venerdì 18 giugno 2010

Geab 45 disponibile!

Affezionatissimi, è disponibile il GEAB 45 del Maggio scorso, mentre il nuovo GEAB è già in traduzione presso il nostro team.

Si ringraziano:

  • Vittorio
  • Martina
  • Marko
  • MarcoR
  • Trinetra
  • Fedro 55
  • Laura
  • Astabada
  • Eleonora
  • Carlo
  • Alex
Buona lettura e saluti felici

Felice Capretta

54 commenti:

Anonimo ha detto...

Ringraziamo i ragazzi e sopratutto
le ragazze. :-)

Ευχαριστούμε.

Ippolarios

Anonimo ha detto...

evviva il GEAB!!
siamo a cavallo di un cammello!!!!

Anonimo ha detto...

Grazie a tutti i traduttori da parte mia.
Ho idea che il GEAB di questo mese sia più realista di quelli passati, che vedevano di lì a poco un crollo del dollaro e della sterlina, sembra ora che i tempi maturi a tutto ciò si stiano avvicinando per davvero (detto per inciso ho venduto nei giorni scorsi una paccata di obbligazioni Bei in sterline avendo rivisto la luce di un pareggio dopo mesi di agonia).
Comunque è molto interessante questa parte: "I capi di stato europei e dei governi, i ministri delle finanze, i capi delle banche centrali ed i principali gruppi dei media europei ne devono prendere atto: per essere un giocatore globale indipendente, ci si deve armare di conseguenza, ed è essenziale assicurarsi che i propri media non giochino per la squadra avversaria."
Immagino che non sfugga a chi legga questa frase la sua attinenza con quello che è successo in Italia dove con la scusa di "ripristinare la democrazia" e "rendere libera l'informazione" si sta tentando disperatamente di abbattere il Cavaliere (ormai dichiaratamente alleato a Germania e Russia) a colpi di gossip e scandali per poi attribuire il suo potere mediatico al duo Murdoch-DeBeneddetti e quello politico direttamente a Goldman Sachs (con il "governissimo" Draghi)

Arsan

Anonimo ha detto...

Grazie a tutti i traduttori da parte mia.
Ho idea che il GEAB di questo mese sia più realista di quelli passati, che vedevano di lì a poco un crollo del dollaro e della sterlina, sembra ora che i tempi maturi a tutto ciò si stiano avvicinando per davvero (detto per inciso ho venduto nei giorni scorsi una paccata di obbligazioni Bei in sterline avendo rivisto la luce di un pareggio dopo mesi di agonia).
Comunque è molto interessante questa parte: "I capi di stato europei e dei governi, i ministri delle finanze, i capi delle banche centrali ed i principali gruppi dei media europei ne devono prendere atto: per essere un giocatore globale indipendente, ci si deve armare di conseguenza, ed è essenziale assicurarsi che i propri media non giochino per la squadra avversaria."
Immagino che non sfugga a chi legga questa frase la sua attinenza con quello che è successo in Italia dove con la scusa di "ripristinare la democrazia" e "rendere libera l'informazione" si sta tentando disperatamente di abbattere il Cavaliere (ormai dichiaratamente alleato a Germania e Russia) a colpi di gossip e scandali per poi attribuire il suo potere mediatico al duo Murdoch-DeBeneddetti e quello politico direttamente a Goldman Sachs (con il "governissimo" Draghi)

Arsan

Anonimo ha detto...

Vorrei fare una puntualizzazione.

Nella mappa dell'Europa "Continental Drift" il Sud Italia ha la nomenclatura "bordello" al posto di "mafia".

Secondo. Il disegno è disorientante se viene indicato come paese "drift" dato che ha un'economia più solida di quella nordista essendo questa al di fuori dei circuiti legali e quindi non parametrizzabile secondo i canoni applicati agli altri paesi.

Fede

Anonimo ha detto...

un inguaribile ottimista

http://www.telegraph.co.uk/comment/columnists/charlesmoore/7839188/The-euros-inevitable-failure-will-be-horrendous-for-all-of-us.html

Il Folletto

Anonimo ha detto...

mmmhhh interessante

http://www.soprarnosgr.it/download.php?7051405908e3ce3e7e0b5a106c4c7685

quanti soldi dovrebbe tirare fuori l'Itaglia e come?

Il Folletto

astabada ha detto...

@Il Folletto

Sfido io che l'economia del Meridione e` solida: essa e` basata innanzitutto e fondamentalmente sul supporto della NATO.

So che per qualcuno l'affermazione e` piuttosto pesante da digerire, percio` lascio il beneficio del dubbio che si tratti dell'operato di apparati "deviati", come usa dire.

