venerdì 3 aprile 2009

I risultati del G20 di Londra

I risultati del G20 di Londra

Sarkozy, Obama, Hu Jintao, Merkel, Brown: tutti felici e sorridenti stappano champagne e brindano con i giornalisti all’ottimo risultato del G-20.

Quando i leader politici si fanno grasse risate, di solito c’e’ da mettere una mano sul portafogli e l’altra... l’affezionato lettore immagini da solo dove tenerla.

A detta dei più, il G20 è andato proprio bene. Già.
Tutti felici, tutti concordi: una nuova Bretton Woods non si farà, a dispetto di quanto proposto da LEAP e Cina. Meglio così, pensiamo noi, arriveremo prima alla resa dei conti finale.

Discordano invece i giornali sull'importo degli aiuti che i 20 Grandi (Comici) pomperanno nel mercato.

Ecco alcuni dei titoli apparsi sui giornali di oggi:

1000 miliardi di aiuti
1100 miliardi e l’economia riparte
5000 miliardi e un nuovo ordine mondiale per salvare l’economia
6000 miliardi per far ripartire l’economia
6100 miliardi di aiuti

Come si puo' notare, ci deve essere qualche misunderstanding di fondo.

Cerchiamo di capirci: qua si tratta di signore cifre, con un milione di euro uno ci campa bene tutta la vita, con un miliardo di euro mille persone ci campano bene tutta la vita, da 1000 miliardi a 6100 miliardi c’e’ una bella differenza, non trovate?

Facciamo un po’ di chiarezza e vediamo come sono composte le cifre.

Il primo numero che esce dal cappello a cilindro del G20 e' 1100.

1.100 miliardi di dollari sono il primo aiuto che i paesi del G20 ed il FMI metteranno a disposizione.
5.000 miliardi di dollari arriveranno entro il 2010.


Questi 1.100 miliardi sono composti così:

  • 250 miliardi di dollari sono la dotazione attuale del fondo monetario internazionale. Il FMI li metterà tutti a disposizione (vendendo le riserve auree probabilmente, quindi fate attenzione se avete investito in oro)
  • 500 miliardi saranno aggiunti ai 250 esistenti del FMI: 100 dal Giappone, 100 dall’Europa, 40 dalla Cina, il resto dagli altri (Stati Uniti? Niente?)
  • 100 miliardi affluiranno attraverso le banche di sviluppo (?)
  • 250 miliardi nei prossimi due anni dovranno riattivare il commercio internazionale.
Totale 1100, di cui 250 già esistenti.

Totale aiuti che qualcuno deve sborsare: 850 miliardi di dollari.

Altri 5000 miliardi di dolllari saranno messi a disposizione dagli stessi paesi da qui al 2010. Tutti ancora sulla carta.

Nessuno però si è chiesto dove li vanno a prendere, questi miliardi.
Ragionevolmente, gli stati si indebiteranno ulteriormente.
Altri buoni del tesoro.

A chi li rifilano, tutti questi titoli di debito?

Presto sulla faccia del pianeta non ci saranno più abbastanza cretini disposti a comprare titoli di debito di stati tecnicamente falliti.

Uhm, adesso si spiegano i progetti miliardari per la ricerca della vita extraterrestre...!

Se non riusciranno a rifilare titoli di debito ad E.T. (cosa tutt’altro che facile, dal momento che come pianeta stiamo probabilmente facendo la figura dei più cretini della galassia), saranno le banche centrali a dover comprare quei titoli, e giù a stampare moneta.

Un sistema portato al tracollo dall’eccesso di debiti sarà salvato da una valanga di altri debiti.

Tutti sorridenti e titoloni felici.

Ne parliamo a fine 2009.

Saluti felici

Felice Capretta

74 commenti:

Anonimo ha detto...

volevo segnalare l'unico commento che mi è parso "con i piedi per terra":

16:09 Ban Ki Moon, Onu: "Temo il collasso globale"
Il segretario generale dell'Onu Ban Ki Moon, ai leader del G20, ha detto: "C'è un confine sottile tra il fallimento delle banche e delle nazioni, temo un collasso globale. Temo che il peggio possa venire - scrive il segretario generale dell'Onu in un articolo per il Guardian in cui anticipa i contenuti del suo discorso al vertice - una vera e propria crisi politica segnata da una crescente rivolta sociale, governi indeboliti e opinioni pubbliche arrabbiate che hanno perso fiducia nei propri leader e nel proprio futuro"

da: http://www.repubblica.it/2009/04/dirette/sezioni/economia/g-20/g-20/index.html

rumenta ha detto...

credo possiate cominciare a preparare torce e forconi.
io, nel mio piccolo, preparo la semina....

Anonimo ha detto...

Buongiorno a tutti, secondo voi, anche con riferimento al LEAP, come dovrebbero manifestarsi i prossimi momenti di criticità e quando? Cosa ci dobbiamo aspettare, a breve?

Daniele ha detto...

Come previsto...
BOOOM!!!
:-(

Anonimo ha detto...

Secondo il bel sito Goldseek,l'fmi dovrebbe vendere più di 400 tonnellate di oro per poter concedere finanziamenti ai paesi in difficoltà.Gli aquirenti dovrebbero essere Russia,Cina,India e Taiwan.

Anonimo ha detto...

" Il Presidente della Federal Reserve Ben S. Bernanke ha detto che la banca centrale deve conservare la flessibilità necessaria per ritirare la iniezione record di liquidità fatta sul mercato per mantenere l'inflazione sotto controllo, quando la crisi si abbatterà." (http://www.bloomberg.com/apps/news?pid=20601087&sid=aJT7fC3bkk8E&refer=home ). E' questo il prossimo passo?

Anonimo ha detto...

Anonimo che citi Bernanke partendo dall'articolo di Bloomberg...
Con il termine "crisis abates" non si intende "quando la crisi si abbattera" (sulle case sopra la citta`, senza pieta. [CIT.] ).
Ma intendeva quando la crisi sarà "sotto controllo".

E da li si andrà in iperinflazione.

Vogliono uscire da questa rogna facendo debiti pubblici a non finire e poi ributtandoli sui popoli con l'iper inflazione.

Così chi comanda rimane saldamente in poltrona.
Ma credo che a questo giro non andrà tanto liscia ai signori che comandano.

Alex (l'altro ;) )

Anonimo ha detto...

Sei sicuro? perchè no, ci sono sempre riusciti fino ad ora. E' proprio su questo aspetto che i GEAB non mi convincono, la certezza che questa volta non riusciranno a risolverla stampando carta.

