venerdì 21 agosto 2009

L'onda anomala dei pignoramenti

Pignoramenti USA in crescita, l'onda anomala dei pignoramenti è in arrivo.

Già.

Prima però non possiamo notare che l’impareggiabile Tgcom ha già ripreso la sua forma smagliante e torna a proporci “notizie” di cui avremmo fatto volentieri a meno.

Che dire del titolo che campeggia tra le news del mondo “Nude in Metro, fotografo denunciato”?

Pare infatti che un fotografo avrebbe scattato 10 foto ad una modella nuda nella metropolitana di New York. In particolare,

Una sessione di foto è stata particolarmente movimentata. Mentre Hyman faceva spogliare una ragazza all'interno di un vagone della metro pieno di passeggeri, una donna ha urlato, mente un anziano signore ha cominciato a tremare, forse dall'emozione, nel vedere la modella senza veli.


Forse dall’emozione.

Forse.

Chi lo sa.

Perchè ci cambia parecchio la vita, questa cosa.

Forse sarebbe stato più utile ai lettori approfondire l’interessante novità sui pignoramenti dei mutui negli USA nel secondo trimestre. Swissinfo accenna qualcosa.


L'onda anomala delle insolvenze e dei pignoramenti

Risulta infatti che ancora una volta le insolvenze e i pignoramenti non arrestano la loro corsa. Già ai massimi storici negli ultimi 3 mesi hanno continuato a crescere.

La famosa onda anomala si intravede al'orizzonte

Secondo il report di Morgage Bankers’ Association, infatti:

  • Il 13% degli americani con mutuo sono in ritardo con i pagamenti o sotto pignoramento.
  • Nel solo mese di Giugno, la procedura di pignoramento è scattata per più del 4% degli americani con mutuo
  • il 9% non è riuscito a pagare una rata per almeno una volta.

Florida, Nevada e Arizona gli stati più colpiti. Anche questo dato non stupirà gli affezionati lettori, che, in questo articolo su cosa sono i mutui underwater , leggevano che proprio questi tre stati sono in testa alla classifica delle percentuali più alte di mutui underwater.

Dati rilevanti, ma la novità di questo trimestre è questa che segue..


Un terzo degli insolventi erano "sicuri"

Circa un terzo di tutti i pignoramenti sono sui mutui “Prime”, quelli cioè accesi da famiglie ritenuti sicuri e solvibili. Famiglie con lavori sicuri e ben pagati.

Nelle grottesche alchimie finanziarie create dagli apprendisti stregoni della finanza cartolarizzata si faceva a gara a chi estraeva dall’alambicco la formula matematica che rimandava più in là l’esplosione della bolla.

Una probabilità su seimila miliardi, una probabilità su un trilione, ...

Queste formule, evidentemente sballate nonchè manifestamente prive di fondamento, si basavano comunque sull’assunto che esisteva una fascia di mutuatari di alta qualità, i cosiddetti “Primers”.

Questi mutuatari, con lavori sicuri e ben pagati, poco indebitati, avrebbero continuato a pagare il loro mutuo fino all’estinzione.

Questo garantiva un costante afflusso di liquidità nel sistema che avrebbe fatto girare l’ingranaggio anche in caso di difficoltà dei subprime.

Il mercato della casa non sarebbe mai entrato in crisi e i prezzi delle case sarebbero cresciuti costantemente, alimentando il meccanismo all’infinito.

Come dire: gli ultimi anni confermano che a wall street si sbagliavano. In tanti.

  • 1. Dalla fase conclamata della crisi, infatti, la disoccupazione si estende anche alle fasce più ricche.
  • 2. I pignoramenti aumentano e buttano altre case sul mercato, che fanno cadere ulteriormente il prezzo delle case che spinge i mutui verso l'underwater
  • 3. Il credito è bloccato e la crisi congela l’economia, portando altra disoccupazione
  • 4. Torna alla casella di partenza senza passare dal via.

E la liquidità continua a venir meno....

Vi ricorda qualcosa?

Ma soprattutto, il vecchietto avrà smesso di tremare?

Saluti felici

Felice Capretta

62 commenti:

Goodlights ha detto...

@felice

secondo me se ha letto questo post adesso trema il doppio
:-)))

smack!
Goodlights

Anonimo ha detto...

Domanda tecnica ....
ma l'erbetta di casa nostra com'è?

la situazione delle insolvenze in italia qual'è?
qualcuno ha dei dati ???

B!

Felice Capretta ha detto...

segnalo interessante grafico QUI da wall street journal

saluti felici

felice

Anonimo ha detto...

In Italia la situazione delle insolvelze non è così' grave..per ora...