E' un dato di fatto pero` che i centri di produzione e smistamento mondiale delle droghe siano saldamente in mani statunitensi/NATO (Colombia, Thailandia, Afghanistan, Kosovo).
La droga e le armi - principali prodotti della criminalita` organizzata - vengono forniti e talora financo consegnati dalla NATO. C'e` a tal proposito (non posso controllare perche' non ho il libro qui) persino un accenno su Gomorra di Saviano.
E' altresi` arcinoto che la camorra e la NATO intrattengano solidi rapporti (ad esempio tramite John Loran Perham) con la camorra.

Il Nord da questo punto di vista mi sembra messo meglio, nel senso che i suoi rapporti commerciali sono piu` diversificati. Per non parlare del tipo di attivita`, che i vicini vedono indubbiamente meglio di quelle condotte al Sud.

Cheers,
astabada

Anonimo ha detto...

Se volete capire qualcosa leggetevi questo pezzo tratto da un articolo del 1931 scritto da un tale di nome Arthur Kitson

-
La spinta per imporre in di tutto il mondo una valuta internazionale su cui basare i prestiti internazionali agli stati è una concezione moderna e ha avuto origine con un gruppo di banchieri e finanzieri internazionali che, in larga misura, ora controllano la moneta e il credito del mondo. Questo gruppo ha una politica costante e tutto ciò che sta accadendo ed è successo negli ultimi anni in tutto il mondo avviene secondo un piano definito, vale a dire la conquista economica del mondo.

Fino agli inizi del nostro secolo l'unico metodo conosciuto nella storia di conquistare il mondo è sempre stato un'invasione militare - una politica molto pericolosa, costosa e un sistema crudele. Ma durante l'ultimo mezzo secolo ci si rese conto che un sistema molto più semplice, più efficace e meno pericoloso era possibile mediante il controllo delle moneta e il credito. Con questo metodo non occorrono eserciti, flotte e artiglierie, non c'è spargimento di sangue e il pubblico non si rende conto del pericolo finché non risulta schiavo diventando un debitore.

Tutto ciò che è necessario per realizzare questa strategia è garantire il controllo della stampa e altri canali di comuncazione dei media, come la radio e gli editorialisti dei giornali di primo piano. Questo è già stato ora già realizzato

fonte: http://mercatoliberonews.blogspot.com/
-

ora è abbastanza evidente che la guerra sotterranea a cui assistiamo ora vede contrapposti due modi antitetici di vedere l'economia, il primo legato alla finanza che preme per una moneta mondiale, l'abolizione di tutti i lacci in campo economico e la globalizzazione, il secondo che propugna il ritorno degli Stati ognuna con la sua moneta, dei dazi, delle banche nazionalizzate, del ridimensionamento della finanza.
Anche se fautori di entrambi i modi di vedere l'economia sono disseminati in tutti gli Stati è tuttavia abbastanza chiaro che negli USA prevalgono i fautori del primo modo, mentre la Germania si è volta decisamente a favore del secondo.
A questo punto chiediamoci un attimo chi ha voluto l'unione europea. Portando verso un mercato unico, l'abolizione dei dazi, la perdita di sovranità degli Stati ed una unica moneta la risposta non può che essere una: l'Europa Unita è stata voluta dalle élites finanziarie.
A questo punto, visto che abbiamo capito tutti che la Germania in questa fase si sta battendo contro queste élites, viene da chiedersi entro quanto tempo la Germania deciderà di uscire dall'Unione Europea facendo collassare miseramente il progetto dei grandi finanzieri.
Ho idea che non sia stata posta abbastanza enfasi sulla manovra economica tedesca da 80 miliardi di €, lacrime e sangue la definiremmo noi. Ma ora come faranno Spagna, Portogallo e Italia (sic) ad andare a battere cassa?
In definitiva quale vuol essere il senso di questo post? E' far capire che la UE è stata un parto dell'élites finanziarie ed ironicamente in questo momento si presuppone che debba essere sorretta grazie ai soldi dei tedeschi, in prima linea a combattere le stesse élites. E' evidente che questa contraddizione non potrà andare avanti a lungo e che l'Europa così come la conosciamo avrà vita breve. E' altrettanto evidente che alla Germania serve comunque una massa critica sufficiente per non essere sbalzata (da sola) alla quarta posizione del PIL mondiale, serve quindi aggregare attorno a sé alcuni Paesi ad alta produttività e basse spese sociali.
Il tutto entro pochi mesi..

Arsan

Anonimo ha detto...

ottimo commento arsan.

Anonimo ha detto...

mi sembra che gli insider del GEAB siano sempre più cauti nelle loro previsioni, che i loro capi abbiano trovato uno scoglio nella realizzazione del loro piano?
per lo meno nei tempi credo proprio di si.

Anonimo ha detto...

