domenica 23 gennaio 2011

Disordini in Tunisia, Algeria, Albania, Yemen


Corriere della Sera: "L'Albania non è la Tunisia"

Repubblica: "L'Albania come la Tunisia"

Ed è con questo dubbio che apriamo il post: ma l'albania sarà come la tunisia o no? A parte il fatto che in Tunisia le barricate in filo spinato hanno ceduto, ma in Albania no, in fondo chissene: rispondere affermativamente o negativamente sarebbe come ridurre ad una sillaba il complesso quadro socioeconomico e geopolitico che sta attraversando i paesi arabi fino allo Yemen, con una puntatina perfino in Albania.

Si, perchè come possiamo constatare dai giornali e dai telegiornali, ampio risalto viene dato alla protesta in Albania, dove le persone protestano per la corruzione del governo, la disoccupazione, il costo della vita, etc etc. Vogliono un cambiamento reale.

Nel frattempo, in Tunisia sono moltissime le persone che hanno camminato per tre giorni per attraversare il paese ed arrivare a manifestare a Tunisi contro il nuovo, gattopardesco esecutivo (si vedano i nostri post sulle cause della rivolta in tunisia). Vogliono un cambiamento reale.

Anche in Algeria non si scherza affatto: un'altra manifestazione è stata repressa duramente proprio ieri in virtu' dello stato di emergenza. Che è stato dichiarato nel 1992 ed è tuttora in vigore. Alla faccia dell'emergenza. Comunque gli algerini protestano per... le stesse ragioni. Vogliono un cambiamento reale.

Ed è notizia di ieri, per il momento ancora ignorata dai media allineati, che la scintilla si è allargata allo Yemen, con 19 persone arrestate nella grande manifestazione indetta dagli studenti, a coronamento di una ondata di proteste di piazza che stanno avvenendo nella capitale, Sana'a. Perchè vogliono un cambiamento reale.

Sabato un disoccupato si è dato fuoco in Arabia Saudita.

In Italia, lancio di monetine e proteste a Lissone, nel cuore della brianza, durante l'inaugurazione di una piazza intitolata a Bettino Craxi. Al termine della protesta, sulla targa è stata appiccicata un'altra targa che intitola la piazza a Sandro Pertini.

Volevano un cambiamento reale.

Italiani, eterni secondi.

Saluti felici

Felice Capretta

76 commenti:

Anonimo ha detto...

E di che cosa dovremmo protestare noi ItaGLIani !?!?!?!?!

http://www.youtube.com/watch?v=UKoMzeqHHx8&feature=player_embedded

ElCavron

Anonimo ha detto...

L'Egitto si sta preparando ad una fuga di oro stile Tunisia? Seguono disordini?

http://www.zerohedge.com/article/egypt-proactively-preparing-tunisian-style-rioting-airport-intercepts-59-outbound-gold-shipm

Fra

LaSerpe ha detto...

Albania "paese arabo"?

Anonimo ha detto...

mussulmano...

Anonimo ha detto...

e un po di vicenda massonica italiana.

http://tinyurl.com/6btuk88

Botolino ha detto...

Ma che incivili questi arabi ... prendessero esempio da noi su come ci si comporta di fronte agli aumenti dei beni di prima necessità. Vale a dire tutti muti e rassegnati. Portiamogli la democrazia!

Felice Capretta ha detto...

@ la serpe

fatto un edit, in effetti scritto così poteva sembrare che l'albania fosse un paese arabo.

Anonimo ha detto...

LA RIVOLTA IN TUNISIA: UN’ALTRA OPERAZIONE SOROS/NED?
di K. R. Bolton

http://blogghete.altervista.org/joomla/index.php?option=com_content&view=article&id=761:nuove-rivoluzioni-color-merda&catid=32:politica-internazionale&Itemid=47

Anonimo ha detto...

Washington affronta l’ira del popolo tunisino

http://sitoaurora.xoom.it/wordpress/?p=1110

Anonimo ha detto...

Un saluto a tutti.
È da un po’ che scrivo, non lo faccio poiché il lavoro mi impegna un po’ più del solito.
Il lavoro, per quanto caotico, instabile, presenta segni di ripresa, solo all’ estero, mentre il mercato interno italiano peggiora sempre.
In italia, la disoccupazione reale è al 18%; mentre quella giovanile arriva al 35 %.

Ho seguito, un po’ l’ accordo fiat a somigliano.
Cosa dire.
Da imprenditore, non posso dire che è un “affare” per i lavoratori.
I lavoratori, che hanno sottoscritto l’ accordo, hanno accettato solo per paura.
Paura di non aver più un lavoro.
Hanno guardato solo l’ immediato.
Hanno perso una grande occasione.

Questa era l’ occasione, per trovare i lavoratori uniti, in tutta l’ italia, per chiedere la salvaguardia del lavoro, un migliore trattamento economico, atto a salvaguardare le famiglie dai continui costi.
Ma, sopratutto, costringere lo stato, la politica, a rivedere il sistema fiscale.
Ma questo non si è fatto; non si è fatto poiché si è avuto paura.

In questo contesto, rimane la modifica del rapporto che il dipendente debba tenere con l’ azienda.
Ossia, avere un maggior senso di responsabilità, quale impegno e costanza nel lavoro.
In pratica, un rapporto equilibrato del dare ed avere.

Berlusconi e la politica interna.

Ormai, un’ anno fa, avevo scritto che in italia è in atto una rivoluzione “in bianco”.
Ogni giorno stiamo assistendo alla mediocrità del ns sistema, della politica.
Io non giudico, ne giustifico berlusconi.
Ma la sinistra è migliore?
Fini, che pur di mantenere il potere, è diventato un servo del sistema.
La sinistra italiana, governa Napoli da decenni.
Perché non dimostra che è in grado di mantenere Napoli pulita, sia dall’ immondizia, sia dalla delinquenza.
Non lasciamoci incantare da nessuno di loro.
Anche Napolitano dovrebbe stancarsi di presenziare ai funerali dei soldati, mercenari morti.
Perché non si alza una voce per dire basta.
Basta al fango che sta sommergendo la ns società.

Ma la situazione non cambia, non riusciamo a cambiare.
Tutti noi, siamo consapevoli che la situazione non è rosea, ma continuiamo a girare la testa da un’ altra parte, facendo finta di niente.

