lunedì 29 giugno 2009

Destabilizzazione Iran, Teheran


Teheran, Iran.

Un cane attraversa la strada.

Annusa l'aria, sente l'odore.

Odore di propaganda.

Diciamoci la verità: il gruppo di potere attualmente al comando in Iran, a Teheran per la precisione, non va tanto per il sottile.

Manda in giro i suoi scagnozzi armati di bastone a massaggiar le tempie di coloro che si oppongono al suddetto potere, di quando in quando autorizza qualche scempiaggine morale tipo le impiccagioni degli omosessuali (scempiaggine ai nostri occhi, naturalmente), insomma non si tratta proprio di un bell'esempio di democrazia e rispetto dei diritti umani, come, per esempio, la Norvegia (un paese a caso).

Per un bel po' ci siamo astenuti sul tema Iran. Ora però la propaganda sui media tradizionali sta raggiungendo il livello di tolleranza caprino e, dopo aver accuratamente ruminato, entriamo nel merito.

Dunquedunque.

Per farla breve, un bel giorno ci sono state le elezioni in Iran. Ahmadinejad ha vinto le elezioni. Il candidato dell'opposizione ha invitato l'opposizione che non accettava la sconfitta a tornare a casa per evitare di rischiare la pelle.

Poi, Moussavi ha cambiato idea e si è messo ad incitare la popolazione a manifestare.

Uhm.

Da lì in poi è stato un crescendo di proteste. Un bel voltafaccia. C'e' stato anche un morto, anzi, una morta. Forse. Mentre scriviamo circolano voci di una catena umana lunghissima per le strade di Teheran, che parte dai quartieri nord e si estende.

Teheran, non tutto l'Iran, sembra proprio in fiamme.

E allora.

A chi è utile un Iran destabilizzato?

Affezionati lettori, il vostro Felice scrivano vi chiede di fare un passo indietro e pazientare leggendo il nostro lungo tasteggio caprino. Ne scoprirete delle belle. Ma dovete procedere nella lettura.

Chi osa voler decifrare gli oscuri e volubili avvenimenti che accadono dal medio oriente all'India deve obbligatoriamente aver letto Zibignew Brzezinski, Zibì per gli amici. Potete approfondire chi e' questo simpatico vegliardo a questo nostro vecchio post.

Allora scrivevamo:

Il Grande Scacchiere


Uno dei migliori trattati di geopolitica della storia moderna è il suo libro "The Grand Chessboard", Il Grande Scacchiere.

Nel suo libro, Zibì teorizza che il controllo di Eurasia è fondamentale per l'esercizio di un dominio globale, perchè in eurasia sono concentrate:

- il 75% delle risorse energetiche del mondo

- il 75% della popolazione mondiale

- 2/3 delle più grandi economie del mondo

- il 60% del PIL mondiale

Basta un piccolo sguardo al mappamondo per capire che chi controlla Eurasia controlla il Medio Oriente, ha veloce accesso all'africa, e rende periferiche Oceania e Americhe.






Sempre secondo Zibì,

  • all'indomani della fine della Guerra Fredda, gli USA sono l'unica superpotenza rimasta
  • è possibile fare leva su questo per esercitare il dominio globale
  • è necessario, tuttavia, ridimensionare la Russia a media potenza regionale e prevenire il suo ritorno come superpotenza

Diversamente, la Russia - per sua posizione naturale - sarà favorita nel controllo di Eurasia, non gli USA. E diventerà fondamentale acquisire posizioni di dominio in alcuni stati-chiave, fondamentali per la loro posizione.

Uno di questi è la Georgia.

...


Stati Pivot

Sapete cos'e' uno Stato Pivot?

E' uno stato come la Georgia: uno stato che geograficamente puo' cambiare i destini di un'area geografica molto più ampia di quello stato.

Facciamo un esempio di Stato Pivot.

Si puo' tranquillamente affermare che chi controlla militarmente l'Italia puo' controllare facilmente l'intero mediterraneo, o almeno dalla Grecia a Gibilterra. Dunque, l'Italia è uno Stato Pivot per lo scacchiere del mediterraneo, e una potenza che voglia controllare il mediterraneo dovrà necessariamente esercitare influenza o potere sull'Italia.

La Georgia è uno Stato Pivot, dicevamo, perchè fa da tappo al collo di bottiglia tra Mar Nero e Mar Caspio. Qualunque potere volesse espandersi dalla Russia all'Oceano Indiano, o verso le ricchezze del Mar Caspio, o verso le ricchezze iraniane, deve obbligatoriamente passare dalla Georgia.

Ed è meglio averla amica, o più facilmente sottomessa, che ostile.

Ecco dunque che una piccola pedina insignificante diventa invece strategica per il successo sul Grande Scacchiere.

Si spiegano dunque molti strani avvenimenti di cui avevamo già accennato a questo post sulla Georgia.

Bene, diranno gli affezionati lettori, ma che c'entra la Georgia con l'Iran?

C'entra, c'entra.

Perchè anche l'Iran è uno Stato Pivot.


I Balcani Globali

Gli affezionati lettori, giunti a questo punto della storia, vorranno andare di certo fino in fondo. Per andare fino in fondo alla tana della capretta bianca, però, bisogna avere la tenacia di proseguire.

Ora vi parliamo dei Balcani Eurasiatici, anche detti Balcani Globali.

Secondo il nostro amico Zibi', amico si fa per dire, c'e' una zona particolarmente instabile in Eurasia, ed è la zona a sud della Russia, incastrata tra il Mar Nero e la Cina. La' ci sono molte repubbliche ex sovietiche e paesi che generalmente si chiamano con nomi strani che finiscono per ...stan: tagikistan, uzbekistan, turkmenistan, kazakistan..

Zibi' li chiama "i Balcani Globali" perchè sono paesi fatti di un mosaico di etnie, spesso in conflitto tra loro, dove il gruppo di potere al comando, quale esso sia, accontenta gli uni ma scontenta inevitabilmente tutte le altre etnie, o almeno buona parte.




Questa area è ricca di risorse naturali, ma come vedete è anche ricca di tensioni interne.

Naturalmente il paese che esercita un'influenza dominante è in pole position per lo sfruttamento delle ricche risorse del paese obiettivo. Altrettanto naturalmente, sono molte le potenze di peso mondiale che guardano con interesse e canini colanti quell'area.

Qui entrano in gioco due stati pivot, importanti per l'equilibrio geopolitico dell'intera regione così come la Georgia è importante per l'accesso al Caspio.

E questi due stati sono...Turchia e Iran.


Turchia e Iran

Turchia e Iran sono a tutti gli effetti due stati pivot nella zona dei balcani globali. Sono entrambe due potenze di portata regionale, due potenze di media grandezza, che contibuiscono a stabilizzare l'equilibrio geopolitico dell'area.

La Turchia, storicamente, punta verso Est in linea orizzontale, verso Azerbaijan, Georgia e parte dei Balcani Globali. Quella è l'area in cui, nel mosaico di etnie, sono presenti ceppi turcofoni, che sentono ancora naturale il richiamo turco.

L'Iran, ancora più storicamente se pensiamo all'impero persiano, tende naturalmente a proiettare i suoi interessi anche a nord, nelle medesime aree.

La presenza degli interessi di due potenze regionali di media grandezza ha da sempre contribuito alla stabilità nell'equilibrio dei poteri nello scacchiere dei balcani globali.

Destabilizzare l'Iran significa destabilizzare l'intera regione dei Balcani Globali, perchè chi destabilizza l'Iran altera gli equilibri interni della regione.

Ma chi destabilizza i Balcani Globali altera l'equilibrio di potere in tutta Eurasia, dunque nell'Isola-Mondo.

Vi ricordiamo che chi controlla Eurasia controlla praticamente il Mondo.

Guardate il processo di destabilizzazione di tutti i Balcani Globali negli ultimi anni:

  • Iraq: destabilizzato
  • Afghanistan: destabilizzato
  • Pakistan: destabilizzazione in corso
  • Iran: destabilizzazione in corso


L'intero arco che va dal medio oriente alla Cina è in subbuglio. C'e' dunque qualcuno che, a nostro avviso, ha interesse a piantare un bastone nei Balcani Globali ed agitare forte. La mano esterna e' a nostro avviso ben visibile.

Consigliatissima la lettura di questi articoli: la CIA e il laboratorio iraniano e le rivoluzioni color merda su Ripensaremarx.

Questo qualcuno non è certo Mosca, che da sempre gode di una certa influenza nell'area ex sovietica. Ed anzi, i russi si sono visti accerchiare da numerosi "cambi di regime" dovuti a "spontanee proteste popolari" negli ultimi anni proprio nelle repubbliche ex sovietiche più periferiche. L'instabilità dei Balcani Globali non giova loro.

Ne' giova al Pechino, che ha tutto da guadagnare dalla stabilità della zona, le cui frontiere sono contagiate dal mosaico di etnie di cui sopra. Non sarebbe utile avere una fetta di Balcani Globali destabilizzati all'interno del proprio territorio.

Le uniche forze a cui giova un arco dei Balcani Globali destabilizzato sono le potenze mondiali che hanno interesse a che nè Mosca nè Pechino espandano la loro sfera di influenza.

Cioè, le potenze.. diciamo una, o almeno un blocco...

Chissà quale..

Ehi guarda, una capretta a stelle e strisce.

Non finisce qui: accanto a questo gruppo di potere, noto per aver provocato numerose rivoluzioni colorate in giro per il mondo, sussiste concreto l'interesse di Israele, storico alleato americano.


Israele

Israele ambisce ad essere l'unica potenza regionale della zona e vede come il fumo negli occhi la presenza di altre potenze regionali che ne possano bilanciare il potere o minacciarne la supremazia.