Anonimo ha detto...

Scusa l'errore e grazie per la correzione, scrivo un po' di corsa ritagliando minuti al lavoro.

Anonimo ha detto...

@Anonimo 3 aprile 2009 10.05

Potrebbero risolvere il problema "stampando carta" se ci fosse una classe politica degna di questo nome.
Invece oltre alla crisi economica abbiamo una crisi di rappresentanza che fa paura.
NON abbiamo politici che possano vedere al di la del loro naso (e non parlo solo dell'Italia).
Purtroppo gli anni del benessere hanno mandato avanti una generazione politica che si riproduceva per clonazione.
Quindi non c'è stato ricambio di idee ne "darwinismo politico".
Tutto questo ora finirà.
Ma se finirà con qualche camicia colorata e scarponi che battono il suolo all'unisono...non so...spero di no.
Per Anonimo della traduzione...no problema ;)

Alex (quello che non flamma :D )

Roberto ha detto...

Scusate, posso chiedere come funziona il FMI?

La Cina, l'Europa etc finanziano il Fondo e poi i soldi li danno all'Ucraina o all'Islanda....... in cambio di cosa?

Se un paese non rende i soldi ( con gli interessi) gli prendono il paese?
Roberto

Anonimo ha detto...

Scusa ma non mi hai dato una risposta al quesito: perchè questa volta non potrebbe risolversi semplicemente con la solita stampa di carta/inflazione? Se capisco bene, secondo il GEAB, le forze esterne al governo americano, grandi creditori, popolazione, ecc., stufi di pagare il conto, dovrebbero bloccare il tentativo di risolvere il problema mediante la solita inflazione (o iper che sia).

Do ut Des ha detto...

se la faranno franca ancora una volta o no dipende solo da noi. Finchè crederemo che a dare valore alla moneta sia un materiale qualunque e non la vita umana stessa andrà sempre così.

Alba Kan ha detto...

Ancora soldi al FMI, ancora dai soliti noti e ancora per le stesse politiche...
C'è una cosa che non riesco a spiegarmi però...
Tutte le misure adottate da Obama sono esattamente il contrario di quello che la Banca Mondiale e il Fondo Monetario Internazionale (FMI) hanno raccomandato ai paesi poveri in momenti di crisi, negli ultimi 30 anni....e ancora oggi per questi vanno bene e per "loro" NO!
Che strano...
;)

Anonimo ha detto...

Si risolverà con la stampa di carta per il semplice fatto che il tutto sarà fatto per gradi piano piano. Non è che dall’oggi al domani ci troveremo con un inflazione del tipo Zimbawe. Le cose le faranno per gradi, facendo aumentare il tasso inflazionistico di pochi punti per volta, e la cosa probabilmente durerà anni e anni. E poi ci sono le tasse che aumenteranno anche quelle esponenzialmente in un arco di tempo altrettanto ampio. Non ti dimenticare che a cominciare da noi Italiani negli anni 70 abbiamo avuto un inflazione a quasi 30% per moltissimi anni eppure la rivoluzione non è scoppiata, ne tanto meno la terza guerra mondiale. In sostanza le previsioni del GEAB si riveleranno una bufala colossale. Perché non ci sarà nessuna crisi geopolitica globale. Semplicemente milioni e milioni di abitanti del pianeta terra si troveranno a vivere ad un tenore di vita più basso dell’attuale a causa di un inflazione in continuo aumento e una tassazione molto più stringente dell’attuale. Saremo noi in sostanza a pagare il conto come è sempre stato e sempre sarà. Ovviamente molti non ce la faranno e a sostenere un ulteriore abbassamento del loro tenore di vita e una diminuzione del potere d’acquisto dei loro salari, per cui perderanno casa , lavoro ecc. Il numero dei poveri aumenterà, ma questo è ininfluente perché lo hanno già messo nel conto. E comunque la percentuale di quelli che non ce la faranno e finiranno nella fascia della povertà seppure consistente non sarà così alto da mettere il pericolo la stabilità sociale. Si qualche piccolo casino, qualche protesta di piazza ci potrà stare, ma quelle ci sono sempre state. Basta chiamare il solito battaglione di poliziotti in tenuta anti sommossa manganellare a dovere e le cose si sistemano. Non a caso una delle prime cose che hanno detti ieri è stata “basta coi paradisi fiscali”. Questo la dice lunga. E’ come dire: “mettetevi tutti in testa cari cittadini del pianeta terra chi qui c’è un buco di qualche decina di trilioni di dollari da pagare e il conto lo dovete pagare voi TUTTI, quindi scordatevi i furbetti che si pigliano la residenza a Montecarlo per non pagare una lira di tasse, perché da oggi la festa è finita.” Beh non mi voglio dilungare, riassumendo mettetevi la mano al portafogli e preparatevi a lavorare di più, guadagnare di meno e abbassare il vostro tenore di vita da oggi per i prossimi….boh che ne so, 10-15 anni? Chissà vedremo. Rassegnatevi catsastrofisti millenaristi alla Franco che “predicano” il botto finale, la fine del mondo, il cambiamento globale, l’arrivo degli alinei buoni, l’evento cosmico che scuote le coscienze globale ecc. ecc….. anche stavolta il tutto è rimandato a data da destinarsi, spiacente, come si diceva una volta: “ritenta sarai più fortunato”

Anonimo ha detto...

quindi secondo voi questa e' SOLO una crisi FINANZIARIA...

se la vedete cosi' allora la situazione e' veramente dura da risolvere.

indopama

Ed Schlecter ha detto...

Alla luce di questo, qualcuno mi potrebbe spiegare ora chi sta dietro l'inascoltata Cassandra LEAP?

Anonimo ha detto...

@anomino che non si firma è che da lezioni di finanza

Guarda che Montecarlo non compare nella lista nera dei paradisi fiscali, paradisi fiscali che poi sono UKUSA

Andrea

Rosanna ha detto...

al redattore dell'articolo:
parallelamente al g20, il fasb ha eliminato per le banche il mark-to-market. E' questo, oltre alla montagna di dollari che stamperanno, che mi preoccupa. Non è cambiato nulla, stanno solo rimandando il botto finale.

Rosanna ha detto...

per anonimo ore 14.01

montecarlo è nella lista grigia.
ti allego il link
http://www.liberation.fr/economie/0101560000-paradis-fiscaux-la-liste-noire-et-la-liste-grise

libertyfighter ha detto...

