venerdì 22 gennaio 2010

Commenti e link liberi

In attesa del GEAB completo, postate link e commentate liberamente.

Saluti felici

Felice

103 commenti:

Felice Capretta ha detto...

comincio io

http://it.finance.yahoo.com/m2

(attualmente tutti gli indici sono rossi a parte i trascurabili egitto e israele)

saluti felici

Felice

Anonimo ha detto...

Ke culo

Anonimo ha detto...

Obama si è messo contro le banche.
Teme una sollevazione popolare o vuol andare contro i padroni e finire come Kennedy?

Saluti.
guido.

Anonimo ha detto...

Dati Macro "made in China"
http://lagrandecrisi2009.blogspot.com/2010/01/dati-macro-made-in-china.html

La voce grossa dell'UE contro la Grecia nasconde il destino segnato dell'Euro
http://www.movisol.org/10news017.htm

Sul fronte interno cattive notizie
http://economiaincrisi.blogspot.com/2010/01/sul-fronte-interno-cattive-nuove.html

A chi studia troppo Giavazzi
http://www.effedieffe.com/component/option,com_myblog/show,A-chi-studia-troppo-Giavazzi.html/Itemid,272/

Intrigo a Wall Sreet
http://icebergfinanza.splinder.com/post/22090653/INTRIGO+a+WALL+STREET%21

Mentre Goldman Sachs festeggia, i lavoratori restano al verde
http://www.ilsussidiario.net/News/Economia-e-Finanza/2010/1/22/FINANZA-Mentre-Goldman-Sachs-festeggia-i-lavoratori-restano-al-verde/62697/

Obama
http://ilpunto-borsainvestimenti.blogspot.com/2010/01/obama-e-piu-viscido-che-mai.html

Anonimo ha detto...

vi conosco da pochi giorni e già ho una caterva di cose da leggere e tentare di capire.

mi sento in un esame che sta dentro ad un altro esame (quello vero che sto preparando).

saluti simpatici

Anonimo ha detto...

I padroni degli Stati
http://www.italianiliberi.it/Edito10/banche1701.html

la bancarotta potrebbe giovare agli usa (Financial Times)
http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=print&sid=6688

Il fallimento pilotato dei Comuni italiani
http://www.stampalibera.com/?p=8703

Anonimo ha detto...

calpa delle banche? si ma non solo
http://conflittiestrategie.splinder.com/post/22086031/COLPA+DELLE+BANCHE%3F+SI%2C+MA+NON

( http://www.ilribelle.com/ )

__

razza che ramazza
http://www.eugeniobenetazzo.com/razza_che_ramazza.htm

gheto capio
http://www.eugeniobenetazzo.com/gheto_capio.htm
__

come ebbe fine l'Italia
http://blogghete.blog.dada.net/

__

Il fabianesimo e la finestra dell'inganno
http://santaruina.splinder.com/post/22005427/Il+Fabianesimo+e+la+Finestra+d

Anonimo ha detto...

L’attacco degli USA all’ENI e alla politica estera italiana
http://www.eurasia-rivista.org/2748/l%e2%80%99attacco-degli-usa-all%e2%80%99eni-e-alla-politica-estera-italiana

Nuove limitazioni alla sovranita’europea
http://www.voltairenet.org/article163349.html

Quella sovranità della moneta in mani private
http://www.fattisentire.org/modules.php?name=News&file=print&sid=3337

Il simbolo anti-crisi
è un “sommo sacerdote” della crisi
http://www.fattisentire.org/modules.php?name=News&file=print&sid=3346

Anonimo ha detto...

Presto torneranno alla carica per il T.F.R. qui raccolte un po d'informazioni http://tfr.splinder.com/

Anonimo ha detto...

ieri la clinton contro la cina.
oggi http://periodicoitaliano.info/2010/01/22/russia-usa-installazione-missili-patriot-in-polonia-riaccesa-polemica/
venti di guerra

de

Infettato ha detto...

Per quanto riguarda il discorso eutelia ma anche ominia network ma anche l'ultima quella da 7000 persone, le commesse ci sono e anche belle.

Non riesco a capire qual'è il motivo di questa strategia, una cosa che non vi è stata raccontata è che le entrate di almeno uno di questi gruppi, quello dove lavoravo, ci sono, anzi, c'erano o meglio ancora ci sono ancora, ma non qui.....

La legge evidentemente lo permette, permette di creare otto miliardi di società, rami d'azienda, permette di vendere debiti, tanti debiti, io imprenditore grqandioso che faccio mi compro qualche migliardata di debiti e una commessa da due lire?
Tutto questo è permesso con la complicità dei sindacati leccaculo, del ministero del lavoro, probabilmente anzi sicuramente di qualche pezzo grosso.

Ho letto un articolo che in sintesi poneva il problema dei contributi non versati, probabilmente l'ufficio delle entrare vorrebbe battere cassa direttamente sul lavoratore, (le società create ovviamente non hanno nulla di pignorabile), ecco, se oltre il danno di non prendere mesi e tfr provano a bussarmi alla porta questa volta faccio una strage.

infettato incazzato

Anonimo ha detto...

Salve, anche io volevo sapere la verità sulla notizia apparsa oggi sui media riguardante la presunta mossa di Obama contro le banche... tra l'altro "ispirata dall' ex capo della fed" stando a quanto ho letto su Repubblica.

Qualcuno ne sa qualcosa di veritiero?

E' la solita paggliacciata propagandistica dei media o c'è qualcosa di più (e quando c'è qualcosa di più, c'è sempre da pararsi di più il didietro)?

Cordiali saluti
Sintesi

Anonimo ha detto...

Istanr Puppet (Grillo)
http://falsoblondet.blogspot.com/2010/01/instant-puppet.html

http://www.movisol.org/Grillo.htm

Mario ha detto...

che desolazione ...

vigna ha detto...

@ Mario

Che desolazione ....

Hei amigo cos'hai? Sei giù di morale?
Senti la mancanza di Yuma?
Non fare così simpaticone, tira fuori tutto quello che hai dentro e dici quello che non và.
Abbiamo un lungo wiik ent davanti a noi, rilassiamoci e prepariamoci bene per l'ultima settimana di gennaio.
Saluti cari
vigna

Mario ha detto...

ciao vigna,
la desolazione è questa orgia di link senza arte ne parte, se Felice ha provato a vedere quanto riusciamo a camminare sulle nostre gambe il risultato è quello che vedi ...

Yuma mi ha dato la sua mail, mi sarebbe dispiaciuto perdere il contatto.

Io per primo mi metto nella lista di quelli che se mi passi l'espressione l'ha fatta fuori dal vaso, e comunque non sono e non voglio fare la morale a nessuno tanto meno criticare Felice che anzi ha fatto e sta facendo un grosso lavoro, qui su IS forse non c'è il volume di traffico di altri posti tipo il blog Televendite Brasiliane (portate pazienza ma questa è la mia opinione di un certo posto), però c'è sicuramente molta partecipazione, tanti più commenti alcuni anche di un certo spessore, fin qua tutto bene, quindi dirai cosa mi preoccupa.
Tutti sono liberi di andare e venire ci mancherebbe, però se la discussione perde attori come yuma (che non è andato via perchè, contrariamente a chi nega sta cosa, è stato impiombato per bene per il solo fatto di aver provato a fare il moderatore) o lascia sempre più indifferenti altri come corvo, ecco io sono uno di quelli che dice:"Houston abbiamo un problema".
Cito loro due perchè più "freschi" in ordine di tempo, potrò anche essere più preciso la prossima volta dato che mi sto rileggendo tutti i post e i commenti fin qui pubblicati su IS, cosa che consiglio a tutti di fare se ne hanno il tempo.
Anzi un bravo a Felice che non si è abbattuto anche se i primi tempi scriveva senza che nessuno lasciasse uno straccio di commento, poi uno, due, tre, e adesso anche 300 commenti ad un solo post.
Mi sento così perchè per carattere mi sono affezionato a questo posto e alle persone che lo frequentano, cosa che non è scattata in tanti altri Blog in cui sono andato e ogni tanto vado tutt'ora a dare un'occhiata.
La mia preoccupazione è che senza una fase due questo che oggi è un rigoglioso torrente di idee possa diventare un misero rigagnolo.
Purtroppo non ho soluzioni, esulano dalle mie possibilità, ma mi sembra che il problema per molti altri non sussista e allora che dire ... se non "spero di sbagliarmi".

Anonimo ha detto...

