lunedì 17 agosto 2009

Underwater mortgage al 32% in USA

La stampa allineata italiana si dedica alle interessanti vicende degli ubriaconi sulla spiaggia ed ad altre stravaganti amenità.

La politica ci mette del suo, con le curiose affermazioni di uno schieramento politico che vorrebbe introdure i dialetti a scuola.

Eh, si sa: in estate è dura reperire notizie.

Eppure sarebbe bastato rosicchiare un po' la Rete per scovare questo interessante report appena sfornato sugli underwater mortgage negli USA e scoprire i segnali delle onde anomale già anticipate dal GEAB 36.


Cosa sono gli underwater mortgage


Che i mutuatari americani siano con l'acqua alla gola lo sapevamo già, che molti siano ormai sott'acqua è evidente. Il significato di underwater mortage è pero' un po' più raffinato dal punto di vista finanziario rispetto a queste simpatiche immagini da Baywatch.

Pensate al vostro mutuo che avete acceso, diciamo, per 90.000 euro.
Copre diciamo il 90% del valore della casa, che vale 100.000 euro.

Se le cose vi vanno male e non riuscite a pagare le rate del mutuo, la banca potrebbe vendere la vostra casa per ripagarsi quella quota del mutuo che resta da pagare e che voi non potete pagare.

Fin qui, tutto bene, almeno fino a quando il valore della casa sale e fino a quando avete acceso un solo mutuo sull'immobile.

Ma che succede se avete acceso più mutui sull'immobile o se la bolla immobiliare scoppia?

Puo' succedere che il valore della casa sia inferiore al mutuo da pagare, il che è un doloroso grattacapo per tutti sia per il mutuatario sia per la banca. Un po' come sedersi a prendere un caffè seduti un cuscino di fichi d'india.


Prego, si accomodi


Avete infatti da pagare un mutuo da 90.000 euro per un immobile che ne vale 80.000, o 50.000.

In pratica dovreste continuare a pagare 90 per avere una cosa che vale 50.

Bello, no? Ne vuole ancora un po', signore?

Questo è un underwater mortgage: la posizione in cui dovete pagare più di quello che vale il bene a garanzia.

L'operazione è evidentemente in perdita in conto capitale e non conviene più al mutuatario, che ogni giorno deve scegliere se continuare a pagare 90 una cosa che vale 50 o lasciar perdere.

Dal punto di vista strettamente finanziario converrebbe nettamente fare quello che si chiama "walk-away": smettere di pagare il mutuo e lasciare che la banca si prenda la casa.

Esiste anche la possibilità di esercitare, quando prevista, la cosiddetta "jingle mail": in caso di underwater, il pagatore puo' comunicare la cessazione del mutuo alla banca e spedire le chiavi di casa direttamente per posta alla banca stessa. Molto pratico. Molto anglosassone..

Naturalmente il walk-away o jingle mail che sia non è una decisione da prendere alla leggera.
Molti sentono l'obbligo morale di ripagare il debito contratto nonostante tutto, ma il vento sta cambiando per ovvie ragioni.

Potete approfondire a questo link a CNN money a riguardo. Naturalmente allineato, ma interessante per capire come funzionano questi meccanismi a noi in parte sconosciuti.


Bene. Questo era il preambolo.

Ora, la notizia:


32% mutui USA oggi underwater


Quasi un terzo di tutti i mutui degli USA sono underwater, contro il 20% di marzo.

E, con un piccolo peggioramento del mercato della casa, potrebbero arrivare al 50%.

Questo è il dato che emerge dall'ultimo report di First American CoreLogic del secondo trimestre del 2009. First American è la società specializzata nell'analisi degli andamenti dei mutui negli USA, con più di 3000 contee nel database ed una copertura del 99,1% della popolazione americana.

Il dato che emerge è che più di 15 milioni di mutui americani, pari al 32,2% di tutte le proprietà sotto mutuo, sono in posizione di perdita in conto capitale.

Se ad essi aggiungiamo i mutui prossimi alla posizione di perdita in conto capitale si arriva ad un esorbitante 38%

Il valore totale delle proprietà così esposte è di 3.400 miliardi di dollari.

Ecco la poco lusinghiera classifica degli stati più esposti in valore assoluto:

  • California 969 miliardi
  • Florida 432 miliardi
  • New Jersey 146 miliardi
  • Illinois 146 miliardi
  • Arizona 140 miliardi

La classifica dell'esposizione per distribuzione percentuale è leggermente diversa, con alcune sorprese: Nevada, Arizona, Florida , Michigan e California vantano percentuali underwater nettamente sopra la media, con picchi del 66% in Nevada o un meno drammatico 42% in California.




