martedì 18 maggio 2010

Merkel e l'opzione nucleare

In caso di ripubblicazione si prega di citare sempre la fonte: informazione scorretta ed il link originale http://informazionescorretta.blogspot.com/2010/05/merkel-e-lopzione-nucleare.html

Prima o poi doveva succedere.

Mentre l'euro è ormai in caduta libera sul dollaro (qui il grafico a tre mesi di EURUSD mentre scriviamo - vale più di mille parole caprine),




hanno avuto conferma in serata le voci già anticipate dal blog "il grande bluff" e riprese dal sempre vigile mercatoliberonews riguardo la coraggiosa (o disperata) scelta politica tedesca.


Germania, stop alla speculazione

Da reuters:

Il governo tedesco vieterà temporaneamente le vendite allo scoperto sui titoli delle dieci principali istituzioni finanziarie tedesche, a partire dalla mezzanotte di martedì e fino al 31 Marzo 2011 (temporaneamente, oh! qual eufemismo caprino doc, NDFC).

Lo ha annunciato un portavoce del ministro delle Finanze tedesco Wolfgang Schaeuble, aggiungendo che il divieto riguarderà anche i bond governativi in euro e i credit default swap loro legati.

«Il divieto avrà effetto da mezzanotte», ha detto il portavoce, confermando quanto anticipato da un fonte della coalizione qualche minuto prima.

Si conclude qui il lancio di agenzia.


L'opzione nucleare

Perchè questa scelta equivale all'opzione nucleare?

Perchè di fatto mette fuorilegge gli attacchi speculativi portati dall'estero al centro nevralgico dell'economia tedesca. E' un calcione nel didietro alla speculazione soprattutto angloamericana, che non potrà più speculare al ribasso sulle grandi banche tedesche e sui titoli di stato dell'eurozona e sui CDS dell'eurozona.

In Germania.

Cio' che è più rilevante è che questa mossa mette fine, improvvisamente e con un colpo di firma, alla politica delle belle maniere e del tutto va bene.

Soprattutto, mette la parola fine alla tutela del potere sovranazionale e globale della finanza speculativa sulla pelle dei tedesch... pardon, delle prime 10 istituzioni economiche tedesche.

Vedremo come reagiranno i fondi speculativi.

Forse è un atto coraggioso.

O forse, davanti all'euro che crolla e all'Unione Monetaria Europea che sta per essere consegnata ai libri di storia, è una disperata mossa tedesca per proteggere il suo interesse tutto tedesco al salvataggio della moneta unica.

Trattasi di strategia dell'"ognun per sè" , che, come è noto, precede la successiva strategia del "si salvi chi puo'", o della dissezione geopolitica globale .

Da Bruxelles, per ora, nessun commento.

Germania ognun per sè, Deutschland Uber Alles.


Italiani, eterni secondi

Reuters conclude con le due seguenti laconiche righe:

Per quanto riguarda l’Italia, fonti vicine alla Consob escludono che al momento ci possa essere una decisione analoga.


Dai noi al massimo Calderoli propone di abbassare lo stipendio dei parlamentari di 250 euro al mese (abbiamo fatto i conti giusti su 5000 euro di stipendio netto base dei deputati, esclusi portaborse, rimborso gruppo parlamentare, etc?)

Italiani, eterni secondi.


In caso di ripubblicazione si prega di citare sempre la fonte: informazione scorretta ed il link originale http://informazionescorretta.blogspot.com/2010/05/merkel-e-lopzione-nucleare.html


Saluti felici

Felice Capretta

109 commenti:

Anonimo ha detto...

31 marzo 2011 ?
tra 10 MESI ?
a me sembra una presa per il kulo ... e datosi che la merkel e' un burattino dei servizi americani significa solo che E' CERTO che per quella data sara' gia' tutto finito .
cioe' NOI saremo gia' TUTTI finiti
ws

Anonimo ha detto...

stanotte a phoenix stanno per finalizzare un contratto segretissimo...
si parla di una fusione di 10 trilioni di dollari US roba da fare tirare un sospiro di sollievo alle finanze americane
sta per essere firmato

si cerca di stabilizzare l'inflazione e lo squilibrio dei cambi di tassi tra usa e euro

nostradamus II

idea3online ha detto...

Ottima mossa,

Allacciate le cinture perchè il gioco degli scacchi nella grande scacchiera Mondo è iniziata. Gli Stati Uniti sono sotto disciplina dalla Potenza Cinese, Russa, Brasile, Turchia, Parte dell'Europa, adesso si accoda il motore Tedesco. I Germani che causarono il crollo dell'Impero Romano d'Occidente ancora una volta hanno mostrato i denti all'Impero Romano d'Occidente rappresentato dagli Anglo Americani. La storia si ripete sempre....

blackskull ha detto...

Noi contro i grandi fondi americani?
Ma non fateci ridere.
Noi saremo spremuti come limoni dai nostri politici, tutti inclusi, quelli che adesso vogliono incrociare i dati catastali e fiscali, per colpire gli evasori.
In realtà, i primi evasori fiscali sono quelli che siedono sugli scranni parlamentari: come fanno a controllare se stessi?
Intanto sorbitevi Vespa e l'amico Mannheimer, che inchiappettano i dipendenti pubblici che si bevono le "rassicuranti" parole di 3morti.
La Merkel non ha nessuna intenzione di perdere elettori e la pax sociale crucca.
Oggi è ufficialmente iniziata la terza guerra mondiale.

ciao
B.S.

Anonimo ha detto...

Credo che non sia farina del sacco della Merkel e non sia una mossa legata all'eventuale tenuta di una qualche sorta di maggioranza... anzi, forse si cominciano a delineare le basi per una debacle del turbocapitalismo neoliberista... staremo a vedere.
Markus

Anonimo ha detto...

non diamo nomi a casaccio, la "nuclear option" si identifica con il "quantitative easing" quindi con la stampa (virtuale) di moneta elettronica effettuata dalle banche centrali per riacquistare titoli che non vengono più assorbiti dal mercato.

Arsan

Anonimo ha detto...

Vietare la vendita allo scoperto è dannoso e prelude a shock di borsa
http://globaleconomicanalysis.blogspot.com/2010/02/short-selling-restrictions-great.html

La vendita allo scoperto è solo l'effetto, la causa è un mercato che è sopravvalutato rispetto alla situazione reale. Anche in questo caso si vuole curare il male con l'antidolorifico. Alla fine il paziente muore.

Fra

maudit ha detto...

Mi dispiace ma non è così per quanto riguarda l'opzione "nucleare" come tu la chiami... lo short è stato vietato *solo* al parco buoi e non agli hedge funds... oltretutto quì si dava prima la colpa del crollo dell'euro agli speculatori americani, poi alla germania ma.. qualcuno si è mai chiesto chi ne guadagnerebbe con un euro forte? L'europa non esporterebbe con conseguente collasso economico e gli Usa si ritroverebbero con un'immensa massa monetaria abbandonata da tutti che vale carta straccia (iperinflazione all'ennesima potenza) con grossissime difficoltà a collocare TBonds sui mercati.... quindi quello che mi chiedo è: "e se invece il crollo dell'euro non fosse altro che il risultato della cosa più ovvia, e cioè una decisione presa a tavolino? :)

Anonimo ha detto...

"Il piacere catastematico è invece durevole, e consta della capacità di sapersi accontentare della propria vita, di godersi ogni momento come se fosse l'ultimo, senza preoccupazioni per l'avvenire. La condotta, quindi, deve essere improntata verso una grande moderazione: meno si possiede, meno si teme di perdere."
http://it.wikipedia.org/wiki/Epicuro
Fra

Felice Capretta ha detto...

@ arsan, maudit

In tre abbiamo tre idee di opzione nucleare :-)

Maudit concordo sull'idea che le manovre in zona euro dovrebbero essere viste nella cornice più ampia del dollaro e della posizione debitoria usa.

Anche se dobbiamo ricordare che questi sono come un branco di cani rabbiosi. Butta una bistecca in mezzo ad un branco di cani rabbiosi, puoi dire da che parte andrà la bistecca?

Ogni cane può avere una strategia, ma il branco in sè non ha una sua strategia. E la bistecca va dove la tirano di più i più forti e i più determinati..

(Forse i più dotti preferiranno un riferimento al dilemma del prigioniero ed ai giochi non-collaborativi ;-)

Saluti felici

Felice

Anonimo ha detto...

Oggi la Sec, la Consob Usa, proporra' sei mesi di prova per l'introduzione dei cosiddetti 'interruttori automatici' delle Borse, meccanismi che rallenteranno automaticamente le contrattazioni sui mercati azionari quando i listini vanno a picco, come e' successo a Wall Street nel 'giovedi' nero' del 6 maggio scorso. Lo rivelano fonti vicine alla Sec, secondo cui questi meccanismi 'circuit breakers', diventeranno operativi dal 14 giugno. .

maudit ha detto...

ah.. che cavolata gli "interruttori automatici"... così si toglie tutto il divertimento.... ihihih

Anonimo ha detto...

SPENGO IL GIOCATTOLO O LO ROPMPO QUANDO NON FA QUELLO CHE VOGLIO IO. MIO FIGLIO A TRE ANNI HA GIA' IMPARATO A NON FARLO PIU'.

Anonimo ha detto...

ho una domanda da fare...

ho dei soldi in banca non so se estinguere il mutuo con l'intera somma oppure investirli in oro o altro?

il mio tasso d'interesse è bassissimo ma è varabiale...cosa faccio per favore un consiglio.

ciro

Anonimo ha detto...

io ho notato che nel panorama mondiale non c'è NESSUNO che spieghi alle masse sta succedendo e cosa potrebbe accadere nel breve termine.
un politico,un banchiere o qualcuno che ricopre una posizione di potere che ,mandati affanculo i "colleghi" si schieri dalla parte dei merdosi cittadini e spifferi la verità.


io per capirci qualcosa mi devo rivolgere a blog come questi ( grazie Felice :-) )..ma tutti gli altri?? che idea si son fatti?
a volte provo a spiegare ad amici e parenti come la penso e cosa ho capito ma...mi si da del complottista, mi si dice che sto troppo su internet etc etc
che abbiano ragione loro?

A

ilnegro ha detto...