Ciao Mario,
credo che, in questo momento, le persone più attente e sensibili si siano rese conto di un "qualcosa" che turba le loro coscienze,una sensazione che ci sia un forte cambiamento in atto.
Io mi sento così; mi sento impotente difronte a una svolta che percepisco ma non comprendo e a cui non so dare un volto, un mutamento fin troppo evidente soprattutto quando parlo con le persone o quando ne leggo i commenti nei vari blog e siti.
A volte penso però che sia solo una mia sensazione, un mio modo di vedere e un mio modo di interpretare la realtà.
Il dubbio spesso mi assale quando parlo con persone a cui non interessa sapere cosa succede al di fuori della rassicurante quotidianità, mi rendo allora conto che anche loro percepiscono questa "cosa" e ne sono spaventati; tanto più ne sono spaventati e tanto più riempono la propria vita di facili e inutili distrazioni.
scrivevo qualche giorno fa che ci sarebbe stato una ridiscesa, così è stato e credo che questo sia l'inizio di ciò che tutti qui aspettavamo e temevamo da tempo.
Credo che ciò a cui stiamo assistendo sia la morte dello spirito del XX secolo e la nascita di un qualcosa di nuovo e, come tutte le cose nuove, spesso fa paura.
La paura la sentono anche al di là dell'oceano dopo che hanno visto il loro potere minacciato, ora nel panico scaricano geithner, bernanke e le banche ma la consolazione non riempe le pance dei milioni di disoccupati sempre più arrabbiati.
Quello che posso dirti Mario è che le idee ci sono e qualcuno si sta muovendo per far si che non rimangano, è il caso di dirlo, lettera morta.
ciao a tutti

de

Anonimo ha detto...

desolante mi sembra la situazione economica e non...i links? meglio del corriere, repubblica od il giornale ci vuole poco.

Anonimo ha detto...

In Gb livello di allerta sale a 'grave'
Al quarto grado, su una scala di cinque
22 gennaio, 23:36
http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/mondo/2010/01/22/visualizza_new.html_1676631835.html

ROMA - La Gran Bretagna ha oggi elevato da 'importante' a 'grave' lo stato di allerta anti-terrorismo, un livello di quarto grado su una scala di 5 nel quale la possibilita' di un attentato e' considerata ''molto probabile''. Lo riferisce la BBC oline citando il ministero dell'Interno.

Il provvedimento è stato adottato su indicazione del Jtac (Joint Terrorism Analysis Centre), un organismo che fa parte dell'MI5, il servizio di controspionaggio del Regno Unito. Secondo la BBC, la decisione è una conseguenza del clima di allarme venutosi a creare dopo il mancato attentato del 25 dicembre scorso su un volo della compagnia americana Delta in volo da Amsterdam a Detroit. "Il Centro di analisi sul terrorismo ha oggi chiesto di elevare il livello di allerta nel Regno Unito da importante a grave, ciò significa che un attentato è molto probabile", si afferma in un comunicato a firma del ministro dell'interno Alan Johnson. Nel comunicato si aggiunge tuttavia che "nulla lascia pensare che un attentato sia imminente". Il Jtac determina il grado di allarme in base alle informazioni di intelligence di cui entra in possesso. Esiste una scala di cinque livelli, che va da 'basso' (attacco terroristico improbabile) a 'critico' (attacco imminente).

Anonimo ha detto...

Mario ti capisco ma non ti abbattere,
Ho seguito il tuo consiglio e mi sono riletto un bel po' di post passati.
Anche a me dispiace che Yuma se ne sia andato, ha scritto post davvero interessanti.
Credo che la "fase 2" ce la sentiamo un po' tutti dentro e che con l'aiuto di tutti e l'eventuale coordinamento di Felice, riusciremo a tirarla fuori ed a coinvolgere anche molte altre persone.
Il vento che ha tirato per molto tempo è quello della rassegnazione e dell'apatia, ci si è illusi di poter non essere coinvolti dalla crisi e per convincersi si è pure arrivati sostenere le tesi di chi voleva farci credere che la crisi era solo "psicologica" e che non bisognava parlarne.
Ci siamo consapevolmente ubriacati del nulla nutrendo la mente con programmi televisivi illusori e fasulli, per la fatica di pensare e abbiamo deliberatamente scelto come leader l'uomo di plastica tutto sorrisi e ammicchi che tanto ci pensa lui.
Probabilmente piano piano ci si renderà conto che la nostra vita sta cambiando davvero, il negozio sotto casa chiuderà, il figlio perderà il lavoro, la banca telefonerà, il mutuo salterà...
Si guarderà finalmente un TG, e si vedranno quelle facce abbronzate in corpi ben vestiti, politici sorridenti che discutono di cose lontane anni luce e incomprensibili.
Si comincerà a chiedersi se si è vittime di una sfiga improvvisa o se davvero sta succedendo qualcosa, ci si accorgerà che anche i vicini, gli amici, i parenti, lamentaneranno tutti condizioni economiche precarie.
Forse allora, si accenderà la spia rossa, si comincerà ad informarsi davvero, su blog come questo, e quando crescerà finalmente il sospetto di essere presi per i fondelli, la venuzza del collo si gonfierà e saremo incazzati come bestie.
Per questo è importane questo blog, sei importante tu e sono importanti tutti quelli che lo frequentano, sarà un modo per informare, per convogliare le idee e risvegliare coscienze ipnotizzate dal "Grande fratello".
Il vento che tira è questo ora, ma cambierà direzione, saltiamo sulla barca e prepariamo le vele, è solo questione di tempo.

Jobogan

guru2012 ha detto...

@ Mario

Yuma se n'è andato e non ritorna più
Il treno delle 7:30 senza lui
È un cuore di metallo senza l'anima
Nel freddo del mattino grigio di città

A scuola il banco è vuoto, Yuma è dentro me
È dolce il suo respiro fra i pensieri miei
Distanze enormi sembrano dividerci
Ma il cuore batte forte dentro me

Chissà se tu mi penserai
Se con i tuoi non parli mai...

(liberamente tratto da "La Solitudine" - Laura Pausini)

:D

vigna ha detto...

@ Mario

Hai tutte le Tue ragioni, ma la vita continua. Ce chi viene e chi và. Qui l'ingresso è libero e, pertanto, qualche testa di c... puo tranquillamente esprimere quello che è in grado di trasmettere dal proprio "io".
Dispiace anche a me, che un personaggio come Yuma non ci sia più fra di noi, ma non è mica morto, io sono sicuro che prima o poi ritornerà.
Ho letto il commento di DE e lo ritengo molto interessante, inquanto rispecchia un po la situazione mia personale.
Poi, abbiamo Indopama che ci riserva sempre e di continuo delle vere perle di vita (per chi sa ascoltare).
Abbiamo Rumenta, per chi non si accontenta.
Ce Lugizia, Sara, guru2012 e tanti altri di cui adesso non mi sovviene il nome e, naturalmente, il padrone di casa Felice il quale vorrei ringraziare particolarmente per l'accettazione di tutti sotto il suo tetto.
Mario, vorrei lanciare un idea, perche non organizziamo un incontro a livello regionale, così ci vediamo e conosciamo personalmente?
Cosa ne pensate?
Adesso devo lasciare, il lavoro chiama.
Buona sabato a tutti
Vigna 8.04

alina ha detto...

Un pensiero:
siamo tutti preoccupati, è logico.
La situazione reale non è certo rosea. Siamo abituati a vedere ed a cercare di risolvere i problemi in una certa maniera che non è più la maniera giusta.Ce ne vuole un'altra.Dobbiamo, per forza di cose, esercitare la nostra mente creativa ma prima occorre che capiamo dove stanno nascoste le menzogne e " ricordarci " di molte cose. Siamo troppo abituati a passar sopra, a dimenticare, a non ragionare a sufficienza e questo nostro comportamento ha molto giovato a chi ci vuole così per prevalere su di " noi".Si è creata una educazione, un sentire collettivo distorto che non corrisponde più alle esigenze naturali dell'essere umano.
Molti si sono accorti, esercitando la consapevolezza, che le regole che stanno alla base di scienza, economia, giurisprudenza e via dicendo, non sono più in grado nè di spiegare nè di regolare la vita perchè sono ormai inficiate di " non vero " di " non giusto".
E' come se esistessero due mondi, uno dentro di me e uno fuori di me che non mi risponde più e non più mi appartiene.
Se sentite anche voi così penso che sia segno che le cose stanno effettivamente cambiando, che si creerà una diversa, nuova, " amorevolmente naturale" anima collettiva :)
Buonissima giornata a tutti.

Anonimo ha detto...

