martedì 4 ottobre 2011

Intervista doppia: Ecofin e Associazione Panificatori. E Dexia.




Direttamente dall'Ecofin e reazioni correlate, alcune brillanti dichiarazioni, che alterniamo alle dichiarazioni di esponenti dell'Associazione Panificatori.


Tremonti e quello che passa il convento

Tremonti: "sarebbe meglio crescere, certo, ma il pareggio è una sicurezza"

Panettiere: "sarebbe meglio se fosse lievitato, certo, ma è venuto così e lo vendiamo lo stesso"


Tremonti 2 e dalle banche alle banche

Tremonti: "la crisi ha oramai epicentro in Europa, gira intorno ai rischi sovrani e da ultimo si vede anche nelle banche"

Panettiere: "l'impasto è venuto male, la cottura nel forno è venuta male, il pane è andato a male, mi sa che è la farina che è andata a male"


Schauble e il possibilista sibillino

Schauble: "Berlino potrebbe riattivare le misure del 2008 per prevenire una crisi bancaria"

Panettiere: "Potremmo pregare, come abbiamo fatto nel 2008, così magari il fornitore non ci manda la farina andata a male"


Trichet e buongiorno presidente, vuole la spremuta?

Trichet: "e' la peggior crisi della seconda guerra mondiale"

Panettiere: "ehi, guarda, una capretta"



Trichet 2 e avanti con l'agenda del nuovo ordine

Trichet: serve un ministro dell'economia europeo.

Panettiere: ci vorrebbe la camera delle corporazioni con un bel panettiere a fare il ministro dell'agricoltura e nel complesso ci vorrebbe proprio una bella dittatura




Helena Salgado e l'allegra brigata

Salgado: "i Paesi che si trovano in una migliore situazione economica dovrebbero spingere la domanda globale"

Panettiere: "mio cugino che ha il forno due vie più in là e che se la passa bene mi dia un po' di soldi"


Trichet e la competitività

Trichet: "da sei anni esaminiamo l'evoluzione sui costi del lavoro, e non stupisce che i problemi maggiori sono nei paesi dove si è persa più competitività"

Panettiere: "tengo d'occhio il quartiere da 16 anni, e non mi stupisce che i panettieri cinesi mi portano via clienti. Che faccio, prendo dei cinesi a lavorare per me?"


Asmussen, il successore di Stark

Voci di corridoio: Joerg Asmussen potrebbe essere successore del capo economista della Bce Juergen Stark, non ci sono altri candidati

Voci di corridoio: Facciamo il pane con... con.... beh, sono rimaste le olive...


Saccomanni e la nozze di Cana

Saccomanni: è cruciale "conciliare il risanamento con la crescita"

Panettiere: è cruciale "vendere meno pane, abbassare i prezzi del pane, e guadagnare di più"


Già.

E infatti:

Atene -2.53%
Parigi -2,61%
Dax -2.98%
FTSE 100 -2,58%
Milano -2,72%


Mentre scriviamo, le borse USA sono positive.


Dexia è riposseduta 


Invece Dexia, la banca franco-belga, ha chiuso intorno a -20% dopo aver ampiamente sfondato -30% durante le contrattazioni. Pensavano di poter finanziare con attività speculative a breve termine le attività di lungo termine.

Evidentemente non ha funzionato.

Ma la cosa più interessante è che Dexia stava già andando a picco nel 2008, quando Lehman Brothers fu lasciata a sè stessa e quando il giocattolo dell'economia si ruppe per sempre. Allora intervennero i governi francese e belga, perchè era troppo grande per fallire.

Ed oggi devono intervenire di nuovo.

Ehi, guarda, una capretta.

Saluti felici

Felice Capretta

41 commenti:

Anonimo ha detto...

Be cosa dire,
dato che la legge bavaglio non esiste ancora, mi posso ancora sbizzarrire col le mie osservazioni dettate dagli avvenimenti, in futuro si vedrà…

Direi Felice che la prima ondata di ricatti è terminata e stanno iniziando con la seconda, ricatti attuati dai soliti noti verso quella classe sociale che fino a 20 anni fa si supponeva intoccabile.
Ovviamente in mezzo ci siamo noi, comuni mortali che soffriamo e ci lamentiamo (quasi) in silenzio con la coscienza di una cavia all’interno di un labirinto che cerca disperatamente la propria fetta di formaggio.

Nel prossimo periodo, vedremo se quella classe sociale avrà le p.. per reagire ai ricatti o se si piegherà al volere di quei pochi, trascinandoci quindi in quel secondo medioevo tanto abito e sperato.

E si Felice, il progetto è ed era a lungo termine, iniziato circa 30 anni fa, quando nelle scuole elementari giravano quelle mitiche schede per chiedere ai piccoli dell’epoca cosa ne pesassero di una Europa unita, un Europa senza confini e senza barriere, peccato che in quelle schede si scordarono di indicare lo scopo ultimo di tutto questo progetto.

Adesso tale progetto è quasi giunto al termine, aimè si parla ancora di anni ma finalmente potremo vedere se la rana verrà cotta a fuoco lento senza che la stessa reagisca o se un miracolo la farà risvegliare prima di che sia troppo tardi.

Un caloroso saluto e tanti auguri per il tuo orto….

Saluti
Anonymous

una mattina ha detto...

