mercoledì 14 aprile 2010

Eni, Gazprom, EDF e la dissezione geopolitica globale

Mentre i giornali di oggi ci ricordano lo sguardo di Olindo Romano a processo per la strage di erba, evocando con dovizia di dettagli il numero di gole tagliate quel giorno anzichè porsi alcune domande sulle ragioni di certi eventi, poco spazio è stato concesso a quest'altra notizia apparsa su Reuters di recente riguardo al South Stream, che evoca segni di dissezione geopolitica globale.

Eni e Gazprom: avanti con Parigi sul South Stream

Eni e Gazprom confermano il loro impegno a sviluppare il progetto South Stream, il gasdotto destinato a trasportare il gas russo in Europa, passando sotto il Mar Nero, bypassando l'Ucraina.

In un comunicato congiunto il presidente di Gazprom, Alexey Miller e l'AD dell'Eni, Paolo Scaroni - che si sono incontrati a Mosca - sottolineano la volontà di completare lo studio di fattibilità relativo alla sezione off shore del gasdotto.

Le parti concordano inoltre un'accelerazione delle attività della joint venture South Stream AG.

Le due compagnie confermano inoltre il loro supporto all'ingresso nel progetto di EdF e si impegnano ad avviare la fase negoziale con la società francese

si legge nella nota che risponde alle voci di contrasti fra i due colossi per la realizzazione del progetto, emerse venerdì scorso.

Il comunicato non dettaglia, tuttavia, sulla quota da destinare al colosso dell'energia francese che potrebbe oscillare fra il 10 e il 20%. Ancora non è certo se, per consentire ai francesi di entrare nel progetto, ci sarà una diluizione pro quota fra Eni e Gazprom o solo del gruppo italiano. [...]

Venerdì scorso, inoltre, un dirigente di Gazprom aveva accusato Eni di bloccare lo sviluppo di South Stream, secondo quanto riporta la stampa. Contrasti che sarebbero poi stati smentiti.

Tornando all'incontro odierno fra i due numeri uno di Gazprom ed Eni, è stato raggiunto, inoltre, un accordo sull'entrata dei russi nel progetto Elephant Libia.

L'accordo dettagliato sarà finalizzato nei prossimi giorni e quindi sottoposto per approvazione alle autorità libiche.

L'avvio della produzione del giacimento Samburskoye è confermato per il 2011. Il plateau di produzione di 150.000 barili di petrolio equivalente al giorno è atteso dopo circa due anni dall'avvio della produzione.

Continua dunque a montare e si estende a Parigi il disallineamento italo-turco-russo alla strategia energetica del blocco anglo-israelo-americano, che vede il South Stream come il fumo negli occhi in quanto concorrente di Nabucco.

Segnali di dissezione geopolitica globale?

Sintomi di incrinatura sull'asse occidentale-israeliano?


Netanyahu evita il confronto sul nucleare


Fatto sta che Netanyahu, dopo essere andato via da Washington alquanto perplesso, non ha partecipato al più grande summit nucleare dal 1945 tenutosi a Washington, dopo che Turchia ed Egitto hanno sollevato il problema dell'arsenale nucleare israeliano.

Ha partecipato il suo vice.

Da Repubblica:

La decisione è stata presa - spiegano i funzionari citati da 'Haaretz' - nel timore che un gruppo di paesi guidati da Egitto e Turchia chieda che Israele aderisca al Trattato di Non Proliferazione Nucleare.

Aderire dunque al Trattato di Non Proliferazione Nucleare?

Giammai.

Anche perchè questo costringerebbe Gerusalemme a dover aprire il reattore nucleare di Dimona (e gli altri reattori, se ce ne sono altri) agli ispettori dell'AIEA, o a subire sanzioni qualora non lo facessero, come per esempio accade oggi a Teheran che invece al TNP ha aderito ed aderisce.

A tutt'oggi, tra l'altro, Israele nega di avere un arsenale nucleare (stimato tra 100 e 300 testate già belle e pronte all'uso, quasi quanto la Gran Bretagna) e non consente le ispezioni dell'AIEA.

Ma invoca sanzioni contro Teheran.

Già.

Ehi guarda, una capretta israeliana che si illumina nel buio.

Saluti felici

Felice Capretta

78 commenti:

luigiza ha detto...

Sempre a prendersela coi fratelli maggiori, che come tali, come tutti ben sanno, sono sempre i più saggi.
O forse solo i più furbi ?
Chissà se é vero che i fessi li si battezza. Mah !
luigiza

marvek58 ha detto...

da Maurizio Blondet:

==============================
«L’ambasciata israeliana a New York City è un punto caldo radiattivo». L’articolo in questione narra come l’antiterrorismo americano abbia condotto una prospezione aerea con elicotteri sulla città di New York per identificare eventuali fonti di contaminazione radiattiva. Ne ha scoperto un’ottantina (per lo più vecchi ammassi di rottame ferroso e un parco pubblico), ma una in particolare, molto forte: «Una forte punta di radioattività dall’area della ambasciata israeliana a Manhattan East Side».
Dico subito che è una notizia vecchia, del 16 ottobre 2006, riportata da giornali locali e ripresa solo dal Cleveland Indymedia Center, notiziario alternativo. Indymedia prevedeva che «il punto caldo (hot spot) radioattivo» dell’ambasciata sarebbe diventato «un punto caldo politico». La previsione non s’è avverata, il che non ci stupirà troppo: nessuno ha indagato sul come e il perchè l’ambasciata israeliana a Manhatta emanasse un così «stupefacente picco di radiazioni».
===============================

Anonimo ha detto...

a proposito di radioattività.....

astabada ha detto...

@Markev58

Una volta avevo scherzosamente detto che l'unico motivo per cui l'America e' cosi' succuba di Israele e' che Tel-Aviv abbia piazzato qualche testata atomica in qualche bunker sotto una o piu' metropoli d'oltreoceano.

Adesso la cosa diventa sinitra...

astabada

Anonimo ha detto...

A tutt'oggi, tra l'altro, Israele nega di avere un arsenale nucleare (stimato tra 100 e 300 testate già belle e pronte all'uso, quasi quanto la Gran Bretagna) e non consente le ispezioni dell'AIEA.


E' la stessa cosa che fa l'Iran (beneamato dai blogghisti).
Toh, una capretta allineata che da della pecora al montone!

Max ha detto...

Scusa Anonimo delle 13,27:

l'Iran, fino a prova contraria, non ha ancora armi nucleari. Mentre l'arsenale di Israele é valutato fra le 100 e 300 testate.

