domenica 1 agosto 2010

Auto, 26% in meno su anno

Oggi anniversario della strage di Bologna.

I giornali raccontano accuratamente il numero di vittime, l'esplosione, riportano la foto dell'orologio con le lancette bloccate, solenni discorsi di uomini che hanno preso il potere grazie ad accordi presi tra persone votate da un quarto della popolazione, e lo stato che si costerna e s'indegna poi getta la spugna con gran dignità (cit.) .

Forse sarebbe stato opportuno indagare sull'evento, sulle cause e sui mandanti. Noi non abbiamo ancora grattato in quella direzione, ma siamo abbastanza certi che ci sarebbe parecchio da approfondire.


Cellulari Gorilla Glass


Il Corriere ci racconta anche che sono in arrivo i cellulari forniti di nuova (vecchia) tecnologia con vetro resistente.

Scimmioni con telefonino.

Già.



Ieri invece è apparsa su alcuni media, ma non sul corriere, una interessante notizia che tra poche ore sarà confermata o smentita: è in arrivo nel tardo pomeriggio i dati delle immatricolazioni auto del mese scorso in Italia.


Immatricolazioni Luglio, -26%

Filippo Pavan Bernacchi, presidente di Federauto, prevede il dato sulle immatricolazioni di auto a luglio:

Secondo le nostre stime, ormai molto precise, luglio consuntiva un altro -26%.

Un vero disastro per tutti.

Questo dato si avvicina molto alla realtà perché sembra che i principali costruttori abbiamo finalmente tolto il piede dalle kilometri zero.

Questo perché non si può continuare all'infinito ad autoimmatricolarsi vetture per dimostrare dati di quota non veritieri.

E infatti il mercato a privati, quello non inquinabile da autoimmatricolazioni, vede una flessione attorno al -30%. E si continua così ormai da qualche mese nell'indifferenza del Governo.


Alcune cose qui.

Il Bernacchi, bravo nelle previsioni (sarà il cognome?), dice molte cose molto condensate.

Ci dice che stima un calo importante rispetto all'anno precedente. Una contrazione del 25%. Vuol dire che quest'anno a luglio il vostro concessionario ha venduto 3 auto ogni 4 auto vendute l'anno scorso sempre a luglio. O, se la volete vedere da un altro punto di vista, una persona su quattro non si è potuta comprare l'auto.

E sintetizza il tutto con un chiaro "è un disastro".

Poi ci racconta che il dato è finalmente verosimile perchè "i costruttori hanno tolto il piede dalle km zero, perchè non si puo' continuare all'infinito ad autoimmatricolarsi vetture per dimostrare quote di mercato non veritiere".

Ah pero', che bella bomba. E' vero? In sostanza il Bernacchi sta gridando che il re è nudo, che fino a qualche mese fa era prassi comune per i costruttori autoimmatricolarsi le vetture proprie per sostenere la propria quota di mercato - e rivenderle poi come auto a km zero?

Semplifichiamo molto le cose con un esempio pratico: non riesci a vendere pasta perchè ne produci troppa e le persone non la comprano perchè hanno pochi soldi. Che fai? Ne produci di meno? Ma no, non riduci la produzione, perchè altrimenti non sei più il secondo produttore di pasta del mondo.

Invece, continui al solito ritmo e poi ti compri da solo la pasta che hai prodotto.

Solo che poi non la puoi mangiare tutta e allora la rivendi al supermercato come sottomarca.

Pur di mantenere la quota di mercato.

E infatti, dice sempre Bernacchi, il mercato dei privati, non soggetto al dato sporco delle autoimmatricolazioni, perde il 30% sull'anno precedente. "E continua così nell'indifferenza del governo", conclude.


Per una volta vien da chiedersi: ma il governo, a 'sto giro, che cacchio c'entra?

Si fa una legge che obbliga tutti a cambiare l'auto ogni 3 anni per far contenti i produttori di auto?

Ehm. Guardi, signor governo, che stiamo scherzando.

Non ci prenda sul serio eh, mica farà una legge...

No eh....?

Saluti felici

Felice Capretta

43 commenti:

Anonimo ha detto...

ciao a tutti!

leggo sempre, anche se non scrivo mai ed apprezzo molto i commenti di alcuni di voi.
oggi vorrei condividere un mio pensiero ed i miei dubbi.

ormai da diverso tempo, anni direi, ogni segnale porta nella direzione del disastro economico, ma poi, per un motivo o per l'altro, non succede nulla.

io sono tra quelli che l'anno scorso hanno fatto scorte di cibo ed acqua e che si stanno organizzando per non essere colti impreparati.

poi mi guardo intorno e vedo che il mondo va avanti, che la vita non è poi cambiata di molto e allora mi chiedo se forse non stiamo prendendo tutti un abbaglio...

poi leggo notizie come quella di questo post e mi ricredo...

però la confusione e la pereplessità restano perchè non vedo nessun grosso cambiamento in peggio intorno a me.

dove stiamo andando?
a sembra di stare sempre fermo, allo spesso punto, nonostante le previsioni che paiono sensate.

non ho una domanda precisa da farvi, ma vorrei sapere cosa pensate in proposito.
cosa pensate che accadrà da qui a, diciamo , un anno?

non prendetela come una provocazione e non accusatemi di prendere le mie notizie solo dalla tv perchè, al contrario, le prendo solo in rete ed in siti/blog tipo questo.

è come essere sempre in attesa di qualcosa che non accade mai...

grazie.
tore

marco vi ha detto...

Beh si sapeva già che dopo gli incentivi hai un collasso, se ne parlava già l'anno scorso da aprile ceh dopo la "cannibalizzazione" dovuta ai contributi statali ora hai un vuoto d'aria...Chi la doveva cambiare ormai l'ha fatto, ora che non c'è più nulla lo fà solo chi ha soldi...

Goodlights ha detto...

