lunedì 19 settembre 2011

Pareggio di bilancio nella Costituzione, cosa significa?



Rispondiamo tra oggi e domani a due domande, che vanno di pari passo con quello che sta succedendo nei mercati in questi giorni, con le conseguenti manovre.


1) che effetto ha su di me, sulla mia vita quotidiana, l'aumento dello spread?
2) cosa cambia nella mia vita quotidiana se viene inserito nella Costituzione il pareggio di bilancio?


Oggi puntata numero 2: il pareggio di bilancio nella Costituzione.


Pareggio di bilancio nella Costituzione


Il pareggio di bilancio nella costituzione è una gran fregatura. La Costituzione è la super-legge, è come il sistema operativo di un computer: tutte le leggi si devono rifare alla Costituzione. Le leggi possono essere cambiate facilmente, la Costituzione no: contiene i principi fondamentali della nazione e quelli non si toccano.

Qualunque legge che sia contro la costituzione perde validità (non è esattamente così, ma per dare l'idea).

Ora nella Costituzione ci sono scritte tante belle cose. Di cui poi nella maggior parte chissene, pero' ci sono e sono scritte. Per esempio l'Italia è una repubblica (non una monarchia: una re-pub-bli-ca, è scritto nella costituzione) fondata sul lavoro (!), la sovranità appartiene al popolo (!) etc etc.


Poi c'e' scritto che l'Italia ripudia la guerra come strumento di offesa. Ma in guerra poi ci andiamo, specialmente contro Gheddafi, con il quale ci eravamo impegnati con un trattato di amicizia e di non aggressione reciproca. Ma tant'e'.

Scrivere nella Costituzione che dobbiamo raggiungere il pareggio di bilancio significa che ogni anno dovremo fare carte false e vendere l'anima, o più facilmente imporre altre tasse smisurate e chissà quali altri tagli, per raggiungere il pareggio di bilancio.

Non si puo' più campare a debito aggiungendo altro debito, siamo vincolati in eterno a dover raggiungere il pareggio di bilancio, e tanto peggio per chi dovrà pagare.

Cosa cambia nella vita di tutti i giorni?

Cambia che, negli anni di vacche magre, il paese avrà bisogno di più soldi. e indovina chi pagherà per quei soldi in più che gli servono?

Questa è facile: piu' tagli ai servizi pubblici (scuola, sanità,...) e più tasse.

Quindi cambia. E parecchio.

In pratica, o la borsa o la vita.

O i forconi.

Saluti felici

Felice Capretta

55 commenti:

Anonimo ha detto...

Ieri sera mi sono sciroppata Presa diretta.
Si può dire tutto di qs. programma. Qualsiasi cosa anche del conduttore.
Va bene.
Però in mezzo a tante cose, ne vengono raccontate di molto interessanti.
La Sardegna, per esempio, e il polo chimico. PVC e Alluminio... a sentire gli operai eravamo forti. Ci hanno chiuso e le materie da loro lavorate sono impennate del 50%.
Già.
Migliaia di famiglie alla fame.
Questi sono eroi che da due anni stanno in protesta e quasi nessuno lo sa.
E il nordest con 22 artigiani che si son tolti la vita per colpa della crisi da quando è iniziata?
Tolti la vita, mica niente.
...
E quelli che si son mangiati pure la casa?
Conosco un caso per via diretta. Ma devono essercene moltissimi, alcuni visti anche ieri. E fanno una pena.
Non assomigliano nemmeno da lontano a quei gran predicatori con la scatola cinese in Lussemburgo come Della Valle.. moralizzatori dell'ultima ora e nessuno che gli dica: "Vergognati e taci, vai a nasconderti malandrino fetente."
Anzi.
Per farla breve, non tarderanno i forconi.
Ahinoi.
La televisione tace ma la gente è a Montecitorio ad insultare i vari Ronchi (che faccia da pirla, ha detto: "Siete voi la rovina dell'Italia, vergognatevi! Comunisti di merda!" Talis et qualis. Ronchi. Sì sì. E com'era indignato. Lui! E' il rovesciamento della realtà, siamo davvero ai titoli di coda.
A Parma il comune ha 600 milioni di debiti... la gente fuori dai comuni si picchia con la polizia e urla ai poliziotti. "Siete noi che dovete difendere! Loro vi stanno fregando, esattamente come noialtri!"

Il giorno che riescono a sfondare la sparuta squadra che difende i portini del potere (non son tanti in fondo), io temo che finirà davvero male.
Se ne vedono ampiamente gravi avvisaglie.

