martedì 29 settembre 2009

Propaganda del missilone

Ricorderete che solo qualche giorno fa Barack Obama annunciava il ritiro del programma antimissile in Polonia e Repubblica Ceca.

Fonti vicine alla propaganda di Washington, il Wall Street Journal in particolare con il consueto seguito dei media italiani, hanno rilanciato con dovizia di particolari le pompose ragioni: non mancanza di denaro, ma...

Gli Stati Uniti fondano la loro decisione sulla valutazione secondo cui il programma dell’iran per dotarsi di missili a lunga gittata non ha compiuto progressi tanto rapidi quanto era stato stimato anteriormente, riducendo cosi' la portata della minaccia per il territorio continentale statunitense e per le principali capitali europee


Ieri, l’annuncio del test iraniano del missile terra-terra di 2000 km di gittata, che secondo lo stesso Pentagono potrebbe raggiungere le basi americane nell’area nonchè israele.

Progressi miracolosi della fede islamica....!


Giuntina sul nuovo sito nucleare iraniano, courtesy effedieffe.com

Non è stato dato rilievo – ovviamente – all’immediata risposta di Ahmadinejad: «Le attività nucleari pacifiche dell’Iran avvengono nel completo rispetto delle norme della AIEA e sotto la sua supervisione», dato che l’Iran ha sottoscritto il trattato di non-proliferazione (NPT). La presunta centrale atomica è in realtà un apparato di arricchimento dell’uranio, e non funziona ancora, essendo ancora in costruzione. Comincerà a funzionare fra 18 mesi. Secondo le norme del Trattato di non-proliferazione, che consente lo sviluppo del nucleare civile, una nazione firmataria ha il dovere di avvertire la AIEA di un nuovo impianto sei mesi prima che cominci a funzionare. Dunque, conclude Ahmadinejad, l’Iran è nella norma. Naturalmente, i capi di Stato occidentali e la stessa AIEA hanno replicato che secondo il Trattato, l’Iran ha l’obbligo di notificare ogni nuovo impianto fin dal momento del progetto.

Con un articolo sul Guardian, Scott Ritter dà ragione ad Ahmadinejad. Chi è Scott Ritter, e perchè è credibile?

Scott Ritter è un ufficiale dei Marines, esperto d’intelligence, che è stato capo degli ispettori dell’ONU, ed in questa veste ha ispezionato le fabbriche di armi dell’Iraq di Saddam dal 1991 al 1998. E’ diventato famoso nel 2003, nei giorni in cui l’amministrazione Bush si preparava a invadere l’Iraq con la scusa che aveva segrete «armi di distruzione di massa», perchè affermò pubblicamente che quelle armi di distruzione di massa, in Iraq, semplicemente non esistevano. Scott Ritter fu oggetto di una campagna di stampa frenetica, dettata da Israele e da Washington: si disse persino che aveva ricevuto denaro da Saddam Hussein. Ora sappiamo che aveva ragione lui: in Iraq non c’erano armi di distruzione di massa.

Che cosa dice Scott Ritter? Che la «centrale atomica» testè scoperta presso Qom non è una centrale atomica, ma un impianto di arricchimento dell’uranio, con 3 mila nuove centrifughe in via di installazione. E che a rendere nota alla AIEA l’esistenza di tale impianto è stato lo stesso governo di Teheran, volontariamente; anche se la fabbrica era sotto controllo satellitare da parte dei servizi USA e israeliani «da diverso tempo».


Saluti felici

Felice Capretta

63 commenti:

Noel ha detto...

mi sbaglio o già si leggono notizie di ripensamenti dello scudo da parte di Obama?

Anonimo ha detto...

O.T
Felice , se ti piace Eva Cassidy
sentiti quest'altra :
Melody Gardot

http://www.youtube.com/watch?v=HLFKKY5RHxc

Clarius

vigna ha detto...

Gli usraeliani, non temono la armi atomiche Iraniane, inquanto non esistono e non sono nei progetti futuri dell'Iran, ma temono di più i discorsi di Ahmadinejad.

Attenzione, non intendo quelli ventilati dalla stampa di regime occidentale ma, la traduzione integrale del discorso tenuto da Ahmadinejad alle nazioni unite, cito solo una frase, " quel che oggi l'umanità sopporta non è degno della dignità umana; Dio non ha creato l'uomo affinchè alcuni gruppi di uomini impongano ingiustizia ad altri gruppi".
Sono convinto che le poche persone che sono in grado di comprendere questo sporco gioco di potere Geopolitico, sapranno divulgare in modo capillare la verità, smascherando quei poteri elitari che si nascondono dietro a quelle belle sigle, come UNO, Nato, UNSESCO ect. e che non hanno nulla a che fare con pace, giustizia e democrazia.
Buona giornata a tutti

Vigna

Anonimo ha detto...

Tutto bello, peccato che il pulpito non è quello giusto. In astratto, ok. peccato che ci si scorda di quello che fanno a casa loro e, se tanto mi da tanto, imporrebbero a tutti quelli che finissero nella loro orbita.
Un po' di obiettività, ti prego!
Anzi no, meglio, .... lasciamogli fare l'atomica e poi vediamo se la tirano, sperando che non ce l'abbiano con noi, o se invece hai ragione tu e in fondo sono dei buoni.

Fra

PS: ci sono voluti anni perchè quelli ideologicamente schierati rinunciassero alla "loro obiettività"... non che dicessero che si sbagliavano, quello mai nenanche in punto di morte!

Anonimo ha detto...

Scusa, il PS è rivolto al fatto che una volta c'era chi sosteneva la stessa cosa dell'unione sovietica...

