mercoledì 23 marzo 2011

Cause artificiali dei terremoti: HAARP, Giappone e la guerra meteorologica


Ed eccoci al quarto ed ultimo articolo sulle cause dei terremoti.

4. Cause artificiali dei terremoti: HAARP, Giappone e la guerra meteorologica


Abbiamo riservato al quarto articolo di questa serie l'ipotesi più controversa, ma non per questo non degna di nota.

Owning the Weather in 2025

"Owning the Weather in 2025", ovvero dominare il tempo atmosferico nel 2025. Questo è il titolo di un paper pubblicato il 17 Aprile del 1996 dal Dipartimento della Difesa USA volto a considerare tutte le possibilità di guerra meteorologica e l'impatto delle tecnologie di controllo climatico sulle attività belliche.

E questo è un antico sogno che si avvia a diventare realtà, dal momento che fin dalla guerra in Vietnam l'esercito USA ha avviato i primi goffi tentativi di aumentare le piogge per piegare la resistenza vietcong, peraltro con discreti risultati. Da quei primi incoragganti tentativi nacque poi tutto il filone del cloud seeding, tecnologia ormai collaudata di induzione di pioggia mediante la "semina" di ioduro d'argento nelle nuvole esistenti.

Altri tentativi, sempre in Vietnam, furono effettuati: seminare sale per disperdere la nebbia non funziono' particolarmente.

Pero' l'insalata degli orti nella campagne vietnamita era già bell'e' pronta per essere messa nella ciotola. 

Goffi e maldestri tentativi, che stanno alla tecnologia che trattiamo oggi come i fratelli Wright stanno a Star Trek. Pero'.... pero' questo dimostra che l'interesse dell'esercito per le modifiche climatiche è sempre stato molto alto ed ha già avuto modo di fare i primi tentativi fin dai tempi della guerra in Vietnam.

Torniamo al paper, in cui si legge:

nel 2025 le forze aerospaziali USA possono "controllare il tempo atmosferico" capitalizzando le tecnologie emergenti (era il 1996, quindi 15 anni fa... NDFC). Tali possibilità offrono al combattente utili strumenti per plasmare il campo di battaglia secondo modalità finora impossibili.

Le modifiche climatiche offrono al combattimento un'ampio insieme di possibili opzioni per sconfiggere un avversario: dal facilitare le operazioni alleate alla distruzione di quelle del nemico attraverso modifiche degli schemi naturali climatici su scala ridotta e su misura, fino al totale dominio delle comunicazioni globali e controllo dello spazio.

Sono necessari alcuni miglioramenti tecnologici in cinque aree principali per raggiungere il risultato: (1) tecniche avanzate di modeling non lineare , (2) potenza di calcolo ,  (3) raccolta e trasmissione di informazioni , (4) ampia disposinibilità di sensori e (5) tecniche di modifica climatica. Alcuni strumenti esistono già oggi e altri potranno essere sviluppati e migliorati in futuro.


HAARP in breve

1993. A Gakona, Alaska, le prime 48 antenne mandano il primo segnale. Sotto l'era Bush, le antenne operative diventano 180.

Le 180 antenne sono il cuore pulsante di HAARP, il progetto High Frequency Active Auroral Research Program (HAARP) , ufficilamente il programma di ricerca sulla ionosfera per individuare le potenzialità dello sviluppo di tecnologia radio e di sorveglianza che faccia uso della ionosfera stessa.

Ufficialmente.

Perchè da più parti si sostiene che in realtà l'installazione HAARP sia tecnologia "dual use", ovvero di utilità civile e militare, mentre altri sostengono che HAARP sia solo un paravento per progetti ben più avanzati di modifica climatica.


Di HAARP si è occupato anche il Parlamento russo, la Duma, nel 2002, giungendo ad un documento firmato da 188 deputati:  

Sotto il programma HAARP, gli Stati Uniti stanno creando nuove armi geofisiche integrali, che possono influenzare gli elementi naturali con onde radio ad alta frequenza.
Il significato di questo salto è comparabile al passaggio dall’arma bianca alle armi da fuoco, o dalle armi convenzionali a quelle nucleari.

Di HAARP si è fuggevolmente occupato anche il Parlamento Europeo. Il problema è stato portato in discussione, per poi cadere nel dimenticatoio con il passare del tempo.

