lunedì 14 settembre 2009

Principio nuovo ordine mondiale, Tremonti

Principio nuovo ordine mondiale, Tremonti

Tgcom ci propone una interessante e molto rilevante notizia sul passato da cantante del nuovo premier nipponico: Yukio Hatoyama. Cita anche il titolo originale giapponese con la traduzione: "Alzati in volo, colomba della pace".

Già.

Probabilmente il giornalista ha percepito una certa affinità con il premier italiano nonche' suo datore di lavoro, come ci ricorda Der Spiegel. O forse è un requisito per potersi dichiarare un giorno il miglior premier giapponese, anzi imperatore, degli ultimi 150 anni.

Nientemeno.

Forse sarebbe stato più utile dare particolare risalto alle dichiarazioni del Ministro Tremonti, intervenuto sabato alla cosiddetta "scuola politica del Pdl" a Gubbio.

Risulta infatti che, secondo Tremonti,

Nell'autunno scorso siamo andati molto vicini a una rottura di sistema, non solo abbiamo rischiato la caduta delle borse ma la rottura di meccanismi finanziari che avrebbero potuto determinare effetti uguali a una guerra anche se non combattuta.

Ohibo'. Tremonti se ne accorge ora.

Non è certo una novità per gli affezionati lettori scorrettamente informati, che sanno bene che siamo andati per ben due volte vicini al collasso totale dell'economia.

Si vedano a tal riguardo i due post caprini


Prosegue Tremonti:

Ne siamo usciti con il principio di un nuovo ordine mondiale.

E' iniziato il disegno di una nuova tabula mundi.

Il principio di un Nuovo Ordine Mondiale.

Uhm.

Si accoda il Tremonti a Padoa Schioppa e al presidente Giorgio Napolitano: un tema molto caro a quest'ultimo, come ha dichiarato nel 2007 e nel 2009.

Ancora:

La crisi non è stata causata solo da fatti economici, ma ha cambiato l'assetto geopolitico.

Non è solo economica, è anche politica e ha anche effetti politici.

[...]

Non so il formato, se G7, G14 o G20, la questione fondamentale è sui contenuti, si sta formando una nuova governance del mondo, la meccanica politica sta cambiando, il valore storico è uguale a quando cadde l'impero romano

Casomai qualcuno avesse ancora dei dubbi sulla portata epocale della crisi.

Tremonti stesso afferma che l'ampiezza degli sconvolgimenti della crisi è globale e la portata pesa quanto il crollo dell'impero romano.

Buongiorno, Tremonti.

Grazie per le parole esplicite.

Questo comunque ci riporta al tema scottante degli ultimi giorni, su cui stiamo ruminando un post: il peggio è veramente passato o è da venire?

In attesa dell'imminente GEAB Report di settembre, porgiamo agli affezionatissimi i consueti

Saluti felici

Felice Capretta

ps: domani primo anniversario del crollo di lehman brothers, come ci ricorda l'affezionata lettrice (o lettore) Gaia tra i commenti al post precedente

58 commenti:

Anonimo ha detto...

mi sembra abbia detto delle cose giuste e mi sembra anche, se ricordo bene, che pur essendo membro di un governo (e quindi "costretto" a "minimizzare" la crisi un anno fa), all'epoca fu molto realista nelle dichiarazioni

Per esempio:
http://www.ilsole24ore.com/art/SoleOnLine4/Norme%20e%20Tributi/2008/09/tremonti-audizione.shtml?uuid=4bf531f4-84ad-11dd-a8ca-1db806f95cce&type=Libero

Anonimo ha detto...

Scusate quello che scrivono non c'entra nulla però lo voglio condividere. Chavez acquista armi dalla Russia per 2,2 miliardi di dollari ed il popolo venezolano, muore, dico muore di fame. A Venezia hanno avuto il coraggio di applaudirlo.
Grazie.
Petare 1983 (Venezuela)

Anonimo ha detto...

Non è la prima volta che il beneamato ministro esterna su NOM et similia (tra cui un memorabile j'accuse sugli Illuminati in diretta TV).
Riconosciutagli una certa dose di audacia, ora la domanda che tutti ci facciamo è: ma ci è o ci fa? oppure: ma da che parte sta?
oppure: ma dove vuole andare a parare?

Nitriti saluti.

DC

Anonimo ha detto...

Nell'autunno scorso siamo andati molto vicini a una rottura di sistema, non solo abbiamo rischiato la caduta delle borse ma la rottura di meccanismi finanziari che avrebbero potuto determinare effetti uguali a una guerra anche se non combattuta.


Ohibo'. Tremonti se ne accorge ora.



Ohibò anzichè fare l'intelligentone con le battutine, scrivi che tremonti l'aveva detto a marzo.

Anonimo ha detto...

E che secondo le fonti riportate da QUESTO blog ad oggi

U.S.
Guerra Civile (nei suoi principi)
Popolazione contraria al Governo
Default
Cina - la furbacchiona (!) - già uscita dalla TRAPPOLA DEL DOLLARO

U.K.
DEPRESSIONE
Default


Poi naturalmente si scriverà che era solo citate, ma è facile fare la Svizzera e rimanere in disparte.
Peccato che rimanere in disparte è una cosa, mentre QUI si punta ogni giorno il dito (come se si fosse immacolati), prendendosi il merito quando le news hanno una conseguenza, dicendo che erano solo notizie riportate altrimenti.
La seconda ha sempre funzionato.

Piero61 ha detto...

Buongiorno a tutti
...il peggio è passato o, deve ancora venire ?
Temo la seconda; egoisticamente potrei affermare che, non avendo nulla, non perderei nulla, ma non è un discorso coerente con la mia fede e con il mio modo di vivere.
Ci sarà da rimboccarsi le maniche,
ci sarà da aiutarsi a vicenda; forse, se prevarrà la seconda opzione, potrà servire a qualcuno, facendogli capire cosa conta veramente nella vita.
ps (fuori tema) Nella settimana scorsa Genova è stata assediata da numerosi incendi; le bocchette dell'acqua erano finte, o non ce n'era (tante autobotti hanno usato acqua di privati) ma il sindaco SuperMarta,come ama farsi chiamare, ha stanziato soldi (a palate!) per il festival dei marcia indietro (leggasi Gay pride) e per le notti bianche.....e questi ci devono salvare dalla crisi ?
saluti piovosi e rurali
Piero61

Anonimo ha detto...

