lunedì 31 agosto 2009

Skyeurope addio + Le aziende che oggi non riaprono

Segnalato da un affezionato (molto!) lettore che ringraziamo di cuore, visto su bloglavoro.com a questo indirizzo.


Purtroppo molti, tornando dalle ferie o dopo un mese di attesa forzata nella calura delle città, si troveranno con una pessima notizia, nonostante tutti i proclami di positività da parte di Confindustria e dell’attuale Governo.

La realtà dei fatti è che queste aziende riportate di seguito sono tra le maggiori in Italia. E sono tutte avviate alla chiusura.

Parliamo di dati concreti, non di dati generici:

* Ideal Standard di Belluno e Pordenone: 250 esuberi più altri in arrivo, già annunciati

* Safilo, stabilimenti friulani: altri 500 posti a rischio, più quelli già in cassa integrazione da tempo.

* Carraro di Campodarsego: 650 in cassa integrazione.

* Marzotto di Portogruaro: 250 in contratto di solidarietà da due anni, in scadenza

* Myair di Vicenza: 250 licenziamenti in arrivo.

* Merloni di Fabriano e Nocera Umbra: 3000 dipendenti in attesa che qualcuno compri la fabbrica in ammnistrazione controllata.

* Cablelettra e Cablelettra Sud: 400 licenziati negli ultimi 3 anni, 300 già in mobilità, circa 200 in cigo a rotazione, l’azienda in amministrazione controllata da agosto 2009, è in attesa di commesse nel settore auto.

* Manuli Rubber di Ascoli Piceno: altri 375 messi in mobilità.

* Roccatura di Russotto a Prato sotto sfratto, per ora è stato salvato dalla solidarietà degli altri terzisti che hanno bloccato l’ufficiale giudiziario.

* Radicifil di Pistoia: 140 che dovevano entrare in cassa integrazione a rotazione e invece non torneranno al lavoro, licenziati per ‘eventi improvvisi’ molto poco chiari

* Delphi di Livorno: 400 lavoratori a casa, confermata la chiusura.

* Siderurgico di Taranto: dopo le ferie forzate per i 3 mila dell’Ilva, si rientra in pochi, con 6500 in cassa integrazione.

* Petrolchimico di Porto Torres: l’Eni chiude il petrolchimico, a rischio certo i 900 lavoratori addetti oltre ad altri 800 occupati nell’ indotto.



Nel frattempo SkyEurope è fallita e i media italiani se ne sono accorti solo perchè alcuni italiani sono rimasti a terra in Slovacchia.


Screenshot del sito a futura memoria.




Sul fronte occupazione, in Germania si registra un effimero aumento degli occupati ad Agosto pari a 1000 unità, praticamente il numero di posti di lavoro resta stabile, mentre in tutta la zona euro la disoccupazione marca il nuovo record dal 1999 al 9,6% (da swissinfo).


Saluti felici

Felice Capretta

53 commenti:

Anonimo ha detto...

Incredibile a dirsi ma anche nel sito del Ministero del Lavoro si trova una corposa rassegna stampa sulle aziende in crisi...

http://rassegna.lavoro.gov.it/rassegna/rassegna.asp
(cercate 'LA CRISI NEI TERRITORI' è la sezione in fondo alla pagina)

Solo oggi ci sono più di 90 articolo pubblicati! a scorrere velocemente i titoli c'è da mettersi le mani nei capelli...

Marcello

Anonimo ha detto...

Faccio una precisazione al commento precedente:
-per vedere la lista completa degli articoli, una volta aperto il link http://rassegna.lavoro.gov.it/rassegna/rassegna.asp, occorre cliccare nel menu a sinistra 'LA CRISI NEI TERRITORI'...faccio notare come la maggior parte siano articoli di giornali locali...

Marcello

Anonimo ha detto...

lascio a Voi i commenti...

http://www.ansa.it/opencms/export/site/visualizza_fdg.html_1648926387.html

Tommy Angelo ha detto...

Ed pensare che ho preso la Skyeurope così tante volte per andare a Est.

Anzi, il mio primo volo è stato proprio con la Skyeurope, un bielica che si è fatto tutto il tragitto in mezzo alle nubi di un temporale, praticamente abbiamo sballonzolato per tutto il tempo.

Io la odio questa crisi.

