giovedì 16 dicembre 2010

tutto bene, scontri a parte

Dopo la felice avventura del sempiterno cavaliere che sappiamo come andrà a finire, i media continuano a menarla alquanto con la nascita del terzo polo. Continua la lunga marcia per la restaurazione del partito dello scudocrociato, iniziata all'indomani della disgregazione della democrazia cristiana quasi 15 anni orsono. Vedremo come procederà.

In tutto questo crearsi e disfarsi di pol(l)i (sarà che c'e' tanto becchime in circolazione), si rischia di perdersi certe notizie che fanno riflettere.


Scontri e scioperi in Grecia

Ieri ad Atene un ex ministro greco è stato inseguito e picchiato da dimostranti fuori dal parlamento nel corso di scontri con la polizia durante una manifestazione contro le misure d'austerità anticrisi del governo greco.

Kostis Hatzidakis, ministro dei trasporti nel precedente governo conservatore, è stato inseguito da circa 200 manifestanti all'uscita dal parlamento, che hanno gridato "Ladri! Vergogna!", gli hanno tirato dei sassi e l'hanno colpito con dei bastoni. Il politico è riuscito poi a rifugiarsi in un edificio vicino. Testimoni dicono di aver visto il volto di Hatzidakis coperto di sangue.


Magari c'e' qualcuno che si stupisce. Va da sè che prendere un disgraziato a calci nel didietro non è la soluzione ai mali della Grecia, e se qualcuno deve schiaffeggiare, schiaffeggi prima sè stesso, ma vista l'intera situazione nel complesso c'e' da stupirsi piuttosto che non sia successo prima e all'intera classe dirigente.


Oggi è in corso uno sciopero dei trasporti che sta paralizzando Atene con blocco del traffico sulle principali arterie di collegamento. Bloccati anche i collegamenti per via aerea per lo sciopero dei controllori di volo e navi nei porti


Parigi, scioperi e manifestazioni

Ieri Christian Dreyer, segretario nazionale della sezione ferrovieri della Cfdt (confederazione del lavoro francese democratica) parlando alla stampa ha denunciato le scelte del governo: "l'austerità è già nelle cose; operai e lavoratori fanno fatica ad arrivare alla fine del mese e a pagare l'affitto. Il salario minimo è fisso a 1020 euro ma per trovare casa a Parigi non si pagano meno di 500 euro al mese... Le richieste dell'Europa di ulteriori tagli e altre misure di austerity renderanno soltanto più pesante questa situazione".


Bruxelles, manifestazione davanti alla Commissione Europea

“Basta con l’austerità, si stimoli la crescita”. Con questo slogan anche a Bruxelles si è svolta ieri la giornata di azione dei sindacati. La confederazione europea ha organizzato una manifestazione davanti alla sede della Commissione. I sindacati chiedono di non smantellare l’Europa sociale.

“Il debito può essere ripianato più facilmente quando l’economia cresce”, afferma John Monks della confederazione europea dei sindacati, “e in questo momento invece si uccide la crescita, in Irlanda, in Grecia e presto in altri Paesi quando l’austerity avrà effetto, in particolare l’anno prossimo”.

Ieri scoperi e manifestazioni anche in Spagna, Belgio, Lussemburgo, Danimarca e Repubblica Ceca.


La Merkel ieri ha dichiarato che nessuno stato europeo sarà lasciato indietro.

Risultato: nell'asta di oggi, la Spagna ha collocato titoli di stato per 2.4 milioni di euro al tasso in netto rialzo del 5,4%.

Saluti felici

Felice Capretta

45 commenti:

Anonimo ha detto...

W i greci!!!
irruzzione in parlamento,si ammazzano a sprangate tutti sti figli di vajassa,bruciamo tutte le banche e impaliamo i banchieri,fuoco ai mc donald,le industrie farmaceutiche,le sedi monsanto,fuoco a tutto!!!!!
:)

luigiza ha detto...