@anonimo 3.44

ma tu sei sicuro di leggere proprio questo blog?

da come parli sembrerebbe di no...

facci il favore di andare da un'altra parte se qui ti fa schifo.

non ti rimpiageremo di certo.

anonimo :-*

Anonimo ha detto...

un saluto a tutti.
le condizioni per un nuovo ordine sono gia iniziate.
basta osservare e... capire.
basta oesservare le contraddizioni in cui versa il sistema politico, economico e finanziario.
mentre ci dicono che a guidare la ripresa sarà l' italia e la francia, che per certo non siamo in ottime condizioni, figurarsi come stanno gli altri paesi.
in italia le aiende hanno cominciato a chiudere.
la disoccupazione sta aumentando; ci sono tanti lavoratori, in cassa integrazione da maggio, che ancora non hanno preso uno stipendio.

ma la borsa sale.

ci sono paesi europei , tipo polonia, dove i cantieri navali hanno chiuso; tanta gente non ha la casa e non ha da mangiare; dormono sotto i portici dell' uffici municipali.
romani, ungaria, lettonia, estonia, non sono cero in una situazione florida.

qualche giorno fa, ho scritto di nuovo al ministro tremonti.
allego uno stralcio
"Nonostante che , tutti voi, politici, inclusi gli uomini di affare, vi affannate a ricordarci che la crisi è finita, noi, che viviamo ogni giorno la ns realtà, vediamo le situazioni in maniera diversa.
Per quanto apprezzo il suo operato, non certo condivido tutto.
Infatti, il voler aiutare realmente le aziende e le famiglie, vorrebbe dire, lasciare soldi veri, ossia aver ridotto le tasse a chi lavora, a chi, nonostante tutto stringe la cinghia, e con dignità porta vanti il proprio lavoro.
ma questo non è accaduto, ne penso che possa accadere, in quanto non c’è assolutamente volontà.

A mio parere, il problema più grande, le aziende, lo affronteranno , nel mese di novembre, quando, in base alle vigenti leggi, dovranno versare acconto sulle tasse.
In questi momenti di lavoro, le aziende private, che ancora hanno la forza di stare in piedi, lo fanno per dignità e per orgoglio; infatti, ogni vendita è portata avanti con margini ridotti; lo stato, di cui, in questione, lei è il rappresentante, non vuol sapere, ne conosce questi problemi, per cui le tasse vengono richieste di pari misura.
Pertanto, è naturale, che le aziende soffriranno ancora.
Tante aziende , che pagheranno acconti per il 2010, non arriveranno alla fine del 2010.
Non pensa che c’è qualcosa di sbagliato nel rapporto azienda e stato?
Finchè, non inizieremo a pensare che tutti siamo uno, e l’ armonia si raggiunge con la partecipazione serena di tutti, le cose non miglioreranno.

Considerando la situazione politica, economica, sociale, in cui ci troviamo a livello mondiale,
sarebbe necessario adottare misure urgenti , finalizzate a instaurare un nuovo equilibrio tra tutti i cittadini.
Con ciò, non voglio dire, che tutti hanno diritto a tutto. Infatti , ognuno di noi, deve vivere, con senso di responsabilità personale, in quanto è parte attiva di questa umanità.

Ampliando i concetti, diventa logico, affermare che le varie caste non devono più sussistere, che la politica , e i politici, cosi i magistrati, non devono essere al di sopra di tutto e tutti, ma tutti importanti e necessari allo svolgimento della vita.
Allo stesso modo, questo nuovo concetto, vale per ogni tipo di religione, in quanto le varie chiese andrebbero bandite da ogni tipo di vita.

La vita, che è tutto, non ha religione; la vita conosce solo se stessa, non ha dei".

in ogni caso questo è il mio pensiero.

il futuro dipende da noi; dipenderà dal fatto se accettare o meno le situazioni imposte.
dipenderà dal ns senso di dignità e di responsabilità.
con affetto
franco

Anonimo ha detto...

un saluto a tutti.
le condizioni per un nuovo ordine sono gia iniziate.
basta osservare e... capire.
basta oesservare le contraddizioni in cui versa il sistema politico, economico e finanziario.
mentre ci dicono che a guidare la ripresa sarà l' italia e la francia, che per certo non siamo in ottime condizioni, figurarsi come stanno gli altri paesi.
in italia le aiende hanno cominciato a chiudere.
la disoccupazione sta aumentando; ci sono tanti lavoratori, in cassa integrazione da maggio, che ancora non hanno preso uno stipendio.

ma la borsa sale.

ci sono paesi europei , tipo polonia, dove i cantieri navali hanno chiuso; tanta gente non ha la casa e non ha da mangiare; dormono sotto i portici dell' uffici municipali.
romani, ungaria, lettonia, estonia, non sono cero in una situazione florida.

qualche giorno fa, ho scritto di nuovo al ministro tremonti.
allego uno stralcio
"Nonostante che , tutti voi, politici, inclusi gli uomini di affare, vi affannate a ricordarci che la crisi è finita, noi, che viviamo ogni giorno la ns realtà, vediamo le situazioni in maniera diversa.
Per quanto apprezzo il suo operato, non certo condivido tutto.
Infatti, il voler aiutare realmente le aziende e le famiglie, vorrebbe dire, lasciare soldi veri, ossia aver ridotto le tasse a chi lavora, a chi, nonostante tutto stringe la cinghia, e con dignità porta vanti il proprio lavoro.
ma questo non è accaduto, ne penso che possa accadere, in quanto non c’è assolutamente volontà.

A mio parere, il problema più grande, le aziende, lo affronteranno , nel mese di novembre, quando, in base alle vigenti leggi, dovranno versare acconto sulle tasse.
In questi momenti di lavoro, le aziende private, che ancora hanno la forza di stare in piedi, lo fanno per dignità e per orgoglio; infatti, ogni vendita è portata avanti con margini ridotti; lo stato, di cui, in questione, lei è il rappresentante, non vuol sapere, ne conosce questi problemi, per cui le tasse vengono richieste di pari misura.
Pertanto, è naturale, che le aziende soffriranno ancora.
Tante aziende , che pagheranno acconti per il 2010, non arriveranno alla fine del 2010.
Non pensa che c’è qualcosa di sbagliato nel rapporto azienda e stato?
Finchè, non inizieremo a pensare che tutti siamo uno, e l’ armonia si raggiunge con la partecipazione serena di tutti, le cose non miglioreranno.

