sabato 14 agosto 2010

Il balcooning ed il doppio tonfo, parte 2/2, arrivederci al 25 agosto

Ed ecco la seconda parte.

Se avete perso la prima parte, e non sapete cos'e' il "balcooning", la pratica che potrebbe cambiarvi la vita per sempre, potete recuperare a questo indirizzo: Il balcooning ed il doppio tonfo, parte 1/2

Proseguiamo con le notizie dalle banche centrali.

Cosa si sono inventate le Fed, la BCE e Bank of England per fronteggiare l'ondata di dati macro che ha sommerso le borse di tutto il mondo ed ha assestato un altro colpo al gigante che sta cadendo?

Niente di nuovo. Vediamo.


La Fed torna ad acquistare titoli di debito


WASHINGTON (Sole24Ore) - L'imbarazzo in cui si è trovata ieri sera (mercoledì sera, NDFC) la Federal Reserve americana, alle prese con una disoccupazione più insidiosa del previsto e con una politica fiscale immobilizzata dai debiti, rende l'idea delle difficoltà dell'economia globale.

La produttività del lavoro Usa è tornata a scendere e le previsioni sulla crescita americana per il 2011 sono state tagliate di un punto da inizio anno.

La Fed ha ammesso che la crescita Usa sarà più modesta del previsto.

Dovrà acquistare titoli del Tesoro a lungo termine per ridurre i tassi dei mutui.

Solo pochi mesi fa si pensava che alzasse i tassi, ora una ricaduta in recessione non può essere esclusa.

Già.

Vediamo la BCE.


Bce: "E' urgente risanare bilanci [...]la disoccupazione frena la ripresa"


(SWISSINFO) - La Banca centrale europea lancia un monito:

dopo l'eccezionale deterioramento degli ultimi due anni è urgente risanare i conti pubblici da parte dei Paesi dell'area euro


Due fattori frenano la ripresa economica, secondo l'istituto centrale: la disoccupazione e bilanci delle aziende in diversi settori.

Nel suo bollettino mensile la Bce chiede a

tutti i Paesi di precisare misure di aggiustamento credibili incentrate sul lato della spesa, restando comunque pronti ad attuare eventuali misure aggiuntive nei prossimi anni

Se avessi Trichet qui davanti gli chiederei come pensa che le aziende risaneranno i bilanci.

Forse vendendo più prodotto, visto che girano un sacco di soldi e l'economia è florida.

Eh si.


O forse....

No, eh..... no.....


Crisi: Bce presta dollari a banche Ue, non accadeva da maggio


ROMA - La Banca centrale europea ha collocato stamani 430 milioni di dollari in un'asta di rifinanziamento settimanale rivolta alle banche europee.

L'ultima volta che gli istituti di credito avevano richiesto valuta statunitense era il 26 maggio, quando l'Europa era colpita dalle turbolenze della crisi greca.

Noooooooooo!


Banca Inghilterra taglia stime crescita e inflazione


LONDRA (SWISSINFO) - L'inflazione in Gran Bretagna sarà probabilmente inferiore agli obiettivi di politica monetaria anche nel 2012, e la crescita più debole del previsto.

La previsione è della Banca d'Inghilterra, il cui governatore Mervyn King, all'indomani della revisione al ribasso delle stime di crescita da parte della Federal Reserve americana, ha segnalato che la Gran Bretagna potrebbe necessitare di ulteriori misure di sostegno all'economia.

Il tasso d'inflazione, nelle nuove stime della Bank of England contenuta nel Rapporto trimestrale sull'inflazione presentato oggi, viaggerà a circa l'1,5% da qui a due anni, al di sotto del 2% obiettivo della banca centrale.

E le prospettive di crescita non raggiungeranno più un tasso annuo massimo d'espansione del 3,6%, fermandosi al 3%. "Le prospettive nel complesso sono più deboli rispetto a quelle anticipate a maggio", ha detto King, citando la "persistenza di condizioni creditizie difficili".


E' tutto! Con questo doppio post chiudiamo il blog per un paio di settimane, per goderci i giorni a cavallo del ferragosto dividendoci tra la nostra attività professionale abituale senza dover rincorrere un post nuovo ogni giorno o due.

A rileggerci il 25 Agosto e buone vacanze a chi le fa!

Saluti felici

Felice Capretta

138 commenti:

Anonimo ha detto...

La madre Russia

http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=Forums&file=viewtopic&t=27389

e la pax amerikana

Chissa come finirà: l'aspetto dei roghi è quelle che mi interessa meno.

Il Folletto

mauro ha detto...

America da Terzo Mondo. La caccia al buono-casa diventa un inferno, mentre nel Mar giallo si eseguono le
prove per la terza guerra mondiale: la George Washington, che per la seconda volta nel giro di due settimane torna a distanza di "raggio d'azione dei suoi F-18" per esercitazioni congiunte Usa-Corea del Sud. La deliberata provocazione tocca i nervi scoperti del dragone che presumibilmente si prepara a rappresaglie economiche per il sempre più precario Zio Sam

Anonimo ha detto...

O buon Felice,
ma quante ferie stai facendo quest'anno....
E' proprio vero che la crasi è per molti ma non per tutti...

yuma ha detto...

Io ho la fissa delle tasse e non solo perchè devo pagarle ogni mese da bravo dipendente.

Ho la fissa delle tasse perchè sono legato sentimentalmente al concetto di redistribuzione della ricchezza.
Ora, se il pizzaiolo sotto casa non mi fa lo scontrino a me, prima o poi, non tornerà niente.
Se il fruttivendolo fa la stessa cosa, prima o poi la carie dovrò curarmela dal privato e non con la mutua.
Perchè di soldi per curarmi la carie non ci stanno: li ho dati solo io e altri deficienti
-------------------
Leggevo queste cose una settimana fa a firma Sempreunpoadisagio. Da Uriel
-------------------
considerazione condivisibilissima

Ne faccio una anch'io

Il rischio è che se continua così con costi e tasse ,non ci vorrà molto che l’amico scendendo sotto casa no troverà più né il pizzaiolo , né il verduriere.

E lo Stato non si vedrà neppure più arrivare quel poco (????) che i due gli davano.

Anzi se li ritroverà davanti alla porta di Montecitorio ad urlare.

Anzi , il nostro Amico dovrà stare attento ad uscire in strada perché potrebbe trovare i figli del pizzaiolo e del verduriere con un sacco di altri amici pronti a sfilargli di tasca i soldi della pizza a suon di sberle.

Ebbene si, lavoro anche la vigilia di Ferragosto !
Spero di inaccasare un po' di grana. Gli altri di sicuro stanno incassando pioggia eh eh eh

Felice Capretta ha detto...

@ anonimo 06:42

in realtà lavoro, le ferie le ho fatte a luglio (lavorare in città in agosto è un piacere...). e comunque, si, il mio settore sta andando alla grande, anche se è troppo piccolo per essere significativo.

in pratica mando in ferie il blog per una settimanetta, ma ci sono :-)

saluti felici

felice

Anonimo ha detto...

Boama, ovvero Barry Soetoro

http://www.youtube.com/watch?v=Fv4jnlkxOaw&feature=player_embedded

Speriamo sia un fake..................sennò veramente il 21 Agosto scoppia WWIII

Il Folletto

Anonimo ha detto...

http://university.unitedstatesliberty.org/654/textbooks/adam-fergusson-when-money-dies-nightmare-of-the-weimar-collapse/

Qualcuno spende 800 $ per comprare questo libro su ebay

Il Folletto

Anonimo ha detto...

"Io ho la fissa delle tasse e non solo perchè devo pagarle ogni mese da bravo dipendente"

Non è che devi, sei costretto

Anonimo ha detto...

Caro zio Yuma,
concordi però che in un paese dove più del 50% del reddito imponibile non viene dichiarato (pari a circa 130 miliardi di euro l’anno), i dipendenti ed i loro figli dovrebbero da subito prendere a randellate sugli zebedei i vari dentisti, imbianchini, muratori?

E magari anche quelli altolocati con le valigette nere che vanno spesso in svizzera?

E magari con tanto di canzoncina dei mondiali 2006?
La ricordi? ( Po poroppo )

Così e sempre magari eviteremmo le solite guerre tra poveri, dove da una parte ci sono onesti commercianti che strozzati dalle tasse non arrivano alla fine del mese e dall’altra poveri dipendenti che strozzati dal misero stipendio e sempre dalle tasse non arrivano alla terza settimana del mese…

Ovviamente è solo un’idea non è che deve essere presa alla lettera, sia ben chiaro…

Ops dimenticavo, se avete voglia, una capatina a Montecitorio non sarebbe male, sommando anche i miliardi del crimine organizzato e altre cosine, si superano i 300 miliardi….
Magari andar li e chiedergli: “ Ma voi, che c….zo state li a fare?”

Un saluto dall’ erede dei 40 ladroni

Anonimo ha detto...

A yuma ed all'ultimo commentatore:

evaporati i soldi del fondo governativo norvegese:

C'è del marcio in Norvegia

http://econotwist.wordpress.com/2010/05/07/heres-the-real-norwegian-piigs-exposure/

Su 400 miliardi di asset: che sia l'effetto leverage....

Ancora convinti che per qualcuno siano utili le tasse: cerrrrrtttto che si, abbiamo il mago Taroccò che gestisce il vostro bello Stato.

Il Folletto

Anonimo ha detto...

Per chi ancora pensa sia un bene per la società le tasse, ecco dei bei documenti FED scovati da Eric.

Ladri ed assassini maledetti!!!!!!!!!


http://www.thefinalfraud.com/

Il Folletto

Anonimo ha detto...

......x li folletto........

..perche' il 21 agosto dovrebbe

scoppiare la WWIII ?...........

difficile possa accadere........

...ciao....

l'ultimo dei moicani....

Anonimo ha detto...

ahahahhah WW 3 .. ma dove?!
anzi, sapete cosa penso??
speriamo che scoppi l'ultima fott*tissima guerra mondiale e la facciamo finita.
io vorrei poter prendere a calci nel sedere il mio capo .. e magari la guerra può permettermelo :D
scherzi a parte, finalmente un'azione concreta per estinguerci da questo bellissimo pianeta.

dj sdong

Anonimo ha detto...

Certo che sti dj, adesso ce ne è uno Governatore del Veneto.

Prova a rileggerTi questo

http://mercatoliberonews.blogspot.com/2010/08/la-russia-getta-la-maschera-e-incendi.html
senza pensare agli incendi che è una interpretazione dello scrittore che per ora non condivido.

Poi cerca di fissare un visita con il famoso gastroenterologo Otto Von Scag!..

Il Folletto

Anonimo ha detto...

Scusa Felice occupo un pò di spazio x una questione personale, cancella se lo ritieni , o se come me pensi ne possa nascere una discussione, mi fai un bel piacere, magari qualche lettore mi consiglia...
Tornando dalla festa paesana di santanna cado in scooter da solo,ero bevuto, in una stradina secondaria a bassissima percorrenza alle 3 e 50 del mattino, che collega 2 frazioni da 1000 abitanti l' una e 400 l' altra...
Senza casco, senza assicurazione (l' avrei fatta l' indomani,appena ricevuto lo stipendio, sfiga), senza revisione (idem), ammende per 1000 euro di multa, 12 mesi di ritiro patente e ancora dovrà arrivare la sanzione relativa a questo comportamento criminale, guidare sbronzi (ho perso vari amici in incidenti stradali e un pò condivido...
Dato che volevo trasferirmi all' estero, mi lasceranno uscire dal paese o essendo in atttesa di processo non lo potrò fare?
Ed essendo rimasto pure disoccupato, non navigo nell' oro, se non pagassi che succede? Prescrizione anche x me prima o poi?
Ho altri amici sanzionati di recente x esempio:
Uno telefonando alla guida 178 euro.
Uno conducendo a 5 km orari sopra il limite (eran 15 ma si decurta il 10%) 52 euro.
Uno che ora non ricordo.
Altra categoria tartassata, i conducenti,gli automobilisti.
Buone vacanze.
Appena mi rimetto dovrò affrontare la burocrazia x avere il permesso di demolizione dello scooter, attualmente sotto fermo amministrativo doppio, casco e ubriaco...
Buone vacanze a voi!
Cele (che di solito gira in bici o a piedi)

Anonimo ha detto...