Anonimo ha detto...

un saluto a tutti.
un saluto a felice,

sono finite le ferie e siamo tornati a lavorare.
la situazione economica , purtroppo, è diversa da quella decantata da draghi e dai ns vari politici.
la situazione è più critica rispetto al periodo antecedente le ferie.
ho letto il discorso di draghi, possono essere belle parole, ma sono vuote , come lo è lui; sono vuote per il semplice fatto, che, secondo lui, per uscire in fretta dalla crisi, è necessario allungare l' età pensinabile.
ma mi chiedo, perchè l' età pensionabile si deve allungare.

in questi giorni, abbiamo avuto modo di vedere che l' asta dei bot, è stata esaurita.
al tasso creditore 0.8%.
a mio giudizio, è un finanziamento alle banche.
infatti sono stati gli istituti di credito ad acquistare tali titoli.
qualche cittadino, poco attento, che aveva investito in questi titoli, stamane è andato in banca a protestare, in quanto, dovendo pagare le commissioni e i bolli, si è accordo di aver fatto un investimento in perdita.
ma anche questo è vita.

approfitto per fare una considerazione, in quanto tutti questi avvenimenti, cosi come l' influenza suina, ci devono indurre a capire che non dobbiamo farci influenzare dalla politica, da chi governa, in quanto non amano la gente.

ancora, sono certo, che tanti di noi, sono a conoscenza sul fatto che la bce, questo mese ritira dal mercato oltre 230 miliardi di euro, in quanto c'è troppa moneta in circolazione.
visto che è solo carta stampata, perchè non aiutare le famiglie e gli operai , che perdono il lavoro.
come si vede, non è problema di soldi, ma solo sete di potere.
in ogni caso, il ns futuro sarà il risultato delle ns scelte.
perchè la ns società sta peggiorando;
perchè l' uomo muore?
tutto succede perchè non si ha la forza ( o meglio volontà reale) di cambiare.
così come abbiamo creato questa realtà , allo stesso modo, possiamo modificarla e realizzare una nuova realtà , dove l' essere umano è libero e sovrano.
purtroppo, devo riconoscere, che ad oggi, l' essere umano, non è ancora pronto ad essere libero e sovrano, in quanto ancora dominato da sentimenti di paura e di mancanza.
comunque, è solo questione di tempo.
ogniuno di noi, ha i suoi tempi, le propie battaglie da vincere.
con affetto
franco

Anonimo ha detto...

@Yuma
ti ringrazio per l'articolo che mi hai postato, l'ho trovato molto interessante.
nonostante la mia apparente diffidenza verso certi temi sto progettando da ormai un anno qualcosa di simile a quanto scrive Pallante e spero di passare alla fase realizzativa nel prossimo mese o due.
Ho deciso di spostare la mia attenzione su qualcosa che sia concreto e che possa offrire un'alternativa per chi lo desidera.
In questo momento , come molti credo, sento stanchezza e forse anche un pò di rabbia verso questa decadenza che non riguarda solo l'economia, è la decadenza dell'architettura..la cui massima espressione sono i centri commerciali, i parcheggi, ecomostri-palazzine tutte uguali, i grattacieli che ti fan venir voglia di volger lo sguardo altrove..la decadenza della musica mercificata e venduta un tot al chilo..la decadenza dell'arte che nessuno capisce ma che abbellisce il salotto.
Scusate lo sfogo..ci hanno rubato la Bellezza e la Vita sotto i nostri stessi occhi.
Che Dio li stramaledica.

De

Goodlights ha detto...

@franco

bentornato!
leggerti è sempre un piacere e le tue parole sono motivo di riflessione per tutti noi.



@de

siamo noi che lo abbiamo permesso, inseguendo la via del denaro e del potere anzichè quella dello spirito.

pensa però a quanto siamo fortunati in questo periodo storico:

ci viene data la possibilità di cambiare le cose e di renderle migliori.

approfittiamone invece di avere paura e di continuare a lagnarci!



@tommyangelo

se puoi, non odiarla, ma ringraziala per l'enorme possibilità che ci sta dando
:-)


un abbraccio a tutti voi!
Goodlights

prof samy ha detto...

@goodlights

carissima, i tuoi scritti sono ricchi di interessanti spunti e si "sente" che dici ciò che hai nel cuore.

complimenti per la bella persona che sei.

affettuosamente!
la prof samy
(in fondo mi piace come mi ha ribattezzata il nostro amico che ama prendersela spesso con le donne)
;-)

Anonimo ha detto...

prova ad averne tre in casa + una domestica,
altre tre o quattro al lavoro
e ancora tre (caratteriali) fra i familiari più assidui!

Anonimo ha detto...

ah... la gatta

prof samy ha detto...

@re gilardino

posso capire che sia dura
:-)

prof samy

Vitamin Z ha detto...

Off topic (ora della battuta):

Premesso che a mio parere TUTTI i partiti politici sono giunti ormai (impotenti) al capolinea (e personalmente non ho alcun orientamento in merito), Vi vorrei raccontare una battuta, molto simpatica, ascoltata x caso in un luogo pubblico:

"PD = come è stata trasformata la sigla di un partito politico nelle iniziali di una bestemmia...!"

Cheese, please...

Goodlights ha detto...

@vitaminZ

:-)))

Goodlights

Anonimo ha detto...

