mercoledì 12 agosto 2009

Sondaggio per i lettori in vacanza e per quelli di ritorno

Per i lettori in vacanza e per quelli che sono tornati




(si vota una sola volta, consentita risposta multipla)

Saluti felici

Felice Capretta

42 commenti:

Anonimo ha detto...

Defiirti grande è limitativo



Simbetto

Anonimo ha detto...

Definirti....

stefano ha detto...

Questo blog è uno dei pochi posti dove non ci si lascia distrarre da ronde, bandiere, dialetti padani, salari padani e stupidaggini simili.

Anonimo ha detto...

@stefano
a me delle ronde e delle bandiere non me ne frega un c...o,però se mi consentite lasciatemi almeno espimere la mia solidarieà alla famiglia di Antonio De Meo,il ragazzo ucciso a pugni da 3 rom,domenica notte,fra il silenzio generale degli organi di informazione,anche quelli della rete.punto e chiuso il discorso.

Anonimo ha detto...

Io invece dei salari padani mi interesso eccome...e mi son rotto di pagare le tasse per mantenere i fancazzisti del sud.
Poi si vede quando si va a votare come sono tutte stupidaggini...

Anonimo ha detto...

io ai padani farei fare un referndum se voglione diventare autonomi o no .poi o finiscono di rompere i cog,,,ni o se ne vanno fuori dall'italia e dall'europa,poi se vogliono venire a roma devona fare il passaporto e il visto e sulle merci che producono e che vorrebbero vendere ai terroni per farsi i soldi gli mettiamo i dazi !

Anonimo ha detto...

Se non ci fosse il sud andremmo a rotoli...certo come no.
Se andiamo fuori dall'europa è proprio grazie a loro al massimo.

Anonimo ha detto...

non vi preoccupate:padani,romani,rossi,neri,buonisti,fancazzisti,milanisti e interisti che fra un pò si risolve tutto.Io non vedo l'ora che arrivi il nuovo ordine mondiale dal gran che avete rotto il c...o.DAVID ROCKFELLER is the man!

Anonimo ha detto...

Spero maggiormente in Nibiru che faccia un po' di pulizia...

Anonimo ha detto...

sono sondaggi che lasciano il tempo che trovano, perchè in agosto si muovono anche i sassi e almeno è un mese "buono".

Lavoro nel turismo, in Italia (toscana) e spagna (baleari).
Toscana su base annua calo del 25>30 %, fino ad oggi, settembre è vuoto e ottobre peggio, perciò se continua così si arriva ad un 35% abbondante. Spagna tragedia, cali anche superiori e stagione finita a metà settembre, con riduzione di spesa pro capite. Sono circa 12 anni che opero in questi mercati.
Saluti a tutti e alèèè

Anonimo ha detto...

un saluto a tutti.
... buon lavoro a felice.

ho letto i commenti, ta cui quelli di pluto e indopama.
belli, e diversi.

entrambi sono una espressione della vita.
ma , non posso che rispecchiarmi nei scritti di indopama.

quet' anno , sono tornato al mare, nello stesso posto.
ho trovato il mare più inquinato di prima.ho trovato il clima un po più instabile.
la cosa che mi fa pensare, è con questo passo non sò quanto la terra sarà ancora ospitale.
non è colpa della terra, se tar breve non avremo di cosa mutrirci, la terra in silenzio, e con tanta pziena, sopporta ancora i ns abusi.
cari amici, non ha importanza qunti soldi abbimo quadagnato con la borsa, non ha importanza se le opere publiche daranno il via ad una nuova fase economica, ma sarà importante cosa abbiamo fatto e cosa faremo per la terra e per noi stessi, nei prossimi mesi.
purtroppo, allo stato attuale delle cose, non siamo in grado di intervenire.
non abbiamo i mezzi ne le forze per aiutare i mari a ripulirsi.
non abbiamo i mezzi per eliminare l' inquinamento dell' aria.
ecco cosa pensare, ecco cosa fare se vogliamo ancora vedere altri tramonti.
non sono pessimista; sono un essere consapevole.
non scrivo per me, so come stanno le situazioni.
non è con l' oro o il dollaro che cambiremo lo stato delle cose.
con affetto
franco

Pluto ha detto...

