martedì 25 agosto 2009

Ciclo di vita e le fasi di declino tutte convergenti

Più affezionati lettori ci chiedono di commentare l'articolo "La crescita mondiale ha raggiunto il limite" che ha già fatto più volte il giro del web, pubblicato in italia da Comedonchisciotte .

Come sapete, non facciamo mistero del ritenere che questa crisi è a nostro avviso un momento di svolta epocale nella storia umana.

Che sia la fine dell'era del petrolio, o fine del dollaro che sia, non è rilevante. Il succo del discorso è a nostro avviso in questa frase dell'articolo citato:

Pensiamo che la crisi economica attuale costituisca una svolta fondamentale nella nostra storia. L'economia mondiale ha incontestabilmente raggiunto i suoi limiti di crescita.



Il Ciclo di Vita

Tutto cio' che ha un inizio ha uno sviluppo, una maturità e quindi un declino.

Questo è cio' che si insegna nelle facoltà economiche sotto il nome Ciclo di Vita. Puo' essere di un prodotto, di un servizio, di un fenomeno economico.

Non solo economico, pensateci: è così per tutto cio' che nasce o quasi. Dal pechinese della vecchia zia che sembra non morire mai e alla fine muore (il cane, ma anche la zia), dalla mela che abbiamo davanti per pranzo all'impero ottomano, dal virus ebola al Rinascimento, a Digg (gli affezionati lettori perdoneranno l'accostamento).

  • Una cosa nasce, quasi senza essere vista.
  • Poi entra nella fase della crescita rapida.
  • Infine smette di crescere e si stabilizza.
  • Poi entra nella fase finale di declino.
  • E, se non si rinnova, finisce.

Qui il classico grafico di scuola






Qui qualche altro grafico a caso:

Il traffico di Digg secondo Alexa comparato con la curva standard del ciclo di vita




Ciclo di vita del lievito di birra






Le fasi finali tutte convergenti

Guardatevi intorno: in questo momento storico sono molte le cose che stanno finendo.
Certo, cose economiche come il dollaro, il debito, (forse) il petrolio, ma non solo.

Cicli secolari, alcuni millenari, stanno mostrando gli inevitabili segni del declino.

Le religioni sono in crisi, i valori occidentali sono in declino, così come sono già scomparse intere razze animali, ecosistemi, lingue umane.

Considerate anche i più palesi segni di demenza senile della civiltà umana:

  • Esplosioni nucleari nell'atmosfera
  • Una chiazza di bottiglie di plastica nel'oceano grande come mezzo continente
  • Ambiente inquinato in tutto il pianeta
  • Cibo avvelenato che provoca malattie, e non ci riferiamo alle cozze andate a male

E ci fermiamo qui per pudore caprino.

Ora, tutte queste fasi conclusive, con tutti i sintomi già manifesti, stanno tutte convergendo in questi mesi ed anni sotto ai nostri occhi.

Questo è un fenomeno di portata epocale.

Ripetiamo spesso che questi meccanismi sono di portata così grande che non si riescono a vedere proprio a causa della loro stessa ampiezza.

Sono così grandi che, appena messi in moto, possono sembrare ancora fermi. Eppure sono già in moto e sono troppo grandi per poter essere arrestati.


L'autunno caldissimo


Ora ci aspetta il prossimo autunno, che alcuni analisti hanno già indicato come un radicale momento di svolta. Europe2020 ha più volte indicato la fine dell'estate 2009 come un momento potenzialmente drammatico per l'economia.

Di per sè, una fase economica di declino in autunno non sarebbe particolarmente grave.
Crisi e ripresa, ne abbiamo viste molte.

Le cose pero' sono diverse quando osserviamo una fase economica di declino in autunno all'interno di altri fenomeni via via più grandi e tutti in fase di declino.

Per citarne alcuni: la più grande crisi economica della storia, il collasso della valuta di riserva mondiale, la sfiducia generalizzata delle persone nei valori e nelle organizzazioni, un pianeta in crisi a livello energetico ed ambientale.

Sono queste crisi e fasi di declino tutte convergenti, e convergono tutte qui e ora.


La fine dell'economia (e di tutto il resto)

Forse gli apprendisti stregoni della liquidità e delle banche centrali riusciranno a rimandare ancora in là di qualche tempo l'inevitabile fase di declino dell'economia, ma non possono rinviare le fasi di declino di lungo periodo tutte convergenti.

Queste sono già in moto e sono inarrestabili, aspettano solo il fattore scatenante (che puo' un fattore essere economico o meno) per diventare manifeste ai più.



La grande opportunità

La fase di declino è solitamente l'autostrada verso la fine, a meno che non intervenga un cambiamento radicale.

Ed è qui che a nostro avviso risiede la grande opportunità che abbiamo davanti.

Anche i più accaniti complottisti non possono credere che un processo di questa portata sia interamente controllabile e gestibile da un piccolo gruppo di persone (grande a piacere, e che comunque ci proverà). Sono troppe le variabili in gioco.

In mancanza di un impossibile controllo o indirizzamento, la direzione che prenderà il futuro dipenderà veramente ed esclusivamente dalle scelte che tutti noi, come genere umano e come ognuno di noi, faremo e che già stiamo facendo.

E siamo fermamente convinti che oggi ci sono sempre più persone consapevoli che la vita è qualcosa di più di obbedire, che la vita merita di essere gioiosa e piena di soddisfazioni, che esiste un bene prezioso che non ha prezzo e non puo' e non deve essere mai sacrificata:

la libertà di essere sè stessi.

saluti felici

Felice Capretta


ps: questo post, a differenza del solito, raccoglie più opinioni personali che fatti misurabili. regolatevi di conseguenza ;-)

101 commenti:

Appenninico ha detto...

Cosa potrebbe escludere che si tratti di declini con tempistiche ottimamente programmate al fine di sostituire il sistema economico attuale (distrutto volontariamente) con un 'nuovo sistema', basato su economia 'verde', moneta unica globale e futura sparizione della moneta contante?
Non sarebbe da escludere, considerando che:
-le premesse per distruggere il sistema economico attuale sono state tutte volontarie (tra le più grandi, l'eliminazione del Glass Steagall Act nel 1999)
-l'ambientalismo frenetico dell'ultimo periodo
-la mai vista coordinazione mondiale di fronte ad una crisi come questa
-il 'nuovo ordine economico' invocato da tanti importanti Stati, tutti d'accordo come non mai nella Storia
-la moneta unica globale già richiesta dai BRIC e da personaggi quali Prodi, Padoa Schioppa e Stigliz
Il problema sarebbe capire in quanti avranno la gestione di tale sistema. Probabilmente pochissime mani, e non è una questione da poco.

Anonimo ha detto...

Caro Capretta, sono assolutamente d'accordo sulla teoria del ciclo di vita applicato allo sviluppo economico tuttavia, secondo alcune analisi che seguo io, non ci troviamo nella fase di maturità ma nel punto di flesso, ovvero a metà della curva dove l'andamento cambia direzione (per intenderci a metà della S). In quella fase che è chiamata di "shake out", nella quale avvengo grandi perturbazioni per poi ripartire verso la crescita. La stessa fase, per capirci, è successa nel '29 ed è durata fino alla seconda guerra mondiale, dopo di che la crescita è ripartita. Allora il prodotto di punta che rappresentava la nuova tecnologia era l'autovettura, oggi sono le nuove tecnologie, entrambe se raffrontate, sono allo stesso livello di sviluppo. La notizia buona, in questo caso, è che dopo tutto ci troviamo in un periodo crescente e quindi, dopo tutto, la crescita riprenderà.
Saluti a tutti
Fra

Anonimo ha detto...

E intanto la California prepara un indulto per ragioni economiche:

http://www.bloomberg.com/apps/news?pid=20601103&sid=a87bhd6qRs4A

Se non ho capito male, si intende diminuire la popolazione carceraria di 27000 persone (su un totale di 167000).

