venerdì 15 maggio 2009

Obama, debito USA insostenibile

Obama, il debito USA è insostenibile

Grazie ai nostri affezionati lettori sempre vigili, apprendiamo senza particolare sorpresa delle avvisaglie dell'inevitabile default degli Stati Uniti direttamente dalla bocca di Barack Obama in persona.

Prima però apriamo con le consuete nefandaggini della stampa allineata. Su Tgcom di oggi, campione di disinformazja, leggiamo un meraviglioso esempio di doublethink (o di schizofrenia, che dir si voglia).

Titolone centrale

Istat, giù il Pil del primo trimestre: -5,9%

Sottotitolo

Secondo l'Istituto di statistica il peggioramento rispetto allo scorso trimestre è del 2,4%.

Si tratta del dato peggiore dal 1980

Ancora nello stesso, medesimo titolone

Berlusconi: "Segni di miglioramento"

Già.

...

Uh, guarda, una capretta.

Citiamo una riflessione di Maurizio Blondet, nell'articolo dall'eloquente titolo "Felici nelle mani di un pazzo":

Ho già scritto altre volte che Berlusconi, verosimilmente, soffre di un disturbo psichico.

Nella sua forma clinica, conclamata e grave, il disturbo si chiama «mania», ed è in qualche modo il contrario della depressione.

[...]

Di questo diturbo esiste però una forma più lieve, sub-clinica, molto ben studiata. Ed è un disturbo, lo si creda o no, socialmente «gradevole». L’ipo-maniaco (si chiama così) è intriso di fiducia in sè e di energia; «pensa positivo»; può lavorare per diciannove ore al giorno; si fa notare come amico generoso, impulsivo e trascinatore; contagia gli altri coi suoi entusiasmi e progetti audaci; piace alle donne per la sua vitalità sessuale. E spesso, la sua impulsività ha successo. Gli dà una marcia in più nella vita sociale.

Già nel 1958 uno psichiatra di nome Kurt Schneider descriveva questa personalità «ipertermica» (molto «calda») con questi aggettivi: «Sempre di buonumore, ultra-ottimista, esuberante, ingenuo; vanitoso, vanaglorioso, grandioso; vigoroso, traboccante di progetti, improvvido; gran parlatore, affettuoso, estroverso; indiscreto, importuno; disinibito. Cerca perennemente stimoli; sessualmente promiscuo».

Giudichi il lettore se questo non è il ritratto di Berlusconi.


Passiamo ora alla notiziona succosa: di fatto, Barack Obama ha annunciato il default.
L'equivalente economico dell'opzione nucleare.

Ecco una traduzione dell'articolo segnalato tra i commenti.

Il presidente degli Stati Uniti Barack Obama ieri ha prospettato che la Cina ed altre nazioni potrebbero cessare di acquistare titoli del debito pubblico americano, e ha dichiarato che gli USA devono fronteggiare il (problema del) debito per evitare danni economici di lungo periodo.

Il deficit di lungo periodo ed il debito che abbiamo accumulato non è sostenibile.

Non possiamo continuare a prendere soldi a prestito dalla Cina o dalle altre nazioni

Dobbiamo pagare interessi su quel debito e in questo modo stiamo ipotecando il futuro dei nostri bambini con sempre più debito


Obama ha dichiarato che la situazione del debito creerebbe ulteriori problemi se nazioni straniere come la Cina perdessero il loro appetito per i buoni del tesoro americani.

E’ anche vero che ad un certo punto si stancheranno di comprare i nostri debiti

[...]

e quando questo accade, dobbiamo alzare i nostri tassi di interesse per essere in grado di prendere a prestito, e questo alzerà i tassi di interese per tutti.


Forse Obama legge Informazione Scorretta.

Hellooooo, Mr Obamaaaa!

(citazione ipo-maniacale)

saluti felici

Felice Capretta

35 commenti:

Anonimo ha detto...

Questa è interessante. Sarei curioso di capire come Obama annuncierà proprio il default. Sarà una grossa operazione estiva...
Avete qualche notizia riguardante la Norvegia? Mi sono imbattuto in qualche blog riportante la tranquilla posizione di quello stato ... Seriamente, sembra che siano apposto...

