lunedì 7 febbraio 2011

Rivoluzione in Egitto, Lunedi`

Il weekend in piazza Tahrir e` trascorso all`insegna della tranquillita` e dell`unita` tra i manifestanti.

Domenica molte aziende hanno riaperto, cosi` come le banche e gli sportelli Bancomat.

Sempre domenica i copti hanno celebrato la messa in piazza tahrir. Toccanti le immagini del sacerdote copto e dell`imam sulla folla insieme. La folla cantava `siamo uno`. Le pietre lanciate alcuni giorni fa dalle squadracce del futuro ex regime sono state disposte cosi` da formare una croce e una mezzaluna.

Ieri segnalati dai media i primi tentativi di riconciliazione. Il vicepresidente suleiman si sarebbe incontrato con i fratelli musulmani e con esponenti dei giovani di tahrir. La piazza non riconosce ne` gli uni ne` gli altri come rappresentanti e resta ben ferma sulle sue richieste.

Arrestato e rilasciato 9 ore dopo un giornalista di AJE.

Segnalati inoltre disordini in Tunisia.

Oggi un altro giorno di manifestazioni al Cairo e nelle altre citta`.

Saluti felici

Felice Capretta
Published with Blogger-droid v1.6.5

53 commenti:

Hiei ha detto...

"Sempre domenica i copti hanno celebrato la messa in piazza tahrir. Toccanti le immagini del sacerdote copto e dell`imam sulla folla insieme. La folla cantava `siamo uno`. Le pietre lanciate alcuni giorni fa dalle squadracce del futuro ex regime sono state disposte cosi` da formare una croce e una mezzaluna. "

Toccante tranne per i maiali razzisti che scrivono di queste cose:

"Per inciso quando scrissi che l'Islam si scontrerà con l'Occidente intendevo proprio questo. Sarà scontro non tra due civiltà, ma scontro tra due modi di interpretare la vita.
[...]
Lo scontro ci sarà perchè é inevitabile oltre che necessario.
A meno che il mondo islamico non accolga le ns, convinzioni. Molto improbabile."

Non c'è neanche bisogno di commentare l'evidenza della propaganda lercia di chi ha tutto l'interesse a spingere verso questa "soluzione finale".

P.S.: Se continui a dire cazzate da maiale razzista, caro il mio maiale razzista, poi non lamentarti che ti dò del maiale razzista.

Anonimo ha detto...

ma chi sarebbe 'sto maiale?

marcoravelli ha detto...

prendo anche io lo spunto dalla frase riportata da Hiei :

"Per inciso quando scrissi che l'Islam si scontrerà con l'Occidente intendevo proprio questo. Sarà scontro non tra due civiltà, ma scontro tra due modi di interpretare la vita.
[...]"

Per sottolineare che questo scontro riguarda la sfera religiosa solo per gli osservatori poco accorti
poichè nei secoli, dalla nascita dell'Islam ad oggi la questione è sempre stata quella fiscale.
Essere cittadino dell'ex impero Romano e quindi un servo della gleba oppure convertirsi all'Islam era notevolmente diverso per le tasche dei poveracci del tempo...

Forse ora questa differenza per chi paga non esiste più ma che i tributi del cittadino vadano all'imam locale oppure al Vaticano oppure allo stato non è cosa irrilevante per chi vive in modo parassitario e soprattutto in tempi come questi dove nell'ambiente c'è molta concorrenza...


[OT]
L'apocalisse parla di un cavallo verdastro non di un cavallo con un drappo verdastro e poi la morte arriva all'apertura del quarto sigillo ergo anche gli altri tre cavalieri dovrebbero essere nei paraggi...
inoltre alla morte dovrebbe seguire l'inferno.

Sarebbe curioso pensare che San Giovanni sia andato tanto vicino al vero ma abbia sbagliato nei piccoli dettagli....

Anonimo ha detto...

@ hiei
grazie per l' esauriente risposta, lei ha ragione su tutti i punti, tranne per quello che riguarda la reazione di esponenti religiosi. Di solito in ambito cattolico per esempio i fatti che abbiano la parvenza di un richiamo soprannaturale sono sempre accolti con grave imbarazzo e si preferisce ignorarli. comunque grazie e,se le capitasse di scoprire qualcosa d' altro,spero che gentilmente lei ce lo segnali.
Buona giornata
annalisa (vecchia)

luigiza ha detto...

@MarcoRavelli
Per sottolineare che questo scontro riguarda la sfera religiosa solo per gli osservatori poco accorti

Marco non che quello che tu dici non sia vero, ma é contingente ed in termini assoluti irrilevante.
Ti fai distrarre dai fenomeni del palcoscenico.
La partita non si sta giocando lì. Lì vedi solo comparse che neppure si rendono conto di recitare una parte neppure da loro scelta.

@Anonimo del Anonimo 07 febbraio 2011 11:56

Il maiale di cui parla l'infante sono io.
Per capire che il suo intervento NON ha nulla a che vedere con quanto da me scritto vai a leggerti il mio commento nel post del Capretta precedente a questo.
E' uno degli ultimi individuato dal micio attaccato al termosifone.
luigiza

Anonimo ha detto...

@ ravellik

Marco, le fotografie che ci mostri rappresentano la realtà, ma sono un po' fuori fuoco.

Tu la chiami una questione fiscale, ma alla fine della fiera si tratta di solo di SOLDI.

Certo le guerre si son sempre fatte per i SOLDI, nessuno lo vuol negare.