Questo potrebbe essere un ulteriore fattore di destabilizzazione sociale, che si andrebbe ad aggiungere alla crisi economica che sta colpendo duramente lo stato: pesante disoccupazione, crollo del valore degli immobili, esplosione delle insolvenze sui mutui e dei conseguenti pignoramenti.

dado

Anonimo ha detto...

ps: d'acordo anche sul fatto che la teoria complottista non sta in piedi, può essere che qualcuno tenti di manovrare le leve importanti, difficile credere invece che le cose finiranno come lui intende. La frana è tale che nessuno può avere la capacità di controllarla, la può avviare ma non può sapere dove e come si fermerà una volta che si è avviata.
fra

Anonimo ha detto...

"La notizia buona, in questo caso, è che dopo tutto ci troviamo in un periodo crescente e quindi, dopo tutto, la crescita riprenderà.
Saluti a tutti
Fra
"
C'é sempre qualcuno che vive fuori dalla realtà. O magari é un troll...

Paolo B.

Anonimo ha detto...

ho letto in una comunicazione pervenutami da black rock (gestore fondi) che il 21,22,23 settembre la borsa giapponese rimarrà chiusa.
sapete qualcosa a riguardo?
grazie
ciao
piero

Anonimo ha detto...

Quanto detto coincide con questo studio:

"Il picco della civiltà": la caduta dell'Impero Romano di Ugo Bardi.
E' un problema di complessità e del suo costo.

http://www.aspoitalia.it/attachments/258_traduzioneimperoromano_ugobardi_jul2009.pdf

Massimiliano

Anonimo ha detto...

@ menohopiusono
ho letto la tua teoria delle bottiglie, diciamo che fa "acqua". sarebbe anche lungo e noioso procedere secondo questa allegoria. Per essere sintetico io direi che i bilanci delle banche sono formalmente corretti (abbastanza, insomma) ma sono "diffili da leggere" nella loro sostanza. Ossia vedere tra le pieghe dove ci sono le perdite. Tuttavia non sono d'accordo con chi pensa che si tratti di società che al di sopra della legge, che non hanno l'obbligo di rispettare le regole del "sistema". anche loro devono rispettare quelle regole e chi sgarra, quando beccato, viene punito dal sistema. Naturalmente i "soci" delle banche, come lobbie, sono molto influenti in questo sistema e, finchè contano, possono anche cambiarlo con una certa facilità.
Fra

Anonimo ha detto...

paolo B
legitti meglio quel che ho scritto, pensa... e poi parla.... Nessuno nega che ci sono dieci anni difficli davanti, come tra il 29 ed il 39, e che non ci sia un finale col botto. Il fatto è che non siamo al termine della maturità con seguente decresita di medio lungo, ma dopo questo periodo si riprenderà il ciclo di cresita. dopotutto non credo che tu abbia certezze sul ciclo di lungo termine, o sei così sicuro di sapere già tutto?
Fra

lostdog ha detto...

OTTIMO ARTICOLO RIASSUNTIVO DELLO STATO DELLE COSE.BrAVO SIGNOR CAPRETTA.NEsSUN ORDINE MONDIALE IN ARRIVO ALMENO DAL MIO PUNTO DI VISTA MA TANTO cazzatismo. IL FRENETICISMO IL VERTICISMO è tipico di chi cerca si esorcizzare un declino scritto evidente. NON MI DICONO NULLA DI nuovo l'ambientaLISMO FRENETICO LA COORDINAZIONE MONDIALE(MAH)(c'è una lotta oramai alla luce del sole di tutti contro tutti soprattutto sull'accaparramento delle risorse naturali) i vertici monetari daranno vita ad una nuova moneta di riferimento? può darsi ma non cambierà nulla x noi comuni mortali ... C'è invece UNA crescente presa di coscenza di molta gente comune sullo "stato delle cose".è l'unico germoglio che vedo spuntare.

Anonimo ha detto...

http://www.aspoitalia.it/attachments/258_traduzioneimperoromano_ugobardi_jul2009.pdf

Massimiliano

25 agosto 2009 2.51

NON VIENE NIENTE

LupoLuponis ha detto...

capita a fagiolo il mio ultimo post

http://www.intellezione.com/2009/08/le-fondamenta-per-il-disastro.html

Anonimo ha detto...

Eccolo, vale davvero la lettura:

http://www.aspoitalia.it/attachments/258_traduzioneimperoromano_ugobardi_jul2009.pdf

ivan ha detto...

Bellissimo il finale, sono pienamente d'accordo e sono sicuro che l'opportunita' sara' colta, liberi di essere se stessi.
Ciao.

Anonimo ha detto...

disfattisti ,questa è la vostra posizione.
la capretta pensa di essere al sicuro pensando di poter rimaner nell'anominato ma voi tutti che partecipate attivamente al suo blog sappiate che potreste venire indentificati e nel caso puniti.
proprio ieri guardavo un documentario storico sulla seconda guerra mondiale e i disfattisti rischiavano di essere fucilati!
pensateci un attimo prima di seguire caprette che si nascondono !
tu capretta se hai il coraggio delle tue azioni fatti vedere in faccia o torna a nasconderti dove sei stata finora,e rispetta i diritti d'autore pagando i diritti siae a europe 2020

Shia ha detto...

Grazie per l'ottimo commento.

Felice Capretta ha detto...

@ anonimo 4.44


...

ehi guarda, una capretta.

ma soprattutto, che tempo farà domani?

;-)

saluti felici

Felice

ps: altro che fucilazione, nei commenti vecchi c'e' già stato qualcuno che ha fatto un pensierino a farmi al forno...in tempo di crisi non si butta via niente :-))

dj sdong ha detto...

ecco perchè io continuo con la mia musica: senza mode e senza regole. beh.. è sicuro che solo la carenza di energia potrebbe rallentare l'espresione delle mie idee :) comunque... teniamo duro ragazzi/e

Anonimo ha detto...

"Transition town senza petrolio
ecco gli eco-sognatori italiani":


http://www.repubblica.it/2009/08/sezioni/ambiente/transition-town/transition-town/transition-town.html?ref=hpspr1

http://transitionitalia.wordpress.com/

Pipino il breve :-)

menohopiusono ha detto...

@fra

Va be' io c'ho provato. Il punto era che con la riserva frazionaria si crea denaro dal nulla. Non ho mai sostenuto che le banche siano al di fuori del sistema o che violino le leggi (secondo me le leggi le scrivono).

E il denaro creato dal nulla andrebbe distribuito equamente a tutti i cittadini. Non può essere uana ricchezza esclusiva di chi lo genera. Questo è il punto.

Saluti

F

yuma ha detto...

eh.... di sicuro a loro non sfugge niente : )

prendo a prestito la risposta di Felice ad un mio intervento per fare un'analisi che potrebbe essere interessante. Mi scuso in anticipo per la lungezza del post.Prometto...prima ed ultima volta

"Loro"... uguale gli altri =il nemico, quelli che mi vogliono male.

Si fa strada la necessità del tutto umana di trovare il nemico e risolvere quindi già una parte del problema.

Loro, gli altri , quelli di destra in contrapposizione a quelli di sinistra, dell'inter invece che del milan (juve /toro, Lazio /roma se preferite) ieri guelfi e ghibellini diventati addirittura bianchi e neri.

In Italia siamo speciali Più semplici i cinesi con Yin e Yang.

Intendiamoci, sono anni che mi preparo al grande botto, e non a parole.

Ho comprato una casa con un po' di terra raggiungendo la quasi completa autonomia alimentare ed energetica, semprechè non arrivi Armageddon.

Con un po' di fortuna sono perfino riuscito a farmela pagare in parte dal sistema,in quanto avendo fatto un piccolo ragionamento sulla differenza di tasso che avrei pagato fra Yen ed Euro ho calcolato che in 10 anni avrei risparmiato circa il 60 % per il differenziale.