Z.

Anonimo ha detto...

L'anti-banks day è stato un mezzo fiasco in Italia come nel resto d'Europa, ho letto da qualche parte. In Spagna e Grecia sai per caso come è andata? Sembra che negli USA invece a wall street i manifestanti siano stati proprio tanti.
Penso che i forconi da noi per ora non siano dietro l'angolo, però la mafia finanziaria e i loro servi politici stanno facendo le cose così per bene che questa eventualità potrebbe diventare realtà tra pochi anni...

Paolo B.

Anonimo ha detto...

Il debito è arrivato al 123% del Pil, ogni secondo il debito cresce di 2.735 euro.

Ma qualcuno di voi crede ancora che un pareggio di bilancio annuo possa davvero salvarci dal default?

Un saluto
Anonymous

Infettato ha detto...

@Z Aggiungo equitalia...
@Paolo tra pochi anni?
Le micce sono accese, il governo non solo non ha fatto nulla per spengerle, ma con la manovra ultima revisione (quella più tasse per tutti e tagli prossimi allo zero) alimenterà la depressione e la disoccupazione.
Non è una previsione, salvo miracoli è una certezza.

Anonimo ha detto...

Per farla breve, non tarderanno i forconi.
Ahinoi.
...

Z.


ahinoi si, perche' alla guida dei "forconi " ci saranno ancora i "moralisti" alla della valle .. :-)

ws

Anonimo ha detto...

un saluto a tutti.
Ho letto i commenti lasciati.
Rispecchiano la situazione che ho visto , viaggiando in italia.
Ho letto anche i commenti di mensa ,ravelli, indopama.
Tutti i vs commenti vanno bene, poichè tale è il vs pensiero.

In questi anni che scrivo su questo blog,penso che io sia tra i pochi che scrivo molto di me stesso, del mio modo di essere, di vivere, del mio lavoro.
So che per tanti che leggono , il mio modo di essere è fuori dall’ ordinario;
infatti è fuori dall’ ordinario . è il mio percorso.
Poche volte trovo idee personali, senza che riportano riferimenti, o copia ed incolla.
Come la situazione attuale.
Si potrebbe scrivere, discutere all’ infinito, da cosa nasce il debito publico, e come lo si può sanare.
I banchieri e i politici, sono anni che fanno riunioni , elaborano tesi, leggi, ma nulla è cambiato.
Quando un numero, il pil , il tasso d’nteresse , sono considerati superiori e più importanti dell’ essere umano, nulla potrà ma cambiare.
Sono d’accordo che tutte queste cose sono necessarie, poiché l’ uomo non è cambiato, ma non devono essere uno strumento di oppressione per l’uomo stesso.
in ogni caso, senza divulgarmi ancora, questa crisi non finirà se lo scopo è solo far quadrare i bilanci.
Questa crisi farà cambiare il ns modo di vivere, farà cambiare il ns modo di essere.
Questa crisi farà cadere noi tutti, sulle ns ginocchia, per farci comprendere cosa è la vita e i suoi valori.
Ripeto ancora, tutti noi siamo l’umanità, tutti siamo uno, con la terra e con tutti gli esseri.

franco

Anonimo ha detto...

Nessuno comunque è dalla parte della gente, anche povera.

Marcegaglia: "Non abbiamo nemmeno il pareggio di bilancio in costituzione.." (come fosse quello un punto a ns. vantaggio a che qualcuno ci salvasse il pòpò e non già riforme serie soprattutto a livello di previdenza e vitalizi e stipendi..)

Beppe Grillo: "I giovani devono riprendersi le stanze del potere altrimenti saranno loro a non avere futuro e senza futuro, non avranno lavoro, non avranno MUTUI..."

più o meno riporto a memoria.

Comunque sono le due cose -fra le trante dette- che mi fanno intendere che, per quanto si mostrino entrambi in cortei e quant'altro, dalla parte del popolo davvero non sono.
E del resto anche la Marcegaglia sarà a breve Cavaliere di Francia..

eh beh

Dite niente.

alina ha detto...

