mercoledì 11 novembre 2009

Carte di credito in Cina e il fango killer

“Fango killer”, intitola il solito Leggo, convinto forse che il fango ha vita propria e, peggio del più tremendo blob venuto da un altro mondo, si innalzi di vita propria e perseguiti tutto il mondo dopo averlo minacciato con lettere anonime.

Speriamo che il processo sia rapido e che il fango sconti una pena certa.

Probabilmente patteggerà.

Già.

Tra i pochi che hanno rilasciato affermazioni sensate, Bertolaso ha dichiarato ieri che la tragedia avvenuta se la aspettavano. Detto questo, a meno che Bertolaso non sia in grado di leggere nel pensiero del fango (killer), non c’e’ da aggiungere molto altro.


Usa, Kenneth Fisher: S&P500 sopra 1300

Passando ad altre notizie tragicomiche, leggiamo su Forbes e Bloomberg via Wallstreetitalia che, secondo l’imprenditore e 289esimo uomo più ricco degli USA Kenneth Fisher, l’indice Standard & Poor’s 500 guadagnera' il 25% in 3 mesi ed arriverà a quota 1.300 punti entro febbraio, come “semplice reazione al pessimismo eccessivo che l'ha preceduta”

Pessimismo e ottimismo.

Uhm...

Altra pomposa dichiarazione:

L'economia non sta affatto recuperando ad un passo lento. L'America e' molto piu' veloce di quanto si pensi. Gli ultimi numeri sul Pil del terzo trimestre lo dimostrano


Uhm.

(silenzio...)

Ehi, guarda, una capretta.


Cina, carte di credito in crescita +32%

Cnn.com ci informa invece della rapida crescita delle carte di credito in Cina, con un +32% rispetto all’anno precedente.

Sebbene gente come Fisher potrebbe leggerci un dato felice, questa è probabilmente una notizia alquanto preoccupante.

Perchè Pechino, a causa della crisi, ha visto crollare la domanda estera e con essa le esportazioni, ed ha cercato di rivolgere una parte della sua enorme capacità produttiva all’interno.

Il vecchio consumatore cinese non si è fatto fregare e non ha cambiato le abitudini di risparmio, continuando ad accantonare il 40% del suo reddito mensile (tanto per un confronto, il consumatore americano accantona in risparmi il 3% circa).

Sono invece i giovani consumatori che stanno cedendo alle lusinghe dello stile occidentale ed americano nella fattispecie, spendendo in sostanza ben più di quanto si possono permettere.

Con occhi caprini ci vediamo un tentativo terminale di creare un Grande Consumatore Globale Frankenstein: una assurda chimera con i geni dell’insaziabile (e ultrasprecone) Consumatore Americano drogato di credito impiantati nel Nuovo Consumatore Cinese.

E’ che proprio non resistono, senza creare bolle.

Che poi scoppiano.

Saluti felici

Felice Capretta

ps: segnaliamo 600 milioni di evasione fiscale del gruppo PAM (supermarket e gdo), la guardia di finanza sta indagando.

90 commenti:

luciano perazolo ha detto...

First comment!!

ROMA - Gli italiani credono che il peggio della crisi non sia passato e temono di dover aspettare ancora a lungo per la ripresa. Per nove persone su dieci la recessione appare come un fenomeno "ancora lontano dalla fine". Solo l'11% della popolazione crede che la fase più acuta sia davvero alle spalle, mentre l'87% non è d'accordo e un 2% resta nel limbo di chi non si esprime. E' quanto emerge dall'indagine dell'Ispo commissionata da Confesercenti sull'opinione e atteggiamenti degli italiani sulla crisi economica.
... meno male che è finita!

katanga ha detto...

scusate il se vado fuori topic
ma mi sembra abbastanza utile
LA FORZA DELLA VERITA’


Dal “PAIS” uno dei quotidiani piu’ diffusi qui in españa che attacca il video di suor Forcadas cercando di denigrare la persona senza rispondere alle affermazioni :

http://www.elpais.com/articulo/sociedad/Desmontando/monja-bulo/elpepisoc/20091101elpepisoc_1/Tes

ecco alcuni stralci tradotti alla lettera:
“come Mery poppins,anche lei,tra un cucchiaio e l’altro di zucchero,puo’ sentenziare come un macina.
Nel filmato,di un’ora circa,vi e’ molto dello zucchero della poppins.
Pero’ nel minuto 6 appare un’altra eroina,la giornalista Jane Bürgermeister,e la sua denuncia alcontro uno dei laboratori che fabbrica vaccini per l’influenza “A”,BAXTER.
Come dice Pilar Perez Breña,direttrice del Centro nazionale di epidemiologia:
“uno e’ portato a credere che il fatto di essere una monaca e per vivere in un convento non possa mentire”.”non ha senso che l’industria farmaceutica voglia uccidere i suoi clienti” sostiene la virologa.

E qui la traduzione di alcuni dei passaggi del video di suor Forcades:

Sull’accordo fra farmaceutiche e governo:

“”“cio’ e’ gia’ ufficiale che sia stato firmato,questo accordo..accordo per risultare esenti da qualunque responsabilita’legale nel caso in cui questo vaccino abbia effetti secondari negativi o che incluso provochi la mortenegli stati uniti,la Segreteria della Salute,
Sibelius,a gia’ firmato un documento Dove risultano immuni,cioe’ con una immunita’ politica,non sara’ possibile chiedere responsabilita’, ne chiedere ricompense,ne ai politici implicati,ne alle compagnie farmaceutiche.
questa e’ una terza novita’ che credo che sia molto significativa gia’ che la salute e la vita non la compra il denaro pero’ se la compagnia farmaceutica o la persona responsabile non e’...
o posto in altri termini e’ disponibile a compensare economicamente, si puo’ prendere come una garanzia,che non si prevedano valanghe di denunce.”””

E sulla contaminazione del vaccino della Baxter:

“””Come riflessione direi per riassumere cio’Che ho detto fino ad ora e’:
Si, cio’ che e’ successo con la casa Baxter E con questi vaccini contaminati..
Che e’ dimostrato che fu cosi’..e che erano contaminati..
Non sappiamo perche’ e come si contaminarono Pero’ che erano contaminati si, lo sappiamo oggettivamente,Se non si fosse scoperto casualmente
Questa contaminazione e questo ricordiamolo fu nel febbraio del 2009,
oggi avremmo questa pandemia spaventosa che ci stanno annunciando senza una base reale di questa pandemia, se ne sta parlando senza una base reale e oggettiva
se in febbraio questo non si fosse scoperto casualmente per questo ricercatore o tecnico di laboratorio ceco, che fece questa prova che lui non era obbligato a fare
oggi avremmo questa pandemia che oggi si sta annunciando.”””

...segue

katanga ha detto...

......Ed ancora dell’altro giorno su repubblica Fazio: http://www.repubblica.it/2009/11/sezioni/cronaca/nuova-influenza-6/vaccini-influenza/vaccini-influenza.html?ref=search

Fazio: "Vaccini sicuri". "Mi auguro che aumenti l'adesione alla campagna vaccinale per le influenze stagionali che per il futuro verosimilmente comprenderanno anche l'H1N1 fra i vari ceppi - dice il viceministro - . Le mie raccomandazioni sono due: che le categorie a rischio si vaccinino perché rischiano molto, l'altra è che i vaccini sono sicuri, sono usati in tutto il mondo e non si può pensare i governi di tutto il mondo utilizzino dei vaccini che non sono sicuri".

Sempre suor Forcades:

“””Seconda novita’:Riguarda i coadiuvanti.
Questo lo ha denunciato il “sindacato delle infermiere francesi”
“sindacato nazionale della infermiere francesi”……………….
............................ebbene questa farmaceutica sta utilizzando,per l’influenza A un coadiuvante che non e’ stato mai utilizzato fino ad ora.
che e’ lo stesso che si utilizzo per l’antrace per i soldati impiegati nella guerra del golfo
e che,ci sono vari studi che dimostrano che ebbero gravi effetti secondari
a danno del sistema nervoso centrale , paralisi e artriti
questo e’ lo squalene…..