Poi mi è andata anche bene perchè mi sono finanziato a circa 95 e venduto intorno a 140. Quindi non posso neanche sputare (scusate il termine )nel piatto dove ho mangiato.

Però ora che sembra avvicinarsi il momento non sono più così convinto che sia così.

Tutto cambia ,niente cambia. Che senso avrebbe lo Yin senza lo Yang.

Sconvolgimenti si , anche grandi , e per carità triste a chi tocca,ma alla fine il mondo vince. Del resto noi siamo poca cosa e fra centomila anni Gaia se ne fregherà persino di Einstein.

I grafici continuano in un 'altra pagina, caro Felice. La cosa che ci dispiace è non essere più in quella pagina...ma tant'è !

Per i nostri tempi,invece probabilmente dovremo aspettare che il prestigiatore tolga l'ennesimo coniglio dal cilindro, e non vale neanche la pena di cercare di capire dov'è il trucco.

Basta tenere sempre bene a mente che il nostro mondo economico è una bisca, e se ti limiti a puntare al rosso ed al nero, qualche volta ti fanno vincere. Se tiri al numero pieno, o diventi loro socio o ti fanno nero.

Ma queste son cose poco importanti.

Quello che invece ho scoperto nel fare la casa, avendo partecipato in prima persona ai lavori( ci son voluti otto anni!) è un qualcosa che mi fa piacere ritrovare nei pensieri di Indopama di Taoista , Franco ed altri. Ho scoperto quali sono i valori per me più importanti.

Ho potuto coronare il mio sogno non perchè ho avuto i soldi ( certo questi sono stati essenziali, ma non decisivi)

Ho avuto IL TEMPO, ho avuto La SALUTE, ho avuto UNA FAMIGLIA che mi ha sostenuto ed aiutato

Noi non diamo importanza al tempo.Lo sprechiamo. Solo se ci viene diagnosticato un male incurabile ne capiamo l'importanza.

Allora lo centelliniamo, lo coccoliamo, cerchiamo di farlo rendere al meglio.

Credo sia questa la via che ci indica Indopama .

Le piccole grandi cose, .

Il dare la precedenza a sinistra se sei fermo nel traffico, e non per avere la riconoscenza di chi hai fatto passare, ma semplicemente perchè a te avrebbe fatto piacere

Ecco perchè il concetto di "loro"diventa per me meno pesante.

Loro fanno un gioco, io ne faccio un'altro ed ogni tanto mi accosto alla tavola per raccattar le briciole, che per me son più che sufficienti.

Mi piacerebbe parlarvi ancora della Famiglia, il primo vero nocciolo della Società, ma mi rendo conto non posso approfittare troppo della vostra pazienza Ho osato un off topic perchè il Padrone di casa ha dato per questa volta un taglio diverso di argomento

Buona giornata a tutti

Anonimo ha detto...

Se le cose seguiranno la via peggiore non avremo molte opportunità di "essere liberi di essere se stessi", ameno che non intendiamo dedicarci alla meditazione estrema per trovare l'illuminazione e diventare dei buddha seduta stante.
Una cosa è la bella e giusta idea di libertà interiore (l'unica cosa che conta è quello che hai dentro, ha detto qualcuno...) ma altro è doversi occupare e soffrire anche di chi ti sta attorno e acui vuoi bene...Ecco, appunto, lo scontro e la sopraffazione per garantire un minimo almeno a chi vuoi bene ( e che magari è indifeso...)
Non la vedo bene, sarebbe il caso di iniziare a pensare in concreto.
Esempio? Che faranno quelli prigionieri di una grande città, disoccupati, senza nemmeno un fazzolettone di giardino dove piantare un po' di cavoli, verze, e quant'altro in inverno e tutto il resto in primavera?
Saranno liberi di essere se stessi?
Senza polemica.

Anonimo ha detto...

@pipino il breve

mi stavo interessando anch'io all'iniziativa

Volevo visitare il progetto italiano.

Qualcuno sa da chi è partita l'iniziativa e da chi è sostenuta?
Secondo voi perchè quasi la totalità delle iniziative sono negli usa o nei paesi del commowealth?

ciccio

Felice Capretta ha detto...

@ anonimo

> Che faranno quelli prigionieri di
> una grande città, disoccupati,
> senza nemmeno un fazzolettone di
> giardino dove piantare un po' di
> cavoli, verze, e quant'altro in
> inverno e tutto il resto in
> primavera?
> Saranno liberi di essere se stessi?
> Senza polemica.

Saranno liberi di decidere se trasferirsi in campagna, dove un tetto sopra la testa e un piatto in più, anche per un inverno intero, non manca.. oppure restare in città a litigare per l'ultimo cartone di latte.

Non credo agli scenari da mad max comunque... :-)

saluti felici

felice

Anonimo ha detto...

questa e' la crisi delle lattine, barattoli e sportine gettate nei fiumi e nei mari.

questa e' la crisi della gente che disincastra i neuroni dal tubo catodico e si accorge che il mondo che li sfama e' fuori e non dentro la tv.

questa e' la crisi della gente che a forza di lavorare e produrre beni si trova con niente in mano.

questa e' la crisi della gente che capisce di aver fatto il pollo per una vita e di essersi fatto truffare come un bambino dai banchieri.

questa e' la crisi di tutto il pianeta che si e' mosso troppo in fretta fuori dal suo equilibrio e ora, sempre in fretta, si riporta in carreggiata.

MI E' FATICA VEDERE TUTTO QUESTO COME NEGATIVO, IL NEGATIVO LO ABBIAMO GIA' FATTO PRIMA E QUALCUNO L'HA CHIAMATO BENESSERE.
QUESTO E' IL MOMENTO DELLA RINASCITA E DEL RICONGIUNGIMENTO DELL'UOMO CON TUTTO IL CREATO, UN MOMENTO MAGICO.

QUELLO CHE QUALCUNO HA CHIAMATO BENESSERE E' STATO IL MOMENTO DELL'UNIONE DEI NEURONI DELL'UOMO COL TELEVISORE.

COME POTEVANO CHIAMARLO BENESSERE QUANDO SI VEDEVA CHIARAMENTE CHE STAVANO DISTRUGGENDO IL PIANETA CHE CI TIENE IN VITA?
QUELLA ERA PURA INCOSCIENZA, QUESTA DI OGGI E' PURA PRESA DI COSCIENZA, RIUSCITE A VEDERLO?

oggi non ci serve piu' una ripresa economica, abbiamo gia' tutto e in abbondanza, infatti ci sara' piuttosto una stabilizzazione verso la qualita'.
quella che ci serve oggi e' una presa di coscienza, la consapevolezza del nostro ruolo di uomini nel mondo e del perche' siamo qui ora.

consapevolezza della vita, questo ci serve sapere, le altre cose le sappiamo gia', questo sara' il nuovo trend, non ci interessano piu' telefonini e tv al plasma, queste cose hanno gia' fatto il loro tempo, come le stufe a combustione che usiamo per muoverci in strada.

indopama

Goodlights ha detto...

caspita ragazzi, occhio a quello che scriviamo...corriamo il rischio di essere fucilati ed il nostro guru incaprettato!
:-)))

scherzi a parte, come la penso a riguardo già lo sapete.

siamo noi a crearci la nostra realtà e non è il caso di dire "poverini" a quelli che finiranno male.
hanno in se il potere di rovesciare la loro sorte come e quando lo desiderano.
se non lo usano, be', pazienza!



@yuma

è davvero come dici tu.
spesso solo quando è troppo tardi ci si lascia travolgere dai rimpianti ed il tempo che dedichiamo a noi stessi diventa prezioso e non negoziabile.

sembrerò ripetitiva, ma a chi piace veramente stare ore lontano dalle persone che ama per scambiare tempo con denaro?