La Borsa non è un indicatore economico affidabile,almeno ora non lo è più!è tutto manipolato,come lo sono i dati e le notizie;quindi....
poi c'è da dire che sono due anni e più che si parla di crisi e crisi,il peggio arriva,no è passato no deve ancora arrivare..ma nessuno ancora ha capito che è stato tutto creato scientificamente? apposta per farci accettare restrizioni,leggi e quant'altro?

Massimo Spini ha detto...

Folletto sempre casco in testa...trincea in giardino....ma studiate dai testimoni di Geova?

A quello che giudavo ubriaco senza assicurazione...sempre troppo poco...se me venivi addosso t'ammazzavo di botte

Anonimo ha detto...

@folletto la mia era semplicemente una provocazione, caro il mio aspirapolvere...

http://www.vorwerk.com/it/kobold/html/la_nostra_proposta_commerciale.html

hai qualcosa contro i Dj e le persone che ragionano in modo autonomo?
magari al prossimo post ti chiedo il permesso ok? :D

Dj Sdong

yuma ha detto...

all'erede...

come hai ragione... guerre fra poveri.

Come dire il ladro getta l'osso ai cani e mentre questi se lo contendono a suon di morsi entra e ruba.

storia vecchia , ma funziona sempre . E noi qui ...

yuma ha detto...

@ Cele

che sfiga...davvero, oltretutto stradina secondaria...scommetto che pioveva !

Felice Capretta ha detto...

@ cele

non ho idea, comunque in bocca al lupo...

saluti felici

Felice

Anonimo ha detto...

Un altra cosa, scusa Felice se abuso della tua ospitalità . In questi giorni di convalescenza per ingannare il tempo mi sono letto i post conclusivi di quel vostro ex-amico volatile color della notte che va annunciando la fine del mondo sulle pagine del suo blog. Se non fosse per i pensieri che ho in questo brutto momento e cioè di non poter più espatriare proprio quando mi offrono un lavoro in Canadà , mi sarei pisciato addosso dalle risate. In un primo momento pensavo di essere ancora sbronzo, certo che ce ne sono di matti in giro! dovrebbero riaprire i manicomi. Ma come mai prima bazzicava qui e adesso è sparito? Ha usato il tuo blog per fare pubblicità al suo? Non c'era qui anche un cane dei fumetti che sapeva tutto lui e che adesso è sparito? Ma voi che lo conoscete bene chi è sto tipo? E' in buonafede o in malafede? Insomma intendo dire possibile che sia così coglione da credere alle fesserie che va predicando? Sarà mica invece un furbetto tipo mamma ebe? Non è che alla fine salta fuori il listino prezzi per la salvezza? Voi che lo conoscete bene vi ha mai offerto qualcosa a pagamento? Secondo me se qualcuno sa sarebbe importante parlare, perchè di gente sprovveduta cen'è tanta in giro e non è giusto voltarsi dallaltra parte. Se no dove và a finire quel mondo più giusto che stiamo tutti aspettando?
Felice non pensi che un blogger che voglia fare informazione abbia delle responsabilità nei confronti dei suoi lettori? e che un comportamento omertoso sia poco dignitoso? Te ne sai niente? E voialtri lettori ne sapete qualcosa? Insomma un innoquo rincoglionito o una furba gazza ladra questo è il mio dubbio.
Ma scusatemi , forse a causa della brutta caduta che ho fatto e delle conseguenze penali a cui andrò incontro sto diventando un po' troppo cinico.

a proposito, nessuno ha preso sul serio il mio appello. Possibile che a nessuno sia capitato di cadere dallo scooter sbronzo come un anatra al brandy dopo una sagra di paese? Per voi ci sono attenuanti per chi esce da una festa patronale?
Cele

Anonimo ha detto...

@ Cele

Questa delle multe poi... sequestri, punti della patente, analisi forzate e via discorrendo.

Siamo scivolati in uno stato di polizia.

La multa è un provvedimento ingiusto, sia filosoficamente che tecnicamente.

Se fanno 300 euro di multa a uno squattrinato, son dolori, per "uno coi soldi" sono una passeggiata.

PS: per non parlare dell'ultima, che se ti beccano al volante, non dico ubriaco, ma solo fuori dal limite consentito, possono sequestrarti l'auto e metterla all'asta.

Incredibile.

guru

Anonimo ha detto...

vero guru? proprio
e di quell'altro che mi dici?
Cele

Anonimo ha detto...

Del Corvo?

Guarda io ho letto il suo blog fin dall'inizio perché il bambino che è in me è attratto dai temi "misteriosi" da lui trattati.

Non so, questa teoria degli universi paralleli è suffragata ormai anche dalla scienza "ufficiale".

Quello che posso dirti è che io non ho nessuna voglia, al momento, di spiccare il salto quantico verso la IV dimensione e comunicare telepaticamente.

Comunque non escludo nessuna opzione e, a scanso equivoci, sto cercando una casetta a 600 metri sul livello del mare.

:D guru

Anonimo ha detto...

non c'è solo il bambino in te però
mi pare che tu te la sia spassata ultimamente
ma scusa non c'avevi moglie?
Cele

Anonimo ha detto...

Guru, ti sento un po' distratto... ma che cazzate stai leggendo a quest'ora?
Cele

Anonimo ha detto...

Passerotto, stavo giusto... spassandomela un po'. :D

Facciamo una briscolina?

guru

Anonimo ha detto...

@cele

E se ubriaco prendevi in pieno qualcuno?

La vita non è ingiusta, anzi il destino ci vede benissimo e cerca continuamente di pareggiare i conti.

Affronta diversamente questa esperienza, senza cercare scuse o giustificazioni:

(Senza casco, senza assicurazione (l' avrei fatta l' indomani,appena ricevuto lo stipendio, sfiga), senza revisione (idem))…. (Cele (che di solito gira in bici o a piedi)).

Se no non avrai imparato nulla da questa vicenda….

Per citare una persona più importante di me:
“Chi è causa dei propri mali pianga se stesso”

A che prezzo pero! Dirai tu…

Grazie a Dio questa volta si parla solo di vil denaro.

Mi dispiace di queste parole dure, ma io da tempo ho smesso di credere alla sfiga o alla fortuna.
Ormai credo che ognuno di noi costruisca la propria esistenza giorno per giorno con atti continui di amore e buon senso.

L'erede ( stupito ) dei 40 ladroni

Felice Capretta ha detto...

@ cele

la mia responsabilità è verso me stesso, e la onoro scrivendo (quello che ritengo essere) il vero. e continuo a farlo finchè la cosa mi piace e mi diverte.

ci sono molte persone che hanno scritto qui e che hanno un loro blog, in che modo io dovrei scrivere qualcosa su tutti perchè hanno scritto su IS? in che modo le due cose sono collegate?

quello che ha fatto corvo su IS é lì da leggere, così come quello che ha scritto sul suo blog, credo che ognuno si possa fare la sua opinione attingendo direttamente alla fonte, e non vedo in che modo il mio giudizio, o anche solo la mia interpretazione, dovrebbe essere migliore o più utile della fonte stessa.

informarsi è sempre utile.
bersi tutto è spesso dannoso (la tua comunque non me la sono bevuta....ci siamo capiti).

saluti felici

felice

Anonimo ha detto...

@Felice

Se fossi gay ti avrei già fatto la corte…

L’erede ( impazzito ) dei 40 ladroni

Anonimo ha detto...

a erede
guarda che Felice è già impegnato e parecchio
è per questo che vuol chiudere il blog
è per questo che l'ha aperto
Cele

Anonimo ha detto...

Fantastico due Norvegesi hanno crackato HFT

http://www.dn.no/forsiden/article1956354.ece

Il Folletto

yuma ha detto...

@ Cele

scusa, ma sei sicuro di essere ancora vivo? Non è che tu "credi" di essere all'Ospedale ed invece sei rinato in una quarta dimensione? Prova ad alitare sull'infermeira quando si china ad infilarti il termometro. Se non fa una piega sei reincarnato

Perchè potresti, come dire , essere una replica o qualcosa di simile.
Scusa non mi veniva il termine... ecco..un Replicante reincarnato!

In questo caso potresti essere pericoloso, qui c'è gente che si è bevuto anche il bicchiere

Tra l'altro non mi hai risposto...pioveva quel giorno?

Sai sfortuna per sfortuna...

Anonimo ha detto...

Il vero Cele, i commenti 16 agosto 2010 14:44 , 16 agosto 2010 15:00, 16 agosto 2010 16:17, 16 agosto 2010 16:38 , 17 agosto 2010 01:34
non sono miei...
x Massimo Spini, la strada è veramente fuori paese, ci saranno si e no 5 case e manco tutte abitate, vero comunque avrei potuto centrarti, ma l' assicurazione non avrebbe pagato, clausola contro il bevuto al volante.Per le botte avresti fatto poca fatica, ma non ti converrebbe ammazzarmi, pena la galera e x cosa? Stai lontano da Napoli e da 3/4 del mondo, dove assicurati sono in pochi!
Io un pò alla sfiga ci credo, e anche alla fortuna ma non gioco ...
L' assicurazione, in genere assicuro lo scooter 3 mesi in estate, quest'anno aspettavo lo stipendio (il primo del 2010) e l' avrei pagata, comunque , senza mai aver fatto danni a cose o persone, ogni anno aumenta, e questo mi ha fatto pensare, se crisi vivo e come molti altri, anche i signoroni della allianz , ras etc dovrebbero risentirne, non pagando assicurazione o cose obbligatorie forse, se come me lo avessero fatto in molti, rivedevano le tariffe...
Infine scusate. gia ho rubato troppo spazio!
Ah, aveva piovuto, e c' era la gerolina (ghiaietta)

yuma ha detto...

gerolina???? Wow , se vai su Wikizionario puoi completare !

Questa manca !Vedi che non tutti i mali vengono per nuocere !SARAI FINALMENTE FAMOSO !!!!

Anonimo ha detto...

Se qualcuno avesse voglia di commentare questo articolo, le nostre discussioni potrebbero avere un senso.

guru

Anonimo ha detto...

@Cele che chiede info sul volatile color della notte.
Contrariamente a quello che pensi non avevi ancora smaltito la sbornia quando ne hai letto il contenuto del blog.
E puoi ritenerti fortunato ad avere una tale scusante, perchè Yuma che l'ha letto in piena sobrietà ha dato una definizione ben poco lusinghiera di coloro che hanno abboccato.

Goodlights ha detto...

ciao a tutti!

ho letto gli ultimi tre post di corvo.

non posso certo dire se ciò che scrive corrisponda o meno al vero (e questo nessuno lo può fare!), ma penso che concentrarsi sul buio e sul terrore non faccia bene alla salute!
ne a quella di chi scrive, ne a quella di chi legge...
:-)

sono arrivata ad un punto in cui non sono più tanto convinta che più sei informato e più possibilità hai di vivere bene e di pararti il didietro in caso di guai.

sto facendo un esperimento e cioè leggere meno notizie in rete nei soliti blog/siti di informazione alternativa che prima seguivo con accanimento quasi maniacale.

è vero che non sono più al corrente dell'ultimo complotto dei nostri amici di sempre, ma questo cosa cambia nella mia vita di tutti i giorni?
fa la differenza?

ormai so come stanno le cose.
so che esistono auto attentati per legittimare guerre ed aggressioni.
so che chi governa mai penserà ai miei interessi.
so che la televisione è un'ottima arma in loro potere per il rincoglionimento di massa.
so che spesso fanno esperimenti sul clima giocando a fare dio.
so che altre volte ne fanno perfino sugli esseri umani.
so che il denaro è il vero dio di molti.
so che ritoccano i dati in borsa in base a come gli torna comodo.
so che mentono, rubano, commettano azioni deplorevoli e giocano con la vita delle persone.

la domanda resta: e adesso che sono consapevole di tutto ciò?
qualcuno ha una risposta?

per quanto mi riguarda ho semplicemente smesso di dargli il potere di influenzare negativamente la mia vita e me la sto godendo un mondo.

tanto, che io faccia scorte di candele benedette e di bambini puri per accenderle (vedi corvo) o che me ne freghi e mi goda la mia vita in pieno, se è scritto che tutto andrà a puttane, ci andrà comunque.

sarò meno pronta se non mi esercito a fare cerchi perfetti (vedi corvo)?

mah...
secondo me vivere nell'amore e seguire il mio cuore mi permetterà di affrontare serenamente ciò che mi attende.
in relazione al futuro mi sento tranquilla, in pace.
e mi auguro che anche voi possiate trovare al vostro interno questa condizione e mantenerla nel tempo.

giornata bella!
sara

yuma ha detto...