E se ti sembra una differenza da poco: preferiresti essere bombardato da una bomba atomica che non esiste o da 150 (media matematica) che esistono?

Abbraccio!

Anonimo ha detto...

http://www.youtube.com/watch?v=q7yD_SVK7Yw&feature=player_embedded

Anonimo ha detto...

Max 14 aprile 2010 13.55

Sei così sicuro che l'Iran NON ha testate atomiche (idea che fa ridere perchè è solo una scusante, le testate atomiche ce le hanno pure in Burundi)?
Perchè SIA l'Iran che Israele NEGANO le ispezioni.
QUINDI sono uguali.
Ma non agli occhi di tutti.

Max ha detto...

Anonimo 14:48:

Il generale James Cartwright, vice-capo di stato maggiore USA, afferma che Teheran potrebbe fabbricare un'arma atomica nel giro di un anno se decidesse di farlo, tuttavia necessita da tre a cinque anni per produrre una bomba che possa utilizzare. (The Denver Post del 4.4.10).

Pensi che se l'Iran possedesse giá armi atomiche gli USA non sarebbero i primi a strillarlo ai quattro venti?

L'Iran domina il processo per l'arricchimento dell'uranio e conta con un numero sufficiente di centrifughe per produrre la versione militare del minerale.

Ma altra cosa é piazzare il tutto su di un missile e far sí che tutto funzioni senza, possibilmente, che esploda quando ancora é sulla rampa di lancio (cosa, riconosciamolo, piuttosto antipatica).

In questo campo Israele possiede giá una buona esperienza.
I primi test nucleari israeliani avvennero in Sud Africa nel 1991, quando era vigente il vecchio regime (eh si, perché ad Israele piaceva il regime dell'apartheid); esistono voci secondo cui Gerusalemme potrebbe essere in possesso di armi nucleari giá dagli anni '70, tuttavia non esistono conferme.

Secondo il fisico e ingegnere israeliano Mordechai Vanunu, Gerusalemme nel 1986 possedeva materiale sufficiente per un arsenale di 200 testate atomiche. E questo detto da un israeliano...

Abbraccio!

Mario B. ha detto...

La storia non insegna niente, nemmeno quella recente.

ARMI DI DISTRUZIONE DI MASSA IN IRAQ!

La differenza tra Israele e Iran?
Entrambi fanno i propri interessi, ma il primo controlla buona parte dei mezzi di informazione di massa per cui viene fuori che è il secondo che è cattivo.

L'Iran non deve avere l'atomica, è giusto invece che ce l'abbiano i paesi vicini, tipo Israele, Pakistan (paese stabile, sicuro e democratico eh?), India ...

Non preoccupiamoci, c'è lo scudo spaziale americano che ci proteggerà dai missili iraniani.
Ma perchè lo vogliono mettere in Polonia?
Datemi una cartina geigrafica, credevo che l'Iran fosse più in basso ... ma è più in basso, allora mi stanno prendendo per il culo!
Per l'ennesima volta!!!

Anonimo ha detto...

Tu fai credere che costruisci l'atomica e tutti vengono a controllare. In realtà un tuo amico che ce l'ha già te ne ha già portata una pezzo per pezzo e tu la stai montando con tutta calma fuori dall'attenzione degli ispettori. Quando poi hai finito di montarla dici" Va bene! Non la faccio più! smetto!" Così ti tolgono anche le sanzioni. Intanto il dubbio che ce l'hai l'hai messo in circolo così i tuoi nemici prima di smollartene una ci pensano un po' di più...

Mononeurone

Anonimo ha detto...

interessante articolo su asianews su iran-israele-usa-uk.

Mario B. ha detto...

@Mononeurone

La teoria del pazzo (o del folle) è un tipo di politica estera che punta a spaventare i propri nemici convincendoli che li si potrebbe attaccare con reazioni enormemente sproporzionate, cioè appunto da pazzi.
Un ingrediente necessario della teoria del pazzo è la disponibilità di armamenti pericolosissimi e inarrestabili, come le armi atomiche.
da wikipedia

Anonimo ha detto...

@mario

sono d'accordo. Secondo me lo scopo è di spingere Isrele ad agire impulsivamente e a muovere un attacco che lo metterebbe in cattiva luce e lo farebbe passare agli occhi di tutto il mondo come indifendibile. L'Iran sa che Israele tende ad essere molto impulsivo. Questo romperebbe lo stroico legame con gli Usa che sono già nella bagna per altri motivi e sarebbero un po' svogliati nel mettersi in una guerra solo per questioni di principio. Poi vabè non sono uno stratega... non so se è così, ma mi sembra un perido di provocazioni per saggiare la reale forza dell'avversario. C'è qualche parallelo con la la questione cubana ai tempi di Kennedy?

Mononeurone

Anonimo ha detto...

Io non capisco una cosa.

Oltre all'avere le testate occorre prendersi cura anche dell'aspetto
tattico, diciamo, ovvero come utilizzarle.
Credo sia inutile averne 10, 200 o 1000 nel cassetto, poi come le piazzo?
Lancio 200 missili intercontinentali? Ci vuole un'infrastruttura degna
dell'URSS nei giorni migliori.
E poi le ritorsioni quali sarebbero per un paese geograficamente irrilevante?
Dopo pochi dal lancio la probabilità di sopravvivenza di tutta
la sua popolazione sarebbe circa lo 0%.

Altra cosa. Perchè un piccolo paese dovrebbe costruirsi armi nucleari?
Non fa prima a comprarne già belle che fatte?

Io credo che le armi nucleari veramente importati oggi siano quelle tattiche,
le mini nukes non le grandi testate, quelle che non lasciano traccia.

Il pericolo maggiore però rimane sempre quello degli incidenti, c'è troppa
roba obsoleta in giro.

http://www.youtube.com/watch?v=V3Iz2cPvKcI

Fede

Anonimo ha detto...

Bomba atomica: colei che ha prodotto gli ultimi 65 anni senza guerre tra superpotenze. Se la togli allora si che iniziano i casini.

Anonimo ha detto...

richiesta di esperimento.

1) andare sul sito del comune di Grugliasco
2) entrare nel forum
3) scrivere risposta al post "Centro commerciale Le Serre"
fingendosi ( molto educatamente )indignati sul fatto che è brutto esteticamente.
4) verficare nel tempo se una forza organizzata sul web può avere effetti nella realtà senza violare nessuna legge. Vediamo se l'ammisistrazione reagisce.

alina ha detto...