Un saluto a tutti

@anche per franco
a proposito dell' asta dei bot...
Domenico De Simone dal suo sito
http://nuovaeconomia.blogosfere.it/2009/08/aiuto-si-sono-sgonfiati-i-bot.html

linka
un articolo di repubblica
http://www.repubblica.it/2009/07/sezioni/economia/bot-calo/bot-record-negativo/bot-record-negativo.html

da cui estraggo un periodo:
- Gran parte dei 20 miliardi richiesti dal mercato in Bot e Ctz andranno nelle tesorerie delle banche che investono in titoli di Stato la grande liquidità messa a disposizione dalle banche centrali. -

LUCA458 ha detto...

Aggiungerei anche il gruppo Mariella Burani di Reggio Emilia le cui azioni sono state sospese a tempo indeterminato a fronte dei risulati estremamente negativi del semestre (2.000 dipendenti circa).. e avanti.. e naturalmente nessuno ne parla se non i tg regionali..

saluti a tutti e un grazie a Felice per esserci e per dedicare il suo tempo alla libera informazione

Anonimo ha detto...

e tutti i precari della scuola ?
Massimo

Anonimo ha detto...

un grazie di cuore ad Anonimo 9.36 che mi ha permesso di ritrovare un vecchio amico che ricercavo da anni.

Sembra incredibile ma neanche da internet ero riuscito a raggiungerlo.

Leggetelo, è un grande (anche se gli piace volare...) ma a chi non piacerebbe volare?

Anonimo ha detto...

@sami
:-)

Anonimo ha detto...

()=()
U
---

yuma ha detto...

da Swissinfo.ch
mini lezione di economia di base( che possa prima o poi servire anche a noi?)

Capre in prestito

A volte basta una capra per ridare la speranza

L'idea è semplice ed efficace.

Mado acquista una capra e un capretto che presta a una famiglia, principalmente donne sole con figli a carico.

Per tre anni la donna si occupa degli animali e trae profitto da questo mini-allevamento, ossia dal latte prodotto e dai nuovi capretti.

Una volta finito il prestito, deve riconsegnare a Mado una capra e un capretto.

"Se una capra è ben nutrita produce fino a tre litri di latte al giorno, senza contare il latte per i suoi piccoli. Un litro di latte è venduto per circa 2 franchi e cinquanta, una somma che permette di acquistare due chili di riso.

I capretti maschi sono invece ingrassati e poi rivenduti", spiega Mado

Ad Atar quattro capre bastano per vivere", spiega Mado.

"Il rischio è che la capra finisca subito in pentola,(brrr!!n.d.r.) per questo è necessario sorvegliare.

Oggi, però, le donne sanno molto bene come sono fatta.

Se qualcosa non funziona riprendo subito la capra".

che ne dite..la nostra è una grande capra.

Si può fare? Felice sei disponibile?

La Mauritania non è poi così male d'inverno.. e poi come vedi...rischio zero !

Anonimo ha detto...

che bello sarebbe non poter più viaggiare

Anonimo ha detto...

Pensieri a ruota libera.
A volte credo che questa crisi epocale non sia altro che la vera fine della storia. Come quella pronosticata agli inizi degli anni 90. Il capitalismo ha vinto come a volte vince una malattia mortale su un corpo vivente - che in questo caso è il mondo o quello che ne rimane. Se guardiamo al sistema mondiale con un certo distacco vediamo che un miliardo di persone se la passano più o meno bene, 3 miliardi più o meno male e altri 3 miliardi più o meno malissimo. La questione è che il sistema che l'uomo ha creato funziona solo se si mantengono questi rapporti costantemente inalterati a livello globale. Ora questo livello globale sta lentamente adattandosi al livello locale passando per tutti i suoi stadi (continentale, nazionale, regionale, provinciale). E' l'effetto della globalizzazione. Il livellamento globale dello status quo. Il capitalismo che ci ha permesso di arricchirci (in senso generico) alle spalle del terzo mondo non riesce a controstare il nuovo capitalismo che viene da quei paesi in fase di sviluppo con energie e popolazioni molto più temprate di noi. E allora ecco il declino, che poi non è un declino ma solo un pareggiamento dei conti. Noi torneremo tre passi indietro e in Asia e Sud America un mezzo passettino avanti. Certo, sono pensieri a ruota libera, ma voi come la pensate? Credete veramente che questa ineguaglianza planetaria riesca a reggere anora a lungo?
saluti
Markus68

FelixTheCat ha detto...

@ Markus68

Condivido in toto. Finalmente.
Però non è la fine della storia, è la storia dell'uomo "in progress". Terribile e affascinante al tempo stesso.

Alla tua domanda finale rispondo:

sì, ineguaglianze sempre più marcate (+"lacrime e sangue per noi") e spostamento degli equilibri da occidente a oriente.
Ritengo sia una evidenza quasi banale per come stanno procedendo le cose e "giustamente" inevitabile.

L'occidente (USA in primis e stati vassalli) potrà tentare tutti i suoi pericolosi colpi di coda a destra e a manca ancora per un po' (diversi anni) ma il suo destino è segnato.