E di HAARP si è occupato anche il GRIP (Groupe de recherche et d’information sur la paix et la sécurité), un istituto di ricerca creato a Bruxelles nel 1979. Questo il rapporto di 79 pagine (in francese).

Per quanto è dato sapere, HAARP funziona così:

Le 180 antenne sono in grado di lanciare onde elettromagnetiche in specifici punti del globo puntando l'irradiazione in aree specifiche della ionosfera.

Secondo alcuni, già questo è sufficiente: grazie all'attività elettromagnetica, la ionosfera reagisce rialzandosi a "bolla" e l'effetto si ripercuote sulla faglia sottostante, forzando un'area già instabile a liberare l'energia potenziale accumulata nei punti di pressione tellurica più forti.

Secondo altri, grazie all'effetto "specchio" della ionosfera, che è il principio grazie al quale si puo' sentire la radio anche se non vediamo in linea d'aria l'antenna trasmittente, le onde emesse "rimbalzano" sulla ionosfera e ricadono a terra quasi intatte.

Ed è lì che alcune onde a frequenza particolarmente bassa riescono a penetrare a fondo nel terreno ed a sollecitare le zone di instabilità, che di conseguenza liberano l'energia potenziale nelle zone di instabilità.

HAARP, grazie alla sua posizione strategica (prossima al polo nord) e all'estensione delle antenne, sarebbe in grado di inviare le sue onde elettromagnetiche molto lontano nel globo, se non in tutto il globo, per raggiungere l'obiettivo.



Una serie di brevetti di tecnologie usate da HAARP li trovate qui sotto:

- Brevetto USA 4686605 – Metodo ed apparato per modificare  una regione nell’atmosfera terrestra, nella ionosfera e/o magnetosfera – TESTO INTEGRALE

- Brevetto USA 4999637 – Creazione di nuvole artificiali ionizzate sopra la terra -TESTO INTEGRALE

- Brevetto USA 4712155 – Metodo ed apparato per creare una artificiale regione di plasma a riscaldamento elettronico ciclotronico – TESTO INTEGRALE

- Brevetto USA 5777476 – Tomografia globale terrena (CGT) usando una modulazione di electrojets ionosferici – TESTO INTEGRALE

- Richiesta di Brevetto USA 20070238252 – Accensione cosmica di particelle di pattern di plasma artificialmente ionizzato nell’atmosfera – TESTO INTEGRALE

- Brevetto USA 5068669 – Sistema di fascio di energia – TESTO INTEGRALE

- Brevetto USA 5041834 – Specchio ionosferico artificiale composto da uno strato di plasma che può venire inclinato – TESTO INTEGRALE


Altri articoli su HAARP li trovate qui.

Impianti simili esistono anche fuori dagli USA e si trovano in:
  • Norvegia: progetto europeo EISCAT (potenza 1000 MW ERP)
  • Porto Rico: Arecibo
  • Russia: progetto SURA, vicino a Nižni Novgorod (potenza 190 MW ERP)
  • oltre and un secondo impianto negli Stati Uniti: HIPAS, vicino a Fairbanks (Alaska)
L’impianto è costituito da un trasmettitore capace di trasmettere onde elettromagnetiche sulle onde corte da 2,8 a 10 MHz con una potenza di 960 kW.


Evoluzione dei terremoti di magnitudo superiore a 6 nel corso degli anni

Ecco due interessanti grafici che ci dimostrano l'aumento della numerosità e dell'intensità dei terremoti di grandi dimensioni negli ultimi anni. Sia chiaro, questo non dimostra che questi fenomeni possano essere di causa artificiale, ma l'analisi è molto, molto interessante.


grafico dei terremoti di magnitudo superiore al grado 6 anno per anno 




grafico tendenza media dei terremoti di magnitudo superiore al grado 6 anno per anno



Attività HAARP prima dei terremoti di magnitudo particolarmente elevata


Su questo sito è possibile monitorare in realtime l'attività di HAARP.

Fatto sta che qualcuno si è preso la briga di provare a confrontare i dati dell'attività anomala di HAARP con gli eventi sismici di magnitudo superiore a 6, ed ecco i risultati.