E' un'imposizione quella di mettere il pareggio di bilancio nella costituzione, pareggio che non vorrebbe dire proprio niente, non avrebbe gravi ripercussioni, se lo stato avesse la sua sovranità monetaria e se fosse svincolato dai trattati europei criminali( certo non con le istituzioni così come sono, con le persone che ci sono adesso che, qualunque sia l'ambito nel quale operano, sono solo i prolungamenti , per di più esecutivi, del grande imbroglio del debito). Ma si sa, non sanno più come fare per trovare l'aria per continuare a respirare !E non è per tirare solo su soldi ma per dominare. Questo è il modo di concretizzare e legittimare il predominio della finanza su ogni cosa, mancava solo che entrasse in costituzione ... ed ecco fatto.
Non che la costituzione sia una meraviglia e non che voglia proteggerci, però questa è la botta definitiva che le si dà. Diventa una gabbia chiusa a doppia mandata.
Sulla bontà della nostra costituzione c'è un bello scritto di Franceschetti che individua un po' di punticini interessanti .

Franco ha una ragione infinita, comunque il link ve lo lascio ugualmente.

http://paolofranceschetti.blogspot.com/2010/12/costituzione-diritto-al-lavoro-e.html

Gio ha detto...

Franco può farsi anche che sia come dici tu ma non ti sfiora mai il dubbio che quest'idea millenarista è sempre saltata fuori in momenti particolarmente difficili e confusi?
E' innegabile che sia in atto un assestamento, ma quando e come si realizzerà il nuovo equilibrio è dura (e forse inutile) predirlo.

Anonimo ha detto...

la conoscenza piu' profonda che abbiamo della vita sta scritta in queste poche righe ma uno puo' decidere se parlarne o meno.

oggi ci sono altre cose che la gente reputa piu' importanti.

http://www.hermeticum.info/it/principles.html

Il Kybalion, verso meta' pagina.
il primo principio e' la cosa che a prima vista appare la piu' incredibile tanto che porta la maggior parte di noi a dire subito: impossibile che sia cosi'.
e invece e' solo cosi' e chi lo ha sperimentato, chi vive quella cosa lo sa molto bene.

una volta compreso e inserito nella propria vita tutto il resto appare di una banalita' impensabile tanto da far diventare la vita fin troppo semplice.

indopama

giacomo ha detto...

felice ti hanno rubato geab 57!!
è su wallstreetitalia solo per gli abbonati.

ormai pensi solo all'orto...

saluti

luigiza ha detto...

@giacomo

hai ragione. Il LEAP non più ben accolto qui.

Ma io me ne frego e pugnerò per lui.
Eccovi scodellato il N. 57. Lo trovate qui ed il contenuto é 'sorprendentemente' ottimista nei riguardi del futuro dell'Europa.

Leggete gente.
Nota: é in inglese.

Anonimo ha detto...

Il pareggio di bilancio è sempre un falso, tot. entrate e uguali uscite, anche perché non sanno neppure quanto spendono.Cambiando argomento, tutti sappiamo cos'è l'Istat , da pochi giorni è partito un nuovo censimento( le pecorelle bisogna contarle" caprette escluse")a parte la spesa che in questo momento sembra
superflua, dobbiamo veramente compilare quei dati? Se non lo facciamo!?! Che ci fanno? Ci sono un sacco di domande di cui alcune molto private.

Gena

sine sole sileo ha detto...

AAHAHA grande Felix, o la Borsa o la Vita!!! lo slogan giusto!!
O i Forconi!!!:-))ancora più giusto:-)

a.mensa ha detto...

bene , signori, come mio solito faccio la parte dell'amico del giagguaro, ma tant'è, anche se credo non ci sia più nemico del giagguaro di me.
prima considerazione.
un debito prevede che ci siano anche dei creditori..... già, non ci avevate ancora pensato ?
e se ci sono dei creditori per 1900 miliardi di euro, dove li hanno presi quei soldi ? anche a questo non avevate pensato ?
allora ve lo dico io:
ci sono le "sciura maria" che ci ha messo i suoi risparmi di una vita, ci sono tanti pensionati che ci hanno messo le loro liquidazioni, ci sono tanti evasori ed elusori ch eci hanno messo quanto hanno rubato alla collettività non pagando le tasse correttamente, ci sono tanti ricchi che ci hanno messo cosa una tassazione marginale ridicola del 44% ha permesso loro di investire e incrementare a dismisura i propri capitali, e infine ci sono le banche che ci hanno messo i "mezzi propri", ovvero la loro "ricchezza".
ma le banche appartengono agli azionisti, e quindi tale "ricchezza" appartiene a loro, e guarda caso ricadiamo al 98% nelle ultime due categorie di individui.
ora, se mi sembra crudele punire le "sciure marie" e i pensionati, il punire tutti gli altri mandando in default il debito non mi sembrerebbe così immorale.
per il bilancio dello stato, mi sapete spiegare perchè una società o anche un comune mortale dovrebbe evitare di far debiti, soprattutto per spese correnti e se non può poi permettersi di restituirlo, e lo stato no ? perchè pensate che lo stato sia una entità economica così particolare da dover vivere di prestiti, invece di adeguare le sue uscite alle entrate ? ovvio che se volete lascire tutto quello spazio di manovra a chi si intasca milioni di euro, pagando solo il 44%, allora continueremo ad aumentare la forbice tra ricchi e poveri, continueremo a pagare interessi su un debito che nessuno ha mai autorizzato a fare, e continueremo a cercare soluzioni "esotiche".
un buon padre di famiglia, i debiti NON LI FA'.
punto.