Bloccati in casa


Il 32-37% di tutti i mutuatari non riescono a vendere e sono bloccati nella loro casa che vale ormai meno del loro mutuo.

Sono i californiani e i cittadini degli stati più esposti, che non possono vendere facilmente casa perchè il mercato è bloccato e non vogliono vendere casa perchè, una volta venduta la casa, si troverebbero comunque con una parte di mutuo ancora da pagare. Così, in omaggio.



(Nel grafico: andamento dei principali passaggi del meccanismo del pignoramento in California negli ultimi 2 anni)



La fine del Circo(lo vizioso)

Secondo i dati First American CoreLogic, il circolo vizioso è innescato e l'onda anomala è destinata ad abbattersi, anche perchè:

  • il numero dei mutuatari underwater è alto e cresce rapidamente al peggiorare del mercato della casa
  • la disoccupazione ufficiale è al 9,4% mentre la disoccupazione reale potrebbe essere più alta del 16%, riducendo le prospettive di pagamento
  • i salari sono in caduta, riducendo la capacità di pagamento
  • le attitudini sociali verso la bancarotta ed il walk-away sono cambiate

Una stima della potenziale ampiezza e portata dell'onda anomala è data proprio dal dato dei mutui underwater.

Ogni volta che un mutuo è underwater è in posizione negativa in conto capitale, qualcuno ci deve rimettere per forza, con distruzione di capitale che non fa certo bene alle banche già disastrate.

Con il crescere di jingle mail, walk-away e pignoramenti aumenterà l'offerta di case sul mercato, facendo crollare ulteriormente i prezzi e peggiorando ulteriormente la percentuale di mutui underwater.

Interessante un dato analogo anche nel settore degli hotel, con una impennata nei mutui in sofferenza ed una maggiore propensione al jingle mail.




Intanto, in Italia si vendono sempre più telefonini: +300% in sette anni, +15% rispetto al 2008.

Ehi guarda, una capretta senza casa (ma con l'iphone).

Saluti felici

Felice Capretta

ps: ieri si è celebrato il 40° compleanno di Unix e quasi nessuno ne ha parlato

52 commenti:

Goodlights ha detto...

ecco appunto!

non vorrei dire, ma giusto stamattina sono entrati due ragazzi nel mio ufficio disperati perchè non riescono a pagare il mutuo!

lei ha perso il lavoro in maggio e lui guadagna 750 euro con gli straordinari!

il mutuo quant'è?
650 euro...

non ho verificato, ma sicuramente il telefonino ce l'avevano tutti e due
:-)))

saluti pensierosi...
Goodlights

Anonimo ha detto...

io ho comprato la macchina nuova e ho chiesto il finanziamento,so che dopo un mese varra' meno di quanto l'ho comprata ma non per questo smettero di pagare il finanziamento ,che discorso è il vostro?non sapete dove attaccarvi ma le cose si stanno rimettendo a posto va tutto andra gonfie vele.


rodete rodete

Anonimo ha detto...

Si si, gonfie son ben gonfie... le ....vele

Anonimo ha detto...

la macchina si svaluta col tempo, eccetto i rari casi in cui l'auto diventi un pezzo d'antiquariato.

la casa invece dovrebbe essere un "oggetto" che non si svaluta ma anzi dovrebbe rivalutarsi nel tempo ad un tasso pari se non superiore all'inflazione.

l'esempio dell'anonimo 3.55 è proprio inadeguato.
è stato un provocatore maldestro.

Gaetano ha detto...

Felice non può esserti sfuggito questo articolo:

http://www.repubblica.it/2009/08/sezioni/esteri/chicago-chiude/chicago-chiude/chicago-chiude.html

Anonimo ha detto...

Questo blog è veramente il top!
Molto meglio di centrofondi, di icebergfinanza e, per certi versi, anche di effedieffe!
Anche (ma non solo) per i commenti postati!
Bravo Felice!
Complimenti!
Johnny Depp

Anonimo ha detto...

Grazie Felice
ti seguo anche in vacanza,e non mollo!
Le previsioni di GAEB si stanno confermando
un cordiale saluto a tutti
dalla bellissima e verde Slovenia
internet point Libljana
Acetosella

Felice Capretta ha detto...

@ gaetano

a proposito della qualità dei commenti di cui ci accenna jonny depp lì sopra, nel post precedente un commentatore ha postato la stessa notizia

grazie comunque ottimi spunti come sempre

;-))

saluti felici

felice

BimboAlieno ha detto...

