sabato 6 marzo 2010

italiani, eterni secondi




Atene, Grecia. 4 Marzo 2010

Il governo approva le misure di emergenza per il salvataggio finanziario della nazione. Tagli agli aiuti pubblici.







***


Berkeley, California. 4 Marzo 2010

Il governo locale approva le misure di emergenza per il salvataggio finanziario dello stato. Tagli all'istruzione.





***

Italia, Roma. 4 Marzo 2010

Il governo approva le misure di emergenza per il salvataggio politico della fazione di maggioranza alle prossime elezioni. Tagli al diritto e sberleffo alla sovranità popolare.








(italiani, eterni secondi...)

saluti felici

Felice Capretta

90 commenti:

Anonimo ha detto...

http://www.repubblica.it/politica/2010/03/06/foto/popolo_viola_quirinale-2524612/1/

beh direi una manifestazione in grande stile...

Marco

Giovanni Battista ha detto...

Salve a tutti.

C'è una domanda che mi ronza per la testa alla quale non ho trovato risposta...

In Grecia, e dovunque vengano prese misure simili, saranno decurtati stipendi e pensioni anche di POLIZIOTTI ED EX POLIZIOTTI .... o no?

Sarebbe troppo bello, rischierebbero un ...auto-gol!

GiBi

P.S. Credo però che abbiano invece considerato bene la cosa, e lasciati intaccati gli stipendi dei manganellatori, cosè da assicurarsene i servigi...

Che schifo di mondo!

Anonimo ha detto...

Meglio vivere un giorno da capretta felice che una vita da pecoroni....

Duffy ha detto...

questo è fantastico

http://www.corriere.it/economia/10_marzo_06/tremonti-grecia-fondo-monetario_c2a71ffc-28f2-11df-a5a9-00144f02aabe.shtml

sarmata ha detto...

Bella la serie di foto esplicative.
Manca l'Islanda che si appresta a sostenere un referendum capestro, in stile Irlanda.
Manifestazioni più o meno rumorose e partecipate saranno la norma, ma non credo che cambierà la trama del film.
Impoverimento graduale, individuazione dei settori da tagliare o taglieggiare di volta in volta (come per le privatizzazioni) in modo che il tuo vicino pensi sempre "mi spiace per te ma non mi tocca"...cose che ho già visto.
Intanto questi farabutti, ladri, mafiosi, corrotti e collusi in parlamento continuano le loro sceneggiate e noi li guardiamo convinti che siano loro gli attori principali...
Mah....

jjletho ha detto...

@anonimo marco
Vero, sconfortante direi.
Sconfortante che ormai possano sentirsi di poter fare ciò che vogliono senza che nessuno più si infuri e li vada a prendere a casa

@sarmata
non so. ma io in giro sento sempre più nervosismo. Palpabile quando si parla di politica. Prima c'era risentimento o rassegnazione. Ora c'è ira.
Non è mai un buon segno.

Anonimo ha detto...

...ma dov'è finito il solito anonimo che vive su un altro pianeta?

niente da dire su questo post?

naturalmente va sempre tutto bene, vero?

anonimo :-*

Anonimo ha detto...

La tecnica del “colpo di stato colorato” (I parte)
http://www.ariannaeditrice.it/articolo.php?id_articolo=31039

La tecnica del "colpo di stato colorato" (II parte)
http://www.ariannaeditrice.it/articolo.php?id_articolo=31040


Scenario Dal «popolo viola» al governo del mondo
http://conflittiestrategie.splinder.com/post/22353452#more-22353452

Edo ha detto...

Caro Capretta, ti leggo sempre e ti ammiro, ma...

Vota e lascia votare!!!

Mario B. ha detto...

Soros tifoso della Fiorentina?

Anonimo ha detto...

un saluto a tutti.
il ns presidente napolitano, dopo aver incontrato berlusconi,ha firmato il decreto salva-liste.
fa parte delle sue scelte; ed ha scelto.
di pietro, e la sinistra, protestano, come se fosse in atto una rivoluzione.

protestano, perchè hanno apura di ottenere meno voti, quindi meno potere.

non hanno il coraggio di protestare, ed invitare la gente in piazza per il fatto che=
-ORMAI CI SONO TRE MILIONI SENZA LAVORO
-PER IL FATTO CHE IL GOVERNO NON HA DATO NESSUN AIUTO CONCRETO ALLE FAMIGLIE.
-PER IL FATTO CHE IL GOVERNO CONTINUA A PROCEDERE CON LE CENTRALI NUCLEARI, QUANDO , NOI ITALIAANI, E TUTTI I PERSONAGGI DELLA SINISTRA, CHE SONO IN PARLAMENTO, HANNO VOTATO NO.
-PER FATTO CHE ABBIAMO PERSO LA NS DIGNITà NAZIONALE.

in ogni caso, tutti hanno ragione, secondo il loro punto di vista.
ma gli interessi , di noi cittadini, non li difendono mai.

il loro interesse non coincide con quello del popolo.
....in fondo, hanno il potere che gli italiani hanno dato a questi politici; quindi,non penso,che la colpa è dei politici, ma di chi li vota, di chi li applaude.
se una cosa non la condivido, non fa parte del mio mondo;
se una situazione non è consona al mio modo di essere, dico no; senza compromessi.
abbiamo un potere, il potere di scegliere; usiamolo.
cosi , potremmo incolpare solo noi.
franco

Maurizio ha detto...

Felice, un taglio al diritto ed alla sovranità popolare, sarebbe stato non essere intervenuti. Prendi ad esempio dal Presidente della Repubblica nel 1995,Oscar Luigi Scalfaro, che allora, per un caso simile, non si comportò da Pilato, come qualcun altro ora.
Per un "cavillo burocratico" non si può escludere dalle votazioni il 60% dei votanti di una regione. In questo caso sarebbe stato leso il diritto dei cittadini.
A meno che a qualcuno non piaccia VINCERE FACILE.
Io pratico uno sport in cui si gioca singolarmente e mi vergognerei a partecipare ad una gara dove fossi l'unico concorrente.
Devo ammettere però che non tutti la pensano come me.

Anonimo ha detto...

@ Maurizio
In un paese normale la dialettica democratica avrebbe consentito di concordare una soluzione condivisa per garantire una competizione leale.
Da chi si arroga il diritto di ognipotenza in virtù di un consenso elettrorale frutto (almeno parziale) di compravendite di voti e compromessi di varia natura e da chi va a "escort" invece che a prostitute pagandole con i soldi nostri aggiustandosi leggi e leggine a seconda delle proprie necessità e convenienze decidendo magari di anche di far trasmettere "La carica dei 101" al posto di trasmissioni "scomode", non faccio sconti!
Paghino almeno i loro stessi errori così come accade a tutti noi, tu compreso.
Sarà di lezione per la prossima volta.