Le grandi banche italiane quest'anno comunque erogheranno 3 miliardi in meno.
Unicredit in primis

Lupus

Anonimo ha detto...

Asiago yesterday:
traffico impressionante di automobili da >70.000€.
Contemporaneamente il giornale locale annuncia il record in provincia di Vicenza di assegni e cambiali protestate.
IMHO: Nelle cascine padane c'e ancora molto fieno: vedremo entro novembre se verra' messo nelle stalle o se le stalle verranno chiuse...

Anonimo ha detto...

@ Lupus

Non sono d'accordo, la situazione delle banche da noi è grave ma non ne parlano e secondo me il bubbone verà fuori come il solito d'un botto... inaspettato...(!). In alcuni istituti, di cui ho notizie dirette, gli incagli su mutui abitativi sono elevati, dal 20% al 30% per capirci (sapete quanti extracomunitari avevano contratti mutui del 120% del prezzo dichiarato di acquisto della casa e adesso non posono più pagare?). ho inoltre nozia, informalmente si capisce, di pratiche all'incaglio veramente grosse che continuano ad aumentare (diciamo dai 50 milioni in su). Es.: operazioni di costruzioni di centi commerciali, non finiti e non venduti. Le banche stanno rallentando le procedure esecutive nei confronti di queste ultime pratiche, perchè questo le costringerebbe A METTERLE A PERDITA SU CREDITI. Per evitare questo non procedono e lasciano fermi i crediti. in questo modo non evidenziano perdite in bilancio.... per un po', naturalmente.
Naturalmente prima o poi ci saranno i fallimenti e li faremo i bilanci veri delle banche, che dovranno avalutare crediti e titoli
Fra

Appenninico ha detto...

Tutto funziona al fine dell'instaurazione di un nuovo ordine economico. Maggiore sarà il problema, più volentieri le persone accetteranno le soluzioni.
Accetteranno di tutto, pur di far passare il problema.

Appenninico

FelixTheCat ha detto...

@ Appenninico

Bingo! ;-)

... è quello che penso anch'io.
Staremo a vedere...
Ciao.

piero61 ha detto...

salve a tutti
come va ?
io non prendo la metro (a Genova è lunga 300 metri!)e, sul treno trovo solo ciccione (vestite) che leggono Repubblica.
Sto pagando il mutuo della casa alla Unicredit (mutuo contratto con il banco di Sicilia inglobato ora con loro), la rata è sotto i 300 euro, il resto lo pago con la cessione del quinto, tramite l'inpdap (sono sottufficiale di marina militare in servizio permanente).
Siamo in quattro in famiglia, monoreddito, lo stipendio senza il quinto è di 1500/1600 neuro al mese, viviamo, per ora, sereni: sono bandite le spese inutili e frivole, niente orpelli tecnologici, niente robina firmata, l'auto è un residuato bellico (kangoo del 2000), niente abbonamento a sky, premiun eccetera.
A fine mese non siamo mai sotto, avanza sempre qualcosa e, con l'orto, abbiamo un discreto risparmio su frutta e verdura.
Domanda da un miliardo di lire :
Se la banca che mi ha fatto il mutuo, fallisce e, non ho ancora finito di pagare, cosa (mi) succede?
Saluti a Goodlights, Taoista e a voi tutti
Piero61 il "rurale"

vigna ha detto...

Prima di tutto un caro saluto a Piero61 (conosciuto su effedieffe).

Quì da noi (zona Friiuli occidentale a nord di Pordenone) la situazione è in stallo, cioè abbiamo delle grosse realtà industriali che sono in cassa integrazione ormai dalla fine dell'anno scorso e ci sono seri dubbi se a settembre si riprenderrà il lavoro oppure chiusura definitiva. Gli ordinativi nel settore coltelleria è a meno 30%.
Nelle banche vedo poco movimento negli ultimi mesi. I prezzi degli immobili è sceso di ca. un 20% ma non è ancora crollato, però le compravendite sono parecchio callate.
Mandi, mandi
dal Friùl

Vigna

FelixTheCat ha detto...

@ Piero61

Questa stessa domanda è stata fatta, mi pare, un paio di mesi fa e ha ricevuto svariate risposte (anche la mia).

Chi cerca trova... ;-)

Complimenti per l'orto e lo stile di vita intelligente.
Ciao.

