mercoledì 1 luglio 2009

Bond americani Chiasso aggiornamento

I media tradizionali oggi fanno la consueta conta delle vittime dell’esplosione e si soffermano minuziosamente sulle grida dei passanti investiti dalle fiamme dell’esplosione del vagone di GPL.

Molto accurati i dettagli sui corpi carbonizzati e fumanti, peccato che sia di utilità scarsa o nulla.

Davanti a tutto questo ben di dio in salsa pulp, è naturale che sia dato poco spazio all’aggiornamento sul tema Bond americani a Chiasso. Asia News, il sito che per primo ha dato la notizia dei Bond americani a Chiasso trovati nelle valigie di due giapponesi (prontamente soprannominati Gianni-san e Pinotto-san) evita l’argomento GPL e ci aggiorna sulla situazione.

Circa un mese dopo la notizia del fermo di due giapponesi con in mano bond americani a chiasso per un importo pari all’1% del PIL USA, facciamo il punto.

Le informazioni sono ancora piuttosto discordanti.

Effedieffe, solitamente bene informata, ha messo qualche tempo fa la parola fine sulla vicenda insieme ad altri siti e blogger sostenendo che i bond sono in realtà dei falsi. Ne abbiamo parlato qui.

Questa è anche la posizione delle autorità americane dopo aver visto le foto online, che però non avrebbero ancora esaminato di persona il corpo del reato.

Il che è strano, visto che è in gioco quasi l’1% del PIL degli USA.

Sempre secondo Effedieffe, i due giapponesi in realtà sarebbero due noti truffatori filippini (solo per abbonati). Ad onor del vero, Effedieffe è stato l’unico sito a pubblicarne le foto.

Sembrano molto poco giapponesi e piuttosto filippini in effetti.






Asia News, solitamente altrettanto ben informata, propende invece per la pista preferita di Hal Turner: i titoli sarebbero invece autentici e qualcuno starebbe cercando di disfarsene prima che sia troppo tardi.

Si tratterebbe dunque di titoli autentici, e gli spalloni non sarebbero due filippini ma da due dipendenti del Ministero del tesoro giapponese. Uno di questi sarebbe Tuneo Yamauchi, cognato di Toshiro Muto, fino a poco fa vice governatore della Banca del Giappone (nientemeno).

Lo scenario sarebbe l’imminente default degli USA: il governo nipponico avrebbe perso la fiducia nella capacità statunitense di ripagare il debito pubblico. Le autorità finanziarie giapponesi avrebbero perciò cercato, prima di un’imminente catastrofe finanziaria, di vendere una quota dei titoli in proprio possesso attraverso canali paralleli, grazie all’anonimità che, a dire di Turner, sarebbe garantita dalle leggi svizzere.

A seguito del default degli USA e della conseguente fine del dollaro, i due avrebbero così tentato di rifilare i bond alla Banca dei regolamenti internazionali di Basilea, BRI, la “banca centrale delle banche centrali”, in vista dell’emissione di titoli in una nuova valuta sovranazionale.

Gioca a favore di questa tesi l’ingente documentazione bancaria trasportata insieme ai bond. Falsa anche quella? Se fosse autentica, la pista Turner prenderebbe corpo. Tanto più che Turner, prima dell’arresto, stava per rendere noti anche i numeri di serie dei titoli incriminati.

Gioca a sfavore l'incertezza sull'identità di Gianni-San e Pinotto-San.

Ancora Asia News:

Un ulteriore elemento a favore dell’autenticità dei titoli è dato da quelli che la GdF nel comunicato del 4 giugno aveva definito “ Bond Kennedy “ e di cui aveva fornito delle foto. Da esse è evidente che non si tratti di obbligazioni – cioè Bond - ma di Biglietti di Stato, Treasury Notes, perché si tratta di titoli immediatamente spendibili per un controvalore in merci o servizi e perché sono privi di cedola per gli interessi. Sul verso è riprodotta l’immagine del presidente americano e sul retro una navicella spaziale. Da fonti confidenziali, solitamente ben informate, AsiaNews aveva avuto notizia che tale tipo di cartamoneta era stata emessa meno di dieci anni fa (nel 1998), anche se non si poteva sapere se quelli sequestrati a Chiasso erano biglietti autentici.