In questo momento Trichet, padrone della BCE, presta denaro all’1% ai banchieri. In altre parole un regalo (il padrone della Banca d’Inghilterra, lui, presta allo 0,5% ! Provate a chiedere un mutuo allo 0,5% !!). Trichet ha prestato circa 450 miliardi di euro e cosa fanno queste baldracche con tutta quella grana ? La collocano immediatamente allo 0,25% da.. Trichet ! Alla BCE ! Potrebbero finanziare l’economia? Neanche per sogno… “Sterilizzano” il denaro preso in prestito come i coraggiosi contadini che lo mettono sotto il materasso, non sia mai che un giorno….
Con il resto, acquistano titoli pubblici dal rendimento del 3% (Germania), del 6% (Spagna), dell’8% (Grecia) e così via dicendo. Naturalmente non acquistano per sé stesse, prestano agli hedge funds e ai privati i quali acquistano i titoli per riscuotere il 3, 6 o 8%. Alla fine della fiera, Trichet presterà all’1% denaro che o non servirà a niente, o che servirà a spennare i greci del 7% (8 meno 1, per chi non capisse*).

vigna ha detto...

E' la prima volta che concordo e apprezzo le parole di Trichet.

DIE WELT AM SONNTAG 20/06/2010


Trichet: aspre critiche alle banche

Il presidente della Bce Jean-Claude Trichet ha criticato aspramente il comportamento delle banche dopo la crisi finanziaria. "sarebbero tutte scomparseo tutti andati, se non le avessimo salvate, questo era davanti ai nostri occhi", ha detto il capo della Banca centrale europea, WELT am SONNTAG. MI è completamente incomprensibile il comportamento dei Manager Bancari, i quali, hanno creduto di continuare come pima. Elargendo compensi eccessiva, pacchetti bonus e puntando esclusivamente su profitti a breve termine, che non avrebbe alcuna attinenza con l'economia reale, sono situazioni terribili, e con i nostri valori democratici esistenti non sono compatibili. "

Mi chiedo solamente ma, visto che le banche, come dalla stessa ammissione di Trichet, erano praticamente fallite, perchè non avete preso in mano la situazione e le avete statalizzate, anzichè permettergli di continuare il giochetto di prima?
Il timone lo avevate Voi in mano e adesso è troppo tardi per correggere la rotta.
STiamo già impattando contro l'iceberg.
Tenetevi forti e cercate le scialuppe.
Good sunday bagnato
vigna

Anonimo ha detto...

@ Vigna
la tua osservazione è giusta e la risposta potrebbe essere la più semplice: perchè non erano pronti ad abbandonare il modello economico che ci accompagnato del dopoguerra ad oggi. A distanza di più di un anno dai regali dei contribuenti alle banche qualcosa in ambito europeo sembra sia cambiato, e s'è così davvero non penso che sia ancora troppo tardi.
Ma a causa di ciò tra breve sarà opportuno allacciare le cinture, l'Europa sta per vivere un'altra dissezione geopolitica, accompagnata da prevedibili cambi di regime o di confine, rotture di Paesi (Belgio e Italia) o aggregazioni inedite.

Arsan

Anonimo ha detto...

oppure perchè vogliono proprio che il sistema cada, non illudiamoci, le banche hanno un solo padrone, chi crea il denaro.
questi fanno i furbi, sanno che il sistema è da resettare e vogliono che la gente pensi che sia colpa della panultima ruota del carro, il guidatore deve apparire bravo e buono perchè sarà lui solo a guidare tutto molto presto.
questi sanno benissimo quello che fanno, hanno una lunga esperienza. siamo noi che invece da inesperti ce le beviamo tutte.

Anonimo ha detto...

...........domani e' il 21 giugno...attacco nucleare.....

..L'UTIMO DEI MOICANI......

Anonimo ha detto...

(ANSA) - MILANO, 19 GIU - Unicredit procedera' a fine mese al rimborso anticipato delle obbligazioni da 150 milioni di euro emesse il 30/6/2003. Il gruppo riferisce che il rimborso sara' per quei titoli che hanno scadenza il 30/6/2023 e un rendimento di 4,8% e che riguardera' il 100% del valore nominale del prestito, insieme agli interessi maturati e non ancora pagati alla data indicata.

perchè lo fa? arsan sai qualcosa?

vigna ha detto...

Arsan dice:


"Ma a causa di ciò tra breve sarà opportuno allacciare le cinture, l'Europa sta per vivere un'altra dissezione geopolitica, accompagnata da prevedibili cambi di regime o di confine, rotture di Paesi (Belgio e Italia) o aggregazioni inedite."

Ti chiedo, trattasi di un errore, quando scrivi "prevedibili cambi di regime" o intendevi scrivere inprevedibili?

Comunque, l'unica speranza seria, poteva essere la Germania per trascinarci fuori da questa situazione di ............... ma, da quanto si apprende, la stessa Merkel insieme al suo staff ridotto, non ha più la forza e la volontà di fare un grande passo per invertire la rotta. Ormai siamo completamente in metastasi e si procede solo in base ai protocolli prestabiliti dalle elites.

Buona domenica

vigna

Anonimo ha detto...

@ Vigna
volevo dire "accompagnata prevedibilmente da".