Ma anche nella situazione di libero mercato che tu auspichi, resterebbero sempre i RICCHI e i POVERI.

Questo è ciò che non funziona.

La cosa ti farà sorridere mentre pensi "ma dove vive questo qui?", ma non farci caso, anch'io sorrido leggendo i tuoi commenti dove le nostre vite sembrano avere un unico comune denominatore: i SOLDI.

Non se ne uscirà, nessun libero mercato, placherà la fame di potere degli uomini.

Il nostro sistema sociale non funziona, è vero, ma bene, o male, abbiamo una scuola pubblica, una sanità, un sistema giuridico e via discorrendo.

Sono cose ottenute con il sacrificio di uomini che volevano una società più giusta, che volevano un pezzo di pane per i loro figli.

Gli uomini non ne vogliono sapere di essere in mano al tuo MERCATO, vogliono PROTEZIONE, vivere tranquilli.

Come diceva quello "uno su mille ce la fa", ok, ma gli altri?

guru

Hiei ha detto...

@guru

"Ma anche nella situazione di libero mercato che tu auspichi, resterebbero sempre i RICCHI e i POVERI.

Questo è ciò che non funziona."

Il bello è che questa stronzata te la dicono sempre quelli che contemporaneamente sostengono che i soldi non fanno la felicità e che bisogna essere spirituali e non materialisti, fateci un po' caso!

Già qui si dovrebbe capire che o che le idee sono fortemente confuse o che ti stanno pigliando per il culo.

Che uno sia più ricco di un altro di per sè non è giusto nè sbagliato se per esempio il "ricco" ha fatto la sua fortuna onestamente e il "povero" magari era spirituale e del vil denaro non gliene fregava semplicmente una mazza.

"La cosa ti farà sorridere mentre pensi "ma dove vive questo qui?", ma non farci caso, anch'io sorrido leggendo i tuoi commenti dove le nostre vite sembrano avere un unico comune denominatore: i SOLDI."

Ha appena detto che tutti i mali del mondo sono causa del fatto che c'è chi ha più soldi e chi ne ha meno.

Ci è o ci fa? Aperte le scommesse.

"Non se ne uscirà, nessun libero mercato, placherà la fame di potere degli uomini."

Ma in un libero mercato - che non ritendo un sistema nè perfetto nè sufficientemente efficiente, ma sempre meglio della porcheria attuale - ci sono buone probabilità che il ricco lo sia diventato onestamente e il povero se gli gira abbia la possibilità di diventarlo impegnandosi.
A differenza di adesso dove i ricchi sono tutti ladri e truffatori che propsperano sui monopoli, in primis quello della stampa di denaro falso imposto per legge.
Ed è prima di tutti a loro, ai Minchionne e ai Berlusconi che vivono di soldi pubblici e dell'eliminazione sistematica della concorrenza che dà fastidio il libero mercato.

Viene il sospetto che ci fa, in effetti...

"Il nostro sistema sociale non funziona, è vero, ma bene, o male, abbiamo una scuola pubblica, una sanità, un sistema giuridico e via discorrendo."

Ovvero dei lager in cui per anni vengono rinchiusi bambini inermi la cui intelligenza viene svilita e annichilita, la volontà annientata finchè non succubi dell'autorità incapaci di pensiero autonomo e ignoranti come capre, con giusto le nozioni utili a farne schiavi da sfruttare.
Ovvero un sistema medico che campa inventandosi nuove malattie e rendendo quelle assieme alle vecchie croniche e debilitanti per avere una popolazione di malaticci troppo deboli e rimbecilliti dalle porcherie chimiche che ingozzano su prescrizione per ribellarsi ma non troppo da non poter lavorare come schiavi.
Abbiamo un sistema giuridico AHAHAHAHHBERLUSCONI AAHAHAHAHANDREOTTI
AHAHAHCAPACIUSTICABOLOGNAECC.
AHAHAHLAMAFIANONESISTE
AHAHAHAHADELLUTRIMANGANOEROE

E la lista può proseguire quasi all'infinito, la forza pubblica la vedi solo a manganellare i vecchi in Val di Susa, o a Vicenza o a torturare studenti al G8 e via dicendo.
Intanto la mafia controlla un terzo del territorio e tutto il Parlamente, produce un PIL pari a una piccola nazione occidentale, cementifica ovunque e rende discariche tossiche intere regioni.

Intano i reati che la gente subisce ne viene denunciato uno su cinque se va bene e di questi otto-nove su dieci restano impuniti.

"Sono cose ottenute con il sacrificio di uomini che volevano una società più giusta, che volevano un pezzo di pane per i loro figli."

E che si stanno rivoltando urlando nelle tombe con la disoccupazione giovanile oltre il 30% e ogni santo giorno sul giornale un trentenne che si impicca perchè non ce la fa più, e il peggio ancora deve arrivare.

[continua]

Hiei ha detto...

"Gli uomini non ne vogliono sapere di essere in mano al tuo MERCATO, vogliono PROTEZIONE, vivere tranquilli."

LUI rappresenta L'UMANITA' INTERA, modestuccio l'amico, eh?
Poi ti cianciano di democrazia, che cazzo facciamo le elezioni a fare? La prossima volta chiediamo al "guru" che tutto sa!

"Come diceva quello "uno su mille ce la fa", ok, ma gli altri?"

Perchè adesso quanti su mille ce la fanno? Con la chiosa che perchè glielo lascino fare devono vendersi e diventare delinquenti o il sistema li annienta.