Ragazzi, questa ve la voglio raccontare, è una soddisfazione , fateci un pensierino anche voi.

Ieri mi ha chiamato la mia banca, chiedendomi gentilemnte come mai non è arrivato il solito accredito dello stipendio, ed io gentilmente gli ho risposto che l'ho fatto arrivare da un'altra parte, visto che lo gentilmente senza avvisarmi mi hanno trattenuto il bancomat perchè ero fuori dal fido.... quindi adesso si cacano sotto che io non rientri più, e sono gentlisssimi, purtroppo ho il mutuo che passa mensilmente su quel conto e non mi è ben chiaro che potere abbiano come banca, ho compreso comunque che ancora per poco forse è molto facile "fregarli" in quanto si può ancora intascare le entrate dove più ti va comodo senza dover chiedere niente a nessuno, insomma secondo me c'e' ancora spazio per "fotterli", io credo che dovremmo tutti far fallire le banche per riprenderci il potere

Felice Capretta ha detto...

@ anonymous

sante parole, a questo punto tutto si gioca sull'abilita' delle persone di sottrarsi a questo progetto.

volutamente non dico "combattere contro" questo progetto, ma "sottrarsi a", perchè non serve farci prendere a manganellate, ma dobbiamo farlo crollare togliendogli le basi su cui poggia, primo tra tutti il nostro consenso silenzioso ed implicito.

grazie per l'orto, intanto sto nutrendo i merli con i semi che ho piantato : )



@ una mattina

intanto ieri i correntisti belgi di Dexia hanno ritirato 300 milioni di euro (!) giusto per stare sicuri.

vedremo se riusciremo a sapere quanto ritireranno oggi.

far cadere le banche equivale a far cadere l'intero sistema, con tutti i pro ed i contro. siamo pronti?

saluti felici

felice

Felice Capretta ha detto...

dimenticavo: la legge bavaglio sarà votata oggi alle 12.30

saluti felici

felice

Anonimo ha detto...

@ Felice
il ricatto su cui poggiano le banche è sempre il solito su cui poggiano dalla loro nascita medioevale: ci hanno instillato la paura che, tenendoci i contanti ce li possano rubare, rapinare, depredare o al limite li possiamo sciupare noi stessi dimenticandoli nella tasca dei pantaloni e mettendoli in lavatrice con la candeggina :-)
Ecco perchè ancora reggono. Ma il giorno che molti di noi non avranno più paura e smetteranno di credere che la banca sia più sicura del materasso invece del contrario, allora crolleranno con un bel polverone. E noi diventeremo più sicuri e meno impauriti..
Per il momento stanno abbassando ogni giorno il limite del contante (adesso la proposta è a € 500) ufficialmente per impedire il riciclaggio, praticamente per impedire "la corsa agli sportelli" che ci hanno ben insegnato sui libri di Economia Bancaria è l'Armageddon delle banche stesse.
FEDRO 55

Anonimo ha detto...

rec@ Felice
il ricatto su cui poggiano le banche è sempre il solito su cui poggiano dalla loro nascita medioevale: ci hanno instillato la paura che, tenendoci i contanti ce li possano rubare, rapinare, depredare o al limite li possiamo sciupare noi stessi dimenticandoli nella tasca dei pantaloni e mettendoli in lavatrice con la candeggina :-)
Ecco perchè ancora reggono. Ma il giorno che molti di noi non avranno più paura e smetteranno di credere che la banca sia più sicura del materasso invece del contrario, allora crolleranno con un bel polverone. E noi diventeremo più sicuri e meno impauriti..
Per il momento stanno abbassando ogni giorno il limite del contante (adesso la proposta è a € 500) ufficialmente per impedire il riciclaggio, praticamente per impedire "la corsa agli sportelli" che ci hanno ben insegnato sui libri di Economia Bancaria è l'Armageddon delle banche stesse.
FEDRO 55

una mattina ha detto...

@Felice

"siamo pronti?"

la risposta è semplice

per chi lo vuole, si, per chi non lo vuole, no.


Quindi un eventuale successo del crollo del sistema dipende dal numero di esseri umani che lo desiderano veramente.

Quando avverrà , sarà perchè un sufficiente numero di persone avrà gli strumenti per affrontarlo e gestirlo, il punto chiave è : fra quanto?

Einstein diceva: "un problema non può mai essere risolto con lo stesso livello di consapevolezza che l'ha creato"

Anonimo ha detto...

Per far crollare il "sistema" non ci vuole molto, basta essere autosufficenti. se non ti allatti al suo seno diventi automaticamente libero. il problema vero è avere il coraggio di farlo, abbiamo tutti gli strumenti e la conoscenza a portata di mano ci serve solo il tempo per adoperarli... ecco dov'è il vero valore, altro che denaro. Ci facciamo pagare tutti i giorni il nostro tempo in cambio di denaro... se ci pensate bene l'unico bene che veramente esiste su questa terra è il tempo a nostra disposizione.
viva l'orto che rende liberi!
microcosmo

Renèe ha detto...

A proposito delle piccole coincidenze ma che magari...sono semplici segnali a conferma di ciò che non va...

Qualche giorno fa la banca non mi ha pagato un rid, tra l'altro la penultima rata di un finanziamento che finalmente finisce, i soldi ci sono e non si sa perchè non sia stato pagato...ma prima di me c'era un signore che si lamentava perchè parecchi suoi rid non erano stati pagati...