Considerando la situazione politica, economica, sociale, in cui ci troviamo a livello mondiale,
sarebbe necessario adottare misure urgenti , finalizzate a instaurare un nuovo equilibrio tra tutti i cittadini.
Con ciò, non voglio dire, che tutti hanno diritto a tutto. Infatti , ognuno di noi, deve vivere, con senso di responsabilità personale, in quanto è parte attiva di questa umanità.

Ampliando i concetti, diventa logico, affermare che le varie caste non devono più sussistere, che la politica , e i politici, cosi i magistrati, non devono essere al di sopra di tutto e tutti, ma tutti importanti e necessari allo svolgimento della vita.
Allo stesso modo, questo nuovo concetto, vale per ogni tipo di religione, in quanto le varie chiese andrebbero bandite da ogni tipo di vita.

La vita, che è tutto, non ha religione; la vita conosce solo se stessa, non ha dei".

in ogni caso questo è il mio pensiero.

il futuro dipende da noi; dipenderà dal fatto se accettare o meno le situazioni imposte.
dipenderà dal ns senso di dignità e di responsabilità.
con affetto
franco

Anonimo ha detto...

In america è uscito un film dedicato agli ultimi giorni della Lehman Brothers
http://www.imdb.com/title/tt1495980/

B!

beppe_x ha detto...

NWO - Nuovo Ordine Mondiale - Parte 1

Esiste su internet una immensa collezione di articoli, il cosiddetto filone “cospirativo”, da cui, facendo molta sintesi, emergono alcune macro idee estremamente plausibili, benché non dimostrabili. Trattandosi di sintesi non citerò le fonti, perché sono migliaia e facilmente reperibili.

L’esistenza di alcune elite poco o per nulla conosciute, che riuniscono e a volte creano i potenti del mondo, e nell’ambito delle quali vengono prese decisioni con effetti profondi e globali.
Gli indizi a favore di questa affermazione sono l’esistenza (accertata) di organizzazioni spiccatamente sovrannazionali e con membri “dichiarati” come: Bildeberg Group, Trilaterale, Aspen Institute, Massoneria (Rito Scozzese), Opus Dei. L’ordine di citazione riflette quello che a mio parere è la potenza ed il radicamento a livello globale.

L’esistenza di un piano/progetto denominato “Nuovo Ordine Mondiale” (NWO), elaborato e portato avanti da una o più di queste organizzazioni. Esso prevede la creazione di un governo globale composto da una comitato ristretto dotato di grande potere, ma non eletto dal popolo, se non in un modo così indiretto, che di fatto lo esenta da qualunque obbligo di rappresentanza.
Gli indizi non mancano, ma sono più sottili. Oltre alle numerose citazioni più o meno esplicite da parte dei più importanti uomini politici (a tal proposito sono reperibili innumerevoli video su Youtube, tra qui quello del nostro Presidente Napolitano, nonché membro Aspen, digitare “Napolitano NWO”), l’indizio più significativo è che la teoria dell ‘NWO consente di comporre il puzzle della storia contemporanea (e non solo) inserendo tutti i principali eventi in un quadro coerente e predittivo, similmente a quanto fa una teoria fisica nel spiegare e collegare fenomeni apparentemente sconnessi.

L’agenda NWO
La realizzazione dell’NWO comporta l’inizio di una vera e propria guerra, silenziosa e non dichiarata, al Vecchio Ordine, caratterizzato essenzialmente dalla presenza delle Sovranità Nazionali.

L’agenda prevede di combattere questa guerra attraverso tre grandi filoni.

1 - Economia
La creazione di un sistema economico globale e fortemente interconnesso che renda facile la concentrazione della ricchezza e del potere di controllo nelle mani di pochi. E’ qui molto evidente l’attacco alle autonomie nazionali che ha come importante tassello la sottrazione della sovranità monetaria, per arrivare, immagino ad una moneta unica globale.
Per quanto riguarda questo punto, mi pare che ci troviamo in stato di avanzata realizzazione.

2 – Trasferimento di potere verso istituzioni internazionali

Creazione o rafforzamento di organismi internazionali che appaiano all’opinione pubblica come utili o necessari, ma che in realtà ad essa non devono rendere conto. Qui c’è solo l’imbarazzo della scelta (non esaustiva) fra ONU, WTO, FMI, OMS, NATO. Nonché Commissione UE (soprattutto se verrà approvato il Trattato di Lisbona)
A questo ci stiamo avvicinando, approfittando anche della necessità di affrontare fenomeni come: crisi economica, terrorismo, pandemie. Guarda caso tutti capitati sulle nostre teste negli ultimi anni.

beppe_x ha detto...

NWO - Nuovo Ordine Mondiale - Parte 2

Continua qui la descrizione dell'agenda NWO dal mio primo post.

3- Immigrazione di massa.
Questa rappresenta un arma molto potente, in quanto indebolisce gradualmente l’identità nazionale, rendendo molto più facile, alla lunga, convincere la popolazione a rinunciare alla sovranità nazionale.

E’ però un arma difficile da usare, perché ha effetti diretti visibili e va contro le ancestrali tendenze alla paura per il diverso e alla di difesa del territorio. È inoltre la più perversa, perché possiede un esercito di milioni di soldati “volontari” benché tragicamente inconsapevoli, arruolati tra chi, comprensibilmente e legittimamente, aspira a vivere in un paese con standard di vita molto più elevati di quelli da cui provengono. Qui tralascio le altre motivazioni che spingono all’immigrazione, come guerre, fame, persecuzioni, perché sono la minoranza rispetto al motivo predominante che è soprattutto di inseguire il sogno di raggiungere standard di vita impossibili nel proprio paese.

I “campi di battaglia” su cui viene gestito il fenomeno sono due.

Dal lato dei paesi poveri viene attuata una politica che mira a mantenerli tali, in modo da alimentare un enorme pressione demografica verso i paesi ricchi. Inoltre nei confronti di queste popolazioni viene effettuata una facile propaganda che mostra i nostri paesi come un eldorado.

Dal lato dei paesi ricchi, viene effettuata una operazione culturale ed economica più complessa e diluita nel tempo che tende a far accettare una società profondamente multietnica come inevitabile e necessaria al mantenimento di elevati standard di vita. Gli effetti collaterali di questa trasformazione, per lo più avvertiti dai ceti sociali più bassi, vengono deliberatamente minimizzati. I sentimenti xenofobi vengono incanalati verso formazioni politiche con un peso marginale e rette da personaggi “sgradevoli”. Qual’ora dovessero crescere e dotarsi di leader carismatici, verrebbero stroncate sul nascere, vedi Jörg Haider in Austria o Pim Fortuyn in Olanda.