E ancora

Hal Turner è colui che tempo fa per primo aveva dato notizia di un piano segreto per sostituire il dollaro, dopo una grave crisi finanziaria, con una moneta comune nordamericana, l’Amero.

In una drammatica telefonata dall’interno del penitenziario in cui è rinchiuso in attesa del processo, diffusa via internet, Hal Turner afferma chiaramente che il suo arresto è di natura politica ed è in relazione ai titoli sequestrati a Chiasso, perché le autorità sarebbero terrorizzate dalle sue rivelazioni sull’autenticità dei titoli.

Le accuse rivoltegli niente hanno a che vedere, è ovvio, con la vicenda e così, ad un quadro già molto intricato, si aggiunge perciò ulteriore complessità. Turner afferma di non essere stato lui personalmente ad aver formulato le minacce per le quali è stato incarcerato. Sebbene fosse evidentemente sua responsabilità vigilare, è anche vero che i blog di tutto il mondo e degli USA stessi sono pieni di minacce e provocazioni. La coincidenza temporale, l’insolita solerzia ed i particolari del suo arresto procurano quindi non pochi sospetti sulle reali motivazioni della polizia federale americana. Anzi, proprio questo arresto induce a pensare che i titoli confiscati dalla GdF siano davvero autentici.



Veri o falsi? Giapponesi o filippini?

Sasso, carta o forbici?

La parola agli affezionati lettori :-)

Saluti felici

Felice Capretta

49 commenti:

Nessuno ha detto...

Ma non ho capito però se i due mandorlati lo fecero apposta a farsi beccare o sono proprio maldestri...

Anonimo ha detto...

secondo me sono veri... e servono grossi agganci per operazione del genere..
non credo alla spectre.

Anonimo ha detto...

Veri, falsi.

Bah... questa volta non so veramente cosa dire.
E' tutto molto strano, ma se Blondet dice FALSI, non possono che essere veri.
Quindi io, incidentalmente in sintonia col capretta, dico VERI.

Cosa si vince?

Ma... aspettate!
Se Blondet stesse per qualche inperscrutabile motivo barando e in cuor suo fosse in realtà convinto dell'autenticità dei titoli?
Allora bisognerebbe senz'altro concludere che i Bond sono FALSI.

L'importante è che quel presuntuoso del Felix se ne sia andato fuori dalle balle.

Gilardino

Anonimo ha detto...

scusate:
IMPERSCRUTABILE... naturalmente

Anonimo ha detto...

Poveretto Hal Turner... la telefonata dal carcere è stata abbastanza straziante...

Maxturbo

begbie ha detto...

ascoltate giulietto chiesa su comedonchisciotte

Woland ha detto...

Ehi. Che direste se vi dicessi che sono veri i Bond, ma sono falsi i giapponesi?

Felice Capretta ha detto...

@begbie

l'ho sentito ieri, non mi sembra che dica molto di più di quello che già sappiamo.. :-)

saluti felici

felice

Anonimo ha detto...

Sono sicuro che se Hal Turner si fosse chaimato Peppino Formica Cheguevara e al governo ci fosse McCain ci troveremmo i
giornali pieni di articoli inneggianti alla diritto di liberta' d'espressione (che in America non c'e' piu').
I paragoni Iran, Cina e America si sprecherebbero.
Le notti bianche sarebbero piene di ex-politici, ex-giornalisti', ex-di-ex, finto-digiunanti con stelle di Davide
appiccicate sul petto e con fiaccole accese in mano per vegliare sull'incolumita' di Peppino e per sostenere la scarcerazione
di un innocente. Purtroppo per Hal c'e' lo splendido Baracko, quello che difende le minoranze (tranne quelle rappresentate
da Hal che ovviamnete sta dalla parte sbagliata). Ma ormai l'America e' cambiata. Adesso e' tutta buona. I cattivi
(che poi e' uno solo di nome Madoff) sono gia' stati messi in galera. La cavalleria e' arrivata ed il bene ha trionfato.
Berlusca invita a chiudere la bocca ai catastrofisti che semplicemente descrivono la verita', l'abbronzato invece,
senza tanto clamore e nel silenzio piu' assoluto,lo fa con i fatti rovinando Turner e famiglia.
God Bless America e anche noi...da questa America...

Anonimo ha detto...

A proposito di Turner,il suo blog e' stato oscurato da un mesetto a questa parte, con questa dicitura :" Questo blog viola i Termini di servizio di Blogger ed è aperto solo agli autori "

Anonimo ha detto...