Bimbo Alieno ha detto...

ciao a tutti.
il mio blog non ho tempo di aggiornarlo dalle ferie, ma il tempo per un commento qui lo si troa sempre...
Bravo Felice, non mollare.

vi segnalo anche io un grafico interessante:
http://www.chartoftheday.com/20090821.htm?T

piero61 ha detto...

salve a tutti
@Vigna: un bentrovato anche a te, a parte la cervicale non me la passo malaccio, tu ?
@Felix the Cat: ti ringrazio dell'attestato di stima, ho scoperto da poco questo sito e, non capisco un fico secco di economia (non sono furiere sono radiotelegrafista/contadino), quindi ti/vi ripeto la domanda : che fine faccio se la banca dove ho contratto il mutuo, fallisce ?
buona giornata a tutti.
ps forse piove (speriamo)
se vedemmu (ci vediamo in xeneize)
Piero61

Felice Capretta ha detto...

incollo un commento di taoista apparso a suo tempo

---------

se hai un attivo nei confronti di una banca fallita subisci la cd "falcidia fallimentare " cioè i soldi ti vengono restituti in % tra attivo fallimentare e passivo fallimentare . Mi pare però che i conti correnti , fino a un certo tot. siano garantiti , mi sembra addirittura dallo stato .

[sono garantiti teoricamente fino a 100.000 euro, ndFC]

se hai un passivo pagherai prima alla curatela fallimentare e poi eventualmente , credo , a chi subentra nel credito a seguito di assegnazione . non penso infatti che si mantenga in piedi un fallimento solo perchè esistono crediti esigibili a lunfgo termine.

come ha giustamente detto Felice , in uno e nell'altro caso "sconti" non ne hai . se hai un attivo , però puoi anche rimetterci .......


---------------------

in pratica non sperare di vederti condonato il mutuo : - )

Shia ha detto...

molto interessante anche

http://ildiariodiperestroika.blogspot.com/2009/08/non-aprite-quella-porta.html

Cyaz

piero61 ha detto...

salve a tutti
bene bene, sto chiudendo l'ufficio (sono solo) e ringrazio Taoista, tramite Felice, della risposta.
Mi butto nell'afa xeneize, ini viaggio verso le più fresche campagne dell'entroterra, dove risiedo con il resto delle armate.
Saluti
Piero61

Noel ha detto...

Sapevo che i c/c sono garantiti fino a 100mila euro ma ho letto che il fondo che dovrebbe garantire tutto ciò è gestito dalle banche...oppure è fondo alimentato dalle banche.
Cmq mi è sembrato di capire che sarebbero pochi ad essere garantiti e x gli altri ciao ciao

menohopiusono ha detto...

@fra

Senti mi sa che t'è sfuggita la mia replica sul fatto che il bilancio delle banche è truccato. Mi sono impegnato un sacco a scriverla...mi piacerebbe che la prendessi in considerazione. Sta sul post precedente: https://www.blogger.com/comment.g?blogID=9106183090096685585&postID=7837161672741919345

Lo stesso discorso vale anche per le banche centrali, come puoi vedere su "Genius Seculi" o direttamente sul sito della Banca d'Italia (mostrato in questo video):
http://www.youtube.com/watch?v=nEVuh2Y44R4
a 6 minuti e 40 secondi.

Infine, se ti interessa, ti consiglio di leggerti un po' di cose su questo sito:
http://truffadimatrix.blogspot.com/

che è un caso raro di sintesi di voglia di verità e rigore.

F

Daniele ha detto...

Ma che dite, va tutto bene e la crisi è finita!
http://www.repubblica.it/2009/08/sezioni/economia/crisi-38/crisi-38/crisi-38.html

Lo ha detto anche nonna papera inoltre!
Pessimisti!!!

Anonimo ha detto...

@ Anonimo 1.43

http://www.ilsole24ore.com/art/SoleOnLine4/Economia%20e%20Lavoro/2009/08/insolvenze-crescita-primo-semestre-2009-italia.shtml

Italiani sempre più insolventi
Roma, capitale dei debitori
19 agosto 2009

L'indagine di Unioncamere

La crisi colpisce duro e gli italiani sono sempre più in difficoltà: nei primi sei mesi del 2009 sono risultati più insolventi e per cifre più consistenti rispetto al recente passato. Assegni, cambiali e tratte non onorate sono aumentate sia nel numero (+5,2% complessivamente) sia negli importi (+12,7%), portando il monte degli impegni non onorati tra gennaio e giugno a superare il tetto dei 2,2 miliardi di euro. Questi gli elementi più significativi che emergono dall'analisi condotta da Unioncamere sull'andamento dei protesti levati nelle province italiane nel corso del primo semestre del 2009, in base ai dati raccolti dalle Camere di commercio ed elaborati da InfoCamere.

Alla forte riduzione nel numero degli assegni scoperti (-11,1% nel semestre) ha corrisposto un aumento praticamente uguale nel valore medio (+10,8%), con la conseguenza che il monte complessivo degli assegni a vuoto è diminuita del solo 1,5% (quasi 1,3 miliardi il totale).