Specialmente se sono paesi arabi con un buon esercito e/o armi di distruzione di massa (di cui peraltro Israele è ben fornita e del cui uso non ha mai resa nota la dottrina).

Vediamo i paesi arabi ostili o potenzialmente ostili ad Israele, meglio se nucleari.

  • Iraq: destabilizzato
  • Iran: destabilizzazione in corso
  • Pakistan: destabilizzazione in corso

Conclusioni

Tanti interessi convergenti....

E poi il corriere ci racconta delle spontanee proteste di piazza.

E' tutto un caso, e poi Ahmadinejad è un islamonazista perchè gli stanno sul cazzo gli ebrei.

Già.

Saluti felici

Felice Capretta

106 commenti:

Anonimo ha detto...

nuoto nel latte...

Anonimo ha detto...

... che mi esce dalle ginocchia

Risiko

Anonimo ha detto...

Ci sono anche negozi-pivot, abitazioni-pivot, appezzamenti-pivot...
Non è che pivot significa semplicemente appetibile?
Oppure strategico.
Serve che ce lo spieghi Ziribinsky?

Anonimo ha detto...

E poi sono terre ricche di... storia.
Mi sembra legittimo volersele prendere, eliminando un bel po' di problemi a tutti (noi).
E' così da sempre.
Ti dovresti lamentare se fossi dall'altra parte, ma tu sei un occidentale (volente o nolente).

A me indigna di più che in Italia sia vietato bruciare legna nei camini, nei forni e nei prati, o che al ristorante si pranzi a Coca-Cola.

Anonimo ha detto...

Se poi non è possibile prendersele, perchè ci è arrivato prima qualcuno più furbo di noi... va beh, pazienza.
Ma almeno averci provato!

Anonimo ha detto...

Anche l'obbligo di obliterare il biglietto del treno che ho profumatamente pagato mi indigna.

Che qualcuno voglia tagliare la barba ai quei sapientoni col turbante invece mi diverte.

Anonimo ha detto...

Un mio amico aveva un gatto che si chiamava Pivo.
Era cieco da un'occhio e talmente brutto che nessuno lo voleva.

Sono out of topic?

Anonimo ha detto...

Caro sig Capretta,

la tigre d'oltreoceano è ferita ma è pur sempre una tigre...
Ed ha un buon veterinario, con tante medicine che si produce da solo.

Leggevo su FDF che l'altra notte la BCE ha stampato quasi 500 miliardi di euro disponibili per le banche all'1% per un anno.
Che follia... anche perchè sono pochi, basteranno a malapena per i paesi baltici.
Probabile seconda botta in su delle borse per arrivare più forti di prima all'appuntamento con l'inflazione?

Tornando al nostro Mahmud;
il presidente di tutti noi italiani che dice?
Curiosamente paventa l'ipotesi di un attacco preventivo da parte di Israele verso l'Iran
http://www.shalom.it/index.
php?option=com_
content&task=view&id=
101&Itemid=54

Fantomas

Anonimo ha detto...

Buonasera a tutti ,
da bravo complottista mi sembra abbastanza evidente che la "pompatura " mediatica a favore dei poveri iraniani è eccessiva ( fino a pochi mesi fa il popolo iraniano era nemico della democrazia ) soprattutto il caso vuole che nell'ultima settimana , tra lo studio dell'APV e di Modigliani & Miller , abbia avuto la fortuna di leggere un libro interessante "Sfida all'ultimo Barile " scritto da Stefano Casertano.

Destino vuole che il primo capitolo intitolato -scontro per l'iran- faccia una resoconto storico dei vari tentativi di destabilizzazione di Russia e U.S. e è talmente semplice vedere come la storia si ripete che non voglio rovinarvi la sorpresa e vi consiglio la lettura , se avete palati fini sar una pietanza gradita.


Oltre all'analisi di Casertano vorrei aggiungere che l'iran conclude la cintura di stati medio orientali passati dal 2000 sotto l'influenza americana ( Turchia, Ira,Afghanistan,Pakistan,India) permettendo con una manovra da Risiko di posizionare le proprie truppe sotto il bel sederino di Cina e Russia.

Inoltre a Maggio l'Iran ha aumentato dell'88% le esportazioni verso la Cina....



... Lupo Luponis ha fiutato puzza ....

Anonimo ha detto...

rispetto ai post precedenti, questo mi sembra tirato un po' per i capelli. Trovo che l'analisi infatti sia forzata e mi spiego. Innanzitutto si parte dal presupposto che il grande Chessboard siano gli USA (perché poi non nominate mai il grande fratello?). Supponiamo poi che gli stati Pivot vengano destabilizzati. Anche il destabilizzatore non ne trarrebbe benefici. L'esempio calzante l'hai fatto con l'Italia. Però l'Italia, durante il secondo dopoguerra, fu stabilizzata in base agli accordi del piano Marshall. Questo per dire che, anche se una superpotenza (ormai solo militare) ha interesse ad esercitare un controllo di carattere imperialista si di una regione, non le coviene mai la destabilizzazione. Infatti in questo modo, può solo raggiungere lo scopo di destabilizzare l'area, ma non di trarre beneficio economico dal controllo della stessa.

Armando ha detto...

USA padri e padroni della democrazia nulla di nuovo credo che Felice abbia ragione spero che l'idea del Bric vada in porto cosi da ridimensionare gli USA (paniere di monete)
Armando

Anonimo ha detto...

Certo che per avere due zoccoletti al posto delle mani la usi piuttosto bene la tastiera, neh, Felice?

Nitriti saluti.

DC

Anonimo ha detto...

Non sono d'accordo con l'anonimo delle 0.21 che il destabilizzare l'Iran non arrechi vantaggi concreti agli USA. Un primo risultato è infatti stato già raggiunto: indebolire e delegittimare agli occhi del mondo il governo sorretto da Amhadinejad. Questo già di per sè renderebbe più praticabile la strada di una guerra per la liberazione del paese in caso del precipiotare delle relazioni internazionali tra USA e Israele da una parte, Iran dall'altra. Inoltre agli USA farebbe comodo un presidente iraniano che aprisse al libero mercato, con conseguenze simili a quelle già viste nella storia recente.
A proposito, il colpo di stato in Honduras non dice niente? Questi Yankees stanno davvero esagerando...

Mirko1313

Anonimo ha detto...

scusate, ma mi sembra che ci sia la volontà di vedere sempre chissà quale secondo fine, dietro ad ogni evento storico... (premetto che sono tutto fuorché un sostenitore degli USA). Credete veramente che sotto l'influenza del BRIC (Brasile, Russia, India & Cina), si starebbe meglio? Sono forse questi dei paesi di lunga tradizione democratica? (fermo restando che la democrazione assoluta non esiste). In fin dei conti, qui in Italia siete liberi di scrivere quello che volete su di un blog, mentre in Cina & India (e parzialmente anche Russia), non credo proprio....

Goodlights ha detto...

@anonimo 1.24
"scusate, ma mi sembra che ci sia la volontà di vedere sempre chissà quale secondo fine, dietro ad ogni evento storico..."

sarà perchè ce ne hanno raccontate talmente tante che adesso non ci fidiamo più della versione ufficiale di un evento
:-)

saluti complottisti!
Goodlights

Felice Capretta ha detto...

@ anonimo 0:21

Il Grande Scacchiere è l’Eurasia.

Chi controlla gli Stati Pivot ha un sostanziale vantaggio sul dominio di Eurasia.

Chi domina Eurasia controlla il 75% delle risorse etc...

Chi domina l’Eurasia domina l’Isola-Mondo.

(suona un tantino orwelliano, non trovate?)

Per controllare uno Stato (Pivot o meno), o almeno assicurarsi che faccia scelte “amiche” ci sono una serie di possibilità.

Solitamente si segue un ordine analogo a questo, ma non è rigoroso (nè esaustivo al 100%).

1. Allettare lo stato con offerte commerciali

2. Indirizzare lo stato con pressioni diplomatiche

3. Sostenere organizzazioni politiche di opposizione al regime ed amichevoli, se esistenti, o costituirne una o più ad hoc

4. Ammorbidire il regime esistente con sanzioni economiche

5. Attuare un cambio di regime, con un colpo di stato (vedasi Honduras, ma le notizie sono ancora incerte) o moti di piazza o rivoluzioni anche armate

La destabilizzazione, dovrebbe essere chiaro, è solo un punto di passaggio per la sostituzione del regime.

Se anche questo fallisce, la destabilizzazione resta ed è utile per giustificare al grande pubblico l’ultima opzione:

6. Guerra aperta. Attuare un cambio di regime diretto attraverso lo strumento bellico. Extrema ratio ed unica azione diretta in cui i mandanti sono piuttosto visibili.

Ultimamente viene anche definita “esportare la democrazia”.


Iraq e Afghanistan hanno subito il trattamento 6, mentre Iran e Pakistan stanno subendo un trattamento di tipo 5.

Ora si dà il caso che alcuni poteri interni al governo americano sono interessati allo sfruttamento delle risorse economiche di Eurasia (complesso militare industriale), altri ancora sono interessati al contenimento delle altre potenze dell’area (Russia e Cina), altri ancora sono interessati alla full spectrum dominance, mentre alcuni poteri interni al governo israeliano sono interessati alla semplice destabilizzazione dei potenziali nemici di Israele.

Tutti questi tirano verso la destabilizzazione, solo alcuni mirano alla successiva stabilizzazione.

E poichè infine distruggere è mooolto più facile che costruire, non stupisce che le azioni vadano alla destabilizzazione senza passare alla stabilizzazione.


