venerdì 16 ottobre 2009

DJ sopra 10.000, segnali contrastanti

"Le cifre macro sono state migliori delle attese ma i problemi non sono spariti di punto in bianco"

Questo il commento di Stanley Nabi, vice presidente del grupo Silvercrest Asset Management, all’indomani della giornata del 15 Ottobre in cui il Dow Jones è tornato sopra quota 10.000, facendo trionfare di piacere gli affezionati lettori che teorizzano la ripresa e gettando nello sconforto i catastrofisti più accaniti.

10.000 punti, lo ricordiamo ai più, è lo stesso livello raggiunto dal Dow jones nel 1999: circa 10 anni fa.

Wow.

Naturalmente, a nostro avviso entrambi i comportamenti non sono equilibrati: la ripresa non è qui e l’economia non ripartirà domani grazie al solo fatto che il dow jones è sopra 10.000 (e non è un bel segnale che sia ai livelli del 1999!), mentre dalla parte opposta non è il crollo totale dell’economia che risolve lo stato di malessere di una persona, di una organizzazione, di un mondo intero.

Cio’ premesso, abbiamo visto strombazzare con gioia i risultati della Potentissima Goldman Sachs, che incurante della crisi è riuscita a triplicare il risultato del trimestre precedente, attestandosi a 3.19 miliardi di dollari di profit. JPMorgan, come Goldman Sachs, ha riportato un profit di 3.6 miliardi di dollari nello scorso trimestre.

Per contro, abbiamo visto meno attenzione sui risultati della non-morta Citigroup, che da un anno viene tenuta in vita artificialmente, dopo essere crollata sotto ai 5 USD per azione contro i 40 USD per azione dei tempi d’oro.

Citigroup ha infatti riportato una perdita di 0,27 USD per azione.

Anche Nokia, notizia di ieri, ha registrato la sua prima perdita netta dal 1996 pari ad un calo del 7%.

Il mercato ha comunque punito sia Goldman sia Citigroup con un ribasso delle loro quotazioni, segno che non c’e’ motivo di festeggiare granchè.

Tra gli altri segnali contrastanti, segnaliamo un balzo di +34.57 punti in ottobre, sui massimi di cinque anni, per l’attività manifatturiera della regione di New York.

L’inflazione in USA al netto di cibo ed energia è salita al 1,5% anno su anno a settembre, con un guadagno rispetto all’1,4% di agosto. Ha sicuramente aiutato il programma di incentivi alla rottamazione.

Sono saliti anche i prezzi degli hotel, il che è alquanto inconsueto nel bel mezzo del rallentamento della spesa turistica. Il prezzo del cibo è invece sceso e segna il primo declino su base annuale negli ultimi 40 anni.

Intanto il Corriere parla delle possibilità di morire a causa di un piercing sulla lingua.

Uhm.

Saluti felici

Felice Capretta

98 commenti:

fabio ha detto...

Salgono i prezzi degli hotel perche' non stanno piu' nei costi?
Saliranno anche i biglietti aerei?

Shia ha detto...

Mi pare di capire che questa c.d. ripresa sia in gran parte sostenuta da un ennesima bolla (parlo dei rialzi di borsa e del fatto che molte bache abbiano ricominciato a macinare profitti) e dalle politiche di espansione del spesa pubblica pagate a debito (utile funzione di socializzazione delle perdite …. ma i profitti sono ancora privati, eccome; in barba a tutte le belle parole di moralizzazione che si sentivano solo 5-6 mesi fa)

Questo mentre i segnali della c.d. “economia reale” non sono affatto confortanti: escalation della disoccupazione, spinta inflazionistica dovuta al rincaro del prezzo delle materie prime su tutto.

Allora il problema è verificare quanto durerà ancora la bolla?

Perchè se questa bolla dovesse scoppiare troppo presto, cosa accadrebbe?

Una replica di quello che si è già visto, con altro debito pubblico a copertura? (una volta si sarebbe detto “a babbo morto”)

Oppure qualcosa di peggio?

Guildenstern ha detto...

Ciao Capretta, una domanda forse banale: quali sono le tue fonti?

Per esempio, e' ovvio dove trovare i punti del DJ o i bilanci delle aziende, ma quando scrivi "i prezzi degli hotel sono saliti" e "il prezzo del cibo e' sceso"... dove riesci a reperire queste informazioni? Sono certo che siano dati pubblici, ma non riesco a trovarli.

Grazie, ciao

Zita Obyvatel ha detto...

Pare che nessuno abbia il coraggio di porre rimedio a qs. situazione che, temo francamente, è ben lontana dal risolversi o comunque dall'imboccare la via positiva.
Io sono una persona semplice nelle mie valutazioni e magari sono in erroe, però per spingere le aziende ad avere fiducia, bisognerebbe abbassare le tasse al minimo e reinvestire quanto più possibile, mettere in pausa le importazioni di tutti i generi, nessuno escluso. Se posso dire, principalmente quelli alimentari. Chi proprio è senza lavoro, venga impiegato dalle amministrazioni pubbliche, precisamente a livello comunale per "fare ordine": pulire strade e muri imbrattati, riparare strade, recuperare almeno esteticamente edifici pubblici e pagato il giusto. Se proprio devono stampare denaro lo stampino per produrre lavoro ed economia anzichenò... ma probabilmente sono fuori strada. Punterei su attività che inducano la gente ad avere fiducia in sé partendo dai picciriddi (scuola di ricamo, musica, falegnameria per i maschietti, economia domestica, pittura, coltivazione dell'orto) quindi a scommettere sul futuro non a correre verso l'abisso.
Che illusa, vero?
Salute a tutti
Zita

grand chiren ha detto...

è uscito il geab 38...

Felice Capretta ha detto...

@ guildestern

hai ragione!


da bloomberg

l'indice CPI esclude cibo ed energia

saluti felici

Felice

Anonimo ha detto...

sono daccordissimo con te zita, si dovrebbe concentrare tutto sull'artigianato locale, perchè no..e cercare di non importare anche perchè abbiamo degli agrumi buonissimi..perchè dobbiamo importarli??? questo è solo un esempio ma ce ne sono tantissimi altri...ridurre le tasse e ogni stato cercare di essere autosufficiente..non sei un illusa. mi piace quest'idea
ciao a tutti

sarmata ha detto...

Siamo a fine impero, non dimentiachiamolo (ma NON SIGNIFICA FINE dell'IMPERIALISMO, SEMPLICEMENTE CAMBIERANNO I PROTAGONISTI DEL DOMINIO....)...stampare denaro è certamente un'attività nascosta adesso molto in voga ma è solo una manovra temporanea.
Stanno infatti prendendo tempo, mentre elaborano e rifiniscono il loro piano di salvataggio.
Nel mentre, ci drogano dai tubi catodici propinandoci reali cazzate.
Ce ne accorgeremo in segiuto cosa significa: disoccupazione in decollo verticale, riduzione delle pensioni a livello di assegno sociale (per chi riuscirà ad averle), precarietà infinità, sanità ristretta ai minimi termini.
Da questo quadro qualunque umano intellettualmente normodotato e volonteroso può ricavare tutto quello che consegue....

sarmata ha detto...

Dimenticavo:
alla lista delel disgrazie sociali va aggiunta anche l'ignoranza come strumento di dominio....
Salud y fuerza a la canud.....

corvo ha detto...

Crisis ha appena pubblicato un articolo con la smoking gun della (mancata) ripresa.
http://crisis.blogosfere.it/2009/10/il-fermo-navale-globale-ovvero-la-ripresa-che-non-ce.html

Faurio ha detto...

Sono perfettamente daccordo con Zita.
Di cose da fare ce ne sarebbero tantissime invece, preferiscono dare i soldi alle banche.

Il problema fondamentale è il sitema economico nel suo insieme che è basato esclusivamente sulla costante crescita. Finchè non si capirà che è impossibile crescere in infinito ci saranno solamente una serie infinite crescite e relative crisi.

