mercoledì 25 novembre 2009

l'uomo volante e le 18 tonnellate di inchiostro per stampare dollari USA

L'influenza morde ancora il termometro caprino ma è in via di estinzione e sta andando via da sola.

Si vede che non si è trovata bene...!

Prima di entrare nel merito, vi segnaliamo la scoperta del secolo pubblicata da Corriere.it in home page e segnata qui a fianco.

Riassumendo in breve: gli uomini non volano.

Già.

Passiamo ora alle notizie economiche.

Interessante questo grafico apparso su Russel Investments che pretende di fotografare un po' l'economia statunitense.

Il risultato sembra proprio il ritratto di un bel giovane, con qualche ruga magari, ma tutto sommato un bel giovane.

Con un click potete andare alla versione interattiva (consigliata)




Non c'e' male, proprio un bel quadretto.

Il debito corporate tende a scendere verso l'area della normalità, giusto la volatilità preoccupa un pochino, e poi c'e' un solo valore fuori scala: i ritardi nei pagamenti dei mutui. E anche l'inflazione non sta tanto bene, così vicina al valore minimo.

Aggiungiamo solo giusto una piccola foto...

Debito pubblico americano in miliardi di dollari




(ed è tutto da vedere se le barrette rosse effettivamente diminuiranno nel 2010-2011 e così via)


Non sappiamo resistere e aggiungiamo un'altra foto sul caminetto caprino, ma non senza titolone

USA, un mutuo su 4 è underwater




Chi non ricordasse cos'e' un mutuo underwater puo' rifarsi a questo nostro post.

La situazione è leggermente migliorata, anzichè peggiorare come era prevedibile, e si è passati dall'esorbitante 32% di metà agosto al 23% circa di oggi. Evidentemente il mercato della casa negli USA non è peggiorato, evitando così il tracollo.

Stiamo a vedere come procedono i prossimi mesi.

Sicuramente tutto bene.

Ehi, guarda, un uomo volante.


Concludiamo con un interessante dato scovato dall'affezionato lettore Pluto, sempre non senza titolone:

USA, 18 tonnellate di inchiostro al giorno per stampare dollari




Certo che ne stampano di banconote, con 18 tonnellate di inchiostro al giorno..chissà quante?

Saluti felici

Felice Capretta

37 commenti:

Mario ha detto...

bentornato "padrone" di casa!

Mario ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Mario ha detto...

La Repubblica ci segnala la vicenda che tiene la Russia con il fiato sospeso:"Siberia, scomparsa la tigre di Putin col collare Gps"
Invece Mercato Libero ci segnala che secondo Goldman Sachs l'Italia dovrebbe svalutare la propria moneta almeno del 30%, ma essendo l'Italia in Europa non si può.

per ora, perchè ciò che Goldman Sachs vuole ... accade.

jjletho ha detto...

A proposito di Russia e di dollaro in declino, ecco una bella notizia sugli ultimi acquisti di Gold:15.6 tonnes d'oro ad ottobre, pagati in dollars.
http://mineweb.com/mineweb/view/mineweb/en/page34?oid=93517&sn=Detail

jjletho ha detto...

Scusatemi, non ce la ho fatta a non postare anche questo.
Ma quanto è avanti Krugman??

http://krugman.blogs.nytimes.com/2009/11/22/joke-europeans/

Per chi non sa l'inglese, la traduzione è:

---------------------
Perchè, mi si chiede, dovrei rapportarci col Belgio e con l'Italia? Entrambi i paesi sono un disastro!

Beh, signori, è questo il punto. Il Belgio è politicamente debole a causa della divisione linguistica; l'Italia è politicamente debole perchè è l'Italia.
Se questi paesi possono accumulare debiti di più del 100% del GDP senza essere distrutte dai 'bond vigilantes', lo possiamo fare anche noi!

---
Leggetevi anche i commenti, perchè alcuni sono da sbellicarsi.

Mario ha detto...

@jjletho
"Leggetevi anche i commenti, perchè alcuni sono da sbellicarsi."
concordo

Kingsgambit ha detto...

Dati ISTAT sulla produzione industriale nei primi nove mesi del 2009.