Non sempre pero' e' possibile leggere tutti i dati: in alcune occasioni alcune strisce bianche sono comparse a coprire i dati stessi. Non è chiaro se la sparizione dei dati sia stata intenzionale, per coprire attività anomala, o semplicemente per guasto tecnico. 

E c'e' anche chi ha provato a correlare i "buchi" nei dati forniti da HAARP con terremoti di magnitudo rilevante, come se la presunta censura volesse coprire comportamenti particolarmente "sospetti" e questo è il risultato:



Naturalmente poi sarebbe da verificare ogni quanto si verificano i famosi buchi nei dati di HAARP - se giornalmente o del tutto occasionalmente.

Non è stato possibile verificare questo dato.


L'uomo che prevede i terremoti (no, non è Bendandi)

Infine c'e' chi, con tanto di video caricati su youtube in anticipo, è riuscito a prevedere con successo i terremoti in Nuova Zelanda ed in Giappone con alcuni giorni di anticipo studiando i tracciati di HAARP, viste le anomalie originarie verificatesi qualche giorno prima del terremoto di Haiti.

Video 1, Nuova Zelanda, 4 giorni prima

Video 2, Giappone, 7 giorni prima




Video finale per i più inclini ai complotti






Ringraziamenti e approfondimenti


Scienzamarcia:  Terremoto in Giappone: un sisma artificiale? 
Scienzamarcia: Terremoto in Giappone, c'è chi lo aveva previsto studiando l'attività di HAARP
Roberto Quaglia: Siamo proprio sicuri che tutti questi terremoti siano di origine naturale?











Pro e Contro





PRO: effettivamente una persona è stata in grado di prevedere con successo i terremoti in Nuova Zelanda ed in Giappone, basandosi sull'analisi dell'attività di HAARP. Inoltre, che HAARP sia un apparato per la guerra meteorologica non è certo ma tutti gli indizi vanno in quella direzione: finanziato dai militari e dalla branca dei progetti ad alta tecnologia del Pentagono, possibile dual use militare e civile, esteso sotto l'epoca Bush, ammissioni parziali da parte di numerosi governi...  

Senza dimenticare le strane siccità in Russia, le alluvioni in Pakistan, i terremoti in Iran e così via. C'e' poi chi ha dimenticato i famosi black out di qualche anno fa, che colpirono misteriosamente in successione prima gli USA, poi Londra, poi l'europa continentale, poi Australia, Messico e molti altri paesi del mondo per poi sparire nel nulla così come erano comparsi, come se ci fosse una mano nascosta, armata ad onde elettromagnetiche lanciate a scompensare le grid elettriche di mezzo mondo.  

L'ipotesi nel complesso è suggestiva e, a logica, non si puo' affatto escludere che ci sia la mano dell'uomo dietro ad alcuni terremoti.


CONTRO: naturalmente non tutti i terremoti sono creati da HAARP. E non è ben chiara l'utilità di scatenare disastri in giro per il mondo. Senza contare che anche altri paesi si sono dotati di basi analoghe anche se di minore potenza. 

Se tutto questo fosse vero, dovrebbe essere chiaro che il mondo è in mano a pochi pazzi estremamente pericolosi e questo dovrebbe farci riflettere a lungo su chi siamo e cosa facciamo. 


Non è inoltre certo al 100% che HAARP sia effettivamente l'entità che emette quell'attività rilevata nel grafico: e se invece quelle onde anomale fossero soltanto rilevate da HAARP? 


In questo caso, le correlazioni di significative anomalie nello spettro pochi giorni prima dei terremoti sarebbero pur sempre significative, ma significherebbe che l'analisi delle cause andrebbe spostata altrove, verso cause esogene (e ragionevolmente naturali).




Tutti i post sulle cause dei terremoti 


  1. Cause naturali dei terremoti:  faglie e tettonica a placche - la teoria tradizionalista 
  2. Cause artificiali dei terremoti: esplosioni nucleari sotterranee e correlazione con i terremoti 
  3. Cause naturali dei terremoti: gravità, Bendandi e sistema solare
  4. Cause artificiali dei terremoti: HAARP, Giappone e la guerra meteorologica

A breve il post conclusivo.

saluti felici


Felice Capretta

31 commenti:

Sitoqualunque ha detto...

A proposito di coincidenze:

Marzo 2011: incedente in una centrale nucleare e bombardamento in Libia

Aprile 1986: incidente in una centrale nucleare e bombardamento in Libia.

