mercoledì 26 gennaio 2011

Giornata della memoria. Quale memoria?

27 Gennaio, giornata della memoria. Memoria di che? Ah, si, dell'olocausto. Olocausto di che? Ah, si, i crimini nazisti.

No, giusto per capire, perchè quando si parla di nazisti ed ebrei si finisce sempre ad usare termini assoluti: L'Olocausto, La Memoria, Il Male. Comunque, sorvoliamo altrimenti ci si infila in un ginepraio che non finisce più.

Fatto sto che, stanti le dichiarazioni del ministro per l'incarcerazione angelino alfano, in italia è allo studio una norma che vieti la negazione dei campi di lavoro e dell'eliminazione di 6 milioni di ebrei per mano tedesca negli anni della germania nazista.

In sostanza, chiunque neghi la versione ufficiale di quanto avvenuto, puo' essere accusato di negazionismo dell'olocausto e finire in carcere.

Niente male, per un paese democratico che vanta libertà di espressione.

Da ilgiornale.it

Un nuovo reato, il negazionismo, e una legge che l'inserisca nel nostro codice. Questo è il regalo che il Guardasigilli Angelino Alfano sta preparando in occasione della giornata della memoria. «Costituiremo immediatamente un gruppo tecnico di lavoro per scrivere la norma - annuncia il ministro della Giustizia, nel corso di un convegno dell'associazione di cultura ebraica Hans Jonas - perchè disconoscere la verità significa uccidere una seconda volta le vittime. La negazione della Shoah non è un'opinione ma è il risultato di una operazione che si colloca all'opposto dei valori delle nostre democrazie». E quindi, «usare il diritto penale non è in contrasto con la costituzione».



L'altro giorno, un esponente delle comunità ebraiche in italia diceva espressamente che "chi metta in discussione l'olocausto in pubblico è giusto che sia punito".

Amen.

Intanto che il reato non è stato ancora introdotto, ricordiamo che non esiste prova documentata che siano stati eliminati esattamente 6 milioni di ebrei (che forse ora sono già diventati 7 milioni), non esiste una cosa come i "campi di sterminio" ma una cosa come "campi di lavoro", dove venivano internati prigionieri politici, nemici dello stato, zingari, omosessuali e più ebrei possibili.

Lì, venivano fatti lavorare in condizioni disumane e usati per produrre per la germania nazista, finchè non morivano di fame, di stenti, di malattie o di malnutrizione, oppure per gli esperimenti barbari degli scienziati pazzi nazisti.

Forse, ma non tutta la storiografia è daccordo, molti (probabilmente non in grado di lavorare) venivano eliminati subito, forse direttamente con il nervino e con le camere a gas. Ma, ripetiamo, non tutta la storiografia è concorde.

Oppure probabilmente il reato sarà retroattivo e mi leggerete un giorno dalle italiche carceri, insieme a spacciatori, tagliagole ed assassini, ma nessun corrotto nè nessun corrutore.

Si vedrà.

Saluti felici

Felice Capretta

84 commenti:

cumpareddu ha detto...

Se si vuole difedere una "verità" con la minaccia di una pena detentiva, qualche dubbio sarebbe il caso di farselo venire...
Non voglio con ciò prendere alcuna posizione al riguardo perchè non ne so abbastanza. Ma ora una qualche curiosità è venuta anche a me.

Anonimo ha detto...

Ho letto molti libri su tale argomento,conosciuto persone che hanno vissuto quella tragedia.
Certo,ognuno deve pensarla come vuole, come è libero di avere un'anima o non averla.
G

Il Bagatto ha detto...

Non entro nel merito della autenticità delle varie affermazioni in positivo o negativo sull'Olocausto. Voglio solo far notare che l'attuale attacco al Berlusca sembra essere partito ed orchestrato da Israele (vedi i suoi megafoni in Italia: Travaglio, Gardner, ecc), quindi per tacitarli, almeno in parte, si cerca di dargli uno zuccherino ... non credo che lo scopo sarà raggiunto facilmente. Chiederete perchè Israele è così inc...to con il Berlusca. Sembrerebbe che alcune tecnologie militari italiane molto sofisticate (su questo siamo proprio bravini) vendute ai Russi (e questo ha fatto diventare nero dalla rabbia Obama ...) siano finite in Siria. E poi l'intromissione di capitali libici nei forzieri tecnologici italiani destano grandi preuccupazione in Usa ed Israele. Di questo scivolare nelle braccia arabe se ne parlerà sicuramente a Davaos (nelle segrete stanze)

Anonimo ha detto...

A PROPOSITO DEL CASO WILLIAMSON E DEL “REVISIONISMO-NEGAZIONISMO”
DI FRANCO CARDINI
http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=print&sid=5552

Anonimo ha detto...

terrorismo ideologico
http://saigon2k.altervista.org/?p=2531

Anonimo ha detto...

Veneziani, opinioni dietro le sbarre
http://sauraplesio.blogspot.com/2011/01/veneziani-opinioni-dietro-le-sbarre.html

Anonimo ha detto...

semplicemente dopo queste cose che ho letto toglierò questo blog dai preferiti. Leggetevi Boris Pahor

Anonimo ha detto...

Capretta, grazie per la tua semplice ma "pungente" sincerità.
Sto sperando che lor signori (a lettere minuscole) non vogliano tirare troppo la corda.. o forse, in qualche modo, spero che un giorno la tirino troppo.
Si veda quello che sta succedendo in questi giorni in Turchia ed Egitto, anche se su idee e piani totalmente differenti.

Come diceva qualcuno che ha commentato prima di me, non voglio entrare in merito di quello che è successo tempo fa.
Solo una cosa mi fa pensare un pochino: obbligare qualcuno a pensarla in un determinato modo (o non pensarla a riguardo) mi fa star male.. come dire, mi da a pensare!

Grazie di nuovo.

Anonimo ha detto...

@anonimo 21.39

e tu leggiti blondet!

a.mensa ha detto...

da "la seconda guerra mondiale" di Winston Churchill si può rilevare come gli alleati, pur conoscendo dislocazione ( dalle foto aeree) e cosa avveniva ( dai rapporti della resistenza) nei "campi di lavoro" non abbiano mai, proprio mai bombardato una sola volta le infrastrutture ( forni crematori, camere a gas, etcc...).
forse , allora, qualche bombardamento mirato avrebbe ridotto lo sterminio, ma meglio lasciar fare ai tedeschi allora e sproloquiare oggi, su questi famosi campi. un po' ipocrita, no ?

nel post precedente, un anonimo orbo, non vedeva ne la scaletta rossa, quasi al centro della foto, ne l'unica ragazza, a ridosso di tale scaletta ch efotografa nella direzione opposta a tutte le altre macchine fotografiche. necessita di paio d'occhiali.

luigi ha detto...