Il mondo futuro sarà un capitalismo che avrà come leader indiscussi gli occhi a mandorla cinesi (+Stati alleati) e (per come li conosco) ne hanno tutto il diritto. E' una cultura plurimillenaria straordinaria con la quale l'Italia ha un potenziale rapporto particolarmente privilegiato per svariati motivi (adorano la nostra cultura più di noi stessi).
Se ci giochiamo bene le nostre carte noi italiani abbiamo con loro in futuro molte più chances di quanto molti ancora neanche immaginano. So di cosa parlo... ;-)

Dovremo riparlarne ...

Ciao e complimenti per la visione globale dei tuoi... "pensieri a ruota libera". ;-)

yuma ha detto...

Vi posto un pezzo tratto da Soldionline ilsussidiario.net

In realtà come una buona notizia si puà trasformare in una brutta notizia.
Ma poi...non si diceva che comunque mai e poi mai il fotovoltaico avrebbe potuto soddisfare anche solo in parte il fabbisogno energetico e che stava in piedi solo grazie alle sovvenzioni? Mah!Che i cinesi abbiano capito qualcosa che ancora noi non capiamo?

la notizia

in Cina, la vecchia dipendenza dai combustibili fossili sta per essere battuta con passi da gigante che noi, sonnolenta Europa ma anche l’America, nemmeno immaginiamo.

Pechino sta infatti “scappando” verso il traguardo dell’energia verde come fonte primaria, conquistando il primo posto per quanto riguarda il tasso di conversione del fotovoltaico salito al 15,6% del totale energetico, ma i tre giganti del settore - Suntech Power, Trina e Yingling - intendono arrivare a quota ancora superiore entro il 2012, anno in cui si intende abbattere del 70% il costo di un watt grazie alle nuove tecnologie basate sull’utilizzo di cadmio telluride.

Inoltre, entro il 2020 nasceranno nuove turbine eoliche per il controvalore energetico di 100 gigawatts

Insomma, la Cina ha trovato il modo di investire le proprie riserve e la propria manbassa di commodities - soprattutto metalli preziosi e scientificamente strategici - per spezzare il nodo che la lega all’oro nero, alle sue fluttuazioni speculative e alla dipendenza unica.

Se andrà avanti di questo passo diverrà davvero il gigante in grado di dominare il mondo: indicizza già i commerci nella sua moneta con tutti i paesi dell’Asia - tranne il Giappone -, si prepara a mettere con le spalle al muro gli Usa rispetto alla gestione del loro debito e ora si lancia sul mercato strategico delle energie alternative dicendo addio a possibili ricatti di Opec, Russia e speculatori di ogni razza e paese.

«Un gran numero di produttori tedeschi di cellule solari e moduli solari non sopravviverà». E parliamo di un indotto che dà lavoro a 75mila persone e poco tempo fa era leader al mondo. La Q-Cells sta già tagliando le linee di produzione e 500 licenziamenti sono già stati annunciati a Thalheim, vista la scelta di spostare gli impianti in Asia: detto fatto la sempre previdente e rapida Goldman Sachs ha infilato il titolo della compagnia nella lista della “convinction sell”, quelle da vendere subito.


@ markus68

in realtà è solo la Storia che si ripete,solo che stavolta noi saremo dall'altra parte della barricata,ma ha ragione Felix, noi siamo un popolo di saltinbanchi

Anonimo ha detto...

un saluto a tutti.
@ Goodlights
un saluto anche a te.
buona giornata.

durante le ferie, ho avuto l' occasione di incontrare un vecchio amico, attualmente deputato.
abbiamo parlato di vari argomenti, tra cui il problema energetico.
mentre lui, appoggia, la scelta di berlusconi, io non la condivido.
ho fatto notare il fatto che la politica vive nel passato, ripropone sempre il vecchio, ci ripropone petrolio e nucleare.
non riusciamo a cambiare, purtroppo.

ho insistito sul fatto di investire in un centro di ricerche, con scienziati capaci, finalizzati a portare avanti le scoperte di tesla.
potremmo avere un futuro migliore, senza dipendenze.
se la ricerca viene intrapresa, prima o poi i risultati arriveranno.
invece la politica non ci sente; non conosce.
ho letto sulla iniziativa della cina che investe sull' eolico.
loro, ancora sono un popolo sovrano, e , sopratutto, non hanno il partito dei verdi.
un abbraccio
franco

Taoista ha detto...

no , l'ineguaglianza planetaria non potrà durare ancora a lungo . ed è anche giusto . A meno di ricorsi alla forza, peraltro di esito non scontato viste le forze in campo .