luigiza ha detto...

@a. mensa
..ci sono tanti ricchi che ci hanno messo cosa una tassazione marginale ridicola del 44% ha permesso loro di investire e incrementare a dismisura i propri capitali,....

Non capisco la frase.
Una tassazione del 44% su cosa?
Redditi di impresa?

..spazio di manovra a chi si intasca milioni di euro, pagando solo il 44%, ..

Milioni di Euro?
E chi sarebbero costoro?

Può chiarire meglio. Grazie

Anonimo ha detto...

@a.mensa
un buon padre di famiglia i debiti non li fa ma se dal principio il denaro, tutto il denaro che circola nel mondo (senza prendere esempi particolari che sono fallaci) al cittadino e' sempre stato dato in prestito con un interesse, allora purtroppo il debito e' gia' fatto.

occorre guardare la totalita', non prendere dei casi particolari, e' ovvio che se io riesco a fregare a te i soldi che servono a pagare il mio debito allora io sono a posto ma tu ti accolli poi anche il mio debito oltre al tuo.

dipende ognuno di noi dove si e' trovato nella vita, dalla parte dei fortunati o degli sfortunati? ci stiamo mangiando l'un l'altro perche' tramite la nostra ignoranza abbiamo accettato di farlo.

il parlare dei vari casi particolari non fa di certo arrivare alla soluzione, bisogna fare un'analisi a partire dal momento ZERO, CIOE' LA PRIMA VOLTA CHE SI E' CREATO IL DENARO E DATO ALLA GENTE.
solo cosi' si capisce se il sistema sta in piedi oppure no.

certo che non sta in piedi, perche' la banca il denaro per pagare gli interessi non lo ha ancora creato nel momento che mi presta il denaro.
insomma se partiamo dal momento zero la banca mi da 100 io al massimo (ma non posso perche' mi serve negli scambi) gliene rido' indietro 100 e non 105 perche' quei 5 in piu' non sono mai stati creati.

per crearli occorre fare un altro debito col quale ripagare gli interessi sul primo ma poi siamo da capo, dei secondi 100 avuti 5 li ho usati per pagare gli interessi e me ne rimangono 95, come potro' mai darne indietro 105?

ci vuole una bella matematica immaginaria per far quadrare i conti.... con quella normale non possono quadrare.

e cosi' via. cmq sta a noi, se vogliamo capire come funziona il gioco allora possiamo anche pensare di cambiarlo ma se RIFIUTIAMO di capirlo allora lo lasceremo sempre nelle mani di chi con questo gioco ci campa e alla grande.

indopama

Anonimo ha detto...

http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=8998

Nel bel mezzo delle isole Cayman esiste un edificio che è sede di circa 12.000 compagnie. Un edificio molto grande? No, semplicemente una grande truffa.

NON CI SONO GIUSTIFICAZIONI MORALI PER I PARADISI FISCALI

alina ha detto...

Natura mentale dell'universo....
cosa mi rimbalzano allora i sensi ?, qualcosa che potrebbe anche non mostrarsi fenomenologicamente così se lo pensassi diversamente ?

Anonimo ha detto...

Concordo in parte con quanto scritto qui sopra da Mensa, uno Stato deve riuscire a far quadrare i conti.

Un'imposizione fiscale del 44%, invece, mi sembra più che sufficiente. Semmai c'è da chiedersi se le modalità e i meccanismi delle operazioni di borsa siano moralmente accettabili.

E anche sul fatto che un buon padre non deve fare debiti, avrei qualcosa da ridire.

