mercoledì 10 agosto 2011

Panico in borsa, tutto normale




Giornate di panico in borsa

Continuano le giornate di panico nelle borse di tutto il mondo. I principali indici ed i bancari sono tutti pesantemente al ribasso: L'indice Ftse Mib si è arreso a - 6,65%, il Ftse100 perde il 3%, mentre Dax, Cac e Ibex hanno perso tutti più di - 5%.

Tracollo delle banche: Intesa San Paolo perde - 12% , Ubi  - 10,17% , Unicredit - 8%.

In territorio pesantemente negativo anche i principali indici USA: S&P 500, Dow Jones e Nasdaq sono tutti ampiamente oltre il - 4%.  Ieri, Bank of America che ha toccato -12% .

Colpito duramente il comparto bancario francese, dopo le voci di un downgrade del debito francese. BNP Paribas tocca il -12% ma chiude a -10%. Societe Generale tocca - 21%, comportandosi come Lehman Brothers prima della fine.

Per la cronaca, Soc Gen è la seconda banca di Francia.

Il MIB ha perso orma il 30% in soli 6 mesi.

E l'oro ha sfiorato quota 1800 USD.


Londra blindata, scontri nel nord dell'Inghilterra

Continuano gli scontri nel nord dell'inghilterra, mentre lo schieramento di 16000 agenti a Londra contro i 6000 della normalità ha reso la notte della città blindata ma ha bloccato i riot.



Ucciso il talebano che avrebbe abbatuto i Navy SEALs

Intanto, giunge la notizia che il talebano sconosciuto che avrebbe abbattuto l'elicottero che avrebbe trasportato i navy seal che avrebbero catturato bin laden sarebbe stato ucciso.

Già.

Saluti felici

Felice Capretta

33 commenti:

Mario Barbiero (OH OH OH) ha detto...

Il problema è uno solo: alcune centinaia di milioni di occidentali che sono stati abituati a consumare l’80% delle risorse mondiali anche se i territori in cui abitano ne sono poveri.
Nell’ultimo decennio altri popoli della terra hanno iniziato a chiedere la loro parte e siccome il pianeta è quello è ci sono solo due possibilità:
1) l’Occidente inizia a sterminare gli altri popoli della terra cominciando dai cinesi così può continuare a consumare l’80% delle risorse;
2) l’Occidente riduce i suoi consumi liberando risorse per gli altri popoli.
Per delle ragioni lunghe da spiegare le elites hanno scelto la 2.
Come fare a spiegarlo alla GGGGGente? Bel problema!
Il benessere materiale ha trasformando gli occidentali in un branco di “zombie consumer”, esseri di una stupidità incredibile che conoscono solo due concetti:
sì c’è
no, non c’è
esempio:
sì c’è il Tv al Plasma 60 pollici in offerta lo compro;
no, non c’è il Tv al Plasma 60 pollici aspetto, lo comprerò la prossima volta.
Così le elites sono costrette a parlare ai loro popoli con il solo linguaggio che questi conoscono e quindi ci dicono:
no, non ci sono più soldi
E buttano giù le borse e i mercati facendo sembrare che stia arrivando l’apocalisse, sì sono proprio le elites che ci governano a farlo, perchè il 90% "dei soldi" li controllano loro.
Fa ridere (per modo di dire) guardare i mezzi d’informazione (che le elites controllano ad eccezione dell’Italia dove un certo silviuccio spesso non si allinea ai loro desideri) spiegare le,ragioni della crisi e come se ne viene fuori.

Sintetizzo il mio pensiero:
è da pirla pensare che sono finiti i soldi
è da pirla pensare che l’Occidente tornerà a crescere a meno di non trovare un pianeta gemello della terra disabitato a pochi passi
è da pirla pensare che vivremo come i nostri genitori
è da pirla credere che un domani avremo la liquidazione a fine lavoro
è da pirla credere che ci sarà il welfare che abbiamo conosciuto in particolare in Italia
più in generale sarà da pirla non adattarsi ad una vita in cui nolenti o dolenti dovremo impare a vivere con meno

ps consolatevi perchè avremo ancora per un bel po’ di tempo molto di più di altri 5,5 miliardi di individui che abitano il nostro stesso pianeta

Anonimo ha detto...

@Mario Barbiero
Fare i complottisti e` facile.
Fare i complottisti senza dare prove ancora di piu`.

