venerdì 26 giugno 2009

Un'ultima estate di prosperità

Ah, la ripresa è vicina, sarà una crisi a V, a U .... ricordate?

Contrariamente a quanto alfabeticamente strombazzato finora dalle ridicole autorità di politica economica e politica tout court (tutto già visto, ricordate “le pompose dichiarazioni”?), gli stessi stanno iniziando a fare marcia indietro e sta cominciando ad essere evidente che:

  • la crisi non è finita e non finirà a breve
  • non ci sarà ripresa nel 2009 e neanche nel 2010
  • il peggio non è passato, ma anzi deve ancora venire
  • la crisi sarà lunga e drammatica e sarà almeno decennale per UK e USA

Niente di nuovo per gli affezionati lettori di informazione scorretta.

Vediamo più nel dettaglio le dichiarazioni di oggi.

Molto interessanti davvero.

Draghi: PIL italiano giu’ 5%

Semper Fidelis Mario Draghi, dall’altro del suo Financial Stability Board (la grassa poltrona in pelle umana regalatagli per i suoi servigi all’indomani del G20) improvvisamente inverte la rotta e dichiara che il PIL in Italia scenderà del 5% quest’anno nella rosea ipotesi in cui la crisi si congeli oggi. Ma ben sappiamo che la crisi non finirà oggi, e dunque tra le righe leggiamo che Semper Fidelis prevede una contrazione del PIL ben superiore al 5%. Dal corrierone (nientemeno!), aggiungiamo qualcosa:

A livello globale gli interrogativi, spiega il governatore, riguardano il rientro dalla «straordinaria» espansione della liquidità e l’esito del massiccio intervento degli Stati, non dell’Italia, nel salvataggio delle banche.


Interrogativi? No, dico....Interrogativi? Ad uno come Draghi dovrebbe essere evidente che la strada dell’iperinflazione o del default, almeno negli USA, è segnata.


Tremonti: Silenzio fino a settembre

Sempre dal corrierone, in risposta a Draghi: "Intervistato dal Tg2, ha ricordato che «la stessa istituzione qualche mese fa aveva detto -2%». Tremonti ha poi fatto un appello agli economisti, chiedendo «silenzio fino a settembre». «Facciamo passare almeno l'estate. Ne guadagnerebbero gli economisti in salute, ma soprattutto la gente. Non è censura, è igiene». "

Già. Uhm.

Minuto di silenzio.

....

Ehi guarda, una capretta.




Banca d’Inghilterra: il peggio deve arrivare

Bloomberg ci informa oggi che per un rapporto diramato ieri dalla Banca d’Inghilterra il sistema finanziario è vulnerabile a nuovi shock. I forti colpi ai bilanci assestati dalla crisi hanno lasciato le istituzioni finanziarie vulnerabili. Esiste la possibilità di una nuova ondata di shock, esiste il rischio che l'economia resti impantanata nella recessione.

(mmm...ondate...ci ricorda qualcosa...)

A causa delle loro posizioni sul fronte dell'indebitamento e dei finanziamenti le banche nel Regno Unito e sul mercato internazionale rimarranno sensibili a ulteriori shock per un certo periodo.

Le perdite sugli asset potrebbero aumentare se il flusso del credito non riparte. Questo peggiorerà ancora la sfiducia nel sistema bancario.

Vi lasciamo immaginare cosa significa la perdita di fiducia in un sistema che sulla fiducia si basa.

E infine

L’uscita dalla crisi potrebbe essere lunga, ardua e faticosa.

Ma pensa.... ma pensa un po'...


Cina: il tesoro USA emetta titoli denominati in Yuan

Titoli T-bond USA denominati in Yuan, ce ne dà notizia fondionline. Evidentemente i timori di iperinflazione negli USA iniziano a farsi sentire sulla sponda cinese dell’Oceano.

In caso di inflazione o forte svalutazione del dollaro, i titoli denominati in dollari perderebbero il loro valore. Il debitore americano riuscirebbe così a “diluire” il suo debito, mentre il creditore cinese si troverebbe con un credito annacquato e fortemente svalutato, tanto quanto il dollaro per la precisione.

L’emissione di T-bond USA in Yuan (approfondimento qui, al punto 2) proteggerebbe la Cina dall’iperinflazione del dollaro, ma strangolerebbe la capacità USA di ripagare il debito. E’ per esempio la fine che rischiano di fare le aziende lettoni e più in generale del’Est, alle prese con debiti denominati in Euro o valute diverse dal Lat o dalla loro valuta locale.

Torna inoltre la proposta cinese di un paniere di valute in sostituzione del dollaro come valuta di riserva internazionale, gia apparsa al G20 e al meeting del BRIC .



Dubai e Arabia Saudita: congelati i fondi del gruppo Saad, insolvenze

Da Finanzainchiaro un interessante aggiornamento sulla situazione nei paesi arabi, dove la Banca Centrale saudita ha ordinato a tutti gli istituti finanziari e bancari del Regno di congelare tutti i conti del presidente del gruppo Saad, il miliardario saudita Maan al-Sanea, che è proprietario del 2,97 % della HSBC, la maggiore banca europea con sede a Londra.

La banca, un tempo denominata Hong Kong & Shangai Banking corp., è anche una delle maggiori banche dell’Asia.

La decisione della Banca Centrale saudita è dovuta al fatto che una società della Algosaibi non è stata in grado di onorare una transazione valutaria da un miliardo di dollari.

Un bel buco, non c'e' che dire.

Si avvicina una bella estate.

Forse sarà l'ultima estate di prosperità così come la concepiamo oggi.

Niente paura pero'. Anzi. Di certo anche alcuni di voi affezionati lettori, come noi, ritengono che paradossalmente il peggio sta passando proprio in questo momento storico.

A nostro avviso, infatti, un mondo vecchio 50 anni sta finendo, con la fine del dollaro. Anzi, è già finito, come un malato in agonia attende che si compia il suo destino.

Probabilmente sta finendo contemporaeneamente anche un mondo vecchio di secoli, forse millenni, un mondo fatto di schiavitu’, di sfruttamento, di potere del denaro, di legge del profitto.

In questo senso il peggio sta passando.

Quello che verrà dopo dipende da....

...te.


Saluti felici

Felice Capretta

104 commenti:

Anonimo ha detto...

penso che dopo ci sara' solo la cacca,poverta' e miseria!poveri noi..altro che mondo migliore

Anonimo ha detto...

Tanto fra 3 anni ci sarà la fine del mondo no?Ci sarà poco da soffrire.

ungaretti ha detto...

eh no,caro Felice! non penso proprio che quel che verrà dopo dipenderà da me..e purtroppo neanche da te.D'accordo con il primo anonimo.
Ciao,alla prossima.

Davide ha detto...

A mio modesto parere suppongo che prima di finire in povertà dilagherà la delinquenza per fame e disperazione generale provocando anarchia e morte: in poche parole ci ammazzeremo l'un l'altro.
non siamo mai stati secondo me tanto vicini all'estinzione come in questo periodo. per un mondo sostenibile basato sul rinnovo senza petrolio siamo troppi già adesso su questo pianeta ed è inevitabile che la popolazione naturalmente o forzatamente inizi a declinare.

Anonimo ha detto...

ben venga un po' di sfoltimento, la nostra cara razza umana ha dato quello che aveva da dare, un po' come i dinosauri.

Anonimo ha detto...

Ciao a tutti!

Oggi su Mercato Libero News: http://mercatoliberonews.blogspot.com/2009/06/dove-e-finita-la-legge-262-per.html

Un altro tassello che apre ulteriori scenari interpretativi sull'attuale scontro ai vertici della politica italiana.
E' ormai evidente che le oligarchie dominanti siano alla lotta all'arma bianca per mantenere i loro privilegi, proprio in previsione del fatto che riducendosi di molto le risorse sarà essenziale averne il controllo pressochè totale.

Ho il presentimento che da quì al nuovo anno vedremo cadere molte "teste coronate" e se non fosse per la guerra già in atto tra poveri per accaparrarsi le briciole, ci sarebbe addirittura di che divertirsi.


Saluti felici a tutti

A presto,Riki

Anonimo ha detto...

caro felice , ti seguo da molto... e ahimè studio economia , quale scelta sventurata ; il problema è che il default non è casuale ma è il compimento di un progetto nato un centinaio di anni fa.

Dal basso della mia inesperienza economica rispetto a chi si districa nella melma fatta da indici , Pil , Cds , da anni vorrei sottolineare che gli stati non sono titolari della sovranità monetaria ( Il Tremontino lo ha ricordato in prima serata) ma sono enti indebitati verso altri enti privati .

quand'essi non riusciranno ad onorare il debito intrapreso dovranno cedere le garanzie date alle banche titolari delle banche centrali e quindi del debito.

... ahimè la garanzia siamo noi, quindi non vedo un futuro roseo....


Complimenti per la competenza , la passione , sei il mio bollettino giornaliero di guerra ,


con stima Lupo Luponis

Duffy ha detto...

grazie Capretta :)
un abbraccio

IgTrader ha detto...

Cavoli è proprio un bel blog, vi ho scoperti da poco e non ricordo neanche come. Complimenti soprattutto a chi scrive.

Concordo con Lupo Luponis anche se non studio economia... tolta la sovranità monetaria ci hanno tolto l'essenza stessa dello Stato.

Anonimo ha detto...

"Niente paura pero'. Anzi. Di certo anche alcuni di voi affezionati lettori, come noi, ritengono che paradossalmente il peggio sta passando proprio in questo momento storico.

A nostro avviso, infatti, un mondo vecchio 50 anni sta finendo, con la fine del dollaro. Anzi, è già finito, come un malato in agonia attende che si compia il suo destino.