Anonimo ha detto...

Ariscusa, ma se in occidente c'è la stampa di regime li che stampa c'è? me lo chiarisci?
Fra

Anonimo ha detto...

scusa ma stai dicendo che c'è chi può avere la bomba e chi non la può avere? E chi è che lo decide? E con questo non voglio dire che è giusto che ci siano nel mondo, in mani sbagliate, armi che potrebbero distruggere il pianeta...Eppoi cos'è che fanno in casa loro di così becero? Mi risulta che cose ingiuste accadano anche nella parte "giusta e buona" del mondo!

Marco

Felice Capretta ha detto...

@ Fra

con un vicino armato fino ai denti e seduto su una quantità consistente (benchè incerta nel numero) di testate nucleari, di cui alcune caricate sui sottomarini pronti per il second strike in caso di attacco e puntate sulle principali capitali dei paesi "nemici", tu che faresti?

il principio della deterrenza strategica nucleare si basa sull'equilibrio: se il mio vicino ha l'atomica devo averla anchio altrimenti sono fottuto, perdonami l'espressione diretta.

aggiungi poi che israele non ha mai accettato, che io sappia, ispezioni dell'AIEA, non ha firmato il trattato di non proliferazione nucleare, si ostina a non far conoscere la sua dottrine nucleare.

è dunque ragionevole e più che probabile che ilr egime iraniano stia facendo tutti gli sforzi per riportare l'equilibrio nucleare strategico nella regione, anzichè voler incenerire israele con un primo colpo.

il regime sa benissimo che, in caso di attacco nucleare sferrato per primi, gerusalemme avrebbe la forza di rispondere con un second strike dal payload ben più sostanzioso di quello che puo' essere portato dal missilone iraniano.

ahmadinejad puo' essere un dittatore o quello che vuoi, ma non è un pirla, per dirla alla milanese. non spara un petardo atomico su gerusalemme sapendo che nel giro di mezzora dal click sul bottone rosso iraniano la sua casa e la sua nazione sarà cancellata, quella si, dalle carte geografiche.

probabilmente si, stanno cercando di farsi l'atomica in casa. ma il nucleare non è una zuppa toscana, ci vogliono le centrifughe per arricchire l'uranio.

le centrifughe lavorano in cascata, se se ne inceppa una devi bloccare un pezzo di impianto.

le centrifughe sono pezzi delicati , e usano centrifughe di fabbricazione russa, molto probabilmente datate.

Sono arrivati a malapena all'esafluoruruo di uranio al 5% per l'uso civile, per farne un uso militare bisogna arrivare al 95% almeno.

poi sviluppare i vettori. e tutta la tecnologia.

non sto dicendo che sono dei santi o che in iran c'e' liberta' di espressione.

sto dicendo che, visto quanto sopra, pompare questa storia della bomba islamica pronta domani (e quindi l'iran è da bombardare oggi) è propaganda e dovrebbe essere smontata, cosa che nel mio piccolo sto cercando di fare.

Fra, ti riconosco acutezza di analisi, indaga su questi elementi che ti ho dato perchè con questi elementi uno come te non puo' scrivere quello che hai scritto tu sopra :- )

saluti felici

Felice

Anonimo ha detto...

Salve
complimenti al blog e ai vari "personaggi" che animano i commenti....
Ma che gli frega del "MISSILONE"
agli italiani.....
gia tutti in coda a giocare al WIN4LIFE tutto il giorno....
andabbene.....
saluti anonimi

rumenta ha detto...

Fra:

Tutto bello, peccato che il pulpito non è quello giusto. In astratto, ok. peccato che ci si scorda di quello che fanno a casa loro e, se tanto mi da tanto, imporrebbero a tutti quelli che finissero nella loro orbita.

giusto per citare quelli che, secondo la stampa "libera" occidentale, l'iran vorrebbe "cancellare dalla carta geografica", non mi risulta che gli ebrei residenti in iran siano oggetto di persecuzioni a causa della loro fede.
come non mi risulta per i fedeli di altre religioni.... probabilmente perchè si attengono alle "regole della casa".

Ariscusa, ma se in occidente c'è la stampa di regime li che stampa c'è? me lo chiarisci?

di regime.
il problema è che la nostra ce la spacciano per "libera".

Anonimo ha detto...

Allora:

YALTA: la guerra l'hanno vinta gli usa e i russi e loro fanno le regole, gli altri si adeguano. fin quando non si instaura un nuovo ordine mondiale questo è, buono o brutto che sia se uno non riconosce questo non stà al mondo

Equilibrio: NON c'è nessun equilibrio, chi ha detto che è giusto che ci sia? le potenze che hanno vinto la guerra, o quelle che loro hanno autorizzato nei rispettivi blocchi, hanno l'atomica, gli altri ciccia. chiunque con un vicino squilibrato (e l'Iran lo è) se ne ha la forza fa di tutto perchè non si armi. Che uno forte per magnanimità decida di lasciare al debole di armarsi non si comprende facilmente, anzi sarebbe proprio da co... Pensi che Israele preferisca verificare sulla propria pelle se fa bene a dare fiducia all'Iran o preferisca non rischiare e tenere il coltello per il manico?

quuando la germania nazista si è armata valeva la teoria dell'equilibrio? perchè quella volta la teoria dell'equilibrio non ha scongiurato la guerra? davvero Ahmadinejad non è un dittatore pazzo, ne siamo talmente sicuri da difenderlo?

che poi l'iran non possa sviluppare oggi l'atomica e questa sia una scusa per una prossima guerra, posso anche essere d'accordo. ma che voi difendiate gli iraniani nel loro diritto di disporre di un'atomica, sulla fiducia, questo francamente non sta ne in cielo ne in terra.