Indicatori tutti con il segno + per le cambiali a vuoto, cresciute sia nel numero (+15,1%), sia nel valore medio (+20,4%), con il risultato che i "pagherò" rimasti sulla carta hanno registrato una crescita del 38,7% rispetto ai primi sei mesi del 2008, per un controvalore totale vicino al miliardo di euro (951 milioni, contro i 686 dello scorso anno).

Infine, in aumento anche le tratte, strumento di pagamento residuale ma ancora in uso nel mondo degli affari: il numero di quelle non incassate tra gennaio e giugno è cresciuto del 25,9% mentre il loro importo totale è aumentato del 28.

In valore assoluto, le regioni dove più si concentrano le mancate promesse di pagamento sono Lombardia, Lazio e Campania con un monte di scoperto pari, rispettivamente, a 422, 399 e 334 milioni di euro. Insieme, queste prime tre regioni raccolgono il 52% dell'insoluto nazionale nel semestre.

Abbastanza fedele a quella regionale è la classifica provinciale: a primeggiare è Roma (quasi 320 milioni di euro promessi e mai pagati), seguita da Milano (240) e Napoli (180). Guardando però alle regioni in cui gli aumenti relativi al numero dei protesti sono stati più consistenti, in testa si piazza il Veneto (+30,7%), seguito da Molise (+20,6) e Toscana (+12,9).

Ai veneti va anche il primato per il maggior incremento degli importi insoluti (+38,3%) con un valore medio dei protesti che si attesta a 4.216 euro (contro una media nazionale di 3.031 euro). Al contrario, la Sicilia, pur piazzandosi al quarto posto per importo e numero di effetti protestati in termini assoluti, primeggia per il calo messo a segno rispetto ai primi sei mesi del 2008, pari all'8%.

19 agosto 2009

vigna ha detto...

@ Piero61

Ciao Piero, è sempre un piacere leggerti. Se gran parte degli Italiani fossero come Te l'Italia potrebbe essere un paradiso. Viva la semplicità e l'onestà!

@ Noel

mi sà che quella del "fondo" garantito dalle Banche (100.000,00 Euro) garantiti da chi. Se fossimo onesti, queste somme dovrebbero essere accantonate, almeno virtualmente, in qualche bilancio e invece????? sono solo promesse, promesse senza fondo. Vorrei vedere se le cose vanno veramente male e qualche banchetta tipo Unicredi dovesse fallire, chi sarrebbe in grado di restituite i soldini ai contocorrentisti.
Chi vivrà vedrà.

Cordiali saluti e un buon fine settimana a tutti

Vigna

Appenninico ha detto...

@Noel

I conti correnti fino a 100.000 Euro sono garantiti, questo è ufficiale. Lo sono, però, fino al 31 dicembre 2009. Dopo, mah

Appenninico

Maxit ha detto...

@ Noel

Come funziona il fondo di garanzia bancario:

http://crisis.blogosfere.it/2008/10/i-conti-correnti-sono-davvero-garantiti-due-mezze-verita-somigliano-molto-ad-una-bugia.html

E poi in effetti c'e' una garanzia pubblica (in effetti pare valida fino all'ottobre 2011), e cioe' coi soldi nostri, in quanto probabilmente si sono accorti che quella bancaria e' poco piu' di una barzelletta:

La garanzia pubblica (D.L. 9 ottobre 2008, n. 155)

Il 9 ottobre 2008 il Governo ha varato il decreto legge n.155 contenente "misure urgenti per garantire la stabilità del sistema creditizio e la continuità nell'erogazione del credito alle imprese e ai consumatori, nell'attuale situazione di crisi dei mercati finanziari internazionali" (pubblicato sulla G.U. del 9 ottobre 2008, n. 237).
In particolare, ad integrazione e in aggiunta agli interventi dei citati sistemi di garanzia della clientela bancaria, il decreto legge autorizza il Ministero dell'Economia e delle Finanze a garantire i depositanti delle banche italiane per un periodo di 36 mesi dal 9.10.2008.

Inoltre, il Ministero dell'Economia e delle Finanze è autorizzato a:
1) sostenere finanziariamente le banche italiane che presentano una situazione di inadeguatezza patrimoniale, attraverso la sottoscrizione o la garanzia degli aumenti di capitale dalle stesse deliberati;
2) garantire i finanziamenti erogati dalla Banca d'Italia alle banche autorizzate in Italia per fronteggiare gravi crisi di liquidità.

Ciao.

Noel ha detto...

Quindi i miei dubbi su tutto ciò erano fondati.
Qualche soldino in banca ce l'ho e sinceramente ho paura di un possibile fallimento e non so cosa fare.

