lunedì 6 luglio 2009

30 giugno banca nei guai

Una delle cose più odiose che possono capitare in una calda notte estiva, dopo le zanzare naturalmente, è la classica sirena di antifurto che scatta sotto casa.

Dormi placido e beato, e ad un certo punto un urlo squarcia il silenzio, cattura il tuo sonno e lo tiene lì, ingabbiato tra le onde sonore.

Il tuo sonno è lì, in ostaggio di una macchina che è stata programmata esattamente per catturare l'attenzione e trattenerla a sè. Il tuo sonno è preso in ostaggio dalla persona che ha programmato i tempi della sirena di quella macchina.

Bene.

Nella calda notte del 30 giugno scorso, qualcosa avrebbe dovuto risuonare come una sirena di antifurto sotto casa ed occupare le pagine dei giornali. Invece niente da fare: i quotidiani si accapigliano sulle consuete notizie da bar sport e nessuno ha dato l'allarme.

Risulta infatti che nella notte del 30 giugno, una banca americana non meglio identificata ha pagato una percentuale da capogiro per accedere ad un prestito di liquidità overnight dalla Federal Reserve.

Percentuali così alte si pagano solo in casi straordinari, solo in casi di vita o di morte.

Percentuali così alte si sono viste solo l'anno scorso, prima del patatrac autunnale.

Chi ha rubato la marmellata?

Chi lo sa.


Come funziona

Per darvi un'idea di come funziona il meccanismo semplifichiamo un po' le cose. Ne risente la precisione, ma questo basta. Per chi vuole approfondire c'e' sempre wikipedia : -)

Ad ogni fine di giornata, le banche regolano tra loro le loro compensazioni. C'e' chi deve un milione a quello, chi mezzo, e così via. Qualche banca avrà più liquidità, magari perchè ha ricevuto molti depositi, qualche altra meno, perchè ha subito molti prelievi.

Ogni notte le banche si incontrano sul mercato interbancario e si prestano tra loro la liquidità necessaria per compensarsi a vicenda.

Immaginatevi quindi un grosso mercato del pesce, dove i pescatori portano i pesci per venderli e altri pescatori vogliono quei pesci.

C'e' anche un grosso banditore che, in tutto questo vociare e odor di pesce fresco, urla più forte degli altri e regola le vendite, tenendosi per sè una percentuale. Lui porta anche dei pesci in più quando mancano.

La percentuale del mediatore, ed i prezzi in genere, sono solitamente molto convenienti, un po' perchè è un mercato di addetti ai lavori, un po' perchè il prestito dura solo una notte (alcuni di questi tassi sono detti "overnight", infatti).

Quando le banche con bisogno di liquidità sono troppe, e quelle che offrono liquidità sono poche, interviene l'autorità preposta (il nostro mediatore/banditore) che rilascia nel mercato la liquidità necessaria (i pesci in più) per non far crollare il sistema bancario mondiale con un effetto domino in una sola notte per un semplice squilibrio.

Questa prassi è consolidata ed è funzionale al meccanismo del credito.


Questione di vita o di morte

Per chiudere l'allegro quadretto, che sembra difficile ma non è poi tanto difficile da non poterne cogliere il funzionamento complessivo, il nostro mediatore chiede sempre qualcosa a garanzia della liquidità prestata. Se la garanzia c'e', il tasso del prestito è minimo. Se la garanzia non c'e', il tasso che si paga è quantomeno salato.

Negli USA, la banca che vuole la liquidità in prestito deve presentare titoli che siano un minimo solvibili a titolo di minima garanzia. A fronte di tale garanzia la banca ottiene la liquidità ad un tasso minimo.

Invece, una banca sprovvista di titoli presentabili non è in grado di ottenere quel tasso minimo e deve pagare un tasso nettamente più alto.

Dunque, solo una banca con disperato bisogno di liquidità e la mancanza di titoli da presentare a titolo di garanzia è disposta a pagare quei tassi.

Un disperato caso di vita o di morte.


Conclusioni

Qualcuno cerchera' di spiegare quanto accaduto dicendo che è la solita distorsione della chiusura dell'anno fiscale, che negli USA si chiude a giugno.

Sicuramente la chiusura del FY09 ha contribuito, ma non è questo il punto. Anche se si tratta di un ammontare minimo, visto che non è dato sapere il volume prestato, comunque non è questo il punto.

Il punto è che stanno saltando ancora banche negli USA, ed il punto è che l'ultima volta che abbiamo visto qualcosa del genere è stato poco prima del crollo mancato del sistema bancario visto l'anno scorso.

E qualcuno (o più che qualcuno) è nei guai.

Chi sarà, lo scopriremo.