Noel ha detto...

Sei riuscito a farmi ridere anche in questa tragica situazione, complimenti :)

Maurizio ha detto...

Ad Anonimo 6.07
Dimmi la verità, leggi Repubblica, vero?
Ti dico una cosa sola secondo Te, una persona con il patrimonio dei Berlusconi, paga le prostitute con i nostri soldi ?
Ma fammi il piacere !
Ti do un consiglio, prova a leggere anche qualcosaltro, tipo Sansonetti (se sai chi è) che certamente non è di destra e non ama Berlusconi, ma se non altro ragiona con la sua testa e non con quella di De Benedetti.
Ciao

Andrea ha detto...

Chi se ne frega.

Che vinca la sinistra o la destra sempre i soliti poteri occulti dettano il programma (il programma che viene portato avanti, non quello che viene proposto in campagna elettorale).

La democrazia è una foglia di fico.

Spina più, spina meno, non cambia il succo.

Il Bagatto ha detto...

Pura fantasia complottista: durante le prossime manifestazioni di piazza indette dal popolo viola e dalla sinistra succede qualcosa di grave. Di Pietro continua ad attaccare Napolitano (ai limiti del penalmente perseguibile?). Monta (ad arte?) la paura di un golpe di sinistra...
Soluzione: "normalizzare" la situazione, cioè autogolpe del governo in carica

Axel ha detto...

@Maurizio
un eventuale 60% di 'preferenze', NON e' mai il 60% dei votanti, bensi' dei voti validi (=votanti-bianche&nulle). E credimi a livello di elettori significa un numero decisamente inferiore alla maggioranza assoluta -se vuoi ti fo un conto.
E poi, firme non valide non sono un cavillo, ma una regola da sempre accettata e rispettata.
Se poi ti appelli al fatto che in questo paese negli ultimi anni le regole le fa ad uso e consumo una persona x i propri comodi... potresti aver 'statisticamente' ragione, ma questo non significa ne rispetto delle regole ne tantomeno democrazia

Anonimo ha detto...

@Maurizio
Sono una che lavora 14 ore al giorno per tirare avanti la baracca per via di una crisi generata da quelli bellini in giacca e cravatta che davanti ua un computer fanno i giochini con azioni, swift, pfift e altre amenità simili.
lavorano qualche ora al giorno, guadagnano milioni, non hanno mutui da pagare a alla sera montano sul loro bel SUV nuovo fiammante e maledicono il tempo incerto per il week end.
Assomigliano a molti politici la cui occupazione, pare sia quella di fare gran cene e festini con i soldi dei contribuenti, salvo fare qualche bel discorso di circostanza quando necessario.
E' la stucchevole arroganza di chi abusa del proprio potere o del proprio benessere strafregandosene degli altri che mi fa ribrezzo e la supina accondiscendenza e la rassegnazione di molti a questa logica di prepotenza mi gela il sangue.
Ho sempre pensato che fare un passo indietro anche difronte all'arroganza e di passare spesso da "bischeri" fosse un modo per dimostrare la propria disponibilità e intelligenza, ma quando ci si trova difronte ad un rullo compressore che distrugge ogni cosa insensibile alle esigenze degli altri o al rispetto delle regole comuni, occorre reagire con forza e pretendere il rispetto che ci si merita.
Lasciamo perdere il patrimonio di berlusconi e le sue origini per il quale credo Sansonetti abbia le idee molto chiare.
Per me andare a prostitte è una volenza a chi per necessità si vende un pezzetto di dignità per soddisfare la maialeria di molti uomini.
Gli uomini che poi fanno di questo un vanto illudendo persino se stessi di poter comprarsi anche un sentimento, dimostrano tristemente la loro pochezza.

Anonimo ha detto...

A Muarii'
se pratichi lo sport come dici tu, sai bene che ce sta' la scadenza dell'iscrizione alla competizione in cui si vuole gareggiare; e questo sia alle Olimpiadi come alle gare della sagra di paese...
Se l'atleta favorito non viene iscritto dalla propria federazione entro i termini stabiliti, addio speranza di medaglia, anche se avesse avuto la miglior prestazione stagionale 'all time'...
A meno che a te piace vincere alla faccia di qualunque regola, ma non credo, se 6 sportivo come dici, saprai anche perdere

Marco D.

Anonimo ha detto...

@ 06 marzo 2010 08.27

ti propongo un diverso punto di vista per due cose che tu definisci problemi.

1- il problema della crisi non sono chi comanda ma chi accetta il loro modo di comandare, cioe' le persone che hai attorno tutti i giorni. quindi se le persone accettano questo stato di cose e' perche' non e' un problema, amano di piu' questa situazione piuttosto che opporcisi.

2- nel problema escort di berlusconi e affini mi sembra che ci guadagnino in due, ad entrambi entra amore, in uno per il sesso e nell'altra per i soldi. entrambi fanno cio' che amano fare.

quindi se le persone fanno cio' che piu' amano fare come fa ad esserci il "problema"?

indopama

Anonimo ha detto...

@indopama
piacere di aver suscitato il tuo interesse al mio post.
Forse un po' semplicistico, tutti felici e contenti, va bene così.
Probabilmente sono io che non ho capito nulla.
Auguri!

Anonimo ha detto...

semplicemente, la massa protesta soltanto quando gli si tocca il portafoglio.

Anonimo ha detto...

@ 06 marzo 2010 09.04

non ho detto che sono a favore della situazione attuale, a me piacerebbe diversa ma la rispetto comunque cosi' com'e'.

indopama

Anonimo ha detto...

http://mises.org/daily/4116

Beware of Government Bonds

of Thorsten Polleit



However, growing concern about government-bond defaults may be overblown. Investors should remind themselves that printing new money to pay for government debt is, at least from the point of view of the government, economically more attractive than defaulting on public debt.

It shouldn't come as a surprise if it eventually turns out that the real danger is, like so often in the past, inflation rather than default. As Ludwig von Mises noted,
If a government is not in a position to negotiate loans and does not dare levy additional taxation for fear that the financial and general economic effects will be revealed too clearly too soon, so that it will lose support for its program, it always considers it necessary to undertake inflationary measures.[1]

[1] Mises, Ludwig von (2006 [1923]), "Stabilization of the Monetary Unit — From the Viewpoint of Theory," in: The Causes of Economic Crisis and Other Essays Before and After the Great Depression, ed. Greaves, Percy L. Jr., p. 39.