Le capre sono famose per il loro piede sicuro e il loro senso dell'equilibrio, che permette loro di seguire le vie più impervie e pericolose. Anche in questo caso l'istinto caprino non mente, ma attenzione che il precipizio sembra essere senza fondo!
La mia personalissima opinione (non essendo una capra temo di sbilanciarmi troppo, spero di non venire frainteso) è che abbia poco senso disquisire se i milioni fossero 4 6 o 8 o se i campi fossero "di lavoro" o "di sterminio": se erano "di lavoro" di certo non erano degli hotel a 5 stelle e se erano di sterminio, prima di sterminare si cercava di estrarre il "massimo utile" dal "materiale umano" che vi veniva deportato. Non credo che una o l'altra ipotesi tolga o aggiunga nulla alla disumanità e all'orrore riservato ai deportati, nè mi pare che il saggio ungulato lo abbia mai messo in dubbio. Semmai si potrebbe far notare con più pedanteria che oltre agli ebrei, componente certamente maggioritaria e a cui è stato riservato un trattamento "particolare" dal regime nazista anche fuori dai campi, dentro di essi sono stati sottoposti al medesimo trattamento zingari, dissidenti politici, prigionieri di guerra e quant'altro. Credo che si possa affermare (ma azzardo a memoria) che, in proporzione alla popolazione complessiva, i ROM per esempio abbiano pagato un tributo di sangue e orrore almeno pari a quello degli ebrei. Nessuno deve dimenticare e nessuno deve giustificare... ma nessuno ne deve neanche approfittare: nè i revisionisti per riabilitare figure condannate senza appello, nè i sionisti (spero che la scelta di parole si noti). Se io critico la politica israelina riguardo a Gaza non posso sentirmi apostrofare a macchinetta di razzistaantisemitanegazionistadopoquellocheabbiamopassatoconl'olocaustocivoletenegarelaterrapromessa... Io trovo che questo sia il peggior modo di calpestare il ricordo di quell'orrore, quello di strumentalizzarlo per interessi di parte; interessi che, per inciso, portano lo stato di Israele, nato dalla sofferenza dell'olocausto, a infliggere ad altri popoli (che non le hanno causate e hanno avuto solo la sfortuna di essere insediati lì da dopo i Romani) le stesse sofferenze subìte. Rapporti ONU qualificano la striscia di Gaza come la più grande prigione a cielo aperto e fanno paragoni con il ghetto di Praga: usque tandem?

yuma ha detto...

Sono basito.

Mentre leggevo le righe che hai scritto mi è ritornato in mente un documentario sui naziskin che picchiano a sangue gli stranieri sulla Metro di Mosca filmando le loro bravate

Non ho mai giustificato la barbarie che gli Israeliani applicano nei confronti del popolo Palestinese a Gaza in particolare.

Ma questo tuo post proprio non lo capisco.

Come si fa a mettere in dubbio ,tra l'altro in questo modo sprezzante e falsamente ironico, che ad un certo punto della Storia intere famiglie in quanto di origine ebrea sono state divise, imprigionate, vessate ed infine barbaramente trucidate solo perchè nate in una famiglia di una cultura e di una religione che si voleva avversare.

Non credo sia il caso di disquisire sulla differenza fra campo di sterminio e campo di lavoro.

Visti i risultati.

Ho conosciuto personalmente gente tornata da quell'inferno. Uomini e donne vere.

Pensare e parlare di loro come se fossero comparse di un film credo proprio che non sia giusto

E' davvero come uccidere ancora una volta.

E' stato corretto indire il giorno della memoria , e la stessa cosa dovrebbe essere fatto anche per altre situazioni.
Che si chiamino Gulag o Rivoluzione francese.

Magari potrebbe avere anche solo una minima possibiltà di successo nell'evitare di commettere gli stessi errori .

Ma svolgerebbe egregiamente già così la funzione

Anche solo mettere in dubbio, può provocare grossi danni nelle nuove generazioni

Non saper scindere le due cose e colpevolizzare il nuovo corso Israeliano arrivando per raggiungere lo scopo a voler mettere in dubbio quanto successo in quegli anni terribili, è a mio avviso profondamente sbagliato

Lo chiedo ancora ... chi è veramente Felice Capretta ?

Dov'è finita la tua tolleranza che hai così magistralmente dimostrato nel tuo Blog?

Spiacente, mi hai deluso !

Andrea ha detto...

Felice ma cosa ti sei bevuto?
Grande affetto per te, finora, ma questa uscita è fuori luogo, fuori tempo, fuori dal buon gusto.
Fuori di testa.
Se c'è una cosa buona da trarre da quell'orrore è il ricordo perché cose simili non si ripetano.
Negarle è il primo passo per lavar via il ricordo.

Anonimo ha detto...

si sa che la storia è quella che è, credibile fino ad un certo punto. nulla da obiettare sulle crudeltà naziste della 2^ guerra mondiale.
Secondo me il buon Capretta ha sfruttato il trampolino di lancio del Giorno della memoria per colpire Israele (che grazie all'olocausto ha "speculato" alla grande) e i suoi filo-asserviti.
Signori...viviamo in una realtà (sarebbe meglio definirla MATRIX)fasulla dove le bugie sono passate per verità e la verità è taciuta.
Io dico basta a questo lavaggio del cervello globalizzato.
Scusate...ma sono ormai stanco di questo maledetto mondo che regala una parvenza di felicità esclusivamente materiale.
Sono stanco di aver studiato come tutti nella vita ed aver appreso nozioni e concetti che sono nella maggior parte dei casi sbagliati.
Il libro di storia sarebbe da buttare e riscrivere.
L'evoluzione dell'uomo va riscritta.
La formazione della terra pure.
Si pensi perfino che riscriveranno la bibbia dopo la scoperta e lo studio dei rotoli del mar morto!
Ma io mi chiedo al di là di olocausto si od olocausto no, ma dove vogliamo andare in questo maniera? quale futuro puo' esserci?
Perchè c'è in atto un controllo mondiale della popolazione? Perchè non possiamo vivere in armonia con questo pianeta?....siamo forse un virus letale da distruggere?
.......

Ateo convinto ha detto...

La proposta di legge è sbagliata perchè, in una democrazia, anche l'idea più aberrante deve poter essere espressa a parole.
Diverso è mettere in dubbio lo sterminio degli ebrei, fossero anche solo 3 milioni cosa cambia? Disquisire sul nome dei campi se di lavoro o di sterminio è una cosa miserabile.

Gianni ha detto...

ognuno è libero di pensare quello che vuole... ma questo blogger è molto più bravo nelle argomentazioni economiche :-D in quelle storiografiche lascia un po' il tempo che trova... :-D

Anonimo ha detto...

Non credo che l'intenzione di Felice fosse quella di negare l'olocausto.

