martedì 22 febbraio 2011

Gheddafi analisi del filmato


*** aggiornamento 18.50 Secondo discorso di gheddafi alla tv di stato, oltre 60 minuti. Niente di che: come Mubarak ha detto che resisterà fino alla fine e morirà in Libia. Non che sia un bell'auspicio, visto come sono finiti Ben Ali e Mubarak. Comunque la tempra non gli manca, come tutti i beduini. E parlando da quello che sembra uno dei tanti bunker costruiti per nascondersi dai bombardamenti americani, si è spinto molto oltre.

E' arrivato a dire che "quando gli afroamericani hanno manifestato per ottenere i diritti in California, Yeltsin ha mandato i carri armati".

Potremmo imbastirci sopra un post in perfetto stile caprino, ma il problema è che c'e' poco da ridere: il tamarro della sirte è uno squilibrato che è ancora in grado di dare ordini a buona parte di un intero esercito piuttosto bene armato. Che obbedisce. Quindi è più preoccupante che ridicolo.

*** aggiornamento 17.45 Gheddafi e` apparso di nuovo in tv da quello che assomiglia ad un bunker.resoconto a breve..e` parso comuqnue parecchio delirante. Parecchio.

Prima di parlare dell'analisi del filmato di Gheddafi, un update sulla situazione in medio oriente e nei paesi arabi.

Le navi da guerra iraniane sono entrate questa notte alle 4:50 ora locale (le 3:50 da noi) nel canale di Suez. Solitamente si impiegano tra le 10 e le 12 ore per l'attraversamento, quindi arriveranno nel Mediterraneo tra un paio d'ore al massimo e sfileranno in acque internazionali davanti alla costa israeliana per raggiungere le acque siriane.

Si tratta di una nave da guerra e una nave di appoggio, di fabbricazione inglese, che risalgono ai tempi dello Shia. In pratica stanno insieme con lo scotch. Secondo le autorità del canale di Suez, le navi hanno dichiarato di non avere a bordo nè armi nè materiale chimico o nucleare (oste, com'e' il vino?).


Tornando alla Libia, le informazioni arrivano con il contagocce.

Giusto ieri notte è comparso sulla tv pubblica un improbabile Gheddafi armato di ombrello che ha dichiarato tre cose, in ordine crescente di delirio psichiatrico:

  • io sono in Libia
  • non credete alle televisioni che appartengono ai cani randagi
  • piove

già.

Eccolo qui.



Ora, una breve analisi del filmato di Gheddafi ci rivela che il filmato è stato girato al chiuso, quindi non è possibile dire se sia a Tripoli o in uzbekistan o a palazzo grazioli o a cologno monzese presso gli studi di mediaset. Potrebbe essere ovunque.

Ampia ostentazione di ombrelli (ben tre) bagnati e gocce davanti alla telecamera. come a dire: a tripoli piove, qui dove sono io al chiuso c'e' acqua, dunque sono a tripoli.

Certo: come dire vedo quello che mangio è uguale a dire mangio quello che vedo.

Poi Gheddafi esce da una specie di ape car di cui non si comprende bene la natura. Ognuno ha i suoi gusti in fatto di auto. Forse la limousine nello studio di registrazione mediaset di cologno monzese non ci entrava e hannno ripiegato sull'ape car di tonino, riparatore piaggio e taroccatore di motorini che ha l'officina a due passi dagli studi.

L'ombrello bianco viene accuratamente mostrato alla telecamera ed è bagnato da acqua apparentemente limpidissima. Non siamo mai stati in Libia ma ci aspettiamo che la presenza del deserto a pochi passi qualche granello di polvere lo porti. Non è una prova definitiva, ma prendiamo nota. Potrebbe essere ovunque.

Infine, il secondo punto: non credete alle televisioni che appartengono ai cani randagi.

Parlava dalla televisione di stato che appartiene a lui.

Già.

Saluti felici

Felice Capretta

117 commenti:

Il Bagatto ha detto...

Carissimo Felice. Non ti è venuto in mente che potrebbe trattarsi di un messaggio rivolto a chi può capire tra le righe? Analizza le frasi e guardati bene il filmato. Dei colori hai già accennato. Gheddafi sa a chi si deve rivolgere e sa anche far capire che la pioggia può essere molto dannosa se non hai un ombrello immacolato con cui proteggerti (non è dietrologia e/o complottismo ma una certa conoscenza dei metalinguaggi)

Idea3online ha detto...

Capretta devo lanciare messaggi di pace, non devo tirare le pietre e nascondere le manine.

Anonimo ha detto...

@ friiiinco

...si ma felici come solo loro !!!

katanga (che e' poi il nick perfetto per un bonobo)!

JK ha detto...

ha cambiato pure stile da Jackson a Jamiroquai...

Anonimo ha detto...

@ katanga

ah di sicuro con meno problemi di molti qua dentro, e di uno in particolare.
hai ragione:-)

Frrriiincooo

Idea3online ha detto...

http://etleboro.blogspot.com/

Hiei ha detto...

Capretta, faccio finta che ti siano proprio sfuggite per sfigatissimo caso le domande che ti feci occasionalmente in passato.

Ma sulla rivolta del Winsconsin non hai da dire proprio nemmeno una parolina? Cito da Crisis:

"Il 20 Febbraio i manifestanti hanno occupato il palazzo del governo. Alcuni senatori democratici si sono uniti alla protesta, e la Polizia ha avuto l'ordine di arrestarli. Ovunque sventolano bandiere egiziane, e dall'Egitto arrivano lettere di solidarietà e persino la pizza."

Sai, Al-Jazeera non mi risulta stia coprendo la cosa: sai qualcosa tu?

Felice Capretta ha detto...

@bagatto

non si puo' escludere, in effetti.

premesso che non mi ritengo un esperto di simbologia anche se i miei anni di libri sulla storia occulta me li sono fatti, in questo caso mi sa di messinscena fatta su in fretta e furia e venuta male, probabilmente partorita dalle disturbate meningi di gheddafi.

pero' adesso che mi hai incuriosito ci racconti qualcosa di più di quello che ci hai visto eh : )

saluti felici

felice

Anonimo ha detto...

Ciao Felix, ma non hai notato la "strana" chiusura della borsa di milano dopo il tonfo di ieri??
Casuale? Voluta? Problemi tecnici? Cosa ne pensi?

Torn

Felice Capretta ha detto...

@ hiei

non mi è sfuggito, al contrario presumo che a te sia sfuggito il mio commento poche righe sopra il tuo in cui me lo chiedevi.

dicevo che lo sto tenendo d'occhio perchè è molto, molto interessante.

poi pero' ieri pom e oggi non l'ho guardato, uno si gira un attimo...e patatrac. anche se mi sa che tra poco ci vorranno dieci blogger per tenere d'occhio tutto..



@idea3online

mica ho capito il primo intervento sulla pietra e sulla mano, me lo spieghi?

saluti felici

felice

Hiei ha detto...

"non mi è sfuggito, al contrario presumo che a te sia sfuggito il mio commento poche righe sopra il tuo in cui me lo chiedevi."

In effetti, tuttora non vedo alcun tuo commento sopra il mio: antispam?

Di passaggio, prendo a prestito da Petrolio:

"Sembra che nessuno ancora l'abbia ricordato, ma l'Italia produce nientemeno che il 50% dell'energia elettrica con il gas. E' una decisione strategica presa parecchio tempo fa, che ha visto la conversione delle nostre centrali termoelettriche a petrolio in centrali a gas e turbogas. Decisione assai saggia, peraltro, prima che a qualcuno venga in mente di criticare.

Ma quando si dipende interamente dall'estero per la propria energia, si corre ogni tipo di rischio, con ogni genere di fonte energetica. Non esistono opzioni sicure, esistono solo opzioni momentaneamente migliori.

Cosa dovrebbe fare ora il nostro inesistente governo? Forse è troppo presto per parlare di razionamenti, o forse no. Una cosa è certa: le merci devono continuare ad arrivare nei negozi, e le industrie non possono fermarsi. Vorrà dire che in caso di emergenza saremo noi a dover fermare le auto e spegnere le luci.

Chissà se i nostri politici hanno mai pensato a queste eventualità in vita loro.

Update. Notizia di qualche minuto fa: l'ENI ha chiuso il gasdotto Greenstream."

Un bel razionamento delle cazzate in rete a breve? Hai visto mai! :'D

Felice Capretta ha detto...

@ tom

eh si, succede, il classico malfunzionamento tecnico. colpa delle macchine, no?

è un baco che colpisce praticamente solo nei momenti critici.

ehi, guarda, una strana coincidenza.

;-)

F

Felice Capretta ha detto...

@hiei

nell'altro post in cui me lo chiedevi... non in questo.

saluti felici

felice

luigiza ha detto...

Wisconsin Revolt
by Jonathan Tasini
Wednesday 16 of February, 2011

Thousands of public employees and supporters converged at a hearing at the capitol here that ran into the wee hours of Wednesday morning to voice their objection to a proposal to cut their benefits and remove most of their unions’ ability to bargain.

E' questo il problema del Wisconsin?
Conseguenze?
luigiza

Sitoqualunque ha detto...