Tornando al concetto di autosufficienza, in un'altra discussione un post suggeriva che se non ci fossero Cina, India e Brasile le nostre industrie potrebbero ricominciare a produrre alla grande. E' drammaticamente vero.

Per questo sono convinto che prima o poi si arriverà alla resa dei conti, ossia la guerra, che prenderà 2 piccioni con una fava. Spazzerà via una delle 2 parti in gioco. O occidente o oriente e permetterà a quella sopravvissuta di ripartire alla grande.

Chissà cosa ci aspetta il futuro?

Forse sono solo mie/ns. paranoie e tutto piano piano ritornerà al bello come qualche anno fa.

hahahahahahahah

Neanche io credo a quello che scivo.

saluti

Faurio

Anonimo ha detto...

@zita
di seguito espongo un mio generale punto di vista:
non e' sufficiente fare qualcosa qualsiasi essa sia e poi dare soldi a chi lo fa, NOI VIVIAMO SUL PIANETA TERRA, NOI VIVIAMO DEL PIANETA TERRA.

CHI COMANDA NON E' IL CAPO DELL'ECONOMIA MA IL PIANETA TERRA, QUESTO DEVE ESSERE BEN CHIARO.

con in mente questo principio fondamentale della vita possiamo cominciare a fare proposte su cosa va e su cosa invece cambiare.

fino ad oggi abbiamo viaggiato con ampio margine di errore ma da ora in poi questo margine si e' quasi esaurito PERCHE' SULLA TERRA SIAMO DIVENTATI TROPPI, TROPPI A DIVIDERCI LE RISORSE, TROPPI AD INQUINARE.

con questa consapevolezza di base possiamo cominciare discussioni serie, senza rimangono sempre e solo chiacchere, che, la vita ce lo insegna, non portano mai a nient'altro che far passare un po' di tempo, come al bar sport.

i padroni del mondo non sono certo li' dove sono perche' ogni giorno ne sparano una diversa... quando parlano e' per poi subito seguire le azioni, ma le nostre azioni dove sono?
SI FERMANO A PIGIARE SULLA TASTIERA.

:-)
indopamalessi

Zita Obyvatel ha detto...

Battiato cantava:

"...facciamo un pò di largo con un'altra guerra..."
erano gli anni 80, i primi anni 80.

mah

però che tristezza. E ci chiamiamo civiltà occidentale. Tutti i grandi saggi della terra (da oriente ad occidente, sia chiaro) si rivoltano nel sepolcro, quante parole sprecate, quanto tempo sui libri, quanti pensieri... ma sarà mai possibile che non è cambiato niente se non sempre in peggio come appare ora? Possibile che non ci sia nessuno in giro bene ispirato e disposto a sacrificarsi per il Bene?
Mi sembra incredibile davvero.
Zita

Anonimo ha detto...

Il Veneto alla Lega.
Questa la notizia di apertura del giornale radio del Veneto di oggi.
Di questo discutono Bossi e Berlusconi, altro che di crisi e possibili soluzioni. E pensare che immaginavo che in democrazia fosse il popolo a decidere chi li governa.
Sì, sì, non sono un ingenuno, so come vanno queste cose, ma questa "democrazia" imposta dall'alto mi fa sempre incazzare.

Perdonate lo sfogo.
Un buon week end a tutti.
RTridens

Anonimo ha detto...

il seguito della mia considerazione sul fatto che siamo sempre preoccupari di cio' che riserva il futuro, in questo caso parlo del pianeta:

come facciamo per provare di prevedere o spiegare il comportamento di una persona?

seguiamo la crescita dei suoi peli?
controlliamo se gli puzza l'alito?
e se da dietro esce il gas giusto?
contiamo quante volte si gratta?

mi pare di no, mi pare che cercheremo di capire cos'ha in mente quella persona.

ALLORA PERCHE' NON FACCIAMO LO STESSO CON LA TERRA ANZICHE' GUARDARE AI PELI/ALITO/GAS/GRATTATINA?

perche' la terra non ha una mente, qualcuno dira'. perfetto, e io gli chiedo le prove di questa affermazione.

c'e' qualcuno che ha le prove che la terra, che e' composta degli stessi elementi di cui e' composto l'uomo, che da' la vita all'uomo, che nutre l'uomo, e' una cosa morta senza una mente/anima?

qualcuno le ha queste prove? lo chiedo perche' a me sembra cosi' strano che POSSA NASCERE LA VITA DA UNA COSA MORTA... anzi, mi sembra addirittura impossibile.

secondo voi e' piu' probabile che la terra sia viva o morta? che abbia una mente o no?

perche', se ha una mente, allora proviamo di vedere se riusciamo a parlargli per comprendere cio' che fa... si fa prima a scoprire tutte le cose che ci preoccupiamo di sapere.

mi scuso con Felice se questo mio commento non e' perfettamente in tema con l'inflazione USA o il tonfo della Nokia ma voleva uscire proprio oggi, non so perche'.

indopama

Anonimo ha detto...

dal link di corvo ho scaricato il software per vedere la posizione delle navi di trasporto su google hearth.
a prima vista sembra parziale ma gia' a prima vista si puo' vedere come la cina nella zona di shangai sia ferma (a conferma di quello che mi dice gente che li' ci lavora).
per chi lo installasse, ingrandire bene perche' i puntini delle navi ferme si sovrappongono e sembrano meno di quelli che in realta' sono.

se la cina e' cosi' in crisi vuol dire che qualcuno sta comprando meno merci cinesi. se quel qualcuno siamo noi allora vuol dire che ne produciamo di piu' a casa nostra? ma se invece la produzione da noi e' calata, cosa sta realmente succedendo?

mi fermo con una domanda, lascio ad ognuno degli altri dare la propria risposta.

indopama

Felice Capretta ha detto...

@ indopama

la saggezza non è mai off topic :-)

saluti felici

felice

Anonimo ha detto...

la prima risposta me la do' da solo, impara a rileggere e correggi un po' di errori di grammatica, testone...

:-)))
indopama

Zita Obyvatel ha detto...

A Indopama

E' ora di finirla con le chiacchere da barsport e sono d'accordo con te.
Il post che ho scritto contemporaneamente al tuo, con altre parole, denota lo stesso desiderio, lo stesso impulso ad agire. E lo abbiamo scritto insieme. Ma visto che si parte da qs. presupposto comune, ovvero la necessità di agire, che proposte facciamo?
Io ci sto' ancora pensando ed essendo la situazione così complicata, umilmente devo ammettere, che non ho ancora congeniato la bella conclusione soddisfacente che vorrei.
Tu invece sembri molto più avanti nelle valutazioni, perché non dici quali sono le tue proposte, se ti va?
Sarebbe interessante, altri ci potrebbero pensare e si potrebbe scambiare.
Salute, Zita

Anonimo ha detto...

capretta, io sarò anche un caprone ma...10000 che vor di? che rappresenta quel numero?

Anonimo ha detto...

una mia proposta concreta e' quella di pensare se tutto cio' che attualmente facciamo e' cio' che serve alla nostra vita. e dobbiamo farlo essendo sinceri con noi stessi.

a mio parere compiamo tanti sforzi inutili che, invece di migliorarla la peggiorano per cui occorrerebbe fermarsi, pensare e ripartire in maniera diversa.

prima di pensare a come ripartire io farei l'analisi di cio' che non va perche' credo che questo momento serva all'uomo proprio per capirlo.

insomma, stiamo facendo le cose giuste? se no, cominciamo a capire quali sono sbagliate... senza metterci dentro parole come politica, economia o finanza. rimaniamo nel nostro quotidiano, per esempio e' utile chiudersi dentro ad una fabbrica per produrre un cellulare che cambiamo ogni 6 mesi? non basterebbe farne uno che duri almeno 10 anni e passare il resto del tempo con la famiglia o con gli amici?
ha senso mangiare una mela cinese e non quella del campo vicino? quella del campo vicino richiede immensamente meno energia e tempo da parte nostra...

se ne possono costruire tanti di esempi e il loro insieme risultera' nel totale della nostra vita quotidiana, questo oggi, poi magari piu' avanti nascera' anche il desiderio di analizzare la nostra vita spirituale oltre che materiale ma va bene anche partire da quella materiale perche' non sono separate come potrebbe sembrare.

indopama

Clarius ha detto...

indopama sta scatenato oggi

indo ti giuro su mamma Gaia che
il verifica parola è "bercione"!

ma LOL

le tue idee comunque non sono
cosi' strampalate come sembrano,
lo dico per chi si collega solo ora,
che magari si spaventa

:D

Anonimo ha detto...