E io ne ho veramente abbastanza di star qua a sentire queste inenarrabili, iperuraniche, stratosferiche puttanate.

Mario Barbiero ha detto...

@guru
le guerre non si fanno per i soldi, almeno non da quando sono di carta ...

Mario Barbiero ha detto...

@Hiei
perchè non ci dici cosa si potrebbe fare per cambiare le cose?

Hiei ha detto...

@Mario

"perchè non ci dici cosa si potrebbe fare per cambiare le cose?"

Perchè io non sono uno stronzo maniaco del controllo che pretende di dire agli altri come devono vivere.

Perchè la risposta ogni singolo individuo deve trovarsela da sè con la sua testa e le sue forze che il PRIMO problema sono appunta la massa di bovini beoti che va dietro al primo cazzone che "gli dice cosa fare per cambiare le cose": Obama docet!

Perchè sono un cinico bastardo.

Perchè il punto di non ritorno è passato da un pezzo e qualunque cosa venga fatta non eviterà il disastro - infatti io penso già al dopo e l'ho pure già detto.

E comunque chi me lo farebbe fare di sbattermi per un branco di beoti che fondalmente disprezzo?

Cit.: "Ore 9 - Risolvere il problema della fame nel mondo e non dirlo a nessuno." (il Grinch).

:'D

E comunque qua si sentono solo cazzate inutili quindi sto buttando lì un occhio per l'onesto diritto di replica poi prendo il largo a vele spiegate, sbarcare in questi porti è sempre un pessima idea...

Quindici uomini
Quindici uomini
sulla cassa del mortooo... :'D

marcoravelli ha detto...

Veramente la questione Fiscale così come quella monetaria oltre che essere strettamente correlate tra di loro sono proprio la base su cui tutto il complesso marchingenio che permette ai parassiti di prosperare è stata edificata.

I popoli della terra non si odiano per ispirazione del demonio ma perchè percepiscono "l'altro" un mero concorrente nella millenaria corsa dell'umanità verso il benessere.

Israele, nonostante il suo popolo sia tra i più ricchi della terra, è con le pezze al culo perchè ha instaurato nei suoi territori un colossale stato sociale, alimentato dalla paranoia continua dell'insicurezza e lo spettro della ripetibilità dell'olocausto.

Iran & C. sono messi peggio poichè alla loro guida hanno Regimi ancora più paranoici che credono che il mondo sia giusto solo se loro ne rimarranno a "Vigilare la Rivoluzione". Questo costa Parecchi soldi perchè il popolo va controllato e punito e poi va spiato e indottrinato tutte operazioni eseguite da funzionari pubblici che costano ai contribuenti. -Paradossale pensare che ogni contribuente finanzia il proprio aguzzino ma è ciò che succede in ogni angolo della terra-

Ovviamente questo li rende "nemici", non tanto perchè i relativi popoli abbiano concreti( e cioè non indotti dalla propaganda) risentimenti reciproci ma perchè i governi desiderano maggiore terra da controllare e maggiore popolazione da tassare.

Per L'Egitto vale lo stesso discorso. Se si crede al Principio di non Fare agli altri ciò che non si vuole venga fatto a se, una volta che la combini grossa e fai il dittatore è ovvio aspettarsi che qualcuno voglia fartela pagare oppure altri vogliano rimpiazzarti spesso con la violenza.
Per tanto si renderà necessario spolpare il popolo con le tasse e ingrassare, ingrassare i propri amici con privilegie tangenti( che nulla è più pericoloso per un tiranno che un amico risentito) e seviziare i propri detrattori al fine di incutere terrore.

Risultato: Uno Schifo di Nazione sull'orlo della guerra Civile.

Mario Barbiero ha detto...

@Hiei
hai voglia di riassumere in poche parole il dopo?

Anonimo ha detto...

Toccanti le immagini del sacerdote copto e dell`imam sulla folla insieme. La folla cantava `siamo uno`. Le pietre lanciate alcuni giorni fa dalle squadracce del futuro ex regime sono state disposte cosi` da formare una croce e una mezzaluna.

Sapete dove si possono reperire video e/o immagini di quanto sopra?
grazie

Francesco

luigiza ha detto...

@Mario B.
l'infante non risponderà mai alle tue domande, perchè se per Cartesio valeva il detto: Penso, quindi sono per l'infante vale invece questo: Insulto quindi sono

Mario Barbiero ha detto...

@luigiza
non dirlo a me, si è scatenato nel precedente post!

marcoravelli ha detto...

Poi ci si può ostinare a credere che il denaro non c'entri nulla!

Figuriamoci se un'invenzione umana vecchia di millenni e praticamente immutata nei secoli(tranne l'ultimo) che coordina e regole tutte le attività umane, che è alla base del computo economico, che è il frazzionatore eccellente del lavoro, fine di ogni investimento, mezzo imprescindibile di ogni transazione, stimolo al rischio, causa di liti e omicidi, oggetti di ogni tipo di contraffazione, metro della potenza e della forza di una nazione possa in qualche modo spingere alla guerra!!!


No le guerre si fanno per finire sui libri di storia... sai che soddisfazione per i Governanti ed i Banchieri antichi e Moderni!

Mario Barbiero ha detto...

@luigiza
però nel suo ultimo intervento di oggi c'è diversa "roba" condivisibile.