Il capitalismo parassitario e gli uomini pieni di larve http://www.appelloalpopolo.it/?p=892

Anonimo ha detto...

un saluto a tutti
@mario

capisco ciò che scrivi, ma il tuo stato di essere è conforme alla stato di essere di tanti:
cerchiamo sempre all' esterno; abbiamo necessità di avere l' appoggio di altri, per sentirci completi. cosi, facendo, non troverai mai, uno stato di essere, uno stato di equilibio, in quando non lo troverai mai all' esterno.
tanti di noi, sono a posto, almeno si sentono tali, se sono in gruppo.
ma la vera forza, la vera sicurezza, deve nascer in noi.
tutti noi, siamo arrivati qui, su questa terra da soli,e da soli andremo via.

cosi, come tanti,cercano risposte nei vari siti di internet.
ma ciò che troviamo sono i pensierei, le sperienze d altri.
perchè non cercare il dialogo co noi stessi?
spesso lo evitiamo, in quanto, la vita, ci pone davanti la ns vera realtà, ci pone davanti le ns paure, i ns “”mostri” da abbattere,per cui fa comodo, cercare all’ esterno.
Ma, se non ci liberiamo dalle ns paure, non possiamo cambiare.
Con affetto
Franco

Anonimo ha detto...

un saluto a tutti
@mario

capisco ciò che scrivi, ma il tuo stato di essere è conforme alla stato di essere di tanti:
cerchiamo sempre all' esterno; abbiamo necessità di avere l' appoggio di altri, per sentirci completi. cosi, facendo, non troverai mai, uno stato di essere, uno stato di equilibio, in quando non lo troverai mai all' esterno.
tanti di noi, sono a posto, almeno si sentono tali, se sono in gruppo.
ma la vera forza, la vera sicurezza, deve nascer in noi.
tutti noi, siamo arrivati qui, su questa terra da soli,e da soli andremo via.

cosi, come tanti,cercano risposte nei vari siti di internet.
ma ciò che troviamo sono i pensierei, le sperienze d altri.
perchè non cercare il dialogo co noi stessi?
spesso lo evitiamo, in quanto, la vita, ci pone davanti la ns vera realtà, ci pone davanti le ns paure, i ns “”mostri” da abbattere,per cui fa comodo, cercare all’ esterno.
Ma, se non ci liberiamo dalle ns paure, non possiamo cambiare.
Con affetto
Franco

Anonimo ha detto...

Qualche rara volta ho inviato un commento. Ritorno a scrivere perchè sono preoccupato di come vanno le cose, qui dalla Capretta. Già intorno a noi è tutto un caos, ma se anche qui inizia a prevalera il pessimismo cosmico, allora siamo proprio rovinati! Credo sia solo un momento fisiologico di stanchezza ma perchè a questo punto non darsi un minimo di programma? Qualcuno ha detto di incontrarci: perchè no? Ma si potrebbero buttare giù idee per creare una specie di base comune, soprattutto di ordine "morale": in questo è sempre interessante seguire Indo nei suoi ragionamenti. Dato che sul piano finanziario possiamo fare poco, cerchiamo altre possibilità di convivenza civile. Credo che la gran parte dei lettori di questo blog abbiano idee comuni e sicuramente interessanti: bene facciamo un brain storming e vediamo che ne viene fuori.
MAX
p.s. Mario, non fare così, se no mi intristisci troppo!

Anonimo ha detto...

:-)

i tempi si stanno stringendo, gli eventi avanzano e a molto presto non li leggeremo solo su internet o guarderemo sulla tv ma li toccheremo anche con mano.

sara' il momento della paura per molti e per alcuni anche del panico.
non si puo' cambiare questo stato generale di cose perche' ormai non c'e' piu' tempo, chi ha ascoltato il cuore ha fatto le scelte importanti alcuni anni fa e ora ne e' consapevole.

quindi e' meglio cercare di capire che siamo gia' ognuno li' dove deve essere, la differenza la fara' la nostra consapevolezza, la fara' il sapere cosa e perche' facciamo quel che facciamo ogni istante.

non ci si puo' piu' organizzare ora, che cosa sperate di fare? ci vuole tempo per organizzare le cose e ci vuole anche tempo per farle partire, il tempo non e' sufficiente per vedere a regime idee organizzate.
oggi e' il tempo del "ognuno pensa per se", del tempo che meno ti perdi in chiacchere e meglio e', meno dici cosa hai in mente di fare e piu' e' facile che ti lascino in pace quando ci saranno momenti violenti.

per questo adesso capisco che e' giusto passare le ore libere facendo del gossip, e' giusto perche' spenderlo in altre maniere non farebbe in tempo a dare i suoi frutti mentre il frutto del gossip e' immediato...

pero' sono estremamente felice di leggere certi commenti, alcuni mesi fa era impossibile trovarli, tra non molto ci saranno solo quelli.
anche oggi e' un giorno meraviglioso.

:-)
indopama

corvo ha detto...

Si, fra qualche tempo questo blog (e quelli simili) avrá piú lettori.
Ma se l'unica cosa che troveranno sará il commento di quanto le cose vadano male guarderanno oltre.
La massa delle gente cerca soluzioni solo quando si sente il fiato al collo.
E quando si sentiranno il fiato al collo cercheranno soluzioni facili.
Di chi é la colpa?
chi é il nemico da abbattere?
Questo tipo di processo storico lo si é visto tante volte e fra poco lo vedremo di nuovo.

Indopama ha ragione quando dice che ci vuole tempo ad organizzare. Ma questo significa che non é piú il tempo delle mezze misure, delle frasi non dette.

è un tempo nel quale dobbiamo guardare in faccia la situazione e lottare per trovare una via d'uscita.
Un tempo per occuparsi contemporaneamente del nostro cambiamento interiore ma anche della nostra Famiglia, dei nostri zii e cugini e nonni; dei nostri amici, del nostro quartiere, della Cittá, la regione, la nazione e il pianeta tutto.

Possiamo rischiare adesso e perdere molto o aspettare fino a quando perderemo tutto.

Anonimo ha detto...

per incuriosirvi (se volete) su un diverso punto di vista di cio' che chiamiamo realta' posto un link

Il Teorema di Bell e la Meccanica quantistica

e' spiegato in maniera molto semplice che tutti possono capire.

indopama

luigiza ha detto...

indopama di 23 gennaio 2010 07.15
"...non si puo' cambiare questo stato generale di cose perche' ormai non c'e' piu' tempo, chi ha ascoltato il cuore ha fatto le scelte importanti alcuni anni fa e ora ne e' consapevole..."

That's right Indo. It is too late now for the most of people.
Good luck to everybody.
luigiza

Goodlights ha detto...

ciao a tutti!

è un piacere leggere questi commenti.

finalmente ci si guarda dentro e si condividono dubbi e timori, senza più parlare dell'amico pil o dell'amica borsa quale causa di tutti i problemi del mondo
:-)

notevole e straordinario!

finalmente qualcuno ha il coraggio di mostrarsi per quello che è senza paura dell'altrui giudizio.

concordo con indopama quando dice che sembrava una cosa improbabile 100 post fa ed invece eccoci qui a buttar fuori quello che veramente abbiamo nel cuore, a cercare soluzioni, a stringerci gli uni con gli altri credendo nella cooperazione.

a mio avviso ci viene data la grande opportunità di vivere in un momento storico di grandi cambiamenti.
come vivere questo momento, però, lo decidiamo noi.

e allora vi auguro di trovare il modo migliore per voi.
spero riusciate a togliervi la maschera ed a sentire ciò che veramente volete.
non ciò che vuole la vostra testa, ma bensì ciò che vuole il vostro cuore.

seguite quello e tutto andrà come deve andare...

scusate se sono stata un po' confusa nell'esposizione, ma leggervi oggi mi ha emozionata.

un abbraccio immenso a tutti!
sara

Anonimo ha detto...

Sono anche io in eterna attesa.
Fermo davanti all'orizzonte degli eventi, sapendo che il buco nero è vicino ed arriverà da noi, senza intuire le conseguenze.
L'unica consapevolezza che ho è che siamo impreparati, come società ai prossimi eventi. C'è stato un regresso morale e culturale in questi ultimi vent'anni imponente.
Alla fine saremo costretti a pensare a noi stessi, al massimo per piccoli gruppi.
Non ho paura del 2011, ma del 2015-2020, ho timore di non riuscire a preparare a sufficienza mia figlia per un mondo che sarà molto diverso da questo

Giovanni Battista ha detto...

La vita...

La vita è un'esperienza. Ma di chi?

Della nostra anima, che si lascia trasportare e sballottare nelle varie direzioni cui il nostro sistema di vita ci porta...

A volte anche lei, sommessamente, ci parla... ma oramai non c'è più tempo per ascoltarla. Siamo troppo presi da troppe cose, e questo ci distrae dalla verità.

La verità è che la morte arriva comunque.

Punto.

gabriele ha detto...

Sono molto convinto che fra alcuni anni (io non ci sarò, credo, di sicuro) tutte le cose saranno diverse da adesso.
E mi fa piacere percepire qui lo stesso "clima" psicologico.
Quello che conta, per me, è restare sempre in pace ed armonia con sè stessi, i propri valori e con il prossimo. I valori più "alti" secondo me sono arte e scienza (grande link, che induce a riflessioni profonde Indo !) e fino al termine cercherò di onorarle.
Che dirvi di più ? :-)

uzzo ha detto...

@sara
se per l'abbraccio ti servono altre due braccia, ci sono anche io

Giovanni Battista ha detto...

http://www.stampalibera.com/?p=8794&cpage=1#comment-2912

Consigliato a chi quest'estate andrà in montagna...

GiBi

Anonimo ha detto...

accidenti, sta accadendo l'impensabile, e poi c'e' ancora qualcuno che sta parlando di crisi, a me sembra che tutto stia cambiando in meglio. stiamo diventando uomini, dai robot che eravamo pronti ad ubbidire a tutte le fregnacce che sentivamo dai media. e non e' poco...

buon viaggio.

Anonimo ha detto...

