mercoledì 8 settembre 2010

Proteste in tutta europa

Mentre eravamo all'estero abbiamo avuto modo di sfogliare un giornale locale in distribuzione gratuita presso le stazioni della metropolitana.

In seconda pagina al centro campeggiava l'interessante trafiletto sul campionato di sedie da ufficio (quelle con le rotelle) che ha avuto luogo di recente in germania, con tanto di foto di un partecipante.

Già.

Vediamo invece a cosa si poteva dare un po' più di spazio..


Francia, un milione in piazza

Un milione di persone, o 2.7 milioni per gli organizzatori, raccolte in circa 200 cortei in tutta la Francia, hanno partecipato alla marcia di protesta contro la riforma delle pensioni voluta da Sarkozy.

Già a maggio una prima manifestazione di cui avevamo dato notizia qui aveva avuto successo.

Sarkozy ha dichiarato che indietro non si torna e che un ritocco della riforma è "fuori questione".

Uno degli obiettivi della tanto contestata riforma è l'innalzamento dell'età pensionabile da 60 a 62 anni, il che evidentemente aiuta i conti pubblici, dal momento che ogni anno di pensione rimandato è un anno di stipendio pagato dall'azienda e un anno in meno pagato dallo stato.

Moltiplicate tutto per il numero di cittadini coinvolti ed avrete un'idea delle dimensioni della fregatura.
I francesi non demordono e i sindacati hanno indetto una nuova manifestazione per il 23 settembre ed altre iniziative per il 15 settembre.


Anche a Londra non scherzano

Metropolitana ferma a Londra

A Londra ha preso il via lunedì alle 17 uno sciopero di 24 ore dei dipendenti della metropolitana che ha creato ieri grossi disagi. A spingere i sindacati a indire lo sciopero - al quale potrebbero seguirne altri - è stato il piano di licenziamenti di 800 addetti alle biglietterie deciso da London Underground.


E anche in Spagna si organizzano

Mobilitazione in Spagna

I principali sindacati spagnoli, Ccoo e Ugt, hanno indetto uno sciopero generale il 29 settembre per protestare contro la riforma del mercato del lavoro voluta dal governo socialista (avevamo dato notizia qui).

La riforma punta a rendere meno rigido il mercato del lavoro nel tentativo di far fronte alla disoccupazione record (più del 20%), riducendo le indennità di licenziamento e i sussidi di disoccupazione.

Già.

E nel frattempo, in Grecia preferiscono le vie più pratiche


Grecia, camion assediano parlamento per protesta

da swissinfo

ATENE - Decine di autocarri sono stati parcheggiati stamani davanti al parlamento, nel centro di Atene, per protestare contro la politica di liberalizzazione del settore annunciata dal governo. I camionisti avevano chiesto un periodo di transizione più lungo, ma si sono visti rispondere no.

La manifestazione coincide con uno sciopero di quattro ore dei trasporti urbani, suburbani e ferroviari contro le riforme annunciate.

Anche in questo caso ne avevamo parlato qui.

Forse i camionisti greci leggono le news economico/finanziarie?


Grecia: peggiora recessione, Pil a -3,7% secondo trimestre

ATENE - Nel secondo trimestre del 2010 il Pil greco si è ridotto del 3,7% su base annuale, più del previsto secondo l'ufficio centrale di statistica nazionale.

Rispetto ai tre mesi precedenti la flessione è stata dell'1,8%.

Le stime iniziali parlavano di una riduzione del Pil nel secondo trimestre, su base annua, del 3,5% e rispetto al periodo precedente dell'1,5%.

Il peggioramento della situazione è dovuto ad un crollo dei consumi ridottisi del 5,1% e degli investimenti in fixed assets ridottisi del 18,6%.

Recentemente il ministro delle finanze Giorgio Papaconstantinou aveva detto di ritenere che nel 2010 la recessione sarebbe stata inferiore al previsto, ovvero sotto il 4%.


In effetti, aggiungiamo noi, era piuttosto prevedibile che si manifestasse un crollo dei consumi.

Non c'e' bisogno di essere economisti per comprendere che:

* con le tasse che aumentano (la cura del FMI e dell'UE)
* con i servizi pubblici che diminuscono
* con il rallentamento dell'economia

le persone di qualunque stato hanno meno soldi in tasca.

E, se hanno meno soldi in tasca, comprano meno cose. Il che riduce il gettito fiscale, per esempio da IVA, ma soprattutto con meno acquisti le aziende venderanno ancora meno, e dovranno abbassare i prezzi o ridurre il personale, e.... etc etc etc.

La classica traiettoria della depressione.


E così, in Italia


FMI: domanda privata in diminuzione

Anticipazioni dal World Economic Outlook di autunno del Fondo Monetario Internazionale via finanzaonline: "...il programmato consolidamento fiscale indebolisce la domanda privata. Le nuove stime del Fmi sono di una crescita dell'1% nel 2011, lo 0,1 per cento meno rispetto a quanto precedentemente stimato. Per il 2010 le stime rimangono invece di una crescita dello 0,9%"

In parole normali, il "consolidamento fiscale" sta per

* tasse che aumentano
* servizi pubblici che diminuscono

e una minore competitività significa

* rallentamento dell'economia


e per tutta risposta...