sono stato in vacanza e chiacchierando un po' mi sono reso conto che la crisi si materializza con le modalità con cui siamo abituati ( non tutti per fortuna ) a ragionare : individualmente . cioè la crisi In primis è tale solo se tocca la mia azienda , il mio posto di lavoro . Altrimenti no , forse è anche benvenuta perchè costringe il mio vicino a comprare un'auto meno bella della mia . In seconda battuta è comunque un accidente temporaneo , dato che ci sono le cd "protezioni sociali" , i contratti di lavoro "intangibili", i diritti acquisiti .
So di attirarmi le antipatie di molti ma ragionare per diritti intangibili quando c'è gente a spasso cui questi non sono riconosciuti non mi pare dignitoso ( vorrei dire altro ma tratteniamoci ) . Ma si fa ......
la Costituzione sancisce ,all'art3 , il principio di eguaglianza . non sempre si può fare ma per il lavoro supporrei di si .

quindi , per quello che ho visto io : percezione quantomai individualistica della crisi . la crisi esiste solo se il mio lavoro è in discussione e comunque , nel caso , spetta agli altri aiutarmi ....... ( tengo famiglia IO !!!!)

saluti

taoista

Ps. notizie delle "onde anomale" .... ???? :-)

FelixTheCat ha detto...

@ Taoista

Dici:

"no , l'ineguaglianza planetaria non potrà durare ancora a lungo . ed è anche giusto."

Cosa intendi dire?

"A meno di ricorsi alla forza, peraltro di esito non scontato viste le forze in campo."

Cosa intendi dire?

Se puoi, mi farebbe piacere capirne il senso; tanto più che il quadro che tratteggi subito dopo (e con il quale concordo totalmente) parrebbe in contraddizione con le due affermazioni di cui sopra.
Così, solo per capire... niente di più.

Un salutone :-)

FelixTheCat ha detto...

@ Yuma

Ben riportato! CVD... ;-)

Quello cinese è un grande straordinario popolo che non conosce limiti invalicabili.

Finalmente gli yankee possono a buon diritto parlare di pericolo giallo... solo con una piccola differenza rispetto agli anni "60... non è più un pericolo, è una certezza che li relegherà finalmente a ombre della Storia.

Con una non trascurabile differenza: i cinesi lo faranno con il sorriso sulle labbra e senza bombardare o sparare un solo colpo! E se vi sembra poco... :-D

Nel frattempo, noi "saltimbanchi" ( espressione un po' troppo ingenerosa verso noi stessi ma vera per molti aspetti) abbiamo da scambiare arte, cultura, prodotti alimentari di eccellenza,
luoghi unici al mondo e non ultima un'inventiva progettuale e imprenditoriale (se non ce la perdiamo tot.te per strada) che può dare ancora molto.

Insomma siamo, noi e loro, due antiche culture millenarie che si incontrano e che credo si apprezzeranno sempre di più.

Ovviamente sempre che i nostri concittadini "saltimbanchi" avranno la forza (e io sono ottimista) di risvegliarsi dall'obnubilazione della paccottiglia yankee trangugiata a forza in questi ultimi 60 anni.

Sicuramente in futuro, quelli che oggi spandono alterigia e disprezzo verso la Cina e il suo infaticabile popolo, già me li immagino....

...sì, già li vedo implorare il chirurgo plastico di turno di fargli gli occhi a mandorla in onore del nuovo mandarino. :-)))

Comunque andranno le cose, sarà in ogni caso un bel salto di qualità rispetto al presente...

Poi che dire, chi vivrà vedrà.

Saluti a mandorla :-D

Felice Capretta ha detto...

@Yuma

Mi hai fregato, era un post buono per tutte le stagioni che avevo già preparato per i tempi di magra :- ) )

Comunque è un bellissimo progetto, non trovi?

Gmarco ha detto...

Vi inserisco un interessante link di Repubblica sul drammatico problema dei precari della scuola
In questo caso la sorpresa del mancato posto arriva dal settore pubblico
http://kataweb-ilcaso.temi.kataweb.it/2009/09/01/scuola-precari-in-rivolta-proteste-in-tutta-italia/

Noel ha detto...

@FelixtheCat
Lungi da me passare per razzista o simili, ma io non vedo la Cina come questo mitico popolo da cui prendere esempio e sperare che diventino la locomotiva del mondo.
Se ne sbattono dell'inquinamento, dei diritti umani e mangiano qualsiasi cosa si muove su questo pianeta. sì, avranno una cultura millenaria ma non voglio assolutamente assomigliare a loro per come sono oggi.
Occhio, questo non vuol dire che ammiro il nostro sistema occidentale ;)

@Taoista
Purtroppo la Costituzione Italiana è giornalmente calpestata e non attuata. Per essere un grande Paese basterebbe solo attuarla in ogni suo punto

yuma ha detto...

@ Felice

spiacente...di averti spiazzato;-)

puoi sempre commentare le tue esperienze in Mauritania nel caso (eh,eh,eh!)

Certo , bellissimo progetto,specialmente alla luce delle nuove tecnologie che verranno ad essere scoperte a riguardo.
E te lo dice uno che ha un impianto da 7,5 kw e gode come riccio ogni volta che c'è il sole. ( specialmente alla luce degli incentivi,vergognosi peraltro, ma non solo per quello )

Taoista ha detto...