Credo che questo sia un ottimo esempio per spiegare la scelta di gravare sul contribuente un "piano di stimolo": il valore residuo di un mutuo scende ogni volta che si paga una rata, pertanto "parare il colpo", guadagnare tempo consente di ridurre il gap tra valore dell'immobile e valore del mutuo, rendendo meno interessante il jingle mail.
Naturalmente se non si ferma la spirale della disoccupazione non ci saranno stimoli che reggano: senza stipendio il mutuo non si paga, arriva il pignoramento, le aste si riempiono, il valore degli immobili continua a scendere e così via.
Difficile dire se l'onda anomala arriverà, un piano per affrontarla è meglio prepararlo però.

Anonimo ha detto...

@ Joonny Deep

Condivido, meglio di effedieffe, più soft...

Goodlights ha detto...

@gaetano

grazie per il link.
interessante e terribile insieme.

Goodlights

Anonimo ha detto...

...ricordiamoci cmq ke fdf (a pagamento, xaltro...scelta più o meno condivisibile) non vuole essere un sito di sola economia.
Anche il Mazzalai (icebergfinanza) cmq è ok, anke se a volte (secondo me) fa un po' troppe digressioni e voli pindarici.
Anche il Centrofondi (googlegroup) di Paoletti era molto valido, finchè non è diventato l'araldo (un po' settario) dell'arcipelagoscec, smettendo di parlar d'economia (e parlando solo di scec).
Il blog caprino invece, ad oggi, rimane essenziale, sintetico, mirato, non divaga, non indulge, presenta e commenta notizie e fatti a prescindere dalle idee caprine, mantiene quella punta di ironia che rende piacevole la lettura (e che non diventa mai sarcasmo settario), non propone nè impone Verità, etc. etc.
Insomma...me gusta!
Johnny Depp


P.S. Felice! La 100 euro, come da accordi, me la puoi mandare per paypal?

Anonimo ha detto...

@ Felice

Schèèèèrzo!
(..infatti va bene anche per bonifico!)
:)

Gaia ha detto...

Giappone fuori dalla recessione, ma le borse vanno giù

Tutto, anche l'inimmaginabile, pur di non fermare un sistema marcio fin nelle fondamenta.

un saluto
_gaia_

Goodlights ha detto...

@gaia

ciao!

la frase più divertente dell'articolo che hai linkato?

"Il Giappone è uscito dalla recessione. E’ la terza potenza mondiale a riprendere fiato dalla crisi, dopo Germania e Francia"

non ho parole.
cioè...ne avrei ma...meglio se non le scrivo!
:-)))

saluti e abbracci gaia!
Goodlights

Felice Capretta ha detto...

@johnny depp

mmm....vediamo..accetti dollari e/o t-bond?

:-))

felice

Noel ha detto...

Ciao a tutti,
ho scoperto questo blog da pochi giorni e mi è subito parso molto interessante.
Premetto che non sono un economista e di economia, borse, trading (?) e tutto il resto non capisco un granchè. Questa crisi, insieme a quella energetica a cui stiamo andando incontro, visto il picco del petrolio ormai raggiunto, mi appassionano e passo il mio tempo a cercare di informarmi quanto posso (escludendo quindi la tv!).
Però leggendo i blog come questo, più passa il tempo e più mi spaventa il futuro che sta per arrivare, per prima cosa la perdita del posto di lavoro, visto che lavoro nel settore automotive e non c'è bisogno di aggiungere altro.
Credo che questa crisi sia dovuta anche dall'inizio dell'esaurimento delle fonti energetiche fossili, oltre che dai magheggi finanziari.
Scusate l'OT ma volevo presentarmi visto che sarò un lettore assiduo del blog...
Voglio solo chiedere una cosa a tutti i commentatori: come vi preparate al possibile disastro? Dei risparmi che ho in banca (ho già evitato il risparmio gestito) cosa devo fare? Nel caso di default dell'Italia e la conseguente uscita dalla moneta unica penso diventerebbero carta straccia. Mi piacerebbe sapere voi come cercaste di affrontare la situazione, sempre se si può affrontate....o dobbiamo solo aspettare che il peggio arrivi?
:(
Grazie e un saluto a tutti

Anonimo ha detto...

siccome nessuno ne parla mai ho deciso di parlarne un po' io:

SOLDI
SOLDI
SOLDI
SOLDI
SOLDI
.

indopama

Anonimo ha detto...