@ anonimo 1:24

sotto i paesi del BRIC si dovrebbe stare meglio? ma quando mai...? :-)

saluti felici

Felice

Anonimo ha detto...

Grazie Felice per l'efficace sintesi.
leggo sempre il blog e anche i commenti, di buon livello.
Riguardo ai dubbi sulla interpretazione dei fatti mi permetto due semplici considerazioni: se vi è un interesse (del governo USA o meglio dello strato superiore) alla destabilizzazione dell'Iran è ovvio ipotizzare un "aiutino", che tra l'altro mi pare abbastanza evidente; la destabilizzazione poi non è il fine ultimo ma solo il primo passo, che risulta comunque utile perchè in tal modo aumenterebbe il peso relativo degli altri paesi dei Balcani Globali attualmente in via di sottomissione.
Saluti:
guido

Anonimo ha detto...

http://freenfo.blogspot.com/2009/04/fermi-in-movimento.html

alina ha detto...

Un post estremamente chiaro, caro Felice. Grazie.
Molte stelle ed anche molte strisce presenti nell'avanzamento della " democrazia ". Grande ostacolo la forza della religione nelle regioni islamiche!
In Iran la classe intellettuale che grida al cambiamento può essere che sia un tantinello miope.
Noi italiani come pivottini, invece? Un colpo al cerchio ed uno alla botte, come sempre.
Saluti a tutti.

Goodlights ha detto...

@anonimo 2.03

sembra scritto da indo o franco!
:-)))

Goodlights

Anonimo ha detto...

http://comablog.splinder.com/

Woland ha detto...

Linkare Smeriglia in questo modo non mi sembra abbia molto senso.

Anonimo ha detto...

http://undicisettembre.blogspot.com/2009/06/pentagono-intervista-al-testimone.html


C'erano le TERMITI l'11/9 e Berlusconi ha pilotato personalmente uno dei due aerei.

Felicissimi e affffettuosiSimi saluti ai cari affffezzionatiSimi complottisti.

guru2012 ha detto...

@ Anonimo 3.58

Solo per segnalare che il link che hai postato non è attivo

guru2012 ha detto...

... è Attivissimo,

Goodlights ha detto...

grande guru!
;-)))

smack!
Goodlights

rumenta ha detto...

ottima analisi.
interessante anche la citazione del libro di zibi che spiega, con dovizia di particolari, la strategia usa nella regione.
mi ricorda un po' nonno adolfo: anche hitler aveva messo per iscritto i suoi piani, ed in quel caso come in questo nessuno li ha letti con attenzione....

Anonimo ha detto...

il governo di Amhadinejad aveva davvero bisogno di essere messo in cattiva luce? prima delle manifestazioni consideravate l'iran un paese democratico e degno di stima? adesso è colpa delle manifestazioni se le cose li vanno male e si rilevano delle ingiustizie? mi ricordate quelli che sostenevano che la russia era veramente uno stato democratico ed evoluto, negli anni '70. tutti scomparsi, naturalmente, quando si è visto come'era davvero. la colpa è degli usa, che fomentano le manifestazioni di libertà e non del dittatore che tiene il paese nella miseria. Cambiano i tempi ma non le persone......... la vostra obbiettività a senso unico è spettacolare.

Anonimo ha detto...

PS: il mondo è di uomini pronti a sopraffare il più debole e non di "buone anime" deviate da pochi cattivi, come crede indopama. Auguriamoci solo che il "dittatore" usa non sia sostituito da un nuovo dittatore. Qualcuno qui preferirebbe quel probo di Amhadinejad?
Fra

Anonimo ha detto...

Ottimo articolo, grazie.
E da noi i risibili "sindacati" incitano il popolo bue ed insipiente a manifestare contro l'Iran.
Per Gaza, incenerita dal fosforo usraeliano, e sul cui suolo si trovano ancora 75 tonnellate d'uranio impoverito, nulla.

FelixTheCat ha detto...

@ anonimo 30 giugno 2009 6.28

Già...

...più altri orrori senza fine perpetrati dal solito "piccolo popolo indifeso e minacciato nella sua esistenza"...

...come l'eroico Vittorio Arrigoni continua a documentarci dal suo sito qui:

http://guerrillaradio.iobloggo.com

Ultim'ora intervista RAI24 a Vittorio:
"...la delegazione di Free Gaza Movement è stata abbordata e rapita da forze speciali israeliane in acque internazionali... al momento non se ne hanno più notizie... presente anche premio Nobel ... donne anziane..."

NO COMMENT :-|

Anonimo ha detto...

grazie anonimo 5.19, ora siamo in due su questo forum... :)

Anonimo ha detto...

Ci sono già da un bel po'.... anche se, rispetto a te, sono convinto che il geab abbia ragione e non semini panico, ma predica con il buon senso il futuro.

Anonimo ha detto...

... purtropo....

Anonimo ha detto...

@ TUTTI GLI ANONIMI^3

Perché non mettete una nome, una sigla, un numero o un qualsiasi segno di interpunzione in gruppi di 4 o più (almeno in calce) per distinguervi tra voi?

L'anonimato dell'anonimato dell'anonimato a questo punto vi rende solo ridicoli non credete?!?

FelixTheCat ;-)

Anonimo ha detto...

@ anonimo delle 5.19

1)per quelli come te no, il governo di Amhadinejad non ha bisogno di essere messo in cattiva luce, la propaganda massmediatica ha già fatto abbastanza.
Infatti l'obiettivo, come già sottolineato più volte da me e Felice non è semplicemente mettere in cattiva luce, ma creare unm presupposti per un'eventuale futura azione di forza futura, con la giustificazione di esportare la democrazia.
2)consideravo l'Iran un paese democratico e degno di stima ben prima delle manifestazioni, peraltro manipolate. Strano che tutti, USA in primo luogo prima delle elezioni prevedessero un successo da parte di Amhadinejad delle proporzioni dei 2/3 dei votanti salvo poi paventare brogli quando la vittoria è stata con una percentuale del 60%.
Ma tu questi dettagli non li noti. Sei molto più bravo a giudicare ex-post sulla base di manifestazioni a favore di un candidato che adesso si erge a paladino della democrazia, ma da un passato a dir poco imbarazzante.
3)per quanto riguarda la Russia faresti meglio a documentarti prima di sparare le colossali stronzate che vai dicendo. L'apertura al libero mercato avvenuta dopo la caduta del muro di Berlino ha fatto cadere in povertà milioni di Russi.
Ma queste cose non posso dirtele io, dovresti perdere del tempo a documentarti e leggere libri, cosa che, da come scrivi, non credo abbia l'interesse di fare, indottrinato come sei.
Mi fa sorridere l'ingenuità con cui affermi che gli USA "fomentano manifestazioni di libertà" come se fossero paladini della giustizia. Sei veramente di un'ingenuità imbarazzante.

mirko1313

Anonimo ha detto...

Cercare di capire come stanno le cose non significa fare il tifo per una delle parti in gioco.
Premesso che non andrei mai a vivere in un paese retto da un regime teocratico (purtroppo però devo stare in Italia) non vedo perchè quelli che giudicano democratico un paese solo perchè esiste il voto non abbiano nella da dire ad esempio verso la Libia o l'Arabia dove non si vota, per non parlare dei paesi occupati militarmente (anche da noi).
Saluti:
guido

Anonimo ha detto...

Mi sento di aggiungere una cosa: cosa pensate che vi risponderebbe un iraniano se gli chiedeste da che monarchia preferisce essere governato, da quella attuale o da quella americana, con il suo capitalismo ed i suoi CDS, CDO, ecc.?
Se poteste dargli una mano e manifestare, per chi vi chiederebbe di manifestare? Davvero qualcuno crede che tanto da una parte che dall'altra qualcuno debba combattere con un comportamento "corretto"? La guerra è guerra e per fortuna che neanche gli usa si fanno scrupoli, altrimenti qui saremmo stati governati da Tito per 50 anni e chissa cos'altro.
Fra

Anonimo ha detto...

l'articolo da una buona visione, l'unica cosa sulla quale mi trovo perplesso e' quel 75% di risorse energetiche.
io credo che il problema energetico lo abbiamo gia' risolto ma lo tengano in serbo per il prossimo futuro, l'interesse americano per l'asia a mio parere e' soprattutto per l'area, la popolazione e per tenere a bada russia e cina.
e poi io sento (opinione personale) che c'e' il 2012 di mezzo, che chi fa i giochi importanti ha una visione molto ampia della vita. sa cos'e' il pianeta per esempio e immagina come giochera' il pianeta a breve.

questi non giocano a compartimenti stagni, quelli siamo noi che facciamo gia' fatica a capire un argomento per volta, figuriamoci se dobbiamo metterli tutti insieme.

:-) indopama

Anonimo ha detto...

@ guido
"Cercare di capire come stanno le cose non significa fare il tifo per una delle parti in gioco."

una frase da incorniciare.

indopama

Anonimo ha detto...

nella mia risposta sono stato abbastanza sintetico, ora provo a spiegarmi meglio.

i potenti i giochi li fanno un po' per il presente ma soprattutto per il futuro.
cio' significa che hanno una loro chiara visione del futuro, non credo si muovino a caso.
ora viviamo nel consumismo ma questo periodo finira' presto. da cosa sara' sostituito?
i potenti pensano di immaginarlo abbastanza bene anche perche' lo vogliono creare o quantomeno controllare loro.
quindi, nelle nostre analisi, dovremmo tenere conto di questa loro visione del futuro (molto difficile ma non impossibile) se vogliamo capire meglio le loro mosse, i loro giochi.

i giochi li fanno per un domani che sara' diverso (molto, poco?) dall'oggi e se noi analizziamo i fatti senza tenerne conto mi sa che faremo fatica a capire.

e se domani cambiasse la gente, il sistema di base della societa', magari pure il pianeta?

faccio fatica a credere che tra alcuni anni la vita sia sempre come oggi, il consumismo ancora il motore e noi qui a comprare ancora le stesse cose, l'ultimo tipo di telefonino, di tv, di auto, ovviamente costruite in maniera sempre piu' scadente per ottenere sempre piu' profitto.

io questo domani non lo vedo, e voi?

indopama

Goodlights ha detto...