Saluti felici

Felice Capretta

19 commenti:

Anonimo ha detto...

ero in dubbio se l'anno fiscale della banche americane si chiudesse in ottobre oppure fosse data libera scelta. Ora salta fuori che chiude in Giugno... mah. Comunque la chiusura dell'anno fiscale delle banche USA è a mio avviso una data importante in quanto culmina con la frenesia di queste ultime nel restituire il TARP ricevuto, in modo che i loro CEO possano anche questa volta (l'ultima?) percepire il loro lauto bonus miliardario. Infatti, visto che i Tarp sono stati probabilmente usati per speculare a leva sul mercato azionario e su quello delle commodity, ecco spiegato i rally simultanei di entrambi, al contrario la loro attuale restituzione ha un effetto deprimente.
Ovvio che poi una volta che i CEO metteranno in tasca l'ultimo lauto bonus qualcosa mi dice che gli Stati dovranno intervenire a breve con altri trilioni per aiutare le banche casualmente ed imprevedibilmente di nuovo in difficoltà, anche alla luce del fatto che, esauriti tutti gli aiuti statali e le dilazioni nelle foreclosures, è in arrivo negli USA un'altra bella ondata di foreclosures, questa volta a scapito della fascia della popolazione appena sopra quella protagonista della fase subrime.
Quindi se tanto mi dà tanto a fine estate ci sarà da aprire ancora gli ombrelli..

Arsan

Anonimo ha detto...

un saluto a tutti.

la situazione bancaria attuale, come
descritta, deve solo fare pensare.
deve far pensare e sopratutto, fare capire, cosa è il denaro.
il denaro, non è altro, che un bene virtuale, tramite il quale viene esercitato il potere.
a causa di questo potere, l' uomo viene reso schiavo.
non dico che il denaro è male, ma l'uso che si fa .
tra una discussione e l' altra, siamo arrivati a luglio.
non tutti siamo nella situazione morale ed economica di un anno fa.

tante cose sono cambiate, tante cambieranno.


una cosa , che a noi italiani, interessa, in questo periodo, è l' attacco sfrenato , portato vanti contro berlusconi, da parte dei media, da parte della sinistra, ossia da una parte di potere legato alla goldman & sacsh.
un gruppo di potere che per certo non ha tanto amore per gli italiani.
l' amore per noi italiani, per la ns italia, non esiste nella ns classe politica.

quello a cui assistiamo è un vero tentativo di golpe, in bianco.
un vero gioco di potere.
questa gente , i politici, portano avanti i loro giochi, sulle ns spalle, sul ns lavoro, sul ns futuro.
tutto questo succede perchè abbiamo ceduto il ns potere, la ns dignità.

lasciate perdere le valutazioni economiche fatte dal personaggio del momento; lasciate perdere gli alti e bassi della borsa; analizzate le sfumature, gli andazzi della evoluzione di ogni situazione; è li, che trovate la realtà, la verità.

secondo me, allo stato attuale delle cose, è stata intrapresa la strada del non ritorno.
la consapevolezza generale è crollata.
abbiamo sacrificato una esperienza in nome del dio dollaro ed euro.

nel nome del petrolio e del gas, ci sono tutte le guerre in corso.

ricordate, il petrolio, in arabia è ancora pagato 15 centesimi al barile.

nessun politico,ha avuto l' idea di creare un gruppo di ricercatori che possa studiare e rendere beneficio di tuti, l' energia pulita, che permea la ns terra.
con questo sistema, nessuno di loro varebbe quadagni.

quando vedrete che le scelte fatte sono impersonali, allora e solo allora, avremo il cambio di consapevolezza, e in quella fase, inizierà una nuova era.

ma questo non è possibile , in quanto la situazione di pensiero, prodotta dalla classe dominante, non comprende questi concetti.
è difficile far capire a tanti, che siamo noi i creatori della ns vita.
ma una cosa ricordate, che tutte le situazioni, tutte le possibilità che incontriamo in questa vita, le abbiamo esaminato prima di questa incarnzione.
a noi rimane il libero arbitrio.
la possibilità di scelta di fronte ad ogni situazione.
smettiamola di fare i bambini capricciosi, agiamo da essere consapevoli.
nessuno verrà a salvarci, non esiste nessun salvatore, che si chiama gesu o budda.
solo noi, possiamo modificare e migliorare noi stessi.
lo so, che per tanti, è duro capire questi concetti; potrei parlare anche di altro, di economia, di finanza, ma rafforzerei uno stato di cose, che non porta a nessun miglioramento.
io parlo, scrivo,per ciò che ho dentro.
con affetto
franco

GustaV ha detto...

Per favore Felice, cita le fonti. Grazie.

ercole28 ha detto...

ciao a tutti
ciao Felice

indubbiamente il dato fuori scala che hai evidenziato colpisce assai...

se è una banca sola, magari è una delle 7 fallite nell'ultima ondata (da te prontamente segnalate), coi tempi ci siamo, no??

o pensi che si tratti di qualche "pezzo da 90"?????

non ti nascondo che io già sono in fervente attesa di metà luglio per il prossimo lavoro di europe2020.

ciao a tutti

Felice Capretta ha detto...

@GustaV

scorri al 30 giugno su newyorkfed.org :- )

se fai una ricerca storica noterai che il 20 agosto era stato raggiunto il picco del 5%, mentre il 15 settembre si è toccato quota 7% e nei giorni successivi 6%.

uhm, 15 settembre...uhm.


@ Ercole

Il GEAB 36 è stato l'ultimo prima della pausa estiva, tornerà a metà settembre...

saltui felici

felice

guru2012 ha detto...