Quoto Noel. Pure io ho a che fare con l'automotive e so che, quando finiranno gli incentivi, saranno tempi molto ma molto duri.
Dissento sull'accostamento immobili-telefonini: fa molto tgcom. Sono beni diversi, che hanno fruizione diversa e prezzi diversi.
@Goodlights: non sono i telefonini che avevano in tasca i due sciagurati che li tireranno a fondo ma l'inceppamento, secondo me voluto ed orchestrato, della cosiddetta economia reale.
Suerte.

FelixTheCat ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Anonimo ha detto...

pero', visto che si parla di inceppamento dell'economia, mi piacerebbe avere una migliore descrizione del perche' di questo inceppamento.
e' solo una questione di denaro (il mezzo di scambio dei beni dell'economia) o e' una questione che riguarda i beni prodotti dall'economia?
stiamo producendo cio' che veramente vogliamo, cio' che ci serve per migliorare la nostra vita?
sta davvero migliorando la qualita' della nostra vita?

io avevo posto l'esempio delle abitazioni, adesso vivete quasi tutti dentro a degli scatoloni, io dico che si puo' fare meglio dopo aver provato a vivere negli scatoloni e in una casa decente...

nel 2009, con la tecnologia attuale potremmo vivere tutti in delle ville dentro a delle bellissime citta' piene di verde e dotate di tutto cio' che ci serve.

potremmo, se solo pensassimo a come farle senza sempre pensare solo a fare i soldi.
avete nella testa il mezzo di scambio e vi siete dimenticati che la vita ve la godete invece con i beni che producete. il fine, bisogna avere ben chiaro il fine, invece vi siete fermati a meta' strada focalizzandovi sull'intermediario (il denaro).

sbaglio qualcosa?
indopama

Anonimo ha detto...

Allora allora, sui media allineati stanno sparando la notizia che il Giappone è uscito fuori dalla recessione. Lo fanno talmente bene che quasi mettono il dubbio che sia effettivamente vero anche a me. Comunque... Mr.Capretta, qual'è la tua interpretazione?

saluti

Gaia ha detto...

Ciao Indopama :)
Il discorso che fai è condivisibile, ma a me pare che viviamo in un sistema -volenti o nolenti- fondato sul denaro, e se non tieni denaro non vai da nessuna parte, per quanta buona volontà o idee o passione tu abbia nel voler lavorare..
I nostri genitori (parlo in generale per ciò che vedo) hanno potuto avere un tetto sulla testa, seppur dopo anni di fatiche; io un tetto mio mi sa che è meglio che smetto di sperarlo.. Allora la mia domanda è: come si può 'conciliare' ciò che tu dici con la realtà in cui il sistema ci impone di vivere? O forse meglio come si può svincolarsi da questo? E' possibile?
Certo, siamo tutti qui a dire di quanto sarebbe bello avere una casetta in mezzo al bosco col proprio orto e scambiando esperienze e umanità coi vicini... ma siamo appunto qui a parlarne, perché la casetta nel bosco non l'abbiamo (almeno io).
E lo stato-che-ci-vuole-tanto-bene-perché-lo-stato-siamo-noi ci tampina con tasse e ogni altra sorta di pizzi e gabelle.
Il fine ce l'ho ben in mente, è che vivo in un sistema che si fonda sul mezzo..
Qualcuno mi può illuminare?
Grazie
un salutone :)
_gaia_


ps: ricambio l'abbraccio a Goodlights
(sì, sì.. ok, anche alla capretta felice! :D )

Felice Capretta ha detto...

@anonimo 8.21

già, alquanto divertenti, ma ormai non mi sento più neanche tanto preso in giro.

almeno si sforzano di dare buone notizie... :-)



@ noel

ciao e benvenuto.

non do' consigli ma non posso che condividere in gran parte i temi e le considerazioni solevate da indo.


@ gaia

il fine e il mezzo non sono sempre collegati nel modo che vorresti.. al fine si puo' arrivare in mille modi.

attenzione a dove porti la tua attenzione: portala al fatto che senza mezzo non arrivi al fine e quello che avrai sarà un fine irraggiungibile per mancanza di mezzi.


;-)


ricambio l'abbraccio caprino :-)

saluti felici

Felcie

ercole28 ha detto...

Un saluto a tutti gli aficionados del blog.

Sono solo di passaggio a casa, e domani ri-parto verso ulteriori mete vacanziere, nel misero tentativo di godermi appieno l'Ultima Estate.

Trovo, come sempre, i post di Felice molto ben calibrati. Li ho divorati in 10 minuti nel tentativo di riallinearmi.