Sindacalista fischiato

TORINO - Dopo le proteste contro il presidente del Senato, Renato Schifani, una nuova violenta contestazione alla Festa Nazionale del Pd colpisce Raffaele Bonanni. Accolto da fischi, lancio di banconote finte e dallo striscione 'Marchionne comanda e Bonanni obbedisce', il leader della Cisl, appena salito sul palco di piazza Castello, viene sfiorato da un fumogeno che non lo ferisce.


ma soprattutto


Letame alla festa della lega

Lancio di letame avvenuto alla festa di Cuveglio (paese della Valcuvia), durante la visita del ministro della Lega Umberto Bossi. I sacchetti di letame sono piovuti sulla pista da ballo poco prima della mezzanotte, a circa una trentina di metri dal tavolo dove il ministro era seduto con la famiglia e alcuni colonnelli del Carroccio, tra cui il deputato Marco Reguzzoni, la vicepresidente del senato Rosi Mauro, il consigliere regionale Giangiacomo Longoni e sei sindaci della zona, costringendo il gruppo musicale a interrompere la propria performance.

Già.

Italiani, eterni secondi.

Saluti felici

Felice Capretta

67 commenti:

Anonimo ha detto...

Nigel Farage un uomo un mito

http://www.zerohedge.com/article/infamous-euroskeptic-nigel-farage-goes-nuts-european-parliament-tells-little-too-much-truth

Il Folletto

Felice Capretta ha detto...

uh.....! notevole!

Felice Capretta ha detto...

e a proposito di fannie mae e freddie mac

link

"The current situation is not unlike a brain dead patient who is being kept alive indefinitely by artificial life support," Courson and Berman wrote."

saluti felici

felice

Anonimo ha detto...

Dopo Schifani, anche Bonanni ha avuto la sua razione di fischi.

A Torino si vede che gli girano le palle, de 'sti tempi.

Vabbè.

Nigel Farage dice qualcosa che non comprendo al parlamento europeo e fannie mae e freddie mac, presumo siano di nuovo a un passo dalla bancarotta.

Marco Spacchi (chi è costui), dice invece, che è tutto sotto controllo.

Speriamo.
Io non c'ho neanche i soldi per comprarmi le provviste alimentari.

A volte sembra di essere dentro a uno di quei film americani, dove non ci vuoi credere che vada a finire proprio in quel modo.

E poi va a finire proprio in quel modo.

guru

luigiza ha detto...

Bingo Bongo Banana é ormai cotto?
http://mercatoliberonews.blogspot.com/2010/09/obama-e-la-sua-dipendenza-dal-gobbo.html

Ammiraglio Mullen cosa sta aspettando?
luigiza

Anonimo ha detto...

@luigiza

O magari è un modo non tanto sottile per far capire ai giornalisti che non era non è o che non è mai stato padrone delle cose che diceva.

Come dire, attore di una commedia melodrammatica a tratti ironica-demenziale...

Saluti
L'Erede dei 40 L.

Anonimo ha detto...

@guru

Tonno in scatola, fagioli in scatola, cipolla, bidoncini da 15 litri e amuchina per disinfettare l'acqua e conservarla, pane in cassetta e così via.

Vedrai che con 100 Euri ti fai una scorta anche per 3 mesi

Sufficienti ?

Boooooooooo!!!

Saluti

L'Erade dei 40 L.

marco spacchi ha detto...

Io sono tranquillissimo, proteste più o meno vero ci son sempre state, poi per me gli operai non hanno mai capito una mazza ma sanno solo ragliare dietro un capo popolo.
Se pensi sia davvero la fine di tutto mettiti l'elmetto, comprati provviste, oro, argento ect ect...beh dovresti averlo già fatto visto che quella trascorsa doveva essere l'ultima estate di prosperità (o era quella prima?)....
Io l'unica cosa che ritengo possibile, se non casca il governo, è di un attacco anglo-americano speculativo sui nostri titoli di Stato. Questa è l'unica cosa temibile.
Per il resto...puoi morire anche oggi sotto un tram....

Ma poi voi che vi preoccupate visto che farete il corso di permacoltura....in fondo i soldi non sono nulla o no

Anonimo ha detto...

marco spacchi e indopama dicono le stesse cose.....
per me sono una persona sola.
Nic.

marco spacchi ha detto...

Io non sò chi sia stò Indopama (come persona), alcune volte mi pare ho condiviso qlcs del suo pensiero. Qlch giorno fa, Barrai, fra le poche o pochissime cose giuste che scrive riguardo i mercati (non seguitelo se non volete fare loss paurosi), ha scritto al riguardo del deserto dei tartari...bene tutti voi mi sembrate proprio questa storia

Anonimo ha detto...

Beh , malgrado la diatriba tra pessimisti e ottimisti sia inesauribile , possiamo comunque immaginare che nel medio periodo qualcosa succederà , che so , crisi economica , guerra o simili , è parte naturale del ciclo della storia.
Più che comprare scatolette di tonno e simili , magari prenderei in considerazione l'idea di trasferirmi prima che sia troppo tardi, meglio fare il lavapiatti in un paese straniero che rimanere nel teatro di guerra, no?
Ma quando succederà?
Probabilmente non nei prossimi anni , anche se , la verità è che non lo sa nessuno.
Immagino , tanto per fare un esempio , miei conoscenti dei Balcani non si sarebbero mai aspettato di trovarsi in guerra, malgrado le tensioni tra le vari etnie fossero forti, si è andati piano piano , dal "ma non succederà mai" all'"ammazziamoli tutti".
Già mi ricordo un mio amico croato , facente parte della media, se non alta borghesia , che piano piano si è trasformato da indifferente a fervente patriottico , con discorsi tipo " adesso gli Americani ci armeranno e poi andiamo la e li ammazziamo tutti" , lui , poliglotta, laureato e pacifista!

Anonimo ha detto...