…………E’ che questo coadiuvante non e’ quello di tutti gli anni
E pertanto nessuno sa fino a punto questa eccitazione artificiale del sistema immunitario
Possa provocare malattie autoimmunitarie
Di fatto c’e’ ne una che e’ la paralisi ascendente di Guillain-barre’
Che e’ conosciuta..associata alla campagna ,per esempio,nel 1976 della vaccinazione dell’ influenza,Ebbe effetti solo in questo caso negli stati uniti
Pero e’ una campagna simile a quella che ora stiamo vivendo
Cioe’ attraverso i sistemi di comunicazione e dell’appoggio politico
E in questa campagna sucesse che finirono per vaccinare a 48 milioni di statunitensi
E di questi 48 milioni,
Vi furono…non ho i numeri davanti adesso..
Circa 3000 denunce per la paralisi di Guillain-barre’
Cosi che questo e’ accettato come una conseguenza,
Di fatto il CDC ,cioe’ Centers for Disease Control and Prevention of the United States (www.cdc.gov)
E gia’ hanno annunciato che inevitabilmente ci saranno casi di paralisi
Vaccinando a tutta la popolazione
Nonostante tutto si procedera’ lo stesso con la vaccinazione
Quando,insisto,dobbiamo sempre tenere a mente che questo virus influenzale
e’ piu’ benigno del virus dell’influenza abituale
pertanto quando mettiamo sulla bilancia,ed e’ cio’ che hanno fatto
le infermiere francesi nel loro documento,
la possibilita’ di passare alcuni giorni in casa con l’influenza, come ogni anno,
di fatto meno che ogni anno,
o la possibilita’ di contrarre una paralisi ascendente
che in alcuni casi e’ recuperabile ma in molti casi non lo e’
e puo’ incluso condurre alla morte,allora…”””

……e allora io mi chiedo:
Se e’ pur vero che l’Uomo nel corso della storia a commesso atrocita’ di ogni tipo e’ anche vero che vi erano di mezzo ideologie e guerre che giuste o meno, abbassavano mostruosamente la soglia di compassione e la percezione del valore della vita altrui.
In questo caso,che e’ cio’ che mi spaventa sopra ogni cosa ,e’ che questi a mente fredda
Stanno scientificamente cercando di farci fuori.
Cosa li spinge a fare cio’?
Quale ideologia?
Cosa puo’ essere cosi’ aggregante da eliminare anche il minimo rimorso in persone alla fin dei conti “comuni”?
Qualunque risposta sara’ attentamente valutata ,voglio CAPIRE!!!
E il POTERE di Barnard non posso credere che riesca ad annullare tutte le critiche.

GRAZIE

Il titolo del commento e’ riferito al fatto che l’articolo del PAIS non se lo e’ bevuto nessuno ed anzi a apportato una sua maggiore diffussione.
in sud america sta facendo un macello!!!!
Quando la verita’ s’incazza non la ferma nessuno…

Hasta luego

corvo ha detto...

@katanga

Grazie dell'informazione.
Se i mass media la attaccano ad personam significa che la signora ha colpito un nervo scoperto.
la versione integrale italiana sta per essere pubblicata sul blog corvide.
http://corvide.blogspot.com/

@ tutti
Ieri la cancelliera tedesca ha fatto un discorso ispirato a quello di Churchill durante la seconda guerra mondiale fra l'altro ha detto che "i tempi peggiori sono ancora davanti a noi"

kilkenny1975 ha detto...

@Tutti
Un Saluto Suino a tutti….
E’ un bel po di tempo che non scrivo, tutta colpa dell’influenza ( suina ormai è accertato ) che mi ha tenuto a casa con febbre alta, mal di testa e a causa del fumo con qualche problema a respirare (nulla di grave però, tosse insistente, catarro e così via).

Oltre a me se le beccata anche mio figlio, la moglie invece è una settimana che gira in casa con una tosse pazzesca ma senza febbre e a causa del suo carattere da wonder woman non si è ancora fermata un attimo.

Comunque, è una bella febbre un po pesante ma rimane una febbre influenzale.
Anche adesso dopo 5 giorni di febbre e 2 senza, la testa mi fa ancora male, ho il naso tappato e mi sento tutto indolenzito…..

Il figlio invece, più giovane e attivo, dopo 3 giorni di febbre alta il quarto chiedeva quando poteva tornare a scuola per salutare i suoi amici….

Cure utilizzate su prescrizione medica… NESSUNA IN PARTICOLARE

Il medico ( molto competente ) ci ha detto di usare la classica borsa del ghiaccio sulla testa ( utile solo per il mal di testa ), la temperatura alta è normale, è il corpo che reagisce ed abbassarla subito sarebbe un errore…
Ovviamente a meno di possibili convulsioni da febbre o possibili altre complicazioni, quindi ogni persona è un mondo a parte….

Nessun antibiotico usato ne per me ne per mio figlio, tanto riposo, tanta frutta, tanta acqua.

P.S. Causa tosse e catarro, l’unica cosa che ho utilizzato e continuo ad utilizzare è l’aerosol

Mo causa mal di testa vado a dormire….

Un rassicurante saluto a tutti

Ciao
C

corvo ha detto...

Rapporto gruppo controinformazione

articolo con traduzione completa italiana pubblicato sul blog.
http://corvide.blogspot.com/2009/11/campane-per-linfluenza-completa.html

diffondete a tutti i livelli per favore.

Il video sottotitolato arriva nel fine settimana

menohopiusono ha detto...

@katanga

ciao, grazie per i commenti. Quel testo della Forcades è prezioso, parola per parola!

È proprio vero, "quando la verità si incazza non la ferma nessuno", ed è questa convinzione che mi porta ad essere ottimista.

Pessimo l'articolo del Pais. Ma credo che non se lo berrà nessuno, come dici.

La mia risposta alla tua domanda è:
nella storia tutte (?) le stragi sono state decise a mente fredda, come ora. La guerra eccita gli animi dei soldati, degli ufficiali, dei comandanti, e forse, dei generali. Ma non certo quelli dei banchieri che l'hanno decisa, mesi/anni/decenni prima ad un ricevimento in una reggia secolare.

Questa gente la coscienza l'ha schiacciata, picchiata, umiliata e fatta a pezzi. La prima guerra che hanno fatto è stata questa, ha avuto luogo dentro di loro, contro loro stessi. La mia convinzione, è che quello che ne è rimasto, riuscirà, almeno in punto di morte a farsi sentire; in quel momento apriranno gli occhi, e la dipartita sarà amara.

Altra, doppia, nota:

1. probabilmente sarà una cosa lenta e progressiva, non moriranno milioni di persone nel giro di settimane, ma di mesi e anni;

2. chi ci assicura che questa cosa non sia stata fatta in passato?

Ad esempio è noto che dei cadaveri di appestati furono lanciati oltre le mura di una città assediata nel medioevo (mi scuso ma non ricordo la città né l'anno preciso); e fu il primo caso noto di guerra batteriologica.

E soprattutto: sappiamo che i governi fanno le guerre e usano anche armi bandite da trattati internazionali (chimiche, batteriologiche..). Se abbiamo chiaro in mente che le guerre non sono tra nazioni ma tra il Potere e le persone, capiamo subito che in questo caso non c'è niente di nuovo. La guerra è indigesta all'opinione pubblica, la pandemia è uno strumento più conveniente. Il fine e il mandante sono sempre gli stessi.

Ultima cosa e chiudo (scusandomi per l'enfaticità, sono spunti di riflessione in realtà): il nuovo ordine mondiale non serve, e non è "nuovo". Come dice Barnard, esiste un'idea, e quell'idea è già tutto, non serve coordinamento, l'idea è già azione convergente, cooperazione, sostegno, da se; quell'idea è il Potere.

Ciao!

guru2012 ha detto...

@ katanga

Qui in Italia, invece, la suina sembra misteriosamente scomparsa dalla prima pagina dei giornali (Repubblica, Corriere, etc.).

C'è da preoccuparsi?

Anonimo ha detto...

un saluto a tutti.
è da un pò che non scrivo, non scrivo, in quanto, spesso, sarebbe ripetere le stesse cose.
se osserviamo ed analizziamo le situazioni che sono intorno a noi, possiamo notare, che ogni mese che passa, ogni cosa che ieri era normale, oggi non ha più senso.
oggi è normale, o meglio, il potere cerca di farci vedere normale, le situazioni illogiche e contradditorie.
questa situazione lo troviamo nel mercato del lavoro, la troviamo nelle borse, la troviamo in una normale influenza.
è mia abitudine, in ogni situazione non perdere la calma.
in ogni situazione cerco di capire il senso; cerco di capire il rapporto tra me e cosa trovo davanti.
ho imparato a non farmi influenzare dalle idee altrui; ho imparato a osservare, ascoltare il mio essere e procedere per la mia strada.
dove poso il mio sguardo, il mio pensiero, mi aspetto di trovare grandezza, di trovare dignità.

