lunedì 9 novembre 2009

Discoccupazione USA e il mistero degli arti persi e ritrovati

Alcune “cose”, che non osiamo chiamare notizie, affollano da alcuni giorni i media allineati di questo curioso paese.

Una delle più stravaganti è certamente quella della soldatessa inglese 22enne, soprannominata “combat barbie”, che è diventata Miss Inghilterra (ma solo perchè alla vincitrice è stato revocato il titolo).

Ancora popola le pagine dei giornali la vicenda della anziana di cui non si trovano più le mani, ma in compenso in Canada continuano a spuntare piedi e nessuno si spiega il perchè.

Intanto, come alcuni affezionatissimi hanno fatto notare, negli USA sono scomparsi altri posti di lavoro, per un tasso di discoccupazione che ha segnato un nuovo record a Ottobre, superando la soglia psicologica del 10%, dopo averla sfiorata a settembre, per raggiungere il 10,2%. Questo il dato ufficiale, poi il dato reale potrebbe essere in realtà molto più vicino al 20% che non al 10%.


Guardando più nel dettaglio, vi proponiamo due grafici particolarmente significativi, più un terzo che è il risultato dei primi due combinati.

1. Tasso di partecipazione della forza lavoro: la percentuale di persone in età lavorativa che sono occupate o che sono disoccupate ma sono attivamente in cerca di lavoro.




2. Ore settimanali medie di lavoro




Scese da quasi 39 ore/settimana del 1964 a meno di 33 del 2009.

Combinare i due grafici ci porta a questo risultato..

3. Rapporto occupati/popolazione per numero di ore lavorate per settimana




Minimo storico toccato nell'Ottobre 2009, il che ci dice che ci sono meno persone che lavorano sulla popolazione totale e per meno ore alla settimana.

Saluti felici

Felice Capretta

110 commenti:

Anonimo ha detto...

Ciao Felice ... GRAZIE DI ESISTEREEEEE!!!!! Perchè riesci ancora a regalarmi una sana risata ... Ciao Elisa

Re Gilardin ha detto...

"Les chercheuses de poux"

Quando la fronte giovane, rossa per le bufere,
Implora il bianco sciame dei bei sogni indistinti,
Accanto al letto vengono due graziose sorelle
Che hanno fragili dita dalle unghie argentine.

Fan sedere il ragazzo a una finestra aperta
Dove l'azzurro inonda un macchia di fiori,
E nei capelli grevi coperti di rugiada
Muovon le dita fini, terribili e maliarde.

Egli ascolta cantare quegli aliti sospesi
Che odorano di mieli veletali e rosati,
Interrotti talvolta da un sibilo, saliva
Ripresa sulle labbra o bramosia di baci.

Ode le ciglia nere battere nel silenzio
Profumato; e le dita elettriche e soavi
Che fanno crepitare nella grigia indolenza
Sotto l'unghie regali la morte dei pidocchi.

Ecco che sale in lui il vino dell'Accidia,
Sospiro di un'armonica che potrebbe impazzire;
Secondo la lentezza delle carezze, sente
Sorgere in lui e spegnersi una voglia di pianto.


A me succede dal barbiere...
figurati se a trafficarmi fra i capelli, magari la notte di San Lorenzo, fossero Zita e sua sorella.

Anonimo ha detto...

a re ma che stai a di'?

t'è andato lo cervelo in aqua?

a te l'amore te fa male.

Anonimo ha detto...

io non so se vi ricordate, ma nello stress test utilizzato per rassicurare i mercati sullo stato di salute delle banche USA, si ipotizzava nello scenario peggiore un livello di disoccupazione del biennio pari al 10,3% come riportato da questo articolo di Borsa Italiana.
Ora siamo già al 10,2%....


Arsan

Anonimo ha detto...

OT Influenza suina

c'è una confusione tremenda. Pure fra i medici. E tutti son certi di quel che dicono, ahimé.
Un pediatra, noto fra le mamme come "anti-medicine (per semplificare)" ha affermato che è "molto preoccupato. Assolutamente favorevole alla vaccinazione, poiché qs. virus ha una velocità di diffusione altissima (?!) che potrebbe lasciarci senza forze, nel senso che tanti verrebbero contagiati, non c'è personale medico sufficiente per affrontare un caso del genere, e grave pericolo di perdite di bambini."

!!!!

Spiegatemi gentilmente come ci si può orientare con un pò di criterio con informazioni di qs. tipo?
Praticamente impossibile!
Comincio a pensare con gran dispiacere che siamo nelle mani della sorte, ciascuno la chiami come vuole, e di fatto elementi certi e/o affidabili per prendere decisioni se vaccinarsi o meno NON ESISTONO.

Se qualcuno ne ha, (sulla veridicità dei quali non nutre dubbio al punto che si taglierebbe la mano dx), sia gentile, le dica anche a me.

E' un pandemonio in giro.

luciano perazolo ha detto...

in termini semplici...
Se sei una persona sana:
meglio farsi 3 giorni di febbre, che rischiare malattie più gravi per effetti avversi al vaccino.
Cmq, basta prendere un pò di vitamina C e vitamina D e hai una prevenzione ancora migliore di qualunque vaccino.

luciano perazolo ha detto...

ahhh dimenticavo, sono medico e sconsiglio il vaccino!!...

katanga ha detto...

@ arsan

"ma nello stress test utilizzato per rassicurare i mercati sullo stato di salute delle banche USA,"
hai scritto le parole giuste!
utilizzato per...
vedremo i mercati...

Anonimo ha detto...

Io sono medico e lo consiglio!

Anonimo ha detto...

non dimenticate che voi NON siete quelli di cui si parla qui:
http://panvini.com/articoli-interviste/35-2009/172-discorso-sulla-servitu-volontaria.html

Anonimo ha detto...

e nemmeno i pidocchi di cui parla gilardino.

Anonimo ha detto...

@ anonimo 4.47 ot influenza suina

In un precedente post ho già detto come la pensavo e cosa faccio io personalmente (medico da circa 36 anni, purtroppo...) : niente vaccino per H1-N1, vaccino per la normale influenza (molto più pericolosa), vitamina c e d; ai figli (25, 24 e 18 anni) solo vitamine. Il problema delle varie notizie che si rincorrono è anche che la medicina NON è una scienza esatta ma solo probabilistica (cioè quello che cura me potrebbe essere dannoso per te, a parità di condizioni uno si ammala e l'altro no, ecc). Comunque questi sono due siti ufficiali che ti potranno essere utili:
http://www.asplazio.it/home/notizie/influenza_suina.php?

http://ec.europa.eu/health-eu/health_problems/avian_influenza/index_it.htm

Ripeto: l'attuale problema è che tutti corrono al Pronto Soccorso ed il sistema sanitario sta per crollare.

Max

Anonimo ha detto...

Che ne dite del doppio vaccino. Non s'è mai visto un vaccino influenzale in doppia dose...

Mario ha detto...

ieri a pranzo da amici mi hanno raccontato la storia di un piccolo imprenditore veneto (settore termoidraulica con 4 dipendenti) che è stato recentemente negli Usa a trovare dei parenti; appena tornato ha licenziato i suoi dipendenti, ha chiesto a uno di loro di diventare soci, ha venduto il capannone che aveva prendendone uno più piccolo in affitto, e ha cominciato a togliere tutti i soldi dal conto ...

fabio ha detto...

Non vi preoccupate qualcuno ha amici in alto

http://www.wallstreetitalia.com/articolo.asp?art_id=813241

Anonimo ha detto...

@ anonimo del doppio vaccino
E' normale fare un doppio vaccino la prima volta, poi si fa un solo richiamo. Dato che la H1-N1 è abbastanza diverso dall'influenza stagionale, va da se che la doppia inoculazione è sostanzialmente corretta. A proposito dei vaccini. Ve ne sono di due tipi: quelli semplici (per così dire) e quelli adiuvati (con sostanze come lo Squalene che può dare problemi anche sei) che dovrebbero creare una più veloce e forte reattività dell'organismo. Comunque prima di 20-30 giorni non si è immunizzati quindi che senso ha fare ORA la vaccinazione che sarà efficace probabilmente verso la fine della pandemia?
Max

fabio ha detto...

Cosa sta succedendo al dollaro
e' di nuovo sotto 1,5

Anonimo ha detto...