Gigi

Anonimo ha detto...

Caro Mario.
ricordati che nulla si crea e nulla si distugge , semplicemente si trasforma......
Nic.

Luigi Vittori ha detto...

Il problema energetico non sussiste e il sistema-Italia potrebbe risparmiare più di 60 miliardi di euro all'anno di bolletta energetica (fusione fredda italiana Focardi-Rossi; Energia Piroelettrica della ditta spagnola Alba Montecristo; dispositivo Americano BlackLight della BlackLight inc.) Molti di più se ne potrebbero risparmiare se i sedicenti economisti smettessero di comportarsi come superstiziosi custodi del dogma della riserva frazionaria, senza chiedersi mai, dove, il sistema economico, possa reperire la ricchezza (virtuale) creata dal nulla, in forza delle norme internazionali sulla riserva frazionaria, che permettono agli istituti di credito di prestare soldi che non hanno. Si sarebbe infine al riparo definitivo da qualsiasi altra crisi finanziaria se, preso il coraggio a due mani, i sedicenti economisti riconoscessero il valore assoluto di intellettuali come Domenico De Simone. Per il resto si tratta solo di programmare la decrescita felice in favore del secondo e terzo mondo, in modo da dare inizio ad una regressione del fenomeno migratorio.

Anonimo ha detto...

negli scambi si muovono le merci, io ho fatto questo e lo do a te che mi dai quello che hai fatto tu.
l'oriente da beni materiali e l'occcidente in cambio gli da della carta.
puo' ancora andare avanti per molto sta cosa?
non puo', andava avanti prima perche' l'oriente era consapevole che doveva imparare a fare le cose da solo prima di diventareindipendente dall'occidente, adesso che ha imparato sta scaricando l'occidente.
a cosa serve l'occidente se le stesse cose le sanno fare anche in oriente?
a che?
provate a spiegarmelo.
oltretutto la' hanno piu' materie prime che non sono piu' disposti a darci in cambio di carta, vlgiono merci. ma cosa gli diamo se non produciamo piu' niente?
li paghiamo con dipendenti statali? abbiamo ormai solo quelli.

no no, qui il denaro non c'entra un bel niente, qui siamo noi che ci siamo instupiditi e fatti superare da altri popoli e non ci troviamo piu' in prima fila.

non e' colpa della ducati per intenderci, manca il manico.

Anonimo ha detto...

luigi vittori,
il tuo discorso funziona per le classi sociali, per ridistribuire la ricchezza tra ricchi e poveri ma attenzione, non funziona a livello di popoli perche' anche gli altri popoli usano le stesse nostre regole bancarie.
eppure loro stanno meglio e noi peggio.

dobbiamo renderci conto che siamo NOI il problema, che non siamo piu capaci di far niente!
fatti un giro in cina, hanno strade migliori delle nostre, hanno treni migliori dei nostri, hanno degli aeroporti che il nostro scalo romano in confronto sembra roba da mercato delle pulci.
e guarda la loro industria, fanno di tutto.
poi guarda la nostra, quanta di quella roba che usi ogni giorno la facciamo noi?
poco e niente, non siamo piu capaci!

produciamo sempre meno per cui abbiamo sempre meno merci da scambiare con gli altri popoli
e gli altri popoli non accettano piu la nostra carta, vogliono merci in cambio di merci e sanno che noi di merci ne abbiamo poche.
questa e' la crisi, d'accordo con Mario. il denaro non c'entra a livello di stati.

eccetto mario, non ho mai visto nessuno di voi prendere consapevolezza del vero problema della crisi, segno questo che la situazione si fara' veramente drammatica.
vi perdete in inutili dialoghi, correndo come le papere dietro alla notizia del giorno ma vi manca la consapevolezza, la conoscenza di come si muovono le cose nella vita che non e' la conoscenza che avete appreso dai media o da internet.
quello e' cibo per polli e non per caso....

Anonimo ha detto...

capperi, tutti con la verità in tasca..!

Anonimo ha detto...

la verita' non sta in tasca ma attorno a te, se la vuoi vedere....
ma se vuoi aspettare il Messia fai pure.

Anonimo ha detto...

Eh eh eh eh,
stavo leggendo le ulteriori modifiche di Tremonti alla già triste manovra per il pareggio di bilancio.