Daniele ha detto...

Come dicevo temp fa: BOOOOM!!!!

Woland ha detto...

Si, vabbé, cos' è, il gioco del poliziotto buono e di quello coglione?

"Si, in effetti le cose vanno un po' così, un po' alla cazzo di cane"

"E cosa facciamo, Presidente?"

"Boh. Non lo so. Provate a cantare".

Riassumendo:
1)La Cina non compra più nemmanco un dollaro
2)La spesa militare USA sale, e sale di brutto (Iraq, stabile, Afghanistan più tot percento, Pakistan a man bassa)
3)La Fed stampa dollari come fossero coriandoli
4)Le esportazioni non riprendono
5)Stai camminando per il mondo economico, ti giri un attimo e toh! hai il protezionismo alle calcagna.
6)L' Europa tenta di reggere botta stando ferma, sperando che caschino prima gli altri (o sbaglio?)
7)La finanza viene fatta salire su un aeroplanino militare e sballottata tra Londra e Bruxelles, tanto per tenerla un po' al riparo da Wall Street.
8)La "svolta verde" è una palese stronzata (potrebbe diventare produttiva se ci fossero 200 volte i soldi che ci stanno e comunque tra quindici anni)

Quindi:

Ma quale CAZZO sarebbe il "piano"?

Come diceva Luttazzi di Bush:

"Presidente, ma qui non c'è nessun piano!"

"E' questo il piano"

Anonimo ha detto...

oggi si dice che era impossibile negli anni '90 il default dell'ex URSS perchè era (è) una potenza nucleare.
non vedo perchè debba essere diverso per gli USA.....

guru2012 ha detto...

Appare difficile paragonare il default URSS con quello possibile degli USA.
Quando Gorby fu fatto prigioniero sulla dacia, il mondo era un po’ più piccolo, o perlomeno lo sembrava.

Ora veniamo da una sbornia capitalistica turbo finanziaria globalizzata dove gli USA l’hanno fatta da padroni incontrastati come se il mondo fosse cosa loro.

Se dovessero andare in default, il botto sarebbe grosso.


@ Woland

Lo scenario che descrivi dettagliatamente è credibile, ma in quelle condizioni, gli Usa faticherebbero un bel po' a mantenere i fronti già aperti, a meno di non ricorrere a soluzioni “definitive”.
Non la vedo un granché.

Anonimo ha detto...

nuove catastrofi all'orizzonte: ecco l'ultimo GEAB fresco fresco di ulteriori disatri...ehehe...

http://tinyurl.com/qxxouw

Anonimo ha detto...

ah....dimenticavo la trduzione dal francese all'italiano ad opera di guuuughel. La traduzione è fantastica, una roba così la fai a scuola e ti promuovono 5 anni in uno....ehehe...è più divertente la traduzione che la catastrofe sempre più incombente...
....PAURA EH????...

http://tinyurl.com/qayg8j

Felice Capretta ha detto...

@anonimo geab

grazie : )

quello in inglese completo non è ancora uscito, sto esaminando comunque l'anteprima francese

saluti felici

Felice

Marco ha detto...

tradotto il paragrafo iniziale del WallStreet Journal del link sdcritto piú avanti.

Il Governo Federale (degli Stati Uniti) ha previsto che 19 delle piú grandi banche degli Stati Uniti potrebbero dare perdite fino a $ 599.000.000.000 (599 miliardi) hasta la fine del prossimo anno se l’ economía avrá un comportamento peggiore del previsto…e ordinó a 10 di queste banche aumentare i loro capitali in $74.600.000.000 (74.6 miliardi) per proteggersi a loro stessi.

