lunedì 18 aprile 2011

Inflazione o deflazione, il punto (parte 1)



Riceviamo e, a proposito di Inflazione e Deflazione, volentieri pubblichiamo. (grazie a Francesco P. per la traduzione, articolo originale qui)

Chi si fosse perso la nostra trilogia su inflazione e deflazione puo' rileggerla qui:

Trilogia Inflazione o Deflazione
Parte 1 - Inflazione
Parte 2 - Deflazione
Parte 3 - Come fronteggiare



UNA RASSEGNA SUL PUNTO IN CUI SIAMO CON RIGUARDO ALLA DEFLAZIONE, IPERINFLAZIONE E LA STAGFLAZIONE 

parte prima su inflazione o deflazione

Bene, la buona notizia per tutti è che a questo punto nulla sembra inevitabile, che c'è quasi sempre una scelta, ma spesso è avvolta in una logica che appare piacevole, con tutta l’apparenza della necessità, per il bene del popolo.

Noi contro di loro in una battaglia per la sopravvivenza e tutto il resto.

E i leaders intelligenti agli estremi a far apparire che i 'loro' siano disumanizzati e oggettivizzati.

I desideri di sinistra di uccidere i banchieri, e dei fascisti le classi inferiori e i diversi. Gli estremi di entrambi finiscono per rendere difficile la vita per quasi tutti, tranne che per pochi privilegiati.

E quindi ribadisco che in una moneta puramente "fiat", l'offerta di moneta è indubbiamente “Fiat”, a comando.

Alla gente piace fare discussioni su questo e su quello, di come questo e quest’altro ha dimostrato che la Fed può o non può fare questo o quello, che le banche creano denaro davvero solo prendendo in prestito, prestito che deve precedere questo o quello.

Prevalentemente sono basati su una fondamentale incomprensione di ciò che è il denaro, con un fascio laser puntato su definizioni tecniche cavillose e argomenti loquaci che generano più confusione che illuminare, persi nei dettagli. In una parola semplice, immondizia.

Fatti salvi alcuni standard esterni o costrizioni, l'unico fattore limitante per la creazione di una moneta fiat è il valore di scambio delle obbligazioni e delle note (di debito) dell’emittente, e della moneta che non è altro che una nota (di debito) di durata pari a zero, senza cedola.

Se avessi il controllo della Fed, a meno che qualcuno non mi fermasse, potrei portarvi ad avere iperinflazione o deflazione senza troppe difficoltà, da un punto di vista tecnico.

La reazione politica di coloro che potrebbero essere in grado di spararmi o linciarmi è un'altra questione.

La Fed non ha solo il potere di influenzare la creazione di moneta nel sistema bancario privato. Ha la capacità di espandere il suo bilancio e assumere debiti esistenti e di quasi tutti i tipi a propria volontà ed a qualsiasi prezzo scelga.

Ma questo è il caso fino a quando:
  • la Fed ha almeno un partner disponibile nei primary dealers 
e
  • il Tesoro è d'accordo
e anche il requisito di un primary dealer non è più di tanto un problema visti gli importi degli attuali debiti sovrani e dei privati di cui la Fed potrebbe avvalersi essa stessa nel prossimo futuro.
Così, alla fine della giornata, un pensiero deflazionista è praticamente ridotto alla tesi secondo cui 'le autorità non lo permetteranno” o “sceglieranno deflazione piuttosto che l'inflazione”.

E questo è tecnicamente corretto.

Tuttavia, dobbiamo prendere in considerazione la mia precedente affermazione riguardo a quelli che potrebbero sparare o linciare uno per fare una scelta altamente impopolare.

E’ un suicidio economico per un debitore netto affrontare volontariamente la deflazione quando ha altre opzioni a propria disposizione, e soprattutto quando tali decisioni coinvolgono persone al di fuori del sistema.

Questo non vuol dire che i decisori non optino per il suicidio economico, ma le persone designate a soffrire e morire per questa scelta e causa potrebbero non prenderla con favore.

La deflazione favorisce i creditori in modo significativo, e quei creditori tendono ad essere una minoranza delle élites nazionali ed entità estere. Entrambi gli estremi, l'iperinflazione e la deflazione, sono le migliori scelte da attuare per i governi autocratici.

Ci sono quelli che osservano che Franklin Roosevelt 'ha salvato il capitalismo’ con le sue politiche nel 1930 e credo che ciò sia corretto.

Se si considerano i diversi risultati in altre grandi nazioni sviluppate nella Grande Depressione, che si tratti di Italia, Germania, Russia o Spagna, gli Stati Uniti ne sono venuti fuori abbastanza intatti politicamente.