Oltre alle inutili eurotasse, alla modifica dell'articolo 81 e cosi via, sentite questa:

"Ipotesi di accorpare sulle domeniche le festività".

Ok per la Pasqua ma mi chiedo come farà a spiegare al vaticano che il 25 e il 26 dicembre potrebbero diventare variabili.

Bello anche pensare che in futuro magari potrebbe nascere la frase:

"Quest'anno il capodanno di che giorno cade?"

Non sanno più cosa dire o cosa fare.

Delirio allo stato puro!!!

Saluti
Anonymous

Anonimo ha detto...

Scusate dimenticavo,
ma se le festività le faranno cadere di Domenica per legge, i già tartassati dipendenti continueranno ad avere in busta paga la classica voce "Festività non goduta"?

Be, almeno si potrà piangere con un occhio solo

Saluti
Anonymous

Mario Barbiero (OH OH OH) ha detto...

@indononimo
vedi ci sono alcuni che leggono e qualche volta commentanto su Is ma non solo contro il discorso che facciamo; il bello è che vivono in Europa e si fidano così tanto dell'euro che ... se ne liberano comprando chi oro, chi argento, chi tutti e due.
Invece secondo loro cinesi, coreani, brasiliani, russi, cileni e via dicendo dovrebbero continuare a fidarsi dell'euro e a riceverlo in cambio di risorse energetiche, materie prime e prodotti finiti.
Bell'esempio di coerenza.

Mario Barbiero (OH OH OH) ha detto...

ECCO UNA CON LE PALLE!
altro che certi quaraquaqua

Dal 1996 Heidemarie Schwermer vive senza soldi. Per farlo condivide e baratta oggetti e servizi e sulla sua idea di vita post-capitalistica; ha creato un vero e proprio stile di vita spiegato in due libri, uno dal titolo "The star-money experiment", l'altro con dvd "Vivere senza soldi". La donna tedesca vive a Wilhelmshaven passando di casa in casa e offrendo a chi la ospita un servizio di home-sitting.

Anonimo ha detto...

mario,
fino a che la gente continua a pensare che e' un problema di soldi si andra' giu', sempre piu' giu'.
e' talmente tanta l'abitudine di dare i soldi e avere in cambio la merce che il primo pensiero e' quello di avere i soldi, si sono dimenticati che siamo ancora e sempre lo saremo in un sistema di baratto, io ti do questo e tu mi dai quell'altro e i soldi sono solo l'intermediario per lo scambio.
quindi nessuno da' importanza al fare, guarda in giro, meno fanno e piu' sono contenti.
e si credono furbi....
aspetta ancora un po' e poi vedi che fine fanno questi furbi.
il governo e' quasi innocente in questa situazione, non puo' obbligare la gente a lavorare e a diventare intelligente, lavora solo sui numeri del mezzo usato per lo scambio ma non e' la cosa che conta, se non hai i beni da scmbiarti vai poco in la'.
ormai il terzo mondo si e' accorto che la carta non si mangia, siamo noi che non ci siamo accorti che lui se n'e' accorto.
feisbuk a manetta e via con lo stordimento! per la massa informe di carne non c'e' speranza, ci vogliono almeno due generazioni (60 anni) per tirarsi su.
la prossima generazione comincera' a capire ma non sara' preparata a sufficienza per produrre, speriamo nella seconda.
questa generazione e' quella invece degli incapaci totali che faranno affondare la nave.

Renèe ha detto...

....e se fosse che l'importante non è più scambiarsi merce? E se fosse che il sistema economico basato sullo scambio commerciale è finito?

Intanto brillamenti del sole ed esplosioni di massa coronale, magnetismo in subbuglio del pianeta, 2 comete in arrivo...

staremo a vedere....

Anonimo ha detto...

Ecco lo sapevo io,
finisce di parlare Tremonti e poco dopo ci ritroviamo con 14 titoli in asta di volatilità...

Ma non poteva starsene zitto!!!!!

Anonimo ha detto...