Don Juan

a.mensa ha detto...

ps. giagguaro alla romana.... con 2 g.

lucky ha detto...

grazie tesoro (tua moglie mi perdonerà se ti vezzeggio in questo modo ;) )
finalmente ho una risposta!
quindi il pareggio di bilancio in costituzione non solo ci farà stringere la cinghia a dismisura ma ci venderemo pure le mutande!!!
mi raccomando ,se le chiedono diamogliele almeno non lavate......

Anonimo ha detto...

http://tinyurl.com/5vst79e

Soltanto nella provincia di Bologna nel 2010, 1786 piccole aziende hanno dichiarato bancarotta provocando il licenziamento di complessivi 15.900 unità lavorative in conseguenza dei debiti assunti da parte del datore di lavoro per motivi legati al gioco d’azzardo

Tanto più si spinge lo schiavo a incorporare un concetto di surrealtà (a destra convincerli che Berlusconi fa il bene della nazione ed è vittima di un complotto della sinistra, a sinistra convincerli che Penati ha fatto del bene ed è una vittima politica di un complotto della destra) si fa incorporare allo schiavo, in maniera subliminare, l’idea che “la Realtà Oggettiva non esiste più perché i Fatti non contano”.

Anonimo ha detto...

L’Italia è annichilita e totalmente ipnotizzata in un grave sonno. E' una nazione di dormienti.

Se non si comincia a capire, comprendere (nel senso di prendere dentro di sé) una modalità diversa di pensiero, qualunque azione sarà irrilevante.
Così come sarà irrilevante avere domani un governo con Casini Bersani Cicchitto Maroni.
Il nemico non è Silvio Berlusconi.

Il nemico sono i suoi intelligentissimi responsabili consulenti della comunicazione, i quali eseguono, a loro volta, gli ordini della tecnocrazia dell’estrema destra transnazionale che ha deciso e scelto di impadronirsi delle risorse fisiche, naturali, architettoniche, economiche, produttive, delle nazioni, e far trionfare una piccola oligarchia planetaria (circa l’1,5%) che deciderà sul restante 98,5% della popolazione mondiale. Per far ciò devono prima impossessarsi delle menti dei cittadini, schiavizzandoli al punto tale da ottenere la meravigliosa prospettiva di vederli marciare, manifestare e protestare per tirar loro la volata. Volta per volta.
Se non fosse così non si chiamerebbe “la sindrome dello schiavo”.

http://tinyurl.com/5vst79e

Anonimo ha detto...

I fondi pensioni tedeschi mettono
in vendita i btp, “Meglio quelli coreani”

Una svolta che potrebbe essere presto inevitabile se le tensioni sui mercati di Bot e Btp dovessero continuare e se Moody's dovesse decidere di declassare il debito italiano
Un numero crescente di fondi pensione tedeschi potrebbe presto vendere titoli di stato italiani per fare posto a bond di paesi emergenti, meno indebitati. A scriverlo è oggi il quotidiano economico di Düsseldorf Handelsblatt. “La percentuale investita in titoli di paesi emergenti è ancora ridotta”, spiega Handelsblatt. “Bisogna prima valutare bene i rischi politici”. In più c’è anche uno scoglio psicologico da superare: “i contribuenti tedeschi dovranno accettare che le loro pensioni siano pagate con titoli sudcoreani o indonesiani piuttosto che con i buoni del tesoro italiani”.

http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/09/19/i-fondi-pensioni-tedeschi-mettono-in-vendita-i-btp-meglio-quelli-coreani/158445/

alina ha detto...

Mesa,
hai provato ad avere un'azienda , una ditta , un negozio, una bancarella , un chiosco ?
Lo sai come funziona ?
Prova a vedere se riesci ad essere un buon padre di famiglia che lui, povero cristo, non è che fa i debiti perchè è un fuori di cervello , ma perchè non può esistere come entità se non li fa, non è assolutamente possibile che non li faccia e questo è matematico veramente.

alina ha detto...

Ah, Mesa, parti dal punto zero, però, non con i soldi del babbo o della zia morta.

Anonimo ha detto...

Indo grazie per tante informazioni.

Pensavo al debito. Supponiamo che i 100 presi in prestito siano investiti in un'attività che consente al nostro di realizzare prodotti e venderli ottenendo in cambio denaro per 105 o 110 .. in teoria, senza prendere altri soldi dalla banca, ripaga il debito ed in più gli interessi.

No?

Non è iniqua comunque soltanto la quota degli interessi. Ultra iniqua, diciamo pure una bestialità che i governi l'abbiano concessa, la modalità con cui vengono calcolati e domandati indietro.
Prima tutti gli interessi e poi il capitale.
Così capita che dopo 5/6 anni di mutuo, se uno desidera estinguerlo grazie allo zio d'America, si ritrova a dover pagare la cifra originaria anzichéno...