Ossia la crisi é appena cominciata?

http://online.wsj.com/article/SB124172137962697121.html#mod=djemWMP

fantomas ha detto...

geab geab, portatori di sventura...
il bello è che fra qualche tempo i nostri cari bocconiani diranno che la crisi (quella vera che arriverà) era inevitabile che negli ambienti economici già si sapeva da tempo, che loro lo avevano previsto, che tutto comunque è secondo le previsioni.
anch'io sono bravissimo, e di seguito prevedo, per domani vittoria dell'inter sul siena al 25%, pareggio al 25%, sconfitta al 25%, sosspensione partita al 25%.
manca qualcosa?
chiedo scusa del paragone calcistico.

Anonimo ha detto...

vorrei ricordare che il default usa non e' un problema per gli americani ma per chi ha prestato i soldi agli americani, cioe' per quelle nazioni che hanno dato beni reali agli americani in cambio di moneta dal valore virtuale.

in caso di default per esempio gli americani si troverebbero (le hanno gia' avute) con merci reali (per esempio cinesi) mentre chi glieli ha dati (per esempio i cinesi) si trovano ad aver lavorato tanto per niente.

quindi il default usa e' un problema per tutte le altre nazioni tranne che per l'america.

perche'?

perche' l'america ha l'esercito piu' potente del pianeta ed e' in grado di rifiutarsi di pagare.

gli altri con eserciti che fanno ridere possono solo prenderlo nel ....

da che mondo e' mondo l'uso della forza e' sempre stata l'arma che ha deciso il vincitore.

indopama

Anonimo ha detto...

un ultimo pensiero:

non sono sicuro che la nostra vita ( di cui l'economia e' una parte) sia fatta a compartimenti stagni.

da quello che scrivete sembra che sia l'economia a plasmare la vostra vita, mentre mi sento di dire che e' la nostra vita a plasmare l'economia.

quindi, se c'e' una crisi economica non puo' che essere frutto di una crisi sociale, di un modello di vita che non funziona piu', che e' arrivato alla fine e va cambiato.

ma chi lo cambia? :-)

indopama

vincenzo ha detto...

quindi ogni tanto obama dice la verità? That's shocking!

Anonimo ha detto...

la riposta:

http://tuttouno.blogspot.com/2009/05/hooponopono-io-mi-perdono-e-tu-guarisci.html

Anonimo ha detto...

GEAB N°35 - Sommaire...l'angleterre sera tellement dans la merde qu'elle fera appel au FMI avant la fin 2009!!!! GEAB N°35 - Sommaire...l'angleterre sera tellement dans la merde qu'elle fera appel au FMI avant la fin 2009!!!!

- Publié le 15 mai 2009 -
http://www.leap2020.eu/GEAB-N-35-Sommaire_a3241.html

Crise systémique globale : Juin 2009 – Quand le monde sort
définitivement du cadre de référence des soixante dernières années
Le surréalisme financier qui aura présidé aux évolutions boursières et
aux indicateurs financiers et commentaires politiques de ces deux
derniers mois est le chant du cygne du cadre de référence dans lequel
le monde vit depuis 1945... (page 2)
Lire communiqué public

Echec programmé des stimulations économiques américaine et chinoise :
La barrière de la capacité d'absorption
Malgré des enveloppes budgétaires impressionnantes, les deux plans de
stimulation économique les plus importants à ce jour, à savoir ceux
lancés par les gouvernements des Etats-Unis et de la République
Populaire de Chine, sont condamnés à échouer. Pour LEAP/E2020, dans
les tous prochains mois, leur mise en œuvre va en effet heurter de
plein fouet un obstacle insurmontable à court terme, à savoir la «
barrière de la capacité d'absorption »… (page 7)
S'abonner

Royaume-Uni : Rendez-vous avec le FMI au bout de l'été 2009
Il y a 33 ans, entre Mars et Décembre 1976, le monde faisait face aux
conséquences de la crise pétrolière et le Royaume-Uni avait dû
recourir à l'aide du FMI (3,9 Milliards USD, le plus grand prêt jamais
effectué alors par cette institution). Selon LEAP/E2020, la Grande-
Bretagne va devoir recourir à nouveau à l'aide du FMI d'ici la fin de
l'été 2009… (page 15)
S'abonner

Trois conseils et recommandations stratégiques
. A quels indicateurs se fier dans la crise ?
. Immobilier : Quand acheter, où ?
. Obligations, bons du Trésor : lesquels choisir ? (page 19)
S'abonner

Le GlobalEurometre - Résultats & Analyses
Une forte majorité (67%) pense que le gouvernement britannique ne
pourra pas éviter de faire appel au FMI d'ici la fin de l'été 2009…
(page 23)
S'abonner

Anonimo ha detto...

ma turner radio è una fonte affidabile?