Tante civiltà, prima di noi sono scomparse; sono scomparse poiché non sono riuscite a cambiare.
Anche noi, siamo destinati a fare la stessa fine.
Ripeto ancora, si muore poiché non si ha la forza di cambiare.
Con affetto
franco

Anonimo ha detto...

Da South Stream al caso Ruby, l'operazione "spacca-Silvio" made in Usa
Mauro Bottarelli
http://www.ilsussidiario.net/News/Politica/2011/1/24/SCENARIO-2-Da-South-Stream-al-caso-Ruby-l-operazione-spacca-Silvio-made-in-Usa/144061/

Synthesis ha detto...

Lavoro insieme ad un ragazzo albanese il cui cugino è nella guardia del palazzo presidenziale.

Premetto che in Albania ogni famiglia è armata, e appena fuori dalle città anche propensa a prendere in mano le armi alla minima occasione.

Quel che il militare di cui sopra sostiene è che i manifestanti siano armati e che in più di una occasione abbiano aperto il fuoco per primi; conoscendo gli albanesi (e la stampa occidentale) non esito a ritenerlo credibile (e idem se gli attuali governanti fossero all' opposizione e viceversa).

Il partito "socialista" inoltre è riconosciuto come un partito corrotto tanto quanto quello del premier "democratico" la vera partita non è quindi tra corrotti e onesti ma tra filo-americani (opposizione "socialista"!?!) e filo-russi (governo "democratico").
Questo nonostante Beriscia si faccia riprendere sui tg italiani con alle spalle la bandiera NATO... evidentemente cerca di riparare.

Il Bagatto ha detto...

Attentato a Mosca. Qualche volta, nel mio cinismo, mi chiedo quanto tali attentati siano comodi per il potere. Immaginate se una cosa simile dovesse succedere in Italia: tutti i partiti uniti contro i criminali, il buon Napolitano che si rivolge affranto alla nazione, i funerali di stato ... E tutto il resto? Bè, a emergenza passata se ne può riparlare ... mi vengono i brividi.
Comunque, visto che noi italiani siamo previdenti, cosa abbiamo fatto proprio poche ore fa? Guarda guarda una bella esercitazione contro un possibile attentato!
Noi, come Croce Rossa, ci siamo dati da fare per benino:

http://cri.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/6221

e non venitemi a dire che non siamo previdenti!!!

Il Bagatto ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
yuma ha detto...

http://intermarketandmore.finanza.com/rassegna-stampa-passato-presente-e-futuro-africa-23284.html

Secondo Standard Chartered non ci sono dubbi.
Sarà l’Africa Nord Sahariana, che crescerà di circa un 7% all’anno per i prossimi 20 anni

Scusate, mi viene un dubbio ...è quella dove ci sono Marocco , Egitto, Algeria Libia ,Tunisia ecc?

luigiza ha detto...

@Il Bagatto

Non credo che tu sia cinico sei solo realista.
Credo che chi é al comando nei vari paesi con società complesse si é reso conto che la situazione economica quanto prima degenererà ad un livello tale per cui i metodi di governo democratici non saranno più applicabili.
E quindi preparano il terreno per la svolta autoritaria, l'unica che permetterà (forse) la sopravvivenza.
L'altrenativa é l'anarchia.
Mi auguro che vi possa essere una concertazione mondiale, ma non ci conterei troppo.

luigiza ha detto...

@Yuma
Sarà l’Africa Nord Sahariana, che crescerà di circa un 7% all’anno per i prossimi 20 anni

E cosa di preciso crescerà: il GDP per Capita come dice l'articolo da te linkato oppure la lunghezza sempre per Capita delle barbe del Profeta?

yuma ha detto...

@ Luigiza

eh eh ehe vedrai che se sarà così (e ho pochi dubbi al proposito)diventeranno di moda i visi glabri:-))

yuma ha detto...

Comunque sto pensando che il Berlusca aveva visto lungo.

Se non fosse così imbecille da fornire la sua testa sempre su un piatto d'argento...

Anonimo ha detto...

commenti flipper, :-)

yuma ha detto...

indo..., ma prendi delle pillole per sparare SEMPRE queste ...

luigiza ha detto...

@Yuma del 25 gennaio 2011 09:23
Comunque sto pensando che il Berlusca aveva visto lungo.

Se non fosse così imbecille da fornire la sua testa sempre su un piatto d'argento...


Concordo.
Per Silvio vi erano tre vie di uscita:

- quella alla Shianuk offertagli questo autunno e da lui rifiutata.

Rimangono allore le altre due e precisamente: quella alla Benito oppure quella alla Kennedy.

ma la prima delle due richiede tempi lunghi perchè occorre far cadere le fette di salame sugli occhi della popolazione.
Rimane l'altra molto più spiccia.

Ora dato che il ns. é ormai una anima persa perchè votata alla dèbauche e dal momento che il ns. paese si sta avvitando e forse é già in agonia, ritengo più probabile la seconda opzione perchè tra chi conta c'é chi non vuole morire.
E credo che gli uomini di Putin possano fare ben poco per il ns. eroe dono della Provvidenza (a detta di qualcuno).

Mario Barbiero ha detto...

il Pil del Nord Africa ...
quello della multinazionale tedesca Siemens credo sia più alto, quindi di cosa parliamo? della lungimiranza del berlusca? oppure di un paria all'interno della comunità internazionale che non poteva fare altro che andare alla ricerca di altri come lui?
Aggiungo che se uno è mediocre ha una sola possibilità di non sembrarlo: farsi veder in compagnia di gente ancora più mediocre ...
D'altra parte il tappeto rosso glielo hanno steso non certo in Germania, ma in paesi come la Bielorussia ... o l'Albania.

Mario Barbiero ha detto...

da Repubblica di oggi
Torna il topo di Downing St.
"Al premier serve un gatto"

luigiza ha detto...

@Mario B. che scrive:
..D'altra parte il tappeto rosso glielo hanno steso non certo in Germania, ma in paesi come la Bielorussia ... o l'Albania.