Per quanto riguarda la Merkel ho letto da qualche parte la storia che fosse una spia della Stasi passata dopo la caduta del muro alla Cia, in ogni caso una ritenuta molto affidabile dal padrone di turno qualunque esso sia. In Germania stanno evidentemente prendendo sempre più voce i grossi industriali (che hanno dalla loro il popolo) a scapito dei banchieri, vediamo quanto tempo ci metterà Merkel a porgere le reverenze ai nuovi padroni rifiutandosi di servire quelli vecchi come l'era già riuscito così bene in passato. Se non lo farà (perchè ricattata o quant'altro) non è difficile ipotizzare l' "imprevedibile" ascesa di qualche nuova formazione di estrema destra, sempre utile alla bisogna a piegare ai voleri del "popolo" e dei grossi industriali i politici riottosi a proteggerne gli interessi.

@ Anonimo 20 giugno 2010 03.09
in alcune obbligazioni l'emittente si riserva la possibilità di ritirarle dal mercato pagandole 100. Ovviamente l'opzione viene esercitata nel momento in cui i tassi scendono ed è una prassi abbastanza comune che venga esercitata.. quindi niente di preoccupante.

Arsan

Anonimo ha detto...

Si prepara l'attacco all'Iran?

http://italian.irib.ir/notizie/politica/item/82487-flotta-usa-israele-in-rotta-verso-il-golfo-persico

Anonimo ha detto...

scusate l'ignoranza ragazzi ma qualcuno potrebbe dirmicosa è il GEAB e chi è che lo scrive?

Anonimo ha detto...

è un dossier di pseudo previsioni catastrofiche... si racconta l'ipotetico mondo reale economico alla luce dell'applicazione logico di assiomi matematico-finanziari...soltanto che non tiene conto della realtà delle cose, motivo per il quale rimane carta da portare in bagno per leggersela e capire come potrebbe funzionare un mondo con la certezza delle regole...

Anonimo ha detto...

@ Arsan

La tua macro-analisi della situation può anche essere azzeccata: gli angloamericani per il globalismo finanziario i teutonici per la politica degli Stati e quel che ne consegue.

Più o meno, la stessa situazione di sessantanni fa che poi portò alla grande guerra. Boh.

Mi piacerebbe invece conoscere la tua idea su questioni più... spicciole del tipo: cosa ne pensi della questione FIAT e relative regolamentazioni del diritto di sciopero e compagnia cantanti?

guru

Anonimo ha detto...

..........ci sono 12 navi da guerra

che atraversano lo stretto di suez

e qui nessuno apre bocca..........

ho notizie di parecchi problemi ad

accedere a parecchi siti internet e

blog...(quello di corvo addirittura sotto attacco)....c'e chi parla di censura...............
chi a informazioni e' pregato di darle.......forse saranno le ultime

....l'ultimo dei moicani

Felice Capretta ha detto...

@ l'ultimo dei moicani

qui tutto in ordine.
ho visto anchio e sto cercando di unire i puntini, dare la notizia per darla ci sono già i media mainstream :-))

saluti felici

felice

Anonimo ha detto...

@ultimo dei moicani


sei ridicolo...ma secondo te qualcuno mette sotto attacco un sito visto da una decina di persone...haha.... siete paranoici...non contate un emirito .... basta che clicchi su google 12 navi suez e ti compare la notizia...ma cosa stai blaterando°????°

Anonimo ha detto...

le navi si muovono continuamente, non e' una novita', sono fatte apposta per navigare.
pero' da questo possiamo capire quanto una notizia data in un certo modo e dopo certi fatti possa creare determinate emozioni.
lo scopo era secondo me quello di creare la paura della guerra.

indopama

Anonimo ha detto...

@ultimo dei moicani

Sono navi della Disney piene di vecchietti alcolizzati che passano la crociera al casinò.

http://www.primocanale.it/viewvideo.php?id=30766

Fede

Anonimo ha detto...

Vi seguo con piacere e apprezzo questo blog e un po' invidio chi ha il tempo e la lucidità per immaginare gli scenari più o meno catastrofici dell'economia mondiale e del futuro dell'umanità.
Vorrei ci fossero un po' più di testimonianze da chi è sul campo di battaglia, da chi tutti i giorni si arrabatta per mandare avanti la propria azienda sperando che il fatturato, alla fine del mese, sia sufficiente a pagare almeno gli stipendi e i fornitori.
Vorrei la testimonianza di chi è costretto a rimandare i pagamenti di chi affronta ogni giorno telefonate imbarazzanti di fornitori, banche e di chi non ha ancora idea se e come riuscirà a portare in ferie la famiglia.
Per questi, come me, il problema non è dove investire o se satare "short", ma quello di stare a galla e cercare di non cedere all'indifferenza e lasciarsi andare, di continuare la propria battaglia da solo contro tutti, nel silenzio generale.
Solo chi vive ed ha vissuto sulla propria pelle questa crisi, a chi si sente il peso della resposabilità del futuro dei propri dipendenti mettendo in gioco se stesso e spesso la famiglia, va la mia stima e la mia solidarietà.
Il resto sono parole...