Brava Sara. Il più bel commento che tu abbia mai scritto. Sottoscrivo in pieno. Mica per niente da qualche parte in qualche Blog circola un post intitolato "Beata ignoranza!".

Anonimo ha detto...

@guru
il piacere di vivere, a questo si intendeva sara e piano piano viene fuori, c'e' anche nel finale dell'articolo che hai linkato.
se non facciamo cio' che ci da' amore nella vita e' inutile che poi ci lamentiamo di cio' che facciamo dando la colpa ad altri che ce lo fanno fare.
se non siamo ancora tutti dei robot possiamo decidere da soli cosa fare e cosa no.
oppure la soluzione potrebbe venire dal genio del software che ci ha programmati... :-D


"La crisi europea è l'occasione per iniziare - proprio qui, dove il modello si è formato nei cinque secoli della modernità - il processo di fuoriuscita dal capitalismo. Ma esistono le condizioni psichiche, culturali perché la soggettività possa esprimersi in forma indipendente? Ogni energia soggettiva autonoma sembra sopita nella società europea. Esplosioni di rabbia e dignità si manifestano, come nel caso di Pomigliano, ma in maniera soltanto difensiva, e senza la capacità di farsi immaginario dilagante, di riattivare la solidarietà e di restituire al piacere di vivere il primato sulla sicurezza e la competizione.
"

indopama

Goodlights ha detto...

@yuma

ciao!

sai che proprio i commenti nei vari blog/siti mi hanno aiutata a maturare la decisione di informarmi il minimo necessario?

troppa rabbia, troppa paura, troppe prese di posizione difese con le unghie e con i denti, troppe liti, troppi insulti, troppe discussioni infinite che sfociano nel nulla ecc...

la mia riflessione è stata che se tutte quelle persone usassero un decimo dell'energia che mettono in gioco per scannarsi virtualmente, per fare pensieri positivi e vivere in pace, il mondo sarebbe un posto meraviglioso!
:-)

e allora mi son detta che qualcuno doveva pur cominciare ad interrompere quello spreco enorme di energia!

leggo ancora qua è là in rete, ma tengo il giusto distacco e non mi faccio condizionare nelle scelte da niente se non dal mio cuore.

caspita yuma, funziona davvero!
;-)

sara

Anonimo ha detto...

@folletto

Malaysian Province Moves To Gold And Silver-Based Currency In "Main Islamic Event Of The Last 100 Years"

DAZ

yuma ha detto...

leggo ancora qua è là in rete, ma tengo il giusto distacco e non mi faccio condizionare nelle scelte da niente se non dal mio cuore...

già , era proprio questo che intendevo quando presi il treno.

sono felice che tu condivida

Il Bagatto ha detto...

@ Sara e Yuma
perfettamente d'accordo. La vita bisogna saperla prendere per come viene guardando le tantissime cose positive ed accettando anche le cose negative. Faccio anche io una previsione catastrofistica e che va bene per tutti: sappiate che prima o poi (meglio poi, molto meglio) anche tu -anonimo lettore- lascerai questa terra per cavalcare lungo le praterie di Manitù (come diceva il grande Totò: oggi NOI ci siamo, domani VOI non ci state...). E allora evitiamo di farci prendere da inutili angosce. Una felice giornata a tutti.

luigiza ha detto...

@Sara
Parole sagge. Sintetizzando quanto hai detto: mantenere sempre il giusto distacco. Ci si guadagna in salute

Anonimo ha detto...

@Tutti
Faccio anch’io una previsione

Il mondo NON finirà il 21 Dicembre 2012

No? Erede, ma sei sicuro?

Si ne ho avuto conferma proprio ieri sera, guardando la data di scadenza dei fagioli, 30 Dic 2013.

@folletto

Io invece aspetto il ritorno in Italia ( ma questa volta in tutta ) dell’ Onza Siciliana.
Che ne sai magari ci guadagniamo qualcosa


L’erede (risollevato ma povero) dei 40 ladroni

Anonimo ha detto...

eheheheh,
chi inscatola fagioli ne sa una piu del diavolo...

Anonimo ha detto...

Dimenticavo

@yuma @sara @bagatto

Mi raccomando però, distaccati si, inerti no.

Se no vengo li e vi sgrido :)

L’erede (premuroso) dei 40 ladroni

Anonimo ha detto...

inscatolati si puo'?

luigiza ha detto...

@Anonimo che ha detto:
inscatolati si puo'?

Certamente, ma solo sotto vuoto. Quindi vedi tu quanto riesci a resistere in apnea :-)

massimo spini ha detto...

Bellissimo post sara, è la stessa cosa che stò facendo io....anche io leggevo tutti i blog, sembrava dal 2008 in poi dovesse succedere chissachè....se ripenso ad ora ero fuori di melone...stavo male per le cose che leggevo....nel frattempo la persona che era sempre felice che avevo accanto se ne è giustamente andata...
Su una cosa non sono daccordo...tu parli di informarti...molti blog non fanno informazione...sono solo montagne di cazzate...anche perchè tutto quello che paventano per vero non accade mai...stesso stile dei testimoni di geova...

All'amico mbriaco che è caduto in scooter...ch ete divo dì cazzi tua....Non ti preoccupare che a Napoli non vengo di certo...mi è già bastato una volta...per carità..

massimo spini ha detto...

L'articolo di Bifo è parte integrante delle cazzate....

"Nonostante la conclamata adorazione del mercato i produttori di automobili chiedono allo stato di aiutarli a produrre una cosa che il mercato non compra più - e per fortuna, visto che l'oggetto automobile si è da lungo tempo rivelato inquinante, pericoloso e sempre meno capace di svolgere la sua funzione nelle grandi città."

QUi raggiunge l'apice....il mercato non compra più automobili? Io sò solo di un forte calo dovuto alla fine degli incentivi...a queste persone dovrebbe essere proibito di scrivere

Anonimo ha detto...

@ indopama

Grazie per aver letto il post che ho linkato. :D

@ beati ignoranti

Non sono per niente daccordo, il vostro mi sembra un atteggiamento troppo individualistico.

La rete ci ha aiutato a conoscere e capire il mondo in cui tutti viviamo. È vero, si prendono delle cantonate, ma è un rischio che vale la pena di correre.
Sempre che si abbia nel cuore la speranza di un mondo "migliore".

E se verrà un'altra guerra? Chissenefrega, io penso al mio orticello?

E se l'Italia si sta trasformando in uno Stato di polizia?

Se l'economia del debito ruba le nostre vite?

Se il vostro posto di lavoro sta per andarsene in fumo? Preferite non saperlo?

Beh, questo è l'atteggiamento che piace ai signori della terra.

Io credo che esista un modo per vivere meglio. Tutti.
E credo che si possa realizzare.

Con questo non voglio dire che non bisogna godersi la vita, anzi, io sono un gaudente di lunga data.

Ma per favore, ora non cantiamo le lodi del MENEFREGHISMO, che poi siamo sempre noi a pigliarla in quel posto.

"Sul ponte sventola bandiera bianca, sul ponte sventola..."

guru

Anonimo ha detto...

@ Massimo Spini

Ecco, appunto, tu puoi anche non essere daccordo con l'articolo in questione, ma questo non significa che sia una cazzata.

Io, invece, ci trovo il tentativo di trovare una strada che sia percorribile.

Pensi davvero che si debba continuare a costruire automobili e bruciare petrolio?

Non lo vedi che il MERCATO sta implodendo e il lavoro non esiste più?

Qual'è la tua ricetta?

guru

massimo spini ha detto...

Il lavoro non esiste più ma dove? Ci sarà sempre più lavoro per chi sà fare....noi eravamo abituati bene...anche il più inetto trovava lavoro come impiegato od operaio...ora che c'è chi ci fà concorrenza...Oddio...finisce il mondo...Di cosa stiamo parlando? Degli operai di Pomigliano magari?Ai quali hanno chiesto solo di lavorare come nel resto d'Italia ed è venuto furoi un putiferio? Se da noi facessero come in VW qlch anno fa dove per gli stessi soldi lavorano più ore cosa succederebbe? Peccato che ora VW sia la prima casa automobilistica al mondo e la Germania pur avendo la ns moneta esporti a livelli record...questi sono i fatti...
MAGARI E LO SOTTOLIENO MAGARI IN ITALIA SUCCEDESSE UN PATATRACK COLOSSALE, la smetteremmo con tuttq queste ns farse ridicole...sinora non è successo nulla...solo bambini che hanno paura di perdere il proprio giocattolo

Goodlights ha detto...

@guru

ciao!

scusa se te lo dico, ma credo tu non abbia colto il senso di quello che abbiamo detto noi "beati ignoranti".

cosa c'entrano il menefreghisno e l'individualismo?

ti assicuro che sono una persona assolutamente altruista e per niente menefreghista.

prendere la giusta distanza dalle notizie catastrofiche significa tutt'altro.
è un distacco interiore che non si manifesta affatto con la cura del proprio orticello e fanculo il resto del mondo!

tu hai capito quello che volevi capire e va bene, ma fidati se ti dico che sei giunto a conclusioni sbagliate.

ti abbraccio.
sara

ps: ai "signori della terra" piace anche un sacco farci vivere nella paura...

Goodlights ha detto...

@massimo spini

ciao!

be', in rete si trovano informazioni più vicine alla verità di quante non se ne trovino al telegiornale...

volevo precisare che mantenere il giusto distacco non significa fingere che tutto stia andando bene.

piuttosto significa essere consapevoli che le cose vanno male, ma trovare ugualmente tanti motivi per essere felice come la persona che ti stava accanto.

buona vita!
sara

Anonimo ha detto...

x Massimo Spini.
Io a Napoli ci andrei di corsa,l' incidente è successo in Lombardia, occhio quindi, il poliziotto al consegnarmi le multe, molto celermente il giorno dopo, mi diceva eh si, di non assicurati ce ne sono molti ultimamente, lo vediamo, ma se mancano i soldi che si può fare?
x altri, come ho scritto vari commenti non erano miei, di corvo non ho chiesto nulla...
Altra cosa, se avessi fatto quel che sentivo/volevo, prima di lasciare l' Italia il mio desiderio era proprio scenderla tutta e risalirla, passando a salutare amici ovunque e facendone altri... Ho scelto invece di fare qualche mese a caccia d' euro, sfiga vuol che io adesso li cacci (perdonatemi cultori della grammatica e del karma)...Non viaggio nel belpaese da parecchio, anni fa vi dedicavo almeno 30 giorni l' anno.E l' amo molto, cosi come i suoi dialetti, come influenzino l' italiano parlato, sui treni è/era un delirio di accenti e parole dialettali.
Yuma, gerolina è una di queste il wikizionario aggiornalo se tiva, SARAI FINALMENTE FAMOSO !!!!
????
Cosa c' entra e cosa m'importa? Volevo sapere solo se posso andarmene tranquillamente o da "ricercato"...
Ora cambio totalmente argomento.

Notiziola x leghisti e il bau bau stranieri che ci invadono , nelle ambasciate cinesi il visto x l' Italia è di 90 euro, dal ministero degli esteri dicono: datelo a vista e non rompete il cazzo.