@tore

ciao!

non è bello vivere in attesa che accada qualcosa perchè se ne diventa schiavi e non ci si gusta più il momento presente che, alla fine, è l'unico che conta davvero.

tutti ci poniamo domande ed abbiamo dei dubbi e ci interroghiamo sul futuro, ma questo non deve essere causa di angoscia e smarrimento.

diversamente tanto vale spegnere il pc e andare a farsi una passeggiata in un bosco o qualcosa che ci piace fare.

a mio avviso non vale la pena di rovinarsi l'esistenza ed essere in balia dell'ennesiam notizia economica disastrosa.
non è vita!

anche perchè magari non succederà nulla per altri, che so io, 5 anni e tu li avrai vissuti malissimo e nell'attesa, senza quindi averli goduti in pieno.

è solo la mia opinione naturalmente, ma spero possa essere per te spunto di riflessione.

fossi in te mi concentrerei sul qui e ora e lascerei meno spazio all'angoscia per il futuro.

un abbracio!
sara

marco vi ha detto...

verissimo Sara....tanto che succeda o no...non vedo proprio cosa possimao farci noi...

Goodlights ha detto...

@marco

naturalmente il mio discorso vale per quelle persone che più si informano e più sprofondano nella paura.

se poi si prendono informazioni per il piacere di avere dei pezzi in più del puzzle e si riesce a restarne distaccati, va benissimo.

l'importante, e qui mi ripeto, è concentrarsi sul presente e non sul futuro; su quello che c'è ora e non su quello che FORSE ci sarà domani.

l'unico modo che abbiamo di rendere onore alla nostra vita è viverla a fondo e goderne a piene mani.
:-)

abbraccio!
(questa volta con il giusto n di "c"...)
sara

luigi ha detto...

Attento a non dare strane idee...
E' ovvio (per noi) che non si può imporre il cambio della macchina ogni tre anni per far lavorare il settore: se il settore è saturo dovrà ristrutturarsi ed adeguare la capacità produttiva. Il problema del governo è di aiutare a gestire la riconversione di chi oggi lavora in catena di montaggio. Io non posso mettermi la Panda pure sotto il cuscino per far lavorare l'operaio di Pomigliano, però magari si scopre che c'è carenza di gente che faccia funzionare la raccolta differenziata, oppure che servirebbero bravi operai nella manutenzione dei trattori che lavorano i campi di Afragola riconvertiti alla canapa e al lino con (HAHAHAHAHAHA!) il sostegno di progetti comunitari veicolati dal GDF (Governo Del Fare! Che avevate capito? Maliziosi!). Oppure riconvertire le linee di produzione delle inutili autovetture in linee di produzione di utili sistemi di microeolico o solare termico o quant'altro, con annesse manutenzioni etc. Lo Stato deve aiutare la riconversione dei lavoratori verso settori utili e produttivi, invece che fa? S'indigna s'impegna poi... I see you Markioniiiiie! Ma detto da qui suona come "Bye Bye Fiat!"

luigi ha detto...

@tore
Se ti dà serenità mantenerti un po' di scorte di acqua e beni di prima necessità, male non fa, però mi unisco al consiglio di non lasciarti prendere dal trip del panico perchè se no non riesci a viverti bene quel che c'è qui e ora.
Nella migliore delle ipotesi torneremo ai livelli di standard di vita degli anni '70-'80, e per fortuna non è che si morisse di fame, nella peggiore potremmo tornare agli anni '30, autarchia e qualcuno potrebbe cominciare a "puzzarsi di fame" però se saltano tutte le regole economico finanziarie come le conosciamo oggi, nulla ci impedirebbe di tornare alle partecipazioni statali, al lavoro distribuito a scapito della resa del capitale etc. per cui forse saremo comunque capaci di mantenere dei legami sociali che ci consentiranno di vivere in una dignitosa povertà, ma io sono un inguaribile ottimista.
Un'ultima cosa: se non sei disposto, in coscienza, a farne uso, non spingerti ad includere armi nel tuo kit di sopravvivenza, tanto non le useresti e chi ti venisse a derubare si incazzerebbe solo molto di più... e con questa nota di conforto ti saluto ;)

kilkenny1975 ha detto...

@Felice
Scusa, ma quando hanno imposto il blocco delle auto Euro 0 benzina o Euro 1 diesel non era una legge per risollevare un po il mercato?

O no scusa lo hanno fatto per ridurre le emissioni e salvarci tutti dalle polveri sottili, le stesse che emetterà un inutile inceneritore che stanno per realizzare a nord di milano, il terzo in 20 km quadrati..

Che sciocco scusa…

Possessori di Euro 1 e 2 siete pronti a cambiare l’auto?

Ovviamente sempre in nome dell’ecologia, mi raccomando….

Felice Capretta ha detto...

@ kilkenny

e vietare per legge la circolazione di tutte le auto di colore scuro perchè contribuiscono al surriscaldamento globale attirando i raggi solari?

ops, l'ho fatto di nuovo

:-)

felice

a_mensa ha detto...

cari tutti, anche i depressi e i perplessi.
per me lasituazione è tanto semplice da apparire banale.
se grazie ad un credito elargito a piene mani, ci si è lasciati convincere a consumare, e quindi produrre , più del necessario, la considerazione ovvia è ch eesiste ora una sovracapacità produttiva.
lasciamo quindi perdere governo e affini, lasciamo che risparmi quei pochi fondi , se ancora li ha , per aiutare gli italiani ( e non i costruttori stranieri di auto, perchè è bene ricordare che un supporto all'auto dato indiscriminatamente ritorna al 36% in italia, quota fiat di mercato, ma al 64% va all'estero) a campare. con i livelli produttivi richiesti con la scusa della concorrenza, e quindi lo sfruttamento intensivo dei lavoratori, un buon 20% di essi dovrà essere escluso dal ciclo produttivo.
meglio forse sarebbe ridurre l'orario di lavoro a 6 ore giornaliere e quindi farli lavorare tutti, ma questa è ritenuta un'eresia.
per l'anonimo che non vede in giro i segni della crisi , gli ricordo di cercare nei posti giusti, ad esempio davanti alle mense della caritas, o delle opere pie che distribuiscono pane e qualche volta anch equalche frutto.... osservi le file e vi scoprirà i segni della crisi, perchè potrà vedere che non ci sono solo extracomunitari, ma anch eintere famiglie che cercano un pasto gratis.
poi viene a raccontarci cosa ha visto , eh ?