SULLE DITTATURE - RIFLESSIONI

Pensavo.. se ci sarà davvero una dittatura, come potrà essere? Di che stampo? Che modalità avrà? Su cosa si imposterà?
In fin dei conti, pensandoci, le dittature non sempre sono cose pessime. Anzi.
Io ho girato parecchio e nei paese dell'Est (qualsiasi!) ciò che si sente dire è che prima dell'89 erano felici. Si lamentavano che non potevano avere il lusso, le belle macchine, che avevano tutto standarizzato.. ma erano felici.
Non si preoccupavano del futuro oltre il giorno dopo, lavoravano e avevano di che vivere, nemmeno dovevano ammazzarsi di lavoro e finito il turno tornavano a casa dalla famiglia e potevano ora occuparsi solo di ciò che volevano.
Chi il partito, chi la famiglia, chi lo studio, chi le feste, chi le bettole. Ognuno poteva fare ciò che gli piaceva.
Poi una volta all'anno si andava in vacanza dieci giorni. Tutto spesato, cibo in abbondanza, divertimento.
Chiunque poteva studiare, ora non più. Chiunque veniva curato gratis, ora non più.
Insomma.. mi spiegavano che benchè avessero tutti la Trabant si divertivano, erano felici, non si preoccupavano, non avevano paura dell'avvenire.

Ora tutti timpiangono queii giorni.
Forse non era così male vivere in una dittatura.
La "nostra" come sarà?

Anonimo ha detto...

Anonimo 10.44
Se l'Italia va fuori dall'euro forse è un bene; così non bisogna pagare il signoraggio alla BCE, si può svalutare la lira per l'export e soprattutto ridare la sovranità monetaria al popolo italiano, cioè lo stato italiano torna a emettere moneta senza debito.
Tanti economisti sono per il ripristino della sovranità monetaria degli stati.

Anonimo ha detto...

Per l'anonimo che lavora con il turismo in Toscana. -25/30%? E' ancora poco. Anche quest'anno in maremma i prezzi erano vergognosi per il servizio offerto. Meno gente e qualità mediocre. Porto S.Stefano con lavori in corso sulla banchina a luglio, ristoranti semivuoti e masse di famiglie a passeggio senza meta. Qualche spettacolino in piazza centrale da Titanic prima dell'affondamento. Uno squallore da terzo mondo. Ho parlato con alcuni pescatori veri, sguardo allucinato e perso nel vuoto senza speranza: l'unico ricordo struggente che insieme alla mia famiglia ho riposto nel cuore. Il resto? Da dimenticare.
E ho lasciato fuori il 90% delle esperienze fatte.
Amici sulla costa abruzzese mi raccontano tutte altre storie, tutte positive.
Maremma? Da quest'anno (dopo decenni di vissuto e frequentazione) per me può anche chiudere. Il resto della regione? Non credo molto meglio.


@Pluto
Telegrafico apprezzamento su tutti i tuoi interventi:
excellent su tutta la linea!
Ciao. ;-)

FelixTheCat

Felice Capretta ha detto...

grazie simbetto e stefano : - )

grazie anche anonimo 11:52 e franco per il vostro contributo incisivo. e naturalmente felix.

pluto, se capiterà (personalmente non credo), sarà come tutte le cose in questo paese...: una dittatura all'italiana :-)

saluti felici

felice

Anonimo ha detto...

Vengo qua in romagna da decenni, spesso nella stessa spiaggia. a occhio siamo almeno al -30%. Molti hotel sono stati convertiti a residence.

Goodlights ha detto...

benritrovato felix!

saluti affettuosi come sempre ed anche un po' assonnati!

Goodlights

Pluto ha detto...

Precisazione prettamente accademica sulla statistica: attenzione a non scambiare gli indicatori.
un minore afflusso di turisti (qua leggo addirittura 30% in meno) non significa automaticamente crisi economica, tantomeno al 30%. Anche perchè i disoccupati sono cresciuti di molti meno punti percentuali.
Significa una crescita enorme della sfiducia. Anche chi ha ugualmente il lavoro preferisce risparmiare.
Questo mostra l' "indagine statistica" ad occhio.
E proprio la sfiducia acuisce la crisi.

Anonimo ha detto...

grazie a pluto anche per gli indirizzi, grazie anche a Felice per lo spazio concesso..

ero impiegato in ufficio, poi mi sono licenziato e ho girovagato facendo l'artista di strada (voce-chitarra)..ho fatto il giardiniere 12anni e vari altri lavori occasionali..
ora la mattina disegno tecnico (disegnavo fino a luglio) e il pomeriggio ho un pezzo di terra molto bello e soleggiato in affitto che coltivo da 3anni, tra gli esperimenti fatti anche l'orto senz'acqua e funziona.

scusate l'OT ma in breve volevo presentarmi, visto che vi leggo sempre, a voi apparentemente belle persone.