Per una volta, invece, io resto sulle notizie tg. A parte il disgusto per l'insistenza sui particolari più orridi e la pena per le vittime, continuo a sentire un brividino al pensiero che le mie finestre s'affacciano su un bel golfo, giusto dirimpetto a un sito destinato alla costruzione di un rigassificatore nel cuore di un'area dove vivono più di 200.000 persone.
Se un paio di vagoni di gpl han fatto questo, cosa ne sarebbe di noi se una delle metaniere in arrivo dovesse avere una manutenzione accurata quanto il vagone di Viareggio?

Eleonora

Anonimo ha detto...

Eleonora,

goditi il golfo e non ci pensare
il mio lustrascarpe canticchiava questo antico motivetto:
"C'è chi viene e c'è chi va
chi decide nessuno lo sa"

Gennarino

Anonimo ha detto...

Eleonora,

goditi il golfo e non ci pensare
il mio lustrascarpe canticchiava questo antico motivetto:
"C'è chi viene e c'è chi va
chi decide nessuno lo sa"

Gennarino

Anonimo ha detto...

Io il golfo me lo godo, nonostante il viavai di petroliere (sì, perché il rigassificatore dovrebbe sorgere di fianco al terminal di un oleodotto, tanto per giocare a domino - che geni, eh?).
Però cerco anche di fare tutto ciò che posso per evitare la realizzazione di questa immane idiozia (pagata con tasse italiane, tra l'altro: andatevi a leggere il decreto legge che riguarda la costruzione di questi undici rigassificatori a totale carico del contribuente italiano e a totale guadagno delle multinazionali che li gestiranno).
Sì, lo so, posso sperare nel fatto che grazie all'attuale situazione non ci saranno i soldi per costruirli, ma chissà perché per le peggio cose i soldi si trovano sempre (vedi i salvataggi delle banche...)
Eleonora

Anonimo ha detto...

Eleonora

serve atarassia, il divino distacco degli dei dalle cose.

Ma se non ce la fai, consolati il petrolio ha vita corta.
Parola di Guru, Indopama e Goodlights.
Già esistono nuovi tipi di energia antigravitazionale. Non lo sai?
Ma non li vedi sfrecciare nei cieli i dischi volanti di Usraele? C'è ancora qualche problema di codice della strada, ma stanno per essere commercializzati.
Ma non prima del 2012.... naturalmente.

Totonno

Anonimo ha detto...

@ totonno
mi sa che forse hai ragione tu.

indopama

Anonimo ha detto...

Analizzando le varie possibilità riguardo i famosi bond riesco a vedere solo queste.

1) sono VERI, ed allora:
- a - volevano venderli- è un'potesi plausibile ma non mi pare credibile per via della sceneggiata messa in atto;
- b - volevano disfarsene- questo è palesemente insensato
- c - volevano mandare un segnale

2) sono FALSI, ed allora:
- a - volevano venderli- l'ipotesi non è credibile, i truffatori tipo “striscia la notizia” si rivolgono a sempliciotti e non a banche svizzere
- b - volevano disfarsene- questo è insensato perchè darebbe bastato metterli nel tritadocumenti
- c - volevano mandare un segnale

Restano quindi le ipotesi “c”, ed allora a chi era il mandante di un segnale di così alto livello? Certamente qualcuno tanto potente da ordinare al governo italiano il rilascio di Gianni e Pinotto ed alla stampa di tenere la notizia sotto-tono; escludendo l'Onorata Società di cui non vedo francamente un coinvolgimento nell'affare ipotizzerei una organizzazione oltre Atlantico.
Per quanto riguarda il destinatario non dovrebbe essere un paese amico, a cui gli ordini vengono dati in modo diretto.
Proseguendo nella fantasiosa congettura, corroborata dal fatto che i titoli siano stati dichiarati falsi senza vederli mentre avevano tutte le caratteristiche di autenticità, propongo la seguente interpretazione (complice il caldo di oggi):
I titoli sono veri e la FED avverte la Cina di non vendere magari sottobanco titoli americani perchè potrebbero non venire riconosciuti come autentici.
Saluti:
guido

Anonimo ha detto...