Anonimo ha detto...

per quanto riguarda i fatti verificabili, sicuramente affidabile - vedi ad es. il risultato degli stres test, informazioni bancarie, ecc.
per quanto riguarda le notizie eccessivamente complottistiche, non si sa, in quanto indiziario e non verificabile.
Io ritengo che nel complesso sia una fonte seria.
Puoi anche verificare tu, puoi leggerti gli arretrati. In ogni caso io prendo sempre per falso cio' che non è dimostrabile completamente.
Fra

Anonimo ha detto...

ho trovato questo...qualcuno ne sa di più???

http://tuttouno.blogspot.com/2009/05/fmi-autorizzato-creare-una-nuova-moneta.html

Anonimo ha detto...

segnalo che è uscito oggi il nuovo Geab in inglese

roberto

Goodlights ha detto...

@indopama

noi?
;-D

salut!
Goodlights

Anonimo ha detto...

Goody,

dai appendi il fucile
e vieni con me
non ti basta cambiare la tua di vita?

tuo davy

m ha detto...

......x anonimo
...forse hai ragione sugli eserciti
........ma grandi eserciti costano
troppo ....e mantenerli diventera'
impossibile....questa sara' la vera
crisi che colpira' gli Stati Uniti..........purtroppo e'una realta' che ogni grande esercito a dovuto fare i conti.......abbi fede!

rumenta ha detto...

......x anonimo
...forse hai ragione sugli eserciti
........ma grandi eserciti costano
troppo ....e mantenerli diventera'
impossibile....questa sara' la vera
crisi che colpira' gli Stati Uniti..........purtroppo e'una realta' che ogni grande esercito a dovuto fare i conti.......abbi fede!


vero.
l'unione sovietica è crollata sotto il peso delle sue armate e del suo apparato repressivo.
e gli usa sono sulla buona strada....

Anonimo ha detto...

agreste prega felice di tradurre al piu presto il geab35 grazie

Anonimo ha detto...

Io faccio una domanda sul serio da niubbio.
Volendo NON pensare ma chiedendo da ingenuo bimbo.
Ammettiamo che fra poco gli U.S. dichiarano bancarotta.
Ok, crediti inesigibili.
Ma ciò sconvolge in parte il mondo, le banche americane crollano.
Se gli altri stati a loro volta cancellassero in qualche modo i propri debiti... cioè, ognuno se ne toglie una parte in relazione a degli accordi...
Non saremmo allo stesso punto di oggi, ma con meno interessi e debiti da pagare?
Il sistema sarebbe cmq sbagliato, ma sopravviverebbe...
Tanto lo sanno tutti che questi crediti sono pressochè inesigibili...

Anonimo ha detto...

proprio così, infatti tempo qualche mese e... BOOM!

guru2012 ha detto...

@ Anonimo che fa domanda da niubbio

Secondo me hai colto proprio l'aspetto "surreale" di tutta la faccenda.

In effetti io credo che tu abbia ragione: se con un colpo di "canc" sulla tastiera del computer globale si cancellassero i debiti, le cose potrebbero continuare a (non) funzionare lo stesso.

Basta pensare a tutti i soldi bruciati dai vari default finanziari di questi mesi, dove saranno mai finiti?

La finanza non doveva essere un "gioco" a somma zero?