Bel post, e commenti molto interessanti.
Io non credo che "la faranno franca" come al solito. Per diversi motivi. Il primo è che una crisi come questa non c'è mai stata, perché è da 30 anni che giochiamo con la moneta completamente disancorata dalla realtà. E questo è il redde rationem. Ormai non puoi creare altre bolle che ritardino. Il conto è arrivato. E' verissimo che stanno decidendo di farci pagare il tutto con l'iperinflazione. Ma non hanno l'autorevolezza necessaria per costringere la gente a far quello che dicono. Aumenta la tassazione, di pari passo aumenta il lavoro nero e loro non incassano un singolo euro in più (grazie lavoro nero), aumenta l'inflazione? La gente torna al baratto e addio introiti fiscali. Preferisco riparare un pc in cambio di 12 uova piuttosto che di dollari dello Zimbabwe.
Adesso c'è Internet e i motivi veri della crisi sono scritti in Gigabyte di pagine. Che la gente continuerà a sfogliare e sempre più accanitamente mano a mano che l'economia ripiega su se stessa. E non hanno abbastanza autorevolezza per proibire Internet. Hanno strimpellato troppo sui diritti civili e sulla libertà di informazione (glissando ovviamente sulle libertà economiche), per potersi permettere di chiudere Internet o limitarlo in maniera seria. Questo può farlo, e non so per quanto tempo, la Cina. Non l'Europa né gli Stati Uniti.
Senza contare che, per la prima volta nella storia, le teorie economiche austriache sono alla ribalta anche nel panorama politico. Negli Usa, Ron Paul ha preso il 6% prima della crisi. Confido che avrete tutti letto ciò che dice Ron Paul nelle sedute al Senato Usa. Cosa credete che farà il movimento politico che lo appoggia?
L'unico problema che c'è adesso, è che ancora troppe (ma sempre meno) persone credono nelle puttanate che costoro sparano. Ma non appena la situazione si farà più critica, i Re si troveranno nudi e saranno dolori. Per noi, ma anche per loro. Io penso che il commento di Ban Ki Moon sia molto vicino al probabile futuro.

guru2012 ha detto...

Cavolo Capretta e Co., così mi mandate in paranoia. Tutto sembra calzare a pennello. Se penso ai fatti di Genova 2001 e a quanti anni sono passati, mi viene un brivido lungo la schiena. In fondo la protesta di quei giorni, black block oppure no, era una funesta anticipazione di quello che ci sta piombando addosso proprio oggi. I temi erano già quelli e abbiamo visto che piega abbiano poi preso le cose. Non può e non deve andare a finire così.
"...se chi decide ha deciso
che ora la guerra è la necessità
io stringo i pugni e mi dico
che tutto cambierà..."
Neffa

calaluna3 ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
calaluna3 ha detto...

@Capretta

Oro si o Oro no?


@Tutti

Qui a Sydney è da un anno a questa parte che fanno prove per la sicurezza contro eventuali attentati terroristici.

2 test per il funzionamento degli altoparlanti in centro città.

A seguito della strage di Mumbai, dopo una settimana, ci furono esercitazioni per 2 giorni di elicotteri militari che sorvolavano la città e “svolazzavano” tra gli edifici del centro! Ma siamo stati rassicurati che si trattava solo di esercitazioni di "routine".

Lunedì scorso un blackout ha paralizzato mezza città. Non vi sono stati nessun temporale o altro evento rilevante che potessero spiegare come due delle maggiori linee di corrente siano state interrotte in pieno giorno dalle 4:30pm per circa tre ore. Semplicemente è capitato!
Ma nel frattempo non si è mancato di rilevare come gli altoparlanti sopra citati fossero fuori uso mentre la polizia veniva chiamata a dirigere il traffico e squadre di paramedici prestavano assistenza alle persone rimaste intrappolate negli ascensori.

Magari esagero a pensare male... spero :)

Anonimo ha detto...

Un G20 completamente inutile a mio modo di vedere.
Tanto rumore solo per promettere altri soldi (altri debiti, altro distacco dall'economia reale) per tappare provvisoriamente le falle del sistema e un'attacco ai Paradisi Fiscali (ma se ne accorgono ora??? e cosa faranno in pratica???).
Aspetto il peggio.
Cosa fare? Nel breve ETF Short, nel lungo terreni e beni reali, No Oro che ne butteranno tonnellate sul mercato.

Anonimo ha detto...

DEBITO SU DEBITO = BOOM! RITARDATO, MA SEMPRE BOOM E'!

IL BOTTO FINALE E' VICINO!

RAGAZZI, FATE INCETTA DI BALESTRE:
CHI DI NOI SOPRAVVIVERA' APVRA' IL PRIVILEGIO DI CONOSCERE IL MEDIOEVO.

BOOM PIM PAM PATAPAM BUM-BUM

Bubo ha detto...

@ Felice
Quanto pensi possa reggere questa iniezione di denaro?
(parlo di ordine di mesi all'incirca)
E, per quanto riguarda gli U.S., non ti ho mai letto in merito alle recenti notizie dei nuovi Gulag (l'ultima news che ho parla di 800 campi, ma 800 mi pare fin troppo esagerato -800 da 20.000 = 16M di persone come capienza minima) pronti ad ospitare .. ehm... detenuti (!) ?

Anonimo ha detto...

quindo si puo' constatare che vedete solo la crisi finanziaria, sono solo i soldi ad interessarvi in questo momento.

ecco perche' c'e' la crisi, perche' la vita umana non puo' continuare se l'unico amore che entra e' quello del denaro.

e' troppo poco.


indopama

calaluna3 ha detto...

@Felice

Ci è sfuggito qualcosa?

The G20 moves the world a step closer to a global currency

Bubo ha detto...

Il problema indopama è che QUEI soldi a cui NOI pensiamo (in modo più o meno estremo) permettono ANCHE A TE di sopravvivere e scrivere QUI.

Anonimo ha detto...

"Il problema indopama è che QUEI soldi a cui NOI pensiamo (in modo più o meno estremo) permettono ANCHE A TE di sopravvivere e scrivere QUI."


ne sei proprio sicuro?

da un po' di tempo la mia vita funziona in un'altra maniera...

indopama

Bubo ha detto...