Renèe
d'accordo nel caso ti riferissi al fatto di consumare una montagna di roba che non e' necessaria.
cosi' facendo oggi lavoriamo tanto per niente, faremmo certamente meno fatica a costruire un telefono che dura 10 anni che farne 10 che durano 1 anno ma queste cose la massa non le capisce, e' troppo ignorante sulla vita, l'unico sapere che ha e' quello che gli da' la tv, quindi mangime per polli.
e alla fine i polli si spennano e si mangiano.

dai, siamo troppo in basso per pretendere quello che chiediamo, ci stiamo avvicinando sempre piu' al sapere di una scimmia ed e' logico finire per fare una vita da animale.
o no?
piu' diventiamo scemi e piu' stiamo bene? non rientra nelle leggi della natura ma solo in quelle della tv.

Anonimo ha detto...

vorrei un panino.
cosa mi dai in cambio?
ti parlo 10 minuti di storia dell'arte.
non mi interessa, sistemami i freni della bicicletta.
non sono capace.
allora muori di fame.

cosi' va il mondo fuori dallo stordimento della tv.
c'e' un dare ed un avere, sempre.
se offri chiacchere e' molto probabile che ricevi chiacchiere e la pancia brontola.

Felice Capretta ha detto...

@renee e anonimo di qualche post fa sulla magnetosfera

Macchie solari ed eventi estremi


Durante la prima guerra mondiale, A.L.Tchijevsky, professore russo di astronomia e fisica biologica, notò che dopo le eruzioni solari avevano luogo battaglie particolarmente spietate.

Affascinato dal collegamento fra comportamento umano e fisica solare, Tchijevsky elaborò un "Indice dell'eccitabilità della massa umana.

Compilò le storie di 72 paesi dal 500 a.C. al 1922 per fornire un solido database a supporto delle sue correlazioni.

Dopo aver classificato gli eventi più importanti, Tchijevsky scoprì che oltre 1'80% degli eventi umani più significativi, in gran parte collegati a guerre e violenza, si erano verificati più o meno nei 5 anni di massima attività delle macchie solari.

Tchijevsky continuò a osservare che la Rivoluzione russa del 1917 si verificò durante il picco del ciclo delle macchie solari.



e ancora


Lo scienziato sovietico A.L. Tchijewsky (1897-1964), professore alla Facoltà di medicina dell'Università di Mosca, che aveva a lungo studiato il problema, raccogliendo dati da 72 paesi fin dal 600 a.C., scoprì un evidente parallelismo tra le epidemie in genere, le guerre, le grandi migrazioni e le rivoluzioni in rapporto al ciclo undecennale del sole.

La sua tesi è che tutte le epidemie e i grandi cambiamenti sociali mostrano una periodicità undecennale.

Era conosciuta e da molto tempo una periodicità di circa undici anni per la difterite, ma se ne ignorava il motivo.

Tchijewsky ne evidenziò il parallelismo col ciclo undecennale del sole. Identica relazione evidenziò lo studioso russo, per la meningite cerebrospinale, che studiò in diversi Paesi e i cicli delle macchie solari, negli anni 1800-1920.

Il dott. B. Rudder, direttore della Clinica Pediatrica dell'Università di Francoforte, confermò con successive e più estese ricerche le conclusioni di Tchijewsky.

http://www.viveremeglio.org/0_futuro/2_parte/macchie_solari01.htm



e già che siamo in ballo

Le profezie Maya pronosticano la comparsa di una cometa, con un'elevata probabilità di impatto con la Terra. Curiosamente, anche nell'Apocalisse di San Giovanni si profetizza l'arrivo di questa cometa denominata “Assenzio”, un segno della “Fine dei Tempi”.

da http://xmx.forumcommunity.net/?t=2744349&st=225


dedicato a chi ci crede e a chi non ci crede, i segnali sono comunque notevoli

saluti felici

felice

Anonimo ha detto...

dal link di felice
"ci troviamo di fronte ad una simbologia complessa che inquadra perfettamente con le profezie Maya sull'inizio del “Sesto Sole”: una nuova era che, secondo la loro predizione, significa “la fine del tempo della paura” e un'Umanità rinnovata cosmicamente, che costruirà una civiltà superiore all'odierna."

la fine della paura arriva nel momento in cui si diventa consapevoli di cosa sia la vita.
http://xoomer.virgilio.it/sothis/kybalion.htm
primo principio

Anonimo ha detto...

Beh, magari qualcosa di "grosso" è veramente in arrivo per noi.

E forse proprio per questo le elites mondiali hanno tirato la corda finora creando tutta una serie di "bolle" che, forse, erano destinate a durare fino a che non si fosse attraversato quello che, per molti, sarà un periodo di "grosse tribolazioni". A chi va bene.