E' quanto meno inquietante quanto è successo nei rapporti tra Cina e USA per l'affaire Google, con gli USA che cominciano a parlare di libertà (e sappiamo ciò a cosa prelude). Ma è anche molto sospetta la concomitanza con altri due eventi nella stessa settimana: la presa di posizione di Obama contro le grandi banche "too big to fail" e l'uso che fanno dei depositi per speculare a leva in derivati, e la concomitanza con il sorpasso dell'economia cinese che è diventata la seconda al mondo superando quella giapponese.
Oltre che per il nesso temporale le tre cose sono collegate per solidi motivi finanziari: la giostra del capitalismo a "leva" svolto allegramente dalle banche angloamericane si regge proprio sulla disponibilità cinese di comprare alla fine trilioni di titoli di debito americano e la crescita a doppia cifra del Pil cinese è drogata da questo meccanismo.

Stiamo a vedere, ho idea che gli USA si vogliano giocare il tutto per tutto e visto che ora, dopo i tentativi falliti dei militari-petrolieri dell' era Bush e dei turbo finanzieri conditi in salsa verde del primo anno di Obama si cerchi di percorrere l'unica strada ormai percorribile per risollevare gli Stati Uniti: una strada che passa per una nuova guerra fredda ed il ritorno alla politica dei blocchi, preceduta magari da un bel default sul debito. Non penso di sbagliarmi di molto.

Saluti
Arsan

Godlights ha detto...

@gibi

ciao!

molto interessante ed agghiacciante il link che hai condiviso.

adesso mi spiego l'avversione che ho per l'acqua!
:-)))

poi ci lamentiamo se il pianeta si ribella e cerca di sbarazzarsi di noi con terremoti, maremoti, tornadi...

ha avuto fin troppa pazienza con le piccole e fastidiose zecche che lo sfruttano e non lo rispettano.

stiamo solo pagando le conseguenza dei nostri scellerati comportamenti...

buona domenica!
sara

Anonimo ha detto...

cosa dice la scienza ufficiale su

L'EFFETTO OSSERVATORE

articolo breve e semplice comprensibile da tutti.

indopama

Anonimo ha detto...

Anke nel 2010 continuano i fallimenti di banche in USA, siamo a quota 9 quest'anno, 5 delle quali fallite questa settimana:

http://www.calculatedriskblog.com/2010/01/bank-failures-8-9-evergreen-bank.html

DAZ

Anonimo ha detto...

quando la realtà supera la fantasia.

< Haiti: era in corso un’esercitazione profetica >

http://www.effedieffe.com/content/view/9386/164/

misfix

giak ha detto...

Ciao a tutti.
E' il mio primo post dopo una semplice presentazione (per la verità non so se mi sono perso il mio precedente nick...!). Sono uno di quelli che vi seguono assiduamente e che apprezza moltissimo i vostri interventi, primo fra tutti i fantastici post di Felice.
Grazie a tutti.
Io mi sento un discreto "pesce fuor d'acqua" perché mi sento troppo incompetente per entrare nelle discussioni.
Solo per questo sono molto restio ad intervenire; non per disinteresse, o per "disprezzo" o neanche per non apprezzamento. Solo... ma che direi? Solo strafalcioni!
Intervengo ora solo perché riscontro un certo scoraggiamento nei principali partecipanti.
Allora voglio dire solo che per me, e penso per moltissimi altri lettori, questo è un sito veramente prezioso.
Non mollate e non sognatevi neanche un attimo di pensare che il vostro impegno e la vostra parteciapzione sia inutile.
Informare su notizie uniche, contribuire ad aprire molte coscienze - prima fra tutti la mia - alla percezione ed alla visione di problemi inimmaginati e, forse, avviarle ad aprire gli orizzonti e le competenze, per me, in questi momenti di m...da che stiamo vivendo, E' FONDAMENTALE.
RIPETO, NON MOLLATE!
Che dire poi di Felice, che scrive certi post, come l'ultimo, che sono dei gioiellilni di sintesi, distacco e profondità, con una vena di umorismo rara; riesce a far sbellicare dalle risate anche su notizie ben poco divertenti... ma sono umorismi e risate che servono molto più ad assimilare che sbofonchiate o ennesime tragicizzazioni.
Quindi... grazie ancora e... tenete duro!
Giacomo

Anonimo ha detto...

Haiti: era in corso un’esercitazione profetica
Maurizio Blondet

E’ facile sconfinare nel classico sintomo dei paranoici, ma - dopo New York e Londra - un altra simulazione è diventata realtà. Un’esercitazione che simulava un disastro naturale ad Haiti, nel quadro di un progetto chiamato «Transnational Information Sharing Cooperation», un giorno prima del terremoto. Una coincidenza che, certo, fa pensare.

Anonimo ha detto...

Ciao a tutti,

piano piano,la crisi sta dando i frutti. Piano piano, tutti ci stiamo accorgendo che l’ esterno è vuoto, all’ esterno non si trova niente, non si trovano le ns risposte.
Ognuno di noi è l’ alfa e l’ omega, inizio e fine dei propi pensieri.
Io non so scrivere , non sono uno scrittore, ma conosco bene me stesso, conosco la vita, la mia vita.
Tutto ciò a cui stiamo assistendo , e che ognuno vive in maniera diversa, è il cambiamento di un era.
Quello che alcuni profeti, avevano previsto, ossia il ritorno del cristo, si sta attuando.
non è il ritorno di gesù, previsto dalla chiesa.
Cristo è la realizzazione dell”io sono”.
Ossia , quello stato di consapevolezza di cosa realmente siamo.
Prima di ogni cosa, noi siamo pensiero.
Tutto ciò che noi siamo, siamo il risultato dei ns pensieri.
Le ns scelte, determinate dai ns pensieri, definiscono cosa siamo noi.
Ciò che definiamo dio, non è altro che l’ insieme di tutti i pensieri, tutto ciò che ci permette di creare o realizzare la ns realtà, sono l’ insieme dei pacchetti di energia, ossia i quanti.
Tutte le ns scelte, ogni ns stato, non è mai sbagliato o giusto.
Semplicemente è.
È in quanto lo accettiamo.
Ogni situazione ci porterà sempre esperienza, che contribuirà ad aumentare la ns consapevolezza.
Portando sempre al mai esperienza, posso dire che non dobbiamo mai limitare noi stessi.
Quando facciamo parte di un gruppo, siamo soggetti a leggi o schemi predefiniti, quando viviamo uno stato di accettazione tacito, accettiamo il volere di altri.
Con la stessa scelta, possiamo essere tutto, possiamo essere ogni cosa.
Non esiste qualcuno che ci giudica, ma esiste sempre e solo il risultato dei ns pensieri, sia su questo piano sia in tutti gli universi.
Un ultima cosa.
Si parla sempre più spesso di extraterresti, o sul fatto che il ns dna sia molto più vecchio della ns terra.
È vero
È vero per il semplice fatto che tutti noi, l’ origine della vita, è siamo qui, arrivati , da diversi piani dimensionali.
Con affetto
franco

alina ha detto...

Come risveglio mi sembra lento, però, meglio di niente.
Vi propongo la traduzione "casereccia":) di un discorso di Ron Paul che non sono riuscita a trovare tradotto in italiano.L'ultima parte è un po' inquietante.
"Il titolo del mio intervento questa sera è:- Condizioni attuali o semplicemente brutto sogno-. Potrà essere tutto ciò un brutto sogno o un incubo? E' una mia immaginazione od abbiamo perso la ragione? E' surreale, è veramente incredibile. Una grande assurdità, una grande frode, un'illusione di enormi proporzioni basata su nozioni aberranti e su idee alle quali mai i tempi avrebbero dovuto arrivare. La semplicità grandemente deformata e complicata. La follia scambiata per logica. Grandiosi modi di agire basati sulle menzogne con la moralità di un Ponzi e di un Madoff.Il male descritto come virtù. L'ignoranza divenuta saggezza. La distruzione e l'impoverimento in nome dell'umanitarismo. La violenza come attrezzo del cambiamento. Le guerre preventive utilizzate come cammino verso la pace. La tolleranza passata per le armi dei governi. Punti di vista reazionari sotto le coperte del progresso. Un impero sostituisce la repubblica. Lo schiavismo venduto come libertà. L'eccellenza e la virtù scambiate con la mediocrità. Il socialismo per salvare il capitalismo. Una governo fuori controllo non represso dall'autorità della legge della moralità. Dispute a proposito di soggetti politici senza importanza, mentre noi sprofondiamo nel caos. La filosofia che ci distrugge non è la stessa che ci ha creato. Noi abbiamo rotto con la realtà: una nazione psicotica.Lignoranza con sembianze di conoscenza sostituisce la saggezza.Il denaro non cresce sugli alberi e la prosperità non viene da una stampata di carta o dall'accumulazione di deficit. Noi siamo ora in pieno consumo illimitato del denaro del popolo con tasse esorbitanti, deficit di trillioni di $, un dispendio dentro un sistema in scacco del welfare e della guerra.Una epidemia di cronicismo: una fornitura illimitata di moneta di carta assimilata alla ricchezza. Una banca centrale che deliberatamente distrugge il valore della moneta in segreto, senza restrizione, senza rimorsi. Pur tuttavia si acclama per gli pseudocapitalisti di Wall Street, il complesso militar-industriale e Detroit.Noi manteniamo l'ordine dentro il nostro impero mondiale con truppe all'interno di 700 basi in 130 paesi del mondo. Una pericolosa guerra si intende mantenere nel Medio Oriente e nell'Asia Centrale. Milioni di persone sono state uccise, al punto che noi dovremmo essere riconosciuti come i torturatori del XXI secolo. Noi supponiamo che nascondendo le immagini fin qui conosciute delle torture saremo ricordati come un popolo buono e generoso. Se i nostri nemici ci attaccano semplicemente perchè siamo liberi e ricchi le prove della tortura saranno irrilevanti. Ciò che è triste in tutto ciò è che abbiamo chi ha reso l'America grande buona e prospera. Noi dobbiamo rapidamente trovare la memoria e rinvigorire il nostro amore, la nostra comprensione e la nostra confidenza nella libertà. Lo status quo non può essere mantenuto considerando le condizioni attuali. La violenza e la perdita di libertà non si risolverà senza un vero pensiero rivoluzionario. Dobbiamo scappare dalla follia della moltitudine di coloro che ora stringono le fila ( i governanti). La buona notizia è che una soluzione è possibile attraverso l'azione di pacifisti ed intellettuali e, per fortuna, il numero di coloro che se ne occupa aumenta in modo esponenziale. Certamente tutto quello che potrebbe essere un brutto sogno od un incubo e che mi preoccupa seriamente è che si possa reagire in maniera eccessiva e spero che le mie inquietudini siano infondate.Ma, proprio in questo caso noi ci dobbiamo preparare a dei cambiamenti rivoluzionari per un futuro non poi così lontano."
Ciao a tutti.
http://www.youtube.com/watch?v=zdXh6ASMfpc