in ogni caso, trovo sempre uno stato di essere, dettato da scelte personali.
sono abituato a guardare in faccia la realtà, senza farmi illusioni o farmi influenzare.
anche questa è la mia forza.
non cerco sicurezza in nessuna cosa , se non in me stesso.
detto questo, se vogliamo trovare un futuro migliore, diventiamo sempre più esseri consapevoli, essere integri.
evitiamo il biasimo, evitiamo di denigrare.
c'è qualcuno, che scrive in questo blog, che quando si sente sicuro, ossia il lavoro gli va bene, ha l' abitudine di attaccare le solite persone.
il lavoro, le situazioni momentanee , sono solo passegere, ciò che rimane siamo solo noi.

questa crisi, in realtà, è una grande maestra di vita.
sta insegnado a noi tutti quali sono i veri valori da rispettare, da vivere.
se impariamo, se sappiamo apprendere, possiamo cambiare.

impariamo a rispettare tutto e tutti, in quando ogni cosa, è nata dallo stesso punto.
nella vita non ci sono figli illeggitini.

la vita conosce solo se stessa, usa sempre e comunque se stessa, ed ogni sua espressione per cambiare, per evolversi, pur rimanendo sempre se stessa.

ciò insegna che ogni situazione , è il risultato di scelte fatte; la vita è perfetta.

anche questa crisi, questa influenza, erano stati previsti.
basta leggere cosa è stato scritto mesi fa.

chi ha interessi a craere situazioni , tipo la crisi, tipo questa influenza, lo fa , in quanto ha il potere ( inteso come energia), a portare avanti un propio pensiero.
non ha importanza giudicarlo.
lo realizza se trova le condizioni ambientali idonee, ( che in questo caso siamo noi).

quando noi accettiamo il pensiero altrui, cediamo parte del ns potere.
così è sempre per ogni situazione.
ciò che accettiamo, diventa operativo nel ne essere.

franco

Anonimo ha detto...

quando si dice che la realtà è solo un'interpretazione...

un dato che per qualcuno può significare RIPRESA, per altri può significare CADUTA.

per riagganciarmi al battibecco di ieri tra zita e goody, sono solo punti di vista.

presupposti differenti fanno giungere a conclusioni differenti.

regole si, regole no?
dipende su quale lato della natura umana vogliamo scommettere e, di solito, scommettiamo su quello che siamo.

gr

Anonimo ha detto...

@franco e indopama

voi su che lato scommettete della natura umana?

dalle vostre parole si evince sempre una carica positiva molto forte.

secondo voi l'uomo sarebbe in grado di vivere senza leggi scritte che gli dicano cosa fare e cosa non fare?

intendo l'uomo per come è oggi e non la bella idea di uomo che vive solo nella testa di alcuni...

gr

Anonimo ha detto...

leggendo qua e la'

http://www.dire.it/HOME/influenza_a.php?c=26326&m=3&l=it

saluti anonimi

Anonimo ha detto...

@gr
io vivo senza regole, faccio in ogni momento quello che mi sento di fare e la vita funziona a meraviglia.

ti voglio fare un esempio proprio di ieri sera.

sento di non mettermi il casco in scooter, non lo metto, esco di casa e trovo 3 della polizia che mi fermano.
al solito gli devi dare 100.000 rupie e invece niente, cominciano incredibilmmente a sorridere e dopo 1 minuto si parla di tutt'altra cosa. li saluto e li lascio senza aver pagato la multa, dopo che loro mi hanno fermato il traffico per farmi attraversare.

chi l'ha decisa quella regola in quel momento? la vita, la mente universale, il mio cuore, chiamalo come vuoi ma e' quel qualcosa da cui nascono i pensieri e che governa intelligentemente ogni cosa. quella cosa che fino ad ora ci ha detto di scrivere le regole sulla carta ma che da ora mi sta dicendo che e' tempo di cambiare.

indopama

Anonimo ha detto...

un saluto a tutti
@gr
... ma perchè pochi hanno un nome?

il vento ha regole?
soffia dove vuole.
un fiore quando profuma ha una regola?
no.
rispettano tutti i loro ritmi, i loro tempi, dettati dalla vita.
perchè è necessario avere regole.
per l'uomo è neessario in quanto non vive.
non vive in sintonia con ciò che è, ossia la vita.
se l' uomo riesce a realizzare ciò che è, ( questo è lo scopo di tutti noi), non ha necessità di regole in quanto è la regola.
secondo il mio pensiero, quando si è consapevoli di cosa siamo, vivi in sintonia con la vita.
non vedi difetti.
non giudichi.
non umilii.
non abusi
sei sempre felice, e non senti mai la mancanza di qualcosa.
sei parte della vita.
in questa fase l' unica regola è vivere.
raggiungere questa fase è facile, ma non è semplice.
è necessario controllare il ns corpo, amarlo, rispettarlo.
è necessario avere controllo dei propi pensieri; amare la vita e ogni sua manifestazione.
in quest fase, vedi solo possibilità di scelta.
solo esperienze da fare.
in questa fase non vedi se uno è zoppo, o se ha il colore di pelle diverso.
vedi solo un tuo simile che porta avanti una sua esperienza.
questo è ciò che penso, ciò che vivo.
franco

Anonimo ha detto...

@indopama

quindi scommetti sulla bontà dell'animo umano in genere o solo sulla tua?
perchè son cose differenti...

tu vivi senza regole, franco mi sa pure, goodlights le segue si e le segue no...

a me sembra che dipenda da ognuno di noi e purtroppo non tutti siamo meravigliosi, buoni, onesti.

non è una provocazione la mia, voglio solo capire.

gr

Anonimo ha detto...

@franco

scusa, gr sta per gianfranco romanelli.
uso gr per comodità, non per nascondermi.

Anonimo ha detto...

io ho voluto fare un esempio perche' "sapevo" che avrebbe approfondito franco, :-) anche pe rme e' come dice lui.

vorrei analizzare brevemente le regole.
le regole ci portano a compiere tutti le stesse cose alla stessa maniera, con gli stessi gesti e a ripeterli all'infinito.
se ci guardiamo bene e' la vita degli ultimi 50 anni in cui non si e' creato niente di nuovo, abbiamo rimescolato sempre la stessa minestra cambiandoci solo il piatto.

il nuovo e' il sale della vita ed e' da scoprire perche' ancora non esiste.
per scoprirlo occorre andare fuori dalle regole perche' seguendo le regole si fanno sempre le cose vecchie.

questo per dire che le regole che voi pensate vi facciano sentire sicuri portano ad una societa' di automi che compiono tutti le stesse azioni.

il pianeta e' diventato un'immensa catena di montaggio e non so se la vita e' ancora interessata a continuare questo gioco. da quello che so io no.

indopama

Anonimo ha detto...

un saluto a tutti.
@gianfranco romanelli
grazie;
preferisco un nome.
@indopama
un saluto a un amico
franco

Anonimo ha detto...

@gr
le regole le decide la vita tutta nel suo insieme, non credo che io e te possiamo sapere come vengano fatte e siamo in grado di giudicarle.

io non scommetto su niente, vivo e basta, in questa maniera perche' mi piace piu' della vecchia.

scommettere comporta paura, quando segui la vita la paura non esiste per cui la scommessa non ha piu' senso.

e l'animo umano non diventa ne buono ne cattivo, giudicare comporta sempre un confronto, rispetto a cosa lo giudichi? questo e' meglio di quello... quello cosa?

guarda i bambini, si amano, si carezzano, litigano, si prendono a schiaffi, si tirano i capelli ma non si giudicano mai, a meno che non glielo abbia insegnato qualcuno. non rientra nella loro natura.

amano tutto quello che gli va di amare e odiano tutto quello che gli va di odiare, ma non dicono mai che odiare e' male e amare e' bene,

LORO AMANO ANCHE ODIARE PERCHE' LO FANNO COL CUORE.

amano da morire schiacciare un dito alla sorella nella porta per non farla entrare...

questa cosa che noi giudichiamo male a loro porta un'immenso amore.

quindi?

indopama

Anonimo ha detto...

@indopama e franco

capisco quello che dite, ma non riesco ad applicarlo al mondo così com'è oggi.

facciamo che da domani arriva qualcuno che dice:
"ok, non esistono più leggi, ognuno faccia come si sente"

secondo voi non sarebbe il caos più totale come nel far west?

in che modo il vostro sistema è applicabile a tutta l'umanità.

è questo il pezzo che mi manca o che non colgo.

gr (solo per comodità)

Anonimo ha detto...

io non ho mai detto che e' applicabile a tutta l'umanita'.
vuoi il mio punto di vista?

ancora per un po' si fanno cuocere per bene i senza lavoro, poi li si convince da una parte e dall'altra ad uccidersi a vicenda, faranno fuori anche un po di altra gente, un po di case, un po di fabbriche e via che si riparte col nuovo.

in mezzo dara' una mano anche il pianeta coi suoi cambiamenti ciclici a ripulire il tutto.

e' una soluzione buona o cattiva?

dal punto di vista di chi ha paura di morire e' cattiva.

dal punto di vista di chi pensa di rimanere e' buona.

dal punto di vista della vita e' semplicemente creazione e siccome tutta la vita e' piu' intelligente di me avra' di sicuro gia' preparato una soluzione migliore.

indopama

Anonimo ha detto...