O GRAZIE MARIO ORA SI CHE FINISCO BENE LA GIORNATA..........TE POTESS...........
E PURE A ME

anonimi saluti.....@MARIO no!!

Anonimo ha detto...

"L'evoluzione sociale non serve al popolo, se non è preceduta, da un'evoluzione di pensiero."

Queste parole sono di Battiato (che a volte proprio ci prende nel segno) e vengono per rispondere all'anonimo che ha riferito di LaBoetie e della schiavitù volontaria.

Bisogna distinguere, secondo me. Stiamo ragiondando del valore dell'istituzione del concetto di autorità oppure di come esso viene esercitato, cioè bene o male?

Il 'come' è un problema secondario nel senso che attiene al giudizio di merito e non del potere/autorità in sé.

Mi vuoi dunque dire che secondo te il potere o comunque l'esercizio dell'autorità, la necessità di una gerarchia non hanno più senso?

L'autorità come concetto parte dalla cellula famiglia, il riconoscimento della patria potestà che regola i rapporti tra padre e figlio, per intenderci e da lì via via nelle forme accettate dalla società perché essa abbia ordine e sia per tutti vivibile.

Non solo per i lupi ma anche per gli agnelli in tutte le declinazioni del caso.

A noi poi il controllare che il re (o chi per lui in uno stato democratico) si comporti bene e correttamente.
Ma la demolizione di per se stessa di un potere di coordinamento e di guida è vitale per la società civile.

Evidentemente, ora più che mai, se tiriam fuori ancora 'ste cose. Senza ironia e senza disprezzo.


:)
Zita

Anonimo ha detto...

Boh, chi ci capisce qualcosa è veramentebravo, tutto e il contrario di tutto...

http://www.repubblica.it/2009/11/sezioni/economia/crisi-43/governatori-banche/governatori-banche.html


http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&new_topic=11


mah....

Anonimo ha detto...

...vitale?
...letale, vorrai dire!

Anonimo ha detto...

si ho scritto il contrario di quel che volevo...

un pò di delirium demens

:)))

Zita

Gian Piero de Bellis ha detto...

"ci sono meno persone che lavorano sulla popolazione totale e per meno ore alla settimana".

Il dato che dovrebbe interessarci non è quante persone lavorano e per quante ore alla settimana, ma quanto viene prodotto e quali sono i bisogni di consumo delle persone.
Se continuiamo a ragionare alla Keynes (scavare e riempire buche per occupare tutti) non usciamo più dalle trappole mentali insegnateci a scuola e propagandate dai giornali. Credo che questo non sia uno dei pezzi più felici di Felice. Avrebbe dovuto aggiungervi un commento illuminante. Così com'è genera solo confusione.

Anonimo ha detto...

la mia citazione vien da qui:

http://www.youtube.com/watch?v=ZvrSooAOIus

roba preistorica ma sempre valida e piacevole.
Immaginate sotto quelle vesti svolazzanti al galoppo partecipanti del blog all'attacco delle marce istituzioni...

:)))

Zita

Felice Capretta ha detto...

@gian piero

ciao, proseguendo nel tuo ragionamento dovremmo allora chiederci che senso ha vivere in città e quale sia il senso stesso della vita.

Hai assolutamente ragione: dovremmo tutti chiederci ogni giorno chi siamo e dove andiamo, a chi serve quello che facciamo e così via.

Sarebbe sicuramente un mondo migliore.

E’ pero’ un argomento un po’ limitato da affrontare in un blog :- )

Quello che voglio limitarmi a dire con questo post è che:

* la sbandierata ripresa non c'e' e non c'e' mai stata (dal momento che non esiste una ripresa che alza la disoccupazione al 10.2%)

* la disoccupazione secondo indice è al 10,2%, ma la disoccupazione reale è sicuramente più alta e più grave

* si lavora sempre meno e per sempre meno ore

* il grafico combinato mostra la gravità della situazione

abbastanza illuminante spero!

:-)

saluti felici

Felice

Anonimo ha detto...

@Zita
coi tuoi figli che regole usi?
funzionano?
me le fai leggere?

@fabio
sul dollaro secondo me e' fatica capirlo usando i vecchi metri di valutazione, oggi siamo in un fase di cambiamento epocale in cui si riscrivono le regole, bisognerebbe andare a chiedere a quelli incaricati di gestire il denaro nel mondo cosa hanno pensato di fare.

in ogni caso la notizia del parlamento italiano (ma anche il governo) che ha quasi smesso di funzionare e' sintomo che le cose cambieranno di molto e a breve.
mi sa che ci stanno dando un'accelerata.

indopama

Anonimo ha detto...

scusa, Indo, ma forse non ho capito la domanda.
Mi chiarisci per piacere?
Poi cerco di rispondere.
Grazie, ciao.


Zita

Anonimo ha detto...

@ Fabio
nella prima parte di questo
Articolo
fa capire come mai il dollaro si stia deprezzando, la seconda parte è tutta una pubblicità in conflitto di interesse a favore dell'oro..

Arsan

katanga ha detto...

e gia'...
influenza maiala, quindi stato di emergenza nazionale, quindi esercito nelle strade, quindi soppressione di internet, quindi GRANDE BOTTO, quindi tentativi di rivolta, quindi legge marziale, quindi NWO....

comincia a puzzare forte!

Anonimo ha detto...

Allarme influenza: potremmo organizzare qualcosa del genere anche noi:
Gallery

Arsan

Goodlights ha detto...

@zita

"Ma la demolizione di per se stessa di un potere di coordinamento e di guida è letale per la società civile."

a parte i discorsi filosofici, perchè?
cosa comporterebbe nella vita reale?

saluti affettuosi!
Goodlights

Anonimo ha detto...

http://www.tgcom.mediaset.it/economia/articoli/articolo465369.shtml


come no!
ma per favore...

Anonimo ha detto...

Ciao Goodlights,

Secondo me comporterebbe il caos totale. Oggi come oggi, o da che mondo e mondo, perché le regole sono sempre servite perché la gente non si scannasse per una stamberga, rispettasse i confini degli orti ecc.
Poi servì qualcuno che facesse rispettare le regole stabilite, perché i furbi ci sono sempre stati, evidentemente.

A qs. punto però potremmo partire da punti di vista differenti, quindi ho una domanda che non vuole essere provocatoria ma solo stabilire un minimo punto di partenza:

secondo te, possiamo vivere senza regola e senza autorità, così come stiamo messi ora?

E non parlo di filosofia (magari, quanto bello sarebbe!) ma di materia in tutte le sue declinazioni: fare il proprio dovere, pagare le tasse per soccorrere gli anziani e i meno fortunati, prendersi cura dei malati senza famiglia, dei bambini abbandonati, raccogliere gli escrementi del proprio cane (ti rendi conto? siamo talmente civili che abbiam bisogno di cartelli che minacciano multe ai trasgressori -che trasgrediscono egualmente, tra l'altro-), rispettare i limiti di velocità nel reciproco beneficio e vantaggio, e la lista non finisce mai.

Certo, tutte cose pateticamente di buon senso, mi rendo conto.

Saluti anche a te, Zita

Shia ha detto...

@ felice

è chiaro ormai che siamo in una bolla (vedasi: http://lagrandecrisi2009.blogspot.com/2009/09/la-scorciatoia-del-casino.html)

Ora, i quesiti sono:
- la bolla terrà?

- cosa accadrebbe se la bolla dovesse scoppiare?

Ti ringrazio anticipatamente ^__^

Goodlights ha detto...

@zita

scusa zita, ma adesso che le regole da te citate esistono, quanti sono quelle che le rispettano?
:-)

vogliamo parlare di limite di velocità, cacche di cani sui marciapiedi, soccorso agli indifesi e tutte quelle robine lì?

e poi vorrei capire cosa intendi per "fare il proprio dovere"...

"pagare le tasse non lo prendo nemmeno in considerazione perchè le considero una delle più grandi truffe legalizzate esistenti dopo le banche!

la mia non vuol essere una provocazione, intendiamoci, ti rispetto molto per come scrivi e per ciò che scrivi.
vorrei solo capire se esiste un punto di incontro o se su quest'argomento siamo agli opposti.

cosa questa che non comporterebbe nulla di particolare, ma servirebbe a chiudere la discussione in fretta senza spreco di energie per nessuna delle due.

Goodlights

Anonimo ha detto...

Le parole di Zita sono puro rosolio

Anonimo ha detto...