Probabilmente sta finendo contemporaeneamente anche un mondo vecchio di secoli, forse millenni, un mondo fatto di schiavitu’, di sfruttamento, di potere del denaro, di legge del profitto.

In questo senso il peggio sta passando.

Quello che verrà dopo dipende da....

...te."

Paròn Capretta, questi pensieri meritano un sonoro nitrito di approvazione.

Lasciarsi prendere dalla paura significa fare il gioco di coloro che, seminando ansie e paure, per l'appunto, tramano per impedire che questo momento rappresenti un passaggio verso un futuro migliore - e diverso da quanto stato finora...

Donato Cavallo

Anonimo ha detto...

Speriamo finisca l'arroganza anche di chi vive di posizioni e di rendita come i figli di ricchi che non sanno nemmeno da dove viene il denaro sudato dai lori padri. L'unica cosa che sanno far bene è sfoggiare la loro superiorità economica e lodare il meraviglioso sistema economico dove vivono.

Anonimo ha detto...

Ah,
Come sarebbe bello credere che il futuro dipendera' da Noi.
Come sarebbe bello credere che questa crisi sia stata casuale e che ci risveglieremo in un mondo migliore fatto di Fede,Speranza e Carita'.

spike ha detto...

bel blog e bell'analisi.
Dissento però su una cosa.Se l'enorme massa monetaria prodotta NON passa nell'economia reale, NON si produce inflazione. Allo stato attuale, è questo quesslo che sta accadendo, aggiungiamo i disoccupati e le aziende fallite che ci sono in USA e lo scenario iperinflattivo, ad oggi, non è probabile.Resta il debito enorme, come i disoccupati e le aziende fallite di cui sopra, per cui il quadro non è certamente dei migliori. Altro che Green shots!

Anonimo ha detto...

un saluto a tutti.
anche questo fine settimana assomiglia alla borsa; variabile, con tendenza al brutto tempo.

condivido ciò che scrive felice, apprezzo il suo lavoro.

non voglio ripetere le stesse cose, ma la situzione attuale è pilotata,il cui scopo è la craezione di una unica moneta e un potere unico mondiale.
ci stanno lavorando dal 2001.
capire la situazione attuale, non è solo capire i mecati, capire la politica, ma è necessario conoscere la vita.
la vita è anche mercato, è anche economia.
purtroppo, non tutti riescono a capire e vedere la realtà.
non tutti, purtroppo, sono consapevoli, che la realtà è il risultato dei ns pnsieri.
infatti, ogni volta che accettiamo una situazione la rafforziamo.
vi siete mai chiesti, perchè la verità viene nascosta?
vi siete mai chiesti perchè l' essere umano vine tenuto sempre sotto pressione?
basta vedere il mondo del lavoro, il costo del denaro.
quanti di voi conoscono come si crea il denaro.
quanti di voi , sono a conoscnza che tutt'ora il petrolio, ai paesi produttori è pagato 50 centesimi al barile?
provate a pensare, e capire il senso di queste cose.
per i prossimi mesi non aspettatevi miglioramneti.
tutto sarà tra alti e bassi,
cosi il tempo, cosi l' economia, coì le borse, cosi l' umore delle persone.
siate voi steesi.
uate la vs testa, decidete voi per voi stessi.
non abbiate paura di scegliere ciò che per voi è più importante.
amate iò che siete
un saluto
franco

Anonimo ha detto...

un saluto a tutti.
anche questo fine settimana assomiglia alla borsa; variabile, con tendenza al brutto tempo.

condivido ciò che scrive felice, apprezzo il suo lavoro.

non voglio ripetere le stesse cose, ma la situzione attuale è pilotata,il cui scopo è la craezione di una unica moneta e un potere unico mondiale.
ci stanno lavorando dal 2001.
capire la situazione attuale, non è solo capire i mecati, capire la politica, ma è necessario conoscere la vita.
la vita è anche mercato, è anche economia.
purtroppo, non tutti riescono a capire e vedere la realtà.
non tutti, purtroppo, sono consapevoli, che la realtà è il risultato dei ns pnsieri.
infatti, ogni volta che accettiamo una situazione la rafforziamo.
vi siete mai chiesti, perchè la verità viene nascosta?
vi siete mai chiesti perchè l' essere umano vine tenuto sempre sotto pressione?
basta vedere il mondo del lavoro, il costo del denaro.
quanti di voi conoscono come si crea il denaro.
quanti di voi , sono a conoscnza che tutt'ora il petrolio, ai paesi produttori è pagato 50 centesimi al barile?
provate a pensare, e capire il senso di queste cose.
per i prossimi mesi non aspettatevi miglioramneti.
tutto sarà tra alti e bassi,
cosi il tempo, cosi l' economia, coì le borse, cosi l' umore delle persone.
siate voi steesi.
uate la vs testa, decidete voi per voi stessi.
non abbiate paura di scegliere ciò che per voi è più importante.
amate iò che siete
un saluto
franco

pierluigi grasso ha detto...

Ciò che inizia ad apparire altro non è che il risvolto pratico di una situazione culurale che è iniziata nell'ottocento, con Nietzsche e il nichilismo. Benvenga il tramonto. La matrice della crisi non è l'economica e non è la finanza ma la fine di un percorso culturale carico di contraddizioni che ora svelano inequivocabilmente il loro contenuto.
Il "superuomo" si rivelato essere un supertruffatore.
Meglio questo che l'alienazione definitiva nel paradigma della tecnica.
Il problema adesso è la durata e la consistenza della notte.

Anonimo ha detto...

Ottimismo e pessimismo sono componenti di fondo del carattere delle persone: alcuni hanno la sbronza allegra ed altri quella triste.
Certo che al potere criminale della oligarchia dominante possiamo opporre nella nostra italietta solo la resistenza delle mafie e di "papi".
L'unico stimolo positivo è quello di vivere un periodo che sarà risordato negli eventuali futuri libri di storia.
Saluti:
guido

Anonimo ha detto...

"La storia del passato
ormai ce l'ha insegnato,
che un popolo affamato
fa la rivoluzion !
Ragion per cui, affamati,
abbiamo combattuto,
perciò buon appetito:
facciamo colazion !
Viva la pa-pa-pa-pa..."

Eh, andiamoci piano a dire che noi siamo la garanzia data dagli stati in cambio di moneta. Una garanzia con stomaco, testa e braccia ci mette poco a imbracciare un forcone :-D
Detto questo, io mi schiero sul fronte della sbronza allegra e dell'alba di un nuovo umanesimo.

Eleonora

teoterzo ha detto...

Proviamo una volta ancora ad immaginarci delle contromisure da prendere in attesa che arrivi la tempesta che tutti si aspettano.
Io sto cercando di rifugiarmi nella zona di origine di mia madre La Romagna, quella dell'Emilia si intende, vicino al mare e colline. Viste oggi non ci si può domandare cosa evesse pensato mia madre quando per lavoro, più di 50anni fà dovette emigrare al Nord.
Un saluto e auguri di buona fortuna a tutti, fratelli.

Simbetto ha detto...

@ franco

Ma sei una cosa stupenda, posso raccogliere i tuoi scritti e pubblicarli?

rumenta ha detto...

ben venga un po' di sfoltimento, la nostra cara razza umana ha dato quello che aveva da dare, un po' come i dinosauri.

nel mentre mi tocco abbondantemente le palle, mi sorgono spontanee un paio di domande:

1) ma ci metti anche te nel conto di quelli da sfoltire o lo sfoltimento lo vedi come una panacea solo quando sono gli altri a farne le spese??

2) e se la risposta è un sì, e sei così convinto di quel che affermi...... beh, hai capito quel che mi chiedo, sì??

un saluto..... affettuoso??

Anonimo ha detto...

caro capretta invidio il tuo ottimismo. secondo me non ci sarà nessuna catastrofe ma un cambiamento di equilibri nel mondo accompagnato ad un'impoverimento generale sia economico sia di diritti.
a me quello che fa più paura è che il gigante morente USA scateni una guerra su larga scala, da sempre l'ultima spiaggia per girare le carte in tavola azzerando i propri debiti e fare ancora bottino

Felice Capretta ha detto...

buonasera a tutti, prima di tutto sono io a ringraziarvi, persone belle, perchè è un piacere leggervi e vedere come, con la discussione, si sviluppano il confronto, le idee, i progetti, i sogni e il vero.

qualche citazione e risposte sparse:


@ ungaretti

se la tua vita non dipende da te, da chi dipende? e' forse braccobaldobama che viene a casa tua e conta le cose nel tuo frigo e decide cosa mangerai?
sei tu che metti quelle cose nel frigo, dopo che le hai scambiate con il denaro che hai scambiato per ore di attività.

ora, lo so, mi dirai che in realtà dipende da un sacco di cose: un po' dallo stato, dal mondo, dai pazzi, e se sei religioso mi dirai che dipende da dio.

io la penso diversamente :-) , come avrai intuito, ma mi preme sottolineare che rispetto il tuo punto di vista (nonostante la apparentemente provocazione iniziale che - sono sicuro - prenderai con un sorriso :-)).


@anonimo dello sfoltimento, rumenta

non condivido il tema dello sfoltimento. si, ci sono troppi deficienti, ma non per questo siamo in troppi. guarda le campagne e i paesi di montagna in italia... c'e' tanto di quello spazio! :-)


@lupo luponis

ah, come ti capisco.

anchio ho passato lunghe notti sulle sudate carte nel tentativo di ricondurre ad uno schema logico i flussi di cassa impazziti, o mandare a memoria le circonvoluzioni cerebrali dei luminari di diritto commerciale, o dare un senso al dilemma del prigioniero. come ti capisco!

utile pero' adesso, vero?