Ho ragione io, hai ragione tu, ma chissenefrega!!
La figata è che solo il tempo deciderà chi ha ragione.
Intanto se catastrofisti ,o meno, vedo che molta gente si informa su blog vari, e quindi considera l'informazione allineata non proprio affidabile.
Grazie Capretta Felice x ciò che traducie scrivi.

Simbetto

Anonimo ha detto...

Well, the neighborhood bully, he's just one man,
His enemies say he's on their land.
They got him outnumbered about a million to one,
He got no place to escape to, no place to run.
He's the neighborhood bully.

The neighborhood bully just lives to survive,
He's criticized and condemned for being alive.
He's not supposed to fight back, he's supposed to have thick skin,
He's supposed to lay down and die when his door is kicked in.
He's the neighborhood bully.

The neighborhood bully been driven out of every land,
He's wandered the earth an exiled man.
Seen his family scattered, his people hounded and torn,
He's always on trial for just being born.
He's the neighborhood bully.

Well, he knocked out a lynch mob, he was criticized,
Old women condemned him, said he should apologize.
Then he destroyed a bomb factory, nobody was glad.
The bombs were meant for him.
He was supposed to feel bad.
He's the neighborhood bully.

Well, the chances are against it and the odds are slim
That he'll live by the rules that the world makes for him,
'Cause there's a noose at his neck and a gun at his back
And a license to kill him is given out to every maniac.
He's the neighborhood bully.

He got no allies to really speak of.
What he gets he must pay for, he don't get it out of love.
He buys obsolete weapons and he won't be denied
But no one sends flesh and blood to fight by his side.
He's the neighborhood bully.

Well, he's surrounded by pacifists who all want peace,
They pray for it nightly that the bloodshed must cease.
Now, they wouldn't hurt a fly.
To hurt one they would weep.
They lay and they wait for this bully to fall asleep.
He's the neighborhood bully.

Every empire that's enslaved him is gone,
Egypt and Rome, even the great Babylon.
He's made a garden of paradise in the desert sand,
In bed with nobody, under no one's command.
He's the neighborhood bully.

Now his holiest books have been trampled upon,
No contract he signed was worth what it was written on.
He took the crumbs of the world and he turned it into wealth,
Took sickness and disease and he turned it into health.
He's the neighborhood bully.

What's anybody indebted to him for?
Nothin', they say.
He just likes to cause war.
Pride and prejudice and superstition indeed,
They wait for this bully like a dog waits to feed.
He's the neighborhood bully.

What has he done to wear so many scars?
Does he change the course of rivers?
Does he pollute the moon and stars?
Neighborhood bully, standing on the hill,
Running out the clock, time standing still,
Neighborhood bully.

Anonimo ha detto...

Indopama,
noi due siamo sempre daccordo
Totonno

Anonimo ha detto...

bravo simbetto!

rumenta ha detto...

Eleonora,
prova a combinare una esplosione di poco inferiore a quella di hiroshima con lo tsunami di qualche anno fa.

questo è quanto ti puoi ragionevolmente aspettare dall'esplosione di una gasiera in prossimità della costa....

ma cosa vuoi che glie ne freghi a "persone" che hanno appena confermato la fiducia ai vertici delle fs, quelli stessi vertici che lasciano circolare sulla rete ferroviaria vagoni cisterna in condizioni disastrose??

Anonimo ha detto...

@guido
la tua ipotesi mi sembra anche a me la piu' verosimile, io ci vedevo un messaggio a tremonti ma non avevo pensato ai paesi non amici.
e poi il nome del paese "chiasso" comprensibile solo a noi italiani.
c'e' qualcuno che sta facendo troppo chiasso?

indopama

UOMOSCARPIA ha detto...

ma scusate se sono veri e volevano disfarsi del debito degli ammerregani...io dico chi è quella banca di Tonni che si compra simile monnezza?

Anonimo ha detto...

se era per lanciare un messaggio e' stata tutta una messinscena creata dagli americani con la complicita' degli italiani.

non servivano compratore e venditore.


indopama

Anonimo ha detto...

A mio avviso sono veri, è difficili truffare qualcuno vendendo titoli di quel valore

Anonimo ha detto...