@ marco spacchi

«Questa è la storia di un uomo che cade da un palazzo di cinquanta piani. Mano a mano che cadendo passa da un piano all'altro, il tizio per farsi coraggio si ripete: «Fino a qui, tutto bene. Fino a qui, tutto bene. Fino a qui, tutto bene». Il problema non è la caduta, ma l'atterraggio.»

(Hubert)

postato da guru :D

Anonimo ha detto...

quella che ha tirato il fumogeno a bonanni è la figlia di un magistrato, studentessa a torino, medioborghese, mai lavorato un gg in vita sua, centri sociali.
Tipico profilo.
.... ricordo di tempi che furono...
Fra

Anonimo ha detto...

Eventi rari e crisi

http://www.washingtonsblog.com/2010/09/government-economic-leaders-surprised.html

Fra

Anonimo ha detto...

@marco spacchi
Sì, sì io sono proprio come mi descrivi.
Dal momento che avrei ancora bisogno di qualche mese per sistemare tutto quanto ho in programma, ti invito a far passare ovunque ti é possibile, il messaggio che questo é un sito di pessimisti incalliti e paranoici ed il più pirla di tutti é un certo Luigiza.
Credimi, non sto scherzando, mi farebbe VERAMENTE comodo.
luigiza

luigiza ha detto...

@Fra che scrive:
.... ricordo di tempi che furono...

.. e che saranno. Anche allora cominciarono i nullafacenti. Poi però si inserirono ben altri personaggi.
E' il clima che conta, non il singolo.
Luigiza

Anonimo ha detto...

@ Fra

"quella che ha tirato il fumogeno a bonanni è la figlia di un magistrato, studentessa a torino, medioborghese, mai lavorato un gg in vita sua, centri sociali."

Sì, va bene, ma a parte stigmatizzare l'azione della ragazza, che avrà avuto, o meno, i suoi buoni, o cattivi motivi per fare quel che ha fatto, di Bonanni, del sindacato, che ne pensi?

Perché altrimenti, siamo sempre tutti qui a dire che la colpa è dei politici, poi quando arriva qualcuno che li prende a calci nel sedere, gli buttiamo la croce addosso.

guru

marco spacchi ha detto...

Beh se ti dai del pirla da solo probabilmente lo sei, nessuno si conosce meglio di se stessi...
Per il resto stè proteste da studentelli con tanto tempo da perdere, da fanatici di beppe grillo ect ect fanno solo ridere.
Unica cosa sono invasati e potrebbe pure scapparci il morto.
Se nella fabbriche, uffici, scuole si stà così male si dovrebbero vedere cortei con centinaia di migliaia di persone, non 4 gatti che alzano la voce....io tutta stà gente in giro non la vedo (tranne sagre e festa paesane...ahahah). Vedo anzi che si è ricominciato a dare mutui, a comprare case, a lavorare molto forte, ad esportare...almeno parlo per il nordest...poi si sà che sotto toscana ed emilia è sempre stato territorio più prossimo all'Africa che all'Europa...cmq restate con gli elmetti in testa e mi raccomando aspettatevi il prossimo crollo di borsa starnazzato da mesi sui blog. Chi invece a queste fandonie non crede fà i soldi e gira con l'auto nuova, gli sfigati invece si fanno un fegato così e girano con auto vecchie di 10 anni. Voi volete sempre cambiare il mondo fuori, ma è dentro di voi che dovete cambiare, il voler cambiare la realtà è da psicopatici.

Anonimo ha detto...

"Chi invece a queste fandonie non crede fà i soldi e gira con l'auto nuova, gli sfigati invece si fanno un fegato così e girano con auto vecchie di 10 anni"

Ecco chi è costui.

Con poche scarne parole riesce a descrivere appieno la sua visione della vita.

Sulla macchina nuova, un bel puttanone non ci starebbe mica male, no, Marco? :D

guru

marco spacchi ha detto...

eh si devo chiedere a tua madre se è libera stasera....mi raccomando elmetto in testa...non capite una mazza, la vita è adesso, voi state sempre a pensare al futuro, al passato sono solo pensieri che non contano nulla e che poi mai succedono come uno si pensa...rileggetevi 2 anni dei vari blog catastrofisti in giri, io non vedo differenza tra voi e gli invasati kamikaze palestinesi

marco spacchi ha detto...

Ah cmq Guru (già qui ci sarebbe da discutere su un nick così) allora spiegami tu come si dovrebbe vivere, in che modo si avrebbe l'approvazione dei lettori di questo blog. Ma tu immagino già sei fermo ancora alla distinzione bene e male. Scometto ch enoi occidentali siamo i cattivi e il resto del mondo sono i buoni.

Anonimo ha detto...

@ marco spacchi

"Io sono tranquillissimo, proteste più o meno vero ci son sempre state, poi per me gli operai non hanno mai capito una mazza ma sanno solo ragliare dietro un capo popolo."

"poi si sà che sotto toscana ed emilia è sempre stato territorio più prossimo all'Africa che all'Europa"

no comment

Marco

marco spacchi ha detto...

certo e lo sottoscrivo. Io quello che penso lo scrivo, e non sono un falso buonista, un falso modesto, un falso che si frastorna la testa tutto il giorno con i problemi del mondo solo per sentirsi nel giusto, non sono uno che difende gli operai perchè fà sentire in pace e hanno sempre ragione perchè poverini...
Secondo te il Nord è come il centro e Sud Italia? per me sono posti diversissimi accomunati solo da una lingua che si parla a scuola e da una bandiera

luigiza ha detto...