@ eleonora (sorella sbronzista allegra), riki, duffy, igtrader, donato cavallo (fratello di stalla), spike, pierluigi, rumenta, guido franco, simbetto, teoterzo, davide...

grazie cari, vi abbraccio tutti con tutte le zampette felici!

(dimenticato nessuno, vero?)

a presto

Felice

Anonimo ha detto...

Gent sig Felice,
se ha letto i miei commenti delle ultime settimane come posso non dirmi del tutto daccordo con lei.
Ho scritto forse talvolta anche con toni cinicamente provcatori, in maniera aggressiva... sono arrabbiato, molto arrabbiato.
Ma voglio sperare nell'ultimo giro di walzer.
Nel colpetto d'ala che mi faccia rimbalzare per qualche anno nella illusione che il mondo resti lo stesso, con i suoi pensionati a guardare i lavori stradali, le mogli a lamentarsi dei mariti e viceversa.
Oggi parlavo con una persona che commercia con l'est europa che mi riferiva che nel suo territorio (nord ovest italia provincia di novara) il 30% delle fabbriche non riaprirà a settembre e lui stesso aveva grande paura.
E io che cosa dovevo fare: gli davo in mano il Geab36, che questo si suicidava in giornata? No; mezz'ora a spiegargli che forse taluni analisti avrebbero paventato qualche piccolissimo problema di solvibilità nei paesi dell'est, per cui sarebbe meglio almeno fino alla fine dell'anno non avere crediti se non di natura non finanziaria con quei paesi e tante altre balle...

Godetevi quest'estate...
Ma veramente, fate qualcosa che non avete mai fatto...
Meglio avere pochi rimpianti, dopo...

Fantomas

Felice Capretta ha detto...

Fantomas, egregio, non si puo' andare sempre daccordo su tutto, io comunque tutto questo disaccordo con me o con altri non lo vedo... piuttosto, vedo persone che scambiano e cercano di dare sempre il meglio.

e questo secondo me è molto funzionale.

Poi - chiaro - ogni stile di vita ed ogni epoca ha i suoi vantaggi oltre ai suoi svantaggi: nel ventesimo secolo se hai avuto la fortuna di avere un buono stipendio non sei stato poi così male. Un dolce ...compromesso, no? nel bene e nel male, senza voler dare a tutti i costi un giudizio specifico.

saluti felici

Felice

sR ha detto...

Capretta ti foraggerei a vita!!!

grandissimo ;)

Anonimo ha detto...

caro Felice, mi scusi ma non capisco dove ho parlato di disaccordi.

Tutt'altro. L'esatto contrario.
Anzi debbo dirle che da quando frequento il suo blog mi sento meno Fantomas...

"come posso non dirmi del tutto daccordo con lei"

Ricambio i saluti

Fantomas

ercole28 ha detto...

@fantomas
interessante la tua testimonianza...dal mondo reale.

Per quanto posso vedere io (settore ICT) oggi si lavora poco...
e quel che è peggio...
si lavorerà sempre meno (l'ordinato langue).
La sensazione è che le aziende siano tutte in apnea, in attesa di una ripresa (che non ci sarà...anche se io ancora mi ostino a sperarlo) che se non arriva le mette tutte KO.

La mia ha già dimezzato l'organico, tra scivoli, incentivi all'uscita e CIG.
Per quanto sento..anche la concorrenza non sta benissimo...

per cui...a dimostrazione di quanto la pensiamo allo stesso modo...questa estate ho deciso di spassarmela di brutto...(considerato che è l'ultima).

Ho prenotato una crociera per tutta la famiglia, poi un pò di mare, un pò di montagna, e una settimanella di Sardegna per finire in bellezza.

Mi gioco una bella fetta di risparmi, ma se deve mangiarseli l'inflazione ...preferisco mangiarmeli io!!! Se poi magicamente la crisi inverte la rotta e tende a migliorare, posso sempre pensare di aver contribuito io a farla passare, con la spesa che mi accingo a fare, no???

Saluti felici

Anonimo ha detto...

ci hanno tolto la sovranita' monetaria perche' ce la siamo fatta togliere.
io, per capire meglio, cambierei punto di vista, non piu' gli "illuminati" come colpevoli ma "noi" come coglioni.
allora direi:
da quando ci siamo fatti togliere la sovranita' monetaria la vita ... ecc. ecc.

puo' andare cosi'? si che puo' andare perche' se nella nostra vita non avessimo mai sbagliato niente questa sarebbe bellissima e nessuno si lamenterebbe.

e allora se siamo noi l'artefice dell'errore solo noi possiamo correggerlo. non berlusconi, non tremonti, non quei pochi altri che prendete sempre come capo espiatorio ma NOI, IO, TU e gli ALTRI (il resto meno i pochi).
e siccome gli altri non li conosco tutti e tu non so nemmeno dove incontrarti allora comincio da ME che sono sicuro di trovarmi.

ma che fatica che faccio a dirmi che ho sbagliato... che fatica. eppure...

indopama

Anonimo ha detto...

... eppure sento che prima o poi questo sara' un peso che mi dovro' togliere.

:-) indopama

Anonimo ha detto...

Sig. Capretta,

Con rifeimento alla traduzione di Geab 36 parte III, nel paragrafo 'Immobiliare', Lei ha commesso un errore interpretando come un refuso che nell'estate del 2010 possano scendere i prezzi degli immobili. Per cui ha correto con l'estate 2009.

La data 2010 è corretta ed in linea con le loro analisi. Praticamente E2020 fa riferimento all'effetto dei nuovi pignoramenti.

Saluti.

Anonimo ha detto...

non so se avete letto i giornali oggi...
Sulla manovra anticrisi oltre ai soldati (più di mille soldati in più per le strade per "combattere la crisi"? a che pro? a meno che non ci si aspettino sollevazioni popolari...) c'è anche la tassa sulle plusvalenze sull'oro.
Stanno iniziando a (tar)tassare il bene rifugio per eccellenza?
A quando il sequestro?

Io per non saper ne leggere ne scrivere...comprerò terra.

Alex il conquistadores

begbie ha detto...

alex ti seguo a ruota ,
bisogna comprare anche un bel fucile

Anonimo ha detto...

infatti non sai scrivere perché né (congiunzione) vuole l'accento

Anonimo ha detto...

BERLUSCONI: CHIUDERE LA BOCCA AI CATASTROFISTI
''Gli enti internazionali tacciano, con i loro dati fanno disastri. Niente pubblicita' a media che incentivano paura''. Via libera dal Cdm al decreto, detassazione degli utili delle imprese. In arrivo anche una riduzione del costo dell'energia e tasse a rate per i terremotati a partire dal 2010.
ansa.it

;-)

ungaretti ha detto...

Caro Felice,
se ritieni che la tua via dipenda da te,vorrà anche dire che sei un uomo libero.Chi può definirsi un uomo libero? "nessuno è più schiavo di chi si crede erroneamente libero"..ricordi? cosa intendeva dire secondo te,il grande poeta,scrittore e MASSONE,circa 2secoli fa,quando scrisse questa frase?
saluti
Ungaretti.

Anonimo ha detto...

ve lo consiglio

http://complottismo.blogspot.com/

Anonimo ha detto...

Posso confermare anch'io che tra settembre e maggio 2010 molte aziende dovranno chiudere o fallire. Le banche man mano che incassano gli anticipi sui conti sbf, riducono gli affidamenti. Le banche saranno la causa principale dei fallimenti delle aziende, lo sono state prima, vendendo i cds ad imprenditori succubi e lo sono adesso che, dopo aver messo quegli stessi imprenditori in difficoltà, ora li considerano inaffidabili e gli riducono il credito. Dopo aver incassato i finanziamenti dello stato! Nella loro miopia non capiscono che stanno cavando il sangue dalle rape e, fallite le aziende, falliranno anche loro. Il problema è che questo consola poco, perchè pagheremo noi tutti per loro responsabilità.
Tenete anche conto che non avremo mai più una crescita come quella passata e le aziende che chiudono non saranno riaperte in futuro, sia perchè non c'è crescita demografica sia perchè i giovani di oggi non sono certo propensi a lavorare duro senza guadagni per i prossimi 40 anni, come hanno fatto i loro padri.
Fra

Anonimo ha detto...

un saluti a tuti
@simbetto
il mio pensiero è la vita.

la vita che tutto accetta e non vede limiti, ma sol permettere.
se ritieni opportuno, ai ciò che deideri.
un abbraccio
franco

FelixTheCat ha detto...

Anonimo 27 giugno 2009 7.54
ci consigliava... http://complottismo.blogspot.com/

ma ha omesso il seguente avviso:

"SOLO PER STOMACI FORTI AVVEZZI A QUALUNQUE TIPO DI PIETANZA SOPRATTUTTO SE SCADUTA"

Per me, purtroppo, decisamente indigeribile ;-)
Che peccato!! :-)

Woland ha detto...

Berlusconi cadrà. Ma non è vero che TUTTO dipende da noi.
Mi spiace, ma non è verosimile.
UNA PARTE dipende da noi. La nostra concezione della socialità e le nostre forze per costruirla o per distruggerla dipendono in buona parte da noi.
Ma la scacchiera è molto più in alto, ssul tavolo.

rumenta ha detto...

ve lo consiglio

http://complottismo.blogspot.com/


LOL.... la fiera della critica AD PERSONAM.

Woland ha detto...