Guarda non voglio essere spocchioso (io per dirla tutta la penso forse molto come te, ma non è questo il punto), ma scrivi con il pensiero qui???
Se tu hai la possibilità di sostenerti senza avere il dictat
10ore in ufficio-produzione, bar, sabato pomeriggio shopping
il vero problema è che non tutti possono farlo.
Ti dirò di +, io potrei.
Ma chi vive in città, in un appartamento in affitto con famiglia, se si trovasse senza servizi e con i conti bloccati, come tira avanti?
Vedere i figli alla fame mica ti ispira amore.
E tengo a precisare che 'per fortuna' non sarei in quella posizione...
Qui c'è molta gente che si preoccupa del destino futuro -legato inevitabilmente al mantenimento di una struttura sociale- dovendo pensare che l'economia regga.
Oppure ben venga, torniamo alla fame dei nostri nonni che mi raccontavano si di essere meno stressati e di vivere le gioie semplici, ma la polenta lisciata sull'aringa non riempiva i loro cuori.
Figurati ora che la società è irrimediabilmente cambiata.
Io vedo i giovani senza nessun traguardo, escono da sQuola fumano la cicca e vanno a prendersi il bere al supermercato, il passatempo è rompere qualche cosa in giro per la città.
Ce ne sono molti così. Non si possono cambiare del tutto, ma una 'moderata' carestia li riporta alla realtà che i 5 euro in tasca li spendono per mangiare e non per la ricarica-suoneria.
Tiragli via i servizi, non dargli lavoro, fagli vedere che il mondo è finito a rotoli, questi nn ce la fanno...

Felice Capretta ha detto...

@bubo

quanto durerà? chi puo' dirlo....?
potrebbe saltare per aria tutto in mezza giornata, oppure procedere con una discesa senza freni lunga un semestre, oppure ancora l'economia potrebbe tenere per qualche mese e crollare poi.

la situazione è così instabile che puo' succedere qualunque cosa in qualsiasi momento.

sui "campi di concentramento della FEMA" ho visto quello che hai visto tu probabilmente: i filmati girati in VHS a suo tempo, qualche foto, i contenitori neri allineati.

questi campi sono stati progettati e la loro realizzazione è stata avviata molti anni fa, attraverso molte presidenze.

non è ben chiaro a cosa servano, anche se i filmati sono abbastanza espliciti.

d'altra parte, solo le nazioni veramente democratiche lasciano gli oppositori abbastanza liberi di manifestare le loro opinioni.

in molti paesi in tutti i periodi storici, gli oppositori al regime di turno sono sempre stati visti come utile fonte di manodopera a basso costo.


@calaluna3

molto interessante.
sembra quindi che una quota dei famosi "aiuti" sarà data al FMI in valuta SDR.
non mi stupisce che i media italiani non ne abbiano parlato.
a me è sfuggito, grazie per la nota preziosa!

vedremo poi cosa ci raccontano quelli di Europe2020 nel prossimo report a riguardo. manca poco più di una settimana.

saluti felici

Felice

Anonimo ha detto...

peggio di quanto temessi...
il pianeta è come un'industria,
e quando un'industria va male : si licenziano e si mettono in cassa integrazione parte delle maestranze, così diminuiscono le spese, ed i dirigenti/manager possono aumentarsi lo stipendio...
Stanno licenziando in tutto il pianeta...
i ricchi ancora più ricchi, i poveri sempre più poveri.
Ste.

Anonimo ha detto...

Per Roubini la situazione europea sarà peggiore di quella americana

http://www.borsaitaliana.it/borsa/area-news/news/mf-dow-jones/italia-dettaglio.html?newsId=582314&lang=it

Questo significa che loro andranno in iperinflazione da qui ad un paio di anni mentre noi resteremo in deflazione.
Certo, la loro economia riprenderà ma in iperinflazione il popolo starà moooooooooooooooooooolto male

Anonimo ha detto...

"Guarda non voglio essere spocchioso (io per dirla tutta la penso forse molto come te, ma non è questo il punto), ma scrivi con il pensiero qui???"

ESATTO

soldi, soldi, soldi.
hai sposato tua moglie per soldi, dai un bacio a tuo figlio per soldi, esci con gli amici per soldi. guardi la tv per soldi, leggi un libro sempre e solo per avere + soldi.

NON MI SEMBRA. ALLORA COS'E' CHE FA GIRARE IL MONDO?

certo che i soldi sono utili, ma sono un mezzo per... non il fine.

tornando al G20 vorrei ricordare che questi capi di stato gia' da tempo si accordano tra di loro per prendere le decisioni piu' importanti.
in un mondo dove tutto e' collegato non e' possibile che ogni governo si faccia i fatti propri senta tenere conto degli altri.

anche per lo scoppio e gestione della crisi finanziaria si sono gia' accordati da tempo.

LA DOMANDA CHE ORA DOVREMMO PORCI E':

DOVE VOGLIONO ARRIVARE?

QUAL'E' L'OBIETTIVO FINALE?

PERCHE' PROPRIO ADESSO?


indopama

Anonimo ha detto...

Un saluto a tutti.
Buona giornata.
Sono ritornato a leggere il blog , e i commenti; che sono tanti. Ma poche le idee.
tanti leggono, solo per conoscere qualcosa.
Non portano nessuna proposta. Prendono, senza dare.
Adesso, mi rivolgo, ad “anonimo” del 03,04.09.
Così, come tanti, parla , senza firmare ciò che si esprime.
Ma va bene così.
Sui pochi, interventi ce o fatto, hai ricordato la cosa meno importante.
Io non sono “catastrofista”, sono realista, in quanto uso la mia testa, e riesco ad andare
oltre alle parole. Da come ti esprimi, vivi alla giornata, non mi meraviglio di ciò che scrivi, in quanto ciò è la tua idea, e la rispetto.
Impara a conoscere te stesso, a conosce da dove sei arrivato, quale è il tuo scopo.
Dopo, di sicuro, vedrai la realtà con occhi diversi.
Cio che vedremo i prossimi mesi, ti assicuro che non sarà sereno.
Il fatto che tanti sno in cassa integrazione, tanti perderanno il lavoro, mentre la politica, sta accentrando il potere, ti dovrebbe far capire qualcosa.
Vedi, ma non possiamo vedere cosa non conosciamo.
Chi si firma indopama mi sembra che abbia la conoscenza di se stesso.
franco

calaluna3 ha detto...

@Felice

Da questo sito Market Skeptics sembrerebbe che l'intervento dell'FMI per la vendita di oro sia alquanto irrilevante... sempre nel caso in cui ciò dovesse avvenire.

Mi fa piacere contribuire al tuo Blog con informazioni utili e soprattutto grazie a te per il tuo prezioso lavoro!

Anonimo ha detto...