@ Felix

intendo che piano piano ci sarà un livellamento , per i paesi che producono , intendo . per noi sarà al ribasso , per gli altri verso l'alto .
Poi io sono dell'idea che le competenze vadano retribuite , su questo non ci piove . Ma fino ad un certo punto s'intende . E competenze vere , non fittizie .

Credo che quando si percepisce che le guerre commerciali si iniziano a perdere ( e l'occidente la sta iniziando a perdere ) , se si hanno i mezzi e prima di andare in fallimento , si cerca di spostare il confronto sul piano militare .

questo intendevo . ;-)

la Cina è un paese stupendo , con culture millenarie , filosofie affascinati , tipo il taoismo :-))) . Non penso le grandi metropoli quanto le aree agricole , almeno così mi hanno detto . Nelle metropoli i cinesi stanno subendo un precesso di "despiritualizzazione" simile a quello che abbiamo subito noi ....

non peno che in Italia esistano sapienzialità come in Cina e se ci sono , son renute ben celate .....

saluti apicoli

taoista

Bloglavoro ha detto...

Grazie di aver dato spazio alla segnalazione delle aziende che stanno chiudendo. I giornali non lo fanno, è importante che almeno le voci libere online offrano un panorama quanto più possibile completo della situazione!

Complimenti per il blog, che non conoscevamo e ora abbiamo linkato.

FelixTheCat ha detto...

@ Noel

Ti capisco e hai ragione su tutti i punti toccati... ma non fermarti alla superficie. Capisco che solo capirli è un'impresa titanica e quasi impossibile ma il segreto è un altro e quello di sempre tra umani: bisogna amarli e rispettarli per come sono. Poi, quando meno te lo aspetti sono capaci di riservare sorprese e cambi di fronte che neanche ci sogniamo.

Assomigliargli dici?
Neanche per idea! Sarebbe impossibile e comunque sbagliato.

Ogni popolo (e noi per primi) deve essere se stesso. Noi dobbiamo solo fare tesoro della nostra antica storia e parte migliore (ci riusciremo?!?). Con ritrovato e rinnovato orgoglio se possibile.
Solo così nascerà rispetto e collaborazione costruttiva nelle reciproche diversità.

Diversamente, saremo finiti e ci meriteremo il giusto disinteresse degli altri...

Saluti autoctoni :-D

FelixTheCat ha detto...

@ Taoista

Sei stato chiarissimo come un cielo d'estate sempre blu... ;-)

Concordo in toto.

Per le "sapienzialità" nascoste vedrai che nel momento del bisogno verranno fuori, eccome se verranno fuori! Il resto andrà dritto dritto nei cassonetti per cessazione dei motivi che lo alimentano. Non sarà un processo indolore e rapido ma è nella natura delle cose...
... almeno questo è quanto mi dice l'esperienza, poi tutto è possibile perché le variabili in gioco al momento sono innumerevoli e parecchie deviazioni pilotate faranno il loro sporco lavoro.

Saluti in sintonia... ;-)

_________
p.s. O.T.
Come è andata con le trappole per calabroni?
E l'ape regina?
Si fa onore o per il caldo ripete "Se non hanno il pane date loro le brioches" ? :-)))))

Goodlights ha detto...

@felix
"il segreto è un altro e quello di sempre tra umani: bisogna amarli e rispettarli per come sono. Poi, quando meno te lo aspetti sono capaci di riservare sorprese e cambi di fronte che neanche ci sogniamo."

in sintesi:

NON AVERE MAI ASPETTATIVE, così tutto quello che arriva è in più e non potrai che gioirne
;-)

un abbraccio gattaccio!
Goodlights

Goodlights ha detto...

ps OT:
al limite dirà:
"se non hanno il miele, dategli la pappa reale!"
:-)))

FelixTheCat ha detto...

@ Goodlights

"NON AVERE MAI ASPETTATIVE, così tutto quello che arriva è in più e non potrai che gioirne"
Già, questa E' saggezza...
Da non confondersi col non avere obiettivi e sogni. Lo dico pro domo quelli (e ce ne sono) che fanno confusione... ;-)

O.T.

"se non hanno il miele, dategli la pappa reale!"
:)))

Bisio testimonial ti direbbe:
ironica e... argutaaa!

Ciao bau etc etc & etc... :D

p.s.
Felice ha fatto il suo dovere?
Capisc'ammè... ;-)

Taoista ha detto...

e soprattutto

fai in modo che altri non ne abbiano su di te ( aspettative intendo ) . Le aspettative altrui , se prese in considerazione , hanno un alto potere inibente .

quanto alle sapienzialità : speriamo vengano fuori presto . io ho cercato e cercato ma ho trovato ben poco se non il solito "porgi l'altra guancia " ( non si offenda nessuno eh... ) . non sapete quanto quanto mi piacerebbe cambiare nick .......