Questo della germania è un primo significativo passo verso una regolamentazione dei mercati che a questo punto diveta veramente improcrastinabile.
Non che questo, a mio parere, possa fermare una crisi che è ben più profonda della speculazione, resta però il fatto che tutto quello che avviene sui mercati non ha alcun senso.
Io sarei ovviamente molto ma molto più drastico, ma credo che verranno fatte un passo alla volta molte limitazioni.
La crisi poi è di ben altro tipo, riguarda l'assurda illusione liberista/capitalista che la ricchezza si possa "produrre".
Per molti anni ci si è illusi di produrla "estraendo" ricchezza dalla povertà.
Questo ha generato ovviamente entropia, se impoverisco 100 poveri per arricchiere un ricco ovviamente il ricco non è più ricco tanto quanto sono più poveri i poveri, una parte, nel processo di "estrazione" va persa.
Un sistema che preveda una pianificazione a medio-lungo termine di tipo socialista/cooperativo, chiamatelo come volete, che generi un'equa distribuzione della ricchezza esistente non è un sistema alternativo a quello liberista capitalista è l'unico possibile.
Un sistema si può distinguere da un altro per come distribuisce la ricchezza, come pianifica la produzione, etc. etc. ma non sul tipo di sistema, per stare in piedi deve essere pianificato e mirare alla più equa distribuzione senza l'illusione assurda di creare ricchezza dal nulla.
Questa assurda illusione dei mercati, del capitalismo, etc. sta finendo, finalmente direi io.

kilkenny1975 ha detto...

Mi chiedo se dopo questa mossa, anche i Tedeschi entreranno a far parte della lista degli "stati canaglia".

Questa volta sarà un po difficile però per gli Americani dimostrare che i Tedeschi appoggino il "terrorismo" internazionale...

Un saluto dal redivivo kill

Anonimo ha detto...

signori...ripropongo la domanda...è un problema pratico non teorico, risottolineo reale:

ho dei soldi in banca non so se estinguere il mutuo con l'intera somma oppure investirli in oro o altro?

il mio tasso d'interesse è bassissimo ma è varabiale...cosa faccio per favore un consiglio.

ciro

ilnegro ha detto...

Se ci pensate quello che vuole introdurre la SEC non è altro che quello che avviene sulla maggior parte dei forum/chat.
Esistono vari sistemi per impedire che nascano dei flames.
Non si capisce come mai nella gestione dei mercati ci stiano pensando solo ora.
Oppure strumenti di controllo che impediscano di utilizzare programmi automatici per generare post (lo fa ad esempio anche questo sito) etc.
Ma io andrei molto oltre.
Il fatto che non si dovrebbe poter vendere allo scoperto mi sembra una cosa assolutamente ovvia.
Io introdurrei anche dei paletti temporali.
Hai comprato una obbligazione con cedola semestrale ? te la devi tenere almeno fino al prossimo stacco cedola.
Hai comprato un'azione ?
La devi tenere almeno fino al prossimo dividendo.
E via discorrendo.
Oppure mi devi pagare una forte penale.
Non capisco perchè simili regolamentazione esistono in tutti gli ambiti ma sui mercati regolamentati non esistono regole.
Ad esempio se io compro una casa pago un'iva agevolata ma me la devo tenere per 5 anni (!!!) se la vendo prima devo pagare una forte penale in termini di IVA perchè il legislatore ritiene che sto SPECULANDO !!!
Perchè regole simili non esistono sui mercati azionari e obbligazionari ?

Anonimo ha detto...

"ho dei soldi in banca non so se estinguere il mutuo con l'intera somma oppure investirli in oro o altro?"

si fa male a consigliare... se ti resta un po' di liquidità estinguerei il mutuo.. in ogni caso non lo lascerei variabile.

Francesco ha detto...

@ A

anche a me capita un po' la stessa cosa A.
E' da tempo che mi sembra di aver capito cosa incredibili ma quando provo solo a spifferare in famiglia cosa penso stia veramente per accadere mi prendono per pazzo...
le ho capite non solo leggendo profezie su molteplici fronti ma soprattutto informandomi notizie alla mano...
è triste che la maggior parte delle persone non sia in grado di mettere a sistema le cose che stanno avvenendo... non occorrerebbe un grande sforzo... solo una minima voglia di tenersi informati, di consultare molteplici fonti... (e perchè no,... anche un po' la voglia di andare a verificare se alcune delle profezie fatte, in passato, hanno già trovato un riscontro)...
io caro A. mi sento nella tua situazione...
consapevole che qualcosa di molto grande sta per accadere!...

Anonimo ha detto...

Oddio qua si parte da persone anti-anglofone, anti-sioniste e post-comuniste che credono nei segreti della Chiesa e nelle varie profezie.
Il mondo è davvero cambiato, anche se solo a proprio comodo.

fabio ha detto...

http://www.repubblica.it/ultimora/economia/BCE-NESSUNA-OFFERTA-AD-ASTA-SETTIMANALE-IN-DOLLARI/news-dettaglio/3781189

Cosa significa?

Francesco ha detto...

@ 19 maggio 2010 03.06

certo che credo in tutto ciò che è Chiesa ed appartiene alla Chiesa... perchè no... non posso mica rinnegare me stesso!
...riguardo a molte profezie poi... beh... non sono ancora state riconosciute dalla Chiesa ma ciò non toglie che meritino attenzione...

e poi ti preciso che io non sono ne anti-anglofono, ne anti-sionista ne post-comunista... magari altri... io no...

Anonimo ha detto...

http://lagrandecrisi2009.blogspot.com/2010/05/mamma-mia.html

ore 12.42
I GOSSIP-MASS-MEDIA italiani stanno sbattendo in prima pagina I FATTI DI POLITICA ESTERA....
E' un sistema vecchio come il mondo per SVIARE L'ATTENZIONE DELL'OPINIONE PUBBLICA...
Si parla dei casini in Thailandia o dei due Alpini uccisi in Afghanistan (che svolgevano un lavoro un filino più pericoloso della media...)
e si mettono in secondo piano FATTI CHE POSSONO CAMBIARE LA VITA DI NOI TUTTI..... solo lo scudo della Bce si frappone tra la moneta unica ed una catastrofe di proporzioni bibliche....
Poi non ci dobbiamo soprendere se per tranquillizzare ed anestetizzare all'infinito l'Opinione Pubblica...un giorno quella stessa Opinione Pubblica si RI-sveglia NEL PANICO TOTALE facendo molti più danni tutti insieme di quanti la DISSIMULAZIONE AD ARTE volesse evitare....

Anonimo ha detto...

Armata Brancaleone
http://economiaincrisi.blogspot.com/2010/05/larmata-brancaleone.html

Francesco ha detto...

http://www.corriere.it/politica/10_maggio_19/berlusconi-federalismo-lotta-evasione_485e47ce-6336-11df-8b63-00144f02aabe.shtml

ahahahah!!!...
...travolti dalla realtà...
è il caso di dirlo...

o dico da apolitico... decisamente... non saprei proprio con chi schierarmi oggi... e no

Francesco ha detto...

http://www.corriere.it/notizie-ultima-ora/Politica/Berlusconi-crisi-non-eccessivo-pessimismo/19-05-2010/1-A_000105510.shtml

è pazzo...

Anonimo ha detto...

Nel caso te la perdessi ... visto l'atmosfera ...
Sulla saga Lo strano caso polacco ...

Guarda guarda ... una festa in cabina !!!!

fonte: http://www.asca.it/news-RUSSIA__DISASTRO_AEREO_KACZYNSKI__C_ERANO_ESTRANEI_IN_CABINA-917516-BRK-.html


19-05-10
RUSSIA: DISASTRO AEREO KACZYNSKI, C'ERANO ESTRANEI IN CABINA

(ASCA-AFP) - Mosca, 19 mag - Nella cabina di pilotaggio dell'aereo del presidente polacco Lech Kaczynski che si e' schiantato lo scorso 10 aprile c'erano delle altre persone.

Lo ha annunciato oggi il comitato di aviazione interstatale, incaricato di svolgere le inchieste sugli incidenti aerei, spiegando che a causare l'incidente sono stati fattori umani e metereologici.

''E' stato stabilito che nella cabina di pilotaggio c'erano delle persone che non facevano parte dell'equipaggio'', ha dichiarato il capo del comitato, Tatiana Anodina, nel corso di una conferenza stampa.

''Una delle due voci e' stata identificata, l'altra, o le altre, devono ancora essere identificate per parte polacca'', ha aggiunto.

Mentre l'agenzia di stampa Pap, citando una fonte vicina alle indagini, riferisce che una delle due voci indentificate appartiene al capo di stato maggiore dell'aeronautica Andrzej Blasik.

Edmund Klich, il responsabile polacco delle indagini, per parte sua ha dichiarato di non ritenere possibile che la presenza in cabina di persone esterne all'equipaggio sia all'origine dello schianto. ''Questa cosa e' accaduta circa 16, 20 minuti prima dell'impatto con il suolo. Non penso che questo abbia influenzato in maniera decisiva il corso degli avvenimenti, ma si tratta di una mia opinione personale e tutte le circostanze saranno chiarite alla fine dell'inchiesta'', ha detto Klich.

''La Commissione ha chiaramente stabilito che a bordo non vi e' stato nessun attacco, nessuna esplosione, nessun incendio, ne' una mancanza di attrezzature aerotecniche. I motori hanno funzionato fino all'impatto col suolo'', ha ribadito Tatiana Anodina, sottolineando che ''l'equipaggio ha ricevuto in tempo i dati sulla situazione meteo e sulla possibilita' di atterrare in aeroporti alternativi''. In tutto, nel disastro aereo sono morte 96 persone, 88 delle quali facevano parte della delegazione polacca del presidente Kaczynski.

red/cam/lv

Ciao Felice
Elisa

Anonimo ha detto...

@ilnegro
"La crisi poi è di ben altro tipo, riguarda l'assurda illusione liberista/capitalista che la ricchezza si possa "produrre"."
sono d'accordo e per capire e' sufficiente fare l'esempio piu' semplice, quello del cibo, la cosa di cui non possiamo fare a meno per cui la piu' importante.

- il cibo va continuamente prodotto e non si puo' accumulare, quindi anche chi ha tanto denaro non puo' scambiarlo con tanto cibo per accumularlo.
e poi e' chiaro che la ricchezza "cibo" non si possa "produrre" oltre i reali bisogni dell'uomo, altrimenti deperisce.