Grazie a tutti per le info!

Anonimo ha detto...

per fortuna che esistono anche altri pascoli dove nutrirsi di informazioni...

grazie Capretta!

Anonimo ha detto...

@ noel

Ciao noel io posso aiutarti a non far andare in fumo tutti i tuoi risparmi,ho un inestimento sicuro al 1000% fidati,lascia la tua email e l'importo che disponi cosi ti contatto e poi ne parliamo con calma : ))

salvatore

Anonimo ha detto...

"Crisi:Cgil,niente ripresa e autunno duro,1mln rischia lavoro".

Ma non glielo ha detto nessuno ad Epifani che la crisi e' finita?,possibile che non legga i giornali e non veda la Tv?


http://www.ilgazzettino.it/ANSAviewnews2.php?file=newsANSA/2009-08-22_122389575.txt

Anonimo ha detto...

Aver scovato questo blog è una delle più belle sorprese del 2009 :)

Simpatico e preparatissimo il Capretta. Grande!

Anonimo ha detto...

il cosiddetto fondo di garanzia in Italia è un fondo virtuale. Infatti le banche si impegnano a costituirlo nel caso fosse necessario.
Questo a differenza degli altri stati europei e degli USA dove il fondo di garanzia è reale visto che le banche ogni mese si impegnano ad alimentarlo.
Quindi la domanda che sorge spontanea è la seguente: siamo sicuri che in caso di fallimento di una grossa banca, le altre banche rispetteranno la promessa fatta??????
io ho grossi dubbi

ciao
Luca

PS: ottimo sito questo

Anonimo ha detto...

Si avvicina l'onda de Default Usa ?

Obama alzerà deficit 10 anni a 9.000 miliardi dollari.

http://borsaitaliana.it.reuters.com/article/businessNews/idITMIE57L01720090822

Do ut Des ha detto...

Anche questo può essere interessante (http://www.youtube.com/watch?v=ZjsYaUZFqQM).

Ma perchè facciamo continue analisi sugli effetti e non cerchiamo mai di capire le cause?

Anonimo ha detto...

g. vegetariana...
per una volta facci vedere che sei cigno nero

lostdog ha detto...

la crsi è finita per i creduloni ora comincia il bello.non c'è un dato onesto e vero un movimento serio di ripresa.solo po' di ottimismo spalmato a regola d'arte per far rientrare le banche dai loro casini..le borse salgono le banche coi loro sofisticati sistemi di trading ingrassano e son pronte a ripartire come prima...anzi già lo stanno facendo i liberisti nostrani gioiscono(peccato che solo con i regali di stato si è"stabilizzata"la ripresa IMMAGINARIA) gli scajola noti economisti di fama spargono cazzate.ma settembre ottobre novembre sono in arrivo purtroppo...i posti a rischio qui da noi sono oltre il milione cari ottimisti per non contare il calo del lavoro nero che sarà ancora + nero.la domanda aggregata è ferma l'offerta di beni e servizi è ferma con il calo del reddito disponibile x le famiglie come si fa a parlare di ripresa...saluti pessimisti
ma no realisti.ilnostro paese sarà fuori anche da questo piccolo rimbalzato mediatico...meditate gente meditate
ps
la cina cresce dell'8 % ma i porti son pieni di conteiner e cala il consumo di energia elettrica ...lasciam perdere..

FelixTheCat ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
LupoLuponis ha detto...

scusate la fretta ma sono collegato con un wireless dispettoso e ballerino...

tornato ad agosto nella metropoli per non perdere il grande botto (lo confesso sono drogato di complottismo) mentre ingannavo l'attesa spulciavo internet ... e ...

http://thecomingdepression.blogspot.com/2009/06/bank-holiday-coming-prepare.html

per chi volesse posso tradurre

lupoluponis

Anonimo ha detto...

Visto che qualkuno ha parlato della situazione delle nostre banche , vi rivelo che mi è capitato qualche giorno fa.

Dovevo ritirare dei soldi al bancomat e quello piu vicino al momento era presso le Poste.
Bene, inserisco la tessera, tutto sembra andare nella norma, quando mi appare la lista degli importi clicco 50 e immediatamente mi appare scritto sullo schermo che non erano possibili prestiti nei confronti della mia banca

Per la cronaca tale banca (e naturalmente la tessera bancomat) è UNICREDIT e le POSTE hanno rifiutato di prestarle soldi , 50 euro!
Io credo che questo episodio la dica lunga sulla liquidità e il prestito interbancario qui in Italia attualmente

Angelo

yuma ha detto...

leggo da Reuters 23 agosto finanza e investimenti

Obama alzerà deficit 10 anni a 9.000 miliardi dollari

....

