasqua.
    L’uomo moderno, o uomo sapiens, che secondo la bibbia è stato creato ad immagine di dio, in parte è vero.
    Solo che era l’immagine di un dio; ossia, era un extraterreste, ed era una donna, una genetista.
    franco

    Anonimo ha detto...

    Oggi:

    Azione militare israeliana a Gaza.

    In fiamme il ministero dell'Interno in Egitto, al Cairo.

    Sono 14mila i tunisini fuggiti in Italia dal loro paese.

    Libia sotto i bombardamenti.

    Yemen, ormai è guerra civile.

    Le rivoluzioni popolari, non violente e soprattutto "spontanee" sono ormai chiaramente un completo successo, possiamo dire.

    Anonimo ha detto...

    Purtroppo rimane fuori solo l'europa, possibile che qualcuno non abbia pensato anche a noi?
    Fra

    Anonimo ha detto...

    non e' detto che Bendandi tenesse in considerazione la forza di gravita' nei suoi calcoli, ci sono anche altre forze.

    al di la' di questo, nessuno ha mai potuto spiegare il perche' ci sono queste forze.
    cosa devono fare, cosa devono creare queste forze?

    non sara' per caso che sono state create apposta per creare i terremoti, la nuova terra, ecc, insomma tutta la vita che abbiamo attorno?

    non e' detto che siano le forze a generare il progetto della vita, di solito si pensa ad una cosa e poi la si realizza, si pensa ad un motore che con una forza muove una cosa e poi lo si realizza e nasce la forza. non il contrario.

    lo facciamo tutti i giorni, prima pensiamo, poi costruiamo cio' che ci serve per la realizzazione del progetto. pensiero-progetto-realizzazione. questa la direzione e non realizzazione-progetto-pensiero. se nella nostra realta' quotidiana facciamo cosi' allora perche' anche tutto il resto non dovrebbe farlo?
    perche' non conosciamo il pensiero di tutto il resto vuole forse dire che non esiste?

    voglio dire, si puo' guardare la stessa cosa anche da un diverso punto di vista, non e' detto che il senso comune sia per forza quello giusto.
    una volta si pensava che la terra fosse piatta, non l'avevano mai guardata con un satellite...

    indopama

    Il Bagatto ha detto...

    Credo che sia necessario rivedere le nostre conoscenze riguardo il nostro pianeta. La Terra fa parte di un sistema che ha al suo centro una stella e che a sua volta fa parte di una galassia, che fa parte di un insieme di galassie, ecc. ecc. Pensare che tutto ciò non sia connesso mi sembra poco intelligente. Le ultime ipotesi di lavoro sono: le maree non sarebbero provocate dall’attrazione lunare ma dal rallentamento (estremamente tenue, ma controllabile) che la terra subisce sempre a causa della luna. La differenza è sottile: la luna non agisce con effetto gravitazionale diretto ma interferendo con il nucleo della terra (modificando anche il suo magnetismo). Secondo: il sole può avere un ruolo cruciale sulla terra con l’emissione massiva di protoni, neutrini e radiazioni, oltre che al vento solare che perturba le radiazioni che arrivano dallo spazio profondo. Come vedete di carne al fuoco ve ne è parecchia. Nei giorni immediatamente al terremoto in Giappone, il sole emise dei flare X, cioè di massima potenza che interferirono sulla ionosfera (è il segnale rilevato –badate bene, non trasmesso ma rilevato- da Haarp). Per la cronaca sono attesi flare X nei prossimi giorni in concomitanza dell’allineamento planetario riportato dal Capretta. Se ci sarà un evento sismico importante, allora questa sarà una strada da percorrere.
    Bendandi: sicuramente intuizioni importanti ma le sue carte non sono accessibili per cui è difficile dare un giudizio. Comunque era sulla strada degli studi che ho menzionato prima.
    Alcuni link, per approfondire:
    http://www.vallepelignameteo.org/Sole.html
    http://daltonsminima.altervista.org/monitor/Monitorxray.html
    http://www.cortesi-gravity.it/

    Il Bagatto ha detto...

    Infine, per esperienza diretta e professionale: non è facile gestire una possibile catastrofe. Se non si ha la quasi certezza dell’evento, si potrebbero creare più danni dell’evento stesso. Giuliani, quando parlò del terremoto, indicò Sulmona come possibile sito. Immaginate se fosse stata ufficializzata tale notizia: gli abitanti di Sulmona sarebbero stati evacuati a … L’Aquila!
    Dopo la catastrofe di Chernobyl, si sapeva abbastanza bene la distribuzione della radioattività sul territorio nazionale: la regione meno colpita era la Sardegna. La notizia non venne diffusa proprio perché si calcolò che una eventuale fuga in massa verso l’isola, con assalto a navi e traghetti, avrebbe fatto danni difficilmente quantificabili. La mappa della radioattività sul territorio italiano venne tenuta accuratamente riservata (e tuttora non è di facile accesso).

    Il Bagatto ha detto...