Felice credo avresti dovuto evidenziare quanto scritto qui come del resto ha fatto anche Mercato libero ed il sottoscritto in un commento sull'ultimo articolo del Mazzalai su IcebergFinanza.
E' un brutto, bruttissimo segno che non credo si possa liquidare come le sparate di un personaggio un poco originale (come potrebbe essere il sottoscritto.
luigiza

Cristiano ha detto...

crescita, la parola magica,
nessuno tra politici e sindacalisti si è reso conto che la crisi è strutturale e che le risorse per la crescita semplicemente non esistono?
oppure lo sanno benissimo e semplicemente prendono tempo perché non sanno proprio che pesci pigliare?

luigiza ha detto...

Ok Felice accetto la cancellazione della mia segnalazione.
Ma non é che nascondendo il fatto, questo automaticamente sparisce.
Quelle parole restano.
luigiza

Felice Capretta ha detto...

@luigiza

Anchio l`ho visto ed ora non c`e` piu`, scommetto che e` il solito filtro antispam di google che interviene dopo un po`.

Non sono al pc e da qui e` un po` complicato ma cerco di recuperarlo e salvarlo.

Il contributo e` benvenuto, io personalmente non ho capito tanto bene ma va bene cosi` :-)

@tutti
Dovesse capitarvi segnalatemelo! Su IS tutti i commenti vengono postati senza filtro ma ultimamente google sembra essere un tantino paranoico e fa sparire i commenti.

Saluti felici

Felice

Anonimo ha detto...

"trovare casa a Parigi non si pagano meno di 500 euro al mese"

Beati loro, a Roma un bilocale fatiscente in periferia lo paghi non meno di 1000euro al mese...

Anonimo ha detto...

Mentre Il Folletto, Marcoravelli, Fra e qualcunaltro invitavano alla lettura de "Le Mirabolanti avventure del barone Von Mises e la FINE dell'impero austro-ungarico" (a soli 12 euro e novanta centesimi), l'altro ieri, il centro di Roma veniva messo a ferro e fuoco.

Come al solito gli unici a reagire all'INGIUSTIZIA del SISTEMA sono stati i GIOVANI.

Ecco, mi piacerebbe conoscere le idee dei sopracitati pedagoghi su quelle vicende.

Sempre che si siano accorti di quello che è successo.

guru

vigna ha detto...

Alan Greenspan, ex presidente della FED, che, sull’edizione di “Le Monde” del 9 luglio 1998, dichiarava:
-“Se qualcuno ha capito qualcosa di quello che ho appena detto, significa che mi sono espresso male”.

Questi Signori sono nelle stanze dei bottoni e le masse li ammirano, mentre loro li prendono per il c..o.

Avanti così, prima o poi arriveremo alla fine di questo giochetto, impossibile che "loro" non se ne rendano conto?

luigiza ha detto...

@Guru che scrive: Come al solito gli unici a reagire all'INGIUSTIZIA del SISTEMA sono stati i GIOVANI.

No Guru non é come dici tu.
Quelli in strada sono solo la manovalanza e probabilmente per la gran parte inconsapevole.
Ciò che importa e preoccupa é la frustazione di parte della popolazione che si manifesta, per il momento,in quelle manifestazioni di rabbia.
E siamo solo allo inizio. Leggiti l'articolo del Barnard su ComeDonChisciotte che trovi al link da me postato poco sopra.
Quell'articolo dice che si é superata una soglia molto pericolosa perchè (l'ho scritto dal Mazzalai e lo ripeto qui) la parola UCCIDI comincia a risuonare nella mente di alcuni.
I moti del 1968 furono innescati dalla frustazione di quelli che allora erano chiamati i professori incaricati, bloccati nella carriera utilizzati come semplici galoppini dai baroni di allora. Furono loro ad invitare gli studenti a fare casino e questi ultimi lo fecero.
Ma al fondo c'era un problema vero come c'é adesso e come c'era nel 1789 e poi ancora nel 1915: una nuova generazione acculturata ma priva di diritti che non aveva sbocco e che non poteva legittimamente realizzare i propri
sogni unitamente ad una parte della popolazione che neppure riusciva a sfamarsi e che svolgeva la funzione di schiavo o quasi.
Luigi Zambotti - Milano
(per brevità luigiza)

marcoravelli ha detto...