Aggiungo che mi ricorda quando nel '70 ci venivano a raccontare che in russia si stava bene e che sopprusi miseria e gulag erano tutte maldicenze messe in giro dagli usa.... la storia ha fatto giustizia, forse manca solo un po' di mea culpa di chi parlava a sproposito (che non ha mai fatto venia per le bugie che raccontava) e chi difende questa teoria sull'iran, guarda un po', è lo stesso che ci raccontava la favoletta sull'unione sovietica. stesse teste, stessa falsità ideologica
Fra

Anonimo ha detto...

ma va bene, anche la nostra è stampa di regime, ma passamelo, un po' diversa..... qua puoi anche scrivere su questo sito liberamente...
o è lo stesso in iran (cina, cuba, e chi più ne ha più ne metta).

questo regime, se c'è, ti da libertà di fare e pensare come vuoi. ma con che coraggio li paragoni? per me è pura malafede ideologica
Fra

rumenta ha detto...

Fra:

la storia ha fatto giustizia, forse manca solo un po' di mea culpa di chi parlava a sproposito (che non ha mai fatto venia per le bugie che raccontava) e chi difende questa teoria sull'iran, guarda un po', è lo stesso che ci raccontava la favoletta sull'unione sovietica. stesse teste, stessa falsità ideologica

sono completamente d'accordo, ci hanno imbottito di storielle per un sacco di tempo.
la storia si incaricherà di fare giustizia anche sulle WMD di Saddam (forse lo sta già facendo).
e chi difende questa teoria sull'iran cattivo, guarda un po', è lo stesso che ci raccontava la favoletta sulle WMD.
stesse teste, stessa falsità ideologica.

aggiungerei che non sempre la storia fa giustizia.
di che storia parliamo??
scritta DA CHI??
basata su quali documenti??
perchè la storia che leggo sui libri della propag.... hemmm... di scuola mi dice che l'atomica di hiroshima era americana, ma l'analisi dei documenti me ne racconta un'altra, di storia.....

maèpossibile? ha detto...

@ Fra

come al solito non capisci niente di quello che ti viene detto (in questo caso da FC). Ancora una volta perdi l'occasione per riflettere. Non entro nel merito, ma non riesco ad esimermi dal commentare il tuo atteggiamento assurdo, stupido e sostanzialmente disonesto. Saluti.

rumenta ha detto...

Fra:

ma va bene, anche la nostra è stampa di regime, ma passamelo, un po' diversa..... qua puoi anche scrivere su questo sito liberamente...
o è lo stesso in iran (cina, cuba, e chi più ne ha più ne metta).

questo regime, se c'è, ti da libertà di fare e pensare come vuoi.


ma certo, perchè si sono accorti che è molto più facile ed economico fottere cittadini che si credono liberi piuttosto che reprimere cittadini che sanno di essere controllati.
non per niente siamo più evoluti di loro ;-)

ma con che coraggio li paragoni? per me è pura malafede ideologica

no, è semplicemente che mi sono rotto di farmi prendere per il culo....

Anonimo ha detto...

raro incontrare un ottuso come maèpossibile
già il nick!

Invece Melody Gardot è bravissima.
http://www.youtube.com/watch?v=QN2NmGF8MTg

Anonimo ha detto...

maepossibile?
qualche argomento oltre che denigrazioni e vuote opinioni?

lascia che FC parli per FC: è grande e lo fa anche meglio di te

Rumenta: ok, ti sei rotto, ma non per questo puoi sputare nel piatto in cui mangi, senza distinguo (distinguo! perchè questa "dittatura" ti da libertà! per lo meno di sceglierla).

repetita: un conto è che questa sia l'ennesima storiella propagandistica, diverso è sostenere che ha ragione un pazzo dittatore a pretendere di avere l'atomica. mi lamento delle opioni lette, non della storiella in se. spero si sia capito e si discuta di questo...

Fra

Anonimo ha detto...

Rumenta

è da quando è nato l'uomo che il più forte fotte il più debole e lo faccia con il sorriso. ma vuoi vedere anche come e come vive questo più debole, o no? io non mi lamento, c'è chi sta di gran lunga peggio. Questa si chiama democrazia, altra è la dittatura. anche qua ti fottono: benvenuto! ma sei proprio sicuro che sarebbe meglio cambiare? ... che non finisca peggio...
Fra

Anonimo ha detto...

che il più bell'intervento mai scritto sia stato buttato nella pattumiera è roba da non credere

ma dov'è l'ironia in questo blog?

e la paternità?
Turquemada? Indopama? Fra? uno sconosciuto? ...
secondo voi chi è stato?

Io qualche pezzo me lo ricordo
proviamo a ricostruirlo?

rumenta ha detto...

Fra:

Rumenta: ok, ti sei rotto, ma non per questo puoi sputare nel piatto in cui mangi, senza distinguo (distinguo! perchè questa "dittatura" ti da libertà! per lo meno di sceglierla).

hemmm.... ma non eravamo in "democrazia"??
no perchè se ci siamo, ed il piatto è il mio, allora sputo un po' dove mi pare, sì??
e a maggior ragione se mi son rotto della minestra....

repetita: un conto è che questa sia l'ennesima storiella propagandistica, diverso è sostenere che ha ragione un pazzo dittatore a pretendere di avere l'atomica. mi lamento delle opioni lette, non della storiella in se. spero si sia capito e si discuta di questo...

ovvio che si discuta di questo.... ma siamo in "democrazia" e posso avere le mie opinioni, anche se non ti aggradano, sì??

