giovedì 9 luglio 2009

G8 e l'economia in affanno

Stimatissimi ed affeziona- tissimi lettori, vorremmo raccontarvi di un mondo in ripresa, in cui l'economia funziona bene e tutti sono felici. Ma vi racconteremmo di un mondo che non è vero, non per ora almeno.

Lasciamo dunque queste barzellette alle autorità di politica economica e guardiamo i dati effettivi.


Europa, PIL in discesa


Ancora giù il PIL nella zona euro: nel primo trimestre del 2009 è sceso del 2,5% rispetto ai tre mesi precedenti, mentre nell’UE è sceso del 2,4%. E’ il peggior calo dalla nascita dell’Euro, secondo Eurostat. Tutti i paesi, a parte Polonia e Cipro, hanno visto tassi negativi.

I paesi peggiori:
  • Germania -3,8%
  • Olanda -2,8%
  • Italia -2,6%
  • Austria -2,6%
Gli investimenti sono diminuiti del 4,1%, le esportazioni sono scese dell’8,8% e le importazioni sono diminuite del 7,6% nei paesi dell’Euro.

Ce ne dà notizia swissinfo.



Giappone, +8,2% fallimenti societari

Nel primo semestre 2009 sono aumentate le bancarotte societarie in Giappone e si attestano ad un +8,2% rispetto al semestre precedente, segnando così il record degli ultimi sei anni.

Il monte debiti è cresciuto del 47,3% .


Brasile-USA

Infine, durante l’incontro bilaterale USA-Brasile a margine del G8, secondo Reuters il presidente Usa Barack Obama e il presidente brasiliano Luiz Inazio Lula da Silva non avrebbero discusso del ruolo del dollaro come valuta di riserva.

Già.

Si sono guardati tutto il tempo in faccia e hanno giocato a chi resiste di più senza scoppiare a ridere.


G8 e il clima

Molto da ridere ci sarebbe anche sul'iniziativa ambientale del G8: tagliare le emissioni di co2 del 50%-80% entro il 2050.

Ma certo!

Anzi, perchè non tagliarle del 1000% entro l'anno 3000?

Oppure del 10000% entro l'anno 10000?

Tutti concordi? Si metta ai voti.


Dichiarazione finale del G8 (anticipazione):

Perchè salvare il pianeta.. blah blah etc etc.

La crisi economica...blah rilancio blah blah fiducia etc blah pompose dichiarazioni blah


Letto, firmato, controfirmato, e chi s'e' visto s'e' visto.

Pagano i soliti.


saluti felici

Felice Capretta

39 commenti:

Anonimo ha detto...

Sei unico!!!!! Se non esistessi bisognerebbe inventarti!!!!
Ciao e buona giornata!!!
Elisa

Felice Capretta ha detto...

ha ha grazie elisa :-))

saluti felici

felice

Anonimo ha detto...

un saluto a tutti.

sono rientrato da poco; anche questo mese ho gia fatto qausi 4000 km,in giro per l' italia .

posso assicuare che l' economia è sempre peggio.
la maggior parte delle aziende del nord est, chiudono per ferie dal 20/07 alla fine di agosto.
tanti non riapriranno.
nel centro nord, tra settembre ed ottobre, la media azienda non avra la forza per andare avanti.

ad onore del vero, gli accordi fatti da berlusconi e putin, sul nuovo gasdotto, ha portato un po di lavoro a tre aziende italiane.
una è di padova, una di bergamo, una in friuli.
queste commesse, garantiscono un programma di lavoro, a queste aziende per alcuni mesi.
queste sono commesse che non possono portare vantaggi ad a tanti.
parlare oggi, con il senno del poi, è vedere che tutto ciò di cui abbiamo parlato, da dicembre da oggi , purtroppo si è verificato.
pertanto, alla luce di quanto sopra, posso affermare che i prossimi mesi, la situazione economica non miglioreà.
non dico che tutto si ferma, ma il 70% delle aziende sarà costretto a ridimensionarsi; ossia, tagliare dipendenti, limitare investimenti.
a chi ha la forza morale, ma sopratutto economica, riuscirà a resistere anche dopo la primavera del 2010.
una considerazione da fare; il g8, senza cina, si chiuderà con tante belle parole, preparate in anteprima .
la politica si scontrerà con i veri padroni dei soldi.
tutto andrà verso una fase di appiatimento e mancanza di forze.
in quel momento, si alzerà una voce , che indicherà la necessaria ed inevitabile creazione di un organismo unico per la gestione dele monete e delle finanze.
nel frattempo, vedremo la fine del dollaro.
un abbraccio
franco