(e che non ci si metta il solito ignoto a darmi della frustrata perchè, tanto per chiarire, il mio lavoro mi piace un sacco e la mia attuale esistenza anche!
scusate l'ot)

come te, yuma, anch'io mi sto preparando all'eventuale botto, ma non per questo spero disperatamente che avvenga.

come ho già detto mille volte, in questo specifico caso, non mi importa tanto del come, quanto del risultato.

spero in un mondo migliore.
un mondo più consapevole.
un mondo di amore.

sembra uno spot televisivo, ma è quello che davvero mi auguro per tutti noi
:-)

buona serata!
Goodlights

sarmata ha detto...

"Saranno liberi di decidere se trasferirsi in campagna, dove un tetto sopra la testa e un piatto in più, anche per un inverno intero, non manca.. oppure restare in città a litigare per l'ultimo cartone di latte." ....Troppo facile vedere le cose come se tutto fosse un film. In campagna dove e da chi? Prendi i figli, la moglie, lasci la stamberga ben chiusa a chiave e te ne vai in cerca del fattore buono che non vede l'ora di arruolare dei cittadini incapaci con seguito...Che facciamo, torniamo al medioevo? I contadini veri diventano nuovi feudatari? I cittadini servi della gleba?..(lo so che servi siamo comunque)...i vari armati di stato e non, diventano i nuovi cavalieri?
Non confido molto nella visione bucolica del tetto e del pasto facile e certo purchè in campagna.
Più facile una ulteriore degenerazione sociale ed umana.
Magari con il solito "uomo forte del destino" presso cui correranno gli italiani...e saran botte per chi non si compiace.

Shia ha detto...

intanto il Colonnello Bernakke (non Bernacca, ma lo stile è lo stesso) è stato confermato per altri 4 anni alla FED.

Coazione a ripetere.....

Anonimo ha detto...

ecco che si passa dalle chiacchere ai fatti, il gioco e' cominciato e ora si selezionano i veri giocatori.

"Nuova influenza, vaccinazione al via
In Italia si partirà dal 15 novembre"

http://www.repubblica.it/2009/07/sezioni/cronaca/nuova-influenza-2/vaccinazione/vaccinazione.html

indopama

Piero61 ha detto...

Buonasera a tutti
mi ritrovo molto nelle parole di Yuma, riassume quasi in toto il mio pensiero. Che tipo di vita conduciamo io, mia moglie e, i nostri due pargoli, in parte lo sapete già, bando alle idiozie modaiole, niente spese superflue, tanta natura (camminate, raccolta di more, coltivare l'orto, fotografie ai fiori protetti) tanto lavoro manuale (orto, modellismo statico io, punto croce mia moglie, letture varie tutti).
Sono impegnato anche nel sociale, faccio l'educatore di minirugby (sport pieno zeppo di valori, dal mio personale punto di vista è la disciplina sportiva a squadre, che più si avvicina ai valori cattolici, quelli veri, antecedenti al CVII)e, fino a due anni fa, anche nell'organizzaione della festa Parrocchiale e ideatore di una corsa campestre (tutt'ora attiva) per i sentieri della nostra frazione.
Vorrei parlarvi per ore, ma vi annoierei, dico solo, a scanso di malintesi e eventuali incomprensioni che io sono un fascista di tipo rurale tutto Dio, Famiglia e Patria, non ho paranoie di super razze ma, aborro totalmente questa deriva relativista che ci trasciniamo dietro dal 26 aprile 1945 in Italia e dal 9 maggio 1945 in Europa. Non a caso l'invasione dell'Europa è stata programmata alle 6 di mattina del 6 giugno 6° mese dell'anno: 6 6 6 la bestia!
Forse sto uscendo troppo fuori dal seminato ma se questa crisi esplodesse in tutta la sua virulenza, la mia personale speranza è che possa servire a tanta gente per comprendere cosa conti realmente nella vita.
Se qualcuno scappasse dalla città non lo accoglierei a fucilate, cercherei di insegnarli a discernere (poi magari mi fa fuori lui!)
Saluti, vado a cenare, tutto autarchico, non uso antiparassitari, è tutto sano ma, non posso impedire le scie chimiche...............
A dopo
Ciao Piero61

Anonimo ha detto...

io ho fatto 10 anni modellismo dinamico... soprattutto auto.
:-)
indopama

Piero61 ha detto...

buonasera
@indopama, molto bene
io faccio statico; aerei I^ GM, tutte le forze in campo, aerei II^GM solo le forze dell'Asse. Solo aerei ad ELICA!
Poi faccio i figurini (1/72 - 1/35) dei napoleonici, ma solo le forze che hanno combattuto contro il nano relativista, sovietico ante litteram, che era il Corso.
Con il mio figlio piu grande(10 anni a novembre, quinto anno di rugby, centro o estremo a seconda di come capita) stiamo tentando di fare anche un plastico del trenino (scala HO).
L'unico modellino di auto che ho fatto è stata la mitica Tyrrel a 6 ruote di Formula 1.
Saluti Piero61

yuma ha detto...

Per Sarmata

"Prendi i figli, la moglie, lasci la stamberga ben chiusa a chiave e te ne vai in cerca del fattore buono che non vede l'ora di arruolare dei cittadini incapaci con seguito..."

Gia' successo nel '40 /45.

Si chiamavano "sfollati" ed hanno cementato amicizie e creato una Società con dei valori a cui le generazioni future hanno attinto a piene mani senza sapere con quali sacrifici sono stati creati.

Hanno prodotto la legna con cui ancora oggi si accendono gli ultimi camini dell'economia.

Quanti negozietti o mutui sono aperti/accesi grazie alla garanzia dell'appartamentino comprato a fatica dai Nonni?

Ma le nostre generazioni discotecare e festaiole cosa lasceranno ai loro nipoti? Una tirata di cocaina inutilizzata?

Piero61 ha detto...

salve,
ve lo prometto questo è il mio ultimo intervento serale.
@Yuma: sempre meglio, voto 10!
Una domanda; qual'è la vostra età media ?
Io ne ho 48, appena fatti (4/VIII),Piero 61, appunto!
Io e, mia moglie ci auguriamo di lasciare ai nostri figli quello che ho descritto nei miei precedenti interventi: onestà, sacrifcio, correttezza, l'agire sempre alla luce del sole, mai colpire di nascosto e far pagare ad altri le proprie colpe, osservare i dieci comandamenti, amare la propria Patria, non tradire MAI, la famiglia, dare giusto peso alle cose e fuggire le stupidate.............
Saluti e buona notte
Piero61

LupoLuponis ha detto...

gran bello sport il rugby ci ho lasciato le ossa e il cuore . (scusate l'off topic ma al cuor non si comanda)

Anonimo ha detto...

@ Felice

dalle mie dorate vacanze trovo un momento per scriverle un link
http://finance.yahoo.com/expert/
article/richricher/184720

me la godo ancora (l'ultima volta ahimè)

Fantomas

Gaia ha detto...

Riprendo la news segnalata da Shia linkando uno spassosissimo servizio di Euronews.
In realtà, spassosissime sono le parole di Berny e Obamino (consigliata la lettura a chi è giù di morale :D ), non il servizio in sé, che però nel finale ci regala una perla da far accapponare la pelle:

Alcuni dei suoi detrattori però ritengono che la fed si sia spinta un po troppo in là con l’elargizione di aiuti di stato, con il rischio di dare fuoco all’inflazione.

No... maddaaai, che mi dici! Ma veramente?? :o :o

Volano spiritosaggini come noccioline allo zoo.. :P

unu saludu, come dicono in Lapponia
_gaia_

Anonimo ha detto...

piano piano tutto comincia a quadrare:

qualcuno guarda "matrix" (film)
qualcuno fa modellismo
qualcuno si nutre d'erba e odia gli ebrei

andiamo bene...

e adesso si comincia a ventilare la possibilità che in settembre non succeda proprio un bel niente.