Renèe ha detto...

Complimenti per la tua esposizione dei fatti che dimostra una mente aperta in varie direzioni :-)

MastroTux ha detto...

Il primo video che parla delle attività anomale di HAARP è interessante ma manca completamente della fase di analisi dei dati, qundi non può essere usato né come indizio, né come prova.

Nel video, infatti, sono mostrate solo le correlazioni positive tra attvità anomala e terremoti sopra il grado 5. Un'analisi rigorosa, volta a scovare le correlazioni, deve eseguire questi passi:

1) Enumerare tutti i periodi di attività anomala di HAARP;
2) Enumerare tutti i terremoti di grado superiore a 5;
3) Per ogni attività anomala, verificare se ci sono terremoti di grado sopra il 5 nei due giorni successivi, e quanti;
4) Per ogni coppia di giorni consecutivi, in cui si è verificato almeno un terremoto di grado superiore a 5, verificare se c'è stata un'attività anomala delle antenne.

In questo modo, si possono ottenere le seguenti probabilità:

1) Probabilità che ci sia un terremoto di grado superiore a 5, sapendo che HAARP ha avuto attività anomala;
2) Probabilità che HAARP abbia avuto attività anomala, sapendo che c'è stato un terremoto di grado superiore a 5.

Inoltre, contando i terremoti di grado superiore a 5 con il criterio delle coppie di giorni, si può scegliere un numero che faccia da soglia e calcolare:

1) Probabilità che il numero di grandi terremoti superi la soglia, sapendo che HAARP ha avuto attività anomala;
2) Probabilità che HAARP abbia avuto attività anomala, sapendo che il numero di grandi terremoti ha superato la soglia.

Con le prime due probabilità, si testano le performance di HAARP come predittore. Con la prima, si calcola la precision, cioè con che percentuale l'analisi dell'attività di HAARP indica che ci sarà un terremoto e poi questo terremoto avviene veramente; con la seconda, si calcola la recall, cioè la probabilità che un grande terremoto venga "predetto" dall'analisi dell'attività HAARP. (Se le definizioni non vi soddisfano, wikipedia in italiano ed in inglese saranno più precise e chiare di me :-) )

Queste due probabilità non bastano. Infatti, potrebbe verificarsi il caso improbabile ma sfortunato che i grandi terremoti coincidano accidentalmente con l'attività di HAARP. Del resto, stiamo facendoo statistica, non stiamo spiegando fenomeni in maniera qualitativa, quindi rischiamo sempre di incappare in fenomeni accidentalmente coincidenti. Le ultime due probabilità, allora, cercano di capire se HAARP è solo un rilevatore ad altissima precision (e magari scarsa recall), oppure è una causa di terremoti. In particolare, il terzo valore dice con che probabilità HAARP ha attività anomala e nei due giorni successivi i terremoti aumentano realmente rispetto al solito; il quarto valore, invece, dice che percentuale di sforamenti della soglia è associabile all'attività anomala di HAARP. Il primo valore è significativo a metà: se è alto, vuol dire che c'è "qualcosa di strano nell'aria" fa aumentare i terremoti, che potrebbe essere HAARP stesso o qualcos'altro, di orginie sia naturale che artificiale, e che, quando viene rilevato da HAARP, conduce con grande probabilità ad un terremoto. Il secondo valore, invece, indica qual è il contributo di questa "strana cosa nell'aria" all'aumento dell'attività tellurica.

(...)

MastroTux ha detto...

(...)

In ogni caso, come dice Felice Capretta, resterebbe da capire se la sorgente di queste stranezze è HAARP stesso, o se piuttosto le antenne di HAARP stanno rilevando le emissioni di una sorgente esterna, naturale o artificiale che sia. In pratica, quei test ci dicono se HAARP è un buon predittore, e se le sue predizioni coincidono con attività sismiche normali o con attività sismiche anomale. Nessuno di questi dati ci permette di dire se HAARP è anche LA CAUSA di tali attività. O meglio, se i risultati della seconda coppia di test sono bassi, possiamo essere sicuri che l'incidenza di HAARP sull'attività sismica terrestre è trascurabile.