Non so se sparano più stupidaggini i preti o franco/indopalma :D

Felice Capretta ha detto...

@calaluna

letto. mhm, si, pero' è pur sempre un impulso al mercato, il quale non vive di soli volumi..


@anonimo

sui preti concordo (anche se occasionalmente, molto occasionalmente, ci sono preti che dicono cose sensate), su franco e indopama...non sottovalutare quella coppia ;-)

saluti felici

Felice

Anonimo ha detto...

Felice,

sbaglio o il fatto di destinare una parte di aiuti in Gdr ovvero la moneta mondiale era uno dei suggerimenti del geab?
Anche se è da vedere naturalmente l'efficacia e quanto in questo paniere sia preponderante il Dollaro..
Resta il fatto che da qui a creare un nuovo sistema ce ne passa...

Felice Capretta ha detto...

mah, una delle proposte del LEAP era l'aumento di capitale del FMI, e questo è avvenuto.

la differenza sta nel fatto che, nella proposta LEAP, l'aumento di capitale:

- doveva avvenire solo dopo la definizione della nuova valuta

- doveva essere denominato nella nuova valuta

- ed inoltre, l'SDR doveva essere abolito e sostituito con la nuova valuta.

niente di tutto questo: aumento di capitale si, ma in SDR.

saluti felici

Felice Capretta

Anonimo ha detto...

franco e indopama , se sapete qualcosa che non sappiamo, spiegatevi chiaramente e non con astrattezza.
Altrimenti basta con i vostri soliti interventi , il vostro punto di vista è chiaro , ma non è serio nei confronti della discussione in oggetto , che si riferisca a "cose concrete" ; per la galassia e l'universo c'è tempo nella prossima vita .....
Addio
Stefano

Felice Capretta ha detto...

@stefano

ci sono cose che sembrano concrete e non lo sono, e ci sono cose che sembrano inafferrabili eppure sono più concrete delle cose che sembrano concrete.

dipende dai punti di vista, a mio parere. cos'e' concreto, dunque?

mangiare, ripararsi dalla deflazione, vedere la realtà come illusoria, riconoscere sè nell'altro?

tutto questo puo' essere molto serio o molto frivolo a seconda, appunto, dei punti di vista.

;-)

dunque sia benvenuta la tua opinione, come sono benvenute le opinioni di indopama e di franco, nell'ambito del rispetto reciproco.

e se le loro opinioni ti infastidiscono, porta attenzione a cosa ti scatenano, potrebbe essere una cosa ....seria ;-)

saluti felici e tutte le parti in causa e a tutti gli affezionati lettori con l'augurio di una splendida settimana!

:-)

Felice

Anonimo ha detto...

volevo suggerire un blog interessante:

http://georgewashington2.blogspot.com/

Anonimo ha detto...

Gent.le Sig. Capretta,
per quanto riguarda l'oro..la prego non si metta anche lei a fare disinformazione.
Se Lei si prende la responsabilità di informare le persone, lo faccia con responsabilità e con tutte le informazioni del caso.
Avvertire genericamente di un pericolo chi possiede oro senza motivare non si addice a lei..
il FMI ha intenzione di vendere 400t di oro delle 3.200t in suo possesso.
E' molto probabile che questo avvenga, anche se prima la cosa deve essere di fatto autorizzata dal governo americano.
In passato le massicce vendite ufficiali (vedi UK) non hanno mai depresso il prezzo dell'oro se non per un breve periodo, inducendo successivamente l'effetto opposto.
Inoltre le famose 400t hanno già compratori quali le banche centrali di russia e cina..al massimo l'oro potrebbe scendere dai 880$ a 800$..per poi però risalire bruscamente.
L'oro gioca una parte fondamentale nelle problematiche valutarie legate al dollaro..e questo la cina lo sa benissimo.
La invito ad approfondire l'argomento prima di trattare ancora questa questione.
Con stima,

De

Danielet ha detto...

Come dice Jim Sinclaire l'oro del FMI non raggiungerà mai il mercato avendo già acquirenti. Inoltre 400 ton è una cifra ridicola, sono 8 mld di euro, 5 per mille delle riserve cinesi in dollari. In più il FMI non ha mai azzeccato un acquisto in oro perchè dovbrebbe farcela adesso? Negli ani '70 inizio a vendere su minimo di 100$ e fu tremendamente bullish...

Anonimo ha detto...

@ De

ci stiamo muovendo verso la virtualizzazione completa della moneta il cui valore sara' solo un bit su di un computer.

e a dare valore alle cose sara' l'informazione sui media, oggi nelle mani di pochissimi.
sono i media che ci fanno desiderare le cose materiali, o no?

quindi anche l'oro sara' desiderato finche' lo vorranno far desiderare...


indopama

calaluna3 ha detto...

Effettivamente anch'io stavo facendo lo stesso ragionamento di Indopama.

L'oro fine a se stesso vale meno di un pezzo di pane.

Io penso che potrà accadere una cosa del tipo:

1. deprezzamento Oro e Argento nel breve
a seguito dell'impulso al mercato (a cui fa riferimento Felice) dopo le recenti dichiarazioni del G20.

2. Salita rapida subito dopo
a seguito di altrettante smentite.

3. Collasso totale improvviso
a seguito di una valuta basata solo ed esclusivamente su di un numero elettronico.

Se ciò dovesse verificarsi, sarebbe bello avere la sfera di cristallo per indovinare il quando della fase 2 e soprattutto 3.

Ma per andare sul sicuro, rinunciando a probabili guadagni interessanti, ma rischiando anche di perdere quasi tutto, un terreno è probabilmente l'unico investimento senza rischi.

calaluna3 ha detto...

Dimenticavo:

La fase 1 è già in atto... ovviamente ;-)

Spero che la discesa dei mercati di oggi sia finalmente il fatto che quasi tutti gli investitori hanno smesso di "bersi" tutte le pagliacciate dichiarate dai soliti pagliacci. La grande truffa forse è diventata troppo grande per poter essere ancora tenuta nascosta.

Robi ha detto...

L'oro avrà pur sempre il valore che gli darà l'industria orafa.
Sempre meglio di carta igienica.

Robi

Anonimo ha detto...

@ Robi

forse questa e' la fine dell'era delle cose marginali, dell'era del "tutto ha un prezzo".

la terra non e' in vendita... e non e' quel sasso inanimato rotolante nello spazio che pensiamo.

il momento, benche' per alcuni doloroso, e' sempliemente bellissimo.


indopama :-)

Anonimo ha detto...