OT apistico .

calabroni ne ho presi pochi . alcuni perfino schiacciati con le mani . comunque, come cacciatori di api sono ancora dei dilettanti , per fortuna . In compenso la primavera prossima darò la caccia alle "fondatrici" perchè combattere adesso i calabroni "operaie" non ha alcun senso se non in prospettiva di mero contenimento .

Le regine vanno , la selezione ( seppur molto umile , dato il non cospicuo patrimonio genetico di partenza ) comincia a dare i suoi frutti . le selezionate hanno dato rese maggiori ( in un caso del 100% sul castagno ) rispetto alle non selezionate . non è che mi piaccia molto fare il dio degli insetti e decidere che si riproduce e chi no , ma preferisco così piuttosto che sottoporre le mie amiche ad altre "pratiche" ( alcune peraltro pure illegali) . sto scommettendo molto sulla ligustica , ape italiana per eccellenza , un poco passata di moda ...... ape molto molto se confrontata con pari di altre specie . purtroppo , specialmente dalle mie parti la selezione è stata affidata alla natura .... e la natura seleziona soprattutto sciamatura e aggressività. sarebbe lunga ma la finisco qui :-)))))
per le brioches nessun problema , le sto nutrendo io alla sera :-)))) zucchero "invertito", acqua e una miscela di erbe officinali .....
gli amici li tratto bene io .... :-)

saluti ligustici


taoista

Goodlights ha detto...

@felix

ha provveduto or ora
;-)))

Anonimo ha detto...

Gentili signori cosa ne dite di questo movimento ?


http://www.impresecheresistono.org/documenti/documento%20di%20proposta%2012.06.09%20Impresecheresistono.pdf


Simbetto

Anonimo ha detto...

Purtroppo la Cina è diventata anche questo:
http://www.disinformazione.it/made_china.htm

Anonimo ha detto...

@Taoista

Mi spiace ma non concordo sulla tua visione splendida della cina: storia millenaria e alcuni aspetti magnifici si .... ma non per chi ci vive e in particolare se ti capita di essere donna ....


qualche esempio ....

http://magazine.liquida.it/2009/04/29/legge-del-figlio-unico-in-cina-a-rimetterci-soprattutto-le-donne/

http://www.nytimes.com/2009/04/11/world/asia/11china.html?_r=1&ref=global-home


http://it.peacereporter.net/articolo/393/Troppo+difficile+essere+donne+in+Cina

B!

Anonimo ha detto...

riposto i link ... si sono persi dei pezzi ... scusate :-P

B!

http://www.nytimes.com/2009/04/11/world/asia/11china.html?_r=1&ref=global-home

http://it.peacereporter.net/articolo/393/Troppo+difficile+essere+donne+in+Cina

Corrado ha detto...

la Cina ha un'economia fondata sullo schiavismo.... versione moderna, ma più crudele, del sistema Vodka-Cola...ricordate gli accordi di collaborazione finaziaria tra EST_OVEST, al tempo dell'Unione Sovietica....
se volete la possiamo chiamiare GINSEN-COLA.....

Tratto da disinformazione
Made in China, orrori dietro un’etichetta
Angelo Calianno – tratto da Senza Codice http://senzacodice.blog.co.uk

Spesso quando cerchiamo di spiegare e di spiegarci il basso costo di tutta la merce proveniente dalla Cina, come scarpe, occhiali, vestiti, giocattoli, ci accontentiamo delle semplici risposte date dai media: ore di lavoro raddoppiate rispetto agli operai Italiani, sfruttamento del lavoro minorile, salari minimi; purtroppo però, non è tutto qui, dietro i costi abbattuti del “Made in China” ci sono storie di torture, omicidi, espianti e traffici d’organi illegali ed abusi contro la dignità umana che riguardano milioni di persone, dietro tutto questo c’è la storia dei Laogai....


I Laogai sono dei veri e propri campi di concentramento sui cui si basa il sistema carcerario cinese, il campo al suo interno racchiude diverse sezioni, ma non è solo una semplice galera......

Taoista ha detto...

@B
io parlavo degli aspetti su cui sei d'accordo pure tu .

nel Tao femminile e maschile sono e debbono essere in equilibrio altrimenti si è fuori strada . E' tutto fuorchè una filosofia maschilista . che poi i taosti veri siano tutt'altro che simpatici è altro discorso ......

saluti

taoista

FelixTheCat ha detto...

@ B! e Corrado

Fate bene a ricordare ciò che si sa da tempo, dico davvero!

Da quel che mi pare di leggere tra le solite righe però è che il resto del mondo è un esempio di virtù, diritti rispettati e democratica armonia. O no?!?

Voi a questo punto mi direte: "...certo che no, che diamine! Non l'abbiamo mai pensato, si sta parlando della Cina e quindi perché farci entrare il resto del pianeta terra!"