Il filosofo e il questurino

così non si offende nessuno

Cangrande ha detto...

@ indopama

eccole qua le prove dell' "accelerata".............




Divise in strada: sta nascendo a Vicenza la polizia d’Europa



Da due settimane agenti di 14 nazioni europee impegnati tra Longare (VI) e Roncà (VR) nel training che sembra il cast di un film: liberare profughi sfruttati

di G.M. Maselli

Tante lingue, un solo significato: polizia europea. La base è a Vicenza In queste due settimane di via vai di camionette e furgoni di polizie straniere per le strade di Vicenza, la battuta più spiazzante è di una vecchietta: «Mamma mia, stanno preparando un golpe».

Ma dal Coespu (centro eccellenza per le stability police units) della caserma Chinotto di Vicenza, il maggiore Leonardo Albanesi, del 7° Reggimento carabinieri di Laives (Bz), unità speciale inquadrata nella 2^ Brigata mobile carabinieri, sorride e spiega: «Ma no. E’ un’esercitazione dell’Eufp, European union police forces. In pratica, stiamo quasi girando un film. Nei due centri esercitazione di Longare e Roncà abbiamo creato una specie di cast per rendere realistica la simulazione. Abbiamo pensato a tutto: c’è la banda criminale che sfrutta un gruppo di profughi, i giornalisti che si precipitano sull’accadimento, le forze di polizia che intervengono e gestiscono l’emergenza assieme all’Unhcr».

La "produzione cinematografica" in questione si chiama Eupft, training di tre settimane che sta coinvolgendo, tra il quartier generale alla Chinotto e le caserme dismesse di Longare e Roncà (Vr), 273 appartenenti a forze di polizia di Gran Bretagna, Germania, Francia, Spagna, Polonia, Portogallo, Olanda, Austria, Grecia, Repubblica Ceca, Slovenia, Lituania e Cipro, assieme a personale di carabinieri, polizia di Stato e Gendarmeria europea. Che intervengono a Longare, dove un finto gruppo di clandestini, profughi di Ambria, lavora in condizioni di sfruttamento in un opificio clandestino dell’organizzazione Redbull (anch’essa inventata). I militari lo scovano, arrestano i titolari, e poi trasferiscono i profughi nel campo accoglienza di Roncà. Dove ad attenderli c’è Gabriele Visentin, finto sindaco della cittadella (nella realtà è funzionario della Commissione europea, referente unico per le 27 nazioni raggruppate nell’Eupf), il direttore sanitario del campo gestito da Unhcr (Greg Williams, altro parto della fantasia del verissimo maggiore Albanesi), cittadini, curiosi e giornalisti. Tutto finto. Come la troupe di Telelibero Roncà che scatena la campagna contro i foresti: «Noi qui i profughi non ce li vogliamo».

Gestire la situazione è lo scopo dell’esercitazione contro lo sfruttamento di esseri umani, che il 5 novembre concluderà la terza e ultima sessione setttimanale.

E’ la prima volta in Europa che si svolge un’esercitazione così articolata e minuziosa. Qualcosa di simile c’era stato l’anno scorso in Francia a Saint Astier, dove però non c’era stato l’impiego di «componenti altamente specializzate in investigazioni, rinvenimento e disinnesco esplosivi, analisi scientifiche, studio e applicazione di best practice per gestire le emergenze umanitarie nel rispetto dei diritti umani e civili- spiega il capitano dei carabinieri Pierpaolo Sinconi, capo ufficio affari internazionali Coespu, mentre saluta il neoamico Goran Marsic, ispettore della polizia slovena-.

Gli uomini dell’Eupf stanno cominciando a mescolarsi e conoscersi. Dopo la codifica di una dottrina a livello politico e strategico, le nazioni europee scendono ora sul livello tattico-operativo dell’ufficiale di polizia in missione internazionale. Siamo agli inizi». E sta avvenendo a Vicenza. Come la cerimonia di premiazione dei partecipanti all’esercitazione, svoltasi ieri alla Chinotto presente il generale Umberto Rocca, direttore Coespu, e le autorità civili e militari.

Tratto da Il Giornale di Vicenza
sabato 17 ottobre 2009

Anonimo ha detto...

@re

piantala di sbavare sulle sottane di zita.
sei patetico santo cielo!
un po' di dignità da vero macho.

e poi, non mettere mai il dito fra due donne che discutono.
sicuro come l'oro che finiranno per prendersela con te.

Re Gilardin ha detto...

Zita, Zita

frena la lingua

o la goody non ci darà il suo pane cotto nel forno a legna

Anonimo ha detto...

http://www.ire-land.it/sepolcri/angelodolore/roma/dolore28.jpg

Anonimo ha detto...

Ciao Goodlights,

non so se sei contenta, perché ho il sospetto che non sia così :), ma diciamo le stesse cose.

Sulle tasse: chapeau, hai ragione!

ma, fintanto che non viene cambiato il sistema, anche quella è una regola da rispettare. Una regola per tutti, niente condoni, niente sconti, niente privilegi, niente di niente: RISPETTO.

Hai presente Henry David Thoreau e il suo "Disobbedienza civile"?

Ecco, a qs. punto ti parrà strano ma, approvo tante cose scritte da quel signore ma, ribadisco che fintanto che non impugno lo spadone e non vado a far valere i miei diritti, mi tocca pagare, tanti altri pagano, soprattutto quelli messi peggio (avrai certo presente gli operai da 900/1300 € al mese, che non possono evadere una lira, da quando non si fanno + straordinari... ah! adesso li hanno pure detassati.. ah, che ridere..). Tutto per gradi, però. In base all'evoluzione della specie che in qs. senso sembra sempre ferma nello stesso punto, ma non divaghiamo... :)))

Le regole sono fatte per evitare di litigare col vicino o con chiunque dalla mattina alla sera.
Se tu dai la possibilità a qualcuno di fare quel che vuole, stai tranquilla, che quel che vuole egli farà sicuramente!
Il quesito sorge spontaneo però: che cosa vorrà/vorremo dunque fare?

Potendo scegliere, rispetteremmo sempre il ns. prossimo?

Ah, non credo proprio.

Lo dico con dispiacere e con umiltà, non so' nemmeno io come mi comporterei, se avessi la massima ed assoluta libertà.
Chi può dirlo? Qualcuno forse si.
:)

Il discorso vale per il momento presente, valutando la mia piccola realtà, può essere che dalle tue parti siano molto più avanti di noi nell'evoluzione. Non è affatto ironico, anzi! un'ipotesi piena di speranza, che spero mi confermerai!



Faccio il possibile per non escludere niente a priori.


Ciao, Zita

Anonimo ha detto...

@ shia
scusa se provo a rispondere alla domanda che hai fatto a felice ma non riesco a trattenermi
"Ora, i quesiti sono:
- la bolla terrà?"

-c'e' mai stata nella storia qualche bolla che abbia tenuto?
la questione non e' sul se, ma sul quando scoppiera'.
e quando scoppiera' mi sa che e' gia' stato tutto pianificato nei dettaggli, chiamala teoria cospirazionista ma sti infami stanno giocando al gatto col topo e loro sono dei leoni!

nanni

Godlights ha detto...

di nuovo ciao zita!

sono invece molto contenta se diciamo le stesse cose, ma lo sarei anche se così non fosse.
:-)

sai, io tollero il nostro governo perchè mi aggrada di vivere qui (citazione di un amico), ma questo non implica che ritenga valide le sue regole o, peggio, necessarie.

sai, personalmente mi comporto in un certo modo non perchè qualcuno cerca di impormelo,ma, molto più semplicemente, perchè mi sento così.

raccolgo le cacche dei miei cani quando lo ritengo opportuno e non perchè se no mi multano.
infatti lo faccio nei parchi, ma non in mezzo ad un campo per esempio.

ogni tanto supero i limiti di velocità, ma in autostrada e non in città.
anche questo per una questione di buon senso e non per la paura che mi tolgano dei punti.

pago le tasse perchè costretta e non certo perchè lo ritengo un mio "dovere".

e piano piano nella mia vita sono entrate persone a me molto simili o affini.

chiami a te ciò che sei.

so che se anche fossi totalmente libera continuerei a comportarmi esattamente nello stesso modo.

non è una questione di umiltà e non lo dico per far la brava a tutti i costi, ma perchè è vero
:-)

se non avessi fiducia in me stessa per prima, come potrei averla nel genere umano?

ho capito dove sta l'inghippo.

partiamo da due presupposti opposti.

tu vedi della specie umana il lato oscuro, io quello luminoso.

solo questione di punti di vista in fondo...

serata bella!
Goodlights

Shia ha detto...