Cari signori,

Credo che in tutto questo gran parlare la situazione più lucida sia quella del nostro F. Capretta che molto semplicemente ripropone il concetto millenario del " chi è senza peccato scagli la prima pietra".

Io sono sempre pronto a sostenere che il politico sia autoreferenziale, opportunista e spendaccione, sono un piccolo amministratore pubblico, e noto che nei miei colleghi la capacità di elaborare regole generali ed astratte che si adattino alla società è prevaricata dall'applicazione discrezionale e feudale di norme spesso autoritarie.
Ma vi assicuro che non ho mai visto un cittadino rinunciare ad un beneficio che ne derivasse!!

Ed è proprio questa la causa dei mali moderni.
L'Irlanda in particolare aveva un regime fiscale invidiabile che le ha garantito per anni un'ottima crescita economica, contemporaneamente uno stato sociale molto più protettivo e rassicurante nel nostro.

Qualcuno ha protestato denunciando l'anomalia??? qualcuno ha detto che non si sarebbe potuti andare lontano in questo modo??

Sicuramente questo è il caso più eclatante ma tutto il nord Europa non è certo in condizioni diverse in particolare la Francia.

Tutti a farsi allattare dallo Stato-Chioccia, imprese e cittadini, e poi protestano perchè il latte finisce!!
ma per fortuna ci sono i sindacalisti (“Il debito può essere ripianato più facilmente quando l’economia cresce”) che snocciolando perle di questa e norme portata il massimo che possono fare è dire che il salario minimo è già sufficientemente minimo.
Ma cosa favorisce la manipolazione dei prezzi imposta dall'alto??
nel migliore dei casi disoccupazione (leggasi decrescita)
nel peggiore il mercato nero (leggasi decrescita).


Ben dice capretta!
Lo scorpione è bene che muoia,
ma la rana, Vile e sottomessa non merita una fine migliore...

Anonimo ha detto...

@ Luigiza
una nuova generazione acculturata ma priva di diritti

nel 1789 e nel 1915 non c'ero. Ma adesso ci sono ! Spero che tu non ti riferisca a QUESTA generazione !

Paolo ha detto...

Ma di quale ripresa della crescita vanno blaterando i sindacati a Bruxelles? Ma lo sanno che la fine della crescita dell'economia reale è strutturale? Che il picco petrolifero è alle nostre spalle e che il concetto stesso di PIL morirà con la fine prossima del consumismo di massa? E che l'economia a debito (quella attuale) funziona solo in presenza di crescita reale effettiva?
Le manifestazioni popolari ora come ora sono del tutto tardive e non risolveranno nulla e c'è ancora tanta gente che non immagina nemmeno lontanamente quali anni "interessanti" ci attendano...

marcoravelli ha detto...

Poi c'è tutta la "Questione GURU".

Non posso certo nascondere, da Liberale, di giudicare molto negativamente tutto questo ricorso allo Stato Sociale e la relativa propaganda.

Soprattutto quando la barzelletta che sostiene tutto l'impianto fiscale è quella nella necessità di contribuire al benessere della società.
Contribuisce più al benessere della società un genitore che non essendo gravato da troppe tasse riesce ad allevare in modo sereno tre figli oppure quello che, sistematicamente rapinato dallo stato, alimenta un parassitismo dilagante??

Per Adam Smith, Scozzeze 1730 circa, i doveri dello stato si sarebbero dovuti limitare nel provvedere al un esercito a difesa del territorio, l'organizzazione di un sistema giuridico efficiente (poichè solo un giudice imparziale può garantire un mercato libero fatto di persone oneste), ed eventualmente provvedere a quegli investimenti troppo poco remunerativi perchè fossero ritenuti appetibili dal privato cittadino.