@Clarius
se mi dici che il "boss" ti ha dato quella parola allora mi fermo per un po' e, come ho scritto sopra, guardo prima quello che non va.

:-)
indopama

Goodlights ha detto...

@indopama

leggerti mi apre il cuore e la mente, altro che "bercione"
:-)

un abbraccio!
Goodlights

Clarius ha detto...

@indopama

Magari era rivolto a me!
E' bello vedere comunque
che anche ai saggi Zen ogni tanto
gli girano i *******i!

No, serio, è molto umano tutto ciò

E comunque Chopin picchiando sui tasti
alla fine qualcosa di buono ha tirato fuori.
Ah ma sono tasti del pianoforte quelli?
Ah...
Ah, ma a pensarci bene sono poi tanto diversi dall'Olivetti lettera 10?

Io penso questo, lo dico da tanto:
se ci sarà un cambiamento non dettato da eventi straordinari (di OGNI tipo),
questo sarà dovuto in discreta parte al fatto che la gente sta iniziando, secondo me, a ragionare sempre di più con la propria testa.La "massa critica" sta crescendo.Io vedo questo in giro, sarò un illuso.La gente scrive sempre di più , anche solo sui Blog, anche solo su Travian o per insultarsi.Intanto scrive, scrive, e per farlo mette in modo la parte più sottile del proprio essere.
Vediamo che succede, sicuramente nei prossimi tempi di cambiamenti ne vedremo tanti.

Anonimo ha detto...

sto ancora aspettando le prove che la terra non ha una mente/coscienza...

indopama

Anonimo ha detto...

GEAB N°38 is available!

guru2012 ha detto...

@ indopama

Ok indo, la terra ha una coscienza, una mente che pensa, ha una sua vita, mangia, dorme, forse, proprio adesso sta sognando chissacosa.

Oramai stanno arrivando a comprenderlo persino i cervelloni, i fisici, gli scienziati, quelli veri.

E allora?

Che si vuol fare, restiamo a guardare il tramonto sul mare?

Ci immergiamo nel tutto?

Boh, che ti devo dire, per me questi discorsi non portano a niente, la mia vita è fatta di altre cose, meno importanti, cose piccole.

Non mi interessa comprendere l'universo, questi sono discorsi che si fanno con un amico davanti a un bicchiere di vino buono.

Poi, domani, c'è la vita "reale".

yuma ha detto...

@ Indopama
ti posto qui un pezzo che ti avevo scritto da un'altra parte perchè mi son reso conto che potresti non averlo letto

Questa notte nel dormiveglia mi è venuta in mente una parola :-" consapevolezza" la pacatezza con la quale esprimi il tuo pensiero ha dato i suoi frutti.

E' come se tu avessi costruito a monte una di quelle barchette di carta ed io a valle dopo averne viste passare alcune avessi allungato la mano e ne avessi presa una .

L'ho dispiegata e sul foglio bianco ho letto " consapevolezza"

Mi è venuto in mente che fin da bambino , senza che nessuno me lo dicesse avevo notato come ad esempio l'america latina si incastrasse esattamente con l'Africa.

Oppure come quando mi spiegarono la costituzione dell'atomo avessi pensato a come stranamente un atomo assomigli ad un sistema solare.

Già allora pensai che per assurdo il nostro sistema solare potrebbe essere solo un atomo di un immenso essere.
Un pensiero e basta. Talmente grosso che lo abbandonai, anche perchè non mi portava da nessuna parte.

Certo che se il problema è E=MC2 c'è qualcosa che è ancora più veloce della luce...Il pensiero.. appunto.!

Oggi però le tue parole me lo hanno ricordato.

Che sia un primo passo?

@ goodlights

ti avevo risposto alla fine del precedente post.( o forse quello prima?)

un salutone

Clarius ha detto...

@indopama

Ma se è per questo ce l'ha pure il Sole , la Luna e i pianeti, sono teorie esoteriche classiche vecchie come il mondo. Non è un problema accettarle.
Il punto è :che GRADO di coscienza hanno.Non facciamo tutto bianco o nero, c'è/non c'è, SI/NO .
Non venitemi a dire che il cane di Yuma ha lo stesso grado di coscienza di Yuma.Yuma lo ha certamente inferiore,no?Siamo tutti d'accordo.
;)
Allora, che grado di coscienza ha la nostra cara terra?Perchè il mondo fisico per ospitare una coscienza come quella di Schopenhauer deve prima creare una rete di neuroni allucinate?Non sarebbe bastata una bacinella d'acqua sporca con quattro cellule dentro?
No, non sarebbe bastata!E allora, le "sinapsi" della terra dove sono?
Non dico che NON ci sono, dico che sono poche ad una prima impressione

Clarius ha detto...

ps:
che poi anche sta equivalenza di termini usati così ,uno per l'altro,mi lascia senza parole
(mente/coscienza)

andrea ha detto...

scusate l'OT ma è uscito il geab 38.

Anonimo ha detto...

@guru
cito una frase di zita:

"Pare che nessuno abbia il coraggio di porre rimedio a qs. situazione che, temo francamente, è ben lontana dal risolversi o comunque dall'imboccare la via positiva."

io pure la vedo come lei, vedo che la gente attorno a me sta diventando sempre piu' confusa e sempre piu' stanca di ascoltare, di confrontarsi per cercare di capire come tirarsi fuori da questo momento. prevale la paura, tutti si affannano per sbarcare il lunario ma sbarcare il lunario e' quello che fa un animale, a me sembrava che gli uomini si ritenessero diversi.


@yuma
si, per me e' come dici tu, se ascolti il cuore ti da' lui tutte le informazioni che servono ogni momento, non c'e' bisogno di impararle a scuola. e non puo' esistere crisi, tutto fila liscio come l'olio e la vita si riempie di AMORE, quella parola proibita che ci vergognamo a dire.

solo che se ne parli con gli altri ti prendono in giro, mentre se parli dell'ultima puntata del grande fratello sei un DIO.

a questo punto non saprei piu' cosa dire, io credo che il finale sia gia' deciso e non si possa piu' cambiare, sono certo che ognuno e' nel posto che si merita nel momento che si merita.


indopama

Anonimo ha detto...

Quelli che danzavano erano considerati pazzi da coloro che non potevano udire la musica.

Anonimo ha detto...

@ Yuma e Indopama

Lo stesso pensiero della "simmetricità" dei grandi e dei piccoli sistemi mi hanno sempre fatto pensare.
L'essere, in quanto tale, non ha ancora una grandezza definita, e forse non potrà mai averla.
Noi possiamo vedere solo sino ad un certo punto, sia nell'immensamente grande che nell'immensamente piccolo.
Scopriamo sempre nuovi pianeti, galassie, e, allo stesso tempo, nell'altra direzione, arriviamo a vedere che esistono i neutrini e le nano-particelle.... ma... siamo sempre e comunque ad un nuovo inizio.
Il fatto è che sembra non sappiamo vivere se non creiamo punti fissi; e forse proprio questi punti fissi ci complicano il "libero" pensare; il "libero" sentire, in tutti i sensi.
Spero sinceramente che i prossimi eventi ci facciano cambiare in meglio, anche se saranno dolorosi.
Per noi e per i nostri figli e per la terra, di cui siamo parte.

Saluti a tutti.
Grandissimo Blog.
Grandissime persone che lo frequentano.

GiBi

Zita Obyvatel ha detto...

Un uomo buono è appagato, scriveva Emerson.

Tanta bontà, tanto appagamento.