Vero, ma però bisogna riconoscergli qualche merito:
- accordo col Gheddafi in cambio del blocco della emigrazione dall'Africa e groose commesse per industrie italiane;
- accordo con Putin per il gas e conseguenti vantaggi economici per le ns. imprese, ecc

Se solo fosse stato più discreto nell'agire e più accorto nel parlare probabilmente starebbe ben saldamente ancora in sella.

Ma ormai quelli che contano l'hanno scaricato e pure pubblicamente.
Per lui é finita. Prima lo capisce meglio é per lui ed a questo punto anche per noi tutti.

yuma ha detto...

@ Mario

Sembra si sia trattato di un errore, in quanto il link originale parlava di Sud Sahara

In questo senso non vedo novità. Dopo avergli scippato passato e presente adesso ci si sta organizzando per il futuro.

Quindi cade l'ipotesi dietrologica, annche se magari in futuro capiremo il perchè di queste situazioni.

Interessante quanto postato da Anonimo 24 gennaio 2011 16:45

In effetti forse il Berlusca , corna e barzellete a parte, si è mosso meglio in politica estera che non in politica interna.

luigi ha detto...

Luigiza, l'accordo con Gheddafi per fornirgli le motovedette con cui sparare addosso ai nostri pescherecci alla presenza dei nostri finanzieri? Per non parlare delle indecenti passerelle concesse al suo compagno di merende... Adesso possiamo avere la coscienza a posto che gli emigranti africani verranno tenuti a morire in campi di concentramento da fare invidia a quel macellaio di Graziani mentre da trieste continuiamo a venire invasi da container di immigrati clandestini dal colore della pelle un po' più friendly.
L'accordo con Putin per il gas è il puro sugello formale all'attività diplomatica dell'unico organismo italiano capace di una autonoma politica estera, l'ENI. Peraltro, ma ammetto di farmi trascinare dall'animosità in assenza di informazioni dettagliate, mi pare di ricordare che i prezzi contrattati non siano propriamente di favore. In ogni caso ritengo che oggettivamente il prgetto South Stream sia una cosa positiva per il Paese.

Se questi sono i suoi successi, allora a maggior ragione è stato "pesato e valutato fallace"

Mario Barbiero ha detto...

@yuma
Credo che dire che Berlusconi ha governato male l'Italia sia facile e non costi nulla.
Ma rispetto a cosa formuliamo questo giudizio?
Non abbiamo mai visto una vera alternativa in campo, a meno di non considerare l'esperienza di Prodi.

In politica estera siamo sicuri di aver fatto veri e propri affari?
Non è che invece ogni partner commerciale dell'Italia ha piortato a casa lui molto più di quello che ha offerto?
Anche in questo caso è un po' presto per parlare.
Certo è che l'Italia come paese sta affondando e su quello credo possiamo essere daccordo tutti.
Purtroppo ...

Anonimo ha detto...

nessun problema, ci trasformeremo in pesci, siamo famosi pe rle nostre mirabolanti doti camaleontiche.

luigi ha detto...

pardon, credo che si dica "valutato mancante"...

vigna ha detto...

@Mario B. che scrive:
..D'altra parte il tappeto rosso glielo hanno steso non certo in Germania, ma in paesi come la Bielorussia ... o l'Albania.

Ma chi l'ha detto che, in Germania non gli hanno steso il tappeto rosso. Non vi ricordate la scena della Merkel, che lo attendeva con tutto lo staff tedesco e il nostro Berlusca, snobbandola, ha continuato a telefonare con il suo cellulare, mettendo nell'imbarazzo i tedeschi?

Se trovo il filmato "da gossip" ve lo linko.

Tschuess
vigna

vigna ha detto...

EccoVi qua il filmato del Berlusca in visita dalla Merkel:

http://www.youtube.com/watch?v=9TbCMG9GPag

luigi ha detto...

Barbiero, mi permetto di dire che di fronte alla performance del latitante nel consiglio, addirittura l'ultimo governo Prodi, quello che si reggeva sulle povere ossa della Levi Montalcini, rifulge come un faro nella notte, ed è tutto dire...

Anonimo ha detto...

veramente Prodi ha regalato le industrie pubbliche ai privati...

yuma ha detto...

@ Mario

ah certo che in quanto a parameti siamo messi bene !

Mi sa che dobbiamo risalire a Quintino Sella :-(

Mario Barbiero ha detto...

@vigna
Conta quello che non si vede, non quello che appare in tv.
Anche la Clinton e Obama hanno detto in più occasioni che Silvio B. è un partner importante degli Stati Uniti, giusto 5 minuti dopo aver discusso su come toglierlo dalle spese ...

Mario Barbiero ha detto...

@yuma e altri
In realtà quello che voglio dire è che non me la sento di dare giudizi netti.
L'impressione che ho avuto è che Prodi non è stato capace di tenere sotto controllo i vari signori feudali che controllano realmente il paese.
Berlusconi mi ha dato l'impressione invece di esserci riuscito.
E di poterlo ancora fare.
Ma le pressioni da fuori iniziano ad essere sempre più pesanti.
Secondo voi tra Silvio B. e quelli "da fuori" che gli vogliono fare le scarpe per noi italiani chi sarebbe meglio avere?
Perchè queste al momento sono le due alternative.
Ve ne sarebbe a mio parere una terza ma che a molti di voi non piace o non convince ...

Anonimo ha detto...

Ho conosciuto un signore brasiliano (proprietario di un albergo)che mi racconta: era il 2002 e in compagnia di altri 3 arrivarono in Italia (malpensa)x turismo, problemi alla dogana per non aver prenotato un albergo, uno non vien fatto entrare edé rispedito indietro. I rimanenti girano la cittá, cercano un albergo dove non vengono ospitati ,che la legge (?) non lo permette. tornano a dormire in aeroporto (linate) il iorno dopo proseguono x Mantova, anche li gli alberghi gli negano l´accesso.
Tornano a Milano, dormono in centrale che peró chiude e si trovan in strada ad assistere a risse e accoltellamenti tra albanesi e/o rumeni. tornano in aeroporto di taxi.
Poi Francia, Nizza, Spagna, infine Portogallo, negi altri paesi 0 problemi.
Commenta, per conto mio, mai piú in Italia, fu umiliante e i miei soldi non li avranno mai.
Ora spero non si applichi la reciprocidade, perché ci son parecchi italini neoemigranti.
Boa sorte e boa politica estera.

luigiza ha detto...