Rumenta

è da quando è nato l'uomo che il più forte fotte il più debole e lo faccia con il sorriso.


se mi fosse concesso di difendermi credo che riuscirei a levargli il sorriso per un consistente periodo di tempo....

ma vuoi vedere anche come e come vive questo più debole, o no? io non mi lamento, c'è chi sta di gran lunga peggio.

d'accordo.
c'è chi sta peggio.
quindi, secondo te, per questo motivo, è meglio sorridere mentre ti fottono, sì??

Questa si chiama democrazia, altra è la dittatura. anche qua ti fottono: benvenuto!

ma qui mi si concede di sorridere... che bello, sono proprio contento.... viva la "democrazia"!!

ma sei proprio sicuro che sarebbe meglio cambiare? ... che non finisca peggio...

finirà sicuramente peggio, prima che si possa migliorare.
e se la società dovesse tornare a questi "standard" beh, spero solo di riuscire ad appenderne qualcuno prima che la situazione "migliori" troppo....

Anonimo ha detto...

Capretta e poi non dire che non ti vogliamo bene (anche se hai il senso dello humor di un pipistrello ferito)

e ancora meglio della Gardot è Adele
http://www.youtube.com/watch?v=iKLYUbRRMAw

Felice Capretta ha detto...

@ fra

> Equilibrio: NON c'è nessun equilibrio,
> chi ha detto che è giusto che ci sia?

io di sicuro no, infatti :-)

ho scritto che il principio della deterrenza nucleare si basa sull'equilibrio: se il tuo vicino ha testate nucleari e tu non le hai, è meglio che te le fai molto, molto rapidamente.

mi pare che siamo daccordo su questo


> difendiate gli iraniani nel loro
> diritto di disporre di un'atomica,
> sulla fiducia

mmm non ho scritto questo. ho scritto che mi pare più che naturale, in ossequio alla semplice logica di deterrenza nucleare strategica, che ti conviene diventare una potenza nucleare se il tuo vicino è una potenza nucleare e non è tuo fratello.

e non sto parlando in particolare di iran o israele, quello che scrivo si puo' applicare ad entrambi (si dà il caso pero' che israele ha rotto l'equilibrio della regione introducendo il nucleare anni fa, con tutte le cose di cui al post precedente :-)

saluti felici

Felice

Anonimo ha detto...

altre due perle


http://www.youtube.com/watch?v=MLY_og8rlQk&feature=related



http://www.youtube.com/watch?v=c45h7z6oKqY

yuma ha detto...

eehhhhmmmmmmmm !

scusate,posso ricordarvi che Ahmadinejad ha chiesto di essere pagato in euro per il suo petrolio?

Cosa c'entra il nucleare?

Felice Capretta ha detto...

@ clarius

non male, ma eva cassidy ha (aveva) un sound particolare nella voce, una bianca con la voce da nera. Melody Gardot mi suona un po' troppo jazz. Ok, anche eva cassidy, pero' aveva più un'anima blues.

felice off topic :-)

Noel ha detto...

La nostra la chiamate ancora democrazia? Ma veramente??

Anonimo ha detto...

hai ragione è scemocrazia
infatti tu hai il diritto di voto

Anonimo ha detto...

Io vorrei fare una proposta a tutti.

Tanto il crack va per le lunghe...
nel frattempo perchè non diamo una diversa impronta al blog?
solo: cucina, musica e scherzi

che ve ne pare?

Anonimo ha detto...

Felice, hai ragione Melody Gardot fa schifo
con la voce un po' sporca c'è Adele (ottima) e Madeleine Peyroux (pure brava)

http://www.youtube.com/watch?v=bjQJyVXK5fU

Oca Giuliva ha detto...

Guardate cosa ha detto oggi il supermanager, il sedicente "precario dei precari":

«Sono scelte del governo, faccia quello che deve fare: se non si continua con gli incentivi, la domanda scenderà, perdiamo volumi, non vendiamo vetture, chiudiamo gli stabilimenti».

Lo ha detto l’amministratore delegato di Fiat, Sergio Marchionne, sottolineando comunque che è un problema non solo italiano e che richiede una risposta «coordinata a livello europeo».

Voi sinceramente che ne pensate? E se dessimo gli incentivi ai lavoratori?

http://ilsecoloxix.ilsole24ore.com/p/la_spezia/2009/09/29/AMVw09xC-marchionne_incentivi_fabbriche.shtml

rumenta ha detto...

Oca Giuliva:

Guardate cosa ha detto oggi il supermanager, il sedicente "precario dei precari":

«Sono scelte del governo, faccia quello che deve fare: se non si continua con gli incentivi, la domanda scenderà, perdiamo volumi, non vendiamo vetture, chiudiamo gli stabilimenti».


sbaglio o gli stabilimenti polacchi viaggiano su tre (3) turni??
ma perchè non gli chiudiamo il cervello, e definitivamente, a 'sti "uomini falco" (cit. venditti) che privatizzano i profitti socializzando le perdite???

Lo ha detto l’amministratore delegato di Fiat, Sergio Marchionne, sottolineando comunque che è un problema non solo italiano e che richiede una risposta «coordinata a livello europeo».

Voi sinceramente che ne pensate? E se dessimo gli incentivi ai lavoratori?


incentivi per cosa??
per prendere a calci nel culo questi "personaggi"??
sono d'accordo!!

Ribelle ha detto...

Ciao a tutti.

Complimenti a Felice per il blog e anche a molti dei frequentatori abituali che scrivono qui.