Jobogan

Anonimo ha detto...

x anonimo qui se c'e' qualcuno di ridicolo sei TU'.......guarda che le notizie di un attacco nucleare le ho lette su questo blog ancora tempo fa' quindi essendo in prossimita' della scadenza fssata
ho voluto semplicemente approfondire la cosa..........se questo ti da fastidio seipregato di andare da un altra parte GRAZIE!!!!spero di non sentirti piu'..........

l'ultimo dei moicani!

Anonimo ha detto...

Certo, poi l'atterraggio dei marziani, il meteorite, la tempesta solare e il ritorno di Batman.
Sopravviverà solo un moicano, l'ultimo...
Jobogan

Anonimo ha detto...

@l'ultimo dei moicani!

Penso che ti potrà interessare leggere l'articolo
a pag. 4 di Israel Today di Maggio e l'articolo a pag. 6 di Israel Today di giugno.


DAZ

Anonimo ha detto...

........be jobogan se i marziani,il
meteorite, la tempesta solare e batman sono argomenti che ti interessano chiedi un approfondimento a chi li ha postati
non a me'..........io ho chiesto
qualcosa di preciso su un argomento gia postato in febbraio su questo blog che parlava di scadenze in prossimita'del 22 giungo 2010........................
infatti qualcuno sta' cercando di unire i "puntini" (capretta).......

dare una notizia per darla ci sono
gia' i media mainstream...........

..comunque resto in attesa........

...ci sara'SEPRE L'ULTIMO DEI MOICANI......

Anonimo ha detto...

@ Guru
sulla faccenda Pomigliano penso che sia stata orchestrata ad arte per metterla nel gnao al PD. Il cosiddetto "accordo" è chiaramnente anticostituzionale in quanto prevarica il CCNL dei metalmeccanici limitando il diritto allo sciopero e stabilendo norme inedite in caso di assenza per malattia e quant'altro, quindi può stare in piedi solo se ci si mette una pezza costituzionale, che deve essere votata anche dal PD. Ma se la FIOM non ci sta per il PD iniziano i problemi, in quanto potrà essere biasimato in un caso dal Pdl (e dai lavoratori napoletani) per aver fatto perdere migliaia di posti di lavoro all'Italia, nell'altro caso verrà biasimato dall'estrema sinistra per aver svenduto i diritti dei lavoratori. Povero Bersani, di certo non lo invidio per quello che dovrà passare nelle prossime settimane.

Arsan

Marco ha detto...

Soprattutto anonimo non hai capito una mazza...infatti su internet la notizia c'è ma delle navi americane e israeliane che attraversano lo stretto di Suez nei TG nemmeno l'ombra...

Anonimo ha detto...

@DAZ

Come direbbe Felice: sempre sul pezzo!

Il Folletto

Anonimo ha detto...

@ Arsan

Grazie per aver espresso il tuo punto di vista, dove mi sembri cogliere l'aspetto squisitamente politiko della cosa.

Io, sono rimasto colpito invece, dalla totale assenza di un approccio POSITIVO da entrambe le parti.

Da una, i quadri dirigenziali FIAT che ripropongono un progetto produttivo basato su un concetto di mobilità assolutamente impraticabile su scala globale.

Dall'altra, FIOM and Co., con la "eroica" difesa del posto di lavoro in quanto tale, ormai totalmente improponibile in un modello sociale dominato dalle leggi di mercato.

guru

Anonimo ha detto...

@ Jobogan

"Vi seguo con piacere e apprezzo questo blog e un po' invidio chi ha il tempo e la lucidità per immaginare gli scenari più o meno catastrofici dell'economia mondiale e del futuro dell'umanità."

Condivido il tuo commento riga per riga e apprezzo il tuo voler condividerlo con noi ma, se ti può consolare, la tua situazione credo sia familiare a molti altri, me compreso.

È comunque importante cercare di comprendere i meccanismi che regolano il ritmo delle nostre vite.

La schiavitù del debito ci opprime costantemente costringendoci a una continua rincorsa di step successivi.

Senza un progetto.

Ognuno corre per sé.

guru

Anonimo ha detto...

@ Guru
riguardo agli aspetti "pratici" dell'accordo ho idea che siano troppo macchinosi, troppo peculiari per quella realtà ed in definitiva non applicabili su larga scala. Per questo ho idea che non fosse quello l'obiettivo. Ho idea che l'obiettivo fosse radicalizzare lo scontro obbligando la FIOM (e di sonseguenza il centrosinistra) a chiudere Pomigliano, e di lì avere la stura per partire con ben altre riforme del diritto dei lavoratori, prima fra tutte il diritto del lavoro a lasciare a casa chi vuole nel caso di riduzioni di personale (lay off), cosa che del resto avviene già negli USA, modello al quale ci ispiriamo.