@ indopama

grazie.

in sostanza quelli che rimarranno saranno in grado di vivere senza regole e leggi.

credo di aver capito questo...

gr

Luigi Lucato ha detto...

Le regole nella società
attuale sono solo un vantaggio
per chi non le segue

con il cuore sai sempre cosa fare
devi avere il coraggio di farlo

Luigi Lucato ha detto...

sulla suina solo un commento da qui

http://translate.googleusercontent.com/translate_c?hl=it&sl=en&tl=it&u=http://fluboard.rhizalabs.com/forum/viewtopic.php%3Ff%3D5%26t%3D2474%26sid%3Db27addb245be90f4322fec56328f1c0f%26start%3D1140&prev=hp&rurl=translate.google.it&usg=ALkJrhipC5S59sC9jxX5cqVE2qno6CnO4w

Solo speculazioni, ma sembra ragionevole pensare che parte del motivo del ritardo potrebbe essere collegata alla campagna di vaccinazione.
È ragionevole pensare che forse sono anche di guadagnare tempo, in modo da non turbare l'attuale dinamica delle vaccinazioni?

NON TURBIAMO le VACCINAZIONI o il Vaccino si butta

jjletho ha detto...

Scusate signori se mi intrometto nel vostro alto discorso su regole etc etc...
Secondo me non è "tu come la vedi o come la senti" ma "come la stai vivendo".
Se la tua società sta chiudendo, se il futuro è oscuro perchè la tua società non ha ordini o ne ha pochi e il prossimo anno sarà peggio, non è che dici
"la crisi è passata".
Il fatto è che ci sono sacche dell'economia che non vanno male, che anzi stanno tirando. Il sistema privato è ora a macchia di leopardo, con molto nero (come colore) e poco giallo. Ma il giallo (ocra) c'è.
Se vogliamo dirne una, potremmo dire che gli unici che possono farsi trascinare dalle emozioni e non dalla situazione personale sono quelli che non sono nella crisi poichè al di fuori dal mercato del lavoro (dipendenti statali e pensionati).

jjletho ha detto...

Ultima cosa:
"Le regole nella società
attuale sono solo un vantaggio
per chi non le segue
con il cuore sai sempre cosa fare
devi avere il coraggio di farlo"

Balle.
Vorrei fare notare che le regole sono alla base della società moderna. Senza regole, torniamo al più forte che vince, il più sostenuto che va avanti, alla tribù migliore che spazza o schiavizza le altre etc etc...
Siamo tutti anarchici quando esiste un mondo con regole che ci sostenta e ci protegge.
Perchè l'opulenza del sistema di regole ci costringe, ci limita laddove vorremmo essere più liberi. E se gli altri le seguono e noi non le seguiamo, siamo indubbiamente in vantaggio rispetto ai "meno furbi" che le seguono come pecore.
Se non ci fosse questo mondo con regole però, quelli ancora vivi di noi le starebbero richiedendo a gran voce (a meno di non essere già diventati schiavi).

Welcome in Italy, Amigos!Siamo tutti più furbi degli altri, ce ne fottiamo delle regole e facciamo ciò che ci fa più comondo. Anche se così facendo stiamo facendo colare a picco la nazione.

Anonimo ha detto...

già il fatto che uno si consuma a chiedersi se è giusto che le regole ci siano o no....ma che importa..i simili attirani i simili, nel senso che se una situazione a uno non interessa..non ci si troverà mai..ad esempio io che non fumo non andrò mai in un locale dove ci sono solo sale fumatori, uno che non si droga non andrà mai in un locale frequentato da drogati..e gli esempi sono numerosi..questo non significa che è buona una o l'altra situazione...per quello le regole non servono...per me...perchè sapersi ascoltare è la regola più appagante ...se il mondo si trova così come è forese è oerchè molti sono sordi:)
saluti affettuosi
cri

yuma ha detto...

@ Indo
anch'io un giorno mi sono svegliato ed ho detto...voglio essere congruo e coerente.

Il mio commercialista mi ha esortato addirittura a dichiarare di più di quanto dovuto in quanto avrei dovuto dichiarare una perdita.

Ma ero sereno...ho accettato.

Ho vissuto sereno. Era il 2005.

Ho vissuto serenamente fino al 2009.

Poi tre poliziotti, anzi due gentilissime signore, mi hanno convocato e mi hanno detto... Ci servono 50.000 euro.

Sappiamo che lei è congruo, coerente e sereno.

Ma abbiamo anche noi i nostri budget.

Cosa vuol farci?

E poi ci pensi bene , noi siamo buone perchè la multa sarebbe di oltre 100.000 euro rapportata al suo giro di affari .

Noi però non vogliamo strafare.

Del resto se lei non accetta,dovrà comunque anticipare il 50% , dovrà sostenere delle spese di Commercialista ed avvocato fiscalista e potrebbe comunque correre il rischio di vedersi respinto il ricorso.

Sa in questo momento c'è molto bisogno di soldi e ci sono disposizioni ferree

Potrebbe a questo punto di nuovo ricorrere , ma con altre spese. Ecc. ecc.

E poi consideri che noi apprezziamo o il fatto che lei non farà ricorso, del resto non è consuetudine dell'Ufficio accanirsi col contribuente.

Quindi lei può star tranquillo per almeno un 4 anni.

In alternativa sappia che comunque sia il 2006 che il 2007 ed il 2008 sono anni che d'ora in avanti avranno priorità in quanto sopra di noi stanno facendo pressioni notevoli.

Io , serenamente, ho capito il loro punto di vista, e devo dirti la verità , mi sono anche un po' commosso per queste loro attenzioni , del resto neanche dovute visto l'alto ruolo che ricoprono.

E molto serenamente ho accettato di venir loro incontro. Siamo diventati tanto amici. Hanno cominciato incredibilmente a sorridere e dopo poco stavamo anche noi già parlando di altre cose

Indo quando verrò a trovarti a Bali, ricordami di darti un calcio nelle balle:-)))

rumenta ha detto...

yuma,
avresti dovuto serenamente estrarre un revolver e freddarle serenamente.
perchè quel che hanno fatto ha un nome, e quel nome è estorsione.

ma il problema giustamente non sono loro, è chi sta sopra di loro e fa le "regole".

ora fatti una domanda, e datti una risposta.....

P.S. ti capisco perchè pure io ho avuto in passato a che fare con questi bei personaggi.....

menohopiusono ha detto...

@yuma

non riesco a capire se ti è successo davvero o si tratta di una storia morale...

se ti è successo davvero, avevano "ragione" o no?

saluti sconfortati

Goodlights ha detto...

dopo tre giorni di febbre, sono giunta ad una conclusione sulla questione regole/non regole e vorrei condividerla con voi.

cosa c'entra la febbre?
be', lascia molto tempo per pensare visto che non si va in ufficio :-)

ecco dunque le mie riflessioni:

le leggi sono indispensabili ai più fintanto che il mondo è così come lo conosciamo oggi.

le masse ne hanno bisogno e si nutrono di norme perchè sono certe, definite, prevedibili.
niente scossoni.

tutto fila liscio e se le rispetto e faccio il mio dovere di bravo cittadino, mi sento la coscienza pulita.

sono in pratica, per i più, un modo per deresponsabilizzarsi.
non scelgo io cosa è bene e cosa è male in quanto c'è qualcuno più in alto che lo decide per me.

i poteri forti poi, ne hanno bisogno perchè, ovviamente, sono un ottimo sistema di controllo.
se prendiamo poi le tasse (vedi yuma), sono anche un finanziamento illimitato e senza interessi.