@Mario B.
..In realtà quello che voglio dire è che non me la sento di dare giudizi netti.

Avrà avuto meriti e demeriti ma dopo 17 (diciassette) anni di governo quasi ininterrotto ed a 74 anni di età credo che sia ora che lasci.

Non ha saputo, non ha potuto o non ha voluto cambiare l'Italia come promesso nel 1994 al tempo della sua discesa in campo, nonostante il grande seguito popolare, quindi adesso basta.
Avanti un altro.

Anonimo ha detto...

Come sopra anticipato, ora tocca all'Egitto:

http://www.zerohedge.com/article/rioting-breaks-out-egypt

Come ricordano qui, questi non scappano ne con valuta locale ne con dollaroni, ma, badaben badaben, con lingotti d'oro.

Fra

Mario Barbiero ha detto...

@luigiza
hai visto le alternative?
Fosse per me ci penserei prima di buttare via Silvio B.
Quello che serve all'Italia è un cambio di mentalità e coscienza della sua popolazione.
Cosa molto ma molto ma molto (mettetecene tanti ma tanti ma tanti di "molto") lontana quanto a possibilità che si realizzi.
Così facciamo i conti con ciò che resta: un paese fragile e diviso.
In questi casi c'è un solo rimedio: una "guida".
Silvio B. è quello che è, ma gli altri sono molto meno di lui.

Anonimo ha detto...

Sotto a chi tocca....
<< CAMBIANO I C****I MA I CULI RESTANO SEMPRE GLI STESSI >>

Anonimo ha detto...

Scusate ma qualcuno ha sentito qualche proposta politica dell'opposizione nell'ultimo (diciamo un) anno, che lasci intravedere una possibile alternanza?

Non sarebbe meglio, per il bene di tutti, che ci fosse un'opposizione credibile e che, parlando di mig...te, alla fine , non si faccia che mascherare il problema vero, ovvero IL NULLA della politica, dopo il Berlusca?

Fra

Mario Barbiero ha detto...

@fra
la proposta politica delle opposizioni è:
"TREMONTI premier"
al di là dell'opinione sul ministro credo che questa posizione delle opposizioni si commenti da sola ...

luigi ha detto...

Barbiero, ma infatti con questa sedicente opposizione, se non fosse che B. ha un talento particolare nel delinquere e quindi farsi perseguire dalla giustizia, camperebbe oltre i 120 anni da lui vaticinati.
Ma se vogliamo avventurarci a fare nomi, ci sono però personaggi come Donadi, Zapponi, Mini che, pur non avendo forse il "carisma" per guidare il governo, hanno comunque solide competenze. Per non passare per IDVino potrei citare anche Zingaretti, PD, e a cercare bene trovi gente onorabile addiritture nell'UDC, se vogliamo rimanere nell'arco dei partiti, e altri ce ne sarebbero se si riuscisse a rompere il catenaccio fatto da questi collusi al vertice. Ma già, se fosse un Paese normale...

Anonimo ha detto...

Bene, adesso che abbiamo sviscerato quei 4 gatti dei politici, sappiamo fare altrettanto col resto della popolazione?

60 milioni contro 4 gatti, io sarei piu propenso a pensare che sono i 60 milioni che fanno la differenza.

indopama

marcoravelli ha detto...

io una proposta l'ho sentita qualche settimana fa:

una bella patrimoniale secca che tolga dalle tasche dei cittadini circa € 10.000 a testa... cioè € 30.000 o € 40.000a familia per portare il debito attorno al 80% del Pil...

Veltroni ne ha riparlato, tra l'altro anche al lingotto (non della tassa solo del risultato auspicato).

in questo modo si torna diritti al V secolo quando gli ormai ex cittadini dell'impero romano non erano altro che schiavi dell'imperatore...

vi aggiungo questo:
http://it-it.facebook.com/home.php?sk=group_183724701646766&view=doc&id=188439921175244

Anonimo ha detto...

proviamo un po' di vedere se la crisi italiana non sia per caso dettata dal fatto che quei 60 milioni hanno incastrato i loro neuroni dentro la tv o in una pagina di facebook.

potrebbe anche non essere colpa dei politici, in fondo siamo noi che lavoriamo e creiamo quello che abbiamo attorno. ci deve essere qualcosa che non quadra in quello che facciamo, potremmo conoscerci meglio per vedere se possiamo migliorare oppure continuare con la tattica dello struzzo parlando sempre di cose che non siano noi. io credo che possiamo scegliere e al momento mi sembra che la scelta ricada nel far finta di niente, abbiamo paura di cambiare, di fare scelte nuove e ci rifugiamo nel vecchio che ormai puzza di rancido.

indopama

Anonimo ha detto...

i discorsi che fate non portano a niente perche' non potrete mai cambiare berlusconi, lui sara' sempre com'e'. il cambiamento non puo' che partire da ognuno di noi poiche' non ci e' possibile cambiare gli altri!!!

e' tutta aria fritta quella che leggo qui, innocua aria fritta.

indopama

luigiza ha detto...

@Marco Ravelli che propone:

una bella patrimoniale secca che tolga dalle tasche dei cittadini circa € 10.000 a testa... cioè € 30.000 o € 40.000a familia per portare il debito attorno al 80% del Pil...


Evidentemente non hai potuto ascoltare oggi a mezzogiorno su Radio24 la trasmissione Salvadanaio, perchè allora sapresti che cìé ben altro in arrivo (a aprtire da questa estate) e di ben peggio di una patrimoniale.

Si chiama, se non ho storpiato il nome, spenditometro, nuovo splendido strumento della Ag. delle Entrate che le consentirà di chiedere al povero cittadino di giustificare spese superiori a Euro 3.600,00

A casa mia si chiama invece instaurazione di stato di polizia.
Ci sarà da ridere.
Quelli più giovani chiedano ai loro padri o nonni come veniva gestita la tassazione di attività prima della riforma Vanoni!

Partito della Libertà?
Ma fa rimpiangere Visco.

luigiza ha detto...