Thorsten Polleit è uno dei miei preferiti.

Il Folletto

Felice Capretta ha detto...

a proposito di bond

Usa: città di Detroit prepara emissione bond ma rischio bancarotta

NEW YORK - Detroit mette in guardia gli investitori sul rischio di bancarotta mentre si prepara all'emissione di un bond da 250 milioni di dollari per chiudere il buco di bilancio. La capitale dell'auto americana - riporta Bloomberg - è la maggiore città americana ad avere un rating sul debito sotto il grado di investimento.

Lo scorso 2 marzo la città ha comunicato agli obbligazionisti che pur non avendo preso iniziative per riorganizzarsi facendo ricorso al Chapter 9, potrebbe avere poche altre opzioni nel caso in cui le sue condizioni finanziarie peggiorassero. "In caso di peggioramento le opzioni a disposizione sarebbero limitate" e gli obbligazionisti "non dovrebbero attendersi il diritto di pagamento".

Anonimo ha detto...

Per fortuna capretta...per fortuna! fra una manifestazione contro chi ti frega la sudata pagnotta da sotto i denti e le follie amministrativo-burocratiche-elettive ce ne passa.
Cmq da che mondo è mondo hanno fatto firmare morti e morenti e le varie istituzioni preposte hanno sempre chiuso un occhio.
Ora ne hanno aperti 3 e solo per una parte (anche la lista di penati è irregolare per esempio).
Destabilizzare l'Italia proprio mentre si accinge a emettere una quantità mostruosa di Bond?
sento puzza di Gin, La perfida albione per me c'ha messo lo zampino.
Cmq tranquilli prima o poi ce la faranno, fra un pò la si va a gambe all'aria, senza una lira , con una mela in bocca e con un palo nel **** .
Siamo i PIIGS no?
Ps se il tizio è un "puttaniere" i principali esponenti della parte avversaria sono semplimente traditori della Nazione...

Cordiali saluti
Sig. Benechevàsemofottuti

Anonimo ha detto...

Ma in realtà un grosso politico PDL mi ha confermato che il casino delle liste in Lazio è stato un problema interno al pdl e che è una vergogna quello che hanno combinato: in pratica un'autogolpe di AN contro FI!

Anonimo ha detto...

"il problema della crisi non sono chi comanda ma chi accetta il loro modo di comandare, cioe' le persone che hai attorno tutti i giorni. quindi se le persone accettano questo stato di cose e' perche' non e' un problema, amano di piu' questa situazione piuttosto che opporcisi."

Già. La colpa è SOLO dei truffati, MAI dei truffatori, a quanto pare.
Sicuramente molti preferiscono ingoiare 'sta merda che essere presi a manganellate in faccia, il che fa di loro degli ipocriti e dei vigliacchi ma non assolve certo le colpe della classe dirigente. Tu che dici?

Hiei

Anonimo ha detto...

La direzione è quella mostrata nelle foto. Quando manca il pane in tavola si scende in strada. Le ideologie politiche contano come la decorazione dei piatti.

Anonimo ha detto...

io dico che le cose se non ci piacciono e' meglio cambiarle subito perche' aspettare che la situazione degeneri e' peggio. in questo caso a mio parere la maggior parte della colpa e' proprio dei truffati perche' la maggioranza della gente ha il potere. che poi non lo usi e' un altro discorso...

indopama

Anonimo ha detto...

La gente ha il "potere" e loro i manganelli, e quelli li usano - detto questo tu a parte le chiacchiere fai qualcosa?
Non ti vengo a chiedere cosa, ma ce l'hai una strategia che stai mettendo in pratica?

Anonimo ha detto...

la strategia e' quella delle mie azioni nel mio quotidiano perche' e' il mio quotidiano la mia vita, il resto e' lontano e se comunque il resto intacca anche il mio quotidiano e' sempre qui' che pongo in essere le mie azioni per modificare cio' che e' lontano.

siccome il quotidiano di ognuno e' sempre diverso, diverse saranno le azioni da porre in essere per creare la vita che piu' amiamo.

e' quando si pensa a fatti lontani dal nostro quotidiano e si cerca di risolverli che nasce in noi la frustrazione perche' noi non possiamo cambiarli, non ne abbiamo il potere poiche' possiamo sempre e solo agire nel nostro quotidiano. la politica in questo e' maestra, nell'attrarre l'attenzione della gente lontano dal quotidiano in modo da non farli agire la' dove realmente possono.

per cui se mi parli di azioni lontane da me ti rispondo che non mi riguardano, le chiacchere politiche non mi riguardano, il gossip sugli altri non mi riguarda, mi riguarda solo il mio.

soluzioni per gli altri non ne ho, ne ho solo per me.

indopama

sarmata ha detto...

Il punto centrato spesso e da molti è che il gioco è taroccato.
Al di là delle diatribe su regole, riforme, decreti, liste si liste no, vincere facile ecc.ecc., non distogliamo lo sguardo dall'unica cosa importante: IL GIOCO E' TAROCCATO ED IL BANCO VINCE SEMPRE!
Questi fasulli governo-opposizione si fanno i fatti loro. Soddisfano i gruppi di potere e saziano la loro fame smodata alle nostre spalle, sulla nostra pelle e con il nostro consenso!
NOn sono al servizio del paese nè dei cittadni.
Votare, se hai capito questa realtà, non ha alcun senso.
Che si votino da soli e che tarocchino anche gli esiti e le percentuali dei votanti.
Credo che lo facciano già e comunque.
Parassiti.

Daniele ha detto...

Il problema che porterà sicuramente a scontri e violenza è che ormai tutti hanno perso di vista un piccolo dettaglio:
l'uomo!
Tutti parlano che deve essere salvata l'economia, il profitto, si deve riorganizzare, aumentare la produttività...
Si pensa di salvare ilmezzo senza tutelare il fine...
Questa situazione non può andare avanti ed esploderà presto in tutta la sua gravità.

Anonimo ha detto...

"e' quando si pensa a fatti lontani dal nostro quotidiano e si cerca di risolverli che nasce in noi la frustrazione perche' noi non possiamo cambiarli, non ne abbiamo il potere poiche' possiamo sempre e solo agire nel nostro quotidiano."

E il popolo che aveva il potere che fine ha fatto? Allora, bello: 'sto potere ce l'abbiamo o no, secondo te?
Vediamo come rigiri la frittata 'sto giro...un'altro che passa il tempo a raccontare favole...