a_mensa ha detto...

ricordo , a chi lo avesse dimenticato, che entro l'anno saranno da rinnovare circa 300 miliardi di titoli del debito pubblico.
debito che senza dare alcun risultato positivo apprezzabile è andato al 120% del pil, grazie a incentivi auto, salvataggio alitalia, fondi per la protezione (in)civile, ecc... e basta che moody's o fitch arriccino un po' il naso sulla puzza proveniente dal nostro paese, ci declassino un po' e citroveremo tutti mella M con quei 300 miliardi da rinnovare a tsssi proibitivi.
eilberlusca sta a discutere su Fini si e Fini no, o magari dare il colpo di grazia facendo cadere il governo, tantoper rendere sicuro un declassamento.
ai loro sostenitori ,lancio un appello accorato !
"mandateli in ferie! tappategli la bocca! sequestrateli ! ma fateli sparire dalle prime pagine dei giornali !". please ...

Anonimo ha detto...

@felice

lo riposto, che evidentemente non l'hai visto:

(ANSA) - Le stragi di Bologna e quella di Ustica per il giudice veneziano Carlo Mastelloni 'sono sicuramente collegate' con una pista che porta in Usa. 'Non credo a coincidenze - dice - penso a Bologna si sia voluto avvertire qualificati ambienti italiani legati ai libici di finirla di fare i gendarmi occulti di Gheddafi'. Il terrorista Carlos gia' alluse a responsabilita' Usa e israeliane. 'La pista americana - dice - prescinde da Carlos. 'E poi non siamo sempre stati accusati di essere filolibici?'.

da QUI.

castigo

Anonimo ha detto...

“Vacanze talpa” per il 15% degli italiani, nascosti in casa

Mah...

DAZ

Anonimo ha detto...

bisogna iniziare ad abituarsi ad avere poco, consumare lo stretto indispensabili... e rilassarsi per godere di tanta vacanza....

GRIFONE ha detto...

salve
prima o poi doveva succedere.Io ho un'auto vecchia di dieci anni, sperando che me faccia altrettanti.
Se di qualsiasi merce diminuiscono le vendite, calano i posti di lavoro (lo so è la scoperta dell'acqua calda) e questa è crisi vera.
Un po di sana autarchia farebbe molto bene, un ritorno a valori veri, meno spese idiote ed inutili, più tempo a famiglia e figli, un ritorno alla natura(nel senso agricolo del termine), baratto al posto delle monete.....ma quest'ultima è utopia: arriverebbero subito i "fratelli maggiori", i massoni(la stessa cosa)con le loro banche
diaboliche........
Buona Notte
il Grifone

Anonimo ha detto...

Delocalizzano... e poi vorrebbero che comprassimo lo stesso?

E dove li prendiamo i soldi?

Chiedete al super dirigente Ficat se per caso se li vuol levare di tasca lui per aiutare quelli che manda a casa...


Per quanto riguarda le banche... ho un dubbio; anzi, più che altro un tarlo che mi rode...

Sul conto, se hai due spicci, ormai devi "pagare" per poterceli tenere... interessi "0" sì, ma al contrario...

Se poi ne hai bisogno veramente, invece, devi prepararti a tassi (il fisso scordatelo) variabili intorno al 7-8% (e voglio essere buono...) e se poi, hai avuto la sfortuna di aver saltato qualche pagamento in passato (bollato e segnalato alla centrale rischi...) forse te li danno al 10%...

Ora....

Se una volta il ricarico era del 12% (circa pari al tasso inflattivo) sul conto,, mentre per i prestiti ti chiedevano circa il 25%... se ne deduce che il ricarico era del 100%....

Ora che hanno i soldi a interessi zero... quant'è il ricarico...?????

Risolvetemi questo semplice problema, perché io non ne esco...

GiBi

P.S. Godiamoci questi ultimi "spiragli di sole"...
Mi sa che l'inverno sarà molto freddo... in tutti i sensi!

Anonimo ha detto...

@felice - folletto

Statistical Data Warehouse

Secondo voi questo è l'effetto dell'importazione d'inflazione da cina e india? Il movimento è violento..

DAZ

Anonimo ha detto...

Felice, amici virtuali,
piacevoli quanto imprevisti accadimenti mi hammo tenuto lontano dal web per alacuni giorni e solo da poco ho terminato di leggere i pochi post e i molti commenti nel frattempo comparsi nel blog.

Sono mesi che, inascoltato, continuo a ripetere che il mercato dell'auto, per come l'abbiamo conosciuto, è finito.

Il che, di per sé, sarebbe una buona notizia, se non fosse che questo dato di fatto comporterà la sparizione di numerosi posti di lavoro e dell'immemso indotto commerciale.

Qualcuno qui ha parlato di riconversione.
Ok, riconvertiamo.

Certo non sarà semplice passare dalla Multipla ai pannelli fotovoltaici, ma dovremo farlo.

E non è finita qui, se ne andrà a puttane il mercato immobiliare, quello dei grandi centri commerciali e la grande distribuzione, quello della moda... per come li abbiamo intesi fino adesso.

E mi sa tanto, cari miei trader, che la dovrete finire di pigiare numeri sul pc per guadagnare soldi. Non me ne dispiace.

Insomma cerchiamo di farcene una ragione e cominciamo a far lavorare il cervello.

Io un paio di idee ce l'avrei.


@ Hiei, Arsan

Mi sono sorbito tutta la diatriba su Berlusconi, Fini, P2 e compagnia cantanti.

I panorami disegnati da Arsan sembrano credibili e ben congegnati, ma lo stomaco mi dice che ha ragione Hiei e il cuore... caro indo, il cuore l'ho perso per una tipa che adesso non vi sto a raccontare.