Che si una semplice segnale che le banche si tengono fermi i soldi?!!
E li muovono solo quando conviene?

Sarà una "speculazione mentale" la mia? Forse si però....

Idea3online ha detto...

Questo è un vecchio film, che il regista attua allo stesso identico modo da diversi decenni, ma in modo chiaro e programmato dal 1997.

1997 Stati Uniti in crisi(debito): di conseguenza viene creata crisi in Asia epicentro Indonesia situazione ghiotta per occupare la Russia 1998.

2001 Stati Uniti in crisi(debito) : di conseguenza viene creata una crisi nel mercato azionario globale new economy, in Argentina, attacco delle torri...situazione ghiotta per occupare l'Afghanistan, 2003 L'Iraq..

2006-2007 2001 Stati Uniti in crisi(debito) : di conseguenza viene creata una crisi nel mercato immobiliare globale, in Grecia, in Italia, in Europa, situazione ghiotta per occupare la Libia, 2011 ?..2012 ? 2013 ?

In poche parole è rimasto il mondo come avversario o zona spazzatura, tutte le volte è stato trasferito l'epicentro della crisi all'estero, questa volta non hanno avuto pietà nemmeno per i cugini europei.

Prepariamoci ad una guerra tra "Optimus" e "Deserticon", chi rappresenta tra i 2 il Regno del Settentrione ed il Regno del Meridione è da analizzare. Ogni film è costruito sui conflitti attuali, esempio i film Rambo......

alboino ha detto...

Sono d'accordo con voi.
Basta ritirare i soldi dalle banche, questa è la vera rivoluzione.
Comunque ho notato una notizia che i media tentano di far passare per vera.
La colpa della situazione di Dexia e di altre banche, è dei paesi "farfalloni" come Grecia ed Italia e del loro debito pubblico.
Come dici tu giustamente Felice, queste stesse banche vennero salvate nel 2008,ed io aggiungo, quando i debiti sovrani di certi paesi, non erano così "sotto pressione".
In questo modo si tenta di far credere una cosa diversa dalla realtà: la colpa non è delle banche, ma degli stati, cioè dei popoli.
Non voglio con questo difendere l'amministrazione di questi paesi, ma ognuno deve prendere le rispettive colpe.
Certamente costoro contano sulla memoria corta delle popolazioni, tentando di far dimenticare le cause fondamentali:
risorse sempre meno disponibili, e soprattutto a costi bassi, crescita infinita che non può avvenire all'interno di un sistema finito,economia finanziaria sulla carta con globalismo al seguito, ecc...
Poi tentano di far dimenticare l'inizio della crisi finanziaria da dove ha avuto origine:
subprime, Lehman, ecc...
Non considero neanche l'affermazione di Trichet sul costo del lavoro,e della concorrenza di cinesi ed altri, ha scoperto l'acqua calda, ma dopo sei anni,si commenta da sola.
Ben vengano blog come questi, per la buona fede e l'onestà che dimostrano.

Anonimo ha detto...

la francia ha varato una legge per controllare l'uso dei contanti e limitare l'acquisto dell'oro (dei metalli, ma direi che difficilmente gli altri metalli vengono comprati dal popolo); l'austria , leggo anche se mi era scappato, ha già limitato ad una determinata somma la possibilità di acquistare oro (mi pare 600 eur.). ovviamente c'è della dietrologia da fare su cotal notizia. okkio!
intanto il mercato dei derivati in oro è diviso come segue: 80% jpm - usa; 20% hsbc - uk = duopolio (collusivo?!?). come finirà...?

Fra

Anonimo ha detto...

Sempre ritornando al discorso dei ricatti, ecco due fantastici articoli che fanno riflettere.
Attenzione però, non vi soffermate su cosa dicono, anche perché il mal costume della politica italiana e mondiale è risaputo…


Link1

Link2

Chiedetevi perchè proprio ora

Saluti
Anonymous

Anonimo ha detto...

il sistema non si basa sulle banche ma sull'informazione.

l'informazione e' il potere, chi la controlla gestisce a suo piacimento la vita delle persone perche' e' dell'informazione che ci cibiamo ogni giorno.

il denaro e' quella cosa su cui abilmente, chi controlla l'informazione, vuole farci concentrare in modo che lasciamo da parte il problema principale, la vera fonte di potere e cioe'

l'informazione.

se la tv ci dice che il denaro e' fuori corso allora in mezza giornata scatta la rivoluzione, anche se la notizia e' falsa.

il denaro non vale nulla senza il controllo dell'informazione che inculca nella mente della gente il fatto che il denaro e' tutto.

senza la tv vedremmo il denaro come dei pezzi di carta, con la tv il denaro diventa DIO.

anche per esempio l'idea che le banche siano il problema deriva da una fonte di informazione e ci siamo creati un'idea di realta' da queste fonti e da queste informazioni.

senza l'informazione dai media non stareste qui a dire che le banche sono il problema perche' semplicemente non le conoscereste. cio' che i media non veicolano per voi non esite. cio' che vedete e' cio' che vogliono farvi sapere.

dietro a come vi muovete c'e' sempre l'informazione, e' questa che vi controlla come dei robot, non il denaro.

a chi vuole mantenere il potere non gliene frega niente del denaro o delle banche, loro sanno benissimo che il denaro e' un intermediario son pochissimo valore reale e sanno benissimo che se saltano le banche al massimo rimangono a casa senza lavoro i cittadini.