I deficit da record hanno alimentato timori sulla capacità dell'America di finanziare il suo debito e sul fatto che gli Stati Uniti possano mantenere il credit rating AAA.

....

Bernanke (Fed): prospettive ripresa crescita globale sono buone

USA brillante dopo vendite case e Bernanke, ok ciclici

C'è qualcosa che mi sfugge?

Un saluto a tutti

Yuma

andrea ha detto...

penso che questo articolo aggiunga qualcosa.... :
http://www.leap2020.eu/Two-major-processes-at-the-centre-of-the-phase-of-global-geopolitical-dislocation_a3694.html

Fabio ha detto...

Salve a tutti. E' già da diversi mesi che leggo con grande attenzione questo blog. Inizialmente lo trovavo molto interessante per il tipo di informazione che divulga, ma poi, lentamente, mi sono anche accorto di essermi affezionato ai principali protagonisti che abitualmente lo frequentano. Franco, Indopama, Goodligths, guru2012, Felix, piero61 (siamo conterranei!!) e molti altri. Siete tutti delle belle persone ed apprezzo molto il vostro parlare a cuore aperto.

Come voi, anche io seguo con attenzione la situazione economica mondiale, cercando ovviamente notizie "non ufficiali", avendo capito (intuito da parecchio tempo, ma capito veramente ahimè tardi) il giochino di cui tutti noi siamo vittime.

Vorrei portare il mio piccolo contributo segnalandovi questo articolo: feed://informazionescorretta.blogspot.com/feeds/6555118145802233897/comments/default ed il relativo blog, che probabilmente i meglio informati di voi conosceranno. Mi pare che vi sia una certa corrispondenza fra quanto si legge in queste pagine e quanto ivi riportato, per lo meno in termini di quadro generale.
Spero che in qualche modo possa essere utile al dibattito e/o ad orientare con maggior consapevolezza le scelte dei partecipanti al blog.

Un grazie a tutti per la passione ed umanità che mettete nella vostra partecipazione al blog ed ovviamente al padrone di casa, senza il quale tutto ciò non sarebbe possibile!! Continuate tutti così, siete di grande ispirazione!

Felice Capretta ha detto...

@lostdog, felix

felix, prova a rileggere, state dicendo la stessa cosa credo : )


@lupoluponis

grazie, ne aveva scritto già blondet su effedieffe anche se non sono sicuro al 100%.

@ angelo

hai escluso che potesse essere un problema temporaneo / locale?


@yuma

eh.... di sicuro a loro non sfugge niente : )


@andrea

grazie, comunque quello che linki è l'estratto del GEAB report 32 che trovi tradotto da noi a suo tempo in ampi stralci come sempre, spalmato su tre post. meglio leggerlo in italiano, benchè caprino, che in inglese : )


@ fabio

occhio al link, non funziona bene.
grazie davvero per le tue parole, graditissime.

saluti felici a tutti

felice

Anonimo ha detto...

IL NODO DELLA QUESTIONE:
http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=6214

Fabio ha detto...

capperi scusate, ho incollato un link sbagliato!
Quello giusto è questo:

http://ilpunto-borsainvestimenti.blogspot.com/2009/08/mercati-economia-e-speranza-da-leggere.html

Grazie felice per la segnalazione!
Buona giornata a tutti!
Fabio

Anonimo ha detto...

Salve a tutti, in particolare a Felice Capretta!
Seguo da un pò di tempo questo blog anche se non so gran chè in economia.
Domanda a Felice (anche se sarà già stata posta): quando, esattamente, quì in Italia, verrà riconosciuto il grande 'crak'-'default'? metà settembre? ottobre? novembre?

Felice Capretta ha detto...

@anonimo qui sopra

e chi lo sa? :-)

secondo europe2020 la fine dell'estate porterà con sè una valanga di conseguenze, nella spalletta di destra trovi tutti gli ultimi GEAB Report, puoi approfondire lì il loro punto di vista (che non è necessariamente il nostro).

saluti felici

Felice

Anonimo ha detto...

I post su leap2020 li avevo già letti. Infatti proprio quelli mi avevano incuriosito. Speravo che ti fossero arrivate notizie più precise. Comunque, grazie lo stesso!

Shia ha detto...

@ felice capretta

http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=6214

secondo te è un analisi correta?

Anche Eugenio Benetazzo (non so se lo conosci o lo segui) fa coincidere crisi finanziaria con crisi energetica (e persino alimentare).

E' solo catastrofismo o c'è davvero di che essere preoccupati?

Tnx intanto e Cyaz

Anonimo ha detto...

