martedì 11 maggio 2010

Tutti riuniti a zurigo - Fannie Mae in crisi di nuovo

BCE, FED, FMI riuniti a porte chiuse a Zurigo!

E inoltre: Fannie Mae in crisi per la terza volta!


Entusiasticamente gli allineatissimi media della 72esima nazione al mondo per libertà di stampa (l'Italia) applaudono con gioia al rimbalzo del gatto morto che hanno vissuto alcune borse ieri.

Già.

Forse sarebbe stato più utile dedicare un po' di spazio a due interessanti notizie apparse su swissinfo l'una e lanciata da ANSA l'altra, ma passate quasi in silenzio sulla maggior parte dei media italici, forse per non guastare la festa.


Megariunione banche centrali e banche private a porte chiuse a Zurigo

ZURIGO - Riunione a porte chiuse tra i vertici dei grandi istituti bancari centrali e rappresentanti della finanza oggi a Zurigo: sotto l'egida del Fondo monetario internazionale (FMI) e della Banca nazionale svizzera (BNS), la riunione è dominata dalla crisi greca e dagli insuccessi dell'euro che hanno necessitato misure eccezionali da parte dell'Unione europea e l'intervento delle banche centrali.

Alla riunione a porte chiuse presenziano:

  • il direttore del Fondo monetario internazionale (FMI) Dominique Strauss-Khan
  • il presidente della Banca centrale europea (Bce) Jean-Claude Trichet
  • il vicepresidente della Federal Reserve americana (Fed) Donald Kohn
  • il presidente del consiglio del Financial Stability Board (FSB) Mario Draghi
  • il CEO della Bundesbank Axel Weber
  • il presidente della direzione della BNS Philipp Hildebrand
Non sono carini tutti insieme (NFDC)? (cit.)

In un discorso distribuito alla stampa, Kohn ha avvertito sugli "squilibri mondiali" che hanno condotto a importanti vulnerabilità macroeconomiche e finanziarie e quindi all'emergenza della crisi finanziaria mondiale".

La riunione che si protrarrà per tutta la giornata è chiusa al pubblico: è accessibile solo a qualche giornalista scelto (che rilascerà dichiarazioni scelte, NDFC).

I partecipanti non hanno rilasciato dichiarazioni prima dell'inizio della riunione.

Questa si chiuderà con una conferenza stampa alle 18:30.

Chissà cosa si stanno raccontando.

la seconda...


Fannie Mae di nuovo in crisi

(ANSA) - NEW YORK, 10 MAG - Fannie Mae ha chiuso il primo trimestre con una perdita di 11,5 miliardi di dollari.

Ed ha annunciato che chiedera' al Tesoro ulteriori aiuti per 8,4 miliardi di dollari. Includendo anche gli 1,5 miliardi di dollari pagati in dividendi dal Tesoro, il rosso di Fannie Mae sale a 13,1 miliardi di dollari, a fronte di una perdita di 16,3 miliardi nello stesso periodo dell'anno precedente.

Dopo il primo salvataggio del settembre 2008, che non basto' ad evitare il Grande Crollo salutato con la fine di Lehman Brothers una settimana dopo,

e dopo il secondo salvataggio del novembre 2009, che ha rimandato l'inevitabile,

siamo ora al terzo salvataggio, che forse rimanderà ancora più in là l'inevitabile, continuando ad assorbire e bruciare altro denaro pubblico, che genera altro debito, che manda ulteriormente in malora una nazione troppo indebitata per andare avanti.

Fino a quando la Fed comprerà altro debito e pomperà altri dollari creati dal nulla.

Fino a quando.........

Fino a quando.....

Ma ora, chi paga?

in caso di ripubblicazione si prega di citare sempre la fonte: informazione scorretta ed il link originale http://informazionescorretta.blogspot.com/2010/05/tutti-riuniti-zurigo-fannie-mae-in.html

Saluti felici

Felice Capretta

22 commenti:

vigna ha detto...

Ci siamo accorti che il Champagna non è arrivato a tutti. Io mi ero messo in fila per festeggiare il "trionfo" di ieri, ma sono arrivato troppo tardi alla festa e oggi, anzichè "trionfo" ..... tonfo.
E va Tu a capire sti grandi esperti economisti. Ma forse, quelli riunitisi a Zurigo avranno sicuramente una marcia in più (si, quella della Marci(a)gallia) e ci condurranno fuori dal pantano in cui il Tricketto di turno ci ha condotti.
Peggio di così....., peccato che al peggio non c'è fine.
vigna

Goodlights ha detto...

che dite, cantano tutti insieme la famosa canzoncina?

