lunedì 16 marzo 2009

Crisi oligarchi russi

La crisi porta i primi timidi disordini in Russia, gli oligarchi se la vedono brutta.

Ma prima, la rassegna stampa di oggi: "Bambino sbranato dai cani randagi", intitolano la maggior parte dei giornali nella loro edizione di questa mattina.

Wow, interessante.

In particolare è Leggo, come al solito campione di porcherie, a darci la versione più romanzata: "il branco di cani randagi ha circondato il bambino e lo ha fatto cadere dalla bicicletta".

Ah, cani cattivi. Neanche fossero picchiatori della mafia.

Numerosi i capi d’accusa, secondo Leggo, per la persona che li aveva in custodia.

Ma allora, erano randagi o no?
Perchè se erano randagi, non li aveva nessuno in custodia.
E se qualcuno li aveva in custodia, non erano randagi..!

Con questo interrogativo nella mente caprina (se qualche lettore vorrà illuminarci, gliene saremo grati), procediamo a ruminare le notizie rilevanti della giornata.

I giornalisti che dedicano tanto spazio al bimbo sbranato avrebbero potuto dedicare una briciola di spazio all’intervista di Medvedev alla TV russa sul tema della crisi economica:

Forse in nessuna parte del mondo gli affari si sono sviluppati in modo così rapido come qui da noi

[...]

Alcuni sono diventati molto ricchi in poco tempo e adesso è il momento di ripagare il loro debito, un debito morale, perché la crisi è un test di maturità


Cosa vorrà dire Medvedev?

A volte la lingua della diplomazia russa è molto chiara, altre volte lo è meno.

Probabilmente Medvedev sta presentando il conto agli oligarchi che si sono arricchiti smisuratamente negli ultimi 10 anni, dopo aver acquistato i gioielli di Stato a prezzi stracciati all’indomani del crollo dell’Unione Sovietica.

Secondo la Banca centrale russa, infatti, il settore privato è esposto per circa 500 miliardi di dollari, dei quali 130 miliardi entro l'anno. Medvedev e Putin hanno già anticipato che non ci sarà un intervento pubblico di salvataggio, senza il quale, secondo molti analisti, un debito del genere potrebbe portare alla bancarotta alcuni oligarchi.

Probabilmente l'impagabile duo è preoccupato dai disordini che stanno movimentando la capitale e le zone periferiche dell'impero.

Staremo a vedere come gestiranno i disordini quando assumeranno dimensioni interessanti.

Breaking news! E' disponibile il nuovo GEAB Report di Europe2020. Mentre scriviamo, è online la versione breve gratuita solo in francese, potete leggerla qui. Oppure potete aspettare qualche giorno e tornare qui su Informazione Scorretta a leggere ampi stralci del report completo tradotto da noi.

Saluti felici

Felice Capretta

11 commenti:

Goodlights ha detto...

tgcom stamattina: La Fed è convinta: gli Stati Uniti usciranno dalla crisi già alla fine di quest'anno e nel 2010 ci sarà una buona ripresa. Il messaggio di fiducia rincuora le Borse che fanno segnare tutte dei rialzi: Milano guadagna fino al 3%

vedi mio caro capretta che ti sbagli su tutto e che ci stiamo preoccupando inutilmente...
:-D

salut!
Goodlights

Giorgio Mattiuzzo ha detto...

Comunque i cani erano dei randagi affidati dal Comune ad un privato causa assenza canile municipale :-)

Bubo ha detto...

Una cosa veloce sul nuovo Geab, perchè secondo me c'è qualche discrepanza con i precedenti.
Mentre fino al penultimo si presumeva una disgregazione, ora si pongono due strade: una, attraverso la collaborazione dei maggiori paesi a partire da Aprile per una nuova stabilità con una crisi 'limitata' nei prossimi 3-5 anni (a dipendere dal paese in cui ci si trova), l'altra per una continuità dell'attuale sistema globale per una crisi di 10 anni.
Ma il punto è che mi pare fin troppo incentrata sugli States, e il loro tentativo di destabilizzare l'UE attraverso manipolazioni mediatiche (e in Inghiltera, a parole di persone che conosco, sono davvero convinti di star MEGLIO dell'UE.... quindi queste pressioni sono vere e funzionanti).