LaRouche indica la via d'uscita nella conferenza del 27 giugno

30 giugno 2009 (MoviSol) - In una teleconferenza (webcast) a Washington il 27 giugno, l'economista ed ex candidato alla nomina presidenziale democratica Lyndon LaRouche ha dipinto una situazione strategica con colori "veri". Partendo dalla realtà del crollo finanziario-economico globale, egli ha affrontato il blocco principale da rimuovere per poter ribaltare la crisi, e cioè l'insanità clinica del Presidente Barack Obama, riflessa nella sua "riforma" sanitaria e nella politica energetica del "cap and trade". Ma il problema non è semplicemente Obama, ha aggiunto LaRouche. Il Presidente è principalmente un sintomo del fatto che il mondo ed egli stesso sono controllati dall'Impero Britannico, che è deciso a mantenere il proprio sistema monetario a tutti i costi e in tal modo promuovere il suo antico obiettivo di ridurre la popolazione mondiale da 6,7 a meno di due miliardi.

Il popolo americano, ha detto LaRouche, è di fronte alla decisione se mobilitarsi per impedire tale genocidio, riprendendo il controllo su Obama. "Questa è la nostra unica chance. E se non volete farlo, parliamo di morte: ridurre la popolazione mondiale dai circa 6,7 miliardi di oggi a meno di due, in un breve arco di tempo; assistere ad una situazione peggiore di quella che l'Europa sperimentò nel XIV secolo, una epoca buia su scala mondiale. Se non volete impegnarvi, non c'è tanta speranza per questa nazione e per le altre nazioni del mondo. Questa è la realtà, questa è la linea invalicabile".

"Dobbiamo sottoporre l'intero sistema, ora, come primo passo, ad una bancarotta pilotata. Dobbiamo annullare tutte le decisioni prese dal settembre 2007, tutte le misure prese dall'amministrazione Bush e dall'amministrazione Obama che vanno nella direzione sbagliata, e le ribalteremo! Creeremo un sistema creditizio basato sull'articolo costituzionale che dispone in materia. Ricordate: la nostra costituzione dice che nessuno può battere moneta senza autorizzazione del Congresso degli Stati Uniti e della Presidenza".

"Quel sistema creditizio è l'unico sistema legittimo per creare denaro, il che significa che il sistema della Riserva Federale deve anche essere commissariato, e assorbito in una Banca Nazionale hamiltoniana. In altre parole, il sistema della Riserva Federale è in bancarotta. Prendiamo quella istituzione fallita, che dobbiamo salvare, sotto amministrazione controllata, integrandola in un sistema hamiltoniano di Banca Nazionale, e sotto una supervisione in modo che almeno diventi costituzionale.

Poi, su quella base, dobbiamo far approvare ampie emissioni di credito per ricostruire le nostre linee ferroviarie, le nostre industrie, il nostro sistema sanitario e cose simili. Ciò metterà in moto gli ingranaggi".

"Se facciamo questo, altre nazioni si uniranno a noi. Posso assicurarvi che la Russia, la Cina e l'India probabilmente si uniranno a noi. Oggi le stiamo demoralizzando. Se facciamo ciò, e otteniamo la cooperazione di altre nazioni nella costruzione di un sistema creditizio internazionale, basato su sistemi di credito nazionale, a lungo t ermine (30-50 anni), possiamo ricostruire il pianeta. Possiamo uscirne vivi e vegeti. Possiamo salvare la civiltà".

Hanno fatto seguito circa due ore e mezza di discussione, dominate da domande provenienti da autorevoli membri democratici del Congresso e ambienti consultati dalla Presidenza. L'impressione di LaRouche è che il Partito Democratico non è stato schiacciato dall'apparato di Obama. "C'è ancora gente che pensa nel Partito Democratico", ha detto. "C'è qualche consigliere di Obama che si è accorto che si è perso tempo o peggio. Qualcuno sta tentando, assieme a me, di assemblare una leadership".

Anonimo ha detto...

scusate ma mi sembra che stiate difendeno hal turner, che a quanto ho potuto vedere in wikipedia:
- promuove l'antisemitismo;
- è contro lo stato d'israale
- nega l'olocausto....

non vi sembra un fonte, quanto meno discutibile? mah...

Anonimo ha detto...

per l'anonimo sopra: mai stato antisemita (per me un uomo vale un uomo a prescindere...)ma attenzione alle accuse di antisemitismo...il più delle volte sono strumentali... inoltre israele (a gaza è stata una vergogna...) e/o rockefeller (ad esempio) sono criticabilissimi senza che per questo debba scattare solita accusa.
Inoltre ci sono anche ebrei che pensano diversamente:
http://www.israelshamir.net/Italian/natura.htm

alina ha detto...