Felice Capretta ha detto...

ciao franco,
per il lavoro che fai e per come lo fai sei un indicatore molto sensibile di come sta andando l'economia italiana in particolare.

le informazioni (economiche, ma come sappiamo non solo economiche) che scegli di condividere sono a mio avviso particolarmente rilevanti e di sicuro interesse per tutti noi.

dunque mi sento di rivolgerti un sincero grazie di cuore, penso anche a nome di molti affezionati lettori :-)

saluti felici

felice

Anonimo ha detto...

un saluto a tutti.
un garzie a te, felice, per il tuo impegno e per la possibilità che offri a tutti.
con affetto
franco

Anonimo ha detto...

@ franco

x il lavoro che fai e per come lo fai sei di enorme aiuto, x i km che fai sei di aiuto alle case automobilistike :)))
SImbetto

Anonimo ha detto...

CORRIAMO IL RISCHIO CHE VENGA CREATA UNA SUPER-BANCA MONDIALE.
IN BALIA DELLE LOBBY
http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=print&sid=6086

siamo alle solite
http://lagrandecrisi2009.blogspot.com/2009/07/siamo-alle-solite.html

Anonimo ha detto...

Felice,
Un affezzionato lettore ti confesa che , leggere tutti questi "meno percento" li coglie come buone notizie, come la fine prossima di un sistema insostenibile . ....Avanti cosi !
Piero

Gaia ha detto...

" Perchè salvare il pianeta.. blah blah etc etc.

La crisi economica...blah rilancio blah blah fiducia etc blah pompose dichiarazioni blah "

Ahah! Grande.. Una sana risata quando ci vuole ci vuole :)

E a proposito di sane risate.. secondo me aveva ragione quel tale: una risata li seppellirà.

buoni giorni
_gaia_

Goodlights ha detto...

ciao a tutti!

concordo con te piero.

fino ad un po' di tempo fa (non molto ad essere sincera), stare a guardare il mondo che andava a rotoli, mi metteva ansia.

ora non più.
ora non vedo l'ora che crolli per ricostruirlo su basi diverse.

più vere.
più solide.
più umane.

saluti affettuosi!
Goodlights

Anonimo ha detto...

un saluto a tutti.
@simbetto
faccio un lavoro che ho scelto io, lo faccio con amore e dignità.
in questa fase in cui tanti hanno problemi, io , sia come persona, sia come azienda non ho problemi.
per questo, e per altro ancora, posso affermare che nella vita niente è causale, e che tutto ciò che siamo, che abbiamo è il risulatto dei ns pensieri.
adesso esco, vado a correre a piedi.
con affetto
franco

Goodlights ha detto...

@franco
"per questo, e per altro ancora, posso affermare che nella vita niente è causale, e che tutto ciò che siamo, che abbiamo è il risulatto dei ns pensieri."

mai come ora ho sentito vera questa frase.

un abbraccio!
goodlights

Anonimo ha detto...

LaRouche: il mondo ha bisogno di energia nucleare per sopravvivere.
Ogni altra cosa, specialmente le tecnologie "verdi" come i pannelli solari o i mulini a vento, sarebbero l'equivalente dell'omicidio di massa.

http://www.movisol.org/09news086.htm

Taoista ha detto...

grazie Felice per le notizie dai .

grazie a Franco per la sua testimonianza


saluti


taoista

Ps: sul fatto che io tifi o meno per il crollo del sistema non mi esprimo , altrimenti scoppiano altre discussioni . chi mi conosce una idea se l'è sicuramente fatta .

rumenta ha detto...

_gaia_:

E a proposito di sane risate.. secondo me aveva ragione quel tale: una risata li seppellirà.

credo che fosse QUESTA la risata, e come vedi viene da molto lontano nel tempo....

buoni giorni anche a te

Anonimo ha detto...