La gente convenientemente guarda dall’altro le sottocorrenti di insurrezione e di violenza che è hanno infettato le moltitudini sofferenti, e la crescita delle organizzazioni nazionali fascista e comunista. Ci sono stati molti complotti per rovesciare con mezzi militari i governi eletti, anche se i libri di storia tendono a trascurarle.

Così si tratta veramente di fare la scelta migliore tra le scelte sbagliate.

Questo avviene perché i governi scelgono di svalutare la loro moneta, sia con il quantitative easing, sia in modo esplicito nei confronti di alcuni standard esterni, come gli Stati Uniti hanno fatto nel 1933.

Perché quando il debito è impagabile, deve essere liquidato, e si vorrà ripartire il dolore nel modo che meglio conservi lo status quo.

L’iperinflazione e una deflazione prolungata sono entrambe scelte molto distruttive. Quindi nessun governo razionalmente sceglierà una di queste due opzioni.

Potrebbero vedersi imposte queste scelte, o con la forza militare, o con la forza politica, o con la forza economica.


[segue la seconda parte a breve]



Nel frattempo:

  • il nuovo GEAB è uscito ( i traduttori si riposino anche questo mese)
  • il conflitto italofrancese ha visto nuovi scontri sul tema dell'immigrazione tunisina
  • si fa un gran parlare di crisi alimentare con l'innalzamento dei prezzi dei beni di prima necessità, e questo è un argomento molto delicato che merita di essere approfondito
  • nessun italiano ha mosso un dito per l'omicido di Vittorio Arrigoni, che ricordiamo in questo video. Non dico arrivare a mettere l'intelligence italiana ad infiltrare il presunto gruppo salafita per capire a chi risponde veramente il suddetto gruppo (la cui modalità di azione ricorda l'omicidio Baldoni), se il gruppo risponde a Gaza o forse a Tel Aviv, ma almeno dire uno straccio di parola per un cittadino italiano che è stato ucciso in un territorio straniero. 

D'altra parte da uno come Frattini non c'e' da aspettarsi molto.

Da bravo coniglio mannaro.


Anche perchè Frattini ha già ricevuto un chiaro avvertimento nel perfetto stile israelomafioso :

Roma, 17 apr. (TMNews) - "Il ministro Frattini, se non vuole fare della Farnesina un ministero specializzato in antisemitismo, non può e non deve soddisfare l'odio stratificato e velenoso della famiglia di Arrigoni, antisemita conclamata, che chiede di non far passare la salma del figlio, assassinato, per giunta, dai palestinesi di Hamas e non da israeliani, sul territorio di Israele".

Lo dichiara in una nota il deputato di Iniziativa responsabile Giancarlo Lehner.

"Sono determinato a prendere a schiaffi, pugni e calci il ministro Frattini - promette - se spenderà un solo centesimo, per soddisfare simili richieste antisemite di chiaro stampo nazicomunista".

Perchè è noto: i conigli devono stare buoni con il padrone per avere le carote.

E poi finiscono in padella ugualmente.

Saluti felici

o, come concludeva i suoi post Vittorio Arrigoni,

stay human

Felice Capretta

ps: vi segnalo l'attacco di Repubblica alla blogger di Cloroalclero. Sostegno e solidarietà da parte di Informazionescorretta. Invito gli affezionatissimi ad aggiungerla tra gli amici di facebook cliccando qui ed a diffondere i suoi articoli per email, twitter, facebook e in tutti i modi possiibli, perchè oggi è capitato a Barbara, domani potrebbe capitare a Blondet, domenica (che è pasqua) a Felice Capretta. E il mese prossimo a chiunque. E' il tempo di unire cio' che è diviso, nel nome del Vero.

14 commenti:

Anonimo ha detto...

http://www.independent.co.uk/news/world/europe/anarchy-erupts-in-greece-as-austerity-bites-2269023.html

Il Folletto

Felice Capretta ha detto...

@ folletto

....e nel frattempo, la grecia va a fuoco

saluti felici

felice

Anonimo ha detto...

risposta a Vigna dal post precedente:
"L'UE non è quel Eden promessoci dai falsari della politica e finanza. Ci attendono tempi duri.
Buona pasqua a tutti
vigna"

l'UE e' solo un nome, nei fatti gli stati che la compongono sono rimasti quelli, nessun cambiamento al loro interno e' avvenuto, la gente guarda la TV come prima e come prima dalla TV viene guidata nelle azioni.

la UE e' solo un nome, siamo noi che ci lasciamo affascinare dai nomi pensando che bastino per cambiare la vita.

non ancora, al momenti ci vuole altro, azioni per esempio...

indopama

Anonimo ha detto...

S&p rivede prospettive rating Usa

http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/economia/2011/04/18/visualizza_new.html_900473748.html

Sai quella sensazione che avvertivi quando da bambino iniziavi a prendere velocità giù per lo scivolo...?