@Indopama che scrive:
proviamo un po' di vedere se la crisi italiana non sia per caso dettata dal fatto che quei 60 milioni hanno incastrato i loro neuroni dentro la tv o in una pagina di facebook.

Questo é indubbio, ma qualcuno li ha pure invogliati.

Comunque non ho tirato in ballo il Berlusca per polemiche interne nostre.
La sua defenestrazione é necessaria per motivi geopolitici.
Il tempo del battitore libero é finito.

luigi ha detto...

lO SPENDITOMETRO??? E quindi se io spendo tanto e non ho entrate ufficiali mi vengono chiedere conto,e ci può stare, ma lacosa buffa sarebbe se invece spendo zero perchè ho l'orticello e l'Ag delle entrate mi viene sotto lo stesso perchè non spendo abbastanza? Ci imporranno per legge un livello minimo di spesa o siamo liberi di digiunare?
Quanto al battitore libero non saprei se la stagione è finita: è uno di quei momenti della storia dove c'è uno squarcio nella tela, se si sapessero cogliere certe opportunità... chissà...

Mario Barbiero ha detto...

@luigiza
Ma struca struca non ci/li ha costretti nessuno; abbiamo/hanno fatto una scelta, abbiamo/hanno pesato i pro e i contro, insomma una cacchio di decisione l'abbiamo/hanno presa!
Ognuno faccia innazitutto i conti con le proprie di decisioni, che ad arrivare a Silvio B. e a tutto il resto ce n'è di strada da fare prima.
Noi siamo quasi 60.000.000, loro poche migliaia, forse qualche decina di migliaia.
Non possiamo aspettare uno che ci guidi per tanti motivi, se non vi piacciono i miei e quelli di indopama allora pensate al fatto che appena quell'uno si presenta all'orizzonte o lo emarginano o lo eliminano.
Se lo lasciano andare avanti è perchè gli serve.
Ma noi siamo troppi per essere presi tutti.
Basterebbero piccoli cambiamenti nelle abitudini di tutti noi per mandare in crisi tutto.
Paura delle conseguenze? di fare le scelte sbagliate? di subire le conseguenze?
E allora godetevi lo spettacolo seduti comodamente in poltrona!

Anonimo ha detto...

e tanta vaselina che, per la legge della natura, e' l'elemento base della vita del rincoglionito.

indopama

luigi ha detto...

Io so come mi comporto e quali principi cerco di passare a mia figlia, certo che gli esempi che arrivano dall'alto sono massimamente deleteri, e solo per questo riterrei quasi preferibile un'anarchia completa alla permanenza di un puttaniere corruttore a rappresentarci di fronte al mondo. Uno può pensarla all'opposto di me, ma fatti salvi alcuni principi fondamentali facilmente reperibili nel titolo 1 della costituzione, anche un primo ministro ultraconservatore potrebbe rappresentarmi come cittadino e io ne avrei rispetto, aspettando che possa venire il turno per chi propugna idee che sento più affini al mio sentire. Questo primo ministro, che di fatto è un latitante asserragliato nelle stanze della presidenza del consiglio NON MI RAPPRESENTA, ha fatto strame delle regole fondanti del nostro vivere comune, è pericoloso per come si muove e per ciò che rappresenta, cioè l'idea che alla fine tutto è lecito se hai i mezzi. Questo mina alla base la civile convivenza e riduce la società a bande in guerra più o meno metaforica tra di loro. E di fronte a questo solo i sommessi belati di un Bersani? Poi però non stupiamoci se qualche testa calda esasperata si metterà il '91 in spalla... Scusate lo sfogo.

luigiza ha detto...

@Luigi
lO SPENDITOMETRO??? E quindi se io spendo tanto e non ho entrate ufficiali mi vengono chiedere conto,e ci può stare,..

No caro Luigi NON ci può stare, perchè questo vuol dire che io, tu e i cittadini tutti diventano ostaggi del funzionario dell'Uff. delle Entrate il quale a suo insindacabile giudizio deciderà se io, tu, altri siamo penalmente perseguibili (e per non esserlo basterà far scivolare sotto la scrivania una busta come ai tempi pre-Vanoni).

E non mi venite a dire che ci si può sempre appellare alla magistratura.

Ma c'é di peggio, da quello che ho sentito sempre su Radio24.
L'Ag. delle Entrate potrà sommare alle tue uscite dichiarate quelle che lei ritiene essere necessarie per vivere nella città, quartiere in cui vivi e contentarne la congruità rispetto al rrddito.

Ma ti rendi conto dove stiamo andando? Orwell era un dilettante.

marcoravelli ha detto...

lo conoscevo ma la cifra non era ancora chiare...

ovviamente fa rabbrividire!

intollerabile per la libertà del cittadino e dannoso per l'economia!!!

una volta, dalle mie parti, in ogni casa c'era un laboratorio dove la famiglia poteva lavorare. Oggi è più conveniente trasformare un negozio in una stanza oppure in un'autorimessa e c'è chi lo sta già facendo!

L'unico stato Sociale che può funzionare è un'imposizione fiscale il più possibile vicina allo Zero!!!!

Anonimo ha detto...

luigi,
per eliminare dalla tua vita il puttaniere e' sufficiente che non leggi i quotidiani e non guardi la tv. lui non entra nel tuo quotidiano se tu non lo vuoi.

ma invece le guardi perche' ami additare ad altri colpe che invece sono solo tue e del rimanente 60 milioni di persone.

e' la tecnica dello struzzo, se a uno piace cosi' va comunque bene, basta solo capire come stanno le cose.

l'italiano e' un popolo spento e lo e' per motivi suoi che non centrano con chi governa. guarda per esempio come tutti si sono buttati su facebook, perche' lo hanno fatto?
e' un modo per risolvere le cose?
o piuttosto un modo per nascondere l'infelicita' dietro la maschera di foto sorridenti...

facebook e' la vaselina, la finzione portata all'eccesso, il mostrare cio' che non si e' per seguire il trend del momento perche' chi e' insicuro di se' stesso ha bisogno di un giudizio esterno che oggi viene dato dalla tv.

ognuno di noi non riesce piu' a capire se quello che sta facendo ha senso per lui e questo senso lo va a cercare all'esterno in qualcuno che gli dica sei bravo o sei un pirla.

tutti come dei bellissimi robot a seguire il creatore del software, la tv.

e' questa la situazione oggi in italia, non quella che provate di cercare negli 8mila link che postate ogni giorno. avete il caos dentro e cercate un ristoro in chi ha lo stesso vostro caos perche' il gruppo da' sicurezza, quella sicurezza che potremmo trovare dentro di noi ma che invece deleghiamo all'esterno.

il bello e' che ci si lamenta pure se chi ha ricevuto la delega non lavora bene, proviamo ad immaginare come potra' soddisfare al meglio i desideri di 60 milioni di persone diverse, puo' solo farlo se prima le fa diventare robot che si muovono tutti uguali e pensano tutti uguali.
e' proprio quello che e' successo ed e' quello che succedera' ulteriormente se continuerete a chiedere che vi si guidi.


indopama

Anonimo ha detto...