Insomma, tanto per dire, berlusconi non aveva neanche i requisiti di eleggibilità già dal 94 e allora di cosa stiamo parlando?

guru

Anonimo ha detto...

@GiBi -02 agosto ore 14.14 (a proposito Felice perchè non usi l'ora italiana? Te ne sarei grato!!)
Tieni conto anche del fatto che se tu depositi 1.000 euro la banca non presta i tuoi soldi ma me presta anche 10.000 scrivendo il numero su un conto o su un assegno circolare e SENZA POSSEDERLI: è l'effetto della truffa (legale) chiamata riserva frazionaria, la famosa leva finanziaria che crea denaro inesistente.
Allora quel tasso di interesse devi ancora moltiplicarlo per 10....
Saluti: guido

Felice Capretta ha detto...

@ castigo

grazie, mi era sfuggita!

il giudice mastelloni, eh... tra le altre inchieste, quella sul caso Argo16

Nel marzo del 1997 il giudice istruttore Carlo Mastelloni, incriminò 22 ufficiali dell'Aeronautica con l'accusa di soppressione, falsificazione e sottrazione di atti concernenti la sicurezza dello Stato. A suo giudizio, infatti, «coloro che negli anni si sono occupati dell'inchiesta hanno sistematicamente occultato, falsato o distrutto ogni elemento che poteva portare sulla strada giusta».

Tra loro furono accusati di strage Zvi Zamir, ex-capo del Mossad e Asa Leven, ex-responsabile del Mossad in Italia.

Vennero infine rinviati a giudizio 9 tra ufficiali, funzionari e consulenti del SID e del Sismi.

[...]

Nel 1988 le indagini del giudice Carlo Mastelloni furono ostacolate dall'opposizione del segreto di stato, che rimane ancora oggi.

e molte altre.



@ DAZ


mhm, ci vedo più una correlazione con il <a href="http://petrolio.blogosfere.it/images/storico03%3A10.jpg>prezzo del petrolio</a>, che tornando a risalire si trascina dietro un po' di inflazione.

anche l'allentamento temporaneo ed apparente della crisi scongela un po' di moneta dalla morsa ghiacciata della deflazione.

ma come si fa a ipotizzare...? il grafico mi ricorda il tir che sbanda a destra e sinistra ormai fuori controllo prima di ribaltarsi in piena autostrada.

Felice Capretta ha detto...

@ daz

link corretto al grafico del petrolio

saluti felici :-)

Felice

Anonimo ha detto...

@guru

anche io concordo con Hiei.
destra e sinistra sono solamente nomi, che identificano schieramenti riconducibili a grandi gruppi di potere che sono i loro referenti.

se il nano ha fatto qualcosa che si è rivelato a favore del paese, è stato puramente incidentale, il suo scopo era, ed è, continuare a tutelare gli interessi suoi, dei suoi referenti e dei "clientes" che garantiscono a lui ed ai suoi sodali di sedere in parlamento, e nei consigli regionali, provinciali e comunali.

pertanto continuare a menarsela sulla questione nano-fini è pura perdita di tempo.

quando si capirà, finalmente, che non esiste un politico che faccia quello che il mandato popolare gli impone (almeno moralmente, visto che sono stati tanto furbi da scrivere nella costituzione che "non c'è vincolo di mandato", cioè una volta eletti sono liberi di fare il cazzo che gli pare), allora forse le persone apriranno gli occhi e riusciranno a vedere l'immenso panopticon nel quale ci stanno rinchiudendo..... per il nostro bene, naturalmente.

io spero solo di riuscire a sfilarmi prima che chiudano la porta....

castigo

P.S. parola di verifica: crymnale.... LOL!!

a_mensa ha detto...

@ castigo
ma se sono li che cercano di rimandare la crisi per avere la pensione !!!
poi, se non ubbidiscono al capo, non li mette più in lista e allora restano disoccupati, poverini !!! un seggio vale ben più dell'onore, no ?

Anonimo ha detto...

@a_mensa

"l'Onore per un Uomo è al tempo stesso il bene più prezioso ed il vizio più costoso"

mi spiace ma non ricordo chi lo disse.

credo che non si applichi a nessuno degli appartenenti alla nostra cosiddetta "classe dirigente".....

castigo

Mario B. ha detto...

@castigo
C'è chi vede la vita bianca o nera (tu e hiei ad esempio) e chi invece con sfumature che vanno dal bianco al nero (tipo Arsan).

Resto perplesso dal tuo ultimo intervento, quello sull'onore che la nostra classe dirigente non ha.
Perchè invece quelli che vengono diretti?

Anonimo ha detto...

@Felice, Daz

A mio vedere sono volute di numeri senza senso:

"Lo Stato, fornitore per eccellenza della statistica, calcola molti numeri per tentare di pianificare, di programmare, di prevedere e soprattutto per dare l’impressione di controllare le conseguenze dei suoi stessi atti. Tra questi numeri statali più che statistici, l’indice che misura l’aumento dei prezzi al consumo, erroneamente definito inflazione, è particolarmente importante nel modo popolare di vedere....
Alcuni cattivi grandi maestri hanno perpetrato o permesso, o semplicemente non impedito, o non ostacolato a sufficienza, quest’abuso della ragione. Proprio tra gli economisti, spinti dall’invidia verso i successi riscossi dalla matematica nel descrivere e prevedere il comportamento del mondo fisico, è possibile trovare il maggior numero di ammalati di questo sterile pitagorismo.
Le persone comuni, invece di fidarsi del proprio giudizio, unica vera rappresentazione scientifica della variazione dei prezzi, sono preda di superstizioni matematiche, prodotte industrialmente da professionisti pagati con il circolante stampato, con autorizzazione e beneficio dello Stato, dai supremi sacerdoti della moneta. Quello stesso circolante che, prodotto dal nulla in quantità sempre maggiori, è la vera, unica e dimenticata causa dell’innaturale e ormai secolare aumento dei prezzi. Produttori, controllori, misuratori, accademici difensori, tutti beneficiari dell’inflazione del circolante, sono uniti in una formidabile congrega con il fine di consumare tutto senza produrre nulla.
Nei paramenti sacri di gessato blu, avvolti da pestilenziali volute di numeri senza senso, essi emergono dai moderni templi della finanza, per farsi riverire, se non adorare, e misurare compiaciuti l’ingenuità di chi li ascolta."