Buone cose
Cele

Anonimo ha detto...

vedete solo le notizie negative e non quelle positive, chi vi ha parlato in positivo tempo fa lo avete sepolto nella solita indifferenza.
vi alimentate di notizie negative, la maggior parte di voi (non tutti) gode solo a sentire questo genere di cose e quando ce ne sono poche (come ora) scade nella tristezza e nella noia.

sbaglio ancora se dico che vi vedo annoiati piu' che mai?

che siete li' che dite: ma non succede mai niente!

siete stati cresciuti dalla tv e dai media in genere a suon di notizie negative e se non ve ne arrivano a sufficienza allora sono guai. che gusto c'e' a parlare di qualcosa che va bene? nessuno, si parla sempre delle sfighe (degli altri).

attenzione che chi vi ha cresciuto vi conosce bene e per farvi digerire le sfighe grosse vi fa digiunare prima un bel po'.

quindi adesso sapete anche grosso modo quando cominceranno i problemi piu' grandi, quando cioe' ne avrete piu' voglia di sentirne parlare e di lamentarvi.


indopama

Massimo Spini ha detto...

Il mondo è nuovo ogni giorno, quello di oggi non è peggio ne meglio di quello di ieri...finchè non capite stà cosa viverete sempre nell'angoscia dell'oddio cosa succederà

Anonimo ha detto...

@Daz

http://img265.imageshack.us/img265/9184/eurodeadcats.gif

Il Folletto

Anonimo ha detto...

abbiamo avuto la fortuna di visionare che la diga dell'illusione di una vita passata a lavorare senza passione cercando l'amore nel televisore e nel ricambio di cianfrusaglie si sta rompendo.
l'acqua ci e' arrivata alle caviglie, ci siamo bagnati e al momento ci stiamo riasciugando.

ma non sfruttiamo l'opportunita' di capire.

anziche' revisionare la diga continuiamo nella noia di sempre, solita tv e solito ricambio di cianfrusaglie.

ma cosa possiamo fare? volete un esempio?
la fiat a pomigliano d'arco.

anziche' andare a sbandierare le bandiere per continuare ad avere lo stupendio per il ricambio di cianfrusaglie io avrei fatto:

- licenziamento di tutti i lavoratori.
- proposta allo stato di comperare lo stabilimento, spa coi lavoratori 51% e governo (che siamo noi) al 49%.
- apro un sito web dove propongo alla gente alcuni modelli, la gente li vota e propone modifiche, alla fine facciamo il mezzo di trasporto che la gente vuole.
- cominciamo a lavorare con passione facendo le migliori auto al mondo (e ne siamo capaci) che vendiamo al prezzo piu' basso (senza l'utile che andava agli agnelli).
- se va bene ripetiamo lo stesso con gli altri stabilimenti.

utopia? no, semplice voglia di fare impresa, di lavorare e produrre qualcosa di bello per gli altri.

invece e' successo che ognuno pensava al proprio orticello proprio come succede con la permacultura...

non esiste limite che non sia il nostro. oggi abbiamo esattamente quello che meritiamo.

indopama

Massimo Spini ha detto...

Vi consiglio di leggere ragionamenti come questi e poi capirete perchè ci sarà sempre meno lavoro per i mediocri (com'è giusto che sia)

http://www.wolfstep.cc/2010/08/uscita-dallunipolarismo.html

yuma ha detto...

@ L'eventuale Cele "vero"

La cosa era così surreale che mi sono gabbato da solo. Per un attimo ho rivissuto un "deja vu"

So che non capirai, ma qualcuno di sicuro ha capito eh eh eh

Perdonami se hai pensato che ti prendessi in giro.

Se invece sei chi penso io sei veramente diabolico !(ri eh eh eh )

Anonimo ha detto...

@Massimo Spini

OTTIMO articolo che condvido pienamente, io abitando e lavorando da 8 anni all'estero non posso che confermare.

voi italiani che vivete in patria vi siete totalmente chiusi al mondo e pensate che il 95% degli altri abitanti del pianeta la pensino come voi.

non e' cosi'.

vivono in maniere diverse, a volte anche molto.
l'italia e l'occidente in particolare ha sfruttato il vantaggio tecnologico iniziale per cui gli altri prendevano per forza quello che c'era ed era quello fatto in occidente per i gusti occidentali, ora invece bisogna andare a fare (se si vuole commerciare anche con l'estero) le cose che loro vogliono, occorre aprirsi e andare a vedere cosa gli piacerebbe avere.

bisogna alzare il culo dal divano perdendo anche qualche partita, prendere un volo e trasferirsi un po' di tempo in quegli stati che si pensa possano essere interessanti, studiarne le usanze e i gusti, stringere amicizie.

cose impossibili soprattutto per la piccola media impresa italiana.
e qui bisogna fare un'autocritica, lasciamo stare i governi e rimbocchiamoci le maniche, l'imprenditore se vuole essere chiamato tale deve aprire gli occhi e non da solo, anche il lavoratore deve fare lo stesso, deve avere la voglia di lavorare all'estero e di stare insieme a persone diverse, deve avere voglia di nuovo.

se ce l'ha allora puo' ancora vivere bene nel mondo globale altrimenti fara' quel che puo' rinchiuso nel suo piccolo recinto a coltivarsi l'orto con la permacultura e a mangiarsi solo quello che gli cresce.

questo il concetto (secondo me) per chi lo vuole capire. poi dal lavoro nasceranno anche forti rapporti di stima e amicizia e, insieme, possono nascere nuovi stili di vita perche', che lo vogliamo o no, siamo legati indissolubilmente tra stati e quindi tra gli abitanti di questi.

e di nuovo lo dico da persona che vive quotidianamente a contatto con gente proveniente da tutto il mondo, voi italiani siete un popolo di mammoni, dei bambini perenni che hanno PAURA di crescere. a 40 anni si e' uomini, inutile pensare di cavarsela con qualche nuovo tatuaggio o una nuova forma di pizzetto. non volete togliervi la maschera che portate tutti i giorni e che serve a farvi accettare dagli altri per quello che NON siete.

voi da dentro non vi vedete ma gli altri da fuori vi vedono benissimo poiche' vi guardano da un diverso punto di vista, hanno possibilita' di fare paragoni.

ora se volete criticare fate pure ma portate argomenti concreti senza scadere sul qualunquismo.

indopama

Anonimo ha detto...

....... cioè invece di impazzire a comprare le carabattole dei cinesi & Co dovremmo alzare il cuxo ed andare a vedere di quali carabattole necessitano loro , per produrgliele ?

Stia tranquillo , proprio lì stiamo andando, proprio quello faremo in futuro, purtroppo .

Ma non mi sembra per niente "il nuovo"


Un Anonimo Qualsiasi

Fede ha detto...

Non so se è già stato postato comunque interessante.

http://www.youtube.com/watch?v=9ssIhiD8kKM&feature=player_embedded

Gli italiani saranno sempre ultimi perchè hanno la mentalità catto-mafiosa, entrambe cose appartenenti al medioevo, l'antitesi della Finlandia per intenderci. Televisione, calcio, veline, religione, destra-sinistra, raccomandazioni, logge massoniche, baroni e vassalli, gerontocrazia ....'ste robe qua.
Esportiamo cervelli e importiamo puttane,muratori, venditori ambulanti e raccoglitori di pomodori. Pure questo fa parte della cultura di un popolo però il mondo cambia e le società che non funzionano non sopravvivono.

Fede

Anonimo ha detto...

@Un Anonimo Qualsiasi

guardi, ci ha forse messo un "purtroppo" di troppo, figlio del pregiudizio e della paura del cambiamento.

non e' detto che dagli altri non si imparino anche delle belle cose nuove che danno gioia alla vita.

vedere e vivere in prima persona prima di giudicare...

indopama

Anonimo ha detto...

@Fede

gli italiani hanno secondo me le piu' grandi capacita' di creazione grazie alla loro intelligenza, credo pero' che manchino di una visione globale, gli manca di capire il perche' si fa una cosa piuttosto che un'altra.

occorre prima dare un senso alla vita e poi fare le cose, non il contrario.

si e' perso il senso di cio' che facciamo ogni giorno, dei gesti quotidiani, a cominciare dal lavoro per finire nelle mode.

cio' che creiamo ci rende migliore la vita? o possiamo fare di meglio...


ma quando fanno le cose gli italiani sono stati e sono ancora i numeri uno. gli manca solo un po' di coraggio, sono dei gran cagasotto mammoni ma con delle enormi capacita' se solo riuscissero almeno ad imparare l'inglese e uscire dal cancello di casa.

e' impensabile che quasi tutti i balinesi (che fino a ieri conoscevano solo una risaia e una capanna) parlino correttamente l'inglese e l'italiano che era l'impero romano non spiaccichi una parola.
e non solo i giovani, qui lo hanno imparato pure i vecchi!

dovreste vederli gli italiani che vengono qui in vacanza che figure che fanno quando devono comunicare, infatti fanno solo gruppo tra di loro evitando accuratamente gli altri stranieri, un'opportunita' sprecata che poteva fargli conoscere un po' di mondo.

ma per loro l'importante e' poi mettere le foto su facebook e poter dire agli altri che sono stati a bali, la maschera prima di tutto, quella va sempre tenuta in ordine.

peccato che l'italiano abbia voglia di rimanere ignorante (nel senso di voler ignorare) altrimenti avrebbe ancora molto da dare e da ricevere.


indopama

yuma ha detto...

gli italiani sono sommersi dall'immondizia, gli americani sono tutti grassi, i tedeschi mangiano la pastasciutta con la marmellata, i francesi e gli inglesi puzzano perchè non si lavano,i cinesi ridono sempre,gli argentini sono pelandroni ,gli spagnoli al pomeriggio fanno la siesta....

indo, indo ....

Felice Capretta ha detto...

@ beati ignoranti

Ehm, non si dovrebbe mai entrare in una discussione che ormai ha preso un'altra strada, comunque...

...solo per dirvi, a tutti ed in particolare a sara, che sono più che felice che IS sia servita anche a questo :-) .

Sembra un paradosso ma non lo è.

Tra le altre cose, vedo questi post e questi commenti costruttivi anche come un trampolino di lancio.

Che è solo uno strumento, perché poi è ognuno, come persona, che può usarlo per saltare più in alto e raccogliere i frutti più alti e dolci.

:-)

Ehi guarda, una capretta salterina

Saluti felici

Felice

Ps: DAZ & folletto, sempre sul pezzo

Felice Capretta ha detto...

Per post e commenti costruttivi intendo tutto il blog come un'unità, fatto dei nostri post e di tutti i nostri commenti :-)

Anonimo ha detto...

@felice

sull'ultimo leap si parlava di inflazione cinese che viene in qualche modo esportata in europa.
In questo articolo si dice che: "When the Fed prints money it is just creating inflation in emerging economies. But when the inflation in the EM gets high enough, it will bounce back, it will become inflation in the US."

DAZ

Anonimo ha detto...

@ Sara

"ai "signori della terra" piace anche un sacco farci vivere nella paura..."

Lo credo anche io, ma credo anche che si abbia paura di ciò che non si conosce e la rete ci permette di avere molte informazioni.

Non è questione di catastrofismo, è la realtà: le sorti delle nostre vite sono condizionate da decisioni che altri, forse inconsapevolmente, prendono per noi.

Ma se vorremo un mondo migliore per i nostri figli, dovremo lottare, per averlo. Niente ci verrà dato gratis.

Certo le nostre scelte di vita sono fondamentali, ma nascondere la polvere sotto l'armadio, non servirà.

Ciao. :D


@ indo su gli italiani mammoni.

Rispetto le tue scelte di vita, ma sono tue.

Non sta scritto da nessuna parte che bisogna saper parlare l'inglese per vivere i tempi moderni.

L'inglese è una lingua che ci è stata imposta per puro colonialismo e francamente trovo un po' triste che lo parlino anche i vecchi balinesi.

E tutto questo "internazionalismo" non credo avrà vita lunga.

Non sono le persone a dover viaggiare, ma le loro idee (capito cele?:D).

E poi... mia mamma ha 85 anni e gli voglio tanto, ma tanto bene.

Do you undertand?

:D guru

luigiza ha detto...

@Indoparma
Ma porca miseria Indo mi stai diventando un enigma avvolto in un mistero.
Quando credo di averti inquadrato e catalogato mi salti fuori con caratteristiche inaspettate.
Ora capisco che vivendo in terra alquanto ballerina tendi a ballare con essa, ma per favore cerca di stare fermo per un po'.
Altrimenti come faccio ad impallinarti? ;-)

Pelandrona ha detto...