Uno degli articoli suggeriti dal "ti potrebbero interessare" recitava "Gli Stati arabi hanno avviato trattative segrete con Cina, Russia e Francia per smettere di usare la valuta americana per le transazioni petrolifere".

Che le rivoluzioni di questi tempi siano (anche) il ringraziamento per questa cortesia?

Ps: l'articolo è http://informazionescorretta.blogspot.com/2009/10/fine-del-dollaro-e-leconomia-precaria.html

luigi ha detto...

La questione pare un po' più complessa, luigiza.
Intanto pare che adesso siamo a 70mila persone in piazza e il punto non è tanto il mantenimento dei "privilegi" dei lavoratori pubblici quanto il fatto che a quanto pare i repubblicani abbiano fatto figli e figliastri escludendo dai tagli polizia e pompieri mentre insegnanti e impiegati vengono massacrati. Similmente a quanto avviene in FIAT vengono pesantemente erosi i meccanismi di rappresentanza sindacale. Pensa che epr evitare la votazione su questo disegno di legge dei deputati democratici si son oautoesiliati a Chicago, con un'azione di "esfiltrazione" dai confinidello stato, braccati dalla Guardia Nazionale del Wisconsin come dei contrabbandieri, per far mancare il numero legale della votazione. L'amministrazione federale (Obama) appoggia questa mossa, a quanto pare. Per il momento si potrebbe dire che siamo al folklore paesano stile don camillo e peppone, ma potrebbe essere indice di qualcosa di molto più grave e dato che di questi tempi stanno succedendo cose che nessuno riteneva possibili anche solo un mese fa, vedere la Guardia Nazionale del Wisconsin invadere l'Illinois, magari contrastata con le armi dai famosi "nazisti dell'illinois" mentre john belushi spinge sull'acceleratore della sua macchina ex polizia, potrebbe non essere fantascienza...

luigiza ha detto...

Già in partenza per la guerra?
Ma che fretta.

NAVE ITALIANA SALPA OGGI
La nave della marina militare Francesco Mimbelli salperà oggi da Taranto per recarsi in acque internazionali, al largo delle coste libiche. È un cacciatorpediniere lanciamissili, unità multiruolo con un equipaggio di circa 400 persone, specializzata nella difesa dello spazio aereo.

http://www.unita.it/mondo/gheddafi-torna-in-tv-onu-valuta-testo-di-condanna-1.273404


Bagatto cosa significava quel chiudere l'ombrello da parte del Gheddafi?
Perchè l'ombrello lo chiudeva lui vero?
O forse lo apriamo noi?
Mah con 'sti metalinguaggi non ci azzecco molto

luigiza

Idea3online ha detto...

Te lo spiego. Grazie per la domanda diretta. Non capisco perchè critichi sempre mediaet.

Prima hai detto che Gheddaf può avere girato il film con l'ombrello persso mediaset.

Che significa?

luigi ha detto...

ATTENZIONE! ATTENZIONE! BERLUSCONI E LETTA SALGONO AL QUIRINALE... (sarà mica che uno lo tiene e l'altro lo mena?)

Hiei ha detto...

@Felice

Niente di nuovo da aggiungere, insomma...toccherà aspettare Al-Jazzera. :'D

Anonimo ha detto...

Felix, una domandina impertinente:

secondo te o dal tuo punto di vista, chi c'è dietro queste 'rivoluzioni'?

Ovvero, chi ha reali interessi in tutto questo?

Egitto, libia, domani forse anche l'etiopia ... ma a chi fa gioco? Chi sta soffiando sulla brace?

Usa? Iran? Cina? Islam?

Un sentito grazie.

Torn.

luigiza ha detto...

@Torn
Ovvero, chi ha reali interessi in tutto questo?

Felice ti darà la sua interpretazione.
Nel frattempo ti do la mia: temo che la situazione stia scappando di mano, ammeso e non concesso che una mano vi sia.
Troppi gatti stanno correndo verso la trippa.
Ed a questo punto il gioco si fa molto, troppo pericoloso. La gran fiammata potrebbe essere molto vicina.

Anonimo ha detto...

Per me il filmato e stato girato in un bunker, quella piccola auto conferma secondo me questa teoria. Servirebbe per spostarsi nei cunicoli che separano i vari locali sotterranei che solitamente sono sparsi per ridurre i rischi in caso di attacco missilistico.

Hiei ha detto...

Ehi, c'è mia Jamiroquai di nuovo in televisione? Ma non è che 'ste rivoluzioni siano in realta un nuovo serial tv mmereghano? :'D

"L'Unhcr: "Non respingete i rifugiati". Il Senatur: "Aspettiamo ordini dalla Ue"." (Repubblica.it)

BWAHAHAHAHAH

"Padroni a casa nostra!"

BWAHAHAHAHAH

"ORDINI dalla UE"

BWAHAHAHAHAH...ditemi che l'ha detto sul serio!! :'D

Anonimo ha detto...

Chissà se i nostri politici hanno mai pensato a queste eventualità in vita loro.

Centrali nucleari? NO GRAZIE

adesso chiedete a pecoraro scanio di scaldarvi la pentola dell'acqua!
La miopia politica non va dimenticata, solo 950 parlamentari per partorire i topolini dell'ipocrisia?
Fra

luigiza ha detto...

Oh, oh!!
Questa poi non me la aspettavo proprio (non con così largo anticipo sugli avvenimenti prossimi venturi e per il sottoscritto ormai scontati).

Cremlino: ribelli russi ispirati dalle rivolte arabe
Reuters Italia - ‎32 minuti fa‎
MOSCA (Reuters) - Il presidente Dmitry Medvedev ha evocato oggi lo spettro di decenni di conflitti e governo autoritari nel mondo arabo per lanciare un monito sul pericolo che gli insorti islamici stiano tentando di spaccare la Russia. ...


luigiza

Hiei ha detto...

@maiale

Ma allora non conosci nemmeno le basi: inventarsi il pericolo islamista per giustificare la dittatura in casa propria (prima c'era il pericolo comunista da una parte e capitalista dall'altra) va bene per tutti!

I russi già coi ceceni ne fanno largo uso da anni: cosa ci sarebbe da stupirsi di queste dichiarazioni?

Mi sa che non hai mica capito come funziona il giocattolo...

luigiza ha detto...

@Hiei
guarda che sbagli.
Leggiti gli stralci del discordo del Medvedev che trovi qui:

http://selvasorg.blogspot.com/2011/02/russia-pericolo-di-disintegrazione-per.html?utm_source=feedburner&utm_medium=feed&utm_campaign=Feed%3A+selvas%2Fblog+%28Selvas+Blog%29&utm_content=Google+Reader

Dittatura NOn in casa propria ma in casa d'altri.

E' esattamente il CONTRARIO di quello che ipotizzi tu.
luigiza

Anonimo ha detto...

siamo in guerra di movimento
http://conflittiestrategie.splinder.com/post/24164910#more-24164910
Egitto: luoghi comuni e slogan vuoti per il sogno di un popolo
http://www.vocidallastrada.com/2011/02/egitto-luoghi-comuni-e-slogan-vuoti-per.html#more
Il circo dei fantocci arriva a Tripoli
http://blogghete.altervista.org/joomla/index.php?option=com_content&view=article&id=777:gianluca-freda&catid=32:politica-internazionale&Itemid=47

Idea3online ha detto...

Libia: Fidel Castro, Usa ordineranno invasione Nato

http://www.adnkronos.com/IGN/News/Esteri/Libia-Fidel-Castro-Usa-ordineranno-invasione-Nato_311714780869.html

Sarà possibile?

Mario Barbiero ha detto...

@fra
io c'ho un bel bruciatutto della nordica per scaldare l'acqua, in attesa dello scaldabagno a legna.

Hiei ha detto...

"Il presidente russo Medvedev, durante una riunione del comitato anti-terrorista, ha segnalato con preoccupazione che i Paesi più popolati della regione mediorientale e africana corrono il pericolo di subire l’arrivo al potere dei “fanatici”."

COSA c'è da capire? E' la solita, trita e ritrita propaganda idiota sugli "islamofascisti" e cazzi vari partita dai tempi di Bush e prima con cui già si sono giustificate 3-4 guerre (a seconda che contiamo Pakistan e operazioni coperte varie) e la repressione interna e che tu vomiti come in disk-joker programmato da Giuliano Ferrara ogni triste giorno.

La novità continua a sfuggirmi, anzi sarebbe ora di inventarsi qualcosa di nuovo: da Hollywood son due anni che menano duro con invasioni aliene, pandemie devastanti e apocalisse zombie.

Sono indeciso tra gli alieni e gli zombie sulla preferenza... :'D

Hiei ha detto...

"Il presidente russo Medvedev, durante una riunione del comitato anti-terrorista, ha segnalato con preoccupazione che i Paesi più popolati della regione mediorientale e africana corrono il pericolo di subire l’arrivo al potere dei “fanatici”."

COSA c'è da capire? E' la solita, trita e ritrita propaganda idiota sugli "islamofascisti" e cazzi vari partita dai tempi di Bush e prima con cui già si sono giustificate 3-4 guerre (a seconda che contiamo Pakistan e operazioni coperte varie) e la repressione interna e che tu vomiti come in disk-joker programmato da Giuliano Ferrara ogni triste giorno.