Anonimo ha detto...

@anonimo, 14 settembre 2009 4.01

Si sono sicurissimo di leggerlo.
E sono ancor più sicuro di non andarmene, sarebbe un grosso errore.
Perchè accetti che QUI si vada contro, chessò, i media allineati (basterebbe ascoltare qualcos'altro no?) ma non si possa scrivere che molte news si sono rivelate veritiere solo a metà?

ercole28 ha detto...


Non è la prima volta che il beneamato ministro esterna su NOM et similia (tra cui un memorabile j'accuse sugli Illuminati in diretta TV).
Riconosciutagli una certa dose di audacia, ora la domanda che tutti ci facciamo è: ma ci è o ci fa? oppure: ma da che parte sta?
oppure: ma dove vuole andare a parare?

Nitriti saluti.

DC
14 settembre 2009 3.29


Quoto in pieno il pensiero..anzi..i dubbi di DC.

E' vero, Tremorti ne ha fatto cenno più e più volte...insomma...ne è consapevole.

Ma..a parte le citazioni...cos'ha fatto???
non dico per prevenire, ma almeno per curare...

MAH....
Saluti DUBBIOSI
ercole28

Anonimo ha detto...

d'accordo con Ercole, ne è consapevole ma, a parte aver salvato le banche anche lui, non ha fatto altro. Unica cosa concreta e GIUSTA, la sospensione dei debiti delle imprese verso le banche. Qnche se ancora non abbiamo visto se il provvediemnto sarà messo in atto in concreto.

per il resto lui ha ampiamento detto, con il dovuto anticipo in considerazione della posizione che occupa, come stanno davvero le cose.
A questo punto sarebbe giusto ricordare che l'ultima volta che si è scontrato con le banche, il governo lo ha dimissionato. Se anche qui governano le banche non è colpa sua.
Fra

Tao ha detto...

salve a tutti .

Economia : crisi finita?
Io non ho mai respirato tanta frustrazione come in questo periodo , tanto nervosismo e , di conseguenza , tanta cattiveria .

Dalle mie parti le aziende iniziano a chiudere , quelle che non chiudono annunciano di voler delocalizzare .
Da quel che sento dalle mie parti la crisi sta appena per cominciare, altro che "peggio alle spalle" . Almeno questa è la sensazione che avverto io .

Poi è chiaro che a un debitore/consumatore che sta per perdere lavoro e casa fai passare tutto quello che vuoi , NWO compreso, purchè gli lasci la speranza di poter ancora galleggiare .
Ma , se ci siamo ridotti così , inutile andare a dare la colpa agli altri , ordini mondiali compresi .

Il distacco crea libertà , il desiderio patologico crea vizio . Il vizio è una forma di schiavitù .

ho letto una bella frase in rete : "il cane vide il lupo e si ricordò il dio che un tempo era " . Oggi invece il cane guarda il lupo e dice : " che pezzente , neppure un collarino di K Klain " non scorgendo , neppure lontanamente , la schiavitù in cui è caduto .....

saluti piovosi

taoista

Anonimo ha detto...

Anzi, tanto di cappello perchè non riesco ad immaginare un altro politico di rilievo che avrebbe potuto fare o dichiarare di più, in materia (chi non ha collusioni con le banche alzi la mano!). Forse lui è l'unico che non ha ricevuto prestiti a finanziamento dalle banche.
Fra

Anonimo ha detto...

Dunque....
Tremonti probabilmente vorrebbe vuotare il sacco... ma non può... altrimenti gli capita uno strano incidente... e sparisce dalla circolazione.

Più volte si è sbilanciato sulla crisi e sul NWO o NOM che si voglia dire, ma.... poco dopo gli venivano tirate le orecchie, e, prontamente, la successiva dichiarazione era più... cauta.

Già, fateci caso... quasi sempre in modo altalenante, come se volesse avvertire tutti pur sapendo di non potere....

Cavolo... mi sa che siamo nei guai grossi.

Il Nuovo Ordine Mondiale, per quanto il suo contrario sarebbe Vecchi Disordine Locale, vuole bene solo a se stesso...

Mi sa che ci considera solo dei polli da allevamento...

Poi mi sbaglierò, ma questa è la mia bruttissima sensazione; e il peggio è che non possiamo fare niente....

Infatti siamo sempre qua a leggere e a leggerci e, pur riuscendo a presagire quello che accade, come dimostra la crisi ancora in atto e il martellare sulla Influenza Suina, predetto nei mesi passati, non riusciamo ad intravvedere un varco sul come fare a batterli sul tempo...

Ognuno cerca di difendersi come può, ma... mi sa che le vittime (il modo non lo so ancora...) non saranno poche...

Mi sembra che stiano prendendo tempo per dare la stoccata finale.

Risultato preposto; riduzione della popolazione....

Felice Capretta ha detto...

@ anonimo 14 settembre 2009 4.53

come ti diceva l'altro anonimo, si vede che non leggi.

ti invito a rileggere.

è vera pero' una cosa: che tremonti già a marzo (sempre un mese dopo di noi) aveva detto qualcosa a riguardo.

ritengo pero' che un uomo della sua posizione, in un mondo normale, dovrebbe urlare tutti i giorni ai giornali quello che è successo, comparire in trasmissioni televisive e spiegare tutto anche alla casalinghe, e sopratutto indicare una via di uscita possibile.

tutto questo avrebbe dovuto iniziare a farlo, a partire da un anno fa, e invece ci siamo noi e qualche altro sito a riprendere queste notizie e ne parla giusto qualche decina di persone.

amen.

saluti felici

felice

Anonimo ha detto...

@ anonimo 6:11


Wow che belle notizie, fuori piove, leggo ciò che scrivi e.....che tristezza.....

Anonimo ha detto...

Beh.... a questo punto la pioggia ci voleva...

Almeno questa, per quanto sia noiosa, è una cosa positiva...

^___^


Purtroppo però dobbiamo vedere il mondo e chi ci governa come farebbe un padre che ha dato troppa corda ai figli... magari semplicemente perchè ne aveva un tornaconto...