(naturalmente loro, i poteri forti intendo, le fanno e poi le violano bellamente, ma questo meriterebbe un discorso a parte....)

in pratica sono giunta alla conclusione che per come è messo ora il genere umano, forse (e qui zita ti do ragione in pieno) non è pronto per vivere in libertà ORA.

ciò non toglie che i grandi cambiamenti in atto e il diffondersi del modo di pensare "alla franco" e "alla indo", stiano preparando il terreno affinchè ciò possa avvenire.
(a gr che lo chiedeva, scommetto sull parte "luminosa" dell'essere umano come puoi notare...)

una domanda però continua a ronzarmi in testa:

se tutte queste regole/leggi/norme, ecc...non fossero esistite, il mondo oggi sarebbe migliore, peggiore o uguale a com'è?

saluti febbricitanti e forse deliranti!
Goodlights

Tao ha detto...

lavoravo in banca . Le mie mansioni erano , tra le altre , l'addebito degli assegni sui rispettivi conti correnti . ero sereno , fiducioso del prossimo , buono all'inverosimile . Arriva un assegno senza copertura e il software dell'Istituto ovviamente non sa come gestirlo . in questi casi l'assegno vien respinto e non addebitato , salvo autorizzazioni superiori . Contatto il responsabile di filiale il quale mi chiede di non procedere con "il non pagato " ( con tutto quello che comporta ) in quanto il cliente sta vendendo dei titoli per avere liquidità sul conto . La cosa arriva alle orecchie del dirigente ( non so come, io non l'avevo ancora informato ) preposto alla concessione dell'autorizzazione , che , noncurante degli effetti , mi ordina di procedere con il rigetto ..... io sereno e tranquillo sento di nuovo il responsabile di filiale il quale mi chiede , nuovamente a al limite della supplica, di non procedere , perchè avremmo dato un sacco di problemi al cliente ed avremmo rischiato di perderlo . Un buon cliente può avere una volta nella vita , problemi di liquidità che diamine .

per farla breve . serenamante temporeggio quel tanto che basta per evitare la procedura di non pagato . E sereno e tranquillo vengo severamante "cazziato" dal dirigente il quale non ne vuole sapere niente di niente , unica cosa che gli interessa è che ho trasgredito ad un suo ordine . Il responsabile ( di nome e non di fatto ) si dilegua, suppongo, seguendo il suo cuore . Presumo che , davanti al cliente e sempre seguendo la Vita che scorre , si sia preso tutto il merito di aver evitato una procedura di non pagato e una segnalazione alla centrale rischi .

Qualche settimana dopo eravamo tutti insieme a parlare d'altro . Sorridevamo . Loro di più , io un po' meno, ma anche questa è Vita .

Yuma , quando vai a Bali , danne due di calci nelle balle a Indo, uno è da parte mia :-))))

saluti

tao

Anonimo ha detto...

si e quindi, seguendo il ragionamento di "cri": io che fumo non dovrei andare in locali dove si fuma, io drogato non dovrei vedere gente lucida, io alcolizzato dovrei rintanarmi con il mio amico alcol ecc continuare sarebbe facile e gli esempi numerosi...

tralasciando questa cosa priva di fondamento mi pare che il ragionamento base di parecchi interventi sia questo:
l'uomo nasce buono e la società, o meglio le regole e le istituzioni sociali lo renderebbero malvagio, così, cambiando queste, l'umanità come liberata da una ferrea compressione, potrebbe esplicare tutta la sua naturale bontà...mah, io ho i miei dubbi!

A me sembrano solo ragionamenti datati, e tra l'altro penso che questi signori non abbiano la minima percezione delle dinamiche sociali!

P.S. yuma, ben ti sta; se ho inteso bene stavi facendo un bilancio alterato. E quelle signore non erano poliziotti ma esattori dell'agenzia delle entrate. Niente di strano è gente che fa il proprio mestiere.

Kalsoner

jjletho ha detto...

@goodlights and cri
Esempio congiunto anche con gli esempi fatti da voi:

io sto mangiano nel locale non fumatori (insieme ad altri non fumatori) ed entra una coppietta che mi si mette affianco e si mette a fumare, vuoi perchè i locali fumatori erano già tutti pieni, vuoi perchè gli piaceva il posto ma se ne fregano del fatto che sia pieno di non fumatori.
Che fare?
---> mondo senza regole:
non è che non possono fumare però a me da fastidio. Visto che non vi sono regole che indichino cosa fare, o me ne vado io oppure argomento con loro sul fatto che mi stanno dando fastidio. Il tizio mi dice che sono io che gli do fastidio non fumando nel posto affianco al suo e quindi che posso andarmene a quel paese. A questo punto prendo un legno, gli spacco la testa, gli spengo la sigaretta in un occhio guardando la compagna per capire se riesce a capire il futuro o se domani non potrò più dire che io non ho mai picchiato una donna (se non su un ring)

---> mondo con regole:
E' un locale non fumatori? Chiamo il caposala e gli dico di farli smettere oppure chiamerò chi di dovere e me ne andrò senza pagare
E' un locale fumatori?
Gli chiedo di spostarmi di sala, se possibile. Se non è possibile, pago ciò che ho ordinato e me ne vado.

In quale mondo volete vivere, signore?
Mi risponderete "in un mondo in cui se fai presente che quei signori danno fastidio, la smettono di dare fastidio".
Il fatto è che non esiste un mondo simile, non è mai esistito dall'inizio dei tempi (guardate la storia: gronda del sangue dei vinti) e, mi spiace, non esisterà mai.

Infettato ha detto...

in pratica sono giunta alla conclusione che per come è messo ora il genere umano, forse (e qui zita ti do ragione in pieno) non è pronto per vivere in libertà ORA.

@Goodlights Secondo te esiste qualche regole che non sia stata "violata"?

Alzi la mano chi non ha mai violato una regola, piccola o grande che sia.

Qualsiasi essere umano istintivamente sa cosa è giusto, e cosa non lo è, agisce di conseguenza.

Vorrei portare un esempio stupido, vediamo, ecco: Io sono un politico, sono una alta carica dello stato, stando alle regole vigenti per tutti commetto un reato che dovrebbe farmi scontare una pena, ma dal momento che sono una istituzione protetta da queste regole, non ho nulla da temere, e posso tranquillamente violarle.
Se non fossi stato un politico, avrei comunque violato queste leggi, i motivi possono essere i più disparati.
Tendenzialmente tutti agiamo in base alla nostra legge al nostri istinto, anche se va contro le regole.
Mi vengono in mente i clandestini...

Anonimo ha detto...

@ jjletho

Bene, esiste una regola di copyright che ti vieta di usare il nome di un'altro e quindi devi scegliere se auto-distruggerti su questo blog oppure venire inseguito da un capretta e dal suo amante caprone...

Beh, ovviamente le regole qualcuno le cambia in corsa... questo credo sia il problema principale.

GiBi

Anonimo ha detto...

@ Tutti

Uno dei più eclatanti cambi di regole in corsa ???

Il trattato di Lisbona...

Oppure... come si possa cambiare le definizioni necessarie a dichiarare una Pandemia una influenzetta da 4 soldi...

Le regole sono importanti; ma non sempre sono dettate dal buon senso, quando non guidate dal potere.....

GiBi


GiBi

Pluto ha detto...

Sono venuti in negozio da me.. accertamenti generici.
Hanno trovato un piccola irregolarità: il registratore di cassa non adeguato alle ultime disposizioni sull'IVA al 25%.. cosa che in pratica non mi riguarda perchè grazie ad una particolare convenione il mio negozio vende al netto di IVA.
Hanno redatto il verbale e se ne sono andati.
Dopo due settimane mi chiama l'ufficio imposte per chiedere ulteriore documentazione: gliela porto.. si prospetta una multa tra i 500 e i 1000 euro.
Al che io tranquillamente dico all'ispettore che tenga conto di questo.. se dovendo fare per forza il suo dovere mi farà avere la multa minima prevista per legge (20 euro) mi tapperò il naso e pagherò. Altrimenti da 21 euro in su piuttosto vado in stazione centrale, tiro su un barbone, gli do un paio di centoni e gli intesto la società.
Al che, ora che si concluderanno le trafile burocratiche passerà almeno un anno, nel quale il negozio funzionerà, gli incassi verranno utilizzati e non saranno disponibili a sequestro, rimarranno dento 2-300 chili di stracci che a quel punto, sequestrati si potrà mettere tranquillamente lui a vendere. E il giorno dopo riapro nello stesso posto tranquillo tranquillo.
Nel frattempo, il caro governo si potrà scordare qualsiasi forma di pagamento di tasse da parte della società, di contributi pensionistici, etc etc.
E che anzi si sbrigasse a decidere perchè nel caso sarebbe meglio per me sospendere quanto prima il pagamento dei contributi. Anzi.. in via cautelativa, gli ho detto - e ho pure fatto - che li sospendevo da quel momento.
Dopodichè lo ho salutato cordialmente e me ne sono andato.. tranquillo e sereno.
Lui è rimasto piuttosto attonito...

Anonimo ha detto...

Ehm... scusate la doppia firma...


Refuso di stampa... ^___^

GiBi

jjletho ha detto...

@GiBi
LOL, Questa è avanti. I nomi non registrati sono sotto copyright?
Addirittura se avessi direttamente utilizzato il suo nome e cognome, così come sono realmente scritti, spacciandomi per lui non avrei violato il copy. Avrei violato altre leggi, se fossi stato abbastanza bravo [regole su regole... mammamia!]
Però, ora che me lo dici, lo farò presente next time in Siae. Chissà che non tu non stia dando idee...