Lo stesso discorso, chiaramente, andrebbe fatto per il problema dei "buchi" nel resoconto dei dati e anche per i fenomeni simili alle aurore (quest'ultimo è più difficile).

Il mio discorso sarà chiaro per chi ha in testa il concetto di probabilità condizionata. Chi non ce l'ha, farà un po' più fatica. Però, devo dire che mi sembra abbastanza intuitivo.
Chi ha voglia di fare queste analisi? :D

Felice Capretta ha detto...

BREAKING NEWS esplosione su un autobus a Gerusalemme, probabile kamikaze, primo attacco dentro israele da anni, nonostante le "controverse" misure di sicurezza (e siamo stati fin troppo buoni)

battuta ora dalle agenzie

saluti felici

felice

Felice Capretta ha detto...

portavoce dell'ambasciata israeliana a washington corregge: non sarebbe stato un kamikaze e non sarebbe esploso un autobus.

mah

Anonimo ha detto...

tasso buoni 10 anni irlanda supera il 10, prima volta. rischio portogallo.
okkio
Fra

Il Bagatto ha detto...

Forse si dovrebbe impostare questo ragionamento: noi non sappiamo ancora quasi nulla delle leggi che governano l’Universo. Poiché abbiamo abbandonato il cosiddetto irrazionale (leggi: dei e religioni) cerchiamo di dare delle risposte a questi misteri regredendo ancora di più nell’irrazionale (complotti, esseri misteriosi venuti da chissà dove). Forse dovremmo fare una scelta. O si ritorna ai miti e alla religione o si continua con il metodo cartesiano. Se si sceglie quest’ultimo, le EVIDENZE SCIENTIFICHE sono: Haarp lavora a 3,6 Megawatt illuminando un’area di 45 Km2 (dati sia ufficiali sia costatati dai vari cospirazionisti che si sono recati sul posto per controllare di persona). Pertanto l’attività è di 0,08 W/mq (inferiore ai limiti di legge in Italia che fissa tale livello a 0,1 W/mq). Haarp è un sistema di sorveglianza e rileva variazioni delle ionosfera. Il fatto che le forze armate non diano risposte esaurienti, fa parte (credo) del vecchio metodo del bluff: far credere all’avversario di avere in mano chissà quale risorsa. Riguardo l’aumento del numero e dell’intensità dei terremoti, i dati scientifici sono assolutamente concordi nell’affermare che non vi sono cambiamenti significativi. Ma qui si cade nella solita trappola: se non si vuole credere all’evidenza, è ovvio che si cade nella irrazionalità (nulla di negativo in questo termine, sia ben chiaro!). Allora chiedo: perché no spolverare i vecchi Libri Sapienzali, tipo l’Apocalisse di S.Giovanni? E non sto assolutamente scherzando.

Il Bagatto ha detto...

Mi permetto di aggiungere che sappiamo molto poco sullo spazio esterno. Lasciando perdere Niribu o simili ipotesi (comunque da studiare in qualche modo), negli ultimi tempi ci si è accorti (grazie alle nuove strumentazioni che ora possediamo) che intense energie arrivano dallo spazio profondo sino alla terra. Da dove e cosa le produca, non lo sappiamo. Ricordo di tenere sott’occhio l’attività del sole, che appare un pochino bizzarra in questo periodo. Inoltre gli Astrofisici attendono, in tempi relativamente brevi (su scala umana), l’esplosione di Betelgeuse (alfa Orionis) una delle stelle più luminose del cielo. E’ una supergigante rossa (mille volte il nostro Sole!) al termine della sua vita che collasserà in una supernova che illuminerà anche il nostro giorno e che produrrà una notevole quantità di radiazioni e particelle varie.

Anonimo ha detto...

i grafici di haarp che vediamo sono grafici in ricezione.
in trasmissione non ci e' dato sapere cosa, quando e quanto trasmette.
da dove arriva quell'energia che vediamo nei grafici non si sa perche' correlazioni ancora non sono state trovate.
potrebbe anche venire dalla terra stessa, anzi, l'unica cosa sicura al 100% e' che la rileviamo qui sul pianeta.
per sapere se arriva da fuori bisognerebbe misurarla prima che arrivasse sul pianeta e subito dopo sul pianeta, cosa che ancora non riusciamo a fare.
quindi, il fatto che non abbiano trovato fonti esterne potrebbe proprio voler dire che quella e' l'energia della terra durante le sue varie fasi di cambiamento.