Al contrario oggi lo stato, che è tornato ad essere null'altro che un feudo, si preoccupa di distribuire ogni tipo di servizio obbligando il cittadino a contribuire per la prestazione anche se del tutto indesiderata o comunque non chiesta, sprecando in questo modo un'infinità di risorse.

Forse l'obbligo scolastico rende il cittadino migliore ?
oppure l'inflazione della scolarità, pariteticamente a quanto succede alla moneta, ha drammaticamente abbassato il valore del titolo di studio...
Quanto costano al giorno d'oggi 10 anni di studi obbligatori?
e questi costi sono giustificati dal grado di conoscenza che si raggiunge??
quante persone vivono alle spalle di questo marchingenio parassitario?

marcoravelli ha detto...

...Lo stesso vale per la sanità

forse il sistema sanitario statale rende le prestazioni mediche migliori?
eppure quando sento parlare di viaggi della speranza si dice chiaramente che la gente va a farsi curare in America, dove la prestazione è a pagamento e gli ospedali in aperta concorrenza!

Perché, caro Guru, nel sistema malato in cui viviamo

Si compie il grossolano errore di sopravvalutare il consumatore nella sua funzione di fonte di rettito per l'industria e se ne ignora totalmente la sua funzione di STIMOLATORE della creatività dell'imprenditore.

Se io ho due operatori in concorrenza(telefonici dici tu) oltre ad avere il banale beneficio di un prezzo più conveniente dovuto alla continua corsa degli stessi verso fette di mercato più ampie, avrò anche una sviluppo tecnologico migliore, perchè il consumatore saprà decidere quale innovazione premiare basandosi esclusivamente sulla sua convenienza nell'utilizzo!

Mentre un carrozzone statalizzato stile SIP, perchè è di questo che in definitiva tu parli, pur avendo utili maggiori( leggasi affronto ai consumatori), pur usufruendo di un più vasto apparato di ricerca( leggasi clientelarismo centralizzato) arriverebbe forse alle medesime conclusione in tempi maggiori, poichè sarebbe privo delle importanti informazioni che il il consumatore può dare solo in un regime di concorrenza!

P.s.
Li ho visti anche io gli studentelli in piazza a rompere roba che non gli appartiene, ovviamente tutti presi a dare addosso agli effetti che li opprimono, non uno che sapesse identificare la vera causa!
il politico ladro, mai il cittadino opportunista,
il salario misero, mai l'inflazionismo rapinatore!

penso comunque che questo sia un chiaro sintomo dell'imminenza del capolinea dell'inflazionismo.

era così ne '68 e poi saltò il Gold Standar, è così ora con la differenza che non esiste più nulla da sacrificare.

marco ravelli,
marco@marcoravelli.com

Anonimo ha detto...

@Marco Ravelli
Adam Smith era Scozzese
Saluti: Guido

Anonimo ha detto...

secondo me nessuno sa veramente cosa stia succedendo per cui nessuno puo' avere la ricetta per la cura.

e' gia' difficile analizzare una relazione in famiglia, figuriamoci quella tra 7 miliardi e mezzo di persone, senza contare che in questa relazione sono inclusi sia il pianeta che tutto il resto dell'universo.

e' forse venuto il momento giusto per rendersi conto che quello che facciamo noi uomini non e' sotto il nostro controllo?

:-)))))
indopama

indopama

MaxBattello ha detto...

anche a me ieri è sparito un commento.

di fatto segnalavo questo

e già che ci siamo, caro felice, che senso ha dare dà mangiare ai dinosauri? non è più coerente allo spirito di una informazionescorretta cercare un hosting che ci difenda dall'istaurarsi di (futuri?) monopolii?

Anonimo ha detto...

maxbattello, il link non funziona!

Anonimo ha detto...

STANNO CENSURANDO NOTIZIE SU "Un1Cr3di7"

andare sul sito di altrenotizie e cercare

max

Anonimo ha detto...