@ nanni

Intanto grazie per la risposta

Certamente il problema è il quando, ma come dici bene tu è questo: non riesco ad ipotizzare scenari

Anonimo ha detto...

Ciao Goodlights,

Lo scopo di una discussione non è quello di fare contente una di noi due e, se vuoi, nemmeno entrambe.

Si dovrebbe discutere al servizio della verità e del bene ma qs. è filosofia, mi rendo conto. ;)

Certo, se tu hai già deciso in quale scatolina mettermi, va bene.

Tu stai tranquilla nella tua casetta con la tua verità e io nella mia con la mia, di verità.

La mia verità mi interessa poco però, te lo dico molto francamente, a me interessa La Verità, cioè quella che non dipende da nessuno ma è incontrovertibile, ed in una disputa ci può arrivare anche il mio avversario.

E i fatti devono cantare.

Tempo sprecato?
Può essere. In effetti vedremo.
:)

Vedi, tu hai confermato la mia ipotesi più sperata: dalle tue parti l'evoluzione dello spirito ha dato dei risultati. E tu usi il buon senso senza che nessuno ti mostri le regole da rispettare.
Bene.
Sai che ci sono altre persone oltre a te che sono andate avanti, vivaddio, vero?

:)

Ma quando sarà possibile vivere senza regole?
Quando la maggioranza avrà la tua attitudine positiva e rispettosa.
Non puoi darmi torto.
Diversamente parliamo di ipotesi di cui non sappiamo e non possiamo lontanamente prevedere la portata, però abbiamo un pò di storia alle spalle (sai, quella fatta di corsi e di ricorsi e di eterno ritorno).

Hai mai letto le cronache dei giorni successivi alla liberazione cosa c'era in giro per le strade della civile Italia?

Non eravamo al tempo della pietra, solo poche decine di anni fa.

Anche all'epoca ci saranno state persone con un lato luminoso spiccato, magari anche più di ora.

Che però dovevano convivere con quelli che ammazzavano, stupravano, saccheggiavano, eccetera eccetera eccetera, fintanto che non è stato ripristinato "l'ordine". Che brutta parola.
A questi principalmente servono regole da rispettare per convivere pacificamente con gli altri, essendo quindi tutti garantiti da uno stato di diritto accettato dalla maggioranza, all'unanimità poi sarebbe l'optimum.

Volevo dire poi che, se c'è qualcuno che ha fiducia in se stesso e non si pone la minima questione di tipo morale/etico/spirituale è proprio colui che fa' tutto quello che vuole alla faccia mia e tua.
No?

Dici di rispettare le regole ma secondo il tuo personalissimo metro di misura e giudizio le infrangi anche quando ti garba, quando ti occorre, in fondo affari tuoi. Bene.

E se il tuo metro e il mio non coincidessero e ci trovassimo nella posizione di doverne discutere, col mio buon senso che non è il tuo, e viceversa? Come la mettiamo? Ci prendiamo per le penne?

Mah, io di prendermi per le penne con qualcuno proprio non ho interesse. Non so tu.

Quanto alla contrapposizione fra te e me riguardo al lato che guardiamo, beh, così di primo acchito potrebbe anche essere. Rivediamoci però alla resa dei fatti, cioè nella vita reale, via dalla tastiera.
Non sono così sicura di me, figuriamoci di te che non ti conosco.

Ma lo dico senza nessuna acrimonia nei tuoi confronti. Per senso di realtà, e per onestà.

Io ho fiducia nelle persone, fino a prova contraria. La prova contraria (causata da un torto, o una disputa) tuttavia non mi toglie mai la speranza che una persona fino all'ultimo istante che vive possa cambiare il suo stato, la sua conoscenza e capire cos'è il bene.

Son stata lunga? Mi dispiaccio. Ciao!

Zita

Lo stesso metro lo desidererei anche per me.
Non significa non sperare, tutt'altro.

Goodlights ha detto...

@zita
"Certo, se tu hai già deciso in quale scatolina mettermi, va bene."

sinceramente non capisco di cosa tu stia parlando...
non ti ho infilato in nessuna scatolina e non capisco nemmeno perchè te la stia prendendo così tanto.

non ho nessuna verità preconfezionata e amo confrontarmi con le persone, ma non discutere per ore della stessa cosa senza arrivare da nessuna parte.

cosa significa discutere per arrivare alla verità?
esiste una verità assoluta?
quello che è vero per me, può non esserlo per te.

ed infatti così è in questo caso.
perchè dovremmo passare la nostra serata qui a scriverne anzichè far altro di più interessante per entrambe?

forse hai frainteso qualcosa che ho scritto o hai mal interpretato il tono, ma ti assicuro che non è il caso di scaldarsi ostentando tranquillità apparente.

se hai voglia di mandarmi a quel paese, fallo pure!
:-)

non c'è nessuna sfida, nessuna ragione che deve prevaricare sull'altra.

quello che ho intuito io è che partiamo da punti di partenza diversi e quindi per forza di cose traiamo conclusioni diverse.

non ho detto, ne insinuato che il mio sia meglio ed il tuo peggio o vicevresa.
solo diversi.

le discussioni filosofiche le lascio giustamente ai filosofi e mi guardo bene dal farle.
non mi sento in grado di sostenerle e nemmeno mi interessano.

ti ho portato solo la mia esperienza di vita.

vita reale.

prendila per quella che è senza vederci altro.
davvero.
non c'è altro da vedere in ciò che ho scritto.

ed ora mi allontano da questa tastiera alla quale ho permesso di portarmi via parte della serata e mi rilasso un po' che mi son presa la suina ed ho un gran mal di testa!

saluti infettivi!
Goodlights

Anonimo ha detto...

Nell'augurarti pronta guarigione, cerherò di essere breve.
:)
E metterò tanti sorrisi di modo che tu non potrai fraintendermi.
:)
Mi spiace la piega che ha preso la discussione, cioè nessuna. Che peccato!
:)
Dovevamo cercare di scambiarci punti di vista su idee invece è tutto scaduto nel personale, e l'unica battuta che ho fatto (quella della scatolina) è stata presa come punto di avvio del tuo intervento. :(
Proprio perché non c'è nessuna sfida dovevamo confrontarci sulle idee e sui fatti e non sui sentimentalismi, per quanto io, come donna, possa essere sentimentale. Qs. cosa NON interessa e NON è utile mai quando si scambia. Scusa la maiuscola.
Le discussioni fra donne finiscono sempre a pane e prosciutto.
Sai quanto mi dispiace? un sacco!

Ma va bene così.

Ciao, Zita

Anonimo ha detto...

suvvia ragazze!

non ha preso nessuna piega perchè non è una discussione!

son solo chiacchiere tra femmine in competizione per la più bella del reame...

notte stelline!

Anonimo ha detto...

Conferme da est:
Provate a dare un'occhiata al report IGSO (Institute for globalization and social movements)

http://www.baltic-course.com/eng/book_review/?doc=20253

http://links.org.au/node/517

Buona (ri)lettura e cordiali saluti a tutti.
Roberto

yuma ha detto...

oh , è la prima volta che vedo qualcuno litigare senza litigare.

Quasi un non compleanno !

Kingsgambit ha detto...

Nemico da battere: Cina.

Caratteristiche salienti:

Stato di polizia;

Emissione di moneta da parte dello Stato (nessun signoraggio)

Conseguente assenza di debito pubblico (se lo Stato vuole spendere in deficit stampa semplicemente la moneta necessaria - del resto il controllo assoluto delle informazioni fa si che nessuno lo sappia);

Sistema bancario pubblico (se lo Stato decide di finanziare le imprese a tasso vicino allo zero, le banche lo fanno - in pratica se ne infischiano di quello che dice l'FMI)

Assenza di qualsivoglia rispetto ambientale;

Sostituzione degli ammortizzatori sociali con la repressione di polizia;

Estreme limitazioni alla libertà di movimento all'interno del paese (serve a circoscrivere e reprimere le rivolte;

Presenza di un numero non precisato di detenuti politici nei Lao Gai (campi di rieducazione a mezzo del lavoro - se non rispetti la quota di produzione non mangi - vi si può essere rinchiusi fino a tre anni con un semplice provvedimento di polizia, senza processo);

possibilità di recupero di materie prime provenienti di rifiuti di varia natura con vantaggio economico, cosa impossibile da farsi rispettando l'ambiente e la salute dei lavoratori.