@marco spacchi

Bravo Marco, così mi piaci.
Hai recepito la mia richiesta. Continua così, picchia duro.
luigiza

Anonimo ha detto...

ma infatti non ho detto che sei un falso. sei soltanto un vero ignorante che parla per stereotipi. secondo me guardi troppa tv; informati, documentati, leggi.

"e mi raccomando aspettatevi il prossimo crollo di borsa starnazzato da mesi sui blog."

vai a vedere un po' di indici azionari, ad esempio questo:

http://www.google.com/finance?q=INDEXDJX:.DJI

o questo:

http://it.finance.yahoo.com/q/bc?s=^GDAXI&t=2y&l=on&z=m&q=l&c=

o questo:

http://it.finance.yahoo.com/q/bc?s=^FCHI&t=2y&l=on&z=m&q=l&c=

nel settaggio dello zoom metti due o cinque anni e vedrai che tra il settembre 2008 e l'aprile 2009 la situazione non era rosea..."pacchetti di stimolo" ti dice qualcosa?

Anonimo ha detto...

ah sono sempre Marco

marco spacchi ha detto...

sarò anche ignorante, ma forse tu di borsa non ne capisci niente. come il 95% dei loser-trader...piccolo intro...la borsa funziona con i soldi--->ne sono stati stampati un oceano.....unica cosa è continuare a monitorare la fonte dove nascono i soldi...le news e le altre amenità che seguite voi servono solo a dirigere il parco buoi

Anonimo ha detto...

@ Marco Spacchi

Mia madre credo sia libera stasera, c'è da vedere come sei messo di portafoglio, da quel che leggo, sembrebbe bene. :D

Boh, scrivi che nulla cambierà mai.

Può essere che tu abbia ragione, io non ho tutte le certezze che tu dimostri di avere.

O fai tutta 'sta manfrina tanto per alzare l'audience?

guru

marco spacchi ha detto...

l'audience di che? Dire che mai nulla cambierà è impossibile, perchè l'unica costanza nella vita è il cambiamento.
Io semplicemente come non credo a quello che dicono TG, giornali e affini perchè devono rispondere ai loro padroni non credo neanche alle profezie di sventura, disatri profetizzate dai blog, e sinceramente mi dispiaccio che tanta gente viva sempre preoccupata del futuro ch eviene sempre visto cupo e tenebroso. Come vi ho detto prima vi esorto ad andare a rileggere molti post dei blog da circa un anno e mezzo a stà parte e di dove presupponevano dovremmo trovarci adesso.
Dovremmo già avere l'amero come moneta da almeno febbraio 2009, disatri di quà e di là...non nego la situazione economica non si facile ma non vedo nel mio quotidiano tutto stò disastro. Se vivere un pelino al di solito di un certo standard creà tutta stà preoccupazione...beh chissà se si avverano le mitiche profezie che aleggiano in vari blog....

Anonimo ha detto...

si ma il fatto che il libero mercato venga inficiato dalle banche centrali non dovrebbe essere salutato come un bene.
P.S.
non sono un trader.

Marco

marco spacchi ha detto...

ma come inficiato? Le borse han sempre funzionato così, non è certo dagli ultimi 2 anni....cosi come anche è evidente che il mercato è manipolato...e ripeto da sempre....poi potete stare qui a parlare per secoli di utopia, è giusto, è sbagliato...ect ect

Anonimo ha detto...

quando giudichiamo con la mente lo facciamo utilizzando il bagaglio di informazioni apprese (bene o male) fino ad ora.
quindi, a seconda di cosa sappiamo noi giudichiamo e, di conseguenza, potrebbe partire un'azione.

non e' quindi detto che sappiamo tutto, qui un esempio di cose che non vanno come ci aspetteremmo che andassero.

http://www.stampalibera.com/?p=15677#more-15677

indopama

Anonimo ha detto...

@ marco spacchi

Guarda, sulle previsioni errate dei blog, è evidente che hai ragione.

Devi però ammettere che il trend di questi ultimi due anni è fortemente negativo.

Come ti ricordava qualcuno, c'è da considerare che sono state immesse nel mercato grandissime quantità di moneta. Per tenerlo in vita.

Per quel che posso saperne io, può anche essere che alla fine, i conti tornino lo stesso.

Ma gli andazzi 'n'en belli.

guru

Anonimo ha detto...

per cui, due persone diverse, di fronte alla stessa situazione (la vita di oggi) possono dare due giudizi diversi non perche' giudicano diversamente le singole cose in se' ma perche' il loro insieme di conoscenze e' diverso.

l'unico luogo in cui e' racchiuso lo stesso sapere per tutti e' il cuore, purtroppo il 99.99% di noi non sa nemmeno cosa sia e dove sia.

finche' continuiamo a ragionare mentalmente non arriveremo mai ad una unione di opinioni poiche' il sapere di ognuno e' diverso.

se oggi ancora non ci mangiamo l'uno con l'altro lo dobbiamo al fatto che la tv ha inserito nella mente delle persone quasi le stesse conoscenze per cui, parlando di cio' che si e' appreso alla tv (anche se magari e' falso), ci troviamo tutti abbastanza d'accordo.

siamo ad un punto in cui credo ci sia da cambiare qualcosa, negli ultimi 50 anni abbiamo inventato la globalizzazione, una cosa nuova che non avevamo mai sperimentato. prima il nostro scambio di cose era limitato vicino a casa nostra, oggi non piu'.

la tv ha fatto il primo passo che e' quello di farci pensare tutti quanti pressapoco alla stessa maniera, pero' le conoscenze apprese sono superficiali e ci hanno portato alla situazione odierna.

come possiamo fare un ulteriore salto di qualita' iniziando a collaborare tra noi in tutto il mondo in cose che non siano il calcio o la formula uno?