Proprio non ci si riesce..

ri-ri-ripropongo così il link: http://www.(e poi aggiungente e cambiate quello tra parentesi)

altrenotizie(punto)org(sbarra)economia(sbarra)(tre,sei,sette,tre)-il-paradigma-madoff.html

e che sia la volta buona

max

Anonimo ha detto...

"secondo me nessuno sa veramente cosa stia succedendo per cui nessuno puo' avere la ricetta per la cura."

Curioso, io credo di capirci abbastanza e dato che da anni faccio le mie scelte di conseguenza e dati i risultati più che buoni, direi che forse non mi sbaglio.
Ma se tu sei ignorante, perchè non ti stai semplicemente zitto? Lo so, lo so, il tuo messaggio è: muti e continuate buoni a farvi tosare stupidi pecoroni, non c'è soluzione o via di scampo per voi!

Ma non sono qui per te.

Qualcuno ha detto: "chi è senza peccato scagli la prima pietra", bon: io ho sempre pensato con la mia testa, quasi tutta la vita mai avuto nè conto in banca nè automobile (ne ho avuta una per pochi mesi, uno scassone Fiat comprato per pochi soldi usato solo per traslocare a cui sono saltate le valvole negli ultimi km del lavoro...), non ho mai votato nè accetto, riconosco o supporto il sistema, mai comprato roba firmata e sistematicamente boicottato marche che nei limiti dell'informazione a mia disposizione non abbia ritenuto eticamente nei miei parametri, mai piegato la testa o chiesto favori (cosa che mi è costata più di un lavoro) e sempre preteso il rispetto delle regole e di me medesimo (cosa che mi è costata più di un licenziamento).

Posso andare in Parlamento a sprangare chi cazzo mi pare senza che qualche moralistuccio ipocrita con la coscienza sporca mi rompa i cosiddetti con le sue misereabili puttanate?
A parte che menare i tirapiedi non serve altro che ottenere un po' di soddisfazione: sono i boss quelli da stendere o non se ne esce.
Con buona pace degli idioti che dicono di dar fuoco a tutto facendo esattamente il gioco dei boss, appunto, che non aspettano altro.

Ma i luridi, piccoli vermi che propugnano subdolamente questi disorsetti non fanno appello a morale e dignità, vogliono solo far leva sui sensi di colpa (come le religioni sanno bene del resto) per paralizzare gli individui e assicurarsi che non reagiscano ai soprusi.
Colpevolizzare la vittima per scagionare il carnefice...ora che la popolazione terrestre sia composta da un branco di idioti completi che mi fanno per lo più senso non cambia questa realtà.
Tutti peccatori? Oh, come risuona nell'etere la filosofia craxiana "tutti ladri, nessuno ladro"...uno ha rubato miliardi riducendo in miesria migliaia di persone e tu hai rubato una mela per non morire di fame? Tutto uguale, siamo pari.

Che schifo...guarda Capretta, se hai deciso di unirti a quessa massa di infami spacciatori di S.C.A.Z.Z.O. non solo l'area commenti ma salto a piè pari anche i post a questo punto.

E al solito non sprecatevi a rispondere perchè non mi immergo in 'sto letamaio (per quanto abbia notato qualche commento degno di nota, strano...) di nuovo.

Hiei

Anonimo ha detto...

l'articolo è nella rubrica economia.
il sito è altrenotiziePUNTOorg
il titolo è "il paradigma di Madoff"

max

marcoravelli ha detto...

@ Guru,

Addendum

Dimenticavo di segnalare, a te e tutti gli altri detrattori della Scuola Austriaca, un punto fondamentale.

Nella teoria del ciclo economico,
Cioè il boom and Bust, è solo la Scuola Austriaca che, tramite F. Von Hayek, riconosce nella necessità di frenare la crescita economica l'unico metodo per scongiurare la futura crisi.
Posizione sicuramente diversa da quella di Mises, che più radicale, accusava(giustamente) di Socialismo chiunque intendesse intervenire nel processo economico.

Questo per dire che SOLO gli Austriaci riconosco il problema dell'eccessiva crescita.

Anonimo ha detto...