Ti informo poi che roba tipo Chanel, Guggi etc etc non sono nomi, ma marchi registrati. Per quello è possibile violarne il copy.

jjletho ha detto...

@Gibi
"Le regole sono importanti; ma non sempre sono dettate dal buon senso, quando non guidate dal potere....."

In questo ti do ragione.
Il problema però non è delle regole, ma del creatore delle regole.
Se non è in buona fede, se persegue interessi personali o lobbistici e non l'interesse di tutti, è normale che le regole che crea non siano dettate dal buon senso...

Goodlights ha detto...

@infettato
"Secondo te esiste qualche regola che non sia stata "violata"?"

no.
soprattutto in italia
:-)

Goody

yuma ha detto...

@ Kalsoner

yuma, ben ti sta; se ho inteso bene stavi facendo un bilancio alterato

Non ho capito se parli sul serio.

Se per bilancio alterato intendi che non ho dichiarato una perdita. ti dico che in questo caso ti saltano addosso e ti pelano vivo, provare per credere.

E poi visto che siamo in Italia il tuo direttore di Banca ti chiama e ti revoca i fidi.

Non so che lavoro fai, ma mi piacerebbe farti provare.

Chi non c'è dentro non può capire.

Per farti capire è come se tu domani uscendo dal garage trovassi un carabimiere che ti contesta la velocità pericolosa.

Ti posso assicurare che tu la multa la paghi.

@ menohopiusono

se ti è successo davvero, avevano "ragione" o no?

Successo veramente.

Non avevano assolutamente ragione ed io avevo tutto documentato con tutta una serie di strumenti fiscali.

Pensa che mi hanno attribuito un ricarico del 43% su un negozio di stock che parte con la merce al costo ed arriva dopo due vendite promozionali a sconto 30/40 % ad un fine stagione con tutto a 10/20/30 euro,

Tutto documentato dai mastrini degli scontrini fiscali.

Ha ragione Rumenta. Si chiama estorsione.Anzi , magari anche peculato, visto che ti dicono che se paghi poi non ti rompono più le scatole per 4 anni.

una regola anche questa se volete

in questo momento devono far cassa.

Anonimo ha detto...

@jjletho
non è molto che leggo questo blog ma a me piace tanto perchè leggo tanti pensieri e sopratutto ci sono persone che sanno esprimere subito ciò che ho dentro e che io a parole non riesco a dire...sai leggo vado avanti ed è come se mi leggessero dentro..comunque tornandoalle regole si o regole no io non voglio proprio convincere nesuno, ho espresso la mia idea. Poi pensa..chi fa le regole??? gli uomini...e quindi??? quando una persona ha equilibrio non va a dar fastidio agli altri non credi?
comunque va bene tutto, per come sono fatta io vivo secondo quello che sento e vivo bene davvero, non mi viene dato fastidio e non do fastidio, sarà fortuna? non credo alla fortuna perchè ogni cosa che ci succede consapevolmente o inconsapevolmente è frutto dei ns pensieri ..anche questo è solo un mio pensiero...

@indo
ma oramai avrai le palle scassate...ma c'è il ghiaccio a bali?
un abbraccio
@goodlight
sono contenta che sei guarita, anche io ho passato tutto, oggi ero già un leone
un abbracio a tutti
cri

Tao ha detto...

@ Cri
ovviamente la parte finale ( quella dei calci nelle balle ) è scherzosa , ci mancherebbe .

Il resto , no .

ciao e saluta Franco da parte mia

tao

Anonimo ha detto...

@ JJLetho

Ciao; ovviamente il nome può essere usato poiché anche una semplice omonimia sarebbe possibile...

Resta il fatto che, se i nomi potessero essere coperti da Copy... ora tu staresti infrangendo una regola.

Una regola che non esiste attualmente ma che potrebbe essere "coniata" al momento dai gruppi interessati...

Spero di aver reso l'idea.

Anche il copyright vero e proprio (musica tanto per fare un esempio) molto tempo fa non esisteva; non fino a che è stata creata questa "regola".
Giusta?
Beh, non saprei.
Quando i menestrelli suonavano per le strade, non avresti potuto copiare le loro "litanie" ?
E' forse un caso storico che esistesse da sempre simile "regola"?

Oppure vengono fatte soprattutto da chi ha un "interesse" ? E non mi riferisco ai cantanti?

GiBi

P.S. solo un esempio del quale comunque rispetto l'essenza. Ossia... faccio come mi pare finché me lo fanno fare.... ^__^

Anonimo ha detto...

.... Le regole servono soprattutto per chi ha il potere di farle rispettare...

Tra poco potrebbero "obbligarci" a fare il vaccino anti-suina...

Beh, non si viola forse la regola del libero arbitrio e della libertà individuale?

Ma... se il potere così decide... ci sarà poco da fare.

Punturone per tutti.... oppure rivolta popolare; non credo ci siano mezzi termini in caso di legge marziale...

GiBi

Goodlights ha detto...

@kalsoner
"l'uomo nasce buono..."

be', l'umo nasce buono per forza.
hai mai visto un neonato venire al mondo con un coltello in mano?
:-)

cosa lo cambia, se non la società, le regole, gli schemi...?

per forza di cose un essere umano deve adattarsi e uniformarsi ai suoi simili (per furtuna o purtroppo in base ai punti di vista).


"A me sembrano solo ragionamenti datati, e tra l'altro penso che questi signori non abbiano la minima percezione delle dinamiche sociali!"

perchè ragionamenti datati?

forse non ce l'ho tale percezione e ti chiedo quindi di spiegarmi meglio cosa intendi...

grazie.
Goodlights

Anonimo ha detto...

Una occhiatina a Jean-Jaques Rousseau e al suo concetto del "buon selvaggio" non sarebbe male... ma siamo nei primi anni del 1700...

Goodlights ha detto...

saremo anche nei primi anni del 1700, ma a me sembra ancora molto attuale...

"Il negativo influsso della società su un uomo altrimenti virtuoso, nella filosofia di Rousseau, ruota intorno alla trasformazione dell'amore di sé (amour de soi), inteso in senso positivo, nell'amor proprio (amour-propre), visto come negativo.

L'amore di sé consiste nell'istintivo desiderio, posseduto dall'uomo come dagli altri animali, di autoconservazione;

l'amore proprio, invece, generato dalla società, costringe l'individuo a paragonarsi agli altri esseri umani, portando all'infondata paura di non essere sufficientemente apprezzato, o al trarre piacere dalle debolezze e dal dolore altrui."

yuma ha detto...

Com'era il post Originale?

Carte di credito in Cina e fango Killer?

Beh, siamo proprio dei fenomeni...povero felice;-)

Anonimo ha detto...

Rousseau è un pensatore interessantissimo ma dal suo pensiero è scaturita la rivoluzione francese (con tutti i suoi lati negativi -oltre agli indiscutibili lati positivi) che ha fatto un po' di morti, se non erro. E poi tutto il romanticismo, il decadentismo e giù giù fino ai nostri tristi tempi. Allora? Un buon pensiero, un intuito felice non sempre porta ai frutti sperati!

Anonimo ha detto...

@ yuma
già, è vero. Eravamo partiti dalle carte di credito cinesi! Be', un posto più spumeggiante di questo è difficile trovarlo. E poi, si sa, le capre sono animali pazienti...

Anonimo ha detto...

Buonasera,

@ cri

Se simile attira simile non si sviluppa quella tensione necessaria per progredire nella conoscenza e nella consapevolezza. Ovviamente le battaglie perse in partenza è sciocco giocarle però io preferisco discutere con chi non la pensa come me, per esempio.

Lo trovo proficuo e costruttivo e metto alla prova la solidità delle mie idee, oppure le demolisco e ne ricostruisco di migliori. Può accadere anche qs. in una discussione, secondo me.

@ yuma

"Sa in questo momento c'è molto bisogno di soldi e ci sono disposizioni ferree"

questa è una frase da mafiosi, fa' accapponare la pelle. Non ti è salito il sangue agli occhi?

@ goodlights

"se tutte queste regole/leggi/norme, ecc...non fossero esistite, il mondo oggi sarebbe migliore, peggiore o uguale a com'è?"

come facciamo a saperlo? sappiamo solo che senza regola valeva la legge del più forte proprio come fra gli animali nella giungla. Questo sappiamo con certezza, delle ipotesi sul momento non si può dire. Si potrebbero fare degli esperimenti "in piccolo" ma dubito che ci sarà permesso farli, ammesso che qualcuno ne abbia veramente voglia e forza.

dopo Kalsoner

L'uomo nasce buono E cattivo. L'educazione semplicemente ha come fine di indurre a controllare la nostra aggressività, sublimando la parte buona per il bene proprio e quello dei simili. Ciò andrebbe fatto rispettando la dignità della persona in sé ma non si può esimersi dall'educare. Il mito dell'emilio di Rousseau è scaduto da tempo.