La novità continua a sfuggirmi, anzi sarebbe ora di inventarsi qualcosa di nuovo: da Hollywood son due anni che menano duro con invasioni aliene, pandemie devastanti e apocalisse zombie.

Sono indeciso tra gli alieni e gli zombie sulla preferenza... :'D

Anonimo ha detto...

@Bagatto
Una devastante scossa di terremoto ha colpito alle 12:51 ora locale (00.51 in Italia) la città neozelandese di Christchurch, sull'Isola del Sud, già colpita a settembre scorso da un sisma di magnitudo 7.1. Stavolta la scossa è stata di 6.3 gradi, ma più superficiale e distruttiva. Secondo un primo bilancio ci sarebbero almeno 65 morti, centinaia di feriti, diverse persone ancora intrappolate sotto le macerie e numerosi danni.

Christchurch, chiesa di cristo, sembra che la religione cristiana porti male!
tu cosa dici?

:-D

Mastro di chiavi ha detto...

si legge qua e là che ci sarebbero aerei italiani a sparare sulla folla, e che il gasdotto sia stato chiuso perché l'Italia non ha detto nulla contro il massacro in Libia.
La notizia sugli aerei magari è falsa.... perché far circolare una voce del genere?

federica ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
luigi ha detto...

@fra, io l'acqua per lavarmi la scaldo con il solare termico, volendo anche con la caldaia a pellets in inverno, per cucinare posso facilmente procurarmi una cucina economica a legna.
Dopodichè tappezzare la sicilia di solare a concentrazione a sali così può funzionare anche di notte, integrando con parchi eolici magari off shore costa sicurametne meno delle centrali nucleari e porta risultati più immediati.

@nastro di chiavi: la fola degli aerei italiani che bombardano la folla è follia pura ma direi che visti i baciamano e i bunga bunga tanto discredito che ci viene gettato addosso non deve stupire, come non deve stupire che in Libia ci sia chi è disposto a credere una cosa del genere.

LOL parola di verifica "saimica" :)

Anonimo ha detto...

[OT]
terremoto e balene, stessa causa il sole?
http://xrl.in/7a23

Mastro di chiavi ha detto...

In un altro post leggevo di una notizia in Libia di mercenari del sud africa....
Si tratta di profughi, il problema è che vengono trattati da mercenari e quindi linciati

http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/mondo/2011/02/16/visualizza_new.html_1587570705.html

marcoravelli ha detto...

A Luigi dall'altro post:

"Secondo te davvero non si può educare la gente alla solidarietà e inserire delle regole nel funzionamento della società che sanzionino chi non si attiene a principi di solidarietà? E' in base a questi principi che fino alla fine degli anni '70 è esistita una ottima legge bancaria: è contro questi principi che il cavaliere smascherato vuole modificare l'art.41 Cost. Se non vale l'assunto che la società deve concorrere al bene comune attraverso il principio di solidarietà reciproca al quale dovremmo venire educati, allora cade anche la necessità di sanzionare comportamenti contrari a questo principio, dall'omissione di soccorso al furto allo stupro... finchè non mi tange perchè devo preoccuparmene?"

Secondo me si può fare qualsiasi cosa, in vero la realtà è molto più vasta di quanto possa essere la fantasia umana. Si può stampare soldi a cazzo pensando di sistemare le cose, si può fare il dittatorevper quarant'anni e di fronte ad una rivolta andare a dire al popolo che va tutto bene e si continuerà ad essere un rivoluzionario, si può prelevare i soldi dei contribuenti fare guerra in mezzo mondo e dire a tutti che sono solo missioni di pace, si può dire che un magreb più ricco e libero sia un ostavolo per l'economia, si può diere che il governo è necessario, si può dire che i sindacati facciano il bene dei lavoratori, si può dire che l'istruzione deve essere obbligatoria, sin può dire che la crisi è causata dal libero mercato... Tanto oramai ogni idiota deve necessariamente dire qualcosa! Si può rubare e commettere omicidio facendola Franca e vivendo felici ma non mi si può obbligare a dire che sia... Non giusto... Semplicemente funzionale al bene comune.

Ogni uomo risponde sempre e solo ad un emozione basilare.. La fame! Ignorare questo significa asservirlo alla propria di fame!
Ogni uomo ragiona in termini di vantaggio, ignorare questo significa asservirlo al proprio vantaggio.

Le tue, quelle di Indo, quelle di Guru e forse altri sono solo stronzate ipocrite perché voi avete fame e volete mangiare come tutti gli altri, ma vorreste che il sistema si piegasse ed assecondasse il vostro di stomaco. è in vece giusto che ognuno pensi al proprio di stomaco confrontandosi sulla base di regole eque!

Ora mi sono veramente rotto, non vi si può sentire... E voi ve la prendete con Hiei???
Che schifo!

supermarioprof ha detto...

"...il tamarro della sirte..."

LOL !!!

Anonimo ha detto...

Quando ha parlato di TV appartenenti ai cani randagi non si riferiva alla TV di Stato Libica (che trasmette continuamente immagini del Colonnello e folle che lo esaltano), ma ad Al Jazeera.

luigi ha detto...

io sono fame ma vorrei che si potesse saziare più gente possibile, al limite tollerando io qualche piccolo brontolìo di pancia: non dico con ciò di essere un santo, per carità ma dico solo che costa meno energia mangiare meno e mangiare tutti piuttosto che sprecare tre quarti della mia energia per respingere i vicini affamati che vorrebbero mangiare quello che mi sono accaparrato io, tutto lì.

Ah, e per inciso, io non ce l'ho con Hiei (nè con te se è per questo)

Hiei ha detto...

"la fola degli aerei italiani che bombardano la folla è follia pura"

Piacerebbe sapere perchè, considerato che anche su questo blog ci sono maiali che già con mubarak sostenevano che andava aiutato a rimanere al suo posto (o metterci un altro Pinochet in sostizione) perchè si "tenesse a casa gli arabi barbari incivili" - tutto nero su bianco e linkabile.

Quindi più che fare un po' ridere l'idea (come per gli RPG in una certa misura, a meno che non bombardi a tappeto è assai poco pratico usare i caccia contro la folla: ci mandi gli elicotteri - noi si avrebbe "ottimi" Mangusta ma non hanno l'autonomia per arrivarci dall'Italia) non arriverei a definirla "folle".

Se o'colonnello tiene per le palle il sistema bancario italiano oltre che ricca ed essenziale fornitura di petrolio e gas, non stupirebbe proprio per niente, s'accoppa e s'è accoppato per molto meno a questo molto.

Comunque anche fossero armi libiche visto che l'italico portatore nano di democrazia non son passati credo due anni che al tamarro della Sirte ha messo in mano cinque miliardi (pubblici) per comprarseli c'è poco da piangere ai complotti.

(Ah, nella versione Mario i fucili dell'esercito libico sparano confetti perchè i soldi pubblici a debito creano sempre e solo benessere per la gggente, naturalmente).

Hiei ha detto...

"per carità ma dico solo che costa meno energia mangiare meno e mangiare tutti piuttosto che sprecare tre quarti della mia energia per respingere i vicini affamati che vorrebbero mangiare quello che mi sono accaparrato io, tutto lì."

Hai appena detto esattamente quanto sostiene la scuola austriaca, sappilo, detto questo lascio volentieri la parola a Ravellik (tecnicamente, io non sono un "liberista" nè un "austriaco").

Mario Barbiero ha detto...

@Hiei
mi associo a indopama ...
SEI UN SALAMOTTO!

Hiei ha detto...

[OT]

@Mario

Ah, mi ero dimenticato: grazia alla merdaccia m'è venuta l'ispirazione anche per te, non trovavo proprio niente di calzante - visto che siamo al circo "donna cannone" ci stava bene ma non rendeva giustizia - segno che tutto sommato sei mezza tacca sopra i tuoi soci...adesso ci sono: "kapò".

E' perfetto per te: da adesso è ufficiale! :'D

(parola di verifica: sions...comincia a essere un filo inquietante 'sta cosa! :'D )

luigi ha detto...

@Hiei Aerei italiani che bombardano i libici è follia pura perchè non credo che saremmo in grado di farlo organizzativamente. Poi mettici che ci siano proprio problemi tecnici di autonomia degli aerei e coordinamento con eventuali forze di terra per l'individuazione dei bersagli. Poi ingenuamente mi illudo che un militare duell'aeronautica italiana si rifiuterebbe di eseguire una missione del genere, ma ammetto di essere un inguaribile romantico.
Riguardo agli RPG chissà, magari glie li abbiamo pure forniti in passato e ora qualcuno li usa per strada, ma in quelle regioni è molto più facile ed economico usare roba russa.
Per quanto riguarda la "disputa" con ravelli, mi fa piacere sapere di essere austriaco (d'altra parte essendo cresciuto in alto adige ci sono delle affinità elettive), ma preferirei non dover necessariamente aderire ad alcuna etichetta.

luigi ha detto...

@hiei
Se dai del kapò a mario, però mi fai venire in mente il discorso di silviolo contro Schultz, e ho difficoltà a metterti sullo stesso piano di silvio nostro signore (il che in realtà è un complimento)

marcoravelli ha detto...