Cosa vuole dire essere appagato?

Saziare, soddisfare ed esaudire ma anche accontentare.

Può essere: ognuno da' da mangiare a se stesso. Chi alla bestia, chi alla bestia e allo spirito, i più avanti solo allo spirito.

Vedere la disperazione (o qualcosa che sempre più gli assomiglia) intorno e pensare di poter fare qs. è un'illusione, è inutile.

Può darsi.

Perché non possiamo influenzare più di tanto il mondo che ci circonda, se non nella cerchia direttamente a noi collegata.

Forse.
A volte anch'io penso così.
Opero adeguatamente e il mio giardino lo curo maniacalmente.
Traendone anche una discreta soddisfazione, serenità.

Ma il coraggio che parte fa' in tutto questo?

D'accordo, la vita forse funziona a scale. Per semplificare, si può dire, che c'è :

Chi si accontenta e sta' con la sua bestia.
Chi va' avanti e comincia ad influenzare benevolmente il mondo col quale entra in contatto.

Lasciatemi ricordarmi che esiste anche chi ha sentito l'urgenza e poi trovato il coraggio di operare in grande. Gandhi per esempio, con poco (tantissimo) ha guidato una nazione intera verso un obiettivo.

Lasciatemi sognare che qualcuno possa emergere e fare altrettanto per l'occidente, magari a partire dall'Italia, cominci a dare risposte a chi si fa' solo domande (però se le fa', è già un punto di partenza che stimo molto) oppure non se ne fa nemmeno però sente di non essere al posto suo (anche qs. lo stimo un ottimo punto di partenza). Di tutti qs. ce ne sono in giro parecchi, mi sembra.
Su qs. concordo con Clarius.
Decisamente.

Per gli altri si può fare un discorso a parte. Non vorrei dilungarmi oltre.

E non voglio tirare in ballo parole come politica, economia, finanza. Ci mancherebbe.

Va bene.

E mi fermo qui sperando che qualcuno vada avanti. :))

Zita Obyvatel ha detto...

Parere mio personalissimo, l'uomo ha necessità assoluta di punti fissi.

E' il caos che circonda che confonde e condanna ad essere semi-inermi, secondo me.

I punti fissi devono essere quelli Giusti.

Essi non corrispondono ai beni stimati tali nella realtà attuale, ce li hanno tutti e sono quelli che non fanno stare tranquilli, che spingono ad avanzare a perseverare su una certa e sola determinata strada.

Anch'io spero che la realtà cambi. Temo però che siccome l'uomo buono non è stato capace di difendere se stesso e la terra dagli abbietti, interverrà giocoforza l'intelligenza della madre terra che si è rotta le scatole. Così almeno sembra.

Ma in alto i cuori.
:)

Anonimo ha detto...

ci sarebbe un punto fisso che e' dentro ogni uomo, il cuore, che sa ogni momento quello che e' meglio fare. solo che si preferisce fare quello che dicono gli altri, soprattutto la tv.

la soluzione in realta' e' molto piu' semplice di quello che si pensa, direi quasi banale. l'unico problema e' che per seguire il cuore bisogna un po' capire come siamo fatti, cosa sia la vita, ma abbiamo paura di scoprirlo...

indopama

Anonimo ha detto...

per curiosita' e per mettere in discussione i nostri pregiudizi:

http://www.newsfood.com/q/71281857/mosca-il-mistero-dellanello-nel-cielo/

Anonimo ha detto...

PRENDIAMO L'Home page del FT, più sistema-centrico di così:

Warning - l'irlanda potrebbe dover ricorrere all'aiuto del FMI

Truffa di hedge fund x 20 Bln.

Perdite GE e BOFA

Ultimo articolo della prima pagina:
"COUNTDOWN TO NEXT CRISIS - Tick-tock, tick-tock, tick-tock ... Can you hear that? It is the countdown to the next financial crisis. I hate to say this just as green shoots are sprouting – the Dow crossed 10,000 points this week, banks are reporting bumper profits and the US recession is all but over – but there is a reason why it is called a “cycle”.

.... a questo punto bisogna solo prendere atto che non c'è assolutamente nessuna correlazione tra i FATTI e l'andamento dei MERCATI ...
Siamo fuori da ogni logica. Ci siamo arrivati per piccoli impercettibili passi, ma ora è stato superato ogni limite di buon senso, mi pare.
Fra

Anonimo ha detto...

la verità rende l'uomo libero..non è farina del mio sacco ma sono pienamente daccordo con questo. a volte accettare la verità fa male, ma accettandola è poi più facile cambiare...ecco come si potrebbe risolvere tutto...difficile ma non impossibile

luciano perazolo ha detto...

interesting...

http://www.repubblica.it/2009/09/sezioni/economia/crisi-41/bini-svalut/bini-svalut.html

Anonimo ha detto...

"Le banche potrebbero gradualmente riassorbire le minusvalenze da valutazione subite sui titoli. Tuttavia, la rapida espansione degli accantonamenti ai fondi rischi su crediti suggerisce che potrebbe essere imminente una nuova ondata di svalutazione delle attività bancarie nell'eurozona con conseguenti riduzioni patrimoniali",

Bene.

Minusvalenze, svalutazioni, riduzioni patrimoniali....

Ma, dico io; arriverà un momento in cui si dovrà capire che le plusvalenze e le minusvalenze sono una nostra invenzione e che, in realtà, ogni cosa dovrebbe avere un valore unitario con scambio relativo di pari valore...
Come è possibile che io compro un cavolo, e... su quel cavolo ci guadagnano in 5... e i pià sfruttati sono gli estremi che, scambando i valori di persona non avrebbero che da guadagnare....

Cavolo! Cavoli e controca--i!

Domenico Liguria ha detto...

Pace e bene
Anonimo 17 ottobre 2009 3.31
......la verità rende l'uomo libero.non è farina del mio sacco ma sono pienamente daccordo con questo.
Se non ricordo male (potrei sbagliare) questa frase l'ha pronunciata Gesù Cristo e, la verità è UNA SOLA, la Sua. Non ne esistono altre, non esistono espressioni del tipo: quello che è bene per me è male per un altra o viceversa. NO, il male è male, il bene è bene.
Ma ce lo siamo scordato quasi tutti, meglio non pensarci e continuare a vivere(?) nel nostro orticello (tv al plasma, playstation, viaggi ai tropici, qualche cornetto alla moglie o al marito, la partita, il relativismo, la robina firmata, gli ufo..........)facendo finta, ogni tanto, di indignarci sui vari blog.................proponendo soluzioni assurde.
Pace e Bene
Domenico

Anonimo ha detto...

http://www.youtube.com/watch?v=FlbeoajqbmA

Assolutamente da vedere|

Incredibile cosa riesce a fare il piccolo che guida l'Italia mettendo in moto i suoi galoppini...

Assolutamente da divulgare!

GiBI

Goodlights ha detto...

@zita
"Anch'io spero che la realtà cambi."

Ciao!

non limitarti a sperare,
CAMBIALA!
;-)

hai dato un'occhiata ai due documentari?

gli strumenti li abbiamo dentro di noi, basta usarli...

saluti affettuosi!
Goodlights

rumenta ha detto...

luciano perazolo:

interessante.....
ma forse ancor di più le considerazioni finali.

cito:
Bini Smaghi ha anche detto che se i rischi di inflazione aumenteranno ci sarà una "reazione immediata" che spingerà al rialzo i tassi di mercato. Questo porterebbe "un peso terribile" sul debito dei vari paesi, che potrebbe essere allentato con una riduzione della spesa per le pensioni.

e qualche giorno fa draghi ripeteva il ritornello: "bisogna aumentare l'età pensionabile".
vedi tu il caso e la coincidenza......
non sarà che per caso lui sa qualcosa che ci è ignoto??

e ancora:
"La grande incertezza in tutta Europa ha anche osservato - è in che misura la nostra economia sia self-sustained", cioè in grado di camminare senza aiuti. "Questa incertezza è il motivo per cui manteniamo tutte le misure di politica monetaria e fiscale ai livelli attuali".

quindi, altra socializzazione delle perdite private (banche e grande "industria" decotta), e scordatevi una diminuzione delle tasse, nemmeno per far "ripartire i consumi" (LOL).

sì, davvero interessante.....