Arsan

Anonimo ha detto...

@ L'UTIMO DEI MOICANI

"domani e' il 21 giugno...attacco nucleare"

PRIMA STRONZATA

"ci sono 12 navi da guerra che atraversano lo stretto di suez
e qui nessuno apre bocca..........

ho notizie di parecchi problemi ad

accedere a parecchi siti internet e

blog...(quello di corvo addirittura sotto attacco)....c'e chi parla di censura...............
chi a informazioni e' pregato di darle.......forse saranno le ultime"

appunto il mio commento era legato al fatto che la notizia della navi circola abbondantemente su internet e non mi sembra che la cia o il mossad o qualche illuminato punti a chiudere un blog tipo quello del corvo (che non so chi sia) o tipo questo...


"x anonimo qui se c'e' qualcuno di ridicolo sei TU'.......guarda che le notizie di un attacco nucleare le ho lette su questo blog ancora tempo fa' quindi essendo in prossimita' della scadenza fssata
ho voluto semplicemente approfondire la cosa..........se questo ti da fastidio seipregato di andare da un altra parte GRAZIE!!!!spero di non sentirti piu'.........."

ahhah...ma sei serio....la notizia di un attacco nucleare le hai prese da questo blog...hahah..ti faccio i miei complimentii...ma quante ore passi su internet??? ma uscire a prendere un po d'aria, no??!?!

cmq non tolgo il disturbo, perchè contrariamente a quello che stai facendo, con un po di spirito critico riesco a separare le stronzate dalle notizie interessanti....riesco anche a separare i commenti "logici" da quelli inutili e paranoici come il tuo...
motivo per il quale quoto nei loro ultimi commenti....
@guru, @Jobogan,@arsam
Anonimo

Anonimo ha detto...

@Jobogan

Concordo. Sinceramente anche a me frega poco della speculazione borsisitica, anzi, progressivamente sto maturando un certo disprezzo. E' interessante seguire il blog perchè comunque si tenta di dare una visione a più ampio respiro di quello che sta accadendo a livello macroscopico, di cercare le contraddizioni, e al limite, anche di farci una battua, ma dal punto di vista pratico il tutto rimane a livello di sofismi. Il problema sono le commesse che non ci sono, i creditori che non pagano, i fornitori che bussano alla porta, le banche che se ne fregano e i soldi per gli stipendi che non ci stanno.

Dobbiamo imparare tutti da Madoff: l'economia virtuale è una cosa ma l'economia reale è imboscarsi 9 miliardi di dollari sottratti agli investitori fessi :)


Fede

Anonimo ha detto...

..........x anonimo.............

.....sei un poveraccio da COMPATIRE

......NEGARE CHE SUL BLOG DI

CAPRETTA NON SI PARLI DELL'ATTACCO

NUCLEARE QUANDO E LI A DISPOSIZIONE

PPER CHI LO VUOLE LEGGERE...........

SIGNIFICA NEGARE LA REALTA'.......

....SIGNIFICA ESERE UN FALSO.....

....LASCIA PERDERE VATTENE CHE DI

TEMPO DA PERDERE CON QUELLI COME TE' NON NE HA PIU' NESSUNO......

....COMUNQUE RIMANGO IN ATTESA

DI NOTIZIE DA CAPRETTA SUL PRESUNTO

ATTACCO POSTATO IN FEBBRAIO!!!!!!

..L'ULTIMO DEI MOICANI.....

Anonimo ha detto...

moicano,
ma secondo te un attacco te lo vengono a dire su internet 4 mesi prima...
i militari non sono di certo pirla come noi che ci arrabattiamo a cercare il gossip in rete, se sono dove sono stai pur certo che le loro qualità le hanno.
e se pensi che non le abbiano allora stai proprio facendo il loro gioco, quello di sottovalutare il nemico.

Anonimo ha detto...

Gazprom taglia 30% gas a Bielorussia
(ANSA) - MOSCA, 22 giugno, 11:58

Gazprom, Lukashenko ordina chiusura transito
(ANSA) - MOSCA, 22 giugno, 12:51

siamo in ripresa.

Anonimo ha detto...

@ultimo moicano

".....sei un poveraccio da COMPATIRE"

vero sono povero, ho i soldi a sufficienza per il mese

"......NEGARE CHE SUL BLOG DI

CAPRETTA NON SI PARLI DELL'ATTACCO

NUCLEARE QUANDO E LI A DISPOSIZIONE

PPER CHI LO VUOLE LEGGERE...........

SIGNIFICA NEGARE LA REALTA'......."

ahahaha

negare la realta??? ahhaha
la realtà è che sei paranoico, dovresti pensare che si tratta di una eventuale possibilità, ma non della realtà...stai confondendo il livello...il blog/internet non è "la verità" semmai è uno strumento che ti consente di creare un sistema critico...

mi sto seriamente preoccupando per la tua salute...ma il 21 di giugno, come mi hai segnalato, in attesa dell'attacco nucleare ti sei nascosto in cantina?!?!?