@felix

lascia stare che quando mettE il nome è peggio.
si lancia in stravaganti nick ormai ben noti agli affezionati lettori.

meglio anonimo e possibilmente senza nessuno che gli dia corda...

saluti affettuosi!
Goodlights

Do ut Des ha detto...

No, questo da lei non me lo sarei aspettato.
Suvvia,lo sappiamo benissimo che il mondo gira intorno ai soldi. Io posso avere tutto l'armamento che voglio, ma se non ho la stampante giusta, ma soprattutto autorizzata, vado ben poco lontano.
Quindi il potere ce l'ha colui che ti indebita emettendo quasi 500mld di euro e non ti chiede nemmeno il permesso.

FelixTheCat ha detto...

@ mirko1313

Ben detto! Risposte eccellenti e articolate! Condivido al 100%.
Ciao :-)


@ Goodlights

Già... consiglio di persona saggia...
Cari saluti anche a te :-)

Anonimo ha detto...

Indopama, hai detto una cosa mica da niente:
"io credo che il problema energetico lo abbiamo gia' risolto ma lo tengano in serbo per il prossimo futuro" (!!)
E cioè?
Dai, dai, scuci qualche parola in più!

DC

Shia ha detto...

Su
http://www.comedonchisciotte.org/site/index.php

un piccolo contributo di Chiesa sulla questione di Gianni-san & Pinotto-san.

Il fatto che il governo USA affermi che i titoli siano falsi mi fa tornare in mente la trama di un vecchio film di Bud Spencer & Terence Hill "Chi trova un amico trova un tesoro" .... a buon inteditor

Anonimo ha detto...

@ DC
Nikola Tesla, antigravita' che usiamo gia' da un po' sui nostri (umani e non alieni) dischi volanti che io ho pure visto ma che basta andare su youtube per rendersi conto. TR3B americano per esempio, quello triangolare ma immagino che anche la russia e forse l'europa non siano da meno ed abbiano i loro.

questi usano gia' da tempo un'altra fonte di energia che al momento non ci danno perche' forse non siamo ancora pronti a ricevere.

aspettiamo di vederla pero' per essere sicuri, al momento e' una cosa che mi sento io.
e poi, ne parlano poco di energia, sembra quasi non siano preoccupati. se fossimo totalmente dipendenti da carbone, gas e metano saremmo gia' qui ad agitarci come in un vespaio, tra un po' finiranno (ma anche senza finire, basta che calino)

l'energia e' cio' che fa girare il mondo, il problema soldi si sistema con poco sforzo ma senza energia si ferma tutto e al momento l'energia che usiamo e' quella che ho detto sopra. cio' che facciamo ora lo dobbiamo a queste, senza torniamo all'eta' della pietra.

credo sara' la sorpresa piu' grossa dei prossimi anni. dopo il 2012 pero'...

indopama

guru2012 ha detto...

@ indopama

Sulla questione energetica ho visto un'interessante intervista di Brian O Leary, che forse tu già conosci, ma che credo possa essere interessante anche per gli altri lettori.

È sul blog di Duffy.

Anonimo ha detto...

Duffy Sainte-Marie?

FelixTheCat ha detto...

O.T.
Per tutti coloro che vedranno l'intervista a Brian O'Leary su Duffy's Blog.

http://www.youtube.com/watch?v=gAPn4MDdWgU

In mezzo alle tante "abili" e melliflue farneticazioni del suddetto cialtrone, vi riporto una frase che per me le vale tutte:

"...ho incontrato diversi autori di miracoli come Sai Baba e l'ho visto materializzare le cose..."

A voi segnalare quelle che preferite, sarà divertente ;-)

Scusate ma ora ho fretta di andare...

... sì, a raccogliere le braccia che mi sono cadute intorno al minuto 5:02 del filmato in oggetto!! LOL

Delirate con prudenza... :-)

Anonimo ha detto...

Spesso dite cose interessanti, ma a volte cadete nel ridicolo e anche peggio.

Il fatto è che CHIUNQUE la pensi in maniera diversa viene da voi bollato come INDOTTRINATO.
Ma il 99% della gente non la pensa come voi: è possibile che siano proprio tutti idioti?
Vi rendete conto che sarebbe gioco fin troppo facile rovesciare su di voi l'accusa di indottrinamento(Goodlights per fare un esempio)?

Non avete rispetto di chi dissente, proprio come fanno quelli che voi accusate.
Avete dei metodi dispotici e a volte feroci (innocui solo perchè non avete il potere), del tutto simili a quelli dei vostri nemici.
Franco e Indopama, voi che ve ne intendete, vedete amore in Gianluca Freda e Maurizio Blondet?Io penso che sia squalificante e riprovevole dare avallo alle farneticazioni di gente che si vanta di avere provocatoriamente riso durante tutta la proiezione di Schindler's List o che nega la strage di Srebrenica.

Infine che mi vengano attribuiti tutti i commenti degli anonimi è un fatto molto comico, o forse... un comodo espediente per liquidare tutte le critiche.

Re Gilardino

PS E' vera la storia dei dischi volanti. Li ho visti anch'io.
Un amico mi ha detto che se non sono ancora stati commercializzati, è solo per problemi relativi al codice della strada

Goodlights ha detto...

@re gilardino

ora, lo so che ti sono rimasta nel cuore dopo il nostro scambio su israele e l'olocausto, ma potresti cortesemente evitare di tirarmi in mezzo ogni volta?

tanto non ti attaccherò e non ti darò spunti per attacarmi.

lascia perdere.
davvero.

grazie!

saluti nonostante tutto affettuosi!
Goodlights

Goodlights ha detto...

*attaccarmi

Goodlights ha detto...

dall'ottimo blondet:

"In un giorno imprecisato del 2007, a Baghdad: la polizia irachena ferma un autocarro che traina una grossa roulotte sul ponte di Berrada. Quando aprono la roulotte, i poliziotti ci trovano una quarantina di afghani. Immigrati clandestini?
Non proprio.

Gli afghani confessano di essere talebani, assunti da autorità americane e importati in Iraq. Arrivano ufficiali americani e ordinano agli agenti iracheni di lasciar passare il camion e la roulottte senza far altre storie.

L’informazione viene da Wayne Madsen, l’ex agente del NSA (National Security Agency) divenuto giornalista investigativo. Con ottime fonti nell’intelligence (1). E’ stata una di queste fonti – un individuo che nel 2007 ha lavorato alla base aerea Tallil, che quelli della US Army chiamano «Camp Adder» – a raccontargli l’episodio della roulotte.

Secondo questa fonte d’intelligence, i servizi americani importano mercenari afghani per compiere attentati e atti di guerriglia contro civili e militari iracheni (nonchè contro le forze della coalizione);

questi attentati vengono dai comandi USA attribuiti al «Tanzim Qaidat al-Jihad fi-Bilad al Rafidayn» (Organizzazione-base del Jihad nel Paese dei due fiumi), che i media hanno battezzato «Al Qaeda in Mesopotamia».

....

Sull’Iran, le posizioni sono chiare: coincidono con quelle di Netaniahu. Ross è stato fondatore di un gruppo di pressione chiamato «United Against Nclear Iran». Ha scritto un saggio a quattro mani con David Makovsky (ex direttore del Jerusalem Post) in cui si legge: «Politiche militari più dure (contro l’Iran) saranno più facili da vendere a livello internazionale se noi avremo provato di risolvere le nostre divergenze con l’Iran diplomaticamente».

...

Insomma l’attacco militare avverrà, dopo aver avuto cura di buttare sull’Iran la colpa del fallimento della diplomazia. Il che è proprio quel che sta avvenendo".

a voi le conclusioni...

saluti al 100% complottisti
;-)))
Goodlights

FelixTheCat ha detto...

@ Goodlights

Bravissima!!
Brava e temeraria... ;-)

L'avevo letto anch'io come tutti gli altri dell'ottimo Maurice ma mi sono ben guardato dal citarne interi passi per non mettere in difficoltà Felice...
... ma tu hai osato. Brava.

Non c'è che dire: Power of Woman.

Saluti sincronici... ;-)

Goodlights ha detto...

@felix

;-)

assolutamente O.T.

certo che avresti potuto scrivere ad ercole...

smack!
Goodlights

Anonimo ha detto...

@ Re Gilardino

io ci vedo anche l'amore per la violenza, l'amore per la bugia, l'amore per il delitto, ecc...

se ami uccidere anche quello e' amore.
non per tutti e' cosi' ovviamente, ma per chi uccide seguendo il cuore si'.

e' la vita in se' che necessita degli opposti, senza il brutto non ci sarebbe il bello, senza la guerra non ci sarebbe la pace.

ogni commento ha il suo perche', ognuno ha la propria verita'.

indopama

Anonimo ha detto...

http://alieniemisteri.altervista.org/complotti.htm

Anonimo ha detto...

Indopama,

ti stimo, ma a volte dici delle banalità sconcertanti.
Certo è tutto amore... AMORE!
Quanto mi ameresti, se io, follemente innamorato dello stupro, ti fottessi moglie e figli?
Indo, non dir stronzate... va là!