"noi siamo i puffi blu, puffiamo suppergiù due mele o poco più"
:-)))

mi sento il passeggero dell'ultimo vagone di un treno che deraglia.
tutto è già andato a putt...ma io ancora sorseggio il mio caffè perchè il disastro non mi ha ancora toccato.

in bocca al lupo a tutti!
sara

Anonimo ha detto...

fino a quando?!?
finche' dura...
che facciamo?!? ci diamo prima le risposte e poi ci facciamo le domande?!?hahahahah
sempre complimenti al blog
firmato
de amicis

Anonimo ha detto...

un saluto a tutti.
complimenti a felice per gli aggiornamenti.
beh, la festa delle borse sembra finita.
la riunione che si tiene a zurigo, non è certamente fatta dai politici e per i politici.
ci sono i responsabili dei padroni del denaro.
stiamo arrivando al capolinea.i padroni del denaro
potranno dire che hanno usato tutti i mezzi per aiutare l' economia.
ma il mercato, e tantomeno i politici sono stati capaci , per cui è inevitabile un intervento diretto.
ci saranno nuove regole e nuove condizioni.
questa è la realtà a cui che andremo incontro.
il resto è secondario, sarà tutta scena.

diciamo che non abbiamo certo un futuro sereno.
.. però , possiamo ,insieme, creare condizioni migliori e diverse .
questi personaggi, hanno tutto, ma vogliono avere tutti e tutto sotto controllo.
non vogliono avere spiriti liberi.
vogliono solo esseri consezienti.
alla pari dei ruffiani e lacchè che vivono e ruotano nella politica e nei grandi gruppi.
hanno paura di perdere il controllo delle masse, cosi come noi abbiamo paura per la mancanza d'aria.
siamo spettatori ed attori di un gran cambiamento.
è una gran bella esperienza.
franco

Anonimo ha detto...

Si può capire che "Sono troppo grossi per -farli- fallire" ma se Fannie Mae è in un vortice da cui uscire è quasi impossibile , come altri, a sto punto sarebbe quasi meglio far piazza pulita .
Non so a quanto ammonterebbero le perdite di crediti legati a queste banche, di natura prettamente commerciale, ma i piani di salvataggio sono così ampi che già ad occhio non sarebbe poi così diverso...

Anonimo ha detto...

"Entusiasticamente gli allineatissimi media della 72esima nazione al mondo per libertà di stampa (l'Italia) applaudono con gioia al rimbalzo del gatto morto che hanno vissuto alcune borse ieri"

italia 72esima secondo Freedom House? se si, leggettivi questo http://www.paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=107 and free your mind.


Exarchia

Anonimo ha detto...

ma la BIS di basilea .. " la camera di compensazione " ...il buco nero del banksterismo non c' era alla riunione ?

Mi sa caro felice che le informazioni relative a questa riunione siano completamente taroccate " as usual" . Ci hanno nominate le solite "teste di legno" pubbliche ma i nomi dei " masters" , quelli da cui questi servi sono andati a prendere ordini non ce li dicono mai .
ws

Anonimo ha detto...

Pensa che bello se proprio sopra a quel palazzo dove tutte quelle "brave persone" si stanno riunendo a porte chiuse cascasse un bel meteorite e facesse esplodere tutto!!!!
Ahhhh...che goduria che sarebbe!!!
Purtroppo però i sogni non si avverano mai, non questi almeno, però non si sa mai, incrociamo le dita!!!

Anonimo ha detto...

http://www.ilsole24ore.com/art/SoleOnLine4/Finanza%20e%20Mercati/2010/05/euro-tassi_cambio-dollaro-Ue-maxi_piano.shtml?uuid=dfc99a08-5cfd-11df-b24f-699357bc3d2e&DocRulesView=Libero

"Perchè l'euro resta debole?
«Resta lo scetticismo di fondo - risponde Roberto Mialich, responsabile valutario di UniCredit -. Ieri sul mercato azionario si è avuta una grande reazione emotiva, che è peraltro partita da quotazioni eccessivamente sottovalutate; sul fronte obbligazionario, invece, la spinta è arrivata dalla decisione della Bce di acquistare debito statale e farsi, quindi, garante di ultima istanza. Rispetto alle valute, invece, non c'è stato alcun key-driver e l'euro è rimasto debole»."