Ho scaricato i 'libelli' pluto ma credo che sarebbe meglio per me l'addestramento per la scimmia. Non so come farmi contattare, non sono avezzo di mail a tempo determinato, magari potrei mandarti la mia da qualche parte..
Spero che il preside non sia stato troppo severo.. :)
Grazie ancora

fiore

Anonimo ha detto...

per l'autunno la disoccupazione ufficiale sarà all'8%,fine anno intorno al 10%.......contando i precari non riconfermati e chi non si iscrive alle liste(praticamente tutti) direi per fine anno una disoccupazione reale del 13-14%.
conta le milioni di persone che vivono di lavoro precario,quindi non lavorano 12 mesi all'anno,ecco che si tira fuori quel 25/30% di calo generale.
..per favore,basta con stà favola della sfiducia..se cè un crollo dei posti di lavoro e produzioni aziendali ridotte se non fallite propio.
normale che senza soldi o pochi non si và in vacanza,non ti compri l'auto nuova e al supermercato compri solo il necessario.

Anonimo ha detto...

ciao pluto sarei interessato al trading..potresti lasciarmi il tuo indirizzo mail per contattarti sempre se ne hai voglia?grazie pietro..

Anonimo ha detto...

Non sono andato in ferie ma nella settimana di ferragosto in zona Eur ci sono parecchie altre persone che hanno fatto le mie stesse scelte.
Considerate che l'anno scorso lavoravo nella settimana di ferragosto e Roma (almeno zona Eur) era deserta.
Quest'anno non si è per niente svuotata e sul raccordo si procede con una media di 100Km all'ora (alle 6.30 del mattino).
Molti si sono prese le ferie ma non sono andati da nessuna parte.Altri lavorano in attesa di tempi migliori.
Nel mio piccolo sono pronto ad affrontare il giorno del giudizio ;)

Alex il sopravvisuto e sopravvivente

Anonimo ha detto...

anonimo 12 agosto 2009 16.53
"normale che senza soldi o pochi non si và in vacanza,non ti compri l'auto nuova e al supermercato compri solo il necessario."

soprattutto se quei soldi sono a debito, cioe' ci devi ripagare sopra gli interessi al padrone dei soldi.
quasi nessuno lo sa ma la vera truffa sta appunto nel debito che e' inestinguibile, negli interessi che crescono sempre fino ad un punto in cui il lavoro di ogni persona non e' piu' sufficiente a ripagare i soli interessi.
gli altri dettagli servono solo per tenerci lontani dalla visione di insieme, per confonderci.
la gestione del denaro per sua definizione puo' funzionare solo per un periodo limitato, ogni tanto necessita di un reset (guerra).

indopama

Anonimo ha detto...

@ Goodlights
Ricambio sinceramente.
Ho letto i tuoi post. Sei sempre la bella (idealista) persona di sempre e sei nel giusto... purtroppo è buona parte del resto del mondo che è sbagliato; ma avremo modo di riparlarne...
Ciao e buona giornata :-)

FelixTheCat

Anonimo ha detto...

@ Indopama

Riscontro con piacere che finalmente anche tu ti stai avvicinando, da un paio di post, alla "consapevolezza" (!) ;-) del "problema dei problemi": la produzione della moneta fabbricata dal nulla da parte di pochi banchieri privati e per di più debito sulle spalle dei popoli con relativa modulazione di crisi e crisette varie. In passato ho provato ad evidenziarla in tanti miei vecchi post senza una reazione una da chicchessia salvo i già informati. Evidentemente causa tempi non maturi per alcuni e in maturazione per altri. Che dire, meglio così che peggio...

Con l'occasione non posso non riportare parte di un discorso STRAORDINARIO fatto a tutti i deputati del Parlamento europeo in occasione del Natale 2007 (ovviamente silenziato dall'informazione tutta salvo minime eccezioni):