Sarebbe meglio che tu facessi dei distinguo invece.

Ma i mussulmani di Bosnia sono o non sono stati massacrati a Srebrenica e Sarajevo?

Ma lo vogliamo dire che qui si da la parola a degli infami?

Goodlights ha detto...

@indopama

una persona a me particolarmente cara, non troppo tempo fa mi chiese cosa ne pensassi di quel tizio (ora mi sfugge il nome e non ho voglia di andare a recuperarlo) che aveva segregato la figlia nella cantina di casa per moltissimi anni, facendoci diversi figli/nipoti.

naturalmente, come tanti, ero rimasta impressionata dalla notizia e le risposi scaldandomi molto.

allora lei mi raccontò il seguente aneddoto:

"paragoniamo la vita ad un vaso di argilla.
ognuno fa il proprio e lo ritiene perfetto così com'è.
l'individuo in questione ha cercato di fare del suo meglio e ritiene il suo vaso un lavoro ben fatto.
molti gli vanno contro, ma per lui, la realtà che si è creato è meravigliosamente perfetta!"

le tue parole sull'amore anche nell'omicidio, mi hanno fatto tornare in mente queste, ma, se devo essere sincera fino in fondo, le capisco ma non le comprendo...

riusciresti a spiegarmi meglio?

grazie se vorrai.
Goodlights

LupoLuponis ha detto...

è nato un nuovo sito di in-formazione se volte passare a dare un giudizio siete ben accetti

www.intellezione.com

scusate il disturbo

rumenta ha detto...

il governo di Amhadinejad aveva davvero bisogno di essere messo in cattiva luce?

no, i media internazionali lo dipingevano così già da un pezzo.... un po' come Jessica Rabbitt, che la disegnano "cattiva" ;-)

prima delle manifestazioni consideravate l'iran un paese democratico e degno di stima?

mah, guarda, per me l'appellativo "democratico" non è propriamente un complimento, anzi......

adesso è colpa delle manifestazioni se le cose li vanno male e si rilevano delle ingiustizie?

no, semplicemente le manifestazioni sono quelle di una minoranza sconfitta ed isterica che non si rende conto di essere isolata da tutto il resto del paese, come non si rende conto di agire per "conto terzi".

come ho già avuto modo di scrivere, teheran NON E' l'iran.....

pertanto, quando sento un/una telegiornalista che lamenta le manganellate sulla testa dei "pacifici" manifestanti (negozi distrutti, auto bruciate.... oltre alla "democrazia" avranno esportato pure un po' di black block??), mi vien da chiedermi dove fosse la suddetta giornalista durante il g8 di genova, dove di manifestanti manganellati ce ne furono altrettanti..... ma dove non sentii nessuno parlare di "mancanza di democrazia" o "feroce repressione".
che mistero misterioso, nevvero??

mi ricordate quelli che sostenevano che la russia era veramente uno stato democratico ed evoluto, negli anni '70.

affatto.
lo "stato" è IL male, che sia di destra o di sinistra o "democratico".....

tutti scomparsi, naturalmente, quando si è visto come'era davvero.

non tutti.
li ritrovi nei partiti come rifondazione.... ma almeno loro sono coerenti, e personalmente li preferisco a pagliacci stile uolter, o a famigerati "statisti" come d'alema.....

la colpa è degli usa, che fomentano le manifestazioni di libertà e non del dittatore che tiene il paese nella miseria.

l'iran è solo un esempio, tra i tanti, della politica di destabilizzazione e colonizzazione usa e, per quanto lo riguarda, non da ieri, ma da una quarantina di anni, a dir poco.

Cambiano i tempi ma non le persone......... la vostra obbiettività a senso unico è spettacolare.

da che pulpito.... uno che crede che gli usa siano il "bene" e tutti gli altri il male....

il mondo è di uomini pronti a sopraffare il più debole e non di "buone anime" deviate da pochi cattivi, come crede indopama.

già, si salvano solo gli usa, che sono tanto tanto buonini.....

Auguriamoci solo che il "dittatore" usa non sia sostituito da un nuovo dittatore. Qualcuno qui preferirebbe quel probo di Amhadinejad?

il vero nemico è lo stato.
senza uno stato da "colonizzare" e trasformare in una base di potere per sé ed i propri sostenitori, ci sarebbero dittatori?
tu muoveresti guerra all'iraq?? o esporteresti un po' di "democrazia" in iran??

Anonimo ha detto...

Quando si dice che Goodlights è un po' plagiabile..................................................................................................................................!

FelixTheCat ha detto...

RAI3 ancora in onda "Da Wall Street a Gran Torino" da non perdere...

La riedizione reale di "Dick & Jane". Niente di nuovo ma sempre sconcertante...
Asterix direbbe S.P.Q.A.! :-))
Sono Pazzi Questi Americani

Nel frattempo poco fa a Detroit gang ha sparato ai passeggeri di un bus, sette i colpiti.

NO COMMENT

Anonimo ha detto...

Goodlights provo a spiegartelo.
L'individuo, ogni individuo, è una creatura perfetta, perchè è il frutto dell'albero più prezioso: la vita, o l'amore che è poi la stessa cosa.
Quando avremo capito come utilizzare l'energia che c'è dentro di noi, toccheremo con mano gioia, sicurezza, e il divino distacco dalle cose.
Ma tutto nel rispetto di questo principio vitale che ci ha partorito.
Quindi chiedersi se questo è giusto o sbagliato, se è buono o cattivo è fuorviante.
Tutto avverrà con naturalezza e coerenza all'interno di questo flusso vitale e liberatorio.
Certo, tutto dipende da noi.
Troverete il coraggio di abbandonare i vecchi schemi?
Capisci ora?

Anonimo ha detto...

Ma i mussulmani di Bosnia sono o non sono stati massacrati a Srebrenica e Sarajevo?

Re Gilardino

Anonimo ha detto...

Caro Felice.
Le analisi economiche contenute sul tuo blog, fanno capo a scenari possibili e plausibili.
Ma quando leggo scritti come questo dove analisi condivisibili sono frammezzate dall'antiamericanismo più strisciante, diversi punti di credibilità vengono persi.
Allora la chiave di lettura cambia e lascia spazio al sospetto che si tratti di un blog in cui il focus della discussione sia la rivincita di altri sistemi economici nei confronti del capitalismo.
Direi che non ne abbiamo bisogno. Direi che i numeri e gli scenari vanno bene e vengono fatti ben recepire, non scadendo nell'ideologia o nell'identificazione univoca del nemico.
Caro Felice, continua con le tue belle analisi economiche, e se vuoi un parere non richiesto, cerca di essere meno superficiale nell'addossare le colpe di tutti i mali. Non dico di fare un'analisi filologica che riporti l'oggetto della questione come conseguenza della natura umana. Ma quasi. Ricordati che il maccartismo riletto a distanza, è oggi foriero di imbarazzo nella società americana. Cerca di non essere un maccartista al contrario, altrimenti oltre alle caprette potremmo metterci a discernere anche del difficile rapporto tra il bianco e il nero. Mentre invece tutti sappiamo che di zone grigie ce ne sono ovunque...

Filippo

Anonimo ha detto...

Dai Filippo piantala...
come se non lo sapessimo che sei il solito postatore dalle mille identità!

Anonimo ha detto...

No, sono proprio Filippo, e scrivo per la prima volta su questo blog.

Gradirei considerazoni un po' più serie, grazie.

FelixTheCat ha detto...

@ Goodlights

O.T.

Ti hanno risposto:
"individuo in questione ha cercato di fare del suo meglio e ritiene il suo vaso un lavoro ben fatto. Molti gli vanno contro, ma per lui, la realtà che si è creato è meravigliosamente perfetta!"

Visti i tuoi dubbi mi intrometto e mi permetterò di dirti cosa ne penso.

Attenzione alle speculazioni filosofiche e/o intellettuali estreme. Sono un inganno della mente (e te lo dice un appassionato di psicoanalisi). Su alcune questioni di dubbi non ce ne possono essere, altrimenti rischiamo di avere le visioni poi passeremo ai deliri senza speranza.
;-)

Se quella che hai riportato è una frase sintesi di un'analisi psichiatrica, va bene.
Non confondiamo però le categorie degli individui "sani di mente" con un'analisi psichiatrica.
Altrimenti è la fine.

Uno psicopatico pericoloso per i propri simili rimane quello che è e va fermato con tutti i mezzi.

Altrimenti potrei anch'io dare sfogo al mio "vasetto perfetto" di fantasie sul suddetto soggetto e dirti che un bel tuffetto in una vaschetta di acido solforichetto glielo farei fare volentieri. ;-)

Mi raccomando, torniamo sulla terra. In tempi di smarrimento e di follia c'è più che mai bisogno di tanto raziocinio!
E ben venga il mondo della fantasia (io sono il primo) ma deve essere all'insegna del bello e della creatività portatrice di gioia e di benessere per se e per gli altri.

Le fantasie portatrici di morte vanno estirpate senza freni inibitori di alcun tipo se vogliamo un mondo migliore. Ci pensano già alcuni stati democratici ad applicarle e sono insopportabili.

Goodlights, questo in estrema sintesi il mio piccolo contributo.

Un salutone raziocinante :-)

Filosofeggiate con prudenza;-)

Anonimo ha detto...

@Filippo
scusa l'ho scritta io quella cosa, ma ti assicuro che loro lo pensano davvero!!!
O più probabilmente gli fa comodo dir così.
Re Gilardino etc.

Anonimo ha detto...