Se i titoli sono veri e se portano un messaggio, perchè si è scelta la frontiera italiana? La Svizzera confina anche con la Francia, con la Germania, con l'Austria e poi c'è anche il Lichtenstein.
Buonasera a tutti.

Anonimo ha detto...

per anonimo 12.21
ciò che dici è vero e ovviamente ognuno è libero di avere la propria opinione, che dev'essere rispettata dagli altri. Però mi pongo una domanda. Siamo sicuri che prendere come "oro colato" ciò che afferma un giornalista/opinionista visceralmente antiamericano parlando dell'america stessa sia proceduralmente corretto? Io ci penserai sopra, e analizzerei altre fonti per operare poi un paragone. Ciò non significa che quanto lui affermi sia sbagliato a priori; solamente non può essere considerato una fonte attendibile a priori, in quanto parte da posizioni preconcette.

PS: personalmente sono convinto che la creazione dello stato d'israele, sia stato nu errore strategico storico, ma qui non stiamo parlando di quello. Altrimenti dovremmo intavolare una discussione infinta..

Anonimo ha detto...

da anonimo ad anonimo
(forse aveva ragione Felix a dire che dovremmo firmare gli interventi)
razionalmente è un errore strategico, ma idealmente è l'utopia realizzata.
Dopo 2000 anni di esilio, tutti ancora insieme lì da dove erano stati cacciati.
E' incredibile!

Anonimo ha detto...

@ alina
Se avessero scelto la frontiera francese, una persona francese avrebbe fatto la tua stessa domanda.
Comunque l'Italia ubbidisce pron(t)amente al padrone.
Saluti:
guido

Anonimo ha detto...

http://nuovaeconomia.blogosfere.it/2009/07/mamma-quanti-debiti-ma-chi-li-paga.html

Anonimo ha detto...

Purtroppo veri o non veri i Bond, che mi lasciano alquanto indifferente, di fronte a queste notizie resto basito :

http://www.ansa.it/opencms/export/site/visualizza_fdg.html_994209425.html

ciao

Fabio

Anonimo ha detto...

soprattutto quando dicono "oceani senza pesci", mi piacerebbe parlare con chi e' andato la' a contarli.

ne pescano meno?
i pesci sono diventati meno scemi di noi... o noi piu' di loro.

se vi danno queste notizie e' perche' ce le beviamo e se ce le beviamo allora siamo messi male, noi e non la natura.

:-) indopama

Anonimo ha detto...

segnalo questo:

http://www.repubblica.it/2008/06/rubriche/piazza-asiatica/dollaro-brasile/dollaro-brasile.html?ref=hprub

cina e brasile "palesano" la fuga dal dollaro

Anonimo ha detto...

un saluto a tutti.
mi fa piacere leggere la valutazione se i titoli sono veri o falsi.
cosa cambia nella vs vita se prevale o meno una soluzione.
sono solo supposizioni, solo ipotesi
non penso cambia qualcosa.

nel frattempo che scriviamo, la camera dei deputati sta approvando il ritorno dell' italia al nucleare.
alla faccia della democrazia.

sbaglio, ma noi italiani, tramite un referendum, avevamo detto di no al nucleare.

vedete, la democrazia è solo una parola.
i ns politici, su muivono solo per interessi personali , o del gruppo di appartenenza.

avete mai sentito una proposta , fnalizzata a creare un gruppo di ricerca, che possa sfruttare l' energia , inesauribile, che produce la terra, dovuta al moto rotatorio?

secondo me, manaca il senso di responsabilita personale in tutti noi.
manca la dignità.
voi pensate che la prossima umanità andrà avanti con il petrolio o il nucleare?

io dico di no.
spiegare, qui, il perchè, non è il caso.
siccome , noi tutti, siamo qualcosa di più che il ns corpo, e tutti siamo il risulatato dei ns pensieri, e tutti insieme formiamo l' umanità, e determiniamo la ns realtà.
la vita, conosce solo se stessa; essa stessa, si modifica, si evolve per rimanere se stessa.
allora, o noi siamo la vita consapevole, e ci evolviamo al pari della vita, o rimarremo bloccati nel ns stato, per cui, tanti di noi, non sarnno più su questo piano, nei prossimi anni.
so che questo scritto, non sarà alla portata di tutti.
è per chi ha occhi da vedere e il cuore per capire.
tutti ci stiamo giocando le ns ultime possibilità; come umanità.

il ns pensiero, la ns parola sono potere.

saite sempre voi stessi, non il vs io personale.
con affetto
franco

BimboGrasso ha detto...