- i vestiti; non se ne possono produrre piu' di quanto ne utilizziamo altrimenti anche questi deperiscono per cui non e' ricchezza che si puo' produrre oltre il limite del consumo umano.

- l'energia; petrolio, gas, carbone, li abbiamo trovati gia' fatti quindi non e' ricchezza che abbiamo prodotto e li usiamo per quanto ce ne serve.

- le case; queste durano un po di piu' e potremmo a prima vista dire che e' una ricchezza che si puo' produrre, infatti io potrei avere anche 10 case.
peccato che dentro 10 case contemporaneamente io non ci possa stare per cui la ricchezza reale rimane quella di 1 casa, le rimanenti case non sono ricchezza ma rifiuto.

- gli accessori; questi potrebbero essere la ricchezza prodotta, peccato che la loro utilita' sia marginale rispetto agli altri citati sopra. forse sono proprio questi che ci fanno sentire piu o meno ricchi, dipende dal "Valore" che gli attribuiamo.

in ogni caso la ricchezza indispensabile alla vita l'abbiamo gia' trovata in natura per cui e' vero che non l'abbiamo prodotta e il ricco e il povero si fa solo spostando la merce da una mano all'altra.
siccome il ricco non ha la forza di rubarla a 1000 poveri e' evidente che i 1000 poveri l'hanno consegnata volontariamente al ricco, se non volevano se la tenevano per se' e il ricco non era ricco.

quindi la colpa della situazione attuale e' del povero o del ricco?

1000 contro 1... lo so che e' fatica darsi del somaro.....eppure e' l'unica maniera di risolvere in positivo.

:-D
indopama

ilnegro ha detto...

Se vogliamo fare un paragone io lo farei con le iene.
Le iene sono organizzate in branchi e cacciano in branco.
All'interno del branco c'è un elemento predominante al quale il resto delle iene demanda il mantenimento dell'ordine, le strategie, etc. in cambio del diritto di prelazione sul cibo.
Ho visto tempo fa un documentario che mostrava come questo potere, in generale esercitato cum grano salis, fosse in linea di massima non negoziabile.
Nel caso specifico il capobranco agiva in modo dispotico, si accaparrava una quota di cibo esagerata, fino a che il resto del branco si è colaizzato, ha cacciato il capobranco, che poi è morto di fame, non riusciendo a cacciare da solo.

Credo sia normale nei gruppi sociali umani che esistano "ricchi" e "poveri" e gerarchie sociali.
Resta da stabilire come si decidano tali gerarchie (un calciatore può guadagnare più del capo del CERN ?) e quanta ricchezza vada concentrata nelle mani dei ricchi a discapito dei poveri.
Più si creano disuguaglianze, più la struttura risulterà debole e soggetta a "colpi di stato".
Quindi, anche se sembra ridicolo, sarebbe nell'interesse dei ricchi mantenere un certo equilibrio.

astabada ha detto...

@indopama

quindi la colpa della situazione attuale e' del povero o del ricco?

1000 contro 1... lo so che e' fatica darsi del somaro.....eppure e' l'unica maniera di risolvere in positivo.

indo non puoi mica buttare 5000 anni di storia dalla finestra? In tutto questo tempo infatti abbiamo sviluppato una classe dirigente, leggi, ecc. La societa' si e' evoluta e - naturalmente - le societa' piu' deboli sono destinate a soccombere. Cio' che convince i 1000 poveri a dare la loro casa e':
- mancanza di una coscienza di classe (ossia di consapevolezza di situazione, interessi e destino comune)
- mancanza di organizzazione (quindi assenza di analisi, di coordinazione e di capacita' di azione a lungo termine)
- mancanza di informazione (o ignoranza, vedi ad esempio l'uso delle superstizioni per ingannare i popoli e metterli uno contro l'altro)

Non e' che un giorno questo fantomatico ricco, eponimo della moderna City, sia andato in giro a raccogliere beni... Il tutto va pensato come un'evoluzione delle comunita' umane. Quelle con i leader piu' aggressivi erano e sono (e saranno) le societa' piu' aggressive - e sono queste a trionfare nella storia, nel lungo termine.

Cheers,
astabada

Anonimo ha detto...

@astabada

direi che siamo d'accordo.

"Non e' che un giorno questo fantomatico ricco, eponimo della moderna City, sia andato in giro a raccogliere beni..."

se ce li ha e' infatti perche' i poveri glieli hanno dati. insomma, se il povero non si rende conto delle sue "colpe" rimarra' povero e cosi' e' oggi.

il povero cerca sempre la colpa nel ricco e non guarda mai a casa propria.
e il ricco ringrazia perche' di colpe il ricco (per quante il povero provi di trovarne) non ne ha per cui non ci sara' mai una vittoria in questo senso.

l'unica vittoria del povero sara' nel momento in cui si rendera' conto che e' lui e solo lui l'artefice della propria vita, del suo stato di cose.

parli di 5000 anni di storia, ma davvero pensi che il futuro debba per forza essere come il passato?
perche' allora non abbiamo piu' i dinosauri?

sono cicli, ognuno della sua lunghezza e forse ora siamo alla fine di uno di questi cicli, il momento e' speciale e continuo a essere ottimista.


indopama

Anonimo ha detto...

@astabada

e quando parli di:

- mancanza di una coscienza di classe
- mancanza di organizzazione
- mancanza di informazione

mi sembra invece di vederle tra quelli che scrivono qui, al momento magari sono ancora pochi ma mi sembra normale all' inizio.
io cerco di vedere la tendenza e mi sembra positiva. prova a compararla con quella di 20 anni fa dove nessuno si preoccupava di niente e l'ego era al massimo...

indopama

astabada ha detto...

indo, effettivamente non sono stato chiaro, intendevo che il ricco passasse a raccogliere i beni presso i poveri - cosi' da un giorno all'altro.

Se e' vero che qualcosa sta cambiando, e' anche vero che il progresso della tecnica oggi consente a quel ricco di dominare mille uomini con un dito, sotto ricatto di morte. Un mondo peggiore, dove si lavori sotto ricatto di morte e svantaggiati da una schiacciante superiorita' tecnologica, e' possibile. Non solo, e' probabile.

Basta pensare a come un pugno di uomini tiene piu' o meno sotto controllo una nazione, alle nuove armi per il controlle delle masse - armi che oggi non uccidono piu', perche' diminuirebbero un bene: la forza lavoro.

I poveri non hanno colpe. Certo saranno avidi, meschini e... umani in tutto e per tutto - ma finche' non avranno tutte le informazioni per giudicare io non li posso ritenere colpevoli dello status quo. I ricchi, che oggi invece che governarci direttamente "delegano" ai "nostri" rappresentanti, sono invece i veri responsabili in quanto utilizzano l'inganno e il bisogno per manipolare e derubare le masse ignoranti - ignoranza nella qualle si premurano di mantenerle.

Ora io non penso che il futuro debba essere come il passato: il futuro non deve niente a nessuno e tanto meno a me.
Pero' una previsione ragionata sul futuro prossimo in base alle tendenze attuali si puo' fare. Visto che me lo chiedi penso che il futuro non sara' cosi' tetro come si pensava 10 anni fa (2001, inizio dell'offensiva americana) ma di certo non andremo verso un mondo idilliaco - non ci sono i presupposti.

Attenzione perche' nel futuro l'individualismo sfrenato sara' l'arma migliore in mano ai nostri nemici.

Cheers,
astabada

Anonimo ha detto...

"I poveri non hanno colpe. Certo saranno avidi, meschini e... umani in tutto e per tutto - ma finche' non avranno tutte le informazioni per giudicare io non li posso ritenere colpevoli dello status quo."

e chi gliele deve dare queste informazioni, il ricco?

:D

astabada ha detto...

e quando parli di:

- mancanza di una coscienza di classe
- mancanza di organizzazione
- mancanza di informazione

mi sembra invece di vederle tra quelli [...]

Indo, che tragedia, io vedo quasi il contrario! Qui le persone sono innegabilmente meglio della media del cittadino-schiavo che deambula inconsapevole tra casa e lavoro - pero' mancano completamente organizzazione e coscienza di classe, dal momento che questa non si traduce in obiettivi comuni.

Qui sento ancora molta gente che parla di investire, di mercato... pochi invece i progetti di azione.

Non abbiamo neanche un nome, non che sia un bisogno primario, ma e' un sintomo dell'assenza di un proposito, di una "ragione sociale".
Sono convinto che se vogliamo possiamo ottenere molto: vogliamo fare una rivoluzione bolscevica? Instaurare una dittatura? Fare una repubblica islamica? Organizzare il piu' grande genocidio che sia mai stato concepito? Liberare i nani da giardino?

Prima dovremmo avere uno scopo, poi potremo giudicare di quali forze abbiamo bisogno per realizzarlo.

Just 2 cents,
astabada

astabada ha detto...

e chi gliele deve dare queste informazioni, il ricco?

Chi gliele dovrebbe dare e' naturalmente chiunque ce le abbia. Se poi questo non lo fa per codardia o per vantaggio, la colpa sara' ben sua.

Tu la metti sul ridere, ma la maggior parte delle persone che non hanno un'istruzione non ha una visione chiara del problema e quindi non capisce l'importanza di avere le informazioni. Basta pensare alla reticenza dei padri di famiglia nel mandare i propri figlia a scuola... Ora io non voglio dire che le masse siano totalmente irresponsabili, pero' nascono gia' circondate da un sistema mediatico servo del potere (sia esso il sacerdote di Isthar o il telegiornalista della CNN)

sempre io,
astabada

andrea ha detto...