@ menohopiusono

Ho visto il sito che hai segnalato
( http://truffadimatrix.blogspot.com/2007/12/il-signoraggio-secondario.html )

direi che la cosa è ancora più semplice e non richiede tanti giri:

poiché la banca deve avere una riserva (poniamo per semplicità all'incirca il 10%) se tu versi 1.000 “euri” non presta 900 di questi ma se li tiene in cassa e ne presta altri 10.000 scrivendo assegni circolari a VUOTO.
Questi assegni finiranno su altri conti che, se sono di altre banche, si compenseranno tra loro attraverso una apposita socità di “clearing”.
Tu prenderai un interesse di 10 € (su 1.000) e la banca ne incasserà oltre 1.000 (sui 10.000 che ha fatto finta di prestare).
Considera che in Italia esistono materialmente circa 110 miliardi in cartamoneta, e non sono tutti nelle banche, mentre i depositi bancari in totale sono oltre 750 miliardi: si chiama miracolo o truffa?
Saluti.
guido

Felice Capretta ha detto...

@Shia

grazie, si l'ho letto, ci sto ruminando sopra un post : )

saluti felici

felice

Anonimo ha detto...

Felice,

un mese e mezzo fa ebbi lo stesso problema con una banca regionale e con Bnl Paribas, devo dire che preferisco sempre andare ai bancomat Unicredit poiche con gli altri hai una buona probabilità che facciano storie.

angelo

yuma ha detto...

per Shia

attenzione ai vari Benetazzi ecc.

Ho potuto verificare in alcuni casi gravi imprecisioni e frasi ad effetto non documentate . Gli ho anche scritto e mi ha risposto che avrebbe verificato.

Forse sarebbe stato meglio verificare prima, senza nulla togliere alla simpatia ed alla teatralità.

In questo momento c'è troppa gente che cavalca cavalli senza saper cavalcare e su un mezzo come Internet è molto difficile saper distinguere il grano dall' oglio.

Diventa molto pericoloso se alle parole vengono fatte seguire azioni finanziarie.

La salita delle borse da marzo a oggi può essere anche una grossa bolla pronta a scoppiare con effetti disastrosi, ma se ad aprile ci si fosse messi al ribasso oggi probabilmente ci si tirerebbe un colpo prima di vedere arrivare l'onda anomala ( se mai arriverà)

lostdog ha detto...

x felix il gatto furente
e le sue di battutine che non trovano sponda in quel che ho scritto e non erano rivolte ai frequentatori di queasto blog...ma in generale agli ottimisti creduloni in genere.
ho espresso considerazioni da neofita.potevi risprmiarti il sarcasmo da sapientino

lostdog ha detto...

x piero61(ED IL SUO ARTICOLO CHE MI ERA SFUGGItO) ma perchè le ciccione che leggono repubblica mle eviti? tu sei magro? leggi libero o il giornale o l'ottimo "foglio"? ma penso che non sia un motivo x fare ironia O EVITARE chi coltiva orti... SCUSA c'è un po' di caSerma nel tuo post,parlo di linguaggio.tu la crisi la risenti pochino X ORA...stai nel pubblico.
MA CHI è NEL PRIVATO E PRODUCE BENI E SERVIZI...A MOLTO MENO DI 1500 1600 EURO MENSILI è DURETTA...OGNI RIFERIMENTO A ME è PURAMEnTE CAUSALE.SE LA BANCA FALLISCE? + SOLDINI DA PARTE E NIENTE MUTUO DA PAGARE...magari compra una schedina del super enalotto in +

menohopiusono ha detto...

@Guido

Grazie per il commento, ma c'è ancora qualcosa che mi sfugge.

Nell'esempio che hai fatto la banca ha:
CASSA 1000
DEBITI 1000
CREDITI 10000

Ipotizziamo che il depositante si riprenda i soldi. A questo punto la riserva per i prestiti non c'è più e la banca fallisce? Fallisce nonostante abbia tutti quei crediti? A chi vanno i crediti se fallisce?

E poi: il clearing mi sembra una cosa cruciale...che hai qualche link per capire come funzionano euroclear e clarstream?

Grazie!

F

Anonimo ha detto...

@ menohopiusono

In attivo ha 1.000 (cartacei del correntista) + 10.000 (credito)
In passivo ha 1.000 (debito con il correntista) + 10.000 (assegno emesso) e quindi è in pari.
Se il correntista riprende i suoi 1.000 allora si farà prestare 1.000 da un'altra banca trovandosi sempre con :
attivo 1.000 (cartacei avuti da altra banca) + 10.000 (credito)
passivo 1.000 (debito con altra banca) + 10.000 (assegno emesso)
Se poi la base si dovesse comunque ridurre chiederà agli affidatari di rientrare immediatamente (magari mettendoli in mano a qualche strozzino).
Purtroppo non sono in grado di dirti altro perchè non sono un esperto in materia.
Saluti:
guido

FelixTheCat ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Felice Capretta ha detto...