I bambini sanno essere molto egoisti. Non lo fanno con cattiveria come intendiamo noi adulti ma ciò che vogliono ottenere cercheranno di averlo a tutti i costi. Hanno un istinto animale sviluppatissimo (che ahimé con gli anni si perde) per intercettare le debolezze dell'adulto preposto alla loro cura e su quello lavorano per ottenere il loro fine che corrisponde al manifestarsi dell'istinto di sopravvivenza/autoconservazione. Come dei terminator. Ma sono anche infinitamente belli, stimolanti, aperti, ingenui, ricchi, attenti e presenti a se stessi e a quello che fanno, ti ricordano il vero gusto del qui e ora, vivi e vivaci e quanto ancora... questo però non toglie che c'è anche quello che ho detto poco fa. E per un genitore la cosa più difficile è accettare il difetto, la cattiveria presente anche nel diletto figlio...

Salute a tutti, Zita

Mario ha detto...

A proposito del "padrone" di casa, che fine ha fatto, è svenuto dopo avere letto tutti gli OT?

Sullo Stato che deve fare cassa aggiungo una notizia sul "Mattino di Padova" di oggi: controlli nel comprensorio termale da parte della polizia municipale, multe in arrivo per alcuni importanti alberghi, riscontrate differenze tra il numero di camere dichiarato e quello effettivamente riscontrato.

Caro Pluto, quando toccherà anche alla mia attività li mando da te e poi mi dici quanto ti devo ...

Mario ha detto...

@Corvo
"gruppo controinformazione"
bello come nome, mia moglie invece ci chiama in un altro modo, ogni tanto mi chiede se ci sono novità dai miei amici del "club del pessimismo" ...

Anonimo ha detto...

dimenticavo di dire che ho tre figli piccoli en quattro dipendenti con relativa famiglia

andrea

yuma ha detto...

@ Zita

"Non ti è salito il sangue agli occhi?"

Avrebbe fatto differenza?

In questi momenti fai un conto costi benfici.

Loro lo sanno benissimo perchè a quel poker sono loro i mazzieri e sanno già qual'è il tuo punto di rottura.

Difficile che lo superino.Non possono rischiare che tu dica no e gli mandi in fumo il budget.

E tu non puoi rischiare di pagare il doppio per non fargli fare il loro budget.

E non ci pensi più per 4 anni

Regole, non scritte, ma regole. Lo sanno tutti coloro che interagiscono col sistema. O se preferisci Sistema.

Quelli che ne sono evidentemente fuori come Kalsoner trasecolano e non capiscono. Ma giudicano...

Anonimo ha detto...

ho avuto dei problemi con arpav per delle autorizzazioni , da una cosa banale ne è venuto furi un putiferio in quanto mia moglie si e messa a discutere animosamente con l'ispettore e mi sono trovato i sigilli su un impianto , due mesi per sbloccarlo e quando son tornati ho dovuto scusarmi in quanto poi mi hanno gia avvisato che a parer loro ci sono altre cose che non vanno ma che torneranno prossimamente ...

mia moglie mi ha detto " per foretuna che l'iutalia e un paese de primo mondo ... meglio vendere tutto e trasferirsi in brasile ( florianopolis sud del brasile ) e vivere da terzo mondo , come dicono qua.." sinceramente ha ragione
a gennaio lei parte per vedere dei terreni e poi nella primavere prossima molto probabilmente partiremo

e come disse qualcuno i coraggiosi sono quelli che restano non chi parte

jjletho ha detto...

Secondo me, partendo dalla Cina, non si può che arrivare al discorso sulle regole e su come esse vengano utilizzate in un sistema totalitario ;-)...

Mario ha detto...

"Per quanto tu possa fare rassegnati, se un giorno busseranno alla tua porta spera che non abbiano troppa fame ..." un passo del Vangelo? una parabola della Bibbia?
no, una delle prime cose che mi ha detto il mio commercialista a proposito del Fisco.
E' un po' come le infrazioni al codice della strada, le commettiamo tutti, ogni giorno, insignificanti, piccole, medie, grandi, così è quando hai un'attività, lo sappiamo noi, lo sanno anche loro.

vigna ha detto...

x Yuma
Buon giorno a tutti. Caro Yuma io si che Ti capisco. A me è capitato 20 anni fà, quando avevo lasciato l'attività in proprio e sono andato come dipendente a lavorare in Coop-Consumatori. Io non voleva pagare ma, mia moglie e il commercialista mi hanno quasi obbligato a pagare, all'epoca ho pagato 10 milioni delle vecchie lire.
Attualmento, io insieme alla mia consorte abbiamo da 15 anni un negozio di abbigliamento e Ti posso confermare che non siamo diventati ricchi, pensa Tu che vivo ancora in affitto. Se mi dovesse capitare oggi la stessa cosa capitata a Te, non potrei assolutamente affrontarla Finanziariamente e pertanto li dovrei mandare a quel paese, quelli dell'ufficio delle entrate.
Chi non ha provato a lavorare in proprio, glielo farei fare per obbligo, almeno per un periodo, dopodichè avvranno un'altra visione del mondo.
Cordiali saluti e buona giornata a tutti

Vigna

Anonimo ha detto...

@zita
ciao se è vero che senza regole vale la legge del più forte...ma come viviamo ora??? comanda il più debole??? no il più forte che è poi lo stesso che fa le regole. poi certo che non vengono rispettate...
non entro più sull'argomento altrimenti faccio arabbiare qualcuno :)
resto sempre dell'idea che ci si deve comportare come ci si sente, come tutte le cose della natura, vedi il sole non riscalda solo i buoni o solo i cattivi, e questo perchè? perchè non giudica così come il vento ...
un abbraccio cri

Tao ha detto...

oggi comanda il più furbo . che molte volte riesce a farsi passare per debole o comunque riesce a ricavare un vantaggio dai propri punti deboli . forse è sempre stato così .....

io condivido molte delle cose che dite . Mi fermo quando astraete così tanto il vostro pensiero da non renderlo più aderente alla nostra realtà materiale . Un'impreditore con la possiblità di concludere due contratti, uno congruo e l'altro assolutamante svantaggioso , e i mezzi per onorarne uno solo cosa fa ? sceglie come fa il vento o si fa due conti ? E' lì che non vi seguo più .......
Un conto è vivere serenamante , non farsi assillare dal danaro , altro è vivere senza esprimere giudizi ..... altra cosa ancora è vivere per giudicare o rendere pubblici senza motivo più che concreto i propri giudizi .....

Io non giudico . però se con tizio ci devo fare una società un'opinione del mio eventuale futuro socio me la devo ben fare . ma la tengo per me . però non scelgo come fa la pioggia .....

saluti

tao

saluti

Re Gilardin ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Re Gilardin ha detto...

Ah ho capito:

Io, Zita, non sono daccordo con niente di quello che tu dici

Anonimo ha detto...

@tao
ma certo...non ho mica detto che nella vita bisogna essere c....ni, è ovvio che anche nel lavoro concludi il contratto migliore, la cosa che intendo io è che bispgna vivere in equilibrio senza fregare ed essere fregati, sono cose diverse, vedi qual'è il problema, fino a quando si parla di cifre finanza eccc è facile scrivere ed essere capiti, quando si va oltre a parlare di come ci si sente di quello che abbiamo dentro...sarebbe meglio di persona e guardarci negli occhi e tutto sarebbe più facile...ma va bene anche così, l'unica cosa è non prendere tutto per le punte e gli spigoli no?
un abbarccio cri

Anonimo ha detto...

Buongiorno!

sottoscrivo l'ultimo intervento di tao.
:)

a cri

scusa se insisto e dopo anch'io la finisco qui ma, a prescindere da me e da te che magari insieme a tanti altri siamo innocui, non mi sentirei proprio di "lasciar vivere tutti come si sentono, prendendo l'esempio da come scalda il sole".
Se diventiamo tutti innocui, ci sto'.
Ovviamente. Che bello sarebbe, aggiungo pure.

Buona giornata a tutti!

Zita

Anonimo ha detto...

@re

scusa, ma cosa avresti capito?

Anonimo ha detto...

"io preferisco discutere con chi non la pensa come me, per esempio.

