domenica 20 febbraio 2011

Italia, paese arabo d'Europa

*** aggiornamento 15:15 Tutta la libia sarebbe nelle mani dei manifestanti salvo alcune zone di Tripoli, secondo AJE. Segnalati caccia nei cieli di Tripoli. Atteso discorso di Gheddafi.

*** aggiornamento 00.30
caracas per ora smentisce l'arrivo di gheddafi. il figlio appare in televisione (come ben ali e mubarak prima di cadere) e minaccia l'instabilità petrolifera ed il massiccio afflusso di emigrati. bengasi sarebbe nelle mani dei manifestanti.

*** aggiornamento 23.49 un diplomatico libico in cina ha dichiarato ad al jazeera che Gheddafi avrebbe lasciato il paese, destinazione Venezuela e a breve sarà data la conferma. A Tripoli ci sarebbero persone in festa nelle strade. da confermare.



Il film su Amanda Knox e i 10 anni del caso Omar ed Erika, incastrati da una cimice mentre lei ricordava a lui le modalità dell'assassinio, queste le principali notizie su cui l'italica stampa focalizza la sua attenzione.

Forse poteva essere utile proporre alcune di queste interessanti novità..

G20, niente di fatto

Anche questa volta il G20 si è concluso con un clamoroso niente di fatto, con sostanziale divergenza di vedute tra paesi occidentali da una parte e soprattutto Cina dall'altra parte. La dichiarazione finale è un capolavoro di generalizzazioni su cui chiunque potrebbe essere daccordo. Questa non è una novità per i lettori affezionatissimi che ricorderanno lo storico GEAB dell'anno scorso sul fenomeno della dissezione geopolitica globale.

Trichet, detto anche Il Bianconiglio per il suo proverbiale coraggio ma soprattutto per la sua impeccabile puntualità, ha dichiarato:
Le pressioni dei prezzi dell’energia devono essere prese sul serio

Ehi, guarda, una capretta alle prese con l'inflazione.

E non è un caso che tra gli affezionatissimi nei commenti si parla sempre di più di oro fisico e argento.


Rivoluzioni nel mondo arabo, repressione durissima in Libia

Le rivoluzioni nel mondo arabo sono un evento geopolitico che ormai è in moto e non puo' più essere fermato.

E la scansione degli eventi è più o meno sempre la stessa, con qualche variazione locale:

  1. prime manifestazioni
  2. repressione della polizia con lacrimogeni e blocco delle telecomunicazioni
  3. ulteriori manifestazioni e blocco di alcune piazze o strade
  4. ritiro della polizia, schieramento dell'esercito, comparsa di squadracce
  5. presa di coraggio e diffusione di massa delle manifestazioni
  6. uno o più discorsi del dittatore in tv ad annunciare riforme
  7. continuazione delle manifestazioni, presa o assedio di palazzi governativi e media
  8. caduta del dittatore
  9. festeggiamenti in piazza
  10. attenzione al futuro

E, dopo aver visto la fine fatta da Ben Ali (che tra l'altro non è certo se sia ancora in vita o se sia già morto) e da Mubarak (anch'egli in condizioni di salute precarie), è piu' che naturale che gli altri dittatori siano molto, molto preoccupati per il loro futuro.

Purtroppo, ognuno di questi dittatori reagisce per cio' che conosce.

Vale a dire, come ha governato, ovvero con pugno di ferro.

E' infatti notizia di questi giorni che in Libia il governo sta cercando di reprimere le manifestazioni con la violenza. Da twitter, ma anche dalle poche agenzie di stampa che arrivano da corrispondenti sul territorio, arrivano notizie di spari sulla folla, anche da elicotteri. A Bengasi, da sempre città "ribelle", la polizia è ora sparita (dopo aver sparato abbondanti lacrimogeni negli ultimi giorni) e le poche notizie che arrivano sono drammatiche.

AJE riporta che l'esercito libico e bande di mercenari (riconoscibili in quanto di origine africana, non araba) starebbero sparando razzi anticarro RPG sui manifestanti a Bengasi.

Colpi di armi da fuoco uditi nella notte a Tripoli.

Internet spesso bloccata funziona poco o per nulla, i tweet sono pochi e i giornalisti stranieri non sono in grado di operare sul territorio. Le notizie arrivano frammentarie. Diversamente da quanto avveniva in egitto, dove nei momenti di maggiore intensita' arrivavano picchi di 30.000 tweet al minuto e c'era una telecamera fissa in piazza Tahrir, non è così facile distillare gli eventi.



Marocco, migliaia in piazza

Prima fase. 2000 persone e Rabat, 1000 persone a Casablanca, altre manifestazioni nelle altre città minori, inclusa Tangeri. Le persone gridano che "il popolo vuole cambiamento" e "libertà, giustizia, dignità".


Bahrein, accampamenti in corso

Schierato l'esercito, persone accampate nella piazza centrale, comparse le tende. Il Bahrein è uno stato relativamente di dimensioni ridotte e poco rilevante dal punti di vista geopolitico, non fosse che l'isola del Golfo ospita la base della quinta flotta USA.


Suez, navi iraniane

A proposito di flotte di navi da guerra, mentre scriviamo le due navi iraniane non avrebbero ancora oltrepassato il canale di Suez. L'agenzia iraniana Fars, citando un responsabile dell'autorità del Canale di Suez, scrive che le due navi da guerra di Teheran "entreranno oggi" nel Canale e "arriveranno domani nel Mediterraneo". In precedenza la televisione iraniana in lingua araba Al Alam aveva detto che le due navi erano già transitate nel Canale. La Marina militare israeliana ha avuto ordine di seguire da vicino le attivita' delle due navi iraniane inviate nel Mediterraneo.


Tunisia, proteste laiche

Centinaia di persone hanno manifestato oggi nel centro di Tunisi invocando "una Tunisia laica", all'indomani del tentativo da parte di alcune decine di islamisti di dar fuoco alla strada nella capitale nota per ospitare bordelli e al grido di "paese musulmano senza prostitute". Ieri è stato inoltre trovato il corpo di un sacerdote salesiano, di nazionalità polacca, sgozzato.

"Per un paese laico", "Fermate i vostri atti estremisti" sono gli slogan più scanditi dai dimostranti lungo avenue Bourghiba che è stato il cuore della protesta durante la 'rivolta del gelsominò che ha portato alla caduta di Ben Ali oltre un mese fa.

"Abbiamo organizzato questa manifestazione per dimostrare che la Tunisia è un paese tollerante che rifiuta il fanatismo", ha detto un giovane blogger, Sofiane Chourabi di 29 anni, tra i manifestanti nella capitale tunisina.

Poche decine di estremisti islamici. Risposta della piazza. Prendiamo nota.

Perchè in Tunisia, come in Egitto, la prima battaglia è stata vinta ma ora entrambi i popoli devono vigilare perchè le rivoluzioni non vengano dirottate, come spesso accade. Ci siamo già espressi su questo nel nostro post sulle rivoluzioni arabe.


L'instabilità si affaccia a Pechino

Mentre in piazza Tahrir gli egiziani manifestavano per cacciare l'ex presidente Mubarak, l'attenzione cinese per gli eventi andava crescendo. Dopo l'esperienza tienanmen di alcuni anni fa, poche sono le speranze rimaste per gli oppositori al regime, ma c'e' del fermento, tant'e' vero che il governo ha fatto alcune mosse preventive.

Rumors secondo i quali fosse in corso di organizzazione una protesta in 13 città al grido "vogliamo cibo, vogliamo lavoro, vogliamo equità" hanno visto le seguenti azioni da parte del governo:

* più di 100 attivisti prelevati dalla polizia, agli arresti domiciliari o scomparsi, secondo il gruppo "Information Center for Human Rights and Democracy", basato ad hong kong. non siamo in grado di verificare l'attendibilità della fonte.

* oggi la keyword "gelsomini" è stata bloccata del governo sul più grande clone locale di twitter

* da oggi è impossibile usare la parola "gelsomini" nell'aggiornamento del proprio status sul più famoso social network cinese Renren.com.

* interrotto oggi (domenica) il servizio di SMS di China Mobile per "problemi tecnici". Nel passato, il governo ha sospeso gli sms in aree di tensione politica per prevenire l'organizzazione delle proteste.


Per finire, interessante articolo del Financial Times sull'Italia. Ne parlavamo giusto ieri sera con una cara amica blogger e ricercatrice, che accennava ad una sua fonte secondo la quale l'Italia potrebbe avere un ruolo pivot nell'evoluzione del fenomeno delle rivoluzioni. Che potrebbero non essere solo arabe, come abbiamo accennato a suo tempo.


FT: Italia, il paese arabo d'Europa

L'Italia condivide molte caratteristiche con il mondo arabo: "Un'economia stagnante, una cultura consumata dalla corruzione e dal crimine organizzato e un conflitto generazionale: è controllata da una classe politica gerontocratica arroccata nella politica e negli affari, escludendone i giovani".

E Berlusconi ha del "plutocrate arabo": "E' immensamente ricco, controlla la gran parte dei mezzi di comunicazione ed è circondato da yes-men; sfida apertamente il sistema giudiziario ogni qualvolta questo si pronuncia contro di lui (come talvolta accade)" [...] è "il miglior amico di Gheddafi".