il denaro o le banche saranno sostituite da un altro intermediario ma per loro non cambia niente, per fare muovere la ricchezza dalla gente verso di loro e' necessario convincere la gente a passargli questa ricchezza e la gente la convinci con l'informazione manipolata, l'importante e' continuare a vendere fumo e per farlo ci vuole il controllo dell'informazione.

indopama


(per chi e' piu' dentro alla conoscenza della vita, si guardi che "verifica parola" e' uscita per questo mio commento)

http://postimage.org/image/2svktau78/696f9e4f/

Anonimo ha detto...

le cose in Libia forse stanno andando MOLTO diversamente da come ce le raccontano i media ufficiali.
perche' ci danno solo notizie scritte, perche' mai un video o una serie di foto?
perche' video e foto arrivano solo dalla parte della resistenza libica?

http://gilguysparks.wordpress.com/

Anonimo ha detto...

* La Libia di Gheddafi:

-Indennità di disoccupazione: 730$ mensili
(in Libia la vita costa 1/3 rispetto a qui)
Pil pro-capite: 14.192$ – DEBITO/PIL: 3.3%
(secondo il sito della CIA -fonte 27- al 2010 è il paese meno indebitato al mondo)
.
-Ogni membro di una famiglia riceve dallo Stato 1000$ annuali
-Per ogni nuovo nato lo Stato dona alla famiglia 7000$
-Gli sposi ricevono 64.000$ per l’acquisto di una casa
-Istruzione ed università all’estero a carico dello Stato
-Prezzi simbolici dei prodotti alimentari base per le famiglie numerose
-Erogazione gratuita di prodotti medicinali e farmaceutici
-1 litro di benzina costa 0,14$ dunque è più economica dell’acqua
-Energia elettrica gratuita
-All’apertura di un’attività personale si riceve un finanziamento statale di 20.000$
-Per l’acquisto di una vettura il 50% è versato dallo Stato
-Prestiti per l’acquisto di un auto o di una casa senza alcun interesse
-Imposte e tasse extra PROBITE

http://tipggita32.wordpress.com/2011/04/22/eloquent-facts-of-the-socialist-libya/

Mario Barbiero (BARBATRUCCO) ha detto...

@indopama
Se ti ricordi già i romani erano soliti usare l'espressione "in indo veritas".
A conferma di quanto dici basta che qualche blog dica che l'Islanda non pagherà i suoi debiti e la GGGGGente di internet ovvero la casalinga di Voghera in versione 10.0 inizia il mantra:" siamo tutti islandesi".
No purtroppo, voi siete tutti italiani e i debiti dell'Italia hanno una genesi diversa da quelli dell'Islanda.
Prendo a prestito il commento di un certo Andrea Benetton su di un altro blog:
"C'è solo un dettaglio.
In Islanda il debito era stato creato dai salvataggi delle banche e non dal fatto che il welfare consumava più ricchezza di quanto se ne produce.

In islanda possono dire "non paghiamo il debito" perchè il giorno dopo non hanno bisogno di nuovi prestiti.
Nei paesi mediterranei invece servono sempre nuovi prestiti per fare funzionare il sistema del welfare.
Non esiste una soluzione islandese per gli altri paesi."

Capito casalinghi e casalinghe di Voghera 10.0?
Quando vi stancherete di farvi prendere per il culo prima dai Minzolini e poi dai comedonchisciottini e compagnia bella?

Anonimo ha detto...

LA GUERRA IN LIBIA E' PARTITA PER DISTRUGGER IL LORO SISTEMA DEL DENARO CHE, A DIFFERENZA DEL NOSTRO, NON E' SOGGETTO ALLA TRUFFA DEGLI INTERESSI.

IL PETROLIO NON CENTRA NIENTE, QUELLO SE LO POSSONO COMPRARE COL DENARO CREATO DAL NULLA.

IL PROBLEMA SAREBBE VEDER COLLASSARE IL SISTEMA DENARO MONDIALE E VEDERE INVECE CHE ALCUNI STATI (TRA CUI LA LIBIA) NE SONO IMMUNI.
QUI LA GENTE COMINCEREBBE A CHIEDERSI IL MOTIVO E PER QUESTO GLI STATI CHE HANNO ANCORA UNA BANCA CENTRALE CHE APPARTIENE AI CITTADINI SONO SOTTO ATTACCO, PRATICAMENTE TUTTA LA FINANZA ISLAMICA, PARTENDO DAI PIU DEBOLI.
NON SONO SICURO DELLA CINA E DELLA RUSSIA SE QUALCUNO HA NOTIZIE SULLE LORO BANCHE CENTRALI....

INDOPAMA

giak ha detto...

Bellissimo post, Felice.
E' fantastico osservare come, nella tragedia, riesci sempre a far scappare fuori il sorriso. La storia della sceneggiatura, poi....
Grazie. Spero ce ne saranno altre.
Sulla situazione... forse è meglio stare zitti.....
Saluti a tutti
Giacomo - Giak

Anonimo ha detto...

Tecnicamente l'autosufficienza materiale e intellettuale è una soluzione, ma l'uomo è in cima alla catena biologica? Credo che la posizione umana sia più simile a quella di animali da allevamento intensivo, potrebbero liberarsi senza il consenso della specie dominante?