Provo ad aggiungere il mio modesto contributo sulla valutazione della crisi sui luoghi di vacanza.
Ad oggi provengo da:

- una settimana in crociera nel mediterraneo occidentale, con nave da 3500 posti...piena fino all'orlo.

- Barcellona straripante di turisti

- una settimana in montagna, centro italia, con visibile diminuzione delle presenze rispetto all'anno precedente. Sostanziale diminuzione delle code nei negozi (sono rimaste solo quelle alla farmacia e al tabacchino-superenalotto).

Morale:
sono perplesso...

saluti felici a tutti
ercole28

Anonimo ha detto...

cara gaia,
tu vivi in un sistema basato sul denaro perche' pensi quasi solo a quello, io vivo in un sistema basato sul fare al meglio cio' che ci serve e di conseguenza mi circondo dei miei pensieri/azioni. la qualita' 'della mia vita ora era impensabile per me fino a 6/7 anni fa. poi ho capito che bastava solo volerlo, che dovevo smetterla di lagnarmi sempre e fare per gli altri cio' che avrei voluto che gli altri facessero per me. tutto mi e' ritornato indietro esattamente come avevo dato.

come dice sempre franco, siamo cio' che pensiamo, abbiamo cio' che pensiamo, quindi se pensi di avere poco denaro avrai poco denaro, se i momenti in cui pensi alle altre cose sono pochi avrai di conseguenza poche cose e di bassa qualita'.

se vogliamo contornarci di buoni oggetti bisogna costruirli e per farlo al meglio bisogna pensarci.
ma se la mente e' sempre impegnata a pensare al denaro...
oltretutto avete la mente impegnata al denaro solo quantitativamente perche' qualitativamente siete a zero, non conoscete niente del denaro, non sapete cosa sia.

siete a meta' della meta' strada.

come hai potuto vedere ho detto voi e non noi perche' 6/7 anni fa la mia vita e' radicalmente cambiata in meglio e l'ho fatto non arricchendomi (anzi, guadagnavo molto di piu' prima) ma nel modo che ho provato a descrivere sopra e che spero possa essere di aiuto a qualcun altro.

i pensieri sono la chiave di tutto e il fare agli altri quello che vorresti che gli altri facessero a te.
e farlo senza la paura che ti manchi sempre qualcosa perche' ritorna indietro sempre di piu' di cio' che hai donato, questa e' la creazione altrimenti sarebbe distruzione.

indopama

Anonimo ha detto...

@ il caprino Felice

Nè USD, nè T-bonds!!!!
Ho già 'na confezione di rotoli scottex in cucina!

10 once silver (monetate) e siam pari! (costi delivery a mio carico)

Johnny Depppppppps

Anonimo ha detto...

Quello del Giappone è un rimbalzo dopo due trimestri negativissimi...l'ultimo del 2008aveva segnato un calo del 12%, tra l'altro è aumentato meno del previsto causa per cui la borsa ha perso pesantemente.

tra l'altro c'è da segnalare la bancarotta di Chicago...

Anonimo ha detto...

@ Felice

...alternativamente, un mezzo marengo gold(anche se ci smeno un po')!

:)

Johnny Depp

Anonimo ha detto...

A cosa serve la crisi finanziaria. Parte 2.

http://mercatoliberonews.blogspot.com/2009/08/cosa-serve-la-crisi-finanziaria-parte-2.html

@lice ha detto...

Ciao, sono @lice del Blog "Oltre lo Specchio" http://aliceoltrelospecchio.blogspot.com/

Interessante articolo!
Penso che mewtterò il tuo blog fra i Link del mio blog...

un unoco appunto: studio scienze naturali..e mi pare che le capre non ruminino...
(i bovini ruminano, ma le capre sono cosa ben diversa, un po' come i cavalli, i conigli e altri erbivori...)

ciao
by
@lice (Oltre lo Specchio)
______________________
..segui il Coniglio Bianco!
-----------------------
Email: aliceoltrelospecchio@gmail.com
Blog: http://aliceoltrelospecchio.blogspot.com
MailingList: http://groups.google.com/group/teorici-del-complotto?hl=it
______________________

Anonimo ha detto...