"In teoria dei giochi un gioco a somma zero descrive una situazione in cui il guadagno o la perdita di un partecipante è perfettamente bilanciato da una perdita o un guadagno di un altro partecipante. Se alla somma totale dei guadagni dei partecipanti si sottrae la somma totale delle perdite, si ottiene zero."

da wikipedia

Anonimo ha detto...

urge qualcuno che ci spieghi come si "bruciano" i soldi in borsa.

secondo me i soldi, visto che sono inventati dal niente dalle banche centrali (non da noi), possono solo aumentare ma mai diminuire.

il problema e' che il sistema e' truffaldino, ci stanno indebitando sempre di piu' per mezzo di una truffa che noi, cittadini ignoranti, appunto ignoriamo.
come sempre la colpa e' solo nostra e siccome le colpe non vogliamo mai sentirle allora giu' la testa e via che si parte con la tecnica dello struzzo (occhio pero' che il di dietro rimane vulnerabile).

l'america ha un debito enorme da pagare, ma tutti gli stati lo hanno.

e allora dova sta il CREDITORE?

NELLE BANCHE CENTRALI, CHE SONO PRIVATE IN MANO AI PADRONI DEL MONDO.
che infatti oggi esigendo il pagamento del debito mettono in ginocchio il mondo intero.

ovvio che per esigere il pagamento del debito (poche persone contro il mondo intero) devono avere una grossa forza dietro.
ma questa e' un'altra storia...


indopama

Anonimo ha detto...

Non sono tutti d'accordo, i soldi si possono anche distruggere. Per esempio se la crisi porta all'inesigibilità dei crediti bancari, es. mutui e carte di credito, cdo ecc... si ottiene il risultato di diminuire la "moneta" in circolazione. la leva, inversa, è enorme. questo comporterebbe una notevole contrazione della massa monetaria in circolazione che compenserebbe abbondantemente quella iniettata dai usa e cina. ovvero: deflazione.

Anonimo ha detto...

un saluto a tutti.
ho letto, con vero piacere, i commenti lasciati, con toni sereni.
vedete , tutto ciò di cui si parla,si vive è finalizzato al denaro.
inaffti, le ns società, sono strutturate in modo che chi comanda, ossia i padroni del mondo, che agiscono dietro alle banche di affari, dominano e controllano le masse.
quardiamo le situazioni di csa nostra.
la ns italia.
da quando è morto moro, abbaimo avuto una influenza sempre più incisiva e diretta da parte degli usa.
tramite lacuni loro personaggi, tipo dini, amato, prodi, con la scusa del debito publico, con la italia,ci hanno sommersi di tasse, di finaziarie, che abbiamo pagato e stiamo pagando.
basta ossevare i finanziamenti al centro sud.
miglialia di soldi, tanti quanti 5 finanziarie, per fare cosa.
abbiamo votato, per entrare in zona euro.
a quale vantaggio?
paghiamo l'iva su tutti i beni.
paghiamo tasse, che sommando il tutto, siamo al 58% del reddito.
ogni azienda italiana, di fronte al fisco, è cosi relazionata=
da gennaio a ottobre si lavora per le tasse e contibuti.
novembre serve a coprire e finaziare gli investimenti.
dicembre è ciò che è l' utile aziendale.
da quando prodi è stato al governo, i rappresentatti di queste banche di affari, hanno scorazzto da nord al sud, coinvolgendo comuni e regioni, nella creazione dei boc, nella realizzazione di gruppi di servizi, tipo acea , hera ecc, che per migliorare i ns servizi, si sono quotate in borsa.
adesso paghiamo , i dirigenti, di queste società, conn stipendi da capogiro.
a noi cittadini sono aumentate le tasse, peggiorato i servizi.
ma fare queste considerazioni, serve solo a capire che c'è qulacosa che non va.
non c'è equlibrio.
cosi come ci sono tanti ns concittadini che percepiscono contributi e pensioni, senza averne diritto, per il semplice fatto che essendo più furbi di altri, vivono sulle ns spalle.
cosi, allo stesso modo, le chiese, vivono sulle spalle dei cittadini.
in questi momenti non facili, dove la gente , incomincia a ricevere sempre più informazione dalla rete, è normale che tannti si incominciano a chedere qualche domanda.
una domada la vorrei fare al sig. berlusconi.
con la situazione in italia del mondo del lavoro che è quasi inesistente, ci spieghi dove vede che la crisi è finita.
faccia vedere a noi italiani, proposte concrete.
io non le vedo.
questo è solo un aspetto della vita.
l' aspetto materiale.
io, personalmente, vedo che tutto è vita.
non vedo separazione.
vedo solo stati di essere e possibilità di scelta.
la vita, tramite chi governa, ha crato il mondo dell' illusione, per fare capire a noi la frivolezza.
in effetti, abbiamo assencodato, questo mondo, questa illusione.
adesso , co la situazione di crisi, la vita, ci sta " costringendo" a ragionare, a far capire che tutto ciò in cui abbiamo versato le ns energie, è un mondo vuoto.
ci sentiamo frustati, vuoti.
io vedo la possibilità, in cui, tutti noi, possiamo diventare più consapevoli e più responsabili.
possiamo e dobbiamo cambiare.
basta non appoggiare i pensieri e le scelte sbagliate, o finalizzati al beneficio di pochi.
vi faccio un esempio.
in ingliterra, è venuto fuori, che tanti parlamentari, compreso il primo ministro, usano i soldi publici, per cose personali.
la gente protesta, e i parlamentari hanno la dignità di dimettersi.
in italia è mai successo?
un abbraccio
franco