Anonimo ha detto...

L'uomo può liberarsi. Deve avere volontà di ferro, andare dritto come un fuso e non mettere la cresta.
Soprattutto quest'ultima.
Poi deve essere costante nello sforzo, in questo lo aiutano tutti, soprattutto uno. E lui deve aiutare gli altri. Sempre con umiltà altrimenti se la canta e se la suona.


Zita

Anonimo ha detto...

Qualcuno aveva chiesto il destino di mutui, conti sbf ecc. ecc. in caso di disastro in generale.
Nessuno però ha dato notizia, formulato ipotesi: mi aggrego alla curiosità sul caso.

Grazie,

fabio vicenza ha detto...

ancora con stè minchiate di ritirare i soldi dalle banche...va bene facciamolo tutti...così il giorno dopo avremmo tanti bei talloncini colorati e chi avrà fattorie ect ect vivrà e andremo a fare gli schavi da loro per mangiare un uovo al giorno....sticazzi che progresso fantastico....UAAUUUUUAAAAA....
ma come a non capire che è proprio grazie alla moneta fiat che viviamo nel progresso e nel benessere diffuso....e basta con stè minchiate della convertibilità in oro...ma vi siete mai guardati i periodi nei queli vi erano monete in oro o argento? ERA IL MEDIOEVO! CAZZZOOOO! Si il medioevo signori! La ggggeente moriva di fame....si ma che figata avevano le monete d'oro (si i mega signorotti locali però....).
Le stronzate da economisti austriaci e i loro mondi fantasiosi le lascio ai comedoncosisottisti.....per carità...
Pensate se crolla come dite voi il sistema che minchia ve ne fate dell'oro....sarebbe meglio avere bestie e campi....io una gallina che mi può sfamare non la venderei mai...l'oro mica si mangia...è solo un bel metallo da vanitosi

Mario Barbiero (BARBATRUCCO) ha detto...

"potrebbero liberarsi senza il consenso della specie dominante?"

Sì Sì e ancora Sì!!!
Infatti nella realtà avviene il contrario cioè è la specie dominante che riceve il consenso dei dominati e non viceversa.
Solo che i dominati o dormono saporitamente o quando succede che sono sul punto di svegliarsi tendono a lamentarsi della cosa e a voler tornare a dormire e sognare beatamente.

Mario Barbiero (BARBATRUCCO) ha detto...

@indo (sulla Libia)
No No e ancora No
sai perchè in Libia possono (potevano sarebbe meglio dire) prestare denaro senza interesse?

CASA GHEDDAFI
Babbo Babbo - disse il piccolo Saif Al Indopam - guarda cosa ho fatto? ho preso a prestito del denaro a interessi zero e ho creato altra ricchezza, babbo babbo sei contento?
E babbo Gheddafi:" ma porca vacca, quante volte te lo devo dire che siamo pieni di ricchezza, non sappiamo più nemmeno dove metterla, guarda gli armadi di tua sorella, non riesce più a chiudere le porte.

Saif Al Indopam, quando mi porti l'esempio concreto di un paese privo di risorse e materie prime che stampa denaro e lo presta a interessi zero senza che quel denaro faccia la fine dei dollari dello Zimbabwe (banconote da 100 trilioni di dollari su ebay a 1,5 euro diritti d'asta compresi)?
a proposito della Russia
No No e ancora No, la Russia è il paese con le maggiori ricchezze del pianeta e analogamente alla Libia sono 4 gatti in confronto al territorio e alle risorse, lì potrebbero permettersi di prestare denaro a interesse negativo.
CASA PUTIN
Babbo babbo, disse il piccolo Alexander Indopamovic, sono andato in banca e mi hanno fatto un prestito di 10.000.000 rubli e pensa che ogni mese fintanto che non li restituisco mi danno pure 50.000 rubli al mese ...

DIOBONO INDOOOOOOOOO

Mario Barbiero (BARBATRUCCO) ha detto...

La vita è semplice, incredibilmente semplice.
E' la replica sotto varie forme della prima cosa che ho/abbiamo fatto tanto tanto tanto tanto tanto tanto eccetera eccetera tempo fa.
Creato.
Creato con il pensiero là dove c'era il nulla, cioè io/noi.
Io/noi tutti.
Quand'è che si ha lo stimolo a fare? Quando ti mancano le cose.
Cioè? hai nulla o poco di quelle cose.
Interessanti le espressioni:
"ho un vuoto allo stomaco ..."
"la mia è una vita vuota ..."
"ho un vuoto di memoria ..."
"sento un vuoto dentro ..."
Il passaggio successivo è ... riempire il vuoto.
Perchè?
Perchè è quello che siamo, vuoto, nulla, buio.
Se di colpo perdeste tutti e 5 i vostri sensi, non percepireste più alcunché.
Non percepireste i suoni, i sapori, gli odori, i colori, le cose.
Sarebbe il nulla.
In quel nulla una cosa ognuno di noi percepirebbe: sé stesso.
Ma se c'è solo il nulla?
Appunto.
Franco, tu mi ha detto che il vuoto/nulla non esiste.
Mi hai anche detto che noi siamo energia, quando moriamo la luce che vediamo siamo noi.
Il pensiero è energia, lo avete scritto tante volte tu e indo.
Allora i casi sono due:
1) noi siamo pensiero quindi siamo oggetto e non soggetto perchè il pensiero è generato da qualcuno.
Allora quel qualcuno è Dio e noi non siamo Dio, ma una sua creazione;
2) noi non siamo pensiero ma pensante, quindi non siamo energia perchè l'energia è pensiero,