@ felix, lostdog

comprendo che tra cani e gatti non corra buon sangue, ma questa non è una buona ragione per andare così fuori dalle righe, e mi rivolgo soprattutto a felix.

puoi dire le stesse cose in modo molto più educato, ma soprattutto dovresti rileggere il post originale di lostdog. io personalmente non ci ho visto nessuna provocazione, anzi mi sembra che siamo daccordo tutti e tre su tutta la linea :) , ma questa è la mia interpretazione e non pretendo che sia anche la tua.

in genere ci arrabbiamo così tanto da contorcere la tastiera quando leggiamo nell'altro una parte di noi che non abbiamo ancora accettato.

felix, quale parte di te ti mostra lostdog che non hai ancora accettato? (la parte canina, scommetto? ;-)

poichè vi ritengo due persone intelligenti vi invito a sentirvi al telefono per chiarire. sono sicuro che, nel vostro caso, dopo i primi 3 minuti di chiarimento vi farete delle belle risate.

sono a vostra disposizione per scambiarvi i numeri di telefono. scrivete pure a questo mio indirizzo email temporaneo in campo neutro caprino:

6jjzxubd0xlabtb@jetable.org

valido per i prossimi 7 giorni.

dai che l'intelligenza non puo' che avere la meglio sugli impulsi ...animaleschi!

saluti felici

Felice

lostdog ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
lostdog ha detto...

ringrazio capretta x le sue parole .x me non ci sono problemi di sorta.anzi ho già provveduo.
della priacy men e sbatto lavorando nei servizi segreti a 1200 euro il mese.

Felice Capretta ha detto...

commento di lostdog eliminato per numero in chiaro, riposto qui

felix puoi scrivermi sull'indirizzo temporaneo che trovi di sopra.

felice



lostdog ha detto...

mi scuso con tutti ed in particolare con felix il gatto ironicamentre sarcastico.che invito a tel al 33XXXXXXXXXX.
così almeno se vuole ci chiariamo.
scusate se vi ho detto cose che ben coscete scritte male e piene di errori.
mi raccomando felix fammi uno squillo magari non anonimo.
sono una persona onesta.e senza pregiudizi

FelixTheCat ha detto...

@ Felice

In questi casi una parola è poca e due sono troppe: hai ragione, sono in difetto io e me ne scuso. Per non tediare ulteriormente i tuoi lettori, ti scriverò un'email quanto prima al tuo indirizzo temporaneo.
Ciao. :-)


@ Lostdog

No problem e non ti devi scusare. Evidentemente sono io che ho equivocato cadendo nel tranello di alcune poche parole (*), ora dettagli irrilevanti che hai inserito nel primo post, e tralasciato tutto il resto sul quale invece concordo pienamente. Anzi, non posso che farti i complimenti per la consapevolezza che hai del momento che stiamo vivendo. Ho sbagliato nell'attaccarti ironicamente prima e ancora di più poi. A riprova di ciò ho già provveduto a rimuoverli. In verità le motivazioni profonde che spiegherebbero il perché ci sarebbero ma questa è un'altra storia. Insomma, con me non devi chiarire niente: sono io che chiedo venia per aver trasceso ed equivocato pensandoti quello che non sei.
Caso chiuso quindi? No, decisamente aperto positivamente verso un nuovo interessante interlocutore con il quale poter scambiare con franchezza opinioni e analisi sul futuro prossimo venturo che ci attende. Ci sentiamo appena possibile via mail tramite Felice.
Ciao. :-)

________
(*)
"cari ottimisti"
"meditate gente meditate"

p.s.
Scusa se ti rispondo un po' tardi causa impegni pressanti e commenti bloccati i da parte di Felice

Felice Capretta ha detto...

@ felix

non scusarti, va bene così :-)

aspetto mail così vi metto in contatto


@ felix, lostdog

quant'e'bbello vedere cani e gatti vicinivicini :o)

complimenti a entrambi per la dimostrazione di maturità ed intelligenza. davvero.

saluti felici

Felice

lostdog ha detto...

FELIX
leggo ora il tuo "mea culpa" e penso che sei in gamba come persona ed anche come gatto da parte mia c'è la più totale e completa disponibilità a scambiarci idee e chiarimenti

ciao ed un grazie di cuore
ps
un grazie di cuore anche alla capretta ed a ciò che ci propone