Infine, anche la "principale virtù" di Berlusconi è comune fra gli autocrati: "sopravvivere fino all'estremo", strategia sulla cui saggezza tuttavia "Hosni Mubarak potrebbe avere qualcosa da spiegare".

Nel frattempo, al mercato comunale del ridente paese caprino in cui siamo attualmente, era in corso una raccolta di firme per le dimissioni di Berlusconi.

Italiani, eterni secondi.

Saluti felici

Felice Capretta

101 commenti:

idea3online ha detto...

Capretta te lo dico con sincerità e affetto, non per denigrare il tuo lavoro, ma se vuoi capire qualcosa di geopolitica segui con attenzione quello che scrive CONFLITTI E STRATEGIE.

http://conflittiestrategie.splinder.com/

http://conflittiestrategie.splinder.com/post/24164910/siamo-in-guerra-di-movimento-di-giellegi-19-feb-11

annalisa v ha detto...

Dall' inizio dei vari "disordini" personalmente confesso che sto ad osservare se caso mai si muovesse qualcosina anche in arabia saudita , perchè solo in questo caso potrei vedere come preponderante causa dei crolli di tali regimi la spontanea rivolta di un popolo. Senza questo segno, mi spiace ma non riesco a vedere tutta questa spontanetà.
Ciao
annalisa v

Anonimo ha detto...

Questa è rivolta: l'islanda non firma l'impegno a rimborsare i depositari esteri - le banche UK, olandesi, tedesche, ecc... si attacchino!
http://www.bloomberg.com/news/2011-02-20/iceland-president-blocks-bill-guaranteeing-5-billion-u-k-dutch-deposits.html
speriamo resistano
Fra

Anonimo ha detto...

vedo improbabile che in italia finisca come in nord africa per una fondamentale mancanza: i giovani. i casini nascono dove ci sono i giovani. da noi c'è una crisi demografica da ormai 30 anni.
Fra

Mario Barbiero ha detto...

@fra
Da noi tutti o quasi arrivano a fine mese; molta gggente ci arriva ancora abbastanza bene.
D'altra parte negli ultimi due anni abbiamo fatto 200 e suppia miliardi di debito.
Che se la guardi da un altro punto di vista vuol dire che il sistema Italia ha consumato cose che non poteva permettersi per 200 miliardi di contro valore.
Che poi all'interno del sistema Italia il 40% e più vada solo al 10% della popolazione è una cosa, perchè comunque 120 miliardi di roba li ha consumati la gggente, miliardi che non aveva e che ha ricevuto in prestito a tassi ridicoli e per di più senza obbligo di restituzione.
Perchè ormai sono rimasti solo Hiei e qualcuno del PD a credere che il debito vada restituito.

Felice Capretta ha detto...

@idea3online

Grazie per la segnalazione, peraltro conosco e apprezzo conflittiestrategie da tempo (quando si chiamava in un altro modo).

Ultimamente tutta la discussione ruota intorno ad una sola domanda: le rivoluzioni nel mondo arabo sono parte dell`agenda o sono autentiche?

Mi sono letto molti libri di brzezinski ed il suo capolavoro il grande scacchiere (un must per chi vuole comprendere la politica estera degli usa degli ultimi 30 anni), quindi sto in campana quando scoppiano le rivoluzioni colorate finanziate dallo zio sam.

Personalmente propendo per la seconda: i paesi arabi stavolta gli sono scappati di mano e adesso avranno un bel da fare a riprenderseli. Se riescono a riprenderli addio, ma se non riescono a riprenderli questa e` l`ultima occasione per riprenderci la liberta` e non solo nel mondo arabo, ma come umanita`.

Presto vedremo chi ha ragione :-) io mi aspetto sempre piu` instabilita` sempre piu` diffusa per tutto il 2011 come minimo.

E l`instabilita` non e` facile da pilotare...


@ annalisa v

Esattamente, il prossimo paese da tenere d`occhio ora per ora _w proprio l`arabia. Il che ci riporta a quanto sopra. Un`eventuale caduta dei saud, secondo me vicina, sarebbe un forte indizio del fatto che gli e` scappata di mano.


@ fra

Sull`islanda, si chiama `affermazione di sovranita nazionale` :-) ed e` molto, molto interessante.

Sull`italia concordo con te, anche se siamo un popolo geniale e nonostante tutto il genio puo` fare miracoli.

Stanno cambiando molte cose nel mondo in queste settimane.

Saluti felici

Felice

Anonimo ha detto...

Le rivoluzioni spostane non esistono.

Gena

Il Bagatto ha detto...

@ Felice
sono d'accordo che la situazione sembra essere sfuggita di mano agli eventuali registi occulti. Tuttavia non mi sembra che nei paesi per ora interessati vi siano personalità di spicco che possano prendere in mano la situazione. Quindi chi di dovere può avere abbastanza tempo per prendere le contromisure adatte, facendo in modo che il caos regni per ancora un po' di tempo. In Egitto ancora non ho capito bene chi ha vinto (a parte l'esercito ... ). In Libia siamo ad una svolta: o salta tutto o il potere reprime alla grande (tipo Cina a Piazza Tienanmen). Comunque è dimostrato che l'ago della bilancia è l'esercito. In Egitto ha permesso che gli insorti (?) facessero quello che si voleva fosse fatto, in Libia per ora è diverso

Anonimo ha detto...

Marocco ! Parlatemi del Marocco che non ho tempo per andare tre settimane in Polinesia.
Com'è la situazione. C'è da fidarsi?
In fin dei conti voglio solo andare una settimana a far le solite cose, passeggiate a cavallo, una visita al mercato, un po di shopping, un po' di golf.
A proposito com'è la temperatura? Si può fare già un bagnetto? Ci saranno mica squali?

Friiincooo !!!!

Anonimo ha detto...

dispiace che molti non riescano a leggere i segnali, i segni dei tempi, qui non si tratta di semplici manovre dell'impero. E' chiaro che c'è un cambiamento di potere generale che parte da wikileaks, passa per le manifestazioni in Inghilterra che hanno invaso il parlamento questo dicembre, dall'Islanda che dice no ai plutocrati (evento storico) al medioriente e al nordafrica che ribolle.
Capretta hai dimenticato anche lo stato americano del Wisconsin e darei un'occhiata in genere a tutti gli stati americani.
Non sono giochetti dell'impero usa-sion, se leggete gli eventi in questo modo non capirete un cazzo di quello che succederà nei prossimi mesi e rimarrete letteralmente a bocca aperta, qui si sta completamente cambiando il concetto di rapporti di potere e di stati. Studiate un pò di sociologia per vedere che salti mortali ha dovuto fare questa materia negli ultimi decenni, studiate un pò della storia di internet e delle culture che si creano in esse. Siete fuori strada se usate categorie ancora marxiste di interpretazione della realtà.

Jar Jar

Felice Capretta ha detto...

@ bagatto

Infatti bisogna vedere se e quando riusciranno i soliti noti a riprendere il controllo. La partita e` grossa e si gioca su questo.

Quanto all`ago della bilancia, tecnicamente e` vero che e` l`esercito, come abbiamo visto. Anche se nessun esercito puo` sparare sufficientemente a lungo sulla folla. ragion per cui l`ago definitivo della bilancia e` la volonta` delle persone di rovesciare il potere.

Si sa se in libia l`esercito e` di leva?

Felice Capretta ha detto...

@ jar jar

He he mica l`ho dimenticato, lo sto tenendo d`occhio.. :-)

Comunque si, ne vedremo delle belle per tutto il 2011.

idea3online ha detto...

Capretta non posso negare la tua convinzione, però ti chiedo per favore di approfondire con qualche altro commento o articolo l'argomento:
***Personalmente propendo per la seconda: i paesi arabi stavolta gli sono scappati di mano e adesso avranno un bel da fare a riprenderseli.***

Anonimo ha detto...

idea3online, chiedo anche a te, perchè rovesciare un così fedele alleato come Mubarak? Forse molti dimenticano come settimane fa Israele sbraitava contro chi appoggiava i manifestanti egiziani.
Si dimenticano anche le stragi cristiane del 2010 e di inizio 2011 in Egitto che a conti fatti mostrano come negli alti vertici sapevano dell'arrivo di questa rivolta e che abbiano cercato di tramutarla in guerra religiosa, cosa non riuscita visto che copti e musulmani hanno manifestato insieme

Jar jar

Il Bagatto ha detto...

in Libia è presente l'obbligo del servizio militare per uomini e donne dai 17 ai 35 anni. La durata della ferma è di 18 mesi e dopo si rimane a disposizione (un po' come in Svizzera). Le forze armate contano su circa 76.000 unità più 45.000 unità di riserva.

Mario Barbiero ha detto...

"perchè rovesciare un così fedele alleato come Mubarak?"

Forse perchè aveva 80 anni?
Più o meno la "giovinezza" degli altri suoi colleghi di sventura!
Perchè se i personaggi ti muoiono di punto in bianco dalla sera alla mattina allora sì che sei impreparato a sostituirli.
Però potrei sbagliarmi, quindi se c'è un dittatore quarantenne tra i paesi coinvolti ...

idea3online ha detto...

Inoltre se i paesi arabi sono islamici secondo te i popoli dove saranno diretti? Una risposta chiara a questa domanda mi aiuterà a capire: Il "Personalmente propendo per la seconda".

Il Bagatto ha detto...