Piuttosto, Felice, non bisognerebbe interessarci un attimino di questa cosa? Mi sembra, in prospettiva, parecchio importante.
Mi riferisco agli articoli secondo cui l' asse anglosassone (la "fazione Britannia", mi pare di capire) vorrebbe ostacolare la nazionalizzazione della Banca d' Italia su cui parrebbe aver puntato Tremonti; forse per evitare protezionismi e isolazionismi nell' UE? Fattosta che se così fosse, il fatto che il Times di Murdoch annunci la caduta prossima di Berlusconi e si permetta di suggerire Draghi per la successione -il fautore della privitazziozione, invece, di Bnakitalia- mi sembra quantomeno inquietante.
Sarei contento come una ragazzina in amore di vedere il Tappo Psicotico buttato via dal Parlamento e possibilmente via dal pianeta, ma il seguito non prometterebbe comunque bene. E resta il fatto che i governi tecnici in Italia non reggono.

Infine: il piano di lungo periodo è questo? Cioè, più poteri all' Unione Europea vuol dire che alla fine va che i banchieri diventano presidenti del consiglio?
Se il tentativo fosse questo, mi pare che alla fine del sistema finanziario capitalistico non ci siamo per un cazzo. A meno di non pensare che sia un colpo di coda, cosa di cui non mi sento affatto sicuro.

Anonimo ha detto...

@Felix

dici che la ragazza in quelle poche frazioni di secondo e il casino che aveva intorno è riuscita con una fialetta di vernice a simulare con tale precisione la fuoriuscita di sangue da: narice sx, narice dx, angolo della bocca sx e angolo della bocca?
Non ci sono schizzi nè macchie incompatibili con la versione ufficiale.
Guardale le narici: per ottenere quell'effetto la fiala contenente il liquido colorato avrebbe dovuto essere stata appoggiata a una narice, poi all'altra, poi a un angolo della bocca e infine all'altro. Ma nel filmato la mano della poveretta non arriva mai a toccare il viso.
Come la metti?
Non era più facile dire che le ha sparato un cecchino Usraeliano?
Felix, ti pensavo più intelligente.

Anonimo ha detto...

oh cazzo...abbiamo anche i "grammar nazi".

Come soleva dire mio nonno buon anima...

who cares ;)

Alex ne leggere ne scrivere ne perdere tempo :D

FelixTheCat ha detto...

@ Anonimo 27 giugno 2009 11.05

Sapessi pure io quante volte mi ritengo più intelligente di quello che sono... ;-)
Anche tu ne sai qualcosa?
Sai, lo dico perché ci si potrebbe scambiare utili consigli... LOL

Comunque, non mi riferivo alla questione controversa di cui parli e sulla quale per ora sono solo molto scettico per diversi motivi frutto solo delle mie osservazioni senza paraocchi.

Che vuoi che ti dica. Ho letto un po' di post, confrontato i contenuti (si fa per dire) con quanto so per certo e constatato che al confronto uno yogurt lasciato al sole per una settimana è più commestibile. Tutto qui. Il tutto senza acrimonia e senza patemi inutili. Dopo attivissimo tutti gli altri sono dei dilettanti. Capito di che pasta è fatto il "maestro" il lavoro è tutto in discesa.

Stai sereno, le nubi che si stanno delineando all'orizzonte non promettono niente di buono per nessuno di noi e io al momento sono molto più impegnato a fabbricarmi un ombrello di kevlar e titanio.

Ciao. :-)

Anonimo ha detto...

Si trattava di una smentita alla tesi che vede nel video una palese falsificazione della realtà.
E su questo era ovvio tu ti fossi espresso.

Tu dici: "Capito di che pasta è fatto il maestro, il lavoro è tutto in discesa"
E' proprio quello che penso (davvero), solo che io "ho capito di che pasta è fatto" Gianluca Freda.
E' un ragazzino che si firma con la falce e martello al posto della G e che ritiene che la protesta dei ceti intellettuali iraniani vada sedata nel sangue.

Ora, tutto è possibile e ogni interpretazione degna di rispetto, ma con ragionevolezza e ... cazzo, un po' di rispetto per chi muore.

Sulle nubi:
anch'io le vedo, ma non è detto che arrivi il temporale.
Tu ti fai l'ombrello, fai bene.
Io penso che invece, come tutti, prenderò l'acqua.

Daniele ha detto...

Dopo un bel po' che non scrivo (ma leggo) mi rendo conto che in effetti la paura del futuro è una gran caxxata. Stanotte posso nadare a letto e domani non svegliarmi, che ci sia la crisi, che ci sia un'invasione di lemming o scegliete voi. Nel frattemp fin che potro do una mano a una famiglia di amici in seria difficoltà, magari tra un po' di tempo qualcuno farà lo stasso com la mia. Si dice che il sorriso sia contacioso, chissà, magari lo è anche la fiducia e la solidarietà.
@Rumenta: lo sapevo che lo cazziavi subito :-)

@ Indopama: sai che c'hai ragione te? Però non serve secondo me andare per forza via dal tuo paese... ;-)

@Goodlight: Smack!!!

E infine alla Capretta: se mai avro un giornale ti faccio caporedattore!

Daniele ha detto...

O_O
Visto che la tastiera funziona, non sono più in grado di scrivere in italiano...

Sigh...

FelixTheCat ha detto...

@ anonimo 27 giugno 2009 12.13

Concordo. Che GF ci vada sempre giù con un bel po' di arroganza e sicumera è acclarato. Tanto è vero che il personaggio non è tra i miei preferiti, anzi. Ciò non toglie che le "voci fuori dal coro" le leggo sempre e comunque con attenzione. Poi come tutti traggo le mie conclusioni, di solito condite con una certa spruzzata di dubbi e perplessità. Evito condizionamenti di ogni genere per quanto è possibile, preferendo sbagliare in proprio.

Nubi. Certo, meglio l'ombrello che niente ma di fronte ad un tornado nessuno è al sicuro. Poi se torna il sole, anche per qualche anno, non possiamo che rallegrarci. Chi vivrà vedrà... ;-)

Ciao :-)

Anonimo ha detto...

Nubi. Io naturalmente concordo con te, ma sei sicuro che da queste parti si rallegrerebbero tutti in caso di schiarita?

Anonimo ha detto...

Hon trovato questo in giro per la rete:
"Blondet ed isuoi collaboratori mi hanno bannato dal oro blog quando ho spieagto chei siti di scie chimiche da essi sponsorizzati hanno truffato centinaia di italiani vendendo loro prodotti inutlili contro le scie chimiche. Blondet è un nazista, se ti sbagli a dire qulcosa che va vontro il suo fatturato, lui ed i suoi scagnozzi ti eliminano dal blog. E’ questa la democrazia di blondet’ E’ un nazista. lui e le sue scie chimiche ed i gadget contro le scie chimiche se li fanno pagare dei bei soldoni, ma se qualcuno dice che per loro è solo fare soldi, ti bannano"
Nessuno ne sa qualcosa?

ercole28 ha detto...

@daniele
E infine alla Capretta: se mai avro un giornale ti faccio caporedattore!

...semmai...CAPROredattore

eheheheheheh

Anonimo ha detto...

http://www.stampalibera.com/?p=3982#more-3982

I leader iraniani denunciano il golpe pilotato dai britannici.

Anonimo ha detto...

secondo alcuni siti statunitensi le ambasciate USA nel mondo sarebbero state avvisate di munirsi di riserve in denaro della nazione in cui sono dislocate, molto probabilmente entro i prossimi sei mesi se non meno, chiaramente in seguito ad una svalutazione forte del dollaro o addirittura ad una sua completa sparizione (in attesa di un nuovo dollaro....AMERO?)

Angelo

rumenta ha detto...

Daniele:

@Rumenta: lo sapevo che lo cazziavi subito :-)

LOL.... è un post allucinante, l'apoteosi dell'attacco personale, condito da ZERO fatti e da un milione di illazioni.... e la ciliegina finale: la TOMBA..... perché siamo assolutamente CERTI che lì sotto ci sia sepolto qualcuno, e quel qualcuno sia DAVVERO la ragazza....

QUI comunque c'è molto altro su cui riflettere circa la "triste" vicenda.....

FelixTheCat ha detto...

@ anonimo 28 giugno 2009 1.46

Il tuo scoop dice:
"...blondet’ E’ un nazista. lui e le sue scie chimiche ed i gadget contro le scie chimiche se li fanno pagare dei bei soldoni..."

Beh, veramente sono anni che gli compro i pezzi di ricambio del mio UFO alieno comprato all'asta da quelli di area51 e mi sono trovato benissimo!! Mai nessun problema.

Ora vendono anche "gadget contro le scie chimiche" ???
Porc... e solo ora ce lo dici?!?!

E' fantastico... corro subito a comprarmene due confezioni!!

Acquistate con prudenza ;-)

LOL^3

Goodlights ha detto...

arrivo da un fine settimana tra i monti...

è strano quanto i vari problemi della vita, perfino la crisi stessa di cui tanto parliamo, sembrino scomparire di fronte alla bellezza della natura.

quando un individuo si sente in pace ed in sintonia con ciò che lo circonda, la paura passa e ci si sente stranamente al sicuro da tutto.

poi uno torna in città, legge gli abituali siti/blog di controinformazione e fa di nuovo i conti con la realtà...

bello però prendersi una pausa ogni tanto per chiarirsi le idee...

questo mio post fa un po' "pensiro della buona notte"
:-)))

saluti affettuosi!
Goodlights

Anonimo ha detto...

@ angelo
puoi citare la fonte della notizia?

Felice Capretta ha detto...