@marco
L'unico stato Sociale che può funzionare è quello dove la gente fa quello che ama fare in modo da rendere la vita piu' bella ogni giorno.
il come farlo e gli strumenti che si usano sono solo dettagli.

ovvio che per arrivare ad una cosa del genere ci vuole ben piu' della scimmia pelata che vede solo il denaro come centro della vita dimenticandosi per esempio che vive su di un pianeta circondato da altri 7 miliardi di scimmie.

indopama

Anonimo ha detto...

gossip compulsivo,
questo e' solo gossip compulsivo che usa internet come mezzo di comunicazione ma i contenuti non cambiano.
lo so che in genere il navigatore di internet pensa di sapere piu' degli altri ma in realta', come gli altri, non riesce a cambiare niente nella sua vita perche' le notizie degli altri non ci servono.

per cambiare in meglio la nostra vita ci serve conoscere la nostra vita e non il numero di troie che sono entrate a casa di berlusconi. quelle non siamo noi, non possiamo cambiare tutto il mondo che abbiamo attorno, possiamo solo agire nel nostro piccolo mondo e tanto piu' e' vicino a noi quanto piu' abbiamo il potere di cambiarlo.

il resto sono e rimarrano sempre inutili chiacchere, aria fritta, cambia la ricetta parlando un giorno di questo e l'altro giorno di quell'altro ma la base rimane sempre aria fritta e chi frigge l'aria e' innocuo.

indopama

luigiza ha detto...

@Mario B del 25 gennaio 2011 16:45

Mario il discorso che fate tu, Indo e Franco non vale più perchè è relativo ad una crisi di tipo economico che pur essendo tutt'altro che finita é ormai secondaria rispetto a quello che sta per arrivare a livello planetario. Il Bagatto l'ha capito e ne ha già fatto un accenno, poi non ha osato andare oltre.

Faccio io un passettino più avanti per non indispettire il padrone di casa che posta notizie ma poi lascia liberi i lettori di trarne le logiche conseguenze. E non sempre se ne traggono di logiche.

Premesso che il luigiza é palesemente un malato di mente, prendiamo in considerazione i seguenti fatti:
- la Russa dall'autunno scorso ha cessato l'esporatzione del suo grano;
- non da’ tregua in Australia l’emergenza inondazioni, che dopo aver sommerso due terzi del Queensland nel nordest, imperversano ora piu’ a sud nell’entroterra agricolo del Victoria, dove piogge record hanno formato un enorme lago interno che si fa strada lentamente verso il Murray, il maggior fiume del Paese. I servizi di emergenza avvertono che la distesa d’acqua lunga 90 km e larga 40 continuera’ ad avanzare per giorni fino a raggiungere il fiume, che si teme rompera’ gli argini. Le alluvioni hanno colpito 76 cittadine e villaggi del Victoria e si dirigono verso altri 10, ricoprendo le pianure della ’cintura del grano;
- la Cina ha tirato fuori dalla miseria qualche centinaio di milioni di suoi cittadini e non gli può più dire adesso: tornate nelle campagne a fare la fame. Si é comperata terre in Africa, Sud America e chissà che altro;
- il pianeta islam é una scatola di sardine in ebollizione e che continuano a riprodursi come conigli e non hanno prospettive a breve;

Ciò che voglio dire é che presto, forse già dall'estate prossima, dovremo affrontare una nuova crisi: quella alimentare.
Non ci saranno risorse alimentari per tutti, quindi occorre schierarsi perchè presto si dovrà UCCIDERE per non morire.
Lo staterello isolato non potrà sopravvivere.

Brutta parola vero UCCIDERE?

Beh é quello che ci toccherà fare.
Tutto il resto sono fantasie.
luigiza

Anonimo ha detto...

La balcanizzazione del Sudan: un nuovo disegno per il Medio Oriente e il Magreb
http://www.vocidallastrada.com/2011/01/la-balcanizzazione-del-sudan-un-nuovo.html

luigi ha detto...

Luigiza, lo diventiamo perchè siamo pecore, anzi peggio, siamo pecore che si autoisolano, perchè se davanti ad un funzionario delle Ag. delle entrate che si comporta come tu dici ed in assenza di intervento da parte delle autorità facessimo come hanno fatto in Francia nelle banlieues o stanno facendo in Tunisia, Albania ed Egitto, il funzionario starebbe nel seminato. Invece abbassiamo sempre la testa, come se avessimo ancora chissa che da perdere: ma cosa devono dirci ancora? Siamo come quelle rane che vengono messe in acqua fredda e poi sul fuoco e per assuefazione alla temepratura che crece lentamente si fanno bollire vive.
Il fatto è che siamo troppo condizionati a farci i cavoli nostri finchè non ci tange direttamente, invece siccome quello che oggi capita a te prima o poi sicuramente capiterà anche a me (vedi Alitalia, FIAT, monnezza etc.) se ad ogni sopruso si reagisse compatti, i funzionari e i politici avrebbero più rispetto (paura) dei cittadini: magari non serve arrivare alla violenza, ma fermare tutto e scendere in strada con le pentole come in Argentina e perseverare. Sono loro che devono aver paura di noi, non viceversa. Marchionne oltre che imporre la sua linea vuole pure la beffa di farsi dire di sì con un plebiscito? L'Italia si blocca, sciopero generale dall'oggi al domani. Papi aiuta le "bisognose" minorenni con la quarta di reggiseno e ci sputtana di fronte al mondo? Tutti sotto palazzo grazioli finchè non scappa ad Antigua con l'elicottero, il signor OMSA delocalizza una impresa che fa utili? picchetto ai cancelli per impedire il trasferimento dei macchinari con in mano l'art. 41 della costituzione: ormai bisogna fare così perchè questi ormai piano piano ci hanno già raddrizzato tutte le anse intestinali e tra un po' non sarà più possibile vivere "legalmente" ma solo nella minore illegalità possibile sempre soggetti all'arbitrio del cacicco di turno, del caporale di giornata che "io so che tu sai che io so" e stando attenti a deglutire perchè c'è quello strano groppo in gola.... E' questo che vogliamo lasciare ai nostri figli? Guardarli, alzare le spalle e dire non ci posso fare niente, questo ti tocca? Non lo so, forse sarebbe ora di darsi una scossa tutti quanti. Forse l'alternativa a Berlusconi siamo noi.