luigiza ha detto...

@misfix
Magari prendere in considerazione anche la informazione che si trova in http://www.palmbeachpost.com/news/not-everyone-was-surprised-by-haiti-earthquake-geologists-179327.html articolo che comincia con: "For years, scientists have warned that it was only a matter of time before another major earthquake hit Haiti or the Dominican Republic.

In 2006, a group of scientists, even predicted it's strength: magnitude 7.2.... "

No vero ? Non quadra con certe paturnie. Chiedi al Blondet se SOUTHCOM si esercitava già dal 2006 (duemilaSEI).
luigiza

Anonimo ha detto...

anche qui sta succedendo la rivoluzione

indopama

Giovanni Battista ha detto...

http://www.vocidallastrada.com/2010/01/litalia-censura-la-diffusione-di-video.html

Ne sapevate qualcosa?

GiBi

Anonimo ha detto...

ehi ragazzi, sarà il freddo ma siete proprio un po' giù, per favore non mollate, io non intervengo quasi mai, però vi leggo con interesse e penso che come me anche tanti altri, quindi su il morale e cominciamo a combattere siamo ancora tutti qui!!!
coraggio e grazie a Felice! Felice batti un colpo, tira su un po' questa gente!!!!!!! buona serata a tutti
lp

Daniele ha detto...

L'ultimo spasso del dipendente Brunetta...
Pazzesco, sentire cose dice quel tizio...
Patetico...
Lo scuso solo perchè ha i genitali troppo vicini al cervello (se na ha uno) e quindi riesco quasi a comprendere che possa dire solo c.....
Però siccome vorrei dirglielo in faccia, qui mi firmo con nome e cognome, odiando anonimi e chi non ha le palle di assumenrsi la responsabilità di ciò che dice.

Se mai leggesse questo post sarò pronto a spiegare al dipendente Brunetta erchè da ormai più di un anno sta solo facendo e dicendo cose prive di senso,anche di fronte a giornalisti e TV.
Preciso anche se non sono coumunista, tuttaltro.
Per certi figuri in politica ricordo anche che, visto ciò che stanno predicando, che la maggioranza dei cittadini si sono veramente rotti i cosiddetti di destre, sinistre, alti e bassi che stanno solo a parassitare chi lavora...
Io almeno sono davvero stufo!

Daniele Lazzarini.

Saluti a tutti gli amici del blog

Felice Capretta ha detto...

@ lp e tutti

anch'io stesso sono in una fase di passaggio.

guardo indietro e non vedo più riferimenti.

guardo avanti e vedo confusione generale.

guardo il presente e vedo che è tenuto insieme con lo scotch, pronto a crollare al prossimo scossone.

il logorìo dell'attesa.

oggi, cercando un'immagine da proporre qui tra i commenti, ho trovato questa, ben nota.

e poi, ogni volta che mi capita di accendere la tv, noto gli sguardi dei superstiti di haiti. e, mentre ricordo che in italia c'e' gente che piange ancora adesso per i terremoti di 30 anni fa, vedo persone che sorridono.

questa, secondo me, è la migliore certezza che possiamo avere.

che comunque vada, la vita fiorisce sempre.

e se sorridono sotto le macerie, vuol dire che probabilmente quelle persone hanno scoperto qualcosa di sè che noi abbiamo dimenticato.

ritrovarlo, ognuno il suo, è già un grande passo verso di sè...

...ed un ottimo punto di partenza

:-)

saluti felici

Felice

Felice Capretta ha detto...

..




...

















ma soprattutto, riusciro' ad imparare il rubenstein's revenge prima che sia troppo tardi?

:-D

Felice

fabio ha detto...

Felice non demordere siamo in tanti e siamo in crescita.
Il primo link contiente qualche errore, ma il senso mi piace ritorno al passato locale

http://petrolio.blogosfere.it/2010/01/jeff-rubin-una-verita-scomoda.html?utm_source=feedburner&utm_medium=feed&utm_campaign=Feed%3A+blogosfere-39+%28Petrolio%29

Mentre il secondo mi ha dato una buona consapevolezza che il risveglio è tra noi

http://crisis.blogosfere.it/2010/01/ampi-margini-di-miglioramento.html?utm_source=feedburner&utm_medium=feed&utm_campaign=Feed%3A+blogosfere-244+%28Crisis%29

un saluto a tutti
Fabio

guru2012 ha detto...

@ Indopama, Franco e la fisica dei quanti

Premetto, amici, che avendo fatto la cicala, molti anni or sono, oggi sono piuttosto impreparato ad affrontare certi argomenti non disponendo di solide basi di fisica, matematetica, scienze, etc.

Non credo, comunque, mi siano necessarie.

Vivo la mia reatà, dove i lampioni non sono creati dal mio pensiero, ma sono stati piantati lì da una squadra di operai, con lo scopo di illuminare la strada. E se distrattamente vado a sbatterci il naso, mi faccio un male boia, fisica dei quanti, o meno.

Non prendetelo per un ragionamento oscurantista, o materialista, lo so che stiamo percorrendo un strada sbagliata, ma la mia vita è adesso e quella dei miei figli, appena domani.

Quindi mi interessa interagire con questa realtà, anzi, sono innamorato di questa realtà e la vorrei diversa, migliore, più giusta.

Nelle altre dimensioni non so cosa facciano, oltre a fluttuare nello spazio-tempo, se la vedano loro, sono, appunto, altre.

Quindi io dico, stiamo al copione che ci è stato assegnato, o perlomeno, improvvisiamo sul canovaccio che ci siamo scritti, ma non allarghiamoci troppo, non è che siamo in missione per conto di Dio.

Se stiamo al posto nostro e non facciamo troppi danni, il miracolo si compirà da solo.

Mario ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Mario ha detto...

io penso che uno dei problemi dei nostri sistemi economici oggi sia questo:

http://www.carloneworld.it/images/4_Humor/Jpg/Neo-assunto_interinale.jpg

Mario ha detto...

scherzi a parte ...
Spero che corvo mi venga in aiuto nell'esprimere meglio quanto sto per dire ....

A volte non vi sembra di spostarvi da un argomento all'altro senza essere prima arrivati ad un qualche straccio di conclusione plausibile e/o condivisa?

Perchè invece non proviamo a rallentare e ad andare più in profondità nelle questioni?

Perchè prima non ci esprimiamo con parole nostre e poi mettiamo i link a supporto del ragionamento?

Mario ha detto...

faccio un piccolo esempio:

in un precedente post avevo fatto riferimento all'ostilità americana verso l'atteggiamento italiano nei confronti di paesi quali l'Iran con cui diverse nostre aziende hanno scambi commerciali, in primis l'Eni;

Folletto ci dice che l'Eni in realtà è nelle mani di banche d'affari americane;

"de" gli replica che non è convinto di questa cosa e fa riferimento all'accordo Eni Gazprom per il metanodotto che è in diretta concorrenza con quello sponsorizzato dagli americani;

Folletto cita dei link sull'azionariato dell'Eni, aggiungendo che sono di difficile comprensione.

Un rammarico perchè la cosa molto interessante è morta così, lasciando chiunque l'abbia letta con più di qualche dubbio.
Un rimprovero amichevole a Folletto perchè non è entrato nel merito delle affermazioni di "de" e se i link in questione erano di difficile comprensione forse sarebbe stato meglio che ce lo spiegasse lui quel discorso.
Una tirata d'orecchie al sottoscritto che poteva trovare il tempo di provare ad approfondire lui quel discorso, anzichè demoralizzare una buona parte degli amici di IS!!!