Hiei

Anonimo ha detto...

Il golpe si avvicina?
http://www.ariannaeditrice.it/articolo.php?id_articolo=31030

http://www.ilribelle.com/

Anonimo ha detto...

Perche' l'euro e destinato a indebolirsi sul dollaro e gli europei a perdere potere di acquisto e a impoverirsi,vi segnalo un interessante blog:

unpoverospeculatore.blogspot.com

Anonimo ha detto...

George Soros in grado provocare crollo euro?
Webster Tarpley a RT (RussiaToday)
http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=print&sid=6831

Anonimo ha detto...

@Hiei

il potere del popolo e' la somma del potere dei singoli di agire nel proprio quotidiano, mi dispiace di non essere riuscito a spiegarmi bene prima.

indopama

Anonimo ha detto...

a maurizio
le regole devono valere per tutti, non è quetione di giocare facile.
tutti conoscevano le regole ma la banda del buco del PDL ha fatto come se nulla fosse sapendo che comunque avrebbero fatto questo.
quello che mi fa rabbrividire è il comportamento del PEGGIOR PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA CHE L'ITALIA ABBIA AVUTO, AVREI VOLUTO VEDERE PERTINI, LI AVREBBE SCORTICATI VIVI.
la politica italiana con la i minuscola mi fa schifo, ma ora abbiamo supersto ogni limite,
non ci resta che la RIVOLUZIONE

sarmata ha detto...

Per chi ne avesse voglia, un bel video sulle liste sì-liste no...

http://www.youtube.com/watch?v=RA5FVdvWY8E

@ indopama

".....e' quando si pensa a fatti lontani dal nostro quotidiano e si cerca di risolverli che nasce in noi la frustrazione perche' noi non possiamo cambiarli, non ne abbiamo il potere poiche' possiamo sempre e solo agire nel nostro quotidiano. la politica in questo e' maestra, nell'attrarre l'attenzione della gente lontano dal quotidiano in modo da non farli agire la' dove realmente possono.

per cui se mi parli di azioni lontane da me ti rispondo che non mi riguardano, le chiacchere politiche non mi riguardano, il gossip sugli altri non mi riguarda, mi riguarda solo il mio.

soluzioni per gli altri non ne ho, ne ho solo per me."

Certo che riesci spesso a farmi cadere le braccia.
Anch'io sono un solitario, ma come puoi veramente pensare che non ti riguarda ciò che accade lontano da te (in quanto non puoi risolverlo)?
Ti riguarda eccome e non devo spiegartelo, almeno spero!
Lo capisce anche uno scoiattolo che un forte odore di fumo lontano può significare che il suo piccolo bosco correrà un pericolo...
Se iniziamo a ragionare per distanze, allora ti dico che il mio raggio di azione ed interesse si ferma a duecento metri (troppo pochi?...e chi lo decide, tu?...) e quando vedo un tale a trecento metri che sta rapinando o ammazzando qualcuno, mi giro dall'altra parte.
O quando mi metteranno una centrale nucleare a 50 km me ne starò tranquillo perchè è una cosa che non posso risolvere e che è lontana. La risolveranno quelli che abitano nelle immediate vicinanze.
Il fatto che la politica ci distolga con il "lontano" è spesso vero, ma lo fa anche con il "vicino". Al di là dei loro sporchi giochetti, rinchiudersi nella torre d'avorio non ci salverà.
Certo, davanti al ciclo delle nascite e delle morti tutto è indifferente, la gioia o il dolore, la salute o la malattia, e tutto ciò che riguarda la materialità è cosa effimera e senza senso (anche perdere il lavoro e quindi i soldi per tirare avanti o respirare le emissioni di un inceneritore ecc.)....
E' un bel pensiero, ma non ti auguro di provare sulla tua pelle la validità o meno di tale teoria.

Senza polemica

Sarmata

Anonimo ha detto...

@ Sarmata

prendiamo l'esempio:
"O quando mi metteranno una centrale nucleare a 50 km me ne starò tranquillo perchè è una cosa che non posso risolvere e che è lontana. La risolveranno quelli che abitano nelle immediate vicinanze."

si, la soluzione parte da quelli vicino per poi estendersi ai vicini dei vicini, poi ancora ai vicini dei vicini dei vicini fino a quando il gruppo e' abbastanza numeroso da far valere le sue ragioni.

come puo' la vita di ognuno non tenere conto del quotidiano, di cio' che ci tocca tutti i giorni? e' proprio questo che piu' ci coinvolge, e' qui che abbiamo quelli che chiamiamo i problemi, finche' spenderemo energia per provare (senza riuscirci) a risolvere le cose lontane come potremmo mai migliorare il nostro quotidiano che e' quello in cui svolgiamo le azioni?

dimmi, cosa puoi cambiare tu dei CDS? lo potranno fare quelli che ci lavorano a piu' stretto contatto, e lo faranno se se lo sentiranno. per sentirselo devono sentirsi di aiutare gli altri e per aiutare gli altri uno stimolo puo' venirti anche dal fornaio che ti ha regalato una pagnotta di pane per cui lo hai sentito come uno che ha a cuore i tuoi bisogni.

non capisco cosa ci sia che non va in questo discorso...
prova a dare amore incondizionato alle persone che hai vicino e poi vedi se non ti ritorna indietro... prima o poi raggiungera' anche quello che chiamiamo lontano. o l'amore non fa per te, ma allora cosa vuoi dalla vita?

indopama

sarmata ha detto...

@ndopama

Quindi secondo te con l'amore si aggiusta tutto, è la soluzione universale dei problemi. Certo, la storia dell'umanità lo dimostra in modo inequivocabile.
Sono io che non ho capito il trucco.
Come non detto.

Anonimo ha detto...

@sarmata

io non conosco la storia dell'umanita' e nemmeno mi interessa, io ti parlo dell amia esperienza di vita, e' tutto quello che posso fare. se non ti interessa va bene lo stesso.

indopama

Anonimo ha detto...

"dimmi, cosa puoi cambiare tu dei CDS? lo potranno fare quelli che ci lavorano a piu' stretto contatto, e lo faranno se se lo sentiranno."

Ma quelli che ci lavorano sono quelli che vogliono riempirsi le tasche senza lavorare ma inchiappettando il prossimo, quindi continueranno a SENTIRSELO e tu continuerai a essere inchiappettato, comunque tu AMALI TANTO se ti fa bruciare meno il fondoschiena, a me come metodo non convince.

E via così di favoletta in favoletta.