Siori e siore ... allacciate le cinture che il botto è vicino.

Torn

(commento spostato qui per pasticcetto mio su un post vecchio, scusa torn. Felice)

Anonimo ha detto...

Felix ... quando non ho visto il post ... ho pensato il peggio ... tu qui sei il padrone di casa, le tue scuse non servono se non a farmi pensare che sei una brava persona.

Il mio commento rimane valido, e credo sia interessante vedere il continuo schiantarsi delle economie basate sullo scambio in dollari. Tu che ne pensi di questo taglio del rating?

Ciao, Torn

Anonimo ha detto...

http://noir.bloomberg.com/apps/news?pid=20601010&sid=aEMBsEHMv8_Q

Rating usa giù
oro a 1.500, su per giu
tassi greci 2 anni 20%
germania da alla grecia tempo fino a fine estate per ristrutturare (eg. fare default)

il geab 54 da le seguenti tempistiche:
shock storico nell'autunno 2011 - spariscono 30 bln usd di assets fantasma =>
rischio insolvenza della fed che viene salvata dal tesoro usa
aumento tassi/tagli budget 2012/fine qe2/ persistere recessione

acceleriamo?
Fra

Felice Capretta ha detto...

@torn

questo taglio del rating è un tantino clamoroso e mi ricorda un po' la storia della rana e dello scorpione che volevano attraversare il fiume..

in compenso in nepal mancano benzina e diesel perchè il petrolio costa troppo e l'agenzia locale non ha abbastanza soldi per importarlo dall'india.

questa è proprio notevole.

saluti felici

felice

MastroTux ha detto...

Forse sono un po' troppo ignorante io, ma quando ho letto "moneta fiat" sono rimasto un po' spaesato, soprattutto quando (la seconda volta) "fiat" era scritto in maiuscolo.
Allora mi sono informato al volo ed ho capito cosa intendeva l'articolo originale. Non so se è colpa del traduttore o colpa della mia scarsa conoscenza, ma non era meglio tradurre "fiat money" con "moneta legale" o "moneta con corso legale", che dovrebbe essere la dicitura italiana?
Per un ignorante come me, sembrava che si stesse parlando della Fabbrica Italiana Automobili Torino! :-)

Anonimo ha detto...

il pecorame mangia con gusto le notizie negative che gli vengono date in pasto aspettando che il pastore cambi l'abito.
non cambia niente proprio perche' il pecorame non vuole che cambi niente, se e' il negativo quello che riempie la vita di amore allora gliene verra' dato quanto ne richiede, ovvero a volonta'.

indopama

Anonimo ha detto...

La traduzione ocrrette di moneta fiat non è moneta a corso legale e/o forzoso, perchè potrebbero imporre il corso della moneta metallica (oro e argento).
Moneta fiat sta per moneta creata dal nulla: in inglese out of thin air.

In latino Fiat vorrebbe dire creata, appunto!

Il Folletto

Anonimo ha detto...

http://www.casapounditalia.org/index.php?option=com_content&view=article&id=67&Itemid=67

è il programma di casa pound: parla di nazionalizzazione delle banche, riduzione dell'orario lavorativo e occupazione di case e tantissimi altri principi di sinistri, sorry, di destra...cioe fate voi...

chi scrive in questo blog condivide penso il 90% di questo programma, che almeno vale la pena leggerlo...

CHE

Pluto ha detto...

Indo: "l'UE e' solo un nome, nei fatti gli stati che la compongono sono rimasti quelli, nessun cambiamento al loro interno e' avvenuto, la gente guarda la TV come prima e come prima dalla TV viene guidata nelle azioni. "

Purtroppo non é vero. la UE esiste e agisce e muta profondamente gli Stati in peggio, richiedendo l´ aumento di rigore, l´aumento di controllo, nuove regole nuove limitazioni, nuovi obblighi.
Imponendo de facto l´aumento dei prezzi a causa dei maggiori costi produttivi e di controllo.
Il discorso TV fa tanto anni 80... se hai pochi soldi stai a casa a guardare la Tv.. che altro puoi fare se non sei a Bali? ;)

Mario Barbiero ha detto...

@Pluto
e perchè la Ue chiede tutte ste cose?
te lo sei chiesto?
Non accetto la risposta che ci sono i cattivi.

ciao cagnaccio

Pluto ha detto...

ciao Mario,
La UE richiede queste cose perché ritiene che l´unitá dell´Europa passi per una standarizzazione totale di qualunque cosa. parallelamete a questo nella formazione dell´organizzazione europea si é voluto evitare che l´UE avesse realmente una testa, quanto piuttosto mille "tentacoli" che si implementano attraverso i burocrati che in realtá formano l´organizzazione: non politica o altro ma mera burocrazia: e che fa un burocrate se non fare regole e procedure?