DATI CORRETTI PER GLI
EFFETTI DI CALENDARIO
VARIAZIONI TENDENZIALI
Gen- Set 09
Gen- Set 08

B. Attività estrattiva -16,0
C. Attività manifatturiere -20,9
CA Industrie alimentari, bevande e tabacco -2,5
CB Industrie tessili, abbigliamento, pelli e accessori -13,2
CC Industria del legno, carta e stampa -17,9
CD Fabbricazione di coke e prodotti petroliferi raffinati -9,4
CE Fabbricazioni di prodotti chimici -17,2
CF Produzione di prodotti farmaceutici di base e preparati
farmaceutici +2,5
CG Fabbricazione di articoli in gomma e materie plastiche,
altri prodotti della lavorazione di minerali non metalliferi -23,9
CH Metallurgia e fabbricazione di prodotti in metallo
(esclusi macchine e impianti) -32,1
CI Fabbricazione di computer, prodotti di elettronica e
ottica, apparecchi elettromedicali, apparecchi di
misurazione e orologi -12,3
CJ Fabbricazione di apparecchiature elettriche e
apparecchiature per uso domestico non ettriche -31,2
CK Fabbricazione di macchinari e attrezzature n.c.a. -31,8
CL Fabbricazione di mezzi di trasporto -29,6
CM Altre industrie manifatturiere, riparazione e
installazione di macchine ed apparecchiature -13,1
D. Fornitura di energia elettrica, gas, vapore ed aria - -10,7

Alcune considerazioni:

Colpisce l'unico dato positivo rispetto all'analogo periodo del 2008, Che però è dato dalle aziende farmaceutiche. Chissà come mai. In ogni caso va ricordato che i vaccini sono stati venduti agli Stati, non ai privati.
Quindi anche questo consumo è anomalo in quanto determinato dall'intervento statale per cause eccezionali.

Interessante estrapolare il dato che riguarda l'industria metalmeccanica:


CH Metallurgia e fabbricazione di prodotti in metallo
(esclusi macchine e impianti) -32,1
CK Fabbricazione di macchinari e attrezzature n.c.a. -31,8
CL Fabbricazione di mezzi di trasporto -29,6

Il crollo è uniforme: rispetto al 2008 siamo a – 30%.

Fine 1^ parte.

Kingsgambit ha detto...

2^ parte

Ancora più interessante è estrapolare il dato della Fabbricazione mezzi di trasporto e confrontarlo con lo stesso dato relativo al 2007 e al 2006.

Infatti si ha:

Periodo gennaio/dicembre 2007 – gennaio/dicembre 2006

DM Produzione di mezzi di trasporto +2,0 (primo anno rottamazione)

Periodo gennaio/dicembre 2008 – gennaio/dicembre 2007

DM Produzione di mezzi di trasporto -7,0 (secondo anno rottamazione)

Periodo gennaio/settembre 2009 – gennaio/settembre 2008

CL Fabbricazione di mezzi di trasporto -29,6 (terzo anno rottamazione)

Il dato si commenta da solo.

Non solo possiamo ragionevolmente aspettarci il proseguire degli incentivi per il 2010 ma anche il loro ampliamento. A meno che non si voglia chiudere la FIAT.

Ma comunque non sembra bastare, non credete?

Qualcuno riesce ad immaginare lo scenario attuale qualora non vi fossero stati gli incentivi?

Bisogna dire che la variazioni congiunturali rispetto al trimestre precedente, quindi giugno/settembre 2009 confrontato con marzo/giugno2009, vanno un po' meglio.

Siamo infatti ad un bel + 3,0% riguardante le attività manifatturiere. Sul trimestre precedente , però.

In ogni caso i segni + sono diversi. Colpisce, però, un segno - : quello dell'elettronica.

Infatti

CI Fabbricazione di computer, prodotti di elettronica e ottica, apparecchi elettromedicali, apparecchi di misurazione e orologi

diminuisce di:

- 0,2% rispetto ad agosto 2009
- 4,0% rispetto al trimestre precedente
- 9,1% rispetto al mese di settembre del 2008
- 12,3 rispetto allo stesso periodo del 2008 (gennaio/settembre)

E' un trrend negativo costante.

Che stia per arrivare anche una rottamazione dei computers?

Felice Capretta ha detto...