indopama

Anonimo ha detto...

piu' in generale, non e' detto che siano le forze a generare il progetto della vita, di solito si pensa ad una cosa e poi la si realizza, non il contrario.

lo facciamo tutti i giorni, prima pensiamo, poi costruiamo cio' che ci serve per la realizzazione del progetto. pensiero-progetto-realizzazione.
questa la direzione e non realizzazione-progetto-pensiero. se nella nostra realta' quotidiana facciamo cosi' allora perche' anche tutto il resto non dovrebbe farlo?
perche' non conosciamo il pensiero di tutto il resto vuole forse dire che non esiste?
non siamo forse noi fatti della stessa materia di "tutto il resto"? non ci nutriamo forse di "tutto il resto"?

voglio dire, si puo' guardare la stessa cosa anche da un diverso punto di vista, non e' detto che il senso comune sia per forza quello giusto.

una volta si pensava che la terra fosse piatta, non l'avevano mai guardata con un satellite...

indopama
http://tinyurl.com/46lgay2

Anonimo ha detto...

il grafico haarp delle frequenze ultra-basse mostra una variazione a partire da 3 giorni prima del terremoto in giappone.
spingendo il tasto "next day" si avanza di un giorno ed e' interessante vedere cosa ha rilevato fino ad oggi.

http://tinyurl.com/6zhu74a

in maniera molto sommaria, alte frequenze sono generate da corde corte, le basse da corde lunghe.
le frequenze ultra-basse sono la vibrazione di un qualcosa di molto grande.

indopama

Anonimo ha detto...

... quindi segue oro, argento e petrolio ai massimi...
nella ue non mancano rischi di dissensi (nonostante le macroscopiche mancanze del geab su questo):
- irlanda e portogallo non accettano di salvare le banche a loro spese, secondo le richieste della bce (per nulla diverse dalle analoghe pretese che avanzano le banche negli usa)
- strutturale debolezza di spagna e portogallo che stanno per arrivare al momento della verità
- ansia di protagosmo della francia, in periodo elettorale;
- ansia di dissociazionismo della germania, anche questa orientata alle nuove tendenze elettorali, opposte a quelle in francia
- italia divisa su tutto internamente e su tutto verso i principali paesi ue. (rischio di isolazionismo simile a quello del 22-39 ?)

la crisi accentuata e prolungata indebolisce il sistema e il rischio che il primo alito di vento rovesci la baracca mi pare alto.
a questo punto mi sembra che l'europa si quella più esposta ad un rischio di cigno nero.
Resta da capire, se succede, come può evolvere la cosa.
purtroppo il geab sembra acciecato su tutto quello che riguarda la debolezza europea e non aiuta.
qualche idea?
Fra

Anonimo ha detto...

quel picco a 2.5 Hz che si vede prima e fino al giorno del terremoto potrebbe essere il "respiro" delle fasce di van allen lungo la direzione della loro circonferenza. la luce (e anche la variazione di campo magnetico) in un secondo compie infatti circa 2.5 giri.
quel picco a 2.5 Hz lo abbiamo infatti lungo la superficie del pianeta e non in direzione verticale.

Felice Capretta ha detto...

@ fra

mollare le cose inutili e concentrarsi sulle cose che davvero contano nella nostra vita.

non so, mi pare che il mondo si stia squagliando ad una velocità mai vista prima...


@ il bagatto

la misurazione dell'effettiva potenza di haarp è uno dei punti caldi del discorso. non ho trovato conferme relative a misurazioni fatte in loco sulla potenza effettiva.

ho trovato solo riferimenti al sito ufficiale che dichiara che la potenza è di 3.6 MW, che pero' vale tanto quanto la risposta alla domanda "oste, com'e' il vino?" (cit.)


ho letto invece che la base analoga EISCAT in norvegia ha potenza di 1GW ed è confermato dai grafici ufficiali, il che fa sembrare strano che HAARP si limiti a soli 3.6 MW.

per inciso, la base EISCAT ha raggiunto il picco di assorbimento di energia il giorno stesso della spirale norvegese, altro fenomeno molto strano attribuito a tecnologia esotica.