Il post è incentrato sull'opportunità, o meno, di istituire il reato di "negazionismo".

I campi di "concentramento", del resto, sono lì a ricordarci che una triste pagina di storia è stata consumata.

Detto questo, bisogna prendere atto che una rilettura della nostra recente storia è NECESSARIA.

Innanzi tutto che ruolo ha avuto la persecuzione del "popolo" ebraico nella seconda guerra mondiale?

Quali le REALI cause dello scoppio di quell'evento?

Forse Hitler s'era davvero messo in testa di dominare il mondo intero?

E come, la Germania, reduce dalla sconfitta della prima guerra mondiale e in preda a una drammatica crisi economica è riuscita a diventare, in un ventennio, una superpotenza in grado di porsi simili obbiettivi?

E quale era la vera posta in gioco?

guru

a.mensa ha detto...

io credo che in questa faccenda ci sia sempre e solo lo zampino sionista che sfruttando e forse(ma poi non importa a nessuno)amplificando la portata del massacro nazista cerca una assoluzione preventiva al massacro ch esta perpetrando contro i palestinesi, non dimentichiamo mai, con la connivenza e l'appoggio degli USA.
se ogni popolo , ogni etnia, imponesse , come stanno facendo i sionisti israeliani, al mondo intero la memoria dei torti subiti, non basterebbero i giorni dell'anno a ricordarli tutti.
io penso e dico, che non solo devono smetterla di rompere i coglioni con le loro rievocazioni, ma è ora ch ecomincino ad assumere le loro responsabilità su cosa stanno facendo OGGI ai palestinesi, e senza cercare giustificazioni nel passato. volevano un territorio ? ce l'hanno, e anche troppo, per quanti sono e quello che sono, per cui, un basta credo che il mondo intero dovrebbe esser capace di dirglielo.
se c'è qualcuno ch erealizza il classico "chiagni e fotti" questi sono proprio i sionisti israeliani.

Pietro Eremita ha detto...

Giusto un'osservazione lessicale.

In italiano si dovrebbe parlare di "ricordo", non di "memoria", o "Memoria" della Shoah (nemmeno questa e' una parola italiana). Una persona ha memoria e "ricorda" un evento.
Analoga confusione avviene in francese (memoire/souvenir) quando si parla di "shoah".

Queste confusioni linguistiche (e il fatto che raramente esse vengano rilevate) sono un indice dell'atteggiamento irrazionale e religioso dei devoti della Shoah.

Pietro (un eremita che non crede alle camere magiche)

marcoravelli ha detto...

Quello che è successo agli Ebrei nel XX sec non è assolutamente diverso da quello che sovente gli accadeva nei 5000 anni precedenti...
D'altrocantao la loro altissima propensione all'accumulo veniva spesso ritenuta un'ottima fonte di introiti per i vari regnanti... Bastava solo espropriarli di ogni cosa.

I nazisti non hanno fatto nulla di nuovo, nemmeno le leggi razziali sono originali, in germani a esistevano già da molti secoli...

Però questa legge antinegazionista è proprio una buffonata!

Anche se forse è utile ricordarsi che Ogni stato Compie sempre crimini trementina a scopo di lucro!

Anonimo ha detto...

Un saluto a tutti.

La memoria.
Già, il passato, il passato che lega e blocca.
Chi ha il potere, decide cosa è buono, cosa è giusto, cosa va bene .

Perché la memoria solo degli ebrei?

La chiesa cattolica, con l’ aiuto degli spagnoli, non ha sterminato gli atzechi?
La chiesa cattolica, non ha sterminato i templari?
La chiesa, durante l’inquisizione come si è comportata?
Senza tornare al passato, cosa stanno facendo i turchi ,
cosa sta facendo Israele con i palestinesi.
Cosa fanno gli usa in tante parti del mondo.

Quando gli inglesi hanno conquistato le colonie, cosa hanno fatto.

Questo solo per far pensare, a capire.
Ma , non è questo il vero problema.
Cosi quando, sentiamo che uno squalo aggredisce una persona, tipo cosa è accaduto a shram, qualche mese fa.
Tutti a gridare conto lo “ squalo assassino”.
Ma quando l’ uomo, massacra centinaia di squali, per il solo gusto di tagliarli la pinna, o massacra le balene.
Chi è più assassino , chi uccide di più.
È sempre l’ uomo.

Per tornare al tema , il ministro alfano, spinto da ideali, non certo nobili, ci vuole convincere chi ha ragione.
o meglio, chi è stato dominato e sfruttato.

@yuma
non devi rimanerci male per cosa scrive felice.
Anche questo è portare a galla delle verità.

franco

Anonimo ha detto...

Secondo me capretta voleva sottolineare il fatto che, se siamo in democrazia, di deve avere la libertà di dire ciò che si pensa e non rischiare di finire in galera come ai tempi del nazismo per ciò che si dice o si crede.
Dall'altra secondo me si deve convertire questa "memoria", nel ricordo del disastro che ha portato la seconda guerra mondiale in tutti i paesi. Oppure come ha sottolineato qualcuno, facciamo una giornata per tutti i genocidi che ci sono stati nel mondo ( un esempio a caso gli indiani d'america, i curdi, gli indigeni Australiani, quelli in Ruada ecc.)

yuma ha detto...

Guarda Franco , sono dispiaciuto , perchè ha scritto male e con un timing sbagliato una cosa che poteva scrivere bene.

Questo è un vero suicidio mediatico.

Peccato perchè il risultato ancora una volta va a tutto vantaggio del nemico che si propone di combattere.

Strano che uno intelligente come lui non ci abbia pensato.

Preferisco pensare che abbia scritto in un momento di calo degli zuccheri.

Avete ragione quando parlate di impossibilità di revisione storica, l'avevo accennato quando ho provocatoriamente accennato al giorno del ricordo per la Rivoluzione Francese, così come avete ragione in relazione all stupidità di una legge che sappiamo tutti ha solo una finalità politica.

Ma se i vostri genitori fossero stati deportati in un campo di lavoro, vostra sorella fosse morta in un forno, le vostre proprietà fossero state derubate ed oggi vedeste qualcuno che dice che sono tutte balle... non riterreste giusta perfino questa legge?

Anonimo ha detto...

@yuma

ma tu proprio non capisci un ca...

è una provocazione quella del capretta.

possibile che non cogli?

mi sa che il calo degli zuccheri ce l'hai tu e sempre più spesso ultimamente...

anonimo :-*

Anonimo ha detto...

@yuma

ma tu proprio non capisci un ca...

è una provocazione quella del capretta.

possibile che non cogli?

mi sa che il calo degli zuccheri ce l'hai tu e sempre più spesso ultimamente...

anonimo :-*

Anonimo ha detto...

