giovedì 28 luglio 2011

commenti liberi

Travolti da una settimana intensa di attivita' professionale caprina (perche' senza lattuga non si campa, e con la pubblicita' ci campa al massimo un criceto sobrio e parco), oggi commenti liberi.

Graditi i temi Oslo e apocalisse economica o default USA, ma sentitevi liberi di spaziare.

Assicuriamo pubblicazione rapida.

Astenersi perditempo.

Citofonare Capretta.

Saluti felici

Felice Capretta
Published with Blogger-droid v1.6.8

31 commenti:

Anonimo ha detto...

Diminuisce lo spread btp-bund dopo il picco di ieri

una mattina ha detto...

Io vorrei anche proporre, visto che sul corriere è passato solo un trafiletto, che da oggi tutti facessimo come il nostro benevolo ministro dell'economia, sua Eccellenza Tremonti, e pagassimo l'affitto il leasing, il mutuo o qualsiasi altra cosa in nero......


Grazie Tremonti, questa si che è la manovra giusta


Alla luce di questo novità, mi domando cosa faranno gli italiani, probabilmente niente, quale popoli di caproni (scusa Felice), altro che gli indignados......quello che faccio io al momento per ragioni di "legalità" non posso dirvelo, ma ve lo lascio immaginare, sono sicura che vi sarà comunque di aiuto

luigiza ha detto...

@Felice
Citofonare Capretta.

Ed il prezziario?
E poi con o senza guanto ;-)

luigiza

P.S. Felice oggi sono ilare (=piccio) più del solito e non sono riuscito a trattenermi.
Però tu provochi!

Anonimo ha detto...

notizie dall'economia reale:

a causa della mia attività, conosco bene il settore dei prodotti di ferramenta.
Fino ad ora, esso ha retto bene alla crisi, perdendo, in fatturato, circa il 7%, recuperando qualcosa a cavallo tra 2010 e 2011 (dati relativi alla mia attività, ma che si possono generalizzare secondo quanto ho sentito da altri che fanno il mio stesso lavoro.)

A luglio abbiamo avuto un crollo verticale del fatturato: - 50% circa.
Bruttissimo segno. Una cosa del genere si era verificata solo a novembre 2008, subito dopo lo scoppio dell'attuale crisi.
Ovviamente bisognerà aspettare settembre per vedere se la cosa si ripete, ed allora saranno guai seri, o se ci sarà un minimo di ripresa.
Nel frattempo godiamoci le prossime vacanze, perchè potrebbero essere le ultime trascorse come siamo abituati ormai da sempre.

Da voi come è la situazione?

Un saluto a tutti.
Tridens

Anonimo ha detto...

gli Usa non faranno defoult-default-defiult ... E IMPOSSIBILE

luigiza ha detto...

@Tridens

Come é la situazione?
Te lo dico subito

A Milano dove abito un luglio così affollato non l'avevo mai visto.
Il traffico si é appena appena alleggerito.
Io nel mio piccolo faccio di trimestre in trimestre sempre più fatica a riscuotere i miei crediti.

Nella bergamasca dove a volte mi ritiro un geometra facente parte della commissione edilizia del comprensorio del lago d'Iseo mi ha detto che lì si é fermato tutto.
Quest'anno sono state richieste (N.B. non concesse, RICHIESTE) solo 3 (tre) concessioni per nuove costruzioni: 3 villette.

Trai te le conclusioni.

luigi ha detto...

Niente è impossibile, al massimo estremamente improbabile.

luigi ha detto...

articolo interessante

http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/07/28/la-crisi-del-debito-in-america-dio-la-vuole%E2%80%A6/148187/

Roberto ha detto...

Io , nel mio piccolo parlo del matto di Oslo (non facciamone il nome , dimentichiamolo come fece Erodoto con l'incendiario del Partenone).
Dunque , senza aver mai fatto il militare e con quattrocento cinquanta colpi (ha asserito di avere dieci caricatori per la pistola e dieci per il fucile mitragliatore , già era una specie di omino michelin pieno di munizioni)
avrebbe ucciso più di settanta persone e ferite altrettanto, oltre ad aver distrutto le barche ormeggiate , immagino.
In un'isola di due chilometri quadrati piena di alberi , e con giovani sani e forti , che non gli sono saltati addosso , ma erano senz'altro veloci.
Secondo me non è possibile , e lo dico in base alla mia modesta esperienza militare e in poligono.
Poteva essere matto come una capretta, come diciamo noi , ma senz'altro non sarebbe riuscito a fare una strage simile senza aiuto.
Ma dov'è il secondo (o gli altri?)

già in pssato s'era visto un tipo sparare ad un presidente Americano da ottanta metri con un semiautomatico senza binocolo , tre colpi in meno di tre secondi , ma mi facciano il piacere!
Non parliamo poi delle torri che crollano cosi' , in caduta libera , di vede benissimo che non è la parte colpita che crolla , ma le parti sotto che decidono di "disinegrarsi"
E non sono un complottista , sono solo un povero costruttore con esperienza di tiro.

Giacomo ha detto...

c'è poco da commentare, una canzone che mi piace tantissimo dice:
"ti lamenti,
che ti lamenti?
pigghia lu bastone e tira fora li denti..."

felice conosci le capre da cachemire? qualche cugino?

ne ho sentito parlare bene, simpatiche, ottimo latte, lana del vello addominale come materia prima, e ahimè ottima carne...

Anonimo ha detto...

Felix, non so se il post precedente ti sia arrivato, e allora provo a ri sintetizzarne il contenuto.

Anche se come molti faccio il tifo e credo fermamente nel crollo del gigante con i piedi di ferro misto argilla ( il lettore usi discernimento ;) ) credo che il 2 agosto gli ammericani troveranno un accordo in extremis che rinvierà il problema di un paio di anni se bastano.

Ora mi guardo nelle saccocce e mi chiedo:

Ma ad un piccolo risparmiatore monoreddito e dipendente come me con quei 3/4 mila neuri per le imprevedibili spese extra, converrebbe andare a far cash prima del 2 agosto?

In altre parole, secondo te quanto è possibile una corsa agli sportelli in caso di un mancato accordo? Ha senso anticipare la massa?

Buona insalatina,

Torn.

Anonimo ha detto...

A Verona continuano a costruire le 4/5 ditte ultracapitalizzate, il resto dell'edilizia sta rallentando velocemnte e probabilmente deve ancora toccare il punto più basso. Legno, grafica, marmo, tessile e calzaturiero sono in crisi ognuno per i propri motivi. Reggono gli alimentari e i servizi alla persona (estetiste, parrucchiere,etc,etc). E' risalita la metalmeccanica, per fortuna, da novembre 2008 ad oggi. Confermo la sensazione di un ritorno alla fine del 2008. Il problema non è più il calo degli ordini però, bensì l'assenza di liquidità delle piccole/medie imprese. Non abbiamo bisogno dell'America per fallire. Ce la possiamo fare da soli.

una mattina ha detto...

@Torn, fare debiti di questi tempi è la cosa migliore :))) se fanno default i governi perchè non posso farlo anch'io, quando la banca mi chiederà di pagare mi dichiarerò una declassata C

Idea3online ha detto...

Ma secondo voi cosa dovrà inventarsi l'Italia per non fare Default? Idem le altre nazioni occidentali...

Tante famiglia sono alla canna del gas!

Anonimo ha detto...

Caro Felice,
posto il commento di un lettore (Andrea Di Vita) di Miguel Martinez "Kelebeklerblog", spero mi perdoni, che descrive in pieno il mio pensiero sul fattaccio norvegese:

"Fanatico? Forse. Squilibrato? Direi di no. La lunghezza di questi thread e’ la realizzazione di quanto l’attentatore cercava: la pubblicita’ al suo messaggio, quello che per lui e’ un messaggio nella bottiglia buttata nel mare della cronaca e della Storia. A.B. e’ appassionato dei videogiochi e dei film sparatutto. In ‘Terminator’, due esseri umani sanno che di li’ a poco tre miliardi di persone moriranno bruciate vive. Logico che siano disposte ad ammazzare, sparare, massacrare pur di allontanare il Giorno del Giudizio. Logico anche che per gli altri siano dei criminali. In un vecchio film, ‘Una serata quasi perfetta’, un gruppo di studenti e’ convinto di avere invitato a cena quelli che fra qualche anno diventeranno i nuovi Pol Pot. Logico che li avvelenino tutti. Non potendo farlo, convinti come siete di conoscere il terribile futuro celato agli altri, non cerchereste forse di superare la censura e di farvi pubblicita’ al vostro messaggio in qualunque modo? La follia non e’ in Brevik, ma nella sua fede; non nei suoi gesti, ma nella idea che avrebbe spinto gente meno incoerente di me a praticare quelle azioni che lui stesso giudica ‘atroci ma necessarie’. La follia e’ la predicazione dei sodali dell’orina fallace, non nella disperazione che quella predicazione ha prodotto conducendo al massacro -ieri Falluja, oggi la Norvegia. E’ vero che un uomo con una fede e’ piu’ forte di centomila senza: ecco perche’ temo la fede."

Saluti
Giuseppe

nathanmayer ha detto...

cercherò di cogliere lo spirito disfattista: certo che l'apocalisse economica ce l'aspettiamo un pò tutti e per diversi motivi convergenti, non sappiamo i tempi e i modi precisi con cui si verificherà ma ne siamo consapevoli... e se invece di un (per certi versi "sano") reset dell'economia moderna andassimo incontro ad un lungo periodo di instabilità permanente globale? periodo sufficientemente lungo per cui verrà tutto delocalizzato, le super-corporate sostituiranno gli stati nella concessione di credito garantito, il ceto medio verrà drasticamente ridotto e si arriverà a concepire nuovi "necessari" istituzioni sovranazionali garantisti a cui ogni stato dovrà cedere una parte ancora più significativa della propria sovranità? perchè si è voluti arrivare a questo punto pur avendo avuto risorse e tempo per evitare tutto questo? è solo una crisi economica o di sistema? qualcuno sostiene che i Signori del piano di sopra stiano per chiedere il conto...

Anonimo ha detto...

http://www.movisol.org/11news125.htm

Renèe ha detto...

Felice hai notizie dal dott. Gianluigi ZAngari del Frascati Institute per quanto riguarda le condizioni attuali della Corrente del Golfo?
Direi che il clima sta proprio dimostrando i risultati di quel disastro, senza contare del silenzio sui 4200 km di marea nera in Cina e altro ovviamente.
Sarebbe interessante se 7 mesi dopo il vs articolo (tuo e del ph) ci fosse un'aggiornamento.
Grazie e buon venerdì ;)

sine sole sileo ha detto...

beep beep

C'è Gigi?

Anonimo ha detto...

@luigiza+anonimo di Verona

possiamo dire, sintetizzando al massimo, che la crisi c'è ed è gravissima, per alcuni settori economici, per altri, invece, non è ancora comincita ( ammesso che il traffico di Milano sia un buon indicatore della reale situazione economica).

Non siamo, quindi, al punto più basso e possiamo attenderci un altro periodo di "galleggiamento" almeno fino a quando qualche fatto dirompente non altererà l'attuale equilibrio.
Speriamo bene.

Buon week-end a tutti.
Tridens

alboino ha detto...

Nella mia zona, il cuore della Brianza, l'edilizia è praticamente ferma, tranne pochi casi di chi dispone di propri capitali. Finanziamenti alle piccole imprese in tutti i settori, da parte delle banche, pressochè inesistenti. Una carenza di liquidità per le poche aziende rimaste, dopo le enormi delocalizzazioni.
Farsi pagare è diventato un problema.
E poi sono ritornate le cambiali, non si vedevano da quando ero ragazzino, e di anni comincio ad averne parecchi. Le aziende con maggior numero di dipendenti stanno diventando i comuni.

Anonimo ha detto...

M'illumino d'immenso.......

fermati un attimo e pensa a tutto il bello che c'è dentro te.

Non abbiamo bisogno di tutto questo consumismo per vivere felici, anzi è proprio il contrario.

Pensaci .....

Anonimo ha detto...

Qui a Verona il lavoro nero è esploso e non è una sensazione "a pelle". Ognuno tenta la soluzione individuale (lavorano i campi mentre sono in cassa integrazione, lavorano in nero per più ditte, etc, etc). Le aziende grosse stanno meglio delle piccole perchè le costringono a fare da banca esattamente come fa con loro lo stato. Tanti piccoli chiuderebbero ma non hanno i soldi per farlo. Le banche e le assicurazioni tremano ma tengono ancora. La crisi non ha ancora toccato duramente il commercio anche se i saldi sono aandati male per tanti. Alcuni supermercati segnano il 2% in meno di introiti e non è poco per chi lavora sui grandissimi numeri e sull'incasso immediato del denaro. Francamente io spero che non succeda niente di male per nessuno, ma intanto le code dei veronesi alla caritas iniziano ad aumentare. Nel silenzio. ciao, michele

Anonimo ha detto...

Ritratto della più potente donna sul pianeta terra: La Grande Tigre Asiatica
http://sergiodicorimodiglianji.blogspot.com/2011/07/ritratto-della-piu-potente-donna-sul.html

Anonimo ha detto...

Jumbo coin: una pazzia americana. E' l'arma nascosta di Barack Obama per evitare la bancarotta
http://sergiodicorimodiglianji.blogspot.com/2011/07/jumbo-coin-una-pazzia-americana-e-larma.html

Anonimo ha detto...

la situazione è già gravissima è matematico le imprese non potranno farcela nessuna,
infatti chi può spuntarla contro una burocrazia assurda,regole che li stessi ministri eludono,
tassi usurai delle banche ho visto tassi anche del 13 %,
trasporti troppo costosi,
manodopera costosa,
servizi non idonei che complicano le cose più semplici...
i conti non potranno mai tornare il resto è pura illusione...

Felice Capretta ha detto...

BREAKING NEWS passata alla camera usa la proposta Boehner, da cnn http://t.co/vXD2D5a

210 vontro 208, ora passa al senato dove la maggioranza è pero' democratica.

saluti felici

felice

(appena ho un attimo rispondo a tutti)

Mario Barbiero (OH OH OH) ha detto...

GGGGGente italiana

"si trattava di un rapporto fra privati cittadini per cui non era dovuta l'emissione di fattura o vietata la forma di pagamento".
Frase del ministro Tremonti a proposito del pagamento in contanti per l'utilizzo dell'appartamento dell'onorevole Milanese.

Gli italiani sono in coda per andare al mare come ci ricordano i tg nostrani.
Toh avrei detto che erano in coda per manifestare la propria opinione ad un certo tributarista che alcuni si ostinano a considerare il miglior ministro che si sia mai avuto.

Il luglio più freddo degli ultimi 20 anni sta finendo.
Ma agosto sarà bello dicono i metereologi (chissà se l'hanno detto prima o dopo aver ricevuto le minacce di querela degli operatori turistici).

L'oro sfonda 1.630,00 dollari l'oncia ... ma non doveva scendere a 800?
Sì!Sì! come diceva Bambino (il fratello di Trinità) a chi giurava che gliela avrebbe fatta pagare un giorno.
L'argento balla attorno quota 40$; solo questa settimana i soliti noti hanno messo in vendita (su carta ovviamente) di botto oltre un quarto della produzione annua del secondo metallo prezioso più conosciuto.
Beh cosa gli costa? prendono dei pezzi di carta, ci scrivono sopra argento e poi lo vendono ... a sé stessi.
Il valore dell'argento scende e qualcuno ci casca, in genere sono quelli che sulla carta d'identità hanno scritto nato in Italia.
In Germania e Stati Uniti invece ...
segue

Mario Barbiero (OH OH OH) ha detto...

Più di qualcuno dice:"gli italiani non hanno ancora toccato il fondo perchè quando lo faranno ...".

Secondo me inizieranno a scavare, ho questa sensazione a pelle.
Ma c'è anche chi nel suo piccolo sta dando vita a forme di disobbedienza fiscale.
Mi è già capitato più volte di vedere persone invitare l'esercente a non battere lo scontrino ma non per avere lo sconto, in genere la richiesta è accompagnata da frasi tipo:"se li tenga lei, almeno questi non se li mangeranno".
Comunque sono più sereno, lunedì devo andare a sentire un falegname per fare un mobile su misura, ovviamente andrò a casa sua per parlare delle mie esigenze così potrò dire che si tratta "di un rapporto fra privati cittadini per cui non sarà dovuta l'emissione di fattura o vietata la forma di pagamento".
Ragazzi, lo ha detto uno che di fisco se ne intende, è stato da entrambe le parti!

A proposito di fisco, avanzo quasi 1.500 euro dall'Agenzia delle Entrate, chi vuole il mio credito?
Lo cedo in cambio di un gratta e vinci, ho maggiori speranze di vedere qualche euro!

ps una volta avrei scritto tutto questo (anche l'intervento di prima) con delusione, malcontento e anche un pizzico di rabbia.
Oggi invece scrivo ridendo ma il motivo è lungo da spiegare e poi sono cose già dette cui un giorno anche voi crederete perchè lo sperimenterete nel vostro quotidiano.
Auguro a tutti che quel giorno arrivi presto e poi anche voi riderete al pensiero di un ministro delle finanze che paga in nero l'affitto e prova persino a dire che non è così.
Transazione tra privati!!!
I possessori di partita iva lunedì chiudano l'attività e diano vita a rapporti tra privati e se vi dicono che non si può dite di citofonare Giulio.

Anonimo ha detto...

C.V.D.

Usa, "accordo per evitare il default
si definiscono gli ultimi dettagli"

L'intesa non è definitiva, scrive la stampa americana citando alcune fonti, ma è a un passo e prevedrebbe un aumento del tetto del debito pubblico fino a 2.800 miliardi di dollari e tagli alle spese leggermente superiori. Il Senato potrebbe votare il piano, se i negoziati si chiuderanno, all'una, alle 19 italiane.

Anonimo ha detto...

appello da una parte della massoneria:
Alcune risposte serie per la crisi dell’euro-zona e in relazione al presunto default statunitense? EUROPA: I paesi europei, attraverso il Consiglio europeo, la Commissione europea e il Parlamento europeo, si affrettino ad istituire gli eurobond e a porre la valuta euro sotto la diretta sovranità dell’Unione europea (da rafforzare politicamente). Alla faccia delle destre massoniche europee tecnocratiche, oligarchiche e rapaci. USA: Obama avanzi risolutamente verso un adeguato innalzamento del debt ceiling (“tetto del debito”) e denunci all’opinione pubblica americana e mondiale la truffa pretestuosa di chi vuole impedire il voto del Congresso in questo senso, cioè John Boehner, i falchi ultraconservatori dei Tea Party e altri simili irresponsabili. La maggioranza repubblicana alla Camera dei rappresentanti si dia una regolata. Alla faccia delle destre massoniche statunitensi, prepotenti ed egoiste.
I massoni autenticamente democratici e liberal, da una parte all’altra dell’Atlantico, si facciano sentire ovunque serva.

http://www.grandeoriente-democratico.com/Alcune_risposte_serie_per_la_crisi_dell_euro_zona.html