"gli italiani sono sommersi dall'immondizia, gli americani sono tutti grassi, i tedeschi mangiano la pastasciutta con la marmellata, i francesi e gli inglesi puzzano perchè non si lavano,i cinesi ridono sempre,gli argentini sono pelandroni ,gli spagnoli al pomeriggio fanno la siesta...."
Huahuahuahuahua!!
Bello Zio!

Anonimo ha detto...

siete immobili terrorizzati dalla paura di cambiare.

e ignoranti, tanto ignoranti da non riuscire piu' a capire che lo siete.

e fra ignoranti vi supportate a vicenda, attorno vive anche un altro 95% di popolazione mondiale ma fate finta di essere da soli. eppure con questo 95% ci avete a che fare, anche se non lo volete sapere...

il gas lo volete per riscaldarvi e produrre energia elettrica, il petrolio pure per girare coi suv, il cotone per i vestiti e cosi' via. tutta roba che in italia quasi non esiste.
e poi c'e' tutta la cianfrusaglia cinese in cui vi rifugiate nei momenti di crisi. forse non lo sapete ma i cinesi non vivono solo a prato, stanno anche in cina, quindi avete a che fare tutti i giorni con una nazione che sta migliaia di km lontano da voi.

ma fate finta di niente, ci pensera' qualcun'altro a fare affari coi cinesi, io mi voglio leggere i saluti che fanno a cossiga (che e' gia morto ma loro lo salutano lo stesso, chissa' perche').
solo come appunto per guru, per fare affari coi cinesi un po' di inglese mi sa che e' meglio saperlo altrimenti tra poco non ti danno nemmeno piu' le cianfrusaglie.

tante cose usate che non sono vostre, che prendete da qualcuno al quale date qualcosa in cambio. questa e' l'economia.

lo sapete che se vi rinchiudete in casa italia e fate solo con quello che avete li' vi ritrovate in un attimo all'eta' della pietra?

ve la immaginate una vita con quasi niente elettricita', gas, e petrolio? se vi piace come state ora bisognera' pur cercare di capire come mantenersi in piedi.

oila' ragazzi, il mondo e' da un po' di tempo che e' globale, nonostante voi guardiate solo il campionato italiano ce ne sono anche tanti altri. e' da tempo che si gioca tutti insieme.

piu' fate finta di niente e piu' la vostra condizione diventa misera, il 95% cambia e voi non volete cambiare con lui.
fa niente, resterete pero' emarginalizzati, una serie b e forse anche una serie c.

non ci credete? lo so che fate fatica a vederlo perche' se non uscite di casa non avete termini di paragone.


e poi nessuno che abbia risposto a quello che ho scritto io o anche a quello che ha scritto felice nell'articolo. un link di qua e uno di la' ma MAI PAROLE VOSTRE.

per forza, felice ha parlato di economia e voi a parte il termine non sapete nemmeno cosa sia.
io pure ho parlato di economia perche' l'economia in fondo e' la vita, le relazionni con gli altri e pure qui, a parte qualche battutina, il silenzio piu' assoluto.

non erano il gossip del giorno, lo so.

io l'ho scritto volutamente in tono polemico per vedere se almeno cosi' arrivava una reazione, capisco pero' che non si puo' rianimare un morto.

ho sbagliato, ho fatto come quelli che sono andati a salutare cossiga in obitorio...

indopama

Anonimo ha detto...

@luigiza

sono cambiato perche' ho scritto "branco di cagasotto mammoni"?

guarda che se esci dall'italia questo e' quello che pensano di noi, me lo dicono gli stranieri, non me lo sono inventato io.

uscire e vivere per credere, certo non te lo dicono sui tg.

pero' per uscire bisogna sapere quella lingua che non piace a guru. cosa vuoi guru, che tutto il mondo impari l'italiano perche' l'italiano non ha voglia di alzarsi dalla poltrona?

magari succede, magari no.

;-)
indopama

Anonimo ha detto...

anzi, aspetta che comincino i pignoramenti di poltrone e poi vedi come si fa presto a imparare l'inglese!

:-D

luigiza ha detto...

Tranquillo Indo, gli italiani, od almeno una parte di essi, il proprio santo cu*o lo muoverà per il semplice motivo che saranno costretti a farlo volenti o nolenti.
Ed alcuni lo faranno naturalmente e con piacere. E' una balla che siamo solo mammoni e piagnoni.
Vieni in bergamasca per capirlo (ma é solo una delle tanti parti d'Italia priva di morti di sonno).

Goodlights ha detto...

@guru
"le sorti delle nostre vite sono condizionate da decisioni che altri, forse inconsapevolmente, prendono per noi."

ciao!

nessuno, oltre a me, è responsabile delle mie scelte e delle loro conseguenze.
finchè cercheremo di scaricare tale responsabilità su altri, le nostre vite saranno vissute a metà.

siamo esattamente dove abbiamo deciso di essere con le nostre azioni ed i nostri pensieri ed il nostro cuore.

e con questo commento torno alla vita fuori dal web che è semplicemente meravigliosa se vista con la giusta prospettiva!

giornata strepitosa a tutti voi!
sara

Anonimo ha detto...

@Felice, Daz

http://news.goldseek.com/GoldSeek/1282111440.php

Sogno di una notte di mezza estate.

Il Folletto

Anonimo ha detto...

http://www.spiegel.de/international/europe/0,1518,712511,00.html

Poveri greci. Euro puffffff.............

Il Folletto

Anonimo ha detto...

Mio caro indo,
ormai tutti noi abbiamo capito che sei qui in missione, sei qui e nel resto di internet per cercare di dare una scossa a tutti gli assopiti del mondo virtuale.
Come mezzo, utilizzi la scrittura dettata dal tuo cuore, anche se lo stesso spesso appare in contraddizione con se stesso.

Una volta hai detto: “ Tutto va come deve andare”

Ed allora perché ti incaponisci dando giudizi e consigli?
Gli stessi spesso hanno abiti fatti su misura e per tutti noi potrebbero risultare o troppo larghi o troppo stretti.

Lasciaci stare con le nostre convinzioni e con le nostre debolezze, “Tutto va come deve andare”.
Lasciaci la libertà di imparare e sbagliare, tanto con i bambini si sa, fin quando non ci sbattono il muso non imparano.

Usa la tua energia per altro, perché come la stai usando adesso e totalmente sprecata.

Erede tu lo conosci l’inglese? Si più che bene ma tanto:

“E il giorno della fine non ti servirà l'inglese”

Spesso ho notato che nei post vuoi anche avere l’ultima parola, te la lascio volentieri, quello che avevo da dire è stato detto

Un saluto
L’erede (consigliere) dei 40 ladroni

Felice Capretta ha detto...

@ folletto, DAZ

l'oro dove lo prendono pero'? magari istituiscono il tungsten standard :-))

interessante la grecia. intanto in sudafrica che sono avanti la polizia spara proiettili di gomma sui lavoratori che protestano

ansa.it

saluti felici

felice

Anonimo ha detto...

@erede

ma da qui al giorno della fine tu non vivi?

si chiama rassegnazione.

Anonimo ha detto...

@anonimo 5:29

La frase è tratta da un testo di una canzone di Battiato (Il Re del Mondo).

Questa frase vuole ricordarci che l’unica cosa certa nella vita è la morte e vivere scordandosi di rapportarsi con questa è il più grosso sbaglio che una persona possa fare.

Con la stessa quindi, volevo indicare di vivere con pienezza la propria esistenza senza scordarsi però che ognuno ha le proprie di priorità.

Priorità solo mie che ovviamente sono diverse da quelle di Indo e ricordargli che le sue non sempre sono uguali a quelle degl’altri

Un saluto
L’erede dei 40 ladroni

Anonimo ha detto...

@ Sara

Ti rispondo anche se non leggerai, presa come sarai a goderti la tua meravigliosa vita "fuori dal web".

Questa del "siamo esattamente dove abbiamo deciso di essere con le nostre azioni ed i nostri pensieri ed il nostro cuore", perdonami, ma a me sembra una balla.

Una balla "copiaincollata" dall'indo-franco pensiero ondepercui, se ti rubano il portafoglio, la colpa è tua che non sei stato attento.

Viviamo in un mondo governato da regole non scritte che qualcun altro ci impone con il ricatto.

Certo, anch'io penso che la mia vita sia una cosa meravigliosa, ma se il mio datore di lavoro mi dà (suo malgrado) il benservito, il mio approccio non è "trullallero che m'importa, guarda che bel tramonto, troverò una strada migliore seguendo il mio cuore".

Qualcunaltro ha deciso per me.

guru

PS_per la cronaca: lavoro in proprio.

yuma ha detto...

Indo dice:
per fare affari coi cinesi un po' di inglese mi sa che e' meglio saperlo
yuma dice:
per fare buoni affari coi Cinesi è meglio conoscere il mandarino senza che loro sappiano che tu lo sai

Comunque questo Indo mi piace più dell'altro, sembra persino ...umano eh eh eh

Anonimo ha detto...

@yuma
e' meglio entrambi, l'inglese per parlargli, il mandarino per ascoltarli quando si parlano tra di loro e non vogliono che tu capisci.

non e' che sono piu' umano, il linguaggio dipende anche dall'argomento di cui si parla.
adesso, anche se non sembrava, si parlava di economia (relazione di scambio di beni e servizi tra le persone) o per lo meno voi la chiamate cosi'. per me non esiste l'economia come cosa a parte per cui parlarne estrapolandola dal contesto della vita non ha senso.
e non ha senso soprattutto parlare sempre e solo dei numeri dell'economia tralasciando il vero motore, le emozioni.

ricordo che lo scambio e' basato sulla fiducia, che ogni momento la pubblicita' fa leva sulle emozioni per spingere all'acquisto. per me sarebbe questo il principale ambito da indagare, il denaro e' solo un insignificante dettaglio che danno in pasto alla gente per nascondergli il resto veramente importante.

ma voi non ne parlate mai, diobono...


indopama

Anonimo ha detto...

per esempio, l'articolo di Felice da' dei numeri quantitativi sulla situazione di alcuni stati ma non parla dell'aspetto qualitativo dal quale salterebbe facilmente fuori la soluzione.

la soluzione non sta nel risolvere un calcolo numerico (che per giunta e' irrisolvibile), sta nel fare qualcosa che migliori la vita della gente cosi' che la gente lo voglia comprare e lavori per produrlo.

sembra una cosa semplice da fare ed in effetti lo e' se focalizziamo i nostri pensieri su questa cosa anziche' sempre e solo sul denaro.

il denaro serve per scambiarci le cose ma se queste cose fanno schifo coma facciamo ad essere felici?
adesso siamo scesci a comprare le carabattole cinesi, domani dove vogliamo andare?
le carabatttole cinesi le compriamo non perche' ci piacciono ma perche' sono piu' economiche (focalizziamo i pensieri sul denaro).

il mondo focalizzato sul denaro fa aumentare la qualita' del denaro a scapito della qualita' del resto.
non ci credete? basta guardare come si e' sviluppata la finanza...

indopama

Anonimo ha detto...

se avessimo focalizzato i pensieri sull'ambiente e sulle case per esempio adesso vivremmo in un paradiso. ma non l'abbiamo fatto.
se avessimo focalizzato i pensieri su cose che durano adesso lavoreremmo si e no mezza giornata al giorno. e invece no, roba sempre piu scadente perche' dobbiamo consumare, anche se non ne capiamo il significato.

praticamente non capiamo un ca..o eccetto un po' di gossip, ecco il perche' delle cose. tu cosa mi dici yuma? correggimi dove sbaglio che voglio progredire nell'evoluzione...

:-D

indopama

yuma ha detto...

la pubblicita' fa leva sulle emozioni per spingere all'acquisto. per me sarebbe questo il principale ambito da indagare


troppi fronti aperti.

Questo argomento mi è congeniale come sai, ma ne approfitto per girartelo in chiave Indopamiana.

E' sempre e solo la solita storia di prevaricazione che fa l'uomo sull'uomo.