Mubarak è molto malato (operato in Germania la scorsa estate) e vecchio, quindi instabile fisicamente e mentalmente. Inoltre iniziava ad aprire ai cinesi (che già sono molto avanti nella conquista dell'Africa)

Anonimo ha detto...

***Personalmente propendo per la seconda: i paesi arabi stavolta gli sono scappati di mano e adesso avranno un bel da fare a riprenderseli.***

Eh gia', si vede come riescono a controllare bene Afghanistan e Iraq.
O come a suo tempo sono riusciti con l'Indocina.

Hiei ha detto...

Toh, non m'ero manco accorto che c'era un nuovo post...

"E non è un caso che tra gli affezionatissimi nei commenti si parla sempre di più di oro fisico e argento."

Giusto con quei due-tre anni di ritardo, ma tant'è...chi ha dato ha dato e chi avuto ha avuto ha avuto.
E chi ride della sua idiozia dandoci di preparazione H, e guardate i prezzi dei generi alimentari che siam solo all'inizio.

"bande di mercenari (riconoscibili in quanto di origine africana, non araba) starebbero sparando razzi anticarro RPG sui manifestanti a Bengasi."

Questa vince il titolo come stronzata dell'anno...per sparare sulla "folla" fai prima con la pistola che con un cazzo di RPG anticarro - avessimo detto un lanciagranate altro discorso ma che cazzo spari a chi con un'anticarro che è un miracolo se pigli qualcuno - fare il filotto come a biliardo sarebbe pretendere troppo.
Fai davvero prima con una pistola, più pratica e leggera e che spara più di un colpo, fra l'altro, evitandoti l'imbarazzo di rimanere senza munizioni come UN "pistola" davanti alla folla a cui hai appena sparato.

Eh, ma sono quelle frasette alla cazzo di cane a effetto che fanno tanto presa sul pubblico da TG con la mente obnubilata...

Capretta, Capretta...

Tratto dal post precedente: ci sarebbe una rivolta (quinto giorno di scioperi) in WISCONSIN che meriterebbe altrettanta attenzione secondo me, che dici, due paroline ce le spendiamo?

Anonimo ha detto...

c'era il figlio che poteva sostituirlo o comunque adottare una transizione morbida, perchè rischiare con l'Egitto che ha il canale di Suez e con il rischio di una rivolta che può estendersi fino all'Arabia Saudita ad esempio.
Non diamo tanta onnipotenza a chi onnipotente non é

Jar Jar

Hiei ha detto...

@Mario

"Che se la guardi da un altro punto di vista vuol dire che il sistema Italia ha consumato cose che non poteva permettersi per 200 miliardi di contro valore.
Che poi all'interno del sistema Italia il 40% e più vada solo al 10% della popolazione è una cosa, perchè comunque 120 miliardi di roba li ha consumati la gggente"

Sola propaganda del cazzo: quanto abbiamo speso di spese militari, zozzone?
Quanti di voi ggente ha comprato il carro armato nuovo negli ultimi due anni?
Le tasse che cazzo le paga a fare la ggente se poi TUTTO va speso "a debito (pubblico)?
Le tasse dove minchia vanno a finire, sentiamo?

Ma la smetti di prendere per il culo o no?

JK ha detto...

Da noi tutti o quasi arrivano a fine mese; molta gggente ci arriva ancora abbastanza bene.
-----------------------------------
esatto Mario, che lo si voglia vedere o no in Italia c'è ancora molta "ciccia" da risparmi pregressi, patrimoni di famiglia, immobili.
Io finchè vedo ristoranti pieni anche il mercoledì sera, molti con cellulari da 600-700 euro (poi si lamentano degli stipendi da 1000 euro), bar pieni di gggiovani (beh io ho 32 anni quindi ci sono ancora) a spendere e spandere, che le più grosse discussioni che senti sono quelle relative agli arbitri....Che rivoluzione volete vedere?
Io son convinto che l'Italia finchè non andrà con il culo per terra sul serio non cambierà mai.

JK Vicenza

Hiei ha detto...

"Forse perchè aveva 80 anni?
Più o meno la "giovinezza" degli altri suoi colleghi di sventura!"

Al secondo posto Fidel e al terzo niemtemeno che lui, il nano!

Che ora eliminato Mubarak passa al secondo, "italiani eterni secondi" è proprio vero allora!

Il Bagatto ha detto...

Se la gente ha fame e a casa sua non trova di che vivere, si guarda intorno e si mette in cammino verso i paesi che hanno queste risorse.
I paesi vicini, in questo caso sono l'Europa. E' già accaduto in passato di avere invasioni di popoli che si muovevano spinti dalla fame (hai presente mongoli, unni, visigoti ed arabi?). Così va il mondo. Davanti alla pancia vuota non esiste nessun ragionamento, per quanto dotto, che possa fermarli

Il Bagatto ha detto...

In effetti in Wisconsin stanno accadendo cose molto particolari:

http://www.repubblica.it/esteri/2011/02/18/news/wisconsin_rivolta-12600118/

il fatto che l'opposizione scappa per non essere costretta a votare, sembra più una cosa italiana ... e poi la Guardia Nazionale preallertata! Ma come? nel pase della democrazia che tanto si prodiga per esportarla (la democrazia) anche in quei paesi craponi che non la vogliono proprio? Se continua così Obama ci rimette le penne prima del Nostro ...

Il Bagatto ha detto...

In Libia comunque vi è una grossa componente regionalistica: Bengasi è la capitale della Cirenaica (molto vicina culturalmente all'Egitto) che non ha mai amato molto l'annessione (fatta dall'Italia) al nuovo stato dominato dalla Tripolitania. Quindi vi è anche uno scontro tra popoli che non si sono mai in realtà integrati completamente

annalisa v ha detto...

@capretta
Nel frattempo non mi sembra fuori luogo considerare altre " strategie "per " surfare" in mezzo alle tempeste e quindi ripropongo di considerare la vecchia idea di un incontro per parlare più in privato di certi argomenti , buttando contemporaneamente l' occhio su concreti esempi che possano essere d' aiuto in un futuro non certo di tranquille transizioni.Mi permetto di segnalare a questo proposito http://www.macrolibrarsi.it/eventi/agricoltura-naturale-di-masanobu-fukuoka-con-panos-manikis.php
ed eventualmente la giornata aperta
http://www.autosufficienza.com/index.php/corsi
si tratta di eventi gratuiti e in periodi "comodi"
@annalisa 2
penso che i link qui sopra ti possano interessare, considerando i tuoi problemi mi sembra una buona soluzione
Ciao annalisa v

Mastro di chiavi ha detto...

@jk
"che le più grosse discussioni che senti sono quelle relative agli arbitri....Che rivoluzione volete vedere?"

infatti gli stadi sono delle valvole di sfogo ed un ottimo diversivo

Mario Barbiero ha detto...

@Hiei
bravo, andiamo a depredare le risorse mondiali armati di .. nulla, con la forza delle parole.
Sei bravo solo a dare aria alla bocca.
E quando non riesci a fare nemmeno quello la scusa è che non parli perchè degli altri non te ne frega niente.
Allora così ci stai a fare ancora qua?

annalisa v ha detto...

Paride allegri,un grande vecchio che non ha derubato i giovani, anzi quanto arrichisce ascoltarlo.
Ho trovato questa intervista
http://eliasmengwee.wordpress.com/2008/04/22/paride-allegri/
e ne consiglio l' ascolto
ciao
annalisa v

Hiei ha detto...

@Mario

"bravo, andiamo a depredare le risorse mondiali armati di .. nulla, con la forza delle parole."

Cinque minuti fa il debito pubblico lo facevano per il benessere della ggente, adesso per depredare le risorse mondiale (l'Italia che depreda le risorse mondiali, spettacolo).
Vedi bene che stavi prendendo per il culo, lo hai appena ammesso!

Nessun altra domanda.

Anonimo ha detto...

ultim'ora:

la citta di Bengasi è libera, i militari affermano di aver sconfitto le forze filogovernative e liberato la città.
fonte rainews24

Jar jar

Mario Barbiero ha detto...

@Hiei
se hai due neuroni di numero e sai fare solo 1+1 il problema è solo tuo.
Il debito occidentale serve per prendersi le risorse con le buone, i carri armati (meglio se con sopra la testa degli aerei) servono quando le buone non bastano e servono le cattive.
Fai proprio tristezza!

Hiei ha detto...

@Mario

"se hai due neuroni di numero e sai fare solo 1+1 il problema è solo tuo."

Ah, il rispetto, ah, l'educazione...e poi ero quello incazzato: sputtanagli la propaganda e vedi se non scorre a fiumi la bava dalla bocca.

"Il debito occidentale serve per prendersi le risorse con le buone,"

Fammi capire: e le tasse la gente che cazzo le paga a fare? Per divertimento?
Fammi ri-capire: per usare, fra mille esempi possibili, i 5 miliardi che il nano poco tempo fa ha regalato a Gheddafi come me li fai finire nel "benessere della ggente", sentiamo!
Fammi ri-ri-ri-capire: ma se le risorse servono a produrre e noi non produciamo più un cazzo perchè è stato tutto delocalizzato in Asia e nell'est, che cazzo che ne facciamo delle risorse?

Sentiamo che son curiosissimo.

"i carri armati (meglio se con sopra la testa degli aerei) servono quando le buone non bastano e servono le cattive."