@Luigi,
Non preoccuparti troppo che l'Austriaco non ti si addice affatto... Nessun obbligo di legge che non sia il naturale rispetto per la proprietà altrui è considerato funzionale all'economia in un ambito Austriaco... Imporre la propria visione open legis non è per nulla Austriaco.

Illudersi che i principi liberali tipici dell'Austriaco possano essere ottenuti con metodi coercitivi è tipico dei pianificatori moderni ma alla lunga fallimentare.

Hiei ha detto...

@luigi

"Aerei italiani che bombardano i libici è follia pura perchè non credo che saremmo in grado di farlo organizzativamente."

Su questo siamo d'accordo, infatti la cosa fa un po' ridere - ma l'Italia è pur sempre la nazione del ponte sullo stretto e cose simili: l'idiozia di un'idea non l'ha mai fermata per quanto grande! :'D

"Se dai del kapò a mario, però mi fai venire in mente il discorso di silviolo contro Schultz, e ho difficoltà a metterti sullo stesso piano di silvio "

Sempre detto di non confondere la merda con la Nutella.

Comunque non ho detto che sei austriaco, ma che hai detto una cosa che gli austriaci sostengono: che se alla gente non rompi i coglioni con costrizioni varie prive di senso non si scanna per il semplice motivo che si fa meno fatica a cooperare che passare la vita a depredarsi.

Le depredazioni infatti le compiono solo le strutture organizzate come ad esempio gli stati, per cui la depredazione va a beneficio della casta al potere e i costi fatti ricadere sulla popolazione, hai solo la spesa accessoria delle merdacce e dei kapò messi in giro a raccontare che i ladri invece sono la gggente e la casta poverina, fa solo quel che gli viene chiesto.
In fondo anche Berlusconi l'ha detto: lui si sarebbe già ritirato a vita privata a costruire ospedali per bambini coi suoi soldi, è la gggente che insiste perchè resti al governo a scoparsi minorenni mignotte.

Lo Stato moderno è la forma ultima della criminalità organizzata: non è un caso se regolarmente alla prova dei fatti si scopre che stato e mafia sono l'uno la continuazione dell'altra.

Felice Capretta ha detto...

@ torn

luigiza mi ha anticipato ma ti segnalo il mio post sul punto della situzione delle rivoluzioni arabe (che presto, a mio avviso, non saranno più solo arabe).

http://informazionescorretta.blogspot.com/2011/02/rivoluzione-in-egitto-e-nel-mondo-arabo.html

un po' lungo ma risponde alla tua domanda.


@ idea3online

ero ironico sugli studi mediaset : )) anche se berlusconi non ha mai negato la sua amicizia con gheddafi dubito che arriverà mai sulle sponde italiane.

saluti felici

felice

giorgio ha detto...

mi associo anch'io
Hiei è proprio un salamotto!

Hiei ha detto...

[OT]

"mi associo anch'io
Hiei è proprio un salamotto! "

E come ribattere a argomentazioni così profonde?

Anonimo ha detto...

@Hiei
Intanto potresti ribattere a indopama che ti ha dato del salamotto con precise motivazioni.
Ma quando sei in difficoltà come tutte le persone normali batti in ritirata: cambi discorso o carichi la mitragliatrice di insulti.
barbara

ps come si fa a mettere il nome all'inizio?
grazie

luigi ha detto...

Io non voglio imporre la mia visione ope legis, tanto è vero che accetto, pur obtorto collo, il risultato funesto delle urne (anche se attendo trepidante che il miglior presidente del consiglio degli ultimi 150 anni arrivi finalmente alla fine della sua infausta parabola). Ritengo però che ci debbano essere dei freni inibitori allo sfrenato accaparramento e all'abuso di posizione dominante dato che non viviamo in un mercato perfetto in senso classico, l'unico dove FORSE si potrebbe rinunciare ad un minimo di regolamentazione formale condivisa ed accettata dal corpo sociale. Se questi freni non ci sono perchè mancano i fondamenti minimi di banale educazione (Kinderstube in tedesco/austriaco) e non c'è un minimo di condivisione su cosa è giusto e cosa è sbagliato, tra bene e male, allora per garantire un minimo di pace sociale deve intervenire la legislazione, che fatalmente investe anche la sfera economica in quanto essa fa parte dell'interagire sociale. Sarà un mio limite ma io vedo questo fatto come ineluttabile, dopodichè non voglio imporre la mia visione a nessuno e ritengo che il processo attraverso il quale un corpo sociale si da delle regole dovrebbe essere proprio per questo il più possibile democratico e condiviso.

marcoravelli ha detto...

Vabbè mò basta... Bravo Hiei che riesci a tenerlo a bada tutti... Io sfortunatamente non ho la tua pazienza e mi rendo conto che l'esercizio è totalmente inutile...

Hiei ha detto...

@merdaccia

"Intanto potresti ribattere a indopama che ti ha dato del salamotto con precise motivazioni.
Ma quando sei in difficoltà come tutte le persone normali batti in ritirata: cambi discorso o carichi la mitragliatrice di insulti."

Indo, sei tu che ti firmi di nuovo da anonimo? Perchè ci metto zero a fare un copia-incolla di tutte le cosucce a cui TU se sei tu non hai risposto...ricordi Tel Aviv? :'D

"Io non voglio imporre la mia visione ope legis, tanto è vero che accetto, pur obtorto collo, il risultato funesto delle urne"

Ma non tutti solo felici di prenderlo in culo a 'sto mondo, sai?

"Ritengo però che ci debbano essere dei freni inibitori allo sfrenato accaparramento e all'abuso di posizione dominante "

E questo tu lo fai creando una situazione in cui un manipolo di persone dispone a piacere della popolazione con l'uso monopolistico della violenza, una volta raccolti sufficienti pezzi di carta con le crocette sopra?

Ti rendi conto che è LO STATO quello che ha una posizione dominante e ne abusa a piene mani?

"allora per garantire un minimo di pace sociale deve intervenire la legislazione, che fatalmente investe anche la sfera economica in quanto essa fa parte dell'interagire sociale."

E i risultati sono TAV, inceneritori, missioni di guerra, bombardieri F-35, ponti sullo stretto, centrali nucleari e mafia dilagante e manganellate a destra e manca mentre i servizi sociali e l'economia vanno a puttane.

Ottima soluzione.

"Sarà un mio limite ma io vedo questo fatto come ineluttabile"

L'ineluttabilità della visione dello schiavo nato in catene che se riceve la ciotola di pane e acqua tutti i giorni: è uno schifo ma non avendo mai conosciuto altro a scappare nemmeno ci pensa perchè non ha idea di come mangiare dopo.

@Ravellik

Non è pazienza, è che non hai ancora imparato a divertirtici... :'D

Mario Barbiero ha detto...

ah ah ah salamotto!
per curiosità sei in formato convenienza, risparmio o famiglia?

ps indo non usa altri nick, al massimo non si firma perchè tanto è riconoscibilissimo ...

Mario Barbiero ha detto...

@barbara
Quando lasci il commento spunta l'opzione nome/url anziché anonimo e inserisci il nome.

Hiei ha detto...

[OT]

@kapò

Calci in culo gratuiti ne ho in tutti i formati, servitevi pure!

"ps indo non usa altri nick, al massimo non si firma perchè tanto è riconoscibilissimo ... "

Tranne quando si fa beccare sbagliando sempre allo stesso modo il mio nickname, intendi...'sta gara a coprirvi l'un l'altro come i bambini dell'asilo sempre... :'D

Mario Barbiero ha detto...

ih ih ih, ti ci vedo appeso a stagionare nel tuo bunker ...
salamotto!
però potresti offrire una fetta!
guarda guru mette la casa, io il vino, indo le donne e Ravelli la grana!
Se troviamo chi porta panbiscotto è fatta.

Hiei ha detto...

[OT]

"guarda guru mette la casa, io il vino, indo le donne e Ravelli la grana!"

Quindi del gruppo, pezzo d'asino è il palazzinaro, tu il contrabbandiere, indo il pappone e...che c'entra Ravellik? :'D

Mario Barbiero ha detto...

@salamotto
io e indo abbiamo la forza del pensiero, ma tu e guru come fate?
Serve la grana e Marco se ne sta zitto ma sotto sotto ... poi figurati appena si mette a parlare di oro le donne sono nostre!

Anonimo ha detto...

@ Hiei

"per carità ma dico solo che costa meno energia mangiare meno e mangiare tutti piuttosto che sprecare tre quarti della mia energia per respingere i vicini affamati che vorrebbero mangiare quello che mi sono accaparrato io, tutto lì."

Credo che questa frase sia di Luigi.

La notizia è che Hiei non ha avuto da ridire, ha detto che questo è ok per gli austriaci.

Perfetto.

Quindi abbiamo trovato qualcosa su cui si è daccordo un po' tutti, mi par di capire.

Del tipo "facciamo l'amore, non facciamo la guerra".

WOW!

Vedete che i fricchettoni non erano così coglioni come adesso si dice.