"la risposta ogni singolo individuo deve trovarsela da sè con la sua testa e le sue forze" <--- su questo sai come la penso

"Perchè il punto di non ritorno è passato " <--- purtroppo è vero, a meno di un cambio di coscienza collettivo e diffuso che non vedo all'orizzonte

"io penso già al dopo" <--- non sei l'unico

Mario Barbiero ha detto...

@marco
il denaro in quanto tale non conta nulla; conta se lo puoi usare per qualche cosa e lo puoi usare per qualche cosa solo se viene accettato.
I dollari vengono accettati perchè sono stampati dall'Impero.
Uno non invade gli Stati Uniti per prendersi i dollari.
Questo intendevo dire.
Men che meno lo Zimbawe per i suoi di dollari.
Le guerre i potenti le fanno per il controllo delle risorse, delle materie prime e quando serve anche delle persone.
Queste ultime purtroppo se in gran numero agli occhi dei potenti non sono una risorsa quanto un problema.
Perchè ogni persona mangia, beve e "caga" con tutto quello che ne consegue.
I soldi sono lo stimolo per i poveracci che questi potenti mandano a fare il lavoro sporco al posto loro.
Ai potenti interessa il controllo di cose concrete.
Il denaro cartaceo o elettronico non lo sono.

marcoravelli ha detto...

"Le guerre i potenti le fanno per il controllo delle risorse, delle materie prime e quando serve anche delle persone."

e quale sarebbe, dunque, il fine ultimo dell'avere il controllo sovra tutte queste risorse?

Mario Barbiero ha detto...

"Uno non invade gli Stati Uniti per prendersi i dollari."

eh eh eh mi cito da solo
Lo fa per prenderne il posto e stampare lui i propri di soldi.
Durante le guerre i paesi occupati vedono circolare la moneta degli occupanti.
E' successo anche da noi in Italia, quando circolavano le AM LIRE (ALLIED MILITARY CURRENCY).
Il Giappone ha fatto la stessa cosa nelle isole che occupava.
La Francia ha conosciuto due "monete" da occupazione, i tedeschi prima, gli alleati poi.
In Grecia e Albania siamo stati invece noi italiani ad imporre la nostra carta moneta di occupazione.
Non voglio sminuire l'importanza del denaro, ma solo ricondurlo al suo effettivo utilizzo.
Almeno nel recente passato

luigiza ha detto...

@Mario B.
Concordo.
Come ho già detto il personaggio non é stupido, solo che ama atteggiarsi ad essere superiore. Atteggiamento infantile!

Mario Barbiero ha detto...

@Marco Ravelli
Il fine ultimo è usarle, ma non per fare soldi perchè i soldi LORO li fanno già a vagoni attraverso un sistema convenzionalmente accettato quello delle Banche centrali e ce li vendono a caro prezzo.
segue (ho il caffè sul fuoco)
ps Hiei spaccherà tutto dopo che avrà letto il mio prossimo intervento.

marcoravelli ha detto...

e potresti descriver gli effetti di questa pratica...
con e senza gold standard...

Anonimo ha detto...

intanto c'è qualcuno che vuole gettare benzina sul fuoco sulla situazione italiana, vogliono creare le situazioni per creare non un nuovo Egitto (il nostro contesto nazionale è completamente opposto), ma qualcosa di molto forte anche da noi, dapprima l'attacco informatico anticipato profeticamente da wikileaks al sito internet del governo italiano per il 6 febbraio, la sigla si firma con anonymous e nelle sue parole afferma che è all'inizio della sua campagna italiana, poi wikileaks che promette incredibili rivelazioni sull'Italia molto presto. Occhio e stiamo attenti a queste notizie così che non ci risulti tutto imprevedibile quando sopraggiungerà quello che è programmato.

jar jar

Hiei ha detto...

@maiale

"l'infante non risponderà mai alle tue domande, perchè se per Cartesio valeva il detto: Penso, quindi sono per l'infante vale invece questo: Insulto quindi sono"

E nonostante questo dico cose più intelligenti di te.

"Come ho già detto il personaggio non é stupido, solo che ama atteggiarsi ad essere superiore. Atteggiamento infantile!"

E sono due post riassumibili in "è scemo dieci volte" che non mi dici direttamente perchè non ne hai il coreggio.
Sulla puerilità, ai posteri l'ardua sentenza.

@Mario

"purtroppo è vero, a meno di un cambio di coscienza collettivo e diffuso che non vedo all'orizzonte"

Questa va letta: a meno che non vi decidiate tutti finalmente a diventare i fuchi servitori privi di volontà individuale (solo collettiva e guidata dall'alto appunto) che da generazioni cerchiamo di rendervi.
Che tu ci sia o che ci faccia o che creda sul serio a 'ste fesserie.

Per il resto, non leggerò il tuo prossimo commenti, mi sono rotto: la situazione in Egitto stagna e potrebbe farlo a lungo e comunque in una settimana qua non è venuto fuori niente di utile quindi non vedo perchè sorbirmi boiate aggratis.

Barra a dritta e YO-HO-HO... :'D

Mario Barbiero ha detto...

@Hiei
Io non voglio il pensiero unico modellato e manipolato dal potente di turno, ma che ognuno faccia ciò che vuole veramente.
Se questo succedesse ad un numero importante di persone nel mondo allora LORO inizierebbero ad avere grossi problemi di controllo.
Ma la GGente è pecora, si muove in gregge e ha bisogno di pastori.
E non mi sembra di vedere in tal senso grandi novità.
Tipo gli egiziani che tolgono Mubarak per mettere El Baradei.
Tanto valeva tenersi Mubarak e chiedere a lui il pane! avevano maggiori chance di ottenerlo.
El Baradei andrà al potere, non darà tanto pane in più e dirà che ci vuole tempo e pazienza perchè il pane se l'è fregato Mubarak.
In questo Silvio B. insegna come fare.