Allora cosa siamo?
VUOTO NULLA BUIO chiamatemi/ci come volete.
Se c'è il nulla l'unico modo per creare è usare il pensiero o la fantasia.
Chi di voi non ha mai fantasticato almeno una volta nella vita?
E come avete fatto in concreto? Avete creato nella vostra testa una realtà a vostro piacimento, dove eravate re, sovrani, condottieri, principesse, regine e così via (volendo anche dei pazzi omicidi, delle streghe, de gustibus dicevamo quando eravamo latini).
Lo avete fatto però nella vostra condizione attuale che è limitata.
Immaginate di fantasticare senza limiti ...
Lo state già facendo, ma non ve ne rendete conto ...

Anonimo ha detto...

Ragazzi ma riuscite a capire lo scopo ultimo?
Oggi stiamo assistendo realmete allo scontro finale tra il bene e il male.
Please Open yours eyes

http://it.wikipedia.org/wiki/Wikipedia:Comunicato_4_ottobre_2011

Anonimo ha detto...

Aquile e formiche
http://santaruina.splinder.com/post/25635188/aquile-e-formiche-ii

Il rumore della cascata
http://economiaincrisi.blogspot.com/2010/07/il-rumore-della-cascata.html

m

Mario Barbiero (BARBATRUCCO) ha detto...

"Siate affamati, siate folli"
Steve Jobs (Stanford 2005).

il testo dell'intervento
http://www.cgitalia.it/2005/06/26/devi-trovare-quello-che-ami-dice-steve-jobs/

Anonimo ha detto...

Un saluto a tutti,

@mario

ciao,
il vuoto, non esiste, nel senso che tutto è pervaso ad quell’ energia che noi chiamiamo dio.
Tutto nasce dal pensiero, dal pensiero nasce la luce, e per rallentamento della luce (energia), nascono le varie frequenze, e nasce la materia densa, e il piano dove siamo noi.
In questi giorni, non si fa altro che parlare di banche, borse e ancora debito publico.
La borsa è diventata un riferimento, cosi come è il meteo, l’ oro ecc.
Ogni cosa diventa viva, diventa importante per il fatto che qualcuno alimenta quella cosa.
Per esempio, l’ oro.
La folle rincorsa a questo bene , sembra finita.
Finisce , poiché qualcuno decide di farlo.
La sua scelta diventa “potere”, quando altri la sostengono.

Cosi è che funziona , oggi, la manipolazione mediatica.
Ieri, l’ italia, è stata declassata, ma stranamente le borse sono salite.
C’è una logica.
Tutto il pensiero, dei cittadini, dei politici, sono rivolti a sanare il debito e regolare il flusso del denaro , e di conseguenza , ricreare una economia.
Ma, non sono queste le scelte giuste.
Ma, fintanto che tutti noi, non riusciamo a capire, e a vivere un nuovo pensiero, non potremo mai cambiare la realtà.
Stiamo solo rimescolando il vecchio.

Posso solo ribadire che il ns futuro non sarà diverso da cosa abbiamo oggi.
C’è il rischio che tutto degeneri, creando caos e rivolte.
A quel punto, il potere userà la forza, cosi come è in siria, cosi come ha fatto la cina, o la russia durante la primavera di praga.

Facciamo in modo di non avere più questa classe politica, non andiamo più ai loro convegni.
Appoggiamo persone semplici, tecnici, scienziati, che sappiano governare per il bene collettivo, e non per scopi personali.

Nel fare la spesa, compriamo prodotti italiani, nati nel ns territorio.
se possibile, direttamente dai ns contadini.
Oltre ad avere qualità, si crea una sana economia.
Ci sono tante cose da fare.
Ma tutti siamo coinvolti.
Per poter tornare ad essere sereni , tutti dobbiamo partecipare alla vita.
I parassiti e le vittime non devono esistere.

I servizi , tipo acqua, gas ecc.
Sono servizi utili , ed a oggi indispensabili.
Ma il costo che paghiamo, che grava sulle famiglie, non nasce dal servizio offerto.
Nasce dal fatto che “dobbiamo” mantenere tanti parassiti.
franco

alina ha detto...

Indo, quello che so è questo :
Iraq, Siria, Libano, Libia, Somalia, Sudan e Iran, nessuna delle loro banche centrali era tra le 56 banche centrali aderenti alla BRI (Banca dei Regolamenti Internazionali) , la banca centrale delle banche centrali. La Russia e la Cina sono dentro.
Ciao.

Mario Barbiero (BARBATRUCCO) ha detto...

@franco
ciao,
se c'è un pensiero c'è anche uno che pensa.
Chi è allora quello che pensa?
Il pensiero è modellare l'energia, il pensato è il risultato di questa modellazione.
Ma non puoi dirmi che pensante e pensato siano la stessa cosa ovvero luce/energia.
Allora la creazione ovvero il pensato ha le stesse capacità del pensante.
Ma sappiamo che non è così, noi esistiamo a prescindere da ciò che creiamo.
Ciò che creiamo invece no, esiste solo grazie a IO/NOI (NOI = IO DOTATI DI INDIVIDUALITà).
Se no quale sarebbe la differenza tra i due?
Deve esserci una differenza, quindi se il pensato è energia/luce ... il pensante è ...
Chi pensa è vuoto, nulla, buio.
Infatti il mio/nostro primo pensiero è stato ... la luce.
Fa sorridere quanto sia semplice in realtà la vita.

ps per il resto il tuo intervento è come sempre più che condivisibile.

una mattina ha detto...

@fabio da vicenza

"ma come a non capire che è proprio grazie alla moneta fiat che viviamo nel progresso e nel benessere diffuso...."


Scusa, quale progresso parli??? quello che non puoi uscire di casa se non ti porti il cellulare??? o che cucini un uovo sodo in 10 secondi nel microonde e dopo 10 anni ti viene il cancro?? oppure ti riferisci alle cure "allunga vita"? o alle macchine moderne mangia benzina?e poi, benessere, quale benessere ?? quello che ti manda a lavorare 10 ore al giorno per pagarti il mutuo per una casetta fatta di cemento armato che tra 100 anni sarà un rudere che non sapremo dove smaltire??

va più a fondo prima di fare certe affermazioni...

Mario Barbiero (BARBATRUCCO) ha detto...

Tornando invece a dimensioni più umane prendo spunto da un'altra cosa detta da franco che magari interessa di più al pubblico ovvero l'oro.
La cosa assurda è che ad agosto mentre volava alto nel cielo la GGGGGente si scannava su ebay per comprarlo a quotazioni folli, ho visto anche 50 euro grammo di aggiudicazione.
Poi le mani forti lo hanno fatto scendere di valore e adesso su ebay ci sono i saldi per chi lo volesse comprare e idem argento.
E invece le vendite sono ai minimi di sempre, l'oro non interessa più, adesso che è a buon mercato.
Qual'è il limite dei due metalli fisici? Il loro limite sta nel fatto che un grammo d'oro vale ... tot dollari ed euro e così un grammo d'argento.
Quindi il valore dell'oro e dell'argento viene deciso da chi controlla dollari ed euro ovvero chi li stampa.
Che è anche lo stesso che controlla la sede dove oro, argento e tutte le altre materie del pianeta vengono contrattate.
Ed è anche quello che scrive a suo piacimento le regole di questa contrattazione.
Così mentre fisicamente oro e argento non ci sono o sono difficilmente reperibili in certe quantità (la moneta per il momento su ebay la trovate ancora) le loro quotazioni scendono.
Alla faccia che in Occidente dovrebbe esistere il libero mercato.
segue

Anonimo ha detto...

@ Mario e non solo
Su quale dogma fondate la credenza che l'uomo sia la specie dominante? Per lo meno una posizione agnostica vi lascerebbe aperti alla ricerca. Ma secondo voi angeli demoni dei daimon egregore djinn eme ebe eccetera sono solo frutto della fantasia in millenni di storia? Se vedi solo all'interno dell' "allevamento intensivo" e non vedi i tuoi vigilanti come pretendi di liberarti? Se non siamo disposti a rivedere i paradigmi della nostra mappa potremo vedere solo un territorio antropocentrico e monodimensionale. Credo anche io che l'uomo disponga del necessario in sè per elevarsi, ma come potrà mai farlo se non conosce chi e cosa lo domina, e sopratutto chi e cosa è l'uomo? Purtroppo non troverai certo la risposta studiando la geopolitica o l'economia. Se il piccolo topino bianco da laboratorio credesse di essere l'unico responsabile del proprio destino potrebbe liberarsi?
Può essere una parte del tutto responsabile da sola del tutto? ( a parte indo che è la MeNTeuNa fattasi pixel e tutto può)

anonimatto

Anonimo ha detto...

Moody’s, l’instabilità e la moneta unica mondiale
di Maurizio d'Orlando
Interrogati da AsiaNews, gli estensori del rapporto che declassa il rating italiano, si sono rifiutati di commentare. Pochi mesi fa il capo analista di Moody’s aveva elogiato l’Italia, “Paese non a rischio”. È in atto un piano per varare una moneta mondiale, il “bancor”. Ma prima si deve distruggere l’Italia, l’euro, il dollaro e l’economia mondiale.
.......

Tradotto dal linguaggio per iniziati significa che non si potrà raggiungere l’obbiettivo della moneta unica mondiale senza un grande sconquasso monetario. Occorre perciò porre le premesse per l’instabilità e questo conferma quanto già esposto in precedenza: l’attacco all’economia italiana non si basa su considerazioni oggettive, ma sono lo strumento per provocare la destabilizzazione dell’Italia prima, dell’euro poi ed infine il dissolvimento del dollaro. L’obbiettivo è di rendere nullo ogni residuo brandello di sovranità ed indipendenza dei popoli, come s’è visto di recente con l’indecente guerra di Libia e con le menzogne sparse a piene mani dalla stampa internazionale .

Insomma, l’obbiettivo è di sottomettere tutti i popoli ad un’unica banca centrale controllata dalla grande finanza internazionale, quella che accentra la quasi totalità dell’emissione dei derivati e che ci ha regalato la bolla dei derivati.

http://www.asianews.it/notizie-it/Moody’s,-l’instabilità-e-la-moneta-unica-mondiale-22837.html

m

Anonimo ha detto...

Sulle nuove proposte di legge che hanno applicazioni anche nella rete.
Il lato positivo: spesso non potremo parlare di persone o cose, e ci potremo dedicare alle idee.
Chissà che non sia il primo passo per diventare protagonisti e non cronisti.
Non ci possiamo fermare a denuncia e indignazione.

Mario Barbiero (BARBATRUCCO) ha detto...

@anonimatto
IO non sono un essere umano, nemmeno tu, nemmeno Felice, nemmeno franco, nessuno di noi.
Non siamo il nostro corpo e non siamo nemmeno l'energia che c'è dentro come sostiene franco.
Entrambe le cose , corpo ed energia, sono creazioni.
Ad uso e consumo mio/nostro.
Purtroppo gira questa convinzione dal sapore New Age che UNO è TUTTO e TUTTO è UNO.
No, No e ancora No.
IO non sono ciò che creo e nemmeno tu e nemmeno tutti gli altri che creano/pensano.
Noi non siamo le nostre creazioni, loro esistono grazie a noi, noi esistiamo a prescindere da loro, anche se ci tornano utili per ... tante cose.
Sarebbe più corretto dire:
UNO è IO
TUTTO è creazione dell'IO
esistono tanti IO individuali ovvero ognuno di NOI che sente di esistere senza vedere la "propria" figura allo specchio, senza ascoltare il suono della "propria" voce, senza annusare l'odore del "proprio" corpo, senza toccare la consistenza delle "proprie" carni, senza percepire il sapore del "proprio" sangue.
Ognuno di noi sa di esistere anche se si isola totalmente da tutto ciò che lo circonda e con cui può confrontarsi.

Quindi dire che l'essere umano non è il dominante è vero, il dominate primo e ultimo è IO/NOI ... NOI ovvero (ENNE)IO.
Dove N(ENNE) sta per un numero infinito perchè IO posso essere tutte le individualità che voglio.
Tanto ci sono solo IO, non rubo l'identità a nessuno AH AH AH.

Che poi IO/NOI abbiamo creato vari livelli di esistenza con varie piotenzialità di creazione all'interno di ciascuno piano/livello è un altro paio di maniche.

In questo livello ad esempio non è l'essere umano il dominante, ma il dominato.
Da qualcuno che è sempre IO/NOI, ma in questo piano/livello/gioco ha un ruolo diverso.
E per rendere più coerente il gioco/ruolo il dominate o avversario è diverso in tutti sensi.

Complimenti a chi arriva fino in fondo al mio scritto e ci capisce pure qualche cosa!

Anonimo ha detto...

@anonimatto
"Può essere una parte del tutto responsabile da sola del tutto? ( a parte indo che è la MeNTeuNa fattasi pixel e tutto può)"

no no, sono perfettamente d'accordo, ognuno ha un ruolo ben preciso che puo' variare col libero arbitrio ma sempre dentro un certo campo, se si va troppo fuori si termina l'esperienza, ovvero si muore.

il difficile per la gente e' capire il proprio ruolo ed il funzionamento della vita.

ognuno puo' fare tutto quello che si sente, cioe' puo' creare ogni pensiero che nel momento in cui viene pensato porta amore, il resto dei pensieri non si realizzano ma creano quella parte di vita che non ci piace.

il discorso e' troppo fuori dagli schemi comuni per cui praticamente nessuno lo capisce. non e' il momento.

prima di questo c'e' il bisogno da parte della massa di capire che i pregiudizi su cui basa la vita sono sbagliati, quindi deve vedere crollar ela realta' creata su questi pregiudizi, solo allora capira' che stava sbagliando e sara' aperta alla ricerca di cosa sia giusto e cosa no.

indopama

Anonimo ha detto...

"Insomma, l’obbiettivo è di sottomettere tutti i popoli ad un’unica banca centrale controllata dalla grande finanza internazionale, quella che accentra la quasi totalità dell’emissione dei derivati e che ci ha regalato la bolla dei derivati"

non credo che sia possibile dominare tutti con una banca unica mondiale ma al contrario a quel punto sara' il popolo a controllarla.

e' adesso che in mezzo a tutto questo casino di scatole cinesi il truffatore sguazza, dopo sara' diverso, si avra' un referente ben preciso che non si potra' nascondere.

indopama

Mario Barbiero (BARBATRUCCO) ha detto...

IL DEBITO ITALIANO
1.935.300.000.000 in euro
3.747.263.331.000.000 in lire
Sarà per questo che hanno fatto il passaggio lira euro? per poter un giorno riuscire a pronunciare l'ammontare complessivo del debito?
perchè in lirette sono:
QUATTROMILIONISETTECENTOQUARANTASETTEMILADUECENTOSESSANTATRE MILIARDI E TRECENTOTRENTUNOMILIONI
Ho trovato una soluzione al debito, lo pago tutto io in un colpo solo in moneta sonante ... una alla volta su di un incudine ... DIING DIING per 62.454.388.850.000 minuti (un DIING al secondo) oppure 1.040.906.480.833,333 ore oppure 43.371.103.368,05556 giorni oppure 6.195.871.909,722222 settimane oppure 206.529.063 e rotti mesi oppure 17.210.755 e rotti anni.
OLTRE DICIASSETTE MILIONI DI ANNI per estinguere il debito.
Praticamente più veloce di Berlusconi e Tremonti!