Lo trovo proficuo e costruttivo e metto alla prova la solidità delle mie idee, oppure le demolisco e ne ricostruisco di migliori. Può accadere anche qs. in una discussione, secondo me."

quindi o vinci tu o vince lui?
e se nessuno dei due è disposto a cambiare la sua di idea?
venite alle mani?
no? vi date una stretta di mano?
e allora a cosa è servito discutere per ore?

vorrei capire il senso di una discussione in cui lo scopo finale è confermare o no il proprio pensiero...

Anonimo ha detto...

"quindi o vinci tu o vince lui?
e se nessuno dei due è disposto a cambiare la sua di idea?
venite alle mani?
no? vi date una stretta di mano?
e allora a cosa è servito discutere per ore?"

Dipende dall'argomento, dipende dall'interlocutore, dipende da moltissime variabili.
A volte si prendono anche cantonate, capita. Non siamo nel regno dei perfetti...l'importante è imparare qualcosa. :)

"vorrei capire il senso di una discussione in cui lo scopo finale è confermare o no il proprio pensiero..."

Lo ho già ampiamente spiegato, ed è proprio il contrario. Ma può essere che per te non abbia senso discutere, non ci trovi profitto, non ti diverte. Sai, nel caso, non c'è niente di male. C'è gente che non ha il minimo interesse, per esempio, a scrivere su un blog...

:)

Zita

katanga ha detto...

nuove basi USA a panama

http://www.megachipdue.info/tematiche/guerra-e-verita/1132-le-forze-armate-usa-tornano-ad-occupare-le-basi-di-panama.html

e guerra venezuela -colombia

http://iopartomiriam.blogspot.com/2009/11/guerra.html

Anonimo ha detto...

ma va yuma, la mia era una constatazione. Non intendevo né offendere né tantomeno giudicare. Tu scrivevi ieri:

"Il mio commercialista mi ha esortato addirittura a dichiarare di più di quanto dovuto in quanto avrei dovuto dichiarare una perdita."

Un piccolo particolare, quello che hai fatto ha un nome ben preciso: FALSO IN BILANCIO.
Infatti si parla di falso in bilancio quando una persona dichiara di possedere un certo valore, soldi o altro, e invece non è così...
sicuramente tu "sei congruo, coerente e sereno" ma stavi facendo qualcosa di illegale perché in questo modo evitavi 1)-di fare l'aumento di capitale o 2)-peggio ancora, dichiarare fallimento e chiudere. Mi sbaglio?

"Regole, non scritte, ma regole. Lo sanno tutti coloro che interagiscono col sistema. O se preferisci Sistema.

Quelli che ne sono evidentemente fuori come Kalsoner trasecolano e non capiscono. Ma giudicano..."(.....ma scherziamo?.....)

Kalsoner

Gaia ha detto...

Per chi non crede che una faccenda come quella raccontata da yuma sia possibile, solo due esempi:

- Negozio in regola, arriva la classica 'cartella pazza': cartella esattoriale sbagliata, illegittima, che chiede una cifra stratosferica; il proprietario spende giorni e giorni saltando da un ufficio all'altro per spiegare che quella è una cartella pazza, gli danno pure ragione, ma gli consigliano di pagare lo stesso la metà di quanto richiesto, perché tanto se fa ricorso si va per le lunghe e le spese per avvocati ecc sono alte.....
Tradotto: sì, lo stato ha sbagliato, ma siccome è un'associazione mafiosa facciamo che tu paghi la metà di quella cifra illegittima e la finiamo lì.

- Studi di settore: negozietto sperduto in un paesino di provincia, il commercialista ogni anno consiglia di pagare più del dovuto perché altrimenti escono a fare i controlli ('ehi, perché questo non è allineato coi nostri artificiosi studi di settore? starà certamente rubando!'), e quando la finanza esce lo fa per trovare qualcosa.. qualunque cosa. Che mica può uscire per niente, suvvia.

Queste cose accadono ogni giorno.
E i piccoli come sempre sono schiacciati da un meccanismo più grande di loro, mentre guardano ai colossi che truffano milioni di euro senza essere toccati da nessuno.
Bello lo stato.. forte coi deboli, debole coi forti.

jjletho ha detto...

Sul fisco italiano e sugli studi di settore c'è da fare un discorso così lungo che ci vorrebbe un blog a parte solo per quello. Siamo tutti d'accordo che l'accertamento del reddito così come è in italia non funziona.
Siamo anche tutti d'accordo che dall'alto però non c'è la volonta politica a perseguire in maniera corretta ed recuperare i medio/grandi evasori (sui piccoli però si può fare fuoco e fiamme)?

Comunque sia: per scrivere questo post ho dovuto disabilitare il limitatore di Off Topic, visto che già mi stava dando il fuori scala...

Re Gilardin ha detto...

Zita, insomma....

se ami parlare con chi è in disaccordo con te, cercherò ogni volta di darti torto

se invece gradisci parlare anche con chi condivide le tue opinioni, cercherò ogni volta di darti ragione

Re Gilardin ha detto...

ma se tu giungessi alla conclusione che la cosa migliore è non parlare, sarei lieto di imparare il liguaggio dei segni

sioux ce lo può insegnare

Re Gilardin ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Re Gilardin ha detto...

"Ma può essere che per te non abbia senso discutere, non ci trovi profitto, non ti diverte. Sai, nel caso, non c'è niente di male. C'è gente che non ha il minimo interesse, per esempio, a scrivere su un blog..."

Zita, stai parlando con me (sarebbe già qualcosa)?

l'intervento di anonimo
12 novembre 2009 1.06
NON E' MIO

Faurio ha detto...

Re Gilardin

per favore un po di contegno!
Mi sembri un ragazzino arrapato di 16 anni che è uscito fuori di testa per la sua compagna di banco ed è disposto anche a fare il suo zerbino.

Tanto lo sai che poi vanno con chi le tratta peggio.

saluti
Faurio

Re Gilardin ha detto...

HA HA HA... hai ragione, Faurio, hai ragione

arrapato? ... no, dai, si scherza un poco.
Cos'altro rimane?

Anonimo ha detto...

@re gilardin

ma tua moglie lo sa che ci provi a turno con tutte le femmine che scrivono su questo blog?
:-)

rumenta ha detto...

O.T.

a Propata sagra della capra....

Felice ti sconsiglio di passare da quelle parti ;-)

rumenta ha detto...

gr:

secondo voi non sarebbe il caos più totale come nel far west?

http://xiaodongpeople.blogspot.com/2007/01/gunslinger.html
http://tarlton.law.utexas.edu/lpop/etext/ucla/lubet48.htm
http://en.wikipedia.org/wiki/Gunfighter
http://www.sharlot.org/archives/history/dayspast/text/2006_09_17.shtml

e tanti saluti al "far west" dei film

Anonimo ha detto...

@rumenta

scusa, non ce l'avresti qualche link sull'argomento in italiano per chi non legge bene l'inglese?

sarei interessato ad approfondire.

grazie.
gr

Goodlights ha detto...

@rumenta

mi son sorpresa che tu non ti fossi fin'ora espresso sul tema caldo regole si/regole no
:-)

dove sarebbe 'sto paesino in cui fanno la sagra della capretta?
(mi sa che non sarà poi tanto felice lei....)

saluti finalmente sani!
Goodlights

Re Gilardin ha detto...

No, sa solo che ho avuto una breve, ma intensa relazione con la Goodlights.

Felice Capretta ha detto...

@ rumenta

grazie per la segnalazione (argh)

"Sabato 15 novembre a Caprile una località dell' Alta Val Trebbia si potrà assistere alla ormai tradizionale Sagra della Capra, un curioso appuntamento che si ripete da quarant’anni in Liguria.
Alle ore 20 comincerà, presso il ristorante Berto, il conosciuto cenone con la capra e la polenta che saranno le protagoniste assolute del menù. Per i buongustai che intendono partecipare a questa prelibata iniziativa si consiglia di prenotare in tempo per assicurarsi il posto (circa 150 i posti disponibili). Quando il cenone terminerà si potrà prendere parte alla serata danzante che continuerà fino a tarda notte."

saluti felici

felice

rumenta ha detto...

Goodlights,
le regole sono necessarie, ma devono essere comuni e condivise, altrimenti non funzionano o meglio, non funzionano per tutti,

lo si vede chiaramente quando si parla di crimine.
i malavitosi corrono con regole diverse dalle nostre.
se anche noi corressimo con le stesse regole, però, ho idea che cambierebbero un sacco di cose....

e lasciamo perdere i discorsi sul "far west" che, proprio perchè tutti erano armati, era un posto molto più tranquillo di quel che hollywood ha fatto credere.

Felice:

@ rumenta

grazie per la segnalazione (argh)


non vorrei mai perderti prematuramente ;-)

rumenta ha detto...

gr,
scusa ho visto solo ora la tua replica :-(

no, purtroppo non ho sotto mano altri link in italiano.....