@mario, jjletho

molto interessanti le vostre news...! in particolare krugman ma anxhe il resto. e tra l'altro il dollaro ha fatto un altro bello scivolone oggi.

grazie del bentornato :-)

@kingsga,bit

un'economia tenuta in vita artificialmente con aiuti di stato e incentivi alla rottamazione, esatto, questo é il punto. pardon, questa è la ripresa ;-))

saluti felici

felice

Anonimo ha detto...

i dati di jjletho sembrano un bolettino di guerra..e a quanto pare la guerra la stiamo perdendo :D
se il primi dieci anni del terzo millennio sono stati un disastro, i prossimi dieci che verrano ci sarà da ridere..si fà per dire ;)

p.s. la fiat è un morto vivente che non sò quanti soldi ha fregato a noi per essere ancora lì...in ogni caso state tranquilli la fiat non fallirà..chiuderà solo le fabbriche italiane per produrre in polonia e in paesi del terzo mondo.
....infondo rimarrano per strada solo migliaia di operai italiani.. è il prezzo della rincorsa all' lavoro sfruttato e sottopagato che offre il capitalismo.

Anonimo ha detto...

mi riferivo a i dati di kingsgabit..errore mio. :))

Mario ha detto...

"Cerchi il prestito personale fatto apposta per te? Eccolo, ora con il tasso (TAN) promozionale dell'8,48%" pubblicità di un noto istituto di credito che compra denaro all'1% di costo dalla BCE, allo 0,25% dalla FED, allo 0,10% dalla BOJ ... ve lo immaginate cosa succederebbe se famiglie e imprese potessero accedere ad un credito così agevolato? altro che +1% del PIL!
già questo basterebbe a far girare i Maroni (come si dice qui vicino ai Colli Euganei), se poi uno pensa che FED e compagni emettono denaro a debito in carico ai rispettivi paesi altro che meteore incadescenti!
Come collettività ci indebitiamo per poterci indebitare una seconda volta come singoli ...

luciano perazolo ha detto...

@Mario:
siamo schiavi del debito, servi di una politica monetaria che è conveniente a (meno del) 1% della popolazione mondiale.
Io, e te dobbiamo lavorare x pagare il mutuo, mentre c'è tutto un sistema piramidale che se tiene in piedi grazie ai tassi che io e te sudiamo tutti i giorni; e chi si trova al vertice della piramide, gestisce i burattini... La cosa peggiore è che a volte sentiamo di non avere sudato abbastanza, ...magari questo sistema cadesse così ognuno di noi si prenderebbe il suo tempo indietro, e forse qualcuno sorriderebbe di più.

Goodlights ha detto...

già.
...e non è l'unica cosa che precipita...

qualcuno di voi ha un paracadute da prestarmi?
:-)

buona giornata!
Sara

Alessandro ha detto...

Ciao Felice,

innanzitutto auguri per l'influenza e desidero esprimere i miei complimenti per il tuo blog.
Volevo sapere quando pubblicherai la traduzione del geab nr. 39.
Un tuo assiduo lettore
Mister Cocci
http://wwwmrocci.com

Kingsgambit ha detto...

Consiglio a tutti di leggere il seguente articolo su comedonchisciotte:

http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=6510

SE (perché il SE è d'obbligo) è vero, allora ci siamo...

Anonimo ha detto...

Buongiorno a tutti e bentornato a Felice.

Volevo comunicarvi che le materie prime (nello specifico zama ed alluminio) stanno correndo verso le vette.
Se non ho fatto male i conti (potrebbe anche essere..), parliamo di quasi 20 % circa a partire da qs. estate. Ma come mai, se l'industria metalmeccanica (quello che principalmente le impiega) sta' perdendo a due cifre?

Mah

Gli impianti di chi estrude sono quasi fermi, le pressafusioni vanno a rilento.. non capisco.

Buona giornata,

Zita

Anonimo ha detto...

Bentornato Felice
Visto poi quest'articolo

http://www.reuters.com/article/ousivMolt/idUSTRE5AN26920091124

credo che pioveranno altre tegole su quei dati

Che accordo troveranno a Copenaghen?
Fabio

Anonimo ha detto...

@Zita

perche' questa crisi e' pilotata, vogliono affossare l'economia, gia' le aziende non hanno ordini e per abbassargli ulteriormente l'utile alzano il prezzo delle materie prime. queste ultime sono nelle mani di pochi, gli stessi che hanno organizzato e gestiscono la crisi.

hai mai visto questo?
http://www.youtube.com/watch?v=8zEFKT7s75k&feature=player_embedded

indopama

Felice Capretta ha detto...