Eccheccazzo.

guru

PS: scusate, vado di là a fare un po' d'amore, ma non preoccupatevi che veng..., volevo dire, "torno subito".

Hiei ha detto...

[OT]

"io e indo abbiamo la forza del pensiero, ma tu e guru come fate?"

Con la forza della nerchia? :'D

luigi ha detto...

"Ma non tutti solo felici di prenderlo in culo a 'sto mondo, sai?"

Non ne sono affatto felice, sai, e c'è pure il momento in cui l'abuso di chi è stato delegato a governare legittima i deleganti al ricorso a misure estreme fuori dalle regole. è successo molte volte in passato con gente magari pittorescamente appesa a testa in giù.

"E questo tu lo fai creando una situazione in cui un manipolo di persone dispone a piacere della popolazione con l'uso monopolistico della violenza, una volta raccolti sufficienti pezzi di carta con le crocette sopra?"

Dove avrei detto questo?

"E i risultati sono TAV, inceneritori, missioni di guerra, bombardieri F-35, ponti sullo stretto, centrali nucleari e mafia dilagante e manganellate a destra e manca mentre i servizi sociali e l'economia vanno a puttane."

Non sempre, i risultati sono anche che si genera una forte opposizione alle scelte sbagliate. Ti faccio notare che la TAV la devono ancora fare, le centrali nucleari faranno la fine del ponte sullo stretto, intorno a napoli si fa guerriglia urbana intorno alle discariche e l'ultimo inceneritore completato di fatto non funziona. Aggiungo che probabilmente ed auspicabilmente, se i delegati continueranno così ad abusare del mandato ricevuto, tra poco si dovranno confrontare con molta gente insoddisfatta che ha messo la crocetta su un pezzo di carta (ma anche no) che li andrà a cercare sotto casa.

"L'ineluttabilità della visione dello schiavo nato in catene che se riceve la ciotola di pane e acqua tutti i giorni: è uno schifo ma non avendo mai conosciuto altro a scappare nemmeno ci pensa perchè non ha idea di come mangiare dopo."
E' ineluttabile, secondo me, che un qualsiasi gruppo di umani che condividono un territorio e delle situazioni di vita debbano darsi delle regole di interazione, che sia uno stato o un gruppo di amici che fa una gita in montagna: quali siano queste regole e su che basi vengano condivise è un altro discorso. Può anche essere solo il rispetto innato per la proprietà privata, invocato da ravelli, anche se mi sembra un po' poco come unica regola.

Se ti annoio dimmelo eh.

Anonimo ha detto...

...infatti sono già qui. :(

@ Hiei

Passerotto mio, sei 'nu bravo guaglione, ma dovresti avere quel pizzico di umiltà per accettare qualche consiglio da chi è più GRANDE di te (624 anni, babe).

Le cose le dici pire giuste e sei sufficientemente cattivo, ma sterile.

Luigi, per esempio, dice cose molto sensate e tu lo tratti come uno sprovveduto. Ti sbagli.

Luigiza, non è il coglione che tu pensi. Ha la sua visione, ma si interessa alle cose del mondo.

E Mario..., vabbè è un po' fascistello, ma... NEW AGE.
Ha un cuore grande, prima o poi, capirà anche lui. :D

Insomma, voglio dire, rilassati, qua dentro nessuno vuole rubarti il lingotto d'oro che tieni nelle mutande.

Tranquillo.

Fatti la tua pinta di camomilla, che domani è un altro giorno.

guru

Hiei ha detto...

"che sia uno stato o un gruppo di amici che fa una gita in montagna"

Mai visto un gruppo di amici che per darsi delle regole votano uno a maggioranza, gli dà in mano una pistola e dice "fà di noi quello che vuoi".

Hiei ha detto...

"dovresti avere quel pizzico di umiltà per accettare qualche consiglio da chi è più GRANDE di te (624 anni, babe)."

624? Chi cazzo sei, Andreotti?? :'D
Quindi è solo Alzheimer terminale il tuo: vabbè, vedrò di avere pietà, forse...magari ogni tanto passa anche con degli argomenti: aiuta.

Anonimo ha detto...

@ Ravellik

Ti ricordo che la tua dipartita dall'area commenti di questo blog, significherebbe la TUA inequivocabile RESA.

Ti conceremo l'onore delle armi.

guru

Anonimo ha detto...

Ti concederemo l'onore delle armi.

Lapsus freudiano.

luigi ha detto...

No, io la vedo più così: ammeso che un gruppo di amici in montagna si porti dietro una pistola, diciamo che il gruppo di amici elegge chi fa i turni di guardia una volta fissato il campo per la notte, poi chi in quel momento ha la pistola in mano durante il proprio turno decide di fregare gli altri per prendersi tutto quello che c'è negli zaini e indurre gli altri a servirlo (individualismo, interesse personale vs. solidarietà). Ora gli altri devono decidere se saltargli addosso tutti insieme confidando che non possa sparare a tutti contemporaneamente o abbozzare aspettando l'occasione propizia per sopraffarlo, oppure accettano la situazione perchè toglie loro la fatica di pensare e decidere, o un mix di tutto.

luigi ha detto...

Aggiungo che la situazione normale dovrebe essere che chi ha la pistola in mano in quel momento adempia al mandato ricevuto "con disciplina e onore" (sempre rifacendosi al concetto di regole condivise), l'ipotesi di scuola che stiamo facendo costituisce la patologia del sistema (che effettivamente è attualmente affetto, almeno da noi, da nanismo delirante degenerativo)

Anonimo ha detto...

@ Hiei, Ravellik

Vi dirò di più, a casa mia, se si va a fare un passeggiata in montagna, si fa cassa comune.

E non è che chi è più bravo a salire si prende il premio, anzi, mi sa che gli tocca di pagare da bere a tutti.

guru

Hiei ha detto...

"diciamo che il gruppo di amici elegge chi fa i turni di guardia una volta fissato il campo per la notte, poi chi in quel momento ha la pistola in mano durante il proprio turno decide di fregare gli altri per prendersi tutto quello che c'è negli zaini e indurre gli altri a servirlo"

Ma tu che razza di amici c'hai?? E che razza di gite fate?? :'D

"Aggiungo che la situazione normale dovrebe essere che chi ha la pistola in mano in quel momento adempia al mandato ricevuto "con disciplina e onore""

E perchè mai dovrebbe dato che ha la pistola?? Ma è roba da matti...

@pezzo d'asino

"Vi dirò di più, a casa mia, se si va a fare un passeggiata in montagna, si fa cassa comune.

E non è che chi è più bravo a salire si prende il premio, anzi, mi sa che gli tocca di pagare da bere a tutti."

Ma neanche andate in giro con le spranghe a rastrellare gente perchè partecipi alla passeggiata e alla cassa, mi pare...

E la pazzia dilaga sempre felice...

trombatore ha detto...

Ecco cosa ti manca salamotto, scopi troppo poco, per questo sei così cazzoso!

Hiei ha detto...

P.S.: Luigi elegge quello che mentre gli altri dormono beati o trombano viene costretto a rompersi il cazzo tutta la notte a star sveglio al freddo a far la guardia (dove andrà a far le gite viene da chiederselo) e gli mette in mano una pistola.

Poi la colpa della strage la dà all'individualismo...un'idea brillante dietro l'altra... :'D

Hiei ha detto...

[OT]

"Ecco cosa ti manca salamotto, scopi troppo poco, per questo sei così cazzoso!"

Me lo dice sempre anche er tegame de tu ma'... :'D

trombatore ha detto...

appunto, poi viene a lamentarsi da me, dice salamotto dice ... e poi manco un wursterino!

Hiei ha detto...

[OT]

"appunto, poi viene a lamentarsi da me, dice salamotto dice ... e poi manco un wursterino!"

Lo dice solo perchè non ti vengano complessi di inferiorità. :'D

(Caprè, confido che poi cancelli tutto come l'altra volta...io non mi lamenterò di sicuro della perdita di tali momenti di alta poesia...comunque la chiudo anche qua che mi pare abbastanza)

Anonimo ha detto...

bene, vedo che finalmente il livello sta salendo !

Anonimo ha detto...

Tripoli - Secondo Nbc News il dittatore libico Gheddafi sta perdendo il potere sull'esercito, sono sempre piu' numerosi i casi di diserzione a favore del popolo in rivolta. Non solo i militari si rifiutano di eseguire gli ordini di sparare sulla folla dei manifestanti, ma consegnano perfino ai rivoltosi armi, razzi, bazooka per sostenere la rivolta contro il regime del Colonnello.

Hiei ha detto...

http://tinyurl.com/6ex9kmt

Eh...

marcoravelli ha detto...

@Luigi,

Raccolgo la provocazione di Guru ed consiglio di Hiei e provo a riproporti il mio pensiero.

Anzitutto va detto che capisco l'avversione generalizzata verso i principi della scuola Austriaca ed il libero mercato in generale, poichè per più di un secolo oramai il monetarismo e l'inflazzionismo hanno creato squilibri tali nel sistema che è impossibile, se non grazia a studi approfonditi, percepirne i reali benefici che un tale sistema porterebbe.

Alla base di tuttu, anche qui, ci sta l'uomo: il singolo, che agisce e interagisce con l'unico scopo di soddisfare i suoi bisogni primari.