Non a caso, è da tempo che si vocifera che essi (le elites...) abbiano creato zone fortificate, rintanate, anti-tutto e sicure per superare questo periodo.

Quindi, intoccabili sempre più.
E protetti da eserciti al loro servizio... già, perché non crederete mica che essi facciano il nostro interesse. Quando mai avete la possibilità di ordinare qualcosa ad un militare? Loro possono, eccome se possono, e proprio contro di noi, se lo ritengono opportuno.

Ma... avranno veramente previsto tutto?

Per intanto mi pare che non avessero previsto che la gente iniziasse a prendere coscienza del fatto che i "valori" messi da loro in campo, non corrispondano a quelli reali, quelli che ti servono veramente a campare.
Ma il passaggio a questa nuova "consapevolezza" non sarà indolore.

Teniamoci pronti a tutto, ma teniamo presente anche di avere il massimo rispetto per i nostri simili, soprattutto per i più deboli. Ne va della nostra salvezza.

Felice Capretta ha detto...

@Anonimo qui sopra

Pienamente daccordo

Anonimo ha detto...

le elites non si nascondono in fortini perche' conoscono cos'e' la vita.
siete completamente fuori strada.
questo periodo di tribolazione serve per imparare, nessuno vuole fare del male a nessun altro ed e' anzi vero il contrario, vi aiutano ad ottenere esattamente quello che volete ma non ne siete consapevoli.

http://xoomer.virgilio.it/sothis/kybalion.htm

primo principio

una mattina ha detto...

@Felice,dopo un po di ricerca in tutti i campi, mi sono documentata anche sulla cometa, trattasi di Elenin che il 16 ottobre 2011 raggiungerà il suo perigeo con la terra, i suoi eventuali effetti, tutti da verificare, dovrebbero essere dovuti al campo elettromagnetico (ho dato anche un'occhiata al magnetometro con alcune date passate degli avvicinamenti della cometa, ma non corrisponde niente) infatti non è la legge di gravità la legge più importante, ma la forza elettromagnetica che sussiste tra i corpi del sistema solare, e oltre. ELENIN che al contrario si legge nine EL (even) sarà un caso ma.... entrerà nel nostro campo magnetico a partire dall'undici settembre 2011, ma già dal 18 agosto sembra che interagirà con il campo magnetico solare che influenza la terra. Sembra che Elenin sia la stessa cometa descritta nei testi sacri che ha accompagnato la nascità di Gesù ..... Elenin è una cometa che però "gravita" , e rispetto a noi precede, il Pianeta X (Nibirù) chiamato così per le sue 4 lune che sono disposta su quattro estremi, di massa superiore a Giove, quindi pare ovvio che se passerà Elenin , dovrà passare anche Nibirù, e considerata la sua massa dovrebbe ovviamente essere visibile nel nostro cielo.... visto che secondo dei calcoli che tengono conto dell'accelerazione dal momento in cui entrarà nel campo gravitazionale del sole, dovrebbe seguire esattamente lo stesso percorso di Elenin, ma con un anno solo esatto di ritardo, e con conseguenze ipoteticamente disastrose, nel momento in cui si andrà a interporre tra la terra ed il sole stesso (16 novembre 2012) esercitando una forza di repulsione su di noi. A parte i dubbio che alcuni hanno raccontato di aver visto "sorgere" due soli ai primi di maggio, sono solo tutte supposizioni fino al momento in cui non si potrà tutti vedere in cielo un secondo sole

Ma se tengo anche in considerazione
1 la teoria di Giuliana Conforto ,e dei campi elettromagnetici che avvolgono la terra e la tengono rinchiusa dentro ad una rete di specchi dovuti al vento solare,


2 che, molto probabilmente, il pensiero determina la realtà e che quindi che gli accadimenti sono dovuti semplicemente alla forza che si sprigiona dal pensiero collettivo

3 che non possiamo dare credito a tutte le storie che ci sono state insegnate raccontate nei secoli, in quante strumentalizzate a tenerci in un regime di paura, come per esempio il meteoriti che hanno provocato glaciazioni , che Atlantide non sia scomparsa in un giorno solo, l'evoluzione Darwiniana che ci tiene vincolati mentalmente all'idea che l'uomo fa miseri progressi, ecc ecc...