Goodlights ha detto...

@yuma

ciao!

ho visto la tua risposta e ti consiglio la visione di questo filmato su "passato, presente e futuro" che a mia volta mi è stato consigliato da tao (GRAZIE TAO!!!)
:-)

http://www.youtube.com/watch?v=n-vb4l8OQ5g#watch-main-area

buona visione!

Goodlights

Anonimo ha detto...

Bloggo blogghino ha tradotto l'annuncio pubblico GEAB 38!

Tao ha detto...

@ Goodlihts

prego , di nulla . E' un piacere :-)

comunque da considerare anche l'obiezione di Yuma .

L'invito a vivere nel presente , condiviso da molte culture , non vuol dire non curarsi assolutamente del futuro . Vuol dire semplicemente che la pianificazione del futuro o le aspettative che in esso riponiamo non ci devono distogliere dall'assaporare il momento che stiamo vivendo .

saluti

tao

Ps: Yuma , ho quasi finito ..... ;-)

Anonimo ha detto...

un saluto a tutti.


@ yuma
sono contento per quanto hai scritto.
Ho visto il tuo aspetto, quello che spesso nascondi.
@indopama @zita
ho avuto occasione, di seguire una situazione in cui, un dipendente, di una azienda, si trova , in malattia dai primi di luglio.
È stato visto al mare, in giro per i bar.
È stata avvisata inps, la quale ha eseguito visite fiscali, senza trovare questo dipendente.
L’ azienda, continua a pagare, senza poter fare niente.
Questo dipendente, tra qualche mese, gli scade il contratto a termine.
È logico pensare che il contratto non sarà rinnovato.
Questo dipendente , in questo momento non troverà altro lavoro.
Quando non troverà lavoro, dirà che è sfortunato, che la vita è ingiusta; ai suoi amici, farà pesare i suoi problemi.
Questa situazione, rispecchia tanti aspetti comuni a numerose persone.
Se , analizziamo il problema, possiamo fare diverse considerazioni.
Ma, io ripeto, noi siamo il risultato dei ns pensieri.
Per questo, ogni volta che analizzo me stesso, io dico, cosa ho fatto per essere dove mi trovo.
Per cui, tutte le volte che trovo, o ascolto, qualcuno che si lamenta, o che non vede soluzione a suoi problemi, mi viene normale chiedere, cosa “ hai fatto per essere in quello stato”.
Ecco perché continuo a dire, e riconoscere che la via è perfetta.
Ci sono tante cose, tanti pensieri, che di continuo arrivano al ns cervello , e noi respingiamo, in quanto non conformi al ns mondo.
Spesso noto che l’uomo si atteggia a vittima, invece di aver coraggio a fare scelte.
Così è lo stato della ns società.
Sommersi da numerosi problemi, abbiamo toccato il fondo, invece di sollevarci, continuiamo a scavare, ci stiamo affossando da soli.
Ci sarebbe molto da fare. La cosa importante è avere dignità e senso di responsabilità.
Non accettare mai i pensieri altrui come propria verità per cui è logico non condividere le scelte di chi ci governa…prendiamo esempio dai francesi , che quando protestano scendono in piazza compatti per difendere i propri interessi.
Un esempio…è possibile che la soluzione di tutti i problemi economici sia sempre l’allungamento dell’età pensionabile?
E’ possibile che i problemi energetici si debbano sempre risolvere con il petrolio?
Di fronte alle scelte fatte dai ns governanti quante volte abbiamo alzato la voce per far valere i ns diritti? Stando in silenzio accettiamo il loro pensiero.
…..@indopama
la terra è un essere vivente consapevole così come è il sole la luna e tutti i pianeti
con affetto
franco

Anonimo ha detto...

un saluto a tutti.


@ yuma
sono contento per quanto hai scritto.
Ho visto il tuo aspetto, quello che spesso nascondi.
@indopama @zita
ho avuto occasione, di seguire una situazione in cui, un dipendente, di una azienda, si trova , in malattia dai primi di luglio.
È stato visto al mare, in giro per i bar.
È stata avvisata inps, la quale ha eseguito visite fiscali, senza trovare questo dipendente.
L’ azienda, continua a pagare, senza poter fare niente.
Questo dipendente, tra qualche mese, gli scade il contratto a termine.
È logico pensare che il contratto non sarà rinnovato.
Questo dipendente , in questo momento non troverà altro lavoro.
Quando non troverà lavoro, dirà che è sfortunato, che la vita è ingiusta; ai suoi amici, farà pesare i suoi problemi.
Questa situazione, rispecchia tanti aspetti comuni a numerose persone.
Se , analizziamo il problema, possiamo fare diverse considerazioni.
Ma, io ripeto, noi siamo il risultato dei ns pensieri.
Per questo, ogni volta che analizzo me stesso, io dico, cosa ho fatto per essere dove mi trovo.
Per cui, tutte le volte che trovo, o ascolto, qualcuno che si lamenta, o che non vede soluzione a suoi problemi, mi viene normale chiedere, cosa “ hai fatto per essere in quello stato”.
Ecco perché continuo a dire, e riconoscere che la via è perfetta.
Ci sono tante cose, tanti pensieri, che di continuo arrivano al ns cervello , e noi respingiamo, in quanto non conformi al ns mondo.
Spesso noto che l’uomo si atteggia a vittima, invece di aver coraggio a fare scelte.
Così è lo stato della ns società.
Sommersi da numerosi problemi, abbiamo toccato il fondo, invece di sollevarci, continuiamo a scavare, ci stiamo affossando da soli.
Ci sarebbe molto da fare. La cosa importante è avere dignità e senso di responsabilità.
Non accettare mai i pensieri altrui come propria verità per cui è logico non condividere le scelte di chi ci governa…prendiamo esempio dai francesi , che quando protestano scendono in piazza compatti per difendere i propri interessi.
Un esempio…è possibile che la soluzione di tutti i problemi economici sia sempre l’allungamento dell’età pensionabile?
E’ possibile che i problemi energetici si debbano sempre risolvere con il petrolio?
Di fronte alle scelte fatte dai ns governanti quante volte abbiamo alzato la voce per far valere i ns diritti? Stando in silenzio accettiamo il loro pensiero.
…..@indopama
la terra è un essere vivente consapevole così come è il sole la luna e tutti i pianeti
con affetto
franco

gabriele ha detto...

Questo blog è come una musica, sospeso tra ultra-sensibilità e desiderio di ribellione all'ovvia e scontata "normalità" della massa. Superbi alcuni interventi, anche se in fondo emerge una dolorosa coscienza di ciò che sarà. Me lo godo ascoltando musiche sublimi come la cantante (ingiustamente misconosciuta) qui:
http://www.myspace.com/susannaparigi

Grazie di esserci :-)

Tao ha detto...

@ Franco

qui ti volevo :-))))))

la lotta dell'uomo sull'uomo non si perpetra solo con la forza , ma , soprattutto in questi periodi, con lo scudo della (presunta) debolezza .

homo hominis lupus .... non sempre , ovvio , ma molte volte si . E questo spiega , a mio avviso molto bene, i casini globali in cui ci stiamo allegramente inoltrando .

così almeno la penso io .


come direbbe Domenico ......

Pace e Bene


Tao

Tao ha detto...

scusate mi è cappata una S

"homo homini lupus "


tao

Anonimo ha detto...

Gran bella figa quella Susanna!
E' la tua fidanzata?
Ma non se la tira un po' troppo?

Dovrebbe fare delle cose un po' più leggere, tipo questa:

http://www.youtube.com/watch?v=pu_5YV24Qmo

Zita Obyvatel ha detto...

Ciao Goodlights!

Certo che ho visto i video che mi hai suggerito e in effetti ti avevo già detto qs. nei post dove mi avevi gentilmente fatto la segnalazione.