<a href="http://img9.imageshack.us/img9/3538/eiscat.jpg>grafico</a>

mancano dati storici sull'assorbimento quindi non siamo in grado di dire se il picco sia anomalo o meno, comunque registriamo la stranezza.

saluti felici

felice

Anonimo ha detto...

nellaq carta da gioco degli illuminati era previsto il terremoto.
http://www.tankerenemy.com/2011/03/la-carta-degli-illuminati-denominata.html

Anonimo ha detto...

Rubo un po' di spazio con una succinta analisi buttata giù di getto riguardo le possibili cause dell'aumento dei terremoti.

Ipotesi tettonica.
Sembra una spiegazione valida, e per lo meno lo era fino al secolo scorso, oggi da sola non rende conto dell'aumento dei terremoti.

Ipotesi bombarola.
Escluderei le bombe atomiche: non mi pare che ne stiano piantando in profondità a decine in fondo al mare (anche all'Aquila?) e comunque le esplosioni sarebbero rilevate ed avverrebbero PRIMA del successivo terremoto.

Ipotesi planetaria
Le forze gravitazionali dei pianeti allineati sono minime, corrispondono ad una accelerazione dell'ordine di 0,0000005 m/s^2 a fronte di quella lunare che mediamente è 0,000035 cioè 70 volte maggiore, e che sollecita ogni punto della Terra 2 volte ogni giorno: pare poco plausibile anche immaginando effetti farfalla giganti.

Ipotesi HAARP
Non si può escludere come fonte di innesco, non si deve infatti confrontare l'enegia di HAARP con quella di un sisma (molto maggiore), ci sono già le enormi forze tettoniche in precario equilibrio con la resistenza della roccia.
Un'onda di bassa frequenza potrebbe produrre oscillazioni nei cristalli delle rocce, tanto più se fosse intorno ai valori di risonanza, e variare la resistenza allo scorrimento lungo la direzione in cui il materiale è sollecitato dalle forze tangenziali.
Riguardo poi l'intensità della radiazione non è oggi fantascienza ipotizzare che riescano ad ottenere per interferenza un picco di energia in una zona ristretta.

Ultima ipotesi
Le cause, sempre di tipo elettromagnetico, potrebbero provenire da eventi cosmici e questo sarebbe ancora peggio perchè non potremmo neppure sperare che qualcuno prima o poi spenga quel maledetto generatore.

saluti:
guido (quello anonimo)

Anonimo ha detto...

ti ringrazio per aver dato un'occhiata ai due link che ti ho segnalato qualche giorno fa.

Ciccio

luigi ha detto...

Bagatto, la questione della potenza è controversa: parrebbe che da progetto siano 1,7gigawatt: qui trovi il link all'articolo http://www.roberto.info/2011/03/21/haarp-uguale-terremoti-bufala/
Qui c'è l'articolo di popular science citato nell'articolo sopra http://arcticcircle.uconn.edu/VirtualClassroom/HAARP/acf.html e le argomentazioni addotte a sostegno della plausibilità dell'informazione di popular science mi sembrano meritevoli di attenzione

AmosGitai ha detto...

O è vero o i Maya avevano ragione

Anonimo ha detto...

“Secondo alcuni, già questo è sufficiente: grazie all'attività elettromagnetica, la ionosfera reagisce rialzandosi a "bolla" e l'effetto si ripercuote sulla faglia sottostante, forzando un'area già instabile a liberare l'energia potenziale accumulata nei punti di pressione tellurica più forti. “
Mm..
Cosa si intende che la ionosfera reagisce a bolla?
Attivita` elettromagnetica la causa anche una televisione, in che senso la ioosfera dovrebbe reagire e che cosa si intende con questo?
Non e` chiaro

Avere un brevetto non prova molto, in quanto si possono brevettare anche cose che non servono a molto e ci sono in giro brevetti di cose piuttosto assurde:
http://3.bp.blogspot.com/_EUBY8GRGCdA/S7j7NYgvuLI/AAAAAAAAAI4/657vEEQNXqs/s1600/dog+screw.jpg

Riguardo alla frequenza dei terremoti, i dati nel link riportati non concordano con quelli del governo USA:
http://earthquake.usgs.gov/earthquakes/eqarchives/year/eqstats.php
Inoltre, tre dei cinque piu` grossi terremoti mai registrati non si sono verificati ultimamente, ma si sono verificati negli anni 50 e 60.
http://en.wikipedia.org/wiki/Lists_of_earthquakes#Largest_earthquakes_by_magnitude

Infine per avere la riprova provata del sistema HAARP, io proporrei di scrivere in chiaro su un qualunque sito dove e quando si verificheranno i prossimi terremoti in modo da poter poi dare conferma che il sistema funziona

Gigi

Anonimo ha detto...