Mario Barbiero ha detto...

@marco ravelli
Queste elites sanno dalla notte dei tempi da dove veniamo e dove stiamo andando.
Sapevano che un giorno saremmo stati se non 7 miliardi di individui, comunque un numero tanto grande.
Non puoi regolare la vita economica di così tante persone con un sistema semplice basato sull'uso di denaro metallico e nemmeno sull'uso del gold standard.
A meno di non voler tenere tutti o quasi ad un livello di sussistenza.
Il denaro scambia attività.
Se ha l'attività di 10 milioni di persone usi monete d'oro e d'argento, ne hai a sufficienza per tutti.
Per uno o due miliardi no.
Allora costruiscono il gold standard, la fase intermedia.
Alla fine dire che i miei 100 euro devono avere un corrispettivo fisico non è più la stessa cosa che avere direttamente il corrispettivo fisico.
Siamo già ad una convenzione ovvero un accordo.
Per 7 miliardi e fischia devi superare il Gold Standard e avere qualche cosa di molto più flessibile.
Lo so anche io che così facendo arrivi ad un certo punto che non ce la fai più.
E lo sanno anche loro e molto bene.
E qui adesso Hiei si incazza.
Non c'è nessun ordine mondiale all'orizzonte, solo la fine dei giochi, un azzeramento importante e un nuovo gioco che parte.
Il gioco della vita.
L'azzeramento è vicino, ognuno di noi farà i conti conla vita che ha condotto.
E deciderà se può o non può passare di livello.

tanto Hiei ha detto che non legge ...

marcoravelli ha detto...

@Mario

ma se tu hai o stampi vagonate di soldi che non valgono nulla tu sostanzialmente non hai nulla....

marcoravelli ha detto...

a parte il vago richiamo a "I Protocolli Segreti dei Savi anziani di Sion"

sembrano le stesse parole che disse John Law a Luigi XV...

un pretesto per una truffa!!

marcoravelli ha detto...

"Se ha l'attività di 10 milioni di persone usi monete d'oro e d'argento, ne hai a sufficienza per tutti.
Per uno o due miliardi no."

????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????


se hai 10 ragazzini e dieci figurine ogni ragazzino potrà comprare la merendina del compagno con una figurina

se i ragazzini sono cento e le figurine sempre dieci i ragazzini faranno a gara nell'offrire i pacchetti di merende per ogni figurina (Deflazione)

se le figurine sono cento e i ragazzini sempre dieci ci vorranno dieci figurine per una merendina (Inflazione)

questo i ragazzini alle elementari lo sanno bene ma una volta finito il Liceo sono tutti convinti del contrario, sarà una coincidenza...


comunque:
Qualunque somma di denaro(purche costante) è sempre ottimale per un sistema di scambi! quindi ciò che hai detto è privo di senso...

riformula!!!

Anonimo ha detto...

@ Hiei

Accidenti, ti leggo proprio adesso che te ne vai..

Guarda, tutte le cose che hai scritto sulla sanità, la scuola, il sistema giurico, le potrei sottoscrivere se solo fossi cinico e cattivo come te.

In fondo sono le stesse cose che dice il berlusca con la piccola differenza che lui è pieno di SOLDI e gli viene facile spalare MERDA.

Non vedo cosa ne venga a te.

E può anche essere che con il libero mercato si otterrebbe il grandioso risultato di avere dei RICCHI veri e dei POVERI veri, ma tali rimarrebbero.

Sempre guerra sarebbe, ma non è che possa stare a spiegarti tutta la faccenda per filo e per segno.

Magari l'illuminazione ti viene da sola, vai a capire...

Che posso farci, sono un guru, fratello e vengo in PACE.

guru

PS: questo non vuol dire che poi ti porga l'altra guancia..., ma 'ste cose bisognerebbe dirsele a tu per tu per capirsi. Se passi dalle mie parti fammi un fischio. ;D

Felice Capretta ha detto...

@ francesco

sacerdote copto e imam sulla folla insieme

pietre disposte a croce con mezzaluna

La folla cantava `siamo uno` (se non funziona, vai a twitter.com/search e cerca "we are one" #jan25 e clicca in fondo su "altro" finchè vedi tweet di 1 giorno fa. Cantavano ieri.

saluti felici

felice capretta

Mario Barbiero ha detto...

@Marco Ravelli
Già ma siccome il mio scopo come dominatore del pianeta non è avere le figurine, ma avere bambini che non mi rompano i coglioni io aumento sia le figurine (soldi) che le merendine (beni e servizi).
Se no secondo te perchè si parla di sovrasfruttamento del pianeta?
Il tenore di vita medio dell'occidentale non è infinitamente superiore a quello di qualsiasi altro popolo della terra?
L'Occidente non consuma molte più risorse di quelle che può permettersi?
Perchè accade tutto questo?

Anonimo ha detto...

@ ravellik

"se hai 10 ragazzini e dieci figurine ogni ragazzino potrà comprare la merendina del compagno con una figurina"

Primo: come ha avuto la sua figurina ognuno dei 10 ragazzini? Reddito di cittadinanza?

Secondo: perché mai dovrebbero usare le figurine e non scambiarsi direttamente le merende?