@ marcoravelli

Hai messo parecchia carne al fuoco, pure troppa.

Una premessa: anch'io trovo che la pressione fiscale sia al limite del sostenibile e altamente improduttiva.

"Forse l'obbligo scolastico rende il cittadino migliore?"

Sono contrario all'obbligo scolastico, ma l'istruzione non deve essere oggetto di business, per cui: scuola pubblica a carico della comunità.
E tanto per non farmi mancare niente, sono contrario al criterio meritocratico all'interno della scuola: né voti, né bocciature, ognuno fa il suo percorso, se avrà avuto volontà di studiare, buon per lui, avrà modo di farlo capire al suo interlocutore durante il colloquio di assunzione.

Per la sanità, idem con patatine, con la differenza che considero immorale la sanità privata: almeno il diritto alla salute dovrebbe essere uguale per tutti, o no?

In quanto all'esempio degli operatori telefonici, non vedo cosa ci sia da concorrere.
Mi spieghi come mai non si possa usare per la telefonia mobile lo stesso criterio usato in internet?
Accesso alla rete libero a tutti, non è che si possa farci ancora prendere per i fondelli con il costo a minuto, scatto alla risposta e tutti i balzelli che i sani imprenditori studiano per fregarci dei soldi.

In ultimo "gli studentelli" come li chiami tu, sono anni che pongono il problema e si vedono rispondere picche, ma la situazione l'hanno compresa benissimo.

Se poi si arriva a giustificare i pestaggi indiscriminati da parte delle cosidette forze dell'ordine, che devo dirti, w la democrazia!

La chicca, poi, della rana e lo scorpione è tutta da ridere. La rana vile e sottomessa... ma dai, se poi s'incazza e spacca tutto?

guru

PS: sei un piccolo amministratore PUBBLICOOOO? E sputi sul piatto in cui mangiiii? E magari durante l'orario di lavoro fai il profeta del libero mercato nel web?
Boh, forse ho capito male io. :D

marcoravelli ha detto...

veramente io ho un lavoro autonomo e non lo trascuro di certo,

dopodichè i miei incarichi di piccolo( comunale) amministratore pubblico non sono certamente fonte di reddito(NON vi mangio) e soprattutto non è l'ipocrisia a muovermi (NON vi sputo)
ma il fermo convincimento che il peggiore male che la politica possa soffrire è il qualunquismo di quanti pensano che non valga la pena impegnarsi per tentare di migliorare il sistema.

Anonimo ha detto...

@ marcoravelli

Quand'è così, ONORE a te, ma valeva la pena di puntualizzare.

guru

alboino ha detto...

Sul Corriere del Ticino di ieri, in seconda pagina è stata pubblicata la foto del Ministro greco aggredito dalla folla.
Effettivamente aveva un taglio sulla fronte piuttosto ampio.

Anonimo ha detto...

- gli esseri umani sono molto più potenti di quanto hanno mai sognato di essere, ma non sono ancora coscienti delle loro potenzialità.

:-)))

Anonimo ha detto...

letto il link di Barnard postato da Luigiza

Noi ci faremo saltare in aria quando chiuderanno gli stadi e non potremo andare in ferie.

In ogni casi siamo un poppolo che demanda.Quindi armiamoci ... e fatevi esplodere

a Guru
all'interno della scuola: né voti, né bocciature, ognuno fa il suo percorso, se avrà avuto volontà di studiare,

... e io pago !!!

Bravo !

Ugo

Anonimo ha detto...

@garavelli
quando c'era la sip,io andavo in una cabina telefonica e con un gettone potevo stare al telefono anche per un'ora.La concorrenza di cui parli esiste soltanto nella testa di fanatici come voi che avete idealizzato il mercato.Inoltre anche il movimento libertario è una bufala manovrata dall'alto per confondere ulteriormente le carte.Salutami i tuoi amici Carbone,facco,folletto e gallazzi.Anzi adesso che ci penso Gallazzi è uno psichiatra,no? non mi è difficile immaginare dove vi siete conosciuti!..mannaggia a Basaglia..