BOOOOOH

Anonimo ha detto...

qualcuno parla lappone
qualcuno dice "Bingo!"
qualcuno parla di declino
qualcuno di crescita
qualcuno fa incredibilmente il diggèi
qualcuno si gode le ultime vacanze
qualcuno le penultime

mi vengono in mente due bellissimi film: "L'armata Brancaleone" e "L'apprendista stregone"

FelixTheCat ha detto...

@ anonimo

...bingo! :-)))

Eh! Quando c'era il sardonico e irreprensibile Re Gilardino...
bei tempi quelli... che nostalgia... ;-)

Anonimo ha detto...

intanto la borsa continua a volare

E il resto sono pompose dichiarazioni

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonymus ha detto...

http://www.youtube.com/watch?v=c4TdPxOXuYw&feature=related
Ho detto tutto :)

Daniele T ha detto...

@ menohopiusono
x intenderci , tutto il denaro e il debito, come lo conosciamo, è creato dal nulla dal sistema banche centrali+riserva frazionaria...
@ fra
se le banche sono dei falsari xchè creano denaro dal nulla non è che se la legge glielo permette smettono di essere dei truffatori(e comunque la costituzione americana lo vieta espressamente in un emendamento). E' come dire togliamo l'assasinio come reato e chi uccide non è più un assassino...
Se ritieni che prestare soldi di un altro dal suo conto corrente e lasciare scritto che i soldi ci sono sia formalmente corretto beh meglio che ripassi il meccanismo per esempio qui:

http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=5518

Felice Capretta ha detto...

@ solito fissato

bentornato, fatte buone vacanze spero.

tieni a bada la tua tastiera per cortesia, ho dovuto segare i due commenti provocatori e ad personam.

(io ti avevo avvertito eh :-)

saluti felici

felice

claudio ha detto...

Ben ci siamo
Influenza A, vaccinazione al via
in Italia si comincia il 15 novembre

Tutti i dettagli qui http://www.repubblica.it/2009/07/sezioni/cronaca/nuova-influenza-2/vaccinazione/vaccinazione.html

Anonimo ha detto...

Arrestato per truffa cotale Hassan Nemazee che, oltre ad essere uno dei massimi sponsor di Hillary Clinton, aveva presentato lettere di garanzia per e. 625 milioni di dollari, solo la Citibank a fronte di queste gli aveva rilasciato 80 milioni di dollari. LE LETTERE ERANO FALSE. Attendiamo di sapere chi altri gli aveva fatto prestiti. Che sia il nuovo scandalo Maddof del 2009?
Fra

Anonimo ha detto...

Oh grazie,
ma no, non ci sono stato in vacanza quest'anno
avevo da lavorare
conto però che questa sia l'ultima estate di sacrificio, dalla prossima vacanze lunghe e frequenti

Anonimo ha detto...

sembra che a novembre partino a vaccinarvi, ancora 2 mesi e mezzo...

link di approfondimento:
http://alessandronucci.blogspot.com/2009/08/perche-lorganizzazione-mondiale-della.html

indopama

menohopiusono ha detto...

@Daniele T

Grazie, lo so che tutto il denaro è debito e so pure che la legge consente alle banche di comportarsi come dei falsari. Quello che volevo capire è come legare questo al fatto che le banche falliscono. Credo che quando falliscono restino un sacco di crediti da esigere. Vorrei sapere chi se li prende una volta che la banca è fallita e come funziona il clearing.

Saluti
F

P.S. @fra secondo me ti devi andare a guardare un pi' di cose sul signoraggio e sulla riserva frazionaria. Magari potresti cominciare con Auriti.

Anonimo ha detto...

"Chi si prende il malloppo? Io so che c'è il malloppo perché al passivo c'è il denaro prestato - ma questo è un "asrtificio" - insomma il bilancio è truccato."

mi spieghi perchè il bilancio è truccato?

......
Il meccanismo del signoraggio non ha nulla a che fare con l'affermazione che le banche hanno un bilancio truccato o che c'è un "malloppo". Entrambe informazioni errate ed approssimative. Mi lamentavo di come si presentano le cose... Se vuoi dire che il signoraggio è una rapina di quello. Dire che le banche hanno un bilancio truccato o che qualcuno ruba il malloppo induce sicuramente qualcuno a capire cose errate. tutto qui.
Aggiungo: se la banca raccoglie 100, presta 100 e alla fine guadagna 10, quest'ultimo è l'utile che ricava per aver fatto da tramite. Vi ha dato un servizio. alla fine in cassa gli restano 10, mi spiegate dov'è sto' malloppo?
Quando la banca fallisce chi la rileva si fa carico tanto dei crediti che dei debiti (che eredita completamente)! Non confondiamo l'istituzione, le regole (che ci siamo dati) e l'utilità sociale con il fatto che l'uso che ne è stato fatto è distorto.
Altrimenti si finisce sulle generalizzazioni sterili del tipo tutti gli autonomi sono evasori, tutti i padani sono razzisti e tutti gli imprenditori sfruttano l'operaio, che i parassiti sociali (politici ecc.) cavlcano per mantenere i loro poteri invariati dandoci a tutti degli sciocchi.
Fra

Anonimo ha detto...

PS: la vera battaglia è combattere la banalità e l'approssimazione, che sono il contenuto di tutte le false notizie di giornali e tv. Se fossimo tutti più attenti a rilevare la differenza tra informazione e ciarlatanta (che fa disinformazione) forse non ci sarebbero tante notizie false e tanti creduloni disposti a farsele raccontare (si veda Taleb - il cigno nero!).
Fra

Anonimo ha detto...

@tutti quelli che parlano di signoraggio

mi spiegate che differenza c'è tra l'assegnare un valore arbitrario e dipendente dalla fiducia e consapevolezza comune all'oro o a un pezzo di carta creato dall'uomo?
E poi sto discorso che si crea denaro dal nulla. Cosa vuol dire.. anch'io il mio stipendio lo creo dal nulla "lavorando", per il valore che creo dovrà pur essere creato un corrispettivo monetario.

@capretta
che ne pensi delle citta in transizione?
mi sembra che si avvicinino molto ai provvedimenti che tu e alcuni utenti del blog consigliate per affrontare i prossimi anni no?
perchè non ne parli in un post?

lionel hutz

menohopiusono ha detto...

@fra

Ok. Ho scritto cose approssimative e sono completamente d'accordo sul fatto che la questione centrale è andare oltre banalità ed approssimazione dei media. Mea culpa. Adesso però mi piacerebbe discutere il punto.

@Capretta

La domanda è: le banche falliscono per motivi di liquidità ma hanno, quasi sempre, più crediti che debiti al momento del fallimento? Se è così, rilevare na banca falliata sarebbe un affare nel lungo periodo. Mi piacerebbe sapere cosa ne pensa Capretta. Grazie.

F

yuma ha detto...

signoraggio, creazione di denaro dal nulla ecc.

A proposito, nessuno ha ancora parlato del fatto che l'elargizione di un mutuo da parte di una Banca potrebbe essere incostituzionale.

Infatti dovrebbe essere versata sul conto la somma elargita, mentre invece viene quasi sempre aperta una linea di credito.

Il risultato potrebbe essere la nullità del contratto.

Interessante no?

Comunque troppa carne al fuoco per un post, ed anche per un blog.

Posso consigliarvi la lettura di
Marco della Luna e Antonio Miclavez?

Il loro libro (ormai famoso) ha un titolo che a me non piace, ma è estremamente illuminante e piacevole da leggere.

Si chiama Euroschiavi edito da Arianna editrice.

Non pensate che poi cambi qualcosa,però almeno si sa di che morte si deve morire.

Comunque vi ricordo che il sistema ha funzionato ed ha dato a tutti un bel po' di anni di prosperità.

Poi ha preso la mano.

Ma non è il sistema... sono gli uomini

Potrebbe forse essere
meglio modificare con calma, piuttosto che abbattere

Goodlights ha detto...

@anonimo 13.23 e 13.32

già.
il mondo è bello perchè è vario.

ancora più bello che tutti qui possano dire quello che pensano senza essere aggrediti...