Nel video di 14'48 girato sul luogo dell'incidente del presidente polacco si sentono degli spari e, ancora più agghiacciante, si vedono delle gambe di una donna che si muovono sotto i rottami ( minuto 44). Nei commenti si discute sul fatto che ci possano essere stati dei sopravvissuti ! Non si è mai parlato di sopravvissuti?
Ciao

Felice Capretta ha detto...

@ fede


Sottomarini tedeschi a israele, 2006


poi credo che ad israele interessi molto poco avere capacità nucleare strategica, per la quale occorrono missili intercontinentali e silos grossi così.

A mio avviso, a loro basta avere gittata sufficiente a minacciare i suoi potenziali nemici nell'area che va, diciamo, dall'egitto fino al pakistan. in pratica, i musulmani.

poi se nella gittata entra anche una bella fetta d'europa e un pezzo di russia, ben venga.

Ed inoltre serve avere la cosiddetta second strke capability. Vale a dire che se per caso uno impazzisce e nuclearizza l'intera israele, israele deve eavere la capacità di restituire la cortesia nucleare con gli interessi. la certezza di essere incenerito induce anche il più folle a ragionare, solitamente.

i sottomarini nucleari servono anche al secondo scopo.

poi, vai a sapere cosa c'e' nel deserto del negev....

saluti felici

Felice Capretta

Anonimo ha detto...

insomma, abitare in italia è sicuro o no?

Anonimo ha detto...

nessuno è sicuro dall'atomica

Anonimo ha detto...

mi pare chiaro che la deterrenza consista proprio in questo: generare paura. Paura di subire una rappresaglia potenzialmente distruttiva.

Sicuramente israele possiede "la bomba" ma altrettanto sicuramente non ha intenzione di usarla. Non credo esista un uomo sulla terra che vede bene la possibilità, concreta in caso di guerra, di un inverno nucleare.
Ad ogni modo le armi nucleari sono ormai obsolete. Il futuro, non solo a livello militare, è delle nanotecnologie.

Marco

Anonimo ha detto...

beh, ci saranno degli obiettivi, non le avranno puntate a caso, in ogni modo non capisco chi si dovrebbe fare la guerra nucleare.

buttiamo una bomba sulle seychelles? sono loro il pericolo?

dire che nessuno e' sicuro dall'atomica vuole dire avere paura di guardare in faccia la realta' perche' dentro di voi la sapete benissimo chi sono i principali obiettivi, la guerra atomica non si fa agli inermi, a quelli basta una pistola per convincerli ad ubbidire.

ancora una volta si parla di un argomento facendo finta di niente, senza parlare del lato che piu' coinvolge il nostro quotidiano, cioe' quello della possibilita' di prendere una bomba in testa.

c'e' si o no?
quanto e' alta questa possibilita?
come fare per eliminarla o per lo meno renderla accettabile?

non fare la guerra alle altre persone, amarle come vorremmo fossimo amati noi. lavorare insieme per fare cio' che ci piace e risolvere i problemi e siccome adesso sto dove sto lo posso fare solo con le persone che ho vicino.

ma se continuo a parlare di 6.000, 30.000, se continuo a dare i numeri del lotto non arrivo da nessuna parte. solo puro gossip mentre la vita vera ce l'ho di fianco a me, solo che ho paura di affrontarla... per questo guardo lontano.

indopama

Marco ha detto...

Caprinissimo Felice sto scrivendo un articolo sul caso polacco. Ho il tuo permesso di riportare uno stralcio del tuo articolo tra "" mettendo il link al tuo articolo sotto?

Grassssssie

Anonimo ha detto...

@indopama

l'atomica non colpisce solo dove esplode e non colpisce solo quando esplode. Non c'è bisogno che ti cada in testa

Felice Capretta ha detto...

@ marco

con link attivo all'articolo originale e al blog puoi pubblicare quello che vuoi, anche la mia foto alla festa di laurea (ammesso che la trovi :-)

Marco ha detto...

Trovata!

http://www.luresext.edu/GOATS/index.htm

Grazie :P

Anonimo ha detto...

15 aprile 2010 08.44

dipende da che tipo di atomica, non sono tutte uguali.

in ogni caso noi siamo ancora qui dopo migliaia di test atomici per cui la storia delle radiazioni e' utile per mantenere la gente nella paura e ci riesce bene.

indopama

Anonimo ha detto...

http://it.wikipedia.org/wiki/Arma_nucleare

Anonimo ha detto...

http://it.wikipedia.org/wiki/Bomba_al_neutrone

edo ha detto...

E chi ha paura di un'arma vecchia e oltrepassata??

L'atomica ha più di 70 anni...

Ormai ci sono cose molto più letali e pulite...

Mario B. ha detto...

"Ormai ci sono cose molto più letali e pulite..."

Tipo erogare un mutuo al 130% a chi sai che a breve perderà il posto di lavoro e quindi anche la casa?

Marco ha detto...

Linko il mio articolo sull'incidente polacco dove ho utilizzato anche parte del materiale caprino.
E' il mio primo articolo...forse un pò acerbo ma ci ho messo tanto tempo e molto impegno (e gran parte della mia giornata in ufficio :P)

http://puntodiorigine.splinder.com/post/22563869/911+polacco

Se volete commentare siete i benvenuti.

Grazie a Happy Goat per la disponibilità e lo spazio.

edo ha detto...

Mario,

Si, anche quella.

Sui 130% hai centrato, però funzionavano delle tipografie stampando documenti per far mutui...

Le banche sapevano, anzi, i primi di questi falsari sono stati messi su proprio con l'appoggio delle banche stesse...

Bastava un controllo semplice sulla base TFR, INPS (pagamenti) per far venire giù 60% dei mutui, documenti che erano truccati e che oggi non vengono più accettati.

Fanno i banchieri da secoli e non sapevano fare un controllo semplice?? No, volevano indebitare il paese e basta, hanno fatto e poi scaricato sul pubblico.

Sicuramente avrai vicini di casa in questa situazione...

E l'anno prossimo non avrai la strada pulita perché non ci sono i fondi...come in Inghilterra dove non ci sono soldi per l'assistenza sociale perché il governo ha speso 1 miliardo per pagare i detti mutui...

Anonimo ha detto...

segnalo un sito molto interessante: http://nuke.lia-online.org/

Anonimo ha detto...

un informatissimo sito raggiungibile dal seguente link www.theflucase.com non è + raggiungibile, qualcuno ne sà qualcosa? Interessiamoci, le elite stanno operando per la seconda ondata di vaccinazioni questa volta sull'aviaria ed è ovvio che nella loro guerra contro la razza umana di siti ne banneranno molti, quindi in campana e organiziamoci/vi

Anonimo ha detto...