Questo sì che grida vendetta.

Zita

Anonimo ha detto...

all'intervento dell'anomino delle 21:08 aggiungo che fa impressione e davvero raccapriccia rivedere Prodi che si propone come sacerdote che amministrerà il dialogo per il bene del paese fra Italia e Cina...

certo, per il bene del Paese.

Zita

Colette Lacomte ha detto...

Se questa è una democrazia!!!

A proposito, forse sarebbe stato meglio vivere come i Bonobi, più sesso, meno lavoro, zero tasse.

Sulla democrazia vi consiglio vivamente la lettura di questo bell'articolo di un giornalista indipendente.

Saluti caprini a tutti

Colette Lacomte ha detto...

Mi sa che non vi ho linkato l'articolo...

http://www.lolandesevolante.net/blog/2011/06/17/le-donne-invisibili/

scusate e continuate così che siete grandi.

Mario Barbiero (OH OH OH) ha detto...

@zita
dovresti essere contenta, indo con la sua strenua difesa senza se e senza ma della presunta truffa dell'interesse sul debito ti ha fatto un grandissimo regalo:
ha dimostrato che l'OGGETTIVITà ESISTE, dopo aver chiesto per mesi se non anni sia a te che ad altri di dimostrare che l'oggettività esiste, lo ha fatto lui.
Basta provare a seguire il suo pensiero:
ci dice che l'interesse sul debito è una truffa a prescindere dall'uso che ognuno di noi fa del credito ricevuto ovvero di come andiamo a creare qualche cosa con il denaro che ci è stato dato.
Ma la creazione come indo non si è mai stancato di dire nasce innazitutto dal pensiero.
Quindi se tanto mi da tanto gli interessi sul debito prescindono dal nostro pensiero, ma se prescindono dal nostro pensiero allora gli interessi sul debito sono oggettivi.

Anonimo ha detto...

Interessante articolo sul pericolo dell'Euro:

http://www.courtfool.info/it_Fuori_dall_euro.htm

FEDRO 55

Anonimo ha detto...

@Colette..

Ben vengano le donne, ma penso che sulla democrazia l'articolo che hai elencato dica ben poco.
Però sullo stesso sito ho visto dello stesso autore che hai indicato questo, che mi pare più in tema con i problemi nostrani che Felix puntualmente ci rumina.

http://www.lolandesevolante.net/blog/2011/09/19/meglio-bonobi-che-umani/

hasta siempre!

alina ha detto...

Scusa Mensa, ho sbagliato il tuo nome e l'ho anche fatto per ben due volte, l'ho visto adesso, scusa ancora.... cavolo, e sì che ti ho letto tante volte mannaggia, non mi sopporto quando faccio queste cose.... scusa, buonanotte.

a.mensa ha detto...

@ indopama
e smettila con sta stronzata del denaro che non c'è per gli interessi.
la storia l'ha capita un bambino di 10 anni ma tu continui imperterrito a non volerla capire.
sei in malafede e incapace di ammettere di esserti fatto convincere di una bufala, oppure qualcuno ti paga per continuare a sostenere quanto il semplice ragionamento dimostra fallace.
vergognati !

a.mensa ha detto...

@ don juan
una imposizione MARGINALE del 44% non è sufficiente per evitare la formazione di grossi capitali.
nei nostri paesi nordici si supera l'80% e nessuno si lamenta.
se non sai cosa significa tassazione progressiva, te lo spiego con un esempio:
i primi 20.000€ esenti
da 20.000 a 30.000 10%
da 30.0000a 40.000 20%
da 40.0000 a 60.0000 30%
ecc....
oltre 300.000 90%
questo rende quasi impossibile la formazione di grossi capitali tenendo conto che è proprio la formmazione di essi che consente poi di corrompere, di controllare le istituzioni, di asservire la popolazione ai propri interessi.
tutto qui.

a.mensa ha detto...

@ luky
vai a fare il paio con indopama
se pensi che lasciandoti disponibili entrate di 200.000€ o più all'anno, sarai costretto a venderti le mutande , vuol dire che attualmente ne hai di più e quindi non posso fare a meno che in qualche modo rubi qualcosa alla comunità

a.mensa ha detto...