Hiei

Anonimo ha detto...

Bellissima!

Every Breath Bernanke takes

http://www.youtube.com/watch?v=ipJTqCbETog

Il Folletto

Anonimo ha detto...

Scusate ma anche questa è bellissima (da usemlab):

Piccola nota di colore.
Il personaggio di John D. Rockerduck è stato creato dalla Disney nel 1961.
John D. Rockerduck è l’evidente parodia di John D. Rockefeller, e fin qui nulla di particolare.
Per chi li ha letti: se ricordate bene, mentre il deposito dell’avaro, buono, Paperon De Paperoni, è pieno zeppo di monete d’oro, quello del malvagio Rockerduck è composto solo di biglietti verdi.
A caldeggiare la creazione di Rockerduck presso la Disney sembra sia stato Kennedy in persona, che riteneva i fumetti un ottimo veicolo di informazione per i più giovani. Lo stesso Kennedy emanò 3 anni dopo il famoso Executive Order 11110 che rimonetizzava l’argento del Tesoro americano in banconote per 4.3 miliardi di dollari (dell’epoca). Di sicuro, Kennedy parteggiava per Paperone!
Peccato però che Rockerduck sia sparito presto dai fumetti. Solo in un Paese la Disney lo ha riproposto al pubblico con continuità: il nostro.

Il Folletto

Anonimo ha detto...

Bellissima quella di Rockerduck, mi mangio il cappello se non mi ha fatto sorridere :)

L'attuale classe dirigente e politica è figlia del consenso di 60 milioni di persone e chi sono io per pensarla diversamente? E' frustrante. Meglio prendere la pillola azzurra.

sarmata ha detto...

Pezzo di intervista a Michele Altamura-Osservatorio italiano

Viste come si sono messe le cose, ho intuito subito che Di Girolamo sarebbe stato il capro espiatorio, che erano in atto dei giochi di potere, dando così modo di sdoganare determinati personaggi. E' chiaro che esiste un registra dietro questa struttura, attuando uno spaccamento all'interno del Partito delle Libertà per disegnare nuovi equilibri. Oggi sembra che nessuno conosca il Senatore Di Girolamo, anzi che sia addirittura un abusivo. E questa, secondo me, è la vergogna più grande, cioè quella di essere a conoscenza di questo sistema criminale e far finta di nulla. Lo hanno abbandonato tutti ma sappiate che quello che è successo a questo Senatore è solo la punta dell'iceberg. Le segreterie di partito sono piene di faccendieri, di massoni, di prostitute e di cocainomani. Meglio fare un 'mea culpa' che subire un processo mediatico, le trattative in quel caso si fanno solo con i magistrati che sono lo Stato.

http://etleboro.blogspot.com/

Anonimo ha detto...

un saluto a tutti.
@sarmata

cio che scrive indopama, non è da intendersi come tu hai capito.
la realtà è che ogniuno di noi, crea il propio mondo.
ed ogniuno vede l' esterno , come è dentro.
tutto qui.
nessuno di noi , può far cambiare un altro.
ogniuno di noi, cambia al suo interno, a patto che accetta un nuovo pensiero, che poi si tramuterà in un nuovo modo di vivere.

in ogni caso, con tutte le ns angoscie,con tutte le ns insicurezze, insieme contribuiamo ad accrescere la consapevolezza di ciò che chiamamo dio.
...senza toccare la suscettibilità di qualcuno, vorrei far notare, che per il fatto che siamo alla ricerca di sapere come va l' economia ,
- di preoccuparci di come sarà il ns futuro.
- di andare ancora a votare
-di inginocchiarci ancora difronte aad un altro essere
- di vivere in uno stato di insicurezza , quasi perenne.


tutto cio vuol dire, che non conosciamo noi stessi.
che non conosciamo ancora cosa è la vita.
per finire, ha ragione indopama, l' amore unisce e guarisce ogni cosa.
cosi , come in una coppia, cosi in ogni occasione.
l' amore può guarire ed unire noi stessi, e tutta l' umanità.
con affetto
franco

Anonimo ha detto...

Islanda NO AL REFERENDUM -

bravissimi

sarmata ha detto...

@franco

Andatelo a spiegare a quelli che si arricchiscono ogni giorno sulle disgrazie degli altri, a quelli che rubano agli altri, a quelli che compreno i corpi degli altri, a quelli che decidono l'impoverimento di intere nazioni, a quelli che fanno guerre senza giustificazioni, a quelli che torturano, a quelli che avvelenano per soldi.....potrei continuare ancora, ma andate a spiegare a "quelli" che l'amore è l'unica via.

E provate poi a spiegare perchè in millenni di storia umana l'amore espresso dalla stragrande maggioranza dell'umanità non ha funzionato e si continua sempre ad essere servi e vittime dei vari predatori senza scrupoli....

Continuate pure ad amare per principio, contenti voi....

Anonimo ha detto...

diciamo che i banchieri transnazionali mirano ad una svolta "democratica" nel nostro Paese, che veda fuori dalle palle Berlusconi Tremonti e la Lega troppo lontani dalle logiche di Goldman Sachs, della BCE o dell'FMI. L'ideale per questi banchieri sarebbe l'avvento di un governo Draghi (ex Goldman Sachs), o perlomeno un governicchio di sinistra al quale imporre Padoa Schioppa (altro ex Goldman Sachs) come ministro dell'economia. La posta in gioco è molto alta ed è rappresentata dai 1800 miliardi di nostro debito pubblico, il 60% dei quali nelle mani dei suddetti banchieri, a cui l'ipotesi che a governare il "rientro" sia un populista come Berlusconi fa venire i sudori freddi, troppo alto il rischio che anche in Italia si decida di percorrere la via islandese. Ecco quindi spiegata anche la foga mediatica e giudiziaria con la quale il "partito del Times" ha recentemente cercato di far cadere il governo italiano in carica, ed anche le misure "non convenzionali" con le quali il tentativo è stato sventato. Non ci illudiamo, quando le leggi ad personam o i Ddl interpretativi non riusciranno più a preservare l'attuale maggioranza prepariamoci ad uno scenario di tipo greco, con Draghi o chi per lui che curerà il "rientro" del nostro debito distruggendo tutto quello che rimane del nostro welfare, bisogna solo decidere se preferiamo questo scenario oppure chiudere un'occhio sulle forzature alla Costituzione e alla decenza recentemente effetuate. Forse in questo modo tra un po' anche qui si potrà pronunciare anche qui la parola blasfema: Default, cioè mandare affanc... i banchieri nostri creditori.