@indopama

dillo ai bambini di cernobil, ai figli dei militari che hanno combattuto nei balcani, e ai giapponesi. L'uranio è radioattivo.

Felice Capretta ha detto...

@ anonimo

theflucase.com ha tutto l'aspetto di un dominio scaduto o lasciato scadere per errore, per il momento a mio avviso è stata solo una vaccata della giornalista, che probabilmente per riaverlo dovrà pagare fior di dollari :-)

saluti felici

felice

ps: stay tuned, oggi nuova puntata dello strano caso polacco :-)

Anonimo ha detto...

maledetti bastardi.
hanno fatto esplodere un vulcano
in Islanda perche si sono ribellati
alla GB.
MA DOVE ANDREMO0 A FINIRE??????

Anonimo ha detto...

16 aprile 2010 00.14

la radioattivita', come tutte le radiazioni, si indebolisce col quadrato della distanza. e' molto forte vicino alla fonte, molto debole poco lontano.
non solo, conta anche la quantita' di elemento radioattivo e anche questa quantita' si disperde (dal centro dell'esplosione) col quadrato della distanza.

il caso dei militari nei balcani sembra sia dovuto a vaccini.


Secondo Greenpeace, sono stati circa 2044 i test condotti fino all'aprile 1996, 711 dei quali nell'atmosfera o in aree marine, per una potenza complessiva di 438 megatoni, ossia l'equivalente di circa 35000 bombe di Hiroshima.

e noi siamo ancora qui, anzi, questo e' il grafico dell'aumento della popolazione mondiale.

a chernobyl vivevano di fianco al reattore per cui quei poveri disgraziati sono stati molto male. pero' da noi, anche se ci avevano bombardato di paura, non e' successo niente.

come sempre l'errata informazione ci fa molto piu' male delle 2mila bombe che sono gia' scoppiate senza che nessuno se ne sia accorto, la guerra c'e' gia' stata eppure siamo ancora qui.

se dovessero scoppiare altre 1000 bombe atomiche che problema sarebbe?

NESSUNO, eccetto per chi se le prende direttamente in testa.


indopama

luigiza ha detto...

@Mario che scrive: "Tipo erogare un mutuo al 130% a chi sai che a breve perderà il posto di lavoro e quindi anche la casa?"

E' successo ben di peggio Mario in altro settore, sempre gestito dalle banche ed i fessacchiotti coinvolti NON hanno ancora capito che fine hanno fatto i soldi della loro previdenza.
luigiza

Mario B. ha detto...

@Luigiza
Non hai idea di quante volte mi hanno proposto la previdenza integrativa, banche, assicurazioni, promotori ...
Che poi al di là della fregatura "occulta" questi prodotti ne hanno una invece molto esplicita che io ho sempre obbiettato a tutti i "venditori" segando loro le gambe.
La pensione integrativa uno la può incassare nel momento in cui matura i requisiti per avere (ahahahah) quella pubblica.
Ma se già oggi che ho 37 anni mandano in pensione a 65 anni per via dei conti, fra 30 anni a che età si potrà andare in pensione (se si porà andare).
Ma stiamo scherzando, ti do i miei soldi due volte (inps e integrativa) e ci fai quello che vuoi e decidi se e quando ridarmeli?
MA VAFFA!!!

Anonimo ha detto...

Ritorniamo sulla disinformazione e martelliamo sull'inutilità degli Stati.

http://www.wallstreetitalia.com/articolo.asp?art_id=912642

Ma questi scienziati di m...a ci stressano la vita con la CO2, che devo perfino scrivere la quantità risparmiata se cambio la caldaia di casa, questa eruzione ha prodotto tanta CO2 quanto la produzione antropica in un anno, e nessuno grida allo scioglimento dei ghiacciai, anzi diventa positiva l'eruzione.

Ambientalisti di m...a!

SCUSATE I TONI MA SONO IN.....O NERO (di fuluggine)

Il Folletto

Mario B. ha detto...

Folletto, come ti capisco, come ti capisco ...
ormai ovunque uno si gira viene preso per il culo ...

Anonimo ha detto...

@MARIO
certo che si viene presi per il culo, e' la maschera che portiamo ogni giorno. praticamente tutti, eccetto i bambini piccoli, ancora incondizionati.

noi, nel nostro quotidiano, siamo SEMPRE sinceri con gli altri?

no, e gli altri fanno altrettanto con noi, ognuno cercando di difendere la propria bolla di vita basata sulla menzogna.

se ognuno aspetta che cambino prima gli altri non cambia niente, da qualche parte bisogna pur cominciare.

indopama

Anonimo ha detto...

"noi, nel nostro quotidiano, siamo SEMPRE sinceri con gli altri?

no, e gli altri fanno altrettanto con noi, ognuno cercando di difendere la propria bolla di vita basata sulla menzogna."

Guarda, Indo, se TU sei un pezzente bugiardo non vuol dire che TUTTI lo siano, anche se una notevole maggioranza risponde alla descrizione e questi si meritano di esser presi per il culo.

Ovunque vada sembra che tu passi a lasciar commentini ipocriti come questo: visto che predichi tanto che TUTTI (quindi ANCHE TU) sono delle merde e bisogna cominciare da noi stessi, comincia da te stesso e finchè non hai finito fatti un po' i cazzi tuoi invece di andar in giro a far predicozzi con la tua moraletta da quattro soldi.

O forse ti ritieni così moralmente e spiritualmente più elevato di tutti noi poveracci? Sentiamo, che son curioso!

Hiei

Mario B. ha detto...

@Hiei
magari non con la tua veemenza, ma anche io una volta ero critico nei confronti di indopama.
Poi mi sono fermato a pensare ...
E oggi posso solo ringraziare la pazienza di indopama e di franco, ho apero gli occhi, mi sto ancora abituando alla luce, quindi non ho l'equilibrio e la serenità che hanno loro ma credo di andare nella giusta direzione.
SICURAMENTE sto molto meglio di quando sono venuto qui su IS nell'ottobre del 2008 ... e ti assicuro che da allora la mia vita dal punto di vista economico è peggiorata, ma io vivo meglio, molto meglio e con me anche la mia famiglia.

Anonimo ha detto...

@Hiei

il mio commento era volutamente provocatorio per provocare la tua risposta.
tu sei intollerante nei miei confronti, ci sara' un perche' e se siamo intolleranti l'uno con l'altro il risultato non puo' che essere quello che abbiamo sotto gli occhi ogni giorno, competizione sfrenata tra gli individui anziche' collaborazione.
se ci vogliamo annientare l'un l'altro ci annienteremo.

siccome io non lo voglio ecco allora che ho scritto quello che ho scritto per rifletterci sopra, me compreso.

indopama

Anonimo ha detto...