bisogna attingere al luogo che ci unisce tutti quanti e questo luogo e' solo uno, il cuore o Dio come lo vogliamo chiamare.
li' c'e' gia' segnato il percorso preferenziale per ognuno di noi nonche' tutte le conoscenze che ci servono. se riusciamo a farlo a mio parere potremmo costruire una societa' molto diversa che ci unisce tutti (poiche' tutti siamo Uno), se non riusciamo allora ci sara' un ritiro dei popoli ognuno attorno ai propri credo di base (a cio' che abbiamo imparato dal territorio) e si arrivera' ad uno scontro.

dipende da noi cosa vogliamo. una volta l'oriente era poco popolato e l'occidente riusciva, grazie ad un maggior sapere tecnologico, a tenerlo sottomesso.
oggi l'oriente e' la parte di gran lunga piu' popolata del pianeta e il numero ha la sua importanza.

quiindi cosa cerchiamo nei blog? cosa cerchiamo nella discussione con gli altri?
la strada migliore per unirci o la strada migliore per annientare l'avversario?
o cosa?

indopama

Anonimo ha detto...

il mondo è bello perché è avariato

Anonimo ha detto...

guru,
il mercato non sta in piedi grazie alla moneta, non e' che la moneta ha vita propria.

sono le persone che usano la moneta e la fanno muovere da una parte all'altra.

la cosa corretta non e' cercare di capire come si muove la moneta ma cercare di capire il perche' le persone la muovono in quel modo.

il mercato anche lui non e' che ha vita propria, il mercato sono tante persone che si scambiano delle cose e, se vuoi capirlo, devi cercare di capire il perche' e come le persone si scambiano quelle cose.

vedo che il linguaggio tecnico fa completamente sviare l'attenzione in un mondo virtuale che non esiste.

non esiste la vita del denaro come non esiste quella del mercato, esiste invece quella di tante persone che si scambiano le cose usando come mezzo di scambio il denaro poiche' gli hanno attribuito fiducia.

siamo noi la vita, non e' che e' il denaro o il nome mercato che fa vivere la gente e noi siamo uomini con passioni, emozioni, sentimenti, ecc. che usiamo ogni istante della nostra vita per prendere ogni decisione che si trasformera' in azione.

il campo da indagare per capire e' quindi solo uno, quello dentro l'uomo, del perche' si comporta come si comporta.

capito questo, ponendo l'uomo al centro della vita forse riusciamo meglio a capire quello che stiamo facendo e, se non ci piace, vedere di cambiarlo.


indopama

Anonimo ha detto...

abbiamo anche la fortuna di avere sempre una persona disponibile per indagarne i comportamenti e quella persona siamo noi stessi.

quanto ci conosciamo?

e' difficile vendere bene un prodotto sul mercato se non si conosce bene quel prodotto...


indopama

Anonimo ha detto...

tornando alle proteste citate nell'articolo, chi protesta sta cercando di fare solo una cosa:

vendere una idea propria (che viene da se' stesso) al posto di quella di un altro (per esempio un politico).

ma come potra' farlo quella gente se nemmeno conosce le proprie idee?
se non conosci te stesso )la fonte delle tue idee) come mai potrai convincere gli altri che quello che dici e' meglio di quello che dicono loro?

e' una battaglia persa, in realta' vanno li' per fare casino e sfogare una rabbia interna a loro stessi, al massimo potranno rompere qualcosa (un'idea o una vetrina) ma poi cosa saranno in grado di costruire dopo aver distrutto?

si puo' costruire qualcosa insieme se si rinnega l'altro?

guardiamoci bene in faccia, facciamo fatica a metterci d'accordo in famiglia che siamo 4 gatti, anche in famiglia il 99% delle idee che ci fanno vivere vengono dalla tv.
se dovessimo vivere con quello che ci viene in mente da dentro di noi staremmo in letargo 11 mesi all'anno.

e dire che invece dentro di noi ci sarebbe parecchio da sperimentare, il guaio e' che non ci guardiamo, siamo piu' incuriositi dalla tv...


indopama

Anonimo ha detto...

"se dovessimo vivere con quello che ci viene in mente da dentro di noi staremmo in letargo 11 mesi all'anno.

e dire che invece dentro di noi ci sarebbe parecchio da sperimentare, il guaio e' che non ci guardiamo, siamo piu' incuriositi dalla tv"

e dove non hanno la tv, in africa per esempio, perché non agiscono così? dovresti andare lì a fare proselitismo...risolveresti un problema annoso. com'è il tempo a bali?

Marco

Anonimo ha detto...

quello che abbiamo oggi, una casa, l'auto, il telefono, la tv, ecc. e' indubbio che e' generato dalla collaborazione tra piu' persone (societa'), uno da solo nella sua vita non potrebbe fare nessuna di queste cose, torneremmo cavernicoli.

la "collaborazione" tra persone presuppone (oggi la chiamiamo economia+finanza+politica+qualcosaltro) ha come base di partenza la ricerca di bisogni comuni e la decisione di come ottenerli, da qui nascono le azioni e la creazione della vita.

questo e' il motore dell'economia, i bisogni, i desideri. NON il denaro.

da dove vengono? ci sono quelli indotti (per esempio dalla pubblicita' o anche dalle guerre tramite la paura) e ci sono quelli piu' genuini che vengono da dentro di noi.

che vita vogliamo fare?

vivere da protagonisti o vivere da robot?

intanto si potrebbe cercare di capire che tipo di vita stiamo facendo ora, se quella dettata dai bisogni "del cuore" o quella dettata dai bisogni degli altri.