"....SIGNIFICA ESERE UN FALSO....."

se penso in modo opposto al tuo sono falso?-----> allora per me va bene sono falso!

"....LASCIA PERDERE VATTENE CHE DI
TEMPO DA PERDERE CON QUELLI COME TE' NON NE HA PIU' NESSUNO......"

ma se si stanno facendo 4 risate tutti quanti...

"....COMUNQUE RIMANGO IN ATTESA
DI NOTIZIE DA CAPRETTA SUL PRESUNTO
ATTACCO POSTATO IN FEBBRAIO!!!!!!"

ahahah... non me ne voglia capretta, al quale do la mia massima stima per il lavoro e l'impegno fatto, ma aspettarsi notizie di un attacco nucleare dal blog...

mi permetto un consiglio spegni il computer, accendi il cervello e prenditi un po di aria

Anonimo

Anonimo ha detto...

bisogna trovare prima l'interruttore...

:-D

Anonimo ha detto...

@ Jobogan

Sarei d'accordo sul parlare della situazione reale, ma quanti sono interessati ad ascoltare la tua lettura della situazione e/o un consiglio?
Mi spiego: il quadro della crisi che uno ha è, in gran parte, frutto del proprio sentiment. I numeri e, soprattutto, la loro lettura, non è univoca e la gente è continuamente bombardata da "letture" fuorvianti.
Quindi anche se tu spieghi all'imprenditore che la crisi durerà, che è solo all'inizio, e che si svilupperà su linee abbastanza prevedibili, anche se non ne conosci tempi e numeri esatti, questo NON TI ASCOLTA.
Lui è convinto che le cose miglioreranno, lo vuole credere. L'essere umano è così. C'è un problema, oggettivo, di accettare una previsione negativa e organizzarsi di conseguenza. Capire i motivi del perchè succede così sarebbe interessante.
E' più di un anno che io, personalmente, do il consiglio di ridimensionae pesantemente l'azienda, ridurre il personale, rinunciare agli ordini che comportino più rischi, in termini di solvenza o altro, ecc. Ormai ho raggiunto una sorta di rassegnazione zen, nessuno ti ascolta, tutti continuano a ragionare con le vecchie logiche e si espongono sempre di più. A questo punto non posso che limitarmi a vedere il tutto svolgersi, come un film già conosciuto.. e le aziende falliscono. Penso che le cose non si possano cambiare, nel loro complesso, e che quello che deve succedere succederà.
Compreso l'aumento della povertà, l'indigenza, i fallimenti a catena, ecc.
A quel punto cosa ti serve avere le idee chiare... puoi solo andare short...
Fra

Anonimo ha detto...

volevo fare qui una piccola considerazione riguardo alla guerra sotterranea a cui sembra di assistere tra potere finanziario e potere industriale, tra il mondo angloamericano ed i tedeschi.
E' evidente che gli ultimi 20 anni almeno fino a fine 2008, hanno visto un schiacciante predominio della finanza sull'industria, che si è concretizzato almeno in europa con l'abbattimento dei confini tra gli Stati nonchè la cancellazione di tutte le regole a cui erano sottoposte le grandi imprese, pensando che la sola ricerca del profitto le avrebbe in qualche modo auto-regolate. Il fallimento di tutte le banche grandi banche americane ed alcune europee a fine 2008 ed il caso BP fanno capire che, se lasciate fare, le imprese "troppo grandi per fallire" diventano delle mine vaganti che possono mettere in pericolo le società. In questo quadro è da inserirsi la creazione dell'Europa, con a capo la Germania (la prossima elezione di Weber a capo della BCE sancirà questo primato al di là di ogni dubbio). Fino ad oggi la Germania si è indubbiamente avvantaggiata di questa unione, le sue merci sono state libere di viaggiare in tutta europa, e l'europa del Sud (i cosiddetti PIIGS) è stata trattata alla stregua di una colonia mentre l'Euro è rimasto forte garantendo i crediti tedeschi e assecondando la politica economica della Germania. Ma ora questa fase economica si è conclusa e da qui in avanti la Germania non avrà più niente da guadagnare da questa unione, non se il prezzo per non farla saltare saranno i soldi dei contribuenti tedeschi. E' a questo punto ironico constatare che il fatto di avere una Unione Europea, e quindi di non avere più necessità di uno Stato che ti difenda, ha dato il via a tutti i movimenti irredentisti, pensiamo al Belgio (prossimo alla secessione) ed all'Italia, altri ne verranno a breve. E l'ironia lascia il fatto all'ammirazione nel constatare che le parti più ricche di entrambi questi stati (i fiamminghi e la cosiddetta Padania), confluirebbero necessariamente dell'area di influenza tedesca una volta divisisi dai loro stati, esattamente come poco meno di 20 anni fa fece la Slovenia.
Che dire, ho idea che la Germania abbia giocato molto bene le proprie carte negli ultimi 20 anni, abbia assecondato la grande finanza che pensava di unire l'Europa per fare i suoi porci comodi, e la grande finanza fra poco si ritroverà con un'Europa molto più divisa di prima e molto più nazionalista, con una Germania ed il suo apparato industriale a farla da padroni. Chapeau. Ho idea che da qui alla fine del 2012 i giochi saranno conclusi, che l'Italia si ritroverà divisa esattamente come il Belgio e che l'Europa vera sarà molto più piccola ma più cazzuta di quella che conosciamo ora, ed il "nuovo euro" sarà pronto a sfidare il dollaro come moneta di riferimento per gli scambi mondiali. Ci avranno messo 70 anni ma alla fine i panzer tedeschi ho idea che ce la faranno a vincere la loro guerra...