@ alessandro

il geab é in arrivo :-)


@zita

c'é un post gi qualche giorno fa sui forti acquisti di materie prime da parte di pechino. sono pieni di dollari, com'é noto, e devono disfarsene in qualche modo. scambiarli per materie prime rifilandoli ai paesi produttori é un ottimo modo, anche perché le materie prime si possono sempre usare, a differenza dei dollari... non mi stupisce quindi un forte rincaro. naturalmente questo non é il solo fenomeno che determina il rincaro.

saluti felici

felice

Anonimo ha detto...

di sicuro la cina sta comprando materie prime ma bisogna vedere chi compra, se sono aziende del governo o aziende private.
la cina per entrare nel WTO ha dovuto vendere un bel po'(non so di preciso quanto) del business strategico ai banchieri europei/americani, quindi le aziende che hanno a che fare con:
denaro, le banche
energia
materie prime
trasporti
agricoltura

questo grosso modo quanto e' successo, anche loro hanno al loro interno i padroni americani ed europei.
questo da quanto mi hanno raccontato nei miei 5 anni in cui ho lavorato in cina. cmq qualcosa mi ricordo do averlo anche trovato in internet.
questo solo un esempio: http://www.google.it/#hl=it&ei=SlEOS6a4NJSgkQWU492iBw&sa=X&oi=spell&resnum=0&ct=result&cd=1&ved=0CAYQBSgA&q=rothschild+china+energy&spell=1&fp=2802148a84c44c41

indopama

Anonimo ha detto...

Grazie a Indo (dopo me lo guardo con calma, certo ne riparliamo) e anche a Felice.

Condivido l'ipotesi che la Cina stia facendo man bassa per i motivi citati.

Ma

La Cina è veramente enorme, ed enormi devono essere le riserve di dollari da far fuori.

Perché allora, ciononostante, gli impianti di estrusione sono semi fermi? E materiale a magazzino scarso?

2 anni fa' sono rincarate spaventosamente le materie prime (vado a memoria, magari 3 anni), sempre per colpa della Cina, dicevano i fornitori (soprattutto per acciaio, alluminio, ottone), e gli impianti lavoravano 24 ore al giorno.

Non so' se spiego bene la mia perplessità.

Per forza deve esserci sotto qualcosa di più..

Zita

Botolino ha detto...

CHI CHI CHI,vuole affossare l'economia? Che mi spieghi che profitto se ne trarrebbe e CHI lo trarrebbe? Per favore, non riversate le vostre frustrazioni scrivendo sui blog.

Mario ha detto...

"Per favore, non riversate le vostre frustrazioni scrivendo sui blog"

Per quelle c'è la suocera ...
caro Botolino le critiche al nostro club del pessimismo sono sempre bene accette quando motivate, il resto è aria fritta come dico sempre a mia suocera.

ps io quando ho le balle girate mi armo di falcetto e/o menara (piccola accetta in dialetto veneto) e vado a pulire i bordi del fosso e del cavalcavia comunali attigui a casa mia, che se aspetto il comune ... altro che l'invasione delle ultra piante!

Anonimo ha detto...

Ciao Indo, per il tuo video sono andata a postare ospite di Corvo.
;)

Grazie mille

:)

Zita

jjletho ha detto...

@kingsgambit
sull'articolo su comedonchisciotte:

Già dal '71 mi pare che gli USD siano fiat currency [cos'è stato, il nixon shock vero? Se no come la pagavano la guerra in Vietnam?].
Mi pare davvero stranissimo che ci sia scritto che i dollari prima del 2008 fossero appoggiati sull'oro e dopo non più...

Anonimo ha detto...

Beh... molto male, Zita

Anonimo ha detto...

@botolino: l'economia a i giorni nostri e reale e virtuale...quella reale stà andando a p@@@@@e con le conseguenze che ne comporta.
l'economia virtuale,quella di borsa e speculazione và a gonfie vele...tu dirai ma le borse hanno bruciato miliardi di dollari...sì ma vuole soltanto dire che i soldi sono finita da y a x,non sono finiti in un falò :)......indovina chi ci hà guadagnato ;)

Cris

Mario ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Mario ha detto...