@piero61

35 anni :-)

abbracci!
Goodlights

yuma ha detto...

Per Anonimo

"intanto la borsa continua a volare

E il resto sono pompose dichiarazioni"

Volava anche nel 2000/ 2001... oh, come volava!!! Persino Greenspan ( che aveva inventato il giochino) ad un certo punto si è spaventato ed ha lanciato timidi avvertimenti.

Avevo avuto in assegnazione Tiscali... ohhh come hanno volato... Stratosfera....

Vatti a guardare i grafici

Quando la nave ha preso l'abbrivio... prima che si fermi...

Comunque è bello essere così convinti .

Guarda...voglio darti una mano...

codice Isin Fr0010446658 LEVA CHE PUO' VARIARE TRA IL 150% E 200% etf sul ftmib

Investici su un po' di soldi, però poi non sparire a ottobre, che dobbiamo risentirci.Ciao, buona giornata

Daniele T ha detto...

"
mi spiegate che differenza c'è tra l'assegnare un valore arbitrario e dipendente dalla fiducia e consapevolezza comune all'oro o a un pezzo di carta creato dall'uomo?"
sembra che questo neanche i signoraggisti lo capiscano...
Il fatto è che l'oro è, è stato, e sarà sempre limitato in quantità, e non importa se è una banca o un governo a "stampare moneta". E' un asset privo di rischio di fallimento. La carta può fallire, le leggi possono essere raggirate come sempre è stato fatto, e i governi hanno sempre stampato più moneta del dovuto, creando inflazione. I signoraggisti attacandosi a Maurice Allais che pensava che di oro ce nè tropoo poco, commettondo il tipico errore di chi non capisce ancora cos'è l'oro o un bene reale rispetto ad una promessa di pagamento di qualcuno. L'oro aggira le banche , aggira i governi, ed è per questo che è moneta.Questo è il senso di valore intrinseco a cui ci sputano su i signoraggisti. Non c'è nessun bisogno di fiducia. Neanche il Leap sembra capirlo con la sua folle proposta di paniere di valute cartecee.
Una valida alternativa al sistema FIAT l'ho trovata nel sito GOLDMONEY fondato da Turk. Il sistema è di usemplicità sconcertante (il nostro sistema è volutamente complicato per nascondere la verità). Per è curioso di capire come funziona (o vulesse depositare qui i propri soldi) può andare qui:http://www.runtogold.com/goldmoney/
oppure direttamente sul sito http://goldmoney.com/index.html

Spero di essere stato utile.
Un saluti a tutti.

Anonimo ha detto...

Come funziona il signoraggio bancario si trova facilmente su internet, ma scusate, cosa importa in fondo? non è altro che una delle tante "variabili" del sistema, una volta che sai che è così ti regoli di conseguenza - punto. Non preoccupa di più il MAL funzionamento della (in-)giustizia? se avete un po' di conscenza di giudici e tribunali sapete che c'è veramente da preoccuparsi (sezioni fallimentari, societarie, ...penale!). Parliamo della sanità (?). E' così - quando lo sai ti organizzi di conseguenza. Ma non trovate che anche chi prende a prestito abbia la sua bella responsabilità, se sa di correre dei seri rischi di incorrere in difficoltà finanziarie e non poter rimborsare la somma? non ti va bene il signoraggio, non prendere a prestito. O quando il problema riguarda tutti noi non se ne puo' parlare perchè è più facile dare la colpa a qualcosa o qualcuno?
Non sarebbe meglio considerare la persona capace di intendere e di volere e responsabile di quello che fa. Se tutti avessero fatto come i nostri vecchi, che spendevano quello che avevano nel materasso, non ci sarebbero i mutui sub prime, underwater, ecc.
... valutiamo anche questo ...
Fra

Anonimo ha detto...

le vaccinazioni di massa mi inquietano...ancora più inquietante è l'assenza di reazioni o contestazioni da parte delle persone..simili a bestie che riempono i camion che si incrociano a volte sulle autostrade..placide e inconsapevoli verso i macelli.

signoraggio? leggetevi questo articolo..http://www.usemlab.com/index.php?option=com_content&view=article&id=374:il-falso-problema-del-signoraggio&catid=21:scuola-austriaca-di-economia&Itemid=51

ho riletto in questi giorni il signore degli anelli.. quante profezie si celano in questo libro..l'occhio che tutto vede e controlla..e infine “Il vecchio mondo brucerà tra le fiamme dell'industria. Le foreste cadranno, un nuovo ordine sorgerà. Guideremo la macchina della guerra con la spada, la lancia e il pugno di ferro degli orchi"

de

Anonimo ha detto...

@de
si, anche qui ora, assenza di reazioni.

Anonimo ha detto...

http://diarionelweb.blogspot.com/2009/08/influenza-suina-sesta-parte.html

Daniele T ha detto...

Caro fra. Ce li hai 50 eur nel portafogli? Bravo sii responsabile e vedi di restituirli alla BCE perchè sono loro proprietà e tu li hai solo presi a prestito.

Anonimo ha detto...

Il problema non è il tipo di moneta usata ma chi la emette o la produce.

Se ad emetterla o a produrla è una banca privata (centrale o periferica) allora il problema si pone in questi termini:
può una società privata (banca) creare (o se vi piace, stampare), senza copertura, denaro a costo irrisorio e prestarlo al suo valore nominale?
Non fanno così anche i falsari?

E' una frode o no?

E se i soldi prodotti in questo modo sono prestati allo stato per le sue necessità, si crea un debito fraudolento per i cittadini o no?

Perchè lo stato deve ricorrere per forza a questo prestito fraudolento, invece di stamparsi la moneta da se, senza quindi indebitarsi con nessuno?

lupus in fabula

sarmata ha detto...

Ed ora una interessante analisi:
http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=Forums&file=viewtopic&t=18070

Anonimo ha detto...

@lupus in fabula..perchè non leggi l'articolo che ho linkato?credo dia una risposta a tutti i tuoi dubbi e domande..ciao

de

Anonimo ha detto...

Lupus in Fabula ha centrato il problema e sono d'accordo con lui.

Daniele T, ti sbagli perchè quella banconota rappresenta un contratto e la BCE ha assunto l'obbligo nei miei confronti di garantire il valore dei 50 euro e io non debbo restituirli (a meno che non li abbia presi a prestito - ma se l'ho fatto, perchè non dovrei restituirli?).

Il signoraggio è la stampa di banconote, per conto dello Stato, da parte della banca centrale che è un soggetto privato - sono d'accorodo che questo comporta una distorsione ma non la vedo più grave di tante altre di questo sistema, vedi malagestio di giustizia e sanità (quelle mancanze portano a errori giudiziari o medici!).
Con questo non intendo giustificarlo, intendo solo dire che, dati certi paletti, ti adegui e ci convivi. Basterebbe che tu NON li prendessi a prestito e avresti già interrotto il meccanismo del signoraggio (mi sbaglio?) - nessuno ti obbliga.

Fra

Felice Capretta ha detto...

@ Shia

ormai sei la mia ispiratrice di post... ne stavo ruminando uno sulla conferma di obama ma oggi il tempo scarseggia : /


@F

>La domanda è: le banche
>falliscono per motivi di
>liquidità ma hanno, quasi sempre,
>più crediti che debiti al momento
>del fallimento? Se è così,
>rilevare na banca falliata
>sarebbe un affare nel lungo
>periodo. Mi piacerebbe sapere
>cosa ne pensa Capretta. Grazie.


eh non sono così ferrato sulle procedure concorsuali e fallimentari nonchè sule varie leggi bancarie, comunque le cause della crisi di liquidità possono essere numerose e disparate e non è detto che lascino intaccato lo spread tra crediti e debiti... d'altra parte è vero che c'e' sempre una fetta di mutuatari e pagatori vari che per la banca sono grasso che cola.

per riassumere: non so, mi spiace : )



@lionel hutz

>che ne pensi delle citta in >transizione?
>mi sembra che si avvicinino molto
>ai provvedimenti che tu e alcuni
>utenti del blog consigliate per
>affrontare i prossimi anni no?

grazie per lo spunto, in primis preciso che da parte mia solitamente non consiglio mai.