@Felix
Il tuo intervento non mi pare carino nei miei confronti.
Non credo che tu possa dare consigli a Goodlights.
Io qui ho ascendente su tutti, questo vuol dire che quello che dico un significato ce l'ha! O sbaglio?
Se dico che tutto è amore... porca troja, TUTTO E' AMORE.
E Goodlights queste cose le ha imparate bene. Infatti è una fra le migliori.
Quindi tu fatti cazzi tuoi,
te lo dico con amore.

Anonimo ha detto...

AMOOOOORE?
DOVE SEI AMORE?
DAI STUPIDONA, VIENI QUI SUL LETTO CHE TI SGANGHERO!

vedi Felix come a volte è difficile separare il bene dal male

FelixTheCat ha detto...

@ anonimo 30 giugno 2009 14.33
O.T.

...LOL

Sì però ora firmati se ne hai il coraggio che poi ci facciamo due risate... !! ;-) ... e smetti con gli allucinogeni, non lo sai che portano alla pazzia??? :-)))

Fumate con prudenza... >:->

Anonimo ha detto...

Sei spiritoso, ma non troppo intuitivo, Felix!
...chi vuoi che sia io?
l'infaticabile Re Gilardino (l'unico anonimo che scrive sul blog, anzi su Internet)

Anonimo ha detto...

scusa mi dimenticavo...
ma LOL che cazzo vuol dire?

FelixTheCat ha detto...

@ anonimo psicopatico 30 giugno 2009 14.41

Il precedente tuo post l'ho preso con spirito sperando finisse lì ed evidentemente ho sbagliato.

Con quest'ultimo hai passato il segno ed evidenziato inaccettabili e volgari istinti narcisistico distruttivi.
Fatti curare da uno bravo e taci una volta per tutte.


@ Felice Capretta>

Sarebbe opportuno un tuo rapido intervento con la cancellazione di quanto fuori da ogni limite della decenza. A tua scelta e preferenza


Grazie.

Anonimo ha detto...

@Felix
un giorno ti parlerò, so che non stai nella pelle, ma per ora ti basti questo:
QUI DENTRO TU SPICCHI MA SPACCHI

Anonimo ha detto...

Preg.mo Prof. Felix,
esimio collega saputello, io sono qui da prima di Lei, pertanto, se tutto ciò non Le sta bene, Lei è libero di andare a sprecare il suo tempo altrove.
Dal canto mio, sarà difficile che io possa lasciare questi amici di vecchia data. Ho delle responsabilità verso di loro, soprattutto verso la povera Goodlights.
Distinti Saluti,
Sir Eglamore

guru2012 ha detto...

@ FelixTheCat

Salve Felix, potranno anche essere stupidaggini quelle di Brian O'Leary, non lo so.

Ho sentito sempre definire Sai Baba come un impostore, ma solo sentito dire. Non conosco niente di lui.

Inoltre, nel video è evidente il tentativo di commercializzare la produzione letteraria di O'Leary (cosa peraltro del tutto lecita).

Detto questo, ci andrei più cauto nel prendere alla leggera il discorso dell'energia libera.

L'energia magnetica è una via che molti ritengono percorribile e che forse ha il solo difetto di essere riproducibile praticamente all'infinito e quindi non appetitibile al regime consumistico.

E comunque, gli studi più avanzati della fisica sono orientati alla ricerca dello sfruttamento della grande quantità di energia presente nel nostro ambiente.

***

In quanto alla tua disputa con Gilardino, se posso darti un consiglio dal basso della mia veneranda età, lascia perdere, lui è così, ogni tanto gli prendono i cinque minuti, ma poi gli passa.

È solo gelosia, la sua.

rumenta ha detto...

Felix,
lascia perdere il mentecatto, poi si stanca, basta non dargli soddisfazione o, quando proprio non puoi fare a meno di rispondere a qualche cagata particolarmente profumata delle sue, non insistere troppo nelle repliche.
e, se posso permettermi, non chiedere la cancellazione dei suoi post più "succosi", è con quelli che si qualifica per quel che è veramente.....

Goodlights ha detto...

@felix

concordo con rumenta e guru.
non ne vale la pena.

prendi esempio da me:
sono la sua vittima preferita da tempo ormai (probabilmente ha problemi di relazione con le donne) eppure non reagisco quasi mai.
ogni tanto gli chiedo più gentilmente che posso di non tirarmi in mezzo, ma, se non demorde, lo ignoro.

in fondo, come tanti di noi, vuole solo attenzione e amore.
vuol solo far parte del gruppo.

e noi ce lo prendiamo così com'è!
:-)

se è sulla nostra strada qui e adesso, un motivo c'è sicuramente.

magari è per farci "lavorare" sulla pazienza e sulla tolleranza
:-)))

ah! grazie a te e indo per le risposte!

un abbraccio!
Goodlights

Anonimo ha detto...

Ringrazio tutti per l'affetto e la comprensione dimostratami in occasione del virulento attacco personale subito da parte del Prof. Felix, evidentemente non uso al clima di generale e amena fratellanza di questo blog.

Pertanto io chiedo di espellere dal blog il Prof. Felix che, oltre a tenere comportamenti poco urbani, sta cercando di affermarsi come il più intelligente del blog.

Prima però di dirci Fare Thee Well Lo pregherei di fornirci il Suo autorevole responso in merito alla triste questione che sto per andare ad esporre.
Un bravo ragazzino allevato dai Gesuiti come Rumenta come può essersi ridotto in queste condizioni? Cosa gli possono avere fatto? Lo avranno forse sgangherato? Io non sono un grande psicanalista come Lei, ma la ritengo l'unica ipotesi plausibile.
E uno shock analogo potrebbe ora farlo tornare in lui?
Se ne potrebbe occupare Lei?

Grazie

Re Gilardino

Sir Eglamore

Anonimo ha detto...

@ mirko1313

Mi fa piacere che qualcuno cominci a rispondere alle argomentazioni sostanziali, anche se mi pare che non si sia capito cosa intendo dire. Gli USA non sono ne migliori ne peggiori degli altri nei fini che perseguono, vogliono il potere come Putin o Ackmad..., quello che li differenzia è che danno al popolo più democrazia (un bel po' di più). Quindi mi pare che ci sia un po' troppa ipocrisia nel prendere continuamente posizione a favore di dittatori ben peggiori, vivendo qui in panciolle con il benessere assicurato dagli usa.
Troppa ipocrisia, quando si dichiarava, per fini propagandistici, che in russia o a cuba c'era la migliore assistenza medica al mondo, e poi però ci si curava in usa (vedi anni 70), ma qualcuno qui forse non c'era ancora.

mirko1313 è un'esempio di questa ipocrisia (senza offesa, naturalmente, non è una cosa personale).

Se non ci fossero stati gli imperialisti americani lui non avrebbe potuto neanche postare queste mail.
Quindi:

1)per quelli come te no, il governo di Amhadinejad non ha bisogno di essere messo in cattiva luce, ...

Scusa ma dove vivi, li ti impiccano per un furto, o neghi anche questo? Io conosco iraniani per lavoro, hanno studiato in svizzera, vivono in usa, e comprano le materie prime a casa loro, facendo i soldi... credi che ci pensino a tornare a casa? tu puoi vivere a casa tua grazie agli imperialisti, quindi non essere ipocrita!!! Gli unici che dicono che li si stia bene siete voi che state qui....

2)consideravo l'Iran un paese democratico e degno di stima ben prima delle manifestazioni, ...

Bravo, alcuni ragazzi come te, qui, negli anni 70 hanno finito per crederci a tal punto che sono diventati brigatisti....
.. sei tu l'indottrinato



3)per quanto riguarda la Russia faresti meglio a documentarti prima

... cosa dici, intanto la mancanza di argomenti ti porta a chiudere il discorso con l'offesa....
poi sei pure IGNORANTE: la povertà i russi l'hanno accumulata in 60 anni di comunismo, quando si sono aperti al libero mercato se ne sono semplicemente accorti e hanno dovuto recuperare! o dopo 60 di miseria, spese esorbitanti per armamenti con PIL bassissimi, ecc. è colpa degli americani anche questo? la democrazia l'hanno voluta loro, perchè stavamo meglio noi di qua... che miopia!

Caro Mirco, io c'ero e tu, secondo me, no. Per questo parli per luoghi comuni, quelli massmediatici di cui ti lamenti.
Fra (PS: per chi non lo capisse questa è la firma, a buon intenditore...)

Anonimo ha detto...

Grazie Goodlights,
se non fossi nazista, mi saresti simpatica.
Hai ragione, ho delle difficoltà con le donne: con una moglie, due figlie, domestica, dipendenti donne + gatta sto seriamente pensando di rivedere i miei orientamenti sessuali.

Scusa, ma lo avevi capito vero che ero io e non Indopalma?

Gilardino

Felice Capretta ha detto...

@ felix

mantieni la serenità e tieni per te la tua energia, più gli dai retta più gli dai forza.

io per scelta non censuro quasi niente se non casi veramente eclatanti.

qui uno dei punto di forza è la qualità dei commenti e (quasi) tutti i commentatori sanno distinguere i commenti funzionali da quelli, diciamo così, poco funzionali.

a te la palla felix, so che puoi farcela :-)


@filippo

cito la frase di guido che ormai è entrata nella storia di questo blog: "Cercare di capire come stanno le cose non significa fare il tifo per una delle parti in gioco."

saluti felici

Felice

ps: su su state buoni che è in arrivo un aggiornamento sui bond USA a chiasso :-)

Anonimo ha detto...

stò cominciando adesso a leggere i post del 26-06.....
ma quanto cazzo scrivete?????
avanzate anche il tempo per fare qualcos'altro?
nic.

Anonimo ha detto...