Comunque grazie ancora.

Li ho molto apprezzati. Con qualche riserva sulla forma, lo spunto, imho, è palesemente buono e giusto e vero.

Bene.

Forse i miei interventi un pò "in generale" ti fanno pensare che io non stia già cambiando la mia realtà?

Non è così, nel mio piccolo, anzi piccolissimo ed insignificante mondo.

Per qs. ho fatto riferimento a Gandhi e al coraggio. A cosa serve essere "a posto" (ammesso che... nevvero?e lo dico con un sorriso) quando intorno a te il mondo fa' il botto?

Sono d'accordo con Franco, ora dovremmo reagire, ed è quello che volevo dire anch'io.
(Mi devo esprimere proprio male :)
Da sola non posso nulla ma con gli altri?
Per qs. poi ho parlato di coraggio.

Hai ragione quando dici (Franco) che in fondo però ognuno sta nel posto che si merita. Sempre Emerson scive che la Natura in ciò è maestra, e abbatte chi non sta in piedi da solo.

Io prima parlavo di cose relativamente "grosse" nel senso che mi domando se è mai possibile che persone che hanno affinità nel credere che la realtà così non può avanzare, che stiamo cadendo (forse) nel baratro, non riescano a trovare il coraggio di reagire FATTIVAMENTE, organizzandosi?

Possibile?

Le ipotesi possono essere:

- il coraggio non esiste più, non è più appannaggio del genere umano (può essere, decenni di incivilizzazione ad opera di scuole e tv, una vita assai comoda e tenendte a viziarci potrebbero avere sortito l'effetto desiderato di rimbecillirci? boh)
- se anche abbiamo coraggio l'ingratitudine e la derisione possibile da parte del popolo (un pò bue) ci inchiodano
- non ci crediamo fino in fondo, meglio pensare per sé, salvando il salvabile
- siamo più vili di quel che pensiamo

altre ipotesi?

è inutile stare a pigiare sulla tastiera come dice indo, perfettamente. Non serve a niente, anzi porta via tempo prezioso magari che potremmo dedicare a noi stessi e alla famiglia.

Sono però umilmente persuasa che, se siamo qui presso la gentile capretta che ci ospita (grazie, felice!), per quanto siamo soddisfatti o in via di soddisfazione, ciò non ci basta.

Vogliamo di più.

Sono curiosa di conoscere le vs. ipotesi sulla ragione del ns. immobilismo o presunto tale, o accettazione di una realtà che fa' vergogna solo pensarla.
Io ho scritto di getto e avrò certamente saltato ampi margini di riflessione.
Salute a tutti

Zita

corvo ha detto...

Cari lettori e commentatori,
leggere giorno per giorno notizie annuncianti catastrofi di fronte alle quali ci sentiamo impotenti nuoce alla salute.

la maggior parte di coloro che hanno dedicato tempo per approfondire la questione sono concordi sul fatto che ci troviamo di fronte a un periodo speciale.
come ho scritto da un altra parte:

Kerry Kassidy fra un tortellino e un antipasto mi ha detto che pensa che

viviamo nel periodo culminante della storia dell'umanitá.

Anche secondo il Fisico Michio Kaku ci troviamo a un punto decisivo nel quale possiamo passare da tipo zero a tipo uno di civiltá o distruggerci nel tentativo.


Nè la fuga nello spiritualismo, nè l'arroccamento su posizioni di difesa egoistica del proprio possono rappresentare da soli una soluzione. Ma potrebbero entrambi essere pate di essa.

In questo blog vi sono tante idee che purtroppo finiscono dimenticate appena si passa al prossimo argomento.

A mio parere é necessario raccogliere queste idee e organizzarle in soluzioni.
Avevamo iniziato cercando e trovando dei leaders.

vogliamo continuare?

Goodlights ha detto...

@zita

buona domenica!

provo a rispondere alla tua domanda...

secondo me la maggior parte di noi vive in un mondo di fantasia che la tv ha creato ed in cui tutto è diretto ad arte dalle stesse forze di potere che dirigono i giochi ai più alti livelli.

questo è palese, basta parlare con vicini, amici, colleghi...

parli di crisi e citano l'ultima frase del telegiornale.

parli dell'ultimo vaccino e citano emilio fede e dicono che è cosa buona e giusta.

parli di israele in modi non proprio carini ;-) e ti accusano di antisemitismo.

accenni al fatto che l'11 settembre sia stato un autoattentato e ci manca poco che chiamino il 113.

dici che il grande fratello è un'emerita stronzata (scusa il termine) e sei finito del tutto.
è chiaro che se la pensi così, tutto ciò che pensi è falso!

per fortuna però, non siamo tutti lobotomizzati e, per quello che noto nel mio piccolo, sono in aumento quelli che, come noi, si fanno venire dei dubbi sulla realtà preconfezionata che ci propina la televisione.

una prova è questo blog e tanti altri di controinformazione che hanno il "potere" di riunire intorno a se persone "scavatrici" (termine coniato in questo momento) e cioè che scavano dietro la propaganda alla ricerca della verità.

lo so, è solo un inizio, ma è decisamente un buon inizio :-)

questa la mia opinione in merito.

per il: "CAMBIALA"!
ho letto la tua risposta nel precedente post è so che li hai visti.
il mio voleva essere un modo per dirti di mettere in pratica :-)

giornata bella!
Goodlights

Ps: ti spieghi benebenissimo!
:-D

Anonimo ha detto...

goody,

hai dimenticato le altre bufale: la strage di Srebrenica, l'olocausto, l'uomo sulla luna (però corvo dice che il suo astronauta c'è andato davvero... boh), la morte di Neda.

E poi... le scie chimiche, il cavallo di Denver, il NWO, la sterilizzazione di massa, la meledizione dei Maya, gli Ufo, i cerchi nel grano, la Terra cava, la Terra pensante, il signoraggio, ecc ecc.

Chissà perchè la gente sghignazza sgangheratamente quando le parli di questi argomenti?
Chissà...

Anonimo ha detto...

@il solito che ha fatto finta di andarsene, ma è sempre rimasto...

sono quelli come te che fanno si che le cose non cambino mai.

sai cosa ti dico?
vai a documentarti bene sugli stessi argomenti che citi e poi riparliamo di uno alla volta in modo costruttivo.

io per primo ridacchio di te e della tua ignoranza su queste cose.

parli di ufo, scie chimiche, 11 settembre, ecc...senza nemmeno probabilmente aver mai letto un testo o un link in merito...

siete aggrappati con le unghie e con i denti alle vostre convinzioni (create ad arte dalla propaganda) e venerate l'informazione allineata e pilotata senza mai metterla in discussione.

se siamo a questo punto è perchè credete a tutte le boiate che vi dicono da quel quadratino parlante pieno di marionette e non scavate.

sempre pronti a criticare e mai a confrontarvi.

vi si danno links da leggere e nemmeno li degnate di uno sguardo per poi dire "tutte cazzate".

vi si portano prove concrete e ribattete sfottendo.

il mondo non cambierà mai se voi metterete sempre i bastoni fra le ruote a chi cerca di ribellarsi portando avanti il vero.

scusatemi tutti per lo sfogo, per primo il padrone di casa.

anonimo :-*

sono nauseato da quelli come te.

Anonimo ha detto...

http://www.visualizingeconomics.com/wp-content/uploads/popgrowthsince_1500.jpg

nel link di sopra sta esposto il problema e sempre da li' si ricava facilmente la soluzione.

anche io sono d'accordo sul fatto che siamo in una situazione speciale e pertanto va affrontata come tale. siamo nel mezzo di un grosso cambiamento che non centra niente con la finanza o l'economia o tutto il resto che ci hanno detto finora. e' quasi fuori dall'inimmaginabile per la maggior parte di noi, per questo io cerco gradualmente di spostare l'attenzione su questi nuovi argomenti, apparentemente con poco successo, in realta' il successo deve essere poco e il perche' lo si capisce guardando il grafico del link di sopra.

indopama

Anonimo ha detto...

questo e' un grafico migliore perche' da' la popolazione totale e non per stati come il precedente.

http://www.bbc.co.uk/schools/gcsebitesize/science/images/126_population_growth.gif

indopama

Felice Capretta ha detto...