Controllo assoluto delle informazioni dirette all'esterno del paese (anche quelle sul PIL)

Da parte nostra: totale incomprensione delle dinamiche economiche di quel paese, atteso che non esiste alcun modello economico applicabile ad una simile realtà.

katanga ha detto...

@ yuma e menohopiusono

vi ringrazio per le risposte nel post anteriore per i notevoli punti di vista che che avete dato!
yuma, mi hai fatto SGANASCIARE con l'esempio del grattacielo!
quindi siam fottuti!tutto sto cicaleggio serve solo al nemico per fotterci ancor di piu'?!
e io che pensavo di essere solo un pollo in batteria incazzato.
speriamo che non lo spengano sto giocattolo almeno fa ridere di gusto!

hasta luego

Re Gilardin ha detto...

Un nuovo archetipo riuscirà ad addolcire gli animi?


Accadde nella ridente cittadina di Saluzzo.
Nel ricco palazzo del notaio crescevano candidi i gigli più belli del Piemonte.
I loro nomi erano Rita ed Edoardo.
Crebbero in un ambiente ricco di privilegi e opportunità. Della loro istruzione si occupò una celebre istitutrice di Genova di nome Rumenta che, trasmettendo loro l’amore per la conoscenza, seppe farne due meravigliosi spiriti liberi.
Questi due inseparabili fratelli vivevano l’uno per l’altra e, giunta l’età in cui il corpo inizia a sbocciare, vollero immergersi insieme negli abissi di questo nuovo mistero. Cominciò per gioco e finì per amore.
Oltre il giardino, lontano da sguardi indiscreti, v’era un boschetto di ginestre,
e lì ogni pomeriggio si recavano con animo puro a vivere la loro passione.
La cosa andò avanti per quasi un anno senza che nessuno si accorgesse di nulla. Erano orgogliosi di questa loro relazione esclusiva. Era il loro segreto.
Ma di troppa felicità gli dei sono invidiosi e quella punizione che essi non pensavan di meritare non tardò invece ad arrivare.
Un giorno Rita si recò nella camera di Edoardo.
Gli disse: “Fratello mio caro, terribili notizie ti porto. Il mio ventre cresce di settimana in settimana. Credo di aspettare un bambino. Il tuo bambino”
Le lacrime cominciarono a scorrere silenziose, conoscevano il loro destino e non era loro intenzione sottrarvisi. Un’onta troppo grave per quel nobile casato. La notte passò lenta.
L’indomani si recarono per l’ultima volta al boschetto di ginestre. Erano risoluti, non c’era altra via.
Rita si appoggiò sicura al tronco di un’antica quercia e chiuse gli occhi.
Edoardo si allontanò un poco, le braccia gli tremavano e le lacrime gli velavano la vista. Faticò a prendere la mira. Poi esplose il colpo e una pallottola d’argento trapassò il cuore di Rita.
Scavò una fossa stretta e profonda ai piedi della quercia e vi calò le spoglie dell’amata sorella.
Rita fu cercata per mesi, alla fine si rassegnarono.
Tornò primavera, ma Edoardo si consumava nel rimpianto.
“Edoardo, figlio mio caro, tua sorella manca anche a me, ma nessuno ce la può riportare. Prova a dimenticare, o avvizzirai come un fiore reciso”.
“Guarda, Edoardo, il più rinomato artigiano della città mi ha confezionato una preziosa guaina per il tuo coltello d’avorio” ed estrasse dalla borsa un fodero tutto ricoperto di zaffiri e ricamato con fili di oro zecchino.
“Padre mio caro una guaina per il mio coltello già l’avevo, molto più preziosa di questa” rispose Edoardo “ma io l’ho persa e ora non so darmi pace. Spero tu possa perdonarmi”
Il mattino seguente trovarono Edoardo che penzolava dalla grande quercia, proprio sopra la tomba di Rita. Vennero sepolti nel vecchio cimitero dietro la basilica.
Su quei tre poveri corpi venne adagiata una lastra di travertino grezzo. Nessun nome, solo un epitaffio: “Morti per amore”

Qualche anziano del posto forse ancora ricorda questa storia.



regilardin@virgilio.it

Anonimo ha detto...

@ Kingsgambit:
sarebbe una battaglia facile da vincere, se lo si volesse.
Basterebbe smettere di comprare cinese, in massa e consapevolmente.

Ma le istituzioni non ci invitano a farlo, una presa di coscienza in contrasto con il sistema consumistico sarebbe troppo pericolosa.
Inoltre, alla massa non garberebbe smettere di comprare prodotti (perlopiù inutili)a basso costo. Sembra più importante il vantaggio immediato.

Quindi il più prezioso alleato del "nemico" cinese siamo noi stessi.

Nitriti saluti.

Donato Cavallo

Clarius ha detto...

@Gilardino

Re raccontaci ogni tanto anche
quella storia dei fratellini di Peschici che hanno vinto 60 miliardi di lire al SuperEnalotto

yuma ha detto...

@ Donato


L'ho già scritto una volta. Le mamme urlano di orrore sapendo di mani di bambini che cuciono palloni, ma poi per i loro figli comprano quelli che costano meno

Il discorso sarebbe molto lungo.

Bisognerebbe far capire che un frigorifero, un computer o una lavatrice costano di più ma danno lavoro a tuo cognato , al tuo vicino di casa ecc che poi comprano il pane che poi comprano un abito ecc.'

Chi glielo vuol spiegare alle masse ?

Anonimo ha detto...

ahi ahi ahi, pare che l'epoca del petrolio stia per finire...
http://www.guardian.co.uk/environment/2009/nov/09/peak-oil-international-energy-agency

Re Gilardin ha detto...

@Clarius

volentieri
fra tre o quattrocento anni...
se nel frattempo saranno scomparsi radio, tv e pc

la tradizione orale c'ha le sue necessità

Anonimo ha detto...

@ Re Gilardin


Io sono di Saluzzo e di una storia del genere non s'è mai sentito parlare, piuttosto parla del Marchesato di Saluzzo

Re Gilardin ha detto...

Strano!

Allora era Gargnano... o Frascati
poco importa

ma hai chiesto bene in giro?

Anonimo ha detto...

@GOOD LIGHT
così alla fine l'hai presa anche tu l'influenza....noi in casa siamo a quota 3...manca l'ultimo, ma passa bene non ti preoccupare, ne usciamo più forti.
buona guarigione
un abbraccio cri

Goodlights ha detto...

@cri

ebbene si, alla fine ci son cascata anch'io :-)

niente di che.
la solita febbre, raffreddore, dolori muscolari e rinco----mento generale...

un'influenza da manuale insomma!

abbracci tanti!
Goodlights

Anonimo ha detto...

e se la nostra vestale non dovesse farcela chi si occuperà di tener in ordine il tempio di Felice?

Anonimo ha detto...

@goodlight
mi raccomando china, echinacea,propoli e lavanda se riesci a trovarle, tante spremute e sane risate...
un abbraccio ci sentiamo presto
cri

Gaia ha detto...

Anonimo delle 2:29
Ed evitare di gufare no eh?
--'

saluti positivi
Gaia

Anonimo ha detto...

@ Re gilardino


Storie sui marchesi ne trovi a josa, di quest'altre di amori ecc.... nulla, ma se ti può interessare una tal Margherita di fouix sterminò e fece convertire al cattolicesimo diverse decine di centinaia di Valdesi che ora si trovano solamente in Val Pellice....

Godlights ha detto...

@re 2.29

ti piacerebbe, eh re?

per tua sfortuna, però, ci vuole ben altro che una banale influenza per mettermi fuori combattimento.
:-)


@gaia

ciao!
senti, ma se il virus ha un periodo di incubazione, significa che domenica a pranzo già se ne stava annidiato in me zitto zitto in un angoletto.
non è che ho contagiato metà dei complottisti più accaniti di internet e sarò la responsabile della loro dipartita?!
:-)))

i miei di saluti invece sono infettivi :-D

Goodlights

ps: w gli gnocchi di a.m.!

Re Gilardin ha detto...

Zita,

non vorrai mica partecipare anche tu a quei pranzi lì!