A questo punto si accorge che la situazione sta degenerando (capitali gonfiati con una finanza artificiosa, diminuzione delle materie prime, risorse alimentari limitate per un ulteriore aumento di popolazione, inquinamento e riscaldamento globale... tra i primi che mi vengono in mente) e, non volendo perdere la sua posizione di supremazia, comincia a menare mazzate a destra e a manca....

Bah, spero solo di risvegliarmi da questo incubo... e che sia il più indolore possibile per tutti....

Piero61 ha detto...

Buon Pomeriggio a tutti
@Felice Capretta dice:ritengo pero' che un uomo della sua posizione, in un mondo normale, dovrebbe urlare tutti i giorni ai giornali quello che è successo, comparire in trasmissioni televisive e spiegare tutto anche alla casalinghe, e sopratutto indicare una via di uscita possibile.
Tutto vero; lungi da me l'idea di difendere Tremonti (non era anche lui sul famoso panfilo Britannia insieme a Prodi, Padoa Schioppa, Grillo si proprio lui, il robin hood de noantri a libro paga telecom fonte luogocomune, fdf, quando hanno deciso le "privatizzazioni"? ah c'era anche Draghi, Amato e marciume vario)però qualche mese fà assitetti, per puro caso, ad una trasmissione su di una emittente privata genovese (Primocanale) che parlava di queste cose.
Tra gli invitati c'era un signore (età tra i 50/60) che ha cominciato a parlare di usura, di banche, di signoraggio, di Auriti eccetera, ad un certo momento scatta la parolina magica : pubblicità!!!!
Alla ripresa della trasmissione il suddetto signore era SCOMPARSO!
Ho spento subito.
Se Tremonti avesse coraggio (Don Abbondio ricorda nulla?) e dicesse tutto quello che sa, avrebbe fatto la fine di Haider, di Fortiun o, se più fortunato, di Le Pen.
Io, nel mio piccolo, facendo leggere i vostri articoli e quelli di altri siti "non allineati" alla informazione unica mondiale, mi sono guadagnato l'isolamento quasi totale, sono in un gulag o, se preferite, al confino.
@Tao, carissimo c'è ancora qualche
bunker libero in Val Maira ? Ci prendiamo due mucche, qualche capra, le api e facciamo un piccolo orto e chi vuol venire sarà ben accetto solo se vuol lavorare.
saluti soleggiati e freddi(meno male)
Piero61

Anonimo ha detto...

ciao a tutti,
concordo con te Felice, potrebbe fare molto di più, anzi dovrebbe farlo, il fatto che tu ne parli da tempo di questi argomenti e molta gente grazie anche a te comincia a porsi delle domande ed a informarsi è un inizio, un germoglio in un deserto arido.
mi è rimasta particolarmente impressa una frase che ho letto recentemente in un libro "in ogni cosa c'è un dono" sia bella che dolorosa, il dono stà a noi trovarlo ma c'è, un piccolo germoglio di qualcosa di nuovo.
se questa crisi non fosse arrivata dove è oggi probabilmente ci saremmo posti meno domande, non avremmo cercato le risposte, e tutto sarebbe andato alla va tutto bene madama la marchesa.
oggi ci scontriamo con una realtà che non sentiamo più nostra e con la voglia di pensare e costruire un mondo migliore, a partire da me, un piccolo seme che spero germogli.
io ce la metto tutta nel mio vivere quotidiano, nel fare la mia parte, le mie scelte.
la ringrazio Felice Capretta per il contributo che stà dando a me e a tutti quanti nel tenerci svegli dopo tanto dormire.
un abbraccio
Piero

Brezzarossa ha detto...

E' anche un fatto che Tremonti ci tenga molto a crearsi l'immagine di pensatore econonomico. Pensatore; solo quello però, perchè da tutte le sue critiche al sistema non è uscito proprio granchè, solo tecnicismi e niente di economicamnete rivoluzionario.

Non mi sembra ci sia molto di cui fidarsi.

Anonimo ha detto...

Sapete chi è Tremonti? Credete davvero sia uno sprovveduto? Tremonti è un membro del bilderberg non a caso. E' a contatto con l'elite che domina il mondo. Se non fosse un loro uomo non passerebbe incolume certe dichiarazioni. Ormai è sempre più esplicita la crisi terminale di questo sistema; ma loro ci daranno la soluzione, NWO.

LupoLuponis ha detto...

consiglio a chi un po di tempo di leggere "breve storia del futuro" di J. Attalì (ex Bilderberg Group) , sorvolando gran parte del libro che si dilunga sulla storia economica fin dall'antichità sono interessanti da leggere le sue previsioni per il futuro , naturalmente il lettore dovrebbe usare un pizzico di malizia...

P.s.

J. attali ha rilasciato recentemente le seguenti dichiarazioni :

http://novoordo.blogspot.com/2009/06/jacques-attali-il-ritorno.html

Goodlights ha detto...

penso che tremoRti non sia un perfetto idiota e penso che sappia benissimo come le cose stanno andando.

solo, come molti altri che stanno "in alto", deve tenersi per se queste verità per non finire male.

ogni tanto, quando proprio non ne può fare a meno, butta lì qualche frase sibillina e chi vuole intendere intenda.

naturalmente non fa i nostri interessi, ma quelli delle banche e dell'elite, ma è normale che sia così.

non mi aspetto certo di essere amata e protetta dal mio governo.

le barzellette le leggo già sulla settimana enigmistica
:-)

è solo il mio parere ovviamente.

per quanto riguarda la crisi, invece, che non mi vengano a raccontare che è passata perchè gli occhi per vedere li ho ancora e intorno a me c'è tanta gente disperata e aziende che non hanno riaperto dopo l'estate.

raccontatemi tutte le storie che volete, ma quello che vedo non potete camuffarlo o cambiarlo a vostro piacimento.

OT rispetto a questo post ma pertinente con quello scorso
:-)
su luogocomune.net, c'è una lettera aperta di mazzucco ad attivissimo che, se dovesse avere una risposta dallo stesso, forse servirebbe a tutti per chiarirsi le idee.

se ne avete la voglia andate a leggere...

buona serata a tutti!
Goodlights

Anonimo ha detto...

Un 'nuovo ordine mondiale', Tutto il 'nuovo' potere all'ONU che eseguirà prontamente ogni cosa tra cui mettere tutte le 'Religioni' al di fuori di ogni contesto e ogni scacchiere con loro relativa 'rovina' (si perchè tra politica e finanza ci si sono arricchite e non poco ...) Aspette e vedrete ...