Felice , credo d'aver capito l'esilissima sottigliezza che pervade questo tuo post.
Premetto che io credo alla realtà delle testimonianze viventi che man mano stanno scomparendo, prima fra queste una come quella di un Primo Levi, mio concittadino e vicino di casa, che sciaguratamente non ebbi mai l'idea di incontrare di persona.
Non vedo alcun complotto ebraico o antiebraico in atto.
Semplicemente tutti noi abbiamo il nostro lato oscuro, che fin dai tempi più remoti viene descritto dalla letteratura e dalla poesia universale degne di essere lette.
Ora, che venga caldamente proposta una legge che impedisca alla menzogna di essere anche solo pronunciata in pubblico,
e sopratutto questa legge venga caldeggiata da certi figuri,
mi pare un fatto che odora fortemente di sepolcro imbiancato.
Tutti, nessuno escluso dei mortali viventi, può considerarsi immune dalla pulsione di morte e annichilazione della realtà.
Che l'Olocasuto, che etimologicamente significa "interamente arso" ed era una forma sacrificale estrema, sia avvenuto, e che finora per fortuna, sia un unicum nella storia umana, è stupido ed inutile negarlo.
Ma le ragioni per cui si sia arrivati a tanto, sono tuttora un mistero che individualmente deve essere affrontato, proprio per scongiurarne una ancor più planetaria riedizione.
Chè, parole di un Primo Levi, non è per niente impossibile.

Anonimo ha detto...

Ho dimenticato la firma.
Marco Sclarandis

...potenza del lato oscuro..........

Goodlights ha detto...

ciao!

che i campi di lavoro/sterminio siano esistiti penso sia una cosa su cui tutti siamo d'accordo.
e anche sul fatto che israele ci abbia ampiamente marciato in seguito è cosa nota ai più.

in discussione non è questo, ma il voler rendere illegale l'avere un'opinione che si discosti dalla versione ufficiale.

lo trovo mostruoso.
voi no?

sara

Anonimo ha detto...

Capretta non voleva offendere nessuno...

ha solo fatto notare che qualcosa non torna quando qualcuno vuol mettere in galera chi sostiene la tesi negazionista...

....a parte questo...

leggete qui:
http://www.tgcom.mediaset.it/mondo/articoli/articolo501630.shtml

dopo TUNISIA, ALBANIA... EGITTO,... ALGERIA, LIBANO, YEMEN... pare che le proteste si allarghino purea ad altri paesi come GABON ed ETIOPIA... ed in SIRIA temono lo stesso effetto...

Anonimo ha detto...

Il mio commento prececente, a quello, sempre mio delle 10.16 è scomparso dopo l'apparizione di pochi secondi.
Pazienza.
Non avendolo salvato finirà nell'oblio.
Non intendo riscriverlo, ma accetto questo disguido informatico come un segno enigmatico del destino.
Marco Sclarandis.
C'erano solo le parole chiave:
Olocausto, Primo levi, complotto ebraico e antiebraico, mistero individuale, esilissima sottigliezza, sepolcri imbiancati, e lato oscuro oltre che poesia e letteratura universali e il quasi ossimoro mortali viventi.

Marco Sclarandis.

Aggiungo la parola di verifica:

nochrom

quante assonanze, no cromo ,(senza colore)
necrom ,dalla stessa radice della parola morte.....

yuma ha detto...

@ Anonimo GB

Ho la netta sensazione che sia tu ad avere dei grossi limiti.

Ed inoltre non sei , come al solito , neanche in grado di capire quello che scrivo.

Ma mi sono stufato anche di farti lo spelling

Anzi,per la verità mi sono stufato proprio.

Hai e avrete quello che vi meritate

saludos amigos !

CIELI BLU ha detto...

Ho letto l'articolo.Molto interessante.Conosco la Storia che a scuola ci hanno "insegnato".Sò che la seconda guerra mondiale,è stata una tragedia per l'Umanità...(ma quale guerra non lo è?...)Quello che ha fatto Hitler è una vera barbarie,ed è bene che sia stato fermato.Ora io non nego la Shoah..però mi chiedo,e chiedo a voi...quello che gli Israeliani hanno fatto e continuano a fare ai Palestinesi,in particolare a Gaza (vedere i video sull'operazione Piombo Fuso dello scorso anno)e quello che stanno facendo in questi giorni,sparando a inermi civili che vanno nei campi (nei LORO campi)a raccogliere verdure e ortaggi,dentro "il loro confine NdR),come si deve chiamare??Perchè gli Ebrei che tanto tengono a mantenere memoria di quello che a loro è stato fatto...lo stanno facendo a loro volta ai Palestinesi??Forse sono loro i primi a non ricordare...Namastè.Cieli Blu.

LupoLuponis ha detto...

1) Negare\omettere i nomi delle banche (e dei banchieri) che finanziarono il riarmo bellico della Germania tra il 1930-1940 tramite i Krupp, i Siemens, i Thyssen (strano, esistono ancora...) è negazionismo.

2) Negare\omettere che i gruppi Ford e GM producessero componenti bellici per la Germania mentre era in corso la guerra è negazionismo.

... infatti Ford produceva i camionon Blitze e la Gm tramite la Opel i motori per aerei.

3) Negare\omettere che l'Ibm offri "assistenza tecnica" per la schedatura dei prigionieri nei campi di lavoro tramite le tabulatrici Hollerith è negazionsimo.

4)Negare\omettere il ruolo della Banca voor Handel en Scheepvaart e di Union Banking Corporation nel finanziare l'espansione economica tedesca del 1930 e negli spostamenti di capitale tedeschi verso gli usa è negazionismo.

N.b. La banca Banca voor Handel en Scheepvaart fusasi nel 1970 con la Nederlandse C.N.V.fondo una holding chiamata Thyssen-Bornemisza Group controllata dall'allora Chase Manhattan Bank

5)Negare\omettere che Deutsche Bank era un centro di riciclaggio dei beni sequestrati è negaziosmo.

6)Negare\omettere il substrato culturale teosofico di chi circondava Hilter è negaziosmo.

7)Negare la fede religiosa di chi conosceva tutto questo è negazionimo.



Ma si sa che la storia viene scritta dai vincitori, il popolino vuole buoni e cattivi senza farsi troppe domande e la giostra con tutte le sue luci continua a girare...

Mario Barbiero ha detto...

tanto di cappello a LupoLuponis ...

Anonimo ha detto...

Sapete una cosa che mi fa specie?

Ogni anno nel giorno della 'memoria' o 'ricordo', fate voi, nel fare l'elenco di chi ha sofferto,in qualsivoglia numero, nei campi, di 'lavoro' di 'prigionia' di 'concentramento', dategli il nome che volete, vengano sistematicamente omessi come se non fossero mai esistiti i 'triangoli viola' i 'bibelforscher' i 'testimoni di Geova' o comunque li apostrofiate.