... E quindi, brindiamo al futuro! Che riposi in pace! ;-)

Anonimo ha detto...

franco dice:
"posso affermare che nella vita niente è causale, e che tutto ciò che siamo, che abbiamo è il risulatto dei ns pensieri."

si si si, perche' siamo noi che creiamo la nostra vita, anche se non ne siete convinti accade cio' che pensate.
e' un momento magico, lo so che la maggior parte ancora non lo avverte ma il cambiamento grosso sara' a livello spirituale, sara' che capiremo cos'e' veramente la creazione, cos'e' la materia e cosa lo spirito.
la vita e' un gioco, non c'e' niente di serio e, come mi ha detto poco tempo fa una persona cara, l'unica regola e' che non ci sono regole, potete creare tutto cio' che volete.
seguendo il cuore poi diventa di una facilita' estrema... e la felicita' diventa la regola.

indopama

Goodlights ha detto...

"Gli interventi sui tassi offriranno "un sostegno alle famiglie e alle imprese". Ad assicurarlo è la Bce che prevede: "Crescita entro la metà del 2010'"

mha...
:-)))

Goodlights

Goodlights ha detto...

assolutamente off topic :-)

felix?

che fine hai fatto gattaccio? :-)))
non te la sarai davvero presa per il nostro "amico" dalle mille identità?

dai, dacci un segno che lo sappiamo che ci leggi e muori dalla voglia di digitare!

saluti affettuosi!
Goodlights

Shia ha detto...

http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=6086

caro Felice ... cosa ne pensi??

Tnx ^__^

Do ut Des ha detto...

Guardateli tutti e 9
(http://www.youtube.com/user/duffyMM#play/user/84C021D0EE75FB69)

Anonimo ha detto...

Bravo Felice,ti seguo sempre con interesse....!
Massimo

Anonimo ha detto...

Bello...soprattutto la riduzione del 1000% entro l'anno 3000.
Mi sembra un'obbiettivo ambizioso ma raggiungibile per chi come sa trovare l'ardimento necessario per lasciarsi guidare dalla sua più lucida follia.

Grazie per questo blog. Lo leggo quasi tutti i giorni; c'è aria fresca per il mio cervello.

menohopiusono

Anonimo ha detto...

Forse e' fanta-fantasia, ma si parla anche si questo: su alcuni blog americani ci sono rumors su un possibile "bank holiday" a settembre..

http://truthseekerblog.blogspot.com/2009/07/possible-banking-holiday-in.html

Dado

RobertoLara ha detto...

@ Indopama
Una curiosità. Ma tu vivi a Bali?
RobertoLara

Taoista ha detto...

.... e questa volta sono completamente d'accordo con Indo .
bellissimo commento

saluti a tutti

taoista

Felice Capretta ha detto...

@shia

si, letto... uhm.

è evidente che stiamo andando nella direzione della creazione di una serie di strutture sovranazionali.

questi sono centri di potere particolarmente difendibili e dunque il potere che da lì si puo' esercitare è particolarmente inattaccabile.

puoi andare a prendere per il bavero il direttore della filiale della tua banca, ma non puoi riservare lo stesso trattamento al presidente della medesima banca con facilità.

figurati se puoi andare a prendere trichet.

e un presidente di una banca centrale mondiale..?

se consentiremo la creazione di questo, come umanità, dipende da noi.

e mi si permetta di aggiugnere che a mio avviso non è rimasto più molto tempo per decidere cosa vogliamo creare..

saluti felici

felice

fabio ha detto...

Puntiamo sulla scec

solidarieta' che cammina e rinformaziamo l'economia locale,
basata su monete locali

fabio ha detto...

mi ero dimenticato cercate

http://www.centrofondi.it/

http://www.arcipelagoscec.org/

e' l'unica alternativa altre non ne abbiamo

FelixTheCat ha detto...

@ Goodlights

Birichina!! :-) Lo sai che non ti farei mai il torto di non risponderti... ;-)

Ebbene, il gattaccio è più vivo che mai con unghiette affilate pronte a graffiare...(!) ma fino ad ora ha rinviato per non rovinare i bei post del nostro buon Felice e la rinnovata atmosfera costruttiva e di concordia post troll. Impegni pressanti fanno il resto.

Con riferimento a quanto dici ecco un assaggio per farti capire come vedo la situazione e relativi sviluppi:

dicevi:
"...stare a guardare il mondo che andava a rotoli, mi metteva ansia.
ora non più.
ora non vedo l'ora che crolli per ricostruirlo su basi diverse."