@Fra
davvero Ahmadinejad non è un dittatore pazzo, ne siamo talmente sicuri da difenderlo?
Per quello che si è visto fino ad oggi, senz’altro. Mi preoccupavano molto di più Bush e Cheney nel passato recente, e senz’altro mi preoccupa di più Netanyahu oggi.

ma che voi difendiate gli iraniani nel loro diritto di disporre di un'atomica, sulla fiducia, questo francamente non sta ne in cielo ne in terra.
Non ne capisco il perché.

questo regime, se c'è, ti da libertà di fare e pensare come vuoi.
Di pensare, forse. Di fare, anche... finché non rompi i coglioni davvero, cioè interferisci concretamente e significativamente coi loro obiettivi. Di morti piuttosto sospette la cronaca è piena.

Anonimo ha detto...

Ma se Ahmadinejad ha chiesto di non essere più pagato in dollari il 12 settembre mi pare, che aspettano i suoi acquirenti, parecchi stati vogliono levarsi dalle palle il dollaro cosa gli impedisce di farlo? O lo stanno già facendo? Qualcuno può spiegarmelo in semplici parole?
:-)

fiore

Anonimo ha detto...

..che COSA aspettano i suoi acquirenti?

Clarius ha detto...

Vedo un pò troppi commenti che potrebbero essere scambiato per miei,apro un account google e taglio la testa al toro.

@Felice OT
Claro, la Cassidy è "folk",
la Gardot "jazz" se si dovesse taggare.Quella Adele mi pare tanto fumo e tanto arrosto

Anonimo ha detto...

un saluto a tutti.
buona giornata.

il problema iran che viene tirato fuori, e attualmente con maggior frequaenza, non è altro che un diversivo per noi cosidetti occidentali.
una volta c' era la russia, poi la corea del nord ,la libia, poi iraq ecc.
ci deve essere, e se non c'è, si crea un nemico potenziale.

mentre tutti noi, ogni tanto, dimentichiamo la realtà , chi ha il potere porta avanti il suo obiettivo .
in questi giorni, le banche, con le solite lettere di informazioni, hanno inviato , a tutti noi, correntisti, la notifica che i tassi di interessi attivi variano.
i tassi attivi sono pari al 0.4 % , lordo.
i tassi debitori partono dal 5% in su.

si sta portando avanti un nuovo rapporto tra banche e società.
le banche stanno aumentando il loro potere.
entro qualche mese, i tassi attivi scompariranno.
avete mai pensato cosa fare dei vs risparmi, quando , anche ad oggi, lasciandoli in banca, vengono erosi dai costi fissi, dai bolli e dalle tasse governative?

anche il problema iran, serve a distogliere attenzione da questi problemi.

tornando al tema del blog, il mio pensiero è che l' iran, cosi come ogni stato , sono sovrani.
se si è permesso agli stati uniti, russia, francia , ingliterra e sopratutto ad israele di avere la bomba atomica, non capisco il clamore per l' iran.
perchè , ha meno dignità degli americani?
non penso.
inoltre, voglio ricordare a voi tutti, di chiedervi chi ha dato la tecnologia per fare la bomba atomica all' iran?

non so quanti di voi sono a conoscenza.
vi dco solo che la francia ha fornito tutto al pakistan, l' ingliterra , nel medesimo tempo all' india.
entrambi la nazione europee, hanno quadgnato un sacco di soldi, e poi hanno istigato india e pakistan .
per l' iran. sono state due nazioni europee, germania e francia.

questa è la realtà; queste situazioni ci devono fare pensare.

ogni tanto, proviamo a pensare quanti soldi , ogni giorno, le nazioni, compreso la ns italia, spendono in armanenti.

se questi soldi , venissero dirottati a far vivere bene i cittadini, a ad aiutare l' ambiente, e nello sviluppo di fonti energetiche pulite, avremmo tutti da guadagnare.

ma queti pensieri, non lo sono, per chi governa.
stanno creando le condizioni per distruggere il ceto medio, e avere una massa popolare povera e facile da comandare.

a conferma di ciò, vi invito a pensare la situazione dei ns giovani, dediti all' alcol e alla droga.
se si vuole fa smettere, si manda la polizia dentro fuori le discoteche,non a controllare , dopo, se uno è ubriaco.
prevenire è meglio.

in , ogni caso, imparate ad essere osservatori, ad analizzare, senza mai dare niente di scontato.
un abbraccio
franco

Clarius ha detto...

Meno male che c'è ancora qualcuno
con un pò di franco in zucca

Anonimo ha detto...

il principio della deterrenza nucleare si basa sull'equilibrio:
aggiungerei: tra paesi equilibrati... (FORSE), se invece c'è qualche squilibrato non mi sembra proprio

se il tuo vicino ha testate nucleari e tu non le hai, è meglio che te le fai molto, molto rapidamente.
... se puoi e te lo lasciano fare, si, ma siamo sicuri che è anche interesse nostro che te lo lascino fare? se non te lo lasciano fare, rischi... e poi non ti devi lamentare se qualcuno più grosso di te si incazza (!)

PS: ma allora la vogliono fare sta atomica o no? perche delle due l'una, o la vogliono fare e gli usa hanno ragione a dirlo, o non la stanno facendo e quindi non dovete difendere nessun diritto alla deterrenza. Qui mi pare che ci sia una contraddizione.

Rumenta: vedi che ho ragione io, tu sputi nel piatto in cui mangi (e lo confermi) e quindi qui C'E' la democrazia.
Il Paese che vuoi tu non l'hanno ancora inventato. una volta ti avrebbero chiamato "socialista utopista" e, per quanto riguarda me, la storia ha gi chiarito molte cose.
Fra

Anonimo ha detto...