"...I nostri popoli dell'Europa, sfortunatamente, vivono sempre più lontani da queste verità e da queste gioie. Sono come deportati, lontano dalla loro identità cristiana. Gemono sotto il giogo di una schiavitù simile a quella che il popolo eletto subì in Egitto. Oggi anche i nostri popoli lavorano, producono sempre più in quantità e qualità e al contempo si rendono conto che il denaro vale sempre di meno. Sono diventati gli schiavi di un grande brigantaggio, attuato da alcuni ladri, un pugno di uomini che - come disse Papa Pio XI - detengono tutto il potere monetario nelle loro mani. Che producono il denaro a partire dal nulla, a costo zero, e si fanno pagare questa carta straccia al prezzo della ricchezza prodotta non da loro, ma dal lavoro forzato dei nostri popoli deportati nei campi di lavoro dell'usurocrazia. E questo non basta. Di più, essi chiedono gli interessi sulla ricchezza rubata. E tutto questo brigantaggio è legalizzato, coperto e protetto da un'intoccabile immunità. Chi, al di fuori della BCE ha il diritto di controllarli? Cari deputati, voi non potete tollerare che tutta l'Europa lavori per queste lobbies e che i vostri Governi tacciano su questa rapina perpetrata dalle banche centrali e commerciali. ..."

Chi ha detto queste "sante" parole in faccia a tutti i "rappresetanti" dei popoli d'Europa nel 2007?

A voi il piacere e la sorpresa (!) di scoprirlo...

FelixTheCat

Fabio vicenza ha detto...

Ancora con stà storia delle ferie, ho fatto una prova per settiaman ferragosto, provate (venere.com), non trovate un buco da nessuna parte (tranne hotel a 100km di distanza, su lago di garda ti dava liberi hotel a brescia...). Son tornato dalla Tunisia ai primi di agosto, villaggio strapieno e guerra in spiaggia per beccarsi l'ombrellone. Un mio collega con moglie licenziata da novembre scorso si fà 3 setimane in trentino al posto delle 2 di un anno fa e mi ha già chiesto se vado con lui perchè vuole comprarsi la reflex digitale...Io non voglio dire che non ci sia contrazione, ma credo che almeno nella nostra Italia ci sia ancora molta "ciccia" (risparmi, ricchezze varie di famiglia) e che questa consenta di continuare a vivere dignitosamente anche senza produrre una mazza...per quanto non lo sò...quando il mio collega scoprirà (e come lui molti altri) che per sua moglie il posto di lavoro non esiste più allora saranno azzi...Infine credo che ormai l'Italia sia su di un piano inclinato verso un declino inevitabile...ci vorrrà solo tempo

Anonimo ha detto...

@Felix
noi uomini abbiamo due relazioni principali:
1- quella tra uomini e uomini
2- quella tra uomini e il resto del pianeta

la prima e' quella che ci riempie la mente di pensieri e non e' fondamentale. in questa vi' e' anche il discorso monetario e per me e' solo un dettaglio.

la seconda e' la maggior parte della vita e purtroppo oggi viene rilegata in secondo piano in quanto abbiamo perso la consapevolezza di cosa sia la vita.
solo se ci riappropriamo di questa consapevolezza ci sara' possibile migliorare anche i rapporti umani ma l'importante e' che oltre a questi abbiamo anche un rapporto con tutto il resto del pianeta. non possiamo continuare oltre a ignorarlo altrimenti il pianeta reagira' di conseguenza e noi, piccoli uomini, potremo solo stare a guardare.
oggi abbiamo ancora la possibilita' di camminare insieme col pianeta, di evolverci insieme, in equilibrio, ma se tiriamo troppo la corda...

lo ripeto ancora, lo spirito della terra' e' molto piu' intelligente di noi, da lui abbiamo solo da imparare. noi ne siamo una piccola parte.

sono discorsi che non ci sono in tv per cui posso apparire strano ma per me e tanti altri attorno a me non lo sono in quanto interagiamo quotidianamente, sono cose reali, piu' reali del denaro, molto di piu'.

indopama

Anonimo ha detto...

@ Fabio vic.

Analisi e conclusioni perfette.
Non potrei aggiungere altro neanche se volessi... :-D
Complimenti!
Ciao.

FelixTheCat

Felice Capretta ha detto...

@felix

ricodavo qualcosa...trovato! don F.A. su invito del parlamentare M.B.