Dimenticati dalla storia, dai media, dagli elenchi. Fatevi una ricerca, se volete, e scoprite cosa altro i padroni con la tonaca, o da essi al guinzaglio, stanno cercando di rimuovere dalla memoria mia, tua, nostra.

Tor

Synthesis ha detto...

Tutto vero quel che dice Lupo ma il punto 6 è una grossa forzatura.

La teosofia parla di "Razza Ariana" intendendo non tanto come razza genetica, ma come razza "mentale", ossia è compresa in questa "razza" tutta l'umanità da dopo la distruzione di Atlantide in poi, perchè si ritiene che lo spirito (e non il corpo) dell' umanità abbia subito una evoluzione dal piano emotivo al mentale da allora.

Per un teosofo un qualsiasi umano vivente al giorno d'oggi, indipendentemente da ogni distinzione di carattere genetico è "Ariano", compresi quelli che somaticamente conservano i tratti Atlantidei (come gli occhi a mandorla tipici degli orientali... da questo punto di vista poi i "semiti" sono totalmente "ariani").

Pervertire una conoscenza come ha fatto Hitler non è renderla colpevole, ma rendersi colpevole di fronte ad essa.

E' come dire che ogni democratico esistito fino ad oggi deve sentire il peso sulle sue spalle di ciò che ha fatto, ad esempio, Bush.
O che Cristo sia colpevole dell' inquisizione.

In effetti quest'ultimo paragone calza a pennello.

LupoLuponis ha detto...

@ Syintesis

Non ho dato un giudizio ho elencato un omissione, vi è una bella differenza. Che poi i nostri pensieri divergano nel momento in cui si darun giudizio è altra cosa distinta; il punto sei rimane un omissione nei libri di storia, cui prodest?

Anonimo ha detto...

io invece concordo con massimo fini

http://www.ariannaeditrice.it/articolo.php?id_articolo=36983

anon

Synthesis ha detto...

E' una omissione come è omessa la filosofia esoterica o comunque spirituale di qualsiasi tipo e tendenza.
Nemmeno le connessioni SS-Gesuiti sono sottolineate. Praticamente niente che possa dare un minimo di contorno non-materialistico c'è nella storiografia ufficiale.

Però comunque ad onor del vero va detto che ciò che ha fatto e predicato Hitler niente c'entra con la teosofia, anzi ne è in totale contrasto.

Anche se forse non nella sua testa, ma rinuncio a provare a capire cosa ci fosse là dentro.

Anonimo ha detto...

"Auschwitz è fuori di noi,ma è intorno a noi, è nell'aria. La peste si è spenta, ma l'infezione serpeggia." Primo Levi

anon

Anonimo ha detto...

CHE SCHIFO

Anonimo ha detto...

mit brennender sorge 1937
http://www.vatican.va/holy_father/pius_xi/encyclicals/documents/hf_p-xi_enc_14031937_mit-brennender-sorge_it.html

nazismo
http://www.kattoliko.it/leggendanera/modules.php?name=News&new_topic=16
http://www.storialibera.it/epoca_contemporanea/nazionalsocialismo/nazismo_e_chiesa/

Sette regole di condotta sul "revisionismo-negazionismo"
di Franco Cardini
http://www.ariannaeditrice.it/articolo.php?id_articolo=35013

Anonimo ha detto...

la storia non può essere negata.. ciò non toglie l'inopportunità di questa legge.. pericolosa anche nelle possibili estensioni.

Mario Barbiero ha detto...

@anonimo 27 gennaio 2011 13:13
"la storia non può essere negata"

Davvero?
Non ti sembra che si faccia una discreta fatica già quando proviamo a capire il presente? senza peraltro essere sicuri delle conclusioni.
Figuriamoci qualcosa accaduto in passato ...

Anonimo ha detto...

@yuma
"Hai e avrete quello che vi meritate"

esattamente come te.
continua a credere a tutto quello che dice la storia (scritta dagli uomini ti ricordo).
bravo!

anonimo :-*

Anonimo ha detto...

ahahahah

esperti di tutto, il Bar Sport non mente mai, altro che universita', il centro del sapere mondiale e' qui!

autoesaltazione in una gara a chi si autoesalta di piu' cercando di var valere la propria opinione sugli altri.

non c'e' bisogno di gente cosi', ce n'e' gia' troppa. oltretutto siete innocui perche' dalle parole non riuscite a passare ai fatti, ai robot basta un'imbeccata al giorno per farli sentire appagati nel seguire qualcuno.

il nuovo ordine mondiale?

lo hanno gia' fatto da un po', l'immensa catena di montaggio delle chiacchiere e sembra funzionare assai bene.

indopama

Anonimo ha detto...

LaRouche pronuncia il suo discorso sullo Stato dell’Unione: tornare a Glass-Steagall, ricostruire l’economia
http://www.movisol.org/11news012.htm

Il Bagatto ha detto...

Certo che se volevi creare un bel casino, ci sei riuscito in pieno cara Capretta Felice ( a proposito in questa occasione non ti si attanaglia l'anagramma de tuo nome che è: RIFLETTE, CAPACE ... )

due piccole notazioni:
si sottolineava (Pietro Eremita) la differenza tra ricordo e memoria. Questa differenza lessicale è fondamentale: ricordo viene da corde, il cuore. E' affettivo (si scorda un amore). Memoria è dimenticare, togliere dalla mente (di-menticare; si dimentica di mettere il sale nell'acqua per la pasta). La giornata della Shoa è della memoria, della mente, del raziocinio. Non dell'affettività. Non bisogna di-mticare per poter ri-cordare la turpitudine dell'uomo. E questo è fuori dal contesto storico-temporale. Lupo-luponis nei suoi punti sottolineava un dato importante: substrato teosofico culturale. Qualcuno di voi ha mai sentito parlare del Gruppo di Thule? No? Bene, se qualcuno ne sa qualcosa continueremo a parlarne, altrimenti è solo accademia. (Notate comunque come sia difficile parlare di argomenti scottanti anche tra persone che si stimano e si vogliono, in qualche modo, bene. Quando si potrà parlare con calma, ascoltando realmente anche l'altro, allora l'umanità avrà fatto un bel passo)

Il Bagatto ha detto...

@ Indo
quando vengo a Bali ti spiego cosa può fare real--MENTE la mente umana, nel bene e nel male (più nel male che nel bene). So che non ami farti influenzare dall'accademia. Comunque, se puoi e vuoi, dai un'occhiata agli scritti di Guenon, tanto per iniziare ;) Se si chiacchiera è per permettere quello che si chiama Brain storming: pensieri (e cazzate) in libertà. L'uomo è evoluto così, che ci vuoi fare? A proposito anche dalle tue parti la terra sta andando un po' più lenta nella sua rotazione ? ;)

Anonimo ha detto...