poi scegliamo di seguire certi desideri e bisogni.

ma questa, ancora una volta, non e' una scelta che un politico puo' fare per noi ma e' una scelta che ognuno di noi deve fare per se' stesso, nessuno puo' conoscere i miei desideri, solo io posso farlo.

oggi i politici possono scegliere al posto di tanti poiche' voi vi muovete quasi sempre seguendo i bisogni e i desideri indotti (robot) per cui loro, conoscendo questi desideri (ve li inducono con i media) riescono anche a dirigervi abbastanza bene per ottenerli.

ma siamo forse arrivati ad un punto morto, cioe' che i desideri indotti dai media non ci danno sufficiente amore una volta soddisfatti. cambiamo telefonino 800 volte l'anno e ogni volta ci da' sempre meno amore.

perche'?

perche' abbiamo finito di fare l'esperienza dell'amore che proviene dal soddisfare questi desideri indotti e adesso abbiamo bisogno di soddisfare quelli che ci sentiamo dentro.

come fare?

lo impareremo strada facendo, l'unica cosa che bisogna mettere da parte altrimenti non si parte nemmeno e' la PAURA dello sconosciuto, la paura del nuovo.


indopama

Anonimo ha detto...

Marco,

io sono a Bali, voi in Italia, gia' questo dovrebbe essere sufficiente ad evitare la parola proselitismo.

qui il tempo e' come la gente:
sempre bello tutto l'anno. :-)


indopama

Anonimo ha detto...

eh immagino, ti invidio...sole e mare tutto l'anno!

comunque ho parlato di proselitismo perché dalle tue parole traspare una possibilità: vivere tutti insieme, senza lavorare, senza faticare, in armonia, ecc ecc.

non ti pare un tantino impossibile in un mondo che da secoli si regge su egoismo, avidità e narcisismo? a me pare che si tratta di principi esattamente opposti a quelli che professi...

Marco

Anonimo ha detto...

certo marco, e' come dici tu, pero' ogni cosa ha il proprio ciclo e a me sembra di vederne la fine di questo.

se guardi alla storia l'uomo e' sempre stato uomo ma ha fatto cose diverse a seconda delle epoche.

forse ci stiamo stancare di fare le cose che facciamo e cominceremo a farne delle nuove.

se notiamo un cambiamento e' perche' noi uomini stiamo cambiando, non e' che e' cambiato il denaro o la parola mercato.
se stiamo cambiando vuole dire che stiamo lasciando una strada che non ci piace piu' per prenderne una nuova.

questo e' quello che vedo io, poi il resto di cui si parla, borsa, mercato, obbligazioni, sono solo parole create da noi perche' non vogliamo la responsabililta' del cambiamento (che e' solo nostro).

allora diciamo che la colpa e' del mercato, della borsa, delle obbligazioni, ecc. come fossero cose con vita propria. ma non lo sono, i protsgonisti sdiamo noi e, se vogliamo capire cosa sta succedendo, bisogna che cerchiamo di capire noi stessi.

niente paura, il denaro, le obbligazioni, i cds non si rivolteranno mai contro l'uomo... faranno sempre e solo quello che gli diciamo di fare.
:-)


indopama

Anonimo ha detto...

qui secondo me e' spiegato bene il sapere odierno:

http://incomaemeglio.blogspot.com/2010/09/cosmologia-aziendale.html

Anonimo ha detto...

ehheh uno dei blog che preferisco!

Marco

Anonimo ha detto...

.........x marco spacchi..........

qundi TU sei uno con la macchina

nuova e grossa...................

comprata con i soldi di tuo nonno

che non li ha giocati in borsa....

...dato che TU non sei piu' furbo

del parco buoi che hanno "fottuto"

con la borsa......................

per cui non venire qui a fare il

"professore"di finanza..........MA

PIUTTOSTO RINGRAZIA TUO NONNO.....

L'ULTIMO DEI MOICANI

yuma ha detto...

all'ultimo dei moicani

:-)

Anonimo ha detto...

Finalmente una pò di storia vera

http://www.marketoracle.co.uk/Article22551.html

Il Folletto

Anonimo ha detto...

@Daz, Felice

guarda guarda chi si rivede...

http://www.youtube.com/watch?v=g2_Q-cJCyiU

Il Folletto

Anonimo ha detto...

Nigel Farage un eroe

http://www.youtube.com/watch?v=FNz79Yk0Bws

Se non fosse che parla di moneta nazionale sarebbe perfetto

Il Folletto

Anonimo ha detto...

piccola favola sulla deflazione:

Ben (Bernanke) il meccanico capì subito che il problema di trafilaggio (perdita di valore nei derivati) dell'olio (massa monetaria) nel circuito di raffreddamento avrebbe portato ad un suo surriscaldamento eccessivo (aumento del valore intrinseco della moneta o deflazione) e ad un conseguente grippaggio del motore. Provvide quindi ad accorciare la lunghezza dei tubi del circuito (abbassò i tassi) in modo che l'olio (il denaro) potesse circolare più in fretta, ma ciò non bastò. Si decise ad aggiungere altro olio (quantitative easing) anche a costo di versarne un bel po' per terra (regalarlo ai banchieri). Gran parte del calore si trasferì immediatamente al radiatore dell'acqua (mercato azionario), ma anche questo non bastò per raffreddare la temperatura dell'olio. L'olio nel frattempo continuava a trafilare quindi Ben si decise a versarne ancora nel circuito, finalmente il motore ricominciò a girare ma questo produsse un evento inaspettato: la quantità eccessiva di olio presente nel circuito cominciò a girare mossa dalla pompa dell'olio cedendo troppo del suo calore al radiatore dell'acqua. Ben provò a togliere dell'olio dal circuito ma l'operazione si rivelò impossibile da farsi.
L'olio quindi si raffreddò troppo (fiammata iperinflazionistica)...