Un saluto a tutti.
Siamo rientrati dalle ferie, e con piacere, vedo che il blog è molto attivo.
È un atto dovuto, dire grazie a felice per il suo impegno.
Le notizie che arrivano dai giornali, sono diverse e lontane dalle realtà che viviamo.
Un po’, come la politica; la politica è lontana dalla realtà.
La politica non sa più capire le esigenze dei cittadini; non sa programmare e realizzare un modo di vivere diverso dell’ attuale.
La politica conosce solo se stessa, ossia potere e denaro.
I politici vivono solo per appagare il loro io, la loro vanità.
Purtroppo, abbiamo dato loro tanto potere, abbiamo permesso che siano al di sopra di tutto, persino
al di sopra delle leggi e al di sopra di noi tutti.
Torniamo al tema del blog.
Con piacere , leggendo i vari commenti, trovo una maggiore consapevolezza, e trovo sempre più
la volontà di sapere come andranno le cose nei prossimi mesi.
Capire e sapere, quasi, con certezza, cosa troveremo è facile, almeno allo stato attuale delle cose.
Vi invito ad osservare ed essere razionali.
Se per alcuni di voi, è importante il denaro, seguite la borsa e le parole della politica e di tutti i quotidiani.
Troverete alti e basi, e contraddizioni su ogni cosa.
Se il vs desiderio è solo un lavoro, non sarà facile trovare uno all’ altezza dei vs desideri, ma se lo trovate vi dovrete adattare , qualche volta umiliarvi.
Dovete lavorare , per trovarvi a fine mese, con tante spese da pagare, e continuare a vedere la politica scialacquare il risultato delle vs fatiche.
Da altra parte, le chiese, chiederanno il vs contributo, per aiutare chi sta peggio di voi, e se non portate un vs contributo, rischiate di sentirvi in colpa.
Mentre voi, offrite una parte dei vs risparmi, la politica, organizza incontri, su come aiutare i paesi poveri.
Quanti di voi, sono a conoscenza, di quanto champagne, caviale, quante aragoste, vengono consumate durante questi convegni; convegni finalizzati ad aiutare i paesi poveri.
Anche questo è un aspetto di come governa la politica.

Invece, se a qualcuno, non interessano solo i soldi, ma interessa soprattutto la vita, vi dico, quante iniziative sono state attuate per avere un futuro e un ambiente sano nei prossimi anni?
Nessuna iniziativa è stata intrapresa; in quanto la salute delle acque, la salute della terra e dell’ aria, non portano ritorno economico, per cui, niente di questo interessa alla politica.
Per cui se analizzate queste situazione, potete capire cosa troveremo i prossimi mesi.
Per concludere, i prossimi mesi, e quelli che seguiranno, saranno sempre più caotici.
L’ economia, come è intesa oggi, non sarà più tale.
I posti di lavoro diminuiranno, poiché l’ essere umano non ha capacità di iniziativa, per trovare un’ alternativa, sfogherà la sua rabbia nelle rivolte; perderà il senno dell’ equilibrio.
Aumenteranno i virus.
Il clima sarà incerto e variabile; la ns europa sarà sempre più fredda.
In ogni caso, sappiate, siamo alla fine di un’ era. La ns era.
Pochi di noi vedranno la nova era.
Infatti, noi, la ns vita, la ns società siamo il risultato dei pensieri, e i pensieri generali, non sono rivolti alla vita, quale evoluzione e crescita.
Con affetto
franco

Gaia ha detto...

Felice, mi fornisci un punto di vista interessante.
Indopama, ho speso e spendo moltissimo tempo a pensare, a immaginare come vorrei vivere, cosa mi piacerebbe fare.. Risultato zero però. Ci sarà un punto e virgola dove inciampo :/
I miei pensieri sono su ciò che mi piace ma quando ruoto lo sguardo e mi guardo attorno vedo che il 90% della realtà vissuta dalla società che mi circonda è soldi. Allora mi sento un po' un'alienata e cerco di capire com'è che a me non funziona il "basta volerlo"..
Come dice ercole28, sono perplessa.

(e non dite che se cerco conferme certo che non funziona... la teoria la conosco piuttosto bene, tutto sommato).

grazie per le risposte
_gaia_ cogitabonda

Anonimo ha detto...

@gaia
se segui il cuore non puo' che crearsi attorno a te la realta' che lui vuole.

ma bisogna seguirlo alla lettera... senza paure, completamente.
seguire il cuore non vuole dire seguire la tendenza, sia quel che sia, i pensieri degli altri, ma solo i tuoi e se il cuore ti dice che devi pensare solo ai soldi e' li che devono puntare le tue azioni. idem se il cuore ti dice che devi diventare un terrorista, tutto e' vita, anche se si fa fatica a convincersene.
e' solo seguendo il cuore che ti riempi di amore, qualsiasi cosa ti dica di fare sara' per te la cosa migliore da fare in quel momento.
ognuno di noi e' diverso, ognuno ha la propria strada e il cuore ti indica sempre quella giusta, il significato del giusto lo scoprirai strada facendo, nessuno puo' spiegartelo e non lo troverai mai in nessun luogo che non sia tu.