@anonimo :-*

solo una cosa: riconosciamo le nostre responsabilità.

in ogni progetto ci sono persone che si oppongono e persone che lo sostengono. il progetto va in porto o fallisce per il merito o demerito delle persone che lo sostengono.

è facile dare la colpa agli altri... a mio avviso noi dovremmo chiedierci cosa possiamo migliorare per riuscire - nonostante gli oppositori.

;-)

intanto guarda quanto di buono abbiamo fatto finora...rispetto a 5 anni fa.

saluti felici

felice

Anonimo ha detto...

Goody,
tu porti avanti il tuo bucolico vero.
Corvo porta avanti il suo esoterico vero.
Gianluca Freda porta avanti il suo vero sanguinario.
Franco porta avanti il suo vero sgrammaticato.
Io porto avanti il vero della tradizione.
Qualcuno quello della tecnologia, altri quello dello shopping...
Goody, sei ingenua se pensi che tutti questi veri provati non debbano entrare in conflitto.

Non arrabbiarti, va là...
e pensa al pane cotto nel forno a legna che quello è vero davvero.
E se ti viene bene, con le belle bolle grosse e lucide, passami la ricetta.

Domenico Liguria ha detto...

Pace e bene
@Corvo: la fuga nello spiritualismo eccetera.........
Il credere in Dio non è una fuga, è VIVERE la realtà cercando di portare avanti il messaggio di Cristo.
Io non fuggo, vivo, so il giusto valore delle cose, distinguo il bene dal male e, trasmetto queste cose agli altri. Se poi la gente mi insulta, mi deride, mi giudica arcaico, pace. Non mi do per vinto e insisto.
Abbiamo la Luce, gratis e, continuiamo a vivere nelle tenebre, pagando il fio della nostra infinita sofferenza.
Pace e Bene
Domenico

Anonimo ha detto...

Domenico,
hai la luce gratis?
Ma che contratto hai?
Io alla fine ho preso Enel, ma col cazzo che me la danno gratis!
E poi dicono che hanno fatto cartello!

Anonimo ha detto...

Scusa però non ho capito una cosa: perchè sei hai la luce gratis te ne stai al buio?

rumenta ha detto...

anonimo :-*,
non ti scoraggiare, sarà sempre così, perchè loro sono la maggioranza che vota e che è convinta di "decidere".

tutto quel che puoi fare, pero', fallo.
continua ad offrire dei link, da loro regolarmente ignorati, continua ad offrire la tua opinione, le tue sensazioni, i fatti che conosci.

qualcun altro magari li leggerà con maggior attenzione e rifletterà sulla marea di fuffa che lo inonda.

anche soltanto questo è un buon risultato: un altro che ha ricominciato a ragionare con la sua testa, e non con il tiggì.....

Anonimo ha detto...

Scusa Domenico, un'ultima cosa cosa vuol dire "fio"?
Non ti capisco, usi un linguaggio un po' troppo arcaico.
Adesso le parole in voga sono: figa, coca, businness e libertà.
Tu dove vivi? Diventa più umano, drogati un po'... che so!

Anonimo ha detto...

Rumenta,
hai ragione:
le mie guide sono i tiggì, i settimanali e la pubblicità.
Altro non mi serve.
Voto un partito che rappresenta le mie idee. Credo fermamente nella democrazia e nella libertà.
Scelgo le migliori scuole private per i miei figli.
Sono libero di acquistare quello che credo. Mi piace viaggiare e scoprire nuovi luoghi.
Cerco di adeguarmi al comune sentire perchè credo che l'isolamento porti alla rovina.
E i soldi, siccome li ho, non mi fanno schifo.
Cosa c'è di male in questo?
Cos'altro di meglio potrei pretendere?
Rumenta sei un invidioso!

yuma ha detto...

@ il solito disturbatore

Ho notato il sottile cambiamento di strategia. Sei veramente molto bravo e a volte anche divertente. Non capisco perchè sprechi così il tuo talento.

A proposito, Goody, rivendico l'esclusiva del nomignolo anche se non mi hai risposto autorizzandomi

Buona restante domenica a tutti

Anonimo ha detto...

Ho come l'impressione che questo sito sia frequentato da parecchi sfigati. Guarda caso lo sfigato pensa sempre che il mondo stia per collassare, che qualcuno diriga dietro le quinte il grande gioco del fottere l'umanità, prevede crisi per tutti e sfiga in tre porzioni quotidiane.
Io invece la crisi non la vedo: tanto per fare un esempio quest'anno sto già fatturando il 22% in più dello scorso anno e qui a milano girano sempre più SUV. Ho prenotato l'albergo alle dolomiti per pura fortuna: già tutto full o quasi. Gli unici che si lamentano sono gli sfigati, i quali cercano qualcuno con cui piangere insieme in siti come questo.
Gordon Bleu.

Domenico Liguria ha detto...

Pace e Bene
@Anonimo 8.51-8.52.10.04
sono felice delle sue battute di spirito, denotano un approccio positivo alla vita, difatti un vecchio adagio dice: gente allegra il Ciel l'aiuta.
ps la libertà? certo che conosco la libertà, per il semplice fatto che sono libero, tranquillo, in pace con la mia coscienza.
Saluti, e che il Signore vegli su di lei.
Domenico

Anonimo ha detto...

La foto in cima all'articolo è presa da questo video?

http://www.youtube.com/watch?gl=IT&hl=it&v=9K5-elYuPfM&feature=related

Il botto potrebbe essere qualcosa di simile, che tutti pensano di godersi lo spettacolo ma poi diventano lo spettacolo..

yuma ha detto...

@anonimo 10,59

se vendi vaccini potrebbe essere una buona motivazione per il tuo aumento di fatturato.

Vedi, noi ci riuniamo qui per fare delle ipotesi e poi ci ragioniamo su.

La tua è un'ottima ipotesi

Benvenuto anche a te. Valuteremo

Qualcuno di noi ci sta già ragionando su

@Corvo

"A mio parere é necessario raccogliere queste idee e organizzarle in soluzioni.
Avevamo iniziato cercando e trovando dei leaders.

vogliamo continuare ? "

Mi sfugge una cosa. In relazione alle tue considerazioni che valenza potrebbe avere? Non riesco a capire ... se dovesse avvenire questo cambiamento di diciamo cosi" esopolitico" avrebbe qualche risvolto pratico?

corvo ha detto...

è interessante come alcuni commentatori, coraggiosamente anonimi, tendano a usare termini che etichettano le persone piuttosto che la materia della discussione.

Allora vediamo.
Gli sfigati sarebbero pessimisti e gli uomini di successo no.
che dire, magari ha ragione lui.
Che abbia ragione lui?
si, di sicuro ha ragione lui....

/me il pessimista sfigato é notoriamente anche insicuro perché la sua mamma lo amava di meno che le telenovelas su rete 4.

In effetti é vero. guardate qui:
"L'unico futuro possibile, ed anche l'unico futuro senza guerra, è quello in cui il consumo di energia derivante da fonti rinnovabili arrivi non al 20 o al 50%, ma al 100 per cento. A quelli che ci dicono che la crisi è finita e che il peggio è alle spalle - ha proseguito - vorrei dire che ci stanno ingannando. La crisi c'è e, secondo ogni ragionevole previsione, ci resteremo a lungo. Per la semplice ragione che quel tipo di sviluppo che ci ha sostenuto fino ad oggi non è più procrastinabile per l'apparizione dei "limiti". Che sono molteplici e invalicabili. Intendo dire che, anche se dal punto di vista delle energie tradizionali non ci fosse un'urgenza drammatica, e io ritengo invece che questa urgenza ci sia, noi dovremo fronteggiare comunque il problema del riscaldamento climatico che, anche da solo, costituisce un rompicapo di una difficoltà senza precedenti nell'intera storia
dell'umanità"


Mikhail Gorbaciov,
Presidente del World Political Forum. Depresso perché ha perso il potere.