@indo

Non hai lasciato quel commento per provocare la mia reazione, 'sti giochini di parole patetici smettono di funzionare dopo le elementari, fattene una ragione.

Chi ha stabilito che la competizione è "male" a priori? Chi lo dice che bisogna collaborare per forza?

Il mio era giusto un meritato sfogo passeggero ma se vuoi perchè non la pianti con le mezze frasette elusive e affrontiamo gli argomenti seriamente? Dubito molto che ti passi molto per la testa di farlo...

Nasconditi pure dietro la tua reotorica ipocrita, io lo decido da me se e quando competere, collaborare o farmi i cazzi miei.
Si chiama LIBERTA', un concetto assai poco presente nei tuoi bei discorsetti intrisi di quel che si "deve" o "non deve" fare, forse perchè è proprio quella propaganda newagge del cazzo dei soliti noti per condizionare gli indiviui con la scusa della "morale", della "solidarietà" (a comando) e del "bene comune" (stabilito ai vertici naturalmente) del "risvegliare" e "rieducare" la gente a quel (bi)pensiero unico di cui DEVONO diventare "consapevoli".

Forse tu ci credi pure davvero - ne dubito dalla velocità con cui scappi da ogni potenziale confronto sulla sostanza - ma anche in questo caso tienti la tua religione da quattro soldi per te o smetti di predicare e accetta il confronto.

Hiei

Anonimo ha detto...

@Mario B.

Buon pro ti faccia, t'è andata bene che non hai beccato Wanna Marchi, io comunque ho visto un sacco di gente ottenere gli stessi risultati da te descritti semplicemente facendosi una canna.

(scusate l'OT, ma se è valido il suo...)

Hiei

Felice Capretta ha detto...

@ hiei

può anche darsi che magari ottieni gli stessi risultati con una canna, ma sai cosa?

la canna finisce e la sensazione passa.
la consapevolezza invece resta :-)

detto questo, chiudo un occhio sul linguaggio perchè le persone coinvolte sono così equilibrate che non daranno peso alle volgarità, sappi comunque che sarebbe preferibile un linguaggio meno maleducato, come ti dico sempre :-)

saluti felici

felice

Anonimo ha detto...

@Mario

"Ormai ci sono cose molto più letali e pulite..."

Tipo erogare un mutuo al 130% a chi sai che a breve perderà il posto di lavoro e quindi anche la casa?

--------------------------------

Lo sai perchè i cinesi sono i nostri padroni? Perchè non credono alla nostra economia della fuffa.
Nella mia città i cinesi non sanno neanche cos'è una banca, eppure hanno una marea di negozi e ne aprono sempre di più mentre i nostri chiudono. Li hai mai visti in banca o a fare la fila alla equitalia-gerit? Io no. Hai mai visto un funerale o un matrimonio cinese? Io no.
Ci stiamo fagocitando tra di noi con i mutui al 130%

Fede

astabada ha detto...

@indopama.

Innanzitutto bisogna considerare quale tipo di bombe venivano fatte esplodere. La maggior parte dei test di bombe H viene fatta senza l'involucro di Uranio, appunto per ridurre l'irraggiamento radioattivo.
In caso di impiego bellico l'involucro viene invece applicato alla bomba H che raddoppia l'energia liberata e aumenta l'irraggiamento radioattivo di non so che fattore. Praticamente la bomba H senza involucro e' pulita rispetto a quella standard.

Dire che le 1000 bombe esplose nei test dello scorso cinquantennio non hanno avuto alcun effetto sulla popolazione e' un'affermazione "campata per aria"; occorerebbe uno studio che quantificasse la quantita' di elementi radioattivi presenti nella popolazione umana.
Che poi non siamo morti e' un altro discorso.

Dire che l'irraggiamento diminuisce col quadrato della distanza e' inesatto. Solo l'irraggiamento dell'esplosione diminuisce col quadrato della distanza. A quello va aggiunta la radiazione da decadimenti dei prodotti di fissione rilasciati nella bassa ed alta atmosfera. Tendenzialmente quelli in alta atmosfera percorrono grandi distanze, e misurando la radioattivita' ambientale gli effetti di Chernobyl (e degli esperimenti atomici come la tzar bomb) erano evidenti (in Europa) proprio per via delle correnti atmosferiche.

Non cito le fonti perche' basta dare un'occhiata a wikipedia, sono tutti fatti ben noti.

In caso di guerra nucleare i bersagli delle bombe sono:
1 - i grandi schieramenti terrestri/navali;
2 - i grandi centri urbani;
3 - le basi milissilistiche nemiche;
4 - i grandi centri industriali.
L'ordine di queste priorita' dipende da moltissimi fattori, che sarebbe inutile elencare in quanto la guerra e' un'arte e non una scienza esatta, ovverosia le variabili sono cosi' tante e cosi' inestricabilmente intrecciate (ammazza oh) da rendere futile ogni tentativo di sistemizzare un livello cosi' basso come e' la scelta degli obiettivi in modo avulso dal contesto.

In caso di guerra nucleare Iran/Israele ad esempio gli obiettivi sarebbero (secondo me):
1 - armamenti nucleari avversari.
2 - infrastrutture nevralgiche per la difesa (e.g. sede del comando nemico - qualunque essa sia, aeroporti, porti, industrie, ...)
Una volta sdoganato l'impiego su popolazioni civili, p.e. nei porti, chi ne ha ancora passera' alla "rappresaglia" contro i civili, avente come scopo:
1 - aumentare la fiducia del proprio schieramento;
2 - impedire il ricambio di personale militare;
3 - fiaccare la volonta' di resistenza del popolo/governo nemico.

Quindi in caso di guerra Iran/Israele noi possiamo stare tranquilli che nessuno sgancia/lancia su di noi. Per quanto riguarda la radioattivita' dipende dal tipo di bombe impiegate (non si puo' escludere che, specie in una eventuale fase di rappresaglia) i belligeranti facciano uso di bombe con involucro.

In ogni caso non sarebbe una bella cosa.

Scusate se mi sono dilungato, come sempre cheers.

astabada

Anonimo ha detto...

@Hiei

quello che scrivo e' sempre e solo ovviamente il mio punto di vista.
non ti piace? non fa niente, non ti chiedo di approvarlo ne di seguirmi.

mi lasci pero' la liberta' di scriverlo come io lascio libero te di scrivere cio' che vuoi?

magari a qualcun'altro puo' far piacere leggerlo...

indopama

Anonimo ha detto...