@ calaluna3
d'accordo sul punto 1 e 2, sul 3 meno perchè ci sarà un momento in cui si perderà la fiducia nella carta e si finirà per cercare rifugio nei soliti strumenti, oro in primis.
Questa sfiducia durerà finchè non verrà messo un po' d'ordine dopo lo sconquasso.
in fondo con la terra non supplisci alla mancanza immediata dei generi alimentari, salvo che tu non la stia già coltivando....
fra

rumenta ha detto...

fra:

in fondo con la terra non supplisci alla mancanza immediata dei generi alimentari, salvo che tu non la stia già coltivando....

non proprio.
mentre la coltivi puoi sempre raccogliere radici, frutti ed altro per sostenerti nell'attesa del raccolto.
se poi nel tuo terreno, o nelle sue vicinanze, scorre un torrente, ci possono essere pesci e gamberi d'acqua dolce.
un consiglio è quello di procurarsi del pollame, non necessita di cure eccessive e può fornire uova fresche tutto l'anno e carne ogni tanto.
e poi c'è sempre la caccia.
se invece vivi in città probabilmente, esauriti gli "aiuti di stato" o la tessera annonaria, ti resta solo il cannibalismo....

Oro ha detto...

L'oro decollerà?Anch'io lo penso il problema è stabilire quando perchè per ora la manipolazione a ribasso riesce.Solo pochi giorni fa JP Morgan ha chiuso una posizione a ribasso.JP Morgan inondava il mercato,ben prima del fmi di derivati sull'oro(che ovviamente non avevano nessun sottostante,la banca infatti ha già afrontato una causa per questo)appena finito JP Morgan io mi son fregato le mani e ho detto: 'mo vedi che sale,ci siamo',e tacchete e arrivato il fmi con 'sta storia dell'oro che peraltro va avanti dal 2005 e che anno per anno ripropongono.Insomma si sono passati la staffetta per chi deve mantenere basso il prezzo del gold.Ragioniamoci sù,che senso ha vendere 400 tonnellate d'oro che saranno 11 miliardi di euro,ovvero un centesimo del piano dell'fmi che vale (si dice) 1000 miliardi di dollari,che bisogno c'era?La volontà è quella di cercare di mantenere più investitori possibili nel dollaro storico antagonista dell'oro,e di bocciare le alternative emergenti al fiat currency.Per quanto ancora ci potranno riuscire...beh fino a che gli investitori si contenteranno di prendere in mano un etf cartaceo al posto dell'oro fisico le banche potranno manipolare il prezzo a piacimento,quando troppo persone chiederanno di convertire l'etf in oro reale il mercato dell'oro esploderà,e si scoprirà che quella cronica scarsità di oro,forse non era un'invenzione delle menti complottiste.

Anonimo ha detto...

E' un bel argomento questo dell'oro..servirebbe molto tempo per discuterne tutti gli aspetti..secondo me avete tutti ragione quando portate le vostre osservazioni ma in definitiva le cose andranno in una direzione soltanto..quindi qualcuno di noi avrà ragione e qualcuno torto.
non pretendo di aver ragione però lo spero..in caso contrario sarebbe l'inizio di una dittatura globale. ho lavorato personalmente ad alcuni progetti piloti nel 2006 e 2007 per quanto riguarda la moneta virtuale. niente di buono.
Ciao

De

calaluna3 ha detto...

@DE

Cosa intendi per "progetti piloti"?
Ci dici qualcosa in più sulla moneta virtuale?


@fra

Il "momento in cui si perderà la fiducia nella carta e si finirà per cercare rifugio nei soliti strumenti, oro in primis" fa sempre parte del punto 2.

Dopo verrà probabilmente introdotta la moneta virtuale e l'oro collasserà.

La svalutazione di un terreno, se mai ci sarà, non sarà mai paragonabile a quella che subirà l'oro.

Anonimo ha detto...

@calaluna
non capisco perchè l'introduzione della moneta virtuale dovrebbe far perdere potere all'oro, dopo tutto anche oggi che abbiamo la valuta di riferimento dollaro la rapportiamo all'oro che, in quanto fisico, garantisce un sottostante. sarà sempre l'alternativa al "qualcosaltro", no?


@ Rumenta
ok, ma spostarsi dalla città e vivere di bacche e radici è un'opzione estemporanea, possibile da un giorno all'altro e non richiede una scelta preventiva, come mollare tutto ed andare a lavorare la terra. Il lavorare la terra implica che dai per scontato che dallo stato di "rivoluzione" non si uscirà a breve, che non si ristabilirà un equilibrio dove sarà possibile il commercio. mi pare esagerato.

E' più probabile che sia nell'interesse di chi governa passare al "nuovo ordine" in breve tempo. Per noi quindi l'importante è arrivarci senza essere rimasti vittima del passaggio e vedersi deprezzati da un giorno all'altro.

rumenta ha detto...

ok, ma spostarsi dalla città e vivere di bacche e radici è un'opzione estemporanea, possibile da un giorno all'altro e non richiede una scelta preventiva, come mollare tutto ed andare a lavorare la terra.

infatti anche io la vedo come una soluzione provvisoria nell'attesa, appunto, che la terra coltivata dia i suoi frutti.

Il lavorare la terra implica che dai per scontato che dallo stato di "rivoluzione" non si uscirà a breve, che non si ristabilirà un equilibrio dove sarà possibile il commercio. mi pare esagerato.

io penso a sopravvivere cercando, per quanto possibile, di essere autonomo da tutti quei meccanismi che regolano la nostra vita attuale e che verranno a mancare durante la crisi.
che potrebbe durare lo spazio di un mattino o anni.
tu te la senti di rischiare e scommettere sulla prima ipotesi??

E' più probabile che sia nell'interesse di chi governa passare al "nuovo ordine" in breve tempo.

il problema è, come dicevo sopra, ci riusciranno??
secondo me, NO.
hanno innescato un meccanismo secondo me difficilmente controllabile, probabilmente ne saranno travolti, a meno che non vogliano anche "sfoltire" un po' la popolazione mondiale, nel qual caso aspettati di tutto.

Per noi quindi l'importante è arrivarci senza essere rimasti vittima del passaggio e vedersi deprezzati da un giorno all'altro.

ma i sopravvissuti, se va come penso, finiranno in una sorta di nuova schiavitù.....

calaluna3 ha detto...