Bagatto: René Guenon, i grandi iniziati...
Ora rifacendomi ai commenti del post precedenti ,sull´ordine mondiale e libera circolazione del denaro:
Avete informazioni su western union e money gram?
io ho avuto soldi bloccati in banca brasiliana x piú di un mese x non voler usare le sopra citate agenzie...E poi li ho rimandati indietro (spendendo anche un bel pó)
cele

Mario Barbiero ha detto...

@Il Bagatto
E perchè invece per un po' non lasciamo perdere le chiacchiere da bar/importanti discussioni e andiamo la fuori a fare qualche cosa di diverso?
Lo facciamo noi, magari poi lo fa qualcun altro, iniziamo ad essere decine, centinaia, migliaia ...
Ognuno di quelli che qui si lamenta perchè alla fine è quello che si finisce con il fare perchè non prova a prendere piccoli aspetti del proprio quotidiano e a cambiarli?
E poi a raccontarli assieme anche a qualche considerazione sul tema proposto da Capretta?
Vabbè vi saluto, luna calante quindi c'è da tagliare ...

Mario Barbiero ha detto...

proverbio del giorno
"Una lira risparmiata, due volte guadagnata"

Il Bagatto ha detto...

Caro Mario, sto spaccando un po' di legna per il camino. Fare qualcosa? Certo. Io, ad esempio, nei giorni scorsi con la CRI sono stato al campo nomadi di Casilino 900 a fare qualche visita medica (c'è l'influenza in giro) e a ri-CORDARE con loro lo sterminio dei Rom durante la seconda guerra mondiale. Più tardi andrò alla commemorazione ufficiale del mio Comune (di sinistra- sinistra PD + RC +IDV) della Shoa

Anonimo ha detto...

@Bagatto

sapessi quanto sappiamo qui come viene creata maya...

il brain storming e' utile ma non sulle imbeccate da fuori, va fatto su quello che senti dentro altrimenti non porta a nessuna conoscenza, nessuna crescita e rimane solo gossip.

il Guenon non lo leggiamo, lo viviamo ogni momento.

per la terra non so, a me piace cosi' com'e'.

indopama

Il Bagatto ha detto...

@ Indopama
per creare Maya bisogna liberarsi della ma-rig-pa :) e per farlo bisogna dominare sems-byung

il brain storming in ogni caso attiva le facoltà mentali dell'individuo, anche se ascolta soltanto (hai presente gli Acusmatici di Pitagora?)

Guenon ha fatto conoscere il pensiero orientale in Europa e poi ha terminato la sua vita abbracciando l'Islam (una discreta elasticità mentale, non credi?)

la terra è splendida per come è e per la pazienza che ha verso di noi; comunque sta rallentando da miliardi di anni (all'inizio il giorno durava circa 4 ore -dati ufficiali della scienza), ora sta rallentando un po' troppo rispetto il suo standard (se continua così le giornate tra breve -centinaia di anni- saranno di 25 ore, per la gioia del Brunetta di quei prossimi tempi)

Anonimo ha detto...

@Bagatto

liberarsi dall'ignoranza, ma quale ignoranza?

analizzare la maya lontano da noi stessi non serve assolutamente perche' non si ha nessuna possibilita' di sperimentarla per verificarne la verita'.

l'unica maya che porta conoscenza e' quella del quotidiano di ognuno di noi, tutto e' mente e va sperimentato/verificato con le esperienze personali e non con quelle di altri altrimenti non diventa conoscenza ma un atto di fede.

per questo io sono contrario alle letture (se non prese a piccole dosi), perche' chi ha scritto non sono io.

idem per il gossip, ascoltare gli altri non fa altro che allontanarci dall'analizzare noi stessi. e poi, come ben saprai, non c'e' sapere che venga d afuori, e' gia' tutto dentro, sta a noi dare l'ok perche' esca fuori.

indopama

Il Bagatto ha detto...

@ Indo
mi metti in bocca cose che non ho detto; inoltre sono abbastanza in linea con il tuo pensiero. Dissento solo sul fatto di chiudere a priori la porta in faccia a chi, nel corso dei secoli, ha scritto delle proprie esperienze. E' ovvio che non bisogna seguire pedissequamente il parere altrui, però stare a sentire anche gli altri credo si possa tranquillamente fare, a meno che non si sia così deboli da temere di essere in qualche maniera plagiati .... ma che fai ancora in piedi a quest'ora?

Roberto ha detto...

Molto bello il post da Capretta, forse un filino sopra le righe, penso volutamente.
Non credo abbia molta importanza se i morti fossero 2 o 6 milioni , se sono morti di fame o di gas nervino.
Certo fare una legge per arrestare chi dice: non sono morti con lo zyklon B ma di stenti è abbastanza insensato , secondo me.
Uno storico non può fare forse il suo lavoro?
La storia si basa sulle fonti , se da un lato le testimonianze e le carte dicono una cosa e dall'altra un'altra n, non sarà neanche possibile un dibattito?
Poi che un intero popolo si faccia scudo di una passata tragedia per giustificare sessanta anni di abusi contro di un altro popolo è
insensato , o no?
Proviamo a esporre in una frase la politica estera di Israele :
"io sono stato sterminato di più di voi , gna gna gna!"
è una provocazione naturalmente.....

Anonimo ha detto...

sono solo le 11 pm...

:-)

dialogo si ma a piccole dosi perche' quello che ognuno deve fare lo ha gia' dentro di se', non deve scoprirlo parlando con gli altri.

cmq dipende sempre uno cosa ci vuole tirare fuori dal dialogo.

indopama

Il Bagatto ha detto...

@ Indopama
d'accordo! Ora vado a spaccare un po' di legna. Serena e felice notte

Anonimo ha detto...

http://kelebeklerblog.com/2011/01/27/afghanistan-gli-americani-alla-conquista-dei-cuori/

Mario Barbiero ha detto...

@Il Bagatto
appena finito di tagliare ...
spaccare no, ho già dato :)

vado a rimpinguare il camino e farmi un bel bagno con l'acqua che mi scaldo sempre con la legna grazie all'ultimo acquisto ...

Anonimo ha detto...

Incredibile
58 commenti e nessuno ha rilevato che:
1- stalin ha perpetrato uno sterminio di massa almeno pari a quello nazista, di ebrei, zingari, razze minoritarie, popoli (Polacco). la giornata del ricordo è anche per questi (comunisti, post comunisti ecc..., permettendo)
2- l'Italia ha vissuto uno sterminio di massa ad opera dei comunisti Jugoslavi, di cui si è riusciti a parlare solo dopo 50 anni dall'evento (con censura sempre per opera di chi si è arrogato la patente di storico "vero"). La giornata del ricordo è ANCHE per loro.
In Italia abbiamo le foibe. meglio ricordarselo ogni tanto.