Anche questo Blog è un Teatro che rappresenta la commedia.

Si tratta sempre della singolar tenzone dove con parole si cerca di far fare agli altri ciò che noi riteniamo più conveniente per noi stessi

A volte è mera convenienza, a volte solo per il piacere di emergere vincitore, anche se la posta in palio è ridicolmente insignificante.

Nella sua forma più abbietta si potrebbe definire brama di potere, ma qui sconfineremmo nella psicologia e forse anche nella psichiatria.

Oggi cercando di tradurre una frase in Occitano ho scoperto che un paesino di 483 anime , con densità di 4 abitanti per kmq usa addirittura due forme di patois (dialetto locale) ed attorno alle varie dizioni si accendono dispute furibonde.

Non sarà che è l'uomo il problema?

Anonimo ha detto...

certo che e' l'uomo, io non ho mai sentito un albero lamentarsi della crisi economica.

infatti l'economia e' la relazione tra gli uomini che fa nascere lo scambio di beni e servizi.

relazione tra uomini, questo e' il centro del discorso. capire perche' ci relazioniamo, potremmo anche voler vivere ognuno in completa solitudine e invece no, ci piace avere a che fare con altri rompicoglioni. perche'?

e si comincia a pensare a noi stessi, al perche' vogliamo queste relazioni...

mi piace il discorso. vai avanti yuma che tu sei piu bravo di me.

indopama

yuma ha detto...

non c'è molto da dire...

semplicemente sappiamo di non potercela da fare da soli e quindi cerchiamo aiuto.

Abbiamo terribilmente bisogno degli altri, anche se siamo lupi solitari.

E quando neppure più gli altri bastano allora arriva Dio...ma questo è un discorso a parte e non possiamo monopolizzare il Blog.

Felice è una persona paziente, ma non mi sembra il caso di approfittrane troppo.

Aggiungo solo una cosa... sembrerebbe che la sofferenza spossa essere una panacea per l'uomo. Dà il meglio di se quando soffre

Anonimo ha detto...

Salve a tutti.

E' con rammarico che vedo esistono ancora persone che, nonostante ammettano di frequentare siti come questo, idolatrano ancora la globalizzazione e quello a cui porta, ivi inclusa la "opportunità-necessità" delle aziende di andare a produrre altrove... in Cina per esempio... ma anche in Romania, Polonia etc....
Sono da ammirare per questo? Eppure non costruiscono niente di nuovo!
Sfruttano solamente nuovi mercati, riguardo al lavoro (bassissimo costo) e all'allargamento del bacino di acquirenti: in questo secondo caso non proponendo subito quello che in realtà hanno appena immesso sui nostri mercati ma, semplicemente, riciclando progetti vecchi e fondi di magazzino.

Ora, fermo restando che, se qualcuno guadagna, da qualche altra parte ci deve essere qualcuno che perde (altrimenti si deve aumentare i soldi circolanti... inventarsene di nuovi) e fatti salvi gli scarsissimi casi (lavori di nicchia creatisi con i nuovi spostamenti di merci e denari...) se proprio vogliamo evidenziare chi è che sta facendo i soldi... ecco qua:

- Fabbricanti di merci... o meglio sarebbe chiamarli "schiavisti" che hanno spostato le loro produzioni per sfruttare la manodopera del posto fra l'altro con i marchi che tutti conoscono (Esempi? Tutti!) e, di conseguenza... segue...

- Grossisti... o meglio sarebbe chiamarli "truffatori" che gestiscono scambi con ricarichi a dir poco "pazzeschi" rientrando benissimo (visti i costi di cui sopra) nonostante debbano portare qua le merci... e non sono proprio dietro l'angolo!

Già. Personaggi che sfruttano la gente.
E a questo serve la globalizzazione.
Basta solamente avere un'animaccia e pochi scrupoli.


GiBi

Anonimo ha detto...

...continua

E vorrei aggiungere, che, se proprio avessi voluto (io, ma probalilmente anche molti altri qui dentro) ... dicevo, se avessi veramente voluto fare i soldi, bastava partire con... diciamo 100.000 euro, ed acquistare ... diciamo... 100 ettari di terreno in Romania (fra l'altro ho conoscenti in zona...) e impiantare una qualsiasi azienda agricola o simile del c...o e vendere i prodotti con il marchio "Latte Italia", come stanno barbaramente facendo alla facciaccia mia e vostra!

Oppure accordarmi con qualche produttore cinese di auto (fra l'altro sfacciatamente copiate) per poi importarle in Italia... un'auto la vendi a 8.000 euro... anche se in Cina la paghi... sorpresa.... 3.000!

Ma che cavolo! Sono queste le "opportunità" ???

Quando poi finirà questo sistema di sfruttamento, che cosa faremo? E... basteranno le risorse che, caso mai non fosse chiaro, è già evidente che non potranno bastare per tutti?

Vogliamo almeno ammettere che, rincorrendo l'aumento produttivo ad ogni costo, ci dovrà essere per forza uno "STOP" ?

Se proprio non ce la facciamo a ragionare in termini "globalistici", proviamo almeno a farlo in termini "di vicinato"...

Poniamo di trovarci su un'isola abitata da tre persone...

Se aveste, sulla vostra sinistra, un vicino "in stato di indigenza", probabilmente esso sarebbe disposto, avendo "x" risorse, a lavorare per voi ad un costo inferiore rispetto al vicino che avete sulla vostra destra, ma, una volta che i vicini sono esauriti, e che le risorse lo sono pure loro... e altrattanto i consumatori... che cosa facciamo?

In questo periodo c'è stata molta gente che ha "sfruttato" il momento.
Ma... non è detto che gli duri ancora per molto.
Basta poco...

GiBi

vigna ha detto...

X Gibi

Clap, clap, clap. un applauso sincero.

In poche righe hai spiegato bene, quello che altri "fenomeni" del economia e politica cercano di farci
digerire come bene assoluto per la nostra vita quotidiana. Consumate, consumate e non chiedeteci il
perchè.
Sarei felice che la smettessimo con questa farsa di
globalizzazione. Torniamo tutti nel proprio orticello, sarà più bello e più sano.
Buona serata a tutti

Vigna

Anonimo ha detto...

@Felice, Daz

http://truthingold.blogspot.com/2010/08/is-germany-defaulting-on-gold-bearer.html

500 $ billions di oggi.

Niente male, ma la morale è sempre quella fai merenda con girella

Il Folletto

Anonimo ha detto...

@felice

Si in effetti il tugsteno e simili stanno conquistando sempre più terreno. :-)


DAZ

Anonimo ha detto...

Elogio del complottismo.

Ma insomma, tutta la nostra storia recente è stata un susseguirsi di complotti, trame di potere, corruzione, disinformazione. Questo non si può negare.

Ci siamo bevuti anche la panzana dell'uomo sulla luna, coi computeroni a manovella.

Per non parlare della tragica farsa settembrina di inizio secolo.

Non si riesce nemmeno ad ammettere l'esistenza delle scie chimiche che, dico io, saranno fatte anche a fin di bene, non voglio dire, ma son lì nel cielo, un giorno sì e uno no.

Ma anche a voler stare coi piedi per terra, vediamo come tutto si muove lungo trame ordite SEGRETAMENTE nei luoghi del potere.

Siano essi CdA delle grandi aziende, sedi di partito, sagrestie.

L'INGANNO è ormai diventato il modus operandi, il fine che giustifica i mezzi.

In una società globalizzata, non sembra fuori dal mondo, ipotizzare che ci sia un'elite che manovra le cose nell'ombra.

Poi è vero, la falla del golfo del messico è stata chiusa e nella rete non se ne parla più, non c'è gusto.

Abbiamo visto in TV Rambo Putin che ha personalmente spento i fuochi di russia sventando l'attacco climatico americano e salvando così la pax planetaria.

Ma che volete, come dice il gobbo "a pensar male..."

complot_guru

Anonimo ha detto...

x Yuma
Io sono Cele, non chi tu pensi io sia, come detto alcuni commenti non sono miei, non me la prendo comunque, anche l' ironia serve nei discorsi...
x Guru, vero le idee viaggiano, ma piaace accompagnarle e scambiarne...
x Indopama, su alcune cose son d' accordo, negli aeroporti internazionali riconosci i gruppi di manichini italiani a 100 metri, almeno ne stai alla larga, questo non toglie che capiti (molto più spesso di quel che si possa sospettare, almeno a me) di incontrarne di ottimi, insomma brave persone che spesso all' estero fan del bene, o semplicemente vivono dignitosamente, serenamente esportando cultura ed esperienza...Ah, lo spagnolo e il portoghese da Tijuana fino Hushuaia son molto più utili dell' inglese, che è però sempre meglio sapere.
Abraços
cele

Anonimo ha detto...

@Daz

Non tungsteno, quello era volgare ferro placcato!

Il Folletto

Anonimo ha detto...

http://www.telegraph.co.uk/news/worldnews/northamerica/usa/7944563/The-truth-behind-Americas-civilian-militias.html

Il Folletto

Anonimo ha detto...

@folletto

infatti ho scritto tungsteno e simili :-)

I Diamondback ?! allora tra loro ci dovrebbe essere il giovane John Titor!

daz

Anonimo ha detto...

No.. JT andrà a far parte dei diamond nel 2011 :-)

Domani vedremo invece le reazioni per l'avvio di Bushehr...

Buon Week end

DAZ

Daniele ha detto...

@indo
Non so se conosci la cosa, ma tu sei un puro e naturale transurfer
:-)
Approvo al 100% quello che dici, perchè così è.

Per chi pensa che si debba continare a lottare per dare energia ad altri, che lo facciano pure, purtroppo va solo a loro scapito...

Saluti a tutti

Anonimo ha detto...

@Felice, Daz



un regalino ai lettori del forum

http://www.fisch.co.za/principle.html

Il Folletto

Anonimo ha detto...

Elogio dell'ignoranza

Il commento di GiBi trasuda ignoranza, pregiudizio, analfabetismo economico e propensione per il socialismo comunista ormai estinto per dimostrata incapacità.

1- " ..."opportunità-necessità" delle aziende di andare a produrre altrove..."-ecc.- Cosa c'è di male nell'andare a produrre in nuovi mercati, nel vendere beni "rispolverati", nell'andare a produrre in sistemi economici che funzionano meglio? Perchè funzionano meglio, perchè sono in crescita e non in declino, perchè non hanno iperburocrazie parassitarie.

2- "Ora, fermo restando che, se qualcuno guadagna, da qualche altra parte ci deve essere qualcuno che perde (altrimenti si deve aumentare i soldi circolanti... inventarsene di nuovi)" - ma cosa stai dicendo? sproloqui - la quantità di denaro circolante non ha nulla a che fare con i guadagni - se uno guadagna E' FALSO che un altro sta necessariamente perdendo. l'equilibrio è tra risparmi/investimenti e consumi. guadagnare per la capacità di produrre meglio di altri non è una colpa

3- Fabbricanti e grossisti ecc. non sono sfruttatori di gente se non per la teoria marxista, che evidentemente fai tua. Ma l'alternativa che ha fino ad ora proposto non ha dato certo risutlati soddisfacenti. Qui c'è il libero scambio, se pensi di stare meglio vai a cuba o in venezuela, che comunque sono ormai sull'orlo della bancarotta per quelle poliche che idolatri.

4- Se avessi voluto ... Ma che cavolo! Sono queste le "opportunità" ???
Certo, sono queste. ma permettimi, se ti ci fossi messo avresti capito alcune cose: che anche quello è un LAVORO, ha una sua UTILITA' SOCIALE, perchè poi quelle cose le compri anche tu, e NON E' così semplice, puoi anche perderci tutto... altro che se avessi voluto!

5 - Quando poi finirà questo sistema di sfruttamento, che cosa faremo?
Niente, semplicemente perchè non finirà perchè c'è sempre stato e sempre ci sarà, nonostante le utopie irrealizzate che si sono succedute nei secoli

E vabbè, dicci tu dopo cosa facciamo, perchè oltre alle chiacchere aprioristi, non ho capito cosa è meglio secondo te: non lavorare ed essere manenuti da uno stato socilaista che non funziona e stampa soldi senza "sostanza"? una economia dove il tuo vicino si fa mantenere senza lavorare mentre tu devi produrre in perdita per acquisire i fattori più cari che il mercato offre, quindi poi fallire e divenire anche tu un disoccupato?
Bho...!?!