MS ha detto...

-----------------------------------
facebook e' la vaselina, la finzione portata all'eccesso, il mostrare cio' che non si e' per seguire il trend del momento perche' chi e' insicuro di se' stesso ha bisogno di un giudizio esterno che oggi viene dato dalla tv.
-------------------------------------

Bellissima Indo.
Condivido al 100% il tuo post.
Lo noto ogni giorno parlando soprattutto con i miei genitori.
Solo lamenti e giudizi su tutto e tutti...non riesci a seguire un tg senza i loro commenti su Berlusconi, ne conosco a pacchi di persone così, passano la vita a giudicare non accorgendosi di avere la nevrosi come compagna, perchè continuano a criticare la situazione tra quello che sarebbe giusto per loro e quello che è...
Mio padre poi qunado parla Berlusconi si anima e lo insulta come se lo avesse davanti..
Qunado non conosci te stesso (o almeno ci provi) vedi sempre i difetti negli altri, che non sono altro che tue proiezioni, lo stesso nei blog...se leggete il 99% dei blogger stà sempre a criticare chi governa....Bernanke...Obama...io penso da qulache tempo ormai che è una gran fortuna non essere governati dai blogger o da personaggi alla grillo

luigi ha detto...

Indopama, perdonami ma non sono daccordo sul fatto che ignorando il puttaniere, lui non influirà più nella mia vita.
Se io vivessi a Terzigno, o a Camigliano, lui avrebbe certamente già influito sulla mia vita molto di più di quanto non abbia fatto nella realtà, perchè la gestione della discarica e la rimozione di Cenname sono dirette conseguenze della sua presenza al governo, ma le decisioni (o meglio le non decisioni) che prende il governo da lui presieduto hanno delle ricadute anche sulla mia vita. Se io per lavoro viaggio all'estero può rompermi i coglioni, scusate il francesismo, di dover fare il doppio della fatica di un tedesco per riuscire a passare per la persona seria che sono (o penso di essere): nelle negoziazioni ho un danno oggettivo, devo prima superare il pregiudizio legato all'immagine che fuori hanno di noi che sopportiamo 'sto caligola de noantri. Può essere che nella mia vita io mi debba confrontare con gente che giornalmente si sente in diritto di mettere in discussione principi che prima erano dati per scontati? Quest'uomo e i suoi accoliti hanno sdoganato ciò che non era sdoganabile e chi più chi meno ci fa i conti nella vita di tutti i giorni. Dopodichè io vivo in una gradevole situazione di campagna e posso chiudere il cancello e coltivarmi un orto di guerra e fregarmene, entro certi limiti, ma che lo voglia o no faccio parte di questa nazione e la vorrei vedere migliore. D'altra parte forse ha ragione luigiza e tra poco avremo ben altre gatte da pelare e tutto questo passerà drammaticamente in secondo piano

Mario Barbiero ha detto...

@luigi
il problema rifiuti della Campania si risolve in un minuto, quello che ci vuole alla GGente per separare l'umido da tutto il resto.
Il problema campano sta tutto là!
La frazione umida fa marcire tutto platica, ferro, secco non riciclabile, legno ... e nessuno stabilimento o discarica può trattare materiale marcio.
Nel padovano abbiamo avuto lo stesso problema, nel 1978.
Sto leggendo sempre la famosa prima edizione del Mattino di Padova del 1978 - problema rifiuti nell'alta padovana e inquinamento delle falde legato alle discariche: l'articolo termina con gli esperti che dicono che la prima cosa da fare è separare l'unido da tutto il resto.
E chi è che non separa l'umido da tutto il resto?
I campani o Bassolino?
Basta prendere l'umido e accatastarlo nei parchi e perchè no anche sul campo del Napoli Calcio, la frazione umida se contiene solo scarti vegetali e non animali non marcisce e non puzza.
Eh ma costa fatica, quindi meglio prendere tutto e buttarlo sotto casa.
Qualche santo o chi per lui provvederà.

Mario Barbiero ha detto...

Senza umido che fa marcire, il resto dei rifiuti può diventare ricchezza, materiale riciclabile.
E l'umido può diventare concime.
E' vero che la Campania non ha centri per la raccolta e il trattamento dell'umido.
Quello è colpa dei politici.
Ma se uno butta tutto assieme e questo marcisce, allora la colpa è solo sua.
C'è lo stadio di calcio, si faccia un bel centro di raccolta dell'umido.
Quando è pieno si cerchi un bel campo.
E intanto si porti il resto nelle strutture che possono smistarlo e si inizi a fare anche la raccolta differenziata.
Invece si continua a produrre rifiuti marci che nessuno vuole.

Mario Barbiero ha detto...

eh ma cavolo, proprio quest'anno che il Napoli può vincere lo scudetto ...
toh i casi della vita, mentre la città affonda nei suoi rifiuti ecco all'orizzonte un barlume di speranza: la festa per lo scudetto e se va male un posto in Champions ...
Gesù santo veramente senza ritegno ...

luigi ha detto...