Nic,
qui al blog Casablanca si scrive, si scrive, si scrive...
E' uno spasso. Salta dentro anche tu, dai!

Gilardino

Anonimo ha detto...

Felix,
vedi come mi coccolano?
sei in un momento difficile, ma puoi farcela!

Anonimo ha detto...

Il commento:

"Goodlights provo a spiegartelo.
L'individuo, ogni individuo, è una creatura perfetta, perchè è il frutto dell'albero più prezioso: la vita, o l'amore che è poi la stessa cosa.
Quando avremo capito come utilizzare l'energia che c'è dentro di noi, toccheremo con mano gioia, sicurezza, e il divino distacco dalle cose.
Ma tutto nel rispetto di questo principio vitale che ci ha partorito.
Quindi chiedersi se questo è giusto o sbagliato, se è buono o cattivo è fuorviante.
Tutto avverrà con naturalezza e coerenza all'interno di questo flusso vitale e liberatorio.
Certo, tutto dipende da noi.
Troverete il coraggio di abbandonare i vecchi schemi?
Capisci ora?"

E' di Indopalma?

Mirko

Anonimo ha detto...

per Anonimo 30 giugno 2009 7.22.

non è che io non sono d'accordo con il GEAB, la analisi del quale sono certamente tecnicamente corrette. Mi chiedo però una cosa. A chi conviene in un'economia globale interdipendente far fallire il prossimo. Esempio. USA va in default perché la cina non gli compra + i bond -> la cina non vende più i suoi prodotti al loro maggiore cliente -> la cina va in recessione, scendono le materie prime e i paesi esportatori di materie prime (tradizionalmente importatori di tecnologia) ci vanno dietro -> noi non produciamo più nulla e .... SI SALVI CHI PUO'. A chi coviene??? Non conviene forse che i vari stati, ma soprattutto gli enti sovranazionali trovino delle soluzioni? Se tutto va a carte quarantotto il popolo si solleva, e quindi rischierebbe anche il grande burattinaio orwelliano di cui viene paventata l'esistenza. Staremo a vedere e speriamo bene, PER TUTTI. O ci salviamo tutti, o non si salva nessuno...

Anonimo ha detto...

Primo decesso in Spagna

Oggi si è registrato il primo decesso in Spagna per influenza da virus A/H1N1. Si tratta di una giovane donna (20 anni) alla 28esima settimana di gestazione. È il primo caso mortale in Spagna e il quarto nei Paesi dell Unione Europea. Almeno altri due casi confermati spagnoli sembrano versare in gravi condizioni (leggi qui).
Leggi il comunicato del Ministero della Salute spagnolo. >>
http://mercatoliberonews.blogspot.com/

se è mutante (laboratorio) dopo l'estae situazione potrebbe essere preoccupante... e guarda caso stesso periodo dove si prevede collasso economia in diversi stati...

Anonimo ha detto...

@ Indopama,
effettivamente l'opera di Tesla, per quanto ne possiamo sapere, rappresenta la pietra miliare nel campo dell'energia "alternativa".
Purtroppo vien da pensare che coloro che si sono impossessati dei suoi brevetti - e forse li hanno nel tempo pure sviluppati, come dicevi tu - non renderanno tale tecnologia disponibile prima che la popolazione terrestre si sia (circa) dimezzata, come nei loro piani.
E anche dopo di ciò vorranno renderla disponibile in modo controllato.
Non aspettiamo soluzioni da "essi" (vivono).
Nitriti saluti

Donato Cavallo

PS. Complimenti a Goodlights per lo spirito: un esempio!

Anonimo ha detto...

mirko, re gilardino, filippo, nic, eglamore, anonimo e indopama
sono le sfumature della stessa entita' che possiamo chiamare vita.

sembriamo tanto diversi? e' il mistero della vita, che ognuno vive come decide di viverla.
se fossimo tutti uguali potrebbe forse esistere questa vita?
cosa farebbe sul pianeta una mono-persona?

a me piace molto cosi' com'e'... ad ognuno il proprio giudizio e ben vengano tutti quanti.

indopama

Anonimo ha detto...

un'ultima nota.
questi sono tempi di estrema confusione, di veloci cambiamenti, in cui saltano ogni giorno molte di quelle che noi chiamavamo certezze.
la vita si mostra da un altro punto di vista che molti di noi ancora faticano a vedere.
ora non si tratta di fare a gara a chi arriva prima a capire e chi dopo, ognuno ha sempre il proprio punto di vista e la propria vita.
quello che mi sembra di vedere e' che tanti sono alla ricerca di nuovi punti di riferimento perche' i vecchi sono crollati o stanno crollando.
ecco allora che ci buttiamo anche su internet alla ricerca di conforto, di idee, di certezze.
ma cosa sono le certezze?
alla fine e' ognuno di noi che giudica cosa e' certo e cosa non lo e' e proprio qui sta ora il cambiamento, siamo portati ad una maggiore responsabilita'.
siamo di fronte a delle scelte e prima o poi dovremo deciderci.
scelte varie, non importa quali siano ma sempre scelte. questo e' il grosso del cambiamento, vedere la fine delle certezze e la possibilita' di fare delle scelte, di scegliere e creare la propria vita.
non eravamo piu' abituati a farlo?
e' vero, tutto sembrava andare avanti in automatico e sembrava non devesse fermarsi mai.
ci sentiamo pronti a fa re delle scelte?
ci sara' chi si e chi no, dipende da ognuno di noi.

indopama

Anonimo ha detto...

http://crimsoncircle.com/translation/it/ritorno10dr.html

bye bye ha detto...

signori tutti,
Brzezinski non è semplicemente un simpatico vegliardo autore di libri di geopolitica ma anche uno dei consiglieri, se non il principale, di Obama per la politica estera.

una sintesi delle sue ricette per il presidente abbronzato è qui:

bye bye ha detto...

pardon:
http://byebyeunclesam.wordpress.com/2008/11/16/il-lascito-di-bill-le-colpe-di-george-i-compiti-di-barack/

cordialità

gigi ha detto...

giiggi

Anonimo ha detto...

Per FRA
A fra, dillo che sei Cornacchione!
Conte Senza Palazzo

Anonimo ha detto...

Spiegati meglio, non ho mica capito cosa vuol dire
Fra

Anonimo ha detto...

Spiegati meglio, non ho mica capito cosa vuol dire
Fra

Haki ha detto...

Ottimo articolo.
L'obiettivo e la disgregazione della Russia che in centro Asia a causa della sua scarsa popolazione non ha militari a sufficenza
Con l'Iran la Russia si gioca tutto.
Se perde gli americani entrano in Iran e da li' destabilizzano gli stati dell'Asia centrale e le zone periferiche della Russia che finirebbero per separarsi quanto prima facendo scoppiare guerre civili e distruggendo di fatto la Russia come entita'. Secondo me questo e' l'obiettivo dei falchi dell'Amministrazione USA, e israeliani distruggere la Russia ed appropriarsi delle sue materie prime. Sara' una mia impressione ma Obama non appoggia per niente questa visione ma sta aiutando la Russia e l'Iran solo che trovandosi in minoranza all’interno dell’amministrazione USA non lo puo' mostrare apertamente. Ci sono stati molti piccoli segnali che mi fanno pensare questo. Un esempio, tempo fa Obama ha appoggiato pubblicamente la costruzione della Moschea a ground zero ed ha deciso di cenare per tutto il periodo del ramadan dopo il tramonto. Perche' se non per dare un implicito appoggio alla Russia? Sembra quasi che dica: Io sono con voi ma non posso agire, ma neanche mi schierero' contro.
Un altro segnale e' quando ci fu la crisi valutaria in Europa. Obama e' intervenuto ad aiutare l'Europa telefonando alla Merkel e, anche se la notizia e' passata sotto traccia, di fatto facendo si che la Federal reserve con degli Swap desse in quei giorni liquidita' alla BCE (ed il Congresso USA, irritato da cio', subito dopo e' intervenuto con una legge per vietare che cio' si possa ripetere in futuro). Perche’? L’obiettivo dei falchi Usa era destabilizzare ed indebolire l’area Euro per dividere la Germania dall’Italia e quindi far abortire il progetto di una UE vicina alla Russia.
Tornando al Medio Oriente provate a dare un occhio alla cartina: la Russia NON puo' perdere l'Iran. Si sta giocando tutto con questa battaglia.
Speriamo non arrivino alla guerra ma potrebbe anche essere perche' senza tale Stato la Russia si disgregherebbe mentre gli USA perderebbero di fatto tutta l'Asia (da una parte avrebbe la Cina dall'altra la Russia). Quindi e’ fondamentale per entrmbi.
Per di piu' in Europa la Germania e l'Italia (od almeno Berlusconi) sono dalla parte di Russia, Turchia ed Iran. Quindi anche il dollaro crollerebbe e con esso la predominanza mondiale USA nel mondo. Oltre al fatto che le materie prime mondiali sono in centro Asia e Russia. Chi le ha potra' controllare il mondo nel prossimo futuro ed avra’ il controllo dell’economia mondiale. Si stanno ridelineando gli equilibri del dopo guerra fredda, da una parte USA, Israele ed Arabia e dall'altra Russia, Turchia, Iran, Germania ed Italia. Il Regno Unito, dove vivo, sta cercando di staccarsi dagli USa per diventare uno Stato neutrale, una nuova Svizzera. La Cina ad oggi e' molto piu' vicina agli USA pur essendo un battitore libero, ma anch'essa si sta rendendo autonoma. La UE invece sta decisamente virando verso est abbandonando gli USA.

Haki ha detto...