Fra

Anonimo ha detto...

Elogio dell'ignoranza

Il commento di GiBi trasuda ignoranza, pregiudizio, analfabetismo economico e propensione per il socialismo comunista ormai estinto per dimostrata incapacità.

1- " ..."opportunità-necessità" delle aziende di andare a produrre altrove..."-ecc.- Cosa c'è di male nell'andare a produrre in nuovi mercati, nel vendere beni "rispolverati", nell'andare a produrre in sistemi economici che funzionano meglio? Perchè funzionano meglio, perchè sono in crescita e non in declino, perchè non hanno iperburocrazie parassitarie.

2- "Ora, fermo restando che, se qualcuno guadagna, da qualche altra parte ci deve essere qualcuno che perde (altrimenti si deve aumentare i soldi circolanti... inventarsene di nuovi)" - ma cosa stai dicendo? sproloqui - la quantità di denaro circolante non ha nulla a che fare con i guadagni - se uno guadagna E' FALSO che un altro sta necessariamente perdendo. l'equilibrio è tra risparmi/investimenti e consumi. guadagnare per la capacità di produrre meglio di altri non è una colpa

3- Fabbricanti e grossisti ecc. non sono sfruttatori di gente se non per la teoria marxista, che evidentemente fai tua. Ma l'alternativa che ha fino ad ora proposto non ha dato certo risutlati soddisfacenti. Qui c'è il libero scambio, se pensi di stare meglio vai a cuba o in venezuela, che comunque sono ormai sull'orlo della bancarotta per quelle poliche che idolatri.

4- Se avessi voluto ... Ma che cavolo! Sono queste le "opportunità" ???
Certo, sono queste. ma permettimi, se ti ci fossi messo avresti capito alcune cose: che anche quello è un LAVORO, ha una sua UTILITA' SOCIALE, perchè poi quelle cose le compri anche tu, e NON E' così semplice, puoi anche perderci tutto... altro che se avessi voluto!

5 - Quando poi finirà questo sistema di sfruttamento, che cosa faremo?
Niente, semplicemente perchè non finirà perchè c'è sempre stato e sempre ci sarà, nonostante le utopie irrealizzate che si sono succedute nei secoli

E vabbè, dicci tu dopo cosa facciamo, perchè oltre alle chiacchere aprioristi, non ho capito cosa è meglio secondo te: non lavorare ed essere manenuti da uno stato socilaista che non funziona e stampa soldi senza "sostanza"? una economia dove il tuo vicino si fa mantenere senza lavorare mentre tu devi produrre in perdita per acquisire i fattori più cari che il mercato offre, quindi poi fallire e divenire anche tu un disoccupato?
Bho...!?!

Fra

Anonimo ha detto...

appunto questo è il punto, nessuno sa come fare meglio, quindi cosa stiamo a blaterare a fare?

Anonimo ha detto...

Secondo me:
Primo: individuiamo i difetti veri e non accettiamo chi semplicisticamente spara nel mucchio
Secondo: posto che con questo status si deve convivere, sviluppiamo idee che aiutino alla sopravvivenza.

Lavorare con una propria attività in un libero mercato non è una colpa, nè fare utili. Smettiamola con questa mentalità cattocomunista che ci ha portato ad un assistenzialismo di maniera, che ha fatto solo danni.

Colpevolizzare categorie della società è sicuramente più facile che ragionare sul problema, ma non fa che sviluppare pregiudizi ideologici che confondono le vere questioni e aiutano a prendersela con i VERI RESPONSABILI.
Fra

yuma ha detto...

@ Fra

grazie ! Sono stato li li per cominciare a schiacciare tasti, ma so che avrei esagerato...

Sono un fautore della beata ignoranza, ma qui a volte si esagera. E poi essere ignoranti è un diritto, a volte c'è gente che ne sente il dovere .Oltre tutto tranciando giudizi del tutto gratuiti ed in merito a situazioni assolutamente sconosciute.

E il bello è che c'è anche chi applaude pur essendo sul campo ogni giorno a prendere facciate...

Grazie di aver almeno provato. Ma temo che il tuo sia stato tempo sprecato.

Anonimo ha detto...

Ok, abbocco io.

Non è questione di fare l'elogio, o la messa alla gogna del MERCATO.

È stato "bello", finché è durato.

Bello...

Questione di punti di vista.

Dice Fra:

"Quando poi finirà questo sistema di sfruttamento, che cosa faremo?
Niente, semplicemente perchè non finirà perchè c'è sempre stato e sempre ci sarà, nonostante le utopie irrealizzate che si sono succedute nei secoli."

Ne sei così sicuro?

Guarda che dalla scoperta del fuoco fino a oggi, lo sviluppo del genere umano si è mosso lungo una spirale a velocità esponenziale.

Ciò significa che più si va avanti, più il futuro si fa vicino.

Quindi, o si diminuisce la velocità, o si rischia di uscire fuori strada.

E ancora:
"Lavorare con una propria attività in un libero mercato non è una colpa, nè fare utili."

Certo, fare utili non è una colpa, ma lo è allora il non farne?

E poi, co 'sto mito del lavoro...

Ecchesaràmai.

E comunque, per come siamo organizzati, i soldi, li fanno i più stronzi.

:D guru

Anonimo ha detto...

invidio il tuo conto in banca !

Yuma

Anonimo ha detto...

Il mio conto in banca, fratello, te lo regalo. ;D

Ma forse mi sono espresso male, intendevo dire che nel mercato così come lo abbiamo concepito, a fare i soldi sono i più scaltri, quelli che sanno fiutare il vento, che hanno il senso degli affari, quelli che non si accontentano, quelli che sgomitano.

Sì, insomma... i più stronzi.

:D guru

Anonimo ha detto...

@guru

quella cosa non la dice fra...
stava riportando una frase di gibi!

Anonimo ha detto...

Tranquillo Fra,
anche il capitalismo per come è stato creato è morto, è uno zombie rinvigorito da centinaia di scariche elettrice periodicamente iniettate.
Mi chiedo solo quanto dureranno le batterie di questi generatori elettrici.

Magari non avverrà durante questa generazione, magari nemmeno durante la prossima, ma stai tranquillo che il sistema ha preso una direzione sbagliata.

Tranquillo Fra,
rimani pure dell’idea che l’essere umano sia solo un mezzo per far soldi, rimani pure dell’idea che chi la pensa in modo opposto sia il solito cattocomunista da 4 soldi, tanto il futuro non sarà tuo o dei tuoi figli ai quali insegnerai questi valori.

Grazie Fra,
ci stai facendo solo un favore e il bello e che non te ne rendi nemmeno conto

L’erede (cattocomunista) dei 40 ladroni

Anonimo ha detto...

@ Guru
Ne sei così sicuro?
Guarda che dalla scoperta del fuoco fino a oggi, lo sviluppo del genere umano si è mosso lungo una spirale a velocità esponenziale.

APPUNTO, credi che si fermerà proprio adesso...? E perchè, di grazia, visto che non si è fermato dopo avvenimenti che ridicolizzano quelli attuali, come una rivoluzione francese, o russa?
Vabbè che siamo al crollo del capitalismo, ma come al solito sopravvivermo e finirà anche questa.

...Quindi, o si diminuisce la velocità, o si rischia di uscire fuori strada.

Sicuramente l'hanno detto anche i nostri nonni quando dal carretto sono passati alle automobili.
Lo sviluppo, sebbene con velocità alterne nel tempo, c'è sempre stato. potrebbe rallentare ma, devo dispiacerti, è previsto che accelererà. Le crisi hanno semre sconvlto l'esistente e avviato innovazioni!

@ GiBi
Come il solito finisce che si banalizza e travisa: non ho detto che l'essere umano è fatto per fare soldi, solo che le tue affermazioni sono false, cosi come le conseguenze che ne trai. te la prendi con gli effetti e non con le CAUSE.
Oltre a questo facendo demagogia facile ingeneri credenze false nei faciloni.

Fra

Anonimo ha detto...

concordo con Fra.
Nic. (purtroppo troppo poco ignorante)

Anonimo ha detto...

Mi permetto di distillare un'altro concetto controcorrente:

il crollo dell'attuale sistema economico attuale ha tra i suoi maggiori problemi non il fallimento del liberismo economico ma, AL CONTRARIO, l'eccessivo inteventismo dello Stato nel libero mercato.

Ogni volta che lo Stato interviene sottrae risorse ai soggetti meritevoli per elargirli ai non meritevoli.
L'elargirli ai non meritevoli sfalsa il sistema economico e porta al fallimento di chi lavora bene a favore di chi non è efficiente. Questo danneggia tutti.
L'unico motivo percui lo fa è che l'unico interesse dello Stato è avere SOLDI DA SPENDERE per elargirli alle proprie clientele.
Questo, lo dico subito prima del solito intevento capzioso, non vuol dire non garantire la dovuta assistenza ai bisognosi. AL CONTRARIO: vuol dire darla in maniera opportuna, secondo efficienza e non secondo clientele.
Anche per garantire i sevizi pubblici essenziali, se vi sono più modi, state tranquilli che lo stato privilegerà quello dove non si limita ai controlli ma DIRIGE LUI LE SPESE e quindi GESTISE LE CLIENTELE.

Ogni qual volta lo stato prende il sopravvento sull'economia del libero mercato si genera un'eccesso di spesa, quindi inflazione, che genera bolle speculative e, alla fine, crisi.
... naturalmente non è farina del mio sacco ...

Fra

astabada ha detto...

Ciao a tutti, vi segnalo due grafici molto molto interessanti riportanti la concentrazione di diossina nei vegetali ed il tasso di immissione nell'ambiente, per l'Italia ed altri tre importanti stati europei:

Quantita` nei vegetali

Tasso annuale di immissione

Buon proseguimento delle vacanze a tutti.

Cheers,
astabada

Anonimo ha detto...

lo stato, lo stato...

Fra,
fai dei nomi che è meglio!

Anonimo ha detto...

Fra,
fai dei nomi che è meglio!


... LO STATO...
" Attraverso la democrazia i peggiori, cioè quelli più affamati di potere, si fanno eleggere promettendo mari e monti ad un popolo di illusi e di imbranati, che non vogliono prendersi cura di risolvere i propri problemi e sperano che una schiera di eletti faccia meglio di loro. In cambio si aspettano di ricevere quote delle ruberie dalla fazione che risulta vincente. "
Frederic Bastiat

... naturamente non sperperano tutti nello stesso modo, ognuno può valutare con la sua testa ...
Fra

Anonimo ha detto...

@ Fra

Di carne al fuoco ne hai messa parecchia.

Quando parlo di velocità esponenziale intendo dire che il progresso gira sempre più veloce.

Quindi, secondo la logica del mercato, se prima una lavatrice ti durava 20 anni, ora te la vendono già programmata per rompersi al terzo, quarto anno di attività.

Ti sembra una cosa normale?

È vero, i nostri nonni son passati dal carretto all'automobile nell'arco di una vita, ma le nuove generazioni vedranno cambiare il mondo molto più velocemente.

E comunque, le chiacchiere stanno a zero, se l'umanità intera dovesse percorrere lo stesso cammino di sviluppo percorso dall'uomo bianco, il pianeta non basterebbe.

Infine, quando scrivi:

"il crollo dell'attuale sistema economico attuale ha tra i suoi maggiori problemi non il fallimento del liberismo economico ma, AL CONTRARIO, l'eccessivo inteventismo dello Stato nel libero mercato."

Come darti torto?

Si da il caso, però, che, paradossalmente, l'attuale forma di "Stato democratico" sia nata proprio per porre un freno alla voracità di un mercato dove vigeva la selvaggia legge del più forte.

Tentativo maldestramente fallito, ma tu cosa proporresti?

Infine, questa cosa del "meritevole", della competizione, ormai è chiaro che non può funzionare.