Curiosamente, l'Italia e ancora di più gli USA sono totalmente in bancarotta proprio per "derubare le risorse" come dici tu, ovvero per finanziare imprese militari CHE LA GGENTE COMUNQUE NON VOLEVA AFFATTO, tanto da dover tagliare drasticamente i servizi, congelare stipendi e pensioni, alzare tasse e via dicendo.
Oltre a non sembrare furbissima l'idea se guardiamo i dettagli, come cazzo si trasforma tutto ciò in "benessere" è un mistero.
Scuola Tremonti? :'D

Notiamo poi: se il 10% del mondo ("occidente" dice) si prende - per usare 'sta neolingua orwelliana - l'80% del "benessere" (sempre tutto vago, sempre nessuna cifra, sia mai che escano sorprese!) gli stronzi sono il 10%, i bastardi "occidentali" SE PERO' all'interno dell'occidente fai notare che a sua volta l'80% di questa refurtiva finisce nella saccoccia del 10% della popolazione occidentale STAVOLTA GLI STRONZI SONO L'80%: LA GGENTE! Poffarbacco! :'D

Concludendo: la faccia come il culo.

Mario Barbiero ha detto...

@Hiei
Hai pagato l'esclusiva per essere offensivo? No vero?
Nemmeno capace di costruire uno straccio di modello ragionato.
Ah già, ma secondo te noi siamo tutti delle merde che non meritano la tua attenzione.
Allora cosa scrivi a fare?
Non riesci nemmeno a rispondere ad una domanda tanto semplice.

Mario Barbiero ha detto...

Tra l'altro ha ragione chi dice che con la storia dell'oro ti sei fregato con le tue mani.
Perchè tu hai potuto compiere un'operazione (comprare dell'oro) impossibile a miliardi di altri individui su questo pianeta per svariate ragioni, riconducibili al fatto che mentre agli occidentali come me e te viene data la possibilità di fare diverse cose nel mondo ci sono poveracci e tanti che a leggere che tu compri oro ti guarderebbero con gli stessi occhi con cui tu guardi Berlusconi e formulerebbero lo stesso pensiero.

Anonimo ha detto...

Ciao Felice,

sempre interessanti i tuoi post...
e soprattutto queste tue analisi sulle rivoluzioni arabe...

mi permetto di muovere però un appunto su quanto hai detto del Bahrein.
Sei così sicuro che dal punto di vista geopolitico non conti proprio nulla questa pedina?...

sarà anche uno staterello piccolo e apparentemente insignificante... ma io credo che un successo della rivolta in quel minuscolo regno può avere molto peso nel possibile scardinamento del potere in Arabia Saudita.
Ricordiamoci che il Bahrein è un'isola di circa 600.000 abitanti, quindi non molti... ma caratteristica assai più importante è il fatto che questo regno sorga a pochi chilometri dalle maggiori riserve petrolifere dell'Arabia Saudita.
La maggior parte dei pozzi petroliferi arabi è situata nella provincia orientale e specialmente vicino al regno del Bahrein.
Altra cosa da tenere in considerazione il fatto che la comunità sciita dell'Arabia Saudita è stanziata proprio in questa zona vicina al Bahrein... proprio sui pozzi petroliferi.
...e se nel Bahrein vanno al potere gli sciiti (che peraltro sono la maggioranza) prevedo possibili guai per l'Arabia!...

PS. inoltre vorrei far notare come un certo Richard A. Clarke (ex capo antiterrorismo nel Consiglio per la Sicurezza Nazionale degli USA) nel 2005 scriveva un romanzo, The Scorpion’s Gate, nel quale si descriveva una storia molto simile a quella che oggi si sta sviluppando da quelle parti. Storia che ahimè porta il mondo dritto dritto alla terza guerra mondiale a quanto sembra.
Dico a quanto sembra per il fatto che non ho mai letto il libro ma se è vero quanto è scritto nell'articolo del sito "trend online" del 18 febbraio intitolato: "Nell'improbabile evento. Sempre più fluido il quadro politico" beh... sembra non ci siano dubbi...

e questo articolo comincia così:

"Prende le mosse da Manama, la capitale della minuscola isola di Bahrain, il thriller geopolitico The Scorpion’s Gate. Pubblicato nel 2005, immagina un futuro prossimo (il 2010) in cui l’agitazione della maggioranza sciita del regno, organizzata e sostenuta dall’Iran, mette in moto un meccanismo che nel giro di poche settimane porta a un passo dalla terza guerra mondiale."


...Allora mi convinco una volta di più che di spontaneo c'è ben poco in queste rivolte...
...o meglio mi convinco una volta di più che se esistono delle spontaneità queste sono comunque guidate nell'ambito di un progetto più ampio della singola rivolta in un singolo paese...

l'obbiettivo è la destabilizzazione del mondo e non solo dei paesi arabi.

By Francesco

Felice Capretta ha detto...

@idea3online

avevo scritto un commento chilometrico e bellissimo ma c'e' stato un errore mentre lo postavo ed è andato perso. noooooooo!

riassumo con un po' di tristezza il mio bellissiom commmento: l'egitto è un pivot geopolitico e nelle nazioni così importanti i cambiamenti di regime si fanno rischiando meno possibile, prova a riprendere il mio post sull'ascesa al potere di ben ali.

si creano le condizioni, si scelgono le persone, si prepara il terreno e poi si agisce. niente è lasciato al caso.

portare milioni di persone in piazza comporta invece un elevato rischio di imprevedibilità, specialmente se non esiste un'elite che controlla la rivoluzione.

ed un elevato rischio di imprevedibilità in questo caso non riguarda solo l'egitto, ma anche il canale di suez, gaza, israele e tutta la regione del medio oriente.

un rischio troppo alto per una posta in gioco troppo alta per coinvolgere milioni di persone incazzate da 30 anni di dittatura, fame e crisi economica.


probabilmente sapevano che stava per esplodere tutto e probabilmente hanno organizzato un tentativo di generare un conflitto etnico -religioso in stile iracheno (l'ex ministro dell'interno è accusato di essere tra i mandanti dell'attentato alla chiesa copta, questo l'unico articolo rimasto in italiano), solo che gli è andata male.

poi le manifestazioni sono esplose per effetto domino dalla tunisia.

mentre cercavano in fretta e furia un degno sostituto, gli usraeliani hanno sostenuto più possibile mubarak.

solo che non sono riusciti a trovarne uno presentabile alla folla sempre più incazzata.

l'esercito poi non ha mosso un dito e la popolazione ha quasi preso mubarak.

il quale se l'e' data a gambe prima che i soliti ci mettessero una pezza.

l'egitto si è trovato così senza un uomo gradito agli usraeliani per la prima volta in 30 anni.

ora cercheranno di riprenderselo, starà agli egiziani fare attenzione e tornare in piazza e non farsi scippare di nuovo il paese dopo esserselo ripreso.

più chiaro ora? :-)


@ francesco

infatti il bahrein ospita una importante base navale USA, come ho accennato.... non so che peso possa avere sull'arabia saudita, ma è chiaro che il binocolo ora è puntato su ryad e su casa saud.

se poi fosse davvero un progetto di destabilizzazione mondiale, saremmo davanti al grande tentativo di stabilire il nuovo ordine mondiale attraverso un periodo di caos. e potrebbe anche essere, ma se così fosse allora sarebbe oggi che si gioca il tutto per tutto, sarebbe la nostra ultima possibilità come umanità e - come scrivevo qualche post fa - dovremmo aggrapparci ad essa in tutti i modi e non lasciarcela sfuggire.

a presto

felice

Hiei ha detto...

"portare milioni di persone in piazza comporta invece un elevato rischio di imprevedibilità, specialmente se non esiste un'elite che controlla la rivoluzione."

Um'elite, tipo, che so...i vertici delle forze armate?? Ahem...

[OT]

"Hai pagato l'esclusiva per essere offensivo? No vero?"

Affatto, e nemmeno mi disturba, notavo la COERENZA di chi prima fa le prediche e poi razzola malissimo...

Quanto al resto, finora quello che non risponde alle domande sei tu, non ci perdo tempo al tuo patetico tentativo di buttarla sul personale e in rissa: sii COERENTE con le tue affermazioni e DONA I TUOI AVERI AI POVERI SE TI SENTI TANTO IN COLPA.
In primis il computer che usi per collegarti a Internet, uno spacciatore di fuffa in meno.

Ma non ci pensi manco lontanamente, vero? Predicare male e razzolare malissimo è il principio.

E io che avevo già in caldo un bel disorsetto sul fatto che non si potrebbe fare denito pubblico all'infinito se non si autorizzassero i falsari a stampare soldi dal nulla all'infinito - chiudendo così ancora una volta felicemente il cerchio...sarà per un'altra volta.

Anonimo ha detto...

Ok Felice,

io però da Cattolico credo che la speranza ce la restituirà Dio...
solo lui a questo punto può cambiare questo mondo...

...oggi,l'uomo da solo è finito, è senza speranza...
con Dio la speranza ci sarà restituita!...
vedrai!!!

...anzi... lo vedremo insieme molto presto!!!

by by... alla prox!

Francesco

Anonimo ha detto...

a France' ancora non è cominciato niente e già ti raccomandi a Dio? Ah lo sapevo che tutti voi saccenti, informatimassmediologi, dietrologi analisti pseudorivoluzionari alla prima schioppettata alzavate bandiera bianca. E dov'era Dio quando c'era la Milano da bere?
Forza, forza che adesso viene il bello. Vedremo chi ha parlato e chi ha fatto chi ha i coglioni e chi ha scritto che ce li aveva.
Sicuramente nutriente il brodino di tastiera...