http://www.brunoleoni.it/nextpage.aspx?codice=5998

Il Folletto


P.S.: Vi consiglio la rilettura anche di

http://www.brunoleoni.it/nextpage.aspx?codice=7082
e di
http://www.brunoleoni.it/nextpage.aspx?codice=5734

Franklin Delano fu rieletto, ma pestò nel mortaio un'economia già frantumata, impedendo la discesa, anche d'un solo decimale, della disoccupazione (25%!), il cui dramma fu brillantemente risolto spedendo, tra bandiere e fanfare, i disoccupati in guerra (1941). Solo il Leviatano di Hobbes, coordinando al meglio le sue molle e i suoi cardani meccanici in preda a delirio olistico-costruttivista, avrebbe potuto fare peggio.

Oggi ancora, ad ogni aumento dei prezzi, i demagoghi, alcuni ignoranti come somari, altri diabolicamente colti, sberciano che l'Autorità congeli i prezzi, il cui aumento è a lei stessa imputabile.

Di contro, il diritto alla deflazione rimane universalmente ignorato, almeno finché agli individui farà difetto la coscienza che alcuni, invece di lavorare, si stampano legalmente i denari per i propri costosi bisogni.

Se si deve sognare è sempre bene farlo in grande. Quindi, chiedete pure prezzi bassi decretati dall'Autorità, iniziando, per cortesia, dai beni extra-lusso, come yacht e castelli vista lago. Preparatevi però a fare lunghe file, al termine delle quali rimarremo spesso a bocca asciutta, calcando anche quelle per beni più modesti, come il pane.

Anonimo ha detto...

@Mario b.

Resto perplesso dal tuo ultimo intervento, quello sull'onore che la nostra classe dirigente non ha.
Perchè invece quelli che vengono diretti?


quelli che vengono diretti per la maggior parte vorrebbero vivere una vita tranquilla e senza troppe scosse.
ne conosco un sacco che sono degnissime persone, e che si sbattono per mettere insieme il pranzo con la cena.
certo, ce ne sono anche molti che si comportano come i nostri "dirigenti", ma cosa ti aspetti, in un sistema dove puoi stuprare una bambina e vivere felice??

la certezza delle regole e delle pene riservate a chi le infrange è fondamentale in una società, quale che sia il sistema di governo che sceglie.
se questa è assente è logico che una parte di essa si "conformi".

quanto alla prima parte ti informo che, quando entri in politica, o ti adatti a quelle che sono le "regole" oppure di strada ne fai pochina anzi, proprio NON ne fai.
e dato che queste "regole" privilegiano il furto all'onestà, traine le logiche conseguenze......

castigo

Anonimo ha detto...

http://news.yahoo.com/s/afp/20100730/wl_asia_afp/chinablast

D'altra parte gli ultimi due articoli di ZH sulla Cina....ma non era la Cina che dovevea trainare tutto fuori dalla crisi.......

Il Folletto

Mario B. ha detto...

@castigo
Anche molta gente che si da alla politica è degnissima come le persone cui fai riferimento tu.
Ma la stragrande maggioranza dei votanti mentre sa tutto di hertz, pixel, dolby 5.1 tanto da umiliare i poveri commessi delle grandi catene di vendita quando compra una tv, non sa nemmeno che faccia abbia il sindaco del suo paese, o gli assessori, o i consilieri comunali, figurarsi deputati e senatori che stanno a centinaia di chilometri di distanza.
La mia idea è che il tuo modo di vedere il rapporto governante/governato crea un alibi ovvero "non ci posso fare niente, è colpa di chi mi governa", figurarsi poi quando si viene a sapere che chi ci governa è un super cattivo egoista o peggio forse il rappresentante di una specie "aliena" che ha il compito di tenere la specie umana nell'ignoranza, ma quella vera!
Bene chi ci governa è cattivo, chi ci governa potrebbe addirittura non essere "umano".
Che si fa?
Aspettiamo il cavaliere senza macchia e senza paura?
Ci rimbocchiamo le maniche e andiamo a randellarli?
Oppure proviamo a girarci tutti dall'altra parte fregandocene di quella gente e provando a vivere senza di loro?

Lo so è più facile andare a randellarli, peccato che poi ci ritroviamo punto e a capo.

Anonimo ha detto...

@Mario b.

@castigo
Anche molta gente che si da alla politica è degnissima come le persone cui fai riferimento tu.


strano allora che le amministrazioni di ogni ordine e grado siano nella merda più totale.....

Ma la stragrande maggioranza dei votanti mentre sa tutto di hertz, pixel, dolby 5.1 tanto da umiliare i poveri commessi delle grandi catene di vendita quando compra una tv, non sa nemmeno che faccia abbia il sindaco del suo paese, o gli assessori, o i consilieri comunali, figurarsi deputati e senatori che stanno a centinaia di chilometri di distanza.

quello che dici è tristemente vero.
ma fa parte del fatto che le persone vogliono farsi i loro affari e vivere la loro vita in serenità.
e, dopotutto, hanno votato, no??

La mia idea è che il tuo modo di vedere il rapporto governante/governato crea un alibi ovvero "non ci posso fare niente, è colpa di chi mi governa",

assolutamente no, crea la consapevolezza (oddio l'ho detto!!!) di essere presi per i fondelli, e dovrebbe (dovrebbe) dare la possibilità di prendere delle contromisure, per quanto possibile, e difendermi, se ci riesco.

figurarsi poi quando si viene a sapere che chi ci governa è un super cattivo egoista o peggio forse il rappresentante di una specie "aliena" che ha il compito di tenere la specie umana nell'ignoranza, ma quella vera!

beh, adesso non esageriamo, sennò si cade nel ridicolo....