L'unica speranza è quella di affrancare l'uomo dai propri bisogni, solo così potranno emergere i valori positivi.

Altrimenti, meglio tornare alla legge della giungla, quella è buona per tutte le stagioni.

Ciao, guru

Anonimo ha detto...

@Fra

Emmm io sono L’Erede non Gibi.

Comunque rinnovo i ringraziamenti

L’Er. dei 40 l.

Anonimo ha detto...

@ Guru

1- il meritevole è colui che conduce meglio i propri affari e questo lo decide il mercato, ovvero tu che scegli dove andarti a comprare le arance.
il non meritevole è quello che fa perdite e quindi fallisce perchè altrimenti lo devi mantenere tu per continuare a fare perdite.
la fase di "pulizia" avviene durante le crisi.
Non è ne giusto ne sbalgiato, è semplicemente così.

La soluzione sarebbe la diminuzione della spesa pubblica, accettando i fallimenti e tutte le altre conseguenze come il minore dei mali. Ma siccome va contro il consenso comune, che gode delle miserrime prebende pubbliche nella sua maggioranza, finirà come in Grecia dove il 70% dei dipendenti sono pubblici e sovrpagati (ovvero oltre il PIL prodotto dal paese), quindi il processo di riduzione del Reale potere di acquisto avverrà per altre vie, temo.

2- Il mercato non è vorace, è l'essere umano che lo è per sua natura, quindi o diventano tutti frati francescani o continuerà così. il resto è ipocrisia.

3- io sono favorevole ai cambiamenti, che comunque non possono essere fermati.

Infine un'altra provocazione: il PIL (reale) viene prodotto dalle aziende private. il settore pubblico non genera ricchezza, è solo una partita di giro. Il benessere dei cittadini dipende dalla ricchezza reale prodotta (come il benessere di una famiglia dipende da quanto incassa ogni mese).
Voi faresta la guerra all'unico in famiglia che lavora, mentre gli altri studiano o lavorano al mantenimento della casa? Bho, mi pare che coi soldi propri la gente ragioni in un modo e con quelli pubblici in un'altro, come se il "bilancio" non fosse lo stesso.
Fra

Anonimo ha detto...

Caro GiBi, Eredi vari, ecc.
Sapere di non avere la vostra approvazione mi fa capire di essee dalla parte giusta. Mi preoccuperò quando non sarà così.
Grazie infinite
Fra

Anonimo ha detto...

@ Guru
ma tu cosa proporresti?

Vorrei poterti proporre una mia idea, ma purtroppo non sono così intelligente. Mi limito a darti quella di altri molto più bravi di me:
Uscita dello Stato dall'interventismo pubblico; scoglimento delle varie banche centrali; parità aurea; ecc.
Il mercato non è vorace, è lo stato che non fa applicare la legge e permette ai ladri di rubare, agli assassini di ammazzare e agli imprenditori disonesti di "operare". Poche leggi e ben applicate sarebbero sufficienti, ma non permetterebbero le "prebende" di cui sopra.
Fra

Anonimo ha detto...

@ Fra

Ma il meccanismo marcio dello Stato e della classe politica, credi sia diverso da quello del MERCATO e della classe imprenditoriale?

È sempre la stessa corsa per arrivare il cima alla piramide.

Scrivi che basterebbero poche e semplici regole, ma chi dovrebbe far rispettare queste regole se non un attore "altro", un autorità superpartes che rappresenti gli interessi di tutti?

O immagini, che ne so, di privatizzare la magistratura?

Non mi sembra una soluzione.

Io intravedo una via diversa, "in levare".
La possibilità di sfruttare le nostre conoscenze finalizzata a una "crescita" compatibile con i ritmi del pianeta, dove prevalga non la logica di mercato, ma quella del bene comune.

Animali e minerali compresi. :D

Utopia? Ingenuità? Cazzate pure?

Magari sì. Vabbè, rimetto su "Oh computer", che devo lavorare.

guru

Anonimo ha detto...

Volevo scrivere "Ok computer".

Anonimo ha detto...

Lo Stato dovrebbe controllare e basta

non vedo alcuna altra forma di sistema proponibile. o meglio improponibile, visto che non sarà mai realizzato per mancanza di convenienza (degli attori che comandano).

Scusa ma mi metteresti sullo stesso piano il verduraio all'angolo con ad es. Risanamento o Citigroup? la differenza sta nei due diversi sistemi in cui operano!
Chi fa computer, fa il fruttivendolo opera in un libero mercato, con concorrenza, è finanziato con parsimonia e iperverificato dalle banche, ecc. con la conseguenza che i prezzi restanno bassi, i prodotti e i servizi migliorano nel tempo, chi non si ingegna chiude, ecc. mentre "certi" mercati sono caratterizzati da lobbies, stipendi milionari, aiuti incompresibili dalle banche, soldi gratis a pioggia e, alla fine, malfunzionamenti per i clienti. Quale dei due sistemi funziona meglio - nel TUO interesse - ?

Certo la legge, che deve comunque essere ben fatta, va fatta rispettare... per tutti; le gare di appalto dei servizi devono essere ben gestite; ecc. Lo Stato dovrebbe fare il suo lavoro, secondo un'etica che si è persa.

Se così fosse, anche diversi servizi pubblici potrebbero essere appaltati ai privati.

Fra

Anonimo ha detto...

secondo me se diamo il nome giusto alle cose riusciamo a capire meglio e magari anche trovare soluzioni.

il mercato non vuole dire niente, chiamiamolo "scambio di beni/servizi tra le PERSONE".

cosi' facendo capiamo subito che il problema non sono i beni/servizi (che non si lamentano) ma le persone e la relazione tra di esse.

come migliorare la relazione tra le persone? qui sta il punto, il ricco e il povero non lo fanno le cose ma lo fanno le relazioni tra di noi, e' il povero che da' al ricco la ricchezza.

quindi, che lo voglia o no, il povero e' il protagonista della storia (perche' per fare uno tanto ricco ci vogliono molti poveri) e se e' povero un motivo ci sara'.
proviamo di trovarlo ricordandoci che e' il povero che da' la ricchezza al ricco altrimenti il ricco da solo non riuscirebbe ad averla.

vogliamo una ricchezza piu' distribuita? allora bisogna che il povero ne dia meno al ricco e ne tenga di piu' per se', io non vedo altra soluzione...

perche' il povero da' cosi' tanta ricchezza al ricco? perche' e' ignorante e il ricco lo raggira facilmente convincendolo a dargli tanta ricchezza in cambio di niente.

sbaglio? se si dove...

indopama

Anonimo ha detto...

quello di cui parlavate prima sono i dettagli generati da una certa situazione di base, per cambiare le cose occorre agire non sui dettagli ma alla base e, di nuovo, la base sono le:

relazioni tra le persone.

indopama

yuma ha detto...

ma mi spiegate perchè si deve sempre andare a finire al povero povero ed al ricco cattivo?

E' una distorsione della realtà che confonde.

Parliamo di mercato?

Bene , allora da sempre l'idea vincente è stata quella di anticipare le esigenze.

Fin dai tempi della creazione della ruota.

Non sempre poi chi ha avuto l'idea è stato capace di sfruttarla.

Spesso si sono inseriti altri che hanno capito come ottimizzarla o portarla vicina al fruitore in modo che l'idea si trasformasse in businnes.

Ford ha fatto il grano con una macchina popolare.

Quelli che hanno fatto le macchine per i ricchi hanno chiuso i battenti.

Ieri qualcuno parlava dei grossisti in termini negativi.

I grossisti sono una fase essenziale del mercato .

Se non lo fossero il mercato li eliminerebbe .

Infatti nei settori dove non sono necessari non esistono.

Il mercato è banalmente efficace. Si potrebbe dire spietato , perchè in effetti è così.

In realtà fa il suo lavoro, e cioè ottimizza.

Laddove il mercato è ingessato dalle regole dello Stato infatti non funziona.

Ecco perchè esistono i parassiti dello Stato.

Se fossero gestiti da un sistema funzionale all'efficienza sarebbero eliminati, con gran vantaggio persino dei parassiti stessi che comunque potrebbero prestare la loro opera in altri settori.

Se poi non si è capaci di avere delle idee e di metterle in pratica, non si è capaci o non si vuole rischiare, se non si ha la capacità imprenditoriale di lasciare il certo per l'incerto, va anche bene così, ma poi si abbia la coerenza di RISPETTARE chiunque ha voluto mettersi in gioco e ce l'ha fatta.

Come vedete non ho parlato di etica, di onestà perchè dò per scontato che si possa fare businnes in maniera etica ed onesta.

Il contrario esiste, ma se vogliamo affrontare questo argomento facciamo notte e non caviamo un ragno dal buco.

E basta con sta storia del mondo che non ne ha a sufficienza per tutti.

Non ne ha mai avuto e fin dal Neanderthal, quando finivano le risorse si muoveva il culo.

E sapete chi la sfangava? Chi aveva più fame !

Credete davvero sia cambiato qualcosa ?

yuma ha detto...

ma mi spiegate perchè si deve sempre andare a finire al povero povero ed al ricco cattivo?

E' una distorsione della realtà che confonde.

Parliamo di mercato?

Bene , allora da sempre l'idea vincente è stata quella di anticipare le esigenze.

Fin dai tempi della creazione della ruota.

Non sempre poi chi ha avuto l'idea è stato capace di sfruttarla.

Spesso si sono inseriti altri che hanno capito come ottimizzarla o portarla vicina al fruitore in modo che l'idea si trasformasse in businnes.

Ford ha fatto il grano con una macchina popolare.

Quelli che hanno fatto le macchine per i ricchi hanno chiuso i battenti.

Ieri qualcuno parlava dei grossisti in termini negativi.

I grossisti sono una fase essenziale del mercato .

Se non lo fossero il mercato li eliminerebbe .

Infatti nei settori dove non sono necessari non esistono.

Il mercato è banalmente efficace. Si potrebbe dire spietato , perchè in effetti è così.

In realtà fa il suo lavoro, e cioè ottimizza.

Laddove il mercato è ingessato dalle regole dello Stato infatti non funziona.

Ecco perchè esistono i parassiti dello Stato.

Se fossero gestiti da un sistema funzionale all'efficienza sarebbero eliminati, con gran vantaggio persino dei parassiti stessi che comunque potrebbero prestare la loro opera in altri settori.

Se poi non si è capaci di avere delle idee e di metterle in pratica, non si è capaci o non si vuole rischiare, se non si ha la capacità imprenditoriale di lasciare il certo per l'incerto, va anche bene così, ma poi si abbia la coerenza di RISPETTARE chiunque ha voluto mettersi in gioco e ce l'ha fatta.

Come vedete non ho parlato di etica, di onestà perchè dò per scontato che si possa fare businnes in maniera etica ed onesta.

Il contrario esiste, ma se vogliamo affrontare questo argomento facciamo notte e non caviamo un ragno dal buco.

E basta con sta storia del mondo che non ne ha a sufficienza per tutti.

Non ne ha mai avuto e fin dal Neanderthal, quando finivano le risorse si muoveva il culo.

E sapete chi la sfangava? Chi aveva più fame !

Credete davvero sia cambiato qualcosa ?

Anonimo ha detto...

@ yuma

"Bene , allora da sempre l'idea vincente è stata quella di anticipare le esigenze.

Fin dai tempi della creazione della ruota."

...e per fortuna che ancora non avevano invetato il copyright. :D

Cristo Yuma, io ti parlo dei massimi sistemi, della salvezza dell'umanità e tu te ne esci fuori con la solita favoletta dell'uomo che si è fatto da sé.

Parli del mercato come se fosse davvero la direttiva lungo la quale dovrebbe muoversi il nostro cammino.

Non c'è progetto, né prospettiva.

Non credi che se lavorassimo di meno, producessimo di meno, consumassimo di meno, viaggiassimo di meno, potremmo stare tutti un po' meglio, sia i poveri buoni che i ricchi cattivi?

In nome di cosa dovrei combattere la mia battaglia nella guerra del mercato?

Dici che è una lotta per la sopravvivenza e la prosecuzione della specie?

Sì?

Io ne ho le palle piene.

Buena, amigo.