Ultimamente sembrerebbe che la Merkel stia dando i numeri, visto che è stata al centro dell’attenzione anche nell’evolversi della crisi “greca”.
Se ci si accontentasse di guardare i fatti come ci vengono presentati, sembrerebbe di essere in balia ti timonieri ubriachi.
Tutto può darsi, anche che sia proprio così.
Ma se non lo fosse?
Se questa fosse solo la “lettura” di chi conosce solo dati parziali ?
E allora ho fatto una ipotesi, occhio che è solo una ipotesi, ma più passa il tempo più mi ci sto affezionando, e in questa ipotesi di ubriachi ce ne sono pochi.
Nella crisi iniziata con i subprime, la speculazione ( e quando uso questa dicitura io hoi in mente alcuni hedge founds, con disponibili una bella massa monetaria da giocare liberamente, supportata da un fetta di mondo bancario, pronto a offrire leve finanziarie atte ad amplificare la loro “potenza di fuoco”)portò il suo attacco ad alcuni istituti finanziari, facendo traballare il dollaro.
Il dollaro non cadde, come moneta internazionale, anche perchè la BCE diede ampio supporto alle operazioni di sostegno della FED, almeno sulla parte del mondo bancario europeo.
Tanto per inciso ricordiamo che coinvolte erano essenzialmente banche tedesche, olandesi, francesi.
L’attacco fallì, ma lasciò strascichi pesanti nei conti pubblici.
E qui arriviamo alla seconda parte.
È verosimile che l’euro, espressione incompleta politicamente, ma consistente economicamente, sia stato messo in crisi da un paese che nel complesso dell’area economica interessata valeva io 2% ?
E che in questo frangente (va beh che c’erano le elezioni del nord reno westfallia) il governo tedesco si sia dimostrato come un ubriaco rincretinito ?
Non sono i titoli greci in buona parte nelle banche tedesche ?
Ma che interesse aveva la Germania ad esacerbare il problema greco ?
Ora facciamo un passetto indietro.
Mettiamo per ipotesi che nella famosa cena di febbraio di soros &c abbiano pianificato il loro percorso, è chiaro che la crisi greca è solo un assaggio, ma il vero obiettivo, qual è ? l’euro ? a me sembra un po’ troppo ambizioso. Proviamo a immaginare che il vero obiettivo sia la Gran Bretagna, che a conti pubblici sta messa anche peggio della Grecia, tallone d’Achille della finanza anglosassone. Caduta lei seguirebbe il dollaro, senza più alcuna possibilità di soccorso, se si toglie di mezzo la BCE, e l’europa ( come già avvenuto).
Allora il comportamento della Merkel assume un’altra immagine.
Continua.

andrea ha detto...

Causare scompiglio in europa, costringere i paesi dell’euro, a ricompattarsi dando misure più severe alla gestione della loro moneta, svalutare un po’ l’euro in modo da ridare fiato alle esportazioni tedesche e rallentare le possibilità di ripresa USA, dare all’europa e alla BCE qualcosa di più serio da pensare che intervenire a vantaggio della sterlina, prima, e del dollaro poi.
In questa visione, se i piani della speculazione sono effettivamente quelli, e la Merkel li ha compresi in anticipo, ha fatto benissimo a fare ciò che ha fatto, cosa che ha indotto i paesi membri dell’euro ad avviare azioni che rendono molto più difficile un attacco all’euro, e contemporaneamente, ha cominciato a bloccarne le eventuali voglie di rivolgersi verso la germania, perno dell’area euro.
In questa visione non ci sono ubriachi, ma solo persone che cercano di anticipare le mosse di altre.
Resta la domanda del perché manovre lacrime e sangue, per i paesi più indebitati ?
Per rendere più forte proprio quell’area euro, che si è visto quanto potrebbe essere alla mercè della speculazione.
E qui occorre anche fare un discorsetto su chi deve pagare.
Un paese, come la grecia, che ha vissuto per anni al di sopra dei propri mezzi, è un grosso errore vederlo come un tutt’uno economico.
È vero che ci sono milioni di poveracci, che sbarcano il lunario a malapena, ma altrettanto vero che ci sono anche fior di miliardari che si nascondono dietro le “masse”.
È ora che quelle “masse” , e quelle italiane insieme a loro, comincino a distinguere tra chi deve fare ulteriori sacrifici, e chi invece arricchitosi a sproposito, e con capitali indegni a disposizione non partecipa adeguatamente al mantenimento del paese a cui succhia le risorse.
Se i popoli capissero ciò, invece di dimostrare contro il governo, se la comincerebbero a prendere con gli evasori, gli elusori, la propria delinquenza organizzata, politica e laica, ecc… ecc… di risorse da pescare in quell’area ce ne sarebbero a bizzeffe, altro che debito pubblico. A quando una simile presa di coscienza ?
a.mensa

Anonimo ha detto...

@ indopama
Quali colpe ha un bimbo che nasce in Palestina e perde entrambi i genitori in bombardamenti e l'unico desiderio che ha è un bicchier d'acqua la mattina? Oppure i tanti bimbi che nascono malformati in iraq per l'uso di uranio impoverito e armi al fosforo? Non hanno capito che sono loro a creare la realtà?

AnonimoQuieto

Anonimo ha detto...

AnonimoQuieto

19 maggio 2010 08.33


Nessuna colpa tanto quanto i bambini israeliani succubi del terrorismo palestinese.

Anonimo ha detto...

@AnonimoQuieto

non lo so.

indopama

Anonimo ha detto...

terrorismo palestinese?
quale?
quello con i missili di cartone?
ma per favore...

Mario B. ha detto...

@andrea
per quello che vale la mia opinione, condivido la tua chiave di lettura.
Poi se qualcuno pensa che la Merkel sbaglia o è manovrata da qualcuno (?) dica anche il perchè o taccia per sempre (scherzo, ognuno fa quello che vuole).

Anonimo ha detto...

@ a.mensa
ho letto con interesse il tuo post, come sempre faccio con chi invece di parlare di profezie cerca contrario di far lavorare il cervello per spiegarsi come stanno andando le cose dal punto di vista finanziario, compito reso non certo facile dalla lettura dei giornali main stream che sembra assolvano al compito opposto.
Quello che tu dici si presta ad una critica: nel novembre 2008 (punto peggiore della crisi USA) il dollaro veleggiava a 1.25 sull'Euro al culmine di una salita cominciata in luglio quindi ante crisi Lehman. Ci sarebbe quindi da chiedersi come mai il dollaro si apprezzi quando c'è carenza di liquidità sul mercato per coprire i buchi delle banche o per comprare i bond governativi come sta avvenendo ora. La risposta la posso solo ipotizzare, nei momenti di rallentamento della velocità di circolazione della moneta la massa monetaria espressa in dollari "soffre" di più di quella in Euro e, diventanto più "raro" il dollaro si apprezza. La storia si sta ripetendo ora, e complice anche il fatto che la speculazione è stata dirottata contro i debiti sovrani dei paesi nell'area Euro (che sta amplificando indubbiamente il fenomeno), gli USA si aspettano che finalmente sia l'Europa ad attuare l'opzione nucleare, che non è come dice il buon Felice il divieto a shortare i bond governativi ma la stampa bruta di moneta virtuale con la quale comprare i titoli di debito che non trovano acquirenti sul mercato. Il problema (per tutti) è che Frau Merkel da quell'orecchio non ci sente e gli unici aiuti che ha promesso alla Grecia di fatto derivano da un prelievo forzoso effettuato nei paesi europei, quindi l'esatto contrario di una manovra espansiva. Fino a quando quindi non verrà scatenata l'ozione nucleare vera (da chiunque essa venga fatta) continueremo a vedere il dollaro salire e l'Euro soffrire. E' ormai alquanto evidente che i tedeschi non vogliano fare il bis con Weimar e ho quindi idea che alla fine saranno ancora gli USA a rassegnarsi a dover creare moneta dal nulla, e questo nel momento esatto in cui le loro aste di t-bills cominceranno ad andare deserte. So peraltro che hanno già cominciato a farlo da tempo se è vero che la duration dei titoli USA è di 4,5 anni contro la nostra di 7. Se il piano tedesco riesce quando la domanda mondiale finalmente ricomincerà a salire (trainata da Cina ed India) ad esplodere come i polmoni di un sub pieni di aria compressa sarà quindi la massa monetaria espressa in dollari, provocando di conseguenza una fiammata iperinflazionistica negli USA.

Arsan

Anonimo ha detto...

@ INDOPAMA
come dicevi 10 case non sono affatto un rifiuto bensì una rendita. Affittandole percepisci una rendita che ti permette di non fare nulla dalla mattina alla sera. Direi invece che non dovrebbe essere permesso di possedere 10 case forse???
saluti
Markus

Marco ha detto...

Parli dei razzetti kassam che sono poco più di un Raudo e poco meno di un Magnum?

Anonimo ha detto...

Precisazioni ... storico letterarie

Nell'articolo: “La Merkel e l’opzione nucleare” è contenuta la frase "Germania ueber alles"! So che molti sono convinti che significhi:"Germania sopra tutti"!
Ora, per chi non sa niente o non capisce niente della mentalità e della storia tedesca e fosse interessato a colmare le sue lacune, vorrei proporre un "ripassino". Tranquilli, è come una lezione privata ma...gratis...
Lo scrittore tedesco, giornalista e poeta Hoffmann von Fallerseben (1798 – 1874) scrisse anche di politica, criticando il governo di quei tempi. A causa di ciò fu "mandato al confino" sull’isola Helgoland (mare del Nord). Lì relegato doveva rimanere alcuni anni , non potendo ritornare nella sua terra amata.
Proprio sull’isola di Helgoland, scrisse una poesia, che poi divenne l’inno tedesco:
“(Io) amo la (mia) Germania soprattutto”. Voleva dire nient’altro che “amo la mia terra”!
Purtroppo ci sono (ancora) Italiani, che usano questa frase come “Germania sopra tutti” (Germania ueber alles) o lo fanno apposta o non capiscono niente. Che imparino!!

Juergen

Visualizza altro http://oliverilibera.blogspot.com/#ixzz0oOWc15Xn

Anonimo ha detto...

Precisazioni ... storico letterarie

Nell'articolo: “La Merkel e l’opzione nucleare” è contenuta la frase "Germania ueber alles"! So che molti sono convinti che significhi:"Germania sopra tutti"!
Ora, per chi non sa niente o non capisce niente della mentalità e della storia tedesca e fosse interessato a colmare le sue lacune, vorrei proporre un "ripassino". Tranquilli, è come una lezione privata ma...gratis...
Lo scrittore tedesco, giornalista e poeta Hoffmann von Fallerseben (1798 – 1874) scrisse anche di politica, criticando il governo di quei tempi. A causa di ciò fu "mandato al confino" sull’isola Helgoland (mare del Nord). Lì relegato doveva rimanere alcuni anni , non potendo ritornare nella sua terra amata.
Proprio sull’isola di Helgoland, scrisse una poesia, che poi divenne l’inno tedesco:
“(Io) amo la (mia) Germania soprattutto”. Voleva dire nient’altro che “amo la mia terra”!
Purtroppo ci sono (ancora) Italiani, che usano questa frase come “Germania sopra tutti” (Germania ueber alles) o lo fanno apposta o non capiscono niente. Che imparino!!