Sai che non hai il mio permesso?

In ogni caso devi chiedere a me.

regilardin@virgilio.it

Anonimo ha detto...

@ re e zita

potreste andare ad amoreggiare su un altro blog?

non per essere scortese, ma non è un blog di incontri questo.
trasferitevi su "wwwtuttolamerechevuoitu.gnocca" e sfogatevi lì.

almeno goodlights ti risponde a tono e non te ne fa passare una, ma questa fa la gattina morta.
mi viene un nervoso quando la leggo con tutte le sue frasette fatte tratte dai libri.
bla, bla, bla come un testo stampato.
qualche idea sua ce l'ha?
mi deludi mio sire e molto nelle tue scelte amorose.

vuoi mettere con la genuinità, la spontaneità e la freschezza di goody?

naturalmente il mio commento vuol essere scherzoso quindi non vi arrabbiate, ma è vero che spesso qui si finisce fuori tema e si fanno degli ot pazzeschi.
quando ho visto anche gli scambi di mail tra innamorati, mi è salito alle labbra quanto ho appena scritto.

un saluto a tutti.
anonimo :-*

Anonimo ha detto...

ovviamente era tuttolAMOREchevuoitu.gnocca.com

Gaia ha detto...

Goodlights, va bene così, ci stiamo immunizzando un po' tutti :D
Quando è toccato a me ho preso solo prodotti naturali e mi hanno rimesso a nuovo, mi viene un po' la pelle d'oca quando sento che al primo starnuto o colpo di tosse molti si fiondano a ingurgitare aspirine, e alle prime due lineette di febbre bloccano il buon lavoro del sistema immunitario annegandolo nella tachipirina.. (o nel tamiflu o_O )

saluti naturali :)
Gaia

Gaia ha detto...

PS: ma cos'è sta storia dei piedi che spuntano fuori in Canada? Mi ha lasciato veramente di sasso.

saluti podistici
Gaia

Goody ha detto...

@gaia

mha...
ci sarà un maniaco feticista a PIEDE libero!
:-)

Goodlights

jjletho ha detto...

@Gaia
io a lavoro con la febbre evito di andarci, perchè devo essere concentrato ed è molto meglio se non faccio min***ate.
D'altra parte, non posso permettermi di mancare dal lavoro per più di 2 giorni consecutivi.
Come dovrei fare? Hai qualche idea in merito, visto che:
1) stare una settimana/4 giorni a letto non mi è possibile in settimana (a meno di gravi infortuni)
2) sperare di beccarmi qualcosa il venerdì pomeriggio e tornare il martedì mattina non lo vedo praticabile
3) usare acido acetilsalicilico o paracetamolo ed andare comunque ti fa venire la pelle d'oca

Famme sapè...

Goodlights ha detto...

@jjletho

ciao!
se leggi un po' tra i vari commenti, troverai diversi consigli di chi ha già fatto o sta facendo l'influenza.

il succo è:
non impasticcarti e lascia sfogare la febbre per i 2/3 giorni necessari.

cri, indo, franco, corvo, yuma, andrea,(e qualche altro che mi sfugge) hanno porato le loro esperienze e parlato delle cure naturali usate:

vitamina c, echinacea, china, vitamina d, oscillococcinum...
i rimedi proposti dai vari utenti sono tutti naturali, quindi non hai che l'imbarazzo della scelta
:-)

in alternativa spingi per ammalarti di venerdì!
:-)

saluti sempre infettivi!
Goodlights

yuma ha detto...

@ tutti quelli che vogliono conoscere il nemico

Dopo Paolo Barnard il nulla.

Ha persino tolto la soddisfazione di individuare un nemico.

Chiunque abbia intenzione di opporsi ad un sistema A se non altro ha sempre avuto la chance di allearsi col nemico B di quel sistema.

Barnard ci dice che sono tutti d'accordo e che non ci sono contrapposizioni visibili ai piani alti del palazzo.

Quindi se non ci sono A e B con chi ci si allea?

Una speranza la dà, forse il Sole 24 ore di lunedi pagina 13.

Titoli:
-"Padroni del tempo e del clima"
e
"Il sogno di un risiko a colpi di uragano"

dove si dice che

" ...i militari puntano a manipolazioni del clima con effetti devastanti per il nemico, ma non tali da da provocare oneri di ricostruzione troppo elevati"

Ricadono in questa casistica (Udite udite)
Inondazioni provocate artificialmente
Modificazioni delle correnti oceaniche (Nino, Nina)(Pazzesco ndr)
Modifica dell'estensione delle calotte polari
Deviazione di tempeste tropicali
Possibilità di causare terremoti
Apertura di buchi nella calotta protettiva dell'ozono(Progetto HAARP)
http://www.mariadinazareth.it/haarp.htm
(NDR strano nome per un sito, ma se cercate c'è anche altro da altre parti)

Vi ricordo che state leggendo "Il SOLE 24 ORE" non un blog di catastrofisti !

Allora dov'è la speranza?

Secondo alcuni studiosi seguaci del famoso fisico ed inventore serbo Nikola Tesla, la possibilità di creare ad arte i terremoti non sarebbe affatto utopia.

Alcuni organi di stampa cinesi hanno addossato ad un esperimento USA il sisma che l'anno scorso devasto il Sichuan

Voila ecco B . Qualcuno ha voglia di imparare il cinese?

Re Gilardin ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Re Gilardin ha detto...

Ecco l'intervento* più ottuso dell'anno!
(Se vuoi però ci metto un faccino, così rispettiamo il galateo)

Tu dici che sono OT?

Anche il coro greco poteva apparire OT? Non pensi? Invece costituiva il momento più alto della tragedia.
Eschilo mi perdonerà... è tutto in proporzione naturalmente!

E poi che umorismo da salumiera... anzi no da impiegata di banca!

E ancora: trovo infinitamente basso e volgare il modo in cui tu giudichi una persona che nulla ha fatto per attirarsi delle critiche così acide, se non mostrare di avere un cervello e di saperlo usare (molto bene, fidati). E francamente sentirti invocare la necessità di esprimere pensieri originali (nel senso di propri) mi fa un po' sbellicare dalle risate (si fa per dire).

A questo punto credo di dovermi esprimere definitivamente anche sulla nostra zelante vestale. Genuinità, spontaneità, freschezza? Può anche essere… io ci vedo la più totale e sconcertante mancanza di senso critico (e di cultura?). Ecco l'ho detto. Pur parendomi una brava ragazza di fondo, mostra di essere in cerca non di risposte sincere, ma di una famiglia che la accolga e le dia sicurezza. E lo fa con l’ottusità di una suora poco intelligente... Con la sua prova iniziatica della carta igienica lei ha dimostrato di essere all'altezza. Ora lei è felice, colleziona scatolette dell’Ikea, ma se intuisce che un’altra le insidia il titolo di Reginetta dei Complottisti (anche ‘sta parola che palle!) sa diventare molto cattiva.
Pur non potendo dire di odiarla (e perché mai?), trovo che questo personaggio incarni perfettamente l’opposto di quello che io cerco in una persona: onestà intellettuale e capacità di dialogare. Con Goodlight, se non sei della sua parrocchia, devi usare il linguaggio dei segni.

Sulla Zita… cosa ti devo dire? A me pare una gran brava persona, totale sintonia di pensiero (a parte i video musicali)… ma qui, si sa, si scherza solo un po’

Re Gilardin ha detto...

C'è una cosa però che non capisco
perchè non sono stato invitato a pranzo anch'io?

Anonimo ha detto...

@re gilardino

tra simili ci si attrae.
ecco spiegato perchè sei in fissa con quella zita.
voi siete quelli "colti" che filosofeggiano a colpi di frasi fatte e poesiole, noi i poveri "stolti" non in grado di capirne il senso perchè ignoranti.

vedi di darti una ridimensionata re che non tutti son disposti a tollerare i tuoi insulti.

starai anche simpatico a qualcuno, ma i più si augurano ogni giorno che tu scompaia da questo blog.
e già che ci sei portati pure zita valà...

non commento la tua opinione su goodlights perchè mi vengono in mente solo una serie di parolacce da dirti e quindi verrei censurato da felice.

stammi bene!
un suddito ignorante

Re Gilardin ha detto...

MAGARI

Goodlights ha detto...