Bene chi ci governa è cattivo, chi ci governa potrebbe addirittura non essere "umano".
Che si fa?
Aspettiamo il cavaliere senza macchia e senza paura?


è il senso di tutta la propaganda cinematografica usa, meglio lasciar perdere, altrimenti si rischia di incappare nuovamente in qualche "uomo della provvidenza".

Ci rimbocchiamo le maniche e andiamo a randellarli?

questo già sarebbe meglio.
pensa solamente a quanto dolore e sofferenza hanno causato questi esseri immondi e dimmi se non si meriterebbero un bel linciaggio.......

Oppure proviamo a girarci tutti dall'altra parte fregandocene di quella gente e provando a vivere senza di loro?

peccato che non puoi farlo, perché loro non vivono senza di te.
quindi li avrai sempre attaccati al collo come tante belle zecche.

Lo so è più facile andare a randellarli, peccato che poi ci ritroviamo punto e a capo.

no, se poi riesci a riorganizzare le cose in maniera diversa.....

castigo

Anonimo ha detto...

@Mario b.

@castigo
Anche molta gente che si da alla politica è degnissima come le persone cui fai riferimento tu.


strano allora che le amministrazioni di ogni ordine e grado siano nella merda più totale.....

Ma la stragrande maggioranza dei votanti mentre sa tutto di hertz, pixel, dolby 5.1 tanto da umiliare i poveri commessi delle grandi catene di vendita quando compra una tv, non sa nemmeno che faccia abbia il sindaco del suo paese, o gli assessori, o i consilieri comunali, figurarsi deputati e senatori che stanno a centinaia di chilometri di distanza.

quello che dici è tristemente vero.
ma fa parte del fatto che le persone vogliono farsi i loro affari e vivere la loro vita in serenità.
e, dopotutto, hanno votato, no??

La mia idea è che il tuo modo di vedere il rapporto governante/governato crea un alibi ovvero "non ci posso fare niente, è colpa di chi mi governa",

assolutamente no, crea la consapevolezza (oddio l'ho detto!!!) di essere presi per i fondelli, e dovrebbe (dovrebbe) dare la possibilità di prendere delle contromisure, per quanto possibile, e difendermi, se ci riesco.

figurarsi poi quando si viene a sapere che chi ci governa è un super cattivo egoista o peggio forse il rappresentante di una specie "aliena" che ha il compito di tenere la specie umana nell'ignoranza, ma quella vera!

beh, adesso non esageriamo, sennò si cade nel ridicolo....

Bene chi ci governa è cattivo, chi ci governa potrebbe addirittura non essere "umano".
Che si fa?
Aspettiamo il cavaliere senza macchia e senza paura?


è il senso di tutta la propaganda cinematografica usa, meglio lasciar perdere, altrimenti si rischia di incappare nuovamente in qualche "uomo della provvidenza".

Ci rimbocchiamo le maniche e andiamo a randellarli?

questo già sarebbe meglio.
pensa solamente a quanto dolore e sofferenza hanno causato questi esseri immondi e dimmi se non si meriterebbero un bel linciaggio.......

Oppure proviamo a girarci tutti dall'altra parte fregandocene di quella gente e provando a vivere senza di loro?

peccato che non puoi farlo, perché loro non vivono senza di te.
quindi li avrai sempre attaccati al collo come tante belle zecche.

Lo so è più facile andare a randellarli, peccato che poi ci ritroviamo punto e a capo.

no, se poi riesci a riorganizzare le cose in maniera diversa.....

castigo

Anonimo ha detto...

@Mario b.

@castigo
Anche molta gente che si da alla politica è degnissima come le persone cui fai riferimento tu.


strano allora che le amministrazioni di ogni ordine e grado siano nella merda più totale.....

Ma la stragrande maggioranza dei votanti mentre sa tutto di hertz, pixel, dolby 5.1 tanto da umiliare i poveri commessi delle grandi catene di vendita quando compra una tv, non sa nemmeno che faccia abbia il sindaco del suo paese, o gli assessori, o i consilieri comunali, figurarsi deputati e senatori che stanno a centinaia di chilometri di distanza.

quello che dici è tristemente vero.
ma fa parte del fatto che le persone vogliono farsi i loro affari e vivere la loro vita in serenità.
e, dopotutto, hanno votato, no??

La mia idea è che il tuo modo di vedere il rapporto governante/governato crea un alibi ovvero "non ci posso fare niente, è colpa di chi mi governa",

assolutamente no, crea la consapevolezza (oddio l'ho detto!!!) di essere presi per i fondelli, e dovrebbe (dovrebbe) dare la possibilità di prendere delle contromisure, per quanto possibile, e difendermi, se ci riesco.

figurarsi poi quando si viene a sapere che chi ci governa è un super cattivo egoista o peggio forse il rappresentante di una specie "aliena" che ha il compito di tenere la specie umana nell'ignoranza, ma quella vera!

beh, adesso non esageriamo, sennò si cade nel ridicolo....

Bene chi ci governa è cattivo, chi ci governa potrebbe addirittura non essere "umano".
Che si fa?
Aspettiamo il cavaliere senza macchia e senza paura?


è il senso di tutta la propaganda cinematografica usa, meglio lasciar perdere, altrimenti si rischia di incappare nuovamente in qualche "uomo della provvidenza".

Ci rimbocchiamo le maniche e andiamo a randellarli?

questo già sarebbe meglio.
pensa solamente a quanto dolore e sofferenza hanno causato questi esseri immondi e dimmi se non si meriterebbero un bel linciaggio.......

Oppure proviamo a girarci tutti dall'altra parte fregandocene di quella gente e provando a vivere senza di loro?

peccato che non puoi farlo, perché loro non vivono senza di te.
quindi li avrai sempre attaccati al collo come tante belle zecche.

Lo so è più facile andare a randellarli, peccato che poi ci ritroviamo punto e a capo.

no, se poi riesci a riorganizzare le cose in maniera diversa.....

castigo

Anonimo ha detto...

@Mario b.