Anonimo ha detto...

Sono daccordo con Goodlights!

Capreta Sei Finita!

- vedrai cuando averra questo gran Colpo di Culo fra pochi mese aspeta e vedrai...!il PIL in crescita dell' 8% e il saldo totale del debito publico Italiano-- altro che GEAB queste sono le vere previzioni

Capreta Sei Finita!Capreta Sei Finita!Capreta Sei Finita!Capreta Sei Finita!Capreta Sei Finita!Capreta Sei Finita!Capreta Sei Finita!Capreta Sei Finita!Capreta Sei Finita!Capreta Sei Finita!Capreta Sei Finita!

Felice Capretta ha detto...

@ goodlights

festeggiamo, la crisi è finita!

sacrifichiamo il _vitello_ grasso

:-)


@giorgio

si, immaginavo che fosse una cosa del genere, a maggior ragione il giornalista che ha scritto quell'abominio poteva anche documentarsi un po' meglio

;-)


@ Bubo

sto aspettando il report completo in inglese. vediamo cosa ci raccontano questo mese.


@anonimo sgrammaticato

/me brandisce lo zingarelli a mo' di scudo e sguaina il devoto-oli pronto al combattimento

:-)


saluti felici

Felice

Anonimo ha detto...

In Grecia non si ferma la rivolta popolare con assalti ai bancomat,negozi di lusso ecc.la disccupazione giovanile è fra il 25% e 30%,mentre il ceto medio sta letteralmente scomparendo.In Italia si tace!!

Anonimo ha detto...

Sig. Capretta, li lasci dire, ognuno sguazza nel proprio brodo...
A mio avviso non hanno compreso, o peggio lo sanno, ma si comportano in modo non corretto.
Non basta qualche rialzo di borsa a far tornare il "sereno".
Poi sarei curioso di sapere quante azioni sono state cambiate... come dire : prendere lucciole per lanterne.
Saluti - Orazio

Bubo ha detto...

@Felice
Era un mio commento sul NUOVO geab, l'ho letto in francese, il sunto veloce è quanto mi è parso di capire nel discorso generale (il 2 aprile come chiave di volta, ma con una novità, che sembra essere uno scenario migliore di quelli previsti precedentemente, SE una buona parte di paesi collaboreranno, e l'attuale manipolazione mediatica da parte degli States per sminuire la situazione dell'UE).
Cmq aspettiamo fiduciosi una tua traduzione al + presto!

Non vorrei esagerare, ma qualche spiraglio di luce il nuovo Geab lo da....

Anonimo ha detto...

Bel lavoro, capretta del Cheshire!

Felice Capretta ha detto...

@Bubo

sto leggendo il nuovo report... si, sembra. stanno dipingendo due possibili scenari: uno da crisi breve, l'altro da crisi molto complessa. molto interessante. il secondo scenario non traspare molto nella versione gratuita... stay tuned :-)


@anonimo

hahaaa un fan di lewis carroll vedo! quale onore :-)

un sorriso e un saluto felice

Felice

Anonimo ha detto...

Io invece faccio un po' di "pubblicità progresso" per il film The International, in uscita in Italia dal 23 marzo.

Un film d'azione nel quale si dovrebbe sparare cacca a profusione sulle banche (in particolare la famigerata BCCI).

Qui la recensione:
http://www.mymovies.it/dizionario/recensione.asp?id=47279

Tra l'altro, una ventina di minuti sono stati girati a Milano, con comparse "d'eccezione": Luca Barbareschi, Roberto Formigoni, ecc. Vabbe'!

Christian