Juergen

Visualizza altro http://oliverilibera.blogspot.com/#ixzz0oOWc15Xn

Anonimo ha detto...

la merkel e' manovrata esattamente come tutti i politici.

Nella crisi sociale l' unico " garante" e' lo stato . In questa crisi da " fabbricazione del danaro" solo lo stato ha la ricetta per venirne fuori .Lo stato NAZIONALIZZA sia il debito che il credito e trova un qualche modo " sociale" per distruggere la " falsa ricchezza" senza distruggere l' economia vera

ma che cosa fanno i politici? .l' esatto contrario.. salvano il " falso danaro" inesigibile con altro debito... "socializzano" le perdite garantendo i guadagni " privati"

infatti nella fattispecie di questa "difesa" della merkel tutti i i " cattivi soggetti" sono stati premiati giusto per tirare un po' avanti e poi scaricare tutto su l' intera societa' dopo averla resa ancora piu debole
vediamo nei fatti che
1)l' eleite greca e i capitalisti greci hanno salvato le loro poltrone e i loro capitali
2)le banche di tutta europa sono state salvate e hanno incrementato i loro traffici
3) c' e' il solito traferimento netto di " capitale" dall' europa-colonia al padrone americano
4)la difesa del sistema euro mantiene il vantaggio monetario tedesco sul resto dell' europa cioe tiene a galla la germania a spese delle economie altrui
5) ( unica cosa positiva) la svalutazione dell' euro mantiene in vita le esportazioni europee ..ma pURTROPPO al SOLITO prezzo del trasferimento di euro-capitali sul dollaro con i quali gli americani possono continuare a campare a credito

quanto durera' ? .. pochi mesi e a cosa sara' servito ? ad indebitare ULTERIORMENTE tutti noi e a trasformare lo stato nello strumento della dittatura dei " bankesters"
ws

Anonimo ha detto...

@anonimo 09.06

Mai sentito parlare dei Kamikaze palestinesi o delle autobombe!

http://www.ciai-s.net/terror-israel.jpg

Andrea B.

Pier Peter ha detto...

http://www.youtube.com/watch?v=PhzpRg-7HSs&feature=related

Anonimo ha detto...

"@anonimo 09.06

Mai sentito parlare dei Kamikaze palestinesi o delle autobombe!

http://www.ciai-s.net/terror-israel.jpg

Andrea B."

sicuro, non parlano d'altro nei tiggì.
ogni tanto (ogni tanto) succede.
potrebbe anche essere come le auto bomba irachene, sai quelle che il proprietario non ne sapeva nulla eppure viaggiava imbottito di esplosivo, dopo essere stato portato in una caserma usa per "accertamenti" (vedi notizia riportata su questo stesso blog, se non la trovi chiedi a Felice o cerca su Google).
peccato che i tiggì non parlino anche del muro che ha trasformato Gaza in un'altra Varsavia, dei soldati israeliani che entrano quando gli pare violando le case ed ammazzando indiscriminatamente, delle case abbattute dando agli occupanti 15 (QUINDICI) minuti, a volte anche meno, per uscire con quel poco che possono portare, o del fosforo bianco usato indiscriminatamente sulla popolazione civile durante l'ultima mattanza "made in israel".
una sola cosa ti posso dire: SIETE PEGGIO DEI NAZISTI.
almeno quelli si sapeva come la pensavano.

Anonimo ha detto...

P.S. ecco qua un'altra similitudine con i nazisti:

http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=7064&mode=nested&order=0&thold=-1

blackskull ha detto...

Controllare i flussi borsistici, con interruttori off/on, è una metafora dell' idrodinamica.
Il problema, come qualcuno ha ben sottolineato, sta nel fatto che il 90% del flusso non è reale a causa del leverage basato sulla riserva frazionaria.
Fino a quando non si riduce questa creazione di denaro dal nulla, non si combina nulla.
Lo stesso dicasi per la produzione di carta moneta, che non potendo essere lasciata troppo a lungo sul mercato, causa inflazione, deve essere ritirata rapidissimamente.
Il futuro sarà una asfissia di denaro liquido, statene certi e, di conseguenza, un accesso al credito sempre più difficile, con conseguente rialzo dei tassi di sconto sul medio periodo di almeno tre punti.

ciao
B.S.

Anonimo ha detto...

Andrea B.

19 maggio 2010 10.20


Ahhhhhhhhhhh ecco 'naltro comunistello che non vuole sentire e vedere la realtà, da ambo le parti....

Anonimo ha detto...

Giusto o sbagliato sono opinioni.

Che la germania sia l'unica a prendere decisioni in europa è un fatto.

Che gli yankee volino in circolo sulle probabili carogne da spolpare è un fatto.

Che il nostro paese è governato da incompetenti che pensano, e capiscono, solo a come pararsi il culo per rimanere nella loro torre d'avorio indipendentemente da quello che succede attorno a loro è un fatto.

Siamo nel mezzo di una guerra mondiale per la sopravvivenza e la massima produzione del nostro pool dirigenziale è la legge sulle intercettazioni.

Con questa gente al governo siamo destinati ad un futuro da servi/debitori per i prossimi cinquantanni.

Fede

Anonimo ha detto...

Giusto o sbagliato sono opinioni.

Che la germania sia l'unica a prendere decisioni in europa è un fatto.

Che gli yankee volino in circolo sulle probabili carogne da spolpare è un fatto.

Che il nostro paese è governato da incompetenti che pensano, e capiscono, solo a come pararsi il culo per rimanere nella loro torre d'avorio indipendentemente da quello che succede attorno a loro è un fatto.

Siamo nel mezzo di una guerra mondiale per la sopravvivenza e la massima produzione del nostro pool dirigenziale è la legge sulle intercettazioni.

Con questa gente al governo siamo destinati ad un futuro da servi/debitori per i prossimi cinquantanni.

Fede

Anonimo ha detto...

Giusto o sbagliato sono opinioni.

Che la germania sia l'unica a prendere decisioni in europa è un fatto.

Che gli yankee volino in circolo sulle probabili carogne da spolpare è un fatto.

Che il nostro paese è governato da incompetenti che pensano, e capiscono, solo a come pararsi il culo per rimanere nella loro torre d'avorio indipendentemente da quello che succede attorno a loro è un fatto.

Siamo nel mezzo di una guerra mondiale per la sopravvivenza e la massima produzione del nostro pool dirigenziale è la legge sulle intercettazioni.

Con questa gente al governo siamo destinati ad un futuro da servi/debitori per i prossimi cinquantanni.

Fede

Anonimo ha detto...

Ma come, doveva crollare il dollaro e invece crolla l'euro? Dovevano andare in default gli anglosassoni e invece inizia ad andarci l'Europa? Non è che quelli del GEAB avevano sbagliato le definizioni vero?
Comunque, la mossa tedesca, se come raccontata da Felice, dovrebbe nel lungo, dare risultati positivi riguardo alla nostra moneta.

Tutto questo non fa che confermare ciò che mi disse un mio conoscente impiegato a WallStreet, che incontrai a una cena di lavoro nel mio ultimo viaggio a New York e cioè che la crisi era stata architettata ad arte dai governi anglo-americani per evitare, in breve, di pagare gli interessi dei loro debiti ...

dj sdong ha detto...

italiani eterni ULTIMI, e pure vigliacchi, leccaculo e bugiardi :)

Francesco Zaffuto ha detto...

La vendita allo scoperto di titoli obbligazionari e azionari in realtà non è una vendita di titoli , si tratta nei fatti di una scommessa sulla caduta dei titoli venduti nel breve tempo. I titoli al momento della vendita non sono realmente posseduti e la vendita i n realtà la si riesce a fare perché c’è una specie di compare: un broker (o banca che garantisce che le azioni ci saranno). Se le previsioni sul ribasso si verificheranno lo scommettitore otterrà un guadagno per le differenze, se il ribasso non si verifica lo scommettitore avrà una perdita per le differenze. Intanto forti quantitativi di vendite allo scoperto generano un effetto di trascinamento in caduta dei titoli ed è molto probabile che il ribasso si venga a verificare.
La Merkel ha visto giusto sulla particolare pericolosità delle vendite allo scoperto in questo momento. Dopo il suo annuncio le Borse hanno eccentuato le speculazioni al ribasso in funzione antiMerkel.

E’ evidente che sul piano delle regole in borsa sono necessarie misure di tipo internazionale capaci di bloccare i flussi speculativi a livello mondiale, se la Germania viene lasciata da sola su queste misure, le stesse misure si riveleranno inefficaci.
Intanto, la decisione è stata criticata dalla Francia che ha accusato la Germania di non aver concordato la sua decisione con altri Paesi europei; solo un plauso è arrivato dalla Commissione europea che per voce del presidente Barroso, ha fatto sapere di essere d’accordo con la Germania sulla necessità di frenare l’abuso delle vendite allo scoperto.
Altro che abuso, le vendite allo scoperto dovrebbero essere proibite in tutte le borse del mondo, i mercati mondiali vanno ricondotti a contrattazioni reali e non a fittizie scommesse da casinò, solo in questo modo si possono diminuire le pericolose e spericolate operazioni a ribasso.
Un tempo si teorizzava il beneficio delle vendite e degli acquisti allo scoperto perché si sosteneva che in questo modo si poteva permettere la presenza della speculazione in borsa, speculazione che tendeva a fare diventare fluidi i mercati finanziari con una costante presenza di domanda e di offerta. Un tempo veniva addirittura consentito perfino la possibilità di effettuare speculazioni all’interno del mese borsistico e gli speculatori avevano tutto il tempo di fare le loro speculazioni con il massimo comodo. Ma oggi i mercati mondiali non soffrono certo per la mancanza di speculatori ma per eccesso di speculatori, per una costante presenza di capitale finanziario mobile non investito che si muove come un magma incontrollato. Gli Stati debbono prendere il coraggio di regolamentare le borse riportandole a reali investimenti, non è necessario un fluido fittizio. Chi ha azioni e titoli, li venda pure ma solo se realmente li possiede con effettivi atti di proprietà.
La comunità internazionale degli Stati deve intervenire per una nuova e moderna regolamentazione delle borse; la proibizione delle vendite allo scoperto e la eliminazione di tanti contratti derivati porterebbero i mercati verso processi di investimento sul medio periodo invece di lasciarli ancorati alla speculazione quotidiana.
I nostri “statisti” avranno il coraggio di scontentare alcuni compari con cui spesso cenano insieme?
francesco zaffuto www.lacrisi2009.com

andrea ha detto...