Anonimo ha detto...

Sì, Hiei, se si smettesse di creare soldi dal nulla, sarebbe molto meglio, questo l'han capito anche i sassi. :D

Voglio però ricordarti che quelli che trafficavano con l'oro e il gold standard sono gli stessi che adesso trafficano con carta colorata e soldi digitali.

Il gold standard è stato travolto dall'aggressività del mercato fomentatata dalle elite e non sarà il suo ritorno a risolvere il problema dell'iniqua distribuzione delle risorse di cui parli anche tu.

Il problema è POLITICO, l'economia viene dopo.

guru

Anonimo ha detto...

un saluto a tutti.
seguo sempre i vs commenti.
mentre le rivolte , all' estero, aumentano, mentre siamo impegnati a seguire il diverbio tra la destra e la sinistra, volevo segnalare che nel decreto "milleproroghe" vi è un testo che riguarda l' aumento e l' adeguamento degli stipendi dei ns politici.

si parla di tagli, sacrifici.
ecco l' esempio che ci danno i ns politici.


non ho sentito nessun politico che faccia proptesta.
ma ho potuto notare la dignità di tanti politici, che passano da uno schieramento all' altro.

franco

luigiza ha detto...

@Jar jar
per loro tutto e sempre si spiega col cattivone che manovra dietro le quinte.
Noi il poppolo siamo i buoni, gli oppressi.
luigiza

Anonimo ha detto...

provo a dare la mia visione delle cose.

per fare un governo mondiale ci vuole un solo parlamento (lo chiamo re che e' piu' corto) per cui prima che vada su questo re occorre tirare giu' tutti gli altri.
questa cosa forse non puo' che accadere per fasi, prima tante nazioni con tanti re, poi macroregioni ognuna col suo re, poi il re unico.
da dove puo' partire l'inizio delle macroregioni? dai paesi dove la gente ha la piu' giovane cultura moderna, quelli che ancora aspirano ad avere l'automobile, cioe' il terzo mondo.
nel primo mondo si e' partiti in realta' con l'euro ma e' ancora poco per governare bene, occorrera' anche un capo politico che verra' dopo per fronteggiare altre macroregioni gia' formate.

ma sempre ci deve essere uno scontro, una differenza, sempre ci deve essere un paragone tra uno stato ed un altro, tra il ricco e il povero, solo cosi' viene la voglia di migliorare, di tendere verso quello che ha una condizione di vita migliore.

quindi al momento l'esempio da seguire e' l'europa (ancora per poco l'america) e gli stati piu poveri, con l'uso CONTROLLATO dell'informazione (PERCHE' E' L'INFORMAZIONE IL VERO POTERE, MOLTO MAGGIORE DEL DENARO E DELLE ARMI), vengono fatti tendere quasi al 100% verso il modello europeo, sia politico che economico.

nel momento del governo unico mondiale tutti gli stati dovranno avere le stesse regole e la stessa politica per cui piu' si avvicinano ora e meglio e'.

non so se la religione verra' usata come metodo di selezione delle macroregioni oppure faranno in maniera diversa, lo sanno solo loro.

poi alla fine, per fare il governo unico mondiale, bisogna fare in modo che queste macroregioni si fondano insieme e per farlo io adesso vedo due modi.
1- sempre come tendenza verso un modello da seguire che in questo caso deve essere superiore a quello di ognuna macroregione per cui non puo' essere che esterno al pianeta, quindi una contrapposizione con alieni. veri o falsi non so ma credo che se si organizzi una cosa falsa prima o poi verrebbe scoperta e salterebbe di nuovo tutto in aria.
2- il cigno nero.

io propendo per la 2, cioe' che accada qualcosa che noi non ci aspettiamo e che arrivera' da quel lato di conoscenza in cui siamo piu' scarsi.

indopama

Anonimo ha detto...

@ Guru
"Voglio però ricordarti che quelli che trafficavano con l'oro e il gold standard sono gli stessi che adesso trafficano con carta colorata e soldi digitali.
Il gold standard è stato travolto dall'aggressività del mercato fomentatata dalle elite ..."
???? eh... ?
Le trovo le solite elucubrazioni generaliste-complottiste a costo zero.
il gold standard non era manipolabile ed è per questo che l'hanno abolito : per l'impossibilità di generare inflazione, che invece così si sono garantiti.
Adesso che la "persuasione" della forza viene meno, si sta riequilibrando il rapporto tra quantità di USD e oro.
ma a forza di rompere i co..i a Ravelli lo avete dissuaso dal dire la sua, mentre gli sparatori di banalità non si stufano mai.
Fra

marcoravelli ha detto...

Da quel poco che ho potuto vedere, ciò che sta accadendo in Wisconsin è l'inevitabile conseguenza del risveglio dall'illusione socialista.

Debito Pubblico e stato Sociale costituiscono una simbiosi perfetta e se non si prendono decisioni coraggiose tutto e tutti finiranno allo sbando.

Anonimo ha detto...

dimenticavo la guerra.
tra macroregioni la escludo, che non significa che non accada ma che non raggiungera' l'obiettivo di unificare perche' una guerra tra schieramenti troppo grandi porterebbe ad un livello di distruzione troppo grande del pianeta, nonche' poi controllare i vinti sarebbe assai dura.

indopama

Anonimo ha detto...

per quanto riguarda il denaro,
quando ci sara' un solo governo, tante magagne speculative si risolveranno da sole, niente piu' speculazione tra monete, niente piu' bisogno di oro perche' la moneta virtuale, essendo unica in regime di monopolio, non dovra' concorrere con nessun'altro bene.

e poi chi la gestira' sara' noto e se qualcosa non andra' bene non potra' scaricare colpe in giro come fanno oggi con 240 nazioni e 200 valute diverse.

oggi nessuno puo' andare a verificare quello che succede, il traffico, gli intrecci sono troppi.

quando c'e' un solo responsabile e' molto piu' semplice.

quindi il problema moneta io lo vedo in fondo alla lista, in cima ci vedo un problema nel breve di ordine pubblico e forse anche di guerra.
nel medio un pianeta che si muove...

indopama

marcoravelli ha detto...

@indopama,

tu rappresenti esattamente il pensiero unico perfettamente funzionale al sistema marcio in cui viviamo...

Anonimo ha detto...

@ Fra

Ok, fra, le mie sono banalità, le cose che dite tu e ravelli invece sono la verità.

Non sarà che la vediamo diversamente?

guru

Anonimo ha detto...

@Hiei

"Stai dimenticando i cristiani: su YouTube che n'è a mazzi che parlano degli ultimi tempi e via discorrendo...in particolare ci sono 40 MILIONI in USA di cristiani EVANGELISTI FANATICI che hanno diritto di VOTO e votarono già ai tempi BUSH, sperando che desse finalmente via a una guerra nucleare in medioriente, che avrebbe significato l'inizio dell'Armageddon e l'imminente ritorno di Cristo."

tu, come del resto ogni altro, non puoi essere dentro ogni persona per sapere cosa realmente pensa in questo preciso istante, per cui non ci puo' essere certezza in cio' che affermi.

quello che dici non lo hai sentito direttamente da quei 40 milioni di persone ma lo avrai letto da qualche parte, il che non fa che confermare che l'informazione e' il vero grande potere, quello che ci muove a destra o a sinistra e che noi non stiamo discutendo sulla realta' ma su notizie che abbiamo trovato sui media, internet incluso.

alcune saranno vere, altre no ma non e' questo l'importante, l'importante e' che noi, comunque, staremo sempre a discutere la' dove la massa delle informazioni (abilmente controllate) ci porta.

tutti noi come oche impegnati a cercare il dettaglio pensando che sia lui la cosa importante, pero' sempre dietro il percorso gia' deciso dalla papera ...

Hiei ne piu' ne meno, ha deciso di seguire la partita (gia' decisa nella data e nel risultato) da una delle due curve decidendo per la curva che lui ha ritenuto giusto. ma una curva vale l'altra...

indopama

marcoravelli ha detto...

@Guru,

hai fatto i conti riguardo al tuo reddito di cittadinanza???

Anonimo ha detto...

@marcoravelli

io non ho detto che e' quello che voglio, sto solo cercando di fare un'analisi della situazione mentre voi vi arrabattate sul dettaglio insignificante di turno.

indopama

marcoravelli ha detto...

Infatti tu se funzionale al sistema, mentre i nostri (miei e di Hiei)dettagli il sistema lo scardinano....

Anonimo ha detto...