@castigo
Anche molta gente che si da alla politica è degnissima come le persone cui fai riferimento tu.


strano allora che le amministrazioni di ogni ordine e grado siano nella merda più totale.....

Ma la stragrande maggioranza dei votanti mentre sa tutto di hertz, pixel, dolby 5.1 tanto da umiliare i poveri commessi delle grandi catene di vendita quando compra una tv, non sa nemmeno che faccia abbia il sindaco del suo paese, o gli assessori, o i consilieri comunali, figurarsi deputati e senatori che stanno a centinaia di chilometri di distanza.

quello che dici è tristemente vero.
ma fa parte del fatto che le persone vogliono farsi i loro affari e vivere la loro vita in serenità.
e, dopotutto, hanno votato, no??

La mia idea è che il tuo modo di vedere il rapporto governante/governato crea un alibi ovvero "non ci posso fare niente, è colpa di chi mi governa",

assolutamente no, crea la consapevolezza (oddio l'ho detto!!!) di essere presi per i fondelli, e dovrebbe (dovrebbe) dare la possibilità di prendere delle contromisure, per quanto possibile, e difendermi, se ci riesco.

figurarsi poi quando si viene a sapere che chi ci governa è un super cattivo egoista o peggio forse il rappresentante di una specie "aliena" che ha il compito di tenere la specie umana nell'ignoranza, ma quella vera!

beh, adesso non esageriamo, sennò si cade nel ridicolo....

Bene chi ci governa è cattivo, chi ci governa potrebbe addirittura non essere "umano".
Che si fa?
Aspettiamo il cavaliere senza macchia e senza paura?


è il senso di tutta la propaganda cinematografica usa, meglio lasciar perdere, altrimenti si rischia di incappare nuovamente in qualche "uomo della provvidenza".

Ci rimbocchiamo le maniche e andiamo a randellarli?

questo già sarebbe meglio.
pensa solamente a quanto dolore e sofferenza hanno causato questi esseri immondi e dimmi se non si meriterebbero un bel linciaggio.......

Oppure proviamo a girarci tutti dall'altra parte fregandocene di quella gente e provando a vivere senza di loro?

peccato che non puoi farlo, perché loro non vivono senza di te.
quindi li avrai sempre attaccati al collo come tante belle zecche.

Lo so è più facile andare a randellarli, peccato che poi ci ritroviamo punto e a capo.

no, se poi riesci a riorganizzare le cose in maniera diversa.....

castigo

Anonimo ha detto...

@Mario b.

@castigo
Anche molta gente che si da alla politica è degnissima come le persone cui fai riferimento tu.


strano allora che le amministrazioni di ogni ordine e grado siano nella merda più totale.....

Ma la stragrande maggioranza dei votanti mentre sa tutto di hertz, pixel, dolby 5.1 tanto da umiliare i poveri commessi delle grandi catene di vendita quando compra una tv, non sa nemmeno che faccia abbia il sindaco del suo paese, o gli assessori, o i consilieri comunali, figurarsi deputati e senatori che stanno a centinaia di chilometri di distanza.

quello che dici è tristemente vero.
ma fa parte del fatto che le persone vogliono farsi i loro affari e vivere la loro vita in serenità.
e, dopotutto, hanno votato, no??

La mia idea è che il tuo modo di vedere il rapporto governante/governato crea un alibi ovvero "non ci posso fare niente, è colpa di chi mi governa",

assolutamente no, crea la consapevolezza (oddio l'ho detto!!!) di essere presi per i fondelli, e dovrebbe (dovrebbe) dare la possibilità di prendere delle contromisure, per quanto possibile, e difendermi, se ci riesco.

figurarsi poi quando si viene a sapere che chi ci governa è un super cattivo egoista o peggio forse il rappresentante di una specie "aliena" che ha il compito di tenere la specie umana nell'ignoranza, ma quella vera!

beh, adesso non esageriamo, sennò si cade nel ridicolo....

Bene chi ci governa è cattivo, chi ci governa potrebbe addirittura non essere "umano".
Che si fa?
Aspettiamo il cavaliere senza macchia e senza paura?


è il senso di tutta la propaganda cinematografica usa, meglio lasciar perdere, altrimenti si rischia di incappare nuovamente in qualche "uomo della provvidenza".

Ci rimbocchiamo le maniche e andiamo a randellarli?

questo già sarebbe meglio.
pensa solamente a quanto dolore e sofferenza hanno causato questi esseri immondi e dimmi se non si meriterebbero un bel linciaggio.......

Oppure proviamo a girarci tutti dall'altra parte fregandocene di quella gente e provando a vivere senza di loro?

peccato che non puoi farlo, perché loro non vivono senza di te.
quindi li avrai sempre attaccati al collo come tante belle zecche.

Lo so è più facile andare a randellarli, peccato che poi ci ritroviamo punto e a capo.

no, se poi riesci a riorganizzare le cose in maniera diversa.....

castigo

Anonimo ha detto...

@Mario b.

@castigo
Anche molta gente che si da alla politica è degnissima come le persone cui fai riferimento tu.


strano allora che le amministrazioni di ogni ordine e grado siano nella merda più totale.....

Ma la stragrande maggioranza dei votanti mentre sa tutto di hertz, pixel, dolby 5.1 tanto da umiliare i poveri commessi delle grandi catene di vendita quando compra una tv, non sa nemmeno che faccia abbia il sindaco del suo paese, o gli assessori, o i consilieri comunali, figurarsi deputati e senatori che stanno a centinaia di chilometri di distanza.

quello che dici è tristemente vero.
ma fa parte del fatto che le persone vogliono farsi i loro affari e vivere la loro vita in serenità.
e, dopotutto, hanno votato, no??

La mia idea è che il tuo modo di vedere il rapporto governante/governato crea un alibi ovvero "non ci posso fare niente, è colpa di chi mi governa",

assolutamente no, crea la consapevolezza (oddio l'ho detto!!!) di essere presi per i fondelli, e dovrebbe (dovrebbe) dare la possibilità di prendere delle contromisure, per quanto possibile, e difendermi, se ci riesco.

figurarsi poi quando si viene a sapere che chi ci governa è un super cattivo egoista o peggio forse il rappresentante di una specie "aliena" che ha il compito di tenere la specie umana nell'ignoranza, ma quella vera!

beh, adesso non esageriamo, sennò si cade nel ridicolo....