Arsan

Anonimo ha detto...

un saluto a tutti.
@sarmata

c'è chi si arrichisce , sfruttando gli altri, e c'è chi si fa sfruttare.
perchè?
entrambi hanno necessità di capire e fare esperienza.
poichè la vita, è entambi le sitiuazioni.

in realtà. ogniuno di noi, vive per realizzare un pensiero.
i banchieri, come le chiese, vivono e si alimentano dominando gli altri. portano avanti un loro ideale.
perchè lo stanno realizzando?
riescono per il semplice fatto che tutti noi, abbiamo sempre acconsentito di farlo.
abbiamo dato loro del potere.
così è in ogni occasione.
hai mai pensato perchè, tutti i quotidiani, sono finanziati dal potere, da chi comada.
perchè hanno la capacità di influenzare le masse.
se un essere è "ignorante", è semplice dominarlo; basta installare un senso di paura ed insicurezza.
questa è la realtà attuale.
ma non è la vita; è solo un' espresione della vta.
ma non è la mia vita.
franco

Anonimo ha detto...

Baltic Dry Index 3.242,00

Marco

Anonimo ha detto...

Un referendum per il default
http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=print&sid=6834

Anonimo ha detto...

@franco

Puoi indicarmi dove ti posso trovare così da farti fare il giro della città a calci in culo?
Sai, sento nel profondo del cuore che entrambi dobbiamo fare questa esperienza quindi immagino tu non abbia niente in contrario.

Attendo fiducioso.

Hiei

Anonimo ha detto...

@lo sboccato qua sopra

se franco non si presta al gioco e non ci sta a fare la vittima, non potrai mettere in atto il tuo proposito.

è tanto difficile da comprendere?

non esistono i carnefici se le vittime non si prestano.

anonimo :-*

Anonimo ha detto...

un saluto a tutti.
ò simpatico e. presuntuoso
"Puoi indicarmi dove ti posso trovare così da farti fare il giro della città a calci in culo?
Sai, sento nel profondo del cuore che entrambi dobbiamo fare questa esperienza quindi immagino tu non abbia niente in contrario.

Attendo fiducioso.

Hiei

08 marzo 2010 04.42

per poter realizzarte il tuo pensiero, dovresti trovare me d' accordo.
siccome non lo sono, e , oltretutto , credimi, non saresti in grado di poter me a calci in culo, ti tocca cercare da qualche altra parte, un qualcuno che è la pari di te; sotto tutti gli aspetti...
francobarca

vigna ha detto...

Hei, Hiei, si Tu Hiei,

se un giorno avrai l'onore di conoscere Franco di persona, come ho avuto io personalmente, saresti molto più prudente con le Tue espressioni da bulletto.
Ma, visto la Tua giovane età (unica scusante), sarai perdonato.
Il Signor Capretta, ci permette di commentare liberamente sul suo di blog, questo non significa però, poter insultare altri partecipanti. Se non si dispone di argomenti interessanti, non si interviene, come faccio io. "Un bel tacere non fù mai scritto".
Pace e bene
Vigna

Anonimo ha detto...

un saluto a tutti.
@vigna

ricambio di cuore la stima.
un abbraccio
franco

Anonimo ha detto...

"per poter realizzarte il tuo pensiero, dovresti trovare me d' accordo.
siccome non lo sono, e , oltretutto , credimi, non saresti in grado di poter me a calci in culo"

Sull'essere in grado, beh, lasciamo parlare i fatti, vuoi?
Però com'è strana la vita, vero? Quando si trattava dei potenti a prendere a calci la popolazione filava tanto bene il discorsetto pseudokarmico, quando nell'equazione ci mettiamo le tue di chiappe all'improvviso quel che dicevi non ti piace più!

Ma guarda.

A quell'altro della giovane età che dalla sua veneranda età non ha ancora imparato a distinguere l'insulto gratuito dalla provocazione volta a smascherare fallacia e malafede in certe favolette messe in giro, ricordo che Felice può farmi sapere il suo parere quando e come vuole senza bisogno di nessuno che invochi la censura con pretesti penosi perchè gli ho toccato l'amichetto.

Hiei

Anonimo ha detto...

@hiei

"...dalla provocazione volta a smascherare fallacia e malafede in certe favolette messe in giro..."

veramente gentilissimo a preoccuparti per noi poveri citrulli creduloni, ma puoi anche farne a meno, grazie!

anonimo :-*

Anonimo ha detto...

Io discuto con chi mi pare, "anonimo", poi chi legge in teoria si fa una sua idea, molto in teoria, non ci dovrebbe essere biogno di sottolinearlo.

Hiei

Anonimo ha detto...

NON DATE DA MANGIARE AI TROLLS!

Anonimo ha detto...

@hiei

ciao!

rispetto il tuo pensiero, ma credo che le cose si possano sempre dire in due modi:

1)quello educato e civile
2)quello maleducato e provocatorio

qui, normalmente, optiamo per il primo.

potresti almeno provare ad adeguarti...

sara

Anonimo ha detto...

Stupendo

http://santaruina.splinder.com/post/22362934/Statalismo+masochismo

Il Folletto

Felice Capretta ha detto...

@ hiei

Sono a favore della libertà di espressione a qualunque costo, così come sono a favore della buona educazione.

Finora ho taciuto deliberatamente, poichè credo che (quasi) ogni poster di IS sa sostenere le proprie idee in modo responsabile ed educato senza interventi caprini.

Infatti ne hai avuto dimostrazione.

Tu puoi dire le stesse cose con maggior rispetto per l'altra persona, il che naturalemnte si traduce in maggior rispetto per te stesso.

Oppure puoi continuare a mancare di rispetto a te stesso... spero di no.

Saluti felici

Felice

Anonimo ha detto...

http://www.gainspainscapital.com/pwa/index.html

The Shocking Truth:
How The World Almost Ended
On September 18, 2008

The following quote begins at 2:20 into the video ...

"On Thursday (Sept 18), at 11am the Federal Reserve noticed a tremendous draw-down of money market accounts in the U.S., to the tune of $550 billion was being drawn out in the matter of an hour or two.

"The Treasury opened up its window to help and pumped a $105 billion in the system and quickly realized that they could not stem the tide. We were having an electronic run on the banks.

"They decided to close the operation, close down the money accounts and announce a guarantee of $250,000 per account so there wouldn't be further panic out there.

"If they had not done that, their estimation is that by 2pm that afternoon, $5.5 trillion would have been drawn out of the money market system of the U.S., would have collapsed the entire economy of the U.S., and within 24 hours the world economy would have collapsed.