credo che questo potrebbe non accadere mai e che tutto sia opera di fantasie e progetti dell'arguta elite per promuovere la paura sulla terra


Quindi forse la cosa migliore da fare è quella che dovremmo smettere di gridare al lupo al lupo perchè continueremo a fare il gioco di chi lo ha messo in piedi, ma che sia giusto informarsi e cercare la verità per puntare al cambiamento necessario e tanto desiderato dal nostro genere, senza timore di niente

L'unica certezza è: che non è vero tutto quello che si accetta come unica verità

Serate a naso in su, e Saluti Stellari

Anonimo ha detto...

qhttp://www.rischiocalcolato.it/2011/08/perche-stanno-attaccando-litalia-unicredit-sta-fallendo.html

Anonimo ha detto...

una mattina
la giusta e' soltanto la numero 2, tutto il resto e' a nostra discrezione, ovvero una nostra creazione.

la realta' e' assai piu' incredibile di quello che pensiamo.

Anonimo ha detto...

@ mario ed altri

c'è un errore in quello che dite:

non è che non sappiamo più fare le cose, non le possiamo più fare perchè le nostre costano troppo.
I cinesi, gli indiani, i brasiliani etc. fanno le stesse cose e la vendono ad un 1/10 del prezzo che noi dovremmo praticare per sopravvivere producendo quelle stesse cose.
Tu che vivi in Veneto, come me, sai bene che gli artigiani che chiudono non lo fanno perchè non sono più capaci di lavorare, ma perchè non riescono più a vendere i loro prodotti.

Un saluto a tutti.
tridens

Anonimo ha detto...

tridens
allora diciamo che gli altri come abilita' sono arrivati al livello degli italiani e accontentandosi di meno gli rubano il lavoro.
ma perche' gli altri sono diventati piu bravi mentre gli italiani no?

Mario Barbiero (OH OH OH) ha detto...

@tridens
Io c'ero durante il miracolo del Nord Est ... spieghiamolo in sintesi il miracolo:
1) moneta svalutata quindi competitività dei prezzi sui mercati internazionali;
2) lavorazioni di media bassa specializzazione (ad esempio minuteria metallica) quindi necessità di manodopera non specializzata che quindi sottopaghi;
3) lavoro nero (durante il boom si è stimato che il 60% delle ore lavoro venisse pagato in nero, ma secondo alcuni è una stima ottimistica);
4) inesistenti norme sugli infortuni e tutele sindacali visto che hai oltre metà delle ore lavoro in nero;
5) rifiuti speciali che prendevano "certe scorciatoie" in modo da non far gravare i costi dello stoccaggio;
potrei andare avanti e approfondire, ma faccio solo notare una cosa ...
Vi ricorda niente quello che ho scritto?
Ad esempio come si lavora in Cina?
Io lo dissi subito quando il giocattolo si ruppe definitivamente alla fine degli anni 90: tosi zé rivà i cinesi veri!
Perchè il miracolo del Nord Est altro non è stato che fare i cinesi d'Europa ... ma poi sono arrivati quelli veri!

ps no, lasciate perdere le eccellenze che sono state meno di quello che si pensa perchè è come dire che siccome Margherita Hack o Roberto Benigni sono italiani allora gli italiani ... brava gente ... brava non so ... ma GGGGGente sì eccome!

Mario Barbiero (OH OH OH) ha detto...

@Tridens (again)
un sistema paese dispone di molte risorse, materie prime ed energia
---> questo sistema paese può quindi distribuire ai propri abitanti molte cose ---> COSA SI USA PER FAR GIRARE LE COSE?
IL DENARO ---> nei sistemi paese ricchi (di cose) serve tanto denaro per far girare tante cose; ---> COME DAI TANTO DENARO ALLE PERSONE? CON DEGLI OTTIMI STIPENDI
(ecco perchè da noi il lavoro costa di più, in un certo senso è "colpa nostra") ....

andrei avanti, ma il problema è che il senso di questo ed altri discorsi è uno solo:
la vita funziona un po' diversamente da come la impariamo tutti, diciamo che funziona all'opposto di quel crediamo.
Ogni tanto qualcuno se ne accorge perchè esce dalla caverna e scopre la luce, poi torna dentro, lo dice agli altri e questi fanno bene a non credere alle sue parole, ma poi sbagliano a non voler andare a vedere.