Ottimo articolo.
L'obiettivo e la disgregazione della Russia che in centro Asia a causa della sua scarsa popolazione non ha militari a sufficenza
Con l'Iran la Russia si gioca tutto.
Se perde gli americani entrano in Iran e da li' destabilizzano gli stati dell'Asia centrale e le zone periferiche della Russia che finirebbero per separarsi quanto prima facendo scoppiare guerre civili e distruggendo di fatto la Russia come entita'. Secondo me questo e' l'obiettivo dei falchi dell'Amministrazione USA, e israeliani distruggere la Russia ed appropriarsi delle sue materie prime. Sara' una mia impressione ma Obama non appoggia per niente questa visione ma sta aiutando la Russia e l'Iran solo che trovandosi in minoranza all’interno dell’amministrazione USA non lo puo' mostrare apertamente. Ci sono stati molti piccoli segnali che mi fanno pensare questo. Un esempio, tempo fa Obama ha appoggiato pubblicamente la costruzione della Moschea a ground zero ed ha deciso di cenare per tutto il periodo del ramadan dopo il tramonto. Perche' se non per dare un implicito appoggio alla Russia? Sembra quasi che dica: Io sono con voi ma non posso agire, ma neanche mi schierero' contro.
Un altro segnale e' quando ci fu la crisi valutaria in Europa. Obama e' intervenuto ad aiutare l'Europa telefonando alla Merkel e, anche se la notizia e' passata sotto traccia, di fatto facendo si che la Federal reserve con degli Swap desse in quei giorni liquidita' alla BCE (ed il Congresso USA, irritato da cio', subito dopo e' intervenuto con una legge per vietare che cio' si possa ripetere in futuro). Perche’? L’obiettivo dei falchi Usa era destabilizzare ed indebolire l’area Euro per dividere la Germania dall’Italia e quindi far abortire il progetto di una UE vicina alla Russia.
Tornando al Medio Oriente provate a dare un occhio alla cartina: la Russia NON puo' perdere l'Iran. Si sta giocando tutto con questa battaglia.
Speriamo non arrivino alla guerra ma potrebbe anche essere perche' senza tale Stato la Russia si disgregherebbe mentre gli USA perderebbero di fatto tutta l'Asia (da una parte avrebbe la Cina dall'altra la Russia). Quindi e’ fondamentale per entrmbi.
Per di piu' in Europa la Germania e l'Italia (od almeno Berlusconi) sono dalla parte di Russia, Turchia ed Iran. Quindi anche il dollaro crollerebbe e con esso la predominanza mondiale USA nel mondo. Oltre al fatto che le materie prime mondiali sono in centro Asia e Russia. Chi le ha potra' controllare il mondo nel prossimo futuro ed avra’ il controllo dell’economia mondiale. Si stanno ridelineando gli equilibri del dopo guerra fredda, da una parte USA, Israele ed Arabia e dall'altra Russia, Turchia, Iran, Germania ed Italia. Il Regno Unito, dove vivo, sta cercando di staccarsi dagli USa per diventare uno Stato neutrale, una nuova Svizzera. La Cina ad oggi e' molto piu' vicina agli USA pur essendo un battitore libero, ma anch'essa si sta rendendo autonoma. La UE invece sta decisamente virando verso est abbandonando gli USA.

Haki ha detto...

Ottimo articolo.
L'obiettivo e la disgregazione della Russia che in centro Asia a causa della sua scarsa popolazione non ha militari a sufficenza
Con l'Iran la Russia si gioca tutto.
Se perde gli americani entrano in Iran e da li' destabilizzano gli stati dell'Asia centrale e le zone periferiche della Russia che finirebbero per separarsi quanto prima facendo scoppiare guerre civili e distruggendo di fatto la Russia come entita'. Secondo me questo e' l'obiettivo dei falchi dell'Amministrazione USA, e israeliani distruggere la Russia ed appropriarsi delle sue materie prime. Sara' una mia impressione ma Obama non appoggia per niente questa visione ma sta aiutando la Russia e l'Iran solo che trovandosi in minoranza all’interno dell’amministrazione USA non lo puo' mostrare apertamente. Ci sono stati molti piccoli segnali che mi fanno pensare questo. Un esempio, tempo fa Obama ha appoggiato pubblicamente la costruzione della Moschea a ground zero ed ha deciso di cenare per tutto il periodo del ramadan dopo il tramonto. Perche' se non per dare un implicito appoggio alla Russia? Sembra quasi che dica: Io sono con voi ma non posso agire, ma neanche mi schierero' contro.
Un altro segnale e' quando ci fu la crisi valutaria in Europa. Obama e' intervenuto ad aiutare l'Europa telefonando alla Merkel e, anche se la notizia e' passata sotto traccia, di fatto facendo si che la Federal reserve con degli Swap desse in quei giorni liquidita' alla BCE (ed il Congresso USA, irritato da cio', subito dopo e' intervenuto con una legge per vietare che cio' si possa ripetere in futuro). Perche’? L’obiettivo dei falchi Usa era destabilizzare ed indebolire l’area Euro per dividere la Germania dall’Italia e quindi far abortire il progetto di una UE vicina alla Russia.
Tornando al Medio Oriente provate a dare un occhio alla cartina: la Russia NON puo' perdere l'Iran. Si sta giocando tutto con questa battaglia.
Speriamo non arrivino alla guerra ma potrebbe anche essere perche' senza tale Stato la Russia si disgregherebbe mentre gli USA perderebbero di fatto tutta l'Asia (da una parte avrebbe la Cina dall'altra la Russia). Quindi e’ fondamentale per entrmbi.
Per di piu' in Europa la Germania e l'Italia (od almeno Berlusconi) sono dalla parte di Russia, Turchia ed Iran. Quindi anche il dollaro crollerebbe e con esso la predominanza mondiale USA nel mondo. Oltre al fatto che le materie prime mondiali sono in centro Asia e Russia. Chi le ha potra' controllare il mondo nel prossimo futuro ed avra’ il controllo dell’economia mondiale. Si stanno ridelineando gli equilibri del dopo guerra fredda, da una parte USA, Israele ed Arabia e dall'altra Russia, Turchia, Iran, Germania ed Italia. Il Regno Unito, dove vivo, sta cercando di staccarsi dagli USa per diventare uno Stato neutrale, una nuova Svizzera. La Cina ad oggi e' molto piu' vicina agli USA pur essendo un battitore libero, ma anch'essa si sta rendendo autonoma. La UE invece sta decisamente virando verso est abbandonando gli USA.

Haki ha detto...

Ottimo articolo.
L'obiettivo e la disgregazione della Russia che in centro Asia a causa della sua scarsa popolazione non ha militari a sufficenza
Con l'Iran la Russia si gioca tutto.
Se perde gli americani entrano in Iran e da li' destabilizzano gli stati dell'Asia centrale e le zone periferiche della Russia che finirebbero per separarsi quanto prima facendo scoppiare guerre civili e distruggendo di fatto la Russia come entita'. Secondo me questo e' l'obiettivo dei falchi dell'Amministrazione USA, e israeliani distruggere la Russia ed appropriarsi delle sue materie prime. Sara' una mia impressione ma Obama non appoggia per niente questa visione ma sta aiutando la Russia e l'Iran solo che trovandosi in minoranza all’interno dell’amministrazione USA non lo puo' mostrare apertamente. Ci sono stati molti piccoli segnali che mi fanno pensare questo. Un esempio, tempo fa Obama ha appoggiato pubblicamente la costruzione della Moschea a ground zero ed ha deciso di cenare per tutto il periodo del ramadan dopo il tramonto. Perche' se non per dare un implicito appoggio alla Russia? Sembra quasi che dica: Io sono con voi ma non posso agire, ma neanche mi schierero' contro.
Un altro segnale e' quando ci fu la crisi valutaria in Europa. Obama e' intervenuto ad aiutare l'Europa telefonando alla Merkel e, anche se la notizia e' passata sotto traccia, di fatto facendo si che la Federal reserve con degli Swap desse in quei giorni liquidita' alla BCE (ed il Congresso USA, irritato da cio', subito dopo e' intervenuto con una legge per vietare che cio' si possa ripetere in futuro). Perche’? L’obiettivo dei falchi Usa era destabilizzare ed indebolire l’area Euro per dividere la Germania dall’Italia e quindi far abortire il progetto di una UE vicina alla Russia.
Tornando al Medio Oriente provate a dare un occhio alla cartina: la Russia NON puo' perdere l'Iran. Si sta giocando tutto con questa battaglia.
Speriamo non arrivino alla guerra ma potrebbe anche essere perche' senza tale Stato la Russia si disgregherebbe mentre gli USA perderebbero di fatto tutta l'Asia (da una parte avrebbe la Cina dall'altra la Russia). Quindi e’ fondamentale per entrmbi.
Per di piu' in Europa la Germania e l'Italia (od almeno Berlusconi) sono dalla parte di Russia, Turchia ed Iran. Quindi anche il dollaro crollerebbe e con esso la predominanza mondiale USA nel mondo. Oltre al fatto che le materie prime mondiali sono in centro Asia e Russia. Chi le ha potra' controllare il mondo nel prossimo futuro ed avra’ il controllo dell’economia mondiale. Si stanno ridelineando gli equilibri del dopo guerra fredda, da una parte USA, Israele ed Arabia e dall'altra Russia, Turchia, Iran, Germania ed Italia. Il Regno Unito, dove vivo, sta cercando di staccarsi dagli USa per diventare uno Stato neutrale, una nuova Svizzera. La Cina ad oggi e' molto piu' vicina agli USA pur essendo un battitore libero, ma anch'essa si sta rendendo autonoma. La UE invece sta decisamente virando verso est abbandonando gli USA.