@re

sinceramente quello che pensi di me non mi interessa poi molto, anzi, mi diverte.

se penso poi che vedi negli altri quello che tu sei, mi diverte ancora di più.

pensa che io ti vedo meraviglioso!
:-)

passa una bella giornata re.
te lo dico con tutto il cuore.

saluti affettuosi!
Goodlights

Re Gilardin ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Re Gilardin ha detto...

Beh, Goody è normale... tu cammini sul lato della strada dove batte il sole!

Quindi seguendo il tuo discorso io sarei un incrocio fra Felice e Franco... qualcosa non mi quadra.

Goody, totale distonia fra noi, ma anche un barlume di affetto (almeno da parte mia).

Ciao

katanga ha detto...

@ yuma
e quindi corvo non E' completamente da manicomio!!!
tesla andava in giro con un'auto elettrica senza batterie (ricavando l'elettricita' della terra) all'inizio del secolo.
a che punto puo'essere arrivata una tecnologia cosi'dopo quasi 100 anni di ricerca segreta?

il sole 24 ore non fa altro che confermare cio' che qualsiasi imbecille (come me) puo' fare 1+1 da 2.
e certo che internet ce lo lasciano...

Anonimo ha detto...

la terra e' troppo stretta per 7 miliardi di persone?

http://forum.crisis.blogosfere.it/viewtopic.php?f=16&t=1289

indopama

Anonimo ha detto...

il “sorpasso dopato”

http://mercatoliberonews.blogspot.com/2009/11/la-baggianata-del-sorpasso-della-gran.html

Anonimo ha detto...

Industria: produzione settembre -5,3% mese, dato peggiore dal 1990

http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/economia/2009/11/10/visualizza_new.html_1615825486.html

katanga ha detto...

e a proposito di lasciarci internet....

http://www.repubblica.it/2007/09/sezioni/tecnologia/diritti-web/usa-legge/usa-legge.html?ref=search

c'e' uno che per puro caso si chiama rockfeller che lo vorrebbe spegnere o controllare

Anonimo ha detto...

@sul conflitto tra zita e goody

zita:"Proprio perché non c'è nessuna sfida dovevamo confrontarci sulle idee e sui fatti e non sui sentimentalismi, per quanto io, come donna, possa essere sentimentale. Qs. cosa NON interessa e NON è utile mai quando si scambia. Scusa la maiuscola."

secondo me invece vale di più confrontarsi sui fatti che non sulle idee e le esperienze personali di ognuno contano molto più di un concetto.

la vita reale insegna, le belle parole dei libri molto meno.

si è tirato in ballo il mondo dopo la liberazione:
"...quelli che ammazzavano, stupravano, saccheggiavano, eccetera eccetera eccetera, fintanto che non è stato ripristinato "l'ordine"

mentre ora che l'ordine (magari anche un bel nuovo ordine mondiale) è stato stabilito da un pezzo viviamo forse in un mondo meraviglioso?
insomma...

non sono le regole che fanno la differenza tra un uomo buono e uno cattivo.
questo me lo concederete...

dimmi zita?
tu non vai in giro ad ammazzare bambini perchè ce una legge che lo vieta o perchè, per tua natura, non lo faresti mai?
al contrario, un assassino, si ferma forse di fronte a tale legge?

lo vedi che il tuo discorso non sta in piedi.

Goodlights ha lasciato stare perchè giustamente quando le visioni sono tanto opposte non ha senso cercare di far cambiare punto di vista all'altro.

non è una qustione di "pane e salame" o femmine sentimentali.

è una questione di intelligenza saper incanalare la propria energia laddove veramente serve a qualcosa e non per sterili infinite discussioni a suon di filosofia.

la necessità delle regole, di essere un bravo cittadino, di rispettare le leggi, di pagare le tasse (e magari pure il canone alla RAI), sono armi molto sofisticate della propaganda.

chi l'ha detto che questo è l'unico modo possibile?
perchè non può esistere un mondo diverso?

perchè l'uomo deve essere per sua natura cattivo?
forse lo è...
ma forse non lo è...
concediamoci una possibilità!

un saluto a tutti!
sioux

PS: perchè solo uno o due hanno commentato quanto detto da zita e goodlights?
secondo me quello delle regole come unico e giusto modo di mandare avanti il mondo, merita tutta la nostra attenzione ed è assolutamente in topic.

Goodlights ha detto...

@zita

caspita che maremoto che abbiamo provocato.
:-)

Goody

Anonimo ha detto...

Ciao Sioux,

"secondo me invece vale di più confrontarsi sui fatti che non sulle idee e le esperienze personali di ognuno contano molto più di un concetto."

Era esattamente ciò che volevo dire (per qs. intervengo solo ora), solo che dai fatti si estrapolano concetti che per forza di cose devono essere "generali" altrimenti si fatica a confrontarsi per "casi personali" e/o particolari.

"la vita reale insegna, le belle parole dei libri molto meno."

Mai detto il contrario. Tuttavia non butto alle capre l'esperienza umana di secoli e di persone colte ad ampio spettro, e questo non necessariamente riguarda la conoscenza ed il nozionismo. E se posso ne faccio tesoro. Ma è un gusto personale. :)

"mentre ora che l'ordine (magari anche un bel nuovo ordine mondiale) è stato stabilito da un pezzo viviamo forse in un mondo meraviglioso?"
insomma...

Mai detto il contrario, però.
Non ho detto che necessariamente l'ordine in cui viviamo è il migliore ordine possibile. Anzi, ho soggiunto, ma qs. cosa è passata inosservata, che mi sento tenuta a rispettare le regole che non ho il coraggio di contestare pubblicamente o tentare di cambiare. :)

"non sono le regole che fanno la differenza tra un uomo buono e uno cattivo.
questo me lo concederete..."

mai detto il contrario.

"dimmi zita?
tu non vai in giro ad ammazzare bambini perchè ce una legge che lo vieta o perchè, per tua natura, non lo faresti mai?
al contrario, un assassino, si ferma forse di fronte a tale legge?"

Non avendo parlato con tutti gli assassini del mondo e quelli potenziali (la cui mano è trattenuta fors'anche dal timore di finire in galera) e non avendo potuto fare una statistica, mi astengo dal prendere conclusioni avventate.
E per il mio bene e per il tuo non mi sentirei di fare la prova in prima persona. Ma forse tu e Goodlights si... senza ironia.
:)

"lo vedi che il tuo discorso non sta in piedi."

Può darsi. A me non sembra, ma può essere, cosa posso dire?

"Goodlights ha lasciato stare perchè giustamente quando le visioni sono tanto opposte non ha senso cercare di far cambiare punto di vista all'altro."

Discutere non ha mai lo scopo di far cambiare le idee agli altri. Almeno per me, ma di trovare idee valide. Sarà filosofia questa?
:)

"non è una qustione di "pane e salame" o femmine sentimentali.

è una questione di intelligenza saper incanalare la propria energia laddove veramente serve a qualcosa e non per sterili infinite discussioni a suon di filosofia."

Partendo da qs. punto di vista ognuno si astiene dal proseguire in una discussione, perché se ne fa' questione di energia incanalata, di intelligenza (la nostra che è sempre meglio di quella degli altri, vero?), è proprio quello che intendo per finirla a pane prosciutto.
Oppure metterla sul personale. Oppure liquidare con snobismo e pretestuosamente dire che Zita "si esprime a suon di filosofia."
Messa in qs. termini non è in effetti interessante per me.:)

"la necessità delle regole, di essere un bravo cittadino, di rispettare le leggi, di pagare le tasse (e magari pure il canone alla RAI), sono armi molto sofisticate della propaganda."

Va bene. Andiamo a protestare allora. Sennò pettiniamo le bambole, che fa' uguale. :)

"chi l'ha detto che questo è l'unico modo possibile?
perchè non può esistere un mondo diverso?"

Tu lo hai detto, scusa. Io esattamente il contrario, parlando nella fattispecie anche di spadoni. Ma, ripeto, ho notato che è stato un passaggio saltato a piedi pari. :)

"perchè l'uomo deve essere per sua natura cattivo?
forse lo è...
ma forse non lo è...
concediamoci una possibilità!"

Mi pareva che l'ultimo intervento fosse chiaramente dalla stessa parte del tuo in merito alla possibilità; prova a buttarci un occhio, sempre che ti interessi e non è detto, ovvio che non sei obbligato.

Ciao, Zita

Anonimo ha detto...