    Da tenere sotto controllo questo sunspot:
    http://spaceweather.com/
    che potrebbe, come dicevo, creare (forse) problemi.
    Riguardo la situazione politica mi sembra che l’Italia stia giocando a scacchi con la Francia (che è costretta ad arroccare). Sarkò dovrà cedere lo scettro di comandante in capo e scendere a più miti consigli. Germania e Russia sempre più vicine (sperando che la Merkel per un po’ rinunci agli spostamenti in elicottero, visto quello che ha rischiato)

    Il Bagatto ha detto...

    Ciao Indo! Un piacere ritrovarti!
    Anche se so che non ami le letture, ti consiglio questo libro: “I numeri dell’Universo: le costanti di natura e la teoria del tutto” di John Barrow (titolare di Scienze Matematiche presso l’Università di Cambridge. E’ ricco si spunti interessanti proprio riguardo le domande che tu fai. Perché le costanti che regolano l’universo sono proprio queste? Perché siamo in grado di misurarle con grande precisione ma non capiamo cosa le sottende? Perché un piccolissimo cambiamento del valore di una sola di queste costanti non consentirebbe la vita?

    Felice Capretta ha detto...

    @fra
    Tipo un'invasione di qualche milione di clandestini in tutta Europa ad alzare i tassi di disoccupazione e probabilmente il tasso di criminalità.

    (perché in fondo abbastanza lavoro per tutti in europa non c'e' o non si vogliono creare le condizioni perché ci sia, e queste persone in qualche modo dovranno ben mangiare e coprirsi)

    E queste ondate migratorie probabilmente faranno crescere il malcontento tra la popolazione europea, con radicalizzazione delle scelte politiche, instabilita' sociale e....beh non devo continuare immagino :-/

    Anonimo ha detto...

    Tridens (13,53), non è vero che le masse si attirano??
    Quindi tu stai attaccato al pianeta sul quale cammini perchè ogni mattina ti spalmi di Vinavil le suole delle scarpe?

    RedLizard

    Anonimo ha detto...

    gravità?boh!? gravitone?!?boh..mai osservato..la nostra scienza è ancora giovane

    exception

    Anonimo ha detto...

    @FC
    Mm..
    L` attrazione dei pianeti non e` sufficiente per provocare fenomeni di questo tipo, credo.
    L` attrazione gravitazionale decresce con il quadrato della distanza e gia` un satellite come la Luna, situato molto molto vicino alla Terra provoca solo l` effetto delle maree, gli altri pianeti del sistema solare sono situati molto piu` distante e quindi il loro campo gravitazionale (nemmeno quello di Giove) non raggiungerebbe la Terra in quantita` misurabili, non certo capaci di provocare un terremoto.
    Inoltre, per qualsiaasi teoria si voglia proporre, ci vorrebbe qualche prova in piu`.

    Gigi

    Anonimo ha detto...

    @FC
    senza considerare il fatto che, se variazioni del campo gravitazionali prodotte da altri pianeti verso la Terra ci sono, questi andrebbero a interessare la Terra nella sua interezza e non procurerebbero movimenti reciproci delle varie parti del pianeta.

    Gigi

    Anonimo ha detto...

    @RedLizard

    non ho affermato che non esiste una forza che ci tiene attaccati al nostro pianeta, anzi, ne esiste anche una che fa cadere i gravi verso est, ho solo detto che esse non sono causate dalle masse materiali.
    Qual è la prova sperimentale che le masse si attirano?

    Un saluto a tutti.
    Treidens

    Anonimo ha detto...

    qui una gravita' piu' valida di quella classica.
    http://www.forzefondamentali.com/

    Anonimo ha detto...

    Prevedere con certezza eventi sismici, per ora è impossibile perché troppe sono le cause in gioco. Tuttavia le teorie di Bendandi forniscono elementi utili a stabilire preventivamente un quadro di all'erta.
    Personalmente mi sono occupato più volte, con l'ausilio di planetari informatizzati, di esaminare la situazione planetaria in occasione di grandi terremoti recenti o storici. Sempre ho rilevato la presenza di fasi lunari ben determinate (di solito luna al primo quarto) e di raggruppamenti di pianeti in congiunzione con il satellite. Nel recente terremoto in Emilia, esattamente nell'ora della scossa di maggiore potenza (ora dell'alba) c'erano in cielo il sole, la luna, giove, mercurio e mercurio tutti in congiunzione. In perfetto accordo con le teorie di Bendandi che era uno scienziato, non un ciarlatano. Solo che era italiano e non di qualche altra nazionalità "importante".

    Anonimo ha detto...

    Prevedere con certezza eventi sismici, per ora è impossibile perché troppe sono le cause in gioco. Tuttavia le teorie di Bendandi forniscono elementi utili a stabilire preventivamente un quadro di all'erta.
    Personalmente mi sono occupato più volte, con l'ausilio di planetari informatizzati, di esaminare la situazione planetaria in occasione di grandi terremoti recenti o storici. Sempre ho rilevato la presenza di fasi lunari ben determinate (di solito luna al primo quarto) e di raggruppamenti di pianeti in congiunzione con il satellite. Nel recente terremoto in Emilia, esattamente nell'ora della scossa di maggiore potenza (ora dell'alba) c'erano in cielo il sole, la luna, giove, mercurio e mercurio tutti in congiunzione. In perfetto accordo con le teorie di Bendandi che era uno scienziato, non un ciarlatano. Solo che era italiano e non di qualche altra nazionalità "importante".