Mario ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Mario ha detto...

Uno a questo punto potrà anche obbiettare:"che ti interessa di Eni e Gazprom?"
Il punto è che l'informazione di Tv e giornali abbiamo deciso di scartarla perchè manipolata.
Ma cosa facciamo, beviamo come fosse brodo caldo tutto quello che ci viene detto nei cosidetti canali alternativi?
Così poi mettiamo mano al portafoglio e senza renderci conto ci compriamo un residence in Brasile(scusate il chiodo fisso).
Oppure prendiamo le informazioni che ci arrivano e le "lavoriamo tutti assieme", ognuno mettendoci la propria sensibilità, la propria esperienza e perchè no i propri link?
Forse non arriveremo a cambiare il mondo, ma magari capiremo qualche cosa di più di ciò che ci sta intorno e magari anche di noi stessi prendendo ciò che di buono tutti quanti sapremo offrire gli uni agli altri.

Anonimo ha detto...

un saluto a tutti
@ mario
24 gennaio 2010 22.55
noi non possiamo cambiare il mondo, in quanto , ciò , vorrebbe dire cambiare la testa di tutti.
ma possiamo contribuire a cambiare il ns mondo personale , e poi , l' esterno di noi.
vedi, basta poco per migliorare.
basta amre noi stessi e chi ci circonda; ciò non vul dire che dobbiamo accettare tuttto dagli altri, ma rispettare, anche se non si condivide.

ripeto , una cosa scritta più volte.
lo scopo, di poter scrivere su questo blog, e dico ancora grazie a felice, è la possibilità di poter scambiare le ne esperienze, i ns pensieri, con i quali possiamo essere spunto ad altri.
tutto è uno scambio di esperienze, ogni cosa, ogni situazione ci lascia dentro un qualcosa.

@ guru
fisica quantisctica.
premesso che noi siamo prima di ogni cosa, solo pensiero.
se chiudi gli occhi, rilòassi la tua mente, e se riesci a non sentire il tuo corpo, rimane solo ciò che sei; pensiero.

il ns pensiero ha potere sul ns corpo e sul ns mondo esterno.
il ns stato di pensiero, influenza e determina la ns aura, la quale " attira" situazioni e pensieri, dal " mondo dei pensieri".
i pensieri vibrano a frequenze diverse, cosi come vibriano noi.
per accogliere pensieri di " alta frequenza" dobbiamo essere e vibrare a tale frequenza.
in parole povere, il ns corpo, comandato tramite i ns cervello, è un gran ricevitore/ trasmettitore di frequenze.
la frequena più alta, è quella dell amore incondizionato;l' amore che conosce solo l' atto del dare, del permettere.
con affetto
franco

Anonimo ha detto...

Intanto che aspettiamo il leap qui ci sono gli scenari proposti dalla Wegelin & Co. Banchieri Privati, è la più antica banca svizzera, fondata nel 1741.

Link 1

Link 2

Versione breve in ita:

Un anno di decisioni difficili

San Gallo, 8 dicembre 2009 – Per illustrare gli attuali segnali contradditori sui mercati finanziari, il nuovo bollettino finanziario di Wegelin & Co. ha ideato tre scenari per l’anno a venire: la “piacevole L inclinata”, l’“abisso rosso” e la “ripresa dell’est”. Nella consapevolezza che le alternative si escludono a vicenda si possono intravvedere avvenimenti estremi negativi e dedurre conseguenze per l’attività d’investimento.

Lo scenario “piacevole L inclinata”, chiamato anche scenario normale, parte dal presupposto di un avanzamento degli sviluppi del 2009 verso un futuro migliore. A seguito di un elevato indebitamento del sistema bancario, le distorsioni vengono corrette dalla recessione mondiale. Ciò premesso, tuttavia, la struttura di base dell’economia rimane praticamente invariata. La bilancia tra la varie potenze economiche si sposta in modo impercettibile e il sistema bancario approfitta dell’incessante politica dei bassi tassi d’interesse e dell’eccessiva liquidità delle banche centrali.

Notevolmente più pessimistico sembra essere il secondo scenario de “l’abisso rosso”. Una spirale della rovina, ingeneratasi a seguito dell’indebitamento delle nazioni occidentali, ed accelerata da errori politici, ovvero: le misure di rilancio rivelatesi investimenti errati, gli ulteriori fallimenti in Europa e negli USA e la pressione, in costante aumento, dell’opinione pubblica sull’economia. La Cina allo stesso tempo vive una crisi politica interna che a sua volta porta all’instabilità sociale.

La ripresa dell’est, quale terzo scenario, porta ad uno spostamento dei poteri globali. Il lancio di un’alternativa asiatica al dollaro statunitense, lo smantellamento da parte dell’India degli ostacoli commerciali interni e il suo ruolo pionieristico nell’ondata d’innovazione, in Cina un ceto medio in forte crescita e un aumento del consumo, e paesi confinanti e non che approfittano della ripresa cinese portando ad una stabilità dell’est che sembra essere sostenibile, mentre l’Europa e gli USA lottano contro un nuovo crollo congiunturale.

Da diverso tempo sui mercati finanziari si possono osservare fenomeni che di rado si presentano contemporaneamente: corsi azionari al rialzo, rendimenti obbligazionari al ribasso e prezzo dell’oro in forte risalita. Si aggiungono divergenze tra i sondaggi sulla situazione economica e dati di fatto come la disoccupazione, l’edilizia e il consumo. Grazie a tre scenari, il bollettino finanziario di Wegelin & Co. canalizza la momentanea perplessità sui mercati finanziari e ne trae delle conseguenze per l’attività d’investimento. Il dottor Konrad Hummler illustra che siamo alle porte di un anno di decisioni difficili.

DAZ

luigiza ha detto...

Provo a seguire il consiglio di Mario.
Ricapitoliamo il caso:
- mixfix segnala un articolo del Blondet ( http://www.effedieffe.com/content/view/9386/164/) dove si ipotizza un legame tra esercitazioni del SOUTHCOM degli U.S.A. e terremoto di Haiti indotto da strutture U.S.A. (HAARP);
- il sottoscritto risponde che il terremoto era stato annunciato già dal 2006 come si legge in http://www.palmbeachpost.com/news/not-everyone-was-surprised-by-haiti-earthquake-geologists-179327.html
- altri potrebbero ribattere che sotto Haiti vi sono grossi giacimenti di petrolio come si legge in http://translate.google.com/translate?hl=en&sl=auto&tl=en&u=http%3A%2F%2Fwww.metropolehaiti.com%2Fmetropole%2Ffull_une_fr.php%3Fid%3D13439 e che gli U.S.A. hanno interesse ad impossessarsene.

Però il semplice buon senso, ripeto il BUON SENSO, suggerisce che per ottenere lo scopo presunto, è molto più semplice pagare un generale, un colonnello haitiano di grande ambizione ed appoggiarne il colpo di stato o piuttosto che indurre un terremoto che disatruggerà certamente gran parte delle infrastutture che ti farebbe comodo avere intatte e porterà i nativi alla disperazione oltre a costringerti a mobilitare il tuo esercito con ulteriori costi.
Se si nragiona col boun senso si accetta la 1.a ipotesi ed il resto é o paranoia o malafede.
Come é paranoia e malafede le spiegazioni che si danno per l'intervento U.S.A. in Iraq. La posta in gioco qui é enormemente più alta che qualche pozzo di petrolio.
luigiza

jjletho ha detto...

@franco & Indopama
Ho letto solo ora alcune cose ivi scritte. Entro a gamba tesa perchè vorrei tentare di scindere i due domini:
una cosa è la fisica dei quanti (la GUT, le varie dimensioni necessarie per renderla possibile etc etc...), un'altra è il pensiero positivo, il concetto filosofico di realtà et varie altre teorie ivi lette o riportate.
Non vorrei che si stessero facendo mischioni perchè sono cose discinte.
Volete parlare di scienza? Parliamone (magari venite in un altro forum e iniziamo a discute dal modello Kaluza-Klein [o, ancora prima, di Nordstrom] ed arriviamo fino alle superstringhe, alla M-theory, alle varietà di Calabi-Yau etc etc ).
Se volete parlare di altre cose vi pregherei solo di non metteteci in mezzo la scienza a supporto.

@Mario
in questo caso sono pienamente d'accordo con te. Buttare lì 100 argomenti porta ad un "rumore di fondo" che svia la conversazione.
Secondo me va bene andare in OT se l'argomento è finito o se ci sono altri argomenti più importanti. Però sarebbe importante avere un filo guida nelle discussioni.
Altrimenti è come un fiume che si dissipa in 1000 rigagnoli e non porta a nulla.