"It would have been the end of our economic system and our political system as we know it."

-Rep. Paul Kanjorski (Democratic Congressman and Capital Markets Subcommittee Chair) describing disclosures from Ben Bernanke (Chairman of the Federal Reserve) and Henry Paulson (former Treasury Secretary)

Kanjorski was Capital Markets Subcommittee Chair at the time and was only repeating what then-Treasury Secretary Paulson told him.

GUARDATEVI IL VIDEO

Il Folletto

Anonimo ha detto...

@sara (& Felice, en passant)

Il "politically correct" a tutti i costi è la morte del libero pensiero.

Poi è questione di punti di vista: dal mio chi cerca di prendermi in giro con racontandomi favole (in cui, come visto, non crede) manca di educazione e rispetto nei miei confronti.

Mi sono adeguato.
(onestamente, altra precisione che avrebbe dovute essere superflua, mi auguro il "caso" sia chiuso).

Hiei

Anonimo ha detto...

@Hiei

vedi, quello che scrivo e' per te una favola perche' lo vedi attraverso la tua consapevolezza della vita che e' diversa dalla mia.
non c'e' niente di sbagliato in quello che dici come non c'e' niente di sbagliato in quello che dico, per ognuno di noi e' la verita'.
non sempre trasmittente e ricevente si incontrano facilmente ma fa parte della vita, a volte trovo persone con cui sono in completa sintonia, altre volte ne incontro di veramente insopportabili.
la differenza la faccio io non loro perche' sono io che le giudico, il giudizio e' sempre soggettivo.

aggiungo che trovo interessanti le persone che mi mettono in discussione (come hai fatto tu) perche' aiutano a capirmi meglio. quindi per quello che mi riguarda sei il benvenuto.

indopama

Anonimo ha detto...

@indopama

Magari ci trasferiamo altrove dove potrai spiegarmi con calma come due cose opposte possono essere entrambe corrispondenti alla realtà.

A parte demolire i concetti base della logica e di ogni sistema giuridico non vedo grossi problemi nella cosa, in fondo.

Se ti è possibile, lascia fuori parole come "consapevolezza" o "sostenibilità" che le ho sentite da personaggini tipo Napolitano, Draghi, Sarozy, Al Gore e altra feccia mondialista di altro rango tante di quelle volte (spesso vicino ad altre paroline magiche tipo "nuovo ordine mondiale") che ormai ho un riflesso condizionato di repulsione.

Tu mi capisci, vero?
(no, il "caso" non era chiuso...)

Hiei

Anonimo ha detto...

@ Arsan
dici che va bene Tremonti perchè in contrapposizione alla dittatura del FMI? Dici che Draghi sarebbe peggio? Dici che è tutto o a favore o contro GS? Ma fammi il piacere... quello che è all'orizzonte è tutta altra cosa...
saluti
Markus

Daniele ha detto...

Hiei,
la tua maleducazione ed arroganza rasenta l'incredibile.
Se non se d'accordo con l'altrui pensiero esprimi il tuo dissenzo in modo civile.
Se vuoi prendere a calci in c... anche me sarò ben lieto di farti verificare di persona che se uno non te lo lascia fare potresti andare incontro a brutte sorprese...
Abito a Viareggio, se passi da qua fammi un fischio, ti do volentieri un appuntamento!!!!

Mi scuso con la maggioranza civile per il piccolo sfogo...

Mario B. ha detto...

@Markus
lanci il sasso, ma nascondi la mano ...

Mario B. ha detto...

Mi associo a quello che ha detto Vigna; anche se non di persona (mannaggia sei pure venuto dalle mie parti) sono contento di aver conosciuto qui in rete uno come franco.
Quindi il giorno in cui qualcuno lo volesse prendere a calci dovrebbe fare i conti anche con il sottoscritto e penso con un sacco di altra gente.
Però bisogna dare atto a Hiei di essersi preso l'ingrato compito di fare il bastian contrario, forse in maniera un po' "vivace", ma consentitemi ci vogliono anche queste posizioni.
Detto questo la situazione generale è, se mi passate il termine, assurda.
Le nostre istituzioni sono allo sbando, la pantomima sull'ammissione delle liste è solo un'ulteriore conferma.
E questi signori decidono anche il nostro futuro e quello dei nostri figli.
Quindi ribadisco quello che ho già detto: le idee di franco e indo sono valide, consiglio a tutti di non scartarle a priori, ma di provare ad approfondirle andando a leggervi i loro precedenti interventi.
Non potete basarvi su poche righe di commento a questo post, ci sono parecchi loro interventi e non solo loro nei vecchi post.
buona lettura

Mario B. ha detto...

@daniele
quando girano ... girano

Anonimo ha detto...

@Daniele

Un'altra verginella-Rambo, yuhu.
Se passo da Viareggio te lo farò sapere, nel frattempo mi spieghi due cose.

Uno: stai difendendo le tesi di indopama e franco?

Due: se la risposta è sì com'è che vi abbassate al mio incivile livello? Avrei giurato che adesso venisse la parte in cui mi dicevate quanto mi amate.

Non era l'amore che guariva tutti i mali del mondo e via dicendo?
Cominci a intuire adesso il senso della "astuta" provocazione?

Non volevo nemmeno risponderti, che questa stupida diatriba è già andata fin troppo per le lunghe, consideralo un atto di compassione in omaggio al vostro credo: se non la capisci passerai la vita a girare sopra al dito di tutti quelli che ti faran scattare come una molla solo dicendo "culo"...

Hiei

sarmata ha detto...

I teorici dall'amore universale hanno la capacità innata di svicolare sulle domande precise e scivolano nella loro retorica mielosa.
Non solo, ma difronte all'osservazione che la storia dell'umanità va continuamente a smentire il loro nettare di saggezza e consapevolezza...la risposta che mi è arrivata (indopama) è "non conosco la storia dell'umanità e nemmeno mi interessa..."
Siccome sono una persona educata evito di tirare una mega bestemmia e su tali argomenti, con queste persone non vado più a mettermi.
Ogni limite ha la sua pazienza, diceva il grande Totò...

Goodlights ha detto...