@fantomas

ups! mi perdoni, mi sono ingarbugliato nelle doppie negazioni


@anonimo del refuso

mhm controllo, grazie della attenta segnalazione


@woland

la vicenda è di sicuro interesse e gli scenari che proponi sono più o meno tutti ragionevoli anche secondo me.

ora come ora sto ruminando un post sulla attuale situazione in iran che mi sembra stia diventando piuttosto esplosiva, a seguire potrei dedicarmi al tema che sottoponi, ma prima devo annusare un po' più a fondo la cosa.

perchè non scrivi tu due righe almeno come spunto di partenza? :-)


@ daniele, ercole

caproredattore!
ha ha ha :-)


@ angelo, anonimo

angelo fa rifermineto ad un articolo apparso sul vituperato effedieffe (solo per abbonati) di maurizio blondet.

visto che se ne parla, entro nel merito e dico la mia.

seguo effedieffe dal primo giorno della sua comparsa. blondet è quello che è, ha le sue idee e quelle idee possono piacere oppure no, e che piacciano o meno è una questione di preferenze personali.

il suo punto di forza, invece, è una grande lucidità di analisi ed una capacità di unire i puntini da giornalista di razza, uno dei pochi ancora in attività.

il tutto sapientemente mescolato in una prosa a dir poco brillante.

consigliatissime, dunque, le sue analisi, un po' meno i suoi pensieri politico-filosofico-religiosi, ma lasciamo che ognuno prenda cio' che più sente interessante, rilevante o affine.

buona lettura.

saluti felici

Felice

gaspa79 ha detto...

premetto che trovo questo blog interessante (l'ho scoperto cercando le traduzioni dei GEAB), però mi sembra che manchi un elemento nelle analisi. Tecnicamente e potenzialmente credo non facciano una piega. Come mai però non si parla del ruolo che dovrebbero avere in questa crisi BANCA MONDIALEOW, BCE IMF etc...? Sono perfettamente d'accordo che stiamo vivendo la fine del capitalismo (americanismo?), ma mi pongo anche un domanda. A chi conviene che il mondo fallisca? Non alla Cina (che non troverebbe nessuno a cui vendere i suoi prodotti), tanto meno agli USA e ancor di meno all'UE. Gli unici forse che non hanno nulla da perdere sono gli africani, ma visto che non c'entrano nulla con le cause di questa crisi, la domanda resta. Concludo dicendo che sono scettico in merito alle teorie orwelliane del NWO (se fossero vere, non starei scrivendo su questo blog).

Anonimo ha detto...

Ecco la fonte:

http://market-ticker.org/archives/1160-Paranoid-Rantings.html

ciao

angelo

FelixTheCat ha detto...

@ gaspa79

La fine del capitalismo dici?

Non lo penso. Anzi, tutto il contrario. Con buona pace di tutte le persone di buona volontà o ingenuità.

La risposta secondo me è negli elementi (ist.ni bancarie) che giustamente citi quando parli di analisi mancante nel blog.

Ti dirò la mia posizione. E' mia profonda convinzione che con questa ennesima "crisi" stiamo assistendo solo al dispiegarsi di un ulteriore salto di qualità del capitalismo con la concentrazione della ricchezza (ma soprattutto gestione di attività) nelle mani di ancora meno famiglie di banchieri. E qui potrei fermarmi.

Aggiungo. Ora si sta solo scuotendo l'albero con l'ennesima "crisi ciclica" (ovviamente teleguidata) per far cadere bei frutti maturi (banche medio piccole, aziende e ricchezze reali in genere, diritti dei cittadini e dei lavoratori) da un lato e dall'altro buttare giù dall'albero anche un po' di tycoon che col tempo si sono illusi di contare più del loro lauto prezzo di buonuscita dal sistema.

Ritorno alla questione (centrale) che tu poni: le banche U.S./U.K e le famiglie che le gestiscono. Hanno sempre avuto la situazione in pugno e negli ultimi sessant'anni l'hanno consolidata come mai nella loro storia. Ora stanno rimescolando un po' le carte per averne altri consistenti vantaggi. NWO? Diciamo solo una nuova e più raffinata versione ma non è una novità particolare. Siamo già tutti noi immersi in una delle tante varianti (imperfette) di WO. Perché voler vedere proprio un NWO da telefilm per riconoscerlo?

La mia convinzione è che finché non si sale la piramide fino in cima e si comprendono a fondo i meccanismi che ne fanno la stupefacente potenza e fortuna, continueremo a sbattere come falene impazzite contro la lampadina che ci verrà agitata di momento in momento alla bisogna dai vari plotoni di camerieri al soldo di chi ci governa tutti veramente.


@ IgTrader

Hai detto "sovranità monetaria"?
Perfetto. Il punto (proprietà del denaro) è lì, tutto il resto ha il suo peso ma è contorno e spesso pure irrilevante.

Questo è il mio pensiero.

Un simpatico ciao a tutti e due. :-)

Anonimo ha detto...

@ gaspa79
"A chi conviene che il mondo fallisca?"

per comprenderlo bisogna cercare di prendere in esame tutti gli attori in gioco che sono:
- tutti gli esseri viventi del pianeta e non solo l'uomo
- il pianeta (che e' piu' vivente degli uomini solo che ancora pochi riescono a comprenderlo)
- il nostro sistema solare
- la galassia e anche molto di piu'

questi sono gli attori in gioco. o pensate che i protagonisti dell'universo fossero solo berlusconi e soci?
:-D
quale futuro per l'economia e la finanza se la terra esplodesse?

poveri pirla che siamo... per questo non sapremo mai le cose in anticipo (la maggior parte di voi cerca di conoscerle), non perche' non possiamo saperle ma perche' ci isoliamo nel nostro piccolo mondo artificiale creato dalla tv e pensiamo che la vita sia tutta qui.

NO, LA VITA NON E' TUTTA QUI.

e l'uomo, che e' composto dagli stessi elementi del pianeta terra, che si nutre delle cose prodotte dal pianeta terra, che e' quindi un sottoprodotto del pianeta terra, non e' l'unica cosa intelligente che c'e', non e' la cosa piu' intelligente che c'e' sul pianeta terra.

TUTTO concorrera' a creare il futuro e, finche' non riusciremo a comunicare col tutto, non solo il futuro ci rimarra' sconosciuto ma non potremo nemmeno gestire il nostro presente.

quindi quale sara' il problema maggiore? se salta il sistema monetario?
o se la terra per ripulirsi inabissa le terre piu popolate e ne tira su delle nuove?
non c'e' differenza tra i due, sull'uno e sull'altro possiamo influire, l'unica differenza e' che sul primo punto ci sembra di esserne consapevoli mentre sul secondo no.
solo perche' non parliamo la stessa lingua della terra che e' la lingua del cuore, come un bambino di 6 mesi non parla ancora l'italiano.
ecco dove siamo, all'alba di una nuova era, siamo ai 6 mesi...
c'e' qualcosa di meglio che nascere al mondo?

indopama

Anonimo ha detto...

sono d'accordo con FelixtheCat.

e' chiaro che la logica di sistema che ha creato enormi ricchezze in mano a poche persone farà si che questi peronaggi cerchino di avere ancora più beni .
Ma questa logica , ricordiamocelo, coinvolge anche i meno abbienti. Altrimenti finiamo per dividere il mondo in carnefici e vittime . E' un sistema perverso in cui si cerca di prosperare il più possibile , se poi questo comporta la miseria del vicino non fa niente , anzi in qualche caso è motivo pure di vanto !!!!
In questo sistema è chiaro che le oligarchie dominanti abbiano un piano, è insito nel sistema stesso ( ce l'hanno anche altri , solo che è meno visibile ad efficace) : ma in questo abisso di egoismo qualcosa potrebbe ( e mi sembra stia accadendo ) pure andare storto .
Nelle società occidentali , però , immagino che al declino di una classe dominante se ne sostituirebbe subito un'altra , di sicuro non meno avida . Manca una Tradizione , non c'è più . Si cerca sicurezza nel materiale non nel Verticale . Quindi , da questo punto di vista, non è che vedo rose e fiori nel futuro .

Il sistema del capitale ha generato il consumismo . Insieme alla possiblità di acquisto di molti più beni di quelli che servono , ultimamente ha partorito modalità di esistenza alienanti . Se il sistema non piacesse , dovrebbe essere la base a cambiarlo . I vertici , che ricevono benefici e privilegi indebiti non lo faranno mai . Ma se le persone comuni neppure ci pensano vuol dire che va bene così , che piace . Lavori alienanti in attesa dei 15 giorni di vacanza , acquisti compulsivi per scaricare lo stress, questo il sistema ........

Uscire da un sitema basato sul consumo potrebbe essere un primo, magari timido ed incompleto tentativo di migliorare la propria esistenza . senza per questo voler tornare all'era della pietra .......

Invece , quando si parla di uscita da stili di vita basati sul consumismo ( e non , si badi bene , di rifiuto in toto della "modernità" ) noto alzate di scudi impressionanti . In egual misura noto che la crisi viene percepita in un solo caso : quando la propria attività o l'azienda dove si lavora va in crisi . Allora ci si preoccupa : ma solo in qual caso . Ovviamente , chiedendo a gran voce che la società, malata, corrotta e insensibile ai problemi dei "deboli" ci pensi , ci risolva il problema . Quella stessa società , di cui facciamo parte e che difendiamo a spada tratta quando tutto ci va bene .

così stando le cose , vedo solo un lento e doloroso dissanguamento . Ma , secondo me , ce lo siamo voluto .

saluti amichevoli a tutti

taoista

Anonimo ha detto...

io credo ci siano due possibilità. La prima (forse più probabile) è che attraverso una fase di crisi acuta il sistema attuale si (o venga) reindirizzi, verso un modo di vivere e consumare più etico e commisurato alle reali esigenze dell'uomo (anche si di un paese ricco). La seconda (a mio parere più difficile visto il contesto storico/culturale in cui viviamo), è che questa crisi produca un tale livello di tensioni sociali da sfociare in guerre. Francamente ritengo che altri discorsi pseudopanteisti non abbiano nulla a vedere con il resto. Per prima cosa, prima di paralre di filosofia, bisognerbbe pensarci 3000 volte. Secondo; anche se fosse vero che stiamo vivendo la fine dell'era positivista/materialista, vi rendete conto che sono passaggi che culturalmente durano decenni? (non i 5/10 anni della supposta depressione).