Anonimo ha detto...

quando c'era la Sip per parlare un 'ora dovevi metterci dei gettoni , e non riuscivi a fare una foto con la cabina telefonica, nè a farti avvisare dell'appuntamento dal dentista.

E 90 su cento era rotta

Anonimo ha detto...

vorrei sapere cosa pensi di questo:
http://www.paolobarnard.info/docs/Il_Piu_Grande_Crimine.pdf


e di questo:
http://mercatoliberonews.blogspot.com/2010/12/come-si-arrivera-al-giorno.html#more


e di quest'altro:
http://fruimex.splinder.com/post/23745882/blondet-ci-suggerisce-di-guardare-alla-cecoslovacchia-per-indovinare-come-finira-leuro

grazie per l'attenzione
ciccio

Felice Capretta ha detto...

@ciccio

Dici a me? :-)

Ho letto solo l`articolo di blondet e ti posso aasicurare che studiare la storia delle monete e` molto, molto istruttivo. Purtroppo non si insegna piu` neanche nelle universita`.

Non so che fine fara` l`euro ma e` evidente ch gli mancano dei pezzi e dopo soli 10 anni e` gia` in difficolta`.

Non esiste l`europa come nazione e si fa l`unione monetaria...ho detto tutto.

Saluti felici

Felice

Anonimo ha detto...

Islamofobi a Parigi, l’EDL e prove di scontro di civiltà
Posted on 12/17/2010 by Miguel Martinez
http://kelebeklerblog.com/2010/12/17/islamofobi-a-parigi-ledl-e-prove-di-scontro-di-civilta/

Anonimo ha detto...

"e con un gettone potevo stare al telefono anche per un'ora"

E se fosse inflazione???? Mai che vi giri qualcosa di giusto nella testa a voi statalisti.

Il Folletto

P.S.: che onore essere citati assieme a Carbone, Facco e Gallazzi!

Anonimo ha detto...

Scuola pubblica parassitaria?
Ma voi dove avete studiato?
cele

Anonimo ha detto...

In qualche scuola privata cattolica gestita da suore e preti? A no in Austria...
cele

Anonimo ha detto...

qui si trova un bella descrizione della situazione dell'europa intera.

m.

Anonimo ha detto...

ansa:
Famiglie sempre più povere, sale l'indebitamento.
E' cresciuto del 28,7% rispetto al 2008.

ecco trovata la crescita!

Anonimo ha detto...

Tentativo di decriptazione delle lettere di Magaldi a Berlusconi
link

Anonimo ha detto...

OT
scoperto l'arcano

Anonimo ha detto...

Un saluto a tutti,

stiamo arrivando alla fine di un’ altro anno lavorativo.
Questi ultimi mesi, si stanno concludendo come avevamo previsto.
Il mercato interno ormai non esiste più,quel poco di lavoro che c’è, nasce dalla richiesta di paesi esteri.
Con questo non voglio dire che all’ estero va meglio che in italia.
Anche i paesi esteri , quale russia, brasile , india,non navigano in ottime acque.
Tutto è a rilento, così , come lo saranno i prossimi mesi.
Non è vero che la crisi è “alle ns spalle”, bensi è sulle ns spalle.
Questa crisi, non si supera; non siamo in grado di superarla.
Non siamo in grado poiché non sappiamo cambiare.
Ogni giorno che passa, la bce ed il fmi, aumentano il loro potere.
Ogni nazione , tipo grecia , od altri che hanno avuto finanziamenti, si trovano in situazione disastrose, sono nazioni schiave di un sistema , che come obiettivo ha la realizzazione dl nwo.

Anche i paesi bric, non stanno meglio di noi.
Anche li, i ricchi stanno diventando più ricchi, mentre i poveri sono più poveri.