Tao ha detto...

@ Piero61

ciao Piero . In alta valle , purtroppo , le case hanno preso dei prezzi incredibili . Praticamante come in pianura .....

rimane , secondo me , la mezza valle . Che ha anche un clima più umano rispetto ai paesi più in alto ( quest'anno dai 2 ai 3 metri di neve ..... quando non ti beccavi una slavina ) .


@ Goodlights

le notizie che mi arrivano è che dalle nostre parti tutte o quasi le aziende di una certa dimensione sono in difficoltà o hanno in mente di delocalizzare . tutti si chiedono come mai .... io mi son sempre chiesto come faceva a reggere . lasciamo perdere la crisi finanziaria che avrà pure fatto i suoi danni ma mi chiedo io : se una azienda avesse nel vicino paese una concorrente che potesse attingere , grazie ad una ordinanza del sindaco, a mano d'opera pagandola 1/10 di quella della prima azienda , cosa pensate succederebbe alla prima azienda appunto ? con la globalizzazione tutto il mondo è paese vicino o quasi ....

saluti piovosi ma sereni

taoista

dj sdong ha detto...

ragazzi, io faccio il molesto:
leggere per forza (è un ordine) "1984" e l'illuminante "fattoria degli animali" di orwell. non sono OT , la consapevolezza non è mai OT :)

Anonimo ha detto...

Si, Goodlights,
"chi deve intendere intenda"...

Ma CHI è questo chi?
Qui sta, secondo il mio equino parere, il nodo di una questione alquanto singolare (seppur marginale nel vasto panorama degli eventi mondiali).

Ovvero: a chi intende rivolgersi il Ministro quando fa quelle dichiarazioni?
Vuole forse mettere la pulce nell'orecchio dell'uomo della strada? E' quindi animato dal desiderio di emancipare le folle, con evidente sprezzo del rischio? Poco plausibile...
Vuole allora mandare un messaggio ai "poteri forti", del tipo "io so e potrei parlare..." con lo scopo estorcere concessioni, favori, ecc. ecc.?
Anche in tal caso mostra di non temere di perdere il potere (se non la vita stessa).

Dunque ha le spalle ben coperte... o magari sta soltanto recitando un ruolo che i "poteri forti" gli hanno assegnato??

Come dicevo la questione è marginale, ma nondimeno appare intrigante nella sua singolarità.
Non mi risulta vi siano altri esponenti di governo di paesi "allineati" che facciano simili esternazioni!

A che gioco sta giocando questo sibillino personaggio? E perchè lo fa?

Donato Cavallo

Piero61 ha detto...

Buonasera a tutti
@Djsdong: La Fattoria degli Animali lo so a memoria(bellissimo), 1984 lo comprerò domani, ora mi sto rilassando con J.Austen (piove e ho una tazza di tea caldo).......
Se sei sardo, salutami l'isola che ho frequentato per lavoro e dove sono stato destinato per cinque mesi (La Maddalena)nel 1993.
Formaggi, porceddu, pane garasau, mirto (nero), vini vari eccetera.
Grande terra!
saluti piovosi e tranquilli
Piero61

Goodlights ha detto...

@piero61

me lo son chiesta anch'io:
a chi vuole fare arrivare il messaggio?

non ho una risposta per te.

forse di tanto in tanto ha dei rimorsi anche lui...

saluti affettuosi!
Goodlights

Anonimo ha detto...

Non so se avete sentito qualcosa riguardo ai recenti dazi Usa sui poneumatici cinesi.

Per me questa notizia è una vera bomba , perche puo innescare seriamente il processo di dislocazione politica partendo da una guerra commerciale.
E' ovvio che che a furia di colpetti proibiti si possa arrviare a soluzioni piu gravi (vendita dei dollari cinesi)

Per me la fase di dislocazione consiste in ciò, protezionismi e minacce di secessione da parte di politici italioti....
altro che ordine, qui è il disordine mondiale che si prospetta, del resto il motto ORDO AB CHAOS dice tutto...

Angelo

Anonimo ha detto...

A partire dal 1 Ottobre, tutte le biblioteche pubbliche di Philadelphia chiuderanno per mancanza di fondi

http://crisis.blogosfere.it/

Anonimo ha detto...

Motivazione esternazioni Tremorti!

E' sadico e gli piace rivoltare il coltello nella piaga!


^___^

yuma ha detto...

Corrado Passera a Cernobbio dice:-" Possiamo farcela da soli."

Tremonti gli manda a dire: " Occhio alla penna, !" ed al Workshop Ambrosetti se ne esce addirittura dicendo che per gli ammortizzatori sociali ci sono più quattrini di quanto si creda.

Considerando che fu lui a fine 2008 a far trapelare quella cifretta (minima) di 20 miliardi per eventuali salvataggi delle banche, ( c'era anche Draghi ...) credo siano evidenti i suoi costanti timori in relazione al futuro dei bilanci pubblici

Quindi Tremonti dovrebbe essere felice che le banche non bussino alla sua porta.

Se non lo è, non sarà perchè i suoi TBOND nascondono qualche "atout"?

Mentre qualcuno sospetta addirittura una specie di rivalsa nei confronti di quei gruppi bancari da sempre distanti dal Centro dx che hanno sempre condizionato pesantemente l'economia nazionale ,in realtà credo che la sua maggiore preoccupazione sia di trovare il sistema per parare il colpo ad un eventuale ritorno di fiamma di crisi bancaria, che andando a travolgere un sistema già indebolito possa trovare terreno fertile per un'ultima spallata al sistema .

Sistema che si ritroverà a dover sostenere oltre ai suoi problemi, anche quelli di un paese reale di imprese in crisi.

Lui sta dicendo che il suo Ministero è pronto a sostenere l'impatto purchè che le Banche facciano la loro parte

Quelle invece stanno rispondendo picche.

Si sono spudoratamente rifornite di liquidità sui mercati a tasso zero,e ci dicono che il "credit crunch" non c'è,e che le Aziende non hanno bisogno di prestiti (?!?)

E non sembra proprio che siano intenzionate a fare quello che chiedono a gran voce Presidenti di Confindustrie ( Tedesco oltre che Italiano ) e cioè di sospendere finalmente le procedure rigide di concessione del credito all'economia reale.

Quindi dove finisce l'Economia ed inizia la Politica?

Un mio vecchio professore mi avrebbe detto .-"Domanda oziosa mio caro..."