Caro Franco: a Yalta si sono spartiti il mondo PUNTO. non ci sono stati sovrani, SVEGLIA!
Fra

PS: e a noi è andata di culo, perchè siamo sul confine e a momenti finivamo in yugoslavia.
Li solo Rumenta sarebbe stato contento

Anonimo ha detto...

non se la passavano così male durante la crisi del '29

http://www.youtube.com/watch?v=n4zRe_wvJw8

corvo ha detto...

mmm mentre alla superficie ferve sul blog la discussione fra i fautori del diritto alla bomba e i difensori della superioritá morale dell'Occidente, dietro le quinte si svolge la votazione sugli scenari 2015.
Non contenti dei ben 19 diversi scenari descritti alcuni lettori pieni di inventiva ne hanno aggiunto alcuni dai titoli evocativi.

Fra i piú originali da citare:
Repubrica Sarda Indipendenti, mela e foglia di fico, mangiapalline, Son < SNIP > per tutti, a giocare col secchiello a Tripoli.

Nel frattempo a me é arrivato il libro sull'industria dell'Olocausto e lo sto leggendo diligentemente.

Armando ha detto...

Secondo me il problema è se gli Americani attaccheranno o no l'Iran per fortuna la crisi li stà fermando , io sono convinto che la storia del nucleare sia una scusa come le armi di distruzione di massa in Iraq

Anonimo ha detto...

....
PS: ma allora la vogliono fare sta atomica o no?

qualcuno mi toglie sta curiosità?

Fra

Ribelle ha detto...

PS: ma allora la vogliono fare sta atomica o no?

qualcuno mi toglie sta curiosità?

Fra


Prova a chiedere qui: http://www.ahmadinejad.ir/ ;-)

.

rumenta ha detto...

Fra:

Rumenta: vedi che ho ragione io, tu sputi nel piatto in cui mangi (e lo confermi) e quindi qui C'E' la democrazia.

rileggi meglio.
me lo lasciano fare perchè è più facile controllare me dandomi una parvenza di libertà.
in realtà siamo schiavi:
http://xiaodongpeople.blogspot.com/2005/01/2004-year-of-slave.html

Il Paese che vuoi tu non l'hanno ancora inventato.

mi spiace contraddirti, ma il paese che voglio io l'hanno già inventato, ed in più di una occasione, ed ha funzionato talmente bene che non ne leggerai mai sui libri della disinf...... hemmm... di scuola.
mi sa che la storia che ti hanno raccontato non ti ha chiarito molte cose....

una volta ti avrebbero chiamato "socialista utopista" e,

vedi che non sei attento??
mi avrebbero chiamato Anarchico.
e lo potrebbero fare anche oggi, se sapessero cosa significa Anarchia....

per quanto riguarda me, la storia ha gi chiarito molte cose.

uh.... QUALE storia??

yuma ha detto...

@ fiore

...vogliono levarsi dalle palle il dollaro cosa gli impedisce di farlo?

azzardo... la lobby del petrolio USA ?

Anonimo ha detto...

Rumenta

e fammi capire anche a me dov'è sto stato anarchico che funziona così bene?

la storia è falsa, le notizie sono false, Ahmadinejad non lo capisce nessuno, ma allora sei tu il depositario della verità? e chi te l'ha comunicata?

Facile, neghiamo tutto così la verità diventa soggettiva e, soprattutto, qualsiasi teoria diventa indiscutibile.
così è molto più facile essere "contro", non sei mai tenuto a fare...
Fra

Anonimo ha detto...

@ fra
si ok, però bada che bisogna sempre saper distinguere il fatto dall'opinione. La tv in particolare, ci bombarda quotidianamente di opinioni che spesso e volentieri vengono spacciate per "il fatto". E sai qual è la cosa più triste? è che quando la notizia non è verificata, ed effettivamente falsa, non c'è la smentita! Per cui l'opinione della persona semplice resta comunque basata sulla "verità" creata strumentalmente a beneficio di qualcuno o qualcosa!

Marco

Anonimo ha detto...

L'attacco all'Iran è inevitabile e che lo vogliano, oppure no, gli Usa saranno coinvolti ( vedete...basi, truppe, flotte dislocate nell'area ) ,ma non solo statunitensi, da alcuni mesi anche la Francia ha la sua "bella"base permanente, fortemente voluta dal suo presidente, nell'area...tuttavia, in tempi di crisi, la storiella degli iraniani cattivi che vogliono, a tutti i costi, acquisire la capacità nucleare per fini bellici, potrebbe non essere sufficiente a convincere l'opinione pubblica occidentale. Quindi, non è da escludere, un altro colpo di teatro stile 11/9, o peggio, e non necessariamente in Occidente...magari che sò...nella ricca penisola Arabica ? ...vedere a riguardo, lo sventato attentato alla torre di Dubai di due mesi orsono...i cui principali sospetti, di essere i mandanti di tale sventato evento, secondo i servizi segreti degli Emirati, sono i Guardiani della rivoluzione iraniani. Ora, se io fossi nel regime ( perché di regime si tratta, ed a mio parere, senza ombra di dubbio ) di Teheran, nemmeno mi sognerei di preventivare un tale evento, conscio di quali sarebbero le conseguenze. Invece, qualche dubbio sulle responsabilità israeliane ( mossad ), nella pianificazione del sopracitato mancato evento, visti anche i precedenti, non la escluderei. Ed infine, lo scoppio di ostilità nell'area.,potrebbe essere l'evento "scaricabarile"dell'avvale crisi economico-finanziaria. I miei più sinceri complimenti a Felice per gli ultimi due articoli. Ciao. U.T.

yuma ha detto...

l'indice PMI chicago ad agosto era di 50 previsto a 52.