Fra

Felice Capretta ha detto...

bravi quelli che hanno colto la provocazione.

a quelli che hanno criticato invece suggerisco di rileggere con molta attenzione il post.

perchè è proprio una certa propaganda ad offendere la memoria di chi è stato imprigionato ed ha vissuto i suoi giorni in un campo di concentramento, o di prigionia, o di lavoro che dir si voglia.

perchè è proprio chi usa le parole e le trasforma a suo uso e consumo a non rendere onore a quelle persone ed al Vero.

è proprio chi conta (aggiungendoli, dal momento che sottrarli non aiuta) i milioni di morti e li usa come argomentazione per aumentare il proprio potere che non rende onore a quelle persone ne' al Vero.

e queste persone sono le stesse, guarda caso, che oggi ordinano il mantenimento del campo di concentramento a Gaza e che vogliono perfino togliere il 70% della corrente elettrica e dell'acqua.

quindi ragionamento, ragionamento, discernimento, anche su questo argomento estremamente delicato.

nel nome della libertà di espressione.

saluti felici

Felice Capretta

ps: sapevo che avrei scatenato un casino. complimenti a tutti per la moderazione dei toni, considerata la situazione.

ps2: per chi se lo chiedesse, ho studiato un po' di ebraico e mi sento attratto da quel mondo e da quelle persone, quasi avessi qualcosa di ebraico radicato da qualche parte anch'io. mi sento perfino escluso quando un ebreo mi guarda come un non ebreo e mi taglia fuori dalla discussione.

non condivido e combatto tutte le propagande, compresa quella sionista, e questa è un'altra storia.

Anonimo ha detto...

@yuma

capito?
ERA UNA PROVOCAZIONE!

anonimo :-*

Il Bagatto ha detto...

Qualche volta le provocazioni possono portare a spiacevoli accadimenti, specie se l'argomento è "sensibile"

Anonimo ha detto...

era uno dei miei blog preferiti...non ho commenti. parte della mia famiglia è morta in campo di concentramento...che delusione!

Anonimo ha detto...

Provocazione.

Già.

Comunque vi invito a una riflessione.

Immaginiamo come sarà riportato dai testi di storia l'attentato dell'11 settembre, dicamo... tra 20 anni.

Di tutti i dubbi che quell'evento ha causato e che sono tuttora non risolti, non rimarrà granché.

Resterà solo la "versione ufficiale".

Non si tratta di mancanza di rispetto per le vittime delle tragedie della storia, sono loro le sicure e uniche innocenti.

Si tratta di conoscere il proprio passato, se pensiamo di dover trarne insegnamento.

Perché la storia degli ebrei e di Israele è la prova che gli eventi passati determinano quelli futuri.

A volte irrimediabilmente.

guru

Felice Capretta ha detto...

@il bagatto

Si, ed e' proprio sul ghiaccio sottile che si vede chi riesce ad usare la testa nonostante tutto e chi invece spegne tutto e parte a testa bassa.

Spero di essere stato di aiuto a chi e' partito in quarta: ha l'occasione di osservare una parte di se' dove c'e molta energia accumulata. Come una molla.

Se non si riesce a mantenere la calma semplicemente parlando di propaganda sionista dietro ad un pc, come si riuscira' a mantenere la calma se l'Italia si trovasse nelle condizioni, che so, della Tunisia?

E all'anonimo qui sopra segnalo xche anch'io ho in famiglia una persona che e' passata dai campi di lavoro. Ma non per questo rifiuto il confronto o mi scandalizzo davanti ad una opinione.

Israele sta di fatto chiedendo agli stati (e ottenendo) di internare per legge chi non la pensa come Israele. Non vi ricorda niente? Dunque obbedirete perché avete perso una persona a dachau? O vi chiedete dove siamo finiti e cos'e questa pazzia e questa propaganda che specula su milioni di vittime anziche' dire il Vero?

Al destino, come sappiamo, non manca il senso dell'ironia, anche se bisognerebbe chiamarlo in un altro modo. Un giorno forse si potranno rompere le vetrine dei negozi dei nemici di Israele, un giorno forse si faranno le liste di proscrizione dei nemici della propaganda dei sionisti e sara' giusto che portino per sempre appiccicato addosso un simbolo per riconoscerli.

Uno di questi ultimi tre e' gia' avvenuto. Passano gli anni, cambiano gli involucri eppure la sostanza non cambia.


Salut felici

Felice

Ps: a dachau ci sono stato.

Felice Capretta ha detto...

@guru

E' vero. Per questo ci vuole il coraggio di dire il vero e continuare a dirlo. Altrimenti nel giro di una generazione sara' tutto dimenticato e perduto o quasi, come l'omicidio Kennedy dove ormai si sa che fu un colpo di stato ma ormai quello che e' fatto e' fatto (scurdammoce 'o passato).

Anonimo ha detto...

bella arrampicata sugli specchi , complimenti... e qualche coglione ti crede pure !

Anonimo ha detto...

GIà direi che è proprio preoccupante il fatto che si imponga PER LEGGE una verità punendo chi ne propone un'altra. Una verità imposta per legge non è più una verità, e tutto mi lascia pensare che se c'è il bisogno di imporla con la forza, allora tanto Verità non dev'essere. E allora mi vengono alla mente tutte le argomentazioni dei detrattori della teoria che l'Olocausto sia il più grande crimine della Storia anzichè uno dei tanti, come ad esempio il fatto che per spiegare l'assenza di 6 milioni di corpi nelle fosse comuni si sia ricorsi alla teoria delle camere a gas e dei forni crematori, quando sappiamo benissimo che per bruciare completamente un corpo umano ci vogliono diversi litri di benzina o una grande quantità di legna, cose assolutamente non disponibili in Germania negli ultimi mesi della guerra, oppure il fatto che il Ziklon B, il veleno che sarebbe stato usato nelle camere a gas, richiede dopo ogni uso una pulizia accurata degli ambienti e il loro arieggiamento per giorni, pena la morte degli stessi carcerieri.
E' altrettanto evidente che nella Germania nazista c'è stata pulizia etnica che ha visto come vittime centinaia di migliaia di persone innocenti, ma allo stato dei fatti c'è il fondato sospetto che non si è trattato del più grande crimine della Storia come ci vogliono far credere, superato dallo sterminio di 2 milioni di Armeni perpetrato dai turchi ad inizio del '900, cosa che al contrario viene a fatica menzionata nei libri di Storia.
Ed è questa disparità di trattamento tra Ebrei, Armeni ed altre popolazioni oggetto di sterminio che deve far riflettere, come mai il giorno della memoria deve esserci solo per gli ebrei, come mai noi "gentili" ogni anno dobbiamo stracciarci le vesti e sentirci in debito morale con questa gente? Forse perchè in questo modo continuiamo a chiudere entrambi gli occhi sul fatto che queste persone controllano gran parte dell'informazione e del sistema finanziario?

p.s. ho pubblicato il messaggio tramite rete TOR e non lo firmo di sicuro, ciao.