Lascio il piacere della scoperta completa agli altri lettori :-)


@fabio vic

già.. è questo il modo migliore per cadere in povertà.

saluti felici

felcie

Anonimo ha detto...

il problema e' che, eccetto tu e pochi altri, la maggior parte della gente vive in una vita virtuale creata dai media che non e' la vita reale.
se questa gente non cambia non ci sara' piu' posto per loro nella vita reale perche' le conseguenze della loro vita virtuale sono negative sulla vita reale.

tutto qui, per questo c'e' la crisi, la crisi si risolve solo entrando in sintonia con tutto quello che abbiamo intorno a noi e non solo coi programmi televisivi. fuori i neuroni dal tubo catadico e collegarli a tutto il resto e vedremo che la vita diventera' meravigliosa.
non lo facciamo? veniamo eliminati. la selezione naturale (la natura e' tutto il pianeta) vale anche per noi, anche se ci sentiamo i padroni invincibili perche' cosi' ci hanno convinto che siamo nei film.

come fare per tornare in sintonia col tutto? posso dire la mia esperienza, smettere di pensare ai problemi che sentiamo discutere quotidianamente in tv (adesso anche sui blog) e cercare di avere una visione quanto piu' ampia possibile della vita sul pianeta, cercare di capire il compito di ogni cosa attorno a noi e la relazione tra di esse nonche' con noi stessi.

indopama

Fabio vicenza ha detto...

"L'ignoranza è il peggiore dei mali"
Io credo che questa frase rappresenti appieno l'epoca in cui viviamo. Io credo che il signoraggio e le varie lobbies non siano altro che la trasposizione dei vari principi, re, ect del passato...solo che oggi la gente crede di essere libera...Io ho spiegato a colleghi, fidanzata, genitori come funziona il meccanismo...molti sorridono e ti pensano un matto..Noi qui stiamo a preoccuparci di debiti enormi, mosse della Fed...Tanto poi verrà tutto risolto con il lavoro delle formichine....con vogliamo scommettere inflazione a 2 cifre? Tanto passata la bufera ogni scusa sarà buona...petrolio a 200-250 euro perchè la Cina ne consuma molto ect ect...vogliamo scommettere? Un esempio: i miei genitori hanno sempre avuto una marea di buoni postali dai lontani anni 80 ormai triplicati quadruplicati ect ect...io gli ho spiegato che con l'inflazione di quegli anni e poi col cambio lira euro è solo il valore nominale ad essere quadruplicato invece realmente valgono meno dei 100 milioni del 1982----eppure loro cedono di aver fatto l'affare di aver investito bene...Alle persone bastano le illusioni, così come in politica, credete che la gente capisca i dati dei TG? Per come li danno poi....Quello che dico è che più avanti andremo sempre più difficile sarà ricercare la verità, sempre più crescerà l'ignoranza...e ricordatevi che la bugia più grossa è più resiste...basta guardare le religioni che vivono da millenni

Anonimo ha detto...

@ Fabio
ci sarebbe molto da discutere sul fatto che la storia che ci fanno leggere oggi sui libri sia vera oppure no...
i libri fanno parte dei media che servono per controllare la massa delle persone, non servono per fare informazione se non parziale e ben controllata per certi scopi che noi non conosciamo.

il gia' prendere consapevolezza di quanto siamo ignoranti e' un grossissimo passo avanti.

indopama

Anonimo ha detto...

C'è anche un altro sistema per capire quanti sono rimasti in città: il numero di fonti sul mulo
Quest'anno, a differenza degli anni scorsi, anche ad Agosto si scarica che è un piacere ;)
Vorrà dire qualcosa?

Fabio vicenza ha detto...

si indopama...anche perchè la storia di solito la scrive chi vince...Pensa anche che il 99% della popolazione crede che Garibaldi abbia davvero unito l'Italia assieme a 1000 altri dubbi personaggi....ahahahah che ridere---

Anonimo ha detto...

@ Fabio vicenza

Concordo al 100%.
Analisi e considerazioni perfette.
Rimani in contatto, mi raccomando, c'è sempre più bisogno di persone come te. :-)
Buona giornata.


@ Indopama

Sul punto 2 sono perfettamente in sintonia (consapevolezza acquisita da giovane...) ma l'argomento attiene alla branca dell'antropologia.
Il punto 1 e 2 sono disomogenei come categorie sulle quali discutere. Che poi ci siano grandi punti di contatto è un'altra questione che possiamo analizzare in un bel salottino comodo comodo dopo aver risolto i problemi legati alla "fastidiosa" e "prosaica" sopravvivenza legata a al punto 1.

La mia posizione (anche in relazione agli argomenti trattati in questo blog) è:

"PRIMUM VIVERE DEINDE PHILOSOPHARI" - Aristotele

"Prima si deve vivere, poi fare filosofia"


FelixTheCat

Anonimo ha detto...

@ Felice

Vedo che hai trovato e omesso i nomi completi e hai fatto bene...