Mario, informati, guarda che a Napoli, dove si fa, la differenziata arriva oltre l'80 %, solo che il Comune dice di non avere i fondi per estenderla a tutti i quartieri. Terzigno, che si è dovuta prendere l'indifferenziato di Napoli, viaggia oltre il 60%, Camigliano sotto Cenname era al 70% e nonstante mandasse l'umido fuori regione perchè non c'erano impianti adeguati vicino era riuscito ad avere risparmi tali da poter ridurre la TARSU. Siccome non si è piegato a lasciare tutto in mano al carrozzone provinciale per la gestione dell'eterna emergenza è stato sollevato da sindaco con decreto di Maroni nel giro di una settimana, come fosse un camorrista. Per paragone Fondi, comune del sud del Lazio di cui il prefetto chiede da anni lo scioglimento per infiltrazioni mafiose, è ancora ben saldo. Quindi si: è Bassolino (inteso come sistema politico) che non fa la differenziata, perchè ai campani, se dài loro i secchi della differenziata e metti in piedi la logistica, la differenziata la fanno eccome! Quindi non basta chiudere gli occhi e l'uomo nero non c'è più. L'uomo nero c'è, evocato da quella che a mio personalissimo e opinabilissimo giudizio è la parte peggiore del Paese e il guaio è che fa danni a tutti, non fa differenza tra buoni o cattivi, e neanche tra servi o rompiballe, differenzia solo eventualmente tra chi gli può essere utile e chi no, e crea un nefasto precedente per quel poco di morale e etica che può essere rimasto.

Mario Barbiero ha detto...

@luigi
non è questione di chiudere gli occhi, è questione di capire una semplice verità: io posso intervenire intorno a casa mia, non posso fare niente da Padova per Napoli.
Giustamente si dice che deve farlo la politica ... ok ma la politica non lo fa.
Quindi?
Ci lamentiamo dei politici, va bene, lamentiamoci e poi?
Ecco il punto della questione ...
Il poi dopo le lamentele.

MS ha detto...

----------------------------------
Ci lamentiamo dei politici, va bene, lamentiamoci e poi?
Ecco il punto della questione ...
Il poi dopo le lamentele.
------------------------------------

Sai una cosa Mario, io ho notato che quelli che si lamentano di più, sono quelli che non si prendono mai nessuna responsabilità, che son sempre fuori dalle scelte...che sanno sempre e solo dire..."dovrebbe essere così o colà...." e poi non sanno nemmeno cosa prendere come pizza....

yuma ha detto...

Bella tornata di commenti. Molto interessante

@Mario
Se lo lasciano andare avanti è perchè gli serve.

Esattamente così. Se non sei corrotto o corruttibile non ti fanno neanche arrivare al''iscrizione per la gara, altro che blocchi di partenza !

Basterebbero piccoli cambiamenti nelle abitudini di tutti noi per mandare in crisi tutto.

Si credo che questa sarà la molla. Ma credo verrà da un qualcosa di forzoso /forzato. Non per scelta autonoma.

Te ne rendi conto quando parli con la gente cosidetta "normale"

@ Luigi
condivido TUTTO quello che hai scritto.

Sottolineo solo e mi permetto di fare una piccola correzione

Questa Classe politica NON MI RAPPRESENTA.

Non rappresenta più la maggior parte dei Cittadini, di qualsiasi orientamento politico siano

@ Luigiza

io, tu e i cittadini tutti diventano ostaggi del funzionario dell'Uff. delle Entrate il quale a suo insindacabile giudizio

E' già così.
Toccato e provato sulla mia pelle.
Non c'è volontà di verifica.

E' in atto una metodologia di incasso al pari di un multavelox nascosto in autostrada col limite ai 70 orari.

Una tassa occulta con tanto di budget e premi per i funzionari.

Se ti interessa posso descriverti il mio caso ( ma ho verificato che è ormai prassi consolidata)

Infine @ NonnoIndoNumeroUnodAlanFord

gossip compulsivo

guarda Nonno Indo, io non credo neanche per un attimo che qui ci sia qualcuno che voglia o abbia la sensazione di poter cambiare il mondo.

Credo che ci sia gente che voglia confrontarsi per capire se il proprio ragionamento sia corretto, e per verificare se qualcuno abbia qualche idea in più.

Quindi non avertene a male se ci vedi starnazzare.

Naturalmente se tu hai una ricetta SICURA che possa FUNZIONARE PER TUTTI e che TUTTI ABBIANO VOGLIA DI PRENDERLA IN CONSIDERAZIONE... parlacene. ( Per favore considera che sto scherzando e che non ho messo il maiuscolo per niente. Se ricominci coi predicozzi prendo il primo treno per Bali e ti rincorro per tutta l'Isola.):-)

Lasciaci giocare in pace nel nostro cortile, siamo dei bambinetti e non abbiamo voglia di sentire ogni tre per due il vecchio medioevale che percorreva le strade col campanello gridando :-" ricordati che devi morire !"

annalisa ha detto...

http://www.youtube.com/watch?v=lSMr6jHdEaw report ne parlò ciao annalisa (vecchia)

luigi ha detto...

Mario, d'accordo, io per parte mia faccio la differenziata, faccio passare i pedoni alle strisce pedonali, cerco di non superare troppo i limiti di velocità, pago le tasse e cerco di seguire la regola aurea di non fare agli altri ciò che non vorrei fosse fatto a me, che non significa essere religiosi, ma semplicemente applicare il buon senso e cerco di insegnare un minimo set di valori che ritengo utili alla civile convivenza a mia figlia, che pertanto diventerà una disadattata in un mondo dove la massima aspirazione di una adolescente sembra essere quella di partecipare a un reality. Il problema di Napoli non lo posso risolvere io, però posso contribuire usando bene il voto che ho (al limite decidendo di tenermelo in tasca) e chiedendo conto a chi mi governa delle sue azioni, dal livello locale in sù fin dove posso.
Posso essere almeno un po' inviperito a vedere che immagine di sè da questa classe politica? E se questa è l'immagine, non oso pensare a quale sia la realtà, che di solito è sempre molto peggiore.

Mario Barbiero ha detto...

@luigi
è vero che eri tu in quel momento il mio interlocutore, ma io mi riferivo non a te in particolare, ma in generale.
Quanto alle incazzature parlo per esperienza, ci soni passato e non servono a nulla.
Adesso provo a tirare dritto per la mia strada Silvio B. o non Silvio B.

Mario Barbiero ha detto...

@luigiza
lo so, purtroppo ...