Anonimo ha detto...

Indopama, sottoscrivo totalmente il tuo post delle 22.21
Certo, quanto scrivi lascia intendere un sostrato di presupposti filosofici non del tutto convenzionali. Cosa che ti viene rimproverata dall'anonimo delle 0.17
Stesso discorso vale per Paròn Capretta: certamente c'è qualche particolare convizione filosofica che alimenta la sua solida attitudine "positiva".
Allo stesso modo non nego di avere le mie...
E allora, chiedo al Caproredattore, non sarebbe utile un bel post sull'argomento? Credo potrebbe interessare ed essere utile a molti lettori.
Un post "metafisico"...
Ummm...
O forse no?
E'troppo fuori tema, qui...(magari da Santaruina...)
Discorso troppo ampio e dispersivo?
Però sarebbe bello e prima o poi andrebbe fatto!
Boh, Felice che ne dice?

Nitriti saluti.

Donato Cavallo

Felice Capretta ha detto...

@donato

felice che dice?

mmm: sono argomenti che naturalmente permeano l'esistenza stessa della persona ed è inevitabile che appaiano in qualunque manifestazione dell'essere, che sia parlare, scrivere o fare pipì...

credo pero' che siano anche questioni un po' troppo complesse, benchè effettivamente semplici, da affrontare in un solo post.

vedrei bene un forum in cui ognuno dice la sua, da cui eventualmente potrebbe anche scaturire un articolo un giorno.

giacchè molte solo le vie, ma la meta è una.

comunque donato & friends state ...boni, presto ci saranno novità interessanti ;-)

nel frattempo, di sicuro all'ottimo santaruina non spiacerà se ne parlate.

saluti felici e buona settimana

Felice

Anonimo ha detto...

@ TAOISTA
"e' chiaro che la logica di sistema che ha creato enormi ricchezze"
"Il sistema del capitale ha generato il consumismo"
"Ovviamente , chiedendo a gran voce che la società, malata, corrotta e insensibile ai problemi dei "deboli" ci pensi , ci risolva il problema ."

non capisco il significato delle parole -logica di sistema-sistema-societa'-.

io non le vedo queste cose attorno a me, vedo solo uomini coi loro pensieri e le loro azioni, la natura, i pianeti, ecc.
dove sono il sistema e la societa'? non li ho mai incontrati... quindi come fanno ad essere loro il problema?

indopama

Anonimo ha detto...

mi dimenticavo della "crisi" qualcuno di voi per favore sa dirmi dove poterla incontrare che la vorrei invitare a cena?
cosi', giusto per farci due chiacchere...

:-) indopama

guru2012 ha detto...

@ indopama

"mi dimenticavo della "crisi" qualcuno di voi per favore sa dirmi dove poterla incontrare che la vorrei invitare a cena?"

Io l'ho vista, aveva la faccia di un tizio che mi ha suonato il campanello, l'altra mattina, dicendo che voleva staccarmi il contatore del gas.

Se vuoi, te lo presento. :D

Anonimo ha detto...

@ guru2012

quindi era in uno come te che ci hai visto la crisi. o nel pensiero cha hai creato quando hai pensato di stare senza gas?

come l'hai risolta la crisi?

Anonimo ha detto...

INDO

scusa , ma tu non paghi le tasse ? i tuoi figli non vanno a scuola ? non sei mai andato a scuola , fatto un concorso , subito la concorrenza di chi riceve pubbliche sovvenzioni . per andare dove sei non hai fatto carte , documenti , atteso autorizzazioni ? solo per fare alcuni esempi .questo è il sistema .........

la logica di questo sisitema ( dove vivo io e per come lo percepisco io almeno) è : accaparrarsi quanto più si può .
Per ottenere questo a cascata ci si crea un insieme di principi e relativi corollari a dir poco allucinanti. faccio alcuni esempi. Ingiustizia è sempre quella che si subisce mai quella che si fa . In questo senso tutti i concorsi sono truccati tranne quello che ho superato , tutti rubano ma se lo faccio io divento un furbo o almeno uno che sa arrangiarsi . Mi indebito e se non ce la faccio gli altri mi debbono dare una mano . sempre ed a ogni costo , anche se loro , quando io ero alle Maldive , stavano nei campi a seminare . perdo il lavoro ? cavolo , lo stato mi deve dare una mano . magari piazzandomi in una PA . Lo perde un altro ? affari suoi , magari non aveva neanche tanta voglia di lavorare . questa è la logica del sistema .
un sistema che si basa su questa logica , perdonami, produrrà solo sventure . sempre più accentuate man mano che le risorse diventano meno.

tu fammi parlare con un cuore e io ti prenoto una cena con la crisi . :-D

ovvio che si parla per astrazioni . Un organo come il cuore non può parlare . quello che tu chiami cuore in realtà è quello che io chiamo Intuito , manifestazione nel materiale di Qualcosa di assolutamente metafisico ( poi ognuno Gli da il nome che vuole ) . se ci mettiamo a sottilizzare non ne usciamo più ;-) e non avrebbe poi neanche molto senso.

saluti

Taoista

FelixTheCat ha detto...

@ taoista

Mi pare ci sia un'evidente sintonia di fondo. E me ne rallegro :-).
Che ci sia da sempre una correità (inconsapevole) della quasi totalità delle popolazioni d'occidente verso i modelli proposti dai manovratori è un fatto assodato ed è pure di ampia portata.

Trovo però difficile togliermi dalla mente la convinzione che i "meccanismi di coercizione" che hanno prodotto questa implicita adesione ad un modello alienante (fordista) sono stati ben progettati fin da principio facendo essi abilmente leva, dopo l'inganno e la menzogna sistematiche, anche sulle parti più primitive e semplici dell'animo umano, nessuno escluso ;-). Fino a quando gli esseri umani non passeranno ad un livello superiore di consapevolezza e di etica della vita è una battaglia che i "dominanti" vinceranno sempre con estrema facilità. Se poi consideriamo che gli stessi sono responsabili di un "impoverimento pianificato" (prima culturale che materiale) e una "alienazione" che modellano esseri di solito perfettamente funzionali ai loro scopi è facile comprendere per chiunque l'incastro dal quale sarà molto difficile uscire.
In poche parole: "è nato prima l'uovo o la gallina" ?

E visto che si parla anche di questioni filosofiche (grande passione giovanile) mi pare in tema una citazione di un filosofo "piccolo piccolo" vissuto circa 2300 anni fa: "Primum vivere, deinde philosophari"

Come possiamo farlo se siamo pressati tutti +/- dalla necessità di sopravvivere? Nella stragrande maggioranza semplicemente non lo facciamo. Coloro che deviano dal progetto e si fanno domande sono al momento un "rischio" ampiamente calcolato e ininfluente. In futuro chissà...

Comunque, sarebbe un aspetto (impegnativo) da approfondire tutti insieme. Magari prossimamente dentro il bel forum nuovo di zecca che ci ha promesso il nostro Felice... ;-) che saluto e ringrazio per la pazienza e la generosa ospitalità fin qui accordataci :-)

Ciao e a presto...

Meditate con prudenza ;-)

Anonimo ha detto...

il sistema e' solo l'insieme della azioni delle persone, e' l'insieme delle relazioni tra le persone.

le persone sono in crisi per il fatto che questa relazione non avviene come invece si sentono che dovrebbe avvenire.
se cosi' non fosse, se ti andasse bene essere derubato, se ti andasse bene essere povero allora ci vedresti prosperita' e non crisi.

la crisi la genera ognuno di noi dentro di noi perche' cio' che accade e' in contrasto con cio' che il nostro cuore (o intuito) vorrebbe che accadesse.
ma cio' che accade e' semplicemente il frutto delle nostre azioni...

il problema si risolve nel momento in cui noi seguiamo il nostro cuore (o intuito), in cui facciamo cio' che ci sentiamo di fare, tutto qui.

impossibile?
per chi ci ha gia' provato no, per chi e' riuscito a mettere da parte condizionamenti e paura diventa tutto molto semplice perche' il cuore sa sempre cio' che si puo' fare da cio' che non si puo' fare.

questo e' in completo contrasto col fatto di volere protezione, di aver bisogno di leggi da seguire.
piu' leggi= piu' crisi. notata la correlazione? ma siamo noi che le seguiamo, siamo noi che limitiamo la nostra liberta', siamo noi che chiediamo sempre piu' limiti e sempre meno liberta'. siamo noi che ci sentiamo felici di stare nel "sistema", siamo noi che, insicuri di noi stessi, abbiamo bisogno del gregge. siamo noi le pecore che formiamo il gregge, nel momento in cui ci trasformiamo da pecore in uomini il gregge automaticamente sparisce e nasce la civilta'.

metafisica? per me invece e' la realta' quotidiana. io posso solo parlare per me, ognuno puo' solo parlare per se'.
quello che auguro e' che a tutti voi possa aprirsi la porta e che cominciate a camminarci attraverso... perche' la vita e' semplicemente meravigliosa.

indopama

Anonimo ha detto...

Caro Indopama,
siamo d'accordo.

Metafisica E' vita quotidiana, inevitabilmente.
Qualsiasi cosa si faccia o pensi, come dice Capretta.
E' vita e basta.

Il problema sorge quando la persona non ne è consapevole, ed anzichè agire, è agito dalle forze metafisiche in cui vive.