Uscito adesso a 46,1.

troppo ottimismo? E non hanno neanche Berlusconi !

Anonimo ha detto...

@ Marco

Parole sante, se tutti facessero l'esercizio che dici tu si accorgerebbero di quanti raccontano frignacce e cercano di farti passare per fatto ciò che è opinione.
Il fatto è che basta intervenire per smascherare quei falsi ragionamenti.

A quel punto molti rispondono attaccando la persona che solleva le obbiezioni (io, di solito), anzichè rispondere alle stesse, perchè svalutando la persona tentano di svalutare le sue argomentazioni (? - eppure qualcuno ancora ci casca).

Es.: guardati la risposta di rumenta qui sopra, prima dice che il suo stato esiste, ecc... sembra ti stia rispondendo ... poi però mi dice che non sono informato, non sono attento, non conosco la storia... insomma non posso capire.
Conclusione, sembra che abbia risposto, invece non ha detto nulla.

Quindi noi aspettiamo sempre di sapere:
- se Ahmadinejad vuole fare e sta facendo la bomba o se è una balla degli americani
- qual'è lo stato anarchico (ma io rimango dell'idea che si tratti di utopismo socialista) di rumenta che funziona meglio delle democrazie occidentali in cui vive, ma in schiavitù

Anche se temo che riceverò i soliti garbati insulti compassionevoli in risposta...

Fra

Anonimo ha detto...

@ UT

daccordissimo, anch'io ho le stesse previsioni.

Fra

Anonimo ha detto...

Ancora, mi potete spiegare perchè siete così attenti su tutto e dubbio del perchè uno dei paesi più ricchi di petrolio sia così interessato a convertirsi al nucelare?
non è che vi fa comodo crederci, per non dover ammettere che non ha senso e che sono scuse ridicole per poter giustificare la costruzione dell'atomica?
mi spiegate anche perchè proprio adesso israele sarebbe una minaccia, visto che l'atomica ce l'ha già da un po' e non l'ha mai usata, avendo già ampiamente dimostrato la proria affidabilità internaizonale (cosa che non si può dire dell'iran)?
Fra

corvo ha detto...

Caro Felice,

Questo blog sta diventando un importante punto di discussione per tanta gente. Qui vedo due limiti: il formato, nel contenuto piú simile alla discussione su un forum ma nel medium troncata dai diversi posts. Qui non sarebbe difficile fare di meglio con un forum di qualche tipo.
La seconda invece riguarda lo stile, quella che i piú scafati chiamano netiquette.
Sará che non vivendo piú in Italia da un po' di tempo ho perso l'abitudine a considerarle come normale. Peró mi chiedo lo stesso in che maniera questa attitudine al litigio, alla sfida posta come domanda retorica, alla personalizzazione del confronto che spesso sfocia nell'insulto contribuisca alla soluzione dei problemi che discutiamo qui.... e quanto invece sia parte del problema stesso.

Si puó fare "informazione scorretta" con "stile Corretto" in Italiano?
io credo di si, con l'aiuto di tutti e un paio di guide linea.

Ribelle ha detto...

Fra
avendo già ampiamente dimostrato la proria affidabilità internaizonale

Sono basìto.

.

Anonimo ha detto...

@ fra

bah non so a quale stato si riferisca, comunque so di un esperimento riuscitissimo, le riduzioni gesuite, le quali erano organizzate secondo un modello socialista clericale con il compito di elevare spiritualmente e materialmente le popolazioni locali. Tutto era organizzato al suono di una campana l'amministrazione era affidata a corregidores indigeni eletti, la vita e la produzione dei beni era in comune i beni prodotti erano poi ripartiti secondo i bisogni di ogni famiglia. L'esperimento fallì, non perchè fosse disastrosa l'amministrazione dei gesuiti ma a causa di dicerie malevole nei confronti della compagnia di gesù e per le divergenze delle grandi potenze dell'epoca. Altri esempi possibili, all'alba dell'epoca moderna, sono le comunità anabattiste, che seguendo il dettame biblico praticavano la comunione dei beni, la non violenza e non riconoscevano l'autorità politica. Purtroppo il tutto degenerò con orge di sesso e sangue, in particolare a Munster, screditando così il progetto anabattistico-anarco-comunistico! In realtà ce ne sarebbero molti altri che però, effettivamente, raramente sono riportati sui libri di scuola oppure tralasciati da insegnanti poco volenterosi. Ad ogni modo io devo ringraziare il prof. Simoncelli per il suo eccellente lavoro all'università la sapienza.
Per quanto riguarda "la bomba" mi sembra ovvio, l'iran si sente minacciato, si trova in una posizione geopoliticamente scomoda( basta consultare l'atlante) e si sa, la deterrenza consiste nel generare panico nell'avversario. Per cui non ci vedo nulla di strano, è normale che uno stato che mira a diventare potenza regionale abbia bisogno di un arma, abbastanza economica e durevole nel tempo, che possa tutelare i propri interessi.
Israele invece non lo vedo così affidabile, basti pensare alle condizioni dei palestinesi, al massacro di sabra e chatilla, il terrorismo pre dichiarazione d'indipendenza o anche le guerre, l'arabo-israeliana, di suez, dei sei giorni, dello yom kippur o l'ultima in libano. Magari è affidabile per i nostri governanti ma non certo per le popolazioni limitrofe.

Marco

Felice Capretta ha detto...

Ciao Fra,
ti risopndo per me, o meglio, ti ho già risposto.
E’ una questione di equilibrio strategico della deterrenza nucleare.