@franco
come la mettiamo con i banchieri che hanno solo
le frequenze più basse, quelle che conoscono solo l' atto del prendere e del non permettere? Dobbiamo andare in pareggio con le nostre frequenze del "solo dare"? :-)


@daz
Grazie a tre scenari, il bollettino finanziario di Wegelin & Co. canalizza la momentanea perplessità sui mercati finanziari e ne trae delle conseguenze per l’attività d’investimento

LOL, è il bingo della cazzata per dire che nemmeno loro sanno che succederà... Altro che canalizzare la perplessità, mi pare tirare a membro di segugio questo!

Anonimo ha detto...

Haiti. Un terremoto artificiale provocado dagli USA ?
http://www.voltairenet.org/article163670.html

Anonimo ha detto...

@ jjletho

si, se perfino loro non si azzardano a propendere x uno specifico scenario significa che non c'è una momentanea perplessità ma bensì il chaos totale.


DAZ

Anonimo ha detto...

Un saluto a tutti,

@jjletho

citi teorie e nomi che non conosco.
Io scrivo e parlo solo di ciò che conosco e vivo.
So che una cosa è il pensiero, che venga definito positivo o meno, ma è sempre pensiero, un’ altra cosa sono i quanti.
.. anche se, in fondo sono tutti espressione della stessa cosa.
Anche i banchieri sono dio, al pari di tutti.
Loro portano avanti un loro pensiero, che è conforme al loro modo di essere.
Non lo condivido, ma lo rispetto.
Allo stesso modo fanno i politici, le chiese, o le varie sette.
Se siamo convinti che tutto nasce da ciò che definiamo dio, allora, cosa non è dio?
Dio è la somma di tutti i pensieri.
Così come quando soffia il vento; anche esso è un’ energia consapevole.
Può esprimersi con brezza fresca, oppure come tramontana, o in tutti le sue manifestazioni, ma è sempre la stessa energia.
Quando si manifesta, non si preoccupa di chi investe, lo fa per il semplice fatto di essere.
Ma , se a me , da fastidio, mi riparo.
La ns terra, è il piano della dualità e delle possibilità.
Questo è uno dei pochi piani, dove lo spirito ( o pensiero)si può esprimere in tutte le frequenze.
franco

Anonimo ha detto...

accidenti, franco si pappa sempre il commento numero 69 .................

doc If ha detto...

Visto che si stanno toccando argomenti profondi che spaziano dalla religione alla metafisica alla scienza delle ultime frontiere, faccio una domanda provocatoria: e se avessero ragione i Catari che con la loro eresia dicevano che questo mondo in realtà è stato creato da un Dio malvagio, completamente diverso dal Dio buono ed inconoscibile? Se ci si pensa molte caselle troverebbero una loro collocazione. E guardate che l'eresia Catara è sopravvissuta ed è quella che più di tutti ha terrorizzato LE chiese e GLI imperi.

Anonimo ha detto...

un saluto a tutti
@doc lf
i catari avevano un aloro visione della vita, molto corretta e corerente. la soria ci insegna che sono stati sterminati dalla chiesa.
il loro concetto del dio creatore cattivo, è stato un pò alterato.
ho scritto, in passato, anche questo aspetto.
il dio della chiesa, che si rifà al dio di abramo, era , ed è , un essere di un' altra dimensione, che usa mantenere il suo dominio sulal terra, e su gran parte dell' umanità, tramite le chiese, ed alcune sette.
infatti, se leggiamo il vecchio testamento, il dio di abramo è un dio vendicativo, che invita alla guerra, che uccide chiunque trova sul suo cammino.
il suo tempo sta per finire.
si nutre di energia, si crea energia , da cui trova forza, quando ci sono le guerre, le torture, la violenza, per la sola sete di potere.
quando viene violentato un bambino, oppure quando ci sono i concerti rock. un' altra situazione , favorevole a questo essere, ma non è l'unico, è data , quando ci sono i centri tipo fatima, o simili.
in quei momenti, l' essere umano si "apre", lascia andare le propie energie, cercando aiuto all' esterno.
... so che sono concetti nuovi, non facili da capire, ma anche questa è vita.
anche questo abbaimo alimentato per millenni.
franco

Anonimo ha detto...

Salve
Leggo da circa un anno Mister Capretta e tuttti i suoi Amici
Lui parla del Mondo della Crisi Economica e di Noi
E voi di un po' di tutto e mi piace!!
Un po' come essere al capezzale di un moribondo
in attesa che muoia
in attesa di cosa ci riserva il futuro
ma il moribondo viene tenuto in vita artificialmente oppure è morto e a noi non hanno detto nulla
e noi aspettiamo
aspettiamo
parliamo
parliamo
ma non succede nulla
e sul nulla è difficile parlare, criticare e avere idee che non siano gia state discusse......

LIMBO!!!


ATTESA!!!


non abbiate fretta sediamoci in riva al fiume e aspettiamo che passi il primo cadavere

sapremo allora che fare e di cosa parlare

PAZIENZA!!!

saluti anonimi

Anonimo ha detto...

Realtà e mente: un unico funzionamento?

È possibile che il nuovo paradigma invocato da Einstein e da tanti altri grandi scienziati per spiegare in termini classici la meccanica quantistica richieda di considerare la realtà come una grande mente che immagina l’ universo?

http://www.altrogiornale.org/news.php?extend.5770

Celtic voyager!!! ha detto...

Non succede nulla??? Hai sentito in giro cosa dicono su questo inizio anno???

"Non ci sono soldi, gl'italiani sono tutti schiavi dell'ipoteca."

Da quelli che conosco, chi è negl'USA dice di voler venire qui o andare in Brasile, che è in Brasile vuole andare negl'USA o venire in Europa, chi è in Europa vuole andare in Brasile o negl'USA...

Anonimo ha detto...

@Guru

tu dici che t'interessa la realtà materiale, e hai pure fatto l'esempio der lampionesu cui sbatti la capoccia... bene 8non per la capoccia)...

che succede quando sbatti contro il lampione?

tutto è formato da atomi, gli atomi sono formati da un nucleo attorno a cui orbitano degli elettroni... ma l'atomo non è un entità solida... somiglia più a una nuvoletta elettronica...

le molecole e i corpi materiali (il lampuione) che ne derivano sono il risultato di energia che si è condensata... faccio n'escursus: se per assurdo tu camminassi su giove ti ritroveresti a camminare su una superficie solida, ma si tratta di gas altamente concentrati, gas che hanno assunto, per la compressione, una parvenza solida...

Succede quindi che gli elettroni superficiali che costituiscono la tua capoccia scontrandosi con quelli del lampione creino una forza che respinge, una sorta di effetto elettromagnetico... i recettori della cute sono i neuroni, che ti comunicheranno (al tuo cervello) un senso tipo dolore... allo stesso modo vale per altre sensazioni (olfatto, udito) che agiranno su altri recettori...

La meteria esiste, ma è energia condensata...

Er Pantera

Anonimo ha detto...

me correggo: i recettori della cute nun so i neuroni (che stanno nella capoccia), me so sconfuso... vabbé spero abbiate capito il senso del discorso lo stesso

Er Pantera

Anonimo ha detto...

catari = gnosticismo (radice di tutte le eresie e base della masso
http://www.mediatrice.net/modules.php?name=News&file=print&sid=2693)
>
http://www.kattoliko.it/leggendanera/modules.php?name=News&file=print&sid=1538

http://www.kattoliko.it/leggendanera/modules.php?name=News&file=print&sid=663

Anonimo ha detto...

ecco che si riparte con la catena di sant'antonio dei link, e io che speravo di leggere qualcosa scritto da voi...

indopama

Anonimo ha detto...

titolo del post:
"Commenti e link liberi"

Anonimo ha detto...

un saluto a tutti
"accidenti, franco si pappa sempre il commento numero 69 .................

25 gennaio 2010 02.29
caro anonimo, cosa vuoi dire^?
franco

Anonimo ha detto...

@ franco: era risposta a chi si lamenta per i link.. che rimandano a precisi articoli (determinati argomenti non possono esaurirsi in poche righe). In ogni caso il titolo del post concedeva questa "libertà".

luigiza ha detto...

@Anonimo del 25 gennaio 2010 03.03 che scrive:
"... e noi aspettiamo
aspettiamo
parliamo
parliamo
ma non succede nulla..."

Sbagli e di grosso. Se ti sembra che non succeda niente é semplicemnete perchè tu ignori il fatto che (non sono parole mie) 'ciò che é primo nell'ordine di esecuzione NON lo é NECESSARIAMENTE in quello di apparizione".
Se stai fermo sulla riva del fiume subirai brutte conseguenze quando l'ovvio (per certuni) si manifesterà.
E' in fondo ciò che sta dicendo il Corvo sul suo sito. Ti consiglio di fargli visita.
Poi potrai credere ho meno a quello che vi leggerai, ma questo dipende dalla tua natura.
luigiza

jjletho ha detto...

@anonimo 03:45

Risibile tutto il discorso. Iniziamo dal fatto che parte da questo concetto:

Come può essere che la nostra mente ci permetta di sopravvivere a contatto con la realtà, se questi due mondi fossero realmente disgiunti e senza alcun legame tra loro? L’unica spiegazione possibile è che il funzionamento della realtà si sposi piuttosto bene con quello della mente umana.