Felice Capretta ha detto...

@ exarchia

Si, avevo letto di freedom house, e fa riflettere.

comunque non ci vuole freedom house per vedere e percepire che in italia c'è un appiattimento totale, degno dei nani da giardino, dell'informazione mainstream.

Se ognuno di noi scrivesse quello che scrive qui su qualunque (o quasi) testata giornalistica italiana non supererebbe il periodo di prova...

Saluti felici

Felice

Ps: qualcuno ha già trovato news sull'allegro consesso riunitosi a zurigo? Dovrebbe essere già terminata ma non ho trovato ancora il comunicato finale...

Mario B. ha detto...

tanto per sdrammatizzare
Padova: diversi sputi e una vistosa rigatura fatta con una chiave alla fiancata di un furgoncino della polizia municipale di Padova, peccato che dentro ci fosse un agente ...

Mario B. ha detto...

... Roberto Mialich, responsabile valutario di Unoscatolonevuoto;
chissà come valuta l'azienda per la quale lavora ...

ps non è una critica all'amico anonimo.

Anonimo ha detto...

rimango molto perplesso. ma secondo voi se fallisce il sistema, cosa ci attende?

secondo me non cambierà in senso positivo per la massa...i ricchi saranno sempre piu ricchi e comanderanno sempre di piu...

considerato anche il fatto che in questo blog ciascuno è giustamente portatore di un idea diversa da quella del vicino...ma si sa la complessità della società porta all'anarchia....cosi se si dovesse mettere daccordo tutte le teste che parlano di economia,iniziando da qui...saremmo nel piu completo caos ...

vuoi o non vuoi da sempre il sistema sociale ci è stato imposto dall'alto...l'unica cosa che ci è concessa è cambiare i "finti" governanti...

iacop

Anonimo ha detto...

http://www.romandie.com/infos/news/201005111924050AWPCH.asp

BNS / Hildebrand: nessun cambiamento nella politica dei cambi

Anonimo ha detto...

sono proprio curioso di leggere il geab di questo mese...

Anonimo ha detto...

"Non sono carini tutti insieme (NFDC)? (cit.)"

dio quanto mi manca......

P.S.
ma la freedom house non è quell'agenzia di "rating" della "libertà di stampa" controllata dai servizi usa??
molto attendibile.....
da wikipedia (anche se non è il massimo, facciamocela bastare):
Freedom House è un istituto di ricerca, finanziato prevalentemente con fondi governativi, situato a Washington, D.C..

qui invece qualcosa di illuminante:

http://sitoaurora.splinder.com/post/21164506/Mani+Pulite+International

Anonimo ha detto...

@ Felice Capretta

concordo.

Exarchia

Felice Capretta ha detto...

@anonimo 12.03

chissà dov'e' ora.

me lo vedo con una tazza di the su qualche montagna cinese, in compagnia di 6 saggi, che osserva il mondo andare a rotoli, con un gatto ed un mezzo sorriso ed una particolare attenzione ad una certa striscia di terra...

certo che pero' poteva lasciare i post sul blog (mavaff).

un minuto di silenzio caprino.

saluti felici

Felice

Anonimo ha detto...

sto per mettere le mani sul backup completo del sito :-D

Infettato ha detto...

@Felice
Se ognuno di noi scrivesse quello che scrive qui su qualunque (o quasi) testata giornalistica italiana non supererebbe il periodo di prova...

Ho fatto la prova con i commenti, devo dire che la maggior parte me li hanno passati, prevalentemente ho scritto sul quotidiano degli industriali, il sole24ore.

Ho anche constatato che non ero il solo a vederla in un certo modo.

Anonimo ha detto...

Che problema c'è? Mancano i soldi? Si stampa si stampaaaaa! Che saranno mai 8 miliardi di dollari? 1 ora di lavoro alla stampatrice? Anzi facciamo 10 e non se ne parli più ...

ginko ha detto...

tranquilli ragazzi,il nuovo e' pronto a manifestarsi,voi non potete vedere il dietro le quinte.Un nuovo paradigma,la nuova era sta arrivando,pensate positivo e solo acio' che desiderate veramente per il vostro futuro e lo manifesterete.