Terzo: perché mai dovrebbero voler scambiarsi le merende?

Riformula!!! :D

guru

Anonimo ha detto...

@ ravellik

"se hai 10 ragazzini e dieci figurine ogni ragazzino potrà comprare la merendina del compagno con una figurina"

Primo: come ha avuto la sua figurina ognuno dei 10 ragazzini? Reddito di cittadinanza?

Secondo: perché mai dovrebbero usare le figurine e non scambiarsi direttamente le merende?

Terzo: perché mai dovrebbero voler scambiarsi le merende?

Riformula!!! :D

guru

Hiei ha detto...

"Non c'è nessun ordine mondiale all'orizzonte, solo la fine dei giochi, un azzeramento importante e un nuovo gioco che parte."

Che poi è la stessa cosa detta con la vaselina.

"Il gioco della vita.
L'azzeramento è vicino, ognuno di noi farà i conti conla vita che ha condotto.
E deciderà se può o non può passare di livello."

E se fate la combo o la tecnica speciale al momento giusto o finite il precedente livello con tutti i punti vita raddoppiano i punti esperienza e ricchi bonus, e la possibilità di sbloccare un'area segreta!
E dovrei star qui a leggere 'sta roba...

"tanto Hiei ha detto che non legge ..."

Tenevo giusto un'occhio al guru per dargli diritto di replica come detto, m'è caduto giusto sull'ultima frase e non ho resisteto, il resto non ho letto.

@guru

"Guarda, tutte le cose che hai scritto sulla sanità, la scuola, il sistema giurico, le potrei sottoscrivere se solo fossi cinico e cattivo come te."

O se stessimo parlando dello stesso pianeta, se è per quello ma tu vivi in un altro livello astrale e parli di un mondo di fantasia...

"In fondo sono le stesse cose che dice il berlusca con la piccola differenza che lui è pieno di SOLDI e gli viene facile spalare MERDA.

Non vedo cosa ne venga a te."

Questa l'hai copiata dal maiale, e ho già dato - sforzati di più.

"E può anche essere che con il libero mercato si otterrebbe il grandioso risultato di avere dei RICCHI veri e dei POVERI veri, ma tali rimarrebbero."

Ma magari i ricchi lo sarebbero onestamente e non vesserebbero i poveri i quali potrebbero esserlo semplicemente perchè preferiscono una vita parca e spirituale, oppure pensano il denaro non doni la felicità o non hanno semplicemente palle di sbattersi.

"Sempre guerra sarebbe, ma non è che possa stare a spiegarti tutta la faccenda per filo e per segno."

Certo che no, perchè è una CAZZATA IMMANE a cui dare spiegazione è IMPOSSIBILE, non esistendo quest'ultima.

In nome di quale fungo tu ingerisca per dire che se uno ha 5mila euro e un'altro 10mila si dovrebbero tagliare la gola a vicenda lo sa il cazzo, veramente.
Ah, ma nella tua versione del Vangelo Gesù Cristo predica la povertà e poi di imbracciare il mitra e andare a sparacchiare su tutti quelli che hanno dei soldi!
Caro il mio signor "oh, sono il guru che predica la spiritualità e che il denaro non fa la felicità".

Certo, e le scuole (tutte, mica che le private siano meglio) sfornano geni superacculturati come negarlo? Bisogna essere cinici e cattivi. O aver visto una pubblicità del Grande Fratello o aver rivolto la parola ai primati che ne escono appena fuori la prima discoteca.

Mica tutti, qualcuno in gamba ne esce anche ma a discapito del sistema infatti quelli sono eccezionali, temprati dal "ciò che non ti uccide ti fortifica" e svegli infatti emigrano cinque minuti dopo.

E vedo che per te confermi che la mafia non esiste, è un'invenzione di noi cinici e cattivi, in Campania non ci sono rifiuti e i terremotati dell'Acquila sono felici in crociera.

Secca ripetermi ma VATTENAFFANCULO pure tu, non ha nessun senso star qui a perder tempo con della gente che insiste a prenderti palesemente, sfacciatamente per i fondelli.

Con argomenti che dovrebbero far cappottare dalle risate pure un bambino delle elementari.
Di una scuola seria, di quelle dell'isola che non c'è dove abiti tu, s'intende.

Adios.

Magari l'illuminazione ti viene da sola, vai a capire...

Che posso farci, sono un guru, fratello e vengo in PACE.
"

mago ha detto...

il sessantotto mi pareva molto più serio, impostato ideologicamente e con frange armate; d'altronde le rivoluzioni europee son scattate sempre per fame e in società violente, mai per ideologia rivoluzionaria vera e propria. Ma da quello che vedo a far scorrere il sangue a fiotti (Dio, in questo caso forse è meglio Allah, non voglia) mi pare che ce ne voglia.

Mario Barbiero ha detto...

@guru
"Reddito di cittadinanza?"

No, tecniche di spaccio, fai assaggiare e crei dipendenza!

"perché mai dovrebbero usare le figurine e non scambiarsi direttamente le merende?"

Perchè io che ho la merendina non te la do per un'altra merendina.
A questo punto mi tengo la mia e fine dei giochi!