@ arsannon escludo tu abbia ragione, ma per decidere se la caduta o il rialzo di una valuta sono da imputarsi a movimenti sugli investimenti dei titoli di stato, bisogna aspettare un periodo maggiore (almeno 2-3 mesi).
movimenti che siu concludano in tempi più brevi 15gg-1 mese possono esser dovuti anch esolo agiochi sui trasferimenti commerciali.
non dobbiamo dimenticare il volume giornaliero di valuta che viene scambiata normalmente, giorno su giorno, in conseguenza dei movimenti delle merci.
ritardare o anticipare dei pagamenti può dare origine , nel breve periodo , a movimenti di questo genere.
certo ch ese il cambio resterà tale, e soprattutto se la tendenza continuerà, allora bisogna davvero pensare ad una fuga dagli investimenti in euro.
secondo me, per ora è troppo presto per esser sicuri in merito.

andrea ha detto...

@ Francesco Zaffuto
bravo.
in un breve scritto hai riassunto perfettamente anche il mio pensiero.
purtroppo le vandite allo scoperto hanno una valenza del tipo "previsioni che avverano se stesse" e sono strumenti essenzialmente speculativi in tempi di indecisione e di attrattiva verso guadagni di tipo speculativo.
in tempi di "calma piatta" hanno una loro funzione di aumentare i volumi trattati, dando più consistenza al mercato.
ma in momenti di tentazioni speculative, sono veramente una sollecitazione a delinquesre.
se i governanti fossero un po meno succubi della finanza, agirebbero molto più sovente e rapidamente in questo senso.
io sarei addirittura favorevole ad una tassazione anch edel 2-3% sui movimenti di compravendita inferiori ad alcuni mesi (escludendo ovviamente chi compra o vende per conto terzi).
periodi da dosare in funzione degli eventi o addirittura da instaurare "fino a nuovo ordine", e con ciò definire un limite alla speculazione da trader.
cisi dovrebbe convincere che la speculazione, ormai, non porta più alcun vantaggio alla società, soprattutto ha abbandonato quella valenza utilitaristica ch eaveva all'inizio, per tanto più la si blocca, e minori saranno le perdite future per chi investe seriamente.

Anonimo ha detto...

mi viene da sorridere leggendo i commenti. perche?

perche' parlate del denaro come di un qualcosa di libero che abbia delle proprie regole naturali e INVECE E' IN REGIME DI MONOPOLIO E CHI LO DETIENE PUO' CAMBIARE LE REGOLE OGNI MOMENTO.

questo bisogna averlo ben chiaro altrimenti si parla di aria fritta.

non esistono regole al denaro se non quelle che gli da' chi lo monopolizza. l'unica cosa che noi possiamo fare e' dare o non dare al denaro (e alle regole che gli hanno dato) la FIDUCIA.

partendo da questa base dovrebbe essere piu' chiaro cio' che sta' accadendo, se vi arrovellate continuamente il cervello con le 100.000 notizie quotidiane starete per sempre nella confusione totale.

AL DENARO STA ACCADENDO ESATTAMENTE CIO' CHE IL MONOPOLIO DEL DENARO VUOLE FARE ACCADERE.
il perche' sta accadendo ora e' da capire in un quadro molto piu' vasto del solo denaro perche', che lo vogliate o no, il denaro serve per fare tante cose ed e' per forza strettamente collegato ad esse.
un'analisi della finanza a se' non porta a capire un tubo.

UN TUBO.

non esiste cosa a se' stante sul pianeta terra, chi cerca di analizzare a compartimenti stagni e' perche' non ha la capacita' di vedere il tutto.

indopama

Mario B. ha detto...

altra chiave di lettura della mossa della Merkel:
http://www.wolfstep.cc/2010/05/bollettino-di-guerra-iii.html

buona lettura!

Anonimo ha detto...

perchè allora permettere gli acquisti allo scoperto? tutto il trading è allo scoperto, perchè lo short è dannoso e il long no? La verità è che la crescita della borsa è percepita come benessere, dalla gente, quindi è GIUSTA. Guai a far percepire che c'è decresita , anche se LA VERITA' è che C'E', ergo il short è SBAGLIATO, DANNOSO, SPECULATIVO. E' solo un gioco di interessi, che porta a NEGARE il mercato quando da segnali negativi, per ragioni di comodo. Entrambi o sono negativi e vanno vietati, o sono positivi e vanno permesso. Si tratta della solita caccia alle streghe.
Fra

luigiza ha detto...

@indopama 19 maggio 2010 23.41
Indo, cosa ti é successo.
Non ti riconosco più.
Solo dopo aver letto tutto il commento e quindi la firma ho visto che eri tu.
luigiza

Anonimo ha detto...

@ francesco zaffuto

bloccare le vendite allo scoperto non potrà impedire che la borsa scenda, se deve scendere. Lo farà solo molto più repentinamente, un salto. vedi per tutti il link di mish, già sopra.
Il meccanismo del trading, che funziona coi margini tanto per gli acquisti che per le vendite e permette di movimentare quantità molto superiori a quelle che uno potrebbe acuistare, o è funzionale, o non lo è.
Perchè lo speculare al ribasso è MALE e speculare al rialzo è BENE?
Per me, scommettere sull'andamento dell'economia E' COMUNQUE UN BENE, tanto al rialzo che al ribasso. Non fa altro che accelerare i riaggiustamenti CHE DEVONO ESSERCI tra mercato e realtà.
Casomai bisogna prendersela con chi MANIPOLA il mercato, che è tutt'altra cosa! La Merkel oggi ha manipolato a il mercato, tanto quanto la Goldman S, BOA, Citi, Moody's e compagnia cantante. Anche lei entra in prima linea nella guerra, e solo lei (o chi per lei) sa dove vuole arrivare
Fra

Anonimo ha detto...

PS: e bisogna prendersela anche con chi non vuole che il mercato rispecchi la situazione dell'economia reale.
La borsa ne è (o meglio ne sarebbe, se non manipolata) solo il riflesso. E' l'effetto, non la causa.
Il bello è che il mercato vince sempre, così è sempre stato e così sarà anche ora. E vietare il mercato non servirà a nulla, se non a rallentare l'aggiustamento.
Fra

guru2012 ha detto...

@ Fra

Il mercato non vince mai, altroché.
La finanza è al punto di non ritorno e questo l'hanno capito per primi i padroni del vapore.
Aspettano solo il momento di tirar su le reti e poi fine, the end.

Mi son fatto l'idea che questa "crisi globale" serva solo a farci accettare la guerra prossima ventura.

Amenoché...

ilnegro ha detto...

Come dicevo io sarei favorevole a tutte quelle regole che eliminassero COMPLETAMENTE qualsiasi tipo di speculazione in borsa.
Sinceramente credo che, volenti o nolenti, si dovrà andare in questa direzione in ogni caso e dal 2008 ad oggi si è perso inutilmente tempo.
La germania con questa mossa credo abbia voluto dire, voi discutete pure, arrangiatevi, noi intento facciamo dei fatti concreti.
Se i rapporti produzione finanza si aggiustassero magicamente perchè il mercato si autoregola ok, ma la prova dei fatti è che questo non è mai successo e men che meno sta succedendo ora.
Quello che non capisco è cosa stia aspettando l'Italia a seguire la germania.

Anonimo ha detto...

dal 1929 al 1934 il mercato (dj) ha perso l'85% del valore e la bolla si è sgonfiata completamente. sono scomparsi la quasi totalità degli investment trust (oggi i fondi d'investimento e gli hedge found), un bel numero di banche è fallito, c'è stata la deflazione, ecc... Nonostante le dichiarazioni pompose, I DIVIETI AGLI SHORT SALES e le enormi immissioni di denaro pubblico nel mercato. Il mercato alla fine non può essere fermato dalle leggi, dalle banche, o che. Certo, la differenza è che di mezzo ci finiranno molti più "morti", ma quello che intendevo è che e alla fine il mercato si aggiusterà e questo aggiustamento è inevitabile. il bello è come e quando, ma questa è un'altra questione.
Fra

Anonimo ha detto...

se la merkel volesse dare dimostrazione che quindi non è un casinò dovrebbe cominciare a guardare le proprie banche, ai cds greci che detiene la DB, ecc. secondo me il discorso va ben oltre. Forse va letto come un atto di ostilit verso USA UK che hanno osteggiato il suo piano di fare la BME, di difendere l'euro, di battere moneta e di combattere con loro ad armi pari. Ma i cattivi speculatori non c'entrano una cippa....
Fra

Anonimo ha detto...

@luigiza

ho scritto la mia verita'.
non e' forse vero che il denaro e' in regime di monopolio?
sai che ci sia liberta' di stampare l'euro? io e te possiamo farlo?

io credo che senza capire cosa sia il denaro tutti i discorsi che leggo valgano meno di niente.
il mercato, la finanza, ecc... come se fossero cose in natura che si autoregolano.

ma come, se il denaro e' in regime di monopolio e nessuno di noi puo' stabilirne o cambiarne le regole?

dove sta questo "libero" mercato della finanza? io non lo vedo, se qualcuno di voi lo vede allora me lo spieghi cosi' lo capisco finalmente anch'io.

indopama

Anonimo ha detto...

LEGGASI
se la merkel volesse dare dimostrazione che qui

Anonimo ha detto...

Da quando in qua stampare denaro ha creato ricchezza?
Stampare denaro alla fine non da potere (...alla fine!), certo nel breva aiuta a procrastinare lo status quo.
Fra

Anonimo ha detto...

Certo che rimarremmo con l'amaro in bocca se un giorno scoprissimo che inopama vive a cinisello balsamo e fa un normalissimo lavoro di 8 ore e che la storia di bali è un'invenzione.
... qualche dubbio?
Fra

Anonimo ha detto...

un saluto a tutti,

@mario

il ns amico “T”, non ha i tuoi dati.
Come possiamo fare?

@fra
ti posso assicurare che indopama vive a bali.
È di origine emiliana.

Alcune mie considerazioni.

I gruppi di potere si muovono dietro alcune istituzioni, tipo fmi, bce, ecc.
In tutti questi anni hanno operato , sempre allo stesso modo , in tutti i paesi.
Nei paesi poveri, dove non sono riusciti a comprare o ricattare i politici locali, hanno preparato e finanziato rivolte, atte a portare la democrazia,
tipo i paesi sud america, i paesi africani.
Nei paesi europei, sono arrivati, portando lavoro, tramite “teste di ponte”, ossia le multinazionali.
Hanno creato lavoro, hanno portato soldi, hanno comparto terreni, aziende, uomini.
Hanno creato le condizioni per avere dei sudditi, a vita, generazione dopo generazione.
Creando le condizioni di un debito permanente.
Il famoso debito pubblico , che ogni nazione ,ha nei confronti dei padroni del denaro.
In tutti questi anni hanno portato a termine i loro piani.
Hanno cittadini e nazioni sudditi, quasi loro schiavi.
Tutte le aziende europee, del settore alimentare, farmaceutico, militare, energetico, sono di proprietà di questi gruppi.

Adesso che l’europa è sotto controllo, ossia, hanno in mano le migliori aziende, dall’ alimentare a quello tecnologico, si stanno spostando verso i paesi ex-urss.
Stanno portando lavoro e soldi, ad interessi quasi zero, per creare le condizioni , in un futuro prossimo, di avere nazioni con un debito pubblico continuo.
Stanno intervenendo in Moldavia, polonia, ungheria, bielorusia ecc.
Lo scopo è “creare debito”.
Cosi si ha un potere di controllo permanente su ogni nazione.
Il denaro è un mezzo di controllo delle masse.
Crea ansia, crea potere, crea rivolte, crea inimicizia tra fratelli , crea tanta illusione;

alla base della situazione odierna c’è la sete di potere sugli altri, sulla natura.
Non c’è amore.
Non sento mai, un politico parlare di amore, parlare di verità, con verità.
In questi mesi, cosa hanno hanno fatto per poter avere un mondo migliore, diverso.
Niente.
Eppure tanti di noi, ancora li ascoltano, li votano, li applaudono.
Non è necessario essere veggenti per capire come sarà il futuro.

Per cosa mi concerne, ripeto le stesse cose.
Amiamo i ns vicini; portiamo pace e serenità nelle ns famiglie.
Aiutiamo chi cade, non criticare, non denigrare.
Aiutare non vuol dire dare un qualcosa di materiale, ma offrire possibilità.
E , soprattutto cercare la verità.
La verità rende liberi.
Con affetto
franco

Il Bagatto ha detto...

Ok. Tutto bene. Vorrei farvi notare due cose: la tensione tra Corea del Nord e del Sud potrebbe essere la causa scatenante di eventi che non voglio neanche immaginare (dietro la Corea del Nord c'è la Cina e proprio in Cina pochissimi giorni fa si è recato il presidente nordcoreano, probabilmente in funzione di questa crisi). seconda osservazione: il petrolio continua a fuoriuscire nel Golfo del Messico in quantità impressionanti e probabilmente è in parte convogliato nelle correnti che lambiscono il nord europa. Quacuna ha idea di cosa possa significare questo evento? Si parla di far esplodere una bomba atomica in prossimità della falla... Gradirei qualche commento (in particolare da Arsan, con cui mi trovo molto in sintonia. Ma Hiei, che fine hai fatto?).
IL BAGATTO

Anonimo ha detto...

Ragazzi,

la Merkel ha fatto sto casino, perchè c'è il fuggi fuggi dalle banche tedesche in Germania.....

Okkio leggetevi Pritchard: 10 miliardi di euro fuoriusciti solo ieri mattina...

Il Folletto

P.S.: Mi sa che stasera bloccano la circolazione dei capitali in EUropa

Anonimo ha detto...

il petrolio si assorbe con la paglia, altro che tanti casini o solventi:

http://www.youtube.com/watch?v=DkO2XypaoMo&feature=player_embedded

Fra

Anonimo ha detto...

Orpo, ma come, adesso non ci sono più i cattivi speculatori short e la borsa tedesca perde solo il 3,77%. Ma adesso a chi diamo la colpa?
Fra

Anonimo ha detto...

@ Folletto
mi sembra prematuro, secondo me gli hedge fund inglesi stanno rispondendo al divieto di vendite short. E' una guerra tra la citi e la germania, ma siamo solo alle schermaglie...
Fra

Anonimo ha detto...

@fra
la guerra in un regime di monopolio (quello del denaro) mi e' davvero difficile immaginarla.
questi manovrano tutto come pare a loro ed e' il "come pare a loro" che non e' facile da capire.


indopama

Anonimo ha detto...

@ indopama
non son d'accordo, non è un regime di monopolio: intanto esistono più valute e quindi si verificano travasi - leggasi svalutazioni; inoltre si altera il valore reale della monata - leggasi inflazione.
Quindi stampare carta o non stamparla pari è, perchè il valore reale poi si aggiusta (chiedi al Folletto, che è un Austriaco) se condivide.
Qua il monopolio ce l'ha lo stampatore di ultima istanza, finchè non gli scappa di mano. Tipo iperinflazione di Weimar.
Alla fine anche per la moneta c'è un mercato, anche se soggetto ad essere dopato, poi alla fine si aggiusta. E il mercato vince empre... secondo quanto detto sopra.
Fra

Anonimo ha detto...

PS: se producono moneta con la stampa, con i cds, con il computer, i margin call, ecc... poco conta. Si tratta comunque di aumento di massa monetaria. E poi finisce come sempre... il mercato si aggiusta.
Non c'è dubbio che in questo momento sono dopati tutti i mercati, quindi anche quello per eccellenza, ovvero quello della moneta. ma queste operazioni hanno un limite: la fiducia della gente. Quando quella viene meno (e viene sempre meno, come nelle catene di sant'antonio), poi la bolla si sgonfia e puff.
Fra

Anonimo ha detto...

@ guru2012
amenoche?????
Nic.

Anonimo ha detto...

@fra
hai detto quasi giusto quando parli dell'inflazione, non importa quanta moneta c'e' tanto tutto prima o poi si aggiusta.

ecco, il prima o poi e' fondamentale, la velocita' con cui il denaro si trasferisce dalla cima della piramide (la BCE) al fondo (i cittadini) e' fondamentale.
durante questo spostamento di denaro accade che quelli piu' vicini alla cima della piramide sono piu' ricchi di quelli vicini al fondo.
oggi questo accade, vengono immesse in breve tempo grandissime quantita' di denaro che ancora non sono arrivate ai cittadini.
questo impoverisce chi e' gia' povero e causa squilibri. per quanto tempo? vedremo...

indopama

Anonimo ha detto...

Ok, il vero problema è COME e QUANDO.
Come il solito i deboli ci finiscono di mezzo molto prima e con peggiori conseguenze. Ma che ci si può fare?
Rifugiarsi nel giardino di Epicuro...
Fra

Anonimo ha detto...

e poi il denaro e' "a debito" e questo debito ha la bellissima proprieta' (per i banchieri) di non logorarsi mai, al contrario del frutto del lavoro della gente che col tempo deperisce e va sostituito con del nuovo lavoro.

indopama

Anonimo ha detto...

@fra

la soluzione io non ce l'ho, pero' mi sembra che l'immettere tanto denaro abbia lo scopo nel breve periodo di impoverire la gente comune.
per cosa? forse per inasprire i contrasti tra ricchi e poveri? guerra civile?

io non ne sono sicuro ma in tailandia qualcosa gia' si vede.

l'unica arma in possesso della gente e' la fiducia in questo denaro, come hai anche detto tu. la gente non puo' lottare coi numeri perche' non li puo' creare dal nulla come fanno i banchieri.

indopama

vigna ha detto...

X Bagato

Per il petrolio della BP, c'è una ditta pugliese che ha già funzionante un impianto in grado di assorbire e separare il petrolio dal'acqua e, il tutto, udite, udite, senza alcun tipo di aggiunta di solventi.
Basterebbe solo utilizzarla.

Saluti

vigna

Anonimo ha detto...

@ indopama
non sono per nulla daccordo.
il denaro è solo una misura del nostro essere, la ricompensa del lavoro, il baratto migliorato. E' la misura, non la causa. è solo il mezzo per misurare come siamo. il fatto che sia a debito è piu' un rischio per il creditore.. non tutti lo stampano, qualcuno fallisce anche. e anche chi lo stampa fallisce!
Qual'è l'alternativa (credibile)?
cambi il mezzo, non cambierai il mododi essere. la società si organizzerà in maniera piramidale COMUNQUE. Il branco non ha il denar ma si orgnaizza piramidalmente comunque. il resto è utopia - filosofia.
Solo l'individuo singolo può estraniarsi. la massa deve continuare a lavorare (altrimenti quel singolo come fa a curarsi, mangiare, ecc)?

Fra

Anonimo ha detto...

@fra

io dico che il denaro e' utilissimo, pero' oggi accade che, siccome il denaro e' basato sulla fiducia, qualcuno si approfitta di questa fiducia. tutto qui.
la colpa (se vogliamo chiamarla cosi') e' di chi ne approfitta o di chi si lascia approfittare?

e siamo da capo perche' darsi del somaro e' fatica...

indopama

Anonimo ha detto...

Di entrambi... non è una colpa, è la vita che funziona così
o te ne vai, o resti qui a tirare il carro!
Fra

guru2012 ha detto...

@ Indopama

"ecco, il prima o poi e' fondamentale, la velocita' con cui il denaro si trasferisce dalla cima della piramide (la BCE) al fondo (i cittadini) e' fondamentale."

mmh... ma se quelli dei piani superiori son troppo ghiotti, va a finire che al fondo non arriva niente. :D

Felice Capretta ha detto...

@ fra (e folletto)

esatto, la battaglia (più che la guerra) tra gli hedge e la germania.

fino a ieri avremmo immaginato la guerra tra gli hedge e l'euro.

con questa mossa la merkel (o chi per essa) ha spezzato il già disunito fronte europeo.

apparentemente la mossa protegge la germania, buona dunque per tener buono l'elettorato che ha già punito la merkel.

in realtà gli effetti sono diversi, ne elenco alcuni

. aumento del rischio dissezione eurozona, sfavorevole alla germania

. indebolimento strategico dell'euro, conseguenza del punto precedente

. fuga verso altre valute tra cui il dollaro, conseguenza del punto precedente

. sostegno al dollaro e puntellamento del pericolante grattacielo dell'economia usa, conseguenza del punto precedente

imho, naturalmente :-)

saluti felici

felice

guru2012 ha detto...

@ Fra

"Il denaro... ...è solo il mezzo per misurare come siamo."

Capisco che estrapolando poche parole dal contesto si può perderne il significato ma, immagino tu volessi intendere che "uno, più soldi ha, più stronzo è". O no?

:D

Anonimo ha detto...

@Felice, Fra

Oggi fuga dei capitali da UK verso CH.

Gli inglesi si stanno comportando come i tedeschi: sembra una bancarotta pan-europea.

La SNB sta facendo veramente fatica a tenere basso il Franco CH.

Credo che presto avremo un decreto che limiti la circolazione dei capitali in Europa, di lì a brve la dissoluzione dell'Europa.

Il Folletto

Anonimo ha detto...

in questi giorni stanno succedendo cose veramente interessanti, Debenedetti e d'Alema che se le dicono di santa ragione, le reazioni convulse di d'Alema a Ballarò contro il vicedirettore del Giornale, Santoro che lascia Annozero (con lauta liquidazione), Veltroni e Franceschini che agitano le acque del Pd, l'outing di Veltroni ad Annozero sulla "misteriosa" entità che sarebbe dietro tutti il terrorismo mafioso e brigatista degli ultimi 40 anni in Italia, Napolitano che ritira fuori Ustica, la votazione trasversale dell'Idv che vota il federalismo demaniale, Bossi che non gradisce l'alleanza con Casini e Letta che comincia ad essere agitato..
Di carne al fuoco comincia ad essercene molta e punta tutta in una direzione, soprattutto dopo l'Ecofin tornati dal quale tutti sembrano essersi messi entusiasticamente alle dipendenze di Tremonti. La prima cosa che mi sembra di intravedere è un rientro nel gioco di de Benedetti che punta ad allearsi col Berlusca, come prima cosa gli è stata chiesta la testa di Santoro, desiderio che ha prontamente esaudito, altra cosa l'outing di Veltroni (e Napolitano) ha probabilmente "bruciato" un attacco terroristico nel nostro Paese (guarda caso d'Alema presiede il Copasir e l'ultimo mese era molto irritato/spaventato). Ora quindi se è de Benedetti a salire sul carro delle riforme, ecco spiegata la freddezza di Bossi riguardo all'opportunità di farci salire Casini. Mi dispiace per il Bagatto ma questa non è una buona notizia per Roma, mi sa proprio che c'è l'eventualità che il gioco venga deciso da Lega e de Benedetti, per Casini (e i papalini) la torta si sta assottigliando. Ovvio che in prospettiva si inserirà Beppe Grillo che cercherà di far perdere al PD dalemiano anche l'Emilia, e visto il 7% alle ultime regionali a Bologna c'è anche il caso che ci riesca come in Piemonte (e finalmente sono riuscito come potrà diventare buono Grillo nel Piano debenedettiano).

cambiando argomento rispondo al Bagatto. Rimango convinto che sia troppo incredibile la coincidenza di un Obama che autorizza la trivellazione con nuove piattaforme offshore e dopo un mese gliene salta una e crea il disastro che stiamo vedendo. Se a pensare male ci si becca allora è lecito sospettare la manina in tutto ciò della potentissima lobby delle armi, che in questo modo si candida alla guida degli USa nel 2012, con la prospettiva di una bella guerra per piegare l'Iran (previo altro 11 settembre), tornerebbe allo scopo buona anche la profezia dei Maya che prevede la fine del mondo il 22/12/2012 (per la gioia di chi crede a queste stronzate).

Arsan

Il Bagatto ha detto...

@ Arsan
Sì: i giochi si stanno facendo convulsi. Probabile una Europa a due velocità (con l'Italia divisa! Per la cronaca: io sono di origine marchigiana -nonna veneta e bisavoli austriaci- ed ho una casetta a Pesaro. Ho due figli in Grande Germania e la terza in Australia! Male che va qui sul Tevere... so dove emigrare). Obama lo vedo sempre peggio e guarda che il danno della fuga di petrolio pare essere molto più grave di quello che possa apparire (interesserà perfino la costa atlantica europea!). Sfumata, per ora l'opzione Iran, vi è la ghiotta occasione della tensione tra le Coree (con possibilità di coinvolgere anche la Cina...). In questo momento la borsa americana è in grosse difficoltà e la strategia della Merkel probabilmente sarà seguita da altri paesi europei. Cameron è sempre in attesa di entrare in gioco..

Il Bagatto ha detto...

Riguardo il 22-12-2012.Cero suona bene! Con il calendario gregoriano. Meno bene suona il calendario ebraico: 8 Tevet 5773 e ancora meno con il calendario mussulmano: 7 safar 1434...
se poi si perde un po' di tempo e si vede il famoso calendario, si noterà che proprio non si parla di fine del mondo od altre amenità simili. Però perchè perdere il proprio tempo quando è così bello seguire l'onda?

Anonimo ha detto...

@ Il bagatto
leggevo un interessante articolo oggi che riportava il fatto che nel primo trimestre di quest'anno dagli USA sono usciti 200 miliardi di dollari, rientrati (in gran parte da UK) per ricomprare t-bills. Praticamente il mercato dei t-bills è tenuto in piedi dal riacquisto triangolato all'estero (per non dar nell'occhio) usando fondi stampati dalla stessa FED. Ecco perchè gli americani si stanno agitando, non si tratta degli speculatori cattivi, qui è una questione di vita o di morte. Bisogna iniettare grandi quantità di denaro nel sistema perchè il drogato sta andando di nuovo in astinenza (di dollari), la salita della febbre (la quotazione del dollaro) è tutt'altro che sintomo di salute. L'iniziativa della Merkel (il divieto dei naked short) è invece andata nella direzione diametralmente opposta da quella voluta dagli USA (cioè un alleggerimento quantitativo per risolvere la crisi greca) è rappresenta quindi una vera e propria dichiarazione di guerra. Forse per questo motivo nessun altro paese si è sentito di condividerla, almeno fino a quando non si vedrà se la Germania ha le spalle abbastanza grosse per opporsi agli USA, sarà poi probabilmente seguita da altre dichiarazioni di guerra come la regolamentazione dei CDS o limitazione dello strapotere della agenzie di rating americane. In questo gioco l'Italia dovrebbe essere abbastanza al sicuro, almeno per ora, visto che gran parte del nostro debito pubblico è detenuto da banche americane e la Merkel tiene in palmo di mano Tremonti, il giorno che per sfiga (= in seguito ad un attentato) ci ritroviamo col governo di larghe intese sono dolori.
Avendo problemi a piazzare i loro bond ora gli USA utilizzano la Corea (poi a seguire Taiwan) per costringere la Cina a riprendere gli acquisti, è un'altro indicatore che la situazione sta degenerando rapidamente, se ciò non avverrà una escalation non sarebbe da escludersi.
Lo stop alle trivellazioni off shore (conseguenti alla catastrofe) obbligheranno gli USA ad andare a cercare il petrolio negli unici due paesi che ne hanno ancora grandi riserve, l'Irak e l'Iran. Per ora la crisi ha contratto i consumi, ma ho idea che con queste prospettive ben presto i prezzi del greggio ricominceranno a salire tenendo presente che la Turchia continuerà (con la scusa del terrorismo) ad insediarsi nella parte kurda dell'Irak, mentre l'Iran rischia tra poco di avere un missile atomico puntato su Israele, il che gli consentirebbe di "opzionare" la parte scita dell'Irak.
Non ho mai visto il mondo avere così tante deadline negative agli USA su tanti fronti contemporaneamente, vediamo se e come sapranno capovolgere la situazione. In ogni caso ho idea che i prossimi mesi verranno ricordati nei libri di storia nei prossimi 1000 anni.

Arsan

Anonimo ha detto...

L'articolo di De Benedetti apparso oggi su repubblica è chiaro. L'Europa è il fanalino di coda della ripresa perchè si deve tirare dietro i pigs. In Italia la crescita sarà più lenta per la malagestione degli oneri fiscali che gravano sulle imprese e sul costo del lavoro. Alle aziende i lavoratori costano troppo e i lavoratori percepiscono troppo poco. Così l'economia non gira.
Non c'è bisogno di spippolarsi troppo nella fanta-economia per capirlo.

Fede

Anonimo ha detto...

@ fra
Mi sembra ti sfugga un particolare sull'emissione del denaro: non ne siamo sovrani, non sono gli stati a emetterlo ma banche centrali in mano a privati. Non è difficile trarre le deduzioni.

AnonimoQuieto

Felice Capretta ha detto...

@ arsan

concordo e sottoscrivo quasi tutto, tranne solo il missilone iraniano. con le poche centrifughe che hanno, per di più di seconda mano, non riusciranno presto a dotarsi di un arsenale nucleare decente.

sull'espansionismo turco in kurdistan, aggiungo che c'è stato un recenta bombardamento turco nel kurdistan iracheno.

cosa che, peraltro, sicuramente non è piaciuta a tel aviv, che da tempo tesse alleanze con le popolazioni non arabe del medio oriente, ovvero in pratica i soli curdi.

un'altro bel colpo di mannaia alle relazioni turco-israeliane, e di sponda alla nato e agli usa. e al nabucco.

saluti felici

felice

Anonimo ha detto...

@ Felice
già, sembra che il governo filoislamico turco, che si contrappone alla casta militare tradizionalmente vicina agli israeliani (essendo composta in maggioranza dalla versione turca dei "marrani" chiamati dunmeh o qualcosa di simile), stia allontanandosi sempre più da USA e Israele.
Per quanto riguarda il missilone iracheno ho idea anch'io che gli ci vorrà ancora qualche anno, ma è altrettanto ovvio è che l'obiettivo strategico è quello di metterli sulla versione a gittata maggiorata dei loro Shahab 3 (mi pare si chiamino) che guarda caso raggiungono giusto Israele. Detto tra noi non credo proprio che l'uranio necessario o la tecnologia sarà necessariamente made in Iran, e ciò renderà imho le implicazioni internazionali della faccenda ancora più preoccupanti.

@ Il bagatto
non so se hai visto Annozero stasera, ha sparato ad alzo zero contro i preti pedofili. Colpo davvero basso in momento di denuncia dei redditi.. ah, questo de Benedetti.

Arsan