:-D
sei forte.

ma dimmi un po', dopo che tu e Hiei avete scardinato tutto, COSA SI FA?

indopama

Anonimo ha detto...

il popolo non è buono luigiza, sicuramente oppresso ma non buono, sicuramente ignorante e che si lascia manipolare. Il pensiero mio e penso anche quello di Capretta è che è davvero troppo facile addossare il problema al cattivone di turno, la faccenda è più complessa.
Ripeto c'erano tutti i segnali che le elite sapessero di questo cambio di regime e che volessero trasformarlo in guerra religiosa (massacri ai copti di inizio anno, ma già da inizio 2010, poi stranamente sono cessati, perchè per una volta il popolo egiziano non si è fatto prendere in giro dai manipolatori). Una volta che l'opzione guerra religiosa non aveva ragione di esistere soprattutto perchè copti e musulmani manifestavano insieme, dapprima si è cercato di vedere se Mubarak potesse rimanere al potere (Israele che criticava l'occidente per appoggiare le proteste), poi si è giocato la carta con ElBaradei Suleiman, ma neanche loro erano opzioni condivisibili, non avevano molto seguito, insomma la situazione era altamente instabile e davvero poteva succedere di tutto, erano aperte tutte le possibilità, questo parecchi non vogliono capire. Il fatto che oltre all'nbwo che attualmente ha in mano tutte le risorse e materie prime mondiali, o meglio riesce ad influenzare e a comandare i mercati mondiali, ma non esiste solo l'nwo, esiste anche l'oriente che in parte ne è al di fuori, esistono nuove forme di consapevolezza che rispetto al passato non rendono più i giochetti dell'nwo sempre vincenti, anche per questo l'Egitto è un'anomalia. Il potere per ora è preso dai militari e l'occidente tira un sospiro di sollievo, in realtà per ora almeno fino alle elezioni meglio imilitari che un leader fantoccio infiltrato, perchè per quando addestrati dagli Usa, sono meno controllabili, su di loro vi è un grosso punto interrogativo (vedere navi iraniane che vogliono passare nel canale di Suez, Mubarak non ci avrebbe pensato neanche un momento ad evitare loro il passaggio). Stiamo vivendo una fase storica diversa e più passerà il tempo e sempre più il popolo sarà responsabile di quello che succede nel mondo e non potrà delegare più ai poteri occulti le sue colpe.
Jar Jar

Anonimo ha detto...

@Jar Jar

"non esiste solo l'nwo, esiste anche l'oriente che in parte ne è al di fuori,"

io sto in oriente e la vedo cosi': nel gioco odierno l'oriente e' completamente sottomesso all'occidente, la differenza pero' e' che l'oriente vede questo gioco come provvisorio e come uno dei tanti, quindi per loro e' normale che possa cambiare da un momento all'altro e non sono spaventati dal nuovo, dal diverso.


"esistono nuove forme di consapevolezza che rispetto al passato non rendono più i giochetti dell'nwo sempre vincenti, "

e da dove vengono queste forme di consapevolezza se non dai media che sono quasi tutti sotto controllo del NWO?
questo per l'occidente, per l'oriente bisogna rifarsi a quello che ho scritto sopra, anche se molta consapevolezza e' andata persa, almeno momentaneamente.

indopama

marcoravelli ha detto...

Niente,
qui non ci si schioda dai "Protocolli Segreti dei Savi di Sion"....
proprietari di tutto il denaro della terra e sacerdoti unici del NWO..

però il socialismo benchè indiscutibile strumento del controllo politico sui cittadini va bene ed andrebbe rafforzato..

Anonimo ha detto...

salve a tutti, la discussione è interessante ma io credo che la lettura degli eventi in corso sia abbastanza semplice

l'impero anglo-americano sta perdendo i pezzi e il mondo arabo si risveglia guidato non tanto dalla fame o dall'odio per il dittatore locale (queste sono solo occasioni) ma dall'odio per i sionisti.

d'ora in poi in medio oriente, qualunque sia il nuovo regime, non sarà più servo dei sionisti e questo alla lunga condurrà alla guerra nucleare. che poi dietro le rivolte ci sia qualcuno che voglia arrivare precisamente allo scontro finale non lo si può escludere, ma questo non cambia la sostanza delle cose

godetevi questi ultimi mesi (o giorni???) di benzina a basso (si fa per dire) costo

enzo

Anonimo ha detto...

da Repubblica:

Cina, protesta dei gelsomini in varie città scatta la repressione in piazza e sul web - Foto Ispirati dalle ribellioni in Africa e Medio Oriente, a Pechino e Shanghai alcuni attivisti hanno lanciato fiori come a Tunisi. Rapido l'intervento della polizia, sul territorio e con blocco di cellulari e internet.

I CINESI, PER CERCARE DI FERMARE LA RIVOLTA, HANNO BLOCCATO QUELLO CHE HA FATTO PARTIRE LA RIVOLTA, CIOE' L'INFORMAZIONE.

TUTTO SI MUOVE CON L'INFORMAZIONE, TUTTO SI COSTRUISCE ATTRAVERSO DI ESSA. E' IL CENTRO DELLA VITA.

QUINDI SE OGGI ABBIAMO GIA' UN POTERE MOLTO ACCENTRATO NELL'INFORMAZIONE VUOLE DIRE CHE ANCHE IL PIANO DI GOVERNO UNICO MONDIALE E' ABBASTANZA AVANZATO E VERRA' FATTO USANDO PRINCIPALMENTE L'INFORMAZIONE.

PER CUI, TRA TUTTE LE VARIE COSE DI CUI DISCUTIAMO, L'INFORMAZIONE DOVREBBE ESSERE L'ARGOMENTO PRINCIPALE.

E INVECE SOLO SOLDI... QUELLA COSA CHE (MOLTO ABILMENTE) E' STATA MESSA LA' IN CIMA DA RAGGIUNGERE PER FAR CREDERE DI AVERE LA VITA CHE SI VUOLE.

PERO' I POTENTI, PER FARE QUELLO CHE GLI PARE, USANO NON I SOLDI MA L'INFORMAZIONE...

INDOPAMA

Hiei ha detto...

@indopama

Vedo che come sempre, come nel caso dei militari egiziani che aboliscono la costituzione (per inciso, sai che roba...ma "in teoria"...), dei cecchini israeliani che accoppano per divertimento ragazzini palestinesi, dei falsari con la carta straccia e della sittatura totalitaria assoluta comunemente detta NWO, hai sempre, SEMPRE una parola gentile, di riguardo e di giustificazione (nonchè ottimismo) per dittatori, criminali di guerra, usurai e in generale la peggior feccia in circolazione.

"ma dimmi un po', dopo che tu e Hiei avete scardinato tutto, COSA SI FA?"

Tranquillo, che tu non avrai proprio più nessun problema da porti in quel caso. :'D

Al pezzo d'asino hanno già risposto e leggere tutto non c'ho voglia, vedo anzi che Capretta continua a fare copia-incolla delle veline di regime, infatti tra il suo post e la diretta on-line dei quotidiani lerci non c'è differenza.

Come per l'epocale stronzata degli RPG sulla folla, che Repubblica, per dirne sempre uno a caso, riportava ieri con le medesime parole, citando la solita Al-Jazeera come fonte.

Il riallineamento di Internet al mainstream va completandosi, una ragione in più per smetterla di cazzeggiare mi sa...

Hiei ha detto...

@indopama

Vedo che come sempre, come nel caso dei militari egiziani che aboliscono la costituzione (per inciso, sai che roba...ma "in teoria"...), dei cecchini israeliani che accoppano per divertimento ragazzini palestinesi, dei falsari con la carta straccia e della sittatura totalitaria assoluta comunemente detta NWO, hai sempre, SEMPRE una parola gentile, di riguardo e di giustificazione (nonchè ottimismo) per dittatori, criminali di guerra, usurai e in generale la peggior feccia in circolazione.

"ma dimmi un po', dopo che tu e Hiei avete scardinato tutto, COSA SI FA?"

Tranquillo, che tu non avrai proprio più nessun problema da porti in quel caso. :'D

Al pezzo d'asino hanno già risposto e leggere tutto non c'ho voglia, vedo anzi che Capretta continua a fare copia-incolla delle veline di regime, infatti tra il suo post e la diretta on-line dei quotidiani lerci non c'è differenza.

Come per l'epocale stronzata degli RPG sulla folla, che Repubblica, per dirne sempre uno a caso, riportava ieri con le medesime parole, citando la solita Al-Jazeera come fonte.

Il riallineamento di Internet al mainstream va completandosi, una ragione in più per smetterla di cazzeggiare mi sa...

Anonimo ha detto...

Il senatore Lucio Malan e il fantastico mondo del Jerusalem Summit
http://kelebeklerblog.com/2011/02/18/il-senatore-lucio-malan-e-il-fantastico-mondo-del-jerusalem-summit/

La deriva neoconservatrice della destra cattolica
http://www.kelebekler.com/occ/copert01.htm

L’Alleanza dei Movimenti della Gioventù: Rivoluzioni colorate 2.0
di Tony Cartalucci
dal sito Globalresearch
http://blogghete.altervista.org/joomla/index.php?option=com_content&view=article&id=776:gianluca-freda&catid=32:politica-internazionale&Itemid=47

Anonimo ha detto...

@Hiei

"Il riallineamento di Internet al mainstream va completandosi, una ragione in più per smetterla di cazzeggiare mi sa..."

ESATTAMENTE,
USIAMO INTERNET PRINCIPALMENTE PER DIFFONDERE QUELLO CHE CI VIENE DATO DALLE AGENZIE E PER DISCUTERNE COME SI FA AL BAR SPORT.

INTERNET E' DIVENTATO UN IMMENSO BAR SPORT DOVE SI FA A GARA A CHI NE SA DI PIU'. DI QUELLO CHE VOGLIONO LORO PERO'...

poi per quello che riguarda il nwo, io come ho detto non giudico ma provo per curiosita' di capire ma per me 1 re o 100 re non e' importante,

siccome io non sono in grado di proporre un qualcosa di diverso (CHE NON SIANO CHIACCHIERE) allora prendo quello che viene e metto le energie in quello che so fare bene nel mio quotidiano.

indopama

marcoravelli ha detto...