Quindi è la realtà che si sposa con la mente umana?
Sappiamo tutti che la nostra mente è stato il frutto di una evoluzione che ha premiato CHI meglio si adattava a questo mondo.
Quindi questo è un effetto, non è una causa.
E' come dire che l'oceano è così perchè le balene sono così, quando invece è il contrario [le balene sono così per adattarsi all'oceano].


Possibile che il nuovo paradigma invocato da Einstein e da tanti altri grandi scienziati per spiegare in termini classici la meccanica quantistica richieda di considerare la realtà come una grande mente che immagina l’ universo?

Prima di tutto bisogna fissare il concetto di mente. Umanocentricamente parlando, la risposta è no.
Altrimenti avrebbe anche la fantasia. E se così fosse, hai voglia a parlare di regole naturali...
Se non è una mente umana, allora non stiamo parlando di nulla, perchè la possiamo chiamare in mille modi differenti (anche "Dio" se vogliamo) e facciamo atto di fede, ma con la scienza poco ha a che fare.

@er pantera sul discorso con Guru2012

Tutto ciò che ci circonda è regolato da leggi fisiche[etc etc etc se mi permetti la semplificazione], e noi possiamo vivere anche senza conoscerne nemmeno una e conoscendo solo gli effetti che esse hanno su di noi.
Conoscerle non cambia le nostre priorità principali da esseri viventi (mangiare, casa, riprodursi, EVITARE I LAMPIONI etc etc).
Energia condensata o materia velocizzata, Guru dovrà mangiare per andare avanti [solo lui ;-)].
Quello che diceva è che, nonostante lo sfoggio di cultura lui vorrebbe arrivare a parlare di qualcosa di più concreto, i suppose...

guru2012 ha detto...

Ok, er... pantera, dici che materia è energia condensata, chiamala come credi, non ha importanza.

Non ci serve a niente cercare di capire le leggi che governano la nostra realtà, né siamo in grado di farlo.

Già ci resta difficile comprendere il funzionamento di un normale avvolgibile (che è un miracolo della tecnica), figuriamoci le leggi universali.

Anonimo ha detto...

@rumenta e guru

chiedete cose concrete e io vi parlo solo di cose concrete perche' vi parlo della mia vita quotidiana.

lasciamo perdere i link, quando vi dico che siamo solo pensieri e' perche' l'ho sperimentato e lo sperimento tutt'ora 24h al giorno, ho sperimentato che le regole della fisica possono essere sconvolte ogni quando il cuore lo desidera e con cuore intendo il luogo in cui nascono i nostri pensieri.
io vivo un momento in cui quelli che voi chiamate miracoli sono per me la norma, non li descrivo perche' diventerei non credibile, per questo cerco di parlarne un po' per volta.

la differenza la fa ognuno di voi nel decidere se cominciare a scoprirsi per quello che e' piuttosto che cercare di convincersi di essere come qualcun'altro vi ha detto che siete.

io, franco e qualsiasi altra persona non puo' fare niente su di voi perche' ognuno decide la propria vita.
io capisco benissimo franco quando dice che sa chi e', lo so perche' anch'io so chi sono e la differenza da quello che pensavo di essere e' cosi' enorme da essere quasi inimmaginabile.

qui non siamo in gara a chi e' piu' bravo, nessuno deve dimostrare niente, per quel che mi riguarda io vivo ogni giorno per sperimentare il gioco della vita, scrivo ora perche' mi da' gioia farlo e mi da gioia pensare di avere qualche amico in piu' con cui condividere esperienze simili. e scrivo di cose mie.

a me l'economia, l'obama di turno, la guerra nuova che verra', i terremoti e gli tsunami sono roba che non interessano ormai piu'. quella andava bene prima quando avevo paura...

e voi... perche' scrivete?

indopama

Anonimo ha detto...

accidenti ho sbagliato, volevo scrivere:
@jjletho e guru, rumenta non centra niente. la mente mente...

:-)

indopama

vigna ha detto...

@ indopama

Se non sono troppo invadente, posso chiederTi, quando hai perso la paura?
Cosa è stato determinante per il Tuo nuovo camino interiore?
In che modo si percepisce il cambiamento.
Sono convinto che, quello che Tu dici sia vero, ma non ho mai avuto l'occasione di avere un'esperienza personale, come descritto da Te nei Tuoi racconti.
Spero di arrivarci prima o poi.
Saluti felici
vigna

Anonimo ha detto...

@vigna

ti fidi del cuore, cioe' di quello che ti senti, lo segui ogni momento, cioe' fai sempre e solo quello che ti senti di fare senza tenere conto di nessuno, poi quando vedi che ogni cosa riesce sempre alla perfezione piano piano sparisce la paura ed aumenta la consapevolezza.

la paura e' paura dei giudizi degli altri ma se capisci che gli altri sono generati da te di cosa hai paura? e cominci a giocare al gioco della vita.

perche' gi altri sono generati da te?
perche' sei sempre e solo tu che pensi che esista questo o quello, sei sempre e solo tu che crei la realta'.
pensi di vedere, pensi di sentire, pensi di toccare, tu pensi sempre ogni cosa che definisci "reale". non riesci a percepire qualcosa senza pensarlo. la tua realta' (che e' tutto cio' che sei sicuro di avere) esiste solo nei tuoi pensieri.

una volta consapevole che il tuo mondo e' si' reale ma generato e formato dai tuoi pensieri, la vita normale diventa sempre meno normale cadendo le varie regole a cui eri abituato.

la gioia di vivere diventa quotidiana e si cerca sempre piu' amore, io lo trovo seguendo il cuore, qualsiasi cosa esso dica di fare la faccio. non esiste il giusto o sbagliato ma solo esperienza, il tutto fa parte di un piano di cui non conosco lo scopo ma al momento mi sta bene cosi', fare esperienza di amore nelle sue varie forme.
ti entra amore dal cibo, dal lavoro, dai soldi, dal leggere un libro, dal fare le chiacchiere, dalla donna che ami, da ogni cosa.

sempre consapevole che la realta' e' la realta' dei pensieri.

poi se chiedi alla vita esperienze nuove che chiami paranormali le puoi anche avere, ti arriveranno comunque anche senza chiederle. piano piano sempre di piu' e sempre piu' a lungo. diventi sempre piu' consapevole della creazione, anche se nel tuo piccolo.

e poi e' tutto da scoprire, per partire pero' e' necessario prima mettere da parte tutto il conosciuto per fare spazio al nuovo. niente pregiudizi, niente di niente, riscrivere il libro della vita da capo.

e poi ognuno e' diverso dall'altro e sarebbe molto interessante scoprire come questi ognuno interagiscono l'uno con l'altro, sempre tenendo in mente che tutto e' uno per cui anche le distinzioni vanno viste in tutt'altra maniera.

tutto da scoprire...


indopama

Anonimo ha detto...

@ indo
e' troppo indiscreto chiederti quanti anni hai?

katanga

Anonimo ha detto...

@ indo
e' troppo indiscreto chiederti quanti anni hai?

katanga

Anonimo ha detto...

41

guru2012 ha detto...

41?

Indo, sei un pischello. ;D

Anonimo ha detto...

si, sono anche quello.

vigna ha detto...

Indo,

da come esprimi la Tua saggezza, te ne avrei dato molti di più. Potresti quasi essere mio figlio e, nonostante questo, ho da imparare da Te.
Compliments.

vigna

Anonimo ha detto...

vigna, tu non devi imparare da nessuno, stai gia' facendo tutto da solo e bene. non esistono maestri perche' ogni strada e' diversa e cosi' deve essere perche' se fosse tutto uguale non ci sarebbe niente.

buon viaggio, senza freno a mano tirato... :-)

indopama

Anonimo ha detto...

indo anch'io ti facevo piu' "maturo".
...io ci provo ad essere piu' in sintonia con l'anima perche' trovo nei tuoi messaggi un cammino che istintivamente mi sembra quello corretto, solo che poi posta rumenta e anche qui istintivamente mi associo all'incazzatura costante nel vedere calpestati in ogni dove e a qualsiasi livello,la GIUSTIZIA e la DIGNITA' che URLANO vendetta.
so' che e' una domanda da 100 milioni di dollari, ma come compaginare quindi quest'ansia di rivoluzione e resa dei conti con la voglia di evolvere spiritualmente?

katanga

Anonimo ha detto...

HAITI E L' ARMA SISMICA
http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=print&sid=6707

http://www.voltairenet.org/article163670.html

Anonimo ha detto...

@katanga

nel momento in cui hai formulato la domanda, dentro di te c'era gia' la risposta, solo che non l'hai ascoltata per paura...
almeno a me succedeva sempre cosi'.

indopama

Anonimo ha detto...

@ indo

e hai anche ragione,credo che il mio alla fine sia uno spirito in evoluzione rivoluzionario.....

mah

katanga

jjletho ha detto...

@katanga

Come disse Quelo:

la risposta è dentro di voooi, e però è sbagliata...

Anonimo ha detto...

@ jjleto

vedo che hai capito il mio probbblema!!

katanga

Anonimo ha detto...

ai confini del linguaggio.
link