Arsan

Anonimo ha detto...

@guru @Fra
Ringrazio per le vostre riflessioni un po' più di tutti i giorni e fa sollievo sentirsi ogni tanto meno soli.
Una crisi come questa mette spesso in dubbio anche le certezze più radicate ed è facile, ogni tanto, farsi prendere dallo sconforto.
Chi come me gestisce delle persone e che subisce ogni giorno il peso delle proprie responsabilità deve avere la forza di mantenere la propria lucidità e la consapevolezza delle proprie competenze e della propria professionalità.
La crisi può distruggere in un attimo quello che si ha ma mai ciò che si è.
La propria dignità e quella delle persone con cui si condividono gran parte delle giornate sono un bene prezioso e la rinuncia a combattere con tutte le proprie forze per non compromettere neanche un solo posto di lavoro credo sia il dovere di ogni imprenditore degno di questo nome.
Il dipendente non decide, sono nostre le scelte e nostre sono le responsabilità per quelle sbagliate.
Davvero pensate che la FIAT a Pomigliano riducendo le ore di assenze o recuperando la mezz'ora di pausa pranzo possa diventare competitiva?
Con la PANDA !
Con quella cifra la FIAT potrebbe pagare 5000 operai per 6 anni senza produrre un chiodo!.
E pensate davvero che la rinuncia ad alcuni diritti che certamente otterrà Marchionne resteranno rinchiusi nei cancelli di Pomigliano?
Mi dispiace, ma credo che i principi abbiano più valore dei quattrini e se fare l'imprenditore significa giocare al rialzo sulla pelle di 5000 persone allora, forse, non sono adatto...

Jobogan

Anonimo ha detto...

Attenzione ai mondiali, gioca Grecia vs Argentina.
Chi vincerà?

Default vs Default. La prossima sarà Islanda vs Italia?

Il PIL Italiano sembra essere inferiore a quello Spagnolo.

La terra sembra non preoccuparsene e continua a girare.


Mi sono incaprettato (non nel senso fisico).

Fede

Felice Capretta ha detto...

@ anonimo 5:06

non mi ricordo esattamente a cosa fai riferimento, se mi posti il link dell' "attacco nucleare" magari ti posso essere di aiuto?

forse ti riferisci ad

operazione blackjack?

ehm, non so come dirtelo, ma se leggi bene avevo scritto


Da qualche tempo il sito del Telegraph sta pubblicando a puntate una storia molto interessante che inizia proprio con un attentato terroristico nucleare a londra e in 6 città americane.

Abbiamo rimontato e tradotto per voi le prime 5 puntate. Le trovate qui sotto.

Specifica il Telegraph che i personaggi, gli eventi e i luoghi sono interamente di fantasia , diremmo in italiano che ogni riferimento a personaggi, eventi e luoghi esistenti è totalmente casuale.

Già.


interessante che il telegraph abbia pubblicato la storiella, che abbiamo tradotto e rilanciato.

notevole anche che abbiano scelto il 21 giugno, solstizio d'estate.

Eppure non capisco dove c'era una previsione....(mah?)

saluti felici

Felice

Felice Capretta ha detto...

(mi riferivo naturalmente all'anonimo 4.06 :-)

Anonimo ha detto...

x anonimo......finalmente..........

l'hai capoto anche tu'............

INFATTI LO RIBADISCI...............

..SEI UN FALSO....................

..MA TI COMPATISCO................

..POICHE' SEI SCHIAVO DELLA TUA FALSITA' ...LA VERITA' RENDE LIBERI....

Anonimo ha detto...

X CAPRETTA......SE QUELLO CHE HAI

POSTATO E' UNA "BALLA"...........

CHE SIA TUA O DEL THELEGRAF.......

POCO IMPORTA......QUELLO CHE

IMPORTA E' CHE ..........

..LA VERITA' RENDE LIBERI.......

...CIAO CIAO CAPRETTA .

.L'ULTIMO DEI MOICANI