"...per me 1 re o 100 re non e' importante"

ed invece è molto importante ed anche molto diverso.
e questo tuo atteggiamento, come quello di tutti i predicatori della Consapevolezza è spaventoso perchè permette al sistema di insediarsi capovolgendo le cause con gli effetti

Anonimo ha detto...

??? marco, potresti spiegarti meglio?

Hiei ha detto...

"per me 1 re o 100 re non e' importante"

Per una volta sono d'accordo: un re o cento re non fa differenza...tra UN re e ZERO re invece...

(concetto che come sempre escludi a priori, sia mai si concepisca un mondo dove non si è schiavi, vero?)

Anonimo ha detto...

@Hiei
allora, chiamiamola "classe dirigente" perche' cosi' e' anche ora.

io non ho capito, vorresti un mondo completamente anarchico dove ognuno fa quello che gli pare?

a me sembra che tu e marco stiate parlando anche di regole nel qual caso una classe dirigente che le scriva e le faccia rispettare ci vuole, o no?

indopama

Anonimo ha detto...

[OT]
Nuova Zelanda, 107 balene arenate.
Presa la decisione di sottoporre a eutanasia i 48 cetacei ancora vivi.

qualcuna che si rincoglionisce ci puo' anche stare ma 107 che si rincoglioniscono tutte insieme mi sembra un pò strano.

Mario Barbiero ha detto...

"ma 107 che si rincoglioniscono tutte insieme mi sembra un pò strano."

ma va là!
hai decine di milioni di italiani rincoglioniti che è la norma ...

Felice Capretta ha detto...

ha ha ha bellissima questa mario! :D

Hiei ha detto...

"allora, chiamiamola "classe dirigente" perche' cosi' e' anche ora."

Chiamala con tutti gli eufemismi che ti pare, io preferirei "gli stronzi maniaci del controllo a cui lecchi sempre il culo".

Wio non ho capito, vorresti un mondo completamente anarchico dove ognuno fa quello che gli pare?W

Assolutamente sì, si chiama "libertà", concetto che a voi parassiti fa tanto schifo, la libertà di gente che liberamente si organizza in società libere senza nessun dittatore o casta del cazzo che decide arbitrariamente di derubare i suoi sudditi e di imporgli come vivere.
E non cominciare nemmeno con le cazzate sul caos e la violenza CON QUEL CHE STA SUCCEDENDO NEL MONDO GRAZIE ALLA TUA BELLA "CLASSE DIRIGENTE" SOPRATTUTTO.

Le pecore hanno bisogno del pastore, gli infanti della maestrine che li sta a guardare tutto il tempo.
Gli uomini no, se sono uomini ma c'è gravissima scarsità in giro, vedo.

"a me sembra che tu e marco stiate parlando anche di regole nel qual caso una classe dirigente che le scriva e le faccia rispettare ci vuole, o no?"

Se tu non sai concepire altro che la sudditanza e la schiavitù, se non ti ritieni capace di decidere con la tua testa cosa è giusto e cosa è sbagliato, se non hai il coraggio e la dignità di fare le tue scelte e prenderti le tue responsabilità, continua a leccare gli stivali dei tuoi padroni assieme al resto dei pecoroni ottusi (illudendoti di ottenere qualche vantaggio a fare lo scodinzolante cane da pastore): è solo un problema vostro.

Idea3online ha detto...

Da che mondo è stato mondo il popolo non ha contato mai niente, è solo lo strumento del potere. Il popolo lodava Gesù e dopo qualche giorno voleva ucciderlo. Capite con questo che uno degli uomini più giusti e altruisti del mondo prima era osannato dopo bestemmiato, nell'arco di qualche giorno il popolo cambiò pensiero. Tutto accadde perchè gli scribi e i farisei lanciarono una campagna denigratoria ed il popolo come un pesce fu preso all'amo. Il popolo non farà mai una rivoluzione se la stessa non verrà organizzata a tavolino. Capretta ti faccio una domanda:

I candidati nelle elezioni democratiche sono scelti dal popolo?

Anonimo ha detto...

@ indopama
niente piu' bisogno di oro perche' la moneta virtuale, essendo unica in regime di monopolio, non dovra' concorrere con nessun'altro bene.
Impossibile, ci sarà sempre uno stato che si espande e pre finanziare l'espanzione genera inflazione. ci sarà qui9ndi sempre un sistema del commercio per svincolarsi dal denaro falso e un bene di scambio di riferimento. non cambierà questa certezza.

@ guru
non censuro, come sempre chiedo di argomentare e non sparacchiare. argomenti
Fra

Anonimo ha detto...

@Hieie :-)

"Assolutamente sì, si chiama "libertà", concetto che a voi parassiti fa tanto schifo, la libertà di gente che liberamente si organizza in società libere senza nessun dittatore o casta del cazzo che decide arbitrariamente di derubare i suoi sudditi e di imporgli come vivere."

bene, se proprio vuoi un giudizio (la mia di prima era solo una tentata analisi) anche per me questo potrebbe essere il sistema migliore (quello che c'e' in una famiglia per esempio) e credo che lo sia tanto piu' quanto maggiore e' il nostro distacco dai bisogni (ma questo e' solo un mio punto di vista).

quindi, carissimo, oggi avrai forse capito che il nemico che vedevi non esisteva?

anche io penso che ogni regola abbia come effetto non quello di farci piu' felici ma quello di aggiungere una ulteriore sbarra alla gabbia in cui si vive.

indopama

indopama

marcoravelli ha detto...

@Indo,

Io credo nell'ordine spontaneo che nasce dalla cooperazione dei singoli,
ognuno focalizzato sul conseguimento dei propri fini e la soddisfazione dei propri interessi.
un sistema basato su regole generali ed astratte senza particolarismi o privilegi.
dove ognuno dove avere in diritto di godere delle sue proprietà senza interferenze ed in una moneta solida il cui valore si perpetui nel tempo.

Un unico "Re" significherebbe la conformazione generale di questi fini ed interessi, la morte della libertà e con lei della creatività e quindi la schiavitù della civiltà in generale.

Anonimo ha detto...

distacco dai bisogni esterni.

Anonimo ha detto...

@marco
"Io credo nell'ordine spontaneo che nasce dalla cooperazione dei singoli,
ognuno focalizzato sul conseguimento dei propri fini e la soddisfazione dei propri interessi."

anche a me puo' andare bene, ma siamo proprio sicuri al 100% che non sia esattamente quello che abbiamo costruito fino ad ora?

e le pecore spontaneamente avessero seguito il pastore?

e se le pecore ancora spontaneamente (poi mi piacerebbe che mi spiegassi il significato di questo termine) si fossero stancate del pastore?

tu riesci a dimostrare al 100% che il sistema pecora/pastore non e' stato un sistema spontaneo?

indopama

Felice Capretta ha detto...

@ idea3online

non credo di doverti rispondere, dal momento che la risposta è ampiamente scontata ed è contenuta nella domanda stessa :-)

quindi si, ti comprendo e comprendo la tua apprensione, anche se ormai democrazia, dittatura, elezioni, rappresentanza, sono tutte parole che appartengono al vecchio mondo che si sta sfaldando sotto i nostri occhi.

nel frattempo, il nuovo mondo non sa ancora da che parte incominciare (e rischia di cadere in nuovo ordine mondiale) perchè pensa ancora con le logiche del vecchio mondo.

per esempio....c'e' davvero bisogno di stati? di elezioni? di sovrani? negli ultimi 12000 anni queste istituzioni hanno sistematicamente fallito ed hanno determinato squilibri, malcontento e disastri.

forse c'e' un'altra strada, io non ne ho idea ancora ma penso che doremmo iniziare ad uscire dalla scatola in cui ci siamo confinati per millenni ed iniziare a pensare alle infinite possibilità che abbiamo come esseri umani per ceare qualcosa che prima di tuttto stacchi con il passato e sia qualcosa di nuovo, di diverso ma soprattutto di veramente funzionale per tutti.

you may say i'm a dreamer but i'm not the only one :)

saluti felici

felice

Anonimo ha detto...

oggi e' un bel giorno. :-)

Mario Barbiero ha detto...

già!

Anonimo ha detto...

@ ravellik

Non c'è bisogno di fare conti, è chiaro che 24 miliardi non basterebbero per un reddito di cittadinanza, ma devo dedurne che tu sei contro questa idea per il fatto che la ritieni non sostenibile economicamente, o per una ragione di principio?

guru

marcoravelli ha detto...

Un ordine Spontaneo è ciò che si raggiunge in assenza di condizionamenti imposti ope legis.

Il mercato è nato come ordine spontaneo perchè permetteva agli uomini di scambiare il frutto del proprio lavoro.
La moneta è nata dall'ordine spontaneo perché permetteva agli uomini di conservare il frutto del proprio lavoro.

Decidere autonomamente quali siano le regole più adatte alla società di cui si fa parte è un ordine spontaneo.

Un governo che impone dall'alto le proprie leggi, a molte comunità completamente differenti tra di loro è STRAVOLGE l'ordine spontaneo precedentemente creatosi.

La pianificazione a qualunque livello impedisce l'ordine spontaneo.