Arsan

Felice Capretta ha detto...

@ folletto

no, il concorsone no, nooooooo :-)

e interessante come sempre farage.

ah, a propostio di inflazione e deflazione, per equità sto modificando il post precedente con l'aggiunta dello stesso grafico sull'inflazione :-)

saluti felici

felice

Anonimo ha detto...

@ Indo

La parola mercato non è affatto un termine tecnico, dai.

E non è neanche vero che i soldi non sono "importanti".

Forse non lo saranno a Bali, dove la bolletta la pagate in conchiglie, ma qui nel mondo moderno, non funziona in quel modo.

Certo io preferirei le conchiglie, ma si da il caso che il mondo, checché tu ne dica, non sia fatto come noi lo vogliamo.

Anche perché, se lo fosse, sarebbe di una noia mortale.

E anche l'omino che non mangia da quattro anni e si nutre di luce, per carità, gli faccio i miei complimenti ma... come si fa a vivere senza gli spaghetti alla carbonara?

Do you know carbonara?

Do you know what i mean?

guru

Anonimo ha detto...

Per la serie anche i Nippo piangono

Giappone, una banca insolvente
E' la prima volta nella storia


Incubator Bank, in bancarotta, ha chiesto all'Agenzia nazionale per i servizi finanziari di beneficiare della normativa sulla tutela depositi.

L'istituto, finito nel mirino per le violazioni alle norme sulle ispezioni della legge bancaria, ha richiesto l'ammissione al regime di garanzia dei depositi, che copre fino a 10 milioni di yen (100.000 euro) in depositi per ogni cliente: si tratta della prima volta che viene imposto un cap sul deposito nella nazione asiatica.

I clienti di Incubator Bank potranno cominciare, a partire da lunedì prossimo, la richiesta di restituzione delle somme depositate, anche se probabilmente il denaro stanziato dovrà essere opportunamente aumentato.

Un saluto
L'erede dei 40 Ladroni

Anonimo ha detto...

guru,
il tuo mondo moderno e' quello che sta affondando, non so se te ne sei accorto...

i balinesi sono anni luce davanti a voi e se venite qui ve ne accorgete perche' la vita qui e' molto migliore che da voi.

certo che per coltivare l'illusione di essere superiori agli altri voi amate usare parole come PIL ma gli altri se ne fregano delle vostre illusioni perche' vivono la vita reale e nella vita reale non si incontra il PIL ma solo persone, natura e cose.

state sempre di piu' fuggendo dalla realta' perche' non vi piace, ve ne state accorgendo che non parlate mai della vita reale ma parlate come un televisore?


indopama

Anonimo ha detto...

a me sembra di conversare con un computer che alla stessa domanda risponde sempre con la stessa risposta perche' cosi' e' stato programmato.

ve ne rendete conto che rispondete col linguaggio dei media ripetendo a pappagallo ma

NESSUNO DI VOI HA MAI SPERIMENTATO NELLA VITA REALE QUELLO DI CUI PARLA?

per questo siete innocui,

perche' non vivete la vita ma la raccontate solo, e poi nemmeno la vostra ma quello che vedete in tv.


per questo il potere ha poca paura delle vostre proteste, perche' finche' non sperimentate la vita dal vero rimarrete TOTALMENTE INNOCUI.

non possono aver paura di persone incapaci di fare qualcosa nella vita reale ma solo chiacchere, le chiacchere non sono un problema per nessuno.


indopama

Anonimo ha detto...

@ Indo

Suvvia, non assumere atteggiamenti da professore, quando scrivo "mondo moderno", uso il termine con ironia.
Non è che posso stare a mettere faccine che ridono a ogni cacchiata che scrivo.

E poi, non capisco se mi dai del "voi", o se mi metti in una non meglio precisata categoria di soggetti che la pensano allo stesso modo. In tal caso, sarei curioso di conoscerne i dettagli.

Io non mi sento superiore a nessuno, tantomeno ai balinesi, che peraltro non ho ancora avuto la fortuna di conoscere.

Dici che "noi" facciamo solo chiacchiere, neanche nostre, ma quelle della TV.

Per questo il potere non ha paura di "noi".

Boh, se lo dici tu.

Il mio, voleva essere solo l'elogio della CARBONARA.

Do you like carbonara, prof. Indo?

guru

Anonimo ha detto...

"Abbiamo detto che la societa' intera era stata ingabbiata sotto una gigantesca cupola di conformismo che costringeva i singoli a recitare la parte mainstream. Il rumore che fa un gruppo di persone che rompe il conformismo non e' il rumore delle loro idee, bensi' il rumore della cupola di conformismo che va in frantumi."


http://www.wolfstep.cc/2010/09/vieni-bambino-col-tuo-cerino-brucia-un.html#more

Anonimo ha detto...

"La violenza inaudita è l’effetto di un inganno psicologico costruito sulla consuetudine di schemi mentali progettati dall’attuale potere."

"Fino a quando la ricchezza verrà misurata con l’attuale sistema è possibile assistere ad altri fatti atroci. Nel mondo la maggior parte dei crimini sono commessi per soldi, carta stampata dal nulla che nella realtà non è ricchezza ma viene attribuita solo perché le persone sono state programmate (scuola, università, cinema, ambiente) per crederlo."

http://crisis.blogosfere.it/2010/09/noi-ed-il-paradigma-che-uccide.htmly

Anonimo ha detto...