Io non ho mai creduto alle parole di indopama prima e franco dopo.
Poi mi sono detto, ok andiamo a vedere.
La mia vita da allora ha inziato a cambiare in meglio, io sono una persona felice.
Ogni tanto quando li sento gli dico sorridendo "adesso so cosa intendevi quella volta ...".
Perchè l'ho sperimentato e quello che mi emoziona è il pensiero di quanto altro può esserci!
A me di cosa stanno decidendo a Roma non frega assolutamente nulla, io faccio la mia vita a prescindere da quello che decideranno.
Arriveranno delle tasse pagare? le pagherò! arriveranno dei sacrifici da fare? va bene li farò.
Tanto continuerò a fare tutto quello che veramente mi interessa fare cioè passare il tempo con mia figlia, mia moglie, mia mamma, mia sorella, il suo compagno, i miei nipoti ( ne ho ben 6), gli amici, chiacchierare con le persone e ascoltare le loro storie, raccontare le mie, mangiare bere e divertirmi e fare ogni tanto il lavoro che mi piace.
Meno di 18 mesi pensavo di scappare da Padova, andare in Ungheria da Pluto o persino da Corvo in Canada tanto per dire quali sensazioni e conflitti stavo provando poco più di un anno fa.
segue

Mario Barbiero (OH OH OH) ha detto...

Beh diciamo che forse un'idea i lettori più affezionati ce l'hanno dato che ho fatto ampio uso dello spazio offerto dal buon Felice per tediarvi non con il gossip del momento ma con il mio stato d'animo del momento.

Se dovete cambiare perchè quello che siete adesso non vi soddisfa o non vi rende felici, fatelo dipende solo da voi.
Concentratevi su quello ovvero la vostra vita.
Avrete delle belle sorprese ...

Anonimo ha detto...

non è colpa dei cinesi che ci fregano con la concorrenza sleale, non è colpa dello stato che tententa di inc.. ogni mese con leggi assurde, non è colpa delle banche che tengono per le palle stati e popolazioni la colpa è... NOSTRA!!nostra perchè loro hanno fatto semplicemente quello che gli faceva comodo e nessuno li ha fermati. Tutti gli italiani sono al corrente del marciume e dei casini che stanno accadendo, bisognava accordarsi, andare in 1000 2000 5000 a roma e bloccare il parlamento e non lasciarlo finchè non tutti si dimettano e entri una classe politica incensurata che FACCIA gli interessi del popolo. Le banche si possono fermare ipertassando lor signori della finanza e impedendo certe truffe. I cinesi si possono fermare con dazi che rendano e loro merci siano cos' economiche, dato che giocano slealmente. MA.. mi guardo in giro e mi rendo conto che non siamo in grado di difendere casa nostra, xkè l'italiano medio sta fermo e aspetta che qualcun altro faccia al posto suo, perchè non vuole rischiare quel poco che ha come il contratto precario o quel minimo pseudo benessere che ha.. noi siamo convinti che prima o poi tutto andrà bene, ecco perchè ci fregano.

Anonimo ha detto...

no no, andiamo male perche' la maggior parte di noi ha una capacita' di fare le cose che rasenta quella di un babbuino.
e meno facciamo meglio stiamo.

diciamoci la verita', una meta' delle cose che fanno in cina noi italiani non le sappiamo fare, pensa un po come siamo messi.
SOLO PER FARE UN ESEMPIO:
c'e' un mercato di computer, palmari, telefonini, console per giochi ecc ecc spaventoso tanto che Apple e' la piu grande azienda al mondo e noi quante di queste cose facciamo?
Z
E
R
O

siamo incapaci!!!!!!!!!

ci piace cazzeggiare nella pubblica amministrazione, timbrare il cartellino senza fare niente tutto il giorno?

benissimo, E' ARRIVATO IL CONTO.

lo volete pagare? diventate poveri.
non lo volete pagare? allora fate la guerra.

tante strade non ci sono se vogliamo evitare di lavorare.

Anonimo ha detto...

http://video.corriere.it/cravatta-tremonti/828ab6d8-c5b6-11e0-88c8-3552ba0345da

la cravatta della scuola di diritto di yale.... messaggio criptato per chi? cosa vuole significare?

fa paura tutto cio