è una strada possibile: credo che saremmo tutti più contenti e sani se vivessimo all'aria aperta, mangiando cibi naturali della zona, rincorrendo le capre anzichè un avanzamento di carriera che non arriva mai.

ognuno facendo quello che sa fare meglio.

anche perchè un altra persona che al tuo posto riesce a raggiungere le capre al posto tuo è meglio che un'altra persona che avanza di carriera al posto tuo.

in definitiva, è una via possibile e a mio avviso auspicabile, ma specifico: è solo questione di gusti personali, le vie di uscita sono infinite...


>perchè non ne parli in un post?

perchè non se so ancora abbastanza :-) mi documento prima e magari un giorno...


saluti felici

Felice

Anonimo ha detto...

ha ragione chi dice che il signoraggio ormai riempe la bocca di troppi come nelle chiacchere da bar si fa con il calcio..vi ho segnalato un ottimo articolo sull'argomento..scritto da chi l'economia la segue e la studia da tanti anni..ma a quanto pare nessuno ha voglia di leggerlo..forse perchè ha paura di non capire l'argomento..e allora avanti con gli sproloqui.

de

Anonimo ha detto...

Fino a quando tutto il sistema si baserà sul debito, cioè sino a quando tutto il denaro creato sarà allocato come debito da restituire, caricato per di più di interessi, allora i soldi che abbiamo in tasca non saranno mai di nostra proprietà.

lupus in fabula

Anonimo ha detto...

de, visto che tu hai capito l'argomento, illumina le nostre tenebre...

menohopiusono ha detto...

Personalmente spero (e credo) che non mi indebiterò mai. Ma che posso farci se i debiti ce li hanno il mio comune, la mia provincia, la mia regione, il mio stato, e magari presto pure (immagino troppo?) l' Unione Europea?

L'emissione monetaria privata, a mio avviso, non è una "variabile" tra tante, ma è la radice di un'infinità di mali della nostra società essendo il più formidabile (ed antidemocratico) strumento di potere di pochissimi su tutti gli altri.

"Eppure, nonostante tutto, io stimo tanto l'umanità da essere persuaso che questo fantasma malefico [l' esercito, nota mia] sarebbe da lungo tempo scomparso se il buonsenso dei popoli non fosse sistematicamente corrotto, per mezzo della scuola e della stampa, dagli speculatori del mondo politico e del mondo degli affari." -Albert Einstein

F

PS I meccanismi, le istituzioni, gli oggetti non sono neutri! Non è come li si usa, ma cosa sono e come funzionano. La schiavitù non è un'istituzione neutra, la bomba atomica non è uno strumento neutro, il denaro emesso nel modo attuale non è compatibile con la (vera) democrazia.

Anonimo ha detto...

"Il banco trae beneficio dall'interesse su tutta la moneta che crea dal nulla "
[William Paterson, fondatore Bank of England, 1694]

lupus in fabula

Anonimo ha detto...

"Permettetemi di emettere e gestire la moneta di una nazione, e mi infischierò di chi ne fa le leggi.
"
[Mayer Anselm Rothschild]

lupus in fabula

Anonimo ha detto...

"Assurdo dire che il nostro paese può emettere $30,000,000 in titoli ma non $30,000,000 in moneta. Entrambe sono promesse di pagamento; ma una promessa ingrassa l'usuraio, l'altra invece aiuta la collettività "

[Thomas Edison - New York Times, 1921]

lupus in fabula

Anonimo ha detto...

"Non è tollerabile che una banca centrale, isolata, che non ha nessuna responsabilità né l'obbligo di spiegare quello che fa, possa continuare a creare disoccupazione mentre i governi stanno zitti"

[Modigliani, premio Nobel per l'Economia, su "Il Tempo" del 22/10/2000]

Anonimo ha detto...

@ Felice


Condivido tutto e aggiungo, senza autovetture che inquinano e molestano....


Simbetto

Felice Capretta ha detto...

concordo con de, anche se vorrei usare parole più gentili.

diciamo che ci sono molte persone che alla parola "signoraggio" si scandallizzano all'istante.

le comprendo perfettamente, come ho già scritto a felx, ma non convidido.

il tema richiederebbe un approccio più pragmatico e soprattutto dovrebbe essere trattato solo con le opportune basi di macroeconomia, microeconomia e politica economia.

si badi bene: non sto dicendo che il signoraggio è Bene, nè che è Male.

affermo che con le basi di economia si puo' affrontare il tema con la necessaria freddezza e senza tifo da stadio ;-)

saluti felici

felice

Anonimo ha detto...

Anonimo, visto che non ho la pretesa di essere competente a tal punto da illuminare nessuno ho preferito indicare un ottimo articolo sull'argomento signoraggio..
molta gente che scrive nei siti di cosiddetta "controinformazione" crede di saperne di più di quelle persone che si informano attraverso l'informazione di tv e giornali tradizionali.
In fondo non sono diversi dagli altri..solo accettano le notizie offerte dalla "controinformazione" come vere alla stessa stregua di chi legge la repubblica o il giornale.
Per quanto mi riguarda credo che molte notizie e articoli che spesso appaiono sui siti di controinformazione contengano numerosi errori, inesattezze e pareri personali spacciati per statistiche ufficiali..ma siccome è informazione alternativa allora deve essere sicuramente veritiera.
Il signoraggio è un argomento molto complesso..ma a quanto pare hai preferito fare del sarcasmo piuttosto che informarti con l'articolo che avevo proposto.questa è una tua scelta.
Comunque ho l'impressione che il signoraggio è l'ultimo problema a cui dovremmo pensare in questo momento.
saluti

de

Anonimo ha detto...

"Chiunque controlli l'ammontare del denaro circolante in un paese e' il padrone assoluto della sua industria e del suo commercio. E quando capisci che l'intero sistema e' facilmente controllato, in un modo o nell'altro, da una ristrettissima elite, non avrai bisogno che qualcuno ti spieghi come nascono i periodi di inflazione e deflazione".

[James Garfield, 20mo Presidente Usa]

lupus in fabula

Anonimo ha detto...

"Pochi comprenderanno questo sistema, coloro che lo comprenderanno saranno occupati nello sfruttarlo, il pubblico forse non capirà mai che il sistema è contrario ai suoi interessi "

[Rothschild, alla Ditta Ikleheimer, Morton e Vandergould di New York, 26 giugno 1863]

Anonimo ha detto...

"L'attuale creazione di denaro dal nulla operata dal sistema bancario è identica alla creazione di moneta da parte di falsari. La sola differenza è che sono diversi coloro che ne traggono profitto "

[Maurice Allais, nobel per l'economia]

Anonimo ha detto...

"Bisogna capire che tutta la moda letteraria e tutto il sistema giornalistico controllato dall'usurocrazia mondiale è indirizzato a mantenere l'ignoranza pubblica del sistema usurocratico e dei suoi meccanismi."

[Ezra Pound, 1933]

Anonimo ha detto...

“Nelle Colonie [americane], emettiamo la nostra moneta cartacea. Si chiama 'Cartamoneta provvisoria coloniale' [Colonial Scrip]. La emettiamo nelle giuste proporzioni per produrre merci e farle passare facilmente dai produttori ai consumatori. In questo modo, creando noi stessi il nostro denaro cartaceo, ne controlliamo il potere d'acquisto e non abbiamo interessi da pagare a nessuno...