Giusta la tua considerazione: israele le atomiche le ha probabilmente dagli anni 70, perchè solo ora l’Iran si sveglia?

Posso azzardare alcune ipotesi:

-Perchè prima mancavano le risorse, il paese era infatti impegnato in una infinita guerra di posizione con l’Iraq che nessuno dei due paesi avrebbe mai vinto (che strano, forse c’era qualcuno che aveva interesse a che i due paesi si indebolissero a vicenda?)

-Perchè prima esistevano altre priorità, mi riferisco sempre alla guerra con l’iraq

-Perchè finchè è esistito l’Iraq, quello era il paese più in tensione con Israele (ricordi gli scud della prima guerra nel golfo?

-Perchè prima era più vicino all'ombrello sovietico, che da qualche anno non c'e' più

con questo - ripeto - non li giustifico e non condivido, ma comprendo le ragioni sottostanti.

sul regime affidabile a livello internazionale... cerca quante risoluzioni dell'ONU ha calpestato israele.

guarda i crimini di guerra compiuti a gaza.

leggi della violazione dei diritti umani sempre a gaza.

scuole dell'onu bombardate.

e mi fermo al passato più recente (ultimi 4-5 anni).

davvero israele è più affidabile a livello internazionale?

(pero' cercale, quele informazioni ;-)

saluti felici

Felcie

Felice Capretta ha detto...

@ corvo

concordo.

sono in arrivo interessanti novità a riguardo ma per ora non posso dire niente :- )

rumenta ha detto...

Fra:

Rumenta

e fammi capire anche a me dov'è sto stato anarchico che funziona così bene?


l'ucraina dopo la rivoluzione d'ottobre, per esempio.
o la grecia dopo la caduta dell'impero ottomano.
esperimenti riusciti e, proprio per questo, stroncati sul nascere, non sia mai che vengano presi come esempi....

la storia è falsa,

in parte sì, e della restante non ti dicono tutto.

le notizie sono false,

vogliamo parlare delle Weapons of Mass Destruction di saddam??
o della storia strappalacrime dei soldati iracheni che toglievano i bambini dalle incubatrici per rubarsele??
o dei vari "incidenti" che hanno contribuito a giustificare le guerre degli usa??
o di quanto siano salubri gli inceneritori??

Ahmadinejad non lo capisce nessuno,

e non è così un po' per tutti noi?? ;-)
e comunque se lo traducessero correttamente sarebbe già un bel passo in avanti.

ma allora sei tu il depositario della verità? e chi te l'ha comunicata?

mai detto questo.
solo, non mi fermo alla prima cosa che mi raccontano.
e, cosa forse anche più importante, cerco di "unire i puntini" (cit.)

Facile, neghiamo tutto così la verità diventa soggettiva e, soprattutto, qualsiasi teoria diventa indiscutibile.

mah, ti dirò, in genere i fatti portano delle verità.

così è molto più facile essere "contro", non sei mai tenuto a fare...

essere contro qualcosa di profondamente sbagliato ed ingiusto non è facile.
se lo fosse tutti lo farebbero, non credi??
è molto invece più facile credersi liberi che esserlo davvero, sai??

rumenta ha detto...

Fra:

Es.: guardati la risposta di rumenta qui sopra, prima dice che il suo stato esiste, ecc... sembra ti stia rispondendo ...

ti ho appena risposto.

poi però mi dice che non sono informato, non sono attento, non conosco la storia...

infatti non sapevi niente né di queste cose né di quelle menzionate da Marco.

insomma non posso capire.

no.
non VUOI capire, che è decisamente peggio.
ti fermi alla superficie e prendi per il culo quelli che scavano....

Conclusione, sembra che abbia risposto, invece non ha detto nulla.

sicuro, io non dico mai nulla....

Anonimo ha detto...

E non dimentichiamoci la "pandemia"...che è stata, generata, allo scopo di contenere eventuali sommosse, o peggio, vere e proprie insurrezioni popolari dovute al crollo, perlomeno in Occidente...per quanto riguarda i Paesi più poveri, invece, visto le condizioni igieniche e la carenza, se non l'assenza di strutture sanitarie, il virus potrebbe creare realmente parecchi danni...insomma, diciamo che i "signori dell'élite"si stanno portando avanti con il lavoro...tanto hanno già deciso...e da tempo...che su questo bel pianeta, siamo in troppi. Ciao. U.T.

S,Claro ha detto...

Pace e bene
......l'Iran sta facendo l'energia atomica per scopi civili.
Ha capito cher il petrolio sta per finire.
Israele è l'unica canaglia......da sempre.
S.Claro

emilio ha detto...

bravo finalmente idee chiare e realismo
vivo in uae di fronte a bander abbas in iran e credimi tutta questa immondizia statunitense che tenta di fare dell'iran ciò che ha fatto con il kuwait (ovvero un nuovo stato usa, vedere x credere) non regge
ma quali armi nucleari ma dove le vedono? e chi sono gli usa per avere il patentino di andare in giro per il mondo a seminare basi militari (x difenderci...?) da cosa? o fare gli embargo con decisioni unilaterali (sapete il termine embargo è un DRAMMA per donne bambini abitanti di un paese, chiedere ai serbi quando lo fecero sempre gli usa), non ci sono medicine in iran per curare vite umane, ha mai fatto qualche attentato l'iran? ha mai usato la bomba atomica contro qualcuno? a me pare invece gli usa ne abbiano usate anni fa... e poi obama che fa propaganda sulla nuova politica "ecologica" del mondo quando dal dopoguerra è proprio il suo paese il primo ad inquinare il mondo... ma sveglia!