@ Goodlights

proprio!
;)

Tengo a dirti che non sono mai la prima ad attaccare; però se occorre rispondo come tutti, e come posso.

Ma non per prevalere, per il gusto dello scambio altrimenti che senso ha qs. blog?

Buona guarigione

Zita :)

Gian Piero de Bellis ha detto...

@ felice

"proseguendo nel tuo ragionamento dovremmo allora chiederci che senso ha vivere in città e quale sia il senso stesso della vita."

Felice, non so perché mettere in mezzo tali argomenti. Io volevo solo dire che il problema di qualsiasi sistema economico è l'equilibrio tra produzione e consumo ( non quante persone lavorano e per quanto ore al giorno). Punto e basta.
Leggendo gli altri commenti mi chiedevo: ma in Italia parlate e scrivete sempre così tanto?

Goodlights ha detto...

@zita
"Ma forse tu e Goodlights si... senza ironia."

ciao zita!

premetto di non conoscere personalmente la persona che si firma sioux e condivido solo in parte ciò che dice in quanto ha dato interpretazioni personali delle mie parole.
(detto fra noi non capisco nemmeno perchè si sia lanciata/o a spada tratta in mia difesa)

detto questo, ci vedo molta ironia nonostante il sorrisetto finale.

se vuoi discutere con lui/lei, fai pure, ma non tirarmi in mezzo di nuovo che oggi ho già dato con gli insulti da parte di re gilardino...

ciao.
Goodlights

Goodlights ha detto...

@zita

ho scritto in contemporanea a te e non avevo perciò ancora letto il tuo ultimo commento.

non che cambi quanto ho scritto, ma ci tenevo a dirtelo.

Goody

Felice Capretta ha detto...

@ shia

Acc mi eri quasi sfuggito…

- la bolla terrà?

Ti hanno risposto sopra: una bolla non tiene mai per sempre, tiene finchè non scoppia, e le bolle scoppiano. Lo dice anche Samuel Rotschild .

- cosa accadrebbe se la bolla dovesse scoppiare?

Tutti gli scenari di previsione pubblicati in passato sono buoni...


@ gian piero

ok tutto chiaro..

Saluti felici

Felice

Anonimo ha detto...

@Gian Piero de Bellis ha detto...

"Felice, non so perché mettere in mezzo tali argomenti. Io volevo solo dire che il problema di qualsiasi sistema economico è l'equilibrio tra produzione e consumo ( non quante persone lavorano e per quanto ore al giorno). Punto e basta."

io ci metterei in mezzo pero' anche il pianeta terra visto che la produzione la fai (a parte i servizi) con le materie prime che trovi sul pianeta e queste non sono infinite.

e ci metterei di mezzo anche i prodotti di scarto visto che anche questi non li spediamo su marte ma ce li teniamo tra i piedi.

ci metterei infine di mezzo la psicologia del consumo, se ci fa piu' felici puo' continuare altrimenti e' destinato a fermarsi perche' siamo noi che lo vogliamo.

le regole dell'economia sono scritte dagli uomini e possono anche essere riviste, non e' detto che tutto debba andare per sempre come scritto sui libri, li abbiamo scritti noi e forse ci possiamo anche essere sbagliati.

la realta' lo sta del resto dimostrando, di quante prove ancora abbiamo bisogno? prima li riscriviamo e meglio e'...

indopama

Anonimo ha detto...

@zita e goody

non volevo farvi incavolare...

volevo solo dire che la propaganda agisce in mille modi subdoli ed inculcare nella testa della gente la necessità di regole e leggi per far si che il mondo vada nel verso giusto, è il più pericoloso.

scusami zita, ma ero rimasto molto colpito (negativamente) da questa tua frase:

"L'autorità come concetto parte dalla cellula famiglia, il riconoscimento della patria potestà che regola i rapporti tra padre e figlio"
(la domanda di indopama si riferiva a questo comunque...)

e forse ho valutato quello che hai detto dopo partendo da lì e non leggendoti con la dovuta attenzione.

quanto a te goodlights, non ti ho difesa a spada tratta, difendevo le tue idee perchè sono simili alle mie.
e poi mi stai tanto simpatica
:-)
ti considero una bella ed intensa anima compagna.

senza rancore.
sioux

Goodlights ha detto...

@sioux

ok, ma c'è modo e modo di dire le cose...

e comunque non è mai buona cosa mettersi in mezzo a due pennute che discutono.
si finisce di sicuro per prendersi una beccata, anzi due!
:-)

yuma ha detto...

@Giampiero
ma in Italia parlate e scrivete sempre così tanto?

Beh, in effetti oggi è una giornata particolare... però....sì in effetti ,parliamo,parliamo,parliamo.
E' anche un buon modo per tenere compagnia a quelli che sono all'estero come Indopama e Katanga. Tu da dove scrivi ? Marte?:-)))

Anonimo ha detto...

La foglia di platano.

http://www.frattali.it/fogliaplatano.htm

interessante come da un concetto di partenza ripetuto all'infinito si faccia nascere un pezzo di natura cosi' bella...

chissa' qual'e' il concetto per l'uomo.
:-)))

indopama

yuma ha detto...

@ Indo

bello davvero... ma comunque per favore diglielo a Giampiero che tu stai cazzeggiando a Bali, se no ci sgrida ( ed ha ragione!!!)

Anonimo ha detto...

perche' tu yuma lavori in italia? :-)


indopama

Pluto ha detto...

Dialogo interessante con un Executive Director della Goldman Sachs da più di 10 anni tra le sue schiere... "XXX" sostituito al nome per ovvi motivi.

[18:43:55] XXX: noto che escono trimestrali buone ma dati macro di merda... a naso ci sono ancora effetti di riduzioni di scorte e tagli dei costi a tirare su i profitti. ma economia non parte

[18:44:38] Pluto: no. e la finanza è tenuta su dagli incentivi pubblici

[18:45:10] XXX: si infatti su gdo growth 75% è spesa governativa in us... consumi e investimenti in beni durevoli crollano. not good my friend

[18:45:52] Pluto: mah.. io mi sono già fatto un'idea di che sarà...

[18:46:06] XXX: il timing...non capisco il timing

[18:46:27] Pluto: natale
[18:46:35] Pluto: e puff!

[18:46:46] XXX: no sarà il 2010

[18:47:17] Pluto: quando e cosa avverrà secondo te?

[18:50:21] XXX: secondo me il problema sarà legato alle aspettative... ho paura che dal 1 trimestre del 2010 i numeri delle società se non si riprenderanno i consumi saranno all'osso sui costi e le scorte... e cominceranno a deludere creando un circolo vizioso che durerà molto...

[18:51:18] Pluto: più che possibile
[18:51:31] Pluto: anzi probabile

[18:52:09] XXX: e poi il public spending che verrà meno...siamo come un malato con le stampelle, quando togliamo le stampelle staremo in piedi? boh

[18:52:14] Pluto: ma dai piani più alti non ti arrivano indiscrezioni?

[18:52:49] XXX: tutti i soldi che stanno facendo le banche d'affari sono ancora su derivati e trading... il che alimenta ulteriormente la bolla...

[18:53:01] XXX: quindi abbiamo semplicemente rimandato il problema

[18:53:57] Pluto: hum.. che? sei diventato pure tu uno dell'informazione alternativa? :D

[18:55:17] XXX: no dico la verità...lo sanno anche loro per quello cercano di fare soldi a man bassa...

[18:56:17] Pluto: già...
[18:56:30] Pluto: XXX.. ti lascio e vado a dormire
[18:56:39] Pluto: ci sentiamo dopo


Lascio a voi i commenti....

Anonimo ha detto...

Pluto,
cosa vuoi che commenti
io so solo che ti ho scritto una mail e tu non mi hai mai risposto

perchè non dici a XXX di entrare nel blog?

Pluto ha detto...

@ Anonimo: scusa.. magari non mi sono accorto di averla ricevuta. Sotto che nome la cerco? O se vuoi scrivimi in prv.
Il tipo... come dire... dell'etica se ne sbatte altamente. al massimo si aggiunge a noi se andiamo al Viking! ;)

katanga ha detto...

...la carne debbole e'...

per il viking's me ne sbatterei di (quasi)tutto pure io.


so resistere a tutto tranne che alle tentazioni! ;)))

Anonimo ha detto...

Katanga è una vera rivelazione
un pelo complottista
ma geniale