Questo è ciò che sta succedendo nella società in cui viviamo: siamo agiti da forze metafisiche deteriori, ma pregni di secolare materialismo non ce ne rendiamo conto.

Perciò un progresso richiederà necessariamente un riavvicinamento (libero e razionale, non certo dogmatico) della coscienza alla sfera "metafisica".

Ma per non cadere in facili imcomprensioni terminologiche, potremmo dire anche alla sfera "spirituale".

Cosa che avviene già in un certo qual modo nella tua splendida Bali, no?

Donato Cavallo

guru2012 ha detto...

@ indopama

Sono daccordo con te, la vita è meravigliosa, nonostante le bollette del gas.
E lo dico senza ironia.

Quello che non condivido, è questo approccio "religioso" (passami il termine), che ti porta scrivere:

"quello che auguro e' che a tutti voi possa aprirsi la porta e che cominciate a camminarci attraverso..."

...della serie "ho visto la luce, ho attraversato la porta e ora sono felice"

Il sistema è questo, mio caro amico virtuale, che ci piaccia o no ed è vero, come tu dici, che lo abbiamo costruito noi.

Ma il mondo di cui tu parli, non esiste in questa terra.

Anonimo ha detto...

Tutti tranqulli, la crisi in America finirà fra poche settimane ed in europa dopo. Parola di Abaxbank...

http://www.wallstreetitalia.com/articolo.asp?art_id=749273

Maxturbo

Anonimo ha detto...

INDO

ho letto con attenzione e mi trovo in gran parte d'accordo con te .

Se non avessi ascoltato il cuore ora starei ancora in un ufficio piccolo piccolo a sentirmi un manager grande grande, cercando di annichilire quanto di ( per me ) disgustoso quel tipo di vita mi offriva .

Per il resto:
io seguo la via di mezzo . I beni materiali non danno la felicità , ma per attraversare un grande mare ( quello della vita) serve pur sempre una zattera . Il problema nasce quendo smettiamo di goderci il viaggio per cercare di avere una barca sempre più grande . Oppure cercare di avere la barca più grande del vicino , non capendo ( ed anzi disperandoci quando accade ) se poi arriva una bufera e la nostra barca va in mille pezzi . All'altro estremo invece, il non curarsi affatto della zattera comporta l'ammissione di poter vivere senza beni materiali ( intendo anche aria e acqua ) . Io non ce la faccio ...... non so gli altri :-) .

Poi io sono uso scindere azione e pensiero . esistono ed operano su due piani distinti e separati anche se contigui. anzi , dirò di più , se non sono contigui servono a poco .

Ad esempio , per riprendere un tuo esempio , secondo me , la giusta pratica nel caso si venga derubati è non abbattersi . essere comunque felici, hai ragione . Anche perchè stare lì a pensarci non serve a nulla , ma proprio a nulla. Però , allo stesso tempo , occorre ( azione ) attrezzarsi perchè non accada più . Altrimenti verremo sistematicamante derubati, fino a morire . Per carità ,è una scelta pure questa . Che non condivido peraltro , ma è una possibilità .

spero di essermi saputo spiegare ;-)

@ Felix

hai ragione sui sistemi "coercitivi" che ci vengono propinati . Siccome però siamo adulti bisognerebbe non cascarci . Io però vedo gente che non solo ci casca , ma è anche contenta così . e guai a dirgli cose che escono da quello che è il loro sentire . Si arrabbiano , ammutoliscono , si indispettiscono ..... per questi cosa si può fare se non lasciarli bollire nel loro brodo ed al contempo attrezzarsi perchè , quando ci sarà il gran botto, non diventino una minaccia ?


saluti


taoista

Anonimo ha detto...

Guru2012
non potresti cambiarti nome?
Lo dico per te, è piuttosto sviante.

FelixTheCat ha detto...

@ taoista

Sul "siamo adulti" mi dispiace ma non sono d'accordo. Io vedo da sempre (e ora più che mai) un'umanità "bambina" che puoi ingannare, derubare e illudere con poca spesa. Essere adulti è uno stato di essere molto complesso e nei miei concittadini vedo perlopiù individui smarriti (alcuni con faccia truce per mascherare la propria fragilità) o compiaciuti delle proprie capacità predatorie verso il loro prossimo. Complessivamente noto una "miseria" morale e culturale sconcertanti. Raramente qualcosa di più.

Ti chiedi che fare?
La tua risposta è la mia politica.
Mano tesa verso gli smarriti non pericolosi, difese ad oltranza per i compiaciuti potenziali nemici predatori. Non è difficile. Basta, come in tutte le cose avere il buon senso di separare "il grano dall'oglio (o olio)". E' anche vero che non sempre il naufrago che sta affogando ti tratterà bene quando cercherai di salvarlo. Mi è già successo molte e molte volte. Anzi, preso dal panico di solito ti porta sotto. Se proprio ci tieni fai di tutto per aiutarlo (solidarietà mode-on) altrimenti lascialo al suo destino come madre natura ha deciso (autolesionismo mode-off) e amen. ;-)

Ciao. :-)

Felice Capretta ha detto...

@donato


> Perciò un progresso richiederà
> necessariamente un riavvicinamento
> (libero e razionale, non certo
> dogmatico) della coscienza alla
> sfera spitiruale


precisamente. la grande opportunità brillante che emerge dalla grande minaccia marrone della crisi.

saluti felici

felice

Anonimo ha detto...

@ Felix

ovviamente ..... biologicamante adulti , in realtà peggio dei bambini ( loro ancora capaci di sognare , di immaginare ... spero) .
Automi , qualcosa in più delle macchine... tutto quel che vuoi :-) .

di persone che non facciano in quelche modo parte del "sistema" , ne vedo pochine , nel mondo reale quasi nessuna . Altrimenti oggi sarei a tirare su una vecchia casa , a pulire un bosco e non qui a pigiare tastini .
La rete , per me , è ormai l'unico posto per incontrare gente che non esprima pensieri mainstream .

tutto questo senza complessi di superiorità verso chicchessia , ovviamente . sono solo uno che naviga nel mare dell'esistenza . :-), magari subdolamente più condizionato di quelli su cui esprime perplessità . Ma questo è ciò che mi confida il cuore , l'intuito , il Tao .

saluti

taoista

guru2012 ha detto...

@ Anonimo

"Guru2012
non potresti cambiarti nome?
Lo dico per te, è piuttosto sviante."

Ci penserò. Tu hai qualche idea?

:D

"...di persone che non facciano in quelche modo parte del "sistema" , ne vedo pochine , nel mondo reale quasi nessuna . Altrimenti oggi sarei a tirare su una vecchia casa , a pulire un bosco e non qui a pigiare tastini."

Quoto taoista.

Anonimo ha detto...

Per Guru2012
mah non so:
Nemoprofeta2008
Se ti va bene mi devi dare €180,00 (o una sterlina d'oro).
Sei del giro, sai che non è molto.
Re Gilardino

Anonimo ha detto...

Guru/Taoista/Felix
ottimi interventi
dopo se ho tempo li leggo

Goodlights ha detto...

@ guru
"Il sistema è questo, mio caro amico virtuale, che ci piaccia o no ed è vero, come tu dici, che lo abbiamo costruito noi."

ciao guru!

ma scusa, come lo abbiamo costruito, non possiamo distruggerlo e reinventarlo su altri presupposti?

la prima volta abbiamo seguito la testa ed è chiaro a tutti che non è stata esattamente una saggia idea
:-)

la prossima seguiamo il cuore (o spirito o tao o intuito o come preferite chiamarlo) e vediamo che succede.

se ognuno di noi, tanto per incominciare da qualche parte, lo farà nel suo piccolo, credo che piano piano gli altri, vedendo che funziona, lo seguiranno.

e forse avremo la nostra seconda possibilità...

saluti affettuosi!
Goodlights

Anonimo ha detto...

comunque donato & friends state ...boni, presto ci saranno novità interessanti ;-)


e quali sarebbero qs novità sig capretta ?

Anonimo ha detto...

RECESSIONE: IN AMERICA FINIRA' TRA POCHE SETTIMANE. IN EUROPA DOPO

http://www.wallstreetitalia.com/articolo.asp?art_id=749273

Anonimo ha detto...

un saluto a tutti.
ho letto i commenti.
nei commenti ho visto tanti aspetti della vita.
premesso che tutto è vita, ma è vissuta in maniera diversa, in relazione a ciò che siamo.

@guru 2012 la vive diversa da indopama; il ns amico daniele, la vive divera da entrambi.
io, personalmente la vivo diversa da tutti.

al di fuori del ns stato personale, ci troviamo tutti, in una situazione caotica,dove manca serenità e stabilità.

qualcuno,anonimo, scrive, che tra tre anni ci sarà la fine del mondo.
il mondo non avrà mai fine.
la terra sarà ancora qui, anche quando tanti di noi, non ci saranno.
non voglio denigrare nessuno, ma ciò che manca a tutti noi, è la consapevolezza reale di cosa siamo; la consapevolezza reale do cosa è la vita, e il metodo, secondo il cui la vita stesa si evolve.
l' ignoranza crea paura, la paura crea ansia.

credetemi, chi govena conosce tali meccanismi, li usa, è il risulatato è ciò che è la ns realtà.

per fare capire, è necessario sapere che ogni situazione non è mai fine a stessa, ma che tuto è collegato.

qaundo l essere umano, ha apura di perdere la casa, i soldi, e la vita, si contrae su se stesso, si chiude alla vita.
inizia ,così, un meccanismo , secondo il quale l'essere umano è più influenzabile e più facile dominarlo.

voi pensate ancora, che la crisi sia causale?
pensate ancora che la crisi sia finita?

tutta questa situzaione , oltre a far capire a tutti noi, i veri valori della vita, si evolverà in maniera tale , che a risentirne in maniera più pesante, saranno chi l' ha creata.
purtroppo, questi passagi, non saranno indolori e brevi.

a ci ha problemi, tipo guru, perchè non trovi una alternativa; tipo cambiare posto.
ci sono posti dove la vita è ancora più facile, scorre con ritmi sereni.
siate aperti ai cambiamnti.
non fossilizatevi su un posto, su una casa.
la vita è in ogni posto.
la diversità tra un posto e l' altro è dovuta alla frequenza delle persone che vivono quel posto.

non è facile esporre qui, tante considerazioni, che sono i miei pensieri,la mia vita.
ciò che mi permetto di dire è, non arrendetevi mai, la vita è fatta per gioire, non per soffire.
la sofferenza e l'accetazione tacita delle situazioni denigrano la vita e lo spirito.

un acon affetto
franco

Goodlights ha detto...