P.s. O.T. Tao in Val Maira ? Quanto è piccolo il mondo !

gianmaria ha detto...

Con tutto il rispetto che ho per le caprette mi sembra pero' che su Tremonti tu abbia toppato. Eri troppo impegnato a gurdar suine sui media mainstream? Ad ogni modo nei dibattiti con il movisol queste cose le dice da tempo, anche da prima del crollo di Lehman.
Del Geab sarebbe corretto anche sottolineare le cantonate, ma è il tuo core business e non ti tafazzi.
Pero' cosi facendo non sei molto piu' onesto degli altri media e poi la faccia non ce la metti: ci metti solo il muso

Anonimo ha detto...

Ma il ns pregiatissimo ministro (super, dicono ai TG) oltre a dire delle cose ai più note (i sub-cerebrati non li considero essere umani, al più bovini) dovrebbe fare anche qualcosa di concreto o solo blaterare (in ritardo fra l'altro)?

Perchè se il suo ruolo è solo quello di blaterare e non agire il (super) ministro dell'economia lo può fare il primo bovino che passa per la strada, e così ci risparmiamo pure quella milionata di euro di stipendio e bonus vari che sicuramente percepisce.

Anonimo ha detto...

@ Angelo

attenzione a guardare al protezionismo europeo ed americano come una ulteriore minaccia alla già debole situazione economica di queste grandi zone.
Certamente il protezionismo è un fatto negativo per lo sviluppo, ma lo è quando viene attuato da tutti gli operatori economici.
Nella nostra situazione esso è fatto a favore dei paesi emergenti ed è la pricipale causa della depressione economica nei paesi sviluppati.
Oltre ad aiuti statali da parte del governo cinese, le aziende di quel paese godono, come è ben noto, di un bassissimo costo della manodopera.
E ciò non costituisce forse una efficace barriera alla circolazione delle merci occidentali?
Se il protezionismo è attuato da una parte sola funziona assai bene, come si vede.
Allo stato attuale delle cose, l'unica misura efficace a ridurre l'emorragia di posti di lavoro in occidente, sarebbe l'istituzione di dazi per le merci provenienti dai peasi a basso costo della manodopera, ma nessuno li propone, anzi, li propagandano come misure deleterie per l'economia.
Perché?
Attenzione a non fare il loro gioco.

Un saluto a tutti.
RTridens.

Anonimo ha detto...

@anonimo 14.28

ed eccone un altro che non legge il blog, ma un clone che si è creato nella sua testa dove vengono scritte cose immaginate!

vi siete presi la suina?

mha...

Infettato ha detto...

Ot ma neanche tanto, riguarda Obama in pratica sta chiudendo la stalla dopo che i buoi sono scappati....
Tra riforma sanitaria e discorso (che in parte condivido)a wall street sta facendo terra bruciata, anzi questo discorso, se messo in atto, è una vera e propria dichiarazione di fine sistema.

Ma non è che in US hanno iniziato a capire con chi prendersela?

"Tremonti spesso dice cose giuste", appunto le dice...

Anonimo ha detto...

Caro Petare 1983
Se prendiamo la notizia da te scritta, e sostituiamo Chavezx col nome di un qualsiasi altro vecchio dittatore sudamericano, e mettiamo USA invece di Russia, ecco che ottieni una cosa all'ordine del giorno negli anni '70 e '80, ad esempio:

Pinochet acquista armi dagli Russia per 2,2 miliardi di dollari ed il popolo cileno, muore, dico muore di fame. In Vaticano hanno avuto il coraggio di applaudirlo.

Anonimo ha detto...

navi piene di veleni affondate al largo delle località balneari!

secondo voi questi mafiosi di merda non sarebbe giusto mattarli come i tonni?
soldati a massacrarli per le strade, nelle loro case, a centinaia, a migliaia, vecchi donne e bambini

Pluto ha detto...

Il sommario del GEAB 37 in francese dovrebbe essere pubblicato a questo indirizzo: http://www.leap2020.eu/GEAB-N-37-Sommaire_a3791.html.
in Inglese a questo: http://www.leap2020.eu/GEAB-N-37-Contents_a3791.html

Per ora non sono ancora disponibili.

Il report, in Francese è già disponibile agli abbonati. Aspetto con ansia! ;)

Anonimo ha detto...

@ Rtridens,

Il protezionismo è reciproco!

(AGI/AFP) - Pechino, 13 set. - Le autorita' cinesi hanno avviato un'inchiesta per 'dumping' (ovvero quella pratica commerciale scorretta che consiste nello svendere le eccedenze sui mercati esteri) sulle importazioni di carne di pollo e componentistica per auto provenienti dagli Usa. Si tratta di una reazione alla decisione di Washington di imporre dazi sugli pneumatici di provenienza cinese.

Cioè, ogni mossa ha la reazione dell'altra parte.

Angelo

Daniele T ha detto...

tremonti dici "ne siamo usciti..." già, usciti da cosa?
C'è un bell'articolo (in inglese purtroppo) articolo (recente) sulla caduta del'impero romano
http://www.dollardaze.org/blog/?post_id=00692
che conclude come ilo nemico fosse lo stato e i barbari i liberatori. Ora non ci sono barbari a liberarci e la politica può solo incatenare le ns liberta

Piero61 ha detto...

Buongiorno e buon appetito a tutti
...crisi? la crisi non esiste, almeno a Genova; il sindaco, SuperMarta Vincenzi entusiasta del Genoa e della Samp primi in classifica, la città è in ripresa, questi avvenimento danno fiducia..........meno male che era la religione l'oppio dei popoli!
@Anonimo 15 settembre 09 0.48;
egregio, due anni fa, anch'io avrei usato le tue identiche parole in riguardo a Pinochet e del Vaticano (sono praticante, credente, ma non ho gli occhi foderati di prosciutto);poi mi hanno regalato un libro:
Pinochet le "scomode" verità, di Mario Spataro per i tipi della Settimo Sigillo.
Parla di tutto ciò che successe in Cile, prima, durante e dopo il golpe.
In Cile morivano di fame si, ma sotto Allende e i suoi compari delinquenti.
Nel libro c'è tutto; la Cia, il Kgb, i servizi cubani, quelli della Germania Est, lo schifo dei prelati progressisti cileni (quelli del CVII), il loro coinvolgimento con le politiche di morte di Allende....
Leggilo e capirai, te lo dice uno che è dall'età di 8 anni che legge di tutto!
Saluti piovosi
PIero61

Anonimo ha detto...