Anonimo ha detto...

di solito non mi ricordo i sogni. Stanotte ho sognato che partecipavo ad un meeting di specializzazione all'interno di un team di lavoro.Vi specifico che sono efficientista, credo nella meritocrazia e piuttosto intransigente. Nel mio corso il boss era Berlusconi in persona (nessuna allusione di tipo politico , era proprio lui, nel suo ruolo di imprenditore)
. Aveva il ruolo di selezionatore e giudice e attuava la sua strategia in modo spietato. Mi sono svegliato con uno stato di ansia che per me è una novità, in quanto per tutto il sogno mi sono sentito sotto stretta osservazione e con l'implacabile mannaia di berlusca pronta a calare sul mio collo. Anche i miei colleghi erano , nonostante il comune obiettivo i miei nemici. Ricordo che nonostante io nella vita reale condivida una certa aggressività lavorativa, prima di svegliarmi avevo partecipato alla consegna del diploma di fine corso e durante la consegna ho detto a tutti . :Grazie, ma se devo vivere questa vita in questo modo questo diploma non mi interessa e lo rifiuto.Troverò qualche altro lavoro

Quando mi sono svegliato , ho imputato la causa del sogno ai botta e risposta di Hiei

Magari lui ci farà una risata

Gino Dente

Anonimo ha detto...

Al Mago

Ho paura di doverti deludere.

Era il primo settembre 1967 quando uno degli «illuminati» del Council on Foreign Relations, Daniel Boorstein, spiegava su Fortune che la democrazia politica doveva essere cambiata in una "democrazia dei consumi"

"Una comunità di consumi è fatta di gente che sente di avere comuni interessi e comuni preoccupazioni che vengono dal consumare lo stesso genere di oggetti "

Il vantaggio rispetto alla democrazia, per le élite transnazionali, era così spiegato: "La comunità dei consumi è non-ideologica. Per fare parte della comunità di consumi non è richiesta alcuna professione di fede, nessun credo od ortodossia... La comunità dei consumi è democratica. E’ la grande democrazia americana del denaro .
Le comunità dei consumi accettano volentieri gente di qualunque razza, provenienza, occupazione e livello di reddito, purchè possano pagarsene l’accesso».

E, accennando alla rivoluzione studentesca americana, che avrebbe contagiato la gioventù europea nel ’68: "La lotta per i ‘diritti civili’ in USA è stata in gran parte una lotta per il diritto a consumare, per allargare e completare la democrazia del consumo"

Proprio questo fu il senso e l’esito del Sessantotto: una rivoluzione «culturale» (volta non a prendere il potere, ma a cambiare la cultura corrente, la mentalità) in senso libertario-trasgressivo; la nuova mentalità, una volta instaurata, segna il trionfo della voglia di possesso e di godimento affrancata da qualsiasi scrupolo religioso o morale.

Fu un movimento «spontaneo» molto ben guidato da chi sa creare gli stati d'animo adeguati.

E gli effetti del 68 sono proprio questi che oggi biasimiamo

Frateu

massimo battello ha detto...

Salve.

Innanzitutto grazie per il lavoro di filtraggio e coagulo.
(Non capisco chi in questi giorni si lamenta. Sembra abbastanza intelligente per saper cercare da solo. E invece.. le sue critiche sono solo sospette. Parliamoci chiaro. Essere costruttivi è altra cosa. Anche fingere di avvertire i lettori che questa è la visione di una singola persona è un trucco da mandrake di seconda categoria ;-)

Poi mi domandavo se le vecchie amicizie di Felice, saldate a zucchero di dattero, sono state utili per l'analisi delle fonti. Anche solo per piccole traduzioni. (Felice parli arabo? O i twitt ascoltati sono solo inglesi?) Mi domando soprattutto se sono stati utili i tuoi amici per intuire la dimensione umana di questi giorni.

Personalmente mi stò convincendo che la differenza, in questa crisi, la stanno fanno i sentimenti delle persone. ( Ovviamente chi ha sempre e solo giocato a risiko non può "sentire". E per dirla tutta anch'io, a km di distanza, soprattutto di distanza culturale, non arrivo ad immaginare che bagliori di una particolare consapevolezza araba.)

Anonimo ha detto...

@ Hiei

Vedi, fratello, io non so se tu sia molto giovane, o molto anziano, né so, quindi, se trattarti col rispetto dovuto, o con uno scappellotto bonario.

Tra le due, così a naso, propenderei per un calcio sul sedere, di quelli che fanno bene a prescindere. :D

Certo avrei preferito un VAF-FAN-CU-LO al rallentatore, come dice Fabri Fibra, ma mi accontento.

Un solo appunto nel merito: non so a quale dei commenti di luigiza ti riferissi ma, fattostà che tu attacchi la scuola pubblica, la sanità, il sistema giuridico, proprio come fa silviuccio nostro.

Fattene una ragione.


@ mario b

"Perchè io che ho la merendina non te la do per un'altra merendina.
A questo punto mi tengo la mia e fine dei giochi!"

Appunto.


@ frateau

Bah, il '68 e quel che ne è seguito sono stati cosa diversa da ciò che hai scritto.

Hai ragione quando sostieni che si è trattato di "una rivoluzione «culturale» (volta non a prendere il potere, ma a cambiare la cultura corrente, la mentalità)...", ma io la leggo come anti-consumistica e anti-sistema.

Una rivoluzione vera, peraltro fallita miseramente.

guru

Mario Barbiero ha detto...