@franco

grazie per le tue parole.
davvero.

ti abbraccio.
goodlights

Anonimo ha detto...

Il Guru è proprio in bolletta.
A dirgli che deve pagare qualcosa sparisce subito dalla circolazione.

Anonimo ha detto...

mai detto che i beni materiali sono da buttare, al contrario sono la materializzazione dei nostri pensieri.
un bacio e' il contatto della pelle, qualcosa di materiale.

la nostra vita e' materiale, ma il materiale deve fare nascere nei nostri cuori il sentimento di amore. se lo fanno sono la materializzazione di cio' che vuole il cuore.
quando vai al ristorante devi uscire contento, non puoi andare sempre al ristorante e uscire dicendo: che schifo di roba che ho mangiato stasera.
lo farai qualche volta poi ad un certo punto ci sara' qualcosa dentro di te (il cuore) che ti dira': provo a cambiare ristorante.

io gioisco quando lavoro facendo cio' che mi piace fare e come tutti mi annoio e sono infelice quando faccio cio' che non mi piace.
ma allora, perche' non faccio solo cio' che mi piace (che e' cio' che mi dice il cuore)?
ho paura, perche' da qualche parte ho sentito dire che se non faccio come mi dicono di fare sono un fesso e mi buttano fuori dal branco (o dentro una prigione) e io, che non ho stima di me, fuori dal branco non riesco a starci perche' ho sempre bisogno di qualcuno che mi dica che sono bravo e che mi comporto bene. (me lo dicono poi sempre quelli che prima mi dicevano come dovevo comportarmi).

e allora, siccome ho paura, ascolto gli altri e spengo il mio cuore.
e vivo infelice e cornuto facendo finta di essere l'uomo piu' felice del mondo perche' cosi' mi hanno detto che devo essere per essere bravo.

:-D
indopama

Anonimo ha detto...

tu hai fame e vai dal contadino per comprare da mangiare, in cambio gli dai del denaro ma lui non lo vuole, ha rotto la ruota del carro e vuole quella perche' gli serve per fare da mangiare. tu che sei il denaro non ce l'hai, tu sai solo creare denaro ma non la ruota.
allora vai da quello che fa la ruota e gli chiedi se te la da' in cambio del denaro per poi darla al contadino.
ma lui ha fame e vuole da mangiare, anche tu hai fame e gli dici che stavi per prendere da mangiare dal contadino ma che lui non ha voluto i tuoi soldi perche' voleva invece una ruota nuova.
allora io che faccio la ruota prendo la ruota nuova e vado dal contadino che mi da in cambio da mangiare.
io contadino e io che faccio la ruota non abbiamo bisogno di te che fai il denaro. noi mangiamo lo stesso, tu no e dopo un po' muori di fame.

diciamocelo chiaramente, esiste gia' sulla terra tutto cio' di cui abbiamo bisogno, e' solo il nostro egoismo che non ce lo fa scambiare.
insieme si vive meglio che da soli, io faccio la ruota e il contadino fa da mangiare e tutti insieme viviamo meglio.

di cosa abbiamo veramente bisogno?
del denaro oppure della ruota e del cibo?

con tanto denaro nel mondo ma senza nessuno che fa da mangiare possiamo vivere?

ci mangiamo il denaro? le piante, gli animali, usano il denaro?
si puo' vivere senza, se passiamo da una visione della vita basata sull'egoismo (dell'avere) ad una basata sul donare.
io ti dono cio' che tu hai bisogno e tu fai altrettanto con me.
poi, se ci e' utile, utilizziamo anche il denaro come mezzo di scambio, ma solo questo e', il valore alla vita lo diamo noi con cio' che facciamo, in ogni momento, che sia un bene materiale o una carezza.
che siamo cio' che vogliamo, veramente.
cosi' costruiamo la nostra vita.

il resto e' solo un telefilm, un bel telefilm che esiste solo nel momento in cui lo guardi e finisce con la sigle di chiusura.

indopama

Anonimo ha detto...

Indo,
dai, non c'è niente da fare... non ti capiamo.
O meglio: capiamo che è tutto bello ciò che dici, ma poi non ci capiamo un cazzo.

E, se davvero andrà tutto a puttane, quando saremo impegnati a prenderci l'un l'altro a legnate sui denti ti capiremo ancora meno.

Non siamo ancora pronti, devi portare pazienza.

Anonimo ha detto...

il problema nasce quando , nel dono reciproco , si cerca di donare meno di ciò che ci viene donato ..............

in quel caso che si fa? perchè proprio qui ci troviamo .

saluti

taoista

Anonimo ha detto...

@ ANONIMO
se mi dici che e' bello cio' che ho scritto per me e' gia' sufficiente per essere felice.

ci siamo gia' scambiati qualcosa senza denaro, si o no? hai visto che e' possibile fare qualcosa anche senza denaro?
e adesso vado a casa e do un bacio ai miei figli, anche questo a gratis. e loro mi ricambiano col loro amore, sempre gratis.

per me anche questa e' la vita e i soldi li uso solo domattina per comprarmi da mangiare perche' della ruota la commessa ancora non se ne fa niente.

indopama

Anonimo ha detto...

ma aspetta che le si rompa e allora...

:-)

guru2012 ha detto...

@ Quelli del blog

Sono stanco, tanto stanco, ho passato tutto il pomeriggio a spaccare pietre per tirar su i soldi per la bolletta del gas.

Non ce la faccio a scrivere, metto un link che, a mio parere, riassume il senso della discussione.

http://www.youtube.com/watch?v=75PT2fIIx0U

Ogni riferimento a fatti o persone realmente esistenti nel blog è puramente casuale :D

Ribelle ha detto...

"ben venga un po' di sfoltimento, la nostra cara razza umana ha dato quello che aveva da dare, un po' come i dinosauri."

Detto da un umano (credo...) è un commento di rara (anzi no, purtroppo non rara) imbecilaggine...

Vittorio Silva ha detto...

Caro signor Felice Capretta,
leggo con interesse e scrupolosità ogni suo post su questo blog da diversi mesi a questa parte e lo considero un'ottima fonte di informazioni e dati che altrimenti, spesso, passerebbero sotto traccia.

Proprio per la stima ed il rispetto che nutro per questo lavoro divulgativo, non posso fare a meno di ritenere quanto meno discutibili certi appelli - come quello in fondo a questo post - relativi ad un mondo "nuovo", senza più disuguaglianze, senza più ricerca del profitto, etc. etc.

Sinceramente, sono certamente belle parole, ma mi stupisco che uno come lei, attento a tutto ciò che accade nel mondo, possa davvero credere che in un futuro prossimo ci troveremo in questo mondo "nuovo" (e, aggiungerei, anche molto noioso).

La crisi è gravissima, sono perfettamente d'accordo con lei (ed in disaccordo con i "minimalisti"), ma non pregiudichi la serietà di questo ottimo blog con appelli che sanno più di "newage" e "hippysmo" che di economia.

Ovviamente è soltanto una mia opinione. ;-)

Lord tojo

Anonimo ha detto...

Caro Vittorio,

"Crede in Dio, nell'amicizia e nell'amore, anche se è consapevole che tutte e tre le cose si manifestano raramente."

porta pazienza, magari un giorno le potrai assaggiare tutte e tre insieme. quando unirai l'economia con la spiritualita' e la politica con la cucina, ecco, quello sara' il giorno della consapevolezza di fare parte dell'UNO.

:-)
indopama

Anonimo ha detto...

FINANZA/ I veri dati sulla Cina fanno tremare gli ottimisti
Mauro Bottarelli

http://www.ilsussidiario.net/articolo.aspx?articolo=28677
__
Tenerissimi germogli: qualcuno appassisce...

http://lagrandecrisi2009.blogspot.com/2009/06/tenerissimi-germogli-qualcuno.html#comments

(http://ilpunto-borsainvestimenti.blogspot.com/)

fabio ha detto...

Il futuro e' rurale sono due anni che lo dico.
Mi fanno ridere i tanti il mondo si dividera' in ricchi e poveri.
Due domande.
1)Quanto vale un capannone se non c'e' nessuno dentro a lavorare e produrre roba vendibile?
2)Il re sole era ricco, allora come mai solo 2 o 4 figli divennero adulti dei 14 che fece? (se crolla tutto non va bene per nessuno)
bisogna lavorare per costruire comunita' locali autosufficienti senza il bussines as usual dove ognuno possa mangiare ed avere un tetto sopra la testa.
Il rischio del fallimento della transizione da ora verso lo sviluppo sostenibile e' la guerra civile.
p.s.
chi puo' faccia l'orto cooperi con i vicini e tra i lavori buoni per il futuro c'e' il pastore.