Il vostro NWO è l'antitesi dell'ordine spontaneo poiché soggioga e sovrasta piccole comunità che, se lasciate libere, avvrebbero un futuro molto diverso.

Spontaneamente si può anche decidere di istituire un Governo superiore, come fecero i Fondatori Americani,( anche se in quel caso si trattava di esigenze di concorrenza mercantile) ma la decisione deve nascere dal basso e comunquenon si può obbligare nessuno a sottostarvi.

Non opporsi o cumunque rimanere indifferenti a questo processo di mondializzazione del controllo sui cittadini, è sbagliato poiché significa spalancargli le porte!

marcoravelli ha detto...

@guru

L'insostenibilità della cosa giustificherebbe il perpetuarsi dell'inflazionismo.
Il potere politico prenderebbe le leve del comando ora in mano ai banchieri e con l'illusione della condivisione del benessere sarebbe più catastrofico di quanto lo siano stati 150 anni di riserva frazionaria e moneta Fiat.

In assoluta sincerità la cosa che più mi spaventa del tuo RdC è che essendo anch'esso perfettamente funzionale alla causa Inflazionista penso che possa anche essere realizzato.

Idea3online ha detto...

Capretta grazie per le risposte.

Adesso inizio a capire il tuo pensiero. Hai dei buoni ideali.

Penso che siamo diretti a delle guerre. Ormani non si torna più indietro. Mi ricordo che lessi che il capitalismo si ciba di guerre e distruzioni. Questo "essere economico" per esistere deve creare rivoluzioni e guerre, dopo essersi cibato si calma e inizia un nuovo ciclo. Però nel mondo adesso ci sono diversi "ESSERI CAPITALISTI", nella Bibbia chiamati BESTIE. Il problema è che tutti queste BESTIE hanno fame e si scontreranno prima che resti la BESTIA SELVAGGIA 666. Cosa strana è che la Bibbia indica che questi Governi sono teste attaccate alla Bestia 666. Ma questa è un altra storia, ancora passerà del tempo.

Capretta stimo veramente i giusti ideali, ma sono sicuro che gli "ESSERI CAPITALISTI" non hanno ideali.

marcoravelli ha detto...

@Idea3Online

non mi è ben chiaro quale edizione della bibbia tu abbia letto...

Anzitutto il Capitalista ha come unico interesse l'accumulo di capitale il quale gli permette di investire e quindi accumulare ulteriore capitale.
In quest'ottica le guerre sono uno spreco di risorse sia umane che materiali e bloccando il commercio e l'industria nei territori coinvolti sono altamente controproducenti.
Quello di cui parli, quindi non può essere altro che l'Inflazionismo che sfruttando le risorse illimitate di cui è l'unico creatore (ma sappiamo che questa è un'illusione poichè in realtà non crea ma estorce tramite la Tassa dell'Inflazione) riesce a trarre vantaggi da situazioni di destabilizzazione.

Ora, dovresti capire che Capitalismo e Inflazionismo sono l'antitesi uno dell'altro.
Infatti l'inflazione erode il capitale e quindi non può essere in nessun modo funzionale al Capitalista cosi come l'accumulo di capitale cioè la detenzione di metalli preziosi a scopo di riserva finanziaria è contrastata dall'Inflazionista poichè risulta essere una via di scampo dalla sua opera di rapina.

Inoltre esiste una parabola che parla di un vecchio che da dei talenti ai propri figli (o servi non ricordo) chiedendo loro di custodirli. Alla fine uno li spende (o li perde), uno si sotterra e li conserva e l'ultimo li impiega e ne ottiene una rendita.
Ora, nella mia bibbia, quello che riceve maggior lode dal vecchio è il terzo figlio ( quello Capitalista). quindi forse devi ripassare un po' il catechismo...

Il Bagatto ha detto...

Le ultime informazioni danno il Colonnello che tenta la fuga verso il Venezuela di Chaves (due nemici dichiarati degli USA) e, forse, in atto un colpo di stato militare. Quindi, senza leder credibili delle rivolte, i vari stati del nord africa stanno cadendo tutti nelle mani dei militari (e non del popolo come qualcuno si illude).

Anonimo ha detto...

Già
perchè la fuga in Venezuela ?

Il Bagatto ha detto...

Forse per questo motivo?

http://www.corriere.it/notizie-ultima-ora/Esteri/Venezuela-Chavez-Gheddafi-riscriveremo-storia/29-09-2009/1-A_000050250.shtml

intanto lIran glissa sul suo amico Gheddafi:

http://www2.irna.ir/fr/news/view/line-96/1102216661011404.htm

Felice Capretta ha detto...

del venezuela se ne parlava già stanotte anche se caracas ha poi prontamente smentito, vedremo.

intanto il personale di alcune ambasciate libiche in giro per il mondo si è dimesso, i religiosi sostengono i manifestanti e gheddafi è atteso in tv.

un caccia ha bombardato una caserma vuota per evitare che materiale bellico cadesse nelle mani dei manifestanti.

purtroppo tra poco sarò offline per qualche ora.

saluti felici

felice

Anonimo ha detto...

@marcoravelli
"Anzitutto il Capitalista ha come unico interesse l'accumulo di capitale il quale gli permette di investire e quindi accumulare ulteriore capitale."

da questo assunto indimostrabile (non potrai mai essere dentro i pensieri di ognuno di quei capitalisti) parti costruendo la TUA realta' immaginaria.

ma sai quante se ne possono costruire?

noi possiamo solo osservare la realta' che il capitalista cerca di accumulare sempre piu capitale ma il perche' lo fa lo sa solo lui e non e' detto che tutti i capitalisti abbiano le stesse ragioni.

quindi le cause, quelle su cui bisognerebbe agire per costruire il nuovo, non le conosciamo!
siamo al buio!

indopama

Hiei ha detto...

@Felice

Curioso, dici le stesse cose che dico io e poi sostieni i golpe militari...è davvero un mondo straordinario a modo suo...

@merdaccia

"quindi, carissimo, oggi avrai forse capito che il nemico che vedevi non esisteva?"

Ricapitoliamo: basta che uno dica "com'è beeelllaa la famigliaaa.." e magicamente sparisce il governo, spariscono le banche centrali, non devi più pagare le tasse o lavorare per vivere e via dicendo?

Sinceramente, o che non ci metti nemmeno più impegno a prendere per i fondelli, o che davvero scrivi da una cameretta con le pareti imbottite...

Anonimo ha detto...

@Hiei
ti faccio da spalla amico...
:-)
indopama

Anonimo ha detto...

cmq la seconda che hai detto, cameretta imbottita.

Hiei ha detto...

P.S.:

@merdaccia

Già, ognuno si può creare nella mente tutte le realtà che vuole, e queste saranno una approssimazione più o meno buona della realtà oggettiva.

Se sei senziente, adulto e sveglio probabilmente sarà una buona approssimazione che ti permette di agire bene, se sei completamente dissociato dalla realtà oggettiva e dai fatti il termine è "psicopatico", a rigor di libri di medicina.

Come saperlo?

Semplice: esiste il metodo sperimentale, sulla base del modello della realtà che hai, agisci coerentemente - aspettandoti determinati risultati.
Se questi si verificano, il modello è buono altrimenti dagli errori lo migliori e via così.
Esempio pratico: io ti invito, ti invito CALOROSAMENTE ad andare in piazza a Tel Aviv con un bel cartello che rechi scritto ciò che sostieni sempre a proposito dei crimini di guerra, nello specifico rivolto ai presenti: "SMETTETE DI LAMENTARVI DELLA SHOAH PERCHE' GLI EBREI NEI CAMPI DI CONTRAMENTO HANNO SOLAMENTE AVUTO CIO' CHE VOLEVANO".

Che è quello che dici di solito dei bambini di Gaza o dei civili iracheni ecc. ecc., quindi coerente col tuo pensiero e modello di realtà.
Ora, quando dei simpatici signori vestiti tutti uguali verrano a dare a te ciò che meriti, urla fortissimo "la famiglia è bbella perchè siamo tutti libbberiii!!" così vediamo se magicamente i tuoi "nemici" smetteranno di esistere.

E, ti prego: filmami tutta la scena che ho già pronti i pop-corn...in fondo ti si chiede solo di esprimere la tua libera opinione, liberamente in questo mondo che dici libero e dimostrarmi coi fatti la saggezza della tua bella "consapevolezza".

Ti aspetto fiducio su YouTube! :'D

(no, dico, parola di verifica: CUFFED!! :'D )

Anonimo ha detto...

e adesso senza spalla come faresti?
hai lanciato l'anatema ma se nessuno lo raccoglie il dialogo si esaurisce.
lo vedi che sia il bianco che il nero hanno entrambi un preciso significato?
certo che lo vedi come vedi anche che io devo continuare a fare un colore e tu l'altro.

indopama

Hiei ha detto...

[OT]

E' un'imprssione mia oppure oggi gli hanno sbagliato il dosaggio dei medicinali? E' più fuori del solito... :'D

Hiei ha detto...

Nota di colore mentre si aspettano nuovi avvincenti colpi di scena: Uhm, adesso tutti i bloggherrree...che non eran pochi...che si sperticavano dell'astuzia del nano ad andar con Gheddafi...vederli in ginocchio sui ceci si potrebbe mica, grazie? :'Dla

Anonimo ha detto...

Nuova Zelanda: oltre 100 balene spiaggiate
http://xrl.in/79qi