@ alina
cosa mi irrita di più è constatare come un ........ malpensante e maldicente riesca a raccogliere consenso.
quanto sostengo, se riusciste a non farvi fuorviare da un ........ porterebbe ad avere tassazioni ridicole sia sulle imprese che sulle persone, sui redditi inferiori, permettendo loro di crescere e svilupparsi, perchè solo allora, quando avessero raggiunto redditi maggiori l'aliquota della tassazione comincerebbe a salire.
è lla progressività che protegge i piccoli, i deboli, coloro ch einiziano, riversandoil carico , successivamente, quando il reddito, sia di impresa che individuale, sia cresciuto.
quello che pare non si voglia capire è che 1000€ presi a chi ne guadagna 10.000 è un furto, mentre 100.000 a chi ne guadagna 1.000.000 è uno scandalo, eppure è sempre il 10%.
rendere a diminuire la progressività della tassazione, è solo un regalo ai ricchi, perchè lascia loro, pagando percentuali analoghe, ricchezze spropositate.
guardate che non è difficile da capire e solo menti oscurate alla indopama, non riescono a capire, ma perchè non VOGLIONO capire.

a.mensa ha detto...

caro Felice
sono sconcertato, visto che moderi il blog, dal fatto che continui a pubblicare le bufale di indopama e soci.
se tu hai capito come funziona nella realtà, non dovresti permettere che si continui, contro ogni logica, contro la razionalità, a sostenere, col trucco dei diversi nick names, che fanno il coro, una simile falsità.
questo non fa onore al blog.
la libertà di espressione non vuol dire abusarne per mentire.
non vuol dire confondere e diffondere falsità.
qui dovresti fare da giudice perchè ai fini della correttezza, non è sufficiente evitare insulti e parolacce.... insistere nonostante tante razionali spiegazioni, è un insulto al buon senso.
mi spiace farti questo appunto, ma, proprio perchè ti ho conosciuto di persona, ed ho avuto modo di apprezzarti, sono decisamente sconcertato
andrea

Anonimo ha detto...

Mario, scusa puoi spiegare meglio l'ultimo intervento?

Perché non ho capito.

Grazie, ciao

Zita

Felice Capretta ha detto...

@a.mensa

Mmm...se facessi cosi' dovrei censurare tutti quelli che si sbagliano, non credi?

@ giacomo
Beh il comunicato e' pubblico.. :)

Saluti felici

Felice

alina ha detto...

A. Mensa : " Ma insomma, Felice , dì qualcosa !!!!!

Felice : " Qualcosa "

Felice Capretta ha detto...

@ alina

ha ha ha eh già : )

Anonimo ha detto...

@ a.mensa

Sono d'accordo sulla questione della tassazione progressiva e gli ENORMI ed EQUI vantaggi che ne conseguirebbero. Sarebbe stupendo.

Io non ho ancora ben chiaro invece la questione degli interessi e, devo dire che se continuate a discuterne (trovo vantaggiosi i contributi di tutti per quanto mi riguarda), più discutete e più aspetti emergono ed io spero di capire.




Zita

Anonimo ha detto...

@ felice capretta.

"
Mmm...se facessi cosi' dovrei censurare tutti quelli che si sbagliano, non credi? "

no, sbagliare è umano, discutere è anche bello, ma quando qualcuno insiste oltre ogni logica, nonostate tutte le risposte, e manifesta semplicemente una volontà perversa di esternare cose false, allora, dal mio punto di vista, il discorso cambia.
non dico che il gestore di un blog debba mettersi a fare il giudice di ogni controversia, ma tra il permettere tutto, ed il fare il giudice occhiuto, c'è ampio margine.
se mi mettessi a sostenere che il sole è quadrato, e nonostante ogni tentativo di farmi ravvedere insistessi sulla mia posizione, anzi mi loggassi con altri nomi per confermare che anche per altri è quadrato, pensi che gioverebbe alla qualità del blog ?
questo è infine quanto cerco di evidenziare.

a.mensa ha detto...

scusa... ho dimenticato la firma nel post precedente !!

Anonimo ha detto...

@Zita

"Pensavo al debito. Supponiamo che i 100 presi in prestito siano investiti in un'attività che consente al nostro di realizzare prodotti e venderli ottenendo in cambio denaro per 105 o 110 .. in teoria, senza prendere altri soldi dalla banca, ripaga il debito ed in più gli interessi.

No?"