Invece cosa dice un uomo di successo? Uno che il potere non lo molla spontanaemente... ma si, prendiamo il signor Berlusconi come esempio. Egli va "avanti tranquillamente e serenamente, possibilmente con più grinta".

in quanto capo di un esecutivo che "si sente assolutamente necessario alla democrazia, alla libertà e al benessere del Paese".
e un uomo di questa stazza conclude modestamente con un
"Meno male che Silvio c'è"

rumenta ha detto...

Rumenta,
hai ragione:
le mie guide sono i tiggì, i settimanali e la pubblicità.
Altro non mi serve.


non era necessario specificarlo, c'eravamo arrivati pure da soli.

Voto un partito che rappresenta le mie idee. Credo fermamente nella democrazia e nella libertà.

peccato che NON siano quel che hai.
quando te ne accorgerai, però, sarà troppo tardi.

Scelgo le migliori scuole private per i miei figli.

bravo.

Sono libero di acquistare quello che credo.

anche io.

Mi piace viaggiare e scoprire nuovi luoghi.

anche a me, moltissimo.
sono stato in brasile, thailandia, cina, bali, india, stati uniti, irlanda, norvegia (con l'esercito), finlandia, inghilterra, germania, francia, spagna......

Cerco di adeguarmi al comune sentire perchè credo che l'isolamento porti alla rovina.

a me invece il conformismo da un po' fastidio.

E i soldi, siccome li ho, non mi fanno schifo.

nemmeno a me, dato che ne ho pochi :-)

Cosa c'è di male in questo?

nulla.

Cos'altro di meglio potrei pretendere?

se te lo dovessi dire staremmo qui fino al mese prossimo....

Rumenta sei un invidioso!

invidioso di TE???
per questa cazzata ti spetta una minzione speciale.....

corvo ha detto...

In relazione alle tue considerazioni che valenza potrebbe avere?

dal mio punto di vista non si tratta di dimostrare chi ha ragione e chi no. Piuttosto di creare un catalogo di requisiti e soluzione dalle tante idee che vengono postate qui.
Metterle a disposizione in maniera che ognuno possa decidere per conto suo. Poi al momento opportuno il catalogo migliore puó essere suato.

Anonimo ha detto...

CORVO: vedo che sei proprio fissato col tuo giochetto degli scenari. Ma che utilità pensi abbiano... ma quanti credi abbiano voglia di stare dietro a caz..te simili. E lui fa le statistiche, e lui proclama i vincitori, e lui propone il programma della linea del tempo, e lui vuole il sito professionale più evoluto per installare il suo giochetto... ma dove vuoi arrivare con le seghe mentali?Su marte? Che sfigato
Gordon Bleu.

Goodlights ha detto...

@yuma
"A proposito, Goody, rivendico l'esclusiva del nomignolo anche se non mi hai risposto autorizzandomi"

caspita yuma, mi spiace ma arrivi tardi
:-)

già altri mi hanno chiamata così in post precedenti ed io stessa ogni tanto, se son di fretta, mi firmo così.

serata bella!
GOODY
;-)



ps @re gilardino

tranquillo, dormo sonni tranquilli e mi incaxxo davvero raramente.

solo, spesso, rimango perplessa.
tutto qui.

serata bella anche a te :-)

yuma ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
yuma ha detto...

@ corvo

Poi al momento opportuno il catalogo migliore puó essere usato.

Continuo a non capire, ma forse non riesco io a spiegarmi

sit 1 botto

ognuno cerca di organizzarsi e quindi qui ok catalogo
idem in caso di non botto

sit 2 esopolitica

qui mi sfugge che tipo di correlazione potrebbe instaurarsi fra esopolitica e mondo reale, e quindi diventa anche difficile fare previsioni.

Inoltre anche tu, credo di aver capito che non dia a questa esopolitica molto credito in relazione a miglioramenti possibili, altrimenti non penseresti al Canada.

Quindi vorrei capire perchè indichi la strada dell'esopolitica se poi all'atto pratico lo hai già archiviato come non utile.

O magari la ritieni anche più dannosa e che possa fare da catalizzatore per accelerere una eventuale crisi?

Anonimo ha detto...

Yuma,

talento sprecato?
No, no... sprecate sono tutte le parole spese invano nell'illusione che 'sti catastrofisti settari e porta-sfiga potessero accettarle. Grande errore.

No, no... burla e nulla più!

Tu piuttosto, di talento non ne sprechi certo, ma di luoghi comuni fai un vero scialo!

Come fai alla tua età a essere così ingenuo? Sempre col naso dentro un blog di gente che non c'entra nulla con te.

Anonimo ha detto...

e povera Rumenta che abbocca sempre all'amo di chi si prende gioco della sua presunzione!
Talmente priva di ironia e imbevuta dei suoi pregiudizi che non sa distinguere nemmeno più tra parodia e affermazioni serie.

yuma ha detto...

@ Re

eh,eh,eh, sono bambino dentro...

curioso e a 360 gradi.( ma non a 90!)

Penserai mica di essere l'unico a divertirti?

Anonimo ha detto...

appena arrivano i nipotini sai che divertite che ti potrai fare!

yuma ha detto...

non vedo l'ora!

rumenta ha detto...

e povera Rumenta che abbocca sempre all'amo di chi si prende gioco della sua presunzione!
Talmente priva di ironia e imbevuta dei suoi pregiudizi che non sa distinguere nemmeno più tra parodia e affermazioni serie.


sempre pronto a divertire, e se ci riesco sono ancora più contento, dato che è più facile far piangere che ridere.
fa tesoro di queste risate, che avrai molto tempo per piangere.

yuma ha detto...

4 Re

Provo a cercare di penetrare un paio di centimetri sotto la corona

Ho come la sensazione che tu provochi quelli che chiami " i portasfiga" perchè in cuor tuo senti di aver ragione , ma non ne sei sicuro al 100% e quindi cerchi il confronto nella speranza di riuscire sempre a essere tu il convincente e mai il convinto.

E' anche questo un ottimo modo di esorcizzare la paura, e devo dirti che se fosse così lo condivido.

In caso contrario non vedo perchè devi faticare a far accettare la tua visione a qualcuno che già solo per il modo in cui cucini non ha neanche voglia di sedersi al tuo tavolo.

Da noi c'è un espressione piuttosto calzante: si dice " cercar di raddrizzare le gambe ai cani"

Comunque apprezzo sempre il tuo sottile sense of humor( solo quando è sottile)

Se invece lo fai solo per burla ben venga( finchè ci si diverte)

Buona giornata

corvo ha detto...

@Yuma
Penso che valga la pena di fare questo lavoro, se no non lo proporrei.
Sull'Ontopolitica ti ho risposto sull'altro blog.

corvo ha detto...

Torniano al tema del post.
G. Clemente dal vivo é molto piú carismatico che letto. Ma ció non toglie valore alle sue idee.

Un caso specifico è nel 2009, quando la percezione diffusa era che fosse in corso la ripresa. Ma i dati a disposizione indicavano un rimbalzo, non una ripresa. L’economia stava collassando ma veniva sostenuta da gigantesche iniezioni di moneta cartacea, evanescente e stampata dal nulla. Ma ancora una volta la maggioranza, incitata dai media e dal governo, rifiutò di riconoscere la dura realtà perché una grossa bugia era più confortevole.

fonte: http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=6382

Anonimo ha detto...

Bravo Yuma,
ottima analisi, ma c'è un po' di vero in tutto quello che dici, e poi da sempre non sopporto le chiesette... son can bastardo*





* sta per bastian contrario, si tratta della chicca di una nostra amica, regina delle gaffes

Arsan ha detto...

prova

Anonimo ha detto...

[b]prova caratteri[/b]

Anonimo ha detto...

rrrrrrrrrr

Anonimo ha detto...

Anonimo ha detto...

www.yahoo.com