@Felice

Questi discorsi di "consapevolezza" di solito li fanno i Napolitano, gli Al Gore e i principini Carlo d'Inghileterra e assortiti e si concludono generalmente nei campi di concentramento (courtesy of FEMA?).

Brutto sentire questa parolina chiave da te, facessi parte della banda sarei molto deluso.

Per il resto ho presente la tua opinione d'altra parte come dice Luttazzi "il mio linguaggio esplicito è fatto apposta per turbare gli imbecilli, a tutti gli altri buon divertimento" - dal momento che qui non ci sono imbecilli immagino che non ci siano nemmeno problemi.

E comunque avevo già detto in passato che salvo rare eccezioni evito come la peste le aree commenti, mi sono sfogato, sono soddisfatto (senza bisogno di canne nè di consapevolezze preconfezionate) e con la nebbia e la foschia (vulcanica?) me ne torno a casa mia.

Se nessuno ha da ridire.

Hiei

Anonimo ha detto...

Oh, mi ero perso questa!

"in ogni caso noi siamo ancora qui dopo migliaia di test atomici per cui la storia delle radiazioni e' utile per mantenere la gente nella paura e ci riesce bene."

Giàggià. E il cancro e le altre malattie degenerative esistono solo nelle vostre menti malate, infatti a Falluja respirano vapori balsamici di uranio impoverito e anche loro sono ancora tutti lì -e stanno BENISSIMO, vero?

E' questa la vostra "consapevolezza"? Faccio proprio bene a evitare la peste allora...bye bye!

Hiei

Max ha detto...

Tanto per interrompere questo clima ilare instauratosi nel blog, posso confermare quanto detto da Fede.

Qui in Portogallo i cinesi sono ovunque e a pochi chilometri da Lisbona si trova un paese, Porto Alto, completamente nelle loro mani: un'immensa distesa di magazzini pieni di merce cinese, gestito da cinesi e per clienti cinesi.

In banca non ne vedi uno. Nei negozi pagano sempre in contanti, estraendo pile di note il cui peso sfonderebbe il mio portafolgio (che, al contrario, sembra affetto da una costante forma di anoressia).

Funerali? No, i cinesi non si fanno seppellire in Europa. Esiste, al contrario, un bel ramo commerciale in espansione che é quello del "trasporto salme cinesi", con viaggi di sola andata ovviamente.

Di integrazione neppure a parlarne.
In compenso non rompono, sanno essere simpatici e si lamentano delle tasse.

Secondo me ci vedono come tante mucche da mungere. Con cortesia, ma sempre da mungere.

Il colonialismo europeo é definitivamente tramontato. Anzi, i ruoli si sono invertiti.

Max

Anonimo ha detto...

Ma porca, quando si accavallano i commenti?

"mi lasci pero' la liberta' di scriverlo come io lascio libero te di scrivere cio' che vuoi?"

Non sono venuto a casa tua a spezzarti le braccine e visto che mi dai libertà di scrivere quel che voglio non vedo cos'hai da ridire.

Anche chi scrive che i medici rapiti di Emergency sono terroristi magari su un giornale esprime la sua opinione, per dire.
Quindi ritengo legittimo esprimere la mia quando vedo quella che ritengo propaganda di ...... (cortesia a Felice, vah).

Again: what's the problem?
Se vuoi entrare nel merito degli argomenti, già detto: siam qua - e come detto, appunto, te ne guardi bene.

Quindi di mio ho già concluso (sempre se nessuno ha da ridire).

Il Bagatto ha detto...

Dopo Chernobyl i casi di cancro della tiroide nei giovani sono aumentati a dismisura. Prima, nei giovani (sotto i 35 anni) erano una rarità. Dopo Chernobyl sono diventati la normalità. Solo ora si sta tornando al giusto rapporto giovani/vecchi di casi di cancro della tiroide. Tutta colpa della enorme quantità di Iodio radioattivo immesso nell'atmosfera. A proposito: Chernobyl non è stata MAI messa in sicurezza e potrebbero esserci ancora grossi, grossi, grossi guai.

Anonimo ha detto...

@bagatto

e' dura correlare lo iodio radioattivo con il cancro alla tiroide, io preferisco tenermi il dubbio piuttosto che una falsa certezza. ho tuttora un caso di cancro in famiglia e se devo cercare una causa devo dire che al momento chi ci e' andato piu' vicino e' stato il dr.Hamer.

come sai ci parlano sempre che la radioattivita' rimane per un tempo lunghissimo, ma allora come mai adesso i casi si stanno riportando alla normalita'?
non e' passato poi cosi' tanto tempo, e' gia' sparita?

c'e' qualcosa che secondo me non quadra.

in ogni modo i test delle 2000 bombe atomiche li hanno fatti, non mi sembra che ad oggi anche la scienza medica ufficiale si sia lamentata tanto cercando una correlazione tra questi test e le malattie.

c'e' o non c'e'? 2mila bombe atomiche sono scoppiate, dov'e' andata la radioattivita'?
quella di chernobyl ha fatto ammalare mentre quella delle 2mila bombe no?

quella di chernobyl e' arrivata con le nubi e col vento fino in italia, quando hanno fatto scoppiare le 2mila bombe non c'erano mai ne nubi ne vento?

di nuovo c'e' qualcosa che non quadra e, non avendo la certezza sulla cosa, preferisco mantenere il dubbio perche' poi quel giorno che dovro' prendere una decisione con una falsa certezza sbagliero'.

non dico che la radioattivita' fa bene, al contrario, solo che bisogna capire in che quantita' faccia male, come ogni altra cosa la quantita' e' importante.


indopama

Il Bagatto ha detto...

@ Indo
la contaminazione con lo iodio radioattivo non è avvenuta attraverso l'aria ma attraverso il latte delle mucche che mangiavano erba contaminata dalla ricaduta del materiale. I bambini che all'epoca bevevano latte contaminato, si sono ammalati in gran numero. Ovviamente la contaminazione del foraggio non è stata lunghissima e quindi solo una ben ristretta fascia di popolazione (bambibi in crescita che metabolizzano grandi quantità di Iodio) ne hanno risentito. Questo è quanto. Documentato, studiato e accertato senza possibilità di alcun dubbio. Per quanto riguarda i tumori in genere, è un altro discorso anche se si iniziano ad avere molte informazioni (compreso anche il rapporto psiche-fisico dell'individuo che viene ormai studiato nella sua interezza ed in rapporto all'ambiente)

Mario B. ha detto...

su quello che dici indo posso portare una testimonianza diretta.