@Anonimo

A mio avviso, l’oro aumenterà (vedi punto 2) proprio perché ci sarà meno fiducia nelle valute attuali (dollaro USA su tutti). Di conseguenza, introducendo un nuovo sistema alternativo su scala globale, l’oro non sarà più visto come unico mezzo di scambio e perderà di valore.

E se poi, con l’introduzione del nuovo sistema completamente elettronico, “qualcuno” decidesse addirittura di abolire l’oro come mezzo di scambio, ecco il crollo totale. A quale valore non ti saprei dire. L’idea che mi sono fatto è che potrà calare fino ad un decimo del valore attuale ovvero 85 USD/Oz. Ma non sono un economista… anzi! Quindi prendi questi dati solo come “sensazioni”.

Immaginati di comprare oro semplicemente perché lo utilizzerai per qualcosa di pratico tipo elemento condutture di corrente di alta qualità. Ecco, questo sarà il vero prezzo che l’oro assumerà dopo l’introduzione della moneta elettronica.

Anonimo ha detto...

la moneta elettronica c'è già

Anonimo ha detto...

@ Rumenta
Non pensi che se va come tu prospetti, potrebbe essere messa in discussione anche la tua proprietà del campo, i suoi frutti saranno indifendibili e, infine, avrai creato con un luogo fisico un legame strettissimo, da cui potrai difficilmente distaccarti? Economico, perchè avrai messo li i tuoi risparmi, e di dipendenza diretta, in quanto è da li che prospetti di ricavare ciò che ti serve per vivere. Mentre, sempre se va a finire come pensi, sarà assolutamente importante potersi spostare, forse anche in fretta, per "riallocarsi" dove si prospetterà un miglior vivibilità sociale. Quindi l'importante potrebbe essere potersi spostare in fretta e con quanto più utile a "cavarsela". E questo mal si addice alla scelta di coltivare la terra.
Meglio una barca a vela...
Fra

Felice Capretta ha detto...

@DE

sai che mi guardo bene dal dare consigli in ambito finanziario: un po' perchè non è il mio lavoro, ma soprattutto perchè preferisco sbagliare da solo :-)

ho suggerito di "fare attenzione"...


@rumenta, anonimo Fra

adoro le discussioni sul tema sopravvivenza...!

a tel scopo, la terra è un'ottima opzione, a mio avviso, soprattutto nel medio-lungo periodo, ammesso che si abbia la conoscenza di base delle colture e delle rotazioni, così come dell'allevamento di animali, dove le sorprese non mancano mai. (non so se avete un'idea di quanto concime produce una sola gallina ogni giorno...!)

il problema grosso della terra è la sua difendibilità da eventuali furti e/o danni.

come proteggere un campo di granoturco da incursioni di umani o cinghiali affamati?

reti, mura, cani, oche?
un mix dei 4?
binocolo a visione notturna, arcieri, balestra?

tutti elementi da affrontare.

la barca è apparentemente più difendibile. l'acqua si puo' ricavare per evaporazione e condensazione (e con un cucchiaino di acqua di mare si potranno avere la maggior parte dei sali che vanno persi), e il mare abbonda di pesce.

il problema è pero' la gestione della burrasca e l'attracco: sareste sempre troppo visibili nell'avvicinarvi alla costa.

ed in uno scenario del genere dubito che esisterebbero porti sicuri...

ogni soluzione ha vantaggi e svantaggi, sta al bravo stratega fare leva sui vantaggi e contenere gli svantaggi ;-)

saluti felici

Felice

Anonimo ha detto...

Un bel fucile e un pezzo di terra.
Un binomio perfetto per sopravvivere mi sa ;)

Tra le altre cose ho imparato a fare il diesel a partire dall'olio esausto con cui ci friggi le patatine.

Se Coltivi un pò di colza hai pure modo di muoverti e di aver carburante per il tuo generatore di corrente elettrica.

Poi vabbè...ammetto che ho visto un pò troppo i film di Mad Max ;)

Alex il guerriero della strada
:P

rumenta ha detto...

Fra:

@ Rumenta
Non pensi che se va come tu prospetti, potrebbe essere messa in discussione anche la tua proprietà del campo, i suoi frutti saranno indifendibili e, infine, avrai creato con un luogo fisico un legame strettissimo, da cui potrai difficilmente distaccarti?


vero, ma sarò comunque sopravvissuto fino a quel momento, il che non mi pare poco.

Economico, perchè avrai messo li i tuoi risparmi,

la buonanima di mio padre è stato più lungimirante di me, e mi ha lasciato un po' di terra.
e comunque i miei risparmi sarebbero solo carta straccia in una situazione di crisi di quel genere....

e di dipendenza diretta, in quanto è da li che prospetti di ricavare ciò che ti serve per vivere.

ovvio, in un mondo allo sbando i bisogni primari saranno sempre più difficili da soddisfare.
per questo la terra è l'opzione migliore.

Mentre, sempre se va a finire come pensi, sarà assolutamente importante potersi spostare, forse anche in fretta, per "riallocarsi" dove si prospetterà un miglior vivibilità sociale.

definire "vivibilità sociale".
perchè se è la stessa definizione che penso io, beh, ne faccio volentieri a meno....

Quindi l'importante potrebbe essere potersi spostare in fretta e con quanto più utile a "cavarsela". E questo mal si addice alla scelta di coltivare la terra.

hai descritto alla perfezione una banda di predoni.....

Meglio una barca a vela...

molto grande ed in grado di portarti nel sud pacifico.... questa mi piacerebbe, ma occhio ai pirati!!

Felice:

il problema grosso della terra è la sua difendibilità da eventuali furti e/o danni.

come proteggere un campo di granoturco da incursioni di umani o cinghiali affamati?

reti, mura, cani, oche?
un mix dei 4?


il fondo è chiuso e recintato con una rete metallica da 1.60mt, provvista di un filo spinato sulla parte superiore.
però i cinghiali passano in punti dove non si può recintare, quindi i campi coltivati sono protetti a loro volta da una rete più bassa in plastica.
anche un cane non sarebbe male averlo, ma non credo sarà un problema con tutti i randagi che circoleranno.
l'importante è che non si mangi i miei 4 gatti ;-)

binocolo a visione notturna, arcieri, balestra?

benelli cal.12 caricato con cartucce a palla singola o pallettoni, ottimo per cinghiali ed umani.
eventuale balestra per quando dovessi esaurire le cartucce.
per il binocolo mi sto attrezzando....

Anonimo ha detto...