:-)
indopama

Anonimo ha detto...

un'ultima cosa. capisco che sia difficile riuscire a capire l'importanza dei pensieri pero', pensandoci bene, come fa il potere a inquadrare la gente secondo gli schemi voluti? come fanno a farvi comportare come vogliono loro?

oggi usano la tv e la tv diffonde un messaggio che nelle vostre teste diventa pensieri.
nessuno vi viene a prendere in casa vostra per portarvi al supermercato e obbligarvi a comprare le nike, ci andate da soli, dopo che la tv vi ha creato emozioni, pensieri.
e' sufficiente una notizia per mettervi paura e portarvi ad agire di conseguenza.
vi controllano le menti, i pensieri.
i pensieri muovono il mondo, il denaro e' una creazione dei pensieri, se nei vostri pensieri il denaro trova il giusto spazio allora non diventa piu' uno strumento di controllo.
dai pensieri nascono le azioni.

e' una societa' fondata sui pensieri e chi la controlla lo sa, infatti la cosa a cui tengono maggiormente e' l'informazione, il controllo dei pensieri. vogliono che pensiate come pare a loro, se smettete di farlo loro finiscono di essere i padroni del mondo creato dai vostri pensieri manipolati come pare a loro.

capisco che i pensieri possano sembrare cosa astratta eppure voi pensate di stare leggendo, pensate di guardare, pensate di sentire, pensate di toccare, pensate di stare mangiando...
i nostri pensieri sono l'unica cosa di cui puo' essere certa l'esistenza, cio' che chiamiamo reale lo diventa solo attraverso i nostri pensieri.
la tv diventa reale solo nel momento in cui la pensiamo tale.

i pensieri, che a prima vista ci possono apparire insignificanti, sono invece l'unica cosa che possediamo.
sono quelli che creano la vita.

una volta capito ci si muove di conseguenza e la vita cambia radicalmente perche' si comincia ad averne il controllo.
la vita e' molto di piu' di cio' che attualmente pensate, lo dico per sperienza, e cio' che frena tutti e' sempre e solo la paura di seguire il cuore perche' molte volte dice di fare cose che la tv, gli amici, la famiglia invece giudica sbagliate.

indopama

Felice Capretta ha detto...

@alice

le capre non ruminano...! è vero, ma se mi ci metto faccio anche la fotosintesi clorofilliana :-)


@ franco

come sempre grazie per le tue parole illuminanti anche se qualche brividino mi è corso per la schiena. mi piace pensare che le cose andranno diversamente, ma lo scopriremo.



@ gaia, indo

mi sa che indo ha appena vinto la ripubblicazione del suo ultimo commento in uno dei prossimi post.

:-)

saluti felici

Felice

Daniele ha detto...

@indopama
Comincio a concordare...
Matrix ha te....
E non ti sto prendendo i giro,per niente...

Daniele ha detto...

@Franco
Bentornato tra noi
:-)

Daniele ha detto...

@Felice e alice
Dissento, pare dagli ultimi studi fatti che le capre quando sono felici in effetti ruminino
:-P

Anonimo ha detto...

Interessante il 40° anniversario di Unix,il papa' dei Sistemi operativi che gestiscono mega piattaforme...,se ne parla sempre poco....,d' altronde linux e' nato da una costola di Unix....
peccato che sia un S.O. proprietario,ma l' affidabilita' si paga.....
Massimo

Felice Capretta ha detto...

@daniele

perchè, in fondo, il cucchiaio non esiste.

;-)


@massimo

finalmente qualcuno se n'e' accorto ;-)

saluti felici

felice

Anonimo ha detto...

@Daniele
non so se sia importante concordare con gli altri quanto concordare le proprie azioni con cio' che vuole il proprio cuore.
non esistono percorsi, modelli, maestri da seguire che non siano dentro di noi.
non abbiamo bisogno di quelli esterni perche' siamo gia' completi dentro, basta solo ascoltarsi e cancellare la paura.

secondo me.
indopama

Taoista ha detto...

@ Gaia

Indo dice cuore , gli alchimisti direbbero Intuito , i taoisti dicono spontaneità .