@guru
appunto cosa!!!
hai appena creato le basi per una guerra tra bambini ...
Usare le figurine ovvero il denaro in sè non è sbagliato perchè aiuta a scambiare beni e servizi tra loro non direttamente scambiabili.
Io da tempo baratto il mio lavoro con quello di altri.
Così una pizzeria mi paga il volantinaggio con le pizze; una termoidraulica mi paga il volantinaggio con lo scaldabagno a legna, un commerciante di legname con la legna.
Ma io vado bene perchè ciò che faccio può tornare utile alla quasi totalità delle attività commerciali.
Ma la bolletta dell'acqua, della luce, la tassa asporto rifiuti (che pago ridotta perchè facciamo il compostaggio) non la posso pagare in "natura".
Mi servono le figurine!
=.="

Anonimo ha detto...

@ mario

Ok, tutti accettiamo questa convenzione del denaro, non è questo il punto.

Il punto è l'accesso alle risorse che sono necessarie per vivere nella società.

Io credo che queste debbano essere garantite a tutti, indipendentemente dalla capacità di produrre... figurine. ;D

E più in generale, trovo che il SISTEMA MERCATO che ci ha condotto fino qui abbia fatto il suo tempo e che presto non sarà più praticabile, per molte ovvie ragioni.

Un reddito di cittadinanza, o qualcosa del genere, potrebbe servire a superare questo momento e di sicuro nessuno ci rimetterebbe niente.

E i RICCHI potrebbero continuare a far soldi lo stesso. :D

guru

marcoravelli ha detto...

@frateu

La visione su. '68, oltre che interessante, è tempestivamente perfetta poiché dopo la crisi inflazionistica degli anni '70 fu proprio il consumismo e una progressiva delocalizzazione delle attività produttive a creare i presupposti per contenere l'aumento dei prezzi al consumo durante tutti gli anni '80, '90 e in larga parte il 2000.

guru!
Perché vuoi dare delle figurine hai bambini quando per il loro gioco bastano quelle che hanno.
Aumentandole annulleresti gli sforzi di chi tra loro è riuscito a risparmiarne un po' magari rinunciando di tanto in tanto alla merenda.
L'inflazione è una tassa !
L'inflazione è una rapina!

Chi la pratica o anche solo la auspica o è stupido o è in Malafede...quindi penso che tu voglia usare i bambini per i tuoi biechi scopi....

Luigi ha detto...

Vorrei consigliare la lettura dell'articolo, e dei commenti dei lettori (c'é anche quello del valido A. Mensa che scrisse anche dal Capretta), apparso su Come Don Chisciotte che trovate in

link

E' molto illuminante e riguiarda le cause che hanno scatenato le turbolenze nel Nord Africa.

Vorrei segnalarvi in particolare il 2.o commento di lettore, che rinvia ad articoli di altro blog.
Andateci e leggetene i post. Chissà che riusciate finalmente a capire chi é alla base delle nostre disgrazie: NOI STESSI (o meglio quella parte di noi -io no- che va dietro a simil personaggi falsi filantropi per amore di facili guadagni).

Ok Mario ?

marcoravelli ha detto...

@Mario

Aumentare le merendine serve a mantenere stabile il loro prezzo espresso in Figurine inflazionate..

ma è chiaro che tanto le figurine quanto le merendine varranno sempre meno nonostante il loro prezzo salga.

ti richiedo:
potresti descriver gli effetti dell' imporre la propria moneta a popolazioni appena annesse al proprio controllo...?

Felice Capretta ha detto...

@maxbattello

Non parlo l`arabo (leggo un po` l`ebraico, ma poco) e tutti i tweet che riporto sono di egiziani che parlano inglese presenti a tahrir. Tra gli altri, c`e` ghonim, marketing manager di google in egitto, alaa, fondatore del primo aggregatore egiziano, sandmonkey, blogger n.1 egiziano, e molti, molti altri. Ci sono persone di tutti gli strati sociali. Diciamo che il 50% dei messaggi sono in arabo, l`altra meta` in inglese, proprio a beneficio di chi non capisce l`arabo.

Il flusso comunque lo puoi vedere live e non filtrato nella spalletta in alto a sinistra in home page. H

Ho seguito e tradotto tutto personalmente comunque :-)

Saluti felici

Felice capretta

Luigi ha detto...

Puff, commento sparito

Felice Capretta ha detto...

ripristinato : ) (uno solo)

luigiza ha detto...

Grazie Felice.
Google account fa un casino della madonna: mi cancella, mi cambia il nome senza alcun mio intervento.
Adesso sono diventato Luigi.
Boh!!

Hiei ha detto...

Ultimo regalo, anzi due - un articoletto che nota come *CASUALMENTE* il bello striscione apparso anche in questo blog rechi come richieste delle riforme *ESATTAMENTE* uguale a quelle richieste da organi globalisti quali il Council of Foreign Relations e lo US National Endowment for Democracy (NED, Neda, ricorda niente?).

http://www.activistpost.com/2011/02/egypt-whats-really-happening-listen-to.html#more

Il secondo lo pesco da Repubblica:

"Al Jazeera sempre accesa alla Casa Bianca, la rivincita della televisione odiata da Bush.
Per Obama è l'"occhio" sulle rivoluzioni arabe, ma negli Usa è quasi invisibile."

Per Obama è l'occhio sulle rivoluzioni arabe e se lo dice lui, buon Kool-Aid a tutti (per usare un joke molto stars and stripes che non capirà nessuno).

Guardate Al-Jazeera. Non badate all'uomo dietro al sipario. Sarebbe da maleducati, come non mancano mai di far notare.

http://www.repubblica.it/esteri/2011/02/07/news/al_jazeera-12151281/index.html?ref=search

(non ho letto altri commenti quindi datevi pure pace nell'eventualità).