Anonimo ha detto...

@FC

Riguardo a quanto scritto:
"Forse, ma non tutta la storiografia è daccordo, molti (probabilmente non in grado di lavorare) venivano eliminati subito, forse direttamente con il nervino e con le camere a gas. Ma, ripetiamo, non tutta la storiografia è concorde.

Vorrei chiedere se esiste una storiografia seria che metta i discussione i fatti dell` Olocausto.

Gigi

Felice Capretta ha detto...

@anonimo qui sopra

ecco vedi. Si puo` essere daccordo oppure no, ma si puo` e si deve ppoter parlare anche di questo.

Invece siamo arrivati al punto che si deve usare tor (che per chi non lo sapesse e` un potente ed efficace strumento per essere completamente anonimi online) e non poter usare il proprio nome o almeno nickname per affermare un parere. Bella liberta` di espressione in questa bella democrazia.

In ogni caso l`impero sta cadendo e ogni persona che osa sfidarlo ne accelera la caduta.

Saluti felici

Felice

Felice Capretta ha detto...

@gigi

Sulla propaganda e sull`uso spregevole delle vittime ebraiche per conseguire vantaggi di qualsiasi genere per la causa sionista mi permetto di consigliarti

Norman Finkelstein
L`industria dell`olocausto

Saluti felici

Felice

Anonimo ha detto...

@FC
Premesso che non sono d` accordo con nessuna legge che limiti la liberta` di non credere alla liberta` storiche, e premesso anche che Israele ci avra` anche marciato sopra all` Olocausto per opprimere i Palestinesi, vorrei sottolineare che:
1) la risposta che ho ricevuto non e` diretta alla mia domanda e
2) non capisco perche` si deva rispondere a una domanda mandandomi a leggere un libro

Gigi

Anonimo ha detto...

@FC
Premesso che non sono d` accordo con nessuna legge che limiti la liberta` di non credere alla liberta` storiche, e premesso anche che Israele ci avra` anche marciato sopra all` Olocausto per opprimere i Palestinesi, vorrei sottolineare che:
1) la risposta che ho ricevuto non e` diretta alla mia domanda e
2) non capisco perche` si deva rispondere a una domanda mandandomi a leggere un libro

Gigi

Anonimo ha detto...

@ Felice

già è veramente triste vedere che tutto il mondo libero (partendo dalla testa cioè gli USA) è finito assoggettato da una dittatura i cui dogmi sono l'assoluta libertà nel campo finanziario e il controllo dei media. La perpetuazione del senso di colpa dell'uomo occidentale derivante dal fatto di considerarsi responsabile del cosiddetto "Olocausto", e l'aver gonfiato questo evento fino a farlo diventare "il più grande" e "il più aberrante" della storia umana, ha ottenuto l'importante risultato pratico che di fatto non sia possibile per alcuno accusare gli ebrei di alcunchè, tantomeno di complottare, coprirsi e favorisi a vicenda nei loro traffici finanziari. Dove poi non basta la legge c'è il controllo dei media che permette di demolire a comando i politici che non si piegano al filo ebraismo.
Ritornando in Italia non può che balzare all'occhio che la campagna di fango contro il Cavaliere, difensore dello status quo e dei poteri localistici, estraneo al "salotto buono" e concorrente pericoloso essendo detentore di parte del'informazione in italia, è iniziata subito dopo l'elezione di Obama ed è stata orchestrata e portata avanti da gente come De Benedetti, Mieli, Mentana, Lerner con il plauso del ghota finanziario e con Draghi (ex di goldman Sachs) sempre pronto a prendere in mano la situazione con l'appoggio di tutti i filo ebraici italiani come Montezemolo, Fini e quel PD che ormai è diventato la succursale in Italia del suo omologo in america.

Sarebbe ora si smettere di spargersi il capo di cenere e svegliarsi.

Anonimo tramite TOR

Christian B. ha detto...

Ti ho sempre seguito, ho sempre apprezzato i tuoi post sull'economia, ora però hai detto una cagata pazzesca.
Anche io sono per la libera informazione, ma negare l'olocausto è da stupidi.

Felice Capretta ha detto...

@ anonimo tramite TOR

niente da eccepire. ma tant'e', e con questo bisogna fare i conti.

pensa che tra una ventina d'anni non ci sarà più memoria se non quella scritta nei libri. ma ormai si possono stampare solo i libri che sostengono la versione ufficiale.

anche se in fondo non è niente di nuovo, la storia la scrivono gli imperi vincitori.

eppure sono fiducioso.


@ gigi

non è chiara la domanda allora, specifica meglio.


saluti felici

felice capretta

Anonimo ha detto...

@christian b

forse è il caso che ti rilegga gli interventi di felice nei commenti...

Anonimo ha detto...

2) non capisco perche` si deva rispondere a una domanda mandandomi a leggere un libro


veramente anch'io ho capito che volevi del materiale per documentarti...no?
allora cosa?

luigi ha detto...

se dal lavoro provo a linkare il sito di Finkelstein il firewall mi impedisce l'accesso con la motivazione che il sito contiene materiale illegale e viola la legge... interessante eh?
Posso navigare siti legati a ordine nuovo, siti sionisti ultraconservatori, siti che hanno a che fare col nazismo, siti di rivoluzionari sudamericani (tanto per essere bipartisan), ma Finkelstein no, non si può... è assimilato ai siti di armi :)

Pietro Eremita ha detto...

Per quasi tutti i commentatori:

Bisogna cominciare col definire cosa sarebbe l' "Olocausto" prima di discutere se ci sia stato, se sia da stupidi metterlo in dubbio, se sia un evento unico.

Nessuno nega che gli ebrei durante la seconda guerra mondiale abbiano subito una catastrofe (Shoah in ebraico, se non erro). Si discute invece sui dettagli, per esempio sulle camere a gas, sull'ordine di sterminio, sul numero di possibili cremati nei campi, sul fatto che alcuni campi di concentramento servissero effettivamente all'eliminazione degli internati, non solo alla loro reclusione o sfruttamento.

Per Gigi: i lavori di Finkelstein non mettono minimamente in dubbio la vulgata ortodossa, ma mostrano solo l'ignobile sfruttamento della "Memoria". Per la storiografia revisionista, consiglio Carlo Mattogno, Robert Faurisson, Artur Butz e Wilhelm Staeglisch. Si trova molto materiale in rete.

Saluti

Pietro (un eremita che, sara' stupido, ma non crede alle camere di distruzione di massa)