Nel 1992 a mio padre viene diagnosticato un tumore, cancro ai polmoni.
E' settembre, "la malattia è ad uno stadio troppo avanzato, due mesi di vita al massimo, si rassegni".
Questo il responso della medicina ufficiale, quella che ha agganciato mio padre in ospedale per farlo visitare diverse volte privatamente (sa i tempi degli ospedali pubblici) a suon di banconote da 100.000 £ire in nero.
Conoscenti ci parlano di un certo dr.Paolo Rossaro, un medico di base che si dice porti avanti una cura "alternativa".
Porta mio padre tre giorni in Germania.
Ritornato a casa inizia una cura, a base di vitamine e integratori.
Ma elemento fondamentale è l'atteggiamento che deve essere il più positivo possibile.
I risultati sono sorprendenti, nella primavera dell'anno successivo le lastre sono "pulite".
A settembre purtroppo il tumore ritorna, i miei sono scoraggiati.
Decidono di abbandonare il Dott. Rossaro e rivolgersi all'Ospedale.
Viste le dimensioni e l'estensione del tumore questa volta "dicono" vale la pena provare chemioterapia e radioterapia.
Mio Padre muore pochi mesi dopo.
Non sono un medico, il dubbio che mio padre potesse salvarsi riprendendo la terapia del Dott. Rossaro è grande.
Di certo è che la terapia del dr.Rossaro che è poi quella del dr.Hamer ha dato a mio padre un anno di vita in più.

Del dr. Rossaro, sui mezzi di informazione è stato detto:
che è un ciarlatano, che frega la gente, che è un santone che organizza incontri segreti.
A noi Paolo non ha chiesto una lira, anzi ha coperto lui tutte le spese.
Non solo, ha fatto quello che non hanno fatto le Istituzioni, ci ha aiutato anche dopo.
Ma questa è un'altra lunga storia.

astabada ha detto...

@ indopama

La risposta alla tua domanda sulla correlazione bombe-tumori e' molto verosimilmente che la maggior parte dei test nucleari in atmosfera e' stata fatta nel pacifico, inoltre ripeto (sapevo che il commento 16 aprile 2010 06.19 era troppo lungo e non lo avrebbe letto nessuno) che la maggior parte delle bombe H esplose erano prive di involucro ossia a basso contenuto di Uranio.

Spiego meglio il meccanismo: una bomba H "operativa" e' fatta cosi':
1 - bomba A (atomica) molto piccola di innesco, a fissione per intenderci;
2 - i fotoni gamma di questa bomba A vengono riflessi da un involucro ellittico nell'altro fuoco dove comprimono fino alla fusione la carica di H (in realta' un mix molto molto complesso e non pubblico, come ogni astrofisico sa)
3 - un involucro di Uranio (non so fino a che punto arricchito) che l'esplosione H, irraggiandolo di n veloci, fa scindere, liberando una ENORME quantita' di prodotti di decadimento.

Per questa ragione negli esperimenti si usano molto verosimilmente solo l'innesco A e la carica H, ma non l'involucro.

Spero di essere stato chiaro, scusate la fretta.

Cheers,
astabada

astabada ha detto...

Un esempio di quello che dico e' la gia' citata tzar bomb, fatta brillare sui cieli della Novaja Zemlja SENZA involucro.

Con involucro la potenza sarebbe stata doppia, circa 100 MT.

Cheers,
astabada

Anonimo ha detto...

Hiei e la libbertà.

Mah... la società è fatta così, e io vorrei essere libero, e far quel che mi pare... invece è una libertà condizionata... devo scender eal compromesso... oddio posso pure scejé di non farlo, ma che me mangio?
Io non sono libero dai miei bisogni primari, però me posso libberà da quelli che non sono veri bisogni... cioé posso liberarmi dall'avere l'auto fica, o l'ultimo modello de cellulare, o di avere la TV...

Cioé la libertà pura non esiste, è un'aspirazione e desiderarla è bene, ma la realtà è un compromesso... devo alzarmi presto al mattino pe' guadagnà a' pagnotta, me piaccia o meno...

Sul versante de Indopama, credo lui volesse dire che tutti più o meno giochiamo un ruolo, il direttore, l'idraulico, l'impiegato, il panettiere, il passeggero dell'autobus, il pendolare... e queste sono maschere che mettiamo e togliamo, e poi ci sono le cose morali comuni, che poi tu singolo le segua o meno, però non negherai, Hiei, che ci sono.

Ma tu non sei direttore, impiegato eccc... sei, semmai un individuo che in un certo momento della sua vita fa il direttore, o il pendolare, fai quella cosa, non SEI quella cosa... è qui il discorso, non immedesimarsi nel ruolo. A parere mio.

Er Pantera

Anonimo ha detto...

"Documentato, studiato e accertato senza possibilità di alcun dubbio. Per quanto riguarda i tumori in genere, è un altro discorso anche se si iniziano ad avere molte informazioni"

"Dott. Rossaro - I risultati sono sorprendenti, nella primavera dell'anno successivo le lastre sono "pulite".
A settembre purtroppo il tumore ritorna, i miei sono scoraggiati."

Ragazzi, mi raccomando ognuno dovrebbe parlare di quello che conosce.

Ad esempio conoscete l'errore nelle diagnosi dovute ad esempio ad un ecografia: il 45%!

Il problema più grosso nella medicina è la diagnosi: era così quando non c'erano tutte le strumentazioni odierne ed è così ora.

Sono state fatte autopsie nel 1970, nel 1990 e nel 2000 per verificare gli errori di diagnosi da quando non c'erano strumentazioni odierne ad oggi: sapete il risultato?

Ebbene l'errore di diagnosi è sempre lo stesso.

Non vi dico quanto è perchè è relativamente alto e fa paura, ed è uno dei motivi per cui nel 90% delle volte che prendiamo medicine queste sono inutili e quindi potenzialmente dannose.

La medicina è una cosa estremamente seria e scrupolosa (eccetto quando la politica e l'economia si mettono in mezzo, vedi i vaccini): trovate un medico di cui vi fidate ed affidatevi completamente, ma lasciate stare il surfing on internet per trovare la vstra panacea.

E' una scienza difficilissima, perchè è poco scienza e molta esperienza e sacrificio: quando un medico vi da 2 mesi di vita pensate subito che non è un profeta e che utilizzando così la sua scienza, non è chiaramente un buon diagnosta.

Fidatevi di quello che vi dico.