Il " problema " è che , attualmente , essere completamente spontanei ( io dico così, ognuno sostituisca il termone che trova più vicino al suo modo di percepire ) viene considerato come minimo sintomo di grande disagio psicihco , se non vera e propria patologia . considera poi che , passando da un modo di essere ad un altro è inevitabile che anche un mondo venga quasi totalmente distrutto per far posto ad un altro . con le conseguenze che ne derivano . magari tu vorresti che qualcuno facesse parte del tuo nuovo modo di essere ...... e questi non ne vuole sapere . O recidi o rimani avvinghiata . neppure il recidere però deve essere una scelta ragionata , deve venirti così , spontaneamante ;-).

Molto difficile da spiegare ( anche qui alcuni direbbero : il Tutto e la comnunione con Esso non può essere nè definita nè descritta , può essere solo vissuta ), ma quando "ci sei" , te accorgi subito .

Perseverare comunque , alla fine , porta successo .

saluti

taoista


Ps: dal mio vocabolario risulta , o Felice , che le capre ruminino ......:-D ciao

Anonimo ha detto...

Quoto il signor Johnny Depp all'inizio dei commenti.
Felice ti scongiuro NON ti montare la testa, resteremo
qui a vedere come va questa storia della crisi finchè
funzioneranno le ADSL...
speriamo sempre quindi.
Fai in fondo una cosa semplice,
ma qui le cose semplici pare non voglia farle più nessuno!

Claudio Tipo
Civitanova Marche

Gaia ha detto...

grazie a tutti per gli spunti :)

buona settimana
gaia

dj sdong ha detto...

bella storia ragazzi!! questo blog e pochi altri (tra cui anche quello di Gaia) sono tra i miei preferiti.

circa 7 anni senza televisore .. E STO DA DIOOOOOOOOOOO

Gaia ha detto...

Buuu! Questo blog fa solo terrorismo mediatico!! Continuate a dire che c'è la crisi e invece guardate qui: ci sono ditte che in poco tempo hanno guadagnato più del 25% in borsa! E questi sono fatti, mica noccioline! Informatevi!!!

"A beneficiare dell'allarme H1N1 in Giappone e' la Shikibo, societa' che produce le mascherine sanitarie: in vista di un boom delle vendite, il titolo ha spiccato il volo alla Borsa di Tokyo, chiudendo con un progresso del 25,6%."

(Notizia ANSiA)
:P

Buona settimana :D :D :D
_gaia_


ps: ciao djsdong :)

idea3online ha detto...

Capretta è bravo, faccio i complimenti, ogni blog è indispensabile per conoscere la verità.
Mi spiace per le persone che hanno creduto al mutuo facile, al prestito facile, ma le verità è quella espressa nell'articolo, il processo attivato non potrà essere arrestato, purtroppo tante famiglie resteranno con il cerino in mano e le banche da questa crisi usciranno più forti perchè riusciranno ad avere il controllo della casa che è il bene primario per eccelenza. Ma rifletto....ma non è meglio il sistema comunista della casa per tutti, che il capitalismo dalle "stelle alle stalle".......forse si forse no....una cosa è certa la "pasta di casa" con sugo di capretta è ottimo!!!

marco ha detto...

Attendo fiducioso che qualcheduno, avendo fatto il passo piu' lungo della gamba, mi faccia trovare all'asta giudiziaria una villetta comoda col treno prima che l'inflazione mi mangi tutti i risparmi.

Va detto che spesso il passo piu' lungo della gamba meta' si e' fatto per ignoranza e meta' perche' la banca da(va) una bella spintarella stile mutuo al 85-90% o rate a tasso variabile, ai minimi dei tassi, prossime alla massima capacita' di spesa di persone con dinamica salariale nulla.

Io di mio non peggioro la crisi: braccine corte prima e braccine corte adesso o, come preferisco dire io, attento alle spese superflue prima ed attento adesso.

Felice Capretta ha detto...

@idea3online

> la "pasta di casa" con sugo di capretta è ottimo!!!

aiuto! :-))

saluti felici

felice

Anonymus ha detto...

Praticamente sarebbe un buco nero senza fondo che brucia i capitali...mmmm rischiamo di tornare al valore reale delle cose?
P.s anche io ho cambiato cell,ne ho preso uno usato e ho venduto il mio...

Do ut Des ha detto...

Il mezzo e il fine sono la stessa cosa. Se il tuo mezzo è il potere anche il fine sarà lo stesso, esercitare più potere. Se il fine è una vita migliore per tutti, anche il primo passo deve essere mosso in quella direzione, non ci sono vie di mezzo. Manca solo la volontà.