@ FC
Quindi smetto di lavorare, vendo tutto e vado in vacanza?
... magari ai caraibi dove è già arrivata la nube radioattiva...
o qua dove sta arrivando... alla faccia di tutti quelli che per stare tranquilli si sono fatti l'orto...
la realtà ha anche questa volta volta superato ampiamente la fantasia.

pare sempre più difficile trovare il compromesso tra il vivere come se si dovesse morire domani e il pensare come se si dovesse vivere per sempre.
Fra

Anonimo ha detto...

portogallo saltato, come da programma.
anche in questo caso l'oro aveva ampiamente annunciato la imminente novità in arrivo.
ricordiamoci che la scaletta della serata prevede, adesso, in ordine di comparizione, spagna e italia.
noi siamo in lista verso maggio.
Fra

Felice Capretta ha detto...

@fra

beh se ti piace il tuo lavoro ed è una cosa importante per la tua vita puoi anche tenerlo e continuare :-)

per la nube radioattiva bisogna vedere quando e dove pioverà... la pioggia tirerà a terra la maggior parte dei radionuclidi come è capitato con chernobyl. Poi dipendera' dall'half-life dei radionuclidi stessi: mi pare che lo iodio131 dimezza in 14 giorni, il cs137 in un annetto e lo st90 più a lungo ma la maggior parte dovrebbe essere iodio131.

il punto è che in un mondo che si sfalda non c'e' nessun luogo sicuro se non dentro sè stessi :-)

saluti felici

felice

Anonimo ha detto...

meglio dentro se stessi E in un luogo sicuro?

per proteggersi dalle radiazioni:
http://www.washingtonsblog.com/2011/03/how-to-protect-yourself-from-radiation.html

Fra

VidiVici ha detto...

Se l'ipotesi fosse vera ci dovrebbe essere un grosso terremoto nell'arco dei prossimi 4/5 giorni!
Lo spettro delle emissioni HAARP infatti ha un "buco" intorno alle 11.00 di ieri (23/3/2011) del tutto simile a quelli rilevati in vicinanza di terremoti di potenza >= 7.

http://maestro.haarp.alaska.edu/data/spectrum2/www/hf.html

Stiamo a vedere ...

Anonimo ha detto...

infatti!
terremoto in Thailnadia e Birmania oggi, 25 Marzo...

http://www.mondonews24.com/attualita/terremoto-thailandia-e-birmania-oggi-25-marzo-2011/7507

VidiVici ha detto...

La cosa si fa davvero inquietante.
Una cosa sono le teorie ma in questo caso siamo vicini ad una dimostrazione pratica di questa teoria.
Il terremoto è avvenuto alle 14.24 ora italiana del 24/03 in Birmania ma quando ho scritto il mio commento alle 22.25 dello stesso giorno lo ignoravo. So che questo invalida la "prova" a meno che non ci si fidi della mia buona fede.
Tra l'atro anche la magnitudo corrisponde.
Spero davvero che sia una coincidenza. Da oggi in avanti darò spesso un occhio ai dati Haarp per vedere se si verificano altre coincidenze. Per due punti passa una e una sola retta...

Anonimo ha detto...

http://www.meteoweb.eu/2012/05/ufo-avvistato-a-ferrara-di-monte-baldo-in-provincia-di-verona-le-foto-e-il-racconto/135001/#chiudi_adv

Anonimo ha detto...

http://www.meteoweb.eu/2012/05/ufo-avvistato-a-ferrara-di-monte-baldo-in-provincia-di-verona-le-foto-e-il-racconto/135001/#chiudi_adv

Anonimo ha detto...

A proposito dei fenomeni visibili in cielo prima di una scossa di terremoto, così come ne parla uno dei filmati. Sarà un caso?

http://www.meteoweb.eu/2012/05/un-temporale-da-the-day-after-tomorrow-su-lodi-le-foto/135728/