La percentaule di ammalati di cancro alla tiroide dopo Chernobyl: leggetevi il libro sull'energia di Piero Angela che è meglio: c'è scritto tutto ed è la dimostrazione della disinformazione.

Il Folletto

Anonimo ha detto...

@Er Pantera

hai centrato il discorso.

non solo sul lavoro, con gli amici si recita il ruolo che abbiamo dentro il gruppo, in famiglia e' lo stesso anche se qui forse ci lasciamo piu' andare.

e' difficile essere sempre completamente se stessi in ogni situazione, l'ho sperimentato, e' difficile soprattutto quando gli altri non sono pronti per vedere il "te stesso" ma vogliono vedere la tua maschera, l'ambiente in cui viviamo ci condiziona molto.

nel mio caso cambiare ambiente e' stato fondamentale, ancora oggi quando vengono amici o familiari a trovarmi o rimetto la maschera o non riesco a far partire un dialogo perche' e' cosi' che mi vogliono.

quando sono me stesso mi rifiutano e a me non resta che parlare al muro che per lo meno sembra ascolti interessato.

astabada grazie per le informazioni.

:-)

indopama

Mario B. ha detto...

@Folletto
Sulle lastre avrai anche ragione, resta il fatto che mio padre nell'ottobre del 1992 non riusciva nemmeno a fare le scale del condominio dove abitavamo (secondo piano).
Solo due mesi prima giocava a tennis tre volte alla settimana.
Mentre a marzo dell'anno dopo se ne andava in giro in bicicletta.
Immagino non fosse voluto, ma dal tuo intervento sembra che uno sta bene o male perchè c'è scritto negli esami.

Mario B. ha detto...

"se un medico ti da due mesi di vita ..."
quando i medici sono sei di tre distretti sanitari diversi, ognuno che ti fa fare in un diverso centro sanitario il suo elenco di esami il dubbio che effettivamente hai due mesi di vita sinceramente ti viene anche se non stai male.
Se poi stai anche male ...

Sulla medicina che è una cosa scrupolosa potrei anche darti ragione, ma poi non hai a che fare con la medicina, ma con l'uomo medico ed è lui che può veramente fare la differenza.
In un senso o nell'altro.
E non solo in ambito medico.
Le procedure?
Servono anche a pararsi il culo.

astabada ha detto...

http://www.repubblica.it/economia/2010/04/16/news/subprime_la_sec_accusa_goldman_sachs-3398128/

Breaking news!

Staremo a vedere cosa ne viene!

Il Bagatto ha detto...

@ Il Folletto
Come ho già detto faccio il medico, più esattamente ho fatto il chirurgo per 35 ann in ospedale (quindi nessun guadagno extra oltre il mio stipendio). Ora sono in pensione e faccio volontariato nella Croce Rossa (quindi sempre gratis)occupandomi della formazione e più specificatamente della Medicina delle Catastrofi. Credimi: se ti dico che c'è stato un aumento di cancri della tiroide dopo Chernobyl, è perchè sono fisicamente passati sotto le mie mani (e tutti gli studi al riguardo sono concordi)

@ Mario
il nostro corpo è una macchina meravigliosa e risponde a volte in maniera stupefacente.

Ricordo che la mrdicina NON è una scienza esatta ma probabilistica (quello che fa bene a me, potrebbe essere un veleno per un altro). Sono d'accordo che trovare un buon medico che non solo ti visiti ma interreagisca con te è una grande fortuna. Uno dei drammi della vita odierna è proprio l'estremo tecnicismo per cui il vecchio medico condotto di paese è scomparso e al suo posto c'è un tecnico che non ti guarda in faccia ma legge solo le tue analisi (io, credo e spero, guardo ancora in faccia i miei pazienti e ci parlo...)

Felice Capretta ha detto...

@ astabada

caspita! vediamo come si sviluppa ora. intanto la bomba l'hanno lanciata.

(per chi si fosse perso il link di astabada, la SEC, corrispondente alla consob italiana, ha accusato Goldman Sachs di frode!)

saluti felici

felice

Anonimo ha detto...

UHHHHHHHHHH
Flash news...

Le recenti eruzioni vulcaniche sono state scatenate dai complottisti ebraici, in congrega con Draghi, per annullare il commercio via aereo e bloccare le persone a terra in attesa di scatenare una nuova pandemia.
I poveri iraniani non hanno nulla a che vedere con tutto ciò e NON possiedono l'atomica nonostante NESSUNO possa appurarlo dato che VIETANO i controlli e ci si basa SOLO su voci ALLINEATE.

Seguirà un breve comunicato del tg com.

SHALOM a tutti - brividino lungo la schiena!

astabada ha detto...

@Felice

Visto che prima si parlava di atomica ne posto un'altra:

http://www.repubblica.it/economia/2010/04/16/news/cina_cambi_flessibili-3398820/

Curioso come sia defilata rispetto ad altre notizie!

Cheers,
astabada

Anonimo ha detto...

"bloccare le persone a terra in attesa di scatenare una nuova pandemia."

Una pandemia si diffonde molto più velocemente se gli aerei vanno portando il contagio a macchia di leopardo ovunque in pochi giorni su un ampio territorio.

(commento omaggio, così bilancio, hasta la vista).

Hiei

Andrea ha detto...

http://news.bbc.co.uk/2/hi/business/8625931.stm

felice, credo che in molti gradirebbero una tua spiegazione....

Anonimo ha detto...

@Hiei 16 aprile 2010 10.05

Guarda che i nemici sionisti hanno a cuore alcune popolazioni, non vogliono una moria globale.
Io andrei a protestare in piazza con una bella bandierona rossa a tal proposito, riconoscendo che gli iraniani sono un popolo che vive pacificamente in dittatura - simile a cuba.
Per ora non lo hanno ancora fatto, ma come Fidel a Miami e il governo albanese all'Italia, manderanno la teppaglia e i carcerati nell'occidente cattivo.. per farlo incattivire anche di più.

Shalom a tutti, Adnar Dbrilli.

Alessandro ha detto...

Egregio/a direttore/trice e team tutto, mi vorrei documentare sui trattati internazionali e su quelli che Israele, gli USA e gli altri paesi anglofoni (Canada, UK, Nuova Zelanda, Australia):
- sottoscrivono e rispettano
- sottoscrivono ma non rispettano
- non sottoscrivono
Mi potete dare qualche suggerimento? Nel caso mi sia distratto, se ne avete già parlato sul vostro sito, qual è l'indirizzo della pagina dove si trovano tali informazioni?

Cordiali saluti
D'Esposito Alessandro

Napoli