Bene chi ci governa è cattivo, chi ci governa potrebbe addirittura non essere "umano".
Che si fa?
Aspettiamo il cavaliere senza macchia e senza paura?


è il senso di tutta la propaganda cinematografica usa, meglio lasciar perdere, altrimenti si rischia di incappare nuovamente in qualche "uomo della provvidenza".

Ci rimbocchiamo le maniche e andiamo a randellarli?

questo già sarebbe meglio.
pensa solamente a quanto dolore e sofferenza hanno causato questi esseri immondi e dimmi se non si meriterebbero un bel linciaggio.......

Oppure proviamo a girarci tutti dall'altra parte fregandocene di quella gente e provando a vivere senza di loro?

peccato che non puoi farlo, perché loro non vivono senza di te.
quindi li avrai sempre attaccati al collo come tante belle zecche.

Lo so è più facile andare a randellarli, peccato che poi ci ritroviamo punto e a capo.

no, se poi riesci a riorganizzare le cose in maniera diversa.....

castigo

Anonimo ha detto...

@Felice

aiuto!!

mi dice "url too large to process" e non riesco a rispondere a Mario b.

castigo

Anonimo ha detto...

LOL..... mi dava errore ma intanto pubblicava lo stesso!!

Felice fai un po' di pulizia please ;-)

castigo

Mario B. ha detto...

@castigo
Giusto per precisare, intendevo dire che da un lato la gente onesta e in gamba che si "offre" per governare non gode di ampia pubblicità, dall'altro l'elettore potenziale si disinteressa totalmente di chi si presenta a governarlo.
Ergo i "due non si incontreranno mai, ma per colpa dei "cattivi" perchè non offrono pari mezzi a tutti i contendenti (loro non sono autolesionisti) e per colpa del disinteresse di chi vota (questi invece sì sono autolesionisti) che è in grado di spendere ore di tempo per confrontare un modello da acquistare di tv o altro elettrodomestico o (visto il periodo) una piscina gonfiabile da giardino (NDMB a Padova le piscine a pagamento sono ormai un lusso da 12/16 euro a cranio tutto escluso).
Ma nemmeno dieci minuti per sapere chi per i prossimi cinque anni deciderà della sua vita a livello di quartiere comune provincia regione stato Unione Europea Onu ... alla faccia quante inutili bocche da sfamare!

ps io non posso dimostrare razionalmente che una razza aliena a noi antagonista opera dietro le quinte per tenerci nell'ignoranza, ma tu puoi dimostrare che non è così?

Mario B. ha detto...

fortuna che hiei è in "letargo" ...

Anonimo ha detto...

@Mario b.

Ma nemmeno dieci minuti per sapere chi per i prossimi cinque anni deciderà della sua vita a livello di quartiere comune provincia regione stato Unione Europea Onu ... alla faccia quante inutili bocche da sfamare!

ma ci pensano giornali e tiggì ad informare.
e prima di loro la scuola pubblica, che li indott... ops... istruisce così bene... ;-)

scherzi a parte, su questo devo darti ragione.
troppo poco tempo a scavare nei fatti che veramente contano.
ma non tutti hanno tempo, voglia e soprattutto la possibilità di informarsi.....

ps io non posso dimostrare razionalmente che una razza aliena a noi antagonista opera dietro le quinte per tenerci nell'ignoranza, ma tu puoi dimostrare che non è così?

non è che tutte le sere ti guardi "Essi Vivono", di J. Carpenter??

fortuna che hiei è in "letargo" ...

il tuo paragone, se tale voleva essere, mi onora.....

castigo

Anonimo ha detto...

x Arsan dal vecchio post
Gelli era amicone dei generali dei colpi di stato in sud america (forse non è sovvertire ordine democratico?)
Magari dirai che non ha colpe x fatti commessi da altri (ma condividerne la filosofia dittatoriale x me è una colpa, e magari appoggiarli finanziariamente ...)
Poi dici:
Ma c'è da dire che l'equilibrio incerto di forze nel nostro paese ci ha portato anche alcuni vantaggi tra i quali una certa libertà d'azione nello scacchiere internazionale, la possibilità di una certa indipendenza in campo energetico (ENi ENEL ecc), ed un minore assillo da parte delle multinazionali americane che ci ha permesso di sviluppare una piccola e media industria.
INFATTI MATTEI L' HAN FATTO FUORI...
cele

Anonimo ha detto...

Auto: mi diceva Ciro,mio collega fino alla settimana scorsa prima che mi rompessi una gamba fuori dal lavoro e con contratto che scadeva il 31 luglio ( che sfiga me lo avrebbero rinnovato di 2 settimane e magari poi di altre 2 e via cosi fino al 20 settembre, ce l'avrò la mutua? ), ma insomma diceva Ciro: ho lavorato in stabilimento dove demolivano auto nuove nuove , uscite da catena di montaggio... ???
E ste leggi contro l' alcool (giusto non bere ubriachi) ma da qui a confiscare le macchine, a milioni...
cele

Anonimo ha detto...

E dopo i dati sporchi delle immatricolazioni a KM zero arriveranno anche i dati sporchi delle Casse integrazioni a zero dipendenti (insomma sempre un problema di fregature, solo che questa sarà difficile metterla sotto il tappeto come fa la casalinga di VOghera) ... mi sa che lo scenario sarà un pò più incazzato del solito. caro Capretta anche questo mi sembra un dato che prima o poi si affloscerà come una gomma bucata. E allora saranno dolori . FEDRO 55 (p.s. sapessi quante ne sento, compreso certi imprenditori che con i risparmi della Cassa integrazione sono andati a comprarsi subito il Porsche nuovo, intestato alla finanziaria lussemburghese). qualche giorno soffocherò dai conati di vomito. ma tant'è siamo in Italia ..)