Vedete, un Governo legittimo può sia spendere che prestare denaro in circolazione, mentre le banche possono soltanto prestare cifre considerevoli attraverso i loro biglietti di banca promissori, per cui questi biglietti non si possono né dare né spendere se non per una piccola frazione di quelli che servirebbero alla gente. Di conseguenza, quando i vostri banchieri in Inghilterra mettono denaro in circolazione, c'è sempre un debito fondamentale da restituire e un'usura da pagare. Il risultato è che c'è sempre troppo poco credito in circolazione per dare ai lavoratori una piena occupazione. Non si hanno affatto troppi lavoratori, ma piuttosto pochi soldi in circolazione, e quelli che circolano portano con sé un peso senza fine di un debito impagabile e usura.”

[Benjamin Franklin, Autobiografia, (1763)]

Anonimo ha detto...

“L'attività bancaria fu fecondata dall'ingiustizia e nacque nel peccato. I banchieri posseggono il mondo. Toglieteglielo via, lasciando loro il potere di creare denaro e con un colpo di penna creeranno abbastanza depositi per ricomprarselo. Toglieteglielo via in qualsiasi modo e tutti i grandi patrimoni come il mio scompariranno, ed è necessario che scompaiano, affinché questo diventi un mondo migliore in cui vivere.
Ma se preferite restare schiavi dei banchieri e pagare voi stessi il costo della vostra stessa schiavitù, lasciate che continuino a creare denaro.”

[Sir Josiah Stamp, Direttore della Banca d'Inghilterra tra il 1928 e il 1941, considerato a quel tempo il secondo uomo più ricco di tutta l'Inghilterra.]

Felice Capretta ha detto...

postare affermazioni sul potere della leva monetaria non contribuisce all'analisi sul signoraggio.

suggerisco al frenetico postatore di fare uno sforzo e leggersi il link postato dall'utente DE sul "falso problema del signoraggio" e intavolare una discussione costruttiva a riguardo, eventualmetne portando materiale altrettanto rigoroso sul vero problema del signoraggio.

:-)


saluti felici

Felice

Anonimo ha detto...

“Il capitale deve proteggersi in ogni modo possibile con alleanze e legislazione. I debiti devono essere riscossi, le obbligazioni e i contratti ipotecari devono esser conclusi in anticipo e il più rapidamente possibile. Quando, mediante processi giuridici, le persone comuni perderanno le proprie case, diventeranno sempre più docili e saranno tenute a freno con più facilità attraverso il braccio forte del governo al potere, azionato da una forza centrale di ricchezza sotto il controllo di finanzieri di primo piano.
Questa verità è ben conosciuta tra i nostri uomini di spicco, adesso impegnati nel costituire un imperialismo del Capitale che governi il mondo.
Dividendo gli elettori attraverso il sistema dei partiti politici, possiamo far spendere le loro energie per lottare su questioni insignificanti. Di conseguenza, con un'azione prudente abbiamo la possibilità di assicurarci quello che è stato pianificato così bene e portato a termine con tanto successo..”

[USA Banker's Magazine (Rivista dei banchieri americani), 25 Agosto 1924]

Anonimo ha detto...

“Se gli Americani consentiranno mai a banche private di emettere il proprio denaro, prima con l'inflazione e poi con la deflazione, le banche e le grandi imprese che ne cresceranno attorno, priveranno la gente delle loro proprietà finché i loro figli si sveglieranno senza tetto nel continente conquistato dai loro padri. Il potere di emissione va tolto via dalle banche e restituito al popolo, al quale esso appartiene propriamente.”

[Thomas Jefferson (1776)]

Anonimo ha detto...

“Lo Stato di diritto ha considerato, nel proprio ordine costituzionale, solo i tre poteri: legislativo, giurisdizionale ed esecutivo. Il quarto potere della sovranità monetaria se lo sono fagocitato, nel silenzio, le banche centrali, S.p.A con scopo di lucro. Ecco perché dobbiamo completare la Rivoluzione Francese: la sovranità monetaria va attribuita allo Stato - come Quarto Potere Costituzionale - e tolta alla banca centrale. Non è più tollerabile che, in uno Stato di diritto, la funzione costituzionale della sovranità monetaria sia esercitata da una S.p.A. con scopo di lucro. L'urlo del Ça ira deve tornare sulle piazze, davanti alle sedi delle banche centrali e nei Tribunali. Ci dobbiamo riprendere la proprietà dei soldi nostri.”

[Professore Giacinto Auriti]

Daniele T ha detto...

@ de
Ho letto l'articolo, ovviamente amo la scuola austriaca altrimenti non parlerei di oro e moneta-merce. GoldMoney (che non è una banca! e qui sta la differenza con Rothbard, i tempi cambiano..) è l'unica soluzione che ho trovato attualmente al sistema, rispetta tutte le clausule dell'articolo di useblab e sono sicuro che Von mises e Rothbard ne sarebbero entusiasti...
@ fra
Di chi sono i 50eur voleva essere una provocazione, ma non importa di chi sono, importa che non valgono nulla in un prossimo futuro xchè destinati a fallire come io creso e così anche il LEAP.

Anonimo ha detto...

“I nostri nemici su questo pianeta, sono meno di dodici persone. Sono i membri della Banca d'Inghilterra e di altri più alti circuiti finanziari. Essi posseggono le catene di giornali ed essi sono, come se non bastasse, in tutte le istituzioni che si occupano di salute mentale che sono sorte nel mondo. (...) E questi, apparentemente, hanno deciso in un momento lontano del passato, una particolare strategia. Avendo il controllo della riserva aurifera del pianeta, sono entrati in un programma per portare ogni governo alla bancarotta e sotto al loro dominio, cosicché nessun governo sarebbe stato capace di iniziative politiche senza il loro appoggio”
[Ron Lafayette Hubbard, ex ufficiale dei servizi segreti della Marina USA]

Felice Capretta ha detto...

bloccati i commenti anonimi per flooding.

mi spiace per l'utente in buona fede.

le frasi citate sono per lo più veritiere sull'usura bancaria e sul potere della moneta, ma non sono rilevanti sul signoraggio e stanno distruggendo la conversazione.

al normalizzarsi della situazione riapriremo agli anonimi.

saluti felici

felice

Senza Fretta ha detto...

"Le mie navi hanno il fasciame marcio, rattoppiamo le vele con tela di sacco, i miei uomini non prendono la paga da quattro mesi mentre il re spende tutto in rhum e bagasce"

[Sir Andrew Barton (1698)]

Senza Fretta ha detto...

Perchè non si può parlare di gatti neri in questo blog? Azionista?

Cosa dovrebbero dire Rumenta e la povera Goodlights allora?

Senza Fretta ha detto...

Io comunque proporrei il numero chiuso:

Franco
Indopama
Goodlights
guru2012
il contadino
Pluto
daniele
de
Fra
Pippa Bacca
Re Gilardin

Stop
pochi ma buoni

Senza Fretta ha detto...

se no è un gran casino
soprattutto se interviene il gattaccio

yuma ha detto...

Io comunque proporrei il numero chiuso:


Vengo anch'io !

No...tu no!

Ma perchè ?

Perchè no!

Ostracista... sei peggio di Blondet! ;-)

Senza Fretta ha detto...

Yuma, prendi la pistola, sali su 'sto treno e vai

non sono cose che puoi capire

in tutti gli ambienti si formano inevitabilmente delle élites
"Quando c'eravamo solo noi..."

tu arrivi tardi
mi dispiace

Felice Capretta ha detto...

per la cronaca, abbiamo motivo di ritenere che pippa bacca, re gilardino e il senza fretta che li cita sono la stessa persona.

(oltre alle numerose altre identità note, seminote e ancora sconosciute :-)

felice

Anonimo ha detto...

ho letto l'articolo su usemlab, ma a parte il ritorno al gold standard, il resto della soluzione mi sembra utopistica.
Concorrenza perfetta nel settore bancario??Ma dai!!!
Viviamo in un paese dove anche per la pasta di semola c'è stato (c'è ancora?) un cartello e speriamo che si crei concorrenza perfetta per l'emissione di moneta?
Chi ci dovrebbe pensare Mr.Prezzi o Catricalà??
lionel hutz