@heiei e sarmata

ciao!

solo una cosa non capisco:
cosa cavolo c'è che non va nell'amore?

ho l'impressione se uno vi dicesse che il modo migliore per vivere è quello di fare la guerra, sareste felici...mah...

ho avuto il piacere di conoscere personalmente franco e di scambiare in privato con indopama e vi posso assicurare che le loro non sono solo parole al vento.

vivono esattamente come scrivono!
:-)

cosa vi fa incaxxare in questo?

non è per difenderli, anche perchè sanno farlo benissimo da soli, è che proprio non capisco la vostra reazione.

sono due ottime persone che seguono sempre e comunque il loro cuore e così facendo si causano una bella vita, serena e felice.

cosa non vi va in questo?
perchè il fatto che condividano la loro esperienza con noi, vi fa reagire aggressivamente?

manco vi avessero detto di seguire la rabbia e l'odio per migliorare la vostra vita!

la mia non vuol essere una provocazione.
è che proprio non comprendo.
non siete certo obbligati a fornirmi spiegazioni, sia ben inteso, ma mi farebbe comunque piacere avere una risposta, questo si.

un abbraccio!
sara

sarmata ha detto...

@sara
Cara Sara, non c'è niente che non va in Franco o Indopama.
Cercate di leggere quello che scrivo, non interpretate a priori.
La mia critica va ad un modo di pensare e ad un paradigma interpretativo della vita.
Tutto qua.
Poi dire che se critico la visione che questi hanno dell'amore come soluzione universale significa che amo la guerra...beh, continuano a cadermi le braccia.
Ad ogni modo vorrei lasciarvi una cosa che ho tradotto personalemnte e se ce la fate (è un po' lunga) magari vi stuzzica qualche considerazione.
Ad ogni modo non affronterò più tale argomento, paerchè non se ne viene fuori (parlo per esperienza lunga e tormentata...e ad ogni modo sono sempre rimasto in buone con i miei amici new ager...)
Ciao

Per i seguaci dell’amore universale (controcultura, new age e simili), propongo alcune “certamente assurde” considerazioni dell’antropologo Marvin Harris, che ho tradotto da un suo libro purtroppo mai edito in Italia:

Nello stile di vita controculturale, sono buoni i sentimenti, la spontaneità, la immaginazione; la scienza, la logica e la obiettività sono un male. I suoi membri si vantano di fuggire dalla obiettività come da un luogo abitato dalla peste.
Un aspetto centrale della cultura alternativa è la credenza che la coscienza controlla la storia. La gente è quello che ha in testa. Affinchè sia migliore basta immettere idee migliori. Le condizioni oggettive contano poco. Il mondo intero si può alterare attraverso una “rivoluzione della coscienza”.
Tutto quello che dobbiamo fare per sconfiggere il crimine, la fame, la povertà, le ingiustizie ecc., è aprire la mente ad un livello maggiore di coscienza (lo chiamano Coscienza III) […]
La finalità è esprimere la coscienza, dimostrare la coscienza, aumentare la coscienza, ampliare la coscienza…tutto, meno che oggettivare la coscienza!
La Coscienza III presenta tutti i sintomi classici della elaborazione onirica di uno stile di vita la cui funzione sociale è quella di dissolvere e frammentare le energie del dissenso. Questo dovrebbe essere chiaro per l’importanza data al “fare quello che uno ha voglia”. Non si può fare una rivoluzione se ciascuno fa quello che più preferisce[…]
La Coscienza III non cambierà nulla che sia fondamentale o costitutivo nella struttura del capitalismo o dell’imperialismo. Pertanto, quello che ci aspetta non è l’utopia della libertà individuale assoluta bensì qualche nuova e più maligna forma di messianismo militare, provocata dalle pagliacciate di una classe media che ha tentato di addomesticare i suoi generali con messaggi telepatici e che ha creduto di poter umanizzare la maggior concentrazione di ricchezza corporativa che il mondo abbia mai visto, camminando scalza e mangiando burro di arachidi non omogeneizzato[…]
La pretesa sovversione della concezione scientifica del mondo non è pericolosa perché minacci realmente qualche parte della infrastruttura tecnologica della nostra civiltà. Gli entusiasti della controcultura dipendono tanto dal trasporto ad alto consumo energetico, dall’elettronica transistorizzata, e dalla produzione massiva di tessuti ed alimenti come tutti quanti […] non c’è niente da temere da una setta, una classe o una nazione che non partecipi al progresso della tecnologia nucleare, cibernetica o biofisica.
La minaccia della controcultura sta da un’altra parte. I guru della controcoltura possono aumentare il livello di confusione popolare […] Il disprezzo della ragione, dell’evidenza e della oggettività -la supercoscienza e l’ubriacante libertà di credenza- non cessano di privare una generazione intera dei mezzi intellettuali per resistere…

sarmata ha detto...

Errata corrige: la risposta non è per Sara ma per Goodlights...e poi me lo spieghi dove ho reagito aggressivamente?
Ma le leggete le cose o le sbirciate soltanto tra un pop corn e l'altro???

Goodlights ha detto...

grazie per le risposte.

sara

sarmata ha detto...

Goodlights/Sara, non c'è di che ma aspetto, con calma, che mi spieghi dove sono stato aggressivo...

Goodlights ha detto...

@sarmata

ah, si, scusa, mi son persa la domanda!
:)

forse non ho usato il termine più appropriato per la tua reazione:

"Siccome sono una persona educata evito di tirare una mega bestemmia e su tali argomenti..."

effettivamente è più insofferenza che aggressività...
dai, passemela, che tanto quello che intendevo era chiaro lo stesso...almeno lo spero...

il succo del discorso era perchè rifiutare a priori un modo di vita che funziona per chi lo mette in atto.
tutto qui.

comunque rispetto il vostro pensiero e anche quello del tizio che hai linkato e non vado oltre.

e va bene così.
vado bene io, vai bene tu, va bene franco, va bene hiei, va bene indo.

ognuno parla per la propria esperienza e non potrebbe fare diversamente.

giornata bella!
sara

Anonimo ha detto...

"cosa non vi va in questo?
perchè il fatto che condividano la loro esperienza con noi, vi fa reagire aggressivamente?"

Quando reagisco aggressivamente non parlo, ero solo sarcastico, come sempre con chi viene a prendermi in giro o perlomeno provarci.

"il succo del discorso era perchè rifiutare a priori un modo di vita che funziona per chi lo mette in atto.
tutto qui."

Ma anche per il tacchino la vita nella fattoria funziona una meraviglia, fino a Natale...

Hiei

Goodlights ha detto...

@hiei

già.
c'è solo da capire chi sia il tacchino in questo specifico caso
:)
solo il tempo ce lo saprà dire...

sara

Hiei ha detto...

@sara

Questa è la prima risposta sensata che sento.

Vedremo a Natale.

dj sdong ha detto...

eterni secondi?? ETERNI ULTIMI