@Botolino
siamo di fronte ad un omicidio
IL CADAVERE
il modello occidentale, noi per intenderci perchè come ha giustamente ricordato qulcuno nei post precedenti, abbiamo vissuto sulle spalle di tutti gli altri paesi del mondo.
L'ARMA DEL DELITTO
il credito negato con conseguente arresto delle attività economiche dato che il denaro non è un bene fisico, ma uno strumento di scambio tra le persone dei rispettivi lavori.
IL MOVENTE
il pianeta non può più permettersi un ceto medio, il sistema in cui viviamo a fatica ha sopportato un ceto medio occidentale (il 10% della popolazione), se il nostro modello di consumo diventa punto di riferimento anche per quello di paesi come Cina e India (circa il 40% della popolazione mondiale) il pianeta e noi con lui è destinato a morire in tempi brevi.
IL COLPEVOLE
un gruppo composto da circa 390 persone, chiamato Commissione Trilaterale o Gruppo Bilderberg, tanto per citare un po' di nomi passati e presenti Henry Kissinger, Jimmy Carter, David Rockefeller, Zbigniev Brzezinski, Giovanni Agnelli, Arrigo Levi, Carlo Secchi, Edmond de Rothschild, George Bush padre, Dick Cheney, Bill Clinton, Alan Greenspan, Peter Sutherland, Alfonso Cortina, Takeshi Watanabe , Ferdinando Salleo; assieme ad accademici (Harvard, Korea University Seoul, Nova University at Lisbon, Bocconi, Princeton University…), governatori di banche (Goldman Sachs, Banque Industrielle et Mobilière Privée, Japan Development Bank, Mediocredito Centrale, Bank of Tokyo-Mitsubishi, Chase Manhattan Bank, Barclays…) ambasciatori, petrolieri (Royal Dutch Shell, Exxon…), ministri, industriali (Solvay, Mitsubishi Corporation, The Coca Cola co. Texas Instruments, Hewlett-Packard, Caterpillar, Fiat, Dunlop…) fondazioni (Bill & Melinda Gates Foundation, The Brookings Institution, Carnegie Endowment….

corvo ha detto...

ricevo e passo new da pluto:
ALLARME
dubai in bancarotta.

Possiamo stare qui a fare le cassandre e "dire te lo avevo detto" o possiamo giocare alle "cicale" e ignorare i sintomi.

a le cause del coolasso sistemico dove sono?

sottolineo che gli eventi che noi stiamo vivendo provengono da un sistema che include l'economia ma non é governato da essa.

Né dai suoi dogmi, che si stanno sgretolando, nè dalle sue convinzioni presunte che servono a distrarre chi le considera.

sul chi e perché tutto questo accada non abbiamo che spiegazioni deboli basate sullàffermazione o negazione del nostro dogma socializzante.

Occorre coraggio amici e amiche.
Coraggio di guardare dove ci hanno detto che non é lecito guardare.

Anonimo ha detto...

@Zita
l'estrazione dei metalli dipende enormemente dall'energia perche' il modello vada avanti un altro po' bisogna fare un reset

http://crisis.blogosfere.it/2009/09/il-silenzioso-picco-dei-picchi.html

http://petrolio.blogosfere.it/2009/11/la-fine-delleta-delloro.html
e la faranno a spese della classe media, perche' e' quella che consuma una valanga di risorse
Fabio

Anonimo ha detto...

Rita,

mi farebbe piacere poterti parlare fuori da qui.

Passo e chiudo.

Solo Un Passante

Kingsgambit ha detto...

@ Zita

Le materie prime e l'oro sono beni rifugio. Pensa al consiglio di Societé Generale....

Kingsgambit ha detto...

@ jjletho

71? Mi sembrava 75.

Comunque sì, dopo il Vietnam salta la conversione in oro del $ che viene garantito dai titoli di debito del Tesoro americano.

E' evidente che finché il rapporto PIL debito pubblico è ragionevole non c'è problema, trattandosi della prima economia mondiale.

Ma adesso?

Adesso davvero qualcuno crede che gli americani pagheranno il debito?

E poi ncome si fa ad evitare il ripetersi di quanto accaduto ai banchieri fiorentini con il Re d'Inghilterra?

Anonimo ha detto...

Ciao a tutti
per quello che riguarda l'acciaio, le acciaierie per gli ordini con consegna2010 hanno aumentato più del 20% il prezzo al chilo...i commercianti non si forniscono , il materiale scarseggia... e molte aziende forse a gennaio non riapriranno...non mi spiego questi aumenti..
cri

Vitamin Z ha detto...

x @Felice:
Come si usa il termometro "caprino"??? (Scherzo!!!)

P.S.: Ti auguro una veloce guarigione!!!

...ancora Complimenti x il Tuo bellissimo blog.