Concordo, non è questione di coscienza, è una nuova forma di concepire la nostra esistenza. Ripensare il vissuto come flusso rigenerante di energie benefiche capaci di influenzare noi e gli altri in una spirale virtuosa di reciproci interscambi cognitivi.
Non è impossibile, basta annullare gli automatismi culturali tipici della nostra società individualista e trovare il caos liberatorio nascosto nello spirito della vita.
E' questo che intendi, Franco?

Anonimo ha detto...

Veri o falsi, cosa cambia?
cambia, cambia....

se sono falsi
1)la gdf, per legge, avrebbe dovuto arrestare i due e non l'ha fatto.pensate che gli agenti gdf rischierebbero di commettere un reato, perche tale si configurerebbe il mancato arresto?
2)perchè fare un falso di così grosso taglio rendendolo non piazzabile e quindi inutilizzabile?
3)gli usa hanno un bel pò di debiti in meno

vi ricordo che la banconota con il maggior numero di falsi in giro per il mondo è quella da 1 dollaro...
da noi ci sono i 5,10,20 ed in minima parte 50 euro
oltre alle monete da 1 e 2
i pezzi grossi chiunque li controlla i piccoli passano

se sono veri,
1)allo stato italiano vanno il 40% della somma eccedente il limite massimo(10.000,00 €) di valuta esportabile ovvero 38miliardi e 400 milioni di €.
2)l'economia americana è messa molto ma molto male, peggio di quanto ci vogliono far credere.
possibile default in vista?
amero o nuova altra unità valutaria che lo sostituirà a breve?

comunque la si metta risulta strano che non se ne parli e che ad oggi gli specialisti,i verificatori americani che avrebbero divuto attestare l'autenticità o la falsità non siano intervenuti; cosa attendono??

Pepez

Anonimo ha detto...

cosa attendono?
niente perche' il falso potrebbe essere nella notizia.
non e' successo niente e hanno inventato la notizia, complice lo stato italiano e americano.

Anonimo ha detto...

I misteri della stazione proibita
"La cisterna non doveva spezzarsi"

"Io credo - dice Andrea Gambacciani, capotreno e coordinatore regionale della Filt Cgil - che ci sia stato questo guasto strutturale, ma l'inchiesta deve rispondere a una domanda più importante: perché la "botte" si è spaccata? Ci sono norme precise che dicono che una cisterna come questa non può rompersi nemmeno in caso di deragliamento. Sia la cisterna, che le valvole, debbono resistere ad ogni urto. In particolare, le valvole, anche se tranciate, non debbono lasciare uscire il gas. Del resto, osservi le altre cisterne deragliate. Hanno subito colpi pari a quelli presi dalla prima, sono uscite dai binari e si sono rovesciate, ma da queste non è uscito un litro di gpl.
http://www.repubblica.it/2009/07/sezioni/cronaca/viareggio-treno-2/polemiche-meletti/polemiche-meletti.html

"L’inferno arriva a mezzanotte. Viaggia su un treno merci e proviene da Novara. Il convoglio di nove cisterne carico di gpl sta passando dalla stazione di Viareggio, quando uno dei carrelli, il primo o il secondo, cede."
http://iltempo.ilsole24ore.com/2009/07/01/1042759-viareggio_stato_inferno_fuoco.shtml

la cisterna non avrebbe dovuto spezzarsi, che caso...
il gas... un altro caso.
con tutto il persorso che doveva fare proprio in stazione... che caso.
la prima o la seconda cisterna e tutte le altre dietro, poteva anche deragliare l'ultima, accidenti al caso...
e il nome della citta', Viareggio, VIA-RE-GGIO.
in stazione.
il gas, un re, stazione (fermata).
un treno che voleva passare senza fermarsi in stazione ema che e' stato fermato con la forza.