OT express

ho trovato in rete questo:

http://dirittoallarete.ning.com/

chenepens?

GustaV ha detto...

Grazie Felice. Preciso come sempre.

Anonimo ha detto...

Dal 2000 al 2007 sono "saltate" 27 banche USA
Nel solo 2008 ne sono "saltate" 25
Nel 2009, fino ad oggi, ne sono "saltate" 52.
Negli ultimi 18 mesi di crisi le banche "saltate" sono 77.

fonte:
http://lagrandecrisi2009.blogspot.com/

Saluti:
guido

Anonimo ha detto...

Non è che tutta quella liquidità è servita a pagare i 134 miliardi sequestrati in chiasso??

Alex ha detto...

Sarei grata a chi riesce a darmi una informazione:
le Banche italiane ed europee sono oltremodo TENDENZIOSE e mi hanno fatto FRANARE e depauperato oltremodo i miei risparmi, vorrei capire su quale motore di ricerca internazionale e quale sito posso avere come riferimento per l'acquisto di TITOLI DI STATO:
Japan-JP
Us Treasury-US
Australian Governement-AU
Netherlands Government-NL
Kingdom of Denmark-DK
Canadian Government-CA
Belgium Kingdom-BE
Obrigacoes do Tesauro-PT
Swedish Government-SE
Norvegian Government-NO
Finnish Government-FI
Switzerland-CH
Australian Government-AU
New Zeland Government-NZ
Luxembourg Government-XSO

Woland ha detto...

Per quanto riguarda Dirittoallarete.ning.com, vi invito ad andare sul mio blog e consultare gli ultimi post.

Felice Capretta ha detto...

@guru2012, woland

non so, mi devo fare un'idea.
mi piace unire cio' che è diviso, ma non ho ancora compreso fino in fondo le finalità e il modus operandi.

intanto pero' mi sono gustato i post di woland e questo già è abbastanza :-)


@alex

mah, a chiasso trovi 134 miliardi di dollari in t-bond lasciati lì da due giapponesi di passaggio....:-)

scherzi caprini a parte, mi spiace, non ne ho idea.

saluti felici

Felice

Andrea ha detto...

non trovando la sua e-mail le posto qui un articolo interessante: http://blogs.reuters.com/commentaries/2009/07/05/a-goldman-trading-scandal/

saluti

Anonimo ha detto...

Mentre QUI e in molti altri blog filo-bolscevichi si parla della solita rinomata crisi e del papi col suo harem, ecco che si tralascia una delle vere notizie attuali.
Troppo attente ed occupate le capre ad augurare la morte al papa, troppo solerti nel quotare il prossimo woodland e romolenta, troppo faziosi altri ancora, ecatombe in cina.
Ma non per una ragione naturale, terremoto o chessia, no, semplicemente il controllo delle nascite ha partorito ALMENO 156 morti e quasi mille feriti.
Ma noi ben sappiamo come 'filtrano' bene notizie dall'est, e penso che i tappi per le orecchie sinistre caprine funzionino al meglio in questo.
Nè QUI, nè in altri blog, v'è menzione della notizia, STRANO.
E mentre anche il Partito dagli occhi a mandorla concede il volo agli States, v'è febbrile ricerca in qualche appiglio sulla notizia 'controllo delle nascite - parte I' da parte dei nostri affezzionatissimi blogghisti.
Vi prego non tirate fuori la solita scusa, il Papi era troppo accorto a Noemi e Obama a stampare vil danaro per sommergere le fandonie altrui...
Strano... ma vero.

Toh, una capretta kamikaze che vola!

Ecco laggiù il papa!

Dai che stavolta fai centro (sinistra)!?!?!

guru2012 ha detto...

@ anonimo

Qui si può trovare qualcosa sulla situazione in Xinjiang:

http://it.peacereporter.net/articolo/16549/Uyghuristan%2C+la+difficile+periferia

Anonimo ha detto...

STRANO ancora, ma in quell'articolo non si parla di morti.
Fosse successo in Francia, o toh, nel paese delle stelle e delle striSSie, sarebbero cadute caprette dal cielo gridando allo scandalo.
Ma una strage quasi peggiore alla pandemia dell'influenza appena arrivata, bhe, se è in cina è un 'problema di nazionalismo'

Bien Fait.
E voi carissimi ed affezzionatissimi lettori continuate a leggerVi ste sorbole propinate per vero.

Toh, una capretta con la stella di DEvid al petto.

Mah.
STRANO.

Anonimo ha detto...

@anonimo 15.46

certo che hai la mente un tantino contorta fratello :-)

se un blog non parla di una certa notizia, allora tutto il resto delle notizie che tratta sono spazzatura...mah...STRANO!

toh guarda, un anonimo troll
:-)

un carissimo ed affezionato lettore

Anonimo ha detto...

@ anonimo 15,46

ma il blog è del sig Felice.
sarà libero di scriverci quel che vuole.
potreste proporre una commissione di controllo...10 capre con gli occhietti a mandorla.

Anonimo ha detto...

@anonimo 15.46

se questo blog è così poco attendibile, vai a leggere altrove!
ecchec....