Queste interazioni rappresentano l'economia.
N.B. per la scuola Austriaca il Valore è soggettivo e il prezzo dei beni rappresenta solo l'unità di misura di questo valore, ciò significa che un individuo può liberamente pensare di erogare prestazioni in cambio di pura riconoscenza mantenendo intatto il valore economico dello scambio.

Il desiderio di profitto poi è un istinto naturale dell'uomo e a ben vedere anche degli animali e generalmente permette di accaparrarsi un maggio numero di beni che se risparmiati verranno consumati in futuro.
Il profitto non è un male, anzi è lo scopo ultimo del lavoro e se si ottiene nel rispetto degli altri è ottimale.

In un sistema decente, poi, dove la libera impresa fosse garantita e non esistessero particolarismo normativi la ricerca del profitto
porterebbe inevitabilmente all'innovazione tecnica e qualitativa dei prodotti, nonché ad una lieve ma costante diminuzione dei prezzi dei beni.

E' però chiaro che qualora un legislatore dovesse porre dei limiti normativi alle imprese, oppure agli individui, quale che sia la loro natura, l'intero processo produttivo ne risentirebbe e si creerebbero distorsioni che inevitabilmente vfavorirebbero alcune posizioni rispetto ad altri

...

Anonimo ha detto...

Bank run in korea: ottava banca chiusa.
Okkio.

Fra

Hiei ha detto...

"UniCredit -- the Italian bank that's owned 7.3% by Libya -- has a problem.
Reuters:However, (Chairman) Rampl said there were concerns because the bank was not able to contact UniCredit Vice Chairman Farhat Bengdara, who is also the governor of the Central Bank of Libya."

Il vicepresidente di UniCredit è il governatore della banca centrale libica?? Questa proprio mi mancava!

marcoravelli ha detto...

...

Ed è questa ingerenza da parte dello Stato ed in particolar modo da parte dei Pianificatori che da l'impressione che il Libero Mercato sia iniquo.

Prima ingerenza fra tutte, la più importante nonché la più distorcente l'erogazione di Moneta a costo zero da parte di un singolo attore e la relativa possibilità di fissarne il tasso d'interesse...

Dovrebbe invece esistere la possibilità di emettere moneta in modo concorrenziale e la libertà di fissare un tasso di interesse autonomamente, saranno poi i vari attori economici a decidere quale fra tutte le varie Monete a disposizioni garantisca il miglio strumento per le loro esigenze.

Diversamente, ovvero nel nostro ordinamento il Libero Mercato non esiste!

Quindi in conclusione di posso dire che, benchè la tua sia un'intenzione nobile ed abbia fini altruistici, creerebbe comunque i presupposti per una distorsione del mercato la quale, a sua volta finirebbe ber creare privilegi e posizioni di vantaggio, spesso raggiungibili solo tramite la corruzione e la frode.

Così come succede ora con lo Stato Sociale, i sindacati, e il ricorso ad assicurazioni obbligatorie di vario tipo.

luigiza ha detto...

Leggere bene e guardare il filmato:


3Millions d'égyptiens chantent :"Jérusalem, Al Qods, on arrive" ! Allah o Akbar Allah o Akbar Allah o Akbar. Nos frères Musulmans et Chrétiens de Palestine, massacrés depuis plus de 60ans par les juifs sionistes, seront bientôt libres ! Allah o Akbar Allah o Akbar Allah o Akbar

Link al filmato: http://dailymotion.virgilio.it/video/xh4kur_3-millions-d-egyptiens-chantent-jerusalem-on-arrive_news#from=embed


Qualcuno può confermare che sia successo?
Perchè se lo é e palese che Felice Capretta ha sognato e luigiza é ancora un ottimista.

N.B. non do giudizi. Mi limito ad osservare avvenimenti per cercare di capire cosa succederà a ME (ed anche a voi che vi piaccia o meno).
Chiaro anime belle?

luigiza

Hiei ha detto...

"Mi limito ad osservare avvenimenti per cercare di capire cosa succederà a ME (ed anche a voi che vi piaccia o meno)."

E quando si sente il bisogno di specificarlo puoi contare sicuramente sulla buona fede.

luigiza ha detto...

@Hiei
E quando si sente il bisogno di specificarlo puoi contare sicuramente sulla buona fede.

Ed invece ho inserito la frase proprio pensando a te ed a quelli come te.
Io invece che sono un cinico realista e la penso come il lettore Davy, non mi interesso minimamente dei destini di Sion.
Sono ..zzi loro e per altro non necessitano di alcun aiuto.
A me interessano i ..zzi miei.

Capito mestatore dei miei stivali?

Felice Capretta ha detto...

@luigiza

E' da un po' che, leggendo i tuoi interventi, mi chiedo se devo spiegare meglio la mia posizione ufficiale. mi spieghi in che modo io avrei sognato rispetto al filmato? grazie :-)
saluti felici
Felice

Felice Capretta ha detto...

@luigiza

E' da un po' che, leggendo i tuoi interventi, mi chiedo se devo spiegare meglio la mia posizione ufficiale. mi spieghi in che modo io avrei sognato rispetto al filmato? grazie :-)
saluti felici
Felice

Hiei ha detto...

@Felice

Non inciti a sterminara a cannonate i barbari incivili (e anche un po' pezzenti) arabi caprai prima che mettano piede sull'italico suolo per invaderci quindi sei un povero sognatore pazzo che ci porterà tutti alla rovina, sembrava chiaro.

@maiale

"Io invece che sono un cinico realista e la penso come il lettore Davy, non mi interesso minimamente dei destini di Sion.
Sono ..zzi loro e per altro non necessitano di alcun aiuto.
A me interessano i ..zzi miei."

E questo dimostra che sei un povero demente, visto che Israele è finora l'unica nazione al mondo ad aver esplicitamente minacciato attacchi nucleari contro l'Europa:

L’autore della frase che segue non è come forse potrà credere qualcuno Giuseppe Stalin, e nemmeno Saddam Hussein, e men che meno Osama bin Laden: «noi possediamo varie centinaia di testate atomiche e missili, e siamo in grado di lanciarli in ogni direzione, magari anche su Roma. La maggior parte delle capitali europee sono bersagli per la nostra forza aerea».
L’ha pronunciata, in varie interviste, nel febbraio 2003, Martin Van Creveld, docente di storia militare all’Università Ebraica di Gerusalemme.
Erano i giorni in cui la «vecchia Europa» si mostrava renitente a seguire gli Stati Uniti nella guerra all’Iraq, ed era incredula sulla pericolosità delle armi di Saddam: si credette allora che Van Creveld esprimesse il dispetto dei circoli politico-militari israeliani per il freno che l’Europa poneva a una guerra che Israele, come sappiamo, ha voluto ad ogni costo.

Ora, nuovi dati inducono a credere che Van Creveld, che ha ovvi agganci col settore militare e politico del suo Paese, esponesse in realtà una dottrina strategica.
Che prevede la distruzione preventiva dell’Europa (significativa la menzione di Roma: in quei giorni il Papa si pronunciava contro l’invasione dell’Iraq) se Israele fosse davvero in estremo pericolo.


Nota: «Israeli professor says ‘we could destroy all european capitals», IAP News, 1 febbraio 2003. La notizia è stata poi ripresa dai britannici Observer e Guardian con molto ritardo, il 21 settembre 2003.

luigi ha detto...

@Hiei,
Non ho armi e quando vado in montagna non ne porto, ne io nè i miei amici, il discorso di dare in mano una pistola a qualcuno lo hai fatto tu come metafora dell'affidare il monopolio dell'esercizio della violenza allo Stato e io ci ho elaborato sopra per seguire il tuo esempio.
Può capitare poi (ne abbiamo un esempio eclatante al governo oggi) che l'onere e l'onore di vegliare sulla comunità ricada, per scelta sbagliata del gruppo, su una persona che ne è indegna: mal glie ne incolse, tutti a quel punto devono assumersi le loro responsabilità ed eventuialmente assumersi il rischio di affrontare una persona armata, ma ripeto, in un sistema "normale" questa dovrebbe essere l'eccezione. Colui che è delegato dovrebbe poi, usare "disciplina e onore" proprio perchè detenere un'arma su incarico della comunità costituisce una responsabilità nei confronti del gruppo, rimanda ai concetti di fiducia, di solidarietà, di senso dell'onore che suonano tanto retorici oggi ma che pure sono esistiti ed esistono tutt'oggi: sono quei sentimenti che fanno sì che alcuni piloti di gheddafi scelgano di disertare piuttosto che bombradare i manifestanti, o i suoi marinai (notizia di stamattina) che invece di bombardare la costa dirottano su Malta (non confermata, ma gira, è anche la notizia di fosse comuni a Bengasi di soldati che si sono fatti fucilare per non sparare sui dimostranti). Ora capisco che questo discorso idealista ti offra una vasta prateria su cui pascolare il tuo cinismo, però secondo me è così: nessun sistema regge se non c'è un'etica di fondo, una serie di scrupoli di base su cui si conforma il comportamento dell'individuo: poi è chiaro che il primo individuo senza scrupoli con metri di pelo sullo stomaco può rompere il giocattolo e farsi i cazzi suoi alle spese di tutti, ma spesso poi finiscono appesi a testa in giù.