NO perche' anche i soldi che guadagni sul mercato sono gravati di interesse, tu li togli a qualcun altro il quale ne avra' ancora meno per pagare i suoi di interessi.

come avevo gia' scritto ci scanniamo a vicenda.

tutto il denaro che c'e' in giro e' gravato di interessi, LA BANCA NON HA MAI REGALATO DENARO A NESSUNO, per cui se parti dal punto ZERO capisci benissimo dove sta la truffa. e' necessario una matematica semplice per capirlo.

se invece poi vai a vedere tutti i passaggi intermedi allora cadi nel caos e non ci capisci un tubo, come fa la gente e lascia perdere. in ogni caso i vari passaggi intermedi non cambiano la sostanza delle cose perche' in nessuno di essi viene cancellato il debito iniziale e gli interessi (impagabili).

Mario, una volta capita la truffa poi e' banalissimo risolverla attraverso la matematica, in fondo sono solo numeri. il denaro non ha valore ma e' solo un metro per misurare il valore delle cose che facciamo.

quindi anche per questo niente panico se una banca fallisce, e' solo una questione matematica, una banca non ha valore perche' gestisce il metro e non il valore, se il metro si rompe allora si sostituisce e tutto riparte senza problemi.

e' quando confondiamo il metro con il valore che nascono i problemi e qui siamo all'interno dell'animo umano. e' infatti col controllo dei media che hanno inculcacto nella gente la cosa che il denaro abbia un valore ma non ce l'ha, e' solo un misuratore del valore, il valore e' anch'esso dentro l'animo umano, per questo e' stato facile associare il denaro al valore perche' non e' una cosa oggettiva ma soggettiva.

@a.mensa
quando uno come te arriva a pensare che io posto i commenti con diversi nick per convincere gli altri allora significa che sei alla frutta.
io non devo convincere nessuno, io scrivo perche' me lo sento di scrivere, se uno vuole leggere legge altrimenti passa oltre.
la finanza non e' il mio campo ed oltretutto vivo in asia, quindi figurati quanti interessi ho li' da voi. voi siete liberi di fare quello che vi pare, come ognuno nella vita.

indopama

Anonimo ha detto...

ma se uno Stato poi proprio non ce la fa, gli interessi sul debito è costretto a smettere di pagarli, soprattutto visto che è vietato dalla Costituzione fare altri debiti.....meglio bloccare questo meccanismo infernale del debito che si autoalimenta, piuttosto che crearne altro all'infinito, così almeno la vedo io...

a.mensa ha detto...

@ zita
indopama, mente sapendo di mentire.
nel forum precedente lui ha fatto un esempionumerico ed io gli ho dimostrato l'errore.
ma non desiste.

@ indopama
poi passerò a non leggerti più, perchè non sopporto le persone che non sanno ammetere i loro torti, ma come ultima chance prova a rispondere a questa domanda:
con che soldi, presi da dove, la banca paga i suoi dipendenti e tutte le spese ?
e questi soldi, dai dipendenti, dove finiscono poi ? in cantina ? sotto i materassi ? nella cloaca ? oppure nel mercato in cui circolano tutti gli altri ?
forza rispondi a queste piccole, facili domande, e se non lo sai vai dalprimo impiegato di banca e chiediglielo. semplice no ?

lucky ha detto...

@ a-mensa
scusate ma qui non so se vi prendete troppo sul serio.
la mia era semplicemente una battuta!
non ho 200.000 euro....mai nemmeno visti tutti insieme,vorrei tanto sapere come ti è venuta questa idea assurda :(
per essere precisa nemmeno li vorrei.
Avevo semplicemente posto una domanda a Felice e lo ringraziavo della risposta.
volevo solo dire che, come sospettavo, ci aspettano tempi ancor più duri e ci spoglieranno di tutto ciò che è possibile .
datevi una calmata nessuno è qui per aggredire nessuno spero...

Anonimo ha detto...

il pareggio di bilancio in costituzione obbliga lo stato (cioe' noi) a vendere una parte di se' al creditore.
e chi e' il creditore?

Anonimo ha detto...

@a.mensa
non solo io avevo gia' risposto ma lo ha anche fatto qualcun altro insieme a me dicendo la stessa cosa. in ogni caso come vedi non si inseriscono poi tante persone nella discussione, segno che non interessa. se avessimo parlato della Belen ci sarebbero state almeno 50 persone a discuterne.

indopama

sardhouse ha detto...

"o i forconi" ahahhahahahahah bella felice!!!!!!! :)

Gennaro D'Aria ha detto...

Forconi, mazze e pistole. Una strage di tutta questa gente di merda!