Spesso, mi viene in mente tremonti; il suo operato.
Per controllare il reddito degli italiani, vuole usare un controllo delle spese.
Ma se non sbaglio, siamo noi a produrre il reddito, a produrre la ricchezza, invece ci fa sentire dei ladri, ci fa sentire in colpa.
Ecco come si crea “ sensi di colpa”, un senso di sudditanza.
Siamo noi, che dovremmo chiedere a tremonti che fine fanno i soldi delle ns tasse.
Ci deve spiegare, come mai, nonostante tutte le finanziarie il debito aumenta sempre.

Contemporanemte, osservo, che in questi anni, non ha fatto niente di reale per l’ economia, per il paese.
Eppure , è ancora li, a governare.
Cosi come sono ancorà li, personaggi come de mita, mastella, ciampi, dini, amato, ecc che sono “re” senza corona.
Sono li, da decenni.
Non hanno necessità di alzarsi presto a cercare lavoro, a portare a casa il lavoro, per poter portare i soldi a casa.
Eppure la maggior parte degli italiani, li ascolta, li applaude.

Ecco , perché, ripeto , il ns domani non sarà diverso da oggi.
Non potrà cambiare, finchè noi, non cambiamo veramente;
finchè non smettiamo di non sapere, di far finta di niente.
In parole povere, assumerci le ns responsabilità, capire che la vita è la ns, che la terra è di tutti.
Non speriamo che le cose cambiano da sole; non cambiano.
Ogni giorno, ogni momento contribuiamo tutti, a far si che possiamo trovare un futuro migliore.
franco

vigna ha detto...

No comment please?
Che succede nel blog di Felice? Negli ultimi 3 giorni, solo un commento degno di nota, quello di Franco. Dove sono finiti tutti gli altri, saranno mica in lutto per la prematura scomparsa del compianto Padova Schioppa o, nonostante l'austerity, siete tutti in giro per i centri commerciali a fare acquisti di cose inutili, da regalare (come mia suocera che si è mangiata l'intera pensione x regali inutili e superflui).
O, avete finito le argomentazioni austriache maieuticate alla vicentina?
Oppure aspettiamo il Geab, per vedere come si prospetterà il prossimo futuro?
Il Gossip di Wikileakes si è già esaurito? Poco più di una settimana fà sembrava, dovesse scoppiare una bomba "intelligente"!
Saluti a tutti
vigna

Anonimo ha detto...

@vigna
E' un commento che non lascia spazio a molte discussioni, ma invita a fare.
Ecco il problema ...

Anonimo ha detto...

era già da tempo che si parlava di "social unrest" nell'aria, ma ora sembra proprio che le masse si stiano muovendo, a dire il vero più in altri paesi che da noi.
Per il resto il tentativo di Fini, seguito alle decinaia di scandali sessuali del cavaliere, il tutto diretto evidentemente dalla solita superpotenza straniera a caso, è miseramente fallito per un pelo e ai peones "futuristi" non resta che rivendersi al Berlusca con la speranza di mantenere lo stipendio di 12000 eurozzi al mese per altri 3 anni e di maturare il diritto alla pensione più ricchi premi e cotillon.
Rimane il fatto che oltre la metà del nostro debito pubblico è in mano americana, e senza poter contare su un presidente del consiglio alla Draghi (per intenderci) col ca%%o che Moody's e similia partono coi downgrade, quindi miracolosamente la "I" dei PIGS è diventata l'Irlanda mentre l'Italia continua a scaldarsi a bordo campo col Belgio (guarda caso anch'esso alle prese con spinte secessioniste) fino a quando non si sa..
Di sicuro c'è solo che la Germania non ci sta a pagare i conti ai poveracci dell'Euro, che questo si divida pure in due con un peg fisso, ed alla fine gli USA dovranno ancora una volta creare dal nulla il solito fantastiliardo per salvare il mondo stimolando col viagra un'altra volta obbligazioni ed azioni (mentre nulla ahimè è più possibile per il mercato immobiliare) e prolungando l'agonia del paziente fino alle prossime presidenziali. Poi con i repubblicani a potere si sa già come andrà a finire, dazi a manetta, al diavolo le banche e alla conquista del petrolio.. oops ora si chiama "war on terror".

Arsan