@Marco, molti spunti interessanti, solo che in teoria dovrei anche contribuire a frenare la caduta del PIL, per vil denaro, per cui ci tornerò sopra magari più avanti

Saluti

Hiei ha detto...

"Ora capisco che questo discorso idealista ti offra una vasta prateria su cui pascolare il tuo cinismo, però secondo me è così: nessun sistema regge se non c'è un'etica di fondo, una serie di scrupoli di base su cui si conforma il comportamento dell'individuo: poi è chiaro che il primo individuo senza scrupoli con metri di pelo sullo stomaco può rompere il giocattolo e farsi i cazzi suoi alle spese di tutti, ma spesso poi finiscono appesi a testa in giù."

No, è che questo discorso idealista dimostra che lo Stato e la "democrazia" sono assurdità pelose che creano una situazione dove gli individui senza scrupoli sono incentivati e avvantaggiati e messi nella condizione di far danno, al contrario di una società libera e basata sulla libera associazione.

Rifacendomi all'esempio di prima: non ti sei neanche accorto perchè completamente plagiato dalla propaganda che se i poniamo cinque amici in gita sono onesti e collaborano spontaneamente si accorderanno per fare la guardia a turno. Tra loro. Non c'è bisogno di ALCUNA votazione nè che nessuno di loro sia MESSO IN POSIZIONE DOMINANTE.

Introduciamo ora "stato" e "democrazia": INUTILMENTE essi stabiliscono che voteranno uno perchè tenga la pistola e decida per tutti, e se non fa bene il suo lavoro alla prossima elezione lo cambiano.
Cosa farà l'eletto (termine che suona particolarmente adatto nelle sue sfumature)? Prenderà la gnocca del gruppo e quello che gli sta più simpatico e pistola alla mano ordinerà agli altri due di lavorare per tutti mentre loro se la godono.
Scommettiamo che alla successiva elezione avrà tre voti a favore e due contro?

Non è ovvio che un sistema così demente incentiva fortmente i disonesti a usare tutti i mezzi per accaparrarsi le posizioni dominanti e poi non mollarle più?
E che la gente idealista in primo luogo essendo onesta non ha alcun bisogno di pelose superivisioni e in secondo difficilmente ambirà - proprio in quanto idealista - a posizioni dominanti o di potere, lasciando campo aperto agli sciacalli?

Lo capisci che è un sistema idiota, non a caso è il più favorito e pubblicizzato dai peggiori criminali dal pianeta?

Hiei ha detto...

P.S.: Il PIL è una delle più colossali cazzate della storia, ma cedo il posto a Ravellik, come sempre che è più tagliato alle lezioni tecniche: io non riesco a restare serio tanto a lungo... :'D

luigi ha detto...

"Rifacendomi all'esempio di prima: non ti sei neanche accorto perchè completamente plagiato dalla propaganda che se i poniamo cinque amici in gita sono onesti e collaborano spontaneamente si accorderanno per fare la guardia a turno"
Scusa Hiei forse mi sono espresso male, ma se rileggi io nell'esempio dico che il gruppo di amici elegge chi fa i turni di guardia cioè chi fa quale turno, no chi li fa tutti, quindi di fatto sì, se sono onesti si accordano su come fare la guardia a turno, è quello che stavo dicendo, mi scuso se non si è capito.

Le conseguenze patologiche che tu enumeri le vedo benissimo, sono sotto gli occhi di tutti, ma in un sistema "destrutturato" dove gli onesti continuano a fare gli onesti che non hanno bisogno di supervisione, gli stessi disonesti che oggi sgomintano per accedere alle leve del potere per potersi fare i cavoli loro non avrebbero mano ancora più libera senza rischi di sanzione? Qual'è l'alternativa che tu vedi e io no?

luigi ha detto...

@HIEI, concordo assolutamente sul PIL, infatti la mia osservazione voleva essere ironica

marcoravelli ha detto...

@Luigi,

N.B.
se un gruppo di amici liberali vanno in gita in montagna,
ognuno di loro può arrivare in cima come crede,
ognuno di loro può portarsi ciò che crede ed eventualmente offrirlo a chi crede,
ognuno di loro è libero di portarsi le armi che crede,
nessuno di loro chiederà agli altri che facciano qualcosa contro la loro volontà,
ognuno di loro farà la guardia alla propria roba, non perchè non si fidi degli altri ma per paura di agenti esterni al gruppo.

ognuno di loro sarà libero di tornarsene a casa in qualunque momento senza dover dare spiegazioni...

luigiza ha detto...

@Felice Capretta.
Alt, fermi tutti. Chiariamoci bene.

Punto 1. C'è chi, nel sito dove l'hanno segnalato, ha fatto osservare che possa essered un falso.
Cito: L'immagine a sinistra è un fotomontaggio, ci sono frame che si ripetono in un modo scattoso e troppo preciso. Guardate le bandiere (sempre del lato sinistro), inoltre la folla è un vero schifo.

Punto 2.Giornali e TV parlano di massacri e bombardamenti in Libia, ma da testimoni in loco:

Libia/ Vescovo Tripoli: Notizia false avvelenano vita del paese
Martinelli: Situazione tranquilla, c'è normalità

Roma, 22 feb. (TMNews) - "Certe notizie che non sono vere sono
veleni che possono turbare ancora di più la vita del nostro
paese". Così monsignor Giovanni Martinelli, vicario apostolico di
Tripoli, che sottolinea come nella città la situazione sia
"tranquilla".

"Le posso testimoniare che oggi è una bellissima giornata di
sole e non si vede nulla che possa turbare la vita del paese.
Questa mattina sono uscito, ho girato per la città, e mi sembra
ci sia una certa normalità di vita. C'è qualche Check Point,
controllano documenti, aprono il cofano della macchina, ma niente
di più", afferma mons. Martinelli intervistato da Stefano Maria
Paci ai microfoni di 'SkyTg24'. "Ne hanno dette di stupidaggini i
mass media. Hanno detto che hanno bombardato la nostra Chiesa,
che hanno incendiato l'aeroporto. Lo ha detto per esempio Radio
France International. Ma insomma! Occorre essere critici nel dare
le notizie. Io non posso dire se ci sono morti, non lo posso nè
negare nè affermare. Ma certe notizie che non sono vere sono
veleni che possono turbare ancora di più la vita del nostro
paese. La situazione a Tripoli, ripeto, è tranquilla. Il
movimento di contestazione inizia di solito verso sera,
all'imbrunire. Durante la notte si fa un po' di chiasso in giro.
So che ci sono stati tanti feriti, e questo attraverso la
testimonianza delle suore infermiere che lavorano nei diversi
ospedali, soprattutto della Cirenaica. Morti non lo so: può darsi
che ce ne siano, non posso confermarlo". Quanto alle prospettive
per Gheddafi, "non lo so, difficile dirlo", afferma. "Gheddafi è
deciso a restare come anche il figlio. Non credo sia facile
lasciare la nazione così. Doverla lasciare su pressione
internazionale potrebbe forse essere una possibilità, ma non la
vedo come una cosa immediata. D'altra parte non c'è un parlamento
in Libia, non c'è una Costituzione, quindi occorre fare le cose
con molta prudenza, non si può lasciare il paese allo sbaraglio".


ed ancora:
(segue)

luigiza ha detto...

....
Una mia amica ha il fratello ingegnere dell'ENI bloccato a 600 km da Tripoli nel deserto, senza ancora nessuna possibilità di scampo insieme ad altre 200 persone. Nelle poche telefonate satellitari che riescono a fare parlano di bande armate libere di scorazzare con armi e nessuno che li possa tutelare da possibili irruzioni, loro sono completamente abbandonati a se stessi, qualcuno sfida il pericolo e se ne va da solo, in qualche modo raggiungerà un aeroporto, se ci arriva vivo. Le notizie da Tripoli, intanto, parlano anche laggiù di genocidi di massa, cecchini sui tetti, bombe e cadaveri nelle strade.... le famiglie telefonano in continuazione alla Farnesina ma ad oggi non hanno altro che blande rassicurazioni.

Ci sono altre testimonianze che al momento non riesco a trovare.
Comunque un buon sito di info e commenti (seri) é il seguente da dove ho preso il tutto:
http://www.nibiru2012.it/forum/breaking-news/rivoluzioni-nel-mondo-araboallargato-il-fronte-delle-protesteviolenze-gravi.-134473.0.html

Allora aggiungiamo a tutto questo ciò che ha detto Medvedev e che traduco per le anime candide e di dura cervice:
La Russia NON é diponibile ad accettare stati islamici alle sue frontiere dell'ovest. Gli bastano quelli a sud

Capisci bene Felice che i rivolgimenti in Nord Africa sono tutto tranne che rivolta spontanea di popolo?
Capite che l'unica cosa certa é che masse sterminate di disperati verranno qui in Europa?
Capite bene che molti di noi potrebbero non vedere non dico il Natale ma neppure l'estate di quest'anno?
Capite che state cianciando del nulla mentre il mondo, il vs. mondo sta per saltare per aria?

luigiza

Hiei ha detto...