@ Angelo

purtroppo non è ancora possibile dire che il protezionismo è reciproco perchè il basso costo della manodopera incide su tutti i prodotti provenienti dai paesi emergenti, mentre il dazio USA è solo sugli pneumatici, mentre in Europa non ci sono nemmeno contromisure del genere.
Tutto ciò a favore delle multinazionali che sfruttando i lavoratori hanno visto aumentare considerevolmente i loro margini di guadagno.
Saluti soleggiati a tutti

RTridens

Anonimo ha detto...

Meno male, allora che è arrivato il generalissimo, per mettere le cose a posto per i cileni.

Pensa che scemo, io credevo che avesse fatto una strage di povera gente per un paio di decenni.

Povera Italia che ci tocca sentire.

Uno può avere le idee che vuole, per carità, ma quando si arriva alla mistificazione così palese non so voi ma io mi sento triste.

Vvisto che dici di leggere di tutto cerca il discorso finale di Allende, leggiti anche quello e dimmi se non ti viene la pella d'oca.

Ah, non ti prendere la briga di ripondere, tanto dopo questa colossale stronzata vedrò di saltare regolarmente la lettura dei tuoi commenti.

PIero61 ha detto...

salve
anonimo 15 settembre 4.57
io continuerò a leggere di tutto, soprattutto quello che non mi piace; troppo facile sentire solo una campana (Repubblica/Libero, TG3/TG4 fa lo stesso)ed ergersi a dogma. Il discorso che dici, l'ho letto e non mi è venuta la pelle d'oca, ho provato disgusto dopo tutti i morti che aveva sulla coscienza.
Cordialità
PIero61

guru2012 ha detto...

@ Piero61

E facci capire, di quali atrocità si sarebbe macchiato il governo di Allende?

Ben vengano il revisionismo e la ricerca della verità, ma riabilitare la figura di Pinochet, non mi sembra il caso.

O non ho capito quello che hai scitto?

Piero61 ha detto...

Buonasera
@guru2012; l'ideale sarebbe leggere il libro, che è di una obiettività non comune, comunque riferisco solo due cose:
le violenze contro gli agricoltori ed allevatori (massacrate a colpi di accetta da gente tipo quelli dei centri sociali nostrani), le violenze gratuite contro le forze dell'ordine (poliziotti e militari assasinati impunemente per strada) e, forse "peggiore" di tutti; le intimidazioni, devastazioni e violenze con censure nei confornti della stampa che osava criticarlo.
Qui non si tratta di revisionismo ma di sbugiardare persone del calibro di Italo Moretti (giornalista(?) di raidue all'epoca dei fatti) e Gianno Minà sul quale non voglio dilungarmi; persone alle quali credevo anch'io in buona fede come, presumo tu e l'anonino di prima.
Se ti va, leggi il libro, lo troverai corretto e con tutti i riferimenti e le fonti dove andare a verificare cio che Spataro scrive.
Saluti e cordialità
PIero61

epifanius ha detto...

L'OCSE lancia l'allarme disoccupazione, prima conferma di quanto detto nel GEAB 36, una delle onde anomale da loro previste era proprio questa

http://www.lastampa.it/redazione/cmsSezioni/economia/200909articoli/47397girata.asp

Allarme Ocse sull'occupazione:
"Il peggio deve ancora arrivare"
+ Istat, torna a crescere l'inflazione
+ Draghi: "Primi segnali incoraggianti"
+ "Usa, recessione probabilmente finita"
+ Europa, cresce il mercato dell'auto

Nel 2010 le persone senza lavoro
potrebbero raggiungere anche il 10%.
Forti timori per Francia e Germania.
Spagna maglia nera dei Paesi membri

Felice, avevi ragione ad essere pessimista.

Ottobre non è ancora arrivato e cmq il GEAB lo dava come data indicativa un intorno a.


Cercheranno di mentire nascondendo mediaticamente la crisi per un pò, anche per evitare che il parco buoi si allarmi intanto che i pesci grossi fanno le ultime speculazioni e i saggi salvano il salvabile


Grazie al tuo pessimismo ho salvato un bel po di risparmi, almeno temporaneamente.

Continua così

Andrea ha detto...

L'elenco delle banche americane in situazione "difficile":
http://bankimplode.com/list/troubledbanks.htm

sarmata ha detto...

x Piero 61:

certo che interpretare la realtà cilena o la figura di Allende attraverso fonti come Spadaro (guarda caso pubblicato da una casa ed. come la Settimo Sigillo) è come discutere dei campi di sterminio tenendo come testo base il Main Kampf....
A parte questo, c'è una bella frase di Gramsci che dice più o meno:
"Mettersi nei panni del nemico può aitare a capire se ha un briciolo o tutta la ragione. Ma quei panni sono talmente sudici che preferisco essere ingiusto che provare ancora quel tale ribrezzo..."
Non è che bisogna sempre trovare la scusa a tutto.
E tra un Allende ed un Pinochet non si può nemmeno tentare il paragone.
Ma che te lo dico a fare....
Senza offesa.

Piero61 ha detto...

Buongiorno a tutti
@Sarmata dice:E tra un Allende ed un Pinochet non si può nemmeno tentare il paragone.
.......hai ragione, perfettamente!
non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire.
Noto, con dispiacere, che come (quasi) sempre, quelli che si definiscono "pluralisti e tolleranti" sono i più intolleranti
e razzisti di tutti.
é emblematica la frase di Gramsci che hai citato, tipica dell'odio e del nulla ideologico di quella corrente, perfettamente attuata da Allende in Cile in quel nefasto periodo; oltretutto non ho letto solo quel libro, ma ho anche avuto modo di parlare con dei genovesi emigrati laggiù e, tutti, mi hanno raccontato dell violenze sistematiche, giornaliere del "paladino" Allende, delle persone ridotte alla fame, delle proprietà agricole, devastate, bruciate, con i campesinos ammazzati insieme ai loro cari, in perfetto stile rivoluzione bolscevica (chiedere agli ucraini).
ps......o farsi raccontare l'epopea partigiana da giorgio bocca?
Cordiali saluti
Piero61

sarmata ha detto...

X Piero 61

Definisci quello di Gramsci un "nulla ideologico"...bene... a dimostrazione che non basta leggere tanto. Bisogna anche capire.
Passo e chiudo.