"Il treno era infatti diretto a San Cipriano d’Aversa, vicino Casal di Principe. Doveva raggiungere la ditta del sottosegretario all’Economia Nicola Cosentino (pardon, Nick ’o Americano), la Aversana Petroli. Quel carico avrebbe rifornito tutta la Provincia di Caserta e di Napoli."

http://www.agoravox.it/La-strage-di-Viareggio-e-Nicola.html

un'altro del governo (economia), che caso...

qui le foto dall'alto, non sembrerebbe cosi' grave pero' una cisterna e' esplosa. le altre anche se hanno preso fuoco ed erano di fianco a quella esplosa sono ancora li'.
http://multimedia.iltempo.ilsole24ore.com/?media=262&tipo=photo&id=3161&cat_principale_page=1&canale=0&canale_page=1
che caso...

certo che sembra proprio un bel caso da analizzare.

Anonimo ha detto...

Evvai!!
Come facilmente prevedibile gli ANONIMI e gli ZELIG di lungo corso si sono impossessati del BLOG.
Per la serie "non si uccidono così anche i cavalli?"... (peraltro gran bel film in tema...)

FTC ;-)

Felice Capretta ha detto...

mah, non condivido, a me sembra che ci siano persone intelligenti con commenti brillanti per lo più.

ogni tanto passa il fratello scemo, parla per un po' da solo, ma poi se ne va visto che nessuno gli da' retta...

:-)

saluti felici

felice

Anonimo ha detto...

buon pomeriggio sig Felice.
E' dal 5 giugno (quando l'ho saputo) che non riesco a fare alcuna considerazione sui mercati senza che alla fine rilegga quanto scrivo alla luce del fattaccio di Chiasso.
A me personalmente continua a far pensare molto anche in relazione alle ultime novità europee quali la stampa notturna dei 465 mld di euro prestati alle banche all'1% a un anno.
Piuttosto, è qualche giorno che seguo intensamente i rumors britannici. A parte i soliti astiosi accenni al nostro amato presidente, una serie infinita di notizie terrificanti tutte a sfondo catastrofista.
the guardian:
https://www.blogger.com/
comment.g?blogID=91061830900
96685585&postID=
4158378908435727135
times:
http://www.timesonline.
co.uk/tol/money/
consumer_affairs/
article6620303.ece
telegraph:
http://www.telegraph.co.
uk/finance/newsbysector/
banksandfinance/5697197/
Lloyds-cuts-2100-more-
UK-jobs.html

...

Curiosamente, oggi, tutte le testate riportano in prima pagina il fatto che il volo airfrance caduto nell'atlantico lo abbia fatto di punta...

Ancora oggi il catastrofista tg3 ha annunciato l'attuale rapporto def/pil italiano al 9,7%.
novevirgolasettepercento !

Ma basta con questo PIL !

Parlando di altri tipi di bond poi, geniale la trovata del FMI che ha deciso di emettere carta straccia per 150 mld di dollari. Li compreranno i paesi del Bric per sostenere le economie fragili ad esempio l'Islanda(!).

Tutto sommato, non vedo ancora gente incazzata in giro e quindi mi sento più ottimista della settimana scorsa.
Forse riparte la giostrina.

Grandi complimenti al sig Felice

Fantomas

Ps: sono veri i bond, altro che falsi!

Anonimo ha detto...

sorry per il primo link del The guardian

http://www.guardian.co.uk/
business/2009/jul/
01/bank-england-
south-sea-bubble

un complotto cia, israele, massoneria e servizi segreti vaticani mi ha cambiato la pagina del copia e incolla...

Fantomas

Anonimo ha detto...

Felix ti rodi di gelosia!

A me lasciano fare tutto perchè in fondo mi vogliono bene, anche se non me lo dicono. E io ne voglio a loro (a parte Rumenta) anche se non glielo dico.

Cosa posso farci?

Tu invece col tuo modo supponente da primo della classe non piaci proprio, anche se non te lo dicono.
E poi adesso cosa mi combini, dai!
Arrivi con barba e baffi finti e ti metti anche a fare i capricci?

Mi dispiace, ma sei fuori, Felix.
E non spiare dal buco della serratura!

Re Gilardino

Anonimo ha detto...

anonimo delle 8.09
sei un genio!

sam ha detto...

mah, secondo me se fossero veri i giapponesi li avrebbero portati con valigia diplomatica... che senso ha rischiare un sequestro se si e' uno stato e si gode di questo privilegio?