"Anche se mi hanno licenziato prima dell’inizio della stagione, è stata comunque un’esperienza che mi ha insegnato molto. Ho affinato un certo senso tattico e il fiuto per i giovani talenti, ho girato il mondo, anche più volte al giorno, e ho iniziato a vedere le persone da un nuovo punto di vista: il loro prezzo.
Bene.
Come ha detto mio nonno in punto di morte: “ciao”."

LINK

Anonimo ha detto...

Ben il meccanico capì che il motore girava troppo forte e che il flusso della benzina poteva essere non sufficiente, decise quindi di far rallentare la velocità del motore agendo sulla velocità di circolazione dell'olio. Regolò la velocità della pompa dell'olio in modo che facesse girare l'olio meno velocemente e che questo si riscaldasse. Il riscaldamento dell'olio mandò in "protezione" il motore che come previsto rallentò il numero dei suoi giri, l'afflusso della benzina ridivenne sufficiente. Ma purtroppo in quel momento avvenne un evento inaspettato, parte dell'olio a causa del calore eccessivo si deteriorò. Questo fatto provocò un ulteriore riscaldamento dello stesso, che si ripercosse su un brutale rallentamento del motore. A quel punto Ben decise di intervenire ancora sulla pompa dell'olio ripermettendole di girare velocemente, ancora più velocemente, al massimo della velocità. Ma ciò non bastò ancora. Si decise quindi a fare una cosa che in un motore acceso non andrebbe mai fatta, aggiungere dell'olio. Un disastro, parte dell'olio finì per terra, ma comunque in qualche modo l'olio si raffreddò un po' ed il motore ricominciò a girare, a tre cilindri ma comunque a girare. Parte del calore potè quindi arrivare al radiatore dell'acqua. Ma purtroppo il calore troppo alto dell'olio nel frattempo stava di nuovo deteriorandone una parte, il che stava facendo salire di nuovo la temperatura in una spirale inarrestabile. Ben decise quindi si introdurre altro olio nel motore. Di nuovo la temperatura scese un po', di nuovo l'acqua del radiatore accolse parte del calore ma di nuovo l'olio ricominciò a deteriorarsi.
Dopo alcuni di questi rabbocchi dell'olio il motore risultava ormai essere troppo pieno d'olio. A quel punto il motore cominciò a girare al massimo facendo impazzire la pompa del'olio. La quantità enorme di olio nel motore fatta girare da un motore al massimo numero di giri con una pompa dell'olio alla massima efficienza provoco un improvviso riscaldamento del radiatore dell'acqua, ma l'olio perse quasi tutto il suo calore, Ben provò a fermare la pompa dell'olio ma ormai era troppo tardi. Il motore si era fermato, l'olio era freddo... la massa monetaria aveva perso tutto il suo valore, l'iperinflazione era arrivata.

Arsan

Anonimo ha detto...

@FELICE

Il concorsone no, ma il premio comincia ad essere significativo: ma chi le vuole più quegli stracci di banconote

La comunicazione anticipa le mode...

Il Folletto

Anonimo ha detto...

Adesso ho capito perchè la Michela Brambilla è ministra del turismo (sessuale)

http://famedivideo.com/video/1132/gli-esordi-in-tv-di-michela-brambilla

Il Folletto

Anonimo ha detto...

All'anonimo che ha linkato wolfstep.

Leggo spesso wolf.
L'articolo da te linkato, l'avevo già letto.

Ho persino provato a postare un commento, ma niente, il suo blog fa profiling e possono commentare solo quelli daccordo con lui.

Del resto, come scrive, il blog è il suo e fa come gli pare.

Mi scuso anticipatamente con lui, se mai leggerà queste righe, ma è un lavoro che va fatto.

Il post da te linkato è una sequela di luoghi comuni sul conformismo e il politically correct, o come cavolo si scrive.

Dove gli islamici cattivi, hanno buttato giù le torri e vogliono conquistare l'occidente.

Un inno allo scontro di (in)civiltà.

Un inno alla guerra.

E vedo molti qui, che lo prendono per oro colato.

Seee... sturmo e drango e la filosofia della nerchia.

Ma dai.

guru

Anonimo ha detto...

Ciao Felice, una parentesi nei commenti...
Io compro e vendo alimenti. Da quello che mi risulta tra breve saranno ca zzi acidi. E veramente!
Alcuni alimenti alle stelle già dai prox giorni. Ti e Vi prego di controllare, perchè a me qualcosina inizia a non quadrare.
Spero solo, a questo punto, di sbagliarmi di brutto!

Pape Satan.

Anonimo ha detto...

Già immagino la presentazione alle alte sfere:

Vi serve un soldatino che corra quando glielo chiedete?
Tac… premi il tastino
Vi serve un soldatino che senza un braccio continui a combattere?
Tac… premi il tastino
Vi serve un soldatino che combatta per 96 ore di fila senza riposare?
Tac… premi il tastino
Vi serve un soldatino che distrugga un intero villaggio con donne e bambini senza rimorsi?
Tac… premi il tastino

Non vi preoccupate, in caso di morte celebrale il caschetto lo rivela ed una micro carica lo brasa
Tac… Tecnologia in salvo da mani indiscrete

W La PACE e che Dio ci protegga

P.S.
Se fossi Dio avrei mandato a fanc… l’intero genere umano da tempo!!!!!!

Un Saluto
L’erede dei 40 L.

Anonimo ha detto...

l'elmetto e' una bufala, basta vedere com'e' fatto, un bambino forse riusciva a farlo meglio.