Anch'io quando ho letto chi (M.B.) aveva invitato chi ho avuto un soprassalto...! E sono romano, immaginati la ripulsa ;-)
Che ci vuoi fare... oramai viviamo in un mondo al contrario dove il disvelamento e/o riposizionamento di posizioni ci riserverà ancora tante belle e "dis-gustose" sorpresine. Però, se una verità è una verità, chissene da quale direzione proviene.

Un saluto felix.
FelixTheCat


p.s.
Ricordo, a tal proposito, che nel frattempo il "cicisbeo" pensionato rosso in cachemire dopo essersi "pappato" le vite e le speranze (ingenue) di tante brave persone circola da queste parti e si gode la sua pensione milionaria vita natural durante... e quando si è trattato di permettere all'unico Onorevole (T.B)che in Parlamento ha posto la questione signoraggio e condanna alla BI, il suddetto ha zittito quest'ultimo in barba ai regolamenti parlamentari con una protervia ed un'arroganza che non avevano niente da invidiare a M.B. No comment.
(vedere su Ytube il video della seduta parlamentare relativa)

Goodlights ha detto...

felice e felix, finitela di fare i misteriosi!
:-)

è l'allocuzione pronunciata da don Floriano Abrahamowicz per la benedizione del Presepe al Parlamento europeo, su invito del deputato Mario Borghezio

no comment...

saluti affettuosi!
Goodlights

Duffy ha detto...

voglio votare entrambe le ultime 2 possibilità :D

grazie

Pluto ha detto...

ci sono delle cose, che a seconda dell'andamento dell'economia servono più o meno.
Se l'economia cresce di queste cose ne serve di più, se scende queste cose servono di meno.
Queste cose sono i macchinari. Ed all'interno dei macchinari ci sono altre cose, ad esempio i motori elettrici.
I motori elettrici sono perlopiù costituiti da avvolgimenti di RAME.
Il rame serve pure per i cavi.. se le aziende di espandono servono più cavi.
Meglio va l'economia, più serve il rame.. cioè più costa.
Poi in borsa ci sono i contratti futures.. cioè impegni di acqisto a scadenze future. Da qui si può capire tra tre mesi quali sono le aspettative di chi ha una visione più lunga della nostra.
Ecco il grafico del future di settembre del rame nell'ultimo mese e mezzo:

http://img248.imagevenue.com/img.php?image=65940_rame_122_426lo.jpg

e questo del petrolio (che se aumenta di prezzo, significa che serve più energia e che quindi riprende la produzione):

http://img221.imagevenue.com/img.php?image=66031_Crude_Oil_122_27lo.jpg

Il future sul petrolio ad ottobre pure è in crescita, già a quota 75 $ barile.

Che significa?
Dal momento che pensiamo che la borsa sia manipolata non significa secondo me ripresa. Questi indicatori sono fondamentali da modificare se si vuole avere credibilità.
Ma significa un'altra cosa: se a metà settembre - che è moooooolto vicina - questo petrolio non servirà a nessuno.. allora in quella data i nodi verranno al pettine!
Non abbiamo da aspettare molto.

Anonimo ha detto...

x Feiix The cat

io vivo sulla riviera abruzzese (Vasto), non so dove vivano i tuoi amici in Abruzzo ma qui da me è visibile un calo del 30% almeno!

ad esempio l'altro ieri alle due di notte c'era in giro per la marina la gente che trovavi gli altri anni (nello stesso periodo estivo) alle 3 se non le 4 di notte, un locale da me spesso frequentato avra' perso il 50-60% della clientela!
Angelo

FelixTheCat ha detto...

@ Angelo

Hai fatto bene a precisare dando un'ulteriore info.
Gli amici sono a Roseto degli Abruzzi. Molti aquilani ospiti negli hotel, molti romani avvicinatisi con seconde case in fase di verifica tecnica post-terremoto a L'Aquila etc. Un dato è certo, pienone (contingente?) ma sopratutto prezzi non da speculazione estiva per gonzi, qualità e accoglienza da paese civile che pensa all'oggi e pure al domani.

Ciao.

Anonimo ha detto...

quest'anno ho preso una piscinetta fuori terra, l'ho ficcata in giardino e me la sto godendo da 3 mesi (spendendo quello che spendo x 4 persone in una settimana a Cesenatico in un 3 stelle). Non posso giudicare le presenze nelle località turistiche, ma posso giudicare le presenze in agosto nel mio paese (cap 25025) rispetto all'anno scorso, ero andato in ferie a luglio, e devo dire che in questi giorni a cavallo di ferragosto trovo in giro più gente ai parchi, alle feste, in chiesa....