Bene, ma se partiamo da una semplicissima e lapalissiana tragica constatazione che la vita dell'uomo è per la gran parte dei suoi componenti un inferno allucinante di "sangre y mierda" perché stiamo sempre lì a sottilizzare quanto sono "barbari" quelli di turno e mai tutti gli altri o noi stessi, (salvo rare eccezioni) ?!?

Ogni volta che si parla degli USA si dovrebbero ricordare e puntualizzare tomi di crimini inimmaginabili. Vogliamo farlo?

Ogni volta che si parla dei russi, pure. Idem per i crimini commessi in India dagli inglesi. Vogliamo parlare dei boeri? E i jap. come andiamo con i jap? Su ditemi, sparate un etnia, popolo Stato a casaccio e parliamone. E vediamo quanto conosciamo dell'"l'Uomo Sapiens Sapiens" e del suo "recente" passato e presente in fieri.

Ogni volta che si parla di Italia si dovrebbero ricordare le migliaia di morti sul lavoro (schiavismo no grazie?) o le organizzazioni criminali ufficiali che "torturano" vite da mane a sera da centinaia di anni. Anche qui un altro tomo pallosissimo di tragedie e soprusi a strati e ancora belli che intonsi.

Potrei continuare per ore e messo tutto insieme ne ricaveremmo la realtà del nostro presente.

Dobbiamo farcene una ragione e partire da qui. Complessivamente il quadro che ne deriva è semplicemente una sconsolante constatazione: l'uomo "moderno" ha solo cominciato i primi passi di affrancamento dall'età della pietra.

Capite cosa voglio dire?
Non giustifico i crimini da voi ricordati, sarei un cretino e un disonesto. Mi danno il voltastomaco. Punto.

Quando parlavo di un popolo straordinario per cultura e quant'altro mi riferivo ad una civiltà nel suo complesso o, se preferite, ad un "popolino" di soli 1.300.000.000 abitanti (per difetto) con il quale si può collaborare (lo stiamo già facendo da anni e proficuamente!), rispettandoci vicendevolmente, imparare, scambiare conoscenza per crescere tutti senza per questo ogni 2 per 3 ingerire nei tragici caxxi loro!

Se loro facessero da mane a sera lo stesso con noi voi che pensereste o direste?

Potrei continuare per ore ed ore fino a sfinirvi di esempi inconfutabili a tutto campo ma mi fermo qui. La mia amigdala stasera comincia a fare le bizze... ;-))

Senza offesa. Davvero.
E' solo la mia opinione detta con decisione per spronare tutti noi a guardare "OLTRE". Come titola argutamente un blogger: semplicemente "pensare in profondo" o sforzarsi un po' di più quando si trattano temi così ampi e difficili. Niente di più, niente di meno.

Saluti controllati
(in extremis) ;-)


__________

@ Felice
p.s.

Hai visto, mi sono trattenuto in tempo. Dopo i tuoi saggi consigli sto decisamente migliorando il controllo della mia parte felina incaxxosa, non credi?
:-)))

Felice Capretta ha detto...

@ felix

> pensare in profondo

come scriveva questa sera un amico nel suo messaggio personale di skype:

pensare è una cosa utile, e ci distingue dalle lenticchie.

:-)

comunque secondo me la tua indole felina andrebbe daccordo con l'utente B!...percezioni caprine.

saluti felici

Felice

FelixTheCat ha detto...

@ Felice

"pensare è una cosa utile, e ci distingue dalle lenticchie."
:-)))))

Sei proprio un folletto diabolico, riesci sempre a strapparmi una risata liberatoria e rinfrancante.
Ma come fai????

A buon rendere... ;-)

p.s.
Il lettore B! non l'ho seguito (sorry!) e non saprei ma hai visto mai... ;-) eppoi se lo dici tu ti credo sulla parola. :-)

Taoista ha detto...

sono totalmente e assolutamente d'accordo con Felix . intervento da incorniciare . Io quando parlavo di Cina avevo l'attenzione fissa su filofofie millenarie che laggiù in parte sopravvivono mentre da noi o sono state cancellate oppure galleggiano in forme più o meno "razionalizzate". Però capisco la delicatezza e , passatemi il termine , la riservatezza di certi argomenti e quindi mi fermo.

Oltretutto mi rendo conto che , produrre interventi in piccoli ritagli di tempo, senza poter troppo elaborare i miei pensieri , è cosa che mi penalizza e mi espone ad eccezioni di sorta .

saluti indaffarati

taoista

Anonimo ha detto...

O ci sono due gattacci rognosi in circolazione,
oppure è uno solo, ma si è completamente rimbambito
oppure è gran leccaculo

idea3online ha detto...

Se io vi dicessi:

La mia azienda ha risolto i suoi problemi, però i clienti non acquistano……Voi che pensate? Avrò un futuro roseo?

Se io vi dicessi:

Siamo fuori dalla recessione, però i lavoratori perdono il lavoro…..Voi che pensate?