Comprendo e condivido ma temo che dovrai non farci affidamento. La mia visione è che l'unica che crollerà di certo sono le "illusioni" di tanti ingenui più il tenore di vita di altrettanti. Il turbo-capitalismo è più vivo che mai. Negli ultimi vent'anni le ha fatte grosse, lo sapeva e ora cambierà pelle alla velocità di uno squalo sempre affamato come è nella sua "perfetta" natura.
Nel frattempo, sfruttando il panico che i manovratori hanno essi stessi seminato, si doterà di più ampi poteri (una delle tante versioni possibili di NWO) e sarà più forte che mai per svariate altre decine di anni. Tra uno o due anni ripartirà un altro giro di walzer con la ricchezza ulteriormente consolidata e moltiplicata per il vertice come non mai nella storia etc. etc.

I popoli nel frattempo avranno sempre più piaghe (da decubito) per la loro totale e sostanziale inanità culturale e mancanza di una qualsiasi forma di organizzazione che rappresenti i loro interessi. Più o meno (direi meno) come sempre.
Mi raccomando non mi fraintedere, non è una supponente reprimenda generica verso i "popoli". Ci sono anch'io dentro, come tutti. E' solo una fredda constatazione dello stato dei fatti, niente di più. E non è neanche il pessimismo frutto di una nottata insonne.
Questo il quadro generale. Nel particolare ovviamente è legittimo e giustissimo fare qualcosa: dalle azioni di sopravvivenza individuali (orticelli e borghi da rendere redivivi etc.) alle "attività di semina" per superare l'ignavia generale (attività solidali, consumi eco-sostenibili, scec e quant'altro). Ma non facciamoci prendere da patemi da Armageddon prossimo venturo perché penso proprio siano energie sprecate.

Insomma, mai come oggi "primum vivere..." è l'attività da mettere al primo posto senza tanti complimenti e buonismi di maniera (i nostri burattinai non ne fanno, ecco perché sono i più forti) e negli anni che verranno Dio solo sa quanto ne avremo bisogno.

Ma ne riparleremo prossimamente... ;-)

Per ora ti auguro un fine settimana bello e rinfrancante. :-)

rumenta ha detto...

fabio,
ti prego..... NON quelle cose lì....

Felice,
io a questo punto spero nel botto.
perchè questi vanno avanti per la loro strada nell'inconsapevolezza generale, e quando i giochi saranno fatti ormai sarà tardi.... per tutti.
io nel mio piccolo faccio quel che posso per svegliare quelli che conosco, ma quando parlo di certe cose mi guardano con una faccia.....
e poi saranno così occupati a sopravvivere che si lasceranno fare di tutto.
sinceramente non nutro grandi speranze.....
si era capito, sì??

;-)

niforcheri@tiscali.it ha detto...

Magari rimanessimo "esclusi" da Schengen per sempre con un po di sani controlli alle frontiere (come fa la GB del resto)...
Questa è sempre la sindrome italiota di temere di essere sganciati dall'Europa...
Mentre gli italiani non si rendono conto che oltralpe hanno molto piu bisogno di noi di quanto non ammetteranno mai e di quanto non ne abbiamo noi di loro che pertanto non solo non ci molleranno mai - nel senso negativo del termine - ma se anche tutto il popolo italiano volesse mollare l'Europa o allentarne alcune politiche con gli opting out fatti su misura per GB e altri paesi sulle piu svariate materie non ultima quella dell'euro, punterebbero i missili su di noi, rinforzerebbero la presenza della NATO, assieme ad altri trucchi come un megapompino gate per il presidente di turno, minacciato di essere definito un caudillo fascista arrogante puttaniero e dittatoriale.

Per cui trovo il timore di felice capretta del tutto fuori luogo. semmai mi preoccuperei del fatto che la germania contrariamente alle dichiarazioni benevole, ci molli proprio nell'unica cosa in cui non ci dovrebbe mollare fino a quando siamo nell'euro: nella politica monetaria. Ma è proprio quello che succede. Mentre essa allenta la portata del trattato di Lisbona, non molla le pressioni per l'euro forte e la sempiterna lotta all'inflazione - che in realtà è solo una megaspeculazione sui tassi di cambio euro dollaro - nonostante tutte le sofferenze dei popoli europei e l'UE invoca continuamente il rispetto stretto dei parametri di Maastricht, vero suicidio di popoli.