@Felice

"ognuno di loro sarà libero di tornarsene a casa in qualunque momento senza dover dare spiegazioni... "

A differenza della democrazia dove il gruppo di amici voterà a maggioranza il fesso che porterà la roba di tutti da solo e pagherà il conto.

Continuiamo pure il giochino: è divertente!

luigi ha detto...

Ah, ma io quando vado in montagna con gli amici sono assolutamente liberale, davvero, proprio nei termini che dice Ravelli, ma poi quando torni a casa o il giorno dopo vai in città ti rendi conto che non tutti i 60 milioni di compatrioti sono liberali e amici miei, non tutti sono onesti e non prevaricatori: come si fa allora?

Hiei ha detto...

"ma poi quando torni a casa o il giorno dopo vai in città ti rendi conto che non tutti i 60 milioni di compatrioti sono liberali e amici miei, non tutti sono onesti e non prevaricatori: come si fa allora?"

Tu e i tuoi amici siete in cinque, quelli 60 milioni: ti pare furbo votare a maggioranza? :'D

luigi ha detto...

"Tu e i tuoi amici siete in cinque, quelli 60 milioni: ti pare furbo votare a maggioranza? :'D"

Osservazione pertinente... A volte infatti mi dico che ci vorrebbe una sorta di patente per poter votare, ma poi ti dici, e chi dà la patente? Come fai a dire tu sì e tu no? Con quale autorità... è complicato e, alla fine, pure illiberale. ;)
Tu come faresti?

Hiei ha detto...

"Tu come faresti?"

Vivrei libero, abolendo ogni forma di società che pretenda di prevaricare la libertà altrui, per spiegarti il concetto di base di una struttura sociale veramente libera dovrei scrivere un libro: una volta creata una struttura coerente di questo tipo le possibilità di applicazione diventano infinite - diretta conseguenza della libertà.

Resta il problema di fondo: qualunque struttura sociale e qualunque organizzazione, non importa quanto buona, funziona solo se composta per lo più di persone ADULTE, che si prendono le proprie responsabilità.

Merce andata esaurita da tempo a quanto pare: questo come me lo risolvi? Di sicuro non con un branco di buoi che votano il consiglio d'amministrazione dell'allevamento, te lo dico io.

marcoravelli ha detto...

@Luigi

Frazionare il più possibile i centri del potere sarebbe un punto d'inizio.

Lo Stato centrale così some l'Europa sono indecifrabili per i cittadini,
le Regioni riescono ancora a sfuggire ai controlli così come le provincie ma i comuni, specialmente quelli piccoli sono costantemente sotto gli occhi dei contribuenti.

Inoltre il vantaggio della concorrenza normativa tra gli stessi porterebbe ad un maggiore dinamismo legislativo.

In fondo lo scopo ultimo del Potere è la riscossione delle tasse,
lo scopo ultimo del contribuente è ottenere vantaggi dalle tasse che paga.

in quest'ottica un ordinamento fatto di Città-stato sarebbe il compromesso migliore...

Attenzione: COMPROMESSO!!

marcoravelli ha detto...

...
i termini IDEALI sono in pieno accordo con Hiei...

Anonimo ha detto...

"@Felice

"ognuno di loro sarà libero di tornarsene a casa in qualunque momento senza dover dare spiegazioni... "

A differenza della democrazia dove il gruppo di amici voterà a maggioranza il fesso che porterà la roba di tutti da solo e pagherà il conto."

La frase era di ravellik, colpito da fuoco amico.

Sindrome da accerchiamento?

guru

luigi ha detto...

Vedo cha alla fine non siamo poi così distanti.
Il problema delle persone adulte è più o meno quello che intendo io quando parlo di responsabilità, etica, educazione... Effettivamente il nodo è tutto lì e temo che nel nostro piccolo l'unico modo sia l'esempio che possiamo dare, e la cosa pesa ed è fin troppo facile passare per fesso.

Anonimo ha detto...

@ Hiei

La tua visione della società è viziata da un pessimismo di fondo che non lascia nessuna via d'uscita.

Il modello che proponi è totalmente avulso dalla realtà, un modello IDEALE e sopratutto INFANTILE.


@ ravellik

Nella tua gita in montagna, alla fine della fiera, ognuno è libero di fare quello che gli pare.

Ognuno scieglie il sentiero che gli piace in piena libertà.

Nella mia invece, si parte e si arriva tutti insieme, tutti sullo stesso sentiero e si aspetta chi rimane indietro.

Da bravi socialisti. ;D

guru

marcoravelli ha detto...

@Guru,

a quel Punto no sarebbe più una gita ma una Via Crucis...

@Luigi,

ho paura di non aver colto lo spunto sul Pil... se ti va di riproporlo "facciamo fuori" pure quello!!!

Anonimo ha detto...

@ ravellik

No, marco, è che se devo fare alla tua maniera, a fare la passeggiata ci vado da solo.

guru

luigi ha detto...

@Ravelli
Prima facevo riferimento al fatto che in teoria starei anche lavorando dicendo che dovrei contribuire a frenare il calo del Pil per vil denaro e Hiei mi ha fatto notare che il PIL è una stronzata e gli ho detto che sono sostanzialmente daccordo infatti volevo essere ironico.
Volendo elaborare, ritengo che il PIL sia inadeguato a descrivere il benessere di una nazione (l'economia se ne dovrebbe occupare "The Wealth of the Nations" non "The Richness of the Nations" o "The Yeld of the Nations"...) Misurare tutto solo in termini di crescita del PIL senza distinguere tra operazioni economiche che hanno senso e quelle che non lo hanno è futile e pericoloso. Penso anche che in un mondo con risorse finite prima o poi la frontiera tecnologica arriverà anch'essa ad un limite per cui si arriverà ad una sorta di stato stazionario e si dovrà trovare un misuratore del benessere piuttosto che del reddito.

marcoravelli ha detto...

@Luigi

aldilà dei nobili intenti e dei lodevoli traguardi conseguibili, una società che funzioni deve avere presupposto fondamentale la fallacia dell'azione umana e l'avidità del suo animo.

Cosa orribile, se vogliamo, ma non trascurabile.

Se si imposta un ordinamento civile omettendo queste due importanti caratteristiche dell'umanità si commetterà semplicemente un grosso errore.
Il Comunismo era basato su una sorta di perfezionismo che presupponeva che la pianificazione operata dal partito rispondesse alle esigenze reali del Popolo.

Ma in primo luogo è impossibile conoscere le esigenze dei singoli,
è inoltre del tutto improbale che un pianificatore conosca tutte le informazioni necessarie per compiere la sua opera ed è infine impensabile che in tutte queste operazioni non vengano commessi errori.

Tutto ciò a livello macroeconomico si traduce in un continuo sbaglio che richiederà ulteriori operazioni per essere sistemato e quindi , necessariamente, per tutti i motivi elencati sopra, nuovi sbagli.

Ora il Comunismo è certamente l'esempio più eclatante ma la pianificazione economica è un'operazione diffusa ad ogni livello della nostra Società:
dalle Banche Centrali ai piccoli Comuni ognuno pianifica sulla base delle poche informazioni che ha e così facendo distorce il mercato ad ogni livello.

Ciò che poi viene ignorato in partenza, l'avidità dell'uomo, a questo punto si ripresenta e si inserisce nelle pieghe create dal sistema, facendo leva sulle distorsioni e sui privilegi da esso creati.

L'idea del Liberismo, diversamente, parte proprio da questi due immensi ed incurabili difetti dell'uomo e mettendoli sullo stesso piano li mette in aperta concorrenza stemperando gli effetti nefasti che possono causare.

luigi ha detto...

@Ravelli
La tua idea però, mettendo in competizione le persone sulla base dell'avidità e della fallacia delle azioni umane, porta ad uno sfrenato darwinismo sociale dove, ammesso e non concesso che tutti partano dalla stessa posizione, la comeptizione viene mano a mano fallata dalle rendite di posizione che si vengono creando nel tempo, quando grazie ad asimmetrie informative, perchè no, bravura del singolo e quant'altro, gli individui delle generazioni successive partiranno costruendo sulla rendita accumulata dai padri e quindi la competizione sarà sempre più impari. O noi pensiamo che una famiglia che ha avidamente accumulato per una vita sia disposta a rinunciare al concetto di eredità azzerando il punto di partenza alla generazione successiva, oppure con il tempo le condizioni che potremmo in primissima grossolana approssimazione definire di concorrenza perfetta sarannod estinate a degenerare. Anche l'ottima idea di livelli di governo locali, sulla base delle spinte egoistiche da te enunciate evolveranno in concentrazioni di potere. Quanto ci metteranno i piccoli comuni adiacenti ad una zona fertile a capire che possono unirsi e andare a prendersi il grano del prospero e pacifico comune agricolo? E quando queste leghe, alleanze, volubili aggregazioni di interessi particolari avranno dato libero sfogo alle loro modalità di gestire le relazioni sociali temo che ci sarà molta terra bruciata e un qualche dominus che regnerà sulle macerie. Però è vero: se la gente fosse "educata" al "bene" forse potrebbe funzionare, ma dovremmo metterci daccordo su cosa è "bene".