Anonimo ha detto...

Questo mi sembra di averlo già letto, comunque è interessante.....


http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=5906

Anonimo ha detto...

concordo con indopama, chi è il grande creditore???alla fine questa crisi è voluta non certo da noi, chi sta ai vertici potrebbe con una sola decisione porre fine a questa situazione che ha deliberatamente creato tutto ciò servirà a dare il là a qualcosa d'altro che ormai è imminente. insomma una bella messa in scena. tutto può essere... del resto è in corso una grande battaglia tra la luce e le tenebre e solitamente complici i media & co. tendiamo solo a vedere e soprattutto considerare solo il lato oscuro, il nero. stiamo all'erta e pensiamo positivo. il futuro sarò bellissimo. buona settimana a tutti

athoz

Anonimo ha detto...

gli USA possono fregarsene dei loro debiti , come infatti e' stato gia' detto quello e' un problema dei loro creditori.. e ANCHE a questo serve l' immensa spesa militare.
il vero problema pero' degli USA e' che una volta dichiarato il default non potranno piu contare sui mille miliardi di $ di merci ricevute a " credito" ogni anno dalle " colonie" ... ed e' a "convincerci" di continuare nel " prestito" che serve davvero l' immensa spesa militare ..:-)
non facciamoci illusioni, gli USA non crolleranno " in pace " come l' URSS...Il crollo dell' URSS prese di sorpresa il gruppo dirigente sovietico ..ma " chi comanda in" USA sa benissimo cosa sta succedendo ed ha la ferma intenzione di " cogliere l' opportunita' " ....
godiamoci questa " estate del ' 39" .. perche' " l' inverno" ahime' non sara' buono ..:-(

Anonimo ha detto...

Geab n. 35 english
http://www.leap2020.eu/English_r25.html

Anonimo ha detto...

un saluto a tutti.
ogniuno di noi, fa considerazioni sulla realtà dello stato attuale.
ma rimagono tali.
in fondo, come ogni medaglia ha l' altra faccia, anche questa situazione , dopo che tutto sarà finito, servirà a creare una nuova consapevolezza.
infatti, una delle prime cose, che insegna, è che bisogna spendere i soldi quanto si hanno, dopo averli gudagnato.
in prtaica essere padroni di noi stessi.
ogni volta che spendiamo soldi, presi in prestito, diventiamo schiavi del sistema.
anche questo, dorebbe far capire l' importanza delle ns scelte.
provate un po a pensare, cosa sarebbe cambiato se la maggior parte di noi, non si sarebbe rivolto alle vsocietà di prestiti, o alle banche.
per comprare cose di cui avremmo potuto fare a meno.
ricordate, siamo noi i creatori della ns realtà.
diventiamo consapevoli di ciò.
con affetto
franco