Anonimo ha detto...

Il gattone con gli occhiali è sceso dal tetto.

Felix, ma cosa dici?
Sei un disfattista del cazzo!
Ci siamo quasi al BOOM!
Il BOOM, lo capisci?
Dopo 3000 schifosi anni di capitalismo siamo finalmente alla resa dei conti.
Lo capisci gatto nero portasfiga che non sei altro?

Dillo, forza, dillo che Goodlights è una patetica credulona destinata all'eterna frustrazione!
Parla chiaro per una volta.
E invece te lo dico io che qui non c'è spazio per gli intelligentoni iper-scettici come te.

Forse non siamo alla tua altezza, ma almeno abbiamo degli ideali.
Lasciaceli ...e tornatene sul tetto a leggere i tuoi libri.
Grazie

Re Gilardino

FelixTheCat® ha detto...

@ Rumenta

Ovviamente il precedente post è di ratto-Gilardino.

(Come meglio specificato nel mio commento del 10 luglio 2009 15.25)

rumenta ha detto...

FelixTheCat®:

@ Rumenta

Ovviamente il precedente post è di ratto-Gilardino.

(Come meglio specificato nel mio commento del 10 luglio 2009 15.25)


ovviamente.
lo "stile" del mentecatto è inconfondibile....

Felice Capretta ha detto...

fatta pulizia eliminando qualche clone disutile.

saluti felici

Felice

italiano_schifato ha detto...

Ciao un caloroso saluto a FElice capretta e atutti i suoi affezionati lettori. Aggiungo la mia opinione. Il capitalismo è in crisi ed ovviamente sto scoprendo l'acqua calda; ma è in crisi in occidente; e' in crisi il capitalismo maturo; il capitalismo è in forte ascesa in Asia e particolarmente asia centrale e medio oriente, in america latina, e piu' avanti sara' interessata allo sviluppo anche l'africa. Per la caduta del saggio di profitto, il capitale preferisce investire altrove, dove e' garantito un ritorno sugli investimenti molto piu' alto per tanti motivi (costo della mano d'opera bassa, tasse inferiori, ecc..) Guardate i dati sugli investimenti diretti all'estro degli USA ad esempio per rendersi conto di questo grande spostamento di capitali. Per farla in breve il sistema (capitalistico) è in espansione verso zone vergini ed almeno per il momento non crolla... sparisce la general motors, la numero 1, ma le nuove fabbriche di auto (India, Pakistan, Iran...) come sono state costruite? Con gli investimenti arrivati dagli USA e paesi occidentali; il capitale si sta ristrutturando. Ovviamente poesno che proprio la caduta del saggio di progitt di marxiana memoria indica proprio che alla fine il sistema crollerà. Per il momento si sta ristrutturando. Mi piacerebbe ascoltare l'opinione di felice a riguardo. Ciao mi firmo italiano schifato e consiglio un articolo un po vecchiotto su agoravox, ma che ho letto solo oggi ed anche per questo chiedo l'opinione di Felice). http://www.agoravox.it/Crisi-economica-Le-previsioni-il.html Ma esiste secondo te, la relazione tra PIL e mercati norsistici? Ciao e grazie

italiano_schifato ha detto...

Ci sono alcuni errori nel mio post precedente. Mi sembrano tanti (Ho scritto in fretta e con difficolta' non so perche' nobn vedo il cursore...); solamente riformulo l'ultima domanda posta a felice. Esiste la relazione tra PIL e mercati borsistici? Spero possa darmi una risposta all'inquietudine sorta a seguito della lettura dell'articolo letto e che consigliavo nell'URL

Felice Capretta ha detto...

@italiano_schifato

ciao, la realazione tra mercati finanziari e PIL a mio avviso esiste come tendenza: a logica, un'economia che cresce gode tendenzialmente di mercati in crescita, le aziende fanno più utili, il che si riflette sui corsi azionari.

in quest'ottica l'rticolo linkato è piuttosto interessante, ma la relazione a mio avviso non è così stretta ma è, ribadisco, una tendenza.

saluti felici

felice