Per "vivibilità sociale" intendo che il primo problema (dopo aver mantenuto il potere d'acquisto o averne perso il meno possibile) dovrebbe essere trovare un contesto socio economico in cui predisporsi a passare i momenti difficili. Infatti avere terra, recinti, fucili, ecc. potrebbe servire a poco di fronte a moti sociali o movimenti di masse. Molto meglio evitare le aree ad alta pericolosità sociale (lo stesso GEAB dà dei criteri di selezione). Il problema è che non si sa che tipo di "problematiche" dovremo affrontare e quali aree saranno sconsigliabili. Il GEAB infatti indica gli stati uniti come area a rischio, ma altri studi indicano l'europa come il territorio che subirà le più grosse ripercussioni di questa crisi. In particolare l'europa è "vecchia", tra 5 anni i baby boomers avranno circa 60 e l'economia non ripartirà mai più, al contrario di asia ed usa.
Le armi servono a poco, quando non si è del mestiere, lo si è già visto ai tempi dei conflitti della ex-Jugoslavia.
no?
fra

rumenta ha detto...

fra:

Per "vivibilità sociale" intendo che il primo problema (dopo aver mantenuto il potere d'acquisto o averne perso il meno possibile) dovrebbe essere trovare un contesto socio economico in cui predisporsi a passare i momenti difficili.

contesto che non è, a mio avviso, l'area urbana nella quale attualmente vivo.
quanto al potere d'acquisto credo me ne rimarrà molto poco, considerando che perderò quasi certamente il lavoro....

Infatti avere terra, recinti, fucili, ecc. potrebbe servire a poco di fronte a moti sociali o movimenti di masse.

non sono lungo una direttrice di marcia trafficata, la strada che arriva da me è una sola e facilmente controllabile.

Molto meglio evitare le aree ad alta pericolosità sociale (lo stesso GEAB dà dei criteri di selezione). Il problema è che non si sa che tipo di "problematiche" dovremo affrontare e quali aree saranno sconsigliabili. Il GEAB infatti indica gli stati uniti come area a rischio, ma altri studi indicano l'europa come il territorio che subirà le più grosse ripercussioni di questa crisi. In particolare l'europa è "vecchia", tra 5 anni i baby boomers avranno circa 60 e l'economia non ripartirà mai più, al contrario di asia ed usa.

io conto di evitare questi problemi proprio trasferendomi in campagna....
magari sbaglio, ma almeno la sopravvivenza nei primi tempi dovrebbe essere assicurata.

Le armi servono a poco, quando non si è del mestiere, lo si è già visto ai tempi dei conflitti della ex-Jugoslavia.
no?


appunto ;-)
è solo un peccato che non possa procurarmi qualcosa di più serio rispetto al mio cal.12....

Goodlights ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Felice Capretta ha detto...

@rumenta

> benelli cal.12 caricato con
> cartucce a palla singola o pallettoni

argh che barbarie leggere queste cose sul blog di un Capretta!

:-))

pace pace pace sempre

chiaro che poi non ci hai creduto abbastanza e ti puntano un cannone, un coltello o ti mettono le mani al collo...bisogna pur uscirne in qualche modo.


@goodlights

perdona il post cancellato ma è preferibile non pubblicare nomi e indicazioni precise.

saluti felici

Felice

rumenta ha detto...

Felice:

@rumenta

> benelli cal.12 caricato con
> cartucce a palla singola o pallettoni

argh che barbarie leggere queste cose sul blog di un Capretta!

:-))


credimi, è molto meglio della balestra da te proposta ;-)

pace pace pace sempre

chiaro che poi non ci hai creduto abbastanza e ti puntano un cannone, un coltello o ti mettono le mani al collo...bisogna pur uscirne in qualche modo.


la guerra la fa chi vuole sopraffare, io sono per la pace.... quella eterna di chi mi minaccia, ovviamente.
e, sempre in tema di pace, ricorda il detto romano: si vis pacem....

Anonimo ha detto...

visto che pensate a difendervi e' segno che tirano venti di guerra.

una buona difesa potrebbe essere di dividere con gli altri quello che si ha, eliminando l'egoismo che ancora vedo in giro, anche qui.

amore amore amore, offri cio' che hai senza timore e vedrai che sarai ricambiato.

non e' piu' tempo di egoismo. anche tutto il timore per la perdita del denaro, pensare di investire in oro o altro, e' segno di egoismo.

niente paura di perdere, le cose girano da una parte all'altra, niente viene distrutto. e poi sono solo cose, ne possiamo creare cosi' tante...


:-) indopama

rumenta ha detto...

indopama:

visto che pensate a difendervi e' segno che tirano venti di guerra.

in momenti come questo è buona cosa essere preparati anche per questa possibilità.
poi magari non succede nulla, ma se succede....

una buona difesa potrebbe essere di dividere con gli altri quello che si ha, eliminando l'egoismo che ancora vedo in giro, anche qui.

amore amore amore, offri cio' che hai senza timore e vedrai che sarai ricambiato.


ma non tutti gli altri hanno le tue stesse idee, e la sopraffazione del prossimo è moneta corrente, soprattutto durante una crisi seria.

non e' piu' tempo di egoismo. anche tutto il timore per la perdita del denaro, pensare di investire in oro o altro, e' segno di egoismo.

io la vedo così: ho lavorato duramente per mettere insieme il poco che ho, e se qualcuno pensa di appropriartene "aggratis" beh, ha sbagliato indirizzo....

niente paura di perdere, le cose girano da una parte all'altra, niente viene distrutto.

in questo momento alcuni in italia non sarebbero molto d'accordo con questa affermazione.....

e poi sono solo cose, ne possiamo creare cosi' tante...

vero.
basta essere vivi per poterlo fare ;-)

Anonimo ha detto...

@ indopama
non stai inventando niente di nuovo. Sono 2000 che queste cose le predica Gesu Cristo e circa 200 che le predica Carlo Marx, ma non mi sembra che abbiano ottenuto grandi cambiamenti.
Forse il discorso di dividere non dovrebbe venire da chi pensa solo a sopravvivere, senza creare nulla (che poi dovrebbe dividere). Se qualcuno si sbatte, permettendo anche a te di poter avere cure adeguate, strutture sociali adeguate, ecc., cose alle quali non rinuncerai certo il giorno in cui ne avrai bisogno, è perchè aderisce al mondo di quelli che desiderano "crescere" e non sopravvivere. E' facile predicare bene quando si è dall'altra parte della barricata.
Fra

Anonimo ha detto...

PS: ma, tanto per sapere, tu di quale delle due "filosofie" sei?
fra