mercoledì 30 settembre 2009

Naftogaz in crisi e Tremonti sulle banche

Ucraina: Naftogaz in crisi

500 milioni di dollari in Eurobond
da pagare entro poche ore ai suoi creditori.

Questa è la situazione che, mentre scriviamo, sta fronteggiando Naftogaz, la società di gestione del gas e dei gasdotti ucraini controllata dallo stato.

Da più parti si rincorrono le voci di insolvenza tecnica dell'azienda ucraina che ha la mano sul rubinetto del gas che dalla Russia alimenta e riscalda l'Europa.
Moodys e Fitch hanno di recente effettuato il downgrade della società. Per moody's, l'outlook è "undefined".

Perfino l'entita' totale del debito estero di Naftogaz non sarebbe chiara.

Secondo Interfax-Ucraina si tratterebbe di 1,78 miliardi di dollari, mentre per Aleksandr Zhelud, responsabile del Centro internazionale di ricerche e prospettive, il vero livello di indebitamento dell'azienda ammonterebbe alla ragguardevole cifra di 12 miliardi di euro.

Riuscirà Naftogaz a raccogliere mezzo miliardo di dollari entro poche ore (senza stampare carta moneta equivalente)?

Lo scopriremo domani mattina.

Sembra pero' che la strada più probabile sia l'ennesimo rinvio: Naftogaz vorrebbe offrire ai detentori dei suoi eurobond nuovi bond denominati in dollari (!) che matureranno nel Settembre 2014 e pagano una cedola del 9%. Secondo altri, l'azienda ucraina intenderebbe invece chiedere la rateizzazione della somma.

(magari in comode rate da 100 milioni di euro mensili senza interessi)


Aggiornamento del giorno dopo (oggi, giovedì 1 ottobre): Default è stato, segnalato dall'affezionato lettore Paulo tra i commenti. La società ha mancato di pagare l'Eurobond, ma secondo gli esperti si dovrebbe raggiungere comunque un accordo e la cosa non dovrebbe avere conseguenze drammatiche. Già. Intanto non hanno pagato. Sempre tra i commetni, due anonimi lettori ci segnalano:

L'economia mondiale entra in una nuova fase in ottobre

Entro il 30 settembre, ultima data di chiusura dell'anno fiscale americano, le amministrazioni pubbliche degli Stati Uniti hanno dovuto sistemare i conti e pubblicare i bilanci. Ma poiché 49 stati su 50 sono in bancarotta, una grossa fetta di debito si prepara a diventare passività bancarie. Ciò non avverrà istantaneamente e non scatenerà automaticamente una reazione a catena, ma la miccia è stata accesa. "

L’Islanda ripudia il debito

Il parlamento islandese ha preso una decisione epocale: pagherà i suoi debiti ai creditori esteri solo nella misura del 6% della crescita del suo prodotto interno lordo; e se crescita non ci sarà, comè probabile data l’attuale depressione, non pagherà nulla. Da Effedieffe (solo per abbonati).

Benvenuti all'onda anomala dei fallimenti.

Fine aggiornamento.




Tremonti: Pensate che sia giusto che il mondo sia governato dai banchieri?

Sul versante italiano, il ministro Tremonti ci ha abituati a dichiarazioni estreme.

Oggi, durante un incontro con la stampa, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni:

Fare soldi con la finanza sta tornando molto conveniente e sono capaci tutti.

Ma se le banche continuano a fare i soldi con la finanza si prepara la prossima crisi.

Sui Tremonti bond:

Perchè il Credito Valtellinese li ha chiesti? Li ha chiesti perchè fanno il loro mestiere, cioè danno i soldi al territorio, vogliono dare i soldi alle piccole e medie imprese.

Non hanno problemi di codice etico, non hanno problemi di patrimonio, non hanno problemi di trasparenza, sono nella logica di meccanismo europeo.

Gli altri evidentemente no.

C'è qualcosa che di colpo ha fatto cambiare idea.


E infine:

Pensate che sia giusto che il mondo sia governato dai banchieri?


Uhm.

Già.

E noi che pensavamo che governavano i politici.
Che a loro volta erano eletti dai cittadini.

Ci sfugge qualcosa.

Oppure è sfuggito qualcosa a Tremonti.

Di certo il Corriere si lascerà sfuggire quest'ultima frasetta, domani.

Saluti felici

Felice Capretta

88 commenti:

fabio ha detto...

Stasera guardo tutti i tg possibili, ma credo che all'ultima frase di Tremonti verra'data una sforbiciata

pedro ha detto...

ma chi è sto tremonti?????? a che gioco gioca? non si capisce davvero.

certo che quella del gas ucraino è pesantuccia eh.... che conseguenze ci potrebbero essere in caso venga dichiarata insolvente la naftogaz?

ErSandro ha detto...

Sarei molto interessato a conoscere la fonte delle dichiarazioni di Tremonti.

Dimenticavo, complimenti per il blog.

Saluti,
Alessandro

Anonimo ha detto...

lo so che non c'entra però se da un lato il crack economico totale non si vede proprio dall'altro il crack della placca tettonica nel pacifico è dintorni si sta dando molto da fare due mega terremoti in poche ore si parla di migliaia di potenziali vittime...

Anonimo ha detto...

http://ansa.it/web/notizie/rubriche/economia/2009/09/29/visualizza_new.html_963584346.html
ecco una fonte delle dichiarazioni!

Anonimo ha detto...

ma il " dichiaratore estremo" .. non e' anche quello che ha imposto alle casse di risparmio in attivo ( tutte ovviamente al NORD ..:-)) di finanzire con i loro capitali sociali il nuovissimo carrozzone finanziario " per il sud" ?

ma non vi siete ancora resi conto che e' tipico di ogni sistema recitare tutte le parti in commedia ?

" godetevi lo spettacolo , e' tutto organizzato " ( da : il padrino 3)
bye bye

Mario ha detto...

in una recente puntata di Ballarò Tremonti parlando della crisi e delle soluzioni prese a livello mondiale ha detto testuali parole:"Abbiamo preso il debito privato che le banche non erano più in grado di gestire e lo abbiamo trasformato in debito pubblico ..."

prima domanda dell'uomo della strada:"com'è che si socializzano sempre le perdite e mai i profitti?"
seconda domanda:"ma ci state prendendo per il culo?"

purtroppo conosco già le risposte

d'altra parte molte aziende chiudono, molti lavoratori perdono il posto di lavoro mentre nel mondo delle banche e della finanza ci si domanda come spendere i prossimi bonus di fine anno, Mauritius o Saint Moritz, Ferrari o Lamborghini?

vigna ha detto...

crack si o crack no? Qui mi sembra che stà tutto pian piano crackando.
Dopo i stress test alle banche, adesso si passa allo crash test delle stesse.
Se non arriva più il "naftogaz", allora ci conviene utilizzare come combustibile i dollari (ho sentito che la macchinette della FED ne stampa 250mila al secondo), saranno sufficiente per scaldare l'Europa?
Grazie Capretto sempre simpatico e attento.

Vigna

Anonimo ha detto...

hehe...povero tremonti, magari vorrebbe pure parlare ma sai com'è sembra che porti male...finisce che uno tocca piom, ops ferro..:-)

corvo ha detto...

l'altro giorno citavo alcuni libri che varrebbe la pena di leggere.

ecco una citazione che credo aiuti a riflettere come funzionino alcune citazioni sui Mass media.

Originale Prima, traduzione mia sotto.

Information management has to do with establishing whatever is to be conceptualized as constituting reality within any given societal framework,
or within any social grouping.
This is to say that reality-making and information management are
somehow interrelated - largely because the reality cannot be constructed unless information relevant to it is managed in this or that way.
The process of constructing a reality requires three activities, all of which require information-management talents:

(1) facts, evidence, and information that might support the reality (thereby proving it real) need to be emphasized and, best of all, taught as the truth;

(2) facts, evidence and information that would tend to deconstruct the reality need to be disposed of somehow;

(3) the willful introduction of useful illusions if and when (1) and (2) above cannot be made to seem consistent or to be creatively managed.


Ingo Swann Penetration

La gestione delle informazioni ha a che fare con la creazione di tutto ciò che è deve essere concettualizzato come costituente la realtà all'interno di dato contesto o gruppo sociale.

Questo per dire che la creazione della realtà e la gestione delle informazioni sono in qualche modo correlati - in gran parte perché la realtà non può essere costruita a meno che le informazioni pertinenti ad essa siano gestite in questo o altro modo.

Il processo di costruzione di una realtà richiede tre attività, tutte e tre richiedono talenti nella gestione delle informazioni:

(1) I fatti, le prove e le informazioni che possono sostenere la realtà (dimostrandola così che reale) devono essere sottolineato e, meglio di tutti, insegnati come verità;

(2) I fatti, le prove e le informazioni che tendono a decostruire la realtà devono essere eliminati in qualche modo;

(3) l'introduzione volontaria di utili illusioni se e quando (1) e (2) di cui sopra non possono essere fatti apparire coerenti o essere creativamente gestiti.

Infettato ha detto...

In effetti al Tremonti capita spesso di dire più del dovuto, calcolando il ruolo politico, è un po' come il Berlusca, alcune volte si dimenticano e dicono anche delle verità potenzialmente "pericolose".

Che dire, l'inverno si avvicina, i rumors iniziano ad essere troppi.m

Anonimo ha detto...

@Corvo
bella sta storia di Ingo Swann

Anubi

rumenta ha detto...

a fronte delle dichiarazioni, sono comunque i fatti che contano.
e nei fatti questo bel personaggio si è dimostrato perfettamente funzionale al mantenimento dello status quo.
non per nulla nel '92 era sul britannia, ed ha partecipato a diversi bilderberg.
sua, inoltre, è la famosa "finanza creativa", che tanto bene ha fatto alle casse dello stato.
che dire.... bravino nel cercare di rifarsi una verginità.... per chi ci crede, ovviamente. :-)

Clarius ha detto...

A me Tremonti piace.
Credo che sia una delle poche persone competenti in quella valle di lacrime che è la politica italiana.
Soffermiamoci un minuto sui suoi due illustri predecessori :
Padoa Schioppa e Visco

(Apriti ACelo adesso AAHAH)

Clarius ha detto...

Comunque a parte tutto,
la frase di Tremonti è riportata dal corriere eccome!

http://www.corriere.it/economia/09_settembre_30/tremonti-bond-sgarbo-imprese_3cd59e26-adaf-11de-a90c-00144f02aabc.shtml

Ci hanno dato un contentino dai

ercole28 ha detto...

a me Tremorti...
non me la racconta giusta...
ogni tanto fà l'uscitina condivisibile...
ma ad esempio..ha partorito quest'ultimo scudo fiscale...
che penso sia la fetenzìa peggiore che un governo potesse tirar fuori.
Riciclaggio di danaro sporco, nella garanzia dell'anonimato, con micro tassa del 5%.

Uno che pensa una cosa del genere...
non deve avere tutte le rotelle a posto...
e noi che la accettiamo supinamente...
senza fare le barricate....
beh...siamo dei coglioni!!!

saluti riciclati
Ercole28

albano ha detto...

Comunque Tremonti è uno dei pochi che ha il coraggio di dire ufficialmente che i bancheri vogliono governare il mondo. Classica tesi "Complottista", alla David Icke per intenderci. D'altra parte con questa crisi il debito pubblico+privato americano è passato dal 350% del Pil al 550% del Pil. E chi ci guadagna? Il creditore, è OVVIO. Cioè LE BANCHE.
"Grazie, Obama" (quello che ha dato i superpoteri alla FED e che dice che è di sinistra)

Mario ha detto...

non voglio difendere Tremorti come lo chiama Beppe Grillo, però provo a fare il ragionamento opposto ovvero non si fa lo scudo fiscale;

bene i 300 miliardi restano dove sono, lo Stato non ci prende niente (il 5% di 300mld fa 15mld) e il nostro circuito bancario e finanziario sta all'asciutto di ben 285mld (e gli svizzeri ringraziano)

si dice che lo scudo fiscale è un premio all'evasione, ma non farlo cosa cambia? finisce l'evasione? da domani tutti onesti contribuenti? si recuperano questi soldi in altro modo?

dal punto di vista morale e del diritto è un pugno allo stomaco per tutti i cittadini onesti, in concreto è il tentativo da parte di uno che di queste cose ci capisce ovvero Tremorti di portare avanti la baracca

io sono più preoccupato di quello che succederà a settembre 2010 quando saranno noti i dati irpef relativi al 2009 e Tremorti non avrà più niente da raschiare dal barile (penso alla sanatoria delle colf, un altro miliardino e mezzo da mettere in saccoccia), allora saranno cavoli amari non commestibili cominciamo a prepararci ....

yuma ha detto...

@ mario

adesso sono solo alla frutta. Non oso pensare quando saranno alla disperazione cosa si inventeranno.

Aumento dell'iva patrimoniali secche,condoni edilizi?

Una cosa è sicura, dopo la frutta il conto...a noi

Quello che ancora non hanno capito è che ormai è chiaro che in caso di necessità sono disposti ad abbassare le braghe e che quindi aumenteranno i contenziosi in attesa di futuri condoni

E' probabile che quindi si invenrino condoni trappola per incominciare a prendere un acconto in attesa di raapinare il saldo

Esattamente ciò che si sta profilando per lo scudo fiscale, che in effetti non è quello che sembra, infatti non mette assolutamente tranquillo chi aderisce in quanto può essere soggetto ad ulteriori controlli ( ad es, iva)

E' il motivo per cui non sta ottenendo il successso sperato

yuma ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
yuma ha detto...

@ felice

visto il successo dell'iniziativa di Corvo che tra l'altro ci faceva confrontare con una previsione piuttosto difficile, perchè non provare a misurarci con un altro scenario possibile ?

Al 1 novembre viene diffusa ufficialmente la notizia che dal 1 gennaio 2010 viene definito l'euro come riferimento fisso ed esclusivo per il pagamento del petrolio.

Scenari dal 2 novembre

cosa ne dici?

ps comunicazione di servizio

perdo spesso l'account google con trafile e paroline varie. E' un problema solo mio?

vigna ha detto...

Bravo Mario, hai spiegato molto bene come andranno le cose senza lo scudo fiscale.
Non sono un tifoso per lo scudo, però, come dici Tu, se non entrano in circolo quì da noi, rimangono in un altro stato e, in cambio, quì da noi, si dovranno prendere "altri" provvedimenti a carico di noi contribuenti che non hanno la possibilità di scappare da nessuna parte.
Perciò, secondo me, Tremonti cerca in tutti i modi di non gravare con tassazioni varie sul singolo cittadino, almeno, come si voglia dire, fino a che non avrà raschiato il fondo del barile, dopo si vedrà.
Cordiali saluti e buona giornata a tutti
Vigna

Clarius ha detto...

Non posso che essere d'accordo con Mario, quei soldi sono irrecuperabili perfino così!
Nel momento in cui li fai rientrare,finisci sotto l'occhio di bue del fisco,che ti marcherà stretto a vita.E poi ,appunto,tenderanno a circolare
qui e non in Isvizzera,dato che per lo meno sarà più difficile dopo
riportarli fuori (non hanno tutti una gobba in cui nasconderli).
Se fosse tutto questo scandalo, dove sono le proteste?Io non ne ho viste, di nessun tipo.Probabilmente gli italiani non hanno da protestare, dato che sono quasi tutti impegnati in questi giorni a ragionare se sia il caso di far rientrare quei soldi o no!
:D

Anonimo ha detto...

Molto meglio Bersani / Prodi / D'Alema che hanno governato/ lavorato negli ultimi 20 anni per le lobbies bancarie e assicurative, quasi tutte nella loro sfera d'influenza. Che, tanto per citarne solo una, hanno assicurato il TFR delle aziende alle Banche così da favorire la spoliazione delle pmi e la bolla speculativa dei fondi del 2007.

Non può semplicemente essere che Tremonti, libero professionista, è nato e cresciuto fuori dal circolo dei boiardi di stato para bancari-assicurativi della sfera ex DC/PCI e quindi è libero di dire come stanno le cose? Fatto salvo ovviamente che si è trovato in questa crisi e ha dovuto sostenere le banche per evitarne il fallimento?

Fra

yuma ha detto...

Interessante intervista ad Alfonso Tuor economista direttore del Corriere del Ticino / 14 setttembre

http://www.swissinfo.ch/ita/economia/Uno_scudo_e_molte
_tensioni_sulla_piazza_finanziaria.html?siteSect=161&sid
=11206688&cKey=1252932052000&ty=st

Swiss info: E sul fronte della clientela italiana?
A.T.: Sicuramente, a mio parere, le grandi sostanze non aderiranno allo scudo fiscale. Prima di tutto perché sono legate ad attività e inoltre perché nel 99% dei casi hanno già costruito delle strutture societarie di protezione, anche rispetto al segreto bancario. E' sui patrimoni di piccola e media grandezza che si giocherà la battaglia, ovvero le dimensioni che rendono di più alle banche (le grandi fortune percentualmente rendono meno).

Felice Capretta ha detto...

@yuma

buona idea il sondaggio, ma ci vuole uno come corvo che aggiorna e riporta in quasi realtime. chi ha voglia di farlo? :-)

sullo scudo fiscale ho parlato di recente con una persona che lavora in una banca svizzera. meno del 5% dei suoi clienti italiani ha accettato lo scudo fiscale. più che altro pensionati che vogliono vivere gli ultimi anni serenamente. d'altra parte non poteva essere altrimenti.


bene ilcorriere che ha pubblicato la frase di tremonti (senza però l'enfasi che meriterebbe un'affermazione del genere...ve lo immaginate cosa risponderebbero se la stessa cosa l'avesse scritta un lettore nelle lettere al corriere?).

qualcuno ha preso l'edizione cartacea di oggi?

saluti felici

felice

Clarius ha detto...

@Felice

Dai Felice sei incontentabile,
ammetti che "Sci toppàto, qui" come
si dice dalle nostre parti!

corvo ha detto...

eccomi qui!
Ultimo giorno del sondaggio sugli scenari 2015.

Quelli che non l'hanno ancora fatto possono votare fino alle 18:00 di oggi.

La situazione é complessa. Nesuno degli scenari si é fino ad ora affermato nettamente sugli altri. Un gruppetto di cinque guida la classifica distanziati fra loro da pochi voti.

Capretta, Fantomas, Claudio, Tao e Pluto: chi ha ragione fra di loro?
A cosa assomiglia il 2015?

Piú di 200 voti (validi) sono giá stati espressi. Se volete che il vostro favorito vinca (in maniera leale) potete spammare per la blogsfera l'indirizzo del sondaggio:
https://spreadsheets.google.com/viewform?formkey=dHYzb0xMdXFZZ3BmTlZIbWNmNWRyaXc6MA..

vediamo se riusciamo ad arrivare a 300 voti (validi) fino a oggi pomeriggio.

Anonimo ha detto...

le banche svizzere hanno tutto l'interesse a far credere che lo scudo non avrà seguito. a loro toccherebbe tornare a pascolare le mucche.
Fra

Anonimo ha detto...

I soldi rientreranno perchè ci sono le condizioni: si è visto che anche in svizzera le gestioni non sono un gran chè, anzi spesso hanno riportato pesanti perdite; c'è la possibilità di smobilizzare in un momento di ripresa delle borse; qui adesso servono.
Le voci sono che si aspettano un rientro di 300 milioni di e., che porterebbero 15 milioni di e. di condono, pari ad 2-3 finanzirie.
In più, una volta rinetrati, anche secondo me metteranno una patrimoniale sui c.correnti.
Fra

Clarius ha detto...

@Fra
Stavolta sono d'accordo con te , Frà,
metti 300 miliardi di euro (si fa tanto per fare chiacchiere da bar, ovviamente, dato che i bar stanno chiudendo )sui c/c italiani,metti che rendano anche solo di interessi base l'uno per cento.

Ogni anno lo stato incassa lo 0,27% di questo uno per cento senza far nulla.
(circa un miliardo di euro)

Questo proprio come antipasto,
tanto per gradire

TUTTO CHIARO ADESSO RAGAZZI?
(scherzo, non ne so nulla di queste cose :D )

Anonimo ha detto...

Certo, sono numeri buttati li, non pretendono certo di esser giusti, ma danno un'idea della cosa.
Questa volta ci sono le condizioni perchè riesca... alla gente i soldi sevono qui.
Se questo succede, lugano si da una bella ridimenzionata... qualcuno ha già fatto i conti, da qualche parte ho letto che hanno dichiarato che nel caso "vorrà dire che licenzieremo 1800 transfrontalieri italiani"
Fra

paulo ha detto...

Sì, è default :

http://www.google.com/hostednews/ap/article/ALeqM5j5G7upUTHbTn3CiC4IpkfCjyOh3wD9B275S80

vigna ha detto...

x Paolo.

l'articolo che hai linkato non risulta "avalable", cioè non disponibile? potresti cortesemente fare un riassunto, visto che comunque l'inglese non lo mastico bene?
Grazie e cordiali slauti

Vigna

Mario ha detto...

due notizie dagli Usa:

dati secondo trimestre 2009 -17% entrare fiscali complessive;
aumenta il costo delle licenze di pesca;
per la serie "raschiamo il fondo del barile"

http://lagrandecrisi2009.blogspot.com/2009/09/usa-crollo-del-gettito-fiscale.html

rumenta ha detto...

Mario:

io sono più preoccupato di quello che succederà a settembre 2010 quando saranno noti i dati irpef relativi al 2009 e Tremorti non avrà più niente da raschiare dal barile (penso alla sanatoria delle colf, un altro miliardino e mezzo da mettere in saccoccia), allora saranno cavoli amari non commestibili cominciamo a prepararci ....

come ho già detto, è probabile un prelievo forzoso stile amato, ma questo sarà molto peggio.
per cui vuotate i conti o, al massimo, teneteci il minimo indispensabile.

mentre per quanto riguarda lo scudo fiscale ed altre amenità da finanza creativa

SMETTERE DI RUBARE

non sarebbe una soluzione praticabile per i nostri politicanti da strapazzo??????
quando finiranno anche i soldi sui conti correnti, dovremo vendere il sangue per consentire a queste zecche di continuare ad attribuirsi emolumenti mensili che equivalgono allo stipendio ANNUALE di un operaio??

fabio ha detto...

Taglieranno gli stipendi pubblici,
non i loro ovviamente.

Mario ha detto...

@rumenta
hai ragione, la remunerazione dei politici italiani è una delle cose più inique, senza contare il "codazzo" di persone che gravitano attorno a loro e costano alla collettività cifre ormai insostenibili, basti pensare alla Rai, agli enti pubblici in genere, a volte penso alla famiglia Fassino (ex segretario dei DS) moglie e marito entrambi parlamentari, quanto fa 30/40.000 euro al mese?

corvo ha detto...

@Rumenta
SMETTERE DI ...

Premesso che i politici non piacciono a nessuno io sono per il

COMINCIO A

incolpare qualcun altro per una situazione non ci porta a trovare una soluzione diversa da:
"tu li fai qualcosa".

Se noi non reagiamo "direttamente" cambiando il nostro drammaticamente approccio a certi temi essi non si modificheranno.

o scritto se ma intendevo "quando": prima o poi avverrá.

Decisivo é se in quel momento vi sará ancora spazio di manovra, visto che esso si sta restringendo velocemente.

Uno dei principi della teoria dei sistemi é la definizione del suo "SCOPO" (purpose or function).

Uno dei grandi errori concettuali che stiamo scontando é stato di economizzare la nostra percezione della realtá, prendendo il denaro e l'economia (e.g. il PIL) come un indice del successo del sistema societario.

Ridefinendo lo scopo in termini qualitativi abbiamo giá dato un interpretazione diversa alla "realtá".
Quindi nel mopmento nel quale abbiamo una crisi economica (abbassamento del PIL) possiamo pensare politiche diverse.

per noi stessi (in primis) e per gli altri.

Quindi il mio "comincio a" ha come prima caratteristica la ridefinizione del "problema" rispetto al nuovo "scopo" del sistema.

Mario ha detto...

@corvo
in parole più semplici finchè noi non andiamo in una direzione diversa il sistema e la sua classe dirigente resteranno tali e quali

da qualche parte avevo letto che si fa presto a dire Berlusconi ladro, ma lui altro non è che l'ombra su di un muro di milioni di italiani

quindi se vogliamo cambiare l'ombra ....

corvo ha detto...

@mario
In parole piú semplici:
come Italiano all'estero preferirei che Berlusconi avesse fatto un colpo di stato.
Sarebbe piú facile da spiegare ai non-italiani qui che mi chiedono: "ma come hanno fatto gli italiani a eleggere Berlusconi per la TERZA volta???"

e io "....ahem.... si... no....."

Il fatto é che hai ragione Mario:
Berlusconi rappresenta una certa Italianitá e per questo viene eletto.

Mario ha detto...

@corvo
ti capisco perchè all'estero ogni tanto ci vado, una volta per prenderci in giro ci dicevano mafia spaghetti mandolino, adesso ci guardano con un largo sorriso e dicono "Berlusconi!"

in una recente intervista Romano Prodi ha detto che Berlusconi vince perchè la maggioranza degli italiani pensa sia normale parcheggiare in seconda fila

venticinque anni di tv commerciale hanno influenzato se non addirittura plasmato le opinioni e le coscienze di milioni di persone, se un simile risultato sia stato voluto e pianificato a tavolino non lo so, fatto sta che è così che sembra siano andate le cose

oggi si dice che è colpa di tv spazzatura, di reality, di tg servi del padrone, ma si dimenticano i vari film e telefilm che hanno innondato le nostre giornate negli ultimi 20/25 anni dove il "figo" è quello che si comporta male, dove l'eroe di turno salva il mondo da solo e non ha certo bisogno degli altri e via discorrendo.

Ai giorni nostri merita una menzione speciale il programma AMICI di Maria De Filippi dove gli alunni rispondono indietro agli insegnanti, non accettano le critiche perchè "tanto è la tua opinione", già l'opinione però di uno che fa quel lavoro da 30 anni e dove la vincitrice dello scorso anno ha detto testuali parole "e pensare che non ho mai studiato in vita mia"

il risultato di tutto questo? L'Italia che abbiamo davanti ai nostro occhi ...

yuma ha detto...

naftogaz non ce l'ha fatta . E' tecnicamente in default

yuma ha detto...

@ Mario

concordo pienamente.

Maria De Filippi e soci andrebbero processati per alto tradimento

( della società dei valori)

ma tocca a Padri e Madri riportare le cose nelle loro giuste dimensioni. Troppo facile trovare solo cause esterne

PS Sarà un caso che la parolina di Google è amorthes?

rumenta ha detto...

corvo e Mario,
siamo d'accordo, ma ci vuole altro per scuotere l'italia....
forse, ma solo forse, quando le cose si dovessero mettere davvero male gli italiani potrebbero rinsavire.
benché io sia molto scettico, considerando che credono ancora che ci siano DUE schieramenti politici che si "confrontano" O.o

yuma ha detto...

@ Pluto

si va?

forato 1041 !

paulo ha detto...

x Vigna :

Il testo originale :

"KIEV, Ukraine — Ukraine's debt-laden state energy firm Naftogaz says it has failed to repay principal on $500 million of its bonds on time, indicating a default.

Analysts and creditors say the failure to pay back the Eurobonds by the Wednesday night deadline amounts to a default. The company declined further comment.

Naftogaz said in a statement Thursday that it had paid interest on the bonds that matured Wednesday, but said the principal was subject to a restructuring proposal to be considered on Oct. 19.

Investors and experts say a deal will most likely be reached and the default will not have a drastic impact on the standing of the troubled company."

da : http://www.google.com/hostednews/ap/article/ALeqM5j5G7upUTHbTn3CiC4IpkfCjyOh3wD9B275S80

Che vuole dire : Naftogaz ha pagato gli interessi ma non il capitale degli Eurobond. Stano cercando un accordo per il pagamento con i creditori !

Mario ha detto...

@rumenta
Mi piacerebbe che si potesse arrivare a cambiare le cose attraverso una presa di coscienza piuttosto che spinti dalla disperazione anche se vedo nella tua affermazione "quando le cose si dovessero mettere davvero male gli italiani potrebbero rinsavire" ciò che con ogni probabilità accadrà.

Sui due schieramenti che si contrappongono sono totalmente daccordo con te è una farsa, nel PD mi permetto di salvare quei pochi come il senatore Marino ed altri che ancora ci credono, nel PDL sto ancora cercando, non è impresa facile ...

Anonimo ha detto...

"L'economia mondiale entra in una nuova fase in ottobre



1 ottobre 2009 (MoviSol) - Entro il 30 settembre, ultima data di chiusura dell'anno fiscale americano, le amministrazioni pubbliche degli Stati Uniti hanno dovuto sistemare i conti e pubblicare i bilanci. Ma poiché 49 stati su 50 sono in bancarotta, una grossa fetta di debito si prepara a diventare passività bancarie. Ciò non avverrà istantaneamente e non scatenerà automaticamente una reazione a catena, ma la miccia è stata accesa. "

http://mercatoliberonews.blogspot.com/2009/10/l-mondiale-entra-in-una-nuova-fase-in.html

Clarius ha detto...

Concordo sull'esempio di B. e l'ombra,
anzi dirò di più, anche se forse non meglio.
Faccio il libraio e tempo fa mi arrovellavo sul motivo del clamoroso successo del libro "La Casta".Molti altri ottimi libri di denuncia hanno venduto un milione di copie in meno.
La conclusione a cui sono giunto è
che gli italiani l'hanno comprato ( e letto , spero) sognando di diventare un giorno dei privilegiati come loro
della Casta.
E così vale per il signor B; quei "pochi" che lo votano ancora (non dimentichiamo che i non-votanti hanno vinto le elezioni) vorrebbero semplicemente diventare come lui.
Comunque la parola definitiva su B. l'ha detta Capossela nel testo di "Marajà"

http://www.angolotesti.it/V/testi_canzoni_vinicio_capossela_1740/testo_canzone_maraja_46828.html

Malingut!

Anonimo ha detto...

L’Islanda ripudia il debito

Il parlamento islandese ha preso una decisione epocale: pagherà i suoi debiti ai creditori esteri solo nella misura del 6% della crescita del suo prodotto interno lordo; e se crescita non ci sarà, comè probabile data l’attuale depressione, non pagherà nulla.

http://www.effedieffe.com/content/view/8444/165/

corvo ha detto...

mancano 24 minuti alla chiusura del sondaggio e abbiamo ben quattro scenari con lo stesso numero di voti!!!!

ogni voto conta a questo punto per aggiudicarsi il favoloso premio canadese!

rumenta ha detto...

l'islanda non ha tutti i torti.

anche l'italia, volendo, potrebbe entrare in default "selettivo", ovvero un default che salvaguardasse i piccoli risparmiatori che investivano, e tutt'ora investono, in titoli del tesoro, e offrisse agli altri creditori una quota percentuale (molto bassa) del debito contratto con loro (poco in fondo è meglio di nulla, cosa che sarebbe, imho, se entrassimo in un default "secco").

uno stato può farlo, a prescindere dai "rating" internazionali conferiti da agenzie farlocche alle quali non dovrebbe più credere nessuno, visto i risultati conseguiti con il mercato di derivati & c.

dopo di che, si ricomincia da capo, senza la palla al piede del "debito pubblico", e al primo che si azzarda a fare "finanza creativa" si tagliano subito le braccine.......

Anonimo ha detto...

Il gettito fiscale USA è diminuito nel 2008 del 17% (27% la parte riferita alle persone fisiche)

http://lagrandecrisi2009.blogspot.com/

guido

vigna ha detto...

Grazie Paulo,
sichè Naftogaz è ancora più vicino al default?

Chissà a chi toccherà poi? Ho appena sentito un imprenditore dalla Germania, il quale mi riferisce che le aziende stanno cadendo come pere mature e l'export "made in Germany" è in piena crisi, ma per fortuna che ci dicono continuamente che cè la ripresa.

Saluti

Vigna

fabio ha detto...

Il problema e' che se l'Italia fa default tutte le societa' statali le svende la BCE e l' FMI al miglior offerente

rumenta ha detto...

fabio:

Il problema e' che se l'Italia fa default tutte le societa' statali le svende la BCE e l' FMI al miglior offerente

anche se non si direbbe, l'italia è ancora uno stato sovrano.
non dovremmo far altro che applicare uno scarponcino al posteriore di lor signori con la dovuta forza, proprio come hanno fatto in argentina con fmi e banca mondiale quando hanno deciso di risolvere il loro default causato proprio da fmi e bm....

e comunque, a svendere non ci stanno già pensando (o non ci hanno già pensato) prodi, draghi, padoa schioppa, bersani, tremonti e compagnia cantante, anche senza scomodare i due tagliaborse da te citati??

Anonimo ha detto...

a me tremonti non mi convince affatto ..nel senso che non credo proprio che la rivolta dei produttori possa eesere guidata del direttore dell' aspen italia ..:-)
...pero' devo correggere un affermazione errata di rumenta .. infatti PARE CHE tremonti fu invitato sul britannia con altri 200 big finanziarii " nostrani" ma poi PARE CHE una volta informato sul "vero ordine del giorno" fu nella ridotta pattuglia che si fece sbarcare subito ...

Pluto ha detto...

Scusate... vi ho un po' trascurati, ma nelle ultime 24 ore non mi sono mosso dallo schermo per programmare un robot che si sbatta a comprare e vendere al mio posto... giusto per i miei detrattori, i risultati vengono pubblicato in automatico al sito: http://carnivore.mt4stats.com/
Il nome del robot è XL Carnivore.. (vi aspettavate altro da me?)
Ora è sotto testing (i risultati sono solo virtuali ma fatti in real time e su dati reali) e in 2 ore e 40 mi ha fatto 930 eurozzi usando la quantità minima di lotti.
Vedremo!

Per il gas è una rogna.. qua inizia già a fare freddo e se come l'anno scorso ci chiudono i tubi (e stavolta pure prima!) siamo finiti.

rumenta ha detto...

pero' devo correggere un affermazione errata di rumenta .. infatti PARE CHE tremonti fu invitato sul britannia con altri 200 big finanziarii " nostrani" ma poi PARE CHE una volta informato sul "vero ordine del giorno" fu nella ridotta pattuglia che si fece sbarcare subito ...

si, tempo fa ho avuto modo di leggere una dichiarazione dello stesso tremonti in merito.... come chiedere all'oste se il suo vino è buono :)=)

P.S. e cossiga concorda con me, tremonti c'era, e ci è rimasto....

Anonimo ha detto...

caspita, quella dell'islanda che ripudia il debito è una notiziona...

l'avete letto blondet in merito?

anonimo :-*

Pluto ha detto...

1.146 alla 3° ora...
...inizio ad essere teso....

vigna ha detto...

x Pluto

Quanti Eurozi chiedi per il Tuo programmino?

S'è funziona così come hai descritto è una meraviglia, complimenti, sei un genio. Ma hai studiato come programmatore?
Saluti
Vigna

Pluto ha detto...

@ Vigna:
Ho pensato di darlo gratis per la prima settimana.. poi ogni settimana s'ha da pagare 1000 € se usi da 0.1 a 1.6 lotti, 4000 € fino a 3.2 lotti e così via.
In demo ovviamente gratis senza limiti temporali.
In questo modo mi si dà solo una piccola parte delle vincite (1-2 %) e non ci sono rischi per l'acquiente di comprare una fregatura.
Penso che pagare 1000 euro in anticipo (quando magari sono solo quelli che puoi investire) e senza neppure sapere se il sistema funzia costa di più di pagarli ogni settimana prendendocene 50.000... o no? ;)
L'account di partenza devo capire se deve esere di 500 o 1000 euro.
Però va testato ancora.
Oltertutto devo implementare la protezione del codice, la licenza su server, un piccolo sistema di gestione del capitale (quando avrò 4000 euro sulla prova vorrei aumentasse in automatico la dimensione del lotto), i margini a seconda degli orari (di notte sono più stretti!
Adesso ad esempio mi si è bloccato su una posizione che occorreranno ore perchè esca in perdita o in vincita in automatico. Non che sia un problema perdere 200 euro per uscire e far riprendere il sistema ma aspetto per vedere come reagisce. Pure questo è importante.
Di base è meglio portarsi a casa una perdita di 200 euro che vedersi bloccato il programma per 2 ore: questo costa circa 600 euro di mancati guadagni.

testo, testo.. provo... provo... anche se ormai sono in fase confusionale. E' la mia 27 ora di programmazione continuativa.

Si, sono laureato in Information Technology alla Saint Leo University di Tampa.
Mi occupo di agricoltura e faccio il trader e pure ho un'azienda di abbigliamento (usato! dati sti tempi).
Di notte caccio.. ed essendoincatenato al pc importuno il blog di Felice frequentemente.
Grazie per il complimento.. ma aspettiamo i risultati definitivi. Magari è solo fortuna!!

Pluto ha detto...

@ Vigna:
ah.. se per vendere intendevi vendere il codice perchè lavori per qualche banca non te la cavi con un milioncino, se effettivamente funziona devi pensare a cifre seguite da almeno uno zero in più.
Ma potendo lavorare su lotti più grandi sti soldi una banca li riprende in un giorno.
Vado avanti a testare o non ho nulla da venderti!!!

:D

vigna ha detto...

x Pluto.

Allora ci risentiamo quando hai perfezionato lo strumento. Ma dopo non basta acquistare questo bel programmino se non lo so usare, bisogna anche organizzare qualche corso di guida, cosa ne pensi?

Interessante, che Ti occupi di abbigliamento, anche io sono in quel settore dal 1995, noi (io e la mia consorte) trattiamo articoli solo donna (giovane, fino ai 50anni) e tu che tipo di abbigliamento tratti?
Poi, scusa non vorrei essere troppo invasivo, ma come fai a seguire tutto, borsa, agricoltura e abbigliamento e, se non erro, vai anche a caccia?
Certo devi essere molto motivato e pieno di energia, complimenti ancora.
Saluti
Vigna

Pluto ha detto...

@ Vigna:
Il programma di base è MT4. Quello mio è un indicatore esperto che come un robot fa le operazioni da solo. Installi MT4, copi il mio robot nella cartella "expert", lo lanci e vai al mare per una settimana: quando torni sul tuo conto dovrebbero esserci 50.000 eurozzi: di questi 1000 li mandi a me. Torni al mare: sguazzii per un'altra settimana.
Se hai cambiato l'abbonamento (posto che il programma funzioni) sul tuo conto troverai altri 200.000 euro: 4000 me li mandi.
La parte più difficile nel far funzionare il software sarà l'invio del denaro perchè è l'unica cosa non automatizzata. :D

Per la cronaca:
Ora non esco dall'operazione bloccata (salta da -400 a - 70 euro) perchè voglio capire che succede quando raggiunge lo stop loss che ora ho impostato troppo alto. E' la prova più importante dove il programma può fallire.

Su un altro account con 100 euro di stop loss le transazioni non si bloccano e va più veloce.
Domani posto pure quell'account, ma ora devo vedere questo che fa ai limiti!

L'importante è saper demandare:
la mia ragazza si occupa della gestione quotidiana dell'azienda di abbigliamento: consegnare, vendere. E' abbigliamento usato: rende molto di più di quello nuovo e ha costi minori.
E' socialmente più etico perchè con 4 euro permette alle persone di vestirsi bene. Qua sono molto poveri.

Per l'agricoltura ho un fattore e quando servono degli stagionali.

In entrambe le aziende io intervengo solo in fase decisionale, organizzativa, di verifica e in genere in casi eccezionali.

Il trading è emozionante come la caccia: stesse sensazioni, quindi non è difficile da seguire.

Torno a testare. Purtroppo anche l'operazione che dicevo era bloccata è andata in vincita. Deve ripetersi quella situazione di stallo in perdita. E' fondamentale per il test.

Attualmente, dopo lo sblocco il gain è salito a 1381 $ (se usi un account in euro i rapporti di vincita sono uguali).

Sembrerà che dico cazzate.. ma lo faccio sempre con dati verificabili alla mano.

vigna ha detto...

x Pluto.

Buon giorno Pluto,
non vorrei approfittare troppo della bontà di Felice e neanche della Tua, quando sarai pronto con il programmino fammelo sapere la mia mail è: grazvig@libero.it

Abbigliamento usato: ma è quello che raccolgono qui da noi tramite la croce rossa? Se mi vesti uno con 4 Euri, il costo iniziale può solo essere vicino allo 0, altrimenti che margine ci hai?
Noi, nonostante un ricarico del 140% fatichiamo a produrre un reddito decente a fine anno e se lo racconti ad un sinistroide non ti crede nemmèno da morto, ma i costi ti portano via buona parte del margine e poi ci sono le rimanenze.
Inzomma, con l'attività si vivacchia ma non si mette da parte alcun Eurozo a fine anno, mentre, fino a quando cera la Lira, si riusciva a mettere da parte qualcosa.
Cordiali saluti e buona giornata
Vigna

Pluto ha detto...

@ Vigna:
mi serve ancora un po' di tempo per trovare i parametri migliori di stop loss e take profit: vorrei che riuscisse a portare a casa soldi in caso di grossi movimenti ma anche di piccoli su movimenti orizzontali. Ora provo un po' di settaggi: il conto avrà "movimenti strani" quando chiudo tutte le posizioni per riaprirle con parametri differenti.

il problema è che a volte, come ti ho già detto ieri, si impappina su posizioni troppo lunghe che non vuole mollare e finchè non le chiude non mi porta a casa un euro.

Devo insegnargli a saper perdere qualcosa per dopo continuare a fare 80 euro ogni 15 minuti.

Adesso se le chiudo io ricomincia normalmente: ma deve imparare a farlo da solo! Spero non serva troppo tempo!

Riguardo all'usato ha margini molto alti, 800%, ma anche un ricavo molto basso (ti dicevo 4 euro) e pertanto occorre vendere parecchio per portare a casa gli affitti, gli stipendi e cosìvvia.
Chi vede che ogni giorno entrano un sacco di persone e comprano neppure per me crede che per il negozio ci siano margini piuttosto bassi! Comunistacci! :-P

corvo ha detto...

Buongiorno a tutti!
Il sondaggio sugli scenari 2015 é chiuso e sto lavorando per preparare i dati.

Chi ha vinto? he he he, vedrete.

vi sono alcune sorprese interessanti!

Sto anche pensando in che maniera presentarli: come commento su questo post mi sembra sprecato.

@Felice, se mi contatti a brotherCorvo@gmail.com ti posso mandare l'articolo e lo pubblichi sul blog.
Se preferisci non pubblicarlo lo metto da un altra parte.

Felice Capretta ha detto...

Grazie corvo, lo pubblico con piacere, hai posta.

Saluti felici

Felice

Clarius ha detto...

@Pluto

Ma fammi capire una cosa, te guadagni 50.000 euro in una settimana senza far nulla, e stai ad ammattirti dietro un negozio di abbigliamento a 4 euro a capo?
Lasciamo perdere il fatto che se uno a questo mondo guadagna 1000 euro in un giorno, da qualche parte ci devono stare 1000 derelitti che guadagnano 1 euro al giorno.Lasciamo proprio perdere sta cosa,che tanto è irrisolvibile, anzi, più di ci arrovella e più peggiora il rapporto mi sembra.
Il problema del mondo moderno , e i tuoi post me lo confermano, è che è diventata tutta una lotteria.Credo che anche la nostra sopravvivenza diventerà presto una lotteria

Anonimo ha detto...

un saluto a tutti.
un saluto a felice.
come sempre, sono in giro per l' italia.
quando posso, leggo i commenti lasciati.
riesco a leggere, sempre, con distacco.
leggo, non per curiosità, ma semplicemente per capire lo stato di consapevolezza di chi , come me, porta avanti questa esperienza , su questa terra, in questo particolare momento.

premesso che rispetto tutto e tutti, ma trovo solo commenti finalizzati a solo scopo personale.
c'è , chi come pluto, quadagna con la borsa, e c'è chi lo vuole seguire.
solo per i soldi.
ma va bene cosi.

dove va il ns pensiero, li va la ns energia.

da quella situazione avremo il ritorno e la realizzazione di cosa siamo in quel momento.

spero che il concetto sia chiaro.

tornando al tema del blog.
tremonti non è certo uno stupido, sta cercando, di limitare il potere delle banche e dei personaggi che stanno dietro.
non a caso, è in corso, un attacco a berlusconi, per fare cadere il governo.

vengono usati tutti i mezzi, vedi santoro e il caso escort.
pian piano altre verità vengono fuori.

tempo fa , vi avevo segnalato si seguire gianni letta.
è il regista della goldman sach , per l' italia.
ogni sua manovra, ogni suo dire, non è per certo nell' interesse dell' italia.

comunque, nel frattempo che noi dialoghiamo, la situazione internazionale è sempre più nel caos.
per come si stanno evolvendo le varie situazioni, che ,in ogni caso, stanno seguendo gli obiettivi previsti , dovuti al ns stato di consapevolezza, da questo mese, in poi, si noteranno i vari cambiamenti, sia sociale, economico che climatico.

aumenteranno gli stati di insicurezza, aumenteranno gli sbalzi di umore.
aumenterà il senso di stanchezza.

gli effetti climatici saranno molto più eccentuati.

non ci sono cure o medicine che possano aiutarci, se non noi stessi, ossia il ns stato di esseri consapevoli.
lo so, che queste parole contrastano il pensiero di molti, ma non mi curo di questo.
il vento soffia come e quando vuole, non si cura certo di noi.
con affetto
franco

Anonimo ha detto...

Okkio clarius che poi ti dice che sei invidioso e parte un casino infinito.
Se si accompagnasse la propria genialità con una bontà d'animo a pari intensità sarebbe un mondo più bello..e soprattutto intelligente.

fiore

Clarius ha detto...

ps:
una lotteria tipo questa,

http://www.ibs.it/code/9788845921841/jackson-shirley/lotteria.html

non certo una lotteria di Capodanno

Clarius ha detto...

@fiore

Grazie Fiore, il complimento era per me?
Per me tutto ciò che si dice con profonda intenzione è utile.
Seguiamo gli stessi blog eh?
:_D

Pluto ha detto...

@ Vigna:
Forse ho trovato delle impostazioni..
però occorre testarle per più tempo.
Sai.. come ti appaiono sul conto 50.000 al mese ti scompaiono pure se non è tutto messo a punto con precisione.
Cmq la perdita massima è il 90% di quanto si ha sul conto di trading!

@ Clarius:

Questi 50.000 al mese attualmente sono virtuali perchè è solo un conto prova per testare il sistema.
Di solito faccio trading, con buoni risultati... ma nell'ultimo periodo mi sono concentrato su questo sistema. Spero sia servito perdere dei guadagni per svilupparlo.

Come dicevo a Fiore tempo fa (a proposito.. che fine ha fatto? Quasi mi manca!) ci sono investimenti a breve, medio e lungo termine: Il trading è a breve (subito tanti soldi in proporzione ma non si sa per quanto), il commercio è a medio termine (diciamo che mi paga alcuni sfizi e lo stipendio alla morosa che almeno me la levo dalle scatole di giorno) e l'agricoltura è a lungo termine (non guadagno che 6000 euro all'anno su un appezzamento medio di 550.000 mq ma li avrò sempre, crack permettendo, e il terreno si rivaluterà).

Così porto avanti tutto. Un'attività sostiene l'altra.

Il problema non è che è diventato tutto una lotteria.. il problema è che si può guadagnare 50.000 euro senza fare un caxxo tutto il giorno usando la finanza mentre se questi soldi fossero usati per fare economia reale la gente starebbe meglio.

Non condivido, quindi, la finanza, ma la uso perchè bisogna giocare con le regole che ci sono. Se voglio giocare con altre regole devo prima cercarmi un altro mondo.

A breve pubblico le nuove statistiche dei risultati.. se qualcuno ne sarà interessato!

Anonimo ha detto...

X Pluto

Vorrei capire meglio come dovrebbe avvenire il pagamento per il sistema. Non ho ben inteso se avvenga prima di ricevere il sitema o automaticamente in seguito alle vincite.

Un'altra osservazione: non sarebbe meglio riavviare il tuo blog per discutere di questi aspetti?

ABC

Pluto ha detto...

@ ABC:

Se riuscirò a settare il programma fino a farlo diventare davvero funzionale e sicuro (cioè che non si inceppi in posizioni lunghe ma che piuttosto esca e perda qualcosa recuperandolo 10 volte nel tempo non perso) distribuirò il sistema. Forse sono sulla buona strada.
Se lo farò allora non sarà una patacca, pertanto non mi serve il pagamento anticipato per poi scappare dal viicolo e lasciare il Rolex al fortunato acquirente di pregiata gioielleria cinese.

La mia idea sulla sua commercializzazione sarà questa: uno scarica la demo che funziona solo con conti demo (uguali per tutto a quelli reali nei prezzi, commissioni, spread, etc etc) e lo prova per accertarsi di non perdere poi il proprio conto corrente in 10 minuti. Poi, se gli piace il sistema scarica il software vero e proprio gratis e richiede una licenza (poi vedremo a chi e quanti concederla) e lo utilizza per una settimana.
Allo scadere della settimana, dovendo avere un cospiquo capitale sul conto, mi invierà un pagamento (money broker, paypal, bonifico - comunque in manuale!) per rinnovare la licenza della seconda settimana, o eventualmente upgradarla ad una che può aumentare i lotti utilizzati.
Niente anticipi. Voglio solo una parte dei soldi che ho fatto guadagnare.
Questa è la migliore garanzia sul suo funzionamento.. se sarà verificato.

PS:
Risposta alla ovvia domanda "Ma se si riesce davvero a guadagnare così tanto che ti servono i mille euro a settimana dalle licenze?"

Sono avido. :D
No.. è che un conto è aiutare qualcuno (e lo faccio con l'uso gratuito la prima settimana), un altro conto è far arricchire qualcun altro senza alcun merito proprio che non sia aver letto casualmente del sistema. In quel caso voglio guadagnare su di lui. E il 2% è pure poco!

corvo ha detto...

La lunga crisi:
uno scenario di CORVO

Oggi é il 21 dicembre 2015.
Sono passati 3 anni dall'EVENTO e ci stiamo lentamente iniziando a riprendere.
Per quest'inverno che sta per entrare abbiamo abbastanza cibo e legna e non morirá nessuno.
Stiamo qui davanti al camino e vegliamo in questa lunga notte d'inverno, aspettando il ritorno del Sole.
Scrivo queste note sulle ultime pagine di un vecchio quaderno.
Come si faceva la carta?


Sembrano passati secoli eppure sono solo 5,no 6 anni.
Fu allora che tutto inizió.

I segni erano giá presenti da anni ma tutti li avevano ignorati.
Li volevamo ignorare.
La gente diceva che tutto era sempre andato in quella maniera e che quindi una soluzione si sarebbe trovata.
Erano pazzi.
No, ERAVAMO tutti folli.

Il crash economico era avvenuto nel 2008 quando il Picco dei Picchi era stato raggiunto.
Le borse erano collassate. Per evitare il peggio i governi avevano pompato somme enormi di denaro sul mercato. Dopo una prima reazione positiva era iniziata la Stagflaction: ovvero una combinazione di stagnazione economica combinata a inflazione a due cifre.

Alcune monete avevano tenuto meglio di altre ma la capacitá del potere di acquisto della cosiddetta classe media si andó deteriorando velocemente a partire dal 2009. A metá del 2010 il malcontento sociale sboccó in una ritrovata partecipazione politica che portó a rapidi cambi di governo in molte nazioni europee.
Nuove forze andarono al potere promettendo di risolvere la situazione. Si ebbe l'impressione che qualcosa sarebbe cambiato.

Fine prima parte

corvo ha detto...

Una delle prime misure dei nuovi governi Europei fu di interrompere la guerra in Afganistan. Cosa che causó nel corso del 2010 un pesante raffreddamento dei rapporti all'interno della NATO. Gli americani, che stavano soffrendo la crisi più di tutti, approfittarono del momento politico per chiudere diverse costose basi europee come “protesta”. Nuove basi furono create nei paesi dell'Est Europa.
A parte questi passi di politica estera, i governi “progressisti” non portarono quei cambiamenti radicali che la popolazione si aspettava. All'inizio del 2011 la situazione sociale si era ulteriormente deteriorata. I PIGS stavano peggio di tutti di fronte ai lupi della crisi.
I piccoli porcellini di Europa, Portogallo, Italia, Grecia e Spagna sperimentarono diverse rivolte metá 2011 che furono soffocate nel sangue dalla polizia. Come reazione la “civile” Unione europea decise di espellerli. Mentre che c'era si liberó anche dell'est per ripicca contro la spaccatura in politica estera.
Alla fine del 2011 la EU si era spaccata in tre parti: PIGS, EST e centro Europa.
Gli stati ricchi del centro Europa continuavano a definirsi Unione Europea. Con una rete sociale ancora funzionante Germania, Francia e scandinavia se la cavarono un poco meglio ma solo a prezzo di continue riduzioni delle libertá civili.
Gli stati dell'est, avevano una tradizione di settanta anni di tempi duri e li le reti sociali erano ancora forti. Non se la cavarono male inizialmente.
Quelli messi peggio continuavano ad essere i PIGS che soggetti a continui sconvolgimenti sperimentarono una situazione simile alla Germania di Weimar.
Scioperi e manifestazioni erano all'ordine del giorno e i governi erano paralizzati e non riuscivano a rispondere.
Come era da prevedere il popolo impaurito invocó l'ordine e l'invocazione funzionó: i militari organizzarono un colpo di stato. L'esercito si affiancó ovunque alla polizia e le libertá civili furono sospese “fino alla fine della crisi” .
nel primo trimestre del 2012 i PIGS erano governati da regimi autoritari.

Dappertutto chi poteva abbandonava le cittá e si trasferiva in campagna. I disperati invece continuano a cercare opportunità nei grossi centri.

fine seconda parte

corvo ha detto...

All'inizio della primavera dell'anno 2012 l'Europa si trova in una situazione economica peggiore che durante la grande depressione all'inizio degli anni '30. Un inverno mite ma rovinoso per la era appena passato.
La disoccupazione é aumentata del 300% rispetto al 2008. Negli Stati Uniti la situazione é ancora peggiore con circa 50 milioni di disoccupati senza lavoro. Blocchi di stati dichiarano la secessione dall'unione “comunista”. L'unione richiama tutte le truppe dall'estero e minaccia la guerra ma i secessionisti si appoggiano a varie potenze (Cina, Europa, etc).

I sacrifici economici che una grossa parte della popolazione aveva fatto, con la speranza di un futuro migliore nel mondo globalizzato, si erano dimostrati inutili. La fiducia nei politici di qualunque colore é a un livello bassissimo.
In questa atmosfera infuocata scoppia nel Medio oriente una guerra che rischia di infiammare il mondo intero. Un movimento popolare per la pace si schiera in Europa e nel mondo e la diplomazia ha la meglio.

Ma con il 30% di disoccupazione “reale” in Italia la situazione economica é divenuta ormai insostenibile.
Incurante del divieto di manifestazione e di sciopero gli Italiani scendeno di nuovo nelle strade a protestare, l'agtazione paralizza il paese. Anche in Francia la situazione si ideologizza spinta da un nuovo movimento ispirato alla Comune.
In entrambi gli stati le proteste, partite dalle capitali si estendono alla provincia e divengono rivolte.
L'esercito interviene violentemente ma senza riuscire a fermare la protesta.
Nei due paesi esse si estendono e si organizzano e divengono una vera e propria guerra civile.
In Italia le due fazioni si definiscono “destra” (al governo) e “sinistra”. In Francia si parla di Centralisti (al governo) e Localisti.
Durante la guerra civile italiana la cittá del Vaticano é coinvolta negli scontri e il Papa decide di fuggire in Germania.
Nel resto d'Europa i popoli guardano ai Francesi e agli Italiani e si preparano a insorgere.

La Russia che é in una crisi profonda “per colpa degli americani e degli Europei” decide di approfittare del caos.

Usando un vecchio piano sovietico le truppe russe invadono l'Europa divise in tre armate. Una delle quali entra in Italia passando dai balcani e dal Nord Ovest.
La sorpresa é totale e la NATO non riesce ad organizzare una difesa. Un contrattacco atomico é respinto da tutte le parti.
In Italia i Russi arrivano fino a Roma e a Genova. In Germania vengono fermati sulla linea del Reno con un combattimento furioso.
A quel punto la NATO effettua un attacco chimico che parte dal baltico e attraverso Praga arriva fino al Donau.

L'azione é pensata per impedire ai rifornimenti russi di passare.
I russi privi di rifornimenti si devono ritirare ma non posssono andare a Est a causa della striscia gialla.
Ecco che convergono nel centro della Germania da sud e da nord.
Qui ha luogo la battaglia piú grande della Guerra.
I russi vengono sconfitti ma la Guerra é lontana dall'essere conclusa...

fine terza parte

corvo ha detto...

Quarta parte

Dove le cose cominciano ad essere molto strane

é in quel momento che accadde l'Evento.
Nessuno lo aspettava veramente, nemmeno quei fanatici che lo avevano profetizzato per anni.
Quando successe non erano preparati nemmeno loro.

La maggior parte delle vittime non fu a causa dei terremoti o del buio.
La maggior parte di loro morí semplicemente di Paura.
Soprattutto i membri delle Elité, che nei loro Bunker profondi 2 Chilometri, nelle loro cittá artificiali si erano sentiti al sicuro da tutto.
Ma non erano riusciti a proteggersi da loro stessi.
Non é sopravvissuto nemmeno uno.

Li abbiamo trovati aggrappati alle loro console di Comando e Controllo e non dimenticheró mai le loro espressioni.

Paura Nera.
La chiamiamo cosí, le rare volte che ne parliamo.

E noi? Perché noi siamo ancora vivi?
A distanza di 3 anni non so se sono ancora pronto a parlarne.
Quello che posso dire é che i migliori sono tutti andati... insieme ai peggiori ma sui loro volti non c'era paura, anzi.

Perché siamo sopravvissuti?
É un premio o una punizione?
O semplicemente siamo i mediocri rimasti nel purgatorio?

Felice Capretta ha detto...

@corvo

mi sono letto tutte e 4 le parti con il fiato sospeso.

bello.

bella anche l'idea dell'Evento (ad ognuno quello che gli pare)

saluti felici

felice

yuma ha detto...

@ Pluto

se il sistema funziona non venderlo.

Utilizzalo per creare un fondo che porti una speranza dove c'è disperazione.

E non sto parlando di Africa...

Magari un paio di isolati da casa tua...

in forma anonima

ps hai visto? treno partito. Prossima stazione sp500 1010/994/978
Ftsmib 20880

@ Vigna
il tuo 140% è appena un 100% non te ne eri ancora accorto?

vigna ha detto...

@ Yuma.

Tu fai riferimento all'iva 20% x 2= 40%
Chiaro, ho capito, infatti, io intendevo ricarico lordo.
Ma sarrebbe una manna anche così, se non ci fossero le rimanenze.
Anche Tu sei del settore?
Certo i tempi migliori sono alle spalle.

Cordiali saluti e buon week end (domani si và a funghi)

Vigna

rumenta ha detto...

corvo,
molto bello il tuo scenario.
devo però correggerti su questo punto:

I piccoli porcellini di Europa, Portogallo, Italia, Grecia e Spagna sperimentarono diverse rivolte metá 2011 che furono soffocate nel sangue dalla polizia. Come reazione la “civile” Unione europea decise di espellerli.

ma il trattato di lisbona, che probabilmente vedrà la ratifica anche dell'irlanda, stando agli exit poll, AMMETTE la pena di morte in caso di sommosse e rivolte.......
quindi rientrano perfettamente nelle "regole" che questi cialtroni ci stanno imponendo.

yuma ha detto...

@ Pluto

1) Abbigliamento usato.

Ho avuto un socio che era negli anni 80 insieme ad A.N.G.E.L.O. uno dei mostri sacri dell'usato in Italia .

All'epoca ha messo parecchio fieno in cascina. ma oggi si è riciclato perchè non si schiaccia più chiodo.

Credo che tu sia d'accordo in quanto mi pare che lo utilizzi per tenere buona la morosa.

Ok, quindi qui poco reddito.

2)Agricoltura :da quanto ho capito ha il suo segreto nella rivalutazione e quindi non mi sembra sia la tua fonte di reddito principale.

3)Resta quindi la borsa.

Quindi tu vivi di borsa. Nel senso che ci paghi il mutuo, il bollo della macchina, la vacanza ecc. Mmmmmh! sei un simpatico Guascone.

Ma ho la sensazione che non ce la racconti tutta.

Facciamo il punto giusto per non dare false speranze a chi crede di aver intravisto in te la via di Damasco.

Ho come la sensazione che in questo blog ci sia gente che di borsa ci macina parecchio.

Credo che lo facciano per lavoro, ma sono convinto a stipendio, per quanto lauto.

Chiedo supporto a loro perchè ci dicano quanto affidabile sia nel tempo un reddito da trader.

Per carità tutto è posssibile, ma è come se ci dicessi che riesci a tirar fuori uno stipendio mensile dal casinò di saint Vincent.

Peccato che in genere chi lo dice conta solo i profitti e non le perdite.

Sono un convinto sostenitore dell'analisi tecnica, ma proprio per questo mi rendo conto che se tutti attuano lo stesso metodo la sua validità perde appeal.

Quindi ti auguro davvero di aver trovato il sistema, ma proprio per questo nel caso non ti consiglio di divulgarlo.

E magari stai attento che mentre tu ti fai un match di squash